CURRICULUM PER IL CERTIFICATO IN PSICHIATRIA FORENSE DELLA SOCIETÀ SVIZZERA DI PSICHIATRIA FORENSE, SSPF

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CURRICULUM PER IL CERTIFICATO IN PSICHIATRIA FORENSE DELLA SOCIETÀ SVIZZERA DI PSICHIATRIA FORENSE, SSPF"

Transcript

1 CURRICULUM PER IL CERTIFICATO IN PSICHIATRIA FORENSE DELLA SOCIETÀ SVIZZERA DI PSICHIATRIA FORENSE, SSPF 1

2 I ASPETTI GENERALI p Definizione generale e campo d applicazione 1.2 Definizione specifica 1.3 Obiettivi del perfezionamento 1.4 Condizioni d ammissione al perfezionamento e di ottenimento del Certificato 1.5 Riconoscimento del perfezionamento 1.6 Titolari di certificati esteri II STRUTTURA E DURATA p Concetto generale 2.2 Struttura e scopo del blocco di base 2.3 Struttura e scopo del blocco di certificato 2.4 Struttura e scopo del blocco a scelta 2.5 Durata del perfezionamento III CONTENUTI p Blocchi di base p Conoscenze generali Concetti fondamentali Conoscenze giuridiche di base Tecnica di base per le perizie Diritto penale Diritto civile Psichiatria assicurativa 3.2 Blocchi specifici p Psichiatria dell adulto p Ambito del diritto penale a ) Basi b ) Metodologia della perizia c ) Frequenti costellazioni forensi Ambito del diritto civile a ) Basi b ) Metodologia della perizia c ) Frequenti costellazioni forensi Terapie di psichiatria forense a ) Organizzazione b ) Approcci terapeutici intra- ed extra-penitenziari c ) Concetti terapeutici per diagnosi e gruppi di reati specifici e ) Problemi speciali e questioni etiche 2

3 3.2.2 Psichiatria dell infanzia e dell adolescenza p Ambito del diritto penale a ) Basi b ) Metodologia della perizia c) Casi pratici Ambito del diritto civile a ) Basi b ) Metodologia della perizia c) Frequenti costellazioni forensi Terapie di psichiatria forense a ) Organizzazione b ) Approcci terapeutici intra- ed extra-penitenziari c ) Concetti terapeutici per diagnosi e gruppi di reati specifici e ) Problemi speciali e questioni etiche Seminari pratici, supervisioni e intervisioni p Blocco a scelta p. 14 IV COMMISSIONE DI CERTIFICAZIONE p Composizione e nomina 4.2 Compiti V REGOLAMENTO D ESAME p Obiettivi dell esame 5.2 Materia d esame 5.3 Esaminatori 5.4 Genere d esame 5.5 Modalità d esame 5.6 Criteri di valutazione 5.7 Ripetizione dell esame e diritto di ricorso 5.8 Perizie e terapie supervisionate VI RICONOSCIMENTO DELLA FORMAZIONE p. 17 VII DISPOSIZIONI TRANSITORIE p Prima dell entrata in vigore del programma di perfezionamento 7.2 Direttori e medici capoclinica di un istituto di psichiatria forense 7.3 L anno A obbligatorio 7.4 Domande di riconoscimento di periodi di perfezionamento e d attività 7.5 Equivalenze 3

4 VIII SEDI DI FORMAZIONE E D INSEGNAMENTO p. 19 IX FORMAZIONE CONTINUA p Principio 9.2 Durata 9.3 Sedi di formazione continua 9.4 Durata del riconoscimento 4

5 I ASPETTI GENERALI 1.1 Definizione generale e campo d applicazione La psichiatria forense rappresenta un area d attività particolare all interno della psichiatria e psicoterapia, e si colloca tra la psichiatria e la giurisprudenza. È una disciplina a sé stante comprendente in ugual misura attività di ricerca, didattica e clinica. La psichiatria forense si occupa della valutazione e del trattamento, nonché della prevenzione, dei disturbi psichici con risvolti giuridici. Questa attività richiede conoscenze professionali e capacità specifiche che non sono tenute in sufficiente considerazione all interno della specializzazione in psichiatria e psicoterapia, risp. in psichiatria e psicoterapia dell infanzia e dell adolescenza. Il Certificato rilasciato porta il titolo: psichiatria forense. Il titolo è conferito dal Comitato. Questo Certificato può essere conseguito da specialisti FMH 1 in psichiatria e psicoterapia, e da specialisti FMH in psichiatria e psicoterapia dell infanzia e dell adolescenza. 1.2 Definizione specifica Il Certificato attesta un perfezionamento professionale specifico nel settore della psichiatria e psicoterapia forense. Esso è inteso a incoraggiare la specializzazione in un ambito particolare della psichiatria e della psicoterapia. Il perfezionamento crea i presupposti necessari per poter svolgere un attività autonoma e indipendente nel settore della psichiatria forense. 1.3 Obiettivi del perfezionamento Il perfezionamento mira a trasmettere ai partecipanti le conoscenze, le esperienze pratiche e le abilità indispensabili all esercizio della psichiatria e psicoterapia forense, come pure le regole etiche e deontologiche che le appartengono. 1.4 Condizioni d ammissione al perfezionamento e di ottenimento del Certificato Il curricolo formativo per il conseguimento del Certificato può iniziare durante la specializzazione medica in psichiatria/psicoterapia dell infanzia e dell adolescenza o in psichiatria/psicoterapia dell adulto. Esso presuppone almeno tre anni di attività clinica in psichiatria/psicoterapia. Per il periodo di perfezionamento per il Certificato in psichiatria forense viene computato al massimo un anno dell intera durata del perfezionamento da assolvere per conseguire il titolo di medico specialista in psichiatria e psicoterapia, rispettivamente psichiatria/psicoterapia dell infanzia e dell adolescenza. 1 È sempre sottintesa anche la forma femminile. 5

6 Per il Certificato in psichiatria forense sono richiesti due anni di perfezionamento presso un istituto riconosciuto o una rete di perfezionamento riconosciuta nel settore della psichiatria forense dell infanzia e dell adolescenza. Il Certificato viene conferito esclusivamente a medici che dispongono di un titolo federale o di un altro titolo riconosciuto di specialista in psichiatria/psicoterapia dell adulto o dell infanzia e dell adolescenza. 1.5 Riconoscimento del perfezionamento La SSPF nomina una Commissione di certificazione la cui sfera di competenza comprende soprattutto lo sviluppo del curriculum, la verifica del perfezionamento, lo svolgimento degli esami e le questioni attinenti alla formazione continua (vedi punto IV). 1.6 Titolari di certificati esteri Titolari di un certificato estero equivalente (p.e. il certificato di psichiatria forense germanico della DGPPN o il titolo di formazione approfondita in psichiatria forense rilasciato dalla camera medica di un Land germanico) possono, su richiesta, ricevere il certificato della SSPF dopo al minimo un anno di attività a tempo pieno in funzione di quadro in una istituzione di formazione in psichiatria forense svizzera riconosciuta. La richiesta scritta va presentata al/alla Presidente della commissione di certificazione. II STRUTTURA E DURATA 2.1 Concetto generale ( 240 credits) Il perfezionamento può iniziare durante o dopo la specializzazione in psichiatria/psicoterapia in ambedue le discipline. Esso consiste nell acquisizione di conoscenze teoriche e capacità pratiche. Il perfezionamento comprende 240 credits, ripartiti su una durata minima di due anni. Il programma del Certificato è suddiviso in 3 blocchi:: 1) un blocco di base 2 ) un blocco specifico 3) un blocco a scelta 2.2 Struttura e scopo del blocco di base (60 credits) Nel blocco di base si trasmettono conoscenze generali riguardanti tra l altro concetti etici e deontologici, come pure concetti giuridici importanti nell ambito della psichiatria forense. I candidati devono inoltre acquisire delle conoscenze sulla tecnica generale delle perizie e su nozioni fondamentali dei trattamenti in psichiatria forense. 2.3 Struttura e scopo del blocco specifico ( 120 credits) Il blocco specifico comprende un perfezionamento teorico e pratico. In particolare, i candidati devono assolvere delle unità di formazione volte all acquisizione di capacità pratiche. 2.4 Struttura e scopo del blocco a scelta (60 credits) 6

