CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER DIRIGENTE DI STRUTTURA COMPLESSA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER DIRIGENTE DI STRUTTURA COMPLESSA"

Transcript

1 AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA POLICLINICO-VITTORIO EMANUELE CATANIA CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER DIRIGENTE DI STRUTTURA COMPLESSA (ART. 1 D.D.G 3245 DEL 30/12/2009)

2 INDICE 1. DENOMINAZIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE DA SVOLGERSI PRESSO L AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA POLICLINICO VITTORIO EMANUELE CATANIA 2. OBIETTIVI E RISULTATI ATTESI 3. NUMERO PARTECIPANTI 4. SOGGETTO REALIZZATORE DELLE ATTIVITA FORMATIVE 5. STRUTTURA E CONTENUTI DEL CORSO 2

3 1. DENOMINAZIONE DELLE ATTIVITA' FORMATIVE DA SVOLGERSI PRESSO L AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA POLICLINICO VITTORIO EMANUELE DI CATANIA Corso di formazione manageriale per Dirigenti di struttura complessa (ai sensi del punto 3) dell art. 1 del D.D.G del 30/12/2009) 2. OBIETTIVI E RISULTATI ATTESI Il Corso per la formazione manageriale di dirigenti di struttura complessa si propone di formare e consolidare la capacità gestionale, organizzativa e di direzione dei dirigenti al fine di promuovere la gestione efficiente dell Azienda e delle sue articolazioni organizzative, e una programmazione di servizi sempre più rispondenti ai bisogni sanitari della popolazione. In particolare, l'obiettivo del Corso è di far acquisire ai partecipanti una base comune di competenze sui processi decisionali e sui sistemi di gestione, coerenti con le odierne esigenze delle organizzazioni sanitarie. Il Corso intende, quindi, contribuire a sviluppare una capacità di interpretazione economica dei problemi aziendali, e di decisione razionale, coerente con le finalità perseguite dal sistema sanitario nel suo complesso. Coerentemente con tale obiettivo, il Corso offrirà un bagaglio di conoscenze economico-aziendali e di carattere legislativo, nonché una metodologia per affrontare e progettare soluzioni dei problemi organizzativi e gestionali, tipici di un'azienda sanitaria. In particolare, il Corso garantirà una conoscenza avanzata ed aggiornata dei principi di organizzazione e gestione dei servizi sanitari, degli indicatori di qualità dei servizi sanità pubblica, della gestione delle risorse umane, dei criteri di finanziamento e degli elementi di bilancio e controllo, rilevanti per la gestione delle aziende sanitarie. 3. NUMERO PARTECIPANTI Il numero massimo dei partecipanti al Corso è di 30, così come previsto dall'art. 8 del D.D.G. 3245/2009. Qualora il numero degli iscritti fosse superiore a quello sopra indicato, saranno realizzate più edizioni dell'intervento formativo proposto. 4. SOGGETTO REALIZZATORE DELLE ATTIVITA FORMATIVE Il Corso sarà realizzato a cura dell Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico Vittorio Emanuele di Catania in collaborazione con il Dipartimento di Economia e Metodi Quantitativi (DEMQ) dell Università degli Studi di Catania, che fornisce il supporto tecnico per la progettazione del Corso. Il DEMQ è un Dipartimento universitario, composto da docenti delle Facoltà di Economia e Giurisprudenza dell'università di Catania. Il Dipartimento vanta una consolidata tradizione di ricerca nelle discipline dell'economia pubblica, dell'economia dello sviluppo, della teoria delle decisioni e dell'analisi finanziaria. Al Dipartimento fa capo il programma di Dottorato di ricerca in Economia Pubblica (già Dottorato di ricerca in Economia Sanitaria). In passato, il 3

4 DEMQ ha curato la realizzazione di due edizioni di un analogo Corso di formazione manageriale per l Azienda USL 8 di Siracusa. All'interno del DEMQ, viene svolta un ampia attività di ricerca nelle tematiche dell'economia sanitaria. Sono state svolte ricerche di rilevanza nazionale e internazionale, finanziate dal Ministero della Salute e dalla UE, in collaborazione con aziende sanitarie e con alcuni assessorati regionali alla sanità, sono stati sottoscritti protocolli di intesa ed accordi di collaborazione con aziende sanitarie, con l'ordine dei medici e con la Federfarma per lo svolgimento di attività formative e di attività di ricerca. La direzione del Corso sarà affidata al Prof. Giacomo Pignataro, Professore ordinario di Economia sanitaria presso la Facoltà di Economia dell Università di Catania. Il Prof. Pignataro, attualmente Vice Presidente dell Associazione Italiana di Economia Sanitaria, è stato Coordinatore del Corso di Formazione Avanzata in Dirigenza delle Aziende Sanitarie e del Master universitario in economia e management delle aziende sanitarie, della Scuola Superiore di Catania, nonché Direttore del Corso di formazione manageriale per dirigenti di struttura complessa, organizzato dall Azienda USL 8 di Siracusa. 5. STRUTTURA E CONTENUTI DEL CORSO 5.1 Struttura del corso. Il corso avrà una durata di 4 mesi circa, articolato in 25 giornate, con un impegno giornaliero di 5,5 ore, dalle 14,30 alle 20,00. Il numero di ore di attività didattica frontale previsto è di 137,5, articolate in moduli didattici, raggruppati in tre ambiti, come indicato nel successivo paragrafo, comprendenti attività didattiche teoriche e pratiche (presentazione di casi-studio, esercitazioni, simulazioni di decisioni aziendali, utilizzo di database ecc.) e seminari con partecipazione di esperti. Alla fine del corso è prevista la redazione di un project-work, che conterrà l elaborazione di un idea progettuale, relativa all attività dell Unità operativa di appartenenza dei partecipanti, e lo studio della sua fattibilità. 4

5 5.2 Programma didattico. Il programma didattico del corso è articolato in tre parti. In una prima parte, il ruolo e la funzione dell'azienda sanitaria saranno analizzati nell'ambito delle finalità e delle caratteristiche del sistema sanitario di cui essa è parte. In particolare, si fornirà un quadro interpretativo generale dell'organizzazione dei sistemi sanitari, individuandone l'articolazione fondamentale e le possibili caratterizzazioni in termini di efficienza ed equità, soprattutto con riferimento ai flussi finanziari interni al sistema. Nel quadro delle riforme che hanno contraddistinto il sistema sanitario italiano, saranno, quindi, considerati la configurazione istituzionale delle aziende sanitarie e i problemi organizzativi fondamentali che essa oggi affronta. Nella seconda parte, saranno trattati gli aspetti fondamentali delle strategie aziendali orientate al miglioramento della qualità e dell appropriatezza dell attività sanitaria, e le metodologie per l implementazione di tali strategie anche attraverso attività di progettazione. La terza parte si occuperà di analizzare ed applicare gli strumenti di gestione, da quelli di natura contabile a quelli relativi alla valutazione economica, dalla gestione delle risorse umane alla comunicazione aziendale. Di seguito si fornisce un quadro sinottico dell'organizzazione modulare dell'attività didattica, al quale seguono schede riassuntive dei contenuti didattici e dell'organizzazione dell'attività didattica di ciascun modulo. Moduli Ore I) L'azienda sanitaria nel sistema sanitario Economia della salute e organizzazione dei 11 sistemi sanitari Il sistema delle relazioni tra aziende sanitarie 11 e SSR II) Le scelte strategiche aziendali e l implementazione organizzativa L'azienda sanitaria pubblica e la sua gestione 16,5 organizzativa Il management della qualità e del rischio Parte I: Risk management e responsabilità 22 professionale 16,5 Parte II: Qualità e appropriatezza III) Gli strumenti per la gestione delle aziende sanitarie Statistica sanitaria ed epidemiologia 22 Sistemi di programmazione e controllo nelle 16,5 aziende sanitarie Valutazione delle tecnologie sanitarie 5,5 Organizzazione aziendale, gestione delle 16,5 risorse umane e comunicazione 5

