I GIORNALISTI ITALIANI, L ETICA PROFESSIONALE, L INFORMAZIONE ON LINE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I GIORNALISTI ITALIANI, L ETICA PROFESSIONALE, L INFORMAZIONE ON LINE"

Transcript

1 I GIORNALISTI ITALIANI, L ETICA PROFESSIONALE, L INFORMAZIONE ON LINE sintesi della ricerca quantitativa realizzata da AstraRicerche per il Consiglio Nazionale dell Ordine dei Giornalisti L indagine è stata realizzata tra il 7 e il 19 gennaio 2013 tramite interviste on line somministrate a un campione di giornalisti italiani: per il 58% professionisti, per il 35% pubblicisti, per il 7% praticanti o altro. I rispondenti sono risultati per il 36% donne; per il 23% men che 40enni, per il 31% 40-49enni, per il 32% 50-59enni e per il restante 14% ultra59enni. La distribuzione geografica vede il nord-ovest al 33%, il nord-est al 17%, le regioni centrali al 32%, il sud al 18%. Lo studio si divide in due parti: la prima riguardante l etica e la deontologia professionali, la seconda focalizzata sull informazione via Internet e sulle sue conseguenze sul mondo dei media e della professione. La prima area esplorata è stata quella dei comportamenti giudicati importanti per un giornalismo definibile come etico. È emerso che tutti i sedici comportamenti testati sono reputati cruciali. La classifica è indicata nella tabella n. 1 riportata nelle due pagine che seguono. Inoltre, in tutti i casi in cui è possibile un confronto con le opinioni della popolazione rilevate nel 2012 da un indagine sempre di AstraRicerche, si osserva che la sensibilità della categoria è sempre superiore a quella - già elevata - dell insieme dei nostri connazionali. Al di là degli auspici, qual è l attuale situazione nelle testate per cui gli intervistati lavorano o hanno lavorato? Del tutto negativa, se è vero che dei sedici comportamenti analizzati nessuno è presente in misura rilevante secondo la maggioranza dei giornalisti: anzi, in 15 casi su 16 non si raggiunge il 29% e in 11 casi addirittura il 19%. Anche aggiungendo i giudizi abbastanza positivi emergono gravi criticità per quel che attiene all evitare di fornire informazioni/giudizi/consigli nel solo interesse degli editori, di un gruppo politico o sociale, degli investitori pubblicitari oltre che del dar conto di tutte le opinioni senza omissioni o censure e del tener distinte le opinioni dai fatti. Per un quadro completo si rinvia alla tabella n. 2. 1

2 Tabella n. 1 I comportamenti importanti per un giornalismo etico (segue) 2

3 (segue) 3

4 Tabella n. 2 La diffusione dei comportamenti propri del giornalismo etico nella testata in cui lavora (segue) 4

5 (segue) Dunque, a parere di gran parte della categoria in Italia il lavoro giornalistico non è messo in grado di rispettare adeguati standard etico-deontologici. Lo conferma la valutazione etica espressa tramite voto da 1/minimo a 10/massimo di diversi soggetti: essa mostra che solo la radio ottiene un voto medio di sufficienza (6.2) mentre i periodici specializzati arrivano a 5.7, i quotidiani a 5.4, Internet a 5.3, i periodici non specializzati a 5.1, la televisione pubblica a 4.8, la televisione privata a 4.1. Peraltro, problemi significativi 5

6 riguardano gli stessi giornalisti (voto medio 5.6) e drammaticamente gli addetti e le agenzie di relazioni pubbliche (4.5), le istituzioni (Stato, Regioni, Province, Comuni, ecc.: 4.3), gli editori (4.1), i pubblicitari (4.1), gli investitori pubblicitari e in generale le imprese non editoriali (meno di 4.1). Con un aggiunta: nella gran parte dei casi i giornalisti appaiono più critici della popolazione adulta (con tre sole eccezioni: la radio, i periodici specializzati e i quotidiani). È stato chiesto agli intervistati di indicare quali di 20 soggetti predefiniti difendono l etica del giornalismo oggi in Italia. La classifica, per molti versi negativa, vede indicazioni maggioritarie solo per i giornalisti: la coscienza dei singoli professionisti (85%), l Ordine (63%), la FNSI e cioè il sindacato (51%). Un qualche contributo alla tutela dell etica della comunicazione giornalistica viene riconosciuto ad alcuni giornali (47%), a taluni cittadini/lettori/ascoltatori (42%), ad alcune reti o trasmissioni radio-televisive (36%), a talune associazioni/ organizzazioni della società civile (36%), ai lettori/ascoltatori/cittadini in generale (32%). Tutti gli altri sono indicati da meno del 23% con addirittura il Governo al 2%, i sindacati al 5%, il Parlamento al 5%, alcuni gruppi politici al 7%, alcuni gruppi religiosi all 8%, le forze dell ordine al 9%. Gli altri si collocano tra il 23% e il 15%: alcuni editori (23%), gli internauti (20%), le varie autorità (anti-trust, per la privacy, ecc.: 20%), la magistratura (16%), le organizzazioni consumeriste (15%), l opinione pubblica (15%). Accorpando tali 20 soggetti in cinque macro-categorie si ottiene la classifica visibile qui sotto. I soggetti che difendono l'etica del giornalismo in Italia 0% 20% 40% 60% 80% 100% Giornalisti 95.1% Società civile 68.6% Media 57.7% Politica 35.0% Istituzioni 35.0% 6

7 Alla fine della prima sezione è stato chiesto ai giornalisti di segnalare quali attività andrebbero realizzate per accrescere l etica del giornalismo in Italia: sulle 15 testate solo tre ottengono un consenso largamente maggioritario (formare meglio i futuri giornalisti 71%, sospendere le sovvenzioni alle testate che hanno comportamenti non etici 65%, applicare seriamente le norme esistenti 64%). Tutte le altre sono sostenute da meno del 46% del campione, come si può notare dando un occhiata alla tabella che segue. Le azioni per accrescere l'etica del giornalismo 7

8 Passiamo ora alla seconda parte, che inizia con l individuazione dei trends percepiti dell utilizzo da parte degli Italiani di una serie di media a seguito dell affermazione del web: il tutto con esclusivo riferimento alle informazioni, alle notizie e ai commenti su attualità, politica, economia, ambiente, società, cultura, spettacolo, sport e gossip (con esplicita esclusione dei prodotti, delle marche, dei consumi). Ebbene, tre mezzi d informazione vengono indicati in crescita, spesso fortissima: i tablets, i cellulari e gli smartphones, Internet via computer; la radio pur prevalentemente stabile è in incremento per una quota di intervistati maggiore di coloro che la percepiscono in calo; in tutti gli altri casi il decremento, a volte assai rilevante, predomina (in particolare per i quotidiani nazionali e i periodici non specializzati). Il dettaglio è riportato nella tabella qui sotto. L'utilizzo da parte degli italiani di alcuni mezzi di informazione a seguito dell'affermazione di Internet 8

9 L attenzione degli intervistati si è quindi concentrata su un lungo elenco di caratteristiche a cui - secondo l opinione dei giornalisti - la gente dà importanza quando utilizza un mezzo di comunicazione di massa per avere informazioni/notizie/commenti. Esso è riportato nella tabella riportata qui sotto e nella pagina seguente. Il confronto con le opinioni sullo stesso tema espresse l anno scorso dagli Italiani segnala che nella maggioranza dei casi i giornalisti sopravvalutano la grande importanza data dai fruitori alle caratteristiche elencate; le principali sottovalutazioni riguardano invece la domanda sociale di indipendenza da qualunque potere politico, economico, ecc., di assenza di esagerazioni, di ampiezza e approfondimento, di serietà e affidabilità, di rispetto della dignità delle persone e (moltissimo) della veridicità verificata delle news. L'importanza alle caratteristiche delle news attribuita dai giornalisti ai fruitori (segue) 9

10 (segue) Ma qual è il profilo d immagine dei vari mezzi di comunicazione, in relazione a ciascuna delle caratteristiche sopra indicate? A questa domanda gli intervistati hanno risposto prendendo in considerazione la stampa quotidiana, quella periodica, la televisione, la radio, Internet. Vediamole separatamente. La stampa quotidiana risulta vincente per quel che attiene ai commenti autorevoli e qualificati (69%), alla veridicità garantita delle notizie (65%), alla competenza/professionalità dei giornalisti (64%), alla qualità della scrittura (64%), alla serietà/affidabilità (58%), alla 10

11 coerenza con i valori del lettore (55%), alla capacità di selezionare le informazioni sulla base della loro importanza (53%), alla capacità di rappresentare la comunità locale (50%), alla precisione e alla documentazione (50%), alla chiarezza e alla comprensibilità (49%), all utilità e alla concretezza (47%), alla pluralità di voci e tesi a confronto (47%), alla coerenza con le convinzioni del fruitore (45%), al rispetto della dignità della persona (43%). La stampa periodica nel suo insieme si posiziona al primo posto per l ampiezza e l approfondimento delle informazioni e dei commenti (59% superando i quotidiani), collocandosi in generale al secondo posto dopo i quotidiani per le caratteristiche in cui questi ultimi appaiono vincenti (con le eccezioni negative della capacità di rappresentazione della comunità locale, della chiarezza/comprensibilità, del rispetto della dignità delle persone). All opposto, Internet risulta all ultimo o al penultimo posto per tutte le caratteristiche di eccellenza dei quotidiani (salvo l essere espressione della comunità locale, la chiarezza e la comprensibilità, l utilità e la concretezza, la coerenza con le convinzioni del fruitore). Invece, risulta fortemente leader per la reperibilità in ogni momento (84%), la facilità (83%) e la rapidità di reperimento delle informazioni e dei commenti (83%), il continuo aggiornamento (77%), la facilità di archiviazione (72%), la brevità sintetica (65%), la comodità di fruizione (65%), la simpatia e il divertimento (56%), la vivacità e l aggressività (47%), l assenza di censure o manipolazioni (43%), l indipendenza da qualunque potere (43%), il non provincialismo (42%), l originalità non banale (37%). La radio si colloca in genere a metà classifica, con punte per quel che attiene alla capacità di rappresentare la propria comunità locale (dopo i quotidiani), la chiarezza e la comprensibilità (idem), il rispetto della dignità delle persone (idem), il continuo aggiornamento (stavolta dopo Internet), la brevità e la sinteticità (idem), la simpatia e il divertimento (idem); ma in due casi risulta leader (l assenza di esagerazioni e lo stile sereno e pacato). Problemi maggiori d immagine riguardano la televisione, in genere all ultimo o al penultimo posto salvo che per la chiarezza e la comprensibilità (al terzo posto), la pluralità di voci e tesi a confronto (idem), il continuo aggiornamento (idem), la sintetica brevità (idem), il divertimento e la simpatia (idem); in effetti, pur non risultando mai leader, si colloca al secondo posto solo per le immagini belle ed efficaci (dopo la stampa periodica) e la vivacità aggressiva (dopo Internet). 11

12 Interessante è la mappa di posizionamento dei cinque macro-media in relazione alle varie caratteristiche attribuite: mappa che si può vedere qui sotto. Il profilo di immagine delle informazioni su vari mezzi BREVI, SINTETICHE RADIO SENZA ESAGERAZIONI PRESENTATE IN MODO SERENO SEMPRE AGGIORNATE DIVERTENTI ESPRESSIONE DELLA RISPETTOSE COMUNITÀ LOCALE DELLA DIGNITÀ DELLE PERSONE COMPRENSIBILI VELOCI DA TROVARE INDIPENDENTI DAI POTERI SENZA CENSURE INTERNET FACILI DA TROVARE VIVACI TELEVISIONE UTILI NON BANALI CON PIÙ VOCI A CONFRONTO SELEZIONATE PER IMPORTANZA VERIFICATE SERIE PROFESSIONALI NON RISTRETTE, STAMPA QUOTIDIANA NON PROVINCIALI COMMENTI AUTOREVOLI COERENTI COERENTI CON LE CONVINZIONI CON I PROPRI VALORI DOCUMENTATE REPERIBILI IN OGNI MOMENTO CON IMMAGINI BELLE STAMPA PERIODICA FACILI DA ARCHIVIARE COMODE DA LEGGERE APPROFONDITE BEN SCRITTE È stato quindi affrontato il tema della crescita percepita dai giornalisti di numerose fonti d informazione che si trovano su Internet. La tabella riportata nelle due pagine seguenti segnala i vissuti della categoria, che penalizzano solo i blogs (salvo quelli di esperti, opinionisti, politici, personaggi noti) e le edizioni on line dei telegiornali off line. In tutti gli altri casi si registra una percezione di netto incremento, particolarmente forte per quel che attiene alle edizioni on line di quotidiani tradizionali, a YouTube e simili, ai social networks con informazioni di attualità segnalate da amici e conoscenti. 12

13 La crescita dell'utilizzo di alcune fonti di informazioni on line (segue) 13

14 (segue) Il campione è stato quindi sollecitato ad esprimersi circa i media che a sua opinione sono stati più penalizzati in Italia dal crescente utilizzo del web per avere informazioni, notizie e commenti. Solo il 3% reputa che il boom di Internet non abbia avuto alcun effetto e una percentuale assai bassa (11%) segnala le difficoltà crescenti della radio. Il 30% giudica penalizzate le tv locali, il 31% quelle nazionali, il 36% la stampa specializzata (sia quotidiana sia periodica), il 43% i quotidiani locali/regionali, il 48% i periodici non specializzati e addirittura l 82% i quotidiani nazionali. Infine, è stato chiesto agli intervistati di immaginare il futuro più probabile a cinque anni prendendo in considerazione 19 fenomeni 14

15 pre-definiti. Come appare chiaro dalla lettura della tabella che segue, è indubbio (per il 74%) che molti mezzi e molte testate tradizionali andranno in crisi o chiuderanno ma - nell insieme - l impatto del web sull informazione sarà prevalentemente positivo, anche se i pessimisti circa gli effetti negativi di Internet sull occupazione dei giornalisti (39%) superano lievemente gli ottimisti (34%). Le previsioni per il futuro dell'informazione on line (segue) 15

16 (segue) Tale clima complessivamente favorevole a Internet viene sintetizzato dall indice apposito che è stato costruito alla luce delle previsioni suddette, rappresentato dalla torta che riportiamo di seguito: essa mette in luce, con ogni evidenza, che l ottimismo (68%: per più della metà intenso) prevale sul pessimismo (6%) e sull ambivalenza (26%). 16

17 Con un aggiunta interessante: la propensione positiva a medio termine è maggiore della media nel centro-nord (specie nel Triveneto e nelle regioni rosse ), tra le donne, tra i praticanti e - un po meno - i pubblicisti, sorprendentemente tra i giornalisti di età superiore ai 49 anni (con un picco tra gli ultra59enni). Indice di futuro positivo del web a 5 anni negativo/nullo 5.8% alto 35.9% basso 26.0% medio 32.2% A conferma, possiamo esaminare i sentimenti, gli atteggiamenti che gli intervistati dichiarano di provare quando pensano alla crescita dell utilizzo del web anche in Italia per avere informazioni, notizie, commenti. La sintesi è espressa dall indice illustrato nella torta che segue (il 68% è positivo o - meno - entusiasta, il 18% risulta ambivalente, solo il 14% appare angosciato). Indice di favore per la crescita dell'utilizzo di Internet per le informazioni molto positivo 28.5% negativo 14.2% nullo/ ambivalente 17.8% positivo 39.5% Il dettaglio è ricavabile da una rapida scorsa all ultima tabella, riportata nella pagina che segue. 17

18 I sentimenti provati per la crescita dell'utilizzo di Internet per le informazioni L immensa mole di informazioni ricavabili da questo ampio studio (più di 500 tabelle, grafici, torte ) è consultabile presso il Consiglio Nazionale dell Ordine dei Giornalisti. 18

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Obiettivi L Indagine sull attività delle Agenzie Immobiliari realizzata nel 2010 ha come obiettivo principale la verifica

Dettagli

DIVENTARE GENITORI OGGI:

DIVENTARE GENITORI OGGI: In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI: ASPETTI MEDICO-SANITARI Sintesi della ricerca Roma, 2 aprile 2015 Che il nostro Paese viva un problema di scarsa natalità è un opinione che la grande parte

Dettagli

INDAGINE PROFESSIONI A CONFRONTO: COME I RELATORI PUBBLICI E I GIORNALISTI ITALIANI PERCEPISCONO LA PROPRIA PROFESSIONE E QUELLA DELL ALTRO

INDAGINE PROFESSIONI A CONFRONTO: COME I RELATORI PUBBLICI E I GIORNALISTI ITALIANI PERCEPISCONO LA PROPRIA PROFESSIONE E QUELLA DELL ALTRO INDAGINE PROFESSIONI A CONFRONTO: COME I RELATORI PUBBLICI E I GIORNALISTI ITALIANI PERCEPISCONO LA PROPRIA PROFESSIONE E QUELLA DELL ALTRO Analisi elaborata da Chiara Valentini e Toni Muzi Falconi SINTESI

Dettagli

La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte

La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte Osservatorio sulla Comunicazione Politica, Dipartimento di Culture Politica e Società La comunicazione della cooperazione internazionale per lo sviluppo in Piemonte ricerca condotta da Sara Minucci (Osservatorio

Dettagli

L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA

L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA Presso la Business Community e presso la popolazione di Brasile Ricerca di mercato condotta da: GPF&A e Ispo Ltd Per conto di: Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento per le Politiche di Sviluppo

Dettagli

L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA IN 11 PAESI DEL MONDO

L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA IN 11 PAESI DEL MONDO L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA IN 11 PAESI DEL MONDO (ricerca di mercato condotta da GPF e ISPO) 15 dicembre 2005 Mezzogiorno d Italia 2004 1/18 SCOPO DELL INDAGINE Analizzare presso la Business Community

Dettagli

LE CONOSCENZE SUL TEMA HIV E LA RAPPRESENTAZIONE DEL MALATO INDAGINE SULLA POPOLAZIONE ITALIANA

LE CONOSCENZE SUL TEMA HIV E LA RAPPRESENTAZIONE DEL MALATO INDAGINE SULLA POPOLAZIONE ITALIANA LE CONOSCENZE SUL TEMA HIV E LA RAPPRESENTAZIONE DEL MALATO INDAGINE SULLA POPOLAZIONE ITALIANA GfK Eurisko Milano, 29 Settembre 2014 Premessa e obiettivi dell indagine Verificare presso la popolazione

Dettagli

Principali risultati della ricerca

Principali risultati della ricerca Principali risultati della ricerca INTRODUZIONE Principali risultati della ricerca 1. Descrizione Lo scopo della ricerca è stato quello di valutare i comportamenti di consumo degli utenti internet italiani