7 Per definizione, la struttura del blocco a scelta è libera. Il candidato deve dimostrare di aver partecipato a corsi pratici o manifestazioni di perfezionamento riconosciuti. Lo scopo consiste nell approfondire le conoscenze e le capacità nei settori prescelti. 2.5 Durata del perfezionamento Il perfezionamento dura almeno due anni. Esso può iniziare durante la specializzazione in medicina. Se durante la sua formazione quale specialista FMH in psichiatria e psicoterapia, risp. in psichiatria e psicoterapia dell infanzia e dell adolescenza, il candidato ha già lavorato presso un istituto di perfezionamento in psichiatria forense, per il Certificato gli potrà essere computato 1 anno al massimo. III - CONTENUTI I dettagli riguardanti i contenuti sono descritti nel regolamento d applicazione. Le liste qui di seguito menzionano le principali aree tematiche; esse non sono esaustive. 3.1 Blocchi di base (60 credits) Conoscenze generali: Storia della psichiatria forense Concetti etici e deontologici della psichiatria forense Basi giuridiche in materia di diritti dei pazienti Vittimologia Definizione del ruolo dello psichiatra e dello psicoterapeuta nella sua funzione di esperto, di terapeuta e al servizio di terzi (assicurazioni, ecc.). Professione e segreto medico Concetti fondamentali Capacità d agire e capacità d intendere Imputabilità Prognosi e calcolo del rischio Simulazione Incapacità lavorativa Handicap Aspetti attinenti alla protezione dei minori Credibilità Concetti di psichiatria dello sviluppo Conoscenze giuridiche di base Panoramica del diritto svizzero d esecuzione delle pene e delle misure Panoramica del diritto civile svizzero 7

8 Panoramica del diritto svizzero delle assicurazioni sociali e private (in particolare AI, AVS, assicurazione infortuni e assicurazione malattia) Panoramica del diritto penale dei minori Tecnica di base per le perizie Compiti e ruolo del perito Esigenze giuridiche in materia di perizie Standard di qualità, frequenti lacune delle perizie Impostazione sistematica di una perizia Valutazione dei dossier e dei rapporti preliminari Esplorazioni di psichiatria forense Indicazione e svolgimento di esami supplementari Utilizzazione di informazioni di terzi Rappresentazione della diagnosi Trasposizione in concetti rilevanti dal profilo giuridico Formulazione tecnicamente corretta delle risposte alle domande Perizie multidisciplinari Diritto penale Fattispecie Illegalità Colpa e imputabilità Teorie di diritto penale Diritto delle pene e delle misure Prognosi e calcolo del rischio Pianificazione e mitigazione dell esecuzione della pena Elementi basilari del processo penale Diritto civile, Ambito regolamentare Svolgimento di un processo civile Concetti chiave del diritto civile Capacità d agire e d intendere Provvedimenti tutelari Privazione della libertà a scopo d assistenza (PLSA) Diritto matrimoniale, diritto del divorzio Psichiatria assicurativa Diritto delle assicurazioni sociali Teoria della causalità nel diritto sociale Importanti concetti di diritto sociale Danno alla salute Malattia Malattia professionale Infortunio Incapacità lavorativa Invalidità 8

9 Grande invalidità Danno all integrità 9

10 3.2 Blocchi specifici (120 credits) Psichiatria dell adulto (60 credits) Ambito del diritto penale a ) Basi Basi criminologiche Valutazione dell imputabilità Quantificazione dei gradi di gravità Prognosi e calcolo del rischio Valutazione penale nel caso degli adolescenti Esame della credibilità Risposte adeguate ai quesiti giuridici Esempi di concetti di altri Paesi b ) Metodologia della perizia Allestimento di un estratto del dossier Rilevamento e rappresentazione di tratti della personalità rilevanti dal punto di vista forense Elaborazione della diagnosi Classificazione in funzione di criteri giuridici Formulazione delle risposte Pianificazione dell esame Audizione in tribunale (conoscenza delle diverse parti nella procedura, dei loro ruoli, diritti e doveri) Audizione di minorenni (corso comune) Perizie psichiatriche interdisciplinari c ) Frequenti costellazioni forensi Delirio e azione criminale Disturbo della personalità e azione criminale Soggetto non reo confesso Delinquenza sessuale Reato in presenza di uno stato di dipendenza Piromani Altri Ambito del diritto civile a ) Basi Conoscenza del funzionamento della giustizia civile Possibilità e limiti delle misure decise dal tribunale civile Conoscenza del ruolo del tutore, conseguenze di una privazione della libertà a scopo d assistenza, di una tutela, di una curatela, di un consulente legale, presupposti per un annullamento 10

11 Capacità d agire, d intendere e di testare Esempi di concetti di altri Paesi b ) Metodologia della perizia Svolgimento di una perizia di diritto civile Ruoli, diritti e doveri delle parti nella procedura Perizie psichiatriche interdisciplinari c ) Frequenti costellazioni forensi Privazione della libertà a scopo d assistenza Misure d assistenza in caso di dipendenze Psicosi con problemi sociali Delirio con messa in pericolo altrui Emarginazione Violenza su bambini Capacità educativa in caso di disturbi psichici Problemi di psichiatria forense dovuti all età Altro Terapie di psichiatria forense a ) Organizzazione Trattamento ambulatoriale, in clinica, in penitenziario, presso l istituto preposto all esecuzione delle misure Diritti e doveri del terapeuta in caso di misure penali Situazioni con obbligo di trattamento Collaborazione interdisciplinare con i collaboratori dell esecuzione delle pene Segreto professionale e convenzioni di trattamento Rapporti di terapia Principi etici Attitudine alla detenzione Gestione della violenza e dell aggressione Commissioni professionali interdisciplinari (compiti, metodo di lavoro) Organizzazione dell esecuzione delle pene e collegamento con la psichiatria (corso comune adulti e minori) b ) Approcci terapeutici intra- ed extra-penitenziari Pluralità e integrazione dei modelli teorici: terapia comportamentale, modello cognitivo, modello psicodinamico, modelli d integrazione, ecc. Terapie individuali, familiari, di gruppo, ergoterapia, ecc. Indicazione differenziale dei modelli e obiettivi delle terapie Tecniche terapeutiche specifiche Gestione del rischio nella terapia di delinquenti pericolosi o suscettibili di recidiva Valutazione del successo terapeutico Lavoro d equipe 11

