Capra di Saanen ( 1 )

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capra di Saanen ( 1 )"

Transcript

1 Stato: Capra di Saanen ( 1 ) m f m f fine bianca con corto, ben aderente bianca, tollerate piccole macchie pigmentate; accettati becchi e capre decornati Colore bianco impuro Becchi più severo macchie nere, più grandi di una moneta di cinque franchi Pelo pelo lungo Becchi più severo Latte > ,2% >750 latte Materia grassa % > 3,20 29,9% >3.20 % grasso Materia grassa Proteine % > 2,70 32,7% >2,70 % proteine Proteine

2 Stato: Capra d Appenzello ( 2 ) fine con bianca medio - lungo a lungo bianco, tollerato piccole macchie di pigmentazione sulle mammelle; Impurità della razza Deduzione punteggio Nota max. Osservazioni Colore bianco impuro Pelo pelo corto sulle cosce Becchi più severo Latte > ,9% >700 latte Materia grassa % > 2,90 32,9% >2.90 % grasso Materia grassa Proteine % > 2,70 21,1% >2,70 % proteine Proteine

3 Stato: Capra del Toggenburgo ( 3 ) fine con corto a lungo bruno chiaro fino grigio topo; segni bianchi sulla testa, sugli arti e sulla coda; leggero mantello sopra il dorso e sopra le cosce; Colore Segni difettosi Pelo colore non perfetto: più chiaro o più scuro macchie bianche, più grandi di una moneta di cinque franchi o diverse macchie piccole Pelo ruvido, riccio, as di mantellina Becchi più severo Becchi più severo Becchi più severo Latte > ,3% >700 latte Materia grassa % > 3,30 31,1% >3.30 % grasso Materia grassa Proteine % > 2,80 33,4% >2,80 % proteine Proteine

4 Stato: Camosciata delle Alpi ( 4 ) fine con corto, ben aderente marrone - rossiccio fino a bruno-castano; segni neri sulla testa, sulle gambe fino all altezza delle ginocchia; superficie mammaria bruno-chiaro fino a nero; parete addominale scura e con striscia fine (riga mulina) dalla testa fino alla base caudale; Colore riga mulina 2 2 Becchi più severo riga mulina più larga del bacino testa nera macchie bianche più grandi di una moneta di 5 franchi fianchi neri, petto parete addominale non conforme alla razza Becchi più severo Becchi più severo Becchi maggiore tolleranza Becchi più severo nessun stivale 2 2 Becchi più severo pelo ruvido, pelo grigio/bianco Becchi più severo Latte > ,7% >700 latte Materia grassa % > 3,40 33,9% >3.40 % grasso Materia grassa Proteine % > 2,90 27,7% >2,90 % proteine Proteine

5 Stato: Striata grigionese ( 5 ) fine con corto nero, segni bianchi sulla testa, sulle articolazioni e coda; parete addominale scura; Colore tendenza al rosso e al grigio Becchi più severo macchie bianche più grandi di una moneta di 5 franchi, parete addominale chiara Becchi più severo pelo lungo sulle cosce Becchi più severo Latte > ,1% >600 latte Materia grassa % > 3,40 40,2% >3.40 % grasso Materia grassa Proteine % > 3,00 27,2% >3,00 % proteine Proteine

6 Stato: Capra Nera Verzasca ( 6 ) fine con corto fine nero lucido; Colore macchie di altri colori peli singoli bianchi o grigi Latte > ,6% >550 latte Materia grassa % > 3,10 34,8% >3.10 % grasso Materia grassa Proteine % > 2,90 33,5% >2,90 % proteine Proteine

7 Stato: Capra dal Collo nero del Vallese ( 7 ) fine con lungo Testa e parte anteriore fino a metà corpo nero carbone, parte posteriore bianca candido, netta separazione dei due colori; unghielli anteriori neri, posteriori con pigmentazione bianca; sono tollerate pezze pigmentate peli neri / con peli neri sono penalizzate Colore pelo ispido grigio (a dipendenza dell età) Pezze pigmentate sulla parte posteriore con peli neri separazione indefinita del colore Becchi più severo Becchi più severo Corna decornati / corna 1 1 Capretti: aumento di peso (definito a posteriori)

8 Stato: Capra Pavone ( 8 ) fine con corto a medio lungo, pantaloni e mantello bianco e nero, tollerate piccole macchie pigmentate; Colore riflesso rosso nel bianco, metà posteriore bianca, metà anteriore bruna o in prevalenza nera macchie sui fianchi non presente tracce sulla testa e coda non presenti alcune macchie bianche sugli stivali, stivale bianco diversi stivali bianchi Becchi più severo Latte > ,4% >500 latte Materia grassa % > 3,40 32,4% >3.40 % grasso Materia grassa Proteine % > 2,90 37,8% >2,90 % proteine Proteine

9 Stato: Capra Anglo-Nubian ( 9 ) fine con corto, ben aderente Colore: uni colore fino a multicolore Naso: montonino (testa montonino) Orecchie: lunghe a sventola più lunghe che le orecchie Mascella inferiore protesa; accettata se i denti sono coperti Testa forma concave del cranio 2 1 Orecchie orecchie piegate per il lungo o ritte 2 1 Latte > 550 Materia grassa % > 4,70 Materia grassa Proteine % > 3,70 Proteine

10 Stato: Capra Buren (boera) ( 11 ) fine bianca con, decornati è accettato corto, ben aderente; per il becco è permesso il pelo del collo e della schiena più lungo Corpo bianco uniforme, tollerato piccole macchie colorate; testa marrone rossiccio, ideale di spiccato pallore; naso montonino, orecchie lunghe e spioventi, caratteristiche le corna a torsione; forma degli arti rotonda; attacco solido della mammella, accettati capezzoli a forma di forca e supplementari, capezzoli supplementari e a forca se permettono il succhiare problemi. Colore una macchia colorata Becchi max. 10 pezzato, diverse macchie colorate 2 1 prevalentemente bianche 3 3 Corna genetico corna 1 1 Tronco petto stretto molto poco carnoso collo lungo e sottile Testa forma concava del cranio; corna diritte occhi blu; orecchie piegate Mammella per il lungo o ritte capezzoli che rendono difficoltoso il succhiare Becchi più severo Becchi più severo Capretti: aumento di peso (definito a posteriori) Kalahari Red (Capra Buren rosso) sono valutati al massimo con la nota 2 nella posizione dei caratteri di razza fino al riconoscimento definitivo della razza da parte della FSAC.

