DRY PERC - SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA - secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 DRY PERC

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DRY PERC - SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA - secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 DRY PERC"

Transcript

1 DRY PERC - Nome del prodotto : DRY PERC - Nome Chimico : Tetracloroetilene - Sinonimi : Tetracloroetene, PERCLOROETILENE - Formula bruta : C2Cl4 - Formula di struttura : CCl2=CCl2 - Numero di registrazione REACH : Tipo di prodotto : Sostanza - N. CAS : Data di revisione SEZIONE 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ / IMPRESA 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati - Usi identificati : - Solvente 1.3. Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza - Società : FALVO SAS di NICOLINO FALVO & C. - Indirizzo : VIA DEL PROGRESSO, FIANO ROMANO (RM) - Telefono : Fax : Indirizzo Numero telefonico d'emergenza - Numero telefonico di emergenza SEZIONE 2. IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI 2.1. Classificazione della sostanza o della miscela Regolamentazione Europea (EC) 1272/2008, come da emendamento Classificato come pericoloso in conformità con la regolamentazione Europea (EC) 1272/2008, come da emendamento Classe di pericolo Categoria di pericolo Via d'esposizione Frasi H Cancerogenicità Categoria 2 H351 Irritazione cutanea Categoria 2 H315 Sensibilizzazione cutanea Categoria 1 H317 Tossicità specifica per Categoria 3 Inalazione H336 organi bersaglio - esposizione singola Pericolo cronico per l'ambiente acquatico Categoria 2 H Direttiva Europea 67/548/EEC o 1999/45/EC, come da emendamento Classificato come pericoloso in conformità con la Direttiva Europea 67/548/EEC o 1999/45/EC, come da emendamento 1/11

2 Classe di pericolo / Categoria di pericolo Frasi "R" Carc.Cat.3 R40 Xi R38 R67 R43 N R51/ Elementi dell'etichetta Nome(i) sull'etichetta Componenti pericolosi Avvertenza Attenzione Pittogrammi di pericolo : Tetracloroetilene Indicazioni di pericolo H351 - Sospettato di provocare il cancro. H315 - Provoca irritazione cutanea. H317 - Può provocare una reazione allergica cutanea. H336 - Può provocare sonnolenza o vertigini. H411 - Tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata Consigli di prudenza Prevenzione P202 - Non manipolare prima di avere letto e compreso tutte le avvertenze. P281 - Utilizzare il dispositivo di protezione individuale richiesto. P273 - Non disperdere nell'ambiente. Reazione P308 + P313 - IN CASO di esposizione o di possibile esposizione, consultare un medico. P302 + P352 - IN CASO DI CONTATTO CON LA PELLE: lavare abbondantemente con acqua e sapone. P304 + P340 - IN CASO DI INALAZIONE: trasportare l'infortunato all'aria aperta e mantenerlo a riposo in posizione che favorisca la respirazione. P391 - Raccogliere il materiale fuoriuscito. Immagazzinamento P405 - Conservare sotto chiave. Eliminazione P501 - Smaltire il contenuto/ contenitore in un impianto d'eliminazione di rifiuti autorizzato Altri pericoli - nessuno(a) SEZIONE 3. COMPOSIZIONE/ INFORMAZIONI SUGLI INGREDIENTI 3.1. Sostanze Concentrazione Denominazione della sostanza: Tetracloroetilene N. CAS: / N. CE: / N. INDICE: Numero di registrazione REACH: Concentrazione > 99 % 2/11

3 SEZIONE 4. MISURE DI PRIMO SOCCORSO 4.1. Descrizione delle misure di primo soccorso Se inalato - Portare all'aria aperta. - In caso di respiro affannoso, somministrare ossigeno. - Chiamare immediatamente un medico. - Portare subito l'infortunato in ospedale In caso di contatto con gli occhi - IN CASO DI CONTATTO CON GLI OCCHI: sciacquare accuratamente per parecchi minuti. Togliere le eventuali lenti a contatto se è agevole farlo. Continuare a sciacquare. - In caso di persistenza dei disturbi consultare un medico In caso di contatto con la pelle - Togliere gli indumenti contaminati e lavarli prima del loro riutilizzo. - Lavare con sapone ed acqua. - In caso di persistenza dei disturbi consultare un medico Se ingerito - NON indurre il vomito. - Chiamare immediatamente un medico. - Respirazione artificiale e/o ossigeno possono rendersi necessari. - Portare subito l'infortunato in ospedale Principali sintomi ed effetti, sia acuti e che ritardati Inalazione - L'inalazione di alte concentrazioni di vapore può causare sintomi quali mal di testa, vertigini, stanchezza, nausea e vomito. - Esposizione ripetuta o prolungata: L'inalazione può provocare degli effetti sul sistema nervoso centrale Contatto con la pelle - Irritazione - Può provocare una reazione allergica cutanea. - Il prodotto può essere adsorbito attraverso la pelle. - L'esposizione ripetuta può provocare secchezza e screpolature della pelle Contatto con gli occhi - Rischio di lesioni temporanee dell'occhio Ingestione - L'ingestione può causare irritazione gastrointestinale, nausea, vomito e diarrea. - Può causare danni al fegato e ai reni Indicazione dell'eventuale necessità di consultare immediatamente un medico oppure di trattamenti speciali - In caso di difficoltà di apertura delle palpebre, somministrare un collirio analgesico (es. ossibuprocaina) - Si richiede un immediato aiuto medico. - E' necessario effettuare un esame medico anche se esiste solo un sospetto d'intossicazione. SEZIONE 5. MISURE ANTINCENDIO 5.1. Mezzi d'estinzione Mezzi di estinzione idonei - polvere - Schiuma - Anidride carbonica (CO2) - Acqua - Acqua nebulizzata Mezzi di estinzione non idonei - Nessuno(a) Pericoli speciali derivanti dalla sostanza o dalla miscela - Materiale combustibile - Prodotti di decomposizione pericolosi in caso d'incendio. 3/11

4 5.3. Raccomandazioni per gli addetti all'estinzione degli incendi - Indossare un respiratore autonomo e indumenti di protezione. - Indossare un soprabito resistente ai prodotti chimici - Tenere il prodotto ed i recipienti vuoti lontano da fonti di calore e sorgenti di innesco. SEZIONE 6. MISURE IN CASO DI RILASCIO ACCIDENTALE 6.1. Precauzioni personali, dispositivi di protezione e procedure in caso di emergenza Consigli per personale non addetto alle situazioni d'emergenza - Evacuare il personale in aree di sicurezza. - Evitare sversamenti o perdite supplementari, se questo può essere fatto senza pericolo Consigli per personale addetto alle situazioni d'emergenza - Indossare un respiratore autonomo e indumenti di protezione. - Eliminare tutte le sorgenti di combustione. - Coprire il prodotto con schiuma, per rallentare la sua evaporazione - Arieggiare il locale. - Evitare sversamenti o perdite supplementari, se questo può essere fatto senza pericolo. - Conservare lontano da Prodotti incompatibili Precauzioni ambientali - Non scaricare il flusso di lavaggio in acque di superficie o in sistemi fognari sanitari. - In caso d'inquinamento di fiumi, laghi o fognature, informare le autorità competenti in conformità alle leggi locali Metodi e materiali per il contenimento e per la bonifica - Arginare. - Asciugare con materiale assorbente inerte. - Non scaricare il prodotto nelle fogne. - Conservare in contenitori adatti e chiusi per lo smaltimento Riferimento ad altri paragrafi - Riferirsi alle misure di protezione elencate nelle sezioni 7 e 8. SEZIONE 7. MANIPOLAZIONE E IMMAGAZZINAMENTO 7.1. Precauzioni per la manipolazione sicura - Uso in un sistema chiuso - Usare soltanto in luogo ben ventilato. - Conservare lontano dal calore. - Preferibilmente, travasare con pompa o per gravità - Conservare lontano da Prodotti incompatibili Condizioni di stoccaggio, includendo le incompatibilità Immagazzinamento - Conservare nei contenitori originali. - Conservare in luogo ben ventilato. - Tenere in un luogo asciutto. - Evitare la luce diretta. - Tenere in contenitori appropriatamente etichettati. - Tenere chiuso il contenitore. - Stoccare in zona munita di bacino di contenimento. - Conservare lontano da Prodotti incompatibili Materiale di imballaggio Materiali idonei - Acciaio inossidabile - Fusti di acciaio - vetro Materiali non-idonei - Alluminio 7.3. Usi finali specifici - Per ulteriori informazioni, vogliate contattare: Fornitore 4/11

5 SEZIONE 8. CONTROLLO DELL'ESPOSIZIONE/PROTEZIONE INDIVIDUALE 8.1. Parametri di controllo Valori limite d'esposizione Tetracloroetilene - US. ACGIH Threshold Limit Values media ponderata in base al tempo = 25 ppm - US. ACGIH Threshold Limit Values Valori limite di esposizione, breve termine = 100 ppm - VLEP (Italia) 2009 media ponderata in base al tempo = 25 ppm : Origine del valore limite: ACGIH - VLEP (Italia) 2009 Valori limite di esposizione, breve termine = 100 ppm : Origine del valore limite: ACGIH Altre informazioni sugli valori limite La concentrazione prevedibile senza effetto - Acqua dolce, 0,051 mg/l - Acqua di mare, 0,0051 mg/l - Sedimento di acqua dolce, 0,903 mg/kg - Sedimento marino, 0,0903 mg/kg - Suolo, 0,01 mg/kg - Trattamento degli scarichi, 11,2 mg/l - Uso discontinuo/rilascio, 0,0364 mg/l Livello derivato senza effetto /Livello minimo di effetto derivato - Lavoratori, Inalazione, Esposizione acuta, 275 mg/m3, Effetti locali - Lavoratori, Inalazione, Esposizione acuta, 275 mg/m3, Effetti sistemici - Lavoratori, Inalazione, Esposizione continua, 275 mg/m3, Effetti sistemici - Lavoratori, Inalazione, Esposizione continua, 138 mg/m3, Effetti sistemici - Lavoratori, Dermico, Esposizione continua, 39,4 mg/kg, Effetti sistemici - Consumatori, Inalazione, Esposizione acuta, 138 mg/m3, Effetti sistemici - Consumatori, Inalazione, Esposizione acuta, 138 mg/m3, Effetti locali - Consumatori, Dermico, Esposizione continua, 23 mg/kg, Effetti sistemici - Consumatori, Inalazione, Esposizione continua, 34,5 mg/m3, Effetti sistemici - Consumatori, Orale, Esposizione continua, 1,3 mg/kg, Effetti sistemici 8.2. Controlli dell'esposizione Controlli tecnici idonei - Fornire areazione adeguata. - Applicare le misure tecniche necessarie per non superare i valori limite d'esposizione professionale Misure di protezione individuale Protezione respiratoria - Usare un respiratore durante manipolazioni che prevedono una possibile esposizione al vapore del prodotto. - Respiratore con filtro per vapori (EN 141) - Tipo di filtro suggerito: A - Autorespiratore ad aria nei seguenti casi: ambiente confinato/ossigeno insufficiente/ esalazioni importanti/qualora la maschera facciale con filtro non offra una adeguata protezione Protezione delle mani - Guanti impermeabili - Tenere presenti le informazioni date dal produttore relative alla permeabilità, ai tempi di penetrazione, ed alle condizioni al posto di lavoro, (stress meccanico, durata del contatto). - Materiali idonei: Copolimero VF2-HFP (fluoroelastomero) - Materiali non-idonei: PVC, Polietilene, Neoprene, Gomma nitrilica Protezione degli occhi - Usare occhiali di protezione idonei ai rischi chimici Protezione della pelle e del corpo - indumenti impermeabili - Indumenti resistenti alla fiamma - Se vi è rischio di spruzzi, indossate: Grembiule, Stivali Misure di igiene - Bottiglie di lavaggio degli occhi o delle stazioni lavaocchi in conformità alle norme vigenti. 5/11

6 - Non mangiare, né bere, né fumare durante l'impiego. - Lavarsi le mani prima delle pause ed alla fine della giornata lavorativa. - Manipolare rispettando le buone pratiche di igiene industriale e di sicurezza adeguate Controlli dell'esposizione ambientale - Smaltire l'acqua di lavaggio secondo le normative nazionali e locali. SEZIONE 9. PROPRIETÀ FISICHE E CHIMICHE 9.1. Informazioni sulle proprietà fisiche e chimiche fondamentali Informazioni generali Aspetto liquido Colore incolore Odore simile all'etere Peso Molecolare 165,85 g/mol Informazioni importanti relative alla salute, alla sicurezza e all'ambiente ph non applicabile pka Nessun dato Punto di fusione/punto di congelamento Punto/intervallo di ebollizione -22 C 121,4 C Punto di infiammabilità. Il prodotto non è infiammabile. Tasso di evaporazione Nessun dato Infiammabilità (solidi, gas) non applicabile Infiammabilità Il prodotto non è infiammabile. Proprietà esplosive Non esplosivo Tensione di vapore 25 hpa, a 25 C Densità di vapore 5,7 Densità relativa 1,62, a 20 C Densità apparente Nessun dato La solubilità/ le solubilità. 150 mg/l, a 25 C, Acqua Solubilità solvente organico, Grassi Coefficiente di ripartizione: n-ottanolo/acqua Temperatura di autoaccensione Temperatura di decomposizione log Pow: 2,53, 20 C non applicabile >= 140 C Viscosità ca. 0,9 mpa.s, a 20 C Proprietà ossidanti non applicabile 9.2. Altre informazioni nessun dato disponibile SEZIONE 10. STABILITÀ E REATTIVITÀ Reattività - Si può/possono decomporre in seguito a prolungata esposizione alla luce. 6/11

7 10.2. Stabilità chimica - Stabile nelle condizioni di stoccaggio raccomandate Possibilità di reazioni pericolose - Ossidanti energici, metalli alcalini e metalli di terre alcaline possono causare incendi o esplosioni Condizioni da evitare - Per evitare la decomposizione termica non surriscaldare. - Tenere lontano da fiamme libere, superfici calde e sorgenti di ignizione. - Evitare la luce diretta Materiali incompatibili - Basi forti, Agenti ossidanti, I sali metallici, Alcune materie plastiche, I metalli non ferrosi (alluminio, magnesio, zinco etc...) Prodotti di decomposizione pericolosi - Gas di acido cloridrico, Fosgene, Monossido di carbonio, Il cloro SEZIONE 11. INFORMAZIONI TOSSICOLOGICHE Tossicità acuta Tossicità acuta per via orale - DL50, ratto, mg/kg, Sistema nervoso centrale Tossicità acuta per inalazione - CL50, 4 h, ratto, 3786 ppm Tossicità acuta per via cutanea - Risultati contradditori sono stati osservati in studi differenti Corrosione/irritazione cutanea - su coniglio, Irritante per la pelle Lesioni oculari gravi/irritazioni oculari gravi - Nessuna irritazione agli occhi Sensibilizzazione respiratoria o cutanea - topo, Può provocare sensibilizzazione per contatto con la pelle Mutagenicità delle cellule germinali - negativo Cancerogenicità - Inalazione, topo, Organi bersaglio: Fegato, 100 ppm, LOAEC - Inalazione, ratto, Organi bersaglio: Rene, 200 ppm, LOAEC Tossicità per la riproduzione ppm, Effetto sulla riproduzione, NOAEL ppm, effetto fetotossico, NOAEL Tossicità specifica per organi bersaglio - esposizione singola - Esperienza umana, : Può provocare sonnolenza o vertigini Tossicità specifica per organi bersaglio - esposizione ripetuta - Inalazione, topi, Organi bersaglio: Fegato, 100 ppm(m), : LOAEC - Inalazione, ratti, Organi bersaglio: Rene, 200 ppm(m), : LOAEC - Orale, topi, Organi bersaglio: Rene, 540 mg/kg, : LOAEL, maschio - Orale, topi, Organi bersaglio: Rene, 390 mg/kg, : LOAEL, femmina Pericolo in caso di aspirazione - nessun dato disponibile SEZIONE 12. INFORMAZIONI ECOLOGICHE Tossicità - Pesci, Oncorhynchus mykiss, CL50, 96 h, 5 mg/l - Pesci, Limanda limanda, CL50, 96 h, 5 mg/l - Crostacei, Daphnia magna, CE50, 48 h, 8,5 mg/l 7/11

8 - Crostacei, Daphnia magna, CE50, 28 Giorni, 510 µgr/l - Pesci, Jordanella floridae, NOEC, Tossico per la riproduzione, 10 Giorni, 2 mg/l - Alghe, Chlamydomonas reinhardii, CE50, 72 h, 3,64 mg/l - Alghe, Chlamydomonas reinhardii, EC 10, Velocità di crescita, 72 h, 1,77 mg/l - Batteri, Nitrosomonas sp., CE50, 112 mg/l Persistenza e degradabilità degradazione abiotica - Aria, fotossidazione indiretta, t 1/2 50 d Risultato: fotolisi non significativa - Acqua/Suolo Risultato: idrolisi non significativa Biodegradazione - anaerobico Intrinsecamente biodegradabile. - aerobico Non immediatamente biodegradabile Potenziale di bioaccumulo - Bioconcentrazione: Lepomis macrochirus (Pesce-sale Bluegill), Fattore di bioconcentrazione (BCF) 49, - Eliminazione: t 1/2, 1 d, - log Pow 2,53, Risultato: Non si bio-accumula Mobilità nel suolo - Acqua evaporazione e percolazione significative - Suolo/sedimenti, log KOC:2,15 Condizioni: 20 C evaporazione e percolazione significative - Aria, Costante di Henry, 0,015 hpa.m³/mol, 20 C Molto volatile Risultati della valutazione PBT e vpvb - La sostanza non è considerata persistente, bioaccumulante o tossica (PBT). - Questa sostanza non è considerata molto persistente e nemmeno molto bioaccumulante (vpvb) Altri effetti avversi - nessun dato disponibile SEZIONE 13. CONSIDERAZIONI SULLO SMALTIMENTO Metodi di trattamento dei rifiuti - Non disporre gli scarichi nella fognatura. - Richiedere informazioni al produttore/fornitore per il recupero/riciclaggio. - I componenti organici possono essere eliminati per incenerimento in impianti conformi alle normative locali Contenitori contaminati - Se il riciclaggio non è praticabile, smaltire secondo le leggi locali. - Smaltire come prodotto inutilizzato. SEZIONE 14. INFORMAZIONI SUL TRASPORTO Regolamenti per il trasporto internazionale - IATA-DGR Numero ONU UN 1897 Classe 6.1 Gruppo d'imballaggio Etichetta ICAO Nome di spedizione appropriato III Toxic Pericoloso per l'ambiente TETRACHLOROETHYLENE 8/11

9 - IMDG - ADR - RID - ADN ONU Numero ONU UN 1897 Classe 6.1 Gruppo d'imballaggio Etichetta IMDG HI/UN N EMS no Nome di spedizione appropriato ONU III Toxic P - Marine pollutant F-A S-A Numero ONU UN 1897 Classe 6.1 Gruppo d'imballaggio Etichetta ADR/RID Inquinante marino TETRACHLOROETHYLENE III Toxic HI/UN N. 60 / 1897 Nome di spedizione appropriato ONU Numero ONU UN 1897 Classe 6.1 Gruppo d'imballaggio Etichetta ADR/RID Pericoloso per l'ambiente TETRACLOROETILENE III Toxic HI/UN N. 60 / 1897 Nome di spedizione appropriato ONU Numero ONU UN 1897 Classe 6.1 Gruppo d'imballaggio Etichetta ADR/RID Nome di spedizione appropriato ONU Pericoloso per l'ambiente TETRACLOROETILENE III Toxic Pericoloso per l'ambiente TETRACLOROETILENE SEZIONE 15. INFORMAZIONI SULLA REGOLAMENTAZIONE Norme e legislazione su salute, sicurezza e ambiente specifiche per la sostanza o la miscela - Regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2006, concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH),e successive modifiche - Direttiva 67/548/CEE del Consiglio, del 27 giugno 1967, concernente il ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative relative alla classificazione, all'imballaggio e all'etichettatura delle sostanze pericolose, e successive modifiche - Regolamento (CE) n. 1272/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2008, relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele, e successive modifiche 9/11

10 - Direttiva 98/24/CE del Consiglio del 7 aprile 1998 sulla protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori contro i rischi derivanti da agenti chimici durante il lavoro, e successive modifiche - DIRETTIVA 96/82/CE DEL CONSIGLIO sul controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose e successive modifiche - DIRETTIVA 1999/13/CE DEL CONSIGLIO dell'11 marzo 1999 sulla limitazione delle emissioni di composti organici volatili dovute all'uso di solventi organici in talune attività e in taluni impianti, e successive modifiche. - Direttiva 2004/37/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 aprile 2004, sulla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un'esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro, e successive modifiche - Direttiva 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 19 novembre 2008, relativa ai rifiuti e che abroga alcune direttive - Decreto Legislativo 9 April 2008 n. 81 Attuazione dell articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro Gazzetta Ufficiale n SO 108, 30 aprile 2008, e successive modifiche Stato di notificazione Informazioni sull'inventario Situazione Lista Toxic Substance Control Act (TSCA) - Conforme a questo inventario Australian Inventory of Chemical Substances (AICS) - Conforme a questo inventario Canadian Domestic Substances List (DSL) - Conforme a questo inventario Korean Existing Chemicals List (ECL) - Conforme a questo inventario Lista delle sostanze esistenti UE (EINECS) - Conforme a questo inventario Japanese Existing and New Chemical Substances (MITI List) (ENCS) - Conforme a questo inventario Inventory of Existing Chemical Substances (China) (IECS) - Conforme a questo inventario Philippine Inventory of Chemicals and Chemical Substances (PICCS) - Conforme a questo inventario New Zealand Inventory of Chemicals (NZIOC) - Conforme a questo inventario Valutazione della sicurezza chimica - Per questa sostanza è stata effettuata una Valutazione della Sicurezza Chimica. - Vedere Scenario d'esposizione SEZIONE 16. ALTRE INFORMAZIONI Testo integrale delle frasi R citate nei Capitoli 2 e Testo integrale delle Frasi-R di cui al paragrafo 2 R40 - Possibilità di effetti cancerogeni - prove insufficienti. R38 - Irritante per la pelle. R67 - L'inalazione dei vapori può provocare sonnolenza e vertigini. R43 - Può provocare sensibilizzazione per contatto con la pelle. R51/53 - Tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l'ambiente acquatico Altre informazioni - Aggiornamento Rispetto alla precedente, questa scheda di sicurezza contiene le seguenti variazioni nella sezione: 1.1, 8.1.2, 12.5, 15.2 Questa scheda di sicurezza è destinata solamente a quei paesi a cui è applicabile. Il formato europeo della scheda di sicurezza, conforme con la legislazione europea vigente, non è destinata ad essere usata o distribuita nei paesi fuori dall' Unione Europea, all'eccezione della Norvegia e della Svizzera. Le schede di sicurezza applicabili negli altri paesi o regioni sono disponibili su richiesta. L'informazione fornita corrisponde allo stato attuale delle nostre conoscenze e della nostra esperienza sul prodotto e non è esaustiva. Salvo indicazioni contrarie si applica al prodotto in quanto tale e conforme alle specifiche. In caso di combinazioni o di miscele, assicurarsi che non possa manifestarsi nessun nuovo pericolo. Non dispensa, in nessun caso, l'utilizzatore del prodotto dal rispettare l'insieme delle norme e regolamenti legislativi ed amministrativi relativi: al prodotto, alla sicurezza, all'igiene ed alla protezione della salute umana e dell'ambiente. 10/11

11 11/11 DRY PERC - SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA - secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006

SCHEDA DI SICUREZZA. secondo direttiva 1907/2006/CE ESCULINA 41BAV0071

SCHEDA DI SICUREZZA. secondo direttiva 1907/2006/CE ESCULINA 41BAV0071 Biolife Italiana Srl Pagina: 1 di 6 SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 1907/2006/CE Doc. N 41BAV0071 rev.0 Data di emissione: 05/05/2015 Data di revisione 05/05/2015 SEZIONE 1: Identificazione della

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo direttiva 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo direttiva 1907/2006/CE SCHEDA DI SICUREZZA Secondo direttiva 1907/2006/CE Pagina: 1 di 6 Doc. N 429937 rev.0 Data di preparazione: 12/11/2014 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/ IMPRESA 1.1 Identificatori

Dettagli

SEZIONE 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SEZIONE 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA Scheda di Sicurezza La presente SDS viene redatta conformemente alle richieste dell allegato II del Regolamento REACH modificato dal Regolamento 453/2010. SEZIONE 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA

Dettagli

PVC - BENVIC EH 644/7470/KS

PVC - BENVIC EH 644/7470/KS SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 PVC - BENVIC EH 644/7470/KS 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/DELL'IMPRESA 1.1. Identificazione della

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 Versione 5.1 Data di revisione Data di stampa

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 Versione 5.1 Data di revisione Data di stampa SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 Versione 5.1 Data di revisione Data di stampa 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ / IMPRESA 1.1 Identificatori

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. secondo direttiva 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA. secondo direttiva 1907/2006/CE SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 1907/2006/CE Pagina: 1 di 6 Doc. N 90HLX100 rev.0 Data di emissione: 06/05/2015 Data di revisione: 06/05/2015 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela

Dettagli

Basfoliar Aminoacidi 4-0-16

Basfoliar Aminoacidi 4-0-16 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/ impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome commerciale : 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

RTV 4040 A SCHEDA SICUREZZA DEL 03/06/2012

RTV 4040 A SCHEDA SICUREZZA DEL 03/06/2012 SEZIONE 1 IDENTIFICAZIONE PRODOTTO E FORNITORE: Indicazioni sul prodotto Nome commerciale: RTV 4040 A Indicazioni sul produttore / fornitore RAGIONE SOCIALE: SILICONI PADOVA SAS DI MILAN GIANLUCA & C.

Dettagli

Ecolush 15/03/2014 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELL'IMPRESA

Ecolush 15/03/2014 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELL'IMPRESA Pagina 1 di 9 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELL'IMPRESA 1.1. Identificatore del prodotto Nome del prodotto: 1.2. Usi pertinenti della sostanza o miscela e usi sconsigliati 1.2.1

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina 1 di 5 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA PANNI ASSORBENTI IN POLIPROPILENE

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA PANNI ASSORBENTI IN POLIPROPILENE Data ultima revisione 02-2013 SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA In conformità con il regolamento (CE) n. 453/2010 SEZIONE 1: IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 1.1. Identificatore

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza Coadiuvante per capelli

Scheda Dati di Sicurezza Coadiuvante per capelli Scheda Dati di Sicurezza Coadiuvante per capelli 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Denominazione COADIUVANTE CADUTA CAPELLI 1.2.

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 1907/2006/CE Biolife Italiana Srl Pagina: 1 di 7 SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 1907/2006/CE Doc. N 401289 rev.3 Data di revisione 19/11/2014 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Secondo direttiva 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA. Secondo direttiva 1907/2006/CE Biolife Italiana Srl Pagina: 1 di 8 SCHEDA DI SICUREZZA Secondo direttiva 1907/2006/CE 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O MISCELA E DELLA SOCIETA O IMPRESA 1.1 Identificatori del prodotto Doc. N 25050SAFEC

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Data di stampa: 04.06.2014 Pagina 1 di 6 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza

Dettagli

Scheda di sicurezza SALE RICRISTALLIZZATO INDUSTRIALE SENZA ANTIAGGLOMERANTE

Scheda di sicurezza SALE RICRISTALLIZZATO INDUSTRIALE SENZA ANTIAGGLOMERANTE Rev. 1 del 01.01.14 Pagina 1 di 6 Sezione 1: Identificazione della sostanza o miscela e della società 1.1 Identificatore del prodotto Denominazione: Sale ricristallizzato industriale senza antiagglomerante.

Dettagli

: Mr Muscolo Idraulico gel

: Mr Muscolo Idraulico gel 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/ MISCELA E DELLA SOCIETÀ/DELL'IMPRESA Informazioni sul prodotto Nome del prodotto Utilizzazione della sostanza/della miscela : : Disingorgante Società : S.C. Johnson Italy

Dettagli

SIGMA-ALDRICH. 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/ MISCELA E DELLA SOCIETÀ/DELL'IMPRESA Nome del prodotto : 3,4-Dimethoxybenzaldehyde

SIGMA-ALDRICH. 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/ MISCELA E DELLA SOCIETÀ/DELL'IMPRESA Nome del prodotto : 3,4-Dimethoxybenzaldehyde SIGMA-ALDRICH sigma-aldrich.com SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 Versione 4.0 Data di revisione 24.07.2010 Data di stampa 03.03.2011 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo direttiva 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo direttiva 1907/2006/CE SCHEDA DI SICUREZZA Secondo direttiva 1907/2006/CE Pagina: 1 di 7 Doc. N 4240097 rev.0 Data di preparazione: 13/11/2014 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/ IMPRESA 1.1 Identificatori

Dettagli

1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO, DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA

1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO, DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA SCHEDA DI SICUREZZA REVISIONE 00 DEL 04/03/2014 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO, DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA 1.1. Identificazione della sostanza o del preparato 1.1.1. Nome commerciale: Unidry

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA VAPOR GARD DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 DATA DI REVISIONE: GENNAIO 2006

SCHEDA DI SICUREZZA VAPOR GARD DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 DATA DI REVISIONE: GENNAIO 2006 SCHEDA DI SICUREZZA VAPOR GARD DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 1 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Identificazione della sostanza/preparato Utilizzazione

Dettagli

FAST SPEED TOP Versione 1.0 Data di revisione: : 04/04/2012

FAST SPEED TOP Versione 1.0 Data di revisione: : 04/04/2012 SEZIONE 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/ IMPRESA 1.1 Informazioni sul prodotto Nome del prodotto : 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA Barclay Trustee 490

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA Barclay Trustee 490 SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome del prodotto Numero del prodotto Italy 1.2. Usi pertinenti

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina 1 di 5 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa

1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Page 1/8 Versione 1.0 Pagina 1 di 8 Data di aggiornamento: 01.03.2013 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto 1.2 Usi pertinenti identificati

Dettagli

: LONGLIFE DIAMOND 4X5L I/GR/D/GB

: LONGLIFE DIAMOND 4X5L I/GR/D/GB 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/ impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome commerciale : numero di identificazione : 61500 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA PRODOTTO CHIMICO PER USO INDUSTRIALE ACIDO SUCCINICO

SCHEDA DI SICUREZZA PRODOTTO CHIMICO PER USO INDUSTRIALE ACIDO SUCCINICO Versione 4 Data revisione 01.09.2010 SCHEDA DI SICUREZZA PRODOTTO CHIMICO PER USO INDUSTRIALE Conforme al Regolamento CE n. 1907/2006 ACIDO SUCCINICO 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA E DELLA SOCIETÀ NOME

Dettagli

DZ ALLUMITE CARICA INERTE

DZ ALLUMITE CARICA INERTE DZ s.a.s. via Leonardo Da Vinci 44/A 20094 Corsico MI 1.IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO/DELLA SOCIETA Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione : Sostanza N : 013-001-00-6

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA Pagina: 1 Data di compilazione: 20.05.2014 N revisione: 1 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome del prodotto: Codice di

Dettagli

Versione 1.0 SDB_CH Data di revisione 07.05.2015 Data di stampa 11.07.2015

Versione 1.0 SDB_CH Data di revisione 07.05.2015 Data di stampa 11.07.2015 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 11 Identificatore del prodotto Nome commerciale : Art-Nr 60032000 12 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela

Dettagli

1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa

1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Page 1/8 Versione 1.0 Pagina 1 di 8 Data di aggiornamento: 01.03.2013 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto 1.2 Usi pertinenti identificati

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA W.W. POSITIVE CONTROL (conforme ai Regolamenti (CE) No. 1907/2006 e 453/2010)

SCHEDA DATI DI SICUREZZA W.W. POSITIVE CONTROL (conforme ai Regolamenti (CE) No. 1907/2006 e 453/2010) Page: 1/6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO Nome Prodotto: Codice Prodotto: 21250 Marchio: DIESSE 1.2 USI PERTINENTI IDENTIFICATI

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina 1 di 5 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

Innu-Science NU-Flow

Innu-Science NU-Flow 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome commerciale Innu-Science NU-Flow 1.2. Pertinenti usi identificati della sostanza o miscela

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Revisione n.0

SCHEDA DI SICUREZZA Revisione n.0 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 Identificazione del preparato 1.2 Uso della sostanza o del preparato Detergente per pavimenti e superfici delicate 1.3 Formati commercializzati

Dettagli

SAFETY DATA SHEET. 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa

SAFETY DATA SHEET. 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa SAFETY DATA SHEET 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificazione della sostanza o preparato Identificazione della società/dell'impresa Life Technologies 5791

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 DATA DI REVISIONE: GENNAIO 2006

SCHEDA DI SICUREZZA DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 DATA DI REVISIONE: GENNAIO 2006 SCHEDA DI SICUREZZA UFO ULTRA FINE OIL DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 1 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Nome commerciale UFO - ULTRA FINE OIL Identificazione

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Pagina n.1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o preparato Denominazione 1.2 Utilizzazione della sostanza / preparato

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Conforme al Regolamento CE 1907/2006, come modificato dal Regolamento CE 453/2010

SCHEDA DI SICUREZZA. Conforme al Regolamento CE 1907/2006, come modificato dal Regolamento CE 453/2010 Pag.1 di 6 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO 1.1 Nome commerciale: GUAINA STRONG VERDE - Monocomponente 1.2 Utilizzazione del preparato: Impermeabilizzante liquido a base di resine acriliche. 1.3 Produttore:

Dettagli

Sostituisce la versione: - / CH. 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa. GH 41 Wecal-K

Sostituisce la versione: - / CH. 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa. GH 41 Wecal-K 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome commerciale GH 41 Wecal-K 1.2. Pertinenti usi identificati della sostanza o miscela e usi

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina 1 di 6 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa

1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Pagina: 1/5 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Articolo numero: A3810 Numero CAS: 9001-78-9 Numeri CE: 232-6-4 Usi pertinenti identificati

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina 1 di 8 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina 1 di 6 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

ACTIVE PROFUMATORE ALFA Cod. 39700272. D.H.P. S.r.l. Tel 0362 1795500 (orari d ufficio)

ACTIVE PROFUMATORE ALFA Cod. 39700272. D.H.P. S.r.l. Tel 0362 1795500 (orari d ufficio) 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELL IMPRESA 1.1 Denominazione del prodotto: ACTIVE PROFUMATORE ALFA PROFUMAZIONE SAHARA 1.2 Uso del preparato: Profumatore per ambienti. 1.3 Formati commercializzati:

Dettagli

Nessuno. Nessuno. Alcool isopropilico 200-661-7 67-63-0 5% - 10% F, Xi R 11 36-67. # # 1% - 5% X n R 38, 43-52/53-65 Altro #

Nessuno. Nessuno. Alcool isopropilico 200-661-7 67-63-0 5% - 10% F, Xi R 11 36-67. # # 1% - 5% X n R 38, 43-52/53-65 Altro # NOME COMMERCIALE DEL PRODOTTO NUNCAS PAVIMENTI PROFUMATI FIORI DI ZAGARA 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETÀ 1.1. Identificazione del preparato NUNCAS PAVIMENTI PROFUMATI FIORI DI ZAGARA 1.2.

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/6 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Denominazione commerciale: Noritake Super Porcelain EX-3: Paste Opaque and Paste Opaque

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Non sono disponibili

Dettagli

Data dell'edizione 11-nov-2015 Data di revisione 11-nov-2015 Numero di revisione A

Data dell'edizione 11-nov-2015 Data di revisione 11-nov-2015 Numero di revisione A SCHEDA DI SICUREZZA Data dell'edizione 11-nov-2015 Numero di revisione A SEZIONE 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice parte

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Articolo numero: 828 Numero di registrazione Non applicabile Utilizzazione della Sostanza

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA RIO CASAMIA COLONIA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA RIO CASAMIA COLONIA SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa. 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati 1.3. Informazioni

Dettagli

: LONGLIFE DIAMOND 10L I/GR/D/GB

: LONGLIFE DIAMOND 10L I/GR/D/GB SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome commerciale : numero di identificazione : 61500 1.2 Usi pertinenti identificati della

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Utilizzazione della

Dettagli

: acido 4-Formilfenilboronico

: acido 4-Formilfenilboronico UnaveraChemLab GmbH SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 Versione 5.1 Data di revisione 04.07.2013 Data di stampa 12.11.2014 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza

Dettagli

NOTA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA W.F. POSITIVE CONTROL

NOTA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA W.F. POSITIVE CONTROL Pagina: 1/6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO Nome Prodotto: Codice Prodotto: 21350 Marchio: DIESSE 1.2 USI PERTINENTI IDENTIFICATI

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/6 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Utilizzazione della

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/DELL'IMPRESA NOME DEL PRODOTTO: PRODOTTONUMERO : 401750 PIPERIDINE FORNITORE: APPLIED BIOSYSTEMS 7 KINGSLAND

Dettagli

S C H E D A D I D A T I D I S I C U R E Z Z A

S C H E D A D I D A T I D I S I C U R E Z Z A S C H E D A D I D A T I D I S I C U R E Z Z A secondo il Regolamento (CE) n. 45/2010 SAL-T 98 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina 1 di 5 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO 1 IDENTIFICAZIONE PREPARATO E SOCIETA PRODUTTRICE 1.1 Denominazione commerciale : DILUENTE DELCO 1.2 Ditta produttrice : MGR ELECTRO SRL 1.3 Numero telefonico : 02/9660699

Dettagli

Askoll test S C H E D E D AT I D I S I C U R E Z Z A. Askoll. L acquario facile

Askoll test S C H E D E D AT I D I S I C U R E Z Z A. Askoll. L acquario facile Askoll test S C H E D E D AT I D I S I C U R E Z Z A Askoll L acquario facile Test ph acqua dolce Askoll test ph acqua dolce 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA / PREPARATO E DELLA SOCIETÀ 1.1 Identificazione

Dettagli

Data di compilazione : Febbraio 2004. Impermeabilizzante liquido per murature.

Data di compilazione : Febbraio 2004. Impermeabilizzante liquido per murature. ai sensi del regolamento 907/2006/CE, Art.3 0/06/2007. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA'.. Identificazione del prodotto: Parte A.2: Usi previsti: Impermeabilizzante liquido per murature..3.identificazione

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE 1/6 Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE 1 - Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Denominazione commerciale: ACIDE D,L-MALIQUE Impiego: Preparato per uso enologico

Dettagli

SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa. SG Adesivo istantaneo 20 ml

SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa. SG Adesivo istantaneo 20 ml SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome commerciale SG Adesivo istantaneo 20 ml 1.2 Pertinenti usi identificati della sostanza

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 * 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto Articolo numero: 6209/13 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela

Dettagli

ALAR 85 1. ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA / IMPRESA PRODUTTRICE

ALAR 85 1. ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA / IMPRESA PRODUTTRICE Data di compilazione: 25.06.2003 Data di stampa: 25.09.2003 La Crompton Corporation sollecita il cliente che riceve questa scheda ad esaminarla attentamente per essere informato sui rischi, se ce ne fossero,

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA Pagina: 1 Data di compilazione: 04/01/2012 N revisione: 3 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome del prodotto: 1.2. Usi

Dettagli

: Basfoliar 20+20+20 SP

: Basfoliar 20+20+20 SP 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/ impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome commerciale : 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Data di stampa: 09.12.2014 Pagina 1 di 5 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza

Dettagli

: Bioshout Sciogli Macchia

: Bioshout Sciogli Macchia 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/ MISCELA E DELLA SOCIETÀ/DELL'IMPRESA Informazioni sul prodotto Nome del prodotto Utilizzazione della sostanza/della miscela : : Smacchiatore Società : S.C. Johnson Italy

Dettagli

Scheda dati di sicurezza secondo regolamento (CE) n 1907/2006 e 1272/2008

Scheda dati di sicurezza secondo regolamento (CE) n 1907/2006 e 1272/2008 Scheda dati di sicurezza secondo regolamento (CE) n 1907/2006 e 1272/2008 SACHTLEBEN SR 3 Slurry Data di stampa: 06.03.2015 rielaborata il: 06.03.2015 Revisione: 0 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH SBLOB

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH SBLOB Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA Identificazione della sostanza o della miscela Denominazione commerciale: Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi consigliati

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA MATERIALE Conforme al Regolamento Europeo N 453/2010 Uso dentale

SCHEDA DI SICUREZZA MATERIALE Conforme al Regolamento Europeo N 453/2010 Uso dentale 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 Identificazione del prodotto Codice Prodotto: 1832, 1833, 1631, 1632, 1633, 1675, 1676, 1705, 1834, 1835, 1836, 1837, 3355, 3356

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA DEL PRODOTTO

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA DEL PRODOTTO SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA DEL PRODOTTO 1. Identificazione della sostanza/preparato e della impresa Nome del preparato: Uso del preparato: Fornitore: DAZIDE ENHANCE Regolatore orticolo della crescita

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 88/379/CEE TRASPIRANTE PER INTERNO

SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 88/379/CEE TRASPIRANTE PER INTERNO 1. ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA PRODUTTRICE Informazioni sul prodotto Nome del prodotto : Codice prodotto : P003 DITTA : Ercolor di De Simone & C. S.n.c.

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA SCHEDA DATI DI SICUREZZA 1. Identificazione del prodotto e della società Nome preparato: BIXAN MG Polvere insetticida microgranulare Società: EUROEQUIPE srl Via del Lavoro, 3-40056 Crespellano (BO) Telefono

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Secondo direttiva 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA. Secondo direttiva 1907/2006/CE Biolife Italiana Srl Pagina: 1 di 7 SCHEDA DI SICUREZZA Secondo direttiva 1907/2006/CE Doc. N 4240072 rev.2 Data di preparazione: 12-11-2014 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina 1 di 5 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA

1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA Via Galvani, 14-294 Corsico (MI) - Italy Tel. (+39) 2 4586435 - Fax (+39) 2 4586984 e-mail: info@pandoralloys.com Internet: www.pandoralloys.com 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA

Dettagli

Marmo bianco granulare

Marmo bianco granulare Pagina n. 1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Denominazione Nome chimico e sinonimi calcio carbonato

Dettagli

SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa

SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa SCHEDA DI SICUREZZA (Ai sensi del Regolamento Commissione EU 453/2010, CLP) SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto SIOX-5 C 1.2.

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 * 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa - Identificatore del prodotto - - Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Non sono

Dettagli

SCHEDA DEI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DEI DATI DI SICUREZZA Pagina 1 di 9 SCHEDA DEI DATI DI SICUREZZA NITRATO POTASSICO / MULTIGREEN NK 13.0.46 1. Identificazione del prodotto e dell azienda 1.1. Identificazione della sostanza / preparato: - Denominazione NITRATO

Dettagli

Marchi Industriale S.p.A.

Marchi Industriale S.p.A. Marchi Industriale S.p.A. SCHEDA DEI DATI DI SICUREZZA conforme al Regolamento (CE) N.1907/2006 1) Elementi identificatori della sostanza e della Società Nome del prodotto: SODIO BISOLFITO SOLUZIONE Nome

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/6 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Enamel, Cervical, Translucent, Margin, Powder Opaque Modifier, Addon, Addmate, Opacious

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA AMBI-PUR CAR PACIFIC AIR

SCHEDA DI SICUREZZA AMBI-PUR CAR PACIFIC AIR 1. ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÁ/IMPRESA PRODUTTRICE Nome prodotto : Codice del prodotto : Uso Fornitore 120000003362 : Deodorante per ambiente : Sara Lee Household

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA Data di preparazione 01-set-2011 Numero di revisione 1 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/DELL'IMPRESA Nome del prodotto Cat No. Sinonimi Utilizzi raccomandati SR0078 himici

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ATTENZIONE: MANIPOLARE CON PRUDENZA

SCHEDA DI SICUREZZA ATTENZIONE: MANIPOLARE CON PRUDENZA Pag. 1 di 5... SCHEDA DI SICUREZZA 1. Denominazione della sostanza/preparato e della Ditta (Registr. n. 10113 del 27/07/1999) Ditta: 2. Composizione - Informazioni sui componenti Carattere chimico Contiene

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA IMPATH DS BUFFER

SCHEDA DI SICUREZZA IMPATH DS BUFFER Pag. 1 di 6 Pubblicato: 11/08/2012 Revisione n.: 1 SEZIONE 1: IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 1.1 Identificatore del prodotto Prodotto: ImPath DS Buffer N. catalogo:

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Conforme al Regolamento CE 1907/2006, come modificato dal Regolamento CE 453/2010

SCHEDA DI SICUREZZA. Conforme al Regolamento CE 1907/2006, come modificato dal Regolamento CE 453/2010 Pag.1 di 6 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO 1.1 Nome commerciale: TAPPATUTTO BEIGE Monocomponente 1.2 Uso: Usi sconsigliati: Pasta fibrorinforzata a base di resine acriliche, per sigillature impermeabili.

Dettagli

: VIAKAL liquido Aceto

: VIAKAL liquido Aceto Data di pubblicazione: 05/03/2012 Data di revisione: Versione: 1.0 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Tipo di prodotto chimico

Dettagli

MIRADOR Ditta: SCAM S.r.l. Strada Bellaria, 164 41010 - S.MARIA MUGNANO - MODENA (Tel. 059/586511 - Fax 059/460133)

MIRADOR Ditta: SCAM S.r.l. Strada Bellaria, 164 41010 - S.MARIA MUGNANO - MODENA (Tel. 059/586511 - Fax 059/460133) S C A M S.r.l. Pag. 1 di 5 SCHEDA DI SICUREZZA 1. Denominazione della sostanza/preparato e della Ditta (Registr. n. 11624 del 11/03/2003) MIRADOR Ditta: SCAM S.r.l. Strada Bellaria, 164 41010 - S.MARIA

Dettagli

LIQUIDO ELETTROLITICO

LIQUIDO ELETTROLITICO 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA DITTA 1.1 Identificazione del preparato Nome del prodotto: 1.2 Usi previsti: liquido elettrolitico per marcatura/incisione su metalli 1.3 Identificazione della

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA SEZIONE 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA. Nessuna informazione disponibile

SCHEDA DI SICUREZZA SEZIONE 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA. Nessuna informazione disponibile SCHEDA DI SICUREZZA Data di pubblicazione 06-Magg-2015 Data di revision 06-Magg-2015 Versione 000 SEZIONE 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 1.1 Identificazione del prodotto

Dettagli

CODICE: 20175 NATURA CHIMICA ED USO RACCOMANDATO: Sigillante anaerobico a base acrilica, per l industria meccanica.

CODICE: 20175 NATURA CHIMICA ED USO RACCOMANDATO: Sigillante anaerobico a base acrilica, per l industria meccanica. SCHEDA DI SICUREZZA 91/155/UE REVISOINE N 3 DEL 1 0/04/03 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO: FISSA BOCCOLE, BRONZINE CODICE: 20175 NATURA CHIMICA ED USO RACCOMANDATO:

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA Pagina: 1 Data di compilazione: 31/05/2011 Revisione: 06/05/2014 N revisione: 2 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome del

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA CERE ALLA CITRONELLA SANDOKAN

SCHEDA DI SICUREZZA CERE ALLA CITRONELLA SANDOKAN SCHEDA DI SICUREZZA CERE ALLA CITRONELLA SANDOKAN Data: aprile 2010 1. Identificazione del preparato e della Società/Impresa 1.1.1 Identificazione del preparato: Cere alla Citronella 1.1.2. Tipologia del

Dettagli

: LAMITAN 1000ML WEST

: LAMITAN 1000ML WEST SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome commerciale : numero di identificazione : 61740 1.2 Usi pertinenti identificati della

Dettagli