12 Procedure terapeutiche complementari (medicazione, altre ) Marker di fine trattamento c ) Concetti terapeutici per diagnosi e gruppi di reati specifici: Psicosi Delinquenti sessuali Delinquenti violenti Disturbi della personalità Dipendenze e ) Problemi speciali e questioni etiche: Detenzione in isolamento Sciopero della fame Contenzione, medicazione coatta e altre misure coercitive Paragoni internazionali Differenze tra psichiatria in carcere, nell esecuzione delle misure e nei reparti ospedalieri di strutture carcerarie Psichiatria dell infanzia e dell adolescenza (60 credits) Ambito del diritto penale a) Basi Il diritto penale dei minori riveduto e la sua applicazione pratica Valutazione della necessità di una presa a carico educativa particolare Valutazione della necessità di un trattamento terapeutico, tenuto conto dei criteri d ammissione Valutazione della necessità e della forma di un collocamento (presso un privato, un istituto educativo/terapeutico, in ambiente aperto o chiuso) Condizioni quadro dell esecuzione delle misure per i minori Collaborazione tra le autorità del diritto civile e del diritto penale dei minori Mediazione Valutazione dell imputabilità Prognosi e calcolo del rischio Risposte adeguate ai quesiti giuridici Esempi di concetti di altri Paesi Esame della credibilità b) Metodologia e allestimento di una perizia Chiarimento del mandato di perizia 12

13 Condizioni quadro, pianificazione e svolgimento di una perizia in materia di diritto penale dei minori Allestimento di un estratto del dossier Esplorazione in vista della perizia in materia di diritto penale dei minori Coinvolgimento dell ambiente familiare e sociale negli accertamenti in vista della perizia Svolgimento di test psicologici nel quadro della perizia in materia di diritto penale dei minori Elaborazione della diagnosi Determinazione del livello di funzionamento sociale Valutazione del comportamento delittuoso Attribuzione dei criteri giuridici Valutazione dell imputabilità Elaborazione di una raccomandazione riguardante le misure Audizione in tribunale c) Casi pratici Reati patrimoniali commessi da minori Aggressioni e atti di violenza commessi da minori Reati sessuali commessi da minori Piromani Gestione dei giovani con un intensa attività delinquenziale Valutazione della credibilità delle dichiarazioni di testimoni Altri Ambito del diritto civile a) Basi Conoscenza del funzionamento della giustizia civile Possibilità e limiti delle misure decise dal tribunale civile Conoscenza delle misure di protezione dell infanzia Privazione della libertà a scopo d assistenza nei bambini e negli adolescenti Assegnazione dei figli in caso di divorzio o separazione Regole riguardanti il diritto di visita Esempi di concetti in altri Paesi 13

14 b) Metodologia della perizia Svolgimento di una perizia di diritto civile Ruoli, diritti e doveri delle parti nella procedura Perizie psichiatriche interdisciplinari c) Frequenti costellazioni forensi Attribuzione dei figli in caso di malattia psichica dei genitori Problematica dell alienazione e regolamentazione del diritto di visita Famiglie altamente conflittuali e regolamentazione del diritto di visita Revoca della custodia dei figli in caso di malattia psichica dei genitori Altro Terapie di psichiatria forense a) Organizzazione Principi etici Pianificazione delle misure nel diritto penale dei minori Diritti e doveri del terapeuta in caso di misure penali Cooperazione interdisciplinare dei collaboratori dell esecuzione delle pene Segreto professionale Valutazione dell attitudine alla detenzione del minore Gestione della violenza e dell aggressione Commissioni tecniche interdisciplinari (compiti e metodi di lavoro) b) Approcci terapeutici intra- ed extra-penitenziari Pluralità e integrazione dei modelli teorici: psicodinamico, terapia comportamentale, cognitivo, modelli d integrazione, ecc. Terapie individuali, familiari, di gruppo, pedagogia del vissuto, approcci terapeutici basati sulla musica e sulla pittura, ecc. Indicazione differenziale dei modelli e obiettivi delle terapie Gruppi di base Valutazione del successo terapeutico Collaborazione interdisciplinare Procedure terapeutiche complementari (medicazione, altre ) Marker di fine trattamento 14

15 c) Concetti terapeutici specifici per: delinquenti violenti e delinquenti sessuali dipendenze basso livello generale di funzionamento sociale d) Problemi speciali e questioni etiche Problemi della migrazione e problemi di comunicazione interculturale Misure coercitive Incoraggiamento adeguato all età versus sicurezza pubblica nell esecuzione delle misure dei minori Paragoni internazionali Seminari pratici, supervisioni e intervisioni (60 credits) Nel corso dei seminari pratici si trattano questioni riguardanti tanto le perizie, quanto gli aspetti terapeutici. La supervisione in gruppi deve essere distinta dalla supervisione individuale di perizia (vedi punto 5.8). Il supervisore o il direttore del seminario deve essere titolare del Certificato in psichiatria forense o di un titolo estero equipollente. L intervisione permette di acquisire al massimo 10 credits. Almeno 1 partecipante deve essere titolare del Certificato in psichiatria forense. 3.3 Blocco a scelta (60 credits ) Il blocco a scelta mira a un approfondimento delle conoscenze in psichiatria forense. I temi possono essere scelti dal candidato. I contenuti possono essere acquisiti frequentando congressi, seminari, corsi o lezioni che abbiano un rapporto diretto con la psichiatria forense. La Commissione di certificazione pubblica un elenco delle manifestazioni generalmente riconosciute e ne riconosce altre, purché esse soddisfino i requisiti di qualità. La partecipazione deve essere attestata in forma scritta. Le pubblicazioni scientifiche nel campo della psichiatria forense possono essere riconosciute con 5 credits, fino a un massimo di 30 credits. IV Commissione di certificazione 15

16 4.1 Composizione e nomina La SSPF nomina una Commissione di almeno sei membri, composta di detentori del titolo di tutte le sezioni. Almeno metà dei membri è costituita da direttori o vice direttori di un istituto di perfezionamento riconosciuto in psichiatria forense. I membri della Commissione di certificazione sono eletti per una durata di 4 anni dall Assemblea generale della SSPF. È ammessa la rielezione. Il presidente della Commissione di certificazione è eletto nominativamente dai membri dell Assemblea generale della SSPF. Egli può essere rieletto una volta. Per il resto, la Commissione di certificazione si costituisce da sé. 4.2 Compiti Alla Commissione di certificazione competono in particolare i seguenti compiti: - riconoscimento degli istituti di perfezionamento, rispettivamente delle reti di perfezionamento in psichiatria forense dell infanzia e dell adolescenza - riconoscimento delle manifestazioni di perfezionamento - nomina degli esaminatori - proposta di conferimento del titolo all attenzione del Comitato V REGOLAMENTO D ESAME 5.1 Obiettivi dell esame In occasione dell esame il candidato deve dimostrare di possedere le conoscenze e le capacità necessarie per l ottenimento del Certificato. Egli è in grado di comprendere problemi complessi di psichiatria forense e di trovare una soluzione adeguata. 5.2 Materia d esame La materia d esame corrisponde agli obiettivi d apprendimento e alle esigenze menzionate al paragrafo III del programma di perfezionamento. 5.3 Esaminatori L esame orale è condotto da un esaminatore e da due co-esaminatori che non possono essere stati insegnanti del candidato durante il perfezionamento. Almeno un esaminatore deve essere membro della Commissione di certificazione. Egli è responsabile dello svolgimento corretto dell esame. Gli esaminatori devono essere detentori del titolo. 5.4 Genere d esame L esame è diviso in due parti: una parte teorica scritta e una parte pratica orale. La SSPF emana un regolamento d esame dettagliato. 16

17 5.5 Modalità d esame Ammissione all esame È ammesso all esame solo chi è membro della SSPF Data dell esame La parte teorica scritta dell esame non deve assolta prima dell ultimo anno di specializzazione medica regolamentare e deve avere luogo dopo la conclusione del primo anno di perfezionamento in vista dell ottenimento del Certificato. Viene ammesso alla parte pratica orale solamente chi ha superato con successo la parte teorica scritta. 5.6 Criteri di valutazione Ambedue le parti dell esame danno luogo alla valutazione superato o non superato. L esame di certificazione è considerato superato se ambedue le parti dell esame sono state assolte con successo. La valutazione finale reca la dicitura superato o non superato 5.7 Ripetizione dell esame e diritto di ricorso Il candidato deve essere informato per iscritto in merito al risultato dell esame. Ambedue le parti dell esame possono essere ripetute al massimo 2 volte. La decisione riguardante il mancato superamento dell esame può essere contestata presso il Comitato della SSPF entro un termine di 30 giorni. 5.8 Perizie e terapie supervisionate Devono essere dimostrati almeno 50 credits. Le perizie scritte dettagliate e le terapie forensi supervisionate (di norma durata minima di 20 sedute) danno diritto a un punto ciascuna. Nel caso delle terapie di più lunga durata, ogni 20 sedute viene computato 1 punto, fino a un massimo di 3 credits. I candidati che hanno seguito l iter formativo descritto qui sopra sono ammessi all esame se possono dimostrare di aver allestito le seguenti perizie e di aver svolto le seguenti terapie: psichiatria dell adulto: almeno 20 perizie penali e 10 terapie forensi concernenti almeno tre diversi gruppi diagnostici psichiatria dell infanzia e dell adolescenza: almeno 3 perizie di credibilità, 5 perizie penali e 5 perizie civili, come pure almeno 5 terapie forensi. La supervisione delle perizie e delle terapie deve essere effettuata da un esperto che dispone del Certificato in psichiatria forense della SSPF o di un titolo estero equipollente. Di norma, essa ha luogo nell ambito di un contatto personale. Al supervisore deve essere presentata una versione completa della perizia. 17

18 VI RICONOSCIMENTO DELLA FORMAZIONE Gli istituti di perfezionamento riconosciuti per il conferimento del Certificato in psichiatria forense sono suddivisi nelle due categorie A (2 anni) e B (1 anno) in conformità con i criteri esposti qui di seguito. In casi singoli giustificati, la Commissione di certificazione può prescindere da talune condizioni. Le stesse disposizioni si applicano per analogia per il riconoscimento delle reti di perfezionamento in psichiatria forense dell infanzia e dell adolescenza. La Commissione di certificazione decide di volta in volta. 18

19 Categoria A B Organizzazione Funzione di centro per la psicologia forense Sezione definita dal profilo organizzativo con priorità alla psichiatria forense Sezione con team interdisciplinare Separazione personale tra la sezione forense e le altre sezioni dell ospedale o dell istituto in questione Quadri medici Direttore a tempo pieno (primario o direttore medico) con FMH e Certificato in psichiatria forense Direttore occupato al minimo a metà tempo (primario o direttore medico) con FMH e Certificato in psichiatria forense (tempo di lavoro in psichiatria forense = 50%) Vice-direttore con Certificato in psichiatria forense Supplenza garantita contrattualmente e organizzata tramite il primario, rispettivamente il direttore medico Direttore abilitato o con incarico d insegnamento universitario o riconosciuto dall università in psichiatria forense Attività forense pratica Valutazione o trattamento interdisciplinare e multidimensionale di casi di psichiatria forense in istituto Assistenza ambulatoriale o semistazionaria a favore di pazienti forensi Prestazioni di consulenza in ambito forense per altri istituti Perfezionamento teorico In seno all istituto (2 ore la settimana) o alla rete Possibilità di frequentare corsi di perfezionamento esterni Insegnamento dell intero spettro di capacità pratiche richiesto per le terapie e le perizie 2 2 VII DISPOSIZIONI TRANSITORIE 7.1 I periodi di perfezionamento assolti in Svizzera o all estero prima dell entrata in vigore del programma di certificazione sono riconosciuti purché soddisfino le condizioni del programma. In particolare, è necessario che al momento del perfezionamento l istituto in questione adempisse i criteri di cui al punto 6. (L esigenza del titolo per il direttore del perfezionamento di allora decade.) 7.2 I direttori e i medici capoclinica, attuali e passati, di un istituto di psichiatria forense che hanno esercitato tale funzione per almeno 5 anni prima dell entrata in vigore del presente programma di perfezionamento ricevono il Certificato senza esame, su richiesta. 19

20 7.3 L anno A obbligatorio può essere sostituito con due anni B assolti prima dell entrata in vigore del programma di perfezionamento. 7.4 Le domande di riconoscimento di periodi di perfezionamento e d attività svolti prima dell entrata in vigore del programma di certificazione devono essere presentate entro 2 anni a decorrere dall entrata in vigore di quest ultimo. Se le domande giungono successivamente, i periodi di perfezionamento e d attività svolti prima dell entrata in vigore del programma di certificazione non saranno più riconosciuti. 7.5 Equivalenze: i medici specialisti in psichiatria e psicoterapia o in psichiatria e psicoterapia dell infanzia e dell adolescenza, come pure i candidati con un diploma paragonabile che per almeno cinque anni hanno operato esclusivamente nell ambito della psichiatria forense, possono richiedere il Certificato in psichiatria forense entro il termine di un anno. In conformità con il punto 5.8 essi devono inoltre dimostrare l esistenza di un numero minimo di perizie redatte di propria mano, come pure di terapie forensi realizzate personalmente. Il candidato deve dimostrare 70 credits. a) Psichiatria dell adulto: almeno 70 perizie, di cui almeno 50 penali, come pure almeno 20 terapie forensi b) Psichiatria dell infanzia e dell adolescenza: almeno 10 perizie penali e 10 civili, come pure almeno 5 terapie forensi I candidati devono presentare un elenco numerato e anonimizzato delle loro perizie e terapie. Da questo elenco la Commissione di certificazione estrae a sorte 3 perizie e 2 terapie di cui verifica la qualità. Se essa le giudica prevalentemente insufficienti, verifica altre 6 perizie e 3 terapie. Se anche la maggioranza di queste ultime non soddisfa i requisiti, il candidato può richiedere un esame in conformità con il paragrafo IV. Nei casi dubbi si svolge un colloquio d esame. VIII SEDI DI FORMAZIONE E D INSEGNAMENTO L elenco delle sedi di formazione riconosciute è gestito dalla SSPF. IX FORMAZIONE CONTINUA 9.1 Principio Per conservare il proprio Certificato in psichiatria forense, il titolare è tenuto a mantenere il proprio livello mediante una formazione continua. 9.2 Durata Questa formazione continua richiede 90 credits in 3 anni, di cui al massimo 30 credits sotto forma di studio personale della letteratura specializzata ogni 3 anni, 30 credits per la 20

21 frequenza di sedute di formazione continua specialistica e 30 credits sotto forma di supervisione o intervisione specialistica. 9.3 Sedi di formazione continua La formazione continua deve avvenire presso istituti riconosciuti o nel quadro di convegni professionali direttamente connessi alla psichiatria forense. La Commissione di certificazione redige un elenco delle sedi di formazione continua riconosciute e su domanda riconosce singole manifestazioni di formazione continua. 9.4 Durata del riconoscimento Il riconoscimento acquisito mediante la formazione continua ha una validità di tre anni. Approvato dell assemblea generale del 22/03/

Ordinanza del DFI sull entità e l accreditamento dei cicli di perfezionamento delle professioni psicologiche

Ordinanza del DFI sull entità e l accreditamento dei cicli di perfezionamento delle professioni psicologiche Ordinanza del DFI sull entità e l accreditamento dei cicli di perfezionamento delle professioni psicologiche (OEAc-LPPsi) Modifica del 18 novembre 2015 Il Dipartimento federale dell interno (DFI) ordina:

Dettagli

Ordinanza del DFI sull entità e l accreditamento dei cicli di perfezionamento delle professioni psicologiche

Ordinanza del DFI sull entità e l accreditamento dei cicli di perfezionamento delle professioni psicologiche Ordinanza del DFI sull entità e l accreditamento dei cicli di perfezionamento delle professioni psicologiche (OEAc-LPPsi) Modifica del 22 aprile 2015 Il Dipartimento federale dell interno (DFI) ordina:

Dettagli

Regolamento per l esame di specialista della sicurezza sul lavoro

Regolamento per l esame di specialista della sicurezza sul lavoro Schweizerische Eidgenossenschaft Confédération suisse Confederazione Svizzera Confederaziun svizra Commissione federale di coordinamento per la sicurezza sul lavoro CFSL Regolamento CFSL N. 6057 Regolamento

Dettagli

d e c r e t a : I. Disposizioni generali

d e c r e t a : I. Disposizioni generali 5.1.8.4.4 Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie per i docenti e le docenti del livello prescolastico e del livello elementare (del 10 giugno 1999) La Conferenza

Dettagli

EUROPEAN OSTEOPATHIC UNION L ITER FORMATIVO

EUROPEAN OSTEOPATHIC UNION L ITER FORMATIVO Capitolo 3 L ITER FORMATIVO Il programma di formazione degli osteopati ha la responsabilità di creare figure professionali del più alto livello. Il livello di preparazione dell osteopata professionista

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Assistente d ufficio con certificato federale di formazione pratica (CFP) dell 11 luglio 2007 (stato il 1 febbraio 2012) 68103 Assistente d ufficio

Dettagli

Ordinanza concernente la formazione, il perfezionamento e l aggiornamento delle persone impiegate nel settore veterinario pubblico

Ordinanza concernente la formazione, il perfezionamento e l aggiornamento delle persone impiegate nel settore veterinario pubblico Ordinanza concernente la formazione, il perfezionamento e l aggiornamento delle persone impiegate nel settore veterinario pubblico 916.402 del 16 novembre 2011 (Stato 1 gennaio 2012) Il Consiglio federale

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari MASTER DI II LIVELLO IN PSICOLOGIA GIURIDICA E CRIMINOLOGIA

Università degli Studi di Cagliari MASTER DI II LIVELLO IN PSICOLOGIA GIURIDICA E CRIMINOLOGIA Università degli Studi di Cagliari MASTER DI II LIVELLO IN PSICOLOGIA GIURIDICA E CRIMINOLOGIA Facoltà di scienze della Formazione, Corsi di Laurea in Psicologia Facoltà di Giurisprudenza Premessa La proposta

Dettagli

Ordinanza del DDPS sui cicli di studi di bachelor e di master presso la Scuola universitaria federale dello sport 1

Ordinanza del DDPS sui cicli di studi di bachelor e di master presso la Scuola universitaria federale dello sport 1 Ordinanza del DDPS sui cicli di studi di bachelor e di master presso la Scuola universitaria federale dello sport 1 415.75 del 14 gennaio 2005 (Stato 20 settembre 2010) Il Dipartimento federale della difesa,

Dettagli

Schweizerische Kynologische Gesellschaft Société Cynologique Suisse Società Cinologica Svizzera gegründet / fondée 1883

Schweizerische Kynologische Gesellschaft Société Cynologique Suisse Società Cinologica Svizzera gegründet / fondée 1883 Schweizerische Kynologische Gesellschaft Société Cynologique Suisse Società Cinologica Svizzera gegründet / fondée 1883 Regolamento per la formazione per formatori per l ottenimento dell attestato di capacità

Dettagli

Modulo di domanda d ammissione come membro collettivo della SGfB con certificazione di formazioni in materia di consulenza

Modulo di domanda d ammissione come membro collettivo della SGfB con certificazione di formazioni in materia di consulenza Modulo di domanda d ammissione come membro collettivo della SGfB con certificazione di formazioni in materia di consulenza Osservazioni preliminari La varietà delle formazioni certificate dalla SGfB dimostra

Dettagli

Presidio di riabilitazione funzionale ex art. 26 L. 833/78 Struttura Privata Accreditata e Convenzionata con il S.S.R.

Presidio di riabilitazione funzionale ex art. 26 L. 833/78 Struttura Privata Accreditata e Convenzionata con il S.S.R. Presidio di riabilitazione funzionale ex art. 26 L. 833/78 Struttura Privata Accreditata e Convenzionata con il S.S.R. Regolamento Art. 1 - Finalità del Corso Il Corso di Specializzazione in Psicoterapia

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ CLASSE LM 51 SECONDO CICLO: LICENZA O LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA Il secondo ciclo di Licenza o Laurea Magistrale in Psicologia si propone di formare

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Falegname CFP Del 1 dicembre 2005 (stato: ) Proposte di modifica del 24.02.2012 30506 Falegname CFP Schreinerpraktikerin/Schreinerpraktiker Aide-menuisière/Aide-menuisier

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 22 agosto 2007 21806 Macellaia-salumiera AFC/Macellaio-salumiere AFC Fleischfachfrau EFZ/Fleischfachmann EFZ

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Impiegata del commercio al dettaglio/ Impiegato del commercio al dettaglio con attestato federale di capacità (AFC) 1 dell 8 dicembre 2004 (stato

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE Emanato con Decreto del Presidente del Consiglio dell Università n. 04 del 12.0.2009 (decorrenza a.a. 2009/2010) STR 1 Art. 1 Definizione e

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO per GLI ESAMI DI STATO

LINEE DI INDIRIZZO per GLI ESAMI DI STATO LINEE DI INDIRIZZO per GLI ESAMI DI STATO Definizione e significato degli esami di stato L Esame di Stato per l abilitazione alla professione di assistente sociale e di assistente sociale specialista consiste

Dettagli

CORSI RICONOSCIUTI REGIONE LAZIO

CORSI RICONOSCIUTI REGIONE LAZIO CORSI RICONOSCIUTI REGIONE LAZIO I corsi riconosciuti dalla regione Lazio sono: Corso di addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o

Dettagli

SEZIONE PRIMA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER L INSEGNAMENTO SECONDARIO DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE ART. 1

SEZIONE PRIMA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER L INSEGNAMENTO SECONDARIO DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE ART. 1 SEZIONE PRIMA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER L INSEGNAMENTO SECONDARIO DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE ART. 1 Per conseguire le finalità di cui all art. 4, secondo comma, della legge 19 novembre

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA. Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA. Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale 1. Il presente regolamento disciplina i criteri e le modalità della formazione continua,

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2006 47413 Installatrice elettricista AFC/Installatore elettricista AFC Elektroinstallateurin EFZ/Elektroinstallateur

Dettagli

Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici San Bernardino. Facoltà di Teologia - Pontificia Università Antonianum

Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici San Bernardino. Facoltà di Teologia - Pontificia Università Antonianum DIALOGO INTERRELIGIOSO DIDATTICA E METODOLOGIA DELLE RELIGIONI Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici San Bernardino Facoltà di Teologia - Pontificia Università Antonianum Venezia

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA Questo regolamento è il risultato di riflessioni e aggiornamenti avvenuti a partire dal 1989, anno in cui il Centro di Psicologia e Analisi Transazionale di Milano ha avviato la

Dettagli

Profilo della formazione in psicologia applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali

Profilo della formazione in psicologia applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali 4.3.3.1.3. Profilo della formazione in psicologia applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali (SUP-PA) del 10 giugno 1999 1. Statuto La formazione in psicologia applicata di livello SUP

Dettagli

Psicofarmacologia. corso di perfezionamento. Università degli Studi di Catania. Ordine Psicologi Regione Sicilia

Psicofarmacologia. corso di perfezionamento. Università degli Studi di Catania. Ordine Psicologi Regione Sicilia Università degli Studi di Catania Psicofarmacologia corso di perfezionamento La formazione su misura per Psicologi e Psicoterapeuti focus sulle diverse classi di psicofarmaci utilizzati nel trattamento

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Profilo della formazione in linguistica applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali

Profilo della formazione in linguistica applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali 4.3.3.1.2. Profilo della formazione in linguistica applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali (SUP-LA) del 10 giugno 1999 1. Statuto La formazione in linguistica applicata di livello

Dettagli

Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV)

Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV) 4.3.3.1.5. Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV) del 10 giugno 1999 1. Statuto Le scuole universitarie d arti visive 1 e d arti applicate (SUAAV) rientrano nella

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Operatrice pubblicitaria/operatore pubblicitario con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2005 (Stato 26 febbraio 2007) 53106 Operatrice

Dettagli

Regolamento per l'aggiornamento continuo (RAC)

Regolamento per l'aggiornamento continuo (RAC) Regolamento per l'aggiornamento continuo (RAC) 25 aprile 2002 (ultima revisione: 6 dicembre 2007) Elfenstrasse 18, Postfach 170, CH-3000 Bern 15 Telefon +41 31 359 11 11, Fax +41 31 359 11 12 awf@fmh.ch,

Dettagli

LA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

LA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE LA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE STRUTTURA GENERALE DEI CORSI DI LAUREA E SISTEMA DEI "CREDITI" In base alla riforma universitaria (D.M. 3.11.99 n. 09) l impegno dello studente (frequenza dei corsi

Dettagli

La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE),

La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE), 4.2.2.5. Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie in logopedia e dei diplomi delle scuole universitarie in terapia psicomotoria del 3 novembre 2000 La Conferenza

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Telematica/Telematico con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2006 47415 Telematica AFC/Telematico AFC Telematikerin EFZ/Telematiker EFZ

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica Sezione Formativa di Ravenna Forlì Cotignola REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO Premessa L'attività formativa

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Allegato parte integrante regolamento PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Regolamento per l inserimento e l integrazione degli studenti stranieri nel sistema educativo provinciale (articolo 75 della legge provinciale

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento disciplina,

Dettagli

Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Specialista in fotografia con attestato federale di capacità (AFC)

Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Specialista in fotografia con attestato federale di capacità (AFC) Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Specialista in fotografia con attestato federale di capacità (AFC) 412.101.220.01 dell 8 dicembre 2004 (Stato 1 gennaio 2013) 35210 Specialista

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Operatrice sociosanitaria/ con attestato federale di capacità (AFC) del 13 novembre 2008 86911 Operatrice sociosanitaria AFC/ Operatore sociosanitario

Dettagli

del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004)

del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004) Ordinanza sulla maturità professionale 412.103.1 del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004) L Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (Ufficio federale), visto l articolo

Dettagli

Capitolo I Disposizioni generali

Capitolo I Disposizioni generali Regolamento interno della Scuola Specializzata Superiore di Arte Applicata - Design SSS Design visivo, indirizzo d'approfondimento Web design - Design SSS Design visivo, indirizzo d'approfondimento Computer

Dettagli

Allegato a) LINEE GUIDA CTS07/0-2013. Indice

Allegato a) LINEE GUIDA CTS07/0-2013. Indice Allegato a) CRITERI DI QUALIFICAZIONE DELLA FIGURA DEL FORMATORE PER LA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO AI SENSI DEL DECRETO INTERMINISTERIALE 6 MARZO 2013 LINEE GUIDA INTERPRETATIVE LINEE GUIDA CTS07/0-2013

Dettagli

FACOLTA DI SCIENZE della FORMAZIONE

FACOLTA DI SCIENZE della FORMAZIONE FACOLTA DI SCIENZE della FORMAZIONE CORSO DI LAUREA in SCIENZE della FORMAZIONE Classe L/19 Insegnamento di Criminologia Minorile CFU 8 A.A. 2014-2015 Docente: Prof. Sonia Specchia E-mail: sonia.specchia@unicusano.it

Dettagli

del 25 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio 2013)

del 25 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio 2013) Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Meccanica di macchine agricole/meccanico di macchine agricole con attestato federale di capacità (AFC) del 25 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio

Dettagli

Novità. Documentazione dell apprendimento e delle prestazioni Impiegata/impiegato di commercio AFC S&A. Servizi e. amministrazione

Novità. Documentazione dell apprendimento e delle prestazioni Impiegata/impiegato di commercio AFC S&A. Servizi e. amministrazione Documentazione dell apprendimento e delle prestazioni Impiegata/impiegato di commercio AFC Novità S&A Servizi e amministrazione Sommario Panoramica In breve 1 Introduzione 2 Impiegata/impiegato di commercio

Dettagli

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE UNIVERSITÀ DEL SALENTO FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TRADUZIONE LETTERARIA E TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA Classe 104/S La laurea

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F.

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F. REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F. Art. 1 - Istituzione del Master in Criminologia Forense MA.CRI.F. E istituito presso l Università Carlo

Dettagli

Documento di riferimento per le. cure palliative specializzate stazionarie

Documento di riferimento per le. cure palliative specializzate stazionarie Documento di riferimento per le cure palliative specializzate stazionarie Versione 2.0 del 15.12.2015 Valido a partire dal 01.01.2016 Versione 2.0 l Assoziazione Svizzera palliative ch 1 Indice 1 Documento

Dettagli

Ordinanza del PF di Zurigo sulla formazione continua al PF di Zurigo

Ordinanza del PF di Zurigo sulla formazione continua al PF di Zurigo Ordinanza del PF di Zurigo sulla formazione continua al PF di Zurigo (Ordinanza sulla formazione continua al PF di Zurigo) 414.134.1 del 26 marzo 2013 (Stato 1 ottobre 2013) La Direzione scolastica del

Dettagli

414.131.51 Ordinanza concernente l ammissione al Politecnico federale di Zurigo

414.131.51 Ordinanza concernente l ammissione al Politecnico federale di Zurigo Ordinanza concernente l ammissione al Politecnico federale di Zurigo (Ordinanza di ammissione al PFZ) del 24 marzo 1998 (Stato 12 settembre 2000) La Direzione del Politecnico federale di Zurigo, visti

Dettagli

Scuola di Specializzazione in Psichiatria. Libretto Diario

Scuola di Specializzazione in Psichiatria. Libretto Diario Scuola di Specializzazione in Psichiatria Dott./Dott.ssa N Matr.. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Facoltà di Medicina e Chirurgia Scuola di Specializzazione in Psichiatria Libretto Diario Dott./Dott.ssa

Dettagli

Scuola di Formazione in Psicoterapia Transpersonale

Scuola di Formazione in Psicoterapia Transpersonale Scuola di Formazione in Psicoterapia Transpersonale Condizioni generali del contratto (allegato 2) Art. 1 - Domanda Possono iscriversi alla Scuola di Formazione in Psicoterapia Transpersonale (di seguito

Dettagli

Regolamento della Scuola di Ateneo per le attività undergraduate e graduate dell Università degli Studi Link Campus University

Regolamento della Scuola di Ateneo per le attività undergraduate e graduate dell Università degli Studi Link Campus University Regolamento della Scuola di Ateneo per le attività undergraduate e graduate dell Università degli Studi Link Campus University TITOLO I AMBITO DI APPLICAZIONE E FUNZIONI Art. 1 Ambito di applicazione 1.

Dettagli

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei Testo aggiornato al 13 gennaio 2006 Decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509 Gazzetta Ufficiale 4 gennaio 2000, n. 2 Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei IL MINISTRO

Dettagli

Regolamento per l'aggiornamento continuo

Regolamento per l'aggiornamento continuo SIWF ISFM Regolamento per l'aggiornamento continuo (RAC) 5 aprile 00 (ultima revisione: 6 novembre 04) SIWF Schweizerisches Institut für ärztliche Weiter- und Fortbildung ISFM Institut suisse pour la formation

Dettagli

ART. 1 Oggetto del Regolamento

ART. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN DIDATTICA DELL ITALIANO COME LINGUA STRANIERA ART. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento disciplina, ai sensi dell articolo 1 comma 3 del Regolamento

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Impiegata d albergo/impiegato d albergo del 7 dicembre 2004 78403 Impiegata d albergo/impiegato d albergo Hotelfachfrau/Hotelfachmann Specialiste en hôtellerie

Dettagli

Regolamento per la formazione ed esame di formatori per l ottenimento dell attestato di competenza

Regolamento per la formazione ed esame di formatori per l ottenimento dell attestato di competenza Schweizerische Kynologische Gesellschaft Société Cynologique Suisse Società Cinologica Svizzera gegründet / fondée 1883 Regolamento per la formazione ed esame di formatori per l ottenimento dell attestato

Dettagli

B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato

B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato Art. 1 Modalità assunzione personale docente 1. L assunzione del personale docente a

Dettagli

Funzioni responsabili. Direttore di sede sig.ra Roberta FILIPAZZI per Genova; Direttore generale dei corsi: Sig. Luigi CIULLO.

Funzioni responsabili. Direttore di sede sig.ra Roberta FILIPAZZI per Genova; Direttore generale dei corsi: Sig. Luigi CIULLO. FORMAZIONE POST SECONDARIA IN OSTEOPATIA: MODALITA ( Estratto dalla Guida dello Studente IEMO ) Funzioni responsabili. Direttore di sede sig.ra Roberta FILIPAZZI per Genova; Direttore generale dei corsi:

Dettagli

1 CARATTERISTICHE DELL INCARICO

1 CARATTERISTICHE DELL INCARICO AVVISO DI VALUTAZIONE COMPARATIVA INCARICO INDIVIDUALE DI PRESTAZIONE PROFESSIONALE PER IL MASTER FILIS (FORMATORI INTERCULTURALI DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI), V EDIZIONE E FILIS ONLINE (FORMATORI

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Ottico con attestato federale di capacità (AFC) del 10 maggio 2010 85504 Ottico AFC Augenoptikerin EFZ/Augenoptiker EFZ Opticienne CFC/Opticien CFC L Ufficio

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2006 64404 Disegnatrice-metalcostruttrice AFC/ Disegnatore-metalcostruttore AFC Metallbaukonstrukteurin

Dettagli

Documento di riferimento per le cure palliative specializzate stazionarie

Documento di riferimento per le cure palliative specializzate stazionarie Documento di riferimento per le cure palliative specializzate stazionarie Versione 1 1 Indice 1 Documento di riferimento per le cure palliative specializzate stazionarie in Svizzera (versione 1.0 del 27.10.2014)...

Dettagli

Programma: 130 ore ( 9,00-17,00) Modulo1: 25 ottobre 26 ottobre

Programma: 130 ore ( 9,00-17,00) Modulo1: 25 ottobre 26 ottobre Master in Psicologia Giuridica Programma: 130 ore ( 9,00-17,00) Modulo1: 25 ottobre 26 ottobre Introduzione Generale alla Psicologia Giuridica Lo psicologo giuridico in ambito civile Lo psicologo giuridico

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI (Modificato con delibere del CdF e CdS del 22.01.03, del 07.05.2003, del 8.10.2003; del 25.02.2004;

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Disegnatrice/Disegnatore con attestato federale di capacità (AFC) nel campo professionale pianificazione del territorio e della costruzione del

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Lattoniera/lattoniere con attestato federale di capacità (AFC) del 12 dicembre 2007 45404 Lattoniera AFC/Lattoniere AFC Spenglerin EFZ/Spengler

Dettagli

La collaborazione del Mediatore Familiare con il CTU e con il terapeuta della coppia e del singolo. Isabella Buzzi www.mediazioneinfamiglia.

La collaborazione del Mediatore Familiare con il CTU e con il terapeuta della coppia e del singolo. Isabella Buzzi www.mediazioneinfamiglia. La collaborazione del Mediatore Familiare con il CTU e con il terapeuta della coppia e del singolo Isabella Buzzi www.mediazioneinfamiglia.it Particolarità del mediatore familiare rispetto alle questioni

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 20 dicembre 2006 46317 CFP Automobil-Assistentin EBA/Automobil-Assistent EBA Assistante en maintenance

Dettagli

. IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE

. IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE . IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE Considerato che l ordinamento professionale riserva ai Consigli dell Ordine degli Avvocati, in collaborazione con il Consiglio Nazionale Forense e ferma

Dettagli

811.112.243 Ordinanza del DFI

811.112.243 Ordinanza del DFI Ordinanza del DFI concernente la sperimentazione di un modulo speciale d insegnamento e d esame per i primi quattro anni di studio presso la facoltà di medicina dell Università di Zurigo del 17 ottobre

Dettagli

ART. 1. Il numero massimo degli iscrivibili per ciascuna scuola è determinato dalla normativa specifica. ART. 2

ART. 1. Il numero massimo degli iscrivibili per ciascuna scuola è determinato dalla normativa specifica. ART. 2 DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Sono ammessi alle scuole dirette a fini speciali i diplomati degli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado in conformità con le disposizioni vigenti per l ammissione

Dettagli

REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA (cf Regolamenti art. 82 7)

REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA (cf Regolamenti art. 82 7) PONTIFICIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELL EDUCAZIONE «AUXILIUM» via Cremolino, 141-00166 ROMA tel. 06.61564226 fax. 06.61564640 e-mail: segreteria@pfse-auxilium.org ALLEGATO 1 REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA

Dettagli

REGOLAMENTO INDICE. Art.1 Scopo e ambito di applicazione dell associazione..pag.2. Art.2 Formazione e aggiornamento pag.2

REGOLAMENTO INDICE. Art.1 Scopo e ambito di applicazione dell associazione..pag.2. Art.2 Formazione e aggiornamento pag.2 IL REGOLAMENTO REGOLAMENTO INDICE Art.1 Scopo e ambito di applicazione dell associazione..pag.2 Art.2 Formazione e aggiornamento pag.2 Art.3 Requisiti formatori.pag.5 Art.4 Requisiti di accesso per gli

Dettagli

AREA AFFARI GENERALI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI

AREA AFFARI GENERALI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI COMUNE DI CASAVATORE Provincia di Napoli AREA AFFARI GENERALI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI E COLLOQUIO PER IL REPERIMENTO DI FIGURE PROFESSIONALI DA IMPIEGARE NEL

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Falegname con certificato federale di formazione pratica (CFP) 1 del 1 dicembre 2005 (stato al 1 gennaio 2013) 30506 Falegname CFP Schreinerpraktikerin

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 25 ottobre 2006 43906 Meccanica di macchine edili AFC/Meccanico di macchine edili AFC Baumaschinenmechanikerin

Dettagli

Statuti Società Svizzera di Psichiatria Forense (SSPF)

Statuti Società Svizzera di Psichiatria Forense (SSPF) 1 Statuti Società Svizzera di Psichiatria Forense (SSPF) I. Nome e sede Nome Art. 1 La Società Svizzera di Psichiatria Forense è un associazione neutrale dal punto di vista politico e confessionale ai

Dettagli

Avviso pubblico per incarichi a tempo determinato di personale con qualifica di OSS

Avviso pubblico per incarichi a tempo determinato di personale con qualifica di OSS OSPEDALES.ANTONIOR.S.A. Via Valgrana n. 8 12023 CARAGLIO (CN) Codice Fiscale e Partita IVA: 00399880046 Tel. 0171/619555 Fax 0171/618538 e-mail: ospedale.s.antonio.caraglio@legalmail.it OSPEDALECIVILEDIBUSCA

Dettagli

Ordinamento e Formazione degli Istruttori Istituzionali UITS. Unione Italiana Tiro a Segno

Ordinamento e Formazione degli Istruttori Istituzionali UITS. Unione Italiana Tiro a Segno Ordinamento e Formazione degli Istruttori Istituzionali UITS Unione Italiana Tiro a Segno Ottobre 2010 ART. 1 ORDINAMENTO Gli Istruttori dell attività Istituzionale vengono distinti secondo le seguenti

Dettagli

Sezione 2: Obiettivi ed esigenze

Sezione 2: Obiettivi ed esigenze Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) dell 8 luglio 2009 18110 Guardiana di animali AFC/Guardiano di animali AFC Tierpflegerin EFZ/Tierpfleger

Dettagli

Senato Accademico del 30 novembre 2011 ALLEGATO al punto XII EVENTUALI 1. Scuole Dottorali venete - Regolamenti

Senato Accademico del 30 novembre 2011 ALLEGATO al punto XII EVENTUALI 1. Scuole Dottorali venete - Regolamenti Senato Accademico del 30 novembre 2011 ALLEGATO al punto XII EVENTUALI 1. Scuole Dottorali venete - Regolamenti REGOLAMENTO Scuola Superiore di Economia e Management Scuola di dottorato di ricerca interateneo

Dettagli

Direttive concernenti gli stage previsti nell ambito del ciclo di studio Master of Science in formazione professionale

Direttive concernenti gli stage previsti nell ambito del ciclo di studio Master of Science in formazione professionale Direttive concernenti gli stage previsti nell ambito del ciclo di studio Master of Science in formazione professionale del giugno 0 La direttrice dell Istituto Universitario Federale per la Formazione

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento

Dettagli

MASTER IN PSICOLOGIA GIURIDICA MILANO - ROMA 50 CREDITI ECM - TIROCINIO E SUPERVISIONE

MASTER IN PSICOLOGIA GIURIDICA MILANO - ROMA 50 CREDITI ECM - TIROCINIO E SUPERVISIONE MASTER IN PSICOLOGIA GIURIDICA MILANO - ROMA 50 CREDITI ECM - TIROCINIO E SUPERVISIONE Edizione 2015 Premessa e Obiettivi La psicologia giuridica si occupa di analizzare e descrivere la personalità e i

Dettagli

Le Linee Guida della Regione Toscana sui DSAp

Le Linee Guida della Regione Toscana sui DSAp Le Linee Guida della Regione Toscana sui DSAp V.Corridori Regione Toscana - Azienda Ospedaliera Universitaria Senese A.Monti Direttore UOC NPI Empoli-Membro gruppo di lavoro Riferimenti nazionali Legge

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA Art. 1 - Finalità, durata, e modalità di assegnazione 1. La

Dettagli

Regolamento della Scuola superiore di informatica di gestione (SSIG) (del 31 maggio 2011)

Regolamento della Scuola superiore di informatica di gestione (SSIG) (del 31 maggio 2011) Regolamento della Scuola superiore di informatica di gestione (SSIG) (del 31 maggio 2011) 5.3.2.2.1 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO richiamati: la Legge della scuola del 1 febbraio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. D al bando di ammissione pubblicato in data 15/10/2012 Art. 1 - Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2012/2013, presso la Facoltà di Giurisprudenza, Dipartimento di Giurisprudenza,

Dettagli

Master sulla Perizia Psicologica. Crediti ECM - Tirocinio con Consulenti del Tribunale

Master sulla Perizia Psicologica. Crediti ECM - Tirocinio con Consulenti del Tribunale Master sulla Perizia Psicologica TECNICHE E STRUMENTI PER LA CONSULENZA IN AMBITO CIVILE E PENALE Con il patrocinio del Movimento Psicologi Indipendenti Crediti ECM - Tirocinio con Consulenti del Tribunale

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) dell 11 settembre 2007 80606 Addetta alla cura di tessili AFC/Addetto alla cura di tessili AFC Textilpflegerin

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Ortopedica/Ortopedico con attestato federale di capacità (AFC) del 12 giugno 2008 54005 Ortopedica AFC/Ortopedico AFC Orthopädistin EFZ/Orthopädist EFZ

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale, a ciclo unico, in Scienze della Formazione Primaria. Manifesto degli Studi. Anno Accademico 2015-2016

Corso di Laurea Magistrale, a ciclo unico, in Scienze della Formazione Primaria. Manifesto degli Studi. Anno Accademico 2015-2016 Corso di Laurea Magistrale, a ciclo unico, in Scienze della Formazione Primaria Manifesto degli Studi Anno Accademico 2015-201 Denominazione del Corso di Studio Scienze della Formazione Primaria Denominazione

Dettagli

II BIENNIO Corso per il conseguimento della qualifica di Esperto in Clinica Familiare, Psicoterapeuta Familiare

II BIENNIO Corso per il conseguimento della qualifica di Esperto in Clinica Familiare, Psicoterapeuta Familiare Corso Quadriennale di Specializzazione in Psicologia e Psicoterapia Relazionale e Familiare I BIENNIO Corso per il conseguimento della qualifica di Consulente Relazionale Acquisire strumenti operativi,

Dettagli

Art. 1 FINALITA. Art. 2 OGGETTO. 1. L attività di ricerca deve essere conforme ai fini istituzionali dell Ires ed agli indirizzi programmatici.

Art. 1 FINALITA. Art. 2 OGGETTO. 1. L attività di ricerca deve essere conforme ai fini istituzionali dell Ires ed agli indirizzi programmatici. REGOLAMENTO PER L ATTRIBUZIONE DI BORSE DI RICERCA FINANZIATE DA ALTRI ENTI PUBBLICI E DA ISTITUZIONI PRIVATE ART. 17 DELLA LEGGE REGIONALE 3 SETTEMBRE 1991, N. 43 (Adottato con delibera del C.d.A. del

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO ISTITUZIONI MUSICALI AFAM LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO (Generalità) Il presente regolamento disciplina, ai sensi delle leggi

Dettagli

REGOLAMENTO PER I CREDITI FORMATIVI DEI CORSI SPERIMENTALI DI PRIMO E SECONDO LIVELLO

REGOLAMENTO PER I CREDITI FORMATIVI DEI CORSI SPERIMENTALI DI PRIMO E SECONDO LIVELLO REGOLAMENTO PER I CREDITI FORMATIVI DEI CORSI SPERIMENTALI DI PRIMO E SECONDO LIVELLO Approvato dal Consiglio Accademico in data 4 maggio 2005. Modificato in data 3 dicembre 2009 I. Norme generali Art.

Dettagli

CORSO BI-MODULARE: CONSULENZA TECNICO PSICHIATRICA E PSICOLOGICA e COLPA MEDICA Autunno 2015

CORSO BI-MODULARE: CONSULENZA TECNICO PSICHIATRICA E PSICOLOGICA e COLPA MEDICA Autunno 2015 CORSO BI-MODULARE: CONSULENZA TECNICO PSICHIATRICA E PSICOLOGICA e COLPA MEDICA Autunno 2015 OBIETTIVI E SBOCCHI PROFESSIONALI Il corso è strutturato in due moduli e mira a fornire una preparazione adeguata

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Cuoca in dietetica / Cuoco in dietetica con attestato federale di capacità (AFC) del 9 ottobre 2006 79004 Cuoca in dietetica AFC / Cuoco in dietetica AFC

Dettagli