CURRICULUM PER IL CERTIFICATO IN PSICHIATRIA FORENSE DELLA SOCIETÀ SVIZZERA DI PSICHIATRIA FORENSE, SSPF

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CURRICULUM PER IL CERTIFICATO IN PSICHIATRIA FORENSE DELLA SOCIETÀ SVIZZERA DI PSICHIATRIA FORENSE, SSPF"

Transcript

1 CURRICULUM PER IL CERTIFICATO IN PSICHIATRIA FORENSE DELLA SOCIETÀ SVIZZERA DI PSICHIATRIA FORENSE, SSPF 1

2 I ASPETTI GENERALI p Definizione generale e campo d applicazione 1.2 Definizione specifica 1.3 Obiettivi del perfezionamento 1.4 Condizioni d ammissione al perfezionamento e di ottenimento del Certificato 1.5 Riconoscimento del perfezionamento 1.6 Titolari di certificati esteri II STRUTTURA E DURATA p Concetto generale 2.2 Struttura e scopo del blocco di base 2.3 Struttura e scopo del blocco di certificato 2.4 Struttura e scopo del blocco a scelta 2.5 Durata del perfezionamento III CONTENUTI p Blocchi di base p Conoscenze generali Concetti fondamentali Conoscenze giuridiche di base Tecnica di base per le perizie Diritto penale Diritto civile Psichiatria assicurativa 3.2 Blocchi specifici p Psichiatria dell adulto p Ambito del diritto penale a ) Basi b ) Metodologia della perizia c ) Frequenti costellazioni forensi Ambito del diritto civile a ) Basi b ) Metodologia della perizia c ) Frequenti costellazioni forensi Terapie di psichiatria forense a ) Organizzazione b ) Approcci terapeutici intra- ed extra-penitenziari c ) Concetti terapeutici per diagnosi e gruppi di reati specifici e ) Problemi speciali e questioni etiche 2

3 3.2.2 Psichiatria dell infanzia e dell adolescenza p Ambito del diritto penale a ) Basi b ) Metodologia della perizia c) Casi pratici Ambito del diritto civile a ) Basi b ) Metodologia della perizia c) Frequenti costellazioni forensi Terapie di psichiatria forense a ) Organizzazione b ) Approcci terapeutici intra- ed extra-penitenziari c ) Concetti terapeutici per diagnosi e gruppi di reati specifici e ) Problemi speciali e questioni etiche Seminari pratici, supervisioni e intervisioni p Blocco a scelta p. 14 IV COMMISSIONE DI CERTIFICAZIONE p Composizione e nomina 4.2 Compiti V REGOLAMENTO D ESAME p Obiettivi dell esame 5.2 Materia d esame 5.3 Esaminatori 5.4 Genere d esame 5.5 Modalità d esame 5.6 Criteri di valutazione 5.7 Ripetizione dell esame e diritto di ricorso 5.8 Perizie e terapie supervisionate VI RICONOSCIMENTO DELLA FORMAZIONE p. 17 VII DISPOSIZIONI TRANSITORIE p Prima dell entrata in vigore del programma di perfezionamento 7.2 Direttori e medici capoclinica di un istituto di psichiatria forense 7.3 L anno A obbligatorio 7.4 Domande di riconoscimento di periodi di perfezionamento e d attività 7.5 Equivalenze 3

4 VIII SEDI DI FORMAZIONE E D INSEGNAMENTO p. 19 IX FORMAZIONE CONTINUA p Principio 9.2 Durata 9.3 Sedi di formazione continua 9.4 Durata del riconoscimento 4

5 I ASPETTI GENERALI 1.1 Definizione generale e campo d applicazione La psichiatria forense rappresenta un area d attività particolare all interno della psichiatria e psicoterapia, e si colloca tra la psichiatria e la giurisprudenza. È una disciplina a sé stante comprendente in ugual misura attività di ricerca, didattica e clinica. La psichiatria forense si occupa della valutazione e del trattamento, nonché della prevenzione, dei disturbi psichici con risvolti giuridici. Questa attività richiede conoscenze professionali e capacità specifiche che non sono tenute in sufficiente considerazione all interno della specializzazione in psichiatria e psicoterapia, risp. in psichiatria e psicoterapia dell infanzia e dell adolescenza. Il Certificato rilasciato porta il titolo: psichiatria forense. Il titolo è conferito dal Comitato. Questo Certificato può essere conseguito da specialisti FMH 1 in psichiatria e psicoterapia, e da specialisti FMH in psichiatria e psicoterapia dell infanzia e dell adolescenza. 1.2 Definizione specifica Il Certificato attesta un perfezionamento professionale specifico nel settore della psichiatria e psicoterapia forense. Esso è inteso a incoraggiare la specializzazione in un ambito particolare della psichiatria e della psicoterapia. Il perfezionamento crea i presupposti necessari per poter svolgere un attività autonoma e indipendente nel settore della psichiatria forense. 1.3 Obiettivi del perfezionamento Il perfezionamento mira a trasmettere ai partecipanti le conoscenze, le esperienze pratiche e le abilità indispensabili all esercizio della psichiatria e psicoterapia forense, come pure le regole etiche e deontologiche che le appartengono. 1.4 Condizioni d ammissione al perfezionamento e di ottenimento del Certificato Il curricolo formativo per il conseguimento del Certificato può iniziare durante la specializzazione medica in psichiatria/psicoterapia dell infanzia e dell adolescenza o in psichiatria/psicoterapia dell adulto. Esso presuppone almeno tre anni di attività clinica in psichiatria/psicoterapia. Per il periodo di perfezionamento per il Certificato in psichiatria forense viene computato al massimo un anno dell intera durata del perfezionamento da assolvere per conseguire il titolo di medico specialista in psichiatria e psicoterapia, rispettivamente psichiatria/psicoterapia dell infanzia e dell adolescenza. 1 È sempre sottintesa anche la forma femminile. 5

6 Per il Certificato in psichiatria forense sono richiesti due anni di perfezionamento presso un istituto riconosciuto o una rete di perfezionamento riconosciuta nel settore della psichiatria forense dell infanzia e dell adolescenza. Il Certificato viene conferito esclusivamente a medici che dispongono di un titolo federale o di un altro titolo riconosciuto di specialista in psichiatria/psicoterapia dell adulto o dell infanzia e dell adolescenza. 1.5 Riconoscimento del perfezionamento La SSPF nomina una Commissione di certificazione la cui sfera di competenza comprende soprattutto lo sviluppo del curriculum, la verifica del perfezionamento, lo svolgimento degli esami e le questioni attinenti alla formazione continua (vedi punto IV). 1.6 Titolari di certificati esteri Titolari di un certificato estero equivalente (p.e. il certificato di psichiatria forense germanico della DGPPN o il titolo di formazione approfondita in psichiatria forense rilasciato dalla camera medica di un Land germanico) possono, su richiesta, ricevere il certificato della SSPF dopo al minimo un anno di attività a tempo pieno in funzione di quadro in una istituzione di formazione in psichiatria forense svizzera riconosciuta. La richiesta scritta va presentata al/alla Presidente della commissione di certificazione. II STRUTTURA E DURATA 2.1 Concetto generale ( 240 credits) Il perfezionamento può iniziare durante o dopo la specializzazione in psichiatria/psicoterapia in ambedue le discipline. Esso consiste nell acquisizione di conoscenze teoriche e capacità pratiche. Il perfezionamento comprende 240 credits, ripartiti su una durata minima di due anni. Il programma del Certificato è suddiviso in 3 blocchi:: 1) un blocco di base 2 ) un blocco specifico 3) un blocco a scelta 2.2 Struttura e scopo del blocco di base (60 credits) Nel blocco di base si trasmettono conoscenze generali riguardanti tra l altro concetti etici e deontologici, come pure concetti giuridici importanti nell ambito della psichiatria forense. I candidati devono inoltre acquisire delle conoscenze sulla tecnica generale delle perizie e su nozioni fondamentali dei trattamenti in psichiatria forense. 2.3 Struttura e scopo del blocco specifico ( 120 credits) Il blocco specifico comprende un perfezionamento teorico e pratico. In particolare, i candidati devono assolvere delle unità di formazione volte all acquisizione di capacità pratiche. 2.4 Struttura e scopo del blocco a scelta (60 credits) 6

7 Per definizione, la struttura del blocco a scelta è libera. Il candidato deve dimostrare di aver partecipato a corsi pratici o manifestazioni di perfezionamento riconosciuti. Lo scopo consiste nell approfondire le conoscenze e le capacità nei settori prescelti. 2.5 Durata del perfezionamento Il perfezionamento dura almeno due anni. Esso può iniziare durante la specializzazione in medicina. Se durante la sua formazione quale specialista FMH in psichiatria e psicoterapia, risp. in psichiatria e psicoterapia dell infanzia e dell adolescenza, il candidato ha già lavorato presso un istituto di perfezionamento in psichiatria forense, per il Certificato gli potrà essere computato 1 anno al massimo. III - CONTENUTI I dettagli riguardanti i contenuti sono descritti nel regolamento d applicazione. Le liste qui di seguito menzionano le principali aree tematiche; esse non sono esaustive. 3.1 Blocchi di base (60 credits) Conoscenze generali: Storia della psichiatria forense Concetti etici e deontologici della psichiatria forense Basi giuridiche in materia di diritti dei pazienti Vittimologia Definizione del ruolo dello psichiatra e dello psicoterapeuta nella sua funzione di esperto, di terapeuta e al servizio di terzi (assicurazioni, ecc.). Professione e segreto medico Concetti fondamentali Capacità d agire e capacità d intendere Imputabilità Prognosi e calcolo del rischio Simulazione Incapacità lavorativa Handicap Aspetti attinenti alla protezione dei minori Credibilità Concetti di psichiatria dello sviluppo Conoscenze giuridiche di base Panoramica del diritto svizzero d esecuzione delle pene e delle misure Panoramica del diritto civile svizzero 7

8 Panoramica del diritto svizzero delle assicurazioni sociali e private (in particolare AI, AVS, assicurazione infortuni e assicurazione malattia) Panoramica del diritto penale dei minori Tecnica di base per le perizie Compiti e ruolo del perito Esigenze giuridiche in materia di perizie Standard di qualità, frequenti lacune delle perizie Impostazione sistematica di una perizia Valutazione dei dossier e dei rapporti preliminari Esplorazioni di psichiatria forense Indicazione e svolgimento di esami supplementari Utilizzazione di informazioni di terzi Rappresentazione della diagnosi Trasposizione in concetti rilevanti dal profilo giuridico Formulazione tecnicamente corretta delle risposte alle domande Perizie multidisciplinari Diritto penale Fattispecie Illegalità Colpa e imputabilità Teorie di diritto penale Diritto delle pene e delle misure Prognosi e calcolo del rischio Pianificazione e mitigazione dell esecuzione della pena Elementi basilari del processo penale Diritto civile, Ambito regolamentare Svolgimento di un processo civile Concetti chiave del diritto civile Capacità d agire e d intendere Provvedimenti tutelari Privazione della libertà a scopo d assistenza (PLSA) Diritto matrimoniale, diritto del divorzio Psichiatria assicurativa Diritto delle assicurazioni sociali Teoria della causalità nel diritto sociale Importanti concetti di diritto sociale Danno alla salute Malattia Malattia professionale Infortunio Incapacità lavorativa Invalidità 8

9 Grande invalidità Danno all integrità 9

10 3.2 Blocchi specifici (120 credits) Psichiatria dell adulto (60 credits) Ambito del diritto penale a ) Basi Basi criminologiche Valutazione dell imputabilità Quantificazione dei gradi di gravità Prognosi e calcolo del rischio Valutazione penale nel caso degli adolescenti Esame della credibilità Risposte adeguate ai quesiti giuridici Esempi di concetti di altri Paesi b ) Metodologia della perizia Allestimento di un estratto del dossier Rilevamento e rappresentazione di tratti della personalità rilevanti dal punto di vista forense Elaborazione della diagnosi Classificazione in funzione di criteri giuridici Formulazione delle risposte Pianificazione dell esame Audizione in tribunale (conoscenza delle diverse parti nella procedura, dei loro ruoli, diritti e doveri) Audizione di minorenni (corso comune) Perizie psichiatriche interdisciplinari c ) Frequenti costellazioni forensi Delirio e azione criminale Disturbo della personalità e azione criminale Soggetto non reo confesso Delinquenza sessuale Reato in presenza di uno stato di dipendenza Piromani Altri Ambito del diritto civile a ) Basi Conoscenza del funzionamento della giustizia civile Possibilità e limiti delle misure decise dal tribunale civile Conoscenza del ruolo del tutore, conseguenze di una privazione della libertà a scopo d assistenza, di una tutela, di una curatela, di un consulente legale, presupposti per un annullamento 10

11 Capacità d agire, d intendere e di testare Esempi di concetti di altri Paesi b ) Metodologia della perizia Svolgimento di una perizia di diritto civile Ruoli, diritti e doveri delle parti nella procedura Perizie psichiatriche interdisciplinari c ) Frequenti costellazioni forensi Privazione della libertà a scopo d assistenza Misure d assistenza in caso di dipendenze Psicosi con problemi sociali Delirio con messa in pericolo altrui Emarginazione Violenza su bambini Capacità educativa in caso di disturbi psichici Problemi di psichiatria forense dovuti all età Altro Terapie di psichiatria forense a ) Organizzazione Trattamento ambulatoriale, in clinica, in penitenziario, presso l istituto preposto all esecuzione delle misure Diritti e doveri del terapeuta in caso di misure penali Situazioni con obbligo di trattamento Collaborazione interdisciplinare con i collaboratori dell esecuzione delle pene Segreto professionale e convenzioni di trattamento Rapporti di terapia Principi etici Attitudine alla detenzione Gestione della violenza e dell aggressione Commissioni professionali interdisciplinari (compiti, metodo di lavoro) Organizzazione dell esecuzione delle pene e collegamento con la psichiatria (corso comune adulti e minori) b ) Approcci terapeutici intra- ed extra-penitenziari Pluralità e integrazione dei modelli teorici: terapia comportamentale, modello cognitivo, modello psicodinamico, modelli d integrazione, ecc. Terapie individuali, familiari, di gruppo, ergoterapia, ecc. Indicazione differenziale dei modelli e obiettivi delle terapie Tecniche terapeutiche specifiche Gestione del rischio nella terapia di delinquenti pericolosi o suscettibili di recidiva Valutazione del successo terapeutico Lavoro d equipe 11

12 Procedure terapeutiche complementari (medicazione, altre ) Marker di fine trattamento c ) Concetti terapeutici per diagnosi e gruppi di reati specifici: Psicosi Delinquenti sessuali Delinquenti violenti Disturbi della personalità Dipendenze e ) Problemi speciali e questioni etiche: Detenzione in isolamento Sciopero della fame Contenzione, medicazione coatta e altre misure coercitive Paragoni internazionali Differenze tra psichiatria in carcere, nell esecuzione delle misure e nei reparti ospedalieri di strutture carcerarie Psichiatria dell infanzia e dell adolescenza (60 credits) Ambito del diritto penale a) Basi Il diritto penale dei minori riveduto e la sua applicazione pratica Valutazione della necessità di una presa a carico educativa particolare Valutazione della necessità di un trattamento terapeutico, tenuto conto dei criteri d ammissione Valutazione della necessità e della forma di un collocamento (presso un privato, un istituto educativo/terapeutico, in ambiente aperto o chiuso) Condizioni quadro dell esecuzione delle misure per i minori Collaborazione tra le autorità del diritto civile e del diritto penale dei minori Mediazione Valutazione dell imputabilità Prognosi e calcolo del rischio Risposte adeguate ai quesiti giuridici Esempi di concetti di altri Paesi Esame della credibilità b) Metodologia e allestimento di una perizia Chiarimento del mandato di perizia 12

13 Condizioni quadro, pianificazione e svolgimento di una perizia in materia di diritto penale dei minori Allestimento di un estratto del dossier Esplorazione in vista della perizia in materia di diritto penale dei minori Coinvolgimento dell ambiente familiare e sociale negli accertamenti in vista della perizia Svolgimento di test psicologici nel quadro della perizia in materia di diritto penale dei minori Elaborazione della diagnosi Determinazione del livello di funzionamento sociale Valutazione del comportamento delittuoso Attribuzione dei criteri giuridici Valutazione dell imputabilità Elaborazione di una raccomandazione riguardante le misure Audizione in tribunale c) Casi pratici Reati patrimoniali commessi da minori Aggressioni e atti di violenza commessi da minori Reati sessuali commessi da minori Piromani Gestione dei giovani con un intensa attività delinquenziale Valutazione della credibilità delle dichiarazioni di testimoni Altri Ambito del diritto civile a) Basi Conoscenza del funzionamento della giustizia civile Possibilità e limiti delle misure decise dal tribunale civile Conoscenza delle misure di protezione dell infanzia Privazione della libertà a scopo d assistenza nei bambini e negli adolescenti Assegnazione dei figli in caso di divorzio o separazione Regole riguardanti il diritto di visita Esempi di concetti in altri Paesi 13

14 b) Metodologia della perizia Svolgimento di una perizia di diritto civile Ruoli, diritti e doveri delle parti nella procedura Perizie psichiatriche interdisciplinari c) Frequenti costellazioni forensi Attribuzione dei figli in caso di malattia psichica dei genitori Problematica dell alienazione e regolamentazione del diritto di visita Famiglie altamente conflittuali e regolamentazione del diritto di visita Revoca della custodia dei figli in caso di malattia psichica dei genitori Altro Terapie di psichiatria forense a) Organizzazione Principi etici Pianificazione delle misure nel diritto penale dei minori Diritti e doveri del terapeuta in caso di misure penali Cooperazione interdisciplinare dei collaboratori dell esecuzione delle pene Segreto professionale Valutazione dell attitudine alla detenzione del minore Gestione della violenza e dell aggressione Commissioni tecniche interdisciplinari (compiti e metodi di lavoro) b) Approcci terapeutici intra- ed extra-penitenziari Pluralità e integrazione dei modelli teorici: psicodinamico, terapia comportamentale, cognitivo, modelli d integrazione, ecc. Terapie individuali, familiari, di gruppo, pedagogia del vissuto, approcci terapeutici basati sulla musica e sulla pittura, ecc. Indicazione differenziale dei modelli e obiettivi delle terapie Gruppi di base Valutazione del successo terapeutico Collaborazione interdisciplinare Procedure terapeutiche complementari (medicazione, altre ) Marker di fine trattamento 14

15 c) Concetti terapeutici specifici per: delinquenti violenti e delinquenti sessuali dipendenze basso livello generale di funzionamento sociale d) Problemi speciali e questioni etiche Problemi della migrazione e problemi di comunicazione interculturale Misure coercitive Incoraggiamento adeguato all età versus sicurezza pubblica nell esecuzione delle misure dei minori Paragoni internazionali Seminari pratici, supervisioni e intervisioni (60 credits) Nel corso dei seminari pratici si trattano questioni riguardanti tanto le perizie, quanto gli aspetti terapeutici. La supervisione in gruppi deve essere distinta dalla supervisione individuale di perizia (vedi punto 5.8). Il supervisore o il direttore del seminario deve essere titolare del Certificato in psichiatria forense o di un titolo estero equipollente. L intervisione permette di acquisire al massimo 10 credits. Almeno 1 partecipante deve essere titolare del Certificato in psichiatria forense. 3.3 Blocco a scelta (60 credits ) Il blocco a scelta mira a un approfondimento delle conoscenze in psichiatria forense. I temi possono essere scelti dal candidato. I contenuti possono essere acquisiti frequentando congressi, seminari, corsi o lezioni che abbiano un rapporto diretto con la psichiatria forense. La Commissione di certificazione pubblica un elenco delle manifestazioni generalmente riconosciute e ne riconosce altre, purché esse soddisfino i requisiti di qualità. La partecipazione deve essere attestata in forma scritta. Le pubblicazioni scientifiche nel campo della psichiatria forense possono essere riconosciute con 5 credits, fino a un massimo di 30 credits. IV Commissione di certificazione 15

16 4.1 Composizione e nomina La SSPF nomina una Commissione di almeno sei membri, composta di detentori del titolo di tutte le sezioni. Almeno metà dei membri è costituita da direttori o vice direttori di un istituto di perfezionamento riconosciuto in psichiatria forense. I membri della Commissione di certificazione sono eletti per una durata di 4 anni dall Assemblea generale della SSPF. È ammessa la rielezione. Il presidente della Commissione di certificazione è eletto nominativamente dai membri dell Assemblea generale della SSPF. Egli può essere rieletto una volta. Per il resto, la Commissione di certificazione si costituisce da sé. 4.2 Compiti Alla Commissione di certificazione competono in particolare i seguenti compiti: - riconoscimento degli istituti di perfezionamento, rispettivamente delle reti di perfezionamento in psichiatria forense dell infanzia e dell adolescenza - riconoscimento delle manifestazioni di perfezionamento - nomina degli esaminatori - proposta di conferimento del titolo all attenzione del Comitato V REGOLAMENTO D ESAME 5.1 Obiettivi dell esame In occasione dell esame il candidato deve dimostrare di possedere le conoscenze e le capacità necessarie per l ottenimento del Certificato. Egli è in grado di comprendere problemi complessi di psichiatria forense e di trovare una soluzione adeguata. 5.2 Materia d esame La materia d esame corrisponde agli obiettivi d apprendimento e alle esigenze menzionate al paragrafo III del programma di perfezionamento. 5.3 Esaminatori L esame orale è condotto da un esaminatore e da due co-esaminatori che non possono essere stati insegnanti del candidato durante il perfezionamento. Almeno un esaminatore deve essere membro della Commissione di certificazione. Egli è responsabile dello svolgimento corretto dell esame. Gli esaminatori devono essere detentori del titolo. 5.4 Genere d esame L esame è diviso in due parti: una parte teorica scritta e una parte pratica orale. La SSPF emana un regolamento d esame dettagliato. 16

17 5.5 Modalità d esame Ammissione all esame È ammesso all esame solo chi è membro della SSPF Data dell esame La parte teorica scritta dell esame non deve assolta prima dell ultimo anno di specializzazione medica regolamentare e deve avere luogo dopo la conclusione del primo anno di perfezionamento in vista dell ottenimento del Certificato. Viene ammesso alla parte pratica orale solamente chi ha superato con successo la parte teorica scritta. 5.6 Criteri di valutazione Ambedue le parti dell esame danno luogo alla valutazione superato o non superato. L esame di certificazione è considerato superato se ambedue le parti dell esame sono state assolte con successo. La valutazione finale reca la dicitura superato o non superato 5.7 Ripetizione dell esame e diritto di ricorso Il candidato deve essere informato per iscritto in merito al risultato dell esame. Ambedue le parti dell esame possono essere ripetute al massimo 2 volte. La decisione riguardante il mancato superamento dell esame può essere contestata presso il Comitato della SSPF entro un termine di 30 giorni. 5.8 Perizie e terapie supervisionate Devono essere dimostrati almeno 50 credits. Le perizie scritte dettagliate e le terapie forensi supervisionate (di norma durata minima di 20 sedute) danno diritto a un punto ciascuna. Nel caso delle terapie di più lunga durata, ogni 20 sedute viene computato 1 punto, fino a un massimo di 3 credits. I candidati che hanno seguito l iter formativo descritto qui sopra sono ammessi all esame se possono dimostrare di aver allestito le seguenti perizie e di aver svolto le seguenti terapie: psichiatria dell adulto: almeno 20 perizie penali e 10 terapie forensi concernenti almeno tre diversi gruppi diagnostici psichiatria dell infanzia e dell adolescenza: almeno 3 perizie di credibilità, 5 perizie penali e 5 perizie civili, come pure almeno 5 terapie forensi. La supervisione delle perizie e delle terapie deve essere effettuata da un esperto che dispone del Certificato in psichiatria forense della SSPF o di un titolo estero equipollente. Di norma, essa ha luogo nell ambito di un contatto personale. Al supervisore deve essere presentata una versione completa della perizia. 17

18 VI RICONOSCIMENTO DELLA FORMAZIONE Gli istituti di perfezionamento riconosciuti per il conferimento del Certificato in psichiatria forense sono suddivisi nelle due categorie A (2 anni) e B (1 anno) in conformità con i criteri esposti qui di seguito. In casi singoli giustificati, la Commissione di certificazione può prescindere da talune condizioni. Le stesse disposizioni si applicano per analogia per il riconoscimento delle reti di perfezionamento in psichiatria forense dell infanzia e dell adolescenza. La Commissione di certificazione decide di volta in volta. 18

19 Categoria A B Organizzazione Funzione di centro per la psicologia forense Sezione definita dal profilo organizzativo con priorità alla psichiatria forense Sezione con team interdisciplinare Separazione personale tra la sezione forense e le altre sezioni dell ospedale o dell istituto in questione Quadri medici Direttore a tempo pieno (primario o direttore medico) con FMH e Certificato in psichiatria forense Direttore occupato al minimo a metà tempo (primario o direttore medico) con FMH e Certificato in psichiatria forense (tempo di lavoro in psichiatria forense = 50%) Vice-direttore con Certificato in psichiatria forense Supplenza garantita contrattualmente e organizzata tramite il primario, rispettivamente il direttore medico Direttore abilitato o con incarico d insegnamento universitario o riconosciuto dall università in psichiatria forense Attività forense pratica Valutazione o trattamento interdisciplinare e multidimensionale di casi di psichiatria forense in istituto Assistenza ambulatoriale o semistazionaria a favore di pazienti forensi Prestazioni di consulenza in ambito forense per altri istituti Perfezionamento teorico In seno all istituto (2 ore la settimana) o alla rete Possibilità di frequentare corsi di perfezionamento esterni Insegnamento dell intero spettro di capacità pratiche richiesto per le terapie e le perizie 2 2 VII DISPOSIZIONI TRANSITORIE 7.1 I periodi di perfezionamento assolti in Svizzera o all estero prima dell entrata in vigore del programma di certificazione sono riconosciuti purché soddisfino le condizioni del programma. In particolare, è necessario che al momento del perfezionamento l istituto in questione adempisse i criteri di cui al punto 6. (L esigenza del titolo per il direttore del perfezionamento di allora decade.) 7.2 I direttori e i medici capoclinica, attuali e passati, di un istituto di psichiatria forense che hanno esercitato tale funzione per almeno 5 anni prima dell entrata in vigore del presente programma di perfezionamento ricevono il Certificato senza esame, su richiesta. 19

20 7.3 L anno A obbligatorio può essere sostituito con due anni B assolti prima dell entrata in vigore del programma di perfezionamento. 7.4 Le domande di riconoscimento di periodi di perfezionamento e d attività svolti prima dell entrata in vigore del programma di certificazione devono essere presentate entro 2 anni a decorrere dall entrata in vigore di quest ultimo. Se le domande giungono successivamente, i periodi di perfezionamento e d attività svolti prima dell entrata in vigore del programma di certificazione non saranno più riconosciuti. 7.5 Equivalenze: i medici specialisti in psichiatria e psicoterapia o in psichiatria e psicoterapia dell infanzia e dell adolescenza, come pure i candidati con un diploma paragonabile che per almeno cinque anni hanno operato esclusivamente nell ambito della psichiatria forense, possono richiedere il Certificato in psichiatria forense entro il termine di un anno. In conformità con il punto 5.8 essi devono inoltre dimostrare l esistenza di un numero minimo di perizie redatte di propria mano, come pure di terapie forensi realizzate personalmente. Il candidato deve dimostrare 70 credits. a) Psichiatria dell adulto: almeno 70 perizie, di cui almeno 50 penali, come pure almeno 20 terapie forensi b) Psichiatria dell infanzia e dell adolescenza: almeno 10 perizie penali e 10 civili, come pure almeno 5 terapie forensi I candidati devono presentare un elenco numerato e anonimizzato delle loro perizie e terapie. Da questo elenco la Commissione di certificazione estrae a sorte 3 perizie e 2 terapie di cui verifica la qualità. Se essa le giudica prevalentemente insufficienti, verifica altre 6 perizie e 3 terapie. Se anche la maggioranza di queste ultime non soddisfa i requisiti, il candidato può richiedere un esame in conformità con il paragrafo IV. Nei casi dubbi si svolge un colloquio d esame. VIII SEDI DI FORMAZIONE E D INSEGNAMENTO L elenco delle sedi di formazione riconosciute è gestito dalla SSPF. IX FORMAZIONE CONTINUA 9.1 Principio Per conservare il proprio Certificato in psichiatria forense, il titolare è tenuto a mantenere il proprio livello mediante una formazione continua. 9.2 Durata Questa formazione continua richiede 90 credits in 3 anni, di cui al massimo 30 credits sotto forma di studio personale della letteratura specializzata ogni 3 anni, 30 credits per la 20

21 frequenza di sedute di formazione continua specialistica e 30 credits sotto forma di supervisione o intervisione specialistica. 9.3 Sedi di formazione continua La formazione continua deve avvenire presso istituti riconosciuti o nel quadro di convegni professionali direttamente connessi alla psichiatria forense. La Commissione di certificazione redige un elenco delle sedi di formazione continua riconosciute e su domanda riconosce singole manifestazioni di formazione continua. 9.4 Durata del riconoscimento Il riconoscimento acquisito mediante la formazione continua ha una validità di tre anni. Approvato dell assemblea generale del 22/03/

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee Scuole Europee Ufficio del Segretario generale Segretariato Generale Rif. : 2009-D-422-it-5 Orig. : FR Versione: IT Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO Norme attuative del Regolamento per la Formazione Continua della professione di Consulente del Lavoro. Premessa 1. Le presenti norme attuative

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti (Legge sul Tribunale federale dei brevetti; LTFB) Avamprogetto del... L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 191a capoverso

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

Art. 3. Codice disciplinare

Art. 3. Codice disciplinare Art. 3 Codice disciplinare 1. Nel rispetto del principio di gradualità e proporzionalità delle sanzioni in relazione alla gravità della mancanza, e in conformità a quanto previsto dall art. 55 del D.Lgs.n.165

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.2008) TITOLO

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

Regolamento per la formazione continua professionale

Regolamento per la formazione continua professionale Regolamento per la formazione continua professionale Approvato dal comitato dell Associazione Cranio Suisse il 18 agosto 2011 Regolamento per la formazione continua professionale 1. Norme Generali I terapeuti

Dettagli

La sua cartella sanitaria

La sua cartella sanitaria La sua cartella sanitaria i suoi diritti All ospedale, lei decide come desidera essere informato sulla sua malattia e sulla sua cura e chi, oltre a lei, può anche essere informato Diritto di accesso ai

Dettagli

4.06 Stato al 1 gennaio 2013

4.06 Stato al 1 gennaio 2013 4.06 Stato al 1 gennaio 2013 Procedura nell AI Comunicazione 1 Le persone che chiedono l intervento dell AI nell ambito del rilevamento tempestivo possono inoltrare una comunicazione all ufficio AI del

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

COMMENTO GENERALE N. 12

COMMENTO GENERALE N. 12 COMITATO SUI DIRITTI DELL INFANZIA COMMENTO GENERALE N. 12 Il diritto del bambino e dell adolescente di essere ascoltato uniti per i bambini COMITATO SUI DIRITTI DELL INFANZIA CRC/C/GC/12 Cinquantunesima

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

Stato giuridico del personale delle Unità sanitarie locali

Stato giuridico del personale delle Unità sanitarie locali Testo aggiornato al 15 dicembre 2005 Decreto del Presidente della Repubblica 20 dicembre 1979, n. 761 Gazzetta Ufficiale 15 febbraio 1980, n. 45, S. O. Stato giuridico del personale delle Unità sanitarie

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Per poter lavorare in Italia il cittadino straniero non comunitario deve essere in possesso del permesso di soggiorno rilasciato per

Dettagli

Protocollo d intesa. tra. Ministero della Giustizia. Autorità garante per l'infanzia e l adolescenza. Bambinisenzasbarre ONLUS

Protocollo d intesa. tra. Ministero della Giustizia. Autorità garante per l'infanzia e l adolescenza. Bambinisenzasbarre ONLUS Protocollo d intesa tra Ministero della Giustizia Autorità garante per l'infanzia e l adolescenza e Bambinisenzasbarre ONLUS IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA L'AUTORITÀ GARANTE PER L'INFANZIA E L ADOLESCENZA

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Le competenze professionali dell educatore sociale. Piattaforma concettuale

Le competenze professionali dell educatore sociale. Piattaforma concettuale International Association of Social Educators Association Internationale des Éducateurs Sociaux Asociación Internacional de Educadores Sociales www.aieji.net Le competenze professionali dell educatore

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. COSSAR -da VINCI GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani Esso pertanto, anche per gli alunni con disabilità deve costituire l occasione per un oggettivo

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA Obiettivi della giornata Conoscere i presupposti normativi, professionali e deontologici della documentazione del nursing Conoscere gli strumenti di documentazione infermieristica

Dettagli

Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti

Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Documento Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Art.1 Scopo del Regolamento 1) Scopo di questo Regolamento e disciplinare l attivita di formazione

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO

OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO 1 GENERALITA L Alta Scuola nasce in Italia nel XV sec. I tra i grandi maestri, i più noti ci sono: Giambattista Pignatelli,

Dettagli

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario.

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario. REGIO DECRETO 30 gennaio 1941 n. 12 ( indice ) (modificato e aggiornato dalle seguenti leggi: R.D.L. n. 734/43, L. n. 72/46, L. n. 478/46, R.D.Lgs. n. 511/46, L. n. 1370/47, L. n. 1794/52, L. n. 1441/56,L.

Dettagli