Dettagli

L IMMAGINE DELLA RAI COME SERVIZIO PUBBLICO

L IMMAGINE DELLA RAI COME SERVIZIO PUBBLICO L IMMAGINE DELLA RAI COME SERVIZIO PUBBLICO VOTO MEDIO 2 0 0 9 mag nov 5,6 5,6 5,7 5,8 6,3 6,1 6,3 6,4 6,7 6,7 6,7 6,9 5,6 5,8 6,0 6,1 6,1 6,3 6,4 6,4 6,5 6,6 NONRISPETTA IL PLURALISMO DELLE OPINIONI POLITICHE,

Dettagli

SINTESI DELL ELABORAZIONE DEI DATI TELEFONO AMICO ITALIA RELATIVI ALLE OLTRE 100MILA TELEFONATE RICEVUTE NEL 2010

SINTESI DELL ELABORAZIONE DEI DATI TELEFONO AMICO ITALIA RELATIVI ALLE OLTRE 100MILA TELEFONATE RICEVUTE NEL 2010 SINTESI DELL ELABORAZIONE DEI DATI TELEFONO AMICO ITALIA RELATIVI ALLE OLTRE 100MILA TELEFONATE RICEVUTE NEL 2010 Anche quest anno AstraRicerche ha elaborato tutte le informazioni riferite alle ben 106.556

Dettagli

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni Convegno Romeni emergenti o emergenza Romania? Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni Prof. Stefano Rolando Segretario generale delle e Direttore scientifico

Dettagli

Analisi dell evoluzione dell informazione online in Italia

Analisi dell evoluzione dell informazione online in Italia HUMAN HIGHWAY PER LIQUIDA Analisi dell evoluzione dell informazione online in Italia Milano, Maggio 2011 1 ANALISI DELL INFORMAZIONE ONLINE INDICE Oggi parleremo di: La domanda di informazione online Il

Dettagli

SUMMARY REPORT MOPAmbiente. I principali risultati della ricerca

SUMMARY REPORT MOPAmbiente. I principali risultati della ricerca SUMMARY REPORT MOPAmbiente I principali risultati della ricerca VI Rapporto Periodo di rilevazione: 3 9 Novembre 2010 Metodologia: CATI; campione n=1000 casi, rappresentativo degli italiani dai 18 anni

Dettagli

Gli italiani, la montagna e gli sport invernali

Gli italiani, la montagna e gli sport invernali Gli italiani, la montagna e gli sport invernali Principali evidenze delle tre ricerche condotte da AstraRicerche per FISI Gli italiani 1 manifestano un rapporto con la montagna stretto (il 41.8% vi si

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

Osservatorio ISTUD - seconda Survey: Aziende italiane e mercato unico europeo

Osservatorio ISTUD - seconda Survey: Aziende italiane e mercato unico europeo - seconda Survey: Aziende italiane e mercato unico europeo Quesito 1 In linea generale ritieni positiva la tendenza di molti paesi europei a cercare di proteggere alcuni settori ritenuti strategici per

Dettagli

Indagine su imprese e assicurazioni. Report dei risultati

Indagine su imprese e assicurazioni. Report dei risultati Indagine su imprese e assicurazioni Report dei risultati ITA045 Maggio 2012 Management summary_1 BACKGROUND E OBIETTIVI Il Giornale delle Assicurazioni, in occasione del convegno Assicurazioni e Sistema

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUAP COMUNE DI SASSARI Giugno 2014

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUAP COMUNE DI SASSARI Giugno 2014 STUDIO Q QUALITÀ TOTALE SRL organizzazione formazione marketing INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUAP COMUNE DI SASSARI Giugno 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE 3 2 METODOLOGIA 4 3 IL TARGET E IL CAMPIONE D

Dettagli

Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania

Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania Elaborazione questionario Notorietà ed efficacia del Fondo Sociale Europeo (FSE) in Campania È stata attivata una ricerca per misurare la conoscenza e la percezione dell efficacia del Programma attraverso

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

SOSTANZE STUPEFACENTI E PERCEZIONE SOCIALE: UN INDAGINE TRA I LAVO- RATORI VICENTINI

SOSTANZE STUPEFACENTI E PERCEZIONE SOCIALE: UN INDAGINE TRA I LAVO- RATORI VICENTINI SOSTANZE STUPEFACENTI E PERCEZIONE SOCIALE: UN INDAGINE TRA I LAVO- RATORI VICENTINI Luca Sinigallia Il Borgo Onlus Presentazione Con questo breve e sintetico rapporto di ricerca si intendono proiettare

Dettagli

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Informazione ICT, prima di tutto Webnews è il giornale on line che racconta quotidianamente l attualità tecnologica. Originale. Credibile. Puntuale.

Dettagli

Il promotore finanziario nella percezione dei risparmiatori

Il promotore finanziario nella percezione dei risparmiatori Il promotore finanziario nella percezione dei risparmiatori A cura di ISPO Ricerche Roma, 7 febbraio 2014 OBIETTIVO Fornire un quadro sufficientemente dettagliato del profilo di immagine del promotore

Dettagli

L INTERAZIONE MEDICO-INFERMIERE NELLE STRUTTURE SANITARIE. Esperienza e vissuto dei medici italiani. Sintesi dei principali risultati

L INTERAZIONE MEDICO-INFERMIERE NELLE STRUTTURE SANITARIE. Esperienza e vissuto dei medici italiani. Sintesi dei principali risultati L INTERAZIONE MEDICO-INFERMIERE NELLE STRUTTURE SANITARIE Esperienza e vissuto dei medici italiani Sintesi dei principali risultati Ottobre 2014 Eures Ricerche Economiche e Sociali IPASVI METODOLOGIA Indagine

Dettagli

LA PARTECIPAZIONE POLITICA IN ITALIA

LA PARTECIPAZIONE POLITICA IN ITALIA 29 ottobre 2014 Anno 2013 LA PARTECIPAZIONE POLITICA IN ITALIA Nel 2013, circa 5 milioni e 700 mila persone (pari al 10,8% della popolazione di 14 anni e più) hanno manifestato il proprio impegno politico

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Risultati dell indagine conoscitiva sul Network di Linea Amica

Risultati dell indagine conoscitiva sul Network di Linea Amica Risultati dell indagine conoscitiva sul Network di Linea Amica (a cura dell Area Comunicazione e Servizi al cittadino, con il supporto dell Ufficio Monitoraggio e Ricerca di FormezPA) INDICE 1. Introduzione

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015 L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015 30 Gennaio 2015 METODOLOGIA e CAMPIONE L indagine che presentiamo è stata eseguita fra il 24 e il 28 gennaio 2015 con metodologia

Dettagli

7.2 Indagine di Customer Satisfaction

7.2 Indagine di Customer Satisfaction 7.2 Indagine di Customer Satisfaction Il campione L indagine è stata condotta su un campione a più stadi di 795 clienti TIEMME SpA (errore di campionamento +/ 2%) rappresentativo della popolazione obiettivo,

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione DICEMBRE 2014. 8 Gennaio 2015

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione DICEMBRE 2014. 8 Gennaio 2015 L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione DICEMBRE 2014 8 Gennaio 2015 METODOLOGIA e CAMPIONE L indagine che presentiamo è stata eseguita fra il 18 e il 22 dicembre 2014 con metodologia

Dettagli

AUDIMOVIE: fase periodica. Maggio e Dicembre 2008

AUDIMOVIE: fase periodica. Maggio e Dicembre 2008 Maggio e Dicembre 00 AUDIMOVIE: fase periodica Maggio e Dicembre 00 Maggio e Dicembre 00 Obiettivi La ricerca estensiva periodica sul cinema svoltasi nei mesi di Maggio e di Dicembre 00 ha inteso esplorare

Dettagli

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Rapporto di ricerca Luglio 2010 (Rif. 1215v110) Indice 2 Capitolo I - L andamento dell economia e del credito al consumo oggi pag. 3 Capitolo

Dettagli

REPORT DI VALUTAZIONE

REPORT DI VALUTAZIONE Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013 Le opportunità non hanno confini. Oltre la frontiera: occasioni di cooperazione REPORT DI VALUTAZIONE Unione europea Fondo Europeo Sviluppo

Dettagli

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Gennaio 2005 Indice Introduzione Obiettivo e metodologia dell indagine Composizione e rappresentatività

Dettagli

Metodologia di rilevazione dei dati e analisi dei rischi

Metodologia di rilevazione dei dati e analisi dei rischi ALLEGATO 2 Metodologia di rilevazione dei dati e analisi dei rischi La fase di analisi e valutazione del rischio si è articolata in due sotto-fasi: a) la rilevazione delle informazioni e dei dati; b) la

Dettagli

L'immagine del Sud Italia nel mondo: i risultati di una indagine demoscopica del Dipartimento per le Politiche di Sviluppo presso gli operatori

L'immagine del Sud Italia nel mondo: i risultati di una indagine demoscopica del Dipartimento per le Politiche di Sviluppo presso gli operatori 1 L INDAGINE Nel giugno 2003, il Servizio per le politiche dei Fondi strutturali comunitari del Dipartimento per le politiche di sviluppo del Ministero dell Economia e delle Finanze ha affidato, a seguito

Dettagli

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio.

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio. SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE PILOTA DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS SUI CALL CENTER COMMERCIALI DELLE PRINCIPALI IMPRESE DI VENDITA DI ELETTRICITA E DI GAS Finalità e obiettivi I

Dettagli

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Rapporto di ricerca Ottobre 2011 (Rif. 1810v111) Indice 2 Capitolo I - La situazione attuale dei dealer e le previsioni per il prossimo futuro

Dettagli

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Informazione ICT, prima di tutto Webnews è il giornale on line che racconta quotidianamente l attualità tecnologica. Originale. Credibile. Puntuale.

Dettagli

Lexis Ricerche per Faschim. FASCHIM Indagine Associati

Lexis Ricerche per Faschim. FASCHIM Indagine Associati Lexis Ricerche per Faschim FASCHIM Indagine Associati 1 Metodo e campione Ricerca quantitativa sul target iscritti Faschim. Disegno campionario: 1000 interviste telefoniche a iscritti al fondo Faschim;

Dettagli

L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA

L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA Presso la Business Community e presso la popolazione degli 11 paesi CONFRONTO BC-POPOLAZIONE Ricerca di mercato condotta da: GPF&A e Ispo Ltd Per conto di: Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento

Dettagli

Analisi dei risultati della consultazione on line sul Vertice G8

Analisi dei risultati della consultazione on line sul Vertice G8 Analisi dei risultati della consultazione on line sul Vertice G8 Sono circa mille i cittadini che hanno partecipato a Dite la vostra sul G8, la prima consultazione pubblica on line sul Vertice G8. La consultazione

Dettagli

OSSERVATORIO ECO-MEDIA. onlus

OSSERVATORIO ECO-MEDIA. onlus OSSERVATORIO ECO-MEDIA onlus Indice Scenario Istituzione e Missione Organizzazione Attività Ricerca teorica Monitoraggio Divulgazione e promozione Iniziative editoriali Credits Scenario I temi dell ambiente

Dettagli

Prima sezione: Le imprese italiane e il loro rapporto con la Cultura

Prima sezione: Le imprese italiane e il loro rapporto con la Cultura Prima sezione: Le imprese italiane e il loro rapporto con la Cultura Le imprese comunicano e lo fanno utilizzando alcuni strumenti specifici. La comunicazione si distribuisce in maniera diversa tra imprese

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE NIMBY FORUM - terza edizione ANDARE OLTRE IL GIARDINO INFRASTRUTTURE E CONSENSO PER UNO SVILUPPO DURATURO

CONVEGNO NAZIONALE NIMBY FORUM - terza edizione ANDARE OLTRE IL GIARDINO INFRASTRUTTURE E CONSENSO PER UNO SVILUPPO DURATURO CONVEGNO NAZIONALE NIMBY FORUM - terza edizione ANDARE OLTRE IL GIARDINO INFRASTRUTTURE E CONSENSO PER UNO SVILUPPO DURATURO SINTESI OSSERVATORIO MEDIA NIMBY FORUM - III EDIZIONE Dall analisi dell Osservatorio

Dettagli

La vita quotidiana di separati e divorziati in Italia

La vita quotidiana di separati e divorziati in Italia 10 maggio 2004 La vita quotidiana di separati e in Italia Media 2001-2002 Ogni anno le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti e gli aspetti più importanti della vita quotidiana

Dettagli

L isola di Ischia oggi: cosa ne pensano gli italiani e i tedeschi

L isola di Ischia oggi: cosa ne pensano gli italiani e i tedeschi L isola di Ischia oggi: cosa ne pensano gli italiani e i tedeschi Ischia, 25 ottobre 2014 (Rif. 1914v114) Indice 2 Obiettivi e metodologia pag. 3 Le principali evidenze 4 La frequentazione dell isola di

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: i primi 9 mesi di rilevazione, le sfide per il 2015. Andrea Tozzi

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: i primi 9 mesi di rilevazione, le sfide per il 2015. Andrea Tozzi L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: i primi 9 mesi di rilevazione, le sfide per il 2015 Andrea Tozzi 12 febbraio 2015 METODOLOGIA DELLA RICERCA Istituto Piepoli realizza per conto di Confturismo-Confcommercio

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO (Approvato con Delibera del C.C. n. 80 del 30/11/2005) 1 REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE... 1 DEL COMUNE DI BORGO A

Dettagli

Alcuni aspetti della vita dei bambini nel corso di 10 anni di ricerche dell Istituto DOXA

Alcuni aspetti della vita dei bambini nel corso di 10 anni di ricerche dell Istituto DOXA D O X A ISTITUTO PER LE RICERCHE STATISTICHE E L ANALISI DELL OPINIONE PUBBLICA Alcuni aspetti della vita dei bambini nel corso di 10 di ricerche dell Istituto DOXA 1. Premessa In Italia vivono attualmente

Dettagli

OSSERVATORIO PERMANENTE

OSSERVATORIO PERMANENTE DIPARTIMENTO DI SCIENZE STATISTICHE PAOLO FORTUNATI UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM OSSERVATORIO PERMANENTE SUL TRASPORTO CAMIONISTICO IN INTERPORTO BOLOGNA INDAGINE CONGIUNTURALE - I SEMESTRE

Dettagli

3.7 L affidabilità delle fonti

3.7 L affidabilità delle fonti 3.7 L affidabilità delle fonti Un altro aspetto indagato dal questionario riguarda i criteri con cui i giovani adulti valutano l affidabilità di una fonte informativa, in particolar modo quando riferita

Dettagli

LA SOCIETA VICENTINA Rapporto sugli orientamenti e i valori dei cittadini SCENARIO 2002 ALTOVICENTINO

LA SOCIETA VICENTINA Rapporto sugli orientamenti e i valori dei cittadini SCENARIO 2002 ALTOVICENTINO LA SOCIETA VICENTINA Rapporto sugli orientamenti e i valori dei cittadini SCENARIO 2002 ALTOVICENTINO VII Rapporto POSTER Associazione Industriali di Vicenza SCHEDA DELLA RICERCA * CAMPIONE RAPPRESENTATIVO

Dettagli

Save the children Rapporto quantitativo Milano, Settembre 2010

Save the children Rapporto quantitativo Milano, Settembre 2010 Save the children Rapporto quantitativo Milano, Settembre 2010 Rif. 1517v110 Indice 2 Obiettivi e metodo Pag. 3 Consapevolezza sulla mortalità infantile 4 Sensibilità verso la mortalità infantile 11 Key

Dettagli

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane Università degli Studi di Padova Dipartimento Ingegneria Industriale Centro Studi Qualità Ambiente In collaborazione con ACCREDIA Ente Italiano di Accreditamento Benefici, costi e aspettative della certificazione

Dettagli

USO DELL E-GOVERNMENT DA PARTE DI CONSUMATORI E IMPRESE

USO DELL E-GOVERNMENT DA PARTE DI CONSUMATORI E IMPRESE 9 maggio 2013 Anno 2012 USO DELL E-GOVERNMENT DA PARTE DI CONSUMATORI E IMPRESE L Istat, in collaborazione con il Dipartimento per l innovazione tecnologica (Dit), ha svolto a luglio 2012 la seconda indagine

Dettagli

La raccolta dei dati

La raccolta dei dati La raccolta dei dati 1. Osservazione 2. Intervista 3. Questionario 4. Tecniche implicite La raccolta dei dati La raccolta dei dati è un aspetto fondamentale nella ricerca, ossia rilevare le variabili che

Dettagli

Report finale sportello Ricomincio da qui

Report finale sportello Ricomincio da qui Report finale sportello Ricomincio da qui Contesto generale del progetto Ricomincio da qui Lo sportello Ricomincio da qui offre supporto e sostegno a tutti coloro che sono residenti a Spinea e cercano

Dettagli

Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati

Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati Tabella 4: Numero di aziende che utilizzano il fondo regionale ogni dieci aziende che si avvalgano del regime assicurativo Area N.ro ogni 10 aziende Nord-Ovest

Dettagli

LE IMPRESE LOMBARDE E DEL NORD-EST E L EVOLUZIONE DELLA COMUNICAZIONE COMMERCIALE

LE IMPRESE LOMBARDE E DEL NORD-EST E L EVOLUZIONE DELLA COMUNICAZIONE COMMERCIALE LE IMPRESE LOMBARDE E DEL NORD-EST E L EVOLUZIONE DELLA COMUNICAZIONE COMMERCIALE sintesi della web research svolta da Astra Ricerche per Adver Performance La ricerca è stata realizzata nel febbraio 2010

Dettagli

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITA ANNO 2013. Incoraggiare l imprenditorialità in Italia e in Europa eliminando la paura di fallire

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITA ANNO 2013. Incoraggiare l imprenditorialità in Italia e in Europa eliminando la paura di fallire RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITA ANNO 2013 Incoraggiare l imprenditorialità in Italia e in Europa eliminando la paura di fallire 1 Anche nel 2013, per il quarto anno consecutivo, Amway l azienda pioniere

Dettagli

2.1. Amministrazioni alle quali è rivolta la proposta. 2.2. Profilo dei destinatari e requisiti di ammissione dei partecipanti

2.1. Amministrazioni alle quali è rivolta la proposta. 2.2. Profilo dei destinatari e requisiti di ammissione dei partecipanti 2. DESTINATARI DEL MASTER 2.1. Amministrazioni alle quali è rivolta la proposta Il Master è rivolto alle Amministrazioni dello Stato, anche a ordinamento autonomo, agli Enti pubblici non economici, alle

Dettagli

La prima pagina uno schema fisso La testata manchette

La prima pagina uno schema fisso La testata manchette IL QUOTIDIANO La prima pagina è la facciata del quotidiano, presenta gli avvenimenti trattati più rilevanti e solitamente sono commentati; gli articoli sono disposti secondo uno schema fisso che ha lo

Dettagli

COMUNE DI PISA DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI AFFARI SOCIALI

COMUNE DI PISA DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI AFFARI SOCIALI COMUNE DI PISA DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI AFFARI SOCIALI REPORT DI RILEVAZIONE DEL GRADIMENTO DEL SERVIZIO EDUCATIVO 0-3 anni Anno Scolastico 2011/12 A cura della Direzione Servizi Educativi - Affari

Dettagli

Codice di autoregolamentazione dell informazione sportiva denominato Codice media e sport

Codice di autoregolamentazione dell informazione sportiva denominato Codice media e sport Codice di autoregolamentazione dell informazione sportiva denominato Codice media e sport PREAMBOLO Le emittenti televisive e radiofoniche e i fornitori di contenuti firmatari o aderenti alle associazioni

Dettagli

OSPEDALE SACRO CUORE DI GESU FATEBENEFRATELLI DI BENEVENTO

OSPEDALE SACRO CUORE DI GESU FATEBENEFRATELLI DI BENEVENTO PROGETTO A.N.M.D.O. DATI ED INDICATORI DI SALA OPERATORIA 2006 2007 DOSSIER DATI 2007 DELL OSPEDALE OSPEDALE SACRO CUORE DI GESU FATEBENEFRATELLI DI BENEVENTO MAGGIO 2008 PROGETTO ANMDO SALE OPERATORIE

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE SARDEGNA

DIREZIONE REGIONALE SARDEGNA DIREZIONE REGIONALE SARDEGNA REPORT RELATIVO ALL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION ESEGUITA PRESSO LA SEDE DI SASSARI e pertinenze (OLBIA) ANNO 2013 RISULTATI FINALI DEL QUESTIONARIO SULLA SODDISFAZIONE

Dettagli

IL CONSUMATORE E IL CREDITO Indagine sul rapporto tra i consumatori e i prodotti di credito al consumo anno 2012

IL CONSUMATORE E IL CREDITO Indagine sul rapporto tra i consumatori e i prodotti di credito al consumo anno 2012 IL CONSUMATORE E IL CREDITO Indagine sul rapporto tra i consumatori e i prodotti di al consumo anno 2012 Il al consumo in Italia Il settore del ai consumatori è regolato dal Testo Unico Bancario, così

Dettagli

Il nuovo sistema dell informazione online: editori tradizionali, Blog e social content. Giacomo Fusina, Human Highway Andrea Santagata, Liquida

Il nuovo sistema dell informazione online: editori tradizionali, Blog e social content. Giacomo Fusina, Human Highway Andrea Santagata, Liquida Il nuovo sistema dell informazione online: editori tradizionali, Blog e social content Giacomo Fusina, Human Highway Andrea Santagata, Liquida Analisi dell informazione online Il contesto analizzato 1.

Dettagli

L OSSERVATORIO. 3 Febbraio 2014 CATEGORIA: POLITICA LA CRISI CHE INFRANGE IL SOGNO EUROPEO

L OSSERVATORIO. 3 Febbraio 2014 CATEGORIA: POLITICA LA CRISI CHE INFRANGE IL SOGNO EUROPEO L OSSERVATORIO 3 Febbraio 2014 CATEGORIA: POLITICA LA CRISI CHE INFRANGE IL SOGNO EUROPEO LA CRISI CHE INFRANGE IL SOGNO EUROPEO 3 Febbraio 2014 E un Europa sospesa tra l essere minaccia e rappresentare

Dettagli

Gli italiani e la trasparenza della Pubblica Amministrazione

Gli italiani e la trasparenza della Pubblica Amministrazione Gli italiani e la trasparenza della Pubblica Amministrazione Metodologia Committente: Ixè + Osservatorio Socialis Soggetto realizzatore: Ixè srl Metodologia: indagine quantitativa campionaria Metodo di

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI Div. VIII PMI e Artigianato Indagine su

Dettagli

Congressi: il punto di vista dalle associazioni MEETINGCONSULTANTS

Congressi: il punto di vista dalle associazioni MEETINGCONSULTANTS Congressi: il punto di vista dalle associazioni Le associazioni protagoniste della meeting industry All interno della meeting industry internazionale le associazioni suscitano grande interesse in quanto

Dettagli

RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO REPORT INDAGINE Provincia di Lecce RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO Dicembre 2013 REPORT: UFFICIO DI STATISICA FONTE DATI: UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO INDICE

Dettagli

- Allegato COMUNICATO STAMPA -

- Allegato COMUNICATO STAMPA - - Allegato COMUNICATO STAMPA - DATI 1^ Ricerca sulla percezione della sicurezza quanto ad EXPO2015, intitolata "EXPO2015: Sicurezza, Continuità, Vigilanza e Tutela dell'esposizione Universale I primi risultati

Dettagli

NEWS OLTRE IL PIL n. 3/2012 Anno II

NEWS OLTRE IL PIL n. 3/2012 Anno II NEWS OLTRE IL PIL n. 3/2012 Anno II Benessere e qualità della vita: dalla misurazione statistica alla percezione dei cittadini Introduzione Oggi la percezione della realtà è un elemento importante di cui

Dettagli

Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014

Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014 Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014 (art. 14 comma 5 - d.lgs 150/2009) sintesi dati Generali, per Area e tipologia di dipendente Le Amministrazioni pubbliche, nella prospettiva di

Dettagli

ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA. Ricerca a cura di Confcommercio Format

ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA. Ricerca a cura di Confcommercio Format ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA Ricerca a cura di Confcommercio Format Milano 22 maggio 2009 Il 73,7% delle imprese avverte un peggioramento della situazione economica

Dettagli

Principali risultati della ricerca

Principali risultati della ricerca 1 Gli italiani e la crisi: disposti ad investire nel miglioramento della casa? Principali risultati della ricerca Milano, Maggio 2011 (Rif. 1412v111) 2 Capitolo 1 Gli italiani e la crisi La quasi totalità

Dettagli

Minori stranieri non accompagnati Secondo Rapporto Anci 2007 Monia Giovannetti

Minori stranieri non accompagnati Secondo Rapporto Anci 2007 Monia Giovannetti stranieri non accompagnati Secondo Rapporto Anci 2007 Monia Giovannetti Dipartimento Immigrazione 7 aprile 2008 L'arrivo di minori stranieri soli sui nostri territori non è un fenomeno nuovo - risale significativamente

Dettagli

ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT

ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT I risultati dell'osservatorio sul Marketing B2B realizzato da CRIBIS D&B con la collaborazione di AISM. ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT

Dettagli

La provincia di Bergamo tra presente e futuro secondo i residenti

La provincia di Bergamo tra presente e futuro secondo i residenti La provincia di Bergamo tra presente e futuro secondo i residenti UNA RICERCA QUANTITATIVA SVOLTA DA ASTRARICERCHE PER CONFINDUSTRIA BERGAMO (gennaio 2011) Questa ricerca COMMISSIONATA AD ASTRARICERCHE

Dettagli

Uno sguardo sul. L Osservatorio web di ISPO Click. Milano, Gennaio 2012

Uno sguardo sul. L Osservatorio web di ISPO Click. Milano, Gennaio 2012 Uno sguardo sul mondo di Twitter L Osservatorio web di ISPO Click Milano, Gennaio 2012 2 Twitter o non Twitter? Aziende e personalità mediatiche sanno bene che la comunicazione nella realtà odierna è ormai

Dettagli

BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI

BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI Il costo per le casse pubbliche non dovrebbe superare i 150 milioni di euro. Secondo un sondaggio della CGIA, negli ultimi 10 anni la quota di spesa

Dettagli

OGNI GIORNO SELEZIONIAMO LE NEWS CHE PARLANO DI TE

OGNI GIORNO SELEZIONIAMO LE NEWS CHE PARLANO DI TE OGNI GIORNO SELEZIONIAMO LE NEWS CHE PARLANO DI TE MISSION Sapere per decidere, conoscere per orientare le scelte, informarsi per agire in modo corretto. In ogni settore, oggi è più che mai è necessario

Dettagli

Scuola Superiore di Giornalismo

Scuola Superiore di Giornalismo Nucleo di Valutazione di Ateneo Scuola Superiore di Giornalismo Rilevazione dell opinione degli studenti sulla didattica Biennio 2005/2007 a.a. 2005/2006 I anno Novembre 2006 a.a. 2005/2006 I anno Il Nucleo

Dettagli

STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE

STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE REPORT INDAGINE Roma, 16 maggio 2102 Comune di Cosenza RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION DEL SERVIZIO Ufficio Relazioni con il Pubblico Strumento n 9: modello report

Dettagli

LE BIOTECNOLOGIE APPLICATE ALLA RICERCA FARMACEUTICA LE CONOSCENZE E GLI ORIENTAMENTI DEGLI ITALIANI E DEI GIOVANI

LE BIOTECNOLOGIE APPLICATE ALLA RICERCA FARMACEUTICA LE CONOSCENZE E GLI ORIENTAMENTI DEGLI ITALIANI E DEI GIOVANI GfK Group e gli orientamenti degli italiani e dei giovani LE BIOTECNOLOGIE APPLICATE ALLA RICERCA FARMACEUTICA LE CONOSCENZE E GLI ORIENTAMENTI DEGLI ITALIANI E DEI GIOVANI Roma, Isabella Cecchini Direttore

Dettagli

MSCEIT Mayer-Salovey-Caruso Emotional Intelligence Test

MSCEIT Mayer-Salovey-Caruso Emotional Intelligence Test Mayer-Salovey-Caruso Emotional Intelligence Test John D. Mayer, Peter Salovey e David R. Caruso Adattamento italiano a cura di Antonella D'Amico e Antonietta Curci RAPPORTO INTERPRETATIVO Nominativo: Codice

Dettagli

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI 1. La rilevazione La rilevazione presso le famiglie con bambini da zero a 3 anni, residenti nei comuni dell Ambito territoriale dei servizi sociali

Dettagli

Trasporti pubblici. Indagine sulla soddisfazione degli utenti. Anno 2009

Trasporti pubblici. Indagine sulla soddisfazione degli utenti. Anno 2009 Trasporti pubblici Indagine sulla soddisfazione degli utenti Anno 2009 a cura di Mirko Dancelli Osservatorio del Nord Ovest, Università di Torino 115 SOMMARIO 2.1. Se dovesse esprimere il Suo livello di

Dettagli

Introduzione 10 INTRODUZIONE

Introduzione 10 INTRODUZIONE Introduzione Il Rapporto 2002 sull Economia romana consente di trarre qualche considerazione positiva sull andamento del sistema produttivo e del tessuto sociale dell area romana. Come si vedrà, da questa

Dettagli

Audiweb pubblica i dati di audience del mese di dicembre 2011 e i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia

Audiweb pubblica i dati di audience del mese di dicembre 2011 e i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia Milano, 31 gennaio 2012 Audiweb pubblica i dati di audience del mese di dicembre 2011 e i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia Cresce del 6,9% rispetto al 2010 la diffusione

Dettagli

Dalla Strategia all Esecuzione Creativa

Dalla Strategia all Esecuzione Creativa Dalla Strategia all Esecuzione Creativa Prof. Bruno Buzzo Docente di Tecnica della Comunicazione Facoltà di Economia - Università di Genova Amministratore Delegato e Condirettore Generale PBCOM S.p.A.

Dettagli

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene.

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene. EDIZIONE osservatorio UBI Banca su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca

Dettagli

GLI ITALIANI E IL SOSTEGNO ALLE ORGANIZZAZIONI NON PROFIT (finanziamento, impegno volontario, donazioni e lasciti)

GLI ITALIANI E IL SOSTEGNO ALLE ORGANIZZAZIONI NON PROFIT (finanziamento, impegno volontario, donazioni e lasciti) GLI ITALIANI E IL SOSTEGNO ALLE ORGANIZZAZIONI NON PROFIT (finanziamento, impegno volontario, donazioni e lasciti) La crisi economico-sociale del nostro Paese determina conseguenze negative anche sulla

Dettagli

Le competenze degli adulti (16-65 anni) in Italia. Primi risultati nazionali dall Indagine PIAAC

Le competenze degli adulti (16-65 anni) in Italia. Primi risultati nazionali dall Indagine PIAAC Le competenze degli adulti (16-65 anni) in Italia. Primi risultati nazionali dall Indagine PIAAC Le competenze degli adulti (16-65 anni): l Italia nello scenario internazionale I risultati dell indagine

Dettagli