Olimpia Energia e Gas S.p.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Olimpia Energia e Gas S.p.A."

Transcript

1 Olimpia Energia e Gas S.p.A. Sede operativa: Via O. Guerrini, Roma Sede legale: Via della Commenda, Milano Sede commerciale: Via XXV Aprile, Pero MI P. Iva e CF T Fax

2 Chi siamo Olimpia Energia e Gas S.p.A., Trader di energia elettrica e gas, opera nel mercato libero dell energia già dal 2004, grazie alle opportunità fornite dalla liberalizzazione delle attività di importazione, produzione e vendita. Il 2011 ha rappresentato, inoltre, l ingresso dell azienda nel mercato del gas, sia industriale sia residenziale. Olimpia Energia e Gas S.p.A. si presenta pertanto come unico fornitore (luce e gas) per differenti tipologie di consumatori.

3 Olimpia Energia e Gas - I numeri dell anno 2012 Dati di sintesi Numerosità POD Fatturato Clienti Volume 123 GWh Dipendenti 37 Collaboratori 6 Agenzie

4 Olimpia Energia e Gas - Gli obiettivi Crescita Sostenibile Fidelizzazione cliente Consolidamento graduale Riposizionamento sul mercato Piano industriale

5 Perché passare a Olimpia Energia e Gas? Centro di assistenza clienti formato da personale qualificato e interno all azienda Non è previsto il versamento di alcun anticipo cauzionale Nessuna cauzione Centro Assistenza clienti interno ACAI può rispondere attraverso il portale OA a tutte le richieste del cliente OA diviene l unica interfaccia nei confronti del cliente sostituendosi al fornitore precedente nella trattativa commerciale Mai più fatture dal fornitore precedente Nessuna voce nascosta I costi di trasporto e tutti gli oneri passanti sono stabiliti dall AEEG. La fattura è trasparente e dettagliata nell elencare tutte le voci di costo Durante il passaggio dal vecchio al nuovo fornitore, la fornitura viene assicurata dal Distributore locale di competenza territoriale Continuità della fornitura elettrica Fattura in formato elettronico Nessun a modifica all impianto Nessun addebito per la richiesta e l emissione della fattura in formato elettronico Il contatore è già tecnicamente pronto e nessun intervento materiale viene eseguito sull impianto

6 Servizi Per mezzo del CRM e del sito web Comunicazione autolettura contatore Volture e subentri Verifica del corretto funzionamento del gruppo di misura Aumenti di potenza e variazioni di tensione Richiesta Iva agevolata Spostamento gruppo di misura Variazioni anagrafiche

7 Energia Elettrica

8 Il mercato dopo la liberalizzazione A seguito della completa liberalizzazione del mercato, è stata regolamentata la condizione di tutti gli utenti che ne fanno parte. Delibera AEEG 156/07 con deliberazioni n. 236/07, 237/07, 289/07 e 311/07, ai sensi del decreto legge 18 giugno 2007, n. 73/07 (poi convertito in legge 3 agosto 2007, n. 125) Mercato libero Tutti gli utenti non appartenenti alle altre due categorie. Le condizioni contrattuali vengono regolate dalle parti. Qui opera Olimpia Energia e Gas SpA Servizio di Maggior Tutela I clienti finali domestici e le piccole imprese (meno di 50 dipendenti e fatturato annuo non superiore a 10 milioni ) in bassa tensione. Servizio di Salvaguardia Le imprese connesse in bassa tensione (aventi 50 o più dipendenti o un fatturato annuo maggiore di 10 milioni, o almeno un punto di fornitura in media tensione) e tutte le imprese connesse in media o alta tensione, che non abbiano scelto il proprio fornitore sul libero mercato.

9 Operatori del Mercato Il Decreto Bersani, ha definito inoltre il ruolo ed i requisiti dei differenti operatori del mercato: Produttori: le società che producono energia elettrica, indipendentemente dalla proprietà dell'impianto di produzione. (es. Isab Energy) Grossisti: le società che acquistano e vendono energia elettrica senza esercitare attività di produzione, trasmissione o distribuzione nei paesi dell'unione Europea. (es. ERG Power & Gas) Olimpia Energia e Gas SO Distributori: le società che svolgono il servizio di trasporto e trasformazione di energia elettrica su reti di distribuzione in media e bassa tensione per la consegna ai clienti finali. (es. Enel Distribuzione, AEM per Milano )

10 Generazione Produzione nazionale Il sistema elettrico Import «Mercato elettrico» (borsa) Terna Acquisto / Vendita Acquirente unico Fornitore salvaguardia e maggiore tutela Grossista/Traider Distribuzione Distributore locale Clienti in salvaguardia Clienti in maggior tutela Clienti mercato libero

11 Tempi per lo switch : passaggio dal vecchio al nuovo fornitore 3 mesi Provenienza dal mercato libero PMI 1 mese Micro-business Abitazioni PA Condomini Provenienza dal mercato vincolato 1 mese per tutte le tipologie di cliente

12 Trasporto ovvero il passaggio dell energia dalla fonte di produzione fino alla rete di distribuzione BT Bassa tensione se minore di 1 kv; utilizzata per la fornitura a residenziali e piccole aziende. Switch: 3 mesi (condominio, PA e Micro-business) per inizio fornitura dalla data di stipula del contratto Switch:1 mese (domestici) per inizio fornitura dalla data di stipula del contratto MT Media tensione se maggiore di 1 kv e minore o uguale di 35 kv; solitamente tutta la produzione avviene in MT; è anche utilizzata tra le stazioni di ricezione in AT e le cabine di conversione in BT. Switch: 6/12 mesi per inizio fornitura dalla data della stipula (N.B. controllare sempre il contratto del precedente fornitore). AAT - AT (in Italia usata dal gestore unico della rete nazionale, Terna S.p.A.) Altissima tensione se maggiore di 150 kv; utilizzata per il trasporto dell energia elettrica a grandi distanze. Alta tensione se maggiore di 35 kv e minore o uguale di 150 kv; utilizzata per la distribuzione dell energia elettrica sul territorio nazionale.

13 Misure dell Energia Tensione è l energia che consente agli elettroni di scorrere nei cavi. Può essere BT, MT, AT. KV = kilo Volt Potenza è la quantità di energia nell unità di tempo. kw = kilo Watt Consumo è la quantità di energia prelevata. kwh = kilo Watt ora Perdite sono le perdite di energia elettrica nelle reti di trasmissione per effetto fisico delle reti stesse. kwh = kilo Watt ora

14 Il Contatore POD: codice alfanumerico di 14 cifre identificativo del contatore COME ARRIVA L ENERGIA: Bassa Tensione ( BT ) 230V (Monofase) 400V (Trifase) Indica la quantità Media Tensione ( MT ) da 1.000V a V VECCHIO CONTATORE NUOVO CONTATORE- POTENZA: disponibile:massima potenza prelevabile in un punto di prelievo impegnata:potenza che il cliente richiede in fase di contrattualizzazione Tariffa MONO ORARIA: F0 Tariffa MULTI ORARIA: F1, F2, F3 Indica la quantità e l ora in cui è stata consumata l elettricità: fasce

15 Le Fasce Orarie F1: ore di punta Nei giorni dal lunedì al venerdì: dalle ore 8.00 alle ore ATTENZIONE: Controllare nelle condizioni particolari di contratto (della concorrenza) se le fasce sono quelle stabilite da delibera!! F2: ore intermedie Nei giorni dal lunedì al venerdì: dalle ore 7.00 alle ore 8.00 e dalle ore alle ore Nei giorni di sabato: dalle ore 7.00 alle ore F3: ore fuori punta Nei giorni dal lunedì al venerdì: dalle ore alle ore 7.00 Nei giorni di domenica e festivi* tutte le ore della giornata * Si considerano festivi: 1 gennaio; 6 gennaio; lunedì di Pasqua; 25 Aprile; 1 maggio; 2 giugno;15 agosto; 1 novembre; 8 dicembre; 25 dicembre; 26 dicembre Peak (F1) Lunedì Venerdì Off-Peak (F2+F3) Lunedì Venerdì Sabato Domenica 24h Peak (F1) Lunedì Venerdì Off-Peak (F2+F3) Lunedì Venerdì Sabato Domenica 24h

16 Prezzo Fisso Prezzo Fisso 12 mesi Garantisce il prezzo fisso dell energia senza le oscillazioni tipiche delle tariffe a prezzo indicizzato. Stabile nel tempo per 12 o 24 mesi Nessun rischio in caso di aumenti. Il prezzo dell energia viene rinnovato per ulteriori 12 mesi. Nessun rischio di ribassi. Il cliente può sempre scegliere una nuova offerta Olimpia Energia e Gas S.p.A. Rischio Zero Scegliendo il servizio Rischio Zero i corrispettivi unitari dell offerta scelta saranno automaticamente rinnovati per ulteriori 12 mesi e resteranno pertanto validi ed efficaci per 24 mesi di fornitura. Il costo di tale servizio è di 0,00250 /kwh valorizzato in fattura all interno del Prezzo Energia. Il Cliente avrà inoltre la facoltà di scegliere una nuova offerta commercializzata da Olimpia Energia e Gas S.p.A..

17 Prezzo Fisso - Condizioni Particolari di Fornitura Rischio Zero Sorridi per il mondo Timbro firma e data Parti compilabili: Partita poa IVA/Codic e Fiscale POD

18 Opzione energia verde: <<Sorridi per il Mondo>> SORRIDI PER IL MONDO per contribuire a migliorare la nostra Terra e nello stesso tempo premiare i Clienti più sensibili all argomento Il cliente avrà infatti la possibilità di utilizzare energia verde al 100% e regalare un sorriso al nostro pianeta evitando l emissione di CO2 in atmosfera. Vantaggi e modalità L attivazione dell opzione SORRIDI PER IL MONDO richiede la modalità di pagamento mediante RID bancario Uno sconto pari a 2 /MWh sulla fornitura di energia elettrica Garanzia d origine Logo Verde Olimpia Sottoscrivendo il servizio Sorridi per il Mondo al Cliente sarà consegnato il logo Olimpia Energia Verde 100%. Attività di Marketing Sostenibile Il Cliente riceverà inoltre, entro il 30 Aprile dell anno successivo a quello di sottoscrizione del contratto, la garanzia d origine (GO) a certificazione della produzione dell energia elettrica da fonti rinnovabili.

19 Modulistica contrattuale

20 Proposta contrattuale Prima Parte Dati anagrafici Indirizzo per il recapito delle fatture, da non confondere con indirizzo della sede legale né con il sito di fornitura! Preferita la modalità di pagamento RID Bancario (quello postale non è ancora possibile). Il pagamento a mezzo bollettino postale o bonifico ha un aggravio di spesa di 2,50 a bolletta.

21 Proposta contrattuale Seconda parte Bt Mt misure fasce contatore Favorire la modalità di pagamento RID bancario switch Luogo Data Firma Timbro: soprattutto nel caso di partite iva

22 Modalità di pagamento Il pagamento deve avvenire preferibilmente tramite RID bancario (N.B. non ancora attivo quello postale). **Bonifico e Bollettino sono modalità da utilizzare solo in casi particolari e prevedono il pagamento di 5,00 a emissione fattura.

23 Condizioni generali di contratto Firme, data luogo e timbro **ATTENZIONE Consenso al trattamento dei dati personali. SE NON è BARRATA LA CASELLA APPOSITA IL CONTRATTO è NULLO! ** PRIVACY Necessaria per: - Inviare recessi - Caricare il contratto a sistema e nel data base - Invio delle fatture NO PUBBLICITA!

24 Bolletta Le voci in bolletta sono: Energia: Il costo della quota energia, comprensivo dell onere di indicizzazione, incide sulla bolletta per circa il 60% dell importo totale. Oneri passanti: Dispacciamento: Attività affidata al GRTN ( gestore della Rete Di Trasmissione Nazionale), ente autonomo di proprietà del Ministero del Tesoro. Si occupa di distribuire equamente l energia elettrica su tutto il territorio nazionale a condizioni di neutralità e trasparenza; Trasporto: Attività di spostamento dell energia da un punto di produzione (es. centrale) ad un punto di consegna (presso il consumatore). I costi per le spese di trasporto sono fissati dai gestori locali delle reti di distribuzione nel rispetto delle direttive imposte dell AEEG. Gli importi dovuti per il servizio di trasporto, indipendenti dalla distanza ma dipendenti dal tipo di tensione di consegna e dalla tipologia di consumo, vengono infatti interamente versati al gestore locale della rete di distribuzione per la copertura dei costi di gestione, manutenzione e ammortamento delle reti elettriche;

25 Bolletta Oneri di sistema: Costi sostenuti per gli interventi di interesse collettivo effettuati sul sistema elettrico nel suo complesso, stabiliti direttamente dal Governo e pagati da ogni cliente in funzione dei consumi effettivi; COMPONENTI A, UC e MCT: sono dei corrispettivi stabiliti dalla normativa vigente a copertura dei cosi detti Oneri di Sistema. Tali corrispettivi sono addebitati in eguale misura a prescindere dal fornitore effettivamente scelto dal cliente. Le COMPONENTI A: coprono i costi per le attività di ricerca e sviluppo, per l incentivazione dell utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, per lo smantellamento delle centrali nucleari per il finanziamento di regimi tariffari speciali. Le COMPONENTI UC: coprono gli oneri necessari per garantire il funzionamento di un sistema tariffario basato sul principio di corrispondenza dei prezzi ai costi medi del servizio ( ad es. spese legate ai costi di copertura degli squilibri tra perdite standard e perdite effettive nelle reti). La COMPONENTE MCT: copre il finanziamento delle misure di compensazione territoriale per lo smantellamento delle centrali nucleari. Imposte : (erariali, provinciali e addizionali) sono imposte fiscali sul consumo di energia elettrica; IVA: imposta sul valore aggiunto;

26 Quali sono le voci presenti in Bolletta? Quota Energia Oneri passanti Dispacciamento Trasporto Oneri di sistema Componenti A, UC e MCT Imposte IVA

27 Composizione della bolletta elettrica Pillole Nel mercato libero i trader acquistano l energia elettrica all ingrosso per venderla ai propri clienti, inviano le bollette del servizio e garantiscono le prestazioni commerciali indicate nel contratto. Il Distributore locale, invece, continua ad assicurare che il trasporto dell energia avvenga con continuità ed efficienza ed interviene in caso di guasti agli impianti. Le due componenti principali Il costo del servizio di fornitura dell energia elettrica pagato dal cliente finale è formato dunque da due componenti principali: una parte che riguarda i costi di trasporto e distribuzione dell'energia dall'impianto di produzione al contatore del cliente finale e gli oneri di sistema (50%) un'altra parte, che riguarda i costi di acquisto e vendita dell'energia al cliente finale (50%) N.B. L unica leva commerciale a disposizione del trader è la voce QUOTA ENERGIA

28 Bolletta un esempio di un altro Trader Dati tecnici da riportare sul contratto Prezzo dell energia Analisi delle eventuali morosità del cliente

29 Bolletta un esempio di un altro Trader Listino Olimpia: - F1 0,089 /kwh - F2 0,088 /kwh - F3 0,069 /kwh Consumo cliente: - F kwh - F2 169 kwh - F3 0 kwh Quota Energia Olimpia: - F1 0,089 * = 149,25 - F2 0,088 * 169 = 14,87 - F3 0,069 * 0 = 0 - Perdite F1 0,089 * 174 = 15,52 - Perdite F2 0,088 * 18 = 1,55 - Perdite F3 0,069 * 0 = 0 - Sbil. 0,005 * = 9,23 - PCV 0,005 * = 9,23 TOTALE QUOTA ENERGIA 199,65 237,48 RISPARMIO MENSILE 37,83

30 Gas Naturale

31 Grandezze e unità di misura PRESSIONE si misura in BAR. La pressione atmosferica standard misura 1,01325 bar. Bassa pressione: < 0,04 bar (reti di distribuzione locale) Media pressione: 0,04 5 bar (reti di distribuzione locale) Alta pressione: > 5 bar (Snam rete gas) VOLUME si misura in metri cubi standard (Smc). Per Smc si intende un quantitativo di gas naturale che a pressione atmosferica standard ed alla temperatura di 15 C occupa un volume di 1 metro cubo ENERGIA si misura in Joule. L energia prodotta dalla combustione del gas si misura in Mega Joule (MJ) (1MJ=10 6 J) POTERE CALORIFICO SUPERIORE (PCS) si misura in MJ/Smc. E il fattore di conversione tra Smc e MJ (1MJ= 1Smc * PCS) Il PCS convenzionale è pari a 38,1 MJ/Smc

32 Gli utilizzatori finali INDUSTRIA sia per il processo produttivo (es. fonderie, produzione di vetro e ceramica, alimentare ) sia per il riscaldamento PRODUZIONE ELETTRICITÀ _produzione a ciclo combinato di Elettricità utilizzando il Gas Naturale (cogenerazione) ESERCIZI PUBBLICI E COMMERCIALI_ riscaldamento di uffici, ospedali, hotels, negozi, case di riposo RESIDENZIALE_ riscaldamento, acqua calda, cottura cibi TRASPORTO _ gas per autotrazione

33 Gli usi del Gas Il gas naturale per usi civili viene utilizzato prevalentemente per: cottura cibi produzione di acqua calda sanitaria (ACS) riscaldamento individuale/centralizzato condizionamento (più raramente) Il consumo di gas per usi residenziali è fortemente influenzato dalle condizioni climatiche, in termini di: localizzazione geografica stagionalità Il consumo di gas presenta pertanto delle portanti su base: giornaliera (consumi maggiori nelle ore di accensione) settimanale (consumi maggiori nei giorni feriali) mensile (mesi invernali più rigidi) annuale (termicità complessiva delle annate) A fronte di tale variabilità dei prelievi, le fonti di approvvigionamento sono caratterizzate da una limitata flessibilità in immissione: per la produzione da giacimenti vincoli tecnici e di economicità determinano una produzione pressoché costante; per le importazioni i contratti prevedono quantità costanti in acquisto con flessibilità del 10% Fondamentale il ruolo degli stoccaggi

34 Il sistema del Gas Naturale Dai centri di produzione ai centri di consumo: Giacimenti Centrali di spinta Centro di dispacciamento Gasdotti di importazione Rete nazionale gasdotti AP Cabine di Primo salto (filtraggio e odorizzazione) MP Impianto di distribuzione BP Rete di distribuzione cittadina a bassa pressione Cabine di Secondo salto

35 La filiera del Gas Produzione e Importazione Trasporto e Dispacciamento Stoccaggio Ri-gassificazione Distribuzione e Misura Vendita Utilizzazione

36 Rete Nazionale Gasdotti

37 Trasporto e Dispacciamento Due imprese di trasporto principali: Snam Rete Gas (SRG) e Società Gasdotti Italia (SGI) Snam Rete Gas è l impresa maggiore di Trasporto con: km di rete 11 centrali di compressione 1 centro di dispacciamento 85,6 miliardi di metri cubi trasportati nel 2008

38 Stoccaggio Due operatori dello stoccaggio: Stogit (gruppo Eni) spazio per riserva attiva 13,5 miliardi di Smc 8 campi di stoccaggio Edison Stoccaggio spazio per riserva attiva 0,4 miliardi Smc 2 campi di stoccaggio

39 Siti di stoccaggio in Italia Fonte: Autorità per l energia elettrica e il gas

40 Situazione ante-liberalizzazione: Prima della liberalizzazione del mercato gas provvede all importazione, alla produzione, allo stoccaggio del gas opera in condizione di monopolio tecnico e commerciale ANTE LIBERALIZZAZIONE la Municipalizzata gestiva sia la distribuzione che la vendita/fatturazione del gas naturale POST LIBERALIZZAZIONE divisione dei compiti in due nuove società società del gruppo Eni, provvede al trasporto del gas sulla rete in alta pressione, di cui è proprietaria Aziende di distribuzione locali Municipalizzate locali provvedono al vettoriamento del gas sulle reti locali in media e bassa pressione e alla vendita ai clienti finali residenziali acquistano il gas da Snam Impresa di distribuzione Società di vendita

41 Il percorso della liberalizzazione in Italia Nel mercato liberalizzato l esercente la vendita si propone in qualità di interfaccia unica verso il cliente finale per la fornitura del gas naturale al contatore Per fornire il gas al cliente il venditore deve approvvigionarsi della materia prima e dei servizi collegati: importazione e acquisto materia prima trasporto, stoccaggio, distribuzione A tal fine intraprende rapporti con i diversi soggetti della filiera: Post-liberalizzazione la società di vendita unica interfaccia verso il cliente finale si approvvigiona dei servizi necessari direttamente (integrazione verticale nella filiera) o tramite soggetti terzi acquista il gas alla frontiera Importatore Trasportatore è utente del servizio di trasporto (shipper) Impresa di stoccaggio Cliente Finale il Venditore è utente del servizio di stoccaggio contratto di vendita Distributore è utente del servizio di distirbuzione

42 I clienti si dividono in : I clienti finali sono classificabili in base a: la tipologia di utilizzo: residenziali e commerciali industriali centrali termoelettriche la modalità di allacciamento: su rete di distribuzione direttamente allacciati alla rete di trasporto il mercato di riferimento: Servizio di tutela Mercato libero Clienti Diretti, connessi direttamente alla rete «Snam Rete Gas» (a ciascun PDR su rete Snam è associato un codice Remi). Il costo del trasporto varia sulla base dell area geografica e della distanza necessaria per raggiungere e somministrare il Cliente. Le reti di distribuzione sono anch esse connesse alla rete Snam e per raggiungerle occorre pagare il servizio di Trasporto sulla base della medesima regola. Alta Pressione. Clienti Indiretti, connessi a reti di Distribuzione Locale. Ciascun distributore applica differenti tariffe di distribuzione. Il cliente su reti di distribuzione pagherà pertanto sia il servizio di Trasporto sia il servizio di Distribuzione. Bassa e Media Pressione.

43 Prezzo ed Adeguamento al prezzo PCS Fisso: Pm = Po per tutta la durata del contratto Il prezzo al metro cubo del gas è definito ad un determinato PCS e ad un determinato coefficiente C Il PCS del gas può variare da comune a comune e nello stesso sito può anche subire variazioni nel corso dell anno I prezzi delle offerte sono calcolati ad un valore predefinito del PCS e del coefficiente C EGL formula i propri prezzi di offerta ad un PCS standard di 38,100 MJ/mc IND; 38,52 PMI Ogni variazione del PCS influisce sul prezzo del gas al metro cubo Il PCS non è determinato dai fornitori ma dipende dalla qualità del gas in rete

44 La Tariffa di riferimento Il prezzo finale del gas è determinato dalla somma di singole quote di costo relative a tutte le fasi della filiera del gas naturale più gli oneri di sistema e le imposte dovute e l iva. CMEM QVD QTi CCR DISTRIBUZIONE Componenti relative ai servizi di distribuzione, misura e relativa commercializzazione QOA COMPONENTE RELATIVA AGLI ONERI AGGIUNTIVI CORRISPETTIVI UNITARI Imposte dovute e IVA Prezzo Fisso OA Variazione listino OA a cadenza mensile

45 CMEM CMEM QVD QTi CCR DISTRIBUZIONE Componenti relative ai servizi di distribuzione, misura e relativa commercializzazione QOA COMPONENTE RELATIVA AGLI ONERI AGGIUNTIVI CORRISPETTIVI UNITARI Imposte dovute e IVA Componente CMEM [ /GJ]: è la componente, espressa in /GJ, a copertura dei costi di approvvigionamento del gas naturale nei mercarti all ingrosso aggiornamento secondo Del 196/2013/R/GAS

46 QVD: quota vendita al dettaglio CMEM QVD QTi CCR DISTRIBUZIONE Componenti relative ai servizi di distribuzione, misura e relativa commercializzazione QOA COMPONENTE RELATIVA AGLI ONERI AGGIUNTIVI CORRISPETTIVI UNITARI Componente Commercializzazione Vendita al Dettaglio QVD [ /GJ]: Imposte dovute e IVA La componente relativa alla QVD assume i valori di cui alla tabella 1. I valori sono aggiornati dall AEEG con cadenza annuale.

47 QTi: quota trasporto (per ambito tariffario: «i») CMEM QVD QTi CCR DISTRIBUZIONE Componenti relative ai servizi di distribuzione, misura e relativa commercializzazione QOA COMPONENTE RELATIVA AGLI ONERI AGGIUNTIVI CORRISPETTIVI UNITARI Imposte dovute e IVA Componente servizio di Trasporto QT i[ /GJ]: È per ciascun ambito tariffario «i» la componente, espressa in /GJ, relativa al trasporto del gas naturale dal PSV al punto di riconsegna della rete di trasporto definita da SRG (Snam Rete Gas)

48 CCR CMEM QVD QTi CCR DISTRIBUZIONE Componenti relative ai servizi di distribuzione, misura e relativa commercializzazione QOA COMPONENTE RELATIVA AGLI ONERI AGGIUNTIVI CORRISPETTIVI UNITARI Imposte dovute e IVA Componente CCR [ /GJ]: È la componente, espressa in euro /GJ, a copertura dei costi delle attività connesse alle modalità di approvvigionamento del gas naturale all ingrosso, compreso il relativo rischio definita dall AEEG