Capra di Saanen ( 1 )

Capra di Saanen ( 1 ) Stato: 20.02.2008 Capra di Saanen ( 1 ) m f m f 90 80 85 60 fine bianca con corto, ben aderente bianca, tollerate piccole macchie pigmentate; Colore bianco impuro Becchi più severo macchie nere, più grandi

Dettagli

ANATRA MUTA DI BARBERIA

ANATRA MUTA DI BARBERIA ANATRA MUTA DI BARBERIA I GENERALITA Origine: America del Sud. Regione della Barberia, dove ancora oggi si trova allo stato selvatico. Uovo Peso minimo g. 70 Colore del guscio: bianco giallastro. Anello

Dettagli

MARANS I - GENERALITA. Origine

MARANS I - GENERALITA. Origine MARANS I - GENERALITA Origine Francia, città portuale di Marans sull Oceano Atlantico. Razza selezionata incrociando polli locali con soggetti di tipologia combattente e più recentemente con la Langschan

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori OLANDESE CON CIUFFO

Associazione Lombarda Avicoltori  OLANDESE CON CIUFFO OLANDESE CON CIUFFO I GENERALITA Origine: Paesi Bassi. Da secoli molto allevato nell Europa centrale. Uovo Peso minimo g. 45 Colore del guscio: bianco. Anello Gallo : 18 Gallina : 16 II TIPOLOGIA ED INDIRIZZI

Dettagli

ANATRA CORRITRICE INDIANA

ANATRA CORRITRICE INDIANA ANATRA CORRITRICE INDIANA I GENERALITA Origine: India Orientale. La razza progenitrice, per quanto riguarda la forma, è l'anatra Pinguino dell'india Orientale Meridionale. Selezionata alla fine del XIX

Dettagli

STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA ALPAGOTA

STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA ALPAGOTA STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA ALPAGOTA 75 Standard di razza della Pecora Alpagota CARATTERI DELLA PECORA ALPAGOTA, CONOSCIUTA ANCHE COME PAGOTA CARATTERI ESTERIORI Taglia media. Testa acorne, in entrambi

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori ARAUCANA NANA

Associazione Lombarda Avicoltori  ARAUCANA NANA ARAUCANA NANA I GENERALITA Origine: Germania e Stati Uniti. Uovo Peso minimo g. 32 Colore del guscio: turchese (da blu verdastro a verde bluastro) Anello Gallo : 13 Gallina : 11 II TIPOLOGIA ED INDIRIZZI

Dettagli

STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA BROGNA

STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA BROGNA STANDARD DI RAZZA DELLA PECORA BROGNA 117 Standard di razza della Pecora Brogna CARATTERI DELLA PECORA BROGNA, CONOSCIUTA ANCHE COME BROGNOLA, NOSTRANA, PROGNA, ROSS-A-VIS, TESTA ROSSA CARATTERI ESTERIORI

Dettagli

Appenzell con Ciuffo

Appenzell con Ciuffo Appenzell con Ciuffo I GENERALITA Origine: Svizzera, cantone di Appenzell. Selezionata da vecchie razze ciuffate. Uovo Peso minimo g. 55 Colore del guscio: bianco. Anello Gallo : 16 Gallina : 15 II TIPOLOGIA

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori COCINCINA

Associazione Lombarda Avicoltori  COCINCINA COCINCINA I GENERALITA Origine: Sud della Cina. Allevata dopo la metà del XIX secolo. Uovo Peso minimo 53 g. Colore del guscio: bruno-giallo. Anello Gallo : 27 Gallina : 24 II TIPOLOGIA ED INDIRIZZI PER

Dettagli

Nani di colore (FZw) Sommario. Razza nana in diversi colori

Nani di colore (FZw) Sommario. Razza nana in diversi colori Nani di colore (FZw) Razza nana in diversi colori Peso minimo 1,1 kg Peso ideale 1,25-1,4 kg Peso massimo 1,5 kg Caratteri ereditati dominanti Grigio ferro, Hotot e martora recessivi Originario dell Inghilterra

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori BARBUTA D UCCLE

Associazione Lombarda Avicoltori  BARBUTA D UCCLE BARBUTA D UCCLE I GENERALITA Origine: Belgio, Uccle. Selezionata dal Sig. Michel van Gelber nel 1904. E' il risultato di incroci di polli nani calzati con la Barbuta d' Anversa. Uovo Peso minimo g. 35

Dettagli

DAINO MASCHI FEMMINE Lunghezza testa-tronco tronco (cm) Lunghezza coda (cm) Altezza al garrese (cm) Pes

DAINO MASCHI FEMMINE Lunghezza testa-tronco tronco (cm) Lunghezza coda (cm) Altezza al garrese (cm) Pes Corso di formazione per la conoscenza del capriolo Caratteristiche distintive per il riconoscimento degli ungulati A cura di Lilia Orlandi e Sandro Nicoloso Foto di: Andrea Barghi CERVO MASCHI FEMMINE

Dettagli

A G A P O R N I S - 5

A G A P O R N I S - 5 A G A P O R N I S - 5 1 CLASSIFICAZIONE Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Agapornis SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE Personatus Serie verde: verde (ancestrale),

Dettagli

Scheda Segnalamento Cavallo

Scheda Segnalamento Cavallo Scheda Segnalamento Cavallo 2^ Settimana Verde Medicina Veterinaria 2006/2007 Referenti Prof. M. Silvestrelli Prof. A. Verini Supplizi Morello (black) (mantello base) = cute pigmentata; pelo nero su tutto

