1.1.1 Titolo dell intervento Infertilità e fecondazione assistita Obiettivi Destinatari Articolazione e struttura dell intervento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1.1.1 Titolo dell intervento Infertilità e fecondazione assistita. 1.1.2 Obiettivi. 1.1.3 Destinatari. 1.1.4 Articolazione e struttura dell intervento"

Transcript

1 1.1 SCHEDA INTERVENTO Titolo dell intervento Infertilità e fecondazione assistita Obiettivi Negli ultimi venti anni, le conoscenze in materia di medicina riproduttiva si sono incredibilmente espanse. Nel contempo, le tecniche di riproduzione assistita diventano sempre più complesse ed ottengono successi maggiori e con esse cresce il desiderio delle coppie di tentare di avere un bambino, dove una volta sarebbe stato accettato di non averne e consigliato di adottarne. L intervento ha l obiettivo di fornire agli specialisti ginecologi coinvolti, le competenze necessarie per affrontare innanzitutto il problema dell infertilità sotto i suoi molteplici aspetti, e conoscere adeguatamente le più recenti tecniche di fecondazione assistita. Particolare attenzione sarà dedicata agli aspetti psicologici e al counseling di coppia: sono diventati chiari solo da poco sia la difficoltà di accettare l'infertilità', sia le implicazioni dei trattamenti proposti per risolverla. E' in questo "campo minato" emozionale che il consulente specialista deve addentrarsi. In sostanza, si registra ancora una certa resistenza verso un approccio troppo specialistico: nasce da qui la necessità di parlare di counseling, come terra di confine dove si incontrano professionalità diverse. Complessivamente si sono iscritti al presente intervento n. 24 lavoratori delle imprese aderenti Destinatari L intervento si rivolge ai medici specialisti in ginecologia ma anche a tutti i medici specialisti che sono coinvolti nei processi di analisi delle tecniche di riproduzione assistita. Lavoratori a rischio di cassa integrazione o messa in mobilità: I lavoratori impegnati nel settore sanitario ed in particolare nelle imprese private che operano in regime di accreditamento con il Servizio Sanitario Nazionale operano in una situazione di crisi strisciante derivante da molteplici cause tra cui le principali sono: la progressiva contrazione della spesa pubblica in sanità che interessa in misura ancor maggiore le attività non erogate direttamente dal servizio pubblico; i costanti ritardi nella liquidazione da parte delle ASL dei servizi erogati dalle strutture private dovuti principalmente a difficoltà nella gestione pubblica delle strategie di servizio; la costante ed agguerrita concorrenza delle strutture pubbliche che possono utilizzare risorse finanziarie importanti per investimenti di aggiornamento tecnologico a differenza delle strutture medio-piccole proprie delle case di cura private e degli istituti di riabilitazione. In tale scenario, soprattutto in Campania ma in generale in tutto il Mezzogiorno d Italia, molte imprese hanno già chiuso e moltissime sono in crisi finanziaria profonda. Tale contesto ha già comportato concreti problemi in termini di impiego degli ammortizzatori sociali ed in prevalenza di contratti di solidarietà. In molti casi, ovviamente, si sta procedendo a veri e propri licenziamenti per contrazione della forza lavoro. Pertanto, tutti i lavoratori partecipanti all attività formativa proposta sono correntemente a rischio di espulsione. Donne: complessivamente, la partecipazione delle donne all attività formativa proposta è prossima al 50% degli iscritti perché i ruoli delle professioni sanitarie (infermiere, ostetrica, fisioterapista, ecc.) sono storicamente uno sbocco professionale tipico delle donne e caratterizzato da una massiccia presenza di occupazione femminile. Anche la professione medica presenta una crescente componente femminile che riscontriamo pari all incirca al 30% dei partecipanti. Tale coinvolgimento è assolutamente fisiologico in virtù della composizione occupazionale e del rapporto tra i sessi nel settore sanitario Articolazione e struttura dell intervento Ambiti di intervento e finalità specifiche Ambiti di intervento e finalità specifiche sono: a. Innovazione tecnologica: conoscere ed applicare queste nuove tecniche significa accrescere la propria competenza professionale in termini assoluti con riferimento alle innovazioni tecniche e tecnologiche più recenti; b. Competenze tecnico-professionali: conoscere ed applicare queste nuove tecniche significa partecipare ad un progetto di sviluppo ed innovazione della propria azienda e, quindi, acquisire e/o rinforzare una posizione lavorativa nevralgica di crescente interesse per l impresa; c. Qualificazione /riqualificazione: conoscere ed applicare queste nuove tecniche significa evolvere il proprio ruolo professionale verso soluzioni particolarmente apprezzate dai pazienti e coerenti con le linee di indirizzo del sistema sanitario nazionale; in oltre conoscere ed applicare queste nuove tecniche significa orientare il proprio futuro professionale verso soluzioni di maggiore flessibilità.

2 Impianto e articolazione dell intervento L intervento avrà una durata complessiva di 42 ore e prevede più edizioni. Ciascuna edizione vedrà il coinvolgimento di circa 25 dipendenti delle aziende sanitarie coinvolte. L intervento sarà articolato in 2 azioni: Azione 1: Infertilità Azione 2: La fecondazione assistita Saranno effettuate inoltre sette sessioni FAD di due ore ciascuna, nelle quali i corsisti svolgeranno esercitazioni ed eseguiranno test per monitorare e valutare l esito dell intervento formativo Azioni previste Azione 1: Infertilità Prevenzione dell infertilità Cause e tipologie di infertilità nella donna Cause e tipologie di infertilità nell uomo Soluzione terapeutiche all infertilità Soluzioni chirurgiche all infertilità L infertilità di coppia Aspetti psico-sociali dell infertilità Il counseling della coppia Azione 2 La fecondazione assistita Aspetti normativi della fecondazione assistita Aspetti etici della fecondazione assistita Tecniche di fecondazione assistita Implicazione diagnostiche e terapeutiche della genetica nella riproduzione assistita Valutazione e controllo di qualità dei risultati Il counseling psicologico della coppia nell iter della fecondazione assistita Il consenso informato La formazione proposta con il presente intervento formativo è classificata formazione generale ovvero formazione che comporta insegnamenti non applicabili esclusivamente alla posizione, attuale o futura occupata dal dipendente presso l impresa beneficiaria, ma che fornisce qualifiche ampiamente trasferibili ad altre imprese o settori o settori di occupazione e che, pertanto, migliora in modo significativo la possibilità di collocamento del dipendente. Tale classificazione è confermata oltre che dalla tipologia di intervento formativo e dagli obiettivi perseguiti, dal fatto che, come citato dal Regolamento CE n.68/2001 in materia di aiuti di Stato, La formazione è generale se, ad esempio, è organizzata congiuntamente da diverse imprese indipendenti ovvero ne possano beneficiare i dipendenti di diverse imprese Assetto organizzativo, ruoli e responsabilità L organizzazione dell intervento sarà curata per le edizioni in Campania dalla Società Sanitaria Consortile Mario Malzoni a r.l. e per le eventuali azioni in Calabria e Sicilia dal Conform. In tal modo, i partner di progetto opereranno esclusivamente in regioni in cui hanno ottenuto l accreditamento quali enti formativi. Relativamente alle figure professionali impiegate nel progetto, si privilegeranno docenti, codocenti e tutor di comprovata esperienza nella singola specialità oggetto degli interventi. Profilo docenti: Docente esperto integrato in un team di docenti che collaborano, ciascuno per la propria specializzazione alla programmazione, attuazione e valutazione dell azione formativa, alla produzione dei materiali didattici, alla elaborazione delle prove di verifica e valutazione. Profilo tutor di formazione: Il tutor assiste le attività di un gruppo in apprendimento durante l intero percorso formativo, facilitando il processo di apprendimento. Per tale motivo segue costantemente lo svolgimento delle attività per tutte le ore previste dal progetto. Ruolo strategico per la crescita personale e professionale dell utenza, la sua competenza è di tipo metodologico. Conosce, pertanto, metodi, tecniche e strumenti didattico-formativi, è in grado di programmare le attività didattiche, di pianificare tempi e risorse (umane e strumentali) assegnate, di organizzare il processo di apprendimento tenendo conto delle dinamiche di gruppo ed individuali e delle capacità di apprendimento della singola utenza, di gestire le risorse umane (partecipanti e docenti) nell ottica delle finalità e dei risultati attesi dal progetto, di monitorare e verificare l efficacia ed efficienza dell azione formativa. Per la tipologia professionale, il tutor deve esprimere sensibilità ed interesse per la formazione continua, comprenderne la complessità, sapersi orientare nel settore dell informatica per favorire e sostenere il processo di apprendimento dell utenza, essere in grado di sviluppare capacità di autovalutazione e di autoformazione (capacità di apprendere ).

3 Si riportano di seguito i compiti previsti per la funzione del tutor di formazione: seguire lo svolgimento delle attività d aula stimolare e sostenere i processi di apprendimento supportare l apprendimento individuale e/o collettivo attraverso il rinforzo di tipo motivazionale e cognitivo gestire le dinamiche di gruppo, cercando di rimuovere eventuali tensioni e i motivi di conflittualità segnalare al coordinatore ed ai docenti i motivi di eventuali difficoltà che dovessero insorgere nel processo di apprendimento e le disfunzioni che dovessero presentarsi nella didattica assicurare la corretta e puntuale gestione del sistema di monitoraggio e valutazione predisporre e distribuire all utenza il materiale didattico formativo e di consumo richiedendo e custodendo i relativi attestati di ricezione da rimettere all unità di rendicontazione assicurare il corretto espletamento di tutte le formalità attinenti all esauriente dimostrazione delle attività didattico - formative svolte e di quelle previste per la rendicontazione contabile amministrativa curare la custodia del materiale didattico e di consumo da distribuire, ed il corretto impiego delle attrezzature e delle suppellettili Il tutor di formazione per l espletamento dei suoi compiti si avvale del coordinatore che svolge una funzione di assistenza alle diverse fasi del processo: programmazione, pianificazione, attuazione e valutazione dell intervento. Inoltre, uno staff amministrativo sostiene l intera iniziativa nella predisposizione dei modelli e delle procedure e di qualità di assistenza tecnica per ogni eventuale problema amministrativo che dovesse insorgere nel corso delle attività Riepilogando, le figure professionali individuate e da impegnare nel presente intervento saranno le seguenti: Direttore di Progetto- membro del comitato scientifico; Coordinatore intervento; Consulente senior progettista piani formativi; Orientatore senior; Consulente senior progettazione; Docente e co-docente esperto nelle tematiche specifiche dei corsi; Tutor; Consulente senior rendicontazione; Consulente senior monitoraggio; Consulente senior marketing di progetto; Consulente senior comunicazione integrata. La Formazione a Distanza (FAD) sarà erogata mediante l impiego della piattaforma e-espansione che sarà resa disponibile dalla società Espansione s.r.l. corrente in Avellino, unitamente al servizio di gestione ed assistenza informatica per corsisti e docenti. La segreteria organizzativa centralizzata per le attività formative sarà appostata con funzioni di call-center presso la sede di Mercogliano (AV) della Società Sanitaria Consortile Mario Malzoni. Il coordinamento gestionale e la logistica delle singole edizioni corsuali saranno gestite localmente dai partner di progetto come operanti nelle diverse regioni. Le attività di direzione e coordinamento saranno assegnate a professionisti e docenti esperti con ampia e comprovata esperienza negli argomenti di cui ai singoli interventi trattati. Le attività di tutoraggio d aula saranno assegnate a personale esperto in attività formative nel settore sanitario. Le attività di tutoraggio per le attività FaD saranno assegnati a medici o professionisti esperti nella produzione ed erogazione di formazione FaD. La gestione economica e finanziaria del progetto sarà esercitata dalla società mandataria presso la sede di Mercogliano (AV). I contenuti didattici dei vari interventi saranno pubblicati sull apposito sito-web del progetto formativo Localizzazione Il presente intervento prevede CAMPANIA CALABRIA SICILIA TOTALE N. Tematiche proposte Destinatari 2 Alta specialità GINECOLOGIA Medici chirurghi impegnati a vario titolo nei reparti. Medici specialisti Le attività d aula saranno ospitate presso le sedi accreditate dei due Enti partner di progetto e presso strutture in regola con la normativa in materia di sicurezza ed antincendio come previsto dalla corrente

4 normativa in materia di spazi destinati ad attività didattiche e come previsto dalle normative regionali per l accreditamento degli enti di formazione professionale Modalità di formazione (esplicitare le modalità di formazione per ciascuna azione prevista al punto precedente) Metodologia Descrizione Ore Lezioni frontali Le lezioni d aula saranno distribuite nell arco di sette sessioni di quattro ore ciascuna, 28 in Aula nelle quali verranno illustrati gli argomenti oggetto dell intervento da docenti altamente qualificati operanti in ambienti strutturati per le attività chirurgiche trattate nell intervento formativo. FAD Mediante una piattaforma di formazione a distanza, i dipendenti in formazione 14 potranno eseguire esercitazioni e verificare on line quanto appreso mediante la compilazione di test e relazioni. Le attività di verifica dell apprendimento prevedono un attività di accesso (test d ingresso) ed una in uscita (test d uscita) Sarà inoltre aperto un forum di discussione tra allievi e docenti per tutta la durata del percorso formativo che darà la possibilità di richiedere e ricevere informazioni e chiarimenti sugli argomenti trattati. Totale ore 42 Azione n 1 Azione 1: Infertilità. L azione prevede: a. quattro sessioni di quattro ore ciascuna, di lezioni teoriche d aula nelle quali i docenti analizzeranno l argomento con l ausilio di strumenti quali proiezione di slide, filmati, ecc. b. quattro sessioni FAD di due ore cadauna di cui la prima di accesso ai materiali del corso e di valutazione delle competenze in ingresso e le altre tre di sviluppo e verifica delle attività d aula relativa alle due sessioni svolte. ATTIVITA D AULA TEORIA: ORE 16 ATTIVITA FAD: ORE 8 TOTALE ORE FASE: ORE 24 Azione n 2 Azione 2: La fecondazione assistita L azione prevede: a. tre sessioni di quattro ore ciascuna, di lezioni teoriche d aula nelle quali i docenti analizzeranno l argomento con l ausilio di strumenti quali proiezione di slide, filmati, ecc. b. tre sessioni FAD di due ore cadauna mediante le quali i dipendenti in formazione potranno approfondire i contenuti teorici e pratici appresi nelle sessioni di fase, mediante la compilazione di test e relazioni. In particolare, la terza sessione sarà erogata al termine dell attività formativa e conterrà un test di uscita quale prova summativa. ATTIVITA D AULA TEORIA: ORE 12 ATTIVITA FAD: ORE 6 TOTALE ORE FASE: ORE Indicatori di processo e di risultato La finalità dell attività di verifica del processo formativo di cui al presente intervento e dei risultati conseguiti dai partecipati consiste nel verificare l acquisizione progressiva delle competenze come previste negli obiettivi descritti. Tale verifica viene attuata mediante verifiche ex ante, in itinere ed ex post sull apprendimento eseguite in autovalutazione da ogni singolo partecipante con l ausilio di piattaforma informatica dedicata. L iniziativa nasce dall esigenza di sviluppare metodologie di valutazione di azioni formative complesse, utili a fornire indicazioni sulla qualità degli interventi formativi svolti e sulle conseguenti azioni correttive da avviare per rafforzare l efficacia degli interventi stessi. In particolare, saranno effettuate verifiche: prima dell avvio dell azione formativa (situazione in ingresso);

5 in progress (chiusura di azioni didattiche significative); ex-post (verifica finale ed elaborazione dei risultati). In particolare, su licenza della s.r.l. espansione, sarà impiegato e-espansione che è un software di ausilio alle attività di formazione, di aggiornamento professionale e di tutoraggio e consente la gestione organica delle esercitazioni a distanza nell ambito di piani formativi. In particolare, il programma viene impiegato validamente nelle fasi di verifica dell apprendimento, mediante la somministrazione di test, di esercitazioni su argomenti trattati in aula anche con l ausilio di immagini e filmati, ecc.. Il programma può utilizzare un qualsiasi brouser per interagire con l utente. esso è sviluppato in asp ed utilizza un data base creato con microsoft access. esso può essere utilizzato via internet oppure via intranet. La procedura è divisa in tre parti: 1. amministrazione procedura E il livello di accesso della funzione direzionale con cui si esercita il controllo del sistema (responsabile del progetto formativo - coordinatore dei corsi); 2. amministrazione questionari E il livello di accesso di docenti e tutor che possono progettare questionari e prove di vario genere on-line, accedendo all apposita sezione; 3. utenti E il livello di accesso degli utenti finali (corsisti). Essi possono collegarsi al sistema ed eseguire le prove (questionari, esercitazioni, ecc.) e verificarne l andamento in tempo reale attraverso un sistema di valutazione che evidenzia a video i risultati conseguiti. Gli accessi alle diverse sezioni sono gestiti con soluzioni di sicurezza sia per i dati aziendali, sia per i dati sensibili di docenti e corsisti. Questo sistema di gestione consente di raccogliere i contributi professionali di docenti e tutor operanti in remoto, che il sistema stesso traduce in prove, test, esercitazioni. Per questo si addice particolarmente all impiego in questa tipologia di piano formativo. Il materiale prodotto ed immesso dai docenti e tutor viene, infatti, elaborato automaticamente dal sistema e reso direttamente disponibile ai corsiti, previa verifica attraverso la funzione amministrazione procedura. I corsisti, a loro volta, possono effettuare i test, con questa soluzione, in qualsiasi momento, collegandosi al sistema per eseguire le prove e verificarne contestualmente il risultato, rimanendo comodamente a casa oppure durante una pausa di lavoro. Il programma è posizionato su un server Internet in grado di gestire piattaforme UNIX.

1.1.1 Titolo dell intervento Terapia del dolore: il valore della qualità della vita. 1.1.2 Obiettivi. 1.1.3 Destinatari 1.1 SCHEDA INTERVENTO 7

1.1.1 Titolo dell intervento Terapia del dolore: il valore della qualità della vita. 1.1.2 Obiettivi. 1.1.3 Destinatari 1.1 SCHEDA INTERVENTO 7 1.1 SCHEDA INTERVENTO 7 1.1.1 Titolo dell intervento Terapia del dolore: il valore della qualità della vita 1.1.2 Obiettivi Secondo i dati diffusi nel Convegno Forum One Dolore tenuto lo scorso anno a

Dettagli

1.1.1 Titolo dell intervento SVILUPPO DELLA CAPACITÀ DI COMUNICAZIONE E DI LEADERSHIP NELL'AZIENDA SANITARIA PER PERSONALE NON MEDICO

1.1.1 Titolo dell intervento SVILUPPO DELLA CAPACITÀ DI COMUNICAZIONE E DI LEADERSHIP NELL'AZIENDA SANITARIA PER PERSONALE NON MEDICO 1.1 SCHEDA INTERVENTO 15 1.1.1 Titolo dell intervento SVILUPPO DELLA CAPACITÀ DI COMUNICAZIONE E DI LEADERSHIP NELL'AZIENDA SANITARIA PER PERSONALE NON MEDICO 1.1.2 Obiettivi Nel contesto di un'azienda

Dettagli

Infermiere 1.984 2.140 2.184 2.588 2.728 Operatore 895 959 1.115 1.106 1.070 Ausiliario sanitario, Portantino 651 570 521 566 653

Infermiere 1.984 2.140 2.184 2.588 2.728 Operatore 895 959 1.115 1.106 1.070 Ausiliario sanitario, Portantino 651 570 521 566 653 1.1 SCHEDA INTERVENTO 13 1.1.1 Titolo dell intervento Buone pratiche, sicurezza, procedure. 1.1.2 Obiettivi L obiettivo generale del corso è guidare e sostenere il corsista nell acquisizione e nell approfondimento

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE. Ufficio Volontariato, Relazioni Istituzionali e Internazionali SERVIZIO FORMAZIONE

DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE. Ufficio Volontariato, Relazioni Istituzionali e Internazionali SERVIZIO FORMAZIONE DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE Ufficio Volontariato, Relazioni Istituzionali e Internazionali SERVIZIO FORMAZIONE MODELLO DI INTERVENTO FORMATIVO PER ISCRITTI ALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

Dettagli

TEMA DELL OPERAZIONE... 3 IL SOGGETTO PROPONENTE... 4 LE AREE TEMATICHE DI INTERVENTO... 4 FINALITÀ E OBIETTIVI GENERALI... 7

TEMA DELL OPERAZIONE... 3 IL SOGGETTO PROPONENTE... 4 LE AREE TEMATICHE DI INTERVENTO... 4 FINALITÀ E OBIETTIVI GENERALI... 7 DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER LA FORMAZIONE CONTINUA L AIM E LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE INDICE TEMA DELL OPERAZIONE... 3 IL SOGGETTO PROPONENTE... 4 LE AREE TEMATICHE DI INTERVENTO... 4 Area Trasversale:

Dettagli

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Mission L Istituto Aurelia Fevola opera da anni nel settore della formazione attraverso una vasta offerta formativa che si basa principalmente

Dettagli

Formare i formatori al tempo della crisi

Formare i formatori al tempo della crisi Settembre 2013, anno VII N. 8 Formare i formatori al tempo della crisi di Giusi Miccoli 1 La situazione della formazione e confronto con l Europa La crisi economica e finanziaria che da alcuni anni colpisce

Dettagli

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI 1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI 2. PRESENTAZIONE 3. SERVIZI FORNITI E AREE DI INTERVENTO 4. I PRINCIPI FONDAMENTALI 5. TUTELA E VERIFICA 6. DATI DELLA SEDE 1. CHE COS È LA CARTA DEI

Dettagli

Ente Bilaterale del Terziario di Genova e provincia

Ente Bilaterale del Terziario di Genova e provincia Fondo Interprofessionale FOR.TE. Piano Formativo PIT STOP Relazione Finale 1. Dati identificativi del Piano Piano Formativo: Codice RUP: Natura del piano: Settore: Presentatore: Attuatore: Supporto: Durata

Dettagli

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato IL PROGETTO E-LEARNING della Ragioneria Generale dello Stato Il Contesto Nel corso degli ultimi anni, al fine di migliorare qualitativamente i servizi resi dalla P.A. e di renderla vicina alle esigenze

Dettagli

I MODULO PASSIONE E VISIONE: ORIENTARSI IN UN MONDO CHE EVOLVE

I MODULO PASSIONE E VISIONE: ORIENTARSI IN UN MONDO CHE EVOLVE PERCORSO DEGLI STRUMENTI E DEI METODI FORMARE I FORMATORI PER RINNOVARE LE ORGANIZZAZIONI E LA SOCIETÀ CORSO AVANZATO SULLA COSTRUZIONE DEI PROCESSI FORMATIVI Ciò che manca al nostro sistema educativo

Dettagli

CARTA DI QUALITA' DELL'OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITA' DELL'OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITA' DELL'OFFERTA FORMATIVA Destinazione DOCUMENTAZIONE ACCREDITAMENTO ISTITUTO SITO WEB ISTITUTO 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 POLITICA DELLA QUALITA La scelta di dotarsi di un sistema di gestione

Dettagli

PIANO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I VOLONTARI DELLA SARDEGNA

PIANO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I VOLONTARI DELLA SARDEGNA 2016 PIANO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I VOLONTARI DELLA SARDEGNA LA FORMAZIONE...Una formazione che accolga la persona nella sua unicità ed unitarietà, formazione di uomini e donne solidali, una

Dettagli

PROGETTO INVENTA 2012

PROGETTO INVENTA 2012 SCHEDA SINTETICA PROGETTO INVENTA 2012 ID N. 189 AMBITO FORMATIVO FORGIO PACCHETTO FORMATIVO BASE Avviso Pubblico n. 20/2011 Percorsi formativi per il rafforzamento dell occupabilità e dell adattabilità

Dettagli

ERGONOMIA E FATTORI UMANI

ERGONOMIA E FATTORI UMANI Società Italiana di Ergonomia Sezione Territoriale Lazio VOCATIONAL MASTER IN ERGONOMIA E FATTORI UMANI SECONDA EDIZIONE ROMA 27 MAGGIO 2005 / 26 MAGGIO 2006 con la collaborazione di S3 Opus S.r.l. Presentazione

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DELLA QUALITA Livello strategico CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA La politica della qualità: Mission, Obiettivi e Impegni La mission La GL 3000 SERVICES s.r.l. offre servizi destinati al sostegno

Dettagli

P R O G E T T O P E R L A S C U O L A. P R O G E T T A R E E O P E R A R E N E L L A S C U O L A D E L L A U T O N O M I A

P R O G E T T O P E R L A S C U O L A. P R O G E T T A R E E O P E R A R E N E L L A S C U O L A D E L L A U T O N O M I A PROGETTO PER LA SCUOLA. PROGETTARE E OPERARE NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA PARTE II - CAPITOLO 7 P R O G E T T O P E R L A S C U O L A. P R O G E T T A R E E O P E R A R E N E L L A S C U O L A D E L L A

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni dipartimento di scienze politiche MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni V edizione A.A. 2013/2014 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente

Dettagli

Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale

Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale Pagina 1 di 8 Indice 1. Gli obiettivi del corso...3 2. I contenuti del corso...3 3. Il percorso didattico...4 3.1 Studio individuale...4

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 COMITATO TECNICO CONSULTIVO PER LA POLIZIA LOCALE REGIONE BASILICATA

Dettagli

CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA. 1.1 Politica della Qualità 3. 1.2 Responsabilità della Direzione 4

CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA. 1.1 Politica della Qualità 3. 1.2 Responsabilità della Direzione 4 CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE pag 1. LIVELLO STRATEGICO 3 1.1 Politica della Qualità 3 1.2 Responsabilità della Direzione 4 1.3 Organizzazione orientata al Cliente 4 1.4 Coinvolgimento

Dettagli

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009 CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE pag 1. LIVELLO STRATEGICO 3 1.1 Politica della Qualità 3 1.2 Responsabilità della Direzione 4 1.3 Organizzazione orientata al Cliente 4 1.4 Coinvolgimento

Dettagli

INFORMATICA AVANZATA: CERTIFICAZIONI MICROSOFT & E-COMMERCE

INFORMATICA AVANZATA: CERTIFICAZIONI MICROSOFT & E-COMMERCE Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: INFORMATICA AVANZATA: CERTIFICAZIONI MICROSOFT & E-COMMERCE Corsi di specializzazione

Dettagli

CARTA DELLA QUALITÀ. Procedure del Sistema di Gestione per la Qualità. Scuola Secondaria Superiore. Formazione individuale

CARTA DELLA QUALITÀ. Procedure del Sistema di Gestione per la Qualità. Scuola Secondaria Superiore. Formazione individuale Scuola Secondaria Superiore Formazione individuale Servizi scolastici pomeridiani Via Oss Mazzurana n 8 38122 TRENTO Qualificazione professionale Corsi FSE tel. 0461 233043 fax 0461 222441 Presa d'atto

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2009/2010 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA

MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA Corsi di specializzazione

Dettagli

TRASPARENZA AMMINISTRATIVA: GLI OBBLIGHI NORMATIVI PER LE SCUOLE DOPO IL D.LGS. n. 33/2013

TRASPARENZA AMMINISTRATIVA: GLI OBBLIGHI NORMATIVI PER LE SCUOLE DOPO IL D.LGS. n. 33/2013 PRESENTAZIONE INIZIATIVA DI FORMAZIONE TRASPARENZA AMMINISTRATIVA: GLI OBBLIGHI NORMATIVI PER LE SCUOLE DOPO IL D.LGS. n. 33/2013 IDENTIFICATIVO FA1-AA-PRE-TRASPARENZA-SCUOLE-1.0 VERSIONE Ed. 1 Rev. 0/23-10-2013

Dettagli

ARTICOLO 1 (Denominazione)

ARTICOLO 1 (Denominazione) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI SPECIALIZZAZIONE QUADRIENNALE IN PSICOTERAPIA PSICOANALITICA: INTERVENTO PSICOLOGICO CLINICO E ANALISI DELLA DOMANDA (Approvato dal consiglio di amministrazione SPS s.r.l.

Dettagli

SCHEDA - ELEMENTI DESCRITTIVI DELL AZIONE FORMATIVA Progetto di Alta Formazione Professionalizzante Integrata in Alternanza Scuola-Impresa.

SCHEDA - ELEMENTI DESCRITTIVI DELL AZIONE FORMATIVA Progetto di Alta Formazione Professionalizzante Integrata in Alternanza Scuola-Impresa. SCHEDA - ELEMENTI DESCRITTIVI DELL AZIONE FORMATIVA Progetto di Alta Formazione Professionalizzante Integrata in Alternanza Scuola-Impresa. Motivazione dell idea progettuale. Gli studenti degli Istituti

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni dipartimento di scienze politiche MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni VI edizione A.A. 2014/2015 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Politica della qualità MISSION La GIMARCEF Associazione Culturale intende offrire possibilità di sviluppo professionale a tutti gli allievi, privilegiando

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali

MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali dipartimento di Giurisprudenza MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali XII edizione A.A. 2014/2015 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente

Dettagli

MANSIONARIO DELL AGENZIA FORMATIVA ALL.03

MANSIONARIO DELL AGENZIA FORMATIVA ALL.03 MANSIONARIO DELL AGENZIA FORMATIVA ALL.03 Pagina 1 di 7 DATA I EMISSIONE: 12/01/2008 Resp. Redazione RGSQ Resp. Verifica RGSQ Resp. Approvazione DIR REVISIONI DATA MODIFICHE RESP. VERIFICA GESTIONE SISTEMA

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Pagina 1 di 7 CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Politica della qualità L Istituto Aniene Srl si pone come obiettivo quello di raccordare le finalità formative con i bisogni e la

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE VALORE P.A.

CORSO DI FORMAZIONE VALORE P.A. Direzione centrale Credito e Welfare CORSO DI FORMAZIONE VALORE P.A. TITOLO Management sanitario e metodologie e modelli di assistenza ospedaliera AREA GIURIDICA-SANITARIA Direttore/ coordinatore Didattico

Dettagli

MEDIAZIONE FAMILIARE. Una professione emergente, importante, utile.

MEDIAZIONE FAMILIARE. Una professione emergente, importante, utile. MEDIAZIONE FAMILIARE corso di formazione Una professione emergente, importante, utile. Per gestire i conflitti e ampliare gli spazi di incontro e comunicazione. Per trasformare gli scontri in confronti.

Dettagli

FORMARE I FORMATORI II a edizione

FORMARE I FORMATORI II a edizione FORMARE I FORMATORI II a edizione Corso avanzato sulla costruzione dei processi formativi Percorso degli strumenti e dei metodi STRUTTURA Il percorso proposto, della durata complessiva di 24 giornate,

Dettagli

SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore. Il progetto in breve

SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore. Il progetto in breve SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore Il progetto in breve Questo percorso formativo si propone di formare 25 persone in modo da aumentarne la capacità

Dettagli

INFORMA srl Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale

INFORMA srl Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale INFORMA srl Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale Attività Informa - Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale opera dal 1988. Certificato ISO 9001 dal dicembre 1997. E la scuola per dirigenti,

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Mission della struttura L Associazione Cultura d Impresa è un ente senza finalità di lucro, nasce nel 1999 come progetto formativo professionale

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali

MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali dipartimento di Giurisprudenza MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali XI edizione A.A. 2013/2014 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente di

Dettagli

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE. Corso ECM Formazione a Distanza su piattaforma multimediale interattiva web

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE. Corso ECM Formazione a Distanza su piattaforma multimediale interattiva web I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Corso ECM Formazione a Distanza su piattaforma multimediale interattiva web Obiettivo formativo: contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza Master di I livello in area sanitaria

Facoltà di Giurisprudenza Master di I livello in area sanitaria Facoltà di Giurisprudenza Master di I livello in area sanitaria Anno Accademico 2008/2009 PROGETTO FORMARSI PER CRESCERE Proposta formativa in favore dell evoluzione professionale e contrattuale degli

Dettagli

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico ALLEGATO TECNICO AL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO 12 MARZ0 2009 tra il Ministero dell istruzione, e le Organizzazioni sindacali firmatarie del ccnl del personale del comparto scuola, sottoscritto

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA

REGOLAMENTO GENERALE PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA CERSA S.r.l. a socio unico Organismo di Certificazione Via G. De Castillia, 10 20124 Milano tel. 02.86.57.30 02.86.57.37 fax 02.72.09.63.80 SCHEMA PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE REGOLAMENTO GENERALE

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Politica della qualità MISSION La DESANTISAP SOC COOP.VA ARL garantisce il controllo qualitativo di ogni parte dell attività formativa dalla progettazione

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

TABELLA C CARTA DELLA QUALITÁ DELL OFFERTA FORMATIVA

TABELLA C CARTA DELLA QUALITÁ DELL OFFERTA FORMATIVA TABELLA C Requisito C2.1 ALLEGATO II.1 CARTA DELLA QUALITÁ DELL OFFERTA FORMATIVA LIVELLO STRATEGICO Politica della Mission Fondazione Patrizio Paoletti promuove, coorna e attua iniziative per: la formazione

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE PER LA FUNZIONE DOCENTE IN "LE NUOVE TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE:

CORSI DI FORMAZIONE PER LA FUNZIONE DOCENTE IN LE NUOVE TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE: CORSI DI FORMAZIONE PER LA FUNZIONE DOCENTE IN "LE NUOVE TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE: Uso didattico della Lavagna Interattiva Multimediale () Livello Base (100 ore), Livello Intermedio

Dettagli

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo 1. Elementi generali Le attività didattiche del Master

Dettagli

FORMAZIONE FINANZIATA Fondi Interprofessionali e FSE

FORMAZIONE FINANZIATA Fondi Interprofessionali e FSE FORMAZIONE FINANZIATA Fondi Interprofessionali e FSE TD GROUP E LA FORMAZIONE FINANZIATA La formazione finanziata consiste nella progettazione ed erogazione di percorsi formativi che sono finanziati totalmente

Dettagli

OPERATORE DEI SISTEMI E DEI SERVIZI LOGISTICI

OPERATORE DEI SISTEMI E DEI SERVIZI LOGISTICI CONSORZIO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE E PER L EDUCAZIONE PERMANENTE Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un Ente Pubblico, che organizza, in diversi settori

Dettagli

PROFILI DELLA FORMAZIONE

PROFILI DELLA FORMAZIONE Allegato 1d.2 PROFILI DELLA FORMAZIONE Nota Bene: Fermo restando i profili di formazione già sanciti da specifiche regolamentazioni (ad esempio i profili presenti nell ambito della formazione in medicina

Dettagli

FAC SIMILE STAMPA FORMULARIO SMART

FAC SIMILE STAMPA FORMULARIO SMART N.B. In celeste le note e le indicazioni del Fondo come supporto alla compilazione FAC SIMILE STAMPA FORMULARIO SMART Proposta Piano Formativo Avviso n. 29 del 17/03/2015 Piano Formativo: Legenda colori

Dettagli

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA Roma, giugno 2015 Indice 1. Livello strategico Premessa 1.1 Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Gregorio VII: profilo e missione 1.2 Politica della qualità

Dettagli

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA Via Lecce, 17 03100 FROSINONE - ITALIA Tel. 0775 210531 Fax 0775 210531 E-mail: formazione@sanasrl.it ALLEGATO II.1 CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA ELEMENTI MINIMI LIVELLO STRATEGICO POLITICA

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

CORSO DI OPERATORE/TRICE GRAFICO ADDETTO/A PRESTAMPA

CORSO DI OPERATORE/TRICE GRAFICO ADDETTO/A PRESTAMPA CORSO DI OPERATORE/TRICE GRAFICO ADDETTO/A PRESTAMPA Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un Ente Pubblico, gestito da un consorzio di Comuni che organizza, in diversi

Dettagli

Verifica qualità dati contabili Elaborazione e strutturazione dell informazione

Verifica qualità dati contabili Elaborazione e strutturazione dell informazione COMUNE DI TRENTO Servizio Programmazione e Controllo via Belenzani 22 38100 Trento Telefono: 0461-884162; Fax: 0461-884168 e_mail: servizio_programmazione@comune.trento.it Sito internet dell amministrazione:

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE METODOLOGICO-DIDATTICA INERENTE LA REALIZZAZIONE DI UNA CLASSE DIGITALE Il Dirigente Scolastico

Dettagli

CORSO A CATALOGO - 2011 - Corso ID: 9142 - FORMAZIONE PER FORMATORI

CORSO A CATALOGO - 2011 - Corso ID: 9142 - FORMAZIONE PER FORMATORI CORSO A CATALOGO 2011 Corso ID: 9142 FORMAZIONE PER FORMATORI Dati principali Corso ID: 9142 FORMAZIONE PER FORMATORI ID Corso: Titolo corso: logia corso: Link dettaglio Master: Master di 1 livello o 2

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN --ESPERTO IN PROGETTI EUROPEI E SISTEMI E-LEARNING-- MASTER EU-LEARN

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN --ESPERTO IN PROGETTI EUROPEI E SISTEMI E-LEARNING-- MASTER EU-LEARN Università Ca Foscari di Venezia Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Centro di Eccellenza Interateneo per la Ricerca, l Innovazione e la Formazione Avanzata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN --ESPERTO

Dettagli

Corso di Alta Formazione per le professioni di aiuto: Counselling, Musicoterapia & Arti Terapie

Corso di Alta Formazione per le professioni di aiuto: Counselling, Musicoterapia & Arti Terapie Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Corso di Alta Formazione per le professioni di aiuto: Counselling, Musicoterapia & Arti

Dettagli

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Master di I livello Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Master 84 1 Titolo MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO

Dettagli

Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30

Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30 Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO PROFESSIONALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Mission L Accademia Romana di Acconciatura ente formativo riconosciuto dalla Regione Lazio opera a 360 nel settore dell acconciatura con soluzioni vincenti e uno

Dettagli

Le risposte alle domande più frequenti Analisi e Gestione dei Fenomeni Sociali, Organizzativi e Territoriali 1. Si trova facilmente lavoro?

Le risposte alle domande più frequenti Analisi e Gestione dei Fenomeni Sociali, Organizzativi e Territoriali 1. Si trova facilmente lavoro? Le risposte alle domande più frequenti sul Corso di Laurea triennale in Analisi e Gestione dei Fenomeni Sociali, Organizzativi e Territoriali Facoltà di Scienze Politiche Università del Piemonte Orientale,

Dettagli

1) Il Programma Operativo Nazionale 2007-2013 Competenze per lo Sviluppo

1) Il Programma Operativo Nazionale 2007-2013 Competenze per lo Sviluppo Pagina1 Allegato A Monitoraggio delle formazioni docenti PON 2010/2011 e richieste specifiche per la valutazione e il monitoraggio delle azioni PON DIDATEC corso base e corso avanzato 1) Il Programma Operativo

Dettagli

GUIDA AL TIROCINIO INTRODUZIONE

GUIDA AL TIROCINIO INTRODUZIONE Corso di Studio in Servizio sociale e Sociologia Laurea in Servizio Sociale L39 GUIDA AL TIROCINIO INTRODUZIONE Profilo professionale di riferimento L assistente sociale è un professionista chiamato ad

Dettagli

Pag. 1. C.F. e P.I. 08149421003 Iscr. alla C.C.I.A.A.di Roma n 107706

Pag. 1. C.F. e P.I. 08149421003 Iscr. alla C.C.I.A.A.di Roma n 107706 MINERVA SAPIENS S.r.l. Uni personale Capitale sociale Euro 10.000,00 i.v. Sede legale: P.zza dei Navigatori 22/D - Centro di Formazione: P.zza dei Navigatori 8/H - 00147 Roma Tel e Fax: 06.5128484/51600039

Dettagli

CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A AI SERVIZI AMMINISTRATIVI D IMPRESA

CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A AI SERVIZI AMMINISTRATIVI D IMPRESA CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A AI SERVIZI AMMINISTRATIVI D IMPRESA Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un Ente Pubblico, gestito da un consorzio di Comuni che

Dettagli

FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI

FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI L Ebit Ter Lazio offre a tutte le aziende della Regione Lazio la possibilità di formare i propri tutor aziendali, adempiendo così all obbligo di legge e conseguendo la certificazione

Dettagli

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa Politica della Qualità L IIS A. Petrocchi adotta un sistema interno di gestione della qualità per garantire l efficacia e il continuo miglioramento dei servizi.

Dettagli

Guida alla fruizione del percorso di validazione Trad Lab:Struttura la tua idea di BIC Lazio

Guida alla fruizione del percorso di validazione Trad Lab:Struttura la tua idea di BIC Lazio Guida alla fruizione del percorso di validazione Trad Lab:Struttura la tua idea di BIC Lazio Indice OBIETTIVI... 3 REQUISITI TECNICI... 3 ILLUSTRAZIONE DEL PERCORSO... 3 PARTE TEORICA...4 PARTE PRATICA...4

Dettagli

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. 9^ edizione. a.s. 2012-2013

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. 9^ edizione. a.s. 2012-2013 Promozione percorsi sperimentali di Alternanza scuola-lavoro (art.4, Legge 28 marzo 2003, n.53) D.D.G. n. 640 del 30/01/2012 PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO 9^ edizione a.s. 2012-2013 Istituto: I.I.S.S.

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE La certificazione manageriale 29/07/2014 PREMESSA In diverse realtà sono stati attivati corsi di

Dettagli

www.lacrisalide.it 1

www.lacrisalide.it 1 www.lacrisalide.it 1 CHI SIAMO La Crisalide srl si occupa di formazione in ambito sanitario secondo il progetto ECM (Educazione Continua in Medicina) promosso e reso obbligatorio per tutti gli operatori

Dettagli

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali Grazia Batarra, Carla Sabatini Turismo: prodotti, imprese e professioni per il quinto anno Edizione mista Tramontana Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

Corso La gestione informatica dei documenti

Corso La gestione informatica dei documenti Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Programma di Empowerment delle amministrazioni pubbliche del Mezzogiorno Corso La gestione informatica dei documenti

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione, Istruzione e Politiche Sociali Servizio Politiche della Transnazionalità, della Governance e della Qualificazione del Sistema Formativo CARTA DI QUALITÀ

Dettagli

Riccardo Lega Coordinatore del progetto EQDL c/o il Polo Qualità di Napoli

Riccardo Lega Coordinatore del progetto EQDL c/o il Polo Qualità di Napoli Polo della Qualità di Napoli: Il Laboratorio EQDL per conseguire Un progetto ponte fra Scuola e Nuove professionalità del mondo del Lavoro Riccardo Lega Coordinatore del progetto EQDL c/o il Polo Qualità

Dettagli

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale 1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale della RGS, del CNIPA e di ingegneri dell Ordine di

Dettagli

La rendicontazione e le misure di accompagnamento. nei percorsi IFTS

La rendicontazione e le misure di accompagnamento. nei percorsi IFTS Università di Padova La rendicontazione e le misure di accompagnamento nei percorsi IFTS 14 Marzo 2006 Università di Padova La rendicontazione negli IFTS Università di Padova Cosa cambia con e-learning

Dettagli

L E-LEARNING ENTRA NELLA PA : IL CASO ARPA PUGLIA

L E-LEARNING ENTRA NELLA PA : IL CASO ARPA PUGLIA Luigi Barberini Studiodelta S.r.l. Bari /Italia l.barberini@studiodelta.it FULL PAPER Obiettivo principale del progetto è stato la formazione informatica di base per un numero di circa 0 dipendenti dell

Dettagli

COMMENTO ACCORDI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DATORE LAVORO-RSPP

COMMENTO ACCORDI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DATORE LAVORO-RSPP ALLEGATO 1 COMMENTO ACCORDI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DATORE LAVORO-RSPP Premessa. I corsi hanno una durata minima di 16 ore e a determinate condizioni e entro certi limiti (v. punto 4), è consentito

Dettagli

FORMAZIONE CONTINUA Finanziata da Fondi Interprofessionali

FORMAZIONE CONTINUA Finanziata da Fondi Interprofessionali FORMAZIONE CONTINUA Finanziata da Fondi Interprofessionali INDICE LA FORMAZIONE CONTINUA: definizioni e riferimenti normativi I FONDI INTERPROFESSIONALI: definizioni e riferimenti normativi IL PROGETTO

Dettagli

CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A ALLE VENDITE

CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A ALLE VENDITE U Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A ALLE VENDITE Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Politica della qualità GENESIS LICEO DEL PARRUCCHIERE si pone come obiettivo quello di raccordare le finalità formative con i bisogni e la realtà

Dettagli

Fondimpresa è il più importante tra i Fondi

Fondimpresa è il più importante tra i Fondi INFORMATIVA AI PARTECIPANTI DEL PROGETTO C.R.E.S.C.O in Sicurezza Corsi di Riqualificazione e Specializzazione delle Competenze.in Sicurezza FINANZIATO DA FONDIMPRESA Gentile Partecipante, desideriamo

Dettagli

Resilienza ed educazione alla salute. Teorie e metodologie educative tra cura e prevenzione

Resilienza ed educazione alla salute. Teorie e metodologie educative tra cura e prevenzione Resilienza ed educazione alla salute Teorie e metodologie educative tra cura e prevenzione 21/24 ottobre 2009 1 Presentazione Il tema della resilienza è oggi diventato oggetto di interesse nel lavoro di

Dettagli

l assicurazione di qualità della convalida dell apprendimento non formale e informale (LLP-LdV-TOI-11-IT-632)

l assicurazione di qualità della convalida dell apprendimento non formale e informale (LLP-LdV-TOI-11-IT-632) (LLP-LdV-TOI-11-IT-632) l assicurazione di qualità della convalida dell apprendimento non formale e informale Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L autore è il

Dettagli

Master Executive. MASTER di I Livello IP 03 - PROFESSIONE ORIENTATORE. 1500 ore - 60 CFU. Anno Accademico 2014/2015

Master Executive. MASTER di I Livello IP 03 - PROFESSIONE ORIENTATORE. 1500 ore - 60 CFU. Anno Accademico 2014/2015 Master Executive MASTER di I Livello IP 03 - PROFESSIONE ORIENTATORE 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 Titolo Categoria Livello IP 03 - PROFESSIONE ORIENTATORE MASTER I Livello Anno Accademico

Dettagli

Sezione 1 - Informazioni generali

Sezione 1 - Informazioni generali FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE (IFTS) Sezione 1 - Informazioni generali ANNO 2002 1.1 Titolo del corso: 1.2 Figura professionale oggetto del corso:

Dettagli

Indice. 1. La formazione nelle organizzazioni sanitarie-------------------------------------------------------3

Indice. 1. La formazione nelle organizzazioni sanitarie-------------------------------------------------------3 LEZIONE LA FORMAZIONE NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE DOTT.SSA MARIA ANTONIETTA DE LUCA Indice 1. La formazione nelle organizzazioni sanitarie-------------------------------------------------------3 1.1.

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. Il 2005, in Roma. premesso che:

VERBALE DI ACCORDO. Il 2005, in Roma. premesso che: VERBALE DI ACCORDO Il 2005, in Roma ABI e.. premesso che: il d. lgs. n. 276 del 10 settembre 2003 ha introdotto una nuova disciplina dell apprendistato, regolando all art. 49, la fattispecie dell apprendistato

Dettagli

Programma Formativo HSH@Teacher

Programma Formativo HSH@Teacher Direzione Generale per i Sistemi Informativi Ufficio V Innovazione Tecnologica nella Scuola Allegato 1 Progetto HSH@Network Programma Formativo HSH@Teacher Il percorso formativo HSH@Teacher...2 Scopo del

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza è lieta di

Dettagli

(Marketing & Comunicazione d Impresa)

(Marketing & Comunicazione d Impresa) EXECUTIVE MASTER in COMUNIC@ZIONE INTEGRATA 6 a Ed. (Marketing & Comunicazione d Impresa) 10 Ottobre 2009-22 Febbraio 2010 Premessa La globalizzazione dei mercati, la competizione e l internazionalizzazione,

Dettagli