Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1 A ROMA NASCE IL CONSIGLIO REGIONALE PAN EUROPEO (PERC) DA LISBONA A VLADIVOSTOK 87 SEDI IN TUTTO IL CONTINENTE EUROPEO Centosettanta rappresentanti di 87 sindacati nazionali (metà della affiliazione alla Confederazione Sindacale Internazionale) provenienti da 57 Paesi, di sono riuniti a Roma il 19 marzo per dare vita al Perc, il Consiglio regionale pan-europeo, la nuova struttura sindacale che avrà il compito di operare da un capo all altro del continente. Una scelta sindacale anticipatrice è stata definita, in grado di cogliere opportunità e necessità di un mondo che genera cambiamenti esponenziali. In coincidenza con il 50 anniversario della firma del Trattato di Roma, i sindacati europei (Etuc-Ces) scelgono Roma quale sede dell'assemblea fondante del nuovo Consiglio regionale pan-europeo della Confederazione internazionale dei sindacati. Un'evoluzione che vede entrare nell'organizzazione con sede a Bruxelles, non solo tutti inuovi Stati membri dell'unione europea, ma anche Russia e i Paesi dei Balcani. In tutto sono circa 85 milioni i lavoratori iscritti al sindacato e rappresentati a livello internazionale. John Monks, attuale segretario generale della Ces, assumerà anche la guida del Perc, mentre Mikhail Shmakov, presidente dei sindacati russi, e' stato scelto come presidente del Consiglio. ''Un nuovo emozionante inizio -ha detto Monks- per il sindacalismo europeo: il Perc farà presto sentire la sua voce''. ''Il Perc è detto in una nota dei sindacati europei- funzionerà per promuovere le strategie, le priorità e le politiche della Ces e cercherà di contribuire all'evoluzione sociale, al consolidamento della democrazia e al rispetto dei diritti umani e dei lavoratori. La promozione delle azioni del sindacato e la rappresentanza degli interessi dei lavoratori, con il rinforzo del movimento e della cooperazione bilaterale e multilaterale, saranno gli obiettivi centrali del Consiglio''. Oltre alle organizzazioni affiliate attualmente alla CES, fanno quindi parte del Perc anche organizzazioni sindacali provenienti da un piu' vasto orizzonte geografico che va dalla Russia, alla Svizzera, dai Balcani al Vaticano. "Tra gli obiettivi del PERC quelli di promuovere e sostenere - ha dichiarato Guy Ryder, Segretario generale della Confederazione internazionale dei sindacati i diritti dei lavoratori e uguali standard sociali nel continente, in una stagione in cui la globalizzazione impone nuovi cambiamenti anche ai sindacati. Il PERC - ha aggiunto Guy Ryder - rafforzera' la presenza delle Organizzazioni sindacali in tutti i Paesi interessati". "Il PERC e' un nuovo e decisivo punto di partenza per tutto il sindacalismo europeo ha confermato John Monks. Nel dibattito sono intervenuti: Knezevic Ana UATUC Croatia, Andrzej Adarnczyk Solidanosc Poland, Aleksandr Yaroshuk BKDP Belairus, Goergen Viviane LCGB Luxemburg, Yves Veyrier FO France, Proenca Joao UGT-P Portugal, Claude Rolin ACV-CSC Belgium, Zoe Lanara GSEE Greece, Haxhi Arifi BSPK UNMIK, Oleksandr Yurkin FPU Ukraine, Zaguirre Manuel USO Spain, Sture Nordth TCO Sweden, Mario Sepi ECOSOC Italia, Harri Taliga EAKL Estonia, Plamen Dimitrov KNSB Bulgaria, Diomides Diomidous DEOK Cyprus, Wanja Lundby-Wedlin Lo - Sweden. pagina uno

2 L elezione degli organismi dirigenti L assemblea ha quindi eletto i suoi organismi: nel Comitato Esecutivo sono stati eletti 10 rappresentanti italiani (5 rappresentanti effettivi e 5 membri deputati). In rappresentanza della Cgil entrano nel Comitato Esecutivo Guglielmo Epifani e Giacomo Barbieri, membri effettivi, Nicola Nicolosi e Antonio Morandi membri supplenti. John Monks, Segretario generale della Confederazione Europea dei Sindacati, è stato nominato Segretario generale e Mikhail Shmakov, Presidente della Federazione sindacale russa è eletto Presidente del Consiglio Regionale Pan-europeo. Vicepresidenti sono stati eletti Andzrej Adamczyk (Polonia) Wania Ludby Wedin (Svezia) ed Ana Knezevic (Croazia). (A.M.) I Paesi membri del Perc Il Consiglio Regionale Pan - europeo è costituito dalle organizzazioni sindacati nazionali e confederazioni affiliate alla CSI dei seguenti Stati: Albania; Andorra; Armenia; Austria; Azerbaijan; Bielorussia; Belgio; Bosnia Herzegovina; Bulgaria; Croazia; Cyprus; Repubblica Ceca; Danimarca; Estonia; Finlandia; Francia; Georgia; Germania; Grecia; Ungheria; Islanda; Irlanda; Italia; Kazakhstan; Kyrgyzstan; Kosovo; Lettonia; Liechtenstein; Lithuania; Luxembourg; Macedonia; Malta; Moldova; Monaco; Montenegro; Olanda; Norvegia; Polonia; Portogallo; Romania; Russia; San Marino; Serbia; Slovakia; Slovenia; Spagna; Svezia; Svizzera; Tajikistan; Turkia; Turkmenistan; Ukraina; Regno Unito; Uzbekistan; Città del Vaticano. PROGETTO EUROPEO "PORTI AEROPORTI" Buone pratiche per la costruzione del sindacato europeo. E sotto questo titolo che si può ascrivere il progetto Dialogo sociale come strumento per migliorare le condizioni del lavoro nell industria dei porti e degli aeroporti, promosso da diverse organizzazioni sindacali regionali di Italia, Germania, Francia, Spagna, Polonia, precisamente: Cgil, Cisl, Uil Emilia Romagna, Dgb Assia, Cgt e Cfdt Aquitaine, Comisiones Obreras del Pais Valenciano, Nszz Solidarnosc e Opzz di Wielkopolska. Il progetto europeo, cofinanziato dalla Commissione Europea, ha prodotto una ricerca sulla trasformazione dei processi organizzativi e lavorativi nei porti di Ravenna e Valencia e negli aeroporti di Poznan, Bordeaux, Bologna e Francoforte, curata dall Ires Cgil Emilia Romagna. L indagine è stata presentata in una conferenza europea (Ravenna marzo), che ha visto la partecipazione di tutti i partner sindacali e della Ces, delle istituzioni locali e regionali, di rappresentanti dei datori di lavoro e l intervento di Nicola Nicolosi, responsabile del Segretariato Europa Cgil. Pur con le notevoli differenze tra le realtà esaminate, per storia, rilevanza e funzione - si pensi alla straordinaria espansione del porto di Valencia o al ruolo strategico dell aeroporto di Francoforte rispetto a Poznan -, i risultati mettono in luce le forti analogie delle trasformazioni avvenute e in corso. Di qui il grande interesse della ricerca. Nel documento conclusivo della conferenza, i sindacati promotori spiegano in sintesi che le politiche comunitarie varate per incentivare la competitività attraverso le liberalizzazioni, hanno spinto verso la esternalizzazione dei servizi di terra prima forniti dalle società di gestione degli aeroporti (attività di rampa, controllo passeggeri e bagagli) con l effetto di abbassare i costi. E anche nei porti c è stato un cambiamento radicale nella gestione delle funzioni di carico e scarico e sulla intera catena logistica di trasporto pagina due

3 delle merci. Convivono in queste aree grandi imprese specializzate accanto a imprese più piccole e individuali, che spesso assumono la forma dell attività autonoma per coprire situazioni di lavoro subordinato senza regole. Vengono utilizzate le più svariate tipologie dei rapporti di lavoro, il cui ventaglio si è ampliato a dismisura anche a causa delle opportunità contrattuali e legislative introdotte nei diversi paesi negli ultimi decenni. I sindacati lanciano l allarme per le condizioni di lavoro, denunciando il clima generale di concorrenza esasperata e l estrema frantumazione del ciclo lavorativo, che insieme alle differenze originarie di trattamenti per i lavoratori dei vari paesi, producono una competitività fondata sul peggioramento della condizione lavorativa e favoriscono il lavoro nero. Ne conseguono la diffusione del lavoro a termine e precario, la scarsa attività formativa, la diversificazione nei trattamenti salariali e la presenza di retribuzioni molto basse, gli orari e l organizzazione del lavoro in continuo cambiamento senza voce in capitolo dei lavoratori, i rischi più pesanti su salute e sicurezza. Nel documento si riconosce la debolezza della contrattazione collettiva e dell intervento sindacale e si annuncia l impegno dei sindacati promotori del progetto a costruire insieme un intervento contrattuale di dimensione europea. Mayda Guerzoni - Bologna Raccolta delle firme per la petizione europea per servizi pubblici di alta qualità In questi giorni stiamo concludendo la campagna lanciata in tutta Europa dalla Confederazione Europea dei Sindacati per servizi pubblici di alta qualità. Una raccolta di firme per sollecitare la Commissione Europea a emanare una direttiva su di un tema che ha una grande rilevanza per i lavoratori e per tutti i cittadini europei: i servizi pubblici di interesse generale Lanciare una petizione è stata una scelta che in sede di esecutivo è stata appoggiata con forza dalle tre confederazioni italiane: un momento significativo sia per l iniziativa politica della CES, sia per l affermazione di una necessità di dare ai servizi pubblici di interesse generale una forte cornice di regolamentazione che assicuri la continuità della fornitura di servizi e la possibilità di accesso a tutti. Già da qualche settimana è possibile dare l adesione via internet, collegandosi attraverso il banner messo sul portale della Cgil nazionale. Ti chiediamo di aderire personalmente e anche di aiutarci a raccogliere le adesioni alla petizione Agenda di lavoro 2 aprile- Bruxelles CES - Riunione preparatoria gruppo di lavoro migrazione ed inclusione. Partecipa Piero Soldini 3 aprile - Bruxelles "Migrazione e inclusione" Partecipa Piero Soldini 17 aprile - Bruxelles "Commercio" 18 aprile - Bruxelles "Partecipazione dei lavoratori" Partecipa Giulia Barbucci 19 aprile - Bruxelles CES - Seminario "Quale libertà per l'informazione in Europa" Partecipa Antonio Morandi 19 aprile - Varsavia CES - Seminario "Demografia e cambiamento nel mercato del lavoro: una sfida per i sindacati" Partecipa: Ornella Cilona 20 aprile - Bruxelles SDA - Conferenza sui Comitati Aziendali Europei Partecipa Giulia Barbucci 20 aprile - Bruxelles Commissione UE - Conferenza su flexicurity Partecipa Claudio Treves Notiziario del Segretariato Europa della Cgil nazionale Corso Italia Roma Italia tel fax Redazione a cura di: Giulia Barbucci, Monica Ceremigna, Antonio Morandi, Nicola Nicolosi. pagina tre

4 Cinquant'anni di Europa A Siviglia per il rafforzamento dell Europa sociale L Unione Europea compie 50 anni. Il 25 marzo 1957 i rappresentanti di Belgio, Francia, Germania (Ovest), Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, firmavano a Roma un trattato di cooperazione economica. Questo accordo istituiva e disciplinava la Comunità Economica. Si instaurava un mercato comune centrato sulla libera circolazione delle merci, dei capitali, dei servizi e delle persone. Contemporaneamente veniva firmato il Trattato della Comunità Europea dell Energia Atomica (EURATOM), elaborato per unire le esperienze e il sapere dei sei paesi nell uso pacifico dell energia nucleare. Il Trattato entrerà in vigore il 1 gennaio La CEE avrà un significativo sviluppo negli anni 60, segnata da un periodo di forte crescita economica dei paesi membri. In questo decennio ( 62) si introduce la politica agricola comune che metterà sotto controllo la produzione alimentare e unificherà il mercato e la libera circolazione dei prodotti agricoli tra i paesi della CEE; si instaura un mercato protetto dei prodotti importati dai paesi terzi. Nel 68 vengono aboliti i dazi doganali sulle merci di importazione dei sei paesi. Il successo di questa esperienza comunitaria porterà altri paesi a chiedere l adesione. La prima apertura si avrà il 1 gennaio 1973 con l ingresso di Gran Bretagna, Irlanda e Danimarca. L Europa si allarga così a 9 paesi e avvia un percorso politicamente importante che porterà, il 7 e il 10 giugno 1979, i cittadini dei nove paesi ad eleggere, per la prima volta, i membri del Parlamento Europeo. Con questa scelta i cittadini diventano protagonisti e possono essere rappresentati nell istituzione elettiva. Successivamente verrà introdotto il Serpente Monetario Europeo che sarà in nuce l antenato politico della moneta unica europea. L Europa si allargherà ancora, prima con la Grecia (1981) poi con la Spagna e il Portogallo (1986). Negli anni 90 si firmano due trattati che possiamo considerare importanti. Il primo è il Trattato di Maastricht (7 febbraio 1992) che trasforma la Comunità (CEE) in Unione Europea e va considerata una tappa storica, al di là dei principi politici. Definirà norme precise sulla moneta unica e regole economiche rigide per i singoli stati, per poter accedere all UEM (Unione Economica Monetaria). Il secondo è il Trattato di Amsterdam (1 maggio 1999) che pone la basi per rafforzare l identità e il ruolo dell Europa nello scacchiere mondiale, per quanto concerne la divisione internazionale del lavoro, le politiche occupazionali, i diritti dei cittadini europei. Non si può dimenticare che questi due ultimi trattati hanno visto mobilitazioni di centinaia di migliaia di lavoratori, giovani, donne, anziani, che giustamente rivendicano una Europa sociale da contrapporre all Europa delle merci. Nel 1995 Austria, Finlandia, Svezia aderiscono all UE. Il Novecento si chiude con l Europa a 15 Stati. Sarà il nuovo millennio che porterà ulteriori e importanti novità. Il 1 gennaio 2002 entra in circolazione la moneta unica europea, l EURO. Dodici stati la adottano con l esclusione di gran Bretagna, Svezia, e Danimarca. Nel 2004 entrano a far parte dell Unione Europea altri 10 Paesi (Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Ungheria, Cipro e Malta). Gli ultimi ad aderire sono la Bulgaria e la Romania (2007) che portano l Unione Europea a 27 Stati, a circa 500 milioni di cittadini e alla più grande area economica e commerciale del pianeta. Che cosa pensa il movimento sindacale dell Unione Europea? In concomitanza con le celebrazioni del cinquantenario della firma del Trattato di Roma, sulla spinta insistente dei sindacati italiani CGIL, CISL, UIL, la Confederazione Europea dei Sindacati (CES) ha riunito a Roma il Comitato Esecutivo che si è concluso con l incontro con il Capo dello Stato Giorgio Napolitano. La riunione dell Esecutivo ha espresso apprezzamento per le conquiste dell integrazione europea e ha segnalato la pace e la prosperità come cornice per l unificazione. pagina quattro

5 Elemento significativo assume la dimensione sociale e cioè che l Europa non può restare solo l insieme di un disegno macroeconomico, finanziario e monetario. L Europa deve dare corpo, attraverso lo strumento della negoziazione e del dialogo, a un area di progresso sociale ed economico, di cooperazione e democrazia. L UE, ispirata da principi etici e sociali, è impegnata al raggiungimento di livelli alti di protezione sociale, di standard sociali, di sviluppo sostenibile, giustizia sociale e pari opportunità per tutti, e un modello per le altri regioni del mondo. La CES rivendica il ruolo del sindacato e del modello sociale europeo, a partire dall orario di lavoro settimanale più corto che altrove, le vacanze più lunghe, sistemi di protezione sociale migliori, servizi pubblici universali, minori disuguaglianze che nel resto del mondo. L ambizione di un programma di lavoro sulla politica sociale ha costituito l orizzonte su cui sviluppare la produzione politico-legislativa per il compimento dell Europa sociale. Basti pensare alle normative su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, sulle condizioni di lavoro, su uguaglianza di genere e non discriminazione, sul diritto all informazione e alla consultazione, sulla nascita dei Comitati Aziendali Europei (CAE) per la contrattazione nelle società multinazionali. Questo processo positivo di dialogo sociale si è arrestato negli anni 90 con l avanzare delle cultura neoliberista; la dimensione sociale dell Europa è stata trascurata. La CES terrà a Siviglia del 21 al 24 maggio prossimo il proprio congresso. Il Sindacato Europeo si prepara a rilanciare una offensiva per il rafforzamento dell Europa sociale, per la piena e buona occupazione, contro le precarietà e le vecchie e nuove forme di povertà e di esclusione. Quindi un Sindacato Europeo più forte e più efficace nella sua azione e mobilitazione sindacale, che sappia coniugare capacità conflittuale e dialogo sociale. La CES ribadisce l insoddisfazione per il fallimento della strategia di Lisbona, delle scelte politiche in materia di servizi di interesse generale, e del dibattito politico sul Trattato Costituzionale. Sulla Costituzione Europea, si è parlato molto in questi anni. 18 Paesi hanno ratificato il Trattato, altri dovranno decidere, ma due paesi, Francia e Olanda con il referendum hanno bocciato il trattato che istituisce una Costituzione Europea. La CES conferma il suo sostegno ad una costituzione europea che dia piena dignità ai diritti sanciti dalla Carta di Nizza (2000) ed estenda la democrazia e la partecipazione dei cittadini e superi le contraddizioni ed i limiti in materia di politiche sociali dei trattati in vigore. Sono passati due anni e sei mesi dalla firma del Trattato Costituzionale (ottobre 2004): serve un impegno per un suo rilancio. Sotto il semestre di presidenza UE della Germania la signora Merkel, durante i festeggiamenti del 50 Anniversario della firma del Trattato di Roma, ha rilanciato l impegno sull Europa. Con l unificazione europea si è realizzato un sogno delle generazioni che ci hanno preceduto. La nostra storia ci ammonisce a difendere questo patrimonio per le generazioni future. Dobbiamo a tal fine continuare a rinnovare tempestivamente l impostazione politica dell Europa. E in questo spirito che oggi, a 50 anni dalla firma dei trattati di Roma, siamo uniti nell obiettivo di dare all Unione europea entro le elezioni del Parlamento europeo del 2009 una base comune rinnovata. Nicola Nicolosi - Responsabile Segretariato Europa pagina cinque

LA STORIA DELL UNIONE EUROPEA. L INTEGRAZIONE EUROPEA: 50 anni di storia

LA STORIA DELL UNIONE EUROPEA. L INTEGRAZIONE EUROPEA: 50 anni di storia LA STORIA DELL UNIONE EUROPEA L INTEGRAZIONE EUROPEA: 50 anni di storia Che cos è l'unione europea L Ue èun soggetto politico a carattere sovranazionale ed intergovernativo Èformato da 27paesi membri indipendenti

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

Banca e Finanza in Europa

Banca e Finanza in Europa Università degli Studi di Parma Banca e Finanza in Europa Prof. 1 2. EUROPA: PROFILI ISTITUZIONALI Le tappe Le istituzioni La Banca centrale europea 2 2. Europa: profili istituzionali 3 2. Europa: profili

Dettagli

La Carta sociale in breve

La Carta sociale in breve La Carta sociale in breve La Carta sociale europea Un trattato del Consiglio d Europa che protegge i diritti dell uomo 5 La Carta sociale europea (qui di seguito denominata «la Carta») sancisce dei diritti

Dettagli

Gioventù in Azione 2007-2013 2013 Gioventù in Azione è: Un programma a comunitario o per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale e le iniziative locali Opera nel campo dell

Dettagli

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency Gioventù in Azione 2007-2013 2013 Gioventù in Azione è: Un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile

Dettagli

Direzione degli affari europei DAE L Unione europea

Direzione degli affari europei DAE L Unione europea Dipartimento federale degli affari esteri DFAE Direzione degli affari europei DAE L Unione europea Giugno 2015 Contenuto 1. Grandi linee 2. Funzionamento 3. Trattati 4. Organi e istituzioni European Union,

Dettagli

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Unità 1 Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Itinerario 1 Il cammino degli Stati europei 10 Le origini dell Europa 10 Un continente diverso dagli altri 10 L Europa romana e medievale 12 L Impero

Dettagli

Gioventù in Azione 2007-2013

Gioventù in Azione 2007-2013 Gioventù in Azione 2007-2013 Gioventù in Azione Un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile Opera nel

Dettagli

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali Commissione europea 1 EURES Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le

Dettagli

La C arta sociale in breve

La C arta sociale in breve LaCarta in breve sociale La Carta sociale europea Diritti umani, insieme, tutti i giorni La Carta sociale europea (qui di seguito denominata «la Carta») è un trattato del Consiglio d Europa che enuncia

Dettagli

Comunità europea. Le Comunità europee. La Comunità economica europea. Comunità europea - Wikipedia. Unione europea

Comunità europea. Le Comunità europee. La Comunità economica europea. Comunità europea - Wikipedia. Unione europea Pagina 1 di 6 Comunità europea Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. La Comunità europea costituisce il "Primo pilastro" dell'unione europea. La Comunità europea, la più importante delle Comunità europee,

Dettagli

Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche. Circolare n. 28. Roma, 6 febbraio 2015.

Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche. Circolare n. 28. Roma, 6 febbraio 2015. Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche Circolare n. 28 Roma, 6 febbraio 2015 Al Ai Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali

Dettagli

Ci sono tecnologie più evolute per non perdersi.

Ci sono tecnologie più evolute per non perdersi. Ci sono tecnologie più evolute per non perdersi. È il momento di aggiornare il tuo sistema di navigazione Audi. Gamma A7 Sportback. Ciclo combinato: consumo di carburante (l/100 km): 5,1-8,2; emissioni

Dettagli

Convenzione europea sulla soppressione delia legalizzazione di atti compilati dagli agenti diplomatici o consolari

Convenzione europea sulla soppressione delia legalizzazione di atti compilati dagli agenti diplomatici o consolari COUHCI1. OF tub-lpi CONSEll D t LTUPOf t Convenzione europea sulla soppressione delia legalizzazione di atti compilati dagli agenti diplomatici o consolari Londra, 7 giugno 1968 Traduzione ufficiale della

Dettagli

Statistiche matrimonio e divorzio Da Eurostat - Statistics Explained http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php. Dati di maggio 2014.

Statistiche matrimonio e divorzio Da Eurostat - Statistics Explained http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php. Dati di maggio 2014. Statistiche matrimonio e divorzio Da Eurostat - Statistics Explained http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php Dati di maggio 2014. Questo articolo presenta gli sviluppi che hanno avuto

Dettagli

EUROPEAN DIGITAL LANDSCAPE 2014

EUROPEAN DIGITAL LANDSCAPE 2014 we are social EUROPEAN DIGITAL LANDSCAPE ANALISI DI WE ARE SOCIAL DEI PRINCIPALI DATI & STATISTICHE DELLO SCENARIO DIGITAL Wearesocial.it @wearesocialit 1 PAESI ANALIZZATI IN QUESTO REPORT 17 12 28 37

Dettagli

L Unione Europea e le sue istituzioni: un introduzione

L Unione Europea e le sue istituzioni: un introduzione L Unione Europea e le sue istituzioni: un introduzione un po di storia le istituzioni e gli organi dell UE alcune informazioni di base sui paesi membri PAUE 05/06 I / 1 Cronologia dell Unione Europea 1951

Dettagli

NOI E L UNIONE EUROPEA

NOI E L UNIONE EUROPEA VOLUME 1 PAGG. IX-XV MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE NOI E L UNIONE EUROPEA 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: paese... stato... governo...

Dettagli

Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA

Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica CARTE COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI RINNOVABILI TERMICHE ED EFFICIENZA L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA Raffaele Scialdoni

Dettagli

Le Istituzioni dell UE

Le Istituzioni dell UE Le Istituzioni dell UE Il Parlamento europeo 754 Membri del Parlamento Potere legislativo condiviso con il Consiglio Potere di bilancio condiviso con il Consiglio Potere di controllo politico Il Consiglio

Dettagli

Accordo europeo relativo al trasporto internazionale su strada delle merci pericolose (ADR)

Accordo europeo relativo al trasporto internazionale su strada delle merci pericolose (ADR) Traduzione 1 Accordo europeo relativo al trasporto internazionale su strada delle merci pericolose (ADR) 0.741.621 Conchiuso a Ginevra, il 30 settembre 1957 Approvato dall Assemblea federale il 4 dicembre

Dettagli

BANDO ERASMUS+ Mobilità Staff. Personale da Impresa estera A.A. 2015-2016

BANDO ERASMUS+ Mobilità Staff. Personale da Impresa estera A.A. 2015-2016 Prot.9707/a47 del 10.09.2015 Bologna, 10 settembre 2015 BANDO ERASMUS+ Mobilità Staff. Personale da Impresa estera A.A. 2015-2016 SCADENZA: 7 ottobre 2015 - Visto il Regolamento didattico che regola le

Dettagli

Preventivo Stampa CD. Bustina Trasparente : 50 Pezzi = 80,00 Euro Bustina Trasparente : 100 Pezzi = 120,00 Euro

Preventivo Stampa CD. Bustina Trasparente : 50 Pezzi = 80,00 Euro Bustina Trasparente : 100 Pezzi = 120,00 Euro 1 Preventivo Stampa CD Ricordiamo che i prezzi sotto riportati NON comprendono Iva e spese di trasporto. Per maggiori informazioni scrivi una mail al nostro indirizzo : retricaudio@gmail.com, un nostro

Dettagli

posteurop 2005 Emissione comune europea : la gastronomia. aland Andorra francese Andorra spagnola austria azzorre belgio cipro

posteurop 2005 Emissione comune europea : la gastronomia. aland Andorra francese Andorra spagnola austria azzorre belgio cipro 2005 Emissione comune europea : la gastronomia. aland Andorra francese Andorra spagnola austria azzorre belgio cipro Idem proveniente da libretto Europa 306 Seguito emissioni 2005 Cipro turca danimarca

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Tre diversi sistemi per proteggere l innovazione in Europa. Quale adottare?

Tre diversi sistemi per proteggere l innovazione in Europa. Quale adottare? 1 Tre diversi sistemi per proteggere l innovazione in Europa. Quale adottare? Roberto Dini Torino, 13 Maggio 2014 2 Brevetto Unitario e Tribunale Unificato dei Brevetti Regolamento(EU) No. 1257/2012 del

Dettagli

FONIA + ADSL FLAT da 1 a 4 linee PIANI A CONSUMO da 1 a 4 linee

FONIA + ADSL FLAT da 1 a 4 linee PIANI A CONSUMO da 1 a 4 linee FONIA + ADSL FLAT da 1 a 4 linee PIANI A CONSUMO da 1 a 4 linee *NOVITA AREA 1 ITZ FISSI: Andorra, Austria, Belgio, Canada, Danimarca, Finlandia, Germania, Francia, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Monaco,

Dettagli

Youth in Action Programma 2007-2013 EACEA

Youth in Action Programma 2007-2013 EACEA Un programma europeo per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile E lo strumento di attuazione del Libro Bianco sulla gioventù

Dettagli

EURES vi aiuta ad assumere in Europa

EURES vi aiuta ad assumere in Europa EURES vi aiuta ad assumere in Europa Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali Commissione europea 1 EURES vi aiuta ad assumere in Europa State cercando di formare una forza lavoro

Dettagli

Luciano Camagni. Condirettore Generale Credito Valtellinese

Luciano Camagni. Condirettore Generale Credito Valtellinese Luciano Camagni Condirettore Generale Credito Valtellinese LA S PA S PA: area in cui i cittadini, le imprese e gli altri operatori economici sono in grado di eseguire e ricevere, indipendentemente dalla

Dettagli

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio,

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio, Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio per motivi di lavoro studio o vacanza è diventato più semplice grazie alla tessera sanitaria europea

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali UFFICIO STAMPA I CONFERENZA NAZIONALE SULL ALCOL Più salute meno rischi Costruire alleanze per il benessere e la sicurezza SCHEDA ALCOL: L ATTIVITA

Dettagli

ERASMUS+ Presentazione a cura di Lucia Di Cecca Conservatorio di Musica Licinio Refice di Frosinone

ERASMUS+ Presentazione a cura di Lucia Di Cecca Conservatorio di Musica Licinio Refice di Frosinone Presentazione a cura di Lucia Di Cecca Conservatorio di Musica Licinio Refice di Frosinone 1 Erasmus da Rotterdam (1466-1536) Grande umanista olandese Insegnò in numerose università europee Acronimo per

Dettagli

ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE

ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE parte riservata: CODICE data Alla Direzione Patrimonio Immobiliare Appalti Ufficio Acquisti richiedente struttura RITENUTE l inserimento Si chiede cortesemente di provvedere

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA 22.9.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 286/23 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA Invito a presentare proposte Programma Cultura (2007-2013) Implementazione del programma:

Dettagli

Approfondimento su Schengen

Approfondimento su Schengen Approfondimento su Schengen INFORMAZIONI SUL DIRITTO COMUNITARIO INTRODUZIONE Le disposizioni dell accordo di Schengen prevedono l abolizione dei controlli alle frontiere interne degli Stati membri facenti

Dettagli

Glossario dell Unione europea

Glossario dell Unione europea Glossario dell Unione europea Fonte: www.europa.eu Realizzazione e aggiornamenti a cura di: Giulia Vassallo 'Acquis' comunitario L "acquis comunitario" corrisponde alla piattaforma comune di diritti ed

Dettagli

1. I TRATTATI DI PARIGI E DI ROMA

1. I TRATTATI DI PARIGI E DI ROMA 1. I TRATTATI DI PARIGI E DI ROMA 1.1 I TRATTATI DI PARIGI E DI ROMA Nel secondo dopoguerra il problema di un riassetto pacifico del continente europeo si colloca al centro del dibattito politico di tutti

Dettagli

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO Premesso che per effettuare qualsiasi autotrasporto

Dettagli

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05 Tendenze nazionali nel Processo di Bologna Comunicato stampa In occasione della Conferenza dei Ministri dell'istruzione superiore di Bergen

Dettagli

Libera circolazione delle persone e regimi di sicurezza sociale nell ambito dell UE con particolare riguardo ai rapporti di lavoro

Libera circolazione delle persone e regimi di sicurezza sociale nell ambito dell UE con particolare riguardo ai rapporti di lavoro Libera circolazione delle persone e regimi di sicurezza sociale nell ambito dell UE con particolare riguardo ai rapporti di lavoro di Tiziano Argazzi [*] 1. Premessa Quali sono i miei diritti pensionistici

Dettagli

CARTA GIOVANI EUROPEA

CARTA GIOVANI EUROPEA CARTA GIOVANI EUROPEA 2011 CHE COS E? una tessera personale e nominativa rilasciata dall Associazione di promozione sociale Carta Giovani, fondata nel 1991 - unico membro italiano della EYCA - European

Dettagli

IL DIRETTORE DECRETA. Art. 1 Finalità: mobilità per studio e tirocinio

IL DIRETTORE DECRETA. Art. 1 Finalità: mobilità per studio e tirocinio Decreto IMT Rep. 02400(222).V.6.04.07.14 Rep. Albo Online 02401(179).I.7.04.07.14 IL DIRETTORE VISTO lo Statuto di IMT Alti Studi, Lucca (nel seguito denominato IMT o Istituto ), emanato con Decreto Direttoriale

Dettagli

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali Le Convenzioni Internazionali Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali La normativa internazionale in materia di sicurezza sociale Regolamenti comunitari Accordi e Convenzioni Bilaterali

Dettagli

Riconoscimento delle qualifiche professionali comunitarie e non comunitarie Stefania Napoleoni Franca Mancini

Riconoscimento delle qualifiche professionali comunitarie e non comunitarie Stefania Napoleoni Franca Mancini Riconoscimento delle qualifiche professionali comunitarie e non comunitarie Stefania Napoleoni Franca Mancini MINISTERO della GIUSTIZIA Via Arenula, 70 00186 Roma Ufficio III Reparto II Libere professioni

Dettagli

COSME 2014-2020. Fonte GUCE/GUUE L 347/33 del 20/12/2013. Ente Erogatore Commissione europea

COSME 2014-2020. Fonte GUCE/GUUE L 347/33 del 20/12/2013. Ente Erogatore Commissione europea COSME 2014-2020 Titolo Regolamento (UE) N. 1287/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio dell`11 dicembre 2013 che istituisce un programma per la competitività delle imprese e le piccole e le medie

Dettagli

L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi

L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi Stati membri dell Unione europea Paesi candidati I fondatori Idee nuove per un lungo periodo di pace e prosperità Konrad Adenauer Alcide De Gasperi Winston

Dettagli

N.B. : alcuni Stati dell elenco, grazie a successive convenzioni, potrebbero essere esentati dall obbligo di apostille

N.B. : alcuni Stati dell elenco, grazie a successive convenzioni, potrebbero essere esentati dall obbligo di apostille I documenti devono essere: 1) Legalizzati (o apostillati) 2) Scritti o tradotti in lingua italiana 3) Non contrari a norme imperative o di ordine pubblico I documenti e gli atti dello stato civile formati

Dettagli

IL CONCETTO DI SCAMBIO INTERCULTURALE: UNA GRANDE RISORSA.

IL CONCETTO DI SCAMBIO INTERCULTURALE: UNA GRANDE RISORSA. IL CONCETTO DI SCAMBIO INTERCULTURALE: UNA GRANDE RISORSA. COME STUDIARE ALL ESTERO Per studiare all estero, le università italiane, in accordo con i progetti europei e con i trattati internazionali, rendono

Dettagli

Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO

Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO 16 dicembre 2011 Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO Nel biennio 2010-2011, i principali gruppi multinazionali italiani mostrano una significativa

Dettagli

La convenzione tra CONFAPI INDUSTRIA e Cribis D&B è nata per soddisfare le seguenti esigenze:

La convenzione tra CONFAPI INDUSTRIA e Cribis D&B è nata per soddisfare le seguenti esigenze: La convenzione tra CONFAPI INDUSTRIA e Cribis D&B è nata per soddisfare le seguenti esigenze: Report su aziende Italia - Estero Liste marketing Italia - Estero 1. Per le piccole imprese e i professionisti

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea?

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea? L Europa in sintesi Cos è l Unione europea? È europea È un unione = si trova in Europa. = unisce paesi e persone. Guardiamola più da vicino: cosa hanno in comune gli europei? Come si è sviluppata l Unione

Dettagli

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011 Gioventù in Azione 2007-20132013 INIZIATIVE GIOVANI Agenzia Nazionale per i Giovani Priorità ed obiettivi del programma Obiettivi Cittadinanza attiva Solidarietà e tolleranza tra i giovani Comprensione

Dettagli

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: 2020: i fondi a gestione diretta per la cultura EUROPA PER I CITTADINI

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: 2020: i fondi a gestione diretta per la cultura EUROPA PER I CITTADINI Al servizio di gente unica Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-: : i fondi a gestione diretta per la cultura EUROPA PER I CITTADINI EUROPA PER I CITTADINI 2014- Obiettivo generale:

Dettagli

PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS

PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS . p.1/10 Università della Calabria PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS Dr. Antonio Fuduli (Corso di Laurea in Informatica) Dr. Gennaro Infante (Corso di Laurea in Matematica) . p.2/10 Lifelong Learning

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015 LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego Laura Robustini EURES Adviser 04 Marzo 2015 IL LAVORO IN EUROPA EURES promuove la mobilità geografica ed occupazionale sostenendo i

Dettagli

Convenzione europea sull equivalenza dei periodi di studi universitari

Convenzione europea sull equivalenza dei periodi di studi universitari Traduzione 1 Convenzione europea sull equivalenza dei periodi di studi universitari 0.414.31 Conclusa a Parigi il 15 dicembre 1956 Approvata dall Assemblea federale il 6 marzo 1991 2 Istrumento di ratificazione

Dettagli

I sistemi pensionistici

I sistemi pensionistici I sistemi pensionistici nei Paesi membri Comitato Esecutivo FERPA Bruxelles, 24/02/2012 Enrico Limardo Paesi coinvolti nella ricerca Austria Francia Italia UK Spagna Portogallo Germania Romania Belgio

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L E

M G I U S T I Z I A N O R I L E M G I U S T I Z I A N O R I L E Analisi statistica dei dati relativi ai casi di sottrazione internazionale di minori Anno 2012 Roma, 24 gennaio 2013 Dipartimento Giustizia Minorile Ufficio I del Capo Dipartimento

Dettagli

Rendere la Carta giuridicamente vincolante Dichiarazione urgente sulla Carta dei Diritti fondamentali adottata dal XI Congresso della Ces il 24 maggio 2007 La Ces ha appreso con grande preoccupazione l

Dettagli

Città del Vaticano., 23 febbraio 2004. Prot. 1237/2003

Città del Vaticano., 23 febbraio 2004. Prot. 1237/2003 Città del Vaticano., 23 febbraio 2004 Prot. 1237/2003 Ai Signori Rettori e ai Signori Decani delle Facoltà Ecclesiastiche e per conoscenza, ai Signori Rettori delle Università Cattoliche e ai Presidenti

Dettagli

Notizie Europee dal 17 al 29 novembre 2008

Notizie Europee dal 17 al 29 novembre 2008 Commissione Speciale sui Rapporti con l Unione europea e sulle Attività Internazionali della Regione In questa edizione: Notizie Europee dal 17 al 29 novembre 2008 Consumatori: inaugurato un nuovo master

Dettagli

prezzi industriali Di Mauro Novelli 25-9-2013

prezzi industriali Di Mauro Novelli 25-9-2013 Il PuntO n 277 UE 28. Capacità di spesa pro capite (PPS) e prezzi di benzina e gasolio. Una analisi comparata: A) Tra tutti i paesi UE. B) Tra i 5 maggiori paesi UE e C) Tra Lussemburgo e Italia Fonti:

Dettagli

IL CITTADINO COMUNITARIO IN ANAGRAFE

IL CITTADINO COMUNITARIO IN ANAGRAFE IL CITTADINO COMUNITARIO IN ANAGRAFE D.Lgs. 30/2007 1 PAESI MEMBRI DELL UNIONE EUROPEA 1. Austria 2. Belgio 3. Bulgaria 4. Cipro 5. Danimarca 6. Estonia 7. Finlandia 8. Francia 9. Germania 10. Grecia 11.

Dettagli

Breve guida al Parlamento europeo. Elezioni, gruppi e partiti politici italiani

Breve guida al Parlamento europeo. Elezioni, gruppi e partiti politici italiani Breve guida al Parlamento europeo Elezioni, gruppi e partiti politici italiani Introduzione Tra poco più di un mese 450 milioni di cittadini europei saranno chiamati ad eleggere i loro rappresentanti al

Dettagli

Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze

Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze Dal 2007-2013 al 2014-2020 Programmi esistenti fino al LIFELONG LEARNING PROGRAMME Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS

PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS p. 1/10 Università della Calabria PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS Dr. Antonio Fuduli (Corso di Laurea in Informatica) Dr. Gennaro Infante (Corso di Laurea in Matematica) p. 2/10 Lifelong Learning

Dettagli

Una simulazione degli effetti della riforma previdenziale C l o e D ll Aringa Presidente REF Ricerche www.refricerche.it

Una simulazione degli effetti della riforma previdenziale C l o e D ll Aringa Presidente REF Ricerche www.refricerche.it Una simulazione degli effetti della riforma previdenziale Presidente REF Ricerche www.refricerche.it Un analisi fondata su coorti e tempo Età nell anno t: Anno Nascita 2004 2011 2020 1950 54 61 70 1955

Dettagli

Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato

Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato Dott.ssa Rita Sassu ECP Europe for Citizens Point Lucca, 25 febbraio 2012 Anno Europeo del Volontariato Volontariato: Libera scelta Libera

Dettagli

2 ASSEMBLEA NAZIONALE UILM 12 E 13 MARZO 2012 INTERVENTO DI CHIARA ROMANAZZI RESPONSABILE UFFICIO INTERNAZIONALE UILM

2 ASSEMBLEA NAZIONALE UILM 12 E 13 MARZO 2012 INTERVENTO DI CHIARA ROMANAZZI RESPONSABILE UFFICIO INTERNAZIONALE UILM 2 ASSEMBLEA NAZIONALE UILM 12 E 13 MARZO 2012 INTERVENTO DI CHIARA ROMANAZZI RESPONSABILE UFFICIO INTERNAZIONALE UILM Il 2012 è un anno di particolare importanza per il sindacato europeo e internazionale.

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente L Europa in sintesi L Europa: il nostro continente L Europa è uno dei sette continenti del mondo. Essa si estende dall Oceano Artico a nord al Mare Mediterraneo a sud e dall Oceano Atlantico a ovest fino

Dettagli

La Confederazione Svizzera, di seguito denominata «la Svizzera», da una parte, l Unione europea,

La Confederazione Svizzera, di seguito denominata «la Svizzera», da una parte, l Unione europea, Questo Protocollo III è stato tradotto in lingua italiana ai fini di informazione e non ha validità formale giuridica. Determinante e la versione siglato del Protocollo III in versione francese e inglese.

Dettagli

CONSULTAZIONE SUL TRASFERIMENTO TRANSFRONTALIERO DELLA SEDE SOCIALE - Consultazione della DG MARKT

CONSULTAZIONE SUL TRASFERIMENTO TRANSFRONTALIERO DELLA SEDE SOCIALE - Consultazione della DG MARKT CONSULTAZIONE SUL TRASFERIMENTO TRANSFRONTALIERO DELLA SEDE SOCIALE - Consultazione della DG MARKT Introduzione Avvertenza preliminare: Il documento che segue è stato redatto dai servizi della direzione

Dettagli

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota *

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota * Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina Paese /non richiesto Nota * 1. Austria Visto non richiesto per un soggiorno 2. Afghanistan DP titolari di passaporti diplomatici SP titolari di

Dettagli

AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE. Formazione oltre i confini per crescere insieme

AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE. Formazione oltre i confini per crescere insieme AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE Formazione oltre i confini per crescere insieme SELEZIONE CANDIDATURE PAESE SELEZIONE CANDIDATURE FORMAZIONE FRANCIA 12 3 Formazione Esabac 3 Formazione

Dettagli

Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016

Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016 Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016 Il Programma Erasmus+ permette di vivere esperienze culturali all'estero, di conoscere nuovi sistemi di istruzione superiore e di incontrare giovani di altri

Dettagli

Nuova Appendice I ( approvata dal Comitato Esecutivo il 4 e 5 marzo 2004)

Nuova Appendice I ( approvata dal Comitato Esecutivo il 4 e 5 marzo 2004) Nuova Appendice I ( approvata dal Comitato Esecutivo il 4 e 5 marzo 2004) Lingue: Interpretariato a) Le lingue per le quali si avrà un interpretazione attiva nelle riunioni statutarie e nelle conferenze

Dettagli

Erasmus per giovani imprenditori

Erasmus per giovani imprenditori Erasmus per giovani imprenditori Il nuovo Programma di scambio Europeo É un programma di scambio che offre agli aspiranti imprenditori la possibilità di lavorare a fianco di un imprenditore esperto nel

Dettagli

CAPITOLO 4 IL PROCESSO DI BOLOGNA

CAPITOLO 4 IL PROCESSO DI BOLOGNA CAPITOLO 4 IL PROCESSO DI BOLOGNA Che cosa si indica con il termine Processo di Bologna? Il termine Processo di Bologna indica quel movimento di riforme iniziato nel giugno del 1999 a Bologna, dove i ministri

Dettagli

Corso di Economia italiana

Corso di Economia italiana Corso di Economia italiana AA 2013-2014 Prima parte La nuova Europa Prof. Silvia Nenci silvia.nenci@uniroma3.it 2 28 Stati membri dell'ue Austria (1995) Belgio (1952) Bulgaria (2007) Cipro (2004) Croazia

Dettagli

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.)

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) dott.ssa Cinzia Bricca Direttore Centrale Accertamenti e Controlli Agenzia delle Dogane Milano 25 marzo

Dettagli

Il trattato di Lisbona parte IV La nuova architettura istituzionale europea prevista dal trattato di Lisbona

Il trattato di Lisbona parte IV La nuova architettura istituzionale europea prevista dal trattato di Lisbona Il trattato di Lisbona parte IV La nuova architettura istituzionale europea prevista dal trattato di Lisbona Le nuove istituzioni europee Con l introduzione del trattato di Lisbona e la conseguente soppressione

Dettagli

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue Rapporto annuale 2012 3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, la contrazione della domanda interna nonostante la tenuta di quella estera ha determinato un calo dell

Dettagli

ATTENZIONE: LA PRESENTE SCHEDA RIGUARDA LA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

ATTENZIONE: LA PRESENTE SCHEDA RIGUARDA LA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO ATTENZIONE: LA PRESENTE SCHEDA RIGUARDA LA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO SI PREGA DI LEGGERE LE SEGUENTI ISTRUZIONI CON LA MASSIMA ATTENZIONE Anche per il 2016 è prevista la raccolta di informazioni

Dettagli

Programma di mobilità ERASMUS + PER STUDIO. Rocco S., University of Reading, Inghilterra, a.a. 2014/2015

Programma di mobilità ERASMUS + PER STUDIO. Rocco S., University of Reading, Inghilterra, a.a. 2014/2015 Programma di mobilità ERASMUS + PER STUDIO Rocco S., University of Reading, Inghilterra, a.a. 2014/2015 Quali opportunità con Erasmus+ per studio? Francesca P., Universität zu Köln, Colonia, Germania,

Dettagli

DECISIONE N. 1719/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO DEL CONSIGLIO. Gioventù Azione 2007-2013

DECISIONE N. 1719/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO DEL CONSIGLIO. Gioventù Azione 2007-2013 DECISIONE N. 1719/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO DEL CONSIGLIO Gioventù in Azione 2007-2013 GIOVENTU IN AZIONE 2007 2007-20132013 è un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 anni promuove la mobilità

Dettagli

NEWS/CIRCOLARI/NORMATIVA/INTERPELLI. Ccnl Legno industria: accordo sui contratti a termine, somministrazione e apprendistato

NEWS/CIRCOLARI/NORMATIVA/INTERPELLI. Ccnl Legno industria: accordo sui contratti a termine, somministrazione e apprendistato Roma, 13 febbraio 2015 Alle ASSOCIAZIONI ADERENTI LORO SEDI OGGETTO: NEWSLETTER GIUSLAVORISTICA NEWS/CIRCOLARI/NORMATIVA/INTERPELLI Ccnl Legno industria: accordo sui contratti a termine, somministrazione

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 Cod. Fiscale e P. IVA 02573090236 Accredited - Agréé U.O.C. SERVIZIO CONVENZIONI Via G. Murari

Dettagli

MARKETING. Vi proponiamo gli indirizzi giusti per il Vs. Direct Marketing

MARKETING. Vi proponiamo gli indirizzi giusti per il Vs. Direct Marketing MARKETING Provvediamo allo sviluppo dei vostri affari Vi proponiamo gli indirizzi giusti per il Vs. Direct Marketing Nel Direct Marketing, è fondamentale avere l indirizzo di un impresa solvibile, presupposto

Dettagli

Anno 2012, nuovi investimenti 2013-2014 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO

Anno 2012, nuovi investimenti 2013-2014 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO 15 dicembre 2014 Anno 2012, nuovi investimenti 2013-2014 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO Nel 2012, la presenza delle multinazionali italiane all estero

Dettagli

Cosa è il Volontariato?

Cosa è il Volontariato? VOLONTARIATO Cosa è il Volontariato? Attività all'interno di una organizzazione strutturata Aree di intervento: ambiente, arte, cultura, conservazione del patrimonio culturale, disabilità, disagio sociale,

Dettagli

INDICE. Premessa... Pag. 1. Nota informativa...» 5. Trattato che adotta una Costituzione per l Europa...» 11

INDICE. Premessa... Pag. 1. Nota informativa...» 5. Trattato che adotta una Costituzione per l Europa...» 11 Premessa... Pag. 1 Nota informativa...» 5 Trattato che adotta una Costituzione per l Europa...» 11 Preambolo...» 13 Parte I...» 15 Titolo I - Definizione e obiettivi dell Unione...» 15 Titolo II - Diritti

Dettagli

IP/07/584. Bruxelles, 27 avril 2007

IP/07/584. Bruxelles, 27 avril 2007 IP/07/584 Bruxelles, 27 avril 2007 Sicurezza stradale: il programma d azione europeo continua a registrare buoni risultati l obiettivo di salvare 25 000 vite sulle strade d Europa può essere raggiunto

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC

PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC Finalità: Obiettivo generale Migliorare, attraverso la cooperazione interregionale l efficacia dello sviluppo di politiche regionali nelle aree innovative, l economia della

Dettagli

IL PROCESSO DI BOLOGNA

IL PROCESSO DI BOLOGNA IL PROCESSO DI BOLOGNA Il Processo di Bologna è un processo di riforma a carattere europeo che si propone di realizzare lo Spazio Europeo dell'istruzione Superiore. Vi partecipano al momento 47 paesi europei

Dettagli

Il Turismo nell area Euro-Adriatica

Il Turismo nell area Euro-Adriatica Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e dello Ionio Il Turismo nell area Euro-Adriatica In collaborazione con: 1 Il mercato del turismo europeo Fonte: WTO, 2006 2 I numeri dell Euroregione Adriatica

Dettagli

Creditreform Italia Gruppo Creditreform 2011 Company_2011 1

Creditreform Italia Gruppo Creditreform 2011 Company_2011 1 Creditreform Italia 1 Creditreform in Europa Creditreform nata in Germania nel 1879 Servizi di Informazioni Commerciali, Recupero Crediti e Marketing 543.000.000 fatturato totale 170.000 clienti 200 sedi

Dettagli