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori BARBUTA DI GRUBBE

Associazione Lombarda Avicoltori  BARBUTA DI GRUBBE BARBUTA DI GRUBBE I GENERALITA Origine: Belgio. Apparsa agli inizi del XX secolo nell allevamento di Robert Pauwels a Everberg. Chiamata poi come la città De Grubbe. Uovo Peso minimo g. 35 Colore del guscio:

Dettagli

I COLORI DEL MANTELLO NEL CAVALLO

I COLORI DEL MANTELLO NEL CAVALLO I COLORI DEL MANTELLO NEL CAVALLO Una definizione chiara ed univoca dei mantelli tra i diversi paesi e i diversi approcci metodologici a tutt oggi non è stata elaborata. Infatti, la metodica di classificazione

Dettagli

CAPRINI Capra hircus

CAPRINI Capra hircus - Classe Mammiferi - Ordine Artiodattili - Sottordine Ruminanti - Famiglia Bovidi - Sottofamiglia Caprini CAPRA DOMESTICA - Genere Capra - Specie hircus CAPRINI L'origine delle capre domestiche è da ricercare

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori ITALIANA

Associazione Lombarda Avicoltori  ITALIANA ITALIANA I GENERALITA Origine: Germania. Selezionata da polli di campagna italiani. Uovo Peso minimo g. 55 Colore del guscio: bianco candido. Anello Gallo : 18 Gallina : 16 II TIPOLOGIA ED INDIRIZZI PER

Dettagli

TACCHINO BRIANZOLO. Uovo Peso minimo g. 70 Bianco avorio fittamente punteggiato di marrone. Anello Maschio: 22 Femmina: 20

TACCHINO BRIANZOLO. Uovo Peso minimo g. 70 Bianco avorio fittamente punteggiato di marrone. Anello Maschio: 22 Femmina: 20 I - GENERALITA' Origine Tacchino di mole leggera, diffuso nel nord Italia, Brianza. Discende probabilmente dal Ronquieres belga, dal quale ha ereditato la variabilità nei colori della livrea. Molto conosciuto

Dettagli

IDENTIFICARE I CETACEI IN MARE

IDENTIFICARE I CETACEI IN MARE IDENTIFICARE I CETACEI IN MARE Un percorso guidato: 1) Per primo stimare la taglia dell'animale Questo prima informazione vi permette di accedere alle pagine seguenti dove sono comparate due specie aventi

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori TACCHINI

Associazione Lombarda Avicoltori  TACCHINI TACCHINI I GENERALITA Origine: America. Selezionato dai tacchini selvatici. Comune negli stati dell'europa occidentale già dal 1550. Uovo Peso minimo g. 70 Colore del guscio: bruno giallastro con dei puntini

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori LIVORNO

Associazione Lombarda Avicoltori  LIVORNO LIVORNO I GENERALITA Origine: Italia centrale. Razza selezionata usando polli leggeri allevati nelle campagne toscane. Uovo Peso minimo g. 55 Colore del guscio: bianco: Anello Gallo : 18 Gallina : 16 II

Dettagli

MANTELLI DEI BOVINI. Importante carattere etnico con corrispondenze biunivoche. Valutare il colore del manto, del fiocco della coda, del musello

MANTELLI DEI BOVINI. Importante carattere etnico con corrispondenze biunivoche. Valutare il colore del manto, del fiocco della coda, del musello MANTELLI DEI BOVINI Importante carattere etnico con corrispondenze biunivoche. Valutare il colore del manto, del fiocco della coda, del musello MANTELLI SEMPLICI - bianco: peli bianchi, su pelle rosa:

Dettagli

Scheda tecnica del D. Mandarino mutazione Guancia Nera

Scheda tecnica del D. Mandarino mutazione Guancia Nera D. Mandarino mutazione Guancia Nera Il fattore guancia nera determina la sostituzione della feomelanina con eumelanina nel disegno delle guance e dei fianchi nei maschi formando un tuttuno con il disegno

Dettagli

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI A G A P O R N I S 4 CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. verde scuro verde oliva

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI A G A P O R N I S 4 CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. verde scuro verde oliva A G A P O R N I S 4 CLASSIFICAZIONE 1 Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Agapornis SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE nigrigenis verde verde scuro verde oliva pastello*

Dettagli

A G A P O R N I S - 4

A G A P O R N I S - 4 A G A P O R N I S - 4 1 CLASSIFICAZIONE Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Agapornis SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE Nigrigenis Serie verde: verde (ancestrale),

Dettagli

SEGUGIO SVIZZERO DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD DI ORIGINE IN VIGORE : 28.11.2001.

SEGUGIO SVIZZERO DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD DI ORIGINE IN VIGORE : 28.11.2001. 1 Standard FCI n 59 / 28.06.2002 / I SEGUGIO SVIZZERO ORIGINE : Svizzera. DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD DI ORIGINE IN VIGORE : 28.11.2001. UTILIZZO : Cane di taglia media della petite venerie utilizzato

Dettagli

ECOSISTEMA RISAIA TRYOPS CANCRIFORMIS IBIS SACRO D EGITTO BECCACCINO AIRONE CENERINO GALLINELLA DI RISAIA LIBELLULA PAVONCELLA ZANZARA

ECOSISTEMA RISAIA TRYOPS CANCRIFORMIS IBIS SACRO D EGITTO BECCACCINO AIRONE CENERINO GALLINELLA DI RISAIA LIBELLULA PAVONCELLA ZANZARA ECOSISTEMA RISAIA IBIS SACRO D EGITTO LIBELLULA BECCACCINO AIRONE CENERINO GALLINELLA DI RISAIA PAVONCELLA TRYOPS CANCRIFORMIS ZANZARA IBIS SACRO D EGITTO Uccello caratteristico, si presenta con un piumaggio

Dettagli

Anno d insediamento. N. riproduttori. Accessioni valutate. 1) Luoghi di conservazione ex situ: Incubatoi incaricati della moltiplicazione:

Anno d insediamento. N. riproduttori. Accessioni valutate. 1) Luoghi di conservazione ex situ: Incubatoi incaricati della moltiplicazione: COLOMBO REGGIANINO Famiglia: Genere: Columba Specie:livia Nome comune: Codice iscrizione Registro nazionale: Sinonimi accertati: Cravattato italiano, Reggianino Sinonimie errate: Denominazioni dialettali

Dettagli

NORME TECNICHE del Registro anagrafico delle razze bovine autoctone a limitata diffusione

NORME TECNICHE del Registro anagrafico delle razze bovine autoctone a limitata diffusione ALLEGATO 2 NORME TECNICHE del Registro anagrafico delle razze bovine autoctone a limitata diffusione Art. 1 1. La rispondenza agli standard di razza è verificata, secondo le modalità stabilite dall UC,

Dettagli

PECORA CORNELLA BIANCA Famiglia:Bovidae Genere: Ovis Specie:

PECORA CORNELLA BIANCA Famiglia:Bovidae Genere: Ovis Specie: PECORA CORNELLA BIANCA Famiglia:Bovidae Genere: Ovis Specie: Nome comune: Cornella Sinonimi accertati: Sinonimie errate: Denominazioni dialettali locali Data inserimento nel repertorio: Az. Agr Accessioni

Dettagli

Scheda tecnica del D. Mandarino mutazione Topazio (ex Agata)

Scheda tecnica del D. Mandarino mutazione Topazio (ex Agata) Mandarino mutazione Topazio La mutazione causa la riduzione delle eumelanine sull intero fenotipo e delle feomelanine nel solo piumaggio del dorso-ali sia nei maschi che nelle femmine. La mutazione Topazio

Dettagli

Traduzione in italiano a cura del sig. Pietro Paolo Condo BOLOGNESE

Traduzione in italiano a cura del sig. Pietro Paolo Condo BOLOGNESE Traduzione in italiano a cura del sig. Pietro Paolo Condo FCI Standard N 196 - pubblicazione del 17.12.2015 in vigore dal 1 gennaio 2016 BOLOGNESE TRADUZIONE: Mrs. Peggy Davis. Rivisto da Renée Sporre-Willes.

Dettagli

NORME TECNICHE del Registro Anagrafico delle razze bovine autoctone a limitata diffusione

NORME TECNICHE del Registro Anagrafico delle razze bovine autoctone a limitata diffusione ALLEGATO 2 NORME TECNICHE del Registro Anagrafico delle razze bovine autoctone a limitata diffusione Art.1 1. La rispondenza agli standard di razza è verificata, secondo le modalità stabilite dall UC,

Dettagli

Classificazione tassonomica dei suini allevati

Classificazione tassonomica dei suini allevati Classificazione tassonomica dei suini allevati regno phylum classe ordine famiglia genere specie Animalia Chordata Mammalia Artiodactyla Suidae Sus Sus scrofa Cinghiale europeo Domesticazione + miglioramento

Dettagli

Carduelis flammea cabaret (Archivio F.O.I.) ITALIANO

Carduelis flammea cabaret (Archivio F.O.I.) ITALIANO Carduelis flammea cabaret (Archivio F.O.I.) ITALIANO VERZELLINO SERINUS SERINUS Anello: A = 2,00 mm. (per l Italia anello A = 2,4 ) COLLO: SPALLE: SOPRAC Piccolo, corto, conico e grigio scuro Bruno scuro

Dettagli

A G A P O R N I S CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. verde scuro. verde oliva. pastello verde. pastello verde scuro. pastello verde oliva

A G A P O R N I S CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. verde scuro. verde oliva. pastello verde. pastello verde scuro. pastello verde oliva 1 A G A P O R N I S CLASSIFICAZIONE Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Agapornis SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE nigrigenis verde verde scuro verde oliva pastello

Dettagli

CANE LUPINO DEL GIGANTE LUVIN CANE DA PASTORE DELL APPENNINO REGGIANO SCHEDARIO FOTOGRAFICO & BIOMETRICO

CANE LUPINO DEL GIGANTE LUVIN CANE DA PASTORE DELL APPENNINO REGGIANO SCHEDARIO FOTOGRAFICO & BIOMETRICO CANE LUPINO DEL GIGANTE LUVIN CANE DA PASTORE DELL APPENNINO REGGIANO SCHEDARIO FOTOGRAFICO & BIOMETRICO 6^ Parte Associazione di Volontariato del Cane Lupino del Gigante Località Costa de Grassi, Castelnovo

Dettagli

TORNJAK ( Pastore di Bosnia-Erzegovina e Croazia) DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE:

TORNJAK ( Pastore di Bosnia-Erzegovina e Croazia) DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: FCI Standard N 355/ 16.05.2007 TORNJAK ( Pastore di Bosnia-Erzegovina e Croazia) ORIGINE: Bosnia-Erzegovina - Croazia DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 16.05.2007 UTILIZZAZIONE: Cane

Dettagli

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI A G A P O R N I S 1 CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. ablectanae essuna

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI A G A P O R N I S 1 CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. ablectanae essuna A G A P O R N I S 1 CLASSIFICAZIONE 1 Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Agapornis SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE canus nessuna ablectanae essuna pullarius verde

Dettagli

COCKER SPANIEL INGLESE. L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza.

COCKER SPANIEL INGLESE. L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. FCI Standard N 5 / 23.11.2012 COCKER SPANIEL INGLESE M.Davidson, illustr. NKU Picture Library L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. 2 LINGUA ORIGINALE FCI DI TRADUZIONE:

Dettagli

POLLO Famiglia: : Galliformi Genere: Gallus Specie: gallus

POLLO Famiglia: : Galliformi Genere: Gallus Specie: gallus POLLO Famiglia: : Galliformi Genere: Gallus Specie: gallus Nome comune: Modenese Codice iscrizione Registro nazionale: Sinonimi accertati: pollo Modenese, Gallina Modenese, Fulva di Modena Sinonimie errate:

Dettagli

Scheda tecnica del D. Mandarino mutazione Petto Nero

Scheda tecnica del D. Mandarino mutazione Petto Nero mutazione Petto Nero Disegno Petto Nero Striscia dell'occhio (Lacrima) Assente. Striscia del becco (Mustacchio) E' presente in entrambi i sessi, deve essere sempre presente a fianco della valva superiore

Dettagli

CAPRIOLO. Famiglia: CERVIDE, quindi con PALCHI caduchi annualmente e PLENICORNI.

CAPRIOLO. Famiglia: CERVIDE, quindi con PALCHI caduchi annualmente e PLENICORNI. CAPRIOLO Famiglia: CERVIDE, quindi con PALCHI caduchi annualmente e PLENICORNI. DIMORFISMO SESSUALE: solo il maschio è dotato di palchi che cadono in autunno, ricrescono in velluto in inverno (febbraio-marzo)

Dettagli

INVERTEBRATI DA CERCARE NEL PARCO ADDA SUD

INVERTEBRATI DA CERCARE NEL PARCO ADDA SUD INVERTEBRATI DA CERCARE NEL PARCO ADDA SUD 21 gennaio 2004 Lycaena dispar (Haworth, 1803) Licena dispari Zone umide di pianura (prati umidi, paludi, acquitrini) dal livello del mare a 400 m di altezza.

Dettagli

MODENESE O PAVULLO Famiglia: Bovidae Genere: Ovis Specie:

MODENESE O PAVULLO Famiglia: Bovidae Genere: Ovis Specie: MODENESE O PAVULLO Famiglia: Bovidae Genere: Ovis Specie: Nome comune: Modenese Codice iscrizione Registro nazionale: Sinonimi accertati: Emiliana di pianura, Balestra, Pavullese Sinonimie errate: Denominazioni

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE:

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: FCI Standard N 167 / 22.01.1999 COCKER AMERICANO ORIGINE: U.S.A. DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 17.05.1993 UTILIZZAZIONE: Cane da cerca e da compagnia CLASSIFICAZIONE F.C.I.: Gruppo

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 26.05.1982

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 26.05.1982 FCI Standard N 87 / 13.09.2004 CANE DA PASTORE CATALANO (GOS D ATURA CATALAN) ORIGINE: Spagna DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 26.05.1982 UTILIZZAZIONE: è nel condurre le greggi

Dettagli

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI A G A P O R N I S 1 CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. ablectanae essuna.

F.O.I. onlus - C.T.N. ONDULATI & PSITTACIDI A G A P O R N I S 1 CLASSIFICAZIONE SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE. ablectanae essuna. A G A P O R N I S 1 CLASSIFICAZIONE 1 Ordine: Famiglia: Sottofamiglia: Genere: Psittaciformes Psittacidae Psittacinae Agapornis SPECIE SOTTOSPECIE MUTAZIONE canus nessuna ablectanae essuna lilianae verde

Dettagli

Associazione Lombarda Avicoltori PADOVANA

Associazione Lombarda Avicoltori  PADOVANA PADOVANA I GENERALITA Origine: Italia. Razza molto antica, selezionata incrociando polli di campagna ciuffati. Uovo Peso minimo g. 50 Colore del guscio: bianco. Anello Gallo : 18 Gallina : 16 II TIPOLOGIA

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 13.10.2010. Cane da lavoro, da guardia, da sport e da

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 13.10.2010. Cane da lavoro, da guardia, da sport e da FCI Standard N 327 / 10.01.2011 TERRIER NERO RUSSO ( Russkiy Tchiorny Terrier) ORIGINE: Russia DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 13.10.2010 UTILIZZAZIONE: compagnia Cane da lavoro,

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: UTILIZZAZIONE: Cane di accompagnamento, protezione e utilità

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: UTILIZZAZIONE: Cane di accompagnamento, protezione e utilità FCI Standard N 143 / 14.02.1994 DOBERMANN ORIGINE: Germania DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 14.02.1994 UTILIZZAZIONE: Cane di accompagnamento, protezione e utilità CLASSIFICAZIONE

Dettagli

I PRINCIPALI ANIMALI ALLEVATI

I PRINCIPALI ANIMALI ALLEVATI I PRINCIPALI ANIMALI ALLEVATI IL TORRENTE COSIA: FILO CONDUTTORE DELLA BIODIVERSITA' TRA NATURA E UOMO FASE 1: "ESPLORAZIONE DELL'ARGOMENTO UNITA' DI APPRENDIMENTO 1: L'AGROECOSISTEMA CLASSE III Cantaluppi

Dettagli

Le mutazioni del cincillà si dividono per geni : standard, tov, beige, white, ebano,bont, violett e zaffiro.

Le mutazioni del cincillà si dividono per geni : standard, tov, beige, white, ebano,bont, violett e zaffiro. Qui elencate alcune mutazioni dei nostri cincillà La Plata. Disponiamo di tutte le mutazioni di colore esistenti ed in più siamo specializzati nelle nascite dei cincillà Bont e Panda. Il cincillà è un

Dettagli

Tierpark-Rallye - Lösung

Tierpark-Rallye - Lösung Schul- und Arbeitsmaterial: Arbeitsblatt Seite 1/1 Questa versione del Tierpark-Rally è stata creata per le classi di quinta e sesta, anche possibile per la settima classe. Copre tutto il Tierpark senza

Dettagli

Terminologia appropriata!

Terminologia appropriata! INTRODUZIONE Cinognostica = scienza che valuta le razze canine a partire dal loro fenotipo (interazione genotipo-ambiente): - morfologia (valutazione morfologica) - fisiologia (valutazione funzionale)

Dettagli

ANATOMIA di SUPERFICIE. Prof. Michela Battistelli

ANATOMIA di SUPERFICIE. Prof. Michela Battistelli ANATOMIA di SUPERFICIE Prof. Michela Battistelli Conoscenze e abilità da conseguire Al termine del corso lo studente conoscerà le strutture anatomiche rilevabili sulla superficie corporea per una migliore

Dettagli

La capra, animale da reddito

La capra, animale da reddito Dal capretto. La capra, animale da reddito I caprini svizzeri puri Le capre hanno origini antichissime, infatti sono tra gli animali di più antica domesticazione, che servivano all autoapprovvigionamento.

Dettagli

PECORA CORNIGLIESE Famiglia: Bovidae Genere: Ovis Specie:

PECORA CORNIGLIESE Famiglia: Bovidae Genere: Ovis Specie: PECORA CORNIGLIESE Famiglia: Bovidae Genere: Ovis Specie: Nome comune: Cornigliese Sinonimi accertati: del Corniglio Sinonimie errate: Denominazioni dialettali locali Data inserimento nel repertorio: Az.

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: UTILIZZAZIONE: Cane di accompagnamento, da guardia e da fattoria

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: UTILIZZAZIONE: Cane di accompagnamento, da guardia e da fattoria FCI Standard N 61 / 21.01.2004 CANE DI S. BERNARDO ORIGINE: Svizzera DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 29.10.2003 UTILIZZAZIONE: Cane di accompagnamento, da guardia e da fattoria

Dettagli

Il linguaggio dell insegnante

Il linguaggio dell insegnante Il linguaggio dell insegnante Gli assi e i piani Asse longitudinale: è la linea immaginaria che attraversa il corpo dall alto (vertice della testa) in basso (in mezzo ai talloni). Attorno a questo asse

Dettagli

GUIDA ALLE PRINCIPALI VARIETA DI SCALARE DOMESTICO by

GUIDA ALLE PRINCIPALI VARIETA DI SCALARE DOMESTICO by GUIDA ALLE PRINCIPALI VARIETA DI SCALARE DOMESTICO by Il cosidetto Silver è la forma più comune in commercio è quella che si avvicina maggiormente al "wild-type", ha il corpo argenteo, il dorso bruno/rossiccio,

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 08.01.1998. CLASSIFICAZIONE F.C.I. Gruppo 7 Cani da ferma Sezione 1.1.

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 08.01.1998. CLASSIFICAZIONE F.C.I. Gruppo 7 Cani da ferma Sezione 1.1. FCI Standard N 281/ 12.10.1998 GAMMEL DANSK HØNSEHUND ORIGINE: Danimarca DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 08.01.1998 UTILIZZAZIONE: Cane da piuma polivalente CLASSIFICAZIONE F.C.I.

Dettagli

NORME TECNICHE DI SELEZIONE

NORME TECNICHE DI SELEZIONE NORME TECNICHE DI SELEZIONE CAPITOLO PRIMO ART. 1 FINALITA' DELLA SELEZIONE La selezione del bestiame bufalino ha come obiettivo la produzione di soggetti di buona mole, statura e peso, di costituzione

Dettagli

MATERIALE DIDATTICO PER IPOVEDENTI

MATERIALE DIDATTICO PER IPOVEDENTI OASI DELLA MADONNINA SANT ALBANO STURA (CN) - PIEMONTE MATERIALE DIDATTICO PER IPOVEDENTI WWW.OASIMADONNINA.EU WWW.IATFOSSANESE.COM WWW.UNIONEDELFOSSANESE.CN.IT WWW.COMUNE.SANTALBANOSTURA.CN.IT _oasi naturalistica

Dettagli

TACCHINO. Sinonimi accertati: Tacchino di Romagna Sinonimie errate: Denominazioni dialettali locali Data inserimento nel repertorio:

TACCHINO. Sinonimi accertati: Tacchino di Romagna Sinonimie errate: Denominazioni dialettali locali Data inserimento nel repertorio: Famiglia:Galliformi Nome comune: Tacchino Romagnolo Sinonimi accertati: Tacchino di Romagna Sinonimie errate: Denominazioni dialettali locali Data inserimento nel repertorio: Accessioni valutate Az. Agr

Dettagli

La capra, animale da reddito

La capra, animale da reddito Dal capretto. La capra, animale da reddito I caprini svizzeri puri Le capre hanno origini antichissime, infatti sono tra gli animali di più antica domesticazione, che servivano all autoapprovvigionamento.

Dettagli

FIPCF FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA E CULTURA FISICA. Programma Tecnico/Base degli esercizi fondamentali della Pesistica/BodyBuilding

FIPCF FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA E CULTURA FISICA. Programma Tecnico/Base degli esercizi fondamentali della Pesistica/BodyBuilding FIPCF FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA E CULTURA FISICA Programma Tecnico/Base degli esercizi fondamentali della Pesistica/BodyBuilding LENTO AVANTI Lo scopo è di sviluppare la muscolatura del deltoide anteriore,

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 05.02.1996

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 05.02.1996 FCI Standard N 103 / 20.01.1998 DEUTSCHER JAGDTERRIER ORIGINE Germania DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 05.02.1996 UTILIZZAZIONE : Cane da caccia versatile, particolarmente adatto

Dettagli

Malattie negli animali da laboratorio

Malattie negli animali da laboratorio Corso di formazione in Protezione degli animali utilizzati a fini scientifici (ai sensi dell Allegato V del D.L n 26/2014) Dott. ALBERTO SBRANA Malattie negli animali da laboratorio Malattia Un animale

Dettagli

MUSCOLI DELL ARTO SUPERIORE E DEL PETTO. Elena Camon Zeno Mancassola Pierre Menlah Benedetta Quaratino

MUSCOLI DELL ARTO SUPERIORE E DEL PETTO. Elena Camon Zeno Mancassola Pierre Menlah Benedetta Quaratino MUSCOLI DELL ARTO SUPERIORE E DEL PETTO Elena Camon Zeno Mancassola Pierre Menlah Benedetta Quaratino INDICE 1.0 Bicipite; 1.1 Descrizione; 1.2 Azione; 1.3 Come individuarlo; 1.4 Esercizi; 1.5 Allungamenti.

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: UTILIZZAZIONE: Cane da cerca, polivalente cane da caccia

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: UTILIZZAZIONE: Cane da cerca, polivalente cane da caccia FCI Standard N 104/ 12.03.1999 DEUTSCHER WACHTELHUND (Spaniel Tedesco) ORIGINE: Germania DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 24.07.1996 UTILIZZAZIONE: Cane da cerca, polivalente cane

Dettagli

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE DI VESTIARIO AL PERSONALE COMUNALE TENUTO ALL OBBLIGO DELLA DIVISA O DI ALTRI PARTICOLARI INDUMENTI DURANTE IL SERVIZIO

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE:

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: FCI Standard N 60 / 28.06.2002 PICCOLI SEGUGI SVIZZERI (Schweizerische Niederlaufhund) ORIGINE: Svizzera DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 28.11.2001 UTILIZZAZIONE: Cane da caccia

Dettagli

LA CINESTESI DEL CORPO UMANO ASSI E PIANI SPAZIALI

LA CINESTESI DEL CORPO UMANO ASSI E PIANI SPAZIALI LA CINESTESI DEL CORPO UMANO ASSI E PIANI SPAZIALI Chinesiologo UNC 2058 CTF norma UNI 11475 LA CINESTESI DEL CORPO UMANO ASSI E PIANI SPAZIALI Al fine di riconoscere o di precisare i rapporti degli arti

Dettagli

Il Camoscio alpino. (Rupicapra rupicapra rupicapra Linnaeus, 1758)

Il Camoscio alpino. (Rupicapra rupicapra rupicapra Linnaeus, 1758) Il Camoscio alpino (Rupicapra rupicapra rupicapra Linnaeus, 1758) 1 Ungulato di medie dimensioni e forme robuste Lunghezza, dalla punta del muso all apice della coda, cm 100-130 Altezza al garrese cm 70-80

Dettagli

CLASSIFICAZIONE F.C.I. Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer Molossoidi e cani bovari svizzeri Sezione 2 Tipo cane da montagna

CLASSIFICAZIONE F.C.I. Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer Molossoidi e cani bovari svizzeri Sezione 2 Tipo cane da montagna FCI Standard n 41 CANE DA PASTORE DI CIARPLANINA Jugoslovenski Ovcarski Pas-Sarplanina ORIGINE: Yugoslavia CLASSIFICAZIONE F.C.I. Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer Molossoidi e cani bovari svizzeri

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: Cane da guardia e da conduzione del bestiame

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: Cane da guardia e da conduzione del bestiame FCI Standard N 93 / 30. 03. 2009 CÃ0 DA SERRA DE AIRES ORIGINE: Portogallo DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 04.11.2008 UTILIZZAZIONE: Cane da guardia e da conduzione del bestiame

Dettagli

TIPOLOGIE DEL CORPO UMANO

TIPOLOGIE DEL CORPO UMANO FISIOGNOMICA TIPOLOGIE DEL CORPO UMANO CHE TIPO SEI? La prima classificazione è quella relativa alla tipologia generale dell'individuo: armonico e disarmonico. In ogni tipologia, inoltre, avremo un diverso

Dettagli

LA BIODIVERSITA NELLE SPECIE DI INTERESSE ZOOTENICO. Nicolò Macciotta

LA BIODIVERSITA NELLE SPECIE DI INTERESSE ZOOTENICO. Nicolò Macciotta LA BIODIVERSITA : UNA RISORSA ESSENZIALE DELLA NATURA CONOSCENZA E VALORIZZAZIONE ATTRAVERSO LA SCUOLA LA BIODIVERSITA NELLE SPECIE DI INTERESSE ZOOTENICO Nicolò Macciotta Dipartimento di Scienze Zootecniche

Dettagli

GENEALOGIA. Padre: MAKLOUF Madre: PATCHA EL MASAN. Padre del padre: KILIMANJARO Madre del padre: MABROUKA

GENEALOGIA. Padre: MAKLOUF Madre: PATCHA EL MASAN. Padre del padre: KILIMANJARO Madre del padre: MABROUKA Lotto 11 WANOUAD EL MAKLOUF Nato nel 1986 Numero Microchip 4055505A38 Razza: Puro sangue Arabo Mantello: GRIGIO Segni particolari: Piccola stella irregolare sulla fonte con remolino sulla linea superiore

Dettagli

Criteri quantitativi Ripetizioni Da 8 a 15. Durata totale dell esercizio POSIZIONE INIZIALE DESCRIZIONE DEI MOVIMENTI POSIZIONE FINALE

Criteri quantitativi Ripetizioni Da 8 a 15. Durata totale dell esercizio POSIZIONE INIZIALE DESCRIZIONE DEI MOVIMENTI POSIZIONE FINALE 5 Sollevamento pesi 5 5 5 Seduti su un cassone. Piedi a terra. Schiena eretta. Tenere delle bottiglie PET piene all altezza delle orecchie, ai due lati della testa. I gomiti sono rivolti verso l esterno.

Dettagli

Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA. Esercizi per la Colonna Vertebrale

Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA. Esercizi per la Colonna Vertebrale Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA Esercizi per la Colonna Vertebrale Medicina Fisica e Riabilitativa 2 Esercizi per la Colonna

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 27.02.1990. UTILIZZAZIONE: Cane da caccia versatile; cane da ferma

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 27.02.1990. UTILIZZAZIONE: Cane da caccia versatile; cane da ferma FCI Standard N 99 /04.12.1998 WEIMARANER ORIGINE: Germania DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 27.02.1990 UTILIZZAZIONE: Cane da caccia versatile; cane da ferma CLASSIFICAZIONE F.C.I.

Dettagli

Anno d insediamento. Az. Agr Az. Agr. Luoghi di conservazione ex situ:

Anno d insediamento. Az. Agr Az. Agr. Luoghi di conservazione ex situ: Famiglia: Equidae Genere: Equus Specie: caballus Nome comune: TPR Codice iscrizione Registro nazionale: Sinonimi accertati: Cavallo da tiro pesante rapido italiano, Agricolo italiano Sinonimie errate:

Dettagli

OGGETTI D'USO. asciugamani

OGGETTI D'USO. asciugamani OGGETTI D'USO Becchi Bigodini Spruzzini Accessori Retine asciugamani Calzature F156 F158 F163 F164 F165 F166 F167 154 F155 becchi F311 plastica lung. 40 mm - conf. 100 pz. 4,60 F305 acciaio doppio lung.

Dettagli

ABBIGLIAMENTO DA LAVORO

ABBIGLIAMENTO DA LAVORO 42 LAVORO 43 art. 2004A art. 2004AZ art. 2004RO art. 2004R art. 2004G art. 2004BO art. 2004B POLO STANDARD MANICA CORTA art. 2004 + codice colore piquet peso tessuto: 180 gr/m² colore: arancio / azzurro

Dettagli

FCI Standard N 153 / 30.05.2011. DALMATA (Dalmatinski pas) L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza.

FCI Standard N 153 / 30.05.2011. DALMATA (Dalmatinski pas) L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. FCI Standard N 153 / 30.05.2011 DALMATA (Dalmatinski pas) L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. 2 LINGUA ORIGINALE FCI DI TRADUZIONE: tedesco ORIGINE: Croazia DATA

Dettagli

ALBO ESPERTI DEL REGISTRO ANAGRAFICO SPECIE CUNICOLA

ALBO ESPERTI DEL REGISTRO ANAGRAFICO SPECIE CUNICOLA ALBO ESPERTI DEL REGISTRO ANAGRAFICO SPECIE CUNICOLA CIRCOLARE 2 / 2012 Considerazioni e disposizioni di giudizio in vigore dal 1 luglio 2012 RAZZE DELLA SECONDA CLASSE ALBO ESPERTI DEL REGISTRO ANAGRAFICO

Dettagli

Cyclette. acti vdis pens.ch IN GENERALE. Variabili di carico Ritmo da lento a moderato. Attività di resistenza. Da 10 a 20 minuti Nessuna pausa

Cyclette. acti vdis pens.ch IN GENERALE. Variabili di carico Ritmo da lento a moderato. Attività di resistenza. Da 10 a 20 minuti Nessuna pausa 3 Cyclette Variabili di carico Intensità Ritmo da lento a moderato Attività di resistenza Durata Da 10 a 20 minuti Nessuna pausa Possibile da 3 a 4 volte a settimana IN GENERALE 3 Da 10 a 20 minuti di

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE:

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: FCI Standard N 57-/ 13.09.2000 BRACCO UNGHERESE A PELO CORTO ( Vizla) ORIGINE: Ungheria DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 06.04.2000 UTILIZZAZIONE: Il Vizla è un cane da caccia polivalente

Dettagli

La scuola si racconta

La scuola si racconta La scuola si racconta Febbraio 2016 I.C.S. PAOLO III CANINO Anno V Numero 3 Festa di Carnevale a scuola Docente coordinatore della redazione Funzione strumentale Fontana Rita La scuola si racconta Pagina

Dettagli

ORIGINE: Slovenia DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE:

ORIGINE: Slovenia DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: FCI Standard N 278 / 22.08.2001 CANE DA PASTORE DI KARST (KRASKI OVČAR) ORIGINE: Slovenia DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 26.06.2000 UTILIZZAZIONE: Il Cane da pastore del Massiccio

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA ALLEVATORI REGISTRO ANAGRAFICO

ASSOCIAZIONE ITALIANA ALLEVATORI REGISTRO ANAGRAFICO ASSOCIAZIONE ITALIANA ALLEVATORI REGISTRO ANAGRAFICO DISCIPLINARE DEL REGISTRO ANAGRAFICO 2 DELLE RAZZE BOVINE AUTOCTONE A LIMITATA DIFFUSIONE NORME TECNICHE DEL REGISTRO ANAGRAFICO 8 DELLE RAZZE BOVINE

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE:

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: FCI Standard N 54 / 13.09.2000 KUVASZ ORIGINE: Ungheria DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 06.04.2000 UTILIZZAZIONE: Il Kuvasz è usato come cane da guardia per case, proprietà ed altri

Dettagli

Stilista Gianfranco Ferré. Etichetta GIANFRANCO FERRE / MADE IN ITALY; Pantaloni: 892/51*/ Mod. 4602/ Dis Inventario

Stilista Gianfranco Ferré. Etichetta GIANFRANCO FERRE / MADE IN ITALY; Pantaloni: 892/51*/ Mod. 4602/ Dis Inventario Immagine Oggetto Insieme composto da pantaloni, maglia, colletto ad anello di pelliccia Stilista Gianfranco Ferré Etichetta GIANFRANCO FERRE / MADE IN ITALY; Pantaloni: 892/51*/ Mod. 4602/ Dis. 475 Anno

Dettagli

DATE DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE:

DATE DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 1 FCI Standard N 119 / 25.04.2001 DEUTSCH KURZHAAR ORIGINE: Germania DATE DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 25.10.2000 UTILIZZAZIONE: Cane da caccia polivalente CLASSIFICAZIONE F.C.I.

Dettagli

GINNASTICA GENERALE COLLO

GINNASTICA GENERALE COLLO Progressione Allenamento Palestra Baumann GINNASTICA GENERALE COLLO Capo avanti ed indietro Capo sx e dx (orecchie sulle spalle) Capo sx e dx (Guardare sx e dx) BRACCIA Braccia in alto ed in basso alternate

Dettagli

Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. RAFFORZAMENTO della MUSCOLATURA del TRONCO

Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. RAFFORZAMENTO della MUSCOLATURA del TRONCO Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Claudio Tedeschi - Direttore RAFFORZAMENTO della MUSCOLATURA del TRONCO 1. Rafforzamento della muscolatura del tronco Supino: piedi appoggiati

Dettagli