6 5.3 Contenuti dei moduli didattici I) L azienda sanitaria nel sistema sanitario MODULO 1 ECONOMIA DELLA SALUTE E ORGANIZZAZIONE DEI SISTEMI SANITARI Obiettivi: Il modulo introduce l'approccio economico all'interpretazione dei principali problemi affrontati da ogni sistema sanitario e alla individuazione delle loro possibili soluzioni. Il problema economico fondamentale alla base della trattazione dei temi discussi nel modulo è quello della scarsità delle risorse necessarie per soddisfare i bisogni di una collettività e delle scelte da compiere per allocare tali risorse, selezionando i bisogni. Saranno illustrati i diversi sistemi per organizzare il finanziamento, la produzione e l'accesso ai servizi sanitari da parte di coloro che ne fanno domanda. Il modulo trasmetterà la consapevolezza dei valori coinvolti nei diversi modelli di organizzazione dei sistemi sanitari, attraverso l'analisi della natura delle differenze fondamentali tra i sistemi sanitari di alcuni paesi. Contenuti: 1. Organizzazione dei sistemi sanitari (5,5 ore) - schema generale di organizzazione di un sistema sanitario: finanziamento, produzione e ruolo degli assicuratori; - finanziamento e accesso ai servizi in diversi modelli: modello assicurativo privato modello assicurativo sociale modello SSN - Analisi comparata della performance dei sistemi sanitari dei paesi industrializzati; - Le riforme dei sistemi sanitari internazionali; Docente: Prof. Romilda Rizzo, Professore di Scienza delle finanze dell Università di Catania 2. Il Servizio Sanitario Nazionale: assetti organizzativi e finanziari (5,5 ore) - L evoluzione del SSN; - I livelli di governo del SSN; - Riforme: dall introduzione dei DRG ai costi standard; 6

7 Docente: Prof. Calogero Guccio, Ricercatore di Scienza delle finanze dell Università di Catania Distribuzione delle attività formative del modulo Attività formative Ore Lezioni 7 Esercitazioni 2 Lavoro di gruppo assistito 2 Totale 11 MODULO 2 IL SISTEMA DELLE RELAZIONI TRA AZIENDE SANITARIE E SSR Obiettivi: Il modulo approfondisce il sistema delle relazioni organizzative e finanziarie tra le aziende sanitarie e i governi regionali, e fornisce un quadro delle specificità del rapporto tra l Università e le Regioni, nonché del sistema di finanziamento delle prestazioni ospedaliere nella nostra Regione. Contenuti: 1. Le aziende sanitarie nel Servizio Sanitario regionale (5,5 ore) - Il rapporto tra la Regione, le Aziende Sanitarie Regionali e gli altri soggetti erogatori: duplice ruolo regionale: tutela/regolazione del SSR e holding delle aziende sanitarie regionali; rapporto tra le due funzioni e le conseguenze nel sistema di regolazione di mercato e nei rapporti con le aziende sanitarie; assetto del SSR: ASP e AO La regolazione dei rapporti tra Regioni e Università: i protocolli di intesa Docente: Prof.Giacomo Pignataro, Professore di Scienza delle finanze dell Università di Catania 7

8 2. Finanziamento della rete ospedaliera regionale (5,5 ore) - Il sistema DRG per la remunerazione delle prestazioni ospedaliere nella Regione Siciliana; - Il meccanismo tariffario in ambito ospedaliero e sue implicazioni; - Strumenti di controllo della spesa: un quadro dei provvedimenti regionali in ambito tariffario; Docente: Prof. Calogero Guccio, Ricercatore di Scienza delle finanze dell Università di Catania Distribuzione delle attività formative del modulo Attività formative Ore Lezioni 11 Totale 11 II) Le scelte strategiche aziendali e l implementazione organizzativa MODULO 3 L'AZIENDA SANITARIA PUBBLICA E LA SUA GESTIONE ORGANIZZATIVA Obiettivi: Il Modulo si propone di analizzare il ruolo e le caratteristiche organizzative di una moderna azienda sanitaria pubblica nel contesto dell attuale sistema sanitario, e data la sua tipica configurazione giuridica e istituzionale. Saranno, quindi, analizzati i riflessi organizzativi sulle strutture interne all azienda e sul contenuto della responsabilità di chi dirige tali strutture. In relazione a quest ultimo aspetto, il modulo intende fornire un approccio metodologico alla gestione dei progetti e all adesione degli assetti organizzativi ai disegni strategici. Contenuti: 1. L azienda sanitaria pubblica (5,5 ore) - Natura e caratteristiche organizzative dell azienda sanitaria pubblica; - La macrostruttura aziendale: struttura e assetti organizzativi; - L organizzazione dipartimentale; - Analisi e progettazione delle strutture a livello micro organizzativo; 8

9 Docente: Prof. Marco Meneguzzo, Professore di Economia Aziendale, Università di Roma Tor Vergata 2. Organizzazione e gestione dei progetti (5,5 ore) - Introduzione sul ruolo del project-management nel settore sanitario; - Organizzazione di progetto: ruoli e responsabilità; - Svolgimento di progetto; - Aspetti fondamentali del controllo di un progetto: tempi, risultati e costi; Docenti: Prof. Marco Meneguzzo, Professore di Economia Aziendale, Università di Roma Tor Vergata; dr.ssa Antonella D Adamo Università di Roma Tor Vergata 3. Assetti organizzativi e disegni strategici nell azienda sanitaria pubblica (5,5 ore) - Introduzione; - Aspetti legislativi; - Prassi metodologiche; - Casi studio; Docente: Dr.ssa Gloria Fiorani Università di Roma Tor Vergata. Distribuzione delle attività formative del modulo Attività formative Ore Lezioni 10 Esercitazioni 3 Lavoro di gruppo assistito 3,5 Totale 16,5 9

10 MODULO 4 IL MANAGEMENT DELLA QUALITA E DEL RISCHIO Obiettivi: Le sfide più importanti per le moderne aziende sanitarie riguardano la qualità delle proprie prestazioni e la loro appropriatezza. Il Modulo si prefigge l obiettivo di analizzare tali sfide, individuando gli strumenti e le scelte che coinvolgono la responsabilità dei dirigenti delle strutture interne all azienda al fine di migliorare qualità e appropriatezza delle prestazioni erogate. Il dirigente medico è personalmente responsabile della qualità e della sicurezza delle prestazioni nei confronti dei propri pazienti. Tale responsabilità ha, peraltro, effetti sul comportamento del medico (c.d. medicina difensiva) e, spesso, sull appropriatezza delle prestazioni. Il Modulo intende approfondire i diversi elementi di questa responsabilità, al fine di delimitarne i contenuti e di migliorare la consapevolezza dei partecipanti delle principali norme, degli orientamenti giurisprudenziali e di discutere, in relazione ad essi, il comportamento più appropriato. Infine, sarà preso in considerazione anche il percorso progettuale e organizzativo per l accreditamento delle strutture sanitarie. Contenuti: Parte I : Risk management e responsabilità professionale 1. Risk management nel settore sanitario (11 ore) - Definizione e gestione del rischio in ambito clinico; - Metodologie per la gestione del rischio; - L uso delle linee guida cliniche; Docenti: Dott. Ottavio Nicastro, Agenzia Sanitaria e Sociale Regione Emilia Romagna, Area Qualità e Accreditamento, referente del Programma Gestione del Rischio Dott. Renata Cinotti, Responsabile Area Accreditamento e qualità Agenzia Sanitaria e Sociale Regione Emilia-Romagna 2. Le responsabilità professionali del personale sanitario (11 ore) - Progetto terapeutico e consenso. L amministratore di sostegno; - Condotta professionale medica e colpa professionale: profili medici e profili giuridici; - Causalità ed evento in materia di colpa professionale medica; - L urgenza/emergenza e l intervento sanitario non terapeutico; Docente: Dott. Gaetano Siscaro, Sostituto Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Catania 10

11 Parte II: Qualità e appropriatezza 3. I sistemi di accreditamento (11 ore) - L autorizzazione, l accreditamento e la certificazione delle aziende di servizi sanitari; - L accreditamento delle strutture sanitarie: le linee guida ministeriali; - I provvedimenti regionali di definizione dei requisiti per l accreditamento: le fasi e i tempi di attuazione; - L accreditamento del sistema aziendale secondo l approccio Joint Commission; Docenti: Dott. Gaetano Sirna, Direttore Sanitario dell Azienda Ospedaliero- Universitaria Policlinico- Vittorio Emanuele di Catania Dott. Vincenzo Parrinello, Responsabile Qualità e rischio clinico dell Azienda Ospedaliero- Universitaria Policlinico-Vittorio Emanuele di Catania 4. L uso appropriato dei farmaci (5,5 ore) - La politica dei farmaci e dei presidi; - Modalità e strumenti di contenimento della spesa farmaceutica; Docente: Prof. Achille Caputi, Professore di Farmacologia dell Università di Messina Distribuzione delle attività formative del modulo Attività formative Ore Lezioni 22 Esercitazioni 8 Lavoro di gruppo assistito 8,5 Totale 38,5 11

12 MODULO 5 STATISTICA SANITARIA ED EPIDEMIOLOGIA Obiettivi: Il Modulo si propone di richiamare i concetti fondamentali della statistica di base e dell epidemiologia per fornire le competenze necessarie per effettuare un analisi completa ed esaustiva dei dati a disposizione. In particolare, si mostrerà ai partecipanti, come, a partire dai dati disponibili in sanità sia possibile descrivere un fenomeno in modo sempre più completo fino a giungere alla definizione di un modello interpretativo, sulla base del quale poter effettuare delle previsioni. Contenuti: 1. Elementi di statistica ed epidemiologia (11 ore) - Statistica descrittiva ed esplorazione dei dati; - La correlazione e la regressione lineare semplice; - Indicatori statistici di attività; Docenti: Prof. Salvatore Sciacca, Professore di Igiene dell Università di Catania Dott. Marine Castaing, Istituto di Igiene e Sanità Pubblica dell Università di Catania 2. Epidemiologia clinica ed Evidence Based Medicine (5,5 ore) - Misure epidemiologiche ed elementi di demografia sanitaria; - La EBM; - L uso delle banche dati di letteratura EBM; Docente: Prof. Alessandro Liberati, Professore di Statistica medica dell Università di Modena e Reggio Emilia 3. Sistemi di classificazione e di codificazione delle attività cliniche (5,5 ore) - ICD-9-CM; - DRG; - APR-DRG; - ACC; Docente: Dott. Laura Arcangeli, Direzione Generale della Programmazione Sanitaria, dei Livelli di Assistenza e dei Principi Etici di Sistema del Ministero della Salute 12

13 Distribuzione delle attività formative del modulo Attività formative Ore Lezioni 17 Esercitazioni 5 Totale 22 13

14 MODULO 6 SISTEMI DI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO NELLE AZIENDE SANITARIE Obiettivi: Il modulo si pone l obiettivo di studiare la generazione, la cognizione dei flussi informativi e l implementazione di adeguati sistemi amministrativo-contabili e di programmazione e controllo, attraverso i quali si realizza, in generale, la formulazione e la gestione manageriale delle linee strategiche fissate dalle aziende sanitarie. Nel modulo, l attività delle aziende sanitarie viene interpretata e discussa, attraverso l esplicitazione dei processi amministrativi, anche in riferimento ai principi ed alle risultanze di contabilità analitica e di programmazione budgetaria, ed in riferimento alle esigenze complessive del controllo, dedicando ampio spazio alle modalità di progettazione dei sistemi informativi, alla misurazione della performance, in particolare dell efficienza, alla creazione dei sistemi di reporting e quindi all'utilizzo delle informazioni da parte della direzione. Contenuti: 1. La dinamica aziendale e le attività gestionale nelle aziende sanitarie pubbliche (5,5 ore) - L azienda sanitaria: identificazione dei processi per l analisi ed il controllo; - Il sistema degli equilibri aziendali e il sistema informativo; - Programmazione gestionale e i flussi informativi; Docente: Dr. Pierluigi Catalfo, Ricercatore di Economia Aziendale dell Università di Catania. 2. Pianificazione strategica e pianificazione di gestione attraverso il budget (5,5 ore) - La logica di funzionamento e il procedimento operativo; - I modelli di formazione: stili direzionali e flussi informativi per la costruzione del budget; - Il valore strategico del budget e il processo decisionale; Docente: Dr. Manuel Festuccia Università di Roma Tor Vergata. 3. Le informazioni per la gestione e il sistema di reporting (5,5 ore) - Il processo e il valore delle informazioni; - La comunicazione interna e la qualità dei dati; - La comunicazione interna in funzione del processo decisionale; 14

15 - Controllo strategico e il sistema di reporting; Docente: Dr Corrado Cuccurullo Università di Roma Tor Vergata. Distribuzione delle attività formative del modulo Attività formative Ore Lezioni 12 Esercitazioni 2 Lavoro di gruppo assistito 2,5 Totale 16,5 15

16 MODULO 7 VALUTAZIONE DELLE TECNOLOGIE SANITARIE Obiettivi: Il Modulo introduce le principali problematiche metodologiche relative alle tecniche di valutazione economica utilizzate nella letteratura. Il Modulo si prefigge l obiettivo di illustrare i diversi metodi di valutazione economica esistenti, di descriverne vantaggi e svantaggi e di trasmettere ai partecipanti la capacità di operare una scelta accurata del metodo più adatto in relazione al problema che si vuole affrontare. Contenuti: 1. Health Technology Assessment (5,5 ore) Docente: Prof. Lorenzo Lupo, Direttore del Presidio ospedaliero Policlinico Gaspare Rodolico dell Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico- Vittorio Emanuele di Catania Distribuzione delle attività formative del modulo Attività formative Ore Lezioni 4 Esercitazioni 1,5 Totale 5,5 16

17 MODULO 8 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE, GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E COMUNICAZIONE Obiettivi: Il modulo si prefigge di analizzare la progettazione e la messa in atto di sistemi di gestione, finalizzati a valorizzare competenze e conoscenze ed a favorire processi di trasferimento e diffusione del know how nell ambito di istituzioni sanitarie. Il modulo è, conseguentemente, focalizzato sui processi di progettazione dell'organizzazione aziendale, di programmazione di carriera, di sviluppo e formazione del personale, sui sistemi premianti e sulla valutazione del personale, nonché sulle strategie di comunicazione all interno e all esterno delle aziende. Contenuti: 1. Il quadro di riferimento della gestione delle risorse umane (5,5 ore) - La gestione degli organici; - La gestione dei conflitti intra-aziendali; - La centralità dei profili professionali; - La remunerazione variabile; - Il sistema di ricompense; - Il collegamento tra budget e sistemi incentivanti Docente: Dr.ssa Antonella D Adamo, Università di Roma Tor Vergata 2. La riqualificazione della spesa per il personale e sistema premiale (5,5 ore) - Il sistema di valutazione del personale; - La definizione del grado di autonomia; - Ruolo centralità e qualità della contrattazione collettiva; - Gestione degli istituti contrattuali; Docente: dr.ssa Antonella D Adamo Università di Roma Tor Vergata 3. Contrattazione e negoziazione con il personale nel settore sanitario (5,5 ore) - Introduzione, lo scenario; - La complessità del rapporto negoziale; - Il processo negoziale; - La tipologia delle situazioni negoziali tipiche e strategie di approccio; 17

18 Docenti: (gruppo) Prof. Marco Meneguzzo, Professore di Economia Aziendale, Università di Roma Tor Vergata; Dr.ssa Antonella D Adamo Università di Roma Tor Vergata Distribuzione delle attività formative del modulo Attività formative Ore Lezioni 12 Esercitazioni 2 Lavoro di gruppo assistito 2,5 Totale 16,5 18

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER I DIRIGENTI DELLE AZIENDE SANITARIE La certificazione manageriale 29/07/2014 PREMESSA In diverse realtà sono stati attivati corsi di

Dettagli

Accordo Regionale MMG del 24 aprile 2007 per il controllo della spesa;

Accordo Regionale MMG del 24 aprile 2007 per il controllo della spesa; 1. ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO La Regione Puglia, concentrata come molte altre Regioni sulla necessità di contenere i costi del settore sanitario intervenendo sugli assetti gestionali ed organizzativi,

Dettagli

www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE

www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE www.hcmschool.it APPROFONDIRE POTENZIARE APPLICARE Sviluppare competenze manageriali innovative per il mondo della Sanità Health Care Management School Il Sistema Sanitario rappresenta uno dei settori

Dettagli

Corso Federalismo e fiscalità locale

Corso Federalismo e fiscalità locale Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Programma di Empowerment delle amministrazioni pubbliche del Mezzogiorno Corso Federalismo e fiscalità locale Profili

Dettagli

SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE

SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE Corso residenziale di aggiornamento a cura del Laboratorio HTA della SIFO HTA PER LA VALUTAZIONE DEI FARMACI Codice 313-122539 Verona, c/o Centro Culturale Marani 8 maggio 2015 Con il patrocinio di Sihta

Dettagli

CORSO DIFORMAZIONE MANAGERIALE PER DIRETTORI GENERALI, AMMINISRATIVI E PER

CORSO DIFORMAZIONE MANAGERIALE PER DIRETTORI GENERALI, AMMINISRATIVI E PER CORSO DIFORMAZIONE MANAGERIALE PER DIRETTORI GENERALI, AMMINISRATIVI E PER DIRIGENTI SANITARI IRCCS Rionero in Vulture (PZ) Regione Basilicata Università degli Studi di Roma Tor Vergata Prof. Marco Meneguzzo,

Dettagli

Metodologie e modelli di assistenza sanitaria territoriale

Metodologie e modelli di assistenza sanitaria territoriale Metodologie e modelli di assistenza sanitaria territoriale e prevenzione e promozione della salute Corso 60 ore I sistemi sanitari di tutti i Paesi Occidentali sono sotto pressione, a causa del contestuale

Dettagli

MODELLO ORGANIZZATIVO REGIONALE PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO.

MODELLO ORGANIZZATIVO REGIONALE PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO. ALLEGATO A MODELLO ORGANIZZATIVO REGIONALE PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO. il sistema organizzativo che governa le modalità di erogazione delle cure non è ancora rivolto al controllo in modo sistemico

Dettagli

Corsi Nazionali Itineranti a cura del Laboratorio HTA di SIFO

Corsi Nazionali Itineranti a cura del Laboratorio HTA di SIFO Corsi Nazionali Itineranti a cura del Laboratorio HTA di SIFO in collaborazione con ALTEMS Alta Scuola di Economia e Management Sanitario INTRODUZIONE ALL HTA. COME FARNE UNO STRUMENTO OPERATIVO: DALL

Dettagli

Evoluzione della professione di. Tecnico Sanitario di Radiologia Medica

Evoluzione della professione di. Tecnico Sanitario di Radiologia Medica BOZZA Evoluzione della professione di Tecnico Sanitario di Radiologia Medica TSRM con esperienze avanzate e professionista specialista Aree di competenza nei nuovi scenari sanitari e socio sanitari Tavolo

Dettagli

i formazione 2009-2011

i formazione 2009-2011 Piano di formazione 2009-2011 per la formazione di base, professionale e manageriale del personale del Servizio Sanitario Regionale, e del Sistema regionale per l Educazione Continua in Medicina (ECM).

Dettagli

Indice. Prefazione PARTE PRIMA LE FONDAZIONI DI PARTECIPAZIONE NELLE STRATEGIE COLLABORATIVE TRA AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE ED IMPRESE

Indice. Prefazione PARTE PRIMA LE FONDAZIONI DI PARTECIPAZIONE NELLE STRATEGIE COLLABORATIVE TRA AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE ED IMPRESE Indice Prefazione XI PARTE PRIMA LE FONDAZIONI DI PARTECIPAZIONE NELLE STRATEGIE COLLABORATIVE TRA AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE ED IMPRESE Capitolo 1 Le partnership pubblico-privato nei nuovi modelli di gestione

Dettagli

email: segreteria@cfssicilia.it Sito:www.cfssicilia.it ANNO 2013

email: segreteria@cfssicilia.it Sito:www.cfssicilia.it ANNO 2013 Via Rosario da Partanna, 22 90146 PALERMO Tel. 0916710220 Fax. 0916710401 www.cfssicilia.it email: segreteria@cfssicilia.it CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER DIRIGENTI DI STRUTTURA COMPLESSA IN SANITA

Dettagli

SCHEDA PROGETTO BCNL - SCUOLA

SCHEDA PROGETTO BCNL - SCUOLA PROGETTO TRASFERIMENTO BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO SCHEDA PROGETTO BCNL - SCUOLA Piano di attività integrate fra i progetti: Ministero Pubblica Istruzione - Impresa Formativa Simulata e Ministero

Dettagli

REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007

REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007 REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007 GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO Il rischio clinico rappresenta l eventualità di subire

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA L AMBIENTE ESTERNO E IL CONTESTO NORMATIVO

INDICE PARTE PRIMA L AMBIENTE ESTERNO E IL CONTESTO NORMATIVO INDICE AUTORI PRESENTAZIONE INTRODUZIONE XIII XVII XIX PARTE PRIMA L AMBIENTE ESTERNO E IL CONTESTO NORMATIVO Capitolo Primo Scenari e modelli di competizione in Sanità 1.1 Premessa 1.2 Tipologie e caratteristiche

Dettagli

MASTER di II Livello PLMA10 - Management delle innovazioni delle aziende sanitarie I EDIZIONE 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2013/2014

MASTER di II Livello PLMA10 - Management delle innovazioni delle aziende sanitarie I EDIZIONE 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2013/2014 MASTER di II Livello PLMA - Management delle innovazioni delle aziende sanitarie I EDIZIONE 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2013/2014 Titolo Area Categoria Livello Anno accademico Durata PLMA - Management

Dettagli

Dipartimento di Economia

Dipartimento di Economia Dipartimento di Economia RETTORE: PROF.SSA GALVANI ADRIANA PRESIDENTE DIPARTIMENTALE: DOTT. LAVALLE NICOLA Corso di Laurea in Economia e Finanza Internazionale DIPARTIMENTO DI ECONOMIA Corso di Laurea

Dettagli

Master Universitario Online in Management & E-Governance per la Pubblica Amministrazione

Master Universitario Online in Management & E-Governance per la Pubblica Amministrazione Master Universitario Online in Management & E-Governance per la Pubblica Amministrazione Master Universitario Online di I e II Livello 60 Crediti Formativi Universitari 1. Premesse Il tema dell innovazione

Dettagli

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI N. 50 PARTECIPANTI AL CORSO DI FORMAZIONE IN TEMA DI VALUTAZIONE E ANALISI DELLE PERFORMANCE DELLE AZIENDE SANITARIE, ISTITUITO DALL AGENZIA NAZIONALE PER I SERVIZI

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA ED ACCETTAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA ED ACCETTAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA ED ACCETTAZIONE PREMESSA Il presente Regolamento disciplina le modalità di funzionamento del Dipartimento di Emergenza ed Accettazione come previsto

Dettagli

UNIVERSITÀ del SALENTO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA

UNIVERSITÀ del SALENTO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA UNIVERSITÀ del SALENTO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA ASL LECCE Master II Livello in MANAGEMENT SANITARIO ANNO ACCADEMICO 10-11 R E G O L A M E N T O ARTICOLO 1 Il Master in Management Sanitario si propone

Dettagli

Master Universitario di II Livello in

Master Universitario di II Livello in Master Universitario di II Livello in Health Technology Assessment & Management (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Anno Accademico 2009-2010 Master Universitario di II Livello 1 Presentazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO CENTRO DI ATENEO SDM SCHOOL OF MANAGEMENT

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO CENTRO DI ATENEO SDM SCHOOL OF MANAGEMENT UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO CENTRO DI ATENEO SDM SCHOOL OF MANAGEMENT CORSO PER DIRIGENTI DI STRUTTURA COMPLESSA AREA OSPEDALIERA Codice edizione UBG DSCO 1401 Data 11/03/14 12/03/14 18/03/14 Università

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56)

LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56) LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56) Il corso di laurea in breve Il corso di laurea magistrale in Scienze Economiche, in modalità E-learning, mira a consentire l'acquisizione di conoscenze

Dettagli

MASTER di II Livello. Management delle Aziende Sanitarie. 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA383

MASTER di II Livello. Management delle Aziende Sanitarie. 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA383 MASTER di II Livello 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA383 Pagina 1/7 Titolo Edizione 1ª EDIZIONE Area SANITÀ Categoria MASTER Livello II Livello Anno accademico 2015/2016 Durata

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni dipartimento di scienze politiche MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni VI edizione A.A. 2014/2015 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l Innovazione. FormezItalia S.p.A. SDA Bocconi School of Management

PROTOCOLLO DI INTESA. Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l Innovazione. FormezItalia S.p.A. SDA Bocconi School of Management PROTOCOLLO DI INTESA TRA Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l Innovazione E FormezItalia S.p.A. E SDA Bocconi School of Management PER L individuazione di metodi e strumenti innovativi per la

Dettagli

VERSO UN SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO DELLA SICUREZZA PER LA SANITA DEL VENETO.

VERSO UN SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO DELLA SICUREZZA PER LA SANITA DEL VENETO. Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto VERSO UN SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO DELLA SICUREZZA PER LA SANITA DEL VENETO. dott. Antonio Compostella Direttore ARSS del Veneto Verona, 15.12.2008 Contesto

Dettagli

Lezione n 15 17 Maggio 2013 Alberto Balducci

Lezione n 15 17 Maggio 2013 Alberto Balducci Lezione n 15 17 Maggio 2013 Alberto Balducci Obiettivi conoscitivi Il Budget nel sistema di programmazione e controllo I documenti che compongono il budget Le finalità e gli obiettivi di budget Il processo

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE TOSCANA, LE UNIVERSITA DI FIRENZE PISA E SIENA E LE AZIENDE OSPEDALIERO-UNIVERSITARIE

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE TOSCANA, LE UNIVERSITA DI FIRENZE PISA E SIENA E LE AZIENDE OSPEDALIERO-UNIVERSITARIE PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE TOSCANA, LE UNIVERSITA DI FIRENZE PISA E SIENA E LE AZIENDE OSPEDALIERO-UNIVERSITARIE PER LA IMPLEMENTAZIONE DELL ATTIVITA DI DIDATTICA E DI RICERCA ALL INTERNO DELLE

Dettagli

Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA

Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE LA CONFERENZA DEI PRESIDI

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA PREMESSA Il presente Regolamento disciplina le modalità di funzionamento del Dipartimento di Chirurgia come previsto dall art. 8.3 dell Atto

Dettagli

LINEE GUIDA PER IL POTENZIAMENTO DELL'ASSISTENZA AI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

LINEE GUIDA PER IL POTENZIAMENTO DELL'ASSISTENZA AI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Delibera di Giunta - N.ro 2004/1016 - approvato il 31/5/2004 Oggetto: LINEE GUIDA PER IL POTENZIAMENTO DELL'ASSISTENZA AI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Prot. n. (SAM/03/27628) LA GIUNTA DELLA REGIONE

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni dipartimento di scienze politiche MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni V edizione A.A. 2013/2014 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente

Dettagli

DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA

DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA Un percorso di professionalizzazione dei Dirigenti sportivi Modenesi Bando di Indizione Programma Scheda di iscrizione Il Contesto di riferimento Il movimento

Dettagli

Percorsi formativi di alta specializzazione finanziati dalla Regione Lazio

Percorsi formativi di alta specializzazione finanziati dalla Regione Lazio Percorsi formativi di alta specializzazione finanziati dalla Regione Lazio Ente gestore: Formare S.r.l. (Centro di ricerca e formazione della Federlazio) Codice corso 1165 Strategie e strumenti di gestione

Dettagli

Linee di indirizzo per la gestione del rischio clinico.

Linee di indirizzo per la gestione del rischio clinico. Allegato alla Delib.G.R. n. 46/17 del 22.9.2015 Linee di indirizzo per la gestione del rischio clinico. 1. Modello organizzativo 1.1 Introduzione Il presente documento fonda ogni azione prevista sull importanza

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Corsi di Rivalidazione dei Certificati di Formazione Manageriale I.Re.F. Scuola di Direzione in Sanità

Università degli Studi di Bergamo. Corsi di Rivalidazione dei Certificati di Formazione Manageriale I.Re.F. Scuola di Direzione in Sanità Università degli Studi di Bergamo Corsi di Rivalidazione dei Certificati di Formazione Manageriale I.Re.F. Scuola di Direzione in Sanità Management e leadership delle strutture sanitarie: nuovi scenari

Dettagli

Accordo SNA -CRUI- COINFO

Accordo SNA -CRUI- COINFO Accordo SNA -CRUI- COINFO Corso specialistico per Responsabili e Referenti Anticorruzione nelle Università Programma di dettaglio INDICE 1. Premessa...3 2. Obiettivi...3 3. Destinatari...4 4. Coordinamento

Dettagli

REGOLAMENTO dei DIPARTIMENTI dell AZIENDA OSPEDALIERA della PROVINCIA di LODI

REGOLAMENTO dei DIPARTIMENTI dell AZIENDA OSPEDALIERA della PROVINCIA di LODI REGOLAMENTO dei DIPARTIMENTI dell AZIENDA OSPEDALIERA della PROVINCIA di LODI GENERALITA I Dipartimenti costituiscono una modalità di organizzazione di più strutture complesse e semplici di particolare

Dettagli

PROPOSTE FORMATIVE. Aprile 2015

PROPOSTE FORMATIVE. Aprile 2015 PROPOSTE FORMATIVE Aprile 2015 AREE TEMATICHE GESTIONE D IMPRESA COMPLIANCE E-LEARNING ANALISI ORGANIZZATIVA FINALITA : Intraprendere un progetto di cambiamento organizzativo prevede la capacità di individuare

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO

LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO NELLE AZIENDE SANITARIE Le presenti linee di indirizzo regionali per la gestione del rischio clinico nelle Aziende Ospedaliere e nelle Aziende Unità

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Scienze riabilitative delle professioni sanitarie

Corso di Laurea Magistrale in Scienze riabilitative delle professioni sanitarie Corso di Laurea Magistrale in Scienz delle professioni sanitarie Il corso di Laurea Magistrale in Scienze della Riabilitazione comprende unità didattiche in numero non inferiore a 0 crediti. Sono ammessi

Dettagli

U.O.C. Programmazione e Controllo di Gestione. Regolamento di Budget

U.O.C. Programmazione e Controllo di Gestione. Regolamento di Budget Regolamento di Budget 1 RIFERIMENTI NORMATIVI Preliminarmente qui di seguito si richiamano i principali riferimenti normativi che costituiscono fonte principale del presente regolamento: D.L.vo n. 502/92

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE OFFERTA FORMATIVA Titolo: MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Padova, Roma e Bologna. Destinatari: Il Master si rivolge a laureati, preferibilmente in discipline economiche,

Dettagli

Management della Farmacia Ospedaliera

Management della Farmacia Ospedaliera - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ & NON

Dettagli

Energy Management DI PRIMO LIVELLO

Energy Management DI PRIMO LIVELLO Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO A PORDENONE Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO Il Master si propone nel territorio in risposta alla

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI SETTEMBRE 2013 GENNAIO 2014 Fondazione CUOA Da oltre 50 anni Fondazione CUOA forma la nuova classe manageriale e imprenditoriale.è la prima business school

Dettagli

Corso Federalismo e fiscalità locale

Corso Federalismo e fiscalità locale Ministero per la pubblica amministrazione e l'innovazione Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Programma di Empowerment delle amministrazioni pubbliche del Mezzogiorno Corso Profili didattico-scientifici

Dettagli

Fabbrini Elisabetta Italiana

Fabbrini Elisabetta Italiana INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nazionalità Fabbrini Elisabetta Italiana Luogo e Data di nascita Firenze 12 febbraio 1963 ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) Dal 1/2/2011 ad oggi Azienda Ospedaliera Ospedale

Dettagli

ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA SANITÀ LIVELLO II - EDIZIONE VIII A.A. 2015-2016

ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA SANITÀ LIVELLO II - EDIZIONE VIII A.A. 2015-2016 ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA SANITÀ LIVELLO II - EDIZIONE VIII A.A. 2015-2016 Presentazione Le aziende sanitarie e sociosanitarie e gli enti e le strutture sanitarie si devono confrontare con una realtà

Dettagli

MASTER per il Coordinamento

MASTER per il Coordinamento MASTER per il Coordinamento L. Briziarelli con M. Dellai, M. Giontella, A. Mastrillo e il contributo straordinario di L. Saiani Aggiornamento 2006-07 38 Corsi di Master 23 a Roma (7 Sapienza,16 Torvergata)

Dettagli

PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL CORSO

PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL CORSO PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL CORSO L ASSISTENZA SANITARIA TERRITORIALE E LA PREVENZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE TRA MODELLI E STRATEGIEDI INTERVENTO Coordinatore del Corso: Prof.ssa Paolina Mulè Struttura

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Corso di Aggiornamento Professionale Coordinatori dei Processi di AutoValutazione PREMESSA

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER DIRETTORE SANITARIO ED AMMINISTRATIVO DI AZIENDA SANITARIA ai sensi del D.D.G. n. 3245/09 e s.m.i.

CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER DIRETTORE SANITARIO ED AMMINISTRATIVO DI AZIENDA SANITARIA ai sensi del D.D.G. n. 3245/09 e s.m.i. Via Padre Rosario da Partanna, 22 90146 PALERMO Tel. 0916710220 Fax. 0916710401 www.cfssicilia.it email: segreteria@cfssicilia.it CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER DIRETTORE SANITARIO ED AMMINISTRATIVO

Dettagli

Piano degli studi. Master Universitario di II Livello in. (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Roma, 18 gennaio 2010

Piano degli studi. Master Universitario di II Livello in. (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Roma, 18 gennaio 2010 Master Universitario di II Livello in Health Technology Assessment & Management (Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie) Piano degli studi Roma, 18 gennaio 2010 Master Universitario di II Livello

Dettagli

L INTEGRAZIONE POSSIBILE organizzazione ospedaliera dipartimentale e integrazione Assistenza Didattica - Ricerca

L INTEGRAZIONE POSSIBILE organizzazione ospedaliera dipartimentale e integrazione Assistenza Didattica - Ricerca L INTEGRAZIONE POSSIBILE organizzazione ospedaliera dipartimentale e integrazione Assistenza Didattica - Ricerca Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA Via Montesanto, 15/6 34170 Gorizia Centralino 0481-3861 E-mail ersa@ersa.fvg.it Codice fiscale e partita IVA 00485650311 Servizio divulgazione, assistenza Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE

Dettagli

SETTIMANA DELLA RICERCA EUROPEA da lunedi 7 a venerdì 11 ottobre 2013

SETTIMANA DELLA RICERCA EUROPEA da lunedi 7 a venerdì 11 ottobre 2013 SETTIMANA DELLA RICERCA EUROPEA da lunedi 7 a venerdì 11 ottobre 2013 Firenze, Via della Condotta 12 nero Modulo I (Il sistema degli incentivi alla Ricerca) 7 ottobre Modulo II (Ingegneristica di Bandi

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing Regione di Presentazione: ID Corso: Organismo di formazione: Tipo organismo: Data invio telematico:

Dettagli

Progetto formativo complesso per il potenziamento degli Uffici di Piano

Progetto formativo complesso per il potenziamento degli Uffici di Piano Regione Puglia F.S.E Progetto formativo complesso per il potenziamento degli Uffici di Piano (Corso di formazione ed assistenza tecnica) Progetto ammesso a finanziamento della Regione Puglia Mis. 3.10:

Dettagli

Corso di Eccellenza in Business Process Management. per la Sanità

Corso di Eccellenza in Business Process Management. per la Sanità Corso di Eccellenza in Business Process Management per la Sanità Con il patrocinio e la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica dell Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III IL DIRETTORE GENERALE Visto il

Dettagli

ATTIVITA SPECIALISTICA

ATTIVITA SPECIALISTICA Allegato A) Profilo di Ruolo del Direttore di Struttura complessa ATTIVITA SPECIALISTICA DISTRETTO SOCIO-SANITARIO SUD Titolo dell incarico Direttore di struttura complessa di Attività Specialistica Luogo

Dettagli

RISORSE UMANE & BUSINESS

RISORSE UMANE & BUSINESS STUDIO SELFOHR Master Human Resources 2012/2013 Milano - IV Edizione - RISORSE UMANE & BUSINESS Studio Selfohr S.r.l. Via Belfiore 21, 10125 Torino tel. 011/541412 fax 011/5625836 Skype ID: selfohr e-mail

Dettagli

Contabilità e fiscalità pubblica

Contabilità e fiscalità pubblica Contabilità e fiscalità pubblica Corso 60 ore Negli ultimi anni è in corso un consistente sforzo - che partendo dal piano normativo si ripercuote sull ordinamento e sulla gestione contabile di tutte le

Dettagli

INDICE CAPITOLO PRIMO LE LEGGI SULLA SANITÀ CHE HANNO PRECEDUTO LA COSTITUZIONE REPUBBLICANA

INDICE CAPITOLO PRIMO LE LEGGI SULLA SANITÀ CHE HANNO PRECEDUTO LA COSTITUZIONE REPUBBLICANA INDICE Prefazione... Pag. XIII CAPITOLO PRIMO LE LEGGI SULLA SANITÀ CHE HANNO PRECEDUTO LA COSTITUZIONE REPUBBLICANA 1.1. La concezione arcaica della salute pubblica... Pag. 1 1.2. Le prime leggi amministrative

Dettagli

CONVENZIONE TRA L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA E L Università di Camerino, Istituto Zooprofilattico del Lazio e della Toscana,

CONVENZIONE TRA L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA E L Università di Camerino, Istituto Zooprofilattico del Lazio e della Toscana, CONVENZIONE TRA L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA E L Università di Camerino, Istituto Zooprofilattico del Lazio e della Toscana, Ministero della Salute e l Istituto Superiore di Sanità PER

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA SUPPORTO AL COORDINAMENTO DEL SISTEMA SANITARIO REGIONALE PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA RICERCA SANITARIA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA SUPPORTO AL COORDINAMENTO DEL SISTEMA SANITARIO REGIONALE PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA RICERCA SANITARIA TRA Azienda Ospcdalicra Universitaria i "Policlinico Paolo Giaccone" PROTOCOLLO DI INTESA SUPPORTO AL COORDINAMENTO DEL SISTEMA SANITARIO REGIONALE PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA RICERCA SANITARIA TRA REGIONE

Dettagli

CARTA D IDENTITÀ... 2 CHE COSA FA... 4 DOVE LAVORA... 5 CONDIZIONI DI LAVORO... 6 COMPETENZE...

CARTA D IDENTITÀ... 2 CHE COSA FA... 4 DOVE LAVORA... 5 CONDIZIONI DI LAVORO... 6 COMPETENZE... GIURISTA D IMPRESA 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA... 5 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Che cosa deve essere in grado di fare... 7 Conoscenze... 8 Abilità...

Dettagli

sponsor unico econilpatrociniodi Comune di Pesaro Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord

sponsor unico econilpatrociniodi Comune di Pesaro Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord sponsor unico econilpatrociniodi Comune di Pesaro Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord PREMESSA Il quadro economico, sociale e demografico attuale è caratterizzato in maniera oramai strutturale

Dettagli

MANAGEMENT DEI FONDI SANITARI INTEGRATIVI La gestione dei contributi e l'erogazione delle prestazioni sanitarie

MANAGEMENT DEI FONDI SANITARI INTEGRATIVI La gestione dei contributi e l'erogazione delle prestazioni sanitarie MANAGEMENT DEI FONDI SANITARI INTEGRATIVI La gestione dei contributi e l'erogazione delle prestazioni sanitarie 2015 PA e sanità PA000 III Edizione / Formula weekend 1 ottobre 2015 7 novembre 2015 COMITATO

Dettagli

RISCHIO CLINICO ED EVENTO AVVERSO. Un approccio di Risk Management

RISCHIO CLINICO ED EVENTO AVVERSO. Un approccio di Risk Management RISCHIO CLINICO ED EVENTO AVVERSO. Un approccio di Risk Management Corso di Alta Formazione Formazione Permanente Milano 9 maggio - 12 luglio 2014 Con il patrocinio di: In collaborazione con: Federazione

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO. Le AFT nuovo soggetto della sanità regionale: modelli di funzionamento e interazioni

PERCORSO FORMATIVO. Le AFT nuovo soggetto della sanità regionale: modelli di funzionamento e interazioni Premessa PERCORSO FORMATIVO Le AFT nuovo soggetto della sanità regionale: modelli di funzionamento e interazioni Il presente percorso formativo nasce come supporto alla riorganizzazione del sistema sanitario

Dettagli

Art. 1. Istituzione dei Servizi

Art. 1. Istituzione dei Servizi LEGGE REGIONALE 5 febbraio 2010, n.13 Istituzione dei servizi delle professioni sanitarie infermieristiche, ostetriche, riabilitative, tecnico sanitarie e tecniche della prevenzione e delle professioni

Dettagli

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE VITERBO

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE VITERBO AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE VITERBO DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N : CS548 DEL : 12/06/2013 STRUTTURA PROPONENTE : U.O.C. ACQUISIZIONE E GESTIONE GIURIDICO-ECONOMICA DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

Vuole rappresentare un punto di riferimento affidabile in quei delicati momenti di cambiamento e di sviluppo del nuovo.

Vuole rappresentare un punto di riferimento affidabile in quei delicati momenti di cambiamento e di sviluppo del nuovo. MASTER si propone come facilitatore nella costruzione e pianificazione di strategie di medio e lungo termine necessarie ad interagire con gli scenari economici e sociali ad elevato dinamismo. Vuole rappresentare

Dettagli

Project Management in Sanità

Project Management in Sanità - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome. FABIO RUSSO Data di nascita 07/12/1948 Qualifica. Direttore Generale Amministrazione

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome. FABIO RUSSO Data di nascita 07/12/1948 Qualifica. Direttore Generale Amministrazione CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome FABIO RUSSO Data di nascita 07/12/1948 Qualifica Direttore Generale Amministrazione ASL Lodi Incarico attuale Direttore Generale Numero telefonico dell ufficio

Dettagli

Security Manager. Professionista della Security Aziendale

Security Manager. Professionista della Security Aziendale OBIETTIVI e finalità Il programma del corso è progettato per soddisfare le attuali esigenze del mercato e le più recenti normative che richiedono nuove generazioni di manager e professionisti della Security

Dettagli

Comitato codau per il coordinamento degli uffici ricerca scientifica

Comitato codau per il coordinamento degli uffici ricerca scientifica Comitato CODAU per il Coordinamento degli Uffici di Supporto alla Ricerca Scientifica Promosso da dieci università: Università di Torino, Pavia, Modena e Reggio Emilia, Bologna, Roma La Sapienza, Palermo,

Dettagli

Economia E Management

Economia E Management CORSO DI LAUREA TRIENNALE Economia E Management A.A. 2012 / 2013 DIPARTIMENTO Impresa e Management Economia e Management COSA STAI CERCANDO? Gennaro Olivieri DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO Il corso di laurea

Dettagli

Facoltà di Economia Sede di Latina CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN ANTIRICICLAGGIO A.A. 2014/2015. Regolamento

Facoltà di Economia Sede di Latina CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN ANTIRICICLAGGIO A.A. 2014/2015. Regolamento Facoltà di Economia Sede di Latina CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN ANTIRICICLAGGIO A.A. 2014/2015 Regolamento Articolo 1 - Introduzione L Università degli Studi di Roma La Sapienza, in attuazione di quanto

Dettagli

Corso di formazione 2015

Corso di formazione 2015 Corso di formazione 2015 LA REVISIONE E L ARMONIZZAZIONE CONTABILE NEGLI ENTI LOCALI: come strutturare i controlli a fronte della nuova architettura contabile Ferrara 2, 3 e 9 ottobre 2015 Iscrizioni entro

Dettagli

Sistema Regionale di Accreditamento per l Educazione Continua in Medicina - ECM

Sistema Regionale di Accreditamento per l Educazione Continua in Medicina - ECM All. DDG del 8 febbraio 2012 n. 1347 REGIONE CALABRIA Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie Sistema Regionale di Accreditamento per l Educazione Continua in Medicina - ECM Indice Documento

Dettagli

RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

Progetto formativo DoteComune - 6 mesi - nel Servizio Bilancio e società partecipate del Comune di Lecco

Progetto formativo DoteComune - 6 mesi - nel Servizio Bilancio e società partecipate del Comune di Lecco Progetto formativo DoteComune - 6 mesi - nel Servizio Bilancio e società partecipate del Comune di Lecco Sintetica presentazione di contesto e finalità del progetto Il contesto di riferimento del progetto

Dettagli

Le aziende sanitarie. Art. 32 Cost. D. Lgs. 502/1992 modificato dal D. Lgs. 229/1999. D. Lgs. 502/1992 modificato dal D. Lgs.

Le aziende sanitarie. Art. 32 Cost. D. Lgs. 502/1992 modificato dal D. Lgs. 229/1999. D. Lgs. 502/1992 modificato dal D. Lgs. Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche A.A. 2012-2013 Art. 32 Cost. Le aziende sanitarie La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell individuo ed interesse della collettività,

Dettagli

LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER

LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER Indice INTRODUZIONE... 3 CF1 - SVILUPPARE IL CASO PER IL FUNDRAISING... 4 CF 1.1 : INDIVIDUARE LE NECESSITÀ DI FUNDRAISING DI UN ORGANIZZAZIONE NONPROFIT;...

Dettagli

IL PROGETTO DI EFFICIENTAMENTO NELLE STRUTTURE SANITARIE: AUMENTARE IL TEMPO UTILE E RIDURRE I COSTI

IL PROGETTO DI EFFICIENTAMENTO NELLE STRUTTURE SANITARIE: AUMENTARE IL TEMPO UTILE E RIDURRE I COSTI IL PROGETTO DI EFFICIENTAMENTO NELLE STRUTTURE SANITARIE: AUMENTARE IL TEMPO UTILE E RIDURRE I COSTI 1 CHI SIAMO Fondata nel 1991, BUSINESS VALUE è una società di consulenza direzionale specializzata in:

Dettagli

Percorso formativo rivolto al personale dell Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia appartenente all Area II

Percorso formativo rivolto al personale dell Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia appartenente all Area II Percorso formativo rivolto al personale dell Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia appartenente all Area II 1. Premesse Lo scenario di riferimento Il profondo mutamento del panorama normativo posto

Dettagli

L infermiere al Controllo di Gestione

L infermiere al Controllo di Gestione L infermiere al Controllo di Gestione Una definizione da manuale del Controllo di gestione, lo delinea come l insieme delle attività attraverso le quali i manager guidano il processo di allocazione e di

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2009/2010 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE 1 a) L organizzazione: concetti generali b) La struttura organizzativa c) I principali modelli di struttura organizzativa a) La struttura plurifunzionale b) La struttura

Dettagli

Le Opportunità e i Finanziamenti Previsti dai Programmi Diretti Europei e dal POR Sicilia 2014/2020

Le Opportunità e i Finanziamenti Previsti dai Programmi Diretti Europei e dal POR Sicilia 2014/2020 Patrocinio del Comitato delle Regioni Europee Patrocinio del Comitato Economico e Sociale Europeo Le Opportunità e i Finanziamenti Previsti dai Programmi Diretti Europei e dal POR Sicilia 2014/2020 31

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE OBIETTIVI Master Breve di formazione personalizzata Il Master

Dettagli