49 DISTRIBUZIONE: Componente di servizio, distribuzione e relativa commercializzazione CMEM QVD QT CCR DISTRIBUZIONE Componenti relative ai servizi di distribuzione, misura e relativa commercializzazione QOA COMPONENTE RELATIVA AGLI ONERI AGGIUNTIVI CORRISPETTIVI UNITARI Imposte dovute e IVA Componente servizio di Distribuzione, misura e relativa commercializzazione [ /GJ]: Corrispondono alle rispettive componenti fissate dall AEEG ai sensi del RTDG

50 QOA: quota oneri aggiuntivi CMEM QVD QTi CCR DISTRIBUZIONE Componenti relative ai servizi di distribuzione, misura e relativa commercializzazione QOA COMPONENTE RELATIVA AGLI ONERI AGGIUNTIVI CORRISPETTIVI UNITARI Componente relativa agli oneri aggiuntivi QOA [ /GJ]: Imposte dovute e IVA È costituita dalla somma dei seguenti elementi: CV I corrispettivo unitario variabile per la contribuzione al contenimento dei consumi gas CV FG corrispettivo unitario variabile per la copertura degli oneri del fattore di garanzia per il servizio di rigassificazione CV OS corrispettivo unitario variabile per la copertura degli oneri derivanti dall applicazione del fattore di garanzia dei ricavi per il servizio di stoccaggio e degli oneri sostenuti dal GSE per l erogazione CV BL corrispettivo unitario variabile per la copertura degli oneri connessi al sistema del bilanciamento del sistema gas.

51 Le condizioni economiche della fornitura Vendita al dettaglio QVD Aggiornamento a cadenza annuale Aggiornamento trimestrale Materia prima CCI Trasporto QT i Aggiornamento annuale Stoccaggio QS Distribuzione Perequazione distribuzione Compensaz. Vendita dettaglio Risparmio energetico Qualità gas Bonus sociale Quota fissa Quota variabile UG1 UG2 RE RS GS Oneri aggiuntivi Emergenza gas Fornitura Ultima Istanza Oneri non recup. 192/08 QOA Aggiornamento trimestrale

52 Le condizioni economiche della fornitura a partire dal 1 Ottobre 2013 Vendita al dettaglio QVD Aggiornamento a cadenza annuale Aggiornamento trimestrale Materia prima CMEM Materia prima CCR Aggiornamento annuale Trasporto QT i Quota fissa Quota variabile Distribuzione Oneri aggiuntivi Perequazione distribuzione Compensaz. Vendita dettaglio Qualità gas Bonus sociale UG1 UG2 RE RS GS QOA Aggiornamento trimestrale

53 Imposte e Iva CMEM QVD QTi CCR DISTRIBUZIONE Componenti relative ai servizi di distribuzione, misura e relativa commercializzazione QOA COMPONENTE RELATIVA AGLI ONERI AGGIUNTIVI CORRISPETTIVI UNITARI Fiscalità Imposte e IVA Imposte dovute e IVA di competenza statale viene fissata in base al consumo e al tipo di utilizzo del gas naturale applicazione dell aliquota ridotta per gli usi previsti dall' Articolo 26 del D.L. 504/95 e successive modifiche e integrazioni (utilizzo del gas naturale nel processo produttivo) Le imposte che gravano sui consumi finali di gas sono tre: L addizionale erariale (altrimenti detta accisa ) L addizionale regionale L IVA applicata su tutte le voci di costo

54 Come è composta la fattura del Gas Le componenti che concorrono a definire il prezzo complessivo della fornitura che si paga in bolletta sono svariate ma si riassumono in tre voci: Servizi di vendita Le tariffe sono stabilite in parte dall esercente la vendita è qui infatti che si gioca la concorrenza tra fornitori per il mercato libero, mentre per il tutelato le tariffe sono stabilite trimestralmente dall AEEG. Composti da una quota fissa (parte dei costi, ovvero quelli fissi che il fornitore sostiene per la vendita al dettaglio e non variano al variare dei consumi fatturati) e una quota energia (comprende la spesa da sostenere per l acquisto del gas che è influenzata dalle quotazioni internazionali degli idrocarburi come petrolio e gas e dagli oneri aggiuntivi solo per i clienti del libero tutelato e dai costi connessi alla commercializzazione al dettaglio). Servizi di Rete Importo delle tariffe per i servizi di rete stabilito dall AEEG che lo aggiorna periodicamente sono uguali indipendentemente dal fornitore di riferimento ma variano a seconda dell ambito tariffario (ovvero alla zona geografica di residenza) Composti dai costi derivanti dai servizi di trasporto, stoccaggio, distribuzione e misura. Anche in questo caso si parla di quota fissa (sempre di uguale importo indipendentemente dal consumo) e quota variabile (che dipende dalla quantità di gas trasportata sulla rete per soddisfare le esigenze del consumatore; comprende inoltre gli oneri derivanti dalle misure per il risparmio energetico, l incremento della qualità del servizio e il contenimento della spesa per i basso consumanti). Imposte Imposta erariale di consumo (accisa) che cambia a seconda del luogo e degli scaglioni di consumo Addizionale regionale (a seconda della residenza) IVA il cui ammonta per gli usi civili è del 10% per i primi 480 mc e del 20% per tutti gli altri. L aliquota si applica alla somma di tutte le voci in bolletta compresa l accisa.

55 Come si presenta la fattura del Gas I parte QUADRO DI SINTESI riepilogativa di quanto contenuto nell intero documento 1. DATI DELLA FORNITURA (dati dell intestatario, l indirizzo e o PDR (punto di riconsegna, un codice alfanumerico identificativo), il PCS di un smc 2. PERIODO DI RIFERIMENTO (periodo a cui si riferiscono i consumi, data di emissione e data di scadenza per il pagamento e letture rilevate, consumi rilevati e fatturati) 3. TOT DEI SERVIZI DI VENDITA (al netto delle imposte e di eventuali sconti) 4. TOT DEI SERVIZI DI RETE (al netto delle imposte e di eventuali sconti) 5. IMPOSTE 6. RIEPILOGO SITUAZIONE PAGAMENTI II parte QUADRO DI DETTAGLIO spiegazione dettagliata dell articolazione dei consumi e dei corrispettivi da pagare 1. TOT DEI CORRISPETTIVI PER I SERVIZI DI VENDITA distinti in quota fissa e quota energia. Nel caso del mercato libero potrebbero presentarsi in un unica voce 2. TOT DEI CORRISPETTIVI PER IL SERVIZIO DI RETE (distinti in quota fissa e quota variabile) 3. ONERI DIVERSI (se il cliente ha il bonus è segnato in questa sezione) 4. INFORMAZIONI RELATIVE AI PAGAMENTI E ALLA RATEIZZAZIONE

56 La fattura Olimpia Gas _ Quadro sintetico

57 La fattura Olimpia Gas Quadro di dettaglio

58 Il servizio e i tempi della fatturazione Gas La fattura di Olimpia Energia e Gas S.p.A. viene calcolata secondo i criteri presenti nella proposta di contratto sottoscritta. Orientativamente la fatturazione avviene direttamente su dato reale, soprattutto per gli industriali, attraverso le letture dei contatori gas e dei dati estrapolati dalle curve di carico trasmesseci dal Distributore di competenza territoriale. Generalizzando ed escludendo casi e clienti particolari possiamo dire che: -La fatturazione è bimestrale per i clienti con un consumo < mc -La fatturazione è mensile per i clienti con un consumo > mc Autolettura: -I clienti possono comunicare la lettura del contatore a cadenza mensile secondo la seguente modalità: **Entro il 10 del mese la lettura al 30/31 del mese n-1 deve essere comunicata entro il 10 del mese n

59 Come formulare il prezzo Gas sull offerta Olimpia Gas CCI Componente Commercializzazione Ingrosso [ /GJ]: Aggiornata trimestralmente Futura CMEM dal 01/10/2013 Aggiornata trimestralmente Fissa fino al 30/09/2013 CMEM QVD QTi CCR DISTRIBUZIONE Componenti relative ai servizi di distribuzione, misura e relativa commercializzazione QOA COMPONENTE RELATIVA AGLI ONERI AGGIUNTIVI CORRISPETTI VI UNITARI Imposte dovute e IVA Prezzo Fisso OA Variazione listino OA a cadenza mensile

60 Proposta di contratto per la fornitura di Gas Dati anagrafici Indirizzo per il recapito delle fatture, da non confondere con indirizzo della sede legale né con il sito di fornitura! Preferita la modalità di pagamento RID Bancario (quello postale non è ancora possibile). Il pagamento a mezzo bollettino postale o bonifico ha un aggravio di spesa di 5,00 a bolletta.

61 Proposta di contratto per la fornitura di Gas PDR Matricola Contatore Cabina Remi Sono i tre dati indentificativi di una fornitura di gas naturale

62 Modalità di pagamento Il pagamento può avvenire tramite RID bancario (non ancora attivo quello postale). Bonifico e Bollettino sono modalità da utilizzare solo in seconda istanza che prevedono il pagamento di 5,00 a fattura.

63 Condizioni particolari di fornitura Offerta Gas a prezzo fisso Parti compilabili

64 Riepilogando proposta di contratto ultima fattura precedente fornitore (non più vecchia di 3 mesi) condizioni particolari di fornitura (prezzi) condizioni generali di fornitura documento d identità

65 Il portale CRM Il portale di Olimpia (CRM Sugar) consente di: 1. Caricare i contratti 2. Seguire l avanzamento dello stato contratti 3. Visualizzare e gestire i compiti

66 Caricamento contratti Nell apposita sezione (Leads) è possibile: 1. Caricare il contratto con tutti i dati necessari 2. Caricare il pdf dell intero contratto 3. Inviare il contratto ad Olimpia per far iniziare la lavorazione dello stesso

67 Avanzamento stato contratti Nelle apposite sezioni (Aziende e Fornitura) è possibile: 1. Verificare lo stato di avanzamento contratto (Aziende) ed Attivazione (Fornitura) 2. Seguire i diversi step (Check Recall, Check Contratto, Check Attivazione) 3. Identificare i contratti che non sono andati a buon fine (KO)

68 Gestione compiti Nell apposita sezione (Attività) è possibile: 1. Visualizzare un compito aperto e la relativa motivazione 2. Gestire il compito con la soluzione richiesta

69 Caricamento contratto in pdf Nell apposita sezione (ScanLead) è possibile caricare il contratto a sistema completo di: 1. Proposta di contratto 2. Condizioni economiche 3. Condizioni generali di contratto 4. Documento d identità 5. Fattura precedente fornitore

70 Attenzione! Il contratto va compilato in tutte le sue parti, e accompagnato dai relativi allegati (tutti). Nel caso in cui non risulti completo non potrà essere caricato!! COSA IMPLICA? NIENTE PROVVIGIONI

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA Nell ambito del processo di completa liberalizzazione del mercato dell energia elettrica

Dettagli

Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015

Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015 Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015 BARI ENERGIA Srl Via Junipero Serra, 19 - CAP 70125 Bari (BA) C.F./P.I. 07383800724 2 PRONTUARIO ENERGIA ELETTRICA & GAS 2015 PRONTUARIO ENERGIA ELETTRICA & GAS

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI Allegato A alla deliberazione ARG/com 104/10 versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/com

Dettagli

SOMMARIO TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI... 4 SEZIONE 1 CONDIZIONI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA AI CLIENTI FINALI...

SOMMARIO TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI... 4 SEZIONE 1 CONDIZIONI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA AI CLIENTI FINALI... TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI VENDITA DELL ENERGIA ELETTRICA DI MAGGIOR TUTELA E DI SALVAGUARDIA AI CLIENTI FINALI AI

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLE ATTIVITÁ DI VENDITA AL DETTAGLIO DI GAS NATURALE E GAS DIVERSI DA GAS NATURALE DISTRIBUITI A MEZZO DI RETI URBANE (TIVG)

TESTO INTEGRATO DELLE ATTIVITÁ DI VENDITA AL DETTAGLIO DI GAS NATURALE E GAS DIVERSI DA GAS NATURALE DISTRIBUITI A MEZZO DI RETI URBANE (TIVG) TESTO INTEGRATO DELLE ATTIVITÁ DI VENDITA AL DETTAGLIO DI GAS NATURALE E GAS DIVERSI DA GAS NATURALE DISTRIBUITI A MEZZO DI RETI URBANE (TIVG) Valido dall 1 gennaio 2015 Versione modificata con le deliberazioni

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

Allegato A TESTO INTEGRATO

Allegato A TESTO INTEGRATO TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA Periodo di regolazione 2008-2011

Dettagli

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA GESTORE DEI SERVIZI ELETTRICI GSE SPA Direzione Operativa www.gse.it www.gsel.it 2 Commercializzazione dell energia energia elettrica

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO Relazione tecnica alla deliberazione 20 dicembre 2012, 570/2012/R/efr Mercato di incidenza:

Dettagli

V02-2012 Maggio 2012 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI

V02-2012 Maggio 2012 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI V02-2012 Maggio 2012 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI Edison Energia S.p.A. è Certificata ISO 9001:2008 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI La Carta della Qualità dei Servizi di Edison

Dettagli

Allegato A. Valido dall 1 gennaio 2015

Allegato A. Valido dall 1 gennaio 2015 TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI VENDITA DELL ENERGIA ELETTRICA DI MAGGIOR TUTELA E DI SALVAGUARDIA AI CLIENTI FINALI AI

Dettagli

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com y e Lo scambio sul posto Guida per capire ire co cos è, come funziona e come viene calcolato. 1 Lo scambio sul posto fotovoltaico. Per capire cosa è e come funziona, lo scambio sul posto è necessario capire

Dettagli

Stampare in modalità fronte-retro

Stampare in modalità fronte-retro CODICE DI RETE TIPO PER LA DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE ALLEGATO 2 DELIBERAZIONE 6 GIUGNO 2006, N. 108/06 COME MODIFICATO DALLE DELIBERAZIONI 2 OTTOBRE 2007, N. 247/07, 14 DI- CEMBRE 2007, N. 324/07,

Dettagli

Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior tutela

Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior tutela Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior

Dettagli

Come leggere la bolletta dell acqua

Come leggere la bolletta dell acqua LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS Come leggere la bolletta dell acqua Guida alla bolletta dell acqua a contatore per uso domestico LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS La tariffa dell acqua per uso domestico Da quando

Dettagli

La fattura Hera Comm. Energia Elettrica

La fattura Hera Comm. Energia Elettrica La fattura Hera Comm. Energia Elettrica Hera Comm è la società del Gruppo Hera che fattura i servizi Gas ed Energia elettrica. Nella bolletta multiservizio, il secondo contratto fatturato da Hera Comm

Dettagli

ENERGIA ELETTRICA Guida alla lettura dei costi

ENERGIA ELETTRICA Guida alla lettura dei costi Spedizione Abbonamento Postale 45% art. 2 comma 20/b legge 662/96 filiale di Roma ANNO XV - Lire 3.000 - Supplemento al n. 10 di Impresa Artigiana del 01 febbraio 2001 I QUADERNI DI ENERGIA ELETTRICA Guida

Dettagli

La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero

La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero La nuova tariffa bioraria Il 1 luglio del 2010 entreranno in vigore le nuove tariffe biorarie fissate dall'autorità per l'energia Elettrica

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA Per tutelare i clienti che subiscono interruzioni o disservizi nella fornitura di energia elettrica e gas e per incentivare le società

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA Guida pratica agli adempimenti fiscali degli impianti di produzione A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Premessa Questo documento si occupa delle normative fiscali

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV)

TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV) Allegato A TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV) (Versione integrata con le modifiche apportate con le deliberazioni ARG/com

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che vive con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche

Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche Distribuzione Energia Elettrica Sommario 1. Ambito di applicazione... 4 2. Nuove connessioni e

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che lavora con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

Scambio sul posto. www.gse.it. www.gsel.it

Scambio sul posto. www.gse.it. www.gsel.it Scambio sul posto www.gse.it www.gsel.it 2 Lo scambio sul posto: ammissione al contributo La Deliberazione ARG/elt n. 74/08 (TISP) prevede che lo scambio sul posto sia erogato dal GSE su istanza degli

Dettagli

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA Prof. Federico Rossi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Polo Scientifico Didattico di Terni PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI DLgs 16 marzo 1999 n. 79 (Decreto Bersani):

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA

TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA Allegato A alla deliberazione ARG/elt 99/08 - Versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/elt 179/08, 205/08, 130/09 e 125/10 TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

DISCIPLINA DELLO SCAMBIO SUL POSTO

DISCIPLINA DELLO SCAMBIO SUL POSTO DSPLNA DLLO SAMBO SUL POSTO Regole Tecniche Determinazione del contributo in conto scambio a decorrere dall anno 2013 ai sensi dell articolo 12 dell Allegato A alla delibera 570/2012/R/efr - DZON n. 1

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Come arriva l'energia a casa Siamo talmente abituati ad avere tutta l energia che vogliamo, che è ormai inconcepibile anche solo pensare di farne

Dettagli

1.Produzione e costo dell energia in Italia

1.Produzione e costo dell energia in Italia 1.Produzione e costo dell energia in Italia L Italia é ai primi posti in Europa per consumo energetico annuo dopo Germania, Regno Unito e Francia. Il trend dal 2000 al 2008 mostra un aumento del consumo

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Gestione Gas Metano. Inoltre sono state implementate funzioni come la gestione dei clienti idonei e la domiciliazione bancaria delle bollette.

Gestione Gas Metano. Inoltre sono state implementate funzioni come la gestione dei clienti idonei e la domiciliazione bancaria delle bollette. Gestione Gas Metano Introduzione Il bisogno di rispondere in maniera più efficace ed efficiente alle esigenze degli utenti, al continuo cambiamento delle normative e all incessante rinnovamento tecnologico

Dettagli

MODULO RECLAMO ENERGIA (Se compilato a mano, si prega di scrivere in stampatello)

MODULO RECLAMO ENERGIA (Se compilato a mano, si prega di scrivere in stampatello) MODULO RECLAMO ENERGIA (Se compilato a mano, si prega di scrivere in stampatello) DATI DEL CLIENTE (Titolare della fornitura o richiedente la fornitura/prestazione) Nome e cognome/ragione sociale Cod.

Dettagli

Scaglioni di potenza (kw) 1

1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1

Scaglioni di potenza (kw) 1<P 3 3<P 6 6<P 20 20<P 200 200<P 1.000 P>1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1 Tariffe per la copertura degli oneri sostenuti dal GSE per lo svolgimento delle attività di gestione, di verifica e di controllo, inerenti i meccanismi di incentivazione e di sostegno, a carico dei beneficiari

Dettagli

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Art. 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente provvedimento si applicano le seguenti definizioni:

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

Consigli per la compilazione del questionario

Consigli per la compilazione del questionario Istruzioni per l accesso al SIAD e la compilazione della scheda Normativa Il Decreto Ministeriale del 14 gennaio 2012 ha definito che il GSE si occupi della rilevazione degli impianti con potenza fino

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

MANUALE UTENTE PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ

MANUALE UTENTE PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ MANUALE UTENTE PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ Novembre 2014 INDICE Sezione 1: Documentazione e Classificazione dei Cambi di Titolarità... 4 1. TIPOLOGIE DI CAMBI DI TITOLARITÀ... 8 1.1.

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 21 febbraio 2008 - ARG/elt 18/08 Perequazione dei costi di approvvigionamento dell energia elettrica per il servizio di maggior tutela e definizione dei meccanismi di conguaglio tra l Acquirente

Dettagli

Guida alla compilazione della modulistica per effettuare la portabilità di un numero

Guida alla compilazione della modulistica per effettuare la portabilità di un numero Guida alla compilazione della modulistica per effettuare la portabilità di un numero Per effettuare la portabilità di un numero da un operatore a VoipVoice è necessario compilare tre moduli: 1) La Richiesta

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine

Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine Informazioni sull'applicazione della regolamentazione sul consumo proprio in relazione al sistema svizzero delle garanzie di origine 2 Introduzione

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ Perché produrre energia elettrica Tutta la società moderna si basa sul consumo di energia, per fare qualsiasi attività necessitiamo di qualche forma di energia.

Dettagli

Cessazione del Servizio di tutela gas per i clienti finali non domestici (deliberazioni 280/2013/R/gas e 457/2013/R/gas)

Cessazione del Servizio di tutela gas per i clienti finali non domestici (deliberazioni 280/2013/R/gas e 457/2013/R/gas) Cessazione del Servizio di tutela gas per i clienti finali non domestici (deliberazioni 280/2013/R/gas e 457/2013/R/gas) Direzione Consumatori e Utenti Seminario online - organizzazioni PMI 5 marzo 2014

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Edizione n.1 Marzo 2012 - 1 - INDICE GENERALE 1 Premessa... - 7-2 Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)... - 8-2.1 Principi generali della... - 8 - Box:

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

TRAS centesimi di euro/kwh

TRAS centesimi di euro/kwh Tabella 2 : Componente TRAS di contratto di cui comma 2.2 TRAS lettera b) Utenze in bassa tensione di illuminazione pubblica 0,36 lettera c) Altre utenze in bassa tensione 0,36 lettera d) Utenze in media

Dettagli

2 Qual è il termine ultimo per passare alla misurazione netta? 3 Quali obblighi ha il produttore in relazione al passaggio alla misurazione netta?

2 Qual è il termine ultimo per passare alla misurazione netta? 3 Quali obblighi ha il produttore in relazione al passaggio alla misurazione netta? Pagina 1 di 7 FAQ passaggio dalla misurazione lorda a quella netta Con la revisione dell Ordinanza sull energia (OEn) e la sua entrata in vigore con effetto al 1 gennaio 2010 è stata introdotta, nell ambito

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

Guida al portale produttori

Guida al portale produttori GUIDA AL PORTALE PRODUTTORI 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. GENERALITA... 4 3.1 CREAZIONE E STAMPA DOCUMENTI ALLEGATI... 5 3.2 INOLTRO AL DISTRIBUTORE... 7 4. REGISTRAZIONE AL PORTALE...

Dettagli

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 6 luglio 2010 Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 L Istat presenta un quadro sintetico del sistema energetico italiano nel 2009 e con riferimento all ultimo decennio. L analisi

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Il Mercato Elettrico del GME: finalità, organizzazione e funzionamento

Il Mercato Elettrico del GME: finalità, organizzazione e funzionamento Il Mercato Elettrico del GME: finalità, organizzazione e funzionamento Indice 1. Funzionamento e organizzazione del sistema elettrico... 5 1.1 Vincoli tecnici del sistema elettrico... 5 1.2 Gestione del

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa (intervento 2.B - art. 4, comma 2, lettera b) D.M. 28 dicembre 2012 Agosto 2013 AIEL Annalisa Paniz

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE.

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. CONSERVA QUESTA GUIDA, TI SARÀ UTILE NEL PERIODO DI OFFERTA. IL PRESENTE DOCUMENTO NON È UN PROSPETTO INFORMATIVO, OGNI DECISIONE DI INVESTIMENTO DEVE ESSERE ASSUNTA SOLO

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE

2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE 2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE 2.1 RETE REGIONALE RETRAGAS... 12 2.2 ELEMENTI DELLA RETE REGIONALE RETRAGAS... 12 2.2.1 Condotte... 12 2.2.2 Allacciamenti... 12 2.2.3 Impianti di ricezione

Dettagli

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Roma, aprile 2013 INDICE Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Esempi di interventi incentivabili -2- Il Conto Termico: DM 28 12 12 Il Conto Termico

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 12 DICEMBRE 2013 578/2013/R/EEL REGOLAZIONE DEI SERVIZI DI CONNESSIONE, MISURA, TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE, DISPACCIAMENTO E VENDITA NEL CASO DI SISTEMI SEMPLICI DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 29 MAGGIO 2015 258/2015/R/COM PRIMI INTERVENTI IN MATERIA DI MOROSITÀ NEI MERCATI RETAIL DELL ENERGIA ELETTRICA E GAS NATURALE E REVISIONE DEI TEMPI DELLO SWITCHING NEL SETTORE DEL GAS NATURALE

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA

TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA Allegato A alla deliberazione ARG/elt 99/08 valido per le richieste di connessione presentate a partire dall 1 gennaio 2011 - Versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/elt 79/08, ARG/elt

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

GSE Gestore Servizi Energetici. Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico

GSE Gestore Servizi Energetici. Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico GSE Gestore Servizi Energetici Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico D.M. 28 dicembre 2012 Indice dei contenuti 1. Generalità... 4 Finalità del documento... 4 Requisiti minimi per l utilizzo

Dettagli

4. L ENERGIA. Informazioni ricavate dai dati di bilancio energetico nazionale. 60

4. L ENERGIA. Informazioni ricavate dai dati di bilancio energetico nazionale. 60 4. L ENERGIA 4.1. Premessa L 80% circa dell energia consumata nell UE deriva dai combustibili fossili: petrolio, gas naturale e carbone. Di questa percentuale, una parte considerevole, in costante aumento,

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli