FONDAZIONE ARTURO PINNA PINTOR Creata nel 1977 Per la Verifica di Qualità delle Cure - Per lo Studio della Medicina Interdisciplinare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FONDAZIONE ARTURO PINNA PINTOR Creata nel 1977 Per la Verifica di Qualità delle Cure - Per lo Studio della Medicina Interdisciplinare"

Transcript

1 FONDAZIONE ARTURO PINNA PINTOR Creata nel 1977 Per la Verifica di Qualità delle Cure - Per lo Studio della Medicina Interdisciplinare ATTIVITA SCIENTIFICA DELLA FONDAZIONE ARTURO PINNA PINTOR Sin dalla sua origine, nel 1977, i progetti di ricerca scientifica della Fondazione sono stati dettati dalle problematiche riscontrate nel corso dell attività assistenziale e gestionale quotidiana. La molteplicità della patologia multispecialistica e frequentemente la criticità dei pazienti ricoverati ha determinato la scelta statutaria iniziale della Fondazione di svolgere ricerche di medicina integrata o interdisciplinare. Merita ricordare, a questo proposito, che nella elaborazione del progetto originario sono stati utilizzati, molto prima di venirne a conoscenza, gli stessi criteri ispiratori di una delle più grandi istituzioni sanitarie degli USA e del mondo, la Cleveland Clinic, che così si possono riassumere: Con il rapido progresso della medicina è impensabile che ciascun medico possa risolvere da solo i problemi intricati. Solo con la collaborazione multispecialistica ciò si può ottenere. Per questo scopo noi abbiamo creato un organizzazione che mette a disposizione di tutti i vantaggi del laboratorio e della consulenza di colleghi con particolari esperienze nelle diverse branche specialistiche. Lo scopo è anche quello di consentire ai giovani colleghi di integrare le loro conoscenze acquisite in ospedale e nelle scuole di medicina. Non a caso fra i primi studi di una ricerca interdisciplinare figura la ricerca su La regolazione del volume intravascolare nell infarto miocardico ( 1 ) in collaborazione tra cardiologi, nefrologi ed endocrinologi, seguita dalla ricerca su L attività reninica plasmatica ed indici renali di risparmio idrico nell IMA non complicato ( 2 ). A breve distanza di tempo figura un altro studio interdisciplinare su L insufficienza respiratoria e sofferenza funzionale del ventricolo sinistro ( 3 ) in collaborazione fra cardiologi e pneumologi. Questi studi, anche se appaiono datati nella metodologia e nei risultati, riguardano tematiche ancora di notevole interesse clinico e fisiopatologico. Via Vespucci TORINO (Italy) - Tel Fax

2 Ricerche dedicate alla verifica di Qualità delle Cure Stimolato dal modello dell industria si inizia con la prima breve comunicazione al Convegno della Fondazione Smith & Kline di Tremezzo del 1987 la serie di studi dedicati alla verifica e revisione della qualità ( 4 ). Dopo pochi anni dall inizio dell attività cardiochirurgica nel 1989 viene pubblicato il primo lavoro su La verifica di qualità in un reparto di cardiochirurgia ( 5 ). Sul tema della verifica di qualità e delle relative metodiche seguirà una serie di studi presentati a Congressi e pubblicati su riviste nazionali ed internazionali ed oggetti di prestigiosi premi. I temi degli studi riguardano gli accertamenti preoperatori per la determinazione del rischio cardiologico in chirurgia generale ( 6 ), presentato al VII Simposio Internazionale dell ISQuA (International Society of Quality Assurance) a Stoccolma nel 1990 e premiato con Travel award ed altri tre studi, anch essi premiati, presentati all VIII Congresso della stessa ISQA a Washington nel 1991 sul controllo di qualità in Cardiochirurgia ( 7 ), in Laboratorio ( 8 ) ed in Risonanza Magnetica ( 9 ) e successivamente al Golden Helix Award nel 1993 e nel 1995 al XII Congresso Internazionale dell ISQA a St. John (Terranova). Nel 2007 il Presidente della Fondazione A. Pinna Pintor è stato chiamato a far parte della giuria del Quality Award, istituito dall Istituto Europeo di Oncologia (IEO). Verifica di qualità degli outcome in cardiochirurgia Il filone di studi sulla verifica di qualità è stato coltivato negli anni successivi e continua tuttora con ricerche finalizzate alla verifica della validità predittiva dei modelli di stratificazione del rischio dei pazienti cardiochirurgici ( 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16 ). A seguito dell esperienza e notorietà acquisite sull argomento nel 1995 verrà assegnato alla Fondazione ed al Sottoscritto l incarico di raccogliere i dati dai Centri Cardiochirurgici Italiani per l elaborazione del modello Euroscore. Il modello Euroscore è stato elaborato per la predizione del rischio di mortalità su una popolazione di pazienti operati di cuore in 9 Nazioni Europee e 115 Centri cardiochirurgici dei quali 23 Italiani. Dopo la sua validazione è divenuto il modello di largo impiego di tutti i Centri cardiochirurgici europei ed è stato adottato dalle Società professionali ed in Italia, recentemente, anche dall Istituto Superiore di Sanità per la valutazione degli outcome in cardiochirurgia (studio by-pass). F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 2

3 La Fondazione ha partecipato alla raccolta dei dati in Italia ed i risultati dello studio multicentrico sono stati presentati ai Congressi della Società Europea di Chirurgia Cardiotoracica e pubblicati nella rivista ufficiale della Società ( 17,18 ). La validità dell Euroscore è stata confrontata con gli altri modelli più noti elaborati negli USA, su una casistica propria di pazienti cardiochirurgici ( 19 ). Recentemente è stata verificata la validità predittiva dell Euroscore non soltanto del rischio di mortalità ma anche dei costi ( 20 ) e della durata della degenza ( 21 ) e della mortalità dopo i 30 gg. ( 22 ). Venti anni di attività cardiochirurgica nella Clinica con circa pazienti operati e numerosi cardiochirurghi hanno ispirato la rassegna sulla evoluzione dei case-mix in cardiochirurgia pubblicata recentemente sulla rivista QA ( 23 ) ed EJCTS. Verifica di Qualità delle cartelle cliniche Le ricerche sulla verifica di qualità si sono sviluppate anche su altri temi come quello sulla compilazione delle cartelle cliniche, condotto in collaborazione con Istituti universitari ed ospedalieri sulla base degli standard della Joint Commission for Accreditation of Hospital (ora Health Care) ( 24,25 ). Qualità della vita negli operati di cuore L attività cardiochirurgica ha offerto l occasione di sviluppare un altro tema: quello sulla Qualità della vita degli operati, studio che continua tuttora. Il primo pionieristico studio è stato presentato all International Meeting on Mental stress as a trigger of cardiovascular event nel 1989 a Veruno ( 26 ) seguito dopo due anni dalla presentazione dei primi risultati al Simposio internazionale sulla Quality of Life after open heart surgery ad Anversa ( 27 ), al Congresso Italiano Heart Brain Interaction ( 28 ) e successivamente, ancora ad Anversa, nel 1994 ( 29 ). I risultati di queste ricerche sono stati pubblicati nella rivista specializzata Quality of Life Research nel 1992 ( 30 ). La ricerca sulla qualità della vita negli operati è stata ulteriormente sviluppata su una più ampia casistica e presentata in altri Congressi internazionali al XI Annual Meeting dell ISTAHC (International Society of Technology Assessment in Health Care) a Stoccolma nel 1995 ( 31 ) ed alla VI Annual Conference of the International Society for Quality of Life Research (ISOQoL) a Barcellona nel 1999 ( 32 ). F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 3

4 La ricerca è tuttora in corso con un nuovo questionario specifico tradotto dall inglese e validato recentemente ed il coinvolgimento di 6 Centri cardiologici e cardiochirurgici italiani. I primi risultati già presentati a Vancouver al 7 th Annual Meeting del 2000 dell ISOQoL ( 33 ) e successivamente a Salonicco nell International Congress on Quality of Life in Clinical Practice nel 2002 ( 34 ), alla 10th Annual Conference ISOQuOL di Praga nel 2003, Nel 2006 al 13th Annual Meeting dell ISOQoL a Lisbona sono stati presentati I risultati dello studio su correlazione tra depressione e malattie cardiache. Ricerche di Cardiologia La creazione di un Dipartimento di Cardiologia e Cardiochirurgia sin dell inizio degli Anni 80 grazie alla frequentazione di Specialisti provenienti da Scuole Europee (Gruppo dell Ospedale St. Antonius di Utrecht e dagli USA (Alfieri) ha consentito anche per i finanziamenti con forma indiretta delle prestazioni allora in atto in Italia una discreta ed anche intensa attività cardiologica interventistica in allora di avanguardia. E stato possibile così raccogliere una consistente casistica di angioplastica coronarica e presentare i risultati delle procedure, in allora innovative, su I risultati immediati ed a medio termine dell angioplastica coronarica sul trattamento di 2-3 vasi (94) presentato nel 1990 alla SIC (Società Italiana di Cardiologia) a Torino e successivamente al Congresso Nazionale di emodinamica nel 1991 ( 35 ). Cessata la cardiologia interventistica, che era in allora consentita dalla immigrazione di pazienti dal Sud d Italia, l attività riprenderà molto intensamente, dal 1997 al 2001, a seguito di contratti con 4 Ospedali; durante questo periodo sono state effettuate n coronarografie e n angioplastiche. Avendo a disposizione questa ampia casistica sono stati possibili studi sia di carattere metodologico e tecnologico su L uso degli stent in coronaropatie multivasali ( 36 ) o su L evoluzione del trattamento dell occlusione totale ( 37 ) o degli Stent HYBRID ( 38 ) e sul Diamond Ink versus Stainless Steel Stent ( 39 ) presentati ai Congressi Nazionali di Emodinamica nel o pubblicati su riviste internazionali Stent nella stenosi della mammaria ( 40 ). Lo svolgimento dell attività cardiologica in Day Hospital e con sistematico trasferimento dalle unità coronariche o dai reparti cardiologici degli Ospedali della Città o della Provincia ha offerto l occasione di verificare i risultati a breve termine sia per la sicurezza delle procedure di trasferimento sia per i costi. Argomenti di grande interesse per l organizzazione dell attività in ospedali privi di sala angiografica: Organizzazione del Servizio di Cardiologia invasiva F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 4

5 diagnostica in un Ospedale non dotato di sala di emodinamica ( 41 ), Sicurezza ed efficacia delle angioplastiche coronariche ad hoc in tre Ospedali torinesi con organizzazione distaccata dell attività interventistica ( 42 ), Attività di cardiologia interventistica in tre ospedali torinesi non dotati di sala di emodinamica ( 43 ). Altri settori di ricerca Nel corso di 20 anni sono state sviluppate ricerche in ambito cardiologico sui metodi diagnostici di analisi spettrale dei toni cardiaci ( 44, 45 ) di elettrocardiografia computerizzata ( 46 ) di medicina preventiva ( 47 ), di appropriatezza organizzativa dell attività cardiologica ( 48, 49, 50 ) e sugli enzimi cardiaci ( 51, 52, 53, 54 ) in collaborazione con Associazioni cardiologiche di aree del territorio. La disponibilità dell R.M., il primo impianto in Piemonte, ha offerto l occasione di produrre numerosi studi prevalentemente nel settore neurologico ( 55, 56, 57, 58, 59, 60, 61, 62, 63, 64, 65, 66, 67, 68, 69 ), osteoarticolare ( 70, 71 ) e vascolare ( 72, 73, 74, 75 ) presentati a Congressi nazionali ed internazionali e pubblicati su riviste specializzate. Una serie di studi è stata condotta su casistica oncologica e ginecologica ( 76, 77, 78, 79, 80 ). Ricerche di Tecnica Ospedaliera La progettazione e sviluppo di impianti innovativi in occasione della ristrutturazione della Clinica dall inizio alla fine degli Anni 70 ha offerto l occasione di presentare, sia in convegni sia in pubblicazioni specializzate alla comunità degli architetti e dei direttori dei nosocomi della Regione e delle autorità sanitarie, i progetti e le loro realizzazioni nei seguenti settori: le comunicazioni in ospedale ( 81 ), gli impianti di condizionamento ( 82 ), i sistemi di pulizia ( 83 ) e l uso della camera a flusso laminare( 84 ). Questi studi sono stati aggiornati dal punto di vista delle soluzioni tecnologiche ed applicative in occasione del rinnovamento totale del primo reparto e presentati nel corso del simposio: Il letto del malato e i suoi dintorni, tenuto il 27/3/2006. Il nuovo reparto risponde infatti non solo ai requisiti della normativa, ciò che è ovvio, ma soprattutto alle esigenze di efficienza, confort e sicurezza individuate da decenni di esperienza collegiale fra tutti quelli che hanno lavorato in Clinica. Ricerche sulla Qualità Percepita in Ostetricia Recentemente, con la Direzione Sanitaria dell Azienda Ospedaliera del S. Anna OIRM abbiamo condotto una ricerca multicentrica con il preciso intento, ai fini del miglioramento F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 5

6 della qualità, di individuare, applicando i principi della qualità percepita, gli aspetti relazionali delle cure in ostetricia, giudicati dalle puerpere molto o moltissimo importanti. La ricerca è stata presentata al Congresso della Società Internazionale per la Qualità (ISQuA) a Londra e ad Asti al Congresso della Sezione Piemontese della SIQuAs-VRQ (ottobre 2006). Lo studio ha messo in evidenza differenze importanti di valutazione degli aspetti delle cure per le pazienti ricoverate in Clinica e quelle dell ospedale pubblico, ciò che nel quadro della percezione della qualità dimostra importanti differenze di valore e di aspettativa in rapporto alla composizione sociodemografica delle puerpere e quindi alla struttura di ricovero prescelta. CONVEGNI, CONFERENZE, CORSI DI AGGIORNAMENTO organizzati dalla Fondazione Arturo Pinna Pintor a Giornata di Tecnica Ospedaliera : Metodologia della progettazione. L impianto di condizionamento. 16 Giugno 1976( 82 ). 2 a Giornata di Tecnica Ospedaliera : Le comunicazioni nei reparti di degenza. 4 Giugno 1977( 81 ). 3 a Giornata di Tecnica Ospedaliera : Il condizionamento dell aria nell ospedale. 13 Maggio 1978( 82 ). 1 Meeting informativo sulla terapia comportamentale Giugno La Cardiopatia ischemica non aterosclerotica. Leachman RD (Baylor University, St.Luke s Episcopal Hospital, Houston-Texas). 13 Settembre Aspetti riabilitativi nel trattamento di pazienti emiplegici. Prof. Giorgio Valobra. 22 Novembre Meeting informativo su : Biofeedback Novembre Corso sulle tecniche di modifica e terapia del comportamento. A cura dell Associazione Italiana di Analisi, Modifica e Terapia del Comportamento per laureati in Psicologia, Pedagogia, Filosofia Sociologia e Medicina ( ). Giornate di Aggiornamento teorico-pratico sulla rianimazione cardiopolmonare per il personale infermieristico in servizio alla Clinica Pinna Pintor Febbraio e Marzo Breve Corso di Aggiornamento per i Tecnici di Laboratorio. Aprile-Maggio-Giugno Prospettive attuali nella terapia del dolore incoercibile. Prof. Alberto Pagni. 10 Gennaio Presentazione della cartella clinica per il carcinoma mammario elaborata dalla FONCAM. 4 Ottobre F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 6

7 4 a Giornata di Tecnica Ospedaliera : La pulizia negli ospedali. 16 Maggio 1981 ( 84 ). Incontri Medici su Argomenti di Terapia : La terapia broncodilatatrice. 9 Maggio 1981 La terapia diuretica. 6 Giugno 1981 Tr attamento chirurgico delle aritmie. O. Alfieri, J. Defawe (St. Antonius Hospital, Utrecht-Olanda). 8 Aprile Human Tumor Markers P. Gold, MU Dianzani, 23 Aprile 1983 Il by-pass aorto-coronarico. Esperienze Europee. O Alfieri, FEE Vermeulen, R De Geest (St. Antonius Hospital, Utrecht), JP Bex (Clinique de la Résidence du Parc, Marsiglia). 11 Giugno Il trattamento chirurgico delle cardiopatie congenite, Problemi generali. O Alfieri (St. Antonius Hospital, Utrecht). 26 Aprile Colonproctologia oggi. FP Rossini, M Delle Piane, M Pescatori, RJ Nicholls. 21 Settembre La terapia dell ipertensione arteriosa oggi. E. Uslenghi. 25 Gennaio I Convegno Nazionale: Verifica di qualita' nella sanita' privata. 19 Gennaio 1988 ( 85 ). Valutazione Rischio Cardiaco In Chirurgia Generale Corso di Informatica per Infermiere Professionali. Organizzato da RIFORMA in collaborazione con CESPI.Torino, Marzo-Aprile 1992 Incontro OSTEOPOROSI ANNI '90 13 Giugno Qualita' Della Vita Del Cardiopatico Operato, ( 86 ). Prospettive recenti in tema di risonanza magnetica Uso del sangue ed emoderivati oggi , in collaborazione con M. Marconi, Centro Trasfusionale ed Immunologia dei Trapianti di Milano. Coloproctology Conferenza di R.J. Nicholls. In collaborazione con UCP-Torino Aortic root disorders involving aortic valve function. Aortic root surgical reconstruction. Simposio organizzato in collaborazione con Cleveland Clinic Foundation ( 87 ) La rettorragia: itinerario diagnostico ottimale e implicazioni terapeutiche. Tavola Rotonda, 25 Settembre 1993 Riunione Interdisciplinare per Progetto "Gruppo Unità Spinale Torinese" Verifica di qualità della cartella clinica. Incontro, Fondazione Arturo Pinna Pintor e Soc. VRQ-Piemonte, 18 Dicembre Corso di Informatica per Infermiere Professionali. Organizzato in collaborazione con CESPI. Marzo-Aprile 1993 Chirurgia Laparoscopica Colorettale. Dr. V.M. Stolfi, Cleveland Clinic Foundation Attualità su Marcatori Biochimici del Danno Miocardico New Trends in PTCA. in collaborazione con Cleveland Clinic Foundation ( 88 ) F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 7

8 Quality Control in Cardiac Surgery in collaborazione con Cleveland Clinic Foundation ( 89 ). 90 anniversario della Clinica Pinna Pintor, simposio di Ginecologia e Perineologia Magnetic Resonance Imaging on Cardiovascular System: from basic research to practical application. 1 Luglio In collaborazione con la Cleveland Clinic Foundation e la Rijks Universiteit Leiden. First Intestinal Anastomotic Workshop. 6-7 Ottobre In collaborazione con il St. Marks Hospital di Londra e l'ucp Torino. Second Intestinal Anastomotic Workshop. In collaborazione con il St. Marks Hospital di Londra e l'ucp Torino Febbraio 1996 Chirurgia Estetica della Faccia 24 Maggio 1996 Third Intestinal Anastomotic Workshop. In collaborazione con il St. Mark s Hospital di Londra e l'ucp-torino. 4-5 Ottobre Fourth Intestinal Anastomotic. In collaborazione con il St. Mark,s Hospital di Londra e l'ucp-torino. Workshop. 28 Febbraio - 1 Marzo 1997 L angioplastica coronarica oggi. 10 Gennaio Fifth Intestinal Anastomotic Workshop. In collaborazione con il St. Mark s Hospital di Londra e l'ucp -Torino Febraio ADVANCED ANASTOMOTIC WORKSHOP. Large Bowel Cancer Ivrea - 28 Marzo, 1998 FIRST RESTENOSIS CYBERSUMMIT 14 Maggio 1998 trasmessa via Internet da The Cleveland Clinic Foundation 2 nd ADVANCED ANASTOMOTIC WORKSHOP. Large Bowel Cancer Sorrento - 26 settembre, 1998 "CORSO DI AGGIORNAMENTO SULL'INCONTINENZA URINARIA E FECALE." Dicembre 1999 "RISK STRATIFICATION IN CARDIAC SURGERY FOR QUALITY ASSURANCE AND ACCREDITATION. Which Outcomes and which Models for Italy 10 Years after Parsonnet?" - 16 Gennaio 1999 "INCONTRO CON LA PRESBIOPIA" - Sabato 27 Febbraio "CONOSCERE LE APPLICAZIONI DELL'APPROCCIO COGNITIVO- COMPORTAMENTALE" (in collaborazione con Istituto Watson). 2 giornate: 6.3 e GIORNATA DI AGGIORNAMENTO IN ECOGRAFIA DEL PAVIMENTO PELVICO. Metodiche a confronto. 10 Luglio 1999 GESTIONE DEL RISCHIO IN CARDIOCHIRURGIA. Plinio Pinna Pintor, Riccardo Casabona e coll. Sabato 27 Novembre 1999 F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 8

9 COSTS AND RISKS OF HEART SURGERY. Cost comparison CABG-PTCA-Stenting. Sabato 15 Gennaio th INTESTINAL ANASTOMOTIC WORKSHOP. Giovedì 25 Maggio th International Meeting: COSTS AND RISKS OF HEART SURGERY. Cost comparison CABG-PTCA-Stenting. Sabato 15 Gennaio rd and 4 th ADVANCED INTESTINAL ANASTOMOTIC WORKSHOP. Torino, 26 Maggio 2000; Verona, Settembre 2000 Torino, 14 Dicembre 2000: The relationship of periodontal diseases to systemic diseases in general and to cardiovascular diseases in particular. Relatore: Mark I. Ryder, Professor and Vice Chair of Periodontology, School of Dentistry, San Francisco. December 22, 2000, visiting professor lectures: Pathophysiology of cpb and blood brain barrier dysfunction. Dr. Marco Cavaglià Clinic Experience in echocardiography at the Cleveland Clinic. Dr. Alessandra Actis Dato 10 th International Meeting: INTERVENTIONAL CARDIOLOGY AND CARDIAC SURGERY: NEEDS, APPROPRIATENESS AND PLANNING. Sabato 20 Gennaio 2001 INCONTRI MENSILI CARDIOLOGICI-CARDIOCHIRURGICI Primi giovedì del mese Giovedì 8 marzo 2001 Le possibilità di ricostruzione della valvola mitrale nell'insufficienza mitralica pura. Tecniche e risultati. Relatore Dr. Marco Diena, CardioTeam. Aneurisma gigante dell'arteria polmonare. Presentazione di un Caso Clinico. Relatori Dr. Giammaria, Dr. Imazio, Ospedale Maria Vittoria. Giovedì 5 aprile 2001 La riparazione della valvola aortica. Relatore Dr. Mauro Cassese, CardioTeam. Dissezione aortica associata ad anomalia coronarica. Relatore Dr. Paolo Angelino, Ospedale di Rivoli. Martedì 6 Novembre 2001 LA CHIRURGIA CONSERVATIVA DELLA VALVOLA MITRALICA E AORTICA: INDICAZIONI E RISULTATI Chairman: Prof. A. Brusca Indicazioni all intervento di riparazione della valvola mitralica. R. Belli L ablazione intraoperatoria della fibrillazione atriale. M. Fazzari, G. Senatore La plastica valvolare mitralica complessa: tecnica e risultati. M. Diena, A. Testa Controlli ecocardiografici nelle plastiche valvolari mitraliche. P. Gaetano, P. Noussan, M. Anselmino Gli interventi di Yacoub e David di conservazione della valvola aortica. M. Cassese, G. Lanzillo Controlli ecocardiografici dopo intervento di David. M.R. Conte, G. Bonfiglio, R. Tripodi. Martedì 27 Novembre 2001 F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 9

10 GLI ANEURISMI DELL AORTA ASCENDENTE E DELL ARCO: INDICAZIONI ED INTERVENTI CON CONSERVAZIONE DELLA VALVOLA AORTICA. Chairman: Prof. A. Brusca La Sindrome di Marfan: nuove strategie. M.R. Conte, R. Trinchero Interventi di Yacoub e David con conservazione della valvola aortica. M. Diena, Testa Il controllo ecocardiografico negli interventi di David. R. Tripodi, G. Bonfiglio La chirurgia dell arco aortico per aneurisma e dissecazione. M. Cassese, G. Lanzillo Workshop e wet-lab: L IMPIANTO DI VALVOLE CRYOLIFE Relatore: Prof. Ulrich Hvaas, Clinique Bichat, Parigi - 14 Marzo th INTESTINAL ANASTOMOTIC WORKSHOP Torino, Aprile 2001 (11 Crediti formativi ECM) CORSO BIMESTRALE DI CHIRURGIA ROBOTICA Responsabili: Dott. M. Diena, Prof. M. Morino STAGE TEORICO-PRATICO DI BASE DI CHIRURGIA ROBOTICA CON SISTEMA DA VINCI PER: CHIRURGHI GENERALI UROLOGI CHIRURGHI TORACICI GINECOLOGI CARDIOCHIRURGHI Settembre Ottobre th International Symposium : New Trends in Arterial Myocardial Revascularization. On pump, off pump and robotic. Torino Dicembre crediti formativi ECM La Risonanza Magnetica del ginocchio, esercizi di lettura. Nuove frontiere dell elaborazione TC ed RM. Relatori: Dr. G.Carnazza, Dr. R. Lallo - Torino, 6 novembre Da Giulio Verne alla realtà virtuale: un nuovo modo di esplorare il corpo umano. Relatori: D. Regge, G.C. Anselmetti, R. Lallo. Torino, 12 Marzo 2003 Risonanza Magnetica del ginocchio esercizi di lettura. 10 edizioni dal 19/02 al 29/10/2003 Relatori Dr. G.Carnazza, Dr. R. Lallo Estetica Palpebrale Live. Corso Teorico-Pratico Di Chirurgia Oftalmoplastica. Direttore: G. Aimino. Sabato 11 Ottobre 2003 I Incontro sulle Nuove Tecnologie di Programmazione in Implantologia e Chirurgia Maxillo-Facciale. 14 gennaio 2004 F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 10

11 IL CENTENARIO della Clinica Pinna Pintor - Torino Un secolo di tradizione e rinnovamento. Simposio Commemorativo. La centralità del paziente nella scelta delle cure LA QUALITÀ PERCEPITA Sabato 25 Settembre Crediti ECM. Mio Dio, perché mi hai abbandonato? Medicina e Teologia di fronte al patire. Incontro organizzato dalle Suore Carmelitane di S. Teresa. Giovedì 24 Febbraio Le Masse Del Collo. Coordinatore: Dott. G. Bongioannini. 14 settembre crediti ECM. Dalla qualità percepita alla percezione dell'errore medico. Metodologia integrata per l'individuazione dell'errore medico. 15 Ottobre crediti ECM. LE APNEE NEL SONNO. Quando studiarle, come diagnosticarle, come trattarle. 27 giugno La qualità delle cure come fattore di risparmio. 4 Novembre 2006 Corso di aggiornamento per il Trattamento dei disturbi del comportamento alimentare, in collaborazione con il Centro Clinico Eda. Marzo 2007 L errore medico. Alla ricerca delle procedure di provata efficacia per prevenirlo. 17 Novembre 2007 In collaborazione con l Associazione Nazionale dei Cardiologi Extraospedalieri (ANCE) i Corsi di Aggiornamento teorico-pratici per i cardiologi Extraospedalieri , svolti da sempre nell Aula della Fondazione A. Pinna Pintor. CONCLUSIONI La Fondazione Arturo Pinna Pintor ha affiancato lo sviluppo della Clinica Pinna Pintor negli ultimi 30 anni consentendo, con mezzi limitati, di sfruttare il patrimonio di esperienze mediche e tecnologiche accumulati in decenni di attività assistenziale, e la competenza scientifica dei suoi dirigenti. Ha contribuito alla notorietà della Clinica ed al suo prestigio cittadino, nazionale ed internazionale riconosciuto dalle autorità sanitarie delle pubbliche amministrazioni e dalle Associazioni professionali medico-chirurgiche. F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 11

12 BIBLIOGRAFIA 1 REGOLAZIONE DEL VOLUME INTRAVASCOLARE NELL'INFARTO MIOCARDICO ACUTO - ASPETTI FISIOPATOLOGICI E CLINICI. (P. Pinna Pintor, D. Boggio, A.De Francesco, F.Orlandi, G.P.Segoloni, G.Trucco). Minerva Dietologica e Gastroenterologica; 27: 1, ATTIVITA' RENINICA PLASMATICA ED INDICI RENALI DI RISPARMIO IDRICO NELL'I.M.A. NON COMPLICATO. (P. Pinna Pintor, F.Orlandi, G.Squiccimarro, S.Avagnina, G.Trucco). Bollettino della Società Italiana di Cardiologia. Vol. XXVI, Fasc. 12, Dicembre INSUFFICIENZA RESPIRATORIA E SOFFERENZA FUNZIONALE DEL VENTRICOLO SINISTRO. (P. Pinna Pintor, M.Rapellino, G.Trucco, A.Cellerino). Bollettino della Società Italiana di Cardiologia. Vol. XXVI - Fascicolo 12, Dicembre VERIFICA E REVISIONE DELLA QUALITA': NUOVA CONDIZIONE PER L'UTILIZZO DELLA SANITA' PRIVATA. (Intervento pre-ordinato). Seminario su "La valutazione della qualità: una nuova frontiera del sistema sanitario italiano". Fondazione Smith-Kline - Tremezzo (CO) VERIFICA DI QUALITA' IN UN REPARTO DI CARDIOCHIRURGIA. (in collab. con S.Bartolozzi, G.Coletti, M.Giammaria). Piemonte Medico - n. 2, 27-32; Febbraio ROLE OF CARDIOLOGISTS IN THE PREOPERATIVE ASSESSMENT OF UNSELECTED PATIENTS IN NON CARDIOVASCULAR ELECTIVE SURGERY. P. Pinna Pintor C. Maggio, A. Bonzano, E.Conte, D.Libertucci, M.Panarelli, M.Bobbio. Abstract presentato al VII Simposio dell'international Society of Quality Assurance a Stoccolma. Giugno A QUALITY CONTROL METHOD IN CARDIAC SURGICAL OUTCOME: EXPERIENCE IN 462 PATIENTS. In collaborazione con F.Triumbari, M.Giammaria, O.Alfieri. S..Luisi, P.Donadio, D. Zanuttini, V.Fontana. Atti, 8th International Symposium on Quality Assurance in Health Care, Washington Maggio Quality Assurance in Health Care, 1991, 3: QUALITY CONTROL OF LABORATORY RESULTS IN REAL TIME. In collaborazione con W.Picco, L.Pinna Pintor, O.Pistono. Atti, 8th International Symposium on Quality Assurance in Health Care, Washington Maggio Quality Assurance in Health Care, 1992, 4: COMPARATIVE ANALYSIS BETWEEN CLINICAL REQUESTS AND MAGNETIC RESONANCE IMAGING RESULTS IN NEUROLOGICAL DISEASES. In collaborazione con S.Duca, G.Sinistrero, P.Maggio, F.Triumbari. Atti, 8th International Symposium on Quality Assurance in Health Care, Washington Maggio Quality Assurance in Health Care, 1991, 3: INDIVIDUAZIONE DEI FATTORI DI RISCHIO DI COMPLICANZE INTRAOSPEDALIERE IN CARDIOCHIRURGIA. In collaborazione con M.Giammaria, F.Triumbari, S.Bartolozzi, G.Bergandi, E.Caruzzo, F.Mariani, A.Sibona Masi, P.Roggero, P.Ferrara, O.Alfieri. Abstract, 5 Congresso Nazionale Soc.It.VRQ, Padova, Ottobre LA MORTALITA' OPERATORIA DIFFERENZIATA PER CLASSI DI RISCHIO COME CRITERIO PER LA VERIFICA DI QUALITA' IN CARDIOCHI-RURGIA. ESPERIENZA APPLICATIVA SU 700 CASI. In collaborazione con F. Patané, F. Triumbari, S. Bartolozzi, M. Giammaria, P. Roggero, G. Coletti, O. Alfieri. Relazione presentata alla Tavola Rotonda del 1 Convegno Regionale "Costruire la qualità: esperienze e proposte per il Piemonte". Soc. It. VRQ Sezione Piemonte. Torino, COMPARISON OF SURGICAL MORTALITY OF OPEN HEART SURGERY PERFORMED BY THE SAME TEAM IN TWO DIFFERENT INSTITUTIONS. P.Pinna Pintor, L.Sandrelli*, S.Bartolozzi, G.Bergandi, M.Bobbio, M.Giammaria, F.Patané, P.P.Donadio, O.Alfieri. 11th International ISQA Conference HEALTH CARE QUALITY. The role of professionals and citizens and the influence of market forces., Venezia Maggio LA VERIFICA DI QUALITA' NELLA MEDICINA MODERNA. P. Pinna Pintor. Qualità (Rivista dell'ass.it. per la Qualità), 1996, 5: PRE-SURGICAL RISK STRATIFICATION TO PREDICT HOSPITAL CHARGES OF CORONARY ARTERY BYPASS SURGERY P. Pinna Pintor, M. Giammaria, O. Alfieri, M. Bobbio. Comunicazione orale: 69th Scientific Sessions, American Heart Association. New Orleans, November 10-13, Abstract Circulation 1996, 94 (Suppl.I) : COMPARISON OF THREE METHODS OF PRE-SURGICAL RISK STRATIFICATION IN CARDIAC SURGERY. F.Maisano, M. Giammaria, P. Pinna Pintor. D. Çuni, S. Bartolozzi, M. Bobbio, O. Alfieri. Poster: 69th Scientific Sessions, American Heart Association. New Orleans, November 10-13, Abstract Circulation 1996, 94 (Suppl.I) : RISK STRATIFICATION FOR OPEN HEART SURGERY: A METHOD TO COMPARE TWO INSTITUTIONS REGARDLESS THE INFLUENCE OF THE SURGICAL TEAM. Pinna Pintor, M. Bobbio, L. Sandrelli, F. Patané, S. Bartolozzi, G. Bergandi, M. Giammaria, O. Alfieri. "Annals Thoracic Surgery", 1997 ; 64 : Roques F, Nashef SA, Michel P, Gauducheau E, de Vincentiis Ç Baudet E, Cortina J, David M, Faichney A, Gabrielle F, Gams E, Harjula A, Jones Mt, Pinna Pintor P, Salamon R, Thulin L: Risk factors and outcome in European Cardiac Surgery: analysis of the EuroSCORE multinational database of patients. Eur J Cardiothorac Surg 1999; 15(6): F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 12

13 18 DOES EUROSCORE WORK IN INDIVIDUAL EUROPEAN COUNTRIES? F. Roques, SAM Nashef, P. Michel, P. Pinna Pintor, M. David, E. Baudet, The EuroSCORE Study Group. Eur J Cardiothorac Surg 2000; 18: INACCURACY OF FOUR CORONARY SURGERY RISK-ADJUSTED MODELS TO PREDICT MORTALITY IN INDIVIDUAL PATIENTS. Pinna-Pintor P, Bobbio M, Colangelo S, Veglia F, Giammaria M, Çuni D, Maisano F, Alfieri O. European Journal Cardiothoracic Surgery, 2002; 21: CAN EUROSCORE PREDICT DIRECT COSTS OF CARDIAC SURGERY? P. Pinna Pintor, M. Bobbio, S. Colangelo, B. Catuzzo, F. Veglia, R. Marras, M. Diena. Oral presentation 16 th Annual Meeting of the EACTS, Montecarlo Sept , IS IT POSSIBLE TO PREOPERATIVELY PREDICT INTENSIVE CARE LENGTH OF STAY AFTER CARDIAC SURGERY? S. Colangelo, M. Bobbio, F. Veglia, R. Marras, G. Lanzillo, P. Pinna Pintor. Poster, 4 th Scientific Forum on Quality of Care and Outcomes Research in Cardiovascular Diseases and Stroke. Washington, Oct.13-14, L EUROSCORE PUO PREDIRE LA MORTALITA EXTRAOSPEDALIERA OLTRE I 30 GIORNI DOPO INTERVENTO CARDIOCHIRURGICO? S Colangelo 1, P Pinna Pintor 1, M Bobbio 1, F Veglia 2, R Marras 1, G Lanzillo 3 Presentazione al XXI Congresso nazionale della Società di Chirurgia Cardiaca. Roma, Nov IL PARADOSSO DELLA CARDIOCHIRURGIA ODIERNA: L'AUMENTO DEL RISCHIO E LA RIDUZIONE DI MORTALITA'. P. Pinna Pintor, S. Colangelo, M. Bobbio. QA 2002; 13: PROGETTO DI VERIFICA DI QUALITA' DELLA COMPILAZIONE DELLE CARTELLE CLINICHE. Risultati dell'analisi retrospettiva di un campione in 3 ospedali piemontesi. In collaborazione con: C.Maggio, C.Matrella, A.Pia, F.Revello, M.Bobbio. Abstract, 5 Congresso Nazionale Soc.It.VRQ, Padova, Ottobre Q.A. PROJECT ON HOSPITAL MEDICAL RECORDS COMPILATION RESULTS OF REVIEW OF 299 MEDICAL RECORDS IN ITALY. Abstract. In collaborazione con C. Maggio, C. Matrella, A. Pia, F. Revello, M. Bobbio, O. Pistono. Tenth International Conference on Quality Assurance in Health Care: THE QUALITY OF HEALTH SERVICES IN A UNITED EUROPE. LESSONS FOR OTHERS, Maastricht, Giugno PREOPERATING EVALUATION OF STATE AND TRAIT ANXIETY IN CARDIOSURGICAL PATIENTS. R.Torta, G.Maina, G.Ravarino, E.Zanalda, S.Bartolozzi, B.Coletti, O.Alfieri, L.Ravizza, P. Pinna Pintor. Abstract. Int.Meeting on Mental Stress as a Trigger of Cardiovascular Events. Veruno, Ottobre CLINICAL OUTCOME AND EMOTIONAL-BEHAVIOURAL STATUS AFTER ISOLATED CORONARY SURGERY. P. Pinna Pintor, L.Ravizza, R.Torta, S.Bartolozzi, R.Borio, E.Caruzzo, A.Cicolin, F.Mariani, G.Ravarino, F.Triumbari, O.Alfieri. International Symposium "Quality of Life after Open Heart Surgery, Antwerpen (Belgium) Maggio CLINICAL EVALUATION AND EMOTIONAL-BEHAVIOURAL STATUS AFTER CABGA. Cicolin, R. Borio, A. Varetto, R. Torta, S. Bartolozzi, PP. Donadio, F. Patané, O. Alfieri, P. Pinna Pintor. Poster presentato al III International Symposium "Heart- Brain Interactions", Bologna, Ottobre EMOTIONAL AND BEHAVIOURAL STATUS AFTER CORONARY ARTERY BYPASS SURGERY IN PATIENTS OVER 70 YEARS. Pinna Pintor P., Cicolin A., Torta R., Bartolozzi S., Borio R., Patané F., Varetto A., Alfieri O. International Symposium CORONARY BYPASS SURGERY IN THE ELDERLY, Antwerp (Belgium), 9-11 Marzo CLINICAL OUTCOME AND EMOTIONAL BEHAVIOURAL STATUS AFTER ISOLATED CORONARY SURGERY. In collaborazione con R.Torta, S.Bartolozzi, R.Borio, E.Caruzzo, A.Cicolin, M.Giammaria, F.Mariani, G.Ravarino, F.Triumbari, O.Alfieri, L.Ravizza. Quality of Life Research, 1992, 1: QUALITY OF LIFE MEASURES IN CORONARY-ARTERY BYPASS GRAFT (CABG): DISCORDANCE BETWEEN PSYCHOSOCIAL-EMOTIONAL AND PHYSICAL MEASUREMENT. Pinna Pintor, A. Cicolin, R. Borio, R. Torta, A. Varetto, O. Alfieri, M. Bobbio. 11th Annual Meeting ISTAHC, Stockholm, QUALITY OF LIFE, CARDIAC AND PSYCHIATRIC COMPLICATIONS AFTER CABG. P. Pinna Pintor, A. Cicolin, M.Giammaria, A. Varetto, S.Racalbuto, R.Torta*, O.Alfieri, M. Bobbio. 6 th Annual Conference of the International Society for Quality of Life Research. ISOQOL. Barcellona, TRANSLATION AND ADAPTATION OF THE CORONARY REVASCULARISATION OUTCOME QUESTIONNAIRE (CROQ) INTO ITALIAN. P Pinna Pintor*, S Schroter, R Dilaghi", S Colangelo*, M Bobbbio*, F Arpinelli*, GF Gensini". Abstract ISOQOL 2000 Annual Meeting of October 29-31, Quality of Life Research 2000; 9: ASSESSMENT OF ACCEPTABILITY AND COMPREHENSION OF THE ITALIAN VERSION OF THE CORONARY REVASCULARISATION OUTCOME QUESTIONNAIRE (CROQ). P. Pinna Pintor, S. Schroter, S. Colangelo, B. Dilaghi, F. Arpinelli, D. Fonzo, R. Torta, I. Sheiban, M. Bobbio. International Congress on Quality of Life in Clinical Practice. Thessaloniki, April 5-7, Proceedings, Hippokratia 2002; 6(1): August%202002_6_1_27.PDF 35 RISULTATI IMMEDIATI E CLINICI A MEDIO TERMINE DELL'ANGIOPLASTICA CORONARICA NEL TRATTAMENTO DEI PAZIENTI CON UN VASO OCCLUSO. In collaborazione con G.Medugno, J.M.P.G.Ernst, G.Bergandi, G.Gaschino, F.Triumbari. Abstract. Congresso Nazionale di Emodinamica, Taormina, 3-5 Ottobre F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 13

14 36 STENTING IN MULTIVESSEL CORONARY DISEASE: IMMEDIATE AND MEDIUM TERM FOLLOW-UP. Belli R, Paolillo V, Giammaria V, Minelli M, Gastaldo D, Gaschino G, Pinna Pintor P.. Emodinamica 1998, 14(suppl.) Abstract n EVOLUTION IN THE TREATMENT OF TOTAL CORONARY OCCLUSION. R. Belli, V. Paolillo, D. Gastaldo, M. Giammaria, M. Minelli, F. Varbella, P. Pinna Pintor. International Congress on Clinical and Interventional Cardiology. Taormina, Giugno Abstract C2. 38 HYBRID STENTING IN CORONARY ARTERIES: IS THERE A RATIONALE? V.Paolillo, R.Belli, M.Giammaria, D.Gastaldo, M.Minelli, R. Bevilacqua, P.Pinna Pintor. Abstract presentato al XX Congresso GISE, Napoli, DIAMOND-LIKE COATED VERSUS STAINLESS STEEL STENTS: A PILOT CASE-CONTROLLED FEASIBILITY STUDY. V.Paolillo, D.Gastaldo, M.Minelli, P.Lusardi, P.Pinna Pintor. Abstract presentato al XX Congresso GISE, Napoli, STENTING OF A PROXIMAL LEFT MAMMARY ARTERY STENOSIS. V. Paolillo, D. Gastaldo, P. Pinna Pintor. J Interventional Cardiology 2001; 14: ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI CARDIOLOGIA INVASIVA DIAGNOSTICA IN UN OSPEDALE NON DOTATO DI SALA DI EMODINAMICA. F. Varbella, C. Nannini, S. Bongioanni, P. Giay Pron, G. Sasso, G. Quaranta **, M.R. Conte, P. Pinna Pintor *. Poster presentato al Congresso ANMCO, Firenze, SICUREZZA ED EFFICACIA DELLE ANGIOPLASTICHE CORONARICHE AD HOC IN TRE OSPEDALI TORINESI CON ORGANIZZAZIONE DISTACCATA DELL ATTIVITÀ INTERVENTISTICA. F Varbella*, R Belli, V Paolillo, C Nannini *, M Giammaria, M Minelli, D Gastaldo, S Bongioanni*, MR Conte *, P Pinna Pintor ^. Congresso ANMCO, Firenze, ATTIVITA DI CARDIOLOGIA INTERVENTISTISTICA IN TRE OSPEDALI TORINESI NON DOTATI DI SALA DI EMODINAMICA. F.Varbella*,R.Belli,V.Paolillo^, S.Bongioanni*, C.Nannini*, M.Giammaria, M.Minelli^, D. Gastaldo^, M.R. Conte*, R. Trinchero, R. Bevilacqua^, P.Pinna Pintor**. Poster presentato al Congresso ANMCO, Firenze, SPECTRAL ANALYSIS OF THE FOURTH HEART SOUND: A DISCRIMINANT BETWEEN NORMAL AND ABNORMAL MYOCARDIAL FUNCTION. (P. Pinna Pintor, E.Piccolo, S.Bartolozzi). Book of Abstract of "Advances in Medicine", London, Luglio THE FFT IN THE STUDY OF THE FOURTH HEART SOUND (P. Pinna Pintor, E.Piccolo, S.Bartolozzi, V.Fontana). Computers in Cardiology. Settembre INTERPRETAZIONE COMPUTERIZZATA E "TRADIZIONALE DEGLI ELETTROCARDIO-GRAMMI. F.Biagioli, M.Bobbio, W.CameronCurry, G.Costa Laja, U.Ferraro, F.Gaita, M.Giammaria, A.Manzoni, L.Morellini, P. Pinna Pintor. Comunicazione presentata alla riunione SIC-ANMCO del , Torino 47 LIMITI E BENEFICI DI UN SERVIZIO PREVENTIVISTICO AZIENDALE NELLA PREVENZIONE DELLE CARDIOPATIE (in collab. con M.R.Conte, N.Massobrio, P.Presbitero, S.Caramelli, E.Giangrandi). Rivista di Cardiologia Preventiva e Riabilitativa, Vol.2 n. 2, COME, QUANDO E PERCHE' SI CONSULTA IL CARDIOLOGO AMBULATORIA- LE. in collab. con S.Bartolozzi, L.Balocco, A.Castronovo, V.Cameron Curry, G.Comba Costa, G.Cornaglia, U.Ferraro, A.Germanino, F.Ghigo, N.Massobrio, M.P.Morassutti). Atti del I Congresso dell'associazione Nazionale Cardiologi Extraospedalieri. Roma, Luglio INCHIESTA SULLA TEMPESTIVITA' E SUL VALORE PREDITTIVO DELLE SCELTE DI RICOVERO DEL SOSPETTO INFARTO MIOCARDICO ACUTO. (P. Pinna Pintor, C.Maggio). Ricerca Policentrica Piemontese. G.Ital.Cardiol. 17, ; HOW DO CARDIOLOGISTS INTERPRET CONFLICTING CLINICAL INFORMATION? (P. Pinna Pintor, M.Bobbio, G.Pistis, A.Deorsola, C.Maggio, G.A.Diamond). Am. J. Cardiol: 1988; NEW BIOCHEMICAL MARKERS OF MYOCARDIAL NECROSIS: COMPARATIVE KINETICS IN THROMBOLYSES ACUTE MYOCARDIAL INFARCTION. P. Musso, W. Picco, M. Giammaria, I. Scrocca, P. Pinna Pintor. European J. Clinical Chemistry and Clinical Biochemistry; 1996; 34: A37 52 LA CINETICA DEI MARCATORI DEL DANNO MIOCARDICO DOPO INTERVENTO DI BY-PASS CORONARICO NON COMPLICATO DA INFARTO MIOCARDICO O DA ICTUS. W. Picco, P. Pinna Pintor, M. Giammaria, M. Bobbio, Bartolozzi S., Biagioli F., Cottino A., Golzio P.G., Alfieri O. Poster: XVIII Congresso Nazionale della Società Italiana di Chirurgia Cardiaca e Vascolare. Roma, 5-8 Novembre RECEIVER OPERATING CHARACTERISTICS (ROC) CURVE ANALYSIS OF CK-MB, CK-MB SUBFORMS AND MYOGLOBIN AFTER BALLOON PTCA. Picco, G.L. Bergandi, P.G. Golzio, M. Bobbio, G. Medugno, J.G.P.M. Ernst, P. Pinna Pintor. Abstract. IV Int. Meeting: New Perspectives in Ischemic Heart Disease, Heart Failure, Atherosclerosis and Hypertension. Bologna, Gennaio, 1 Febbraio ANALISI COMPARATIVA DELLE CINETICHE DI RILASCIO DI CK TOTALE, CK-MB (massa), ISOFORME DEL CK- MB (MB2/MB1), ctroponina-i, ctroponina-t E MIOGLOBINA IN 20 CASI DI INFARTO MIOCARDICO ACUTO TROMBOLISATO. Musso, A. Dolci, M. Giammaria, W. Picco, G. Aquaro, P. Pinna Pintor. Congresso Naz. Cardiologia, Firenze, 1-4 Giugno 1997.Atti su Giornale Italiano di Cardiologia 1997 ; 27 (suppl. 1) : 31. F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 14

15 55 ANALISI COMPARATIVA TRA MOTIVO DI INVIO E DIAGNOSI NELLA RIZONANZA MAGNETICA INTRACRANICA E SPINALE. S. Duca, G. Sinistrero, P. Maggio, P. Pinna Pintor. Atti del 1 Congresso Nazionale Medici Ospedalità Privata, Roma Aprile COMPARATIVE ANALYSIS BETWEEN CLINICAL REQUESTS AND MAGNETIC RESONANCE IMAGING RESULTS IN NEUROLOGICAL DISEASES. In collaborazione con S.Duca, G.Sinistrero, P.Maggio, F.Triumbari. Atti, 8th International Symposium on Quality Assurance in Health Care, Washington Maggio Quality Assurance in Health Care, 1991, 3: REPERTI DI RISONANZA MAGNETICA (RM) NEI POSTUMI DI TRAUMA CRANICO. In collaborazione con: S. Duca, R. Ferraris, G. Sinistrero. Abstract presentato al Congresso nazionale SIMOP, Bologna - Giugno MRI-NEUROPHYSIOLOGICAL AND CLINICAL CORRELATIONS IN SEVERE BRAIN TRAUMA. In collaborazione con Duca S., Lobello G., Melossi L., Angeli S. Abstract presentato al XIX Congresso della Società Europea di Neuroradiologia, 8-11 Settembre 1993, Bruges, Belgium. 59 CAVERNOMI CEREBRALI IN ETA' PEDIATRICA: casistica personale. Duca, S. Crasto. Rivista di Neuroradiologia 7: , CARCINOMATOSI DELLE MENINGI CRANICHE E SPINALI: QUADRI RM. Duca, S. Crasto, G. Lobello*, P. Peretta, G. Sinistrero. Simposio: Neuroradiologia in Neuro-Oncologia: I Tumori Cerebrali. Genova, Maggio Rivista di Neuroradiologia 7 (Suppl.1) : MRI IN MENINGEAL CARCINOMATOSIS. Sergio Duca, Gianluigi Lobello, Stefania Crasto, Paola Peretta. Neuroradiology 1994, 36(Suppl. 1): S TECHNOLOGY ASSESSMENT IN THE DIAGNOSIS AND FOLLOW-UP OF SPONDILODISCITIS. (MRI versus CT AND TRADITIONAL TOMOGRAPHY). Duca, G. Sinistrero, P. Pinna Pintor 10th Annual Meeting of ISTAHC, Baltimore (USA), June 19-22, RINOLIQUORREA SPONTANEA DA SEGMENTAZIONE TRASVERSALE DELL OSSO BASILARE. STUDIO CON CISTERNO TC E RM. S. Crasto, S. Duca. Riunione Soc. It. Neurologia, Castello della Manta, RINOLIQUORREA SPONTANEA DA SEGMENTAZIONE TRASVERSALE CONGENITA DELL OSSO BASILARE. S. Duca, S. Crasto. Radiol. Medica 1994 ; 87 : SEVERE BRAIN TRAUMA: CLINICAL- EEG- MRI CORRELATIONS. Duca, G. Lobello, L. Melossi, S. Angeli. Congresso Int. Trauma Cranico Grave, Parma Ott CORRELAZIONI RM-CLINICO-ELETTROENCEFALOGRAFICHE NEI POSTUMI DI COMA POST-TRAUMATICO. S. Duca, G.L. Lobello, L. Melossi, S. Angeli, A. Bacci. Rivista di Neuroradiologia 1995 ; 8 : LA RM CON Gd-DTPA NELLA DIAGNOSI DELLE METASTASI INTRAMIDOLLARI. S. Crasto, O. Davini, T. Avataneo, S. Duca e coll. : Rivista di Neuroradiologia 1995 ; 8 : IPERINTENSITA' FOCALI DEL PARENCHIMA NERVOSO CEREBRALE NELLE SEQUENZE T 2 DIPENDENTI: STUDIO EPIDEMIOLOGICO. Duca, S. Crasto, P. Peretta, F. Mondino. Riunione della Soc.It. Neurologia, Torino, 26 Ottobre L ANGIO-RM NELLA PATOLOGIA NEOPLASTICA DEL BASICRANIO. S. Duca, S. Crasto, P. Peretta, F. Mondino, E. Salzedo. Abstract, Congresso di Neuroradiologia, Parma USO DEL GDDTPA NELLE SPONDILODISCITI IN RISONANZA MAGNETICA (RM). RISULTATI PRELIMINARI In collaborazione con: S. Duca, R. Ferraris, G. Sinistrero. Abstract presentato al Congresso nazionale SIMOP, Bologna - Giugno STUDIO DELLE SPONDILODISCITI CON RISONANZA MAGNETICA. UTILIZZAZIONE DEL GADOLINIO-DPTA. S. Duca, G. Lo Bello, G. Bianchi, A. Di Paola. Radiologia Medica 1993 ; 86 : INTERRELAZIONE TRA RICHIESTA CLINICA E RISULTATO DIAGNOSTICO NELL'ECODOPPLER VASCOLARE. In collaborazione con R. Priulla, S.Duca. Abstract, 5 Congresso Nazionale Soc.It.VRQ, Padova, Ottobre NONINVASIVE APPROACH TO DYNAMIC AND MORPHOLOGIC STUDIES OF CAROTID ATHEROSCLEROSIS. Liboni, R. Coda, L. Bianco, S. Duca, N. Rebaudengo, F. Ponzio, G. Faccani, S. Crasto. Neuroradiology 1996; 38: S NONINVASIVE APPROACH TO DYNAMIC AND MORPHOLOGIC STUDIES OF CAROTID ATHEROSCLEROSIS. Liboni, R. Coda, L. Bianco, S. Duca, N. Rebaudengo, F. Ponzio, G. Faccani, S. Crasto, P. Pinna Pintor. Abstract: IV Int. Symposium Heart-Brain Interactions. Bologna, Ottobre D E MPR NELL IMAGING TC-MR DELLA PATOLOGIA ATEROSCLEROTICA CAROTIDEA. W. Liboni, N. Rebaudengo, S. Crasto, S. Duca, M. Naddeo, C. Triolo. Atti 1 Conv. Naz. Applicazioni 3D in Medicina, Torino, 4-6 Ottobre LE COMPLICAZIONI DEL TRATTAMENTO ASSOCIATO RADIOCHIRURGICO DEL CERVICO-CARCINOMA T1b-T2a. ANALISI QUALITATIVA E PROPOSTA PER UNO STUDIO QUANTITATIVO. Sinistrero G., Zola P, Sismondi P, Gribaudo S. Terzo Congresso Nazionale AIRO F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 15

16 77 A GLOSSARY FOR REPORTING COMPLICATIONS OF TREATMENT IN GYNECOLOGICAL CANCERS. Chassagne, P. Sismondi, JC Horiot, G. Sinistrero, P. Bey, P. Zola, M. Pernot, A. Gerbaulet, I. Kunkler, G. Michel. Radiotherapy and Oncology, 26: , ANALYSIS OF COMPLICATIONS OF CERVIX CARCINOMA TREATED BY RADIOTHERAPY USING THE FRANCO- ITALIAN GLOSSARY. Sinistrero, P. Sismondi, A. Rumore, P. Zola. Radiotherapy and Oncology, 26: , LA RADIOTERAPIA NEL CERVICOCARCINOMA. S. Sismondi, G. Sinistrero, P. Zola, G. Gribaudo. Atti Convegno Controversie in Ginecologia Oncologica, Firenze, 4 Giugno Rivista di Ostetr. e Ginec. Suppl. 1/ SOPRAVVIVENZA E RECIDIVE DELL ADENO-CARCINOMA DELL ENDOMETRIO : G. Sinistrero, P. Sismondi, P. Zola, S. Gribaudo, S. Danese, M.G.Bellora. Radiologia Medica 1994 ; 87 : LE COMUNICAZIONI NELL'OSPEDALE. P.Pinna Pintor. La Nuova Tecnica Ospedaliera. Febbraio-Marzo ATTI III GIORNATA DI TECNICA OSPEDALIERA: "IL CONDIZIONAMENTO DELL'ARIA NELL'OSPEDALE". L Ospedale 11-12, ATTI IV GIORNATA DI TECNICA OSPEDALIERA SU "LA PULIZIA NELL'OSPEDALE". P. Pinna Pintor. 16 maggio L Ospedale; 1982; L'IMPORTANZA DEL FLUSSO LAMINARE NELLA PREVENZIONE DELLE INFEZIONI IN CHIRURGIA ORTOPEDICA. (P. Pinna Pintor, A.Dettoni, P.Sibelli, F.Denicolai, G.Vassoney). Atti della IV Giornata di Tecnica Ospedaliera su "La Pulizia nell'ospedale". Torino, 16 maggio 1981, L Ospedale; 1982; 11-12: Atti del Convegno: Verifica di Qualità nella Sanità Privata. Torino, Ospedalità Privata 1988; 5(s): Simposio QUALITA' DELLA VITA DEL CARDIOPATICO OPERATO, Fondazione Arturo Pinna Pintor, Torino, Giugno 1992, Atti in I Quaderni della Fondazione n Aortic root disorders involving aortic valve function. Aortic root surgical reconstruction. Atti Simposio FAPP , Torino, I Quaderni della Fondazione, n NEW TRENDS IN PTCA. Atti Simposio FAPP In : I Quaderni della Fondazione, n QUALITY CONTROL IN CARDIAC SURGERY. Atti Simposio FAPP, In : I Quaderni della Fondazione n F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 16

17 INDICE Ricerche dedicate alla verifica di Qualità delle Cure Pag. 2 Verifica di qualità degli outcome in cardiochirurgia Pag. 2 Verifica di qualità delle cartelle cliniche Pag. 3 Qualità della vita negli operati di cuore Pag. 3 Ricerche di Cardiologia Pag. 4 Altri settori di ricerca Pag. 5 Ricerche di Tecnica Ospedaliera Pag. 5 Ricerche sulla Qualità Percepita in Ostetricia Pag. 5 Convegni, Conferenze, Corsi di Aggiornamento Pag. 6 Conclusioni Pag. 11 Bibliografia Pag. 12 F:\fappto attività \Attività scientifica FAPP.doc 17

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo U.O. di Neurochirurgia Ospedale S. Maria di Loreto Nuovo ASL Napoli 1 Direttore: dr. M. de Bellis XLIX Congresso Nazionale SNO Palermo 13 16

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove?

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? Anna Prenestini SDA Bocconi Area Public Policy and Management 09 ottobre 2012 1 Un futuro da scrivere

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

LA CORONAROGRAFIA DOPO TROMBOLISI. FACCIAMO IL PUNTO DOPO GLI STUDI ASSENT E TRANSFER AMI

LA CORONAROGRAFIA DOPO TROMBOLISI. FACCIAMO IL PUNTO DOPO GLI STUDI ASSENT E TRANSFER AMI Rel. 01/2009 13-02-2009 13:30 Pagina 1 LA CORONAROGRAFIA DOPO TROMBOLISI. FACCIAMO IL PUNTO DOPO GLI STUDI ASSENT E TRANSFER AMI F. Orso, B. Del Taglia *, A.P. Maggioni* Dipartimento di Area Critica Medico

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

Insufficienza mitralica

Insufficienza mitralica Insufficienza mitralica Cause di insufficienza mitralica Acute Trauma Disfunzione o rottura di muscolo papillare Malfunzionamento della protesi valvolare Endocardite infettiva Febbre reumatica acuta Degenerazione

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT 9.00-11.00 I SESSIONE L essenziale di... in Anestesia Presidente: A. De Monte Udine Moderatori: F.E. Agrò Roma, Y. Leykin Pordenone 9.00 La gestione delle

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Indirizzo(i) LO CONTE Maurizio Viale Tigli, 20, I, 83031, Ariano Irpino - (AV) Telefono(i) +390825871118 / +390825824605 Mobile +39335415735

Dettagli

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO Generalità (per informazioni specifiche sui singoli corsi (date, sedi,) consultare il sito del provider

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI Edizione n. 2 del 24 febbraio 2014 Edizione 2 Pagina 26 di 43 SEZIONE V CERTIFICAZIONI

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

DIFETTO INTERVENTRICOLARE

DIFETTO INTERVENTRICOLARE DIFETTO INTERVENTRICOLARE Divisione di Cardiologia Pediatrica Cattedra di Cardiologia Seconda Università di Napoli A.O. Monaldi Epidemiologia 20% di tutte le CC Perimembranoso: 80% Muscolare: 5-20% Inlet:

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia Indice Presentazione dell edizione originale Presentazione dell edizione italiana Prefazione Ringraziamenti Panoramica sulla diffusione del Metodo INTERMED La griglia INTERMED pediatrica per la valutazione

Dettagli

CARDIOPATIA CRONICA. edizione 1 DELLA ISCHEMICA. STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare. corso di aggiornamento GESTIONE

CARDIOPATIA CRONICA. edizione 1 DELLA ISCHEMICA. STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare. corso di aggiornamento GESTIONE corso di aggiornamento GESTIONE DELLA CARDIOPATIA ISCHEMICA CRONICA STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare Direttore scientifico: 18 aprile 2015 Sala Rosangelo Mazzarino (CL) edizione 1 PROGRAMMA

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A.

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. Marra PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE ( POMI) DM 24 APRILE 2000 TRE

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Consensus Conference Il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco

Consensus Conference Il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco Consensus Conference Il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco (G Ital Cardiol 2006; 7 (6): 387-432) 2006 CEPI Srl Per la corrispondenza: Dr. Andrea Di Lenarda S.C. di Cardiologia Università

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Cardioaritmologia nel Lazio

Cardioaritmologia nel Lazio Cardioaritmologia nel Lazio Regione Lazio Roma, 27-28 marzo 2015 Ergife Palace Hotel PROGRAMMA AVANZATO Con il Patrocinio di ANCE Cardiologia Italiana del Territorio Sezione Regionale Lazio Coordinatori:

Dettagli

Indicazioni per la certificazione

Indicazioni per la certificazione Il nuovo modello per la certificazione delle cause di morte: peculiarità e indicazioni per una corretta certificazione Indicazioni per la certificazione Stefano Brocco Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G.

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. PROTOCOLLI E PROCEDURE IN CHIRURGIA GESTIONE DELLA RITENZIONE URINARIA Pag. 1 di Pag. 9 ELABORAZIONE Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. Data: 10/03/04 INDICE Premessa

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli