per l insegnamento Montatore elettricista / Montatrice elettricista

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "per l insegnamento Montatore elettricista / Montatrice elettricista"

Transcript

1 Verband Schweizerischer Elektro-Installationsfirmen Unione Svizzera degli Installatori Elettricisti Uniun Svizra dals Installaturs Electricists Union Suisse des Installateurs-Electriciens per l insegnamento Montatore elettricista / Montatrice elettricista Parte 1: 1º e 2º anno di Parte 2: 3º e 4º anno di come complemento al regolamento concernente il e l'esame finale di edizione I Commissione per la formazione professionale USIE in collaborazione con AES, SBHI e SMEIV Doc. n AU Copyright USIE Zurigo Zentralsekretariat Segretariato centrale Postfach 2328 Limmatstrasse 63 Secretariat central Fax 8031 Zürich 8005 Zürich Homepage Secrétariat central

2 - 2 - Commento al modello di guida metodica per l'insegnamento per montatore elettricista / montatrice elettricista Alla compilazione di questo modello di guida metodica per l'insegnamento hanno collaborato specialisti del settore dell'installazione elettrica ed insegnanti delle scuole professionali. Il modello rappresenta un complemento al programma d'insegnamento professionale che figura nel regolamento concernente il e l'esame finale di per le professioni di montatore elettricista / montatrice elettricista, pubblicato dall'uffico federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT). L'obiettivo generale ed i campi specifici corrispondono a quelli del programma d'insegnamento professionale articolo 31, conoscenze professionali. Nella scuola professionale, l'insegnamento per gli apprendisti montatore elettricista del primo e secondo anno è di norma impartito in comune con gli apprendisti della professione di disegnatore elettricista. Nel terzo e quarto anno di invece per gli apprendisti montatori elettricisti c'è un insegnamento separato. Gli obiettivi particolari del modello di guida metodica per l'insegnamento completano e descrivono in modo conciso le materie menzionate. Queste informazioni complementari devono aiutare nel loro lavoro sia gli insegnanti delle scuole professionali sia tutti gli altri formatori quali i maestri di e gli istruttori dei corsi di introduzione. Gli elenchi del modello di guida metodica per l'insegnamento non devono essere considerati completi ed esclusivi, bensì devono essere intesi come esempi. Qualora si presentasse la necessità di modificare dei contenuti dell'insegnamento professionale, basterebbe adattare il modello di guida metodica per l'insegnamento, senza dovere operare con pratiche onerose e di lento sviluppo sul regolamento. Ciò però implica che gli adattamenti siano contenuti nel quadro delle materie che figurano nel programma di insegnamento professionale del regolamento concernente il e l'esame finale di. Commissione per la formazione professionale USIE

3 Sommario: Parte1: 1º e 2º anno di per montatore elettricista / montatrice elettricista Matematica (80 lezioni) Nozioni fondamentali di matematica e di geometria Principi di scienze naturali (100 lezioni) Fisica Chimica Conoscenza dei materiali Elettrotecnica (180 lezioni) Nozioni fondamentali di elettrotecnica Disegno professionale (80 lezioni) Disegno di schemi e di piani Telematica (40 lezioni) Principi di telematica Applicazione delle norme e tecnica delle installazioni (40 lezioni) Norme per l esecuzione delle installazioni elettriche (NIBT, OIBT) Spazio libero (40 lezioni) Cultura professionale...13 Parte 2: 3º e 4º anno di per montatore elettricista / montatrice elettricista Elettrotecnica (160 lezioni) Corrente trifase Tecnica della luce Elettronica Sensori e attuatori Tecnica digitale Conoscenza di apparecchi e di macchine Disegno professionale (60 lezioni) Disegnare schemi e piani Telematica (60 lezioni) Dispositivi ed impianti di telematica Applicazione delle norme e tecnica delle installazioni (80 lezioni) Norme per le installazioni a bassa tensione Apparecchi di protezione e materiali per installazioni Spazio libero (40 lezioni) Cultura professionale...22

4 - 4 - Parte1: 1º e 2º anno di per montatore elettricista / montatrice elettricista 311 Matematica (80 lezioni) Nozioni fondamentali di matematica e di geometria Obiettivo generale: Utilizzare le conoscenze matematiche fondamentali per risolvere problemi matematici inerenti alla professione Campi specifici Obiettivo particolare 01 Numeri reali addizionare, sottrarre, moltiplicare e dividere; risolvere espressioni tra parentesi. 02 Equazioni trasformare e risolvere le equazioni di 1 e 2 grado inerenti alla professione, come si presentano nelle materie di questo programma d'insegnamento Potenze di base dieci definire con sicurezza, calcolando con valori numerici grandi e piccoli, l'ordine di grandezza del risultato. 04 Unità di misura citare e trasformare i simboli letterali per i multipli e sottomultipli decimali delle unità. 05 Teorema di Pitagora eseguire calcoli con applicazioni inerenti alla professione Calcolo geometrico calcolare lunghezze, aree, volumi e masse Rappresentazioni grafiche riconoscere i tipi di diagramma, interpretare le rappresentazioni grafiche nel sistema di coordinate ortogonali e disegnarle, in modo autonomo, sulla base di dati; graduazione lineare e non lineare delle coordinate Funzioni trigonometriche determinare gli angoli ed i lati del triangolo rettangolo, avvalendosi delle funzioni trigonometriche di seno, coseno e tangente; rappresentare e spiegare le funzioni di seno e coseno nel cerchio di raggio unitario, nonché disegnare le loro curve. - 2

5 Principi di scienze naturali (100 lezioni) Fisica Obiettivo generale: comprendere i nessi nei capitoli della meccanica e della termologia e applicarli in esempi pratici Campi specifici Obiettivo particolare 01 Cinematica dimostrare i nessi tra spazio, tempo e velocità per moto rettilineo uniforme e moto circolare uniforme e risolvere problemi di calcolo; spiegare l'accelerazione e l'accelerazione di gravità Lavoro meccanico e potenza spiegare i concetti di forza, momento di rotazione, lavoro meccanico e potenza meccanica; risolvere problemi di calcolo in esempi pratici. 03 Pressione idrostatica e dei gas spiegare i concetti della pressione di liquidi e gas Termologia confrontare le scale termometriche Celsius e Kelvin e saperle trasformare; distinguere i concetti di temperatura e di quantità di calore ed attribuirne le unità; spiegare il concetto di capacità termica specifica e risolvere esempi di calcolo; dimostrare in esempi la propagazione del calore (genere di trasmissione del calore); spiegare la dilatazione termica; conoscere gli stati di aggregazione e le loro trasformazioni.

6 Chimica Obiettivo generale: conoscere i concetti ed i processi fondamentali della chimica importanti per la pratica professionale Campi specifici Obiettivo particolare Classificazione delle sostanze distinguere i fenomeni fisici e chimici; distinguere le sostanze pure e le miscele Elementi spiegare il concetto di elemento; spiegare la classificazione degli elementi secondo il sistema periodico Legami chimici distinguere i tipi diversi di reazioni chimiche; dimostrare con esempi pratici le reazioni con ossigeno e carbonio, nonché la loro formazione e le loro proprietà; spiegare con esempi inerenti alla professione le reazioni di ossidazione e di riduzione, nonché di corrosione; spiegare il comportamento elettrico di atomi e ioni e citare esempi; nominare degli elettroliti e descrivere i loro effetti sulle altre sostanze. 04 Prodotti chimici e veleni distinguere le classi di tossicità; conoscere i pericoli derivanti dal trattare i prodotti chimici e veleni e conoscere la loro eliminazione

7 Conoscenza dei materiali Obiettivo generale: apprendere le conoscenze riguardanti proprietà ed impiego di materie prime Campi specifici Obiettivo particolare Classificazione dei materiali distinguere i generi di materiali: metalli, metalloidi, materie plastiche Proprietà dei materiali meccaniche: trazione, compressione, flessione, taglio, torsione; elettriche: conduttore, semiconduttore, non conduttore (isolante); 1 2 conoscere il comportamento termico. 03 Materiali metallici elencare e distinguere le proprietà e l'impiego dei metalli e delle loro leghe Materiali isolanti elettrici elencare e distinguere le proprietà e l'impiego dei materiali isolanti elettrici Smaltimento conoscere le raccomandazioni per lo smaltimento dei materiali. 1 2

8 Elettrotecnica (180 lezioni) Nozioni fondamentali di elettrotecnica Obiettivo generale: conoscere le basi dell elettrotecnica con le relative correlazioni fisiche e chimiche. Utilizzare e interpretare l elettrotecnica nella pratica Campi specifici Obiettivo particolare 01 Elettricità spiegare la natura dell'elettricità basandosi sulla struttura dell'atomo Conduttori nominare i conduttori, i semiconduttori ed i non conduttori più impiegati, nonché elencare le loro proprietà ed applicazioni. 03 Generi di corrente definire le correnti continua ed alternata. 04 Generazione ed effetti nominare i modi di generare la tensione elettrica; nominare e spiegare gli effetti e le applicazioni dell'energia elettrica. 05 Legge di Ohm definire i concetti di tensione, resistenza e corrente nel circuito elettrico ed indicare a memoria le unità più usate; applicare nel calcolo la legge di Ohm. 06 Lavoro, potenza, rendimento spiegare i concetti di lavoro, potenza e rendimento nel circuito a corrente continua e confrontarli con l'equivalenza meccanica e termica, risolvere esempi di calcolo; dimostrare il nesso tra le formule di potenza e la legge di Ohm; calcolare le potenze elettriche sulla base delle letture dei contatori. 07 Resistenza del conduttore calcolare la resistenza dei conduttori e la variazione di resistenza conseguente al riscaldamento.

9 08 Modi di connessione delle resistenze calcolare i rapporti di tensione e corrente nei circuiti collegati in serie ed in parallelo, nonché in semplici circuiti misti ed elencare le applicazioni di questi tipi di circuiti e rappresentarli schematicamente; calcolare la caduta di tensione nelle condutture con resistenza ohmica e spiegarne il significato per dimensionare le condutture; spiegare il modo d'inserire il voltmetro, l'amperometro ed il wattmetro; spiegare il principio dell'ampliamento delle portate di misura; spiegare la misura della resistenza con l'ohmmetro ed il misuratore dell'isolamento. 09 Riscaldamento elettrico spiegare il principio della trasformazione di energia elettrica in energia termica e nominarne le applicazioni; risolvere problemi di calcolo Sorgenti chimiche di tensione spiegare la struttura, il funzionamento e la manutenzione di elementi primari e nominarne le applicazioni; spiegare e calcolare la capacità di sorgenti chimiche di tensione; disegnare schemi di sorgenti chimiche di tensione e calcolarle Magnetismo spiegare la differenza tra materiali magnetici e non magnetici; spiegare le proprietà di sostanze magnetiche dure e magnetiche dolci e nominarne le applicazioni; disegnare il percorso delle linee di campo magnetico dei magneti; dimostrare il nesso tra la direzione della corrente e la direzione del campo magnetico negli elettromagneti e disegnare il percorso del campo magnetico risp. della direzione della corrente; nominare le applicazioni degli elettromagneti e dei magneti permanenti. 12 Induzione descrivere il principio dell'induzione nei generatori e trasformatori e conoscere l'autoinduzione

10 Campo elettrico spiegare il concetto di campo elettrico; descrivere la struttura, i generi ed il funzionamento dei condensatori; 2 2 spiegare il concetto di capacità; disegnare e calcolare circuiti con condensatori. 14 Corrente alternata spiegare la formazione di una tensione alternata e disegnare in grafico il suo andamento nel tempo (sinusoide), costruire il diagramma vettoriale; spiegare le grandezze relative alla corrente alternata come frequenza, durata del periodo, valore massimo e valore efficace; mettere in relazione tra loro il numero di giri, il numero di poli e la frequenza e risolvere esempi di calcolo; spiegare l'effetto di bobine d'induttanza e di condensatori nei circuiti a corrente continua ed a corrente alternata; spiegare, con diagrammi lineare e vettoriale, lo sfasamento tra tensione e corrente nel caso di utilizzatori ohmici, induttivi e capacitivi nella rete a corrente alternata; calcolare dai valori di tensione e corrente le resistenze equivalenti di induttanze e capacità; dimostrare e calcolare i nessi tra le potenze apparente, attiva e reattiva, nonché il fattore di potenza nel triangolo di potenza; conoscere e calcolare le potenze apparente, attiva e reattiva, nonché il fattore di potenza di diversi utilizzatori; spiegare e rappresentare graficamente le possibilità di compensazione della potenza reattiva; spiegare il significato della compensazione con riferimento alla riduzione della corrente. 2 2

11 314 Disegno professionale (80 lezioni) Disegno di schemi e di piani Obiettivo generale: leggere ed interpretare schemi. Progettare schemi di principio e disegnare le condutture nel disegno in pianta di un edificio Campi specifici Obiettivo particolare 01 Disegnare schemi interpretare e disegnare i simboli degli interruttori, delle prese, delle scatole di derivazione e delle lampade; disegnare gli schemi dei circuiti di lampade per locali d'abitazione ed altri locali; spiegare i concetti degli schemi di principio e funzionali, di schema combinato di circuiti e di allacciamento e distinguere nei piani presentati questi tipi di schemi; disegnare ed interpretare schemi d'impianti a corrente debole. 02 Disegnare installazioni inserire nei piani di costruzione le installazioni per abitazioni, nonché disegnare e spiegare gli schemi di principio; inserire il numero dei conduttori Eseguire disegni e leggerli eseguire, leggere ed intrepretare disegni di pezzi di officina professionalmente inerenti alla tecnica d'installazione elettrica

12 Telematica (40 lezioni) Principi di telematica Obiettivo generale: acquisire le conoscenze fondamentali della telematica Campi specifici Obiettivo particolare 01 Principio della trasmissione fonica e trasmissione analogica spiegare il principio della trasmissione fonica: microfono auricolare dispositivi di chiamata fonica Allacciamento di abbonato citare tensioni, correnti e frequenze Dispositivi di selezione distinguere i dispositivi di selezione, le selezioni ad impulsi ed a frequenza fonica Rilevamento dei costi di conversazione conoscere i principi fondamentali della tariffazione ISDN conoscere i principi fondamentali della ISDN Sistemi e reti di trasmissione distinguere i sistemi di trasmissione analogica e digitale. 1 2

13 Applicazione delle norme e tecnica delle installazioni (40 lezioni) Norme per l esecuzione delle installazioni elettriche (NIBT, OIBT) Obiettivo generale: acquisire e applicare nell'attività professionale le conoscenze e le norme usuali per l'esecuzione di installazioni elettriche Campi specifici Obiettivo particolare Campo di validità; scopo e principi fondamentali conoscere le relazioni tra leggi, ordinanze e norme e descrivere sostanzialmente la struttura della Norma per le installazioni a bassa tensione (NIBT) Definizioni terminologiche conoscere la terminologia più importante Misure di protezione conoscere i più importanti sistemi di protezione per persone e cose Spazio libero (40 lezioni) Cultura professionale Obiettivo generale: completare le conoscenze nel campo dei principi tecnici fondamentali generali; approfondire temi attinenti alla professione o apprendere nuove tecnologie e promuovere con applicazioni pluridisciplinari la sua competenza operativa.

14 Parte 2: 3º e 4º anno di per montatore elettricista / montatrice elettricista 313 Elettrotecnica (160 lezioni) Corrente trifase Obiettivo generale: dimostrare di possedere le conoscenze sulla correlazione tra le tecniche delle correnti alternate e trifasi, necessarie per l'esercizio della professione Campi specifici Obiettivo particolare 01 Corrente trifase spiegare come si genera la tensione trifase nell'alternatore e rappresentare l'andamento delle tensioni, avvalendosi dei diagrammi lineare e vettoriale; spiegare come si forma il campo magnetico rotante; definire matematicamente i rapporti di tensione e di corrente nelle connessioni a stella ed a triangolo (sistema simmetrico) di circuiti; dimostrare e calcolare per la corrente trifase i nessi tra le potenze apparente, attiva e reattiva, nonché il fattore di potenza; spiegare con i rapporti delle tensioni il significato del conduttore di neutro nella connessione a stella; giustificare la rete di tensione normale con i conduttori di neutro e di protezione secondo le norme dell'ase; determinare con il calcolo i rapporti di tensione e di corrente per la connessione a stella con il conduttore di neutro e per la connessione a triangolo (asimmetrico); determinare graficamente la corrente del conduttore di neutro; spiegare con i rapporti di tensione il significato del conduttore di neutro nella connessione a stella; giustificare la rete di tensione normale con i conduttori di neutro e di protezione secondo le norme dell'ase; calcolare la potenza e l'energia di utilizzatori a corrente trifase (simmetrica ed asimmetrica). 2 3

15 Tecnica della luce Obiettivo generale: elencare i modi per generare la luce e conoscere i principi della tecnica di illuminazione Campi specidfici Obiettivo particolare 01 Principi fondamentali dimostrare la composizione spettrale della luce; spiegare le grandezze fondamentali della tecnica dell'illuminazione ed attribuire le unità corrispondenti. 02 Grandezze della tecnica della luce calcolare esempi semplici; interpretare i concetti di coefficiente di consumo specifico e quantità di luce emessa Generazione della luce distinguere i diversi tipi usuali di lampade e nominare le loro applicazioni; 2 4 nominare i modi di generazione elettrica della luce. 04 Tecnica d'illuminazione spiegare la causa dell'abbagliamento e le misure per impedirlo; spiegare le grandezze nominali dei trasformatori elettronici e nominare le loro applicazioni; 2 4 spiegare le grandezze nominali degli alimentatori convenzionali ed elettronici e nominare le loro applicazioni; conoscere i generi di lampade, le loro proprietà e gli schemi di connessione.

16 Elettronica Obiettivo generale: citare la funzione e l impiego di componenti elettronici e gli schemi fondamentali Campo specifico Obiettivo particolare 01 Componenti elettronici distinguere i tipi di resistenze e nominare le loro applicazioni; 1 3 spiegare il concetto di semiconduttore; spiegare il funzionamento e nominare le applicazioni di: diodo, transistore, tyristor, triac elementi fotovoltaici; descrivere il concetto IC e dare esempi di applicazione. 02 Schemi elettronici fondamentali conoscere gli schemi fondamentali e le applicazioni dei componenti elettronici Sensori e attuatori Obiettivo generale: conoscere la funzione dei sensori e degli attuatori Campi specifici Obiettivo particolare 01 Apparecchi di controllo, protezione e regolazione spiegare i concetti di sensore e di attuatore; conoscere i tipi usuali di sensori e di attuatori; nominare l'impiego di sensori ed attuatori nella tecnica di comando e di regolazione (per es. SPS o sistema bus).

17 Tecnica digitale Obiettivo generale: conoscere i principi della tecnica digitale, dei comandi con memoria programmabile e dei sistemi bus Campi specifici Obiettivo particolare 01 Concetto spiegare i concetti di analogico e digitale e dare esempi; distinguere i sistemi decimale e binario Funzioni logiche conoscere le funzioni logiche e presentarle schematicamente con esempi; spiegare semplici combinazioni e compilare le corrispondenti tabelle di verità Sistemi di comando spiegare dei circuiti realizzati con comando automatico programmabile; spiegare semplici esempi di comandi automatici programmabili (SPS) per pilotare utilizzatori; sistemi bus: 1 4 spiegare il principio disegnare il cablaggio di principio nominare gli elementi più importanti; elencare gli esempi di applicazione di bus Conoscenza di apparecchi e di macchine Obiettivo generale: spiegare la costruzione, il funzionamento e l impiego di apparecchiature, apparecchi e macchine elettriche Campi specifici Obiettivo particolare 01 Apparecchi calorici e frigoriferi spiegare il funzionamento e l'impiego dei diversi apparecchi elettrici: stufe (a convezione, ad irraggiamento, ad accumulazione) apparecchi di cottura accumulatori d'acqua calda apparecchi refrigeranti pompe termiche Motori spiegare il funzionamento e l'impiego di: motori asincroni trifasi (motori con indotto in corto circuito)

18 motori asincroni monofasi piccoli motori usuali motori universali; spiegare l'avviamento e la regolazione del numero di giri dei motori con indotto in corto circuito. 03 Trasformatori spiegare il funzionamento e l'impiego di: trasformatori monofasi trasformatori trifasi trasformatori elettronici. 04 Strumenti elettrici di misura spiegare il funzionamento degli strumenti convenzionali di misura; spiegare l'applicazione ed il procedimento di misura dei seguenti strumenti ed interpretarne i risultati: strumenti di misura di tensione, di corrente, di resistenza e di potenza luxmetro strumenti per misure secondo OIBT contatori di energia attiva contatori di energia reattiva; spiegare l'impiego e le direttive di allacciamento dei trasformatori di misura Apparecchi a corrente debole spiegare il funzionamento e l'impiego di: relé a corrente continua relé a corrente alternata apparecchi di soneria e di segnalazione.

19 314 Disegno professionale (60 lezioni) Disegnare schemi e piani Obiettivo generale: leggere e interpretare schemi. Disegnare le condutture nel disegno in pianta di un edificio ed aggiungervi gli apparecchi. Leggere e interpretare disegni attinenti alla professione Campi specifici Obiettivo particolare 01 Disegnare schemi disegnare gli schemi per gli apparecchi calorici nonché per il riscaldamento elettrico; disegnare gli schemi d'installazione per impianti di motori con interruttori e con contattori; interpretare gli schemi di allacciamento di semplici impianti elettronici; interpretare schemi di allacciamento d'impianti SDS e di semplici sistemi bus. 02 Disegnare installazioni inserire nei piani di costruzione le installazioni per case unifamiliari, per semplici fabbriche artigianali ed officine, nonché disegnare e spiegare gli schemi di principio; inserire le sezioni dei conduttori, i numeri dei conduttori e le dimensioni dei tubi.

20 Telematica (60 lezioni) Dispositivi ed impianti di telematica Obiettivo generale: citare le conoscenze fondamentali della tecnica attuale di dispositivi e di impianti di telematica, nonché conoscere le regole per la realizzazione di impianti di telecomunicazioni Campi specifici Obiettivo particolare 01 Apparecchiature spiegare con i loro dati tecnici, l'allacciamento, il servizio e le caratteristiche di potenza degli apparecchi; conoscere gli apparecchi complementari e saperli integrare in un impianto; conoscere i concetti e le caratteristiche di potenza di piccoli impianti di commutazione di utente. 02 Sistemi e reti di trasmissione conoscere il quadro generale dei diversi sistemi di trasmissione; conoscere le caratteristiche, i campi di applicazione e le interfacce delle reti convenzionali e ISDN; conoscere le possibilità di chiusura delle reti; conoscere i diversi tipi di cavo e le loro applicazioni (rame e cavi a fibre ottiche) Norme e direttive conoscere e sapere applicare le relative norme e direttive. 04 Comunicazioni a numeri mobili e dispositivi per dati conoscere il principio ed il campo d'impiego della comunicazione a numeri mobili; conoscere gli odierni dispositivi terminali di dati Servizi e servizi aggiunti spiegare ed impiegare i diversi servizi e servizi complementari Disegno di schemi e di piani disegnare la rappresentazione schematica di impianti di telematica; leggere ed interpretare schemi e piani.

21 Applicazione delle norme e tecnica delle installazioni (80 lezioni) Norme per le installazioni a bassa tensione Obiettivo generale: conoscere le nome e applicarle conformemente all attività professionale Campi specifici Obiettivo particolare 01 Ordinanza sugli impianti a bassa tensione (OIBT) Norme per le installazioni a bassa tensione (NIBT) conoscere le relazioni tra le norme e le ordinanze; presentare sostanzialmente le norme; applicazione della norme nell'attività pratica Misure secondo OIBT giudicare i risultati delle misure secondo OIBT Apparecchi di protezione e materiali per installazioni Obiettivo generale: conoscere il funzionamento e l'impiego degli apparecchi in modo da proteggere persone e cose; conoscere le proprietà e l'impiego di materiale per installazioni Campi specifici Obiettivo particolare 01 Apparecchi di protezione conoscere il funzionamento e l'impiego di: 3 3 interruttori automatici di sovracorrente interruttore protettivo a corrente di guasto protezione contro la sovratensione interruttore automatico di rete. 02 Materiali per installazioni conoscere ed impiegare: conduttori, tubi, interruttori e dispositivi d'innesto. 03 Impianti di sostituzione della rete conoscere il principio di funzionamento di: alimentazione statica senza interruzione impianti generatori di corrente di soccorso Impianti di telecommutazione in rete spiegare il principio di funzionamento. 1 4

22 Spazio libero (40 lezioni) Cultura professionale Obiettivo generale: completare le conoscenze nel campo dei principi tecnici fondamentali generali; approfondire temi attinenti alla professione o apprendere nuove tecnologie e promuovere con applicazioni pluridisciplinari la sua competenza operativa.

PROVE STRUTTURATE ASSEGNATE ALLE GARE NAZIONALI PER OPERATORI ELETTRICI

PROVE STRUTTURATE ASSEGNATE ALLE GARE NAZIONALI PER OPERATORI ELETTRICI PROVE STRUTTURATE ASSEGNATE ALLE GARE NAZIONALI PER OPERATORI ELETTRICI IPSIA A. PONTI GALLARATE anno scolastico 2002/2003 BLOCCO TEMATICO: MACCHINE ELETTRICHE MAC01 MAC02 MAC03 MAC04 MAC05 MAC06 MAC07

Dettagli

Programma di Fisica Classe I A AFM a.s. 2014/15

Programma di Fisica Classe I A AFM a.s. 2014/15 Classe I A AFM Il metodo sperimentale. Misurazione e misura. Il Sistema Internazionale Grandezze fondamentali: lunghezza, massa e tempo. Grandezze derivate Unità di misura S.I. : metro, kilogrammo e secondo.

Dettagli

PROGRAMMA DEFINITIVO di Tecnologie Elettrico-Elettroniche e Applicazioni. Docente: VARAGNOLO GIAMPAOLO. Insegnante Tecnico Pratico: ZANINELLO LORIS

PROGRAMMA DEFINITIVO di Tecnologie Elettrico-Elettroniche e Applicazioni. Docente: VARAGNOLO GIAMPAOLO. Insegnante Tecnico Pratico: ZANINELLO LORIS ISTITUTO VERONESE MARCONI Sede di Cavarzere (VE) PROGRAMMA DEFINITIVO di Tecnologie Elettrico-Elettroniche e Applicazioni Docente: VARAGNOLO GIAMPAOLO Insegnante Tecnico Pratico: ZANINELLO LORIS Classe

Dettagli

quale agisce una forza e viceversa. situazioni. applicate a due corpi che interagiscono. Determinare la forza centripeta di un

quale agisce una forza e viceversa. situazioni. applicate a due corpi che interagiscono. Determinare la forza centripeta di un CLASSE Seconda DISCIPLINA Fisica ORE SETTIMANALI 3 TIPO DI PROVA PER GIUDIZIO SOSPESO Test a risposta multipla MODULO U.D Conoscenze Abilità Competenze Enunciato del primo principio della Calcolare l accelerazione

Dettagli

Libri di testo adottati: Elettrotecnica generale HOEPLI di Gaetano Conte;

Libri di testo adottati: Elettrotecnica generale HOEPLI di Gaetano Conte; Libri di testo adottati: Elettrotecnica generale HOEPLI di Gaetano Conte; Obiettivi generali. Macchine Elettriche, HOEPLI di Gaetano Conte; Laboratorio di Macchine Elettriche, HOEPLI di Gaetano Conte;

Dettagli

Norme di rappresentazione grafica di reti e impianti elettrici. Classificazione dei materiali d interesse in relazione alle proprietà elettriche

Norme di rappresentazione grafica di reti e impianti elettrici. Classificazione dei materiali d interesse in relazione alle proprietà elettriche IPIA PLANA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 SEDE PROGRAMMA DI TECNOLOGIE ELETTRICO-ELETTRONICHE E APPLICAZIONI CLASSE 3A MANUTENTORI E ASSISTENZA TECNICA PROF S. SECCIA CONTENUTI Norme di rappresentazione grafica

Dettagli

Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA

Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA Anno: 1 Semestre: 1 Corso integrato: MATEMATICA, FISICA, STATISTICA ED INFORMATICA Disciplina: FISICA MEDICA Docente: Prof.

Dettagli

Direttive. Esame professionale Consulente in sicurezza elettrica con attestato professionale federale. Edizione 2008

Direttive. Esame professionale Consulente in sicurezza elettrica con attestato professionale federale. Edizione 2008 Direttive giusta il regolamento sullo svolgimento degli esami professionali e degli esami professionali superiori nella professione di installatore elettricista e telematica, in seguito chiamato regolamento.

Dettagli

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO CORRENTE CONTINUA: FENOMENI FISICI E PRINCIPI FONDAMENTALI - Richiami sulle unità di misura e sui sistemi di unità di misura. - Cenni sulla struttura e sulle proprietà elettriche della materia. - Le cariche

Dettagli

ISTITUTO TECNICO NAUTICO "L. GIOVANNI LIZZIO PROF. SALVATORE GRASSO PROGRAMMA SVOLTO MODULO 0 : "RICHIAMI RELATIVI AL PRIMO ANNO"

ISTITUTO TECNICO NAUTICO L. GIOVANNI LIZZIO PROF. SALVATORE GRASSO PROGRAMMA SVOLTO MODULO 0 : RICHIAMI RELATIVI AL PRIMO ANNO 1 ISTITUTO TECNICO NAUTICO "L. RIZZO" - RIPOSTO ------------------------------------ ANNO SCOLASTICO : 2014-2015 CLASSE : SECONDA SEZIONE : D MATERIA D'INSEGNAMENTO : FISICA E LABORATORIO DOCENTI : PROF.

Dettagli

ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN - CATANIA

ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN - CATANIA ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN - CATANIA A. S. 2012-2013 ELETTROTECNICA, ELETTRONICA, AUTOMAZIONE CLASSE 3 Sez. C Prof. Fiorio Walter - Prof. Distefano Antonino LIVELLO DI PARTENZA: La classe

Dettagli

Dipartimento di Fisica Programmazione classi seconde Anno scolastico2010-2011

Dipartimento di Fisica Programmazione classi seconde Anno scolastico2010-2011 Liceo Tecnico Chimica Industriale Meccanica Elettrotecnica e Automazione Elettronica e Telecomunicazioni Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Volta Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06087

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO GUSPINI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PIANO DI LAVORO

ISTITUTO PROFESSIONALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO GUSPINI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PIANO DI LAVORO ISTITUTO PROFESSIONALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO GUSPINI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PIANO DI LAVORO MATERIA CLASSE INDIRIZZO DOCENTI TECNOLOGIE ELETTRICO-ELETTRONICHE E APPLICAZIONI III^B (Qualifica

Dettagli

DOCENTI : VINCENZI RICCARDO MATERIA: ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA A.S.: 2014-2015 CLASSE: 3 A-ET

DOCENTI : VINCENZI RICCARDO MATERIA: ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA A.S.: 2014-2015 CLASSE: 3 A-ET : VINCENZI RICCARDO MATERIA: ELETTROTECNICA ED ENZO LUCIO ELETTRONICA A.S.: 2014-2015 CLASSE: 3 A-ET Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 Si No Gli obiettivi disciplinari

Dettagli

Programmazione Modulare

Programmazione Modulare Indirizzo: BIENNIO Programmazione Modulare Disciplina: FISICA Classe: 2 a D Ore settimanali previste: (2 ore Teoria 1 ora Laboratorio) Prerequisiti per l'accesso alla PARTE D: Effetti delle forze. Scomposizione

Dettagli

PIANO DI LAVORO COMUNE

PIANO DI LAVORO COMUNE PIANO DI LAVORO COMUNE Anno Scolastico 2014 2015 Materia: Elettrotecnica ed Elettronica Classe: 4^ elettrotecnici Data di presentazione: 16-09-2014 DOCENTE FIRMA Cottini Marzio Maulini Stefano Pagina 1

Dettagli

ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO NAUTICO C.COLOMBO. CLASSE 3 A sez. 3CI

ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO NAUTICO C.COLOMBO. CLASSE 3 A sez. 3CI CLASSE 3 A sez. 3CI MATERIA: Elettrotecnica, laboratorio 1. Contenuti del corso DOCENTI: SILVANO Stefano FERRARO Silvano Unità didattica 1: Gli strumenti di misura Il concetto di misura, errori di misura

Dettagli

I.T.I.S. M. FARADAY - Programmazione modulare

I.T.I.S. M. FARADAY - Programmazione modulare I.T.I.S. M. FARADAY - Programmazione modulare A.S. 2015/2016 Indirizzo: ELETTROTECNICA Disciplina: ELETTROTECNICA E ELETTRONICA Classe: 5Aes Ore settimanali previste: 5 (2) INSEGNANTI: SCIARRA MAURIZIO

Dettagli

Libri di testo adottati: Macchine Elettriche, HOEPLI di Gaetano Conte;

Libri di testo adottati: Macchine Elettriche, HOEPLI di Gaetano Conte; Libri di testo adottati: Macchine Elettriche, HOEPLI di Gaetano Conte; Obiettivi generali. Laboratorio di Macchine Elettriche, HOEPLI di Gaetano Conte; Manuale di Elettrotecnica e Automazione, Hoepli;

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

Programmazione modulare

Programmazione modulare Programmazione modulare Indirizzo: ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA Disciplina: ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA Docenti: Erbaggio Maria Pia e Iannì Gaetano Classe: IV A e settimanali previste: 6 Prerequisiti

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

CI-Obiettivi determinanti del ramo d' articoli elettrici

CI-Obiettivi determinanti del ramo d' articoli elettrici Der Verband für Stark- und Schwachstrominstallationen, Telekommunikation, IT- und Sicherheitsinstallationen, Anlagenbau, Gebäudetechnik L union pour les installations à courant fort et courant faible,

Dettagli

Ambiente di apprendimento

Ambiente di apprendimento ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA MAIO LINO, PALUMBO GAETANO 3EET Settembre novembre Saper risolvere un circuito elettrico in corrente continua, e saperne valutare i risultati. Saper applicare i teoremi dell

Dettagli

DISCIPLINA: TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI CLASSE DI CONCORSO: A035 - C270

DISCIPLINA: TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI CLASSE DI CONCORSO: A035 - C270 A: Quadri elettrici OBIETTIVI DEL Conoscere i principali apparecchi di comando, segnalazione e protezione degli impianti elettrici. Conoscere il CAD elettrico. Saper descrivere le caratteristiche degli

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

I.T.I.S. Magistri Cumacini. Ricavare il valore di K del conduttore con la relativa unità di misura

I.T.I.S. Magistri Cumacini. Ricavare il valore di K del conduttore con la relativa unità di misura Classe Nome I.T.I.S. Magistri Cumacini Cognome Data ESERCIZIO 1 Un conduttore di un circuito trifase di sezione 4 mm 2 è interessato da una corrente di corto circuito di valore efficace 10 ka per un tempo

Dettagli

elettrotecnico/elettrotecnica

elettrotecnico/elettrotecnica Delibera n. 748 del 24.06.2014 ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di elettrotecnico/elettrotecnica 1. Il profilo professionale 2. Durata e titolo conseguibile 3. Referenziazioni

Dettagli

CORSO DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI ELETTRONICA A.S. 2014-2015 CLASSE III ELN

CORSO DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI ELETTRONICA A.S. 2014-2015 CLASSE III ELN 1. ATOMO MODULI Modelli atomici; Bohr-Sommerfield; Teoria delle bande e classificazione dei materiali; 2. CORRENTE, TENSIONE, RESISTENZA Corrente elettrica; Tensione elettrica; Resistenza elettrica, resistori,

Dettagli

RIFASAMENTO ELETTRICO

RIFASAMENTO ELETTRICO RIFASAMENTO ELETTRICO A cura del prof: Ing. Fusco Ferdinando Indice STUDIO TEORICO pag. 3 PROVA SIMULATA pag.18 PROVA PRATICA IN LABORATORIO pag.23 RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI pag.26 2 STUDIO TEORICO Introduzione

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Statale Cigna - Garelli - Baruffi Sede: IPSIA "F. Garelli" Via Bona n 4 12084 Mondovì (CN) tel.

Istituto d Istruzione Superiore Statale Cigna - Garelli - Baruffi Sede: IPSIA F. Garelli Via Bona n 4 12084 Mondovì (CN) tel. Istituto d Istruzione Superiore Statale Cigna - Garelli - Baruffi Sede: IPSIA "F. Garelli" Via Bona n 4 12084 Mondovì (CN) tel. 0174/42611 A. s. 2013 / 14 Corso: MANUTENZIONE ASSISTENZA TECNICA Materia:

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi corrente alternata trifase ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE ALTERNATA TRIFASE A cura del Prof. M ZIMOTTI DEFINIZIONI 1 2 esercizi corrente alternata trifase STS: sistema trifase simmetrico

Dettagli

Programma svolto di Elettrotecnica, elettronica e automazione. Modulo n 1/ Argomento: Studio di reti in corrente continua

Programma svolto di Elettrotecnica, elettronica e automazione. Modulo n 1/ Argomento: Studio di reti in corrente continua Programma svolto di Elettrotecnica, elettronica e automazione Classe III sez. CR Istituto Tecnico dei Trasporti e Logistica Nautico Colombo di Camogli Docenti: D Alessandro Donato, Ferraro Silvano Testo

Dettagli

Se si osserva un traliccio dell alta tensione si contano tre conduttori.

Se si osserva un traliccio dell alta tensione si contano tre conduttori. SSTEM TRASE Se si osserva un traliccio dell alta tensione si contano tre conduttori. Un elettrodotto (su cui si possono osservare quattro terne di fili ed una cabina elettrica SSTEM TRASE Anche le prese

Dettagli

ET CONTROLLO CORRENTI INDOTTE CORSO PER OPERATORI DI II LIVELLO TOTALE ORE : 88 PARTE 1 - PRINCIPI DEL CONTROLLO CON CORRENTI INDOTTE 1.1) Scopo e limitazioni del metodo di controllo con correnti indotte

Dettagli

Parte A: Descrizione delle competenze di azione

Parte A: Descrizione delle competenze di azione Parte A: Descrizione delle competenze di azione Competenze professionali (P) Competenze metodologiche (M) Competenze sociali e personali (S) Compiti e funzioni aziendali Tecniche di lavoro Senso di responsabilità

Dettagli

PIANO DI LAVORO COMUNE

PIANO DI LAVORO COMUNE PIANO DI LAVORO COMUNE Anno Scolastico 2015 2016 Materia: Elettrotecnica Elettronica Classe: 5^ elettrotecnici DOCENTE FIRMA Cottini Marzio Data di presentazione: 14-09-2015 Pagina 1 di 10 OBIETTIVI D

Dettagli

Elettricista per reti di distribuzione. Regolamento concernente il tirocinio e l esame finale di tirocinio

Elettricista per reti di distribuzione. Regolamento concernente il tirocinio e l esame finale di tirocinio 47406 Elettricista per reti di distribuzione Netzelektriker/Netzelektrikerin Electricien de réseau/electricienne de réseau A. Regolamento concernente il tirocinio e l esame finale di tirocinio B. Programma

Dettagli

Capitolo 10 Macchine elettriche speciali

Capitolo 10 Macchine elettriche speciali Capitolo 10 Macchine elettriche speciali Sezione 10.1: Motori DC senza spazzole Problema 10.1 Macchina sincrona bifase a sei poli a magnete permanente. L ampiezza della tensione di fase a circuito aperto

Dettagli

I.I.S. "PAOLO FRISI"

I.I.S. PAOLO FRISI I.I.S. "PAOLO FRISI" Via Otranto angolo Cittadini, 1-20157 - MILANO www.ipsfrisi.it PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DI FISICA Anno Scolastico:2014-15 CLASSI TUTTE III, IV E V LICEO DOCENTE : _ Rinaldi.

Dettagli

CLASSE 3C ALGEBRA GONIOMETRIA GEOMETRIA GEOMETRIA NEL PIANO RECUPERO PROGRAMMA A.S. PRECEDENTE. CALORIMETRIA e TERMODINAMICA

CLASSE 3C ALGEBRA GONIOMETRIA GEOMETRIA GEOMETRIA NEL PIANO RECUPERO PROGRAMMA A.S. PRECEDENTE. CALORIMETRIA e TERMODINAMICA CLASSE 3C La programmazione didattica per le discipline Matematica e Fisica prevede i temi di seguito elencati. Sia le famiglie che gli alunni hanno quindi possono seguire l agenda dei lavori in classe

Dettagli

Istituto Superiore Cigna Baruffi Garelli, MONDOVI. PROGRAMMA SVOLTO DI FISICA - CLASSE 2^ A EE - Anno scolastico 2014/15

Istituto Superiore Cigna Baruffi Garelli, MONDOVI. PROGRAMMA SVOLTO DI FISICA - CLASSE 2^ A EE - Anno scolastico 2014/15 Istituto Superiore Cigna Baruffi Garelli, MONDOVI PROGRAMMA SVOLTO DI FISICA - CLASSE 2^ A EE - Anno scolastico 2014/15 INSEGNANTI: Massimo Morandini () - Renato Griseri () Testo adottato: "Dentro la fisica,

Dettagli

CONTENUTI PREVENTIVI DELLA PROGRAMMAZIONE

CONTENUTI PREVENTIVI DELLA PROGRAMMAZIONE CONTENUTI PREVENTIVI DELLA PROGRAMMAZIONE TESTI : G. Conte, M. Erbogasto, E. Monastero, G. Ortolani, E. Venturi ELETTROTECNICA, ELETTRONICA ED APPLICAZIONI (vol. 1 e vol.2) - Hoepli Prof. Domenico D Andrea

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA CLASSE: V A Corso Ordinario DOCENTE: STEFANO GARIAZZO ( Paola Frau dal 6/02/2015) La corrente

Dettagli

TECNOLOGIE E DIAGNOSTICA PER LA CONSERVAZIONE E IL RESTAURO PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE DI FISICA A.A. 2015/2016

TECNOLOGIE E DIAGNOSTICA PER LA CONSERVAZIONE E IL RESTAURO PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE DI FISICA A.A. 2015/2016 TECNOLOGIE E DIAGNOSTICA PER LA CONSERVAZIONE E IL RESTAURO PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE DI FISICA A.A. 2015/2016 Docente: GASPARRINI FABIO Testo di riferimento: D. Halliday, R. Resnick, J. Walker,

Dettagli

MATERIA: TECNOLOGIE ELETTRICO-ELETTRONICHE ED APPLICAZIONI

MATERIA: TECNOLOGIE ELETTRICO-ELETTRONICHE ED APPLICAZIONI MATERIA: TECNOLOGIE ELETTRICO-ELETTRONICHE ED APPLICAZIONI PROGRAMMA SVOLTO ANNO SCOLASTICO: 2014-2015 INSEGNANTE: MARCO LAGASIO CLASSE: V A MANUTENTORI FINALITA DELLA DISCIPLINA: Il corso si è proposto

Dettagli

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Per quanto attiene gli impianti connessi alla rete elettrica, vengono qui presentati i criteri di progettazione elettrica dei principali componenti,

Dettagli

per l installazione di linee di collegamento di impianti a corrente debole in zone particolarmente pericolose

per l installazione di linee di collegamento di impianti a corrente debole in zone particolarmente pericolose Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI Direttive per l installazione di linee di collegamento di impianti a corrente debole in zone particolarmente pericolose Autori Johann Kreis, ESTI

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO " L. DA VINCI " Reggio Calabria PROGRAMMA di FISICA Classe II G Anno scolastico 2014/15 Docente: Bagnato Maria

LICEO SCIENTIFICO  L. DA VINCI  Reggio Calabria PROGRAMMA di FISICA Classe II G Anno scolastico 2014/15 Docente: Bagnato Maria LICEO SCIENTIFICO " L. DA VINCI " Reggio Calabria PROGRAMMA di FISICA Classe II G Anno scolastico 2014/15 Docente: Bagnato Maria La velocità Il punto materiale in movimento. I sistemi di riferimento. Il

Dettagli

Diagramma a blocchi del sistema modulare per lo studio della Smart Grid

Diagramma a blocchi del sistema modulare per lo studio della Smart Grid DL SGWD SMART GRID Questo sistema didattico è stato progettato per lo studio e la comprensione dei concetti legati alla gestione intelligente dell energia elettrica. Questo concetto, chiamato Smart Grid,

Dettagli

IMPIANTI ELE L TT T R T IC I I

IMPIANTI ELE L TT T R T IC I I IMPIANTI ELETTRICI 1 CORRENTE ELETTRICA La corrente alternata è caratterizzata da cariche elettriche in moto variabile nel tempo sia in intensità che in direzione. Normalmente la corrente elettrica viene

Dettagli

Temperatura e Calore

Temperatura e Calore Temperatura e Calore 1 Temperatura e Calore Stati di Aggregazione Temperatura Scale Termometriche Dilatazione Termica Il Calore L Equilibrio Termico La Propagazione del Calore I Passaggi di Stato 2 Gli

Dettagli

A BCDEFBCD A AA F AA A A A A

A BCDEFBCD A AA F AA A A A A ABCDEFBCD AAAFAA AAAA AA A AABCDECFDACDDD BBECDCDBBCEC AADDD DCDCDDCDBAD CFCFAADCFACDCD DDCD CEADCEEDDDCDADCE DD CADDDCDDCCBDD DDCBDB DEEDCBECDDA ACBCCECFBD DDBDDCBCCDACA ACCDDDDDC CDDBDDDBABDDD AAECBFCDDFB

Dettagli

RISONANZA. Introduzione. Risonanza Serie.

RISONANZA. Introduzione. Risonanza Serie. RISONANZA Introduzione. Sia data una rete elettrica passiva, con elementi resistivi e reattivi, alimentata con un generatore di tensione sinusoidale a frequenza variabile. La tensione di alimentazione

Dettagli

Programma Svolto. Tecnologie e Tecniche di Installazione e Manutenzione. Classe IIIA

Programma Svolto. Tecnologie e Tecniche di Installazione e Manutenzione. Classe IIIA ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALESSANDRO VOLTA Via Volta, 1 - Tel. : 0785/53024 fax: 0785/52654 - e-mail: isisghilarza@tiscalinet.it - C.M. ORIS00100L - C.F.90027890954 09074 GHILARZA (Oristano)

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI INDUSTRIALI

IMPIANTI ELETTRICI INDUSTRIALI indice ALIMENTATORE TRIFASE ALIMENTATORE CC ALIMENTATORI DL 2102AL DL 2102ALCC MODULI PULSANTE DI EMERGENZA TRE PULSANTI TRE LAMPADE DI SEGNALAZIONE CONTATTORE RELE TERMICO RELE A TEMPO SEZIONATORE SENSORE

Dettagli

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 15 a. Sistemi trifase

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 15 a. Sistemi trifase rincipi di ingegneria elettrica Lezione 15 a Sistemi trifase Teorema di Boucherot La potenza attiva assorbita da un bipolo è uguale alla somma aritmetica delle potenze attive assorbite dagli elementi che

Dettagli

Sovracorrenti e protezione

Sovracorrenti e protezione Sovracorrenti e protezione In un impianto elettrico possono accadere delle situazioni per cui la corrente che fluisce nei conduttori risulta maggiore della corrente nominale. Tali situazioni coincidono

Dettagli

ELEMENTI FORMATIVI DI BASE PER LO STUDIO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI:

ELEMENTI FORMATIVI DI BASE PER LO STUDIO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI: ATTIVITA DIDATTICA Obiettivi specifici della disciplina Requisiti minimi Requisiti per l eccellenza METODO DI LAVORO Metodologia Strumenti e materiali didattici Strategie di recupero Conoscere i fondamenti

Dettagli

Corrente elettrica. Esempio LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA. Cos è la corrente elettrica? Definizione di intensità di corrente elettrica

Corrente elettrica. Esempio LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA. Cos è la corrente elettrica? Definizione di intensità di corrente elettrica Corrente elettrica LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Cos è la corrente elettrica? La corrente elettrica è un flusso di elettroni che si spostano dentro un conduttore dal polo negativo verso il polo positivo

Dettagli

E possibile classificazione i trasduttori in base a diversi criteri, ad esempio: Criterio Trasduttori Caratteristiche

E possibile classificazione i trasduttori in base a diversi criteri, ad esempio: Criterio Trasduttori Caratteristiche PREMESSA In questa lezione verranno illustrate la classificazione delle diverse tipologie di trasduttori utilizzati nei sistemi di controllo industriali ed i loