Chi era Gabrielle Bossis?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Chi era Gabrielle Bossis?"

Transcript

1 Chi era Gabrielle Bossis? Impossibile rinchiudere in una copertina un personaggio traboccante qual era lei, Gabrielle. La sua vita fu una fioritura ininterrotta, fino alla morte. Bimba timida e introversa, si schiuse presto in una fanciulla amabile e sensibile, che poi sbocciò splendidamente in una giovane donna piena di fascino. Radiosa, conversatrice brillante ma mai banale, eccelleva in tutte le arti femminili del tempo e fu anche un intrepida sportiva, cavallerizza e camminatrice instancabile. Sempre attiva e generosa nelle opere di apostolato parrocchiale, era soprattutto presente dove si soffriva, come quando nel 1917 fu Crocerossina al fronte di Verdun, adorata dai suoi soldati feriti. Rimasta nubile, nonostante le innumerevoli domande di matrimonio, Gabrielle conservò sempre negli anni la sua freschezza e il suo entusiasmo per esperienze nuove: è così che nel 1923, quasi cinquantenne, divenne autrice e attrice di commedie sociali, premiate e rappresentate in Europa e oltre, sulle scene dei Patronati dove il suo slancio contagioso rendeva indimenticabile il suo messaggio. Ma gli strepitosi successi non attutirono mai in Gabrielle il bisogno innato e nascosto fin da piccola di un colloquio intimo con il Signore. Finalmente a 62 anni, su un transatlantico che la portava a recitare in Canada, essa iniziò a intrecciare e ad annotare le sue conversazioni spirituali con una Voce, la Voce di Cristo. Per 14 anni questo suo meraviglioso diario a due voci Lui et moi, Lui e io si dipanò nel più assoluto segreto. Al termine della sua vita, Gabrielle accettò di pubblicarne un antologia poiché la Voce divina aveva vinto la sua riluttanza a diffonderlo dicendole: «E perché no? Io mantengo il mio fuoco in te, non perché tu bruci sola, ma perché tu propaghi l incendio segreto». Lasciamoci dunque incendiare da Lui e Gabrielle. Ne vale la pena.

2 Biografia di Gabrielle Bossis 21 ottobre Nantes, «Era ora che la vita straordinaria di Gabrielle Bossis uscisse dall ombra! È riuscita a trarla alla luce, quasi dal nulla, Lucia Barocchi. La sua charmante e attachante biografia, riscaldata da un antico e quotidiano amore, ci fa sentire Gabrielle così vicina che il folgorante messaggio di lei non può non entrarci nel cuore e restarci.» Patrick de Laubier, Università di Ginevra, dicembre 2005 Soltanto poco tempo prima di morire Gabrielle Bossis aveva confidato al suo confessore, il gesuita padre de Parvillez, la singolare esperienza interiore che essa viveva da quasi 10 anni e gli aveva fatto leggere alcuni piccoli quaderni dove lei annotava via via suoi dialoghi con una Voce che le diceva di essere la Voce di Gesù. Quella lettura emozionò e conquistò il colto sacerdote che subito prese a cuore la stampa di quei manoscritti. Fu per il suo zelo che nel 1949, dopo le drammatiche vicende della guerra, l editore Gabriel Beauchesne pubblicò a Parigi un primo volume antologico di quelle Conversazioni spirituali che la stessa Gabrielle aveva curato e intitolato «Lui et moi» (Lui e io). Questa raccolta uscì priva del nome dell autore, come lei desiderava, ma era valorizzata da tre firme autorevoli, poiché il vescovo di Nantes, monsignor Villepelet, il gesuita Lebreton della Facoltà teologica di Parigi e lo stesso padre de Parvillez ne scrissero le prefazioni sottolineando l ortodossia, la bellezza e il rilevante spessore mistico del diario.

3 Il volumetto si diffuse ad un ritmo sorprendente e in poco tempo fu esaurito. Molti lettori, entusiasti, sollecitarono con insistenza la stampa di nuovi estratti, dichiarando di trovare in quelle pagine un singolare fuoco che li aiutava a mettere Dio al vertice legittimo nei loro pensieri. Questa sbalorditiva accoglienza convinse tutti a proseguire nell impegno: Gabrielle sebbene già gravemente malata curò una nuova scelta di brani da pubblicare in un secondo volume, che uscì postumo nel dicembre del 1950 con la prefazione dell Accademico di Francia, Daniel Rops. Rops svelò finalmente il nome dell anonima scrittrice e ne fece un ritratto vibrante, concludendo: Gabrielle Bossis fu senza dubbio una grande mistica, e gli estratti del suo diario sono il resoconto, quasi la stenografia, di ciò che essa ricevette in un sublime Solo-a-sola con Gesù. I colloqui hanno un suono di pienezza e di semplicità che li assimila ai più autentici capolavori della letteratura spirituale. La pubblicazione integrale del diario Lui e io fu completata da Beauchesne fra il 1951 e il 1957 in sette volumetti che si trovano ancora nelle librerie francesi e sono stati tradotti in varie lingue. Conosciuta l identità di Gabrielle Bossis, molti lettori hanno cercato di trovarne le tracce a Nantes e soprattutto a Le-Fresne dove è sepolta e dove la sua tomba è da allora meta di visitatori di ogni parte del mondo. È quello che abbiamo fatto anche noi, con dentro la passione di scoprire non solo i luoghi ma anche la personalità di lei. Passione che è stata ampiamente ripagata dalle emozioni provate, prima fra tutte (come vedremo poi) l emozione di un dono straordinario: uno dei quaderni di Gabrielle, il decimo, è arrivato nelle nostre mani. Miracolo! È l unico manoscritto finora ritrovato di Lui e io. I frutti delle nostre ricerche, insieme a documenti e brani del bellissimo diario, animano questa Biografia. Gli anni giovanili La famiglia Bossis era originaria della Vandea e doveva la sua ricchezza al mare. Un bisnonno aveva

4 sposato un aristocratica e aveva trasmesso alla famiglia un bel lustro e un bel patrimonio. Il padre di Gabrielle, Augusto, non ebbe quindi altra professione che quella di proprietario, impegnato a custodire i molti beni che possedeva. Era, a detta di tutti, un uomo buono e di profondi sentimenti religiosi. La moglie Clémence, che tutti definivano una santa, guidava con dolcezza il ménage familiare, vegliando sui bambini e sul numeroso personale domestico. Tenera e comprensiva, attingeva la sua saggezza dalla continua preghiera. Io credo affermava il marito ridendo che dica il suo rosario anche a tavola!. Quando nacque Gabrielle Gaby ultima di quattro figli, i Bossis abitavano a Nantes nell arioso viale de Launay al numero 15. Sebbene la madre la circondi di cure e i fratelli maggiori Auguste, Clémence e Marie l amino con protettiva tenerezza, non è facile per la piccina, tanto sensibile, l impatto con la vita. Timida all eccesso, questa fanciullina così la dipinge l amica Madame de Bouchaud si spaventa ai giochi rumorosi, teme le riunioni affollate, piange di continuo! Quante e quante lacrime! Gabrielle, che traverserà mari, deserti e oceani, che avrà tanto ascendente tra gli amici, che animerà tanti gruppi con le sue brillanti iniziative, non ama per il momento che restare appartata nei cantucci della bella casa. Nelle nostre ricerche abbiamo scoperto un testimone preziosissimo della vita di Gabrielle: l album delle fotografie che lei stessa ha ordinato e annotato.

5 Così incontriamo per la prima volta Gaby: la graziosa bambinaia la tiene in braccio, mentre la bimba guarda imbronciata l obiettivo, con gli occhi appannati dalle facili lacrime Dovunque poi, ecco i fratellini Bossis in primo piano. Ma quasi sempre l obiettivo ne coglie soltanto tre. La piccina non c è, o la si intravede appena, sempre qualche passo indietro, sempre pronta a nascondersi La sua straordinaria personalità non è sbocciata. Ma Lui sapeva bene cosa c era in quel bocciolino E tanti, tanti anni dopo le rammenta, come si legge nel diario: «Ti ricordi? Quando eri piccola nelle sere d estate, a Le-Fresne, tu andavi tutta sola sulla terrazza e mi cercavi tra la Loira e le stelle. Dicevi: Vado a pensare. Tu cercavi me e io mi lasciavo prendere» «Ricordi? Eri piccola e mi cercavi, andavi a nasconderti nella camera buia dietro la cucina della nonna; là, in un angolo, c era un grande pagliericcio arrotolato; tu entravi dentro, e quando si diceva: Dov è Gabrielle?, tu tacevi e pensavi: Io sono con il buon Dio». «Ti ricordi? Quando eri piccola avevi scritto sul tuo quaderno: Parlate, Signore, la vostra serva vi ascolta». A sei anni, il pulcino di famiglia fu messo a studiare dalle Dame nere (Dames noires, religiose vestite di nero), le Fedeli Compagne di Gesù. Il bellissimo Collegio, frequentato da allieve benestanti, occupava una grande area nel quartiere dei Bossis. La disciplina era assoluta, gli studi severi. Ma le Dame nere si preoccupavano anche di dare alle fanciulle un educazione con un tocco di classe. Una pronipote di Gabrielle ci ha raccontato che talvolta le suore, per educare le giovanette ad un incedere aristocratico, le facevano camminare con una grande croce dietro le spalle. Viene da sorridere pensando che Gabrielle doveva il suo famoso portamento eretto ed elegante alle volte in cui aveva fatto il piccolo Cireneo a scuola!

6 Ormai il collegio ha cambiato sede, ma l antico nucleo di allora è rimasto tal quale, sotto la coltre romantica dell abbandono: la bella e svettante chiesa neogotica, la galleria vetrata che dava accesso alle aule, le enormi aiole di ortensie cerulee e un parco con grandi cedri spioventi sono ancora là. E ancora là, su quel prato solitario, si erge impressionante e bellissima la bianca statua del Cristo che offre il suo Cuore

7 In questa suggestiva cornice la piccola Gaby si preparò alla Prima Comunione. Ma anche in quel giorno di festa il 10 giugno 1886 la fanciulla restò, come sempre, silenziosa e pensosa. Se ne dette la colpa alla sua solita timidezza. Ma la Voce, anni e anni più tardi, ne svelerà un ben diverso motivo: «Ti ricordi il giorno della tua prima Comunione? Tu non osavi neppure muoverti, tanto eri conscia che io ero dentro di te. Sì, io sono lì!» E nella foto di circostanza, ancora in cornice sul suo tavolino a Le-Fresne, lo vediamo questo sincero raccoglimento, nel visino dolce e attraente, negli occhi chiari sotto l ampio arco delle sopracciglia, nello sguardo limpido e assorto.

8 Nell Istituto, anno dopo anno, si cominciano a scoprire i suoi molteplici doni. Ci fu una Superiora che l amò molto; era inferma e forse anche questo favorì i legami affettuosi con la giovanetta così premurosa con chi soffriva. Superata l adolescenza, Gabrielle non resta ancora a lungo nei cantucci. Da timida e introversa che era, si trasforma ora in una éclatante mademoiselle, gaia e socievole, dalla conversazione vivace e profonda. È questo il primo colpo di scena della sua vita, che sarà ricca di sipari sempre nuovi, sempre sorprendenti. Nel suo album la si vede ora con maggiore frequenza nelle feste, nelle cerimonie o nei viaggi a cui tutta la famiglia partecipa. Eccola, giovanissima, seduta sul tronco di un albero, figurina deliziosa con i folti capelli raccolti in una treccia sotto la paglietta di educanda; ed eccola ventenne, in riva al mare, che incanta come una fanciulla di Monet. E ancora eccola, in tante altre foto di un tempo felice: corse di cavalli, battaglie di fiori, gare di gondole, galà di beneficenza nei parchi

9 Fra i venti e i ventiquattro anni Gabrielle, non riusciva a capire la sua autentica vocazione e fu turbata da lotte intime che un suo confessore, padre francescano, conobbe e forse acuì suggerendole di abbracciare la vita religiosa. A lui sembrava e lo si può ben capire che il riparo di un convento potesse essere la scelta più giusta per quell anima di cui s intravedeva tanta sensibilità. Ma infine essa obbedì ad un impulso interiore che la voleva nel mondo anziché nel chiostro. Tuttavia, l attrattiva per la spiritualità francescana dovette rimanere sempre forte in lei, che divenne Terziaria di San Francesco: con quell abito volle essere sepolta e con questo nome è ricordata sulla tomba. Alle afflizioni di quel periodo giovanile, Gabrielle accennerà soltanto una volta nel diario, molti anni dopo: Mi si credeva lieta e leggera nella mia gioventù, ed era invece il momento in cui provavo le più grandi pene dell anima Finché giunse il tempo del primo dolore: nel 1898 il buon papà Bossis muore. La dolce catena degli affetti familiari si spezza per la prima volta. Gaby ha ventiquattro anni; con la madre e la sorella Clémence, delicata di salute, soggiornerà a lungo

10 sulla Costa. L intimità più stretta con le due care persone e la vivacità allettante della società internazionale che esse frequentano, aiutano la fanciulla a sbocciare splendidamente. Le fa da guida Clémence che ha interessi e gusti simili ai suoi, coltiva rapporti e corrispondenza con amici importanti, ama tutte le cose belle e spirituali. E Gabrielle si lancia nella vita. È troppo viva per rimanere fuori dal mondo, troppo attraente di dentro e di fuori per restarne ancora ai margini. Straordinariamente dotata per ogni forma d arte, tutto le fu facile: dalla pittura alla musica, alla scultura, al canto, al ricamo, alla danza che le era così congeniale. La sua vitalità si manifestava anche con la pratica di tutti gli sport dell epoca, compresa la bicicletta e l equitazione; sembra che abbia primeggiato in tutto, con l entusiasmo che metteva in ogni cosa. E quante passeggiate a piedi, e di quanti chilometri! Stupirà sempre tutti con il suo passo trionfante, con il brio che non l abbandonerà mai. E il suo aspetto? Gabrielle non possiede la bellezza classica ma ha qualcosa di più. Di più raro e di più avvincente, ha la bellezza indefinibile che si chiama charme. Incanta. È alta, snella, armoniosa. Ha tratti signorili e spirituali. Ha l arte di allietare. La sua indole dinamica si traduce ammirevolmente nel gesto e nel portamento. Di intelligenza rapida, capisce e agisce prima che altri abbiano pensato. E perciò, la santa pazienza è una virtù che deve continuamente invocare! E la sua vita sentimentale? Certo, attraente com era, Gaby non passò mai inosservata. I pretendenti alla sua mano furono molti non solo nel fiorire della sua gioventù ma anche nel suo sfiorire. E il suo cuore? È mai stato conquistato? A risponderci c è soltanto l amica de Bouchaud che racconta: Si parlava del più e del meno un giorno in famiglia; qualcuno di casa allora si divertì a scavare nel passato di Gaby, per sapere da lei se aveva dei rimpianti per qualche pretendente respinto, se ne aveva pianto, se Gabrielle rideva a tutte queste domande, e con la solita franchezza rispose: Oh, fra quelli che avrei potuto sposare ce n è stato uno o due forse Ma non è andata. Sì, ne ho pianto per due ore!. Una delle pronipoti ha precisato, sorridendo al ricordo: Zia Gaby aveva ricevuto molte proposte di matrimonio ma diceva di averle tutte rifiutate, sentendo che non era la sua strada. Zia Gaby era più dotata per la musica e il teatro Il ménage le importava poco, per la verità. In quegli anni Gabrielle, pur sempre fedele ai suoi principi morali e mai frivola, fu quasi conquistata dalla vita di società. Quante volte la Voce dovrà trattenerla dalle distrazioni del mondo, quante volte le chiederà di non tornare mondana Dopo alcune visite che mi avevano trattenuta per tutta una giornata, Lui mi disse: «Se tu ridiventassi mondana, non penseresti più a me». Soltanto una volta, in un bellissimo dialogo, Gabrielle si difese da questi miti rimproveri di Cristo;

11 quando un giorno Lui con mestizia la esortò: «Non lasciarmi mai Non dovremmo, noi, essere sempre l una per l altro?» Lei dolcemente protestò: Signore, ma non è stato sempre così dal giorno della mia prima Comunione?. Il nuovo secolo porta a Gabrielle nuove lacerazioni. La sua vita a tre con la madre e la sorella ha fine. Nel 1908 muore la mamma e nel 1912 le viene a mancare anche l amata Clémence. Ma restata sola Gaby, che ormai ha superato i trentacinque anni e ha lasciato il calore della sua prima casa per trasferirsi nel palazzo accanto (numero 17) ereditato, non si chiuderà in se stessa. Anzi, cercherà coraggiosamente di fecondare la solitudine con interessi e impegni più generosi di prima. Ora Gabrielle lavora regolarmente nel laboratorio di arredi liturgici per le Missioni, che aiuta anche in modo concreto con notevoli contributi. Insegna regolarmente catechismo e partecipa alle varie iniziative parrocchiali a Nantes e a Le-Fresne. Prende il diploma di infermiera ed è crocerossina di guerra durante il conflitto mondiale del , prima negli ospedali della sua regione, poi al fronte. Dovunque, il suo servizio è apprezzato per l intelligenza, la prontezza e la carica di simpatia umana con cui essa lo svolge. Pare che i suoi soldati l adorassero; ed è a loro, ai suoi cari feriti, che essa ha dedicato la più nitida e attraente fotografia dell album: Gaby, crocerossina a Verdun, a quarantadue anni!

12 Durante la guerra un nuovo lutto la colpisce: Jean, il suo nipote prediletto, muore da eroe nel cielo di Verdun. È un dolore così forte che lei non poteva neppure parlarne. Tuttavia Gaby resta socievole, intrattiene molte relazioni, rivolge le sue premure a parenti piccoli e grandi. Con i redditi delle belle proprietà ereditate dai genitori fa omaggi, offerte, elemosine, specialmente alle sue due parrocchie, Nantes e Le-Fresne. Una Messa è celebrata ogni giorno nel palazzo del viale de Launay. Al Fresne si sente sempre più appagata per la vita semplice e raccolta che si conduce in quella residenza familiare. Le-Fresne-sur-Loire è un incantevole luogo di villeggiatura a circa sessanta chilometri da Nantes.

13 I Bossis, proprietari di un antico monastero trasformato in un accogliente dimora, vi passavano i mesi estivi. Gaby l adorava e aveva decorato con estro porte e pareti del salottino d ingresso.

14 Il signorile villino si allinea in un filare di altre case, affacciate su di una via silenziosa che le separa dai rispettivi giardini sulla Loira, cullati dal grande fiume che ne lambisce gli alti argini murati a terrazza. È questa, appunto, la terrazza familiare, il terrapieno alberato e fiorito dove si trascorre al fresco buona parte della giornata, si prende il tè, la colazione e la merenda, si legge, si ricama, si ricevono gli amici. Qui Gabrielle coltiva i suoi fiori, inventa ghirlande di rose, gode i trilli degli uccelli, la fantasia delle nuvole, il raccoglimento più soave Qui ascolta il silenzio: una nipote ci ha detto che spesso, al Fresne, zia Gaby interrompeva un gioco o un discorso, per dire ai piccoli: Sssh! Ascoltate il silenzio!. Qui ritrova, in una cornice rimasta sempre uguale, i ricordi della sua adolescenza. Qui, ormai anziana, scambierà con Lui, con la sua Voce, i colloqui più indimenticabili. L esperienza teatrale

15 Gabrielle ha quasi cinquant anni. Un nuovo sipario si apre su un nuovo, splendido atto della sua esistenza. Con il privilegio di una prolungata giovinezza, Gabrielle fiorisce. L impulso a una nuova esperienza le fu dato in maniera imprevista dal curato di Le-Fresne, don Olive, un sacerdote illuminato che la conosceva fin da fanciulla e che aveva curato la sua crescita spirituale. Già molti anni prima don Olive l aveva spronata: Andate al largo!. Poi, nel 1923, le dice a bruciapelo: Le commedie che volevo far recitare alle giovani della parrocchia sono ridicole, assurde. Fatemene una voi. Gabrielle, disponibile come sempre, ci prova. Scrive e interpreta lei stessa, recitando con le giovani parrocchiane, una fresca operetta morale: Le charme (Il fascino). La trama, abile e commovente, cerca di persuadere le giovani a non farsi abbagliare dal fascino delle grandi città, dove non troverebbero che delusioni e miserie, e a non sradicarsi dal fascino del loro ambiente semplice ma puro. La recita conquista tutto il teatro. Don Olive, conquistato a sua volta, organizza allora molte repliche e invia l improvvisata troupe in altre parrocchie dove l accoglienza è altrettanto entusiastica. Fu come uno spontaneo tam-tam da teatro a teatro. La missione di Gabrielle era cominciata, prendeva il largo. Per anni Mademoiselle Bossis passa di palcoscenico in palcoscenico mentre inventa sempre nuovi testi teatrali: in circa tredici anni, compose tredici commedie in tre atti e quattordici scenette o balletti, che chiudevano in festa le serate di beneficenza. In tutti i testi c era sempre un personaggio di spicco che si confaceva alla sua età, al prestigio della sua figura. Non si deve pensare che Gabrielle bamboleggiasse in ruoli di giovanetta. Tutt altro. Ora si ritagliava la parte di una vecchia zitella, ora quella di una mendicante che sfamava una nidiata di marmocchi straccioni, e così via. Erano ruoli che le consentivano, circondata da fanciulli, di regalare all uditorio la sua allegria ma soprattutto i suoi messaggi morali e spirituali. Per un dono innato di attrice, un gusto originale, una grazia al tempo stesso riservata e suggestiva, Gabrielle divenne presto una stella. Gioiosa e travolgente, si prodigava in fantasie spassose, in mille invenzioni esilaranti. Nei ruoli commoventi, poi, era addirittura splendida. Sempre persuasiva, essa ha seminato il Bene dovunque ha recitato, ambasciatrice itinerante del Signore, comédienne du bon Dieu, come lei si definiva. Quanti contatti fra anima e anima ha annodato così, con le persone che l accolgono nelle sue tournées, con l uditorio che l applaude, con le giovani attrici che istruisce durante le soste, con i religiosi che incontra! Il suo nome diviene presto famoso in Francia e ben oltre. Per anni e anni, fino alla vigilia della morte, Gabrielle va di tournée in tournée, sempre con lo stesso entusiasmo. È il tempo degli Oratori Le fotografie del suo album, ora, sono come un filmato della sua instancabile vita di palcoscenico: primadonna in mezzo a giovani attori naïf. La cosa meravigliosa in quest avventura umana non è soltanto il fatto che lei sia diventata, a quell età, attrice celebrata ma che abbia avuto anche l estro della regia, utilizzando localmente gruppi di giovanette impreparate e realizzando spettacoli convincenti in cui tutti si divertivano, spettatori e

16 attori. I successi furono sempre strepitosi; anche gli esperti furono incantati dalla sua grazia. Un giorno, un famoso regista le domandò ammirato: Mademoiselle, il vostro riso che mette in allegria un intera sala, è un riso imparato o un riso naturale?. E Gabrielle, scoppiando magnificamente a ridere rispose: Monsieur, io non ho che un riso, ed è questo!. Nel 1929, Gaby era a Parigi per una recita di beneficenza. Padre de Parvillez, che poi sarebbe divenuto un amico prezioso, la vide sulla scena e le scrisse lodandola. Grazie, Padre mio gli rispose lei con schiettezza ho avuto un gran piacere a leggervi, perché anch io credo che la mia missione sulla terra è quella di dare gioia; e voi lo confermate con tanta benevolenza per la vostra povera attrice. Intanto, la fortuna teatrale della prima commedia di Gabrielle attira l attenzione di una casa editrice specializzata in testi destinati a oratori e patronati: Le charme viene pubblicato e ottiene un successo editoriale. D ora in poi tutti i lavori di lei vengono subito stampati e diffusi. Mademoiselle Bossis è ormai una celebre scrittrice, oltre che una nota attrice. I suoi testi circolano ovunque con il suo nome e indirizzo. Si comprende così per quali canali la popolarità di lei si sia estesa a tanti Paesi, anche i più lontani, dove si richiedeva la sua presenza come attrice, regista, scenografa, costumista

17 Ogni operetta brillava non soltanto per il soggetto, permeato di riflessioni spirituali, ma anche per il dialogo vivace, naturale, senza affettazione o pedanteria. Gabrielle aveva intuito che si dovevano

18 portare alla luce le verità quotidiane della gente; perciò i protagonisti delle sue opere teatrali non erano i fortunati della Belle Époque, erano gli eroi della strada, squattrinati ma ricchi nell anima. Con quasi vent anni di anticipo, insomma, Gabrielle promuoveva il Neorealismo! Tuttavia le sue motivazioni erano assolutamente estranee ad ambizioni letterarie; essa mirava soltanto all apostolato, ad elevare le anime catturandole. Padre de Parvillez ben comprendeva le aspirazioni di Gabrielle e, come molti altri autorevoli religiosi, la elogiò in una bella premessa: Voi piacete, Mademoiselle, e non soltanto a quelli che ridono o piangono ascoltando le vostre eroine; voi piacete all uditorio invisibile per il quale, dice la Scrittura, ciascuno di noi è uno spettacolo: uditorio composto da Dio e dagli Angeli, uditorio il cui applauso vale più di tutti i premi letterari del mondo e che sarà un giorno, dopo molto lavoro, la vostra ricompensa definitiva. Per meritare l applauso di tale uditorio, Gabrielle non risparmiava sacrifici: non solo prodigandosi sulla scena, ma organizzando da sola tutti i viaggi, sostenendo le spese delle continue e costose tournées, confezionando lei stessa tutti i costumi e trascinandoli con sé in pesanti valigie. Sfogliando l album con le tante fotografie che Gabrielle ha incollato in questo tempo, ci pare che un po di clima mondano vi faccia capolino ancora, specialmente in quelle di propaganda teatrale ma, subito dopo, ecco le istantanee che colgono l altro volto di Gabrielle: un automobile immensa e zeppa di gente a Lourdes, dove lei organizzava gli annuali pellegrinaggi; un barcone sulla Loira, dove portava in gita la gente semplice di quei luoghi; la sua terrazza a Le-Fresne, con una nidiata di fanciulle che le si stringono intorno

19 Ciononostante, la vera Gabrielle non era conosciuta. Vedendola partire tanto spesso per le sue grandi e piccole tournées racconta un amica la gente del posto la invidiava, ha guardato soltanto alle apparenze. Era una signora, era elegante, vestiva spesso di bianco. Alcuni dicevano che ne aveva fatto il voto. Portava sempre un cappello a larga tesa e le camicette démodées, con il collettino rigido sottogola. Era un attrice famosa, un personaggio originale. Si pensava che tutto le fosse facile e non fosse frutto di virtù. Si credeva, insomma, che quella vita errabonda le piacesse più di una vita nascosta, di raccoglimento. Pochi compresero allora che la vita pubblica di Gabrielle non era una scelta, era un servizio comandato. Ma Lui invece sapeva e più tardi, in un colloquio del 15 dicembre 1949, le dice: «Ti ricordi la parola d ordine che il tuo confessore ti aveva dato quando eri giovane? Andate al largo!. E tu sei andata al di là delle frontiere, all altro capo della terra perché era per me! Il mare, la strada, l aria, il tempo erano per me! Poiché tu eri la mia figliolina in servizio comandato». «Le tue sofferenze passate si perdono nella tua memoria ma restano fruttuose davanti a me. Tu hai già dimenticato le fatiche dei viaggi, le noie del clima, la sete dei deserti, gli esili lontani, i lenti ritorni, le lunghe paure, il forte coraggio, i momenti di debolezza. Ricordati che tu mi hai tutto offerto e che io ho tutto conservato».

20 L esperienza mistica A sessantadue anni, dopo circa tredici anni di apostolato sul palcoscenico, una nuova luce investe Gabrielle. È l inizio di Lui e io, il suo diario spirituale, il vertice della sua vita: tutto il passato è stato un ascesa verso questo vertice. È il 1936, Mademoiselle Bossis accetta di organizzare un avventurosa tournée in Canada, sul transatlantico Ile-de-France. Il dolce far niente che l attende durante la traversata la invita a fissare in un diario le sue impressioni. I suoi appunti sono rapidi come foto istantanee; vi si ritrova tutta la freschezza della sua natura, il suo gusto per le cose belle, la sua attitudine a cogliere il pittoresco. Ed è qui, nella città natante dell Île-de-France, nei saloni rutilanti di luci che piovono sulle coppie equivoche, le donne truccate, le vecchie ossigenate, i prelati romani, le suorine con la fronte fasciata di lino, i camerieri affannati a servire liquori, è qui sul ponte spazzato dal vento o presso un pianoforte che diffonde le note dei valzer viennesi e si trasforma in altare per le Messe celebrate all alba, è qui che si intrecciano i primi stupendi dialoghi fra Lui e Gabrielle. C è una suggestiva foto di Gabrielle in questa lunga traversata: la vediamo a bordo, tutta sola, appoggiata al parapetto del transatlantico, contro la scia sull oceano, il suo quaderno in mano forse il suo racconto di viaggio (v. Lui et moi, Beauchesne, volume V).

21 Ne riportiamo qui alcuni stralci per far gustare la vivacità del testo e soprattutto la tenerezza di quei primi colloqui mistici. Tournée in Canada, 21 agosto 4 novembre 1936: 21 agosto. Partenza per l America sull Ile-de-France, prima classe declassata. Che lusso questo battello! Allora, mettiamoci all unisono e facciamo lusso di bontà. È mezzogiorno e trenta: comincio ad avere una fame terribile Signore, Vi ricordate della Vostra fame sul mar di Tiberiade? Sono le quattro, è l ora del tè sul ponte. Un signore mi fotografa e sua moglie viene a chiedergli che cosa fa!22 agosto. Prova della cintura di salvataggio. Con le nostre tre pareti stagne, impiegheremmo sei ore a naufragare, il tempo di confessarci e di cantare un cantico, indossando il vestito più bello per andare incontro allo Sposo. Io metterò il mio lungo abito azzurro, a lamine argentate, intonato all oceano. Durante il concerto, gli offrivo in fascio i suoni, l armonia e la dolcezza che ne uscivano. Lui mi ha detto, come una volta a Le-Fresne: «Mia fogliolina». 23 agosto. Messa nel salone dei turisti. Si è preparato un altare sul pianoforte. Pensavo ai gabbiani, agli aerei che vengono a posarsi sui piroscafi. Lui: «Questa volta è il Cristo». Dicevo in mezzo al tormentoso rollìo: Sapete bene che tutto è per Voi, allora non ve lo dico. Lui: «Devi dirmelo perché amo ascoltarlo. Dimmelo spesso. Quando sai che qualcuno ti ama, sei contenta di sentirtelo dire».

22 27 agosto. Terra! Agitazione. Sorrisi. Come sono graziose queste coste boscose! Com è grazioso un albero! Si vorrebbe abbracciarlo. Passo la notte in treno, sul sedile imbottito di velluto. Non si può sdraiarsi; il corridoio è in mezzo. La compagna che mi aveva reso un buon servizio insegnandomi a dormire sulla mia valigia mi lascia alla stazione di Montreal. Che fortuna sentire il francese! 3 settembre. Barriera di Christ River. Che buona accoglienza presso il Gran Capo indiano, che veste il suo gran costume di penne d avvoltoio che gli scende alle calcagna, e i pantaloni di cuoio ricamati di perle e inghirlandati da strisce di lana! Dice alla moglie in lingua Cri: «Regala dei guanti alla signora francese». E la donna dagli occhietti maliziosi mi offre, il più gentilmente possibile, splendidi guanti in pelle vera, a perle azzurre e rosse: ne sono stupita..! 8 settembre. C è festa solenne. Esposizione del SS. Sacramento e distribuzione dei premi per i lavori esposti a Calgary e a Edmonton. Allora, insegno alle mie piccole selvagge il balletto delle Bambole meccaniche, in inglese e in lingua Cri. Io canto in francese Le giovani indigene sono riluttanti a muoversi sulla scena e si coprono il viso vergognandosi, benché io spieghi loro che sono bambole di legno e di cartone! Ma davanti ai boccoli biondi delle parrucche restano estasiate. Vorrebbero che sulla loro mascherina mettessi degli occhi azzurri ma non ne ho nella mia valigia! Alla fine, è stato un successo folle! E le indianine dal forte odor di muschio mi regalano sorrisi con occhi semichiusi, e vanno a raggiungere i compagni e le compagne che aspettano i premi I piccoli giocano nel loro parco. La luna piena dolcemente esce dall estremità della terra. Io penso a quella mia Loira, laggiù all esilio di cui si soffre da missionari, e i miei occhi si inumidiscono 9 settembre. Si riparte. Ascolto l ultima messa qui. La cappella, dove è Lui, è accanto alla mia camera. Ogni volta che passo gli sorrido ed Egli mi dice: «Sorridi a tutti. Unirò una grazia al tuo sorriso». Egli approfitta d una cosa tanto piccola nel suo grande amore! Ah! se potessi rinunciare interamente alla mia volontà, e fare tutto unicamente per amore di Dio: quale rapidità di perfezione!. Lui: «Dove è il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore». 3 ottobre. Winnipeg. Lui: «Chiudimi nel tuo cuore con un segno di croce, come dietro due sbarre». 4 ottobre. Montreal. «Quando non ti raccogli, è a me che tu manchi». 25 ottobre. Festa di Cristo Re. Questa mattina, alla messa delle sette, il curato Boulier mi ha consacrata a Dio, deponendo il mio povero voto sul lino, sotto l Ostia. Gli dicevo: Mi do a Te, con tutta la mia vita. Prega, appari, parla, ama al mio posto, nel mio

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Chi era Gabrielle Bossis?

Chi era Gabrielle Bossis? Chi era Gabrielle Bossis? Impossibile rinchiudere in una copertina un personaggio traboccante qual era lei, Gabrielle. La sua vita fu una fioritura ininterrotta, fino alla morte. Bimba timida e introversa,

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore I. B 3 Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore 1 2 Preghiera per un bimbo appena nato Signore, ci hai dato la gioia di un figlio:

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Giornata internazionale della Donna

Giornata internazionale della Donna Giornata internazionale della Donna ( venerdì 8 marzo 2013 ) «Tutto ciò che si fa alla Natura, si fa alle donne, e tutto ciò che si fa alla donne, si fa alla Natura. La donna e la Natura sono un tutt uno.»

Dettagli

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry I NONNI Obiettivo: riconoscere il sentimento che ci lega ai nonni. Attività: ascolto e comprensione di racconti, conversazioni guidate. Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry Quando Roberto

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Anzitutto voglio dare il mio saluto cordiale ed affettuoso a questa cara comunità di Gorle che già mi accoglie da diversi anni, quindi esprimo la mia riconoscenza

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO INSEGNAMENTO IL MIO CUORE CANTA LE TUE LODI a cura di Carlo Arditi, Responsabile del Servizio Musica e Canto Nel preparare questa condivisione mi sono accorto che, pur non avendolo fatto apposta, anche

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

L AZIONE DI DIFFUSIONE

L AZIONE DI DIFFUSIONE L AZIONE DI DIFFUSIONE 28 Messaggio, 4 marzo 1951 La volontà del Figlio Vedo una luce intensa e odo: Eccomi di nuovo. Attraverso la luce vedo la Signora. Dice: Guarda bene e ascolta quello che ho da dirti.

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

ANNIVERSARIO IN ARRIVO?

ANNIVERSARIO IN ARRIVO? ANNIVERSARIO IN ARRIVO? Scopri chi può aiutarti a sorprenderla! 1 CON QUESTA GUIDA SCOPRIRAI: > Perché festeggiare un anniversario di nozze > Quali sono le coppie più felici > I momenti che ricorderai

Dettagli

Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi

Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi LABORATORI PER L APPRENDIMENTO DELLA LINGUA ITAIANA E INTEGRAZIONE SOCIALE PER RAGAZZI STRANIERI (PROG.

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI Ricordami Sempre 7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI FORMATI 9 x 13 cm APERTO 9 x 13 cm CHIUSO FORMATI FORMATI 10 x 15 cm APERTO FORMATI 10 x 15 cm CHIUSO ARTE 001_AR 002_AR 003_AR ARTE 004_AR ARTE

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE. Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE. Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo «La crisi adolescenziale non lo è più di quanto non lo sia il parto; è

Dettagli

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia.

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Questo - in ordine cronologico - l ultimo appuntamento organizzato dall Istituto Comprensivo

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio

Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio X Forum Internazionale dei Giovani - Rocca di Papa (Roma), 24-28 marzo 2010 Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio Fabian Lair, Austria PREMESSA Viviamo in un mondo in cui tutto

Dettagli

Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II

Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II Canto Guida: Questo pomeriggio siamo qui, davanti a Gesù e davanti

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Parlare in famiglia Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Perché è importante? IMPORTANZA DEL DIALOGO IN FAMIGLIA stili educativi: autoritario, democratico,

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

LA PATERNITÀ NASCE COL NEONATO?

LA PATERNITÀ NASCE COL NEONATO? LA PATERNITÀ NASCE COL NEONATO? Convegno IRIS Non c è 2 senza 3 - Milano, 8 febbraio 2010 Alberto Pellai, Medico PhD, Psicoterapeuta dell Età Evolutiva Dipartimento di Sanità Pubblica Facoltà di Medicina

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

La Musica nel grembo

La Musica nel grembo La Musica nel grembo Un concerto di beneficenza per le mamme del mali martedì 16 giugno alle ore 20.30 Villa foscarini Rossi - stra Un evento organizzato da: Programma I bambini piccoli, compresi i neonati,

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Apro gli occhi e mi accorgo si essere sdraiata su un letto. [ ] La prima cosa che mi viene in mente di chiedere è come mi chiamo e quanti anni ho. È

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce.

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. Consiglio Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. La mia famiglia Federico ci presenta la sua famiglia. Guarda il disegno e completa con i nomi della famiglia.

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana Via Aurelia, 796-00165 Roma - Italia www.caritasitaliana.it Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana PRIMA SETTIMANA di Avvento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI. Anno Scolastico 2012/2013

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI. Anno Scolastico 2012/2013 ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI Anno Scolastico 2012/2013 Classe 4^ B PREFAZIONE UNA GRANDE AMICIZIA Questo giornalino è nato dall idea di mettere insieme

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

Antonella Bomboi UN AMORE NASCOSTO

Antonella Bomboi UN AMORE NASCOSTO Un amore nascosto Antonella Bomboi UN AMORE NASCOSTO racconto A Mario, per ringraziarlo di avermi fatto scoprire cos'è l'amore. s ei e trenta in punto: lo squillo della sveglia non poteva essere che

Dettagli

collezione 2013 la guida al tuo stile STILI

collezione 2013 la guida al tuo stile STILI collezione 2013 la guida al tuo stile STILI gli stili di gran classe Gli album di matrimonio Celebra trasformano i giorni più importanti della vita in un oggetto prezioso, da conservare per sempre. Il

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli