CORSO FGLAW ESAME AVVOCATO ANNUALE 2015 (PREPARAZIONE ALLE PROVE SCRITTE D ESAME SENZA CODICI COMMENTATI)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO FGLAW ESAME AVVOCATO ANNUALE 2015 (PREPARAZIONE ALLE PROVE SCRITTE D ESAME SENZA CODICI COMMENTATI)"

Transcript

1 CORSO FGLAW ESAME AVVOCATO ANNUALE 2015 (PREPARAZIONE ALLE PROVE SCRITTE D ESAME SENZA CODICI COMMENTATI) Direttore scientifico responsabile: Mariacarla GALLI in collaborazione con STUDIO LEGALE AVV. GIUSEPPE FAVA & STUDIO LEGALE AVV. MARIACARLA GALLI CASI ELABORATI DALL AVV. MARIACARLA GALLI CASO LIVELLO BASE Dopo contatti informali la società Gamma (con sede in Genova) propone alla società Teta (con sede in Napoli) un contratto di compravendita di materiale bituminoso da far recapitare in luogo indicato dalla Teta. Nella proposta contrattuale si prevede la competenza esclusiva del Tribunale del luogo del perfezionamento del contratto. La società Teta versa alla Gamma l 80% del corrispettivo pattuito (i conti correnti delle due società sono aperti presso le filiali napoletane dei rispettivi Istituti bancari) dandone specifico avviso alla venditrice che giunge presso la sede secondaria napoletana della Gamma il 1 marzo Essendo affondata la nave designata per il trasporto con tutto il carico di materiale bituminoso (probabilmente anche per l inadeguatezza del vettore prescelto), la Gamma, anche per limitare gli esborsi al solo indennizzo previsto dall art c.c., si affretta a revocare la proposta di vendita con atto del 27 febbraio 2014, spedito il 29 febbraio 2014 e ricevuto dalla Teta il 4 marzo La società Teta, non intendendo più proseguire alcun rapporto con la Gamma, si reca dal proprio legale. Il candidato, assunte le vesti dell Avv. Tertulliano, rediga motivato parere in ordine ai rimedi utilizzabili dalla società a tutela delle proprie ragioni specificando quale sia il Giudice territorialmente competente. CASO LIVELLO AVANZATO A seguito delle indagini routinarie in occasione dell acquisto di un villetta in nota località turistica della Sardegna il compratore si accorge che i Sig.ri Tizio (in comunione dei beni con Tizia), Sempronio (titolare dell usufrutto), Mevio (socio della società Gamma effettiva intestataria dell immobile) e Filano (attuale titolare del bene a seguito di una cessione ai soci da parte della società Gamma, avente quale oggetto sociale la realizzazione, compravendita e permuta di terreni ed immobili, che aveva a sua volta acquistato dalla società OLTRETURISMOSCORTESE s.r.l. ), proprietari di altre villette del complesso turistico condominiale denominato Borgo Le Volpi sono furbe, si sono appropriati di oltre un ettaro di terreno destinato nel piano 1

