Crea la tua lava lamp!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Crea la tua lava lamp!"

Transcript

1 Crea la tua lava lamp! INTRO: : -Il perché! -Materiale -La teoria -La densita' della lava -La densita' dell'acqua e la prima accensione della lampada -Colorare la lampada -Hardware -Assemblaggio -Punti deboli -Problemi comuni esci

2 Il bilanciamento della densità La densita' della lava(misurazione di cera e perc*): La procedura raccomandata su vari siti internet per il bilanciamento della densita' e' quella dell'antigelo; il glicole etilenico appunto (occhio che non tutti gli antigelo sono fatti con questo). La densita' del glicole etilenico e' 1.1; una buona densita' ideale per la nostra lava e' 1.03 (a dire il vero non ho mai provato densita' diverse, ma si dice che cosi' funzioni bene). Ci servono tre recipienti: in uno mettiamo il 20% di glicole etilenico e 80% di acqua distillata (otterremo quindi una soluzione di densita' 1.02), nell'altro il 40% di glicole etilenico e 60% d'acqua (otteniamo una soluzione di densita' 1.04). In un altro recipiente (volendo possiamo usare la lampada stessa) prepariamo la lava, unendo il perc con la cera. Le proporzioni in volume dovrebbero essere circa 1:3 (una parte di perc, tre di cera). Questo recipiente va scaldato per far sciogliere la cera. Man mano che prepariamo la nostra lava, controlliamo se la densita' sia corretta buttando una goccia in ognuno dei contenitori con il glicole etilenico: quando affonda nel primo e galleggia nel secondo siamo alla giusta densita'! Vedi: Come vanno bilanciate le quantità dell acqua

3 Il bilanciamento della densità La densita' dell'acqua e la prima accensione della lampada: Una volta misurate le giuste quantita' di cera e perc* li versiamo nel vaso; scaldiamo il tutto per farli sciogliere e mischiare. Se aggiungessimo l'acqua prima di farli sciogliere, la cera galleggerebbe e dovremmo ricominciare daccapo o quasi. Una volta sciolta la lava la facciamo ri-raffreddare. Mettere il vaso a bagno maria nel lavandino sveltisce il processo ma e' molto pericoloso e non ve lo consiglio. Ora possiamo aggiungere l'acqua. Aggiungere l'acqua quando la cera e' calda produce bellissime statue di cera ma puo' far crepare il vaso e la cera puo' fare delle bollicine che impiegano molto tempo ad andare via. Ricordate di lasciare almeno 3-4 cm d'aria nel vaso. Ora il bello. Scaldiamo di nuovo la lava finche' non si e' sciolta (cominciate a capire perche' ci vuole cosi' tanto tempo?) e aggiungiamo il sale molto lentamente, tipo 1/4 di cucchiaino alla volta, lasciandolo sciogliere completamente. Possiamo capovolgere dolcemente il vaso per facilitare questa operazione (non scuotetelo mai quando la lava e' calda!! si possono formare bollicine che impiegano anche giorni a andare via e rischiate di rovinare tutto irrimediabilmente). E' importante controllare che non ci siano depositi di sale sul fondo. Continuiamo a aggiungere sale finche' la lava non comincia a fare una "cupola", cioe' nel punto centrale del vaso comincia a spingersi verso l'alto. Dovremmo poter aggiungere abbastanza tranquillamente due cucchiaini piccoli di sale prima di arrivare a questo punto, se abbiamo fatto bene le cose: due cucchiaini sono intorno ai 15 grammi di sale e abbiamo poco meno di un litro d'acqua. A questo punto aggiungiamo una piccolissima goccia di sapone liquido... e il miracolo dovrebbe accadere!! Nota che se mettiamo troppo sapone, otteniamo tante piccole bollicine e dovremo buttare via tutto e ricominciare. Se ne abbiamo messo troppo poco invece, la lava non si rompera' correttamente e si spostera' in un'unica palla di lava (ammesso che si sposti!). Ogni volta che apriamo il vaso per aggiungere qualcosa e' buona cosa toglierlo dal supporto per evitare che si bagni la lampadina (che potrebbe scoppiare) o che si creino corto circuiti! Vedi: Come colorare la lava lamp

4 La teoria La teoria: Un pò di teoria sul funzionamento della lava lamp. La lava lamp sfrutta una piccola differenza di densità di due liquidi immiscibili (acqua e lava ); normalmente (a temperatura ambiente) la lava è più pesante dell'acqua. Questa pero' scaldandosi si espande piu' velocemente dell'acqua; di conseguenza diminuisce di densità e diventa più leggera dell'acqua. Ora, la densità dell'acqua la sappiamo ed e' La densità del perc è 1.62, quella della paraffina 0.8. Come vanno bilanciate le quantità? Vedi: Come vanno bilanciate le quantità

5 Colorale la lava lamp Colorare la lampada: L'operazione piu' facile e indolore e' il coloramento dell'acqua: tutti consigliano l'uso di colori alimentari, (si dovrebbero trovare al supermercato come coloranti per le torte oppure in drogheria). Fate attenzione perche' sporcano parecchio e sono duri da pulire (se sporcate un tavolo di legno, ve lo terrete cosi' a vita), ne basta qualche goccia. Per quanto riguarda la lava invece servono dei colori appositi per la cera: esistono colori in stick (delle barrette della consistenza dell'argilla) o in gel oppure in polvere. Quelli in stick ve li sconsiglio! : a me hanno intorbidito l'acqua e non si sono nemmeno mescolati con la cera, adagiandosi indebitamente sul fondo; vanno bene solo per le candele. Quelli in gel qualcuno li ha usati con successo. Per quelli in polvere, non so. Altri hanno provato facendo a pezzi dei pastelli, ma (sembra) con scarsi risultati. La tendenza comunque e' quella di evitare qualsiasi colorante solido, e usare invece quelli liquidi o in gel. Alcuni hanno usato un colorante indelebile (permanent marker) per la lava, ma con una ricetta a base di benzyl alcohol, e non so se si possa fare nel nostro caso. In ogni caso, la quantita' di colorante da usare e' minima e non influisce sulle densita' dei liquidi.

6 Il perché! Cosa ci spinge a fare una lava lamp artigianale? Difficilmente e' il risparmio: il costo finale per costruire una lampada sola e' poco meno del costo di una lampada commerciale economica! A questa domanda non so ancora rispondermi bene, se non con "Per poter dire che l'ho fatto io", è anche vero che, con la giusta attrezzatura, si possono fare lampade di qualsiasi dimensione! Verra' usata e spiegata in questa presentazione la ricetta Retro-basic formula perche' e' quella con gli ingredienti piu' facili da trovare in Italia. Altre ricette richiedono di trovare componenti come: Chlorinated Paraffine, Alkylated Benzene, Synthetic Isoparaffine, che non ho idea di dove trovare (a parte forse il primo, che sospetto sia lo stesso miscuglio della retro-basic, ma non sono sicuro). Altre usano Isopropanol (o isopropyl alcohol) (20 euro/litro), Benzylalcohol (75 euro/litro), Diphenylether (80 euro/litro): dovreste immaginare il motivo per cui le ho scartate. I prezzi sono molto indicativi, ho trovato un sito solo che li vendesse. Un altro vantaggio non da poco e' che i componenti che usiamo non sono infiammabili (al contrario ad esempio dell'alcool isopropilico, e ho forti sospetti anche sugli altri alcoli e derivati del benzene). ATTENZIONE! Le azioni descritte in questa presentazione possono comunque essere pericolose per la salute, la persona o quella di chi/cosa vi sta intorno. Costruire una lava lamp suppone maneggiare liquidi pericolosi per contatto e inalazione, maneggiare componenti elettrici a 220 volt, il rischio di scottarsi con una lampadina bollente e dulcis in fundo sporcare il tappeto o il mobile della nonna con liquidi molto difficili da pulire (per non dire che ho ancora una macchia blu sul tavolo del salotto). Consiglio anche di lavorare in ambienti ben aerati mentre si maneggia il percloroetilene. Come autore declino ogni responsabilita' derivante da incompletezza, inaccuratezza o misinterpretazione delle informazioni riportate.

7 Materiale In linea di massima ci serve, per quanto riguarda l'hardware: un vaso di vetro - un barattolo di latta - una lampadina da 40w piccola - un porta lampadina con attacco idoneo - filo, spina, interrutore - la molla Naturalmente, soprattutto per quanto riguarda l'hardware, con un po' di fantasia potete usare tutt'altro materiale, a seconda di cosa trovate o cosa volete fare. Questo e' semplicemente un elenco di quello che ho usato io. Per il liquido: cera di paraffina percloroetilene* - sale da lavastoviglie - acqua distillata...eventualmente: glicole etilenico* - colori alimentari - colori per cera in gel. Il costo? In totale sono circa 11 euro. *clicca per vedere di che si tratta!

8 Hardware Hardware Per la costruzione della base ho usato: un vaso di vetro Ho usato un vaso di conserva. Le dimensioni sono tutte uguali, lo ho verificato un giorno andando al supermercato e misurandoli tutti col calibro. Sceglietene uno come vi piace, o con le pareti abbastanza liscie senza troppi disegni. L'unico problema di questa soluzione economica, a parte non poter scegliere granche' le dimensioni, e' che il vetro non e' di qualita' eccelsa e presenta spesso bollicine, graffi e altri segni. La pulizia del vaso e' molto importante: pulirlo in lavastoviglie o con una spugnetta e sapone per i piatti non basta, io ho usato alcool e uno scopettino per le bottiglie, si trova a un euro o anche meno in supermercati o ferramenta. Se il vostro vaso odora ancora di pomodoro, dovete pulirlo. un barattolo di latta Anche questi son tutti uguali, cambia al massimo la rigatura delle pareti, ma anche qui uno vale l'altro. Ho usato anche un barattolo piu' piccolo per coprire il tappo del vaso. una lampadina da 40w piccola Cercate di contenere il piu' possibile le dimensioni. Si possono provare anche altre lampadine (60w, reflex, uv, ecc) ma ho visto che questa scaldava gia' abbastanza e non ho fatto altre prove. Oltretutto una lampadina piu' grossa non sarebbe stata nel barattolo. un porta lampadina Il piu' piccolo possibile filo, spina, interrutore Se siete bravi elettricisti potete assemblarveli da soli, data la mia ignoranza in materia ho preso un cavo da abat-jour, purtroppo lungo solo un metro o un metro e mezzo ma fa il suo dovere. L'ho preso in un brico center. In molti consigliano anche di usare un interrutore di tipo dimmer, in modo che potete diminuire il calore della lampadina e far andare la lampada teoricamente all'infinito; senza questo dopo 2-3 ore la lampada si stabilizza e si ferma, in ogni caso rallenta il movimento. la "molla" Qui ci si puo' sbizzarrire. Io in un brico center ho preso un filo di inox di 20m. Ho provato con un truciolo di ferro ma ha sporcato l'acqua arrugginendo, e poi e' brutto da vedere. In ogni caso eviterei qualsiasi cosa che possa ossidarsi, perche' puo' sporcare l'acqua. Ho visto sempre al brico center anche dei supporti per candele, sono un po' piccoli ma costano meno (mezzo euro circa). Non li ho provati. Ho provato invece la molla di una biro, ma ho ottenuto solo di doverla buttare via. Altri hanno usato tre molle da biro insieme ma poi sono arrugginite. MazE mi ha detto di aver usato un cavo LAN spellato (assimilabile a un filo elettrico, direi: io ho provato col filo elettrico ma dopo 20cm mi sono stufato di spellarlo) ma non mi ha detto se era di rame o di un altro metallo. Ah, ve ne serve un metro abbondante. In ogni caso, il compito della molla e' quello di rompere la tensione superficiale della lava in modo che si stacchi dal fondo e si riattacchi al resto quando torna giu', quindi non e' di poco conto. Attenzione a non fare una molla di diametro superiore a quello del vaso! Le spire sono di poco piu' di un centimetro, consiglio (ma non ho ancora verificato) di fare una molla con spire piu' strette di quelle nella foto, dato che ho l'impressione che non distribuisca abbastanza il calore. Vedi: Assemblaggio hardware

9 Assemblaggio hardware Assemblaggio: Per togliere il coperchio io ho usato una smerigliatrice a nastro, ma penso si possa fare anche con una lima. Praticamente ho "grattato" la parte piu' in alto del barattolo in modo che il primo strato di lamiera si tagliasse dove c'e' la piegatura. Quindi si puo' fare il buco per il filo. In secondo luogo vediamo di far stare il vaso dentro il barattolo: come avrete notato, il barattolo e' di un paio di millimetri piu' stretto del diametro del vaso! Per ovviare a questo problema ho fatto due tagli, diametralmente opposti, profondi circa 2 cm. Appena sotto i tagli ho messo una fascetta per evitare che si propagassero e il barattolo si rompesse. A questo punto ho spinto dentro il vaso fino a che non e' rimasto incastrato. Ora si possono mettere la lampadina e il filo. Se avete fatto le cose per bene, il vaso e la lampadina non dovrebbero toccarsi. Nota che alcuni hanno fatto in modo che la lampadina rimanesse dritta, io la ho semplicemente lasciata appoggiata al bordo. Alcuni hanno montato una ventolina sul tappo del vaso per avere una lampada piu' veloce, ma su questo non vi so aiutare. Vedi: Punti deboli hardware

10 Punti deboli hardware Punti deboli Ebbene si', la struttura non e' perfetta; direi anzi che e' la parte meno convincente delle mie lava lamp. In particolare sto pensando a un modo per far stare la lampadina dritta, altrimenti il calore si concentra sul lato dove appoggia, e magari un sistema piu' stabile per tenere in piedi la bottiglia anziche' l'attuale sistema "a spinta"... Ho dovuto anche tagliare un po' il porta-lampadina per farlo entrare meglio dentro il barattolo (insieme alla lampadina naturalmente). Si tratta di togliere qualche millimetro di plastica dal lato della lampadina. Fatelo a vostro rischio! Piccola nota: una volta incastrato correttamente il tutto (con il vaso ben dritto), la lampada, da un anno a questa parte, non e' mai caduta o ha avuto bisogno di altri aggiustamenti. In questo momento la tengo sul tavolo dove ho il computer e studio, sopravvivendo a ogni genere di traballamenti e scossoni! "Migliorabile" non significa "inservibile"! :-)

11 Problemi comuni Problemi comuni Q: La lampada puo' esplodere? A: La risposta e': SI, cosi' come ci si puo' scottare con l'accendino o tagliare un dito affettando il pane! Ci sono almeno tre cose da non fare mai con una lava lamp, e sono: 1. Riempire il vaso fino all'orlo senza lasciare posto per l'aria; 2. Scaldarla su una fiamma o una stufa, magari sigillandola (sembra assurdo, ma c'e' chi l'ha fatto!); 3. In generale, evitare bruschi riscaldamenti/raffreddamenti: a me e' crepato il vaso facendolo raffreddare sotto l'acqua di lavandino di un gelido febbraio :-( Vorrei sottolineare che la lampada, una volta "costruita", non dovrebbe piu' costituire un rischio di esplosioni! Q: Dove trovo il percloroetilene? A: Il percloroetilene e' uno smacchiatore a secco, dovresti trovarlo al supermercato vicino ai detersivi. Si presenta come un liquido trasparente, di solito in una bottiglia di vetro trasparente da circa cc con un tappo di metallo (come quello di una bottiglia d'acqua per capirci). Non credo ci siano marche particolarmente famose che producono percloroetilene, quello che ho io e' di marca "Trix". Q: La mia lava non si muove! A: Falla scaldare almeno mezz'ora o 45 minuti, comunque e' perche' la lava e' troppo densa! Puoi aggiungere sale per un bel pezzo (la solubilita' a 20 gradi e' attorno al 30% quindi potresti arrivare a una densita' di 1.3 anziche' 1.03) ma non garantisco sul risultato. Q: La mia acqua e' torbida! A: Puo' essere dovuto a tante cose: acqua non pulita oppure cera sporca o un colorante che non si e' sciolto. Se il problema non e' il colorante per candele, puoi buttare l'acqua e rimetterne di fresca (e rifare la calibrazione della densita'). Q: La mia lava non si rompe bene! A: Prova a aggiungere piu' sapone, se vedi che la cosa non si risolve e l'acqua si intorbidisce sempre di piu' e' perche' ci sono delle particelle (stearina, colorante polveroso...) che vengono coperte di sapone al posto della cera. Q: La mia lava si attacca alle pareti del vaso! A: Vaso sporco: rifare :-( A volte dopo 2-3 riscaldamenti abbastanza lunghi (5-6 ore o piu') e aggiungendo un po' di sapone smette di attaccarsi, ma non garantisco nulla. Q: Ok, butto tutto... A: Aspetta, non cosi' alla svelta! Se butti la lava calda nel lavandino, tornera' solida al contatto e oltre a sporcare tutto rischi di otturarlo! Per buttare i liquidi, scalda la lava e poi buttala in un secchio (o altro contenitore sacrificabile). Aspetta che torni solida e poi buttala dove ti pare. Comunque, l'ambiente non ti sara' riconoscente di un gesto del genere. Q: C'e' un sottile strato di cera che galleggia nella mia lampada... A: E' normale, mi pare di aver capito che sia cera ossidata, puoi buttarla via quando e' fredda o anche fregartene Q: La mia lava era trasparente mentre ora e' opaca! A: Purtroppo anche questo e' normale, la lava si ossida e diventa opaca. E' un peccato perche' anche trasparente e' bella da vedere. Forse puoi provare con un antiossidante apolare, ma non ho informazioni a riguardo. Comunque la lava opaca non costituisce un problema se non estetico. Q: Cosa intendi per "morte lenta della lampada"? A: La lavalamp potrebbe smettere di funzionare, dopo un intervallo di tempo variabile a seconda della qualita' costruttiva, dopo qualche anno (o qualche giorno se abbiamo usato gli ingredienti sbagliati...). E' un difetto che hanno anche le lampade commerciali. I sintomi sono un intorbidimento dell'acqua e la lava che non si rompe piu'. Per rimediare si puo' aggiungere altro sapone, la lampada funziona ancora per un po' ma l'acqua si intorbidisce sempre di piu' e tutto torna nella situazione di prima. Questo e' dovuto alle polveri dentro al liquido, derivanti da: stearina, sale non puro, acqua di rubinetto, coloranti solidi, ecc. Queste polveri si appiccicano al sapone con il risultato che l'acqua si intorbidisce e la lava non si rompe piu', perche' il sapone si appiccica alla polvere anziche' alla lava. L'unico rimedio in questi casi e' la sostituzione dell'acqua. Q: Vorrei fare una lampada di tipo "glitter" con i brillantini anziche' la lava! A: Ho letto che usano come liquido freon 113 al 90% e acetone al 10% e mylar per il glitter, ma non ho mai provato, tantomeno non conosco nessuno che ci abbia provato.

12 percloroetilene Chiamato a volte perk o perc nei siti dedicati alle lavalamp, si trova al supermercato come smacchiatore a secco, vicino ai detersivi. INDIETRO

13 glicole etilenico Solitamente è antigelo (attenzione, non tutti gli antigelo sono composti da percloroetilene) INDIETRO

14 SI RINGRAZIA: Per il materiale presente nella presentazione! Creata da Marco Manenti

IL CICLO DELL ACQUA. L EVAPORAZIONE Asciughiamo i fazzoletti. Materiale occorrente. Due fazzoletti dello stesso tessuto, acqua.

IL CICLO DELL ACQUA. L EVAPORAZIONE Asciughiamo i fazzoletti. Materiale occorrente. Due fazzoletti dello stesso tessuto, acqua. L EVAPORAZIONE Asciughiamo i fazzoletti IL CICLO DELL ACQUA Materiale occorrente Due fazzoletti dello stesso tessuto, acqua. Immergiamo nell'acqua i due fazzoletti. Li strizziamo bene e li appendiamo fuori

Dettagli

Trenino del Renon (Manuale costruttivo)

Trenino del Renon (Manuale costruttivo) Prima parte Pareti laterali verniciatura e assemblaggio Trenino del Renon (Manuale costruttivo) Come prima operazione consiglio di assemblare tutte le pareti della carrozzeria. Per fare questa operazione

Dettagli

GIOCHIAMO CON... CARTA CRESPA E ACQUA

GIOCHIAMO CON... CARTA CRESPA E ACQUA GIOCHIAMO CON... CARTA CRESPA E ACQUA GRUPPO 5ANNI SEZ.G SCUOLA DELL INFANZIA C.PERRAULT Ins.Virando Maura e Susanna SITUAZIONE:SPAZIO UTILIZZATO: ANGOLO ATTIVITA TRANQUILLE PICCOLO GRUPPO OMOGENEO: 5ANNI

Dettagli

Al caldo, al freddo. Fare per capire. Laboratorio di scienze

Al caldo, al freddo. Fare per capire. Laboratorio di scienze Laboratorio di scienze Al caldo, al freddo Per capire il comportamento dei materiali con il caldo e con il freddo bisogna immaginare di smontare le particelle che li compongono fino ad ottenere gli elementi

Dettagli

L'ACQUA TRASCINA TUTTO SCUOLA INFANZIA

L'ACQUA TRASCINA TUTTO SCUOLA INFANZIA L'ACQUA TRASCINA TUTTO SCUOLA INFANZIA COSA OCCORRE Sassi, ghiaia, argilla, sabbia, acqua, un grosso barattolo. COME PROCEDERE Lo scopo di questo esperimento è di mostrare ai bambini come l'acqua, durante

Dettagli

Alla scoperta dell acqua intorno a noi Un possibile percorso 1. Alla scoperta dell acqua intorno a noi (I) Un possibile percorso 2

Alla scoperta dell acqua intorno a noi Un possibile percorso 1. Alla scoperta dell acqua intorno a noi (I) Un possibile percorso 2 I s t i t u t o T e c n i c o I n d u s t r i a l e S t a t a l e L i c e o S c i e n t i f i c o T e c n o l o g i c o E t t o r e M o l i n a r i Via Crescenzago, 110-20132 Milano - t e l. : ( 0 2 )

Dettagli

COME REALIZZARE UNA MUTA LISCIA-SPACCATA

COME REALIZZARE UNA MUTA LISCIA-SPACCATA COME REALIZZARE UNA MUTA LISCIA-SPACCATA OCCORRENTE: Foglio di neoprene dello spessore desiderato; Avanzi di lavorazione di neoprene spaccato/foderato, liscio/foderato o bifoderato; Un kit alamaro (borchia,

Dettagli

Le saldature a stagno Andrea Vassallo

Le saldature a stagno Andrea Vassallo Piccolo manuale per saldare a stagno Tra le tante problematiche del nostro hobby ne riscontro una che, a dir di molti, sembra un'operazione abbastanza ostica: la saldatura a stagno. In tanti anni di pratica

Dettagli

FABRIZIO ZAGO RICETTE AUTARCHICHE

FABRIZIO ZAGO RICETTE AUTARCHICHE FABRIZIO ZAGO RICETTE AUTARCHICHE Risparmia, fai da te, salva la tua pelle, l ambiente ed il tuo portamonete. (e vuoi mettere la soddisfazione?). Fabrizio Zago: chimico industriale, consulente Ecolabel,

Dettagli

Come io preparo le punte da danza by Monica MicioGatta fabuland@gmail.com

Come io preparo le punte da danza by Monica MicioGatta fabuland@gmail.com Come io preparo le punte da danza by Monica MicioGatta fabuland@gmail.com In rete ci sono alcuni tutorial su come preparare le punte, ma niente di davvero specifico. Ho deciso di creare questo tutorial

Dettagli

ESPERIENZA 1 MATERIALE - UNA BACINELLA, UN BARATTOLO DI VETRO, UN TAPPO DI SUGHERO, ACQUA, CARTA E PENNA.

ESPERIENZA 1 MATERIALE - UNA BACINELLA, UN BARATTOLO DI VETRO, UN TAPPO DI SUGHERO, ACQUA, CARTA E PENNA. Prof. Fucini Marco ESPERIMENTO 1 ESPERIMENTO 2 ESPERIMENTO 3 ESPERIMENTO 4 ESPERIMENTO 5 ESPERIMENTO 6 ESPERIMENTO 7 ESPERIMENTO 8 ESPERIMENTO 9 ESPERIMENTO 10 ESPERIMENTO 11 ESPERIMENTO 12 ESPERIMENTO

Dettagli

LA SOLUBILITÀ. Ad esempio i sali contenuti nell'acqua del mare abbassano il punto di congelamento degli oceani.

LA SOLUBILITÀ. Ad esempio i sali contenuti nell'acqua del mare abbassano il punto di congelamento degli oceani. LA SOLUBILITÀ Per le sue caratteristiche chimiche, l acqua è uno dei migliori solventi naturali. Nei sistemi viventi molte sostanze si trovano in soluzione, si può facilmente comprendere l importanza di

Dettagli

di Svetlana Prodan Classe 3A Scuola media Colombo a.s. 2010-2011

di Svetlana Prodan Classe 3A Scuola media Colombo a.s. 2010-2011 di Svetlana Prodan Classe 3A Scuola media Colombo a.s. 2010-2011 Schema di una relazione Titolo Scopo dell esperimento Materiale occorrente Previsione di ciò che succede Istruzioni o descrizioni Osservazioni

Dettagli

VERNICIATURA PINZE FRENI by Antsrp

VERNICIATURA PINZE FRENI by Antsrp VERNICIATURA PINZE FRENI by Antsrp In questa guida verrà spiegato come verniciare le pinze dei freni senza dover smontare la pinza stessa. Se avete la possibilità (e le competenze) per farlo, è preferibile

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

ISTRUZIONI CON RICETTE

ISTRUZIONI CON RICETTE ISTRUZIONI CON RICETTE ISTRUZIONI PER LA PULIZIA: Non mettere in lavastoviglie Le parti possono essere separate per la pulizia SNAP SNAP Lo Zoku Ice Cream Maker rivoluziona il modo di realizzare il gelato

Dettagli

Guida per principianti all utilizzo di una cucina a basso consumo energetico

Guida per principianti all utilizzo di una cucina a basso consumo energetico Guida per principianti all utilizzo di una cucina a basso consumo energetico Tutto quello che c è da sapere sull utilizzo di una cucina a basso consumo energetico: - Come risparmiare denaro - Sapere se

Dettagli

Bimbi in acqua MANUALE DEL BAGNETTO PERFETTO! copyright. E vietata la copia e la diffusione anche a titolo gratuito.

Bimbi in acqua MANUALE DEL BAGNETTO PERFETTO! copyright. E vietata la copia e la diffusione anche a titolo gratuito. Bimbi in acqua MANUALE DEL BAGNETTO PERFETTO! LE COSE CHE DEVI SAPERE PER IL BAGNETTO A CASA! Il bagnetto non deve essere visto solamente come momento per pulire il proprio bambino ma come un'occasione

Dettagli

POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure

POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure 1) Generalità I pannelli del sistema UNICLIC si possono fissare in due diversi modi: A Per incastrare i pannelli, si possono ruotare inserendo la

Dettagli

LIBRETTO ISTRUZIONI MIXER FISSO MULTIFUNZIONE. Contenuto. 13 Coperchio parapolvere 2 Tubo Trita-carne. 14 Lama. 8 Bicchiere frullatore

LIBRETTO ISTRUZIONI MIXER FISSO MULTIFUNZIONE. Contenuto. 13 Coperchio parapolvere 2 Tubo Trita-carne. 14 Lama. 8 Bicchiere frullatore 1 7 8 9 LIBRETTO ISTRUZIONI MIXER FISSO MULTIFUNZIONE 2 10 ⑾ ⑿ 3 4 ⒀ 5 6 ⒁ ⒂ ⒃ ⒄ ⒅ Contenuto 1 Vaschetta carne 7 Interruttore I/R 13 Coperchio parapolvere 2 Tubo Trita-carne 8 Bicchiere frullatore 14 Lama

Dettagli

Ora dovremo mettere nella serra tutto quello che ci permetterà di ricreare, in scala ridotta, un ambiente naturale a noi familiare: il bosco.

Ora dovremo mettere nella serra tutto quello che ci permetterà di ricreare, in scala ridotta, un ambiente naturale a noi familiare: il bosco. La serra. La nostra piccola serra è una vasca rettangolare di plastica trasparente. Come prima cosa rileviamo le sue dimensioni così da far ritagliare dal vetraio una lastra per poterla chiudere ermeticamente.

Dettagli

COME TI SOSTITUISCO L'OLIO DEI FRENI

COME TI SOSTITUISCO L'OLIO DEI FRENI COME TI SOSTITUISCO L'OLIO DEI FRENI GUIDA PER CHI VUOLE CIMENTARSI NELL'ARTE DEL FAI DA TE Iniziamo con gli strumenti del mestiere Come detto più volte, è fondamentale utilizzare attrezzi di buona qualità:

Dettagli

La tensione superficiale dà l'impressione che l'acqua abbia una sorte di pelle elastica e sottile.

La tensione superficiale dà l'impressione che l'acqua abbia una sorte di pelle elastica e sottile. LA TENSIONE SUPERFICIALE Osserviamo l acqua che sgocciola da un rubinetto chiuso male. Ogni goccia che si forma rimane attaccata al rubinetto per un istante, prima di cedere alla gravità e di cadere in

Dettagli

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Acquistare una zucca fresca o già secca. Nel primo caso sarà opportuno comprarla in un periodo caldo per godere delle giornate

Dettagli

La spremitura del latte è utile in numerose situazioni perché permette ad una madre di avviare o continuare l allattamento al seno.

La spremitura del latte è utile in numerose situazioni perché permette ad una madre di avviare o continuare l allattamento al seno. 20. Spremere il latte 92 Sessione 20 SPREMERE IL LATTE Introduzione La spremitura del latte è utile in numerose situazioni perché permette ad una madre di avviare o continuare l allattamento al seno. Spremere

Dettagli

LABORATORIO SCIENTIFICO

LABORATORIO SCIENTIFICO 3 ISTITUTO COMPRENSIVO-GIARRE LABORATORIO SCIENTIFICO Ascolto e dimentico. Guardo e ricordo. Eseguo e capisco. È con la pratica che si apprende. (Antico proverbio cinese) Il palloncino che si gonfia da

Dettagli

Tinozza vasca da bagno in legno massello Istruzioni di montaggio 1/9

Tinozza vasca da bagno in legno massello Istruzioni di montaggio 1/9 Tinozza vasca da bagno in legno massello 1/9 Tinozza vasca da bagno in legno massello 2/9 Tinozza vasca da bagno in legno massello 3/9 Tinozza vasca da bagno in legno massello 4/9 Tinozza vasca da bagno

Dettagli

Mauro Arcangeli Realizzare i circuiti stampati in casa

Mauro Arcangeli Realizzare i circuiti stampati in casa Mauro Arcangeli Realizzare i circuiti stampati in casa 2013 www.presepevirtuale.it 1 Questa guida vi fornirà le indicazioni necessarie per realizzare con successo semplici circuiti stampati come quelli

Dettagli

FENOMENI DI SUPERFICIE 1 Un possibile percorso: LA TENSIONE SUPERFICIALE Scheda esperienza 1

FENOMENI DI SUPERFICIE 1 Un possibile percorso: LA TENSIONE SUPERFICIALE Scheda esperienza 1 PIANO ISS P r e s i d i o M I L A N O I s t i t u t o T e c n i c o I n d u s t r i a l e S t a t a l e L i c e o S c i e n t i f i c o T e c n o l o g i c o E t t o r e M o l i n a r i Via Crescenzago,

Dettagli

Caffettiere a confronto Alcune precisazioni e sviluppi dell attività

Caffettiere a confronto Alcune precisazioni e sviluppi dell attività Caffettiere a confronto Alcune precisazioni e sviluppi dell attività A ciascun gruppo è stata consegnata una caffettiera con libertà di aprirla e smontarla. Le caffettiere erano diverse per forma e dimensioni.

Dettagli

Elenco delle parti Il forno è costituito dalle seguenti parti: settore cupola con apertura bocca sinistro. settore cupola con apertura bocca destro

Elenco delle parti Il forno è costituito dalle seguenti parti: settore cupola con apertura bocca sinistro. settore cupola con apertura bocca destro Quote prefabbricato Premessa Con il presente manuale si intende dare delle indicazioni soprattutto a chi non ha mai montato un forno per pizza prima d'ora. Ciò nonostante, specie le indicazioni sulla prima

Dettagli

Letti per Voi da Country Store Archery. I segreti dei professionisti: assemblaggio professionale delle frecce di Frank Pearson

Letti per Voi da Country Store Archery. I segreti dei professionisti: assemblaggio professionale delle frecce di Frank Pearson Letti per Voi da Country Store Archery I segreti dei professionisti: assemblaggio professionale delle frecce di Frank Pearson Non conviene cercare di risparmiare quando si acquistano arco e frecce. Meglio

Dettagli

Pulire il Rame. Pulire Ottone

Pulire il Rame. Pulire Ottone Pulire il Rame La pulizia del rame viene effettuata come facevano i vecchi.si scioglie del sale con dell aceto o con del succo di limone e si strofina con uno straccio o una spugnetta non abrasiva tutta

Dettagli

Scienze laboratorio: I RISCHI

Scienze laboratorio: I RISCHI Queste note pratiche presentano i rischi che si incontrano durante le esercitazioni di laboratorio e i comportamenti corretti da tenere. Seguire queste indicazioni servirà non solo a ridurre il rischio

Dettagli

Istruzioni per l uso Macchina caffè all americana. n art. 7174.101 19. 90

Istruzioni per l uso Macchina caffè all americana. n art. 7174.101 19. 90 Istruzioni per l uso Macchina caffè all americana n art. 7174.101 19. 90 Congratulazioni Acquistando questo apparecchio vi siete garantiti un prodotto di qualità, fabbricato con estrema cura. Con una manutenzione

Dettagli

L ARIA Brevi indicazioni didattiche

L ARIA Brevi indicazioni didattiche L ARIA Brevi indicazioni didattiche Il percorso didattico è incentrato sulla sperimentazione e l osservazione, pertanto procuriamoci tutto il materiale necessario: contenitori in vetro, bicchiere, cartolina,

Dettagli

E LE CANDELE A COSA SERVONO?

E LE CANDELE A COSA SERVONO? Con un phon Spingendo le eliche con la mano Con un ventilatore Soffiando Girando il perno Con il vento Spingendo i personaggi cl. cl. 3 e e Goldoni ins. ins. E.De Biasi Tolgo le eliche, tengo il perno

Dettagli

Messaggi chiave L acqua presente sulla Terra è sempre la stessa

Messaggi chiave L acqua presente sulla Terra è sempre la stessa Messaggi chiave L acqua presente sulla Terra è sempre la stessa e si muove secondo un percorso, detto ciclo dell acqua, attivato dall energia del sole. L acqua del mare, riscaldata dal calore del sole,

Dettagli

Che cosa è la materia?

Che cosa è la materia? Che cosa è la materia? Tutti gli oggetti e le sostanze che ci stanno intorno sono costituite da materia. Ma che cosa è la materia? Il banco, la cattedra occupano uno spazio nell aula a causa del loro volume,

Dettagli

SEMPLICEMENTE ACQUA. Museo Scienze Naturali Bergamo

SEMPLICEMENTE ACQUA. Museo Scienze Naturali Bergamo SEMPLICEMENTE ACQUA Museo Scienze Naturali Bergamo L ACIDITA Prendete i contenitori riempiti con varie sostanze di uso comune e provate a metterli in fila a partire dalla sostanza secondo voi più acida

Dettagli

vari contenitori di capacità 1 l tarati un litro d acqua dentro una bacinella

vari contenitori di capacità 1 l tarati un litro d acqua dentro una bacinella di Beatrice MATERIALI: vari contenitori di capacità 1 l tarati un litro d acqua dentro una bacinella Verso l acqua della bacinella in vari contenitori. La travaso ogni volta. OSSERVAZIONI: L acqua nel

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G.MARITI Corso della Repubblica, 125 Fauglia (PI) LABORATORI DEI SAPERI SCIENTIFICI 2013-2014 DIARIO DEL GRUPPO

ISTITUTO COMPRENSIVO G.MARITI Corso della Repubblica, 125 Fauglia (PI) LABORATORI DEI SAPERI SCIENTIFICI 2013-2014 DIARIO DEL GRUPPO ISTITUTO COMPRENSIVO G.MARITI Corso della Repubblica, 125 Fauglia (PI) LABORATORI DEI SAPERI SCIENTIFICI 2013-2014 SCUOLA: Secondaria di I grado Benci " Santa Luce CLASSE/SEZIONE :1 F INSEGNANTE: ORLANDINI

Dettagli

Temperatura uguale calore?

Temperatura uguale calore? SCIENZE La Materia Ti sarà capitato qualche volta di toccare un oggetto e di sentirlo caldo. Che cosa hai pensato della sua temperatura? Se ci pensi, nel linguaggio comune temperatura e calore sono termini

Dettagli

Acido citrico: come usarlo e perche' preferirlo all'aceto nelle p...

Acido citrico: come usarlo e perche' preferirlo all'aceto nelle p... greenme.it Acido citrico: come usarlo e perche' preferirlo all'aceto nelle pulizie Marta Albè L'acido citrico è un ingrediente multiuso per le pulizie ecologiche. Vi servirà come ammorbidente e disincrostante

Dettagli

bicchieri di varia dimensione con un beccuccio per facilitare i travasi.

bicchieri di varia dimensione con un beccuccio per facilitare i travasi. Per contenere, prelevare e travasare liquidi e altre sostanze è indispensabile utilizzare strumenti di vetro che consentono un facile controllo visivo, si puliscono facilmente e non si corrodono. Per i

Dettagli

Saldare e' semplice. ecco come fare. Andie Nordgren (adattamento a fumetto) Jeff Keyzer (Layout e editing) di: Mitch Altman

Saldare e' semplice. ecco come fare. Andie Nordgren (adattamento a fumetto) Jeff Keyzer (Layout e editing) di: Mitch Altman Saldare e' semplice ecco come fare di: Mitch Altman (il saggio della saldatura) Andie Nordgren (adattamento a fumetto) Jeff Keyzer (Layout e editing) scarica questo fumetto e condividilo con i tuoi amici

Dettagli

Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere.

Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere. 3 scienze L ACQUA Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere. L acqua si trova nel mare, nel lago, nel fiume. mare lago fiume Gli uomini bevono l acqua potabile. acqua potabile

Dettagli

PCB Homemade. 21 maggio 2010

PCB Homemade. 21 maggio 2010 PCB Homemade Alain Jody Corso Andrea Giacomin 21 maggio 2010 Sommario Questa guida vuole trattare dei semplici passi che portano alla realizzazione di un circuito stampato, in arte PCB, senza l ausilio

Dettagli

CAMBIO LIQUIDO E PULIZIA CIRCUITO DI RAFFREDDAMENTO: by Antsrp

CAMBIO LIQUIDO E PULIZIA CIRCUITO DI RAFFREDDAMENTO: by Antsrp CAMBIO LIQUIDO E PULIZIA CIRCUITO DI RAFFREDDAMENTO: by Antsrp In questa guida viene spiegato come sostituire il liquido refrigerante del circuito di raffreddamento della Ibiza (anche se il procedimento

Dettagli

SCIENZE. Le scienze e il metodo sperimentale, la materia e le sue proprietà. Le scienze e il metodo sperimentale 01.1

SCIENZE. Le scienze e il metodo sperimentale, la materia e le sue proprietà. Le scienze e il metodo sperimentale 01.1 il testo: 01.1 sperimentale Le scienze studiano i fenomeni della natura (fenomeni naturali). Spesso noi osserviamo la natura e ci chiediamo perché avvengono certi fenomeni. Ad esempio, ti sarà capitato

Dettagli

OSSERVARE UNA ECLISSI DI SOLE

OSSERVARE UNA ECLISSI DI SOLE Gruppo M1 - Astrofili Castiglionesi Castiglione dei Pepoli (Bologna) email: info@gruppo.it web: www.gruppom1.it OSSERVARE UNA ECLISSI DI SOLE Immagine artistica della geometria di una eclissi di Sole.

Dettagli

ATTREZZATURA DI LABORATORIO

ATTREZZATURA DI LABORATORIO ATTREZZATURA DI LABORATORIO IN GENERALE RICORDIAMO CHE 1) il vetro pyrex non reagisce chimicamente con altre sostanze tranne che con l acido fluoridrico se riscaldato non si spacca 2) gli strumenti in

Dettagli

LA MONTAGNA NELLA SCUOLA - 6 MARZO 2001 L'ARIA. schede di lavoro a cura di Marica Perini - Dipartimento di Fisica di Trento

LA MONTAGNA NELLA SCUOLA - 6 MARZO 2001 L'ARIA. schede di lavoro a cura di Marica Perini - Dipartimento di Fisica di Trento LA MONTAGNA NELLA SCUOLA - 6 MARZO 2001 L'ARIA schede di lavoro a cura di Marica Perini - Dipartimento di Fisica di Trento Di seguito sono presentati alcuni esperimenti realizzabili con materiale povero

Dettagli

La teleferica dilatazione termica lineare

La teleferica dilatazione termica lineare La teleferica dilatazione termica lineare Una teleferica di montagna è costituita da un cavo di acciaio (λ = 1,2 10-5 K -1 ) di lunghezza 5,4 km. D'estate, la temperatura del cavo può passare dai 5 gradi

Dettagli

AROMA 1500 DIGIT O R Q P T S B D E J. Fig.1 Fig.2 Fig.3. Fig.4 Fig.5 Fig.6. Fig.7 ITALIANO

AROMA 1500 DIGIT O R Q P T S B D E J. Fig.1 Fig.2 Fig.3. Fig.4 Fig.5 Fig.6. Fig.7 ITALIANO AROMA 1500 DIGIT K B D E J L J1 M A O R Q N U V P T S C F G I Fig.1 Fig.2 Fig.3 6 3 Fig.4 Fig.5 Fig.6 Fig.7 LEGENDA A) Coperchio raccoglitore B) Raccoglitore C) Caldaia D) Filtro a disco E) Guarnizione

Dettagli

ITALIANO Espresso 2000

ITALIANO Espresso 2000 9 2 3 6 4 5 12 7 8 11 13 10 1 15 16 17 14 ITALIANO Espresso 2000 1) Interruttore generale 2) Spia ON: macchina accesa 3) Spia mancanza acqua 4) Interruttore erogazione caffè 5) Interruttore preparazione

Dettagli

PASSIONE IN CUCINA. presenta. dolci DI CARNEVALE

PASSIONE IN CUCINA. presenta. dolci DI CARNEVALE PASSIONE IN CUCINA presenta dolci DI CARNEVALE Krapfen 250g. di farina 00 250g. di farina manitoba 60g. di burro 1 uovo 35g. di zucchero 10g. di lievito di birra secco, oppure 40g. di quello fresco vanillina

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA STATALE FERRUCCIO PARRI PINEROLO CLASSI 3 A- 3 B A.S. 2009/2010 IL LIBRO DELL ACQUA. 1 parte

SCUOLA PRIMARIA STATALE FERRUCCIO PARRI PINEROLO CLASSI 3 A- 3 B A.S. 2009/2010 IL LIBRO DELL ACQUA. 1 parte SCUOLA PRIMARIA STATALE FERRUCCIO PARRI PINEROLO CLASSI 3 A- 3 B A.S. 2009/2010 IL LIBRO DELL ACQUA 1 parte Mercoledì 17 febbraio 2010 Mercoledì 17 febbraio 2010 ATTIVITÀ CON L ACQUA n.1 Ci siamo divisi

Dettagli

I PANNELLI DA APPENDERE NELLA SCUOLA. a.depadova@gmail.com www.benessereinternolordo.net

I PANNELLI DA APPENDERE NELLA SCUOLA. a.depadova@gmail.com www.benessereinternolordo.net I PANNELLI DA APPENDERE NELLA SCUOLA Compra prodotti alla spina Chiedi a tua nonna come si faceva a portare a casa la spesa quando non c'erano le confezioni di plastica. Convinci la mamma a comprare latte,

Dettagli

La cura del vostro Pianoforte Kawai

La cura del vostro Pianoforte Kawai La cura del vostro Pianoforte Kawai La cura del vostro pianoforte Kawai Ogni singolo pianoforte KAWAI è stato costruito con la massima attenzione e dedizione da provetti artigiani. Solo avendone la giusta

Dettagli

BBQ a Carbone Istruzioni di montaggio OL2404

BBQ a Carbone Istruzioni di montaggio OL2404 BBQ a Carbone Istruzioni di montaggio OL2404 Visione Esplosa Parti Fornite Prima di montare il BBQ, assicurati che i pezzi corrispondano a quelli elencati nella lista. Prenditi un momento per familiarizzare

Dettagli

Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio

Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio Un catetere può migliorare la vostra salute e qualità di vita. Siccome sappiamo che potrebbe richiedere un bel po di adattamento, abbiamo

Dettagli

FLEPY E L ACQUA. Testo e idea: Wilfried Vandaele Illustrazioni: Tini Bauters Traduzione: Stefania Calicchia

FLEPY E L ACQUA. Testo e idea: Wilfried Vandaele Illustrazioni: Tini Bauters Traduzione: Stefania Calicchia FLEPY E L ACQUA Testo e idea: Wilfried Vandaele Illustrazioni: Tini Bauters Traduzione: Stefania Calicchia A G E N Z I A P E R L A P R O T E Z I O N E D E L L A M B I E N T E E P E R I S E R V I Z I T

Dettagli

In copertina: istockphoto / Mark Wragg; istockphoto / Martina Pavlova

In copertina: istockphoto / Mark Wragg; istockphoto / Martina Pavlova Copertina di Dada Effe - Torino In copertina: istockphoto / Mark Wragg; istockphoto / Martina Pavlova 2012 Edizioni L Età dell Acquario Edizioni L Età dell Acquario è un marchio di Lindau s.r.l. Lindau

Dettagli

REGOLAMENTO DEI LABORATORI SCIENTIFICI

REGOLAMENTO DEI LABORATORI SCIENTIFICI 1 di 7 REGOLAMENTO DEI LABORATORI SCIENTIFICI I laboratori dovranno essere lasciati chiusi a chiave. Dispongono di una chiave personale: gli Insegnanti di Scienze l Assistente. Copie della chiavi sono

Dettagli

Ceramizzante. tutta la linea SottoSopra. Sanitari Piastrelle. Sotto Sopra il camaleonte di casa. Libretto di istruzioni. IT95K www.sottosopra.

Ceramizzante. tutta la linea SottoSopra. Sanitari Piastrelle. Sotto Sopra il camaleonte di casa. Libretto di istruzioni. IT95K www.sottosopra. tutta la linea SottoSopra TM Sotto Sopra il camaleonte di casa paints Ceramizzante Sanitari Piastrelle Colore per Interni Pareti e Mobili Vetrificante Resina di ancoraggio e finitura interno/esterno Libretto

Dettagli

Espresso 3000 - Cod. M0S04159 - Edizione 1H10

Espresso 3000 - Cod. M0S04159 - Edizione 1H10 10 2 3 6 4 5 15 8 7 9 14 16 11 12 1 13 18 17 19 20 Espresso 3000 - Cod. M0S04159 - Edizione 1H10 ITALIANO Espresso 3000 1) Interruttore generale 2) Spia ON: macchina accesa 3) Spia mancanza acqua 4) Interruttore

Dettagli

MATERIALI: -pentola con acqua -cucchiaio di ferro e di legno

MATERIALI: -pentola con acqua -cucchiaio di ferro e di legno PROPAGAZIONE DEL CALORE CONDUZIONE CONVEZIONE IRRAGGIAMENTO EFFETTI DEL CALORE DILATAZIONE TERMICA nei SOLIDI CAMBIAMENTI DI STATO CUBICA LINEARE nei LIQUIDI nei GAS di Davide M. MATERIALI: -pentola con

Dettagli

Attenzione: Non diluire o mescolare Reviver con nessun altro prodotto! Questo può limitare le prestazioni e danneggiare la vs. auto.

Attenzione: Non diluire o mescolare Reviver con nessun altro prodotto! Questo può limitare le prestazioni e danneggiare la vs. auto. Soft Top Reviver Attenzione: Non diluire o mescolare Reviver con nessun altro prodotto! Questo può limitare le prestazioni e danneggiare la vs. auto. 1. Assicuratevi che la capote sia asciutta e pulita

Dettagli

Veniamo al dunque, per prima cosa recuperiamo il materiale necessario:

Veniamo al dunque, per prima cosa recuperiamo il materiale necessario: Probabilmente questo problema è stato già affrontato da altri, ma volevo portare la mia esperienza diretta, riguardo alla realizzazione di un alimentatore per il caricabatterie 12 volt, ottenuto trasformando

Dettagli

ALL ABITACOLO - ISTALLAZIONE DELLE LUCI DI CORTESIA NEGLI - ILLUMINAZIONE DEL CATARIFRANGENTE - ISTALLAZIONE DI UNA LUCE DI CORTESIA INTERNA

ALL ABITACOLO - ISTALLAZIONE DELLE LUCI DI CORTESIA NEGLI - ILLUMINAZIONE DEL CATARIFRANGENTE - ISTALLAZIONE DI UNA LUCE DI CORTESIA INTERNA - ISTALLAZIONE DELLE LUCI DI CORTESIA NEGLI - ILLUMINAZIONE DEL CATARIFRANGENTE - ISTALLAZIONE DI UNA LUCE DI CORTESIA INTERNA ALL ABITACOLO Introduzione: Salve a tutti, quella che vedete è la guida che

Dettagli

Istruzioni per la trasformazione di cerchitradizionali in cerchi tubeless

Istruzioni per la trasformazione di cerchitradizionali in cerchi tubeless Istruzioni per la trasformazione di cerchitradizionali in cerchi tubeless Di cosa ho bisogno per cominciare? Ruota per mountain bike o ciclocross con copertura Kit di conversione Stan's NoTubes Occhiali

Dettagli

Vetrificante. tutta la linea SottoSopra. Sanitari Mobili Elettrodomestici. Sotto Sopra il camaleonte di casa. Libretto di istruzioni

Vetrificante. tutta la linea SottoSopra. Sanitari Mobili Elettrodomestici. Sotto Sopra il camaleonte di casa. Libretto di istruzioni tutta la linea SottoSopra Colore per Interni Pareti e Mobili TM Sotto Sopra il camaleonte di casa paints Vetrificante Sanitari Mobili Elettrodomestici Resina di finitura per interni Libretto di istruzioni

Dettagli

ATTIVITÀ L ACQUA ESERCITA UNA FORZA

ATTIVITÀ L ACQUA ESERCITA UNA FORZA ATTIVITÀ L ACQUA ESERCITA UNA FORZA Obiettivi Gli oggetti galleggiano perché l acqua esercita su di essi una spinta: la spinta di Archimede. Difficoltà Difficile Tempo di esecuzione 1 ora Elenco materiali

Dettagli

Istruzioni per l uso Ferro da stiro a vapore. n art. 7177.198 19. 80

Istruzioni per l uso Ferro da stiro a vapore. n art. 7177.198 19. 80 Istruzioni per l uso Ferro da stiro a vapore n art. 7177.198 19. 80 Gentile cliente, Legga attentamente le presenti istruzioni d uso prima di allacciare l apparecchio alla corrente elettrica. Eviterà così

Dettagli

Kit didattico Edvotek: la Tecnica del DNA fingerprinting

Kit didattico Edvotek: la Tecnica del DNA fingerprinting International pbi S.p.A. Milano Copyright pbi MARZO 2003 Kit didattico Edvotek: la Tecnica del DNA fingerprinting Introduzione L analisi del profilo di restrizione del DNA, detto anche DNA fingerprinting,

Dettagli

H 2 O srl Sede Operativa: Via Enrico Medi, 14 00149 Roma Via del Bel Poggio, 375 00143 Roma Capitale Sociale 10.000 tel. 06 5010699 fax 06 5000386

H 2 O srl Sede Operativa: Via Enrico Medi, 14 00149 Roma Via del Bel Poggio, 375 00143 Roma Capitale Sociale 10.000 tel. 06 5010699 fax 06 5000386 PROCEDURA DI SANIFICAZIONE EROGATORE ALLACCIATO ALLA RETE IDRICA CON SISTEMA EVERPURE MATERIALE NECESSARIO Liquido detergente (alimentare), per la pulizia esterna dell erogatore (es: Cif) Liquido disincrostante

Dettagli

Scheda di presentazione dei percorsi tematici GIOCHI ED ESPERIMENTI CON L ACQUA

Scheda di presentazione dei percorsi tematici GIOCHI ED ESPERIMENTI CON L ACQUA PREMESSA: L insegnante Angela Gentile ha aderito al Piano ISS ed ha coinvolto i propri alunni di prima classe sezione c in giochi ed esperimenti sull acqua. Un valido contributo alla realizzazione degli

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

Note sull esperienza Misura di g versione 1, Francesco, 7/05/2010

Note sull esperienza Misura di g versione 1, Francesco, 7/05/2010 Note sull esperienza Misura di g versione 1, Francesco, 7/05/010 L esperienza, basata sullo studio di una molla a spirale in condizioni di equilibrio e di oscillazione, ha diversi scopi e finalità, tra

Dettagli

L acqua e i cinque sensi

L acqua e i cinque sensi L acqua e i cinque sensi Scuola dell infanzia di via Mazzini Comprensivo 2 Grosseto Anno scolastico 2012/13 Lorini Adina, Vitulli Barbara, Violi Carmen, Pingitire Luigina, Figuccio Irene, Un attività per

Dettagli

I.C. Giovanni Pascoli di Benevento Scuola Secondaria di 1 Grado Classe 1 sez. C. La Tensione superficiale e la Capillarità

I.C. Giovanni Pascoli di Benevento Scuola Secondaria di 1 Grado Classe 1 sez. C. La Tensione superficiale e la Capillarità I.C. Giovanni Pascoli di Benevento Scuola Secondaria di 1 Grado Classe 1 sez. C La Tensione superficiale e la Capillarità La Tensione Superficiale Abbiamo imparato che le molecole d acqua si attraggono

Dettagli

DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO INSTALLAZIONE AVVERTENZA DI SICUREZZA

DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO INSTALLAZIONE AVVERTENZA DI SICUREZZA I Leggere con attenzione questo libretto istruzioni prima di installare ed usare l apparecchio. Solo così potrete ottenere i migliori risultati e la massima sicurezza d uso. DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO

Dettagli

Pavimenti Interni Piastrelle Cemento Legno Marmo Resina di finitura all acqua

Pavimenti Interni Piastrelle Cemento Legno Marmo Resina di finitura all acqua tutta la linea SottoSopra Colore per Interni Pareti e Mobili TM Sotto Sopra il camaleonte di casa paints Pavimenti Interni Piastrelle Cemento Legno Marmo Resina di finitura all acqua Libretto di istruzioni

Dettagli

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI A) Vite di regolazione del minimo. B) Getto MAX C) Getto MIN D) Vite corta coperchio camera del galleggiante E) Vite lunga coperchio camera del galleggiante

Dettagli

Torta di grano saraceno

Torta di grano saraceno Torta di grano saraceno Ricetta originale di Anneliese Kompatscher Ingredienti: 250g burro morbido 250g zucchero 6 uova 250g farina di grano saraceno 250g mandorle macinate 1 bustina di zucchero vanigliato

Dettagli

ACCESSORI FONDAMENTALI PER IL PC

ACCESSORI FONDAMENTALI PER IL PC Smontare un Pc Con questa guida noi di Ipertecnology vogliamo chiarirvi qualsiasi dubbio su come si smonta e rimonta un pc fisso e su come si possono migliorare le prestazioni aggiungendo banchi di memoria

Dettagli

Insieme Riscaldante &Isotermico senza cavo,

Insieme Riscaldante &Isotermico senza cavo, N O V I T À - 3 tipi di legno Wengé Faggio Mogano E S C L U S I V I T À Insieme Riscaldante &Isotermico senza cavo, PER Uso semplicissimo e Efficacità Indice Cucinare senza stress! Mantenere caldo dove

Dettagli

Tutorial: Come fotografare la via lattea

Tutorial: Come fotografare la via lattea Tutorial: Come fotografare la via lattea Chi mi segue da tempo saprà certamente che durante i miei viaggi e le mie escursioni ho dedicato molto tempo nella fotografia di paesaggio e sempre più spesso dedico

Dettagli

MARIA LUISA VASSALLO: Io sono in Brasile dalla metà del duemilauno.

MARIA LUISA VASSALLO: Io sono in Brasile dalla metà del duemilauno. Lezione 7 Intervista con Maria Luisa Vassallo, lettrice del Ministero degli Affari Esteri e docente di Lingua Italiana e traduzione presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Dettagli

Corso di cucina Vegan. Consigli per l utilizzo di latti a base vegetale. Lezione 1: Basi di Cucina Vegan

Corso di cucina Vegan. Consigli per l utilizzo di latti a base vegetale. Lezione 1: Basi di Cucina Vegan Consigli per l utilizzo di latti a base vegetale Latte di soia: come bevanda o per preparazioni dolci e salate (maionese, yogurt, besciamella, creme, salse, dressing sauce, sheese). Latte di riso: più

Dettagli

Artist. NAIL kit di base. Guida all'uso

Artist. NAIL kit di base. Guida all'uso Artist NAIL kit di base Guida all'uso PRECAUZIONI Leggere tutte le istruzioni con attenzione e conservarle per consultazioni successive.! Tenere fuori dalla portata dei bambini. NON usare questo prodotto

Dettagli

Forma Pressione Peso Combustione Aria calda e fredda Volo. A cura del responsabile del laboratorio di scienze Ins.

Forma Pressione Peso Combustione Aria calda e fredda Volo. A cura del responsabile del laboratorio di scienze Ins. Forma Pressione Peso Combustione Aria calda e fredda Volo A cura del responsabile del laboratorio di scienze Ins. Cristina Andrini Dove si trova l'aria? Una vaschetta Acqua Un bicchiere Un foglio di carta

Dettagli

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Relazione sull incontro con Massimo Volante Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Il ciclo della vita di una stella (1) Protostella (2b) Nana bruna (2a) Stella (3) Gigante rossa Sono esaurite le

Dettagli

Alimentatore per TomTom da moto con cavo diretto miniusb

Alimentatore per TomTom da moto con cavo diretto miniusb Alimentatore per TomTom da moto con cavo diretto miniusb Gironzolando in moto ho avuto la necessità diverse volte di avere il TomTom che mi guidasse per la retta via. Nessun problema se il viaggio o l

Dettagli

CON ACE VINCE IL PULITO

CON ACE VINCE IL PULITO Per l igiene profonda sui colorati prova Nuova Ace Gentile Igienizzante. CON ACE VINCE IL PULITO Manuale pratico per la casa e il bucato. Cara Amica, Ace sa quanto sia impegnativa la cura della casa e

Dettagli

STRUMENTI DELL ANALISI CHIMICA

STRUMENTI DELL ANALISI CHIMICA STRUMENTI DELL ANALISI CHIMICA UNITA DI VOLUME L unità fondamentale di volume è il litro (l). Il millilitro (ml) è la millesima parte di un litro ed è largamente usato in tutti i casi in cui il litro è

Dettagli

Nelle etichette devono essere riportati in modo chiaro gli ingredienti e la data di scadenza.

Nelle etichette devono essere riportati in modo chiaro gli ingredienti e la data di scadenza. COME SI PRESENTA IL PRODOTTO: Fare attenzione alle alterazioni visibili: il prodotto alterato può cambiare colore, odore, sapore, aspetto può cambiare consistenza o presentare tracce di muffe la confezione

Dettagli

(in teglia) Docente: Nicola SALVATORE Presidente www.pizzabruzzodoc.it

(in teglia) Docente: Nicola SALVATORE Presidente www.pizzabruzzodoc.it (in teglia) Docente: Nicola SALVATORE Presidente www.pizzabruzzodoc.it Molti sono gli appassionati interessati a proporre ai loro amici una pizza fatta con le proprie mani (anche se non sempre con ottimi

Dettagli