2 di lottizzazione e successive concessioni edilizie ad aree standard (verde pubblico tra le predette villette ed il mare), nonché di numerosi beni condominiali (aree di giardino, parcheggi comuni, stradine di interconnessione tra i giardini in proprietà esclusiva e strada pubblica). Le tempistiche dei fatti sono le seguenti. Nel 1891 il Demanio della Marina militare espropria un area di 45 ettari al Sig. Ragno, originario proprietario del bene, la cui famigli mantiene negli anni ottimi rapporti con i militari anche perché con loro intrattiene rapporti commerciali tesi alla vendita di generi alimentari. Nel 1924, la Marina Militare vende al Sig. Ragno la parte Sud del terreno conservando quella Nord per fini di sorveglianza delle coste sarde. Nell atto è espressamente menzionato che la Marina Militare trattiene la proprietà della strada militare (che si precisa essere larga 10 metri ed il cui tracciato viene specificato nell atto notarile) utile per il passaggio militare ma anche utilizzata da anni dalla collettività ivi stanziata. Nel corso degli anni 60 l area viene acquistata dal Sig. Scortese il quale, insieme agli altri proprietari delle aree limitrofe, concorda con il Comune di SommaAttenzione una convenzione di lottizzazione (con atto notarile trascritto) in cui, in cambio del rilascio delle concessioni edilizie, la cessione delle aree viene organizzata come segue: 1) i lottizzanti cedono immediatamente la proprietà di 120 ettari di terreno già identificati nel progetto allegato alla convenzione (da destinarsi a strade, verde pubblico, parcheggi, aree attrezzate), 2) rinviano l identificazione degli ulteriori 120 ettari da cedersi a standard urbanistico nelle successive concessione edilizie (ai fini dell atto d obbligo, ovverosia onde ottenere una forma non solo traslativa ma anche trascrivibile, la convenzione precisa che i lottizzanti, ed i loro eredi o aventi causa, saranno tenuti a stipulare il c.d. atto d obbligo di cessione entro un anno dalla richiesta del Comune; la clausola reca in secondo luogo, i proprietari lottizzanti si impegnano a cedere, a titolo gratuito, al Comune di Arzachena le restanti aree da trasferire secondo le previsioni della precedente clausola n ; per un totale di mq Tale impegno di cessione e trasferimento verrà assolto dai lottizzanti contestualmente alla richiesta di licenza edilizia dei singoli gruppi di fabbricati nel cui ambito ricadono le aree da cedere, con facoltà, del Comune, di richiedere la cessione in qualsiasi momento, per specifiche aree già di massima individuate a Standards dal piano di lottizzazione con relativo obbligo, per i lottizzanti, di procedere al trasferimento entro un anno, dalla data della richiesta ). Il complesso turistico viene edificato da un impresa il cui titolare diviene anche amministratore del condominio giusta concessione edilizia in cui si identificano quali aree standard quelle verdi fronte mare nonché i camminamenti stradali già occupati dalla strada militare sulla quale la convenzione di lottizzazione aveva stabilito una servitù perpetua di uso pubblico (con forma scritta e trascritta). Onde conformarsi alla normativa sui parcheggi i giardini di proprietà esclusiva confinano con una area verde di giardino cortilizio che dà accesso alle aree condominiali, a quelle standard, alla via pubblica ed al mare. Tra il Comune ed il Sig. Scortese, però, nonostante la convenzione di lottizzazione e la concessione edilizia entrambe sottoscritte dal sindaco e dagli originario proprietari lottizzanti ed identificanti le aree standard, non interviene la redazione dell atto notarile utile per la trascrizione. Il Sig. Scortese, quindi, trascorso quasi un decennio, facendo leva sulla perdurante intestazione catastale in proprio favore, fraziona le aree identificate quali aree standard e le cede ad una società (la OLTRETURISMOSCORTESE s.r.l. ) di cui è amministratore unico ed i cui soci sono un fratello e una sorella qualificando l atto quale cessione di reliquati o residui di lottizzazione. In realtà oggetto del contratto sono enormi estensioni di terreno superiori all ettaro, oltre a parcheggi condominiali ed aree già divenute condominiali per effetto della prima vendita nella quale non figurava alcuna riserva di proprietà delle predette aree. In proposito l atto notarile, richiamando i vincoli delle convenzioni e del piano di lottizzazione, precisa, con formulazione presente anche nella nota di trascrizione, che la parte acquirente si impegna a cedere gratuitamente al Comune competente quelle aree destinate a sede pubblica di strade piazza e parcheggi o a verde che per ERRORE OD OMISSIONE NON FOSSERO STATE CEDUTE ; nonchè Le EVENTUALI aree destinate a SEDE PRIVATA CONDOMINIALE saranno soggette a servitù perpetua di passaggio nonché per quant altro connesso alla destinazione stessa delle aree: viene pattuita per tutte queste comproprietà l indivisibilità a norma dell art c.c. con obbligo a carico di tutti i partecipanti di contribuire in proporzione alle rispettive quote nelle spese necessarie per la manutenzione, conservazione e godimento di tali aree ). 2

3 Dopo un ulteriore decennio i terreni, ulteriormente frazionati, vengono ceduti dalla società a due condomini (Tizio e Filano) i quali effettuano modifiche allo stato dei luoghi (realizzano una strada, si appropriano ed occupano la strada militare oggetto di una servitù di passaggio di uso pubblico, realizzano edificazioni non assentite, effettuano recinzioni). Ulteriori cessioni sono poi realizzate da Tizio in favore di Filano e poi da quest ultimo in favore di Mevio. Dopo qualche altro anno un altra parte di terreno (questa volta condominiale e da sempre utilizzata dai condomini) viene ceduta dalla società OLTRETURISMOSCORTESE s.r.l. al Sig. Sempronio. Sempronio recinta l area, intercludendo anche taluni giardini in proprietà esclusiva, e realizza manufatti che impediscono il passaggio dei condomini verso il mare, la strada pubblica, le aree condominiali e quelle standard. I condomini interclusi si recano dall Avv. Tertulliano manifestando la propria intenzione di ottenere nuovamente l accesso al mare ma anche la necessità che si faccia chiarezza in ordine alla situazione proprietaria dei terreni occupati (onde osservare gli obblighi pubblicistici assunti nella convenzione di lottizzazione), precisando che: 1) negli atti di vendita degli immobili ai primi proprietari nonché alla società amministrata dal Sig. Scortese è richiamata la convenzione di lottizzazione, nonché, in quelli relativi agli appartamenti con giardini esclusivi confinanti con la strada militare gravata da servitù di uso pubblico, anche l esistenza di quest ultima; 2) che al termine delle aree di verde standard fronte mare sussiste il demanio marittimo costiero (uno dei condomini ha persino recintato l accesso alla spiaggia realizzandovi una discesa a mare privata); 3) l amministratore di condominio, amico del lottizzante, ha tollerato tutta l attività posta in essere in danno del patrimonio pubblico e condominiale, non ha mai esaudito le reiterate richieste dell assemblea dei condomini tesi a sollecitare la delimitazione delle aree private rispetto a quelle condominiali e pubbliche, ed ha persino dichiarato nell ultima assemblea condominiale che secondo lui i beni sarebbero legittimamente stati in titolarità dello Scortese (poi della sua società, e successivamente dei condomini acquirenti ) per effetto della mera intestazione catastale. Consegnano, poi all avvocato, tutti gli atti di proprietà, la convenzione di lottizzazione, il piano di lottizzazione, gli accordi tra il Demanio e il Sig. Rogno, numerose relazioni tecniche redatte da tre geometri del luogo che, in modo convergente ed integrato, supportano e confermano le affermazioni dei condomini interclusi. Il candidato, assunte le vesti dell Avv. Tertulliano, rediga motivato parere in ordine ai rimedi giuridici utilizzabili. 3

4 ESAME DI AVVOCATO IL NUOVO CORSO DI PREPARAZIONE VERSO LA RIFORMA DEGLI ESAMI SENZA CODICI COMMENTATI IL PIANO FORMATIVO PROFESSIONALE FGLAW E da anni che il modello di preparazione FGLAW da risultati straordinari: numerosissimi gli avvocati, anche di successo, formati dai docenti. La FGLAW, prima in Italia, ha consolidato nuove metodologie di formazione altamente professionale finalizzate a consentire il superamento delle prove dell esame di avvocato senza l ausilio dei codici commentati. Per raggiungere tale obiettivo è necessario acquisire una più che discreta preparazione di tipo teorico ( stile magistratura ) da saper utilizzare in termini concreti onde risolvere correttamente una gamma estesa di variegati casi pratici. A seguito della riforma, difatti, dal 2015 la sola tecnica redazionale dei pareri e degli atti non sarà, quindi, più sufficiente. Il Corso è, pertanto, pensato per coniugare la preparazione teorica con quella pratica. Per tali ragioni, sin dal gennaio 2013, la FGLAW ha introdotto, nell ambito dei propri corsi, prima in via sperimentale e poi in modo stabile, il corso annuale pensato e strutturato per fronteggiare le prove d esame SENZA CODICI COMMENTATI. 4

5 I risultati sono stati più che positivi nella sessione esami 2013: TUTTI coloro che hanno frequentato con profitto il corso annuale e quello intensivo (nel periodo gennaio-dicembre 2013), con esercitazioni settimanali su pareri e atti con puntuali correzioni individuali personalizzate, hanno superato brillantemente l esame di avvocato durante la sessione d esame Il corso vanta anche RISULTATI D'ECCELLENZA: numerosi i primi graduati nelle rispettive Corti d appello. Il Corso può essere seguito comodamente in tutta Italia (anche da casa propria) attraverso il nuovo sistema di videoconferenza live interattiva in diretta. La FGLAW s.r.l. è stata la prima in Italia ad utilizzare le nuove efficaci tecniche di distance & e- learning per i corsi di preparazione all esame di avvocato. Il sistema è ampiamente collaudato essendo in utilizzo da oltre due anni con enormi vantaggi anche economici per i corsisti fuori sede. L'offerta del PIANO FORMATIVO PROFESSIONALE FGLAW propone un Corso ANNUALE, in formula LIGHT (corso limitato alle sole lezioni pratiche e correlate esercitazioni con correzioni personalizzate) e HARD (corso integrato con lezioni teoriche), da integrarsi con il Corso INTENSIVO (nel periodo settembre-dicembre che precede la Sessione d'esame). Si consiglia la formula HARD unitamente al Corso INTENSIVO, soluzione che sinora ha prodotto i migliori risultati: il 100% dei corsisti che hanno raggiunto giudizi sufficienti nelle correzioni individuali degli atti e pareri ha superato le prove scritte d'esame. LA NOSTRA METODOLOGIA TRA TRADIZIONE PLURIENNALE ED INNOVAZIONE CONTINUA (METODI DI STUDIO, TECNICHE REDAZIONALI, OBIETTIVI E STRATEGIE VINCENTI) 1. Struttura del Corso FGLAW Attraverso lezioni teoriche, esercitazioni pratiche, simulazioni di prove d esame e correzione degli elaborati, i docenti forniscono indicazioni sulla impostazione ed elaborazione tecnicamente e giuridicamente corretta dei pareri e degli atti defensionali unitamente al trasferimento delle conoscenze teoriche sempre più importanti per il superamento dell esame da avvocato. Vengono esaminati i principali istituti sostanziali e processuali rilevanti ai fini dell esame, con particolare attenzione alle tecniche di redazione di atti e pareri. Essenziale, difatti, è la trasmissione ai corsisti, con verifica dell'acquisizione della competenza attraverso la correzione personalizzata degli elaborati, delle migliori tecniche di impostazione e redazione degli atti e dei pareri, unitamente all'apprendimento della gestione dei tempi in sede d esame. I corsisti sono chiamati anche a risolvere casi pratici sul modello di quelli oggetto delle prove scritte. Particolare attenzione è dedicata a tutti quegli aspetti che non sono considerati durante il periodo di pratica forense ma dai quali non si può prescindere per superare l esame. Con l esercizio continuo e gli stimoli costanti dei docenti, dotati di elevatissima esperienza professionale, altissime qualità tecniche, notevoli capacità comunicative e di una pluriennale esperienza nella preparazione dei concorsi, ogni singolo iscritto è messo in condizione di affrontare in modo preparato, sereno e deciso le prove d esame da avvocato. 5

6 Nell ambito del Corso sono forniti consigli pratici, illustrati gli errori più ricorrenti, proposte le tecniche redazionali vincenti e le vie ermeneutiche preferibili alla luce dei più recenti orientamenti giurisprudenziali e delle migliori pratiche professionali giudiziali e stragiudiziali. Durante le lezioni i partecipanti sono invitati a ragionare e dibattere sui casi concreti sottoposti alla loro attenzione dai docenti, in modo da stimolare e sollecitare l effettiva acquisizione della forma mentis dell Avvocato e le capacità di impostazione, ragionamento, sistematizione logicamente, giuridicamente e tecnicamente ordinata necessarie per il superamento delle prove scritte d'esame. I docenti forniscono indirizzi per la pianificazione dello studio attraverso assegni mirati che comprendono anche la redazione di atti e pareri a casa. I MATERIALI GIURISPRUDENZIALI sono accessibili al termine di ogni lezione nell'area riservata del sito. E' fornito a tutti gli iscritti il FORMULARIO FGLAW ATTI CIVILI E PENALI. 2. Gli obiettivi del Corso FGLAW: il vostro successo è il nostro scopo! La finalità del Corso di preparazione per l esame da avvocato è dotare i partecipanti della preparazione teorica necessaria e delle capacità tecnico-pratiche richieste per superare le prove scritte dell esame di avvocato attraverso: 1.l arricchimento ed il consolidamento della preparazione teorico-pratica, 2.l acquisizione delle migliori tecniche redazionali di pareri giuridici ed atti defensionali, 3.lo studio dei casi più attesi e probabili. L obiettivo principale del Corso è comunque la creazione in ciascun candidato della forma mentis dell Avvocato attraverso il trasferimento di metodi e tecniche che consentiranno al partecipante di individuare, costruire ed elaborare efficacemente soluzioni appropriate, corrette e vincenti ai casi che formeranno oggetto delle prove scritte dell esame di avvocato, anche se vertenti su argomenti che il candidato non conosce o non ha approfondito sufficientemente. 6

7 CALENDARIO esercitazioni e lezioni Avvocato ANNUALE Il Corso ANNUALE prevede due formule diverse: la formula LIGHT e quella HARD. La Formula LIGHT include ESERCITAZIONI (giovedì, h. 9:00-17:00) e LEZIONI PRATICHE (sabato, ore 10:00-12:00): 200,00 mensili (IVA inclusa). La Formula HARD include, in aggiunta alle esercitazioni e lezioni della formula LIGHT, anche LEZIONI TEORICHE in diritto civile, penale e amministrativo (venerdì, ore 13:30-19:00): 350,00 mensili (IVA inclusa). Correzione personalizzata dei docenti: in area riservata vengono inserite le tracce e l'elaborato deve essere scannerizzato ed inviato a secondo le modalità indicate in area riservata. GENNAIO 2015 Esercitazione: giovedì 8, 15, 22 e 29 Lezione pratica: sabato 10, 17, 24 e 31 Lezione teorica (solo per corsisti con formula HARD): venerdì 9, 16, 23 e 30 FEBBRAIO 2015 Esercitazione: giovedì 5, 12, 19 e 26 Lezione pratica: sabato 7, 14, 21 e 28 Lezione teorica (solo per corsisti con formula HARD): venerdì 6, 13, 20 e 27 MARZO 2015 Esercitazione: giovedì 5, 12, 19 e 26 Lezione pratica: sabato 7, 14, 21 e 28 Lezione teorica (solo per corsisti con formula HARD): venerdì 6, 13, 20 e 27 APRILE 2015 Esercitazione: giovedì 2, 9, 16 e 23 Lezione pratica: sabato 4, 11, 18 e 25 Lezione teorica (solo per corsisti con formula HARD): venerdì 3, 10, 17 e 24 MAGGIO 2015 Esercitazione: giovedì 7, 14, 21 e 28 Lezione pratica: sabato 9, 16, 23 e 30 Lezione teorica (solo per corsisti con formula HARD): venerdì 8, 15, 22 e 29 GIUGNO 2015 Esercitazione: giovedì 4, 11, 18 e 25 Lezione pratica: sabato 6, e 27 Lezione teorica (solo per corsisti con formula HARD): venerdì 5, 12, 19 e 26 7

8 FORMULA LIGHT Periodo gennaio-giugno 2015 Costo 200 mensili (IVA inclusa) 24 esercitazioni pratiche (pareri ed atti): 4 esercitazioni mensili (di cui due con correzioni personalizzata individuale e due con correzione collettiva. 24 lezioni pratiche dedicate alla redazione guidata e spiegazione di numerosi casi su pareri ed atti nella giornata del sabato (ore :00): 4 lezioni mensili FORMULA HARD Periodo gennaio-giugno 2015 Costo 350 mensili (IVA inclusa) 24 esercitazioni pratiche (pareri ed atti): 4 esercitazioni mensili (di cui due con correzioni personalizzata individuale e due con correzione collettiva. 24 lezioni pratiche dedicate alla redazione guidata e spiegazione di numerosi casi su pareri ed atti nella giornata del sabato (ore :00): 4 lezioni mensili 24 lezioni teoriche (venerdì ore 13:30-19:00) 8

9 Avvocato INTENSIVO CALENDARIO esercitazioni e lezioni Simulazioni d'esame su PARERI (civile e penale)- tutti i giovedì (h. 9:00-16:00) 17 e 24 settembre , 8, 15, 22 e 29 ottobre , 12, 19 e 26 novembre dicembre 2015 Correzione personalizzata dei docenti: in area riservata vengono inserite le tracce e l'elaborato deve essere scannerizzato ed inviato a secondo le modalità indicate in area riservata. Lezioni teorico-pratiche su PARERI e ATTI (civile e penale)- tutti i venerdì mattina (h. 8:30-13:00) 18 e 25 settembre , 9, 16, 23 e 30 ottobre , 13, 20 e 27 novembre dicembre 2015 Lezione teorico-pratica su casi concreti (pareri e atti) Spiegazione pareri e atti assegnati Tecniche redazionali pareri ed atti Sottoposizione di ulteriori pareri ed atti che saranno svolti sotto la guida del docente Risposta a quesiti relativi alla lezione Riconsegna degli elaborati corretti personalmente dai docenti Risposta a quesiti relativi ai propri elaborati (correzione personalizzata) Lezioni teoriche - tutti i venerdì pomeriggio (h. 13:30-19:00) 18 e 25 settembre , 9, 16, 23 e 30 ottobre , 13, 20 e 27 novembre dicembre 2015 Lezione teorica in diritto civile, penale o amministrativo Lezioni teorico-pratiche su PARERI e ATTI (civile e penale) - tutti i sabati (h. 10:00-14:00) 19 e 26 settembre

10 3, 10, 17, 24 e 31 ottobre , 14, 21 e 28 novembre dicembre 2015 Lezione teorico-pratica su casi concreti (pareri e atti) Spiegazione pareri e atti assegnati Tecniche redazionali pareri ed atti Sottoposizione di ulteriori pareri ed atti che saranno svolti sotto la guida del docente Risposta a quesiti relativi alla lezione Riconsegna degli elaborati corretti personalmente dai docenti Risposta a quesiti relativi ai propri elaborati (correzione personalizzata) Esercitazione a casa su ATTI (civile e penale)- tutte le domeniche 20 e 27 settembre , 11, 28 e 25 ottobre , 8, 15, 22 e 29 novembre 2015 Correzione personalizzata dei docenti: in area riservata vengono inserite le tracce e l'elaborato deve essere scannerizzato ed inviato a secondo le modalità indicate in area riservata. 10

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA 24 ottobre 2013 WEB CONFERENCE LEZIONE LIVE IN VIDEOCONFERENZA PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per l aggiornamento professionale

Dettagli

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINO. Compri o vendi casa? Vai sul sicuro

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINO. Compri o vendi casa? Vai sul sicuro CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINO Compri o vendi casa? Vai sul sicuro Direzione scientifica della collana Guide ai diritti Raffaele Caterina, Sergio Chiarloni, Lucia Delogu

Dettagli

Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE Le coperture a tutela dell impresa EDIZIONE 21 maggio 2014 DOCENZA IN WEBCONFERENCE PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per il conseguimento della formazione professionale

Dettagli

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano La ricostituzione della pluralità dei soci nella s.a.s. In ogni numero della rivista trattiamo una questione dibattuta a cui i nostri esperti forniscono una soluzione operativa. Una guida indispensabile

Dettagli

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI Art. 1. Norme generali 1.1 Come stabilito dal D.Lgs 252/2005, l Associato può richiedere un anticipazione sulla posizione individuale maturata: a)

Dettagli

MANUALE UTENTE PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ

MANUALE UTENTE PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ MANUALE UTENTE PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ Novembre 2014 INDICE Sezione 1: Documentazione e Classificazione dei Cambi di Titolarità... 4 1. TIPOLOGIE DI CAMBI DI TITOLARITÀ... 8 1.1.

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa COMUNE DI LARI Provincia di Pisa DETERMINAZIONE N. 519 Numerazione servizio 201 Data di registrazione 17/12/2009 COPIA Oggetto : DECRETO DI ESPROPRIO RELATIVO A PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO PER PUBBLICA

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

IL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA articoli 1470/1547 del codice civile

IL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA articoli 1470/1547 del codice civile IL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA articoli 1470/1547 del codice civile Dott. ENZO ROVERE NOZIONE caratteristiche ed oggetto La compravendita è il contratto con il quale una parte (detta venditore) trasferisce

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 2/E R RrRrrr Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Modifiche alla tassazione applicabile, ai fini dell imposta di registro, ipotecaria e catastale, agli atti di trasferimento o di costituzione

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo La modulistica nella

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI MASTER PART TIME LIVORNO. When you have to be right

FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI MASTER PART TIME LIVORNO. When you have to be right MASTER PART TIME FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI 2 0 1 4 TRENTESIMA EDIZIONE LIVORNO N A P O L I When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di formazione IPSOA fa parte del Gruppo

Dettagli

L abuso edilizio minore

L abuso edilizio minore L abuso edilizio minore L abuso edilizio minore di cui all art. 34 del D.P.R. 380/2001. L applicazione della sanzione pecuniaria non sana l abuso: effetti penali, civili e urbanistici. Brunello De Rosa

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

FISCO E CASA: ACQUISTO E VENDITA

FISCO E CASA: ACQUISTO E VENDITA Gli aggiornamenti più recenti agevolazioni prima casa e utilizzo del credito d imposta detrazione interessi passivi sui mutui per l acquisto dell abitazione principale acquisto di fabbricati ristrutturati

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA NTA di SUA di iniziativa privata SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA.. INDICE ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... pag. 2 ART. 2 ELABORATI DEL PIANO...» 2 ART. 3 DATI COMPLESSIVI DEL PIANO...» 2 ART.

Dettagli

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015 CIRCOLARE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 11 maggio 2015 OGGETTO: Trattamento agli effetti dell IVA dei contributi pubblici relativi alle politiche attive del lavoro e alla formazione professionale

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

SOTTOTETTO E QUOTE MILLESIMALI

SOTTOTETTO E QUOTE MILLESIMALI TESINA di DONATA PAOLINI SOTTOTETTO E QUOTE MILLESIMALI 1) LA PROPRIETA DEL SOTTOTETTO NEI CONDOMINI Preme innanzitutto precisare che il sottotetto non rientra tra le parti comuni condominiali come elencate

Dettagli

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare Vademecum operativo Marzo 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1 Abitazioni... 4 1.1 Cessioni... 4 1.1.1 Esercizio dell opzione

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli

STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA

STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA CINESE

Dettagli

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI AVVERTENZA Nella tabella viene usato il termine per fare riferimento ai partecipanti al condominio, mentre viene usato il termine per far riferimento ai partecipanti

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali Classe di abilitazione - A076 Trattamento elettronica ed applicazioni industriali Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015,

Dettagli

Garanzia Preliminare La sicurezza nel contratto

Garanzia Preliminare La sicurezza nel contratto Le Guide per il Cittadino Garanzia Preliminare La sicurezza nel contratto di compravendita immobiliare Consiglio Nazionale del Notariato Adiconsum Adoc Altroconsumo Assoutenti Cittadinanzattiva Confconsumatori

Dettagli

Timbro UR. Alienante (i) Acquirente (i) Cognome, nome / Ditta, altri enti 1 Domicilio / Sede Nazionalità 2 Quota di comproprietà

Timbro UR. Alienante (i) Acquirente (i) Cognome, nome / Ditta, altri enti 1 Domicilio / Sede Nazionalità 2 Quota di comproprietà Dichiarazione dei dati per gli acquisti di proprietà fondiarie a norma degli art. 970a CCS e 43 e ss. LRF (da allegare all'istanza di iscrizione) da compilare dall'alienante Timbro UR Alienante (i) Cognome,

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Finalità del modulo Il modulo va utilizzato per l iscrizione nel Registro Imprese dei seguenti atti: scioglimento

Dettagli

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO Firenze, 21 aprile, 12 e 26 maggio 2015 (15,00-18,30) Auditorium Adone Zoli dell Ordine degli Avvocati di Firenze c/o Nuovo Palazzo di Giustizia Viale

Dettagli

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI Marca da Bollo 16,00 Al Sig. Presidente della Provincia di Pavia Ufficio concessioni pubblicitarie Piazza Italia, 2 27100 Pavia AUTORIZZAZIONE OGGETTO: Richiesta di autorizzazione per il posizionamento

Dettagli

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO)

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) Al Comune di BRUINO SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) OGGETTO: SCIA di subingresso nell'esercizio dell'attività di commercio su aree pubbliche ai sensi dell art. 28, comma 12, del D.Lgs. n. 114/1998

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL P.R.G., NEL CAPOLUOGO E NELLE FRAZIONI. Approvato con

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE AREE COMPRESE NEI PIANI PER L EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE

REGOLAMENTO PER LE AREE COMPRESE NEI PIANI PER L EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE Comune di Rimini Area Gestione del Territorio Unità di Progetto Programma d Area ed Edilizia Residenziale Pubblica Via F. Rosaspina, 21-47900 Rimini tel. 0541704883-704896 - fax 0541704810 www.comune.rimini.it

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO Presentazione del corso Istituzionale Il broker marittimo: la figura professionale Lo Shipbroker, in italiano mediatore marittimo, è colui che media fra il proprietario

Dettagli

Prima iscrizione degli immobili al CEU (estensione procedure di cui alla circ. n.1/2009) e controlli sulle titolarità

Prima iscrizione degli immobili al CEU (estensione procedure di cui alla circ. n.1/2009) e controlli sulle titolarità Direzione Centrale Catasto e Cartografia Modalità di aggiornamento relative alle intestazioni catastali presenti nelle dichiarazioni di DOCFA e nelle Domande di Volture Prima iscrizione degli immobili

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

III. QUANDO SI ACQUISTA CASA

III. QUANDO SI ACQUISTA CASA III. QUANDO SI ACQUISTA CASA Quando si compra casa le imposte da pagare indicato nell'atto, provvede alla rettifica e sono diverse (registro o Iva) a seconda che il alla liquidazione della maggiore imposta

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

SP- 06 SCHEDA PROGETTO S. BARTOLOMEO. Analisi, Obiettivi e Strategie. Progetto. Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni)

SP- 06 SCHEDA PROGETTO S. BARTOLOMEO. Analisi, Obiettivi e Strategie. Progetto. Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni) S. BARTOLOMEO SP- 06 Progetto Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni) All interno del perimetro del PAC devono essere realizzati/ceduti i seguenti servizi: a) S5g - Servizi per la balneazione

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO APPROVATO CON DELIB. C.C. n. 55 del 30/03/2009 REGIONE EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI CASTELFRANCO EMILIA Progetto:

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Ministero dei lavori pubblici Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata div. XVI-bis: Norme per i collaudi dei fabbricati costruiti da cooperative edilizie fruenti

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO REGIONALE INTERVENTI STRUTTURALI Programma di Sviluppo Rurale Regione Sicilia 2007-2013 Reg.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE = = = = = = REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Adottato con deliberazioni consiliari n. 56 dell 08.11.95 e n. 6 del 24.01.96 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380) 2 Al Comune di Pratica edilizia SUAP SUE Indirizzo PEC / Posta elettronica del Protocollo CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI 5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI In questo capitolo, dopo aver definito il concetto di «coefficienti correttivi», verranno esaminati nel dettaglio i coefficienti di riduzione previsti dalla Circolare del Ministero

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

Via Petrarca, 32 38122 Trento Tel. 0461/984751 Fax 0461/265699

Via Petrarca, 32 38122 Trento Tel. 0461/984751 Fax 0461/265699 L acquisto della casa: le novità, le regole, i suggerimenti e le nuove opportunità. Provincia autonoma di Trento Assessorato all agricoltura, al commercio e turismo. Programma generale d intervento 2007-2008

Dettagli

LEGGE 28 Gennaio 1977, N. 10 - (Bucalossi) (G.U. 29-1-1977, N. 27) NORME PER LA EDIFICABILITA' DEI SUOLI

LEGGE 28 Gennaio 1977, N. 10 - (Bucalossi) (G.U. 29-1-1977, N. 27) NORME PER LA EDIFICABILITA' DEI SUOLI LEGGE 28 Gennaio 1977, N. 10 - (Bucalossi) (G.U. 29-1-1977, N. 27) NORME PER LA EDIFICABILITA' DEI SUOLI Art. 1. (trasformazione urbanistica del territorio e concessione di edificare) Ogni attività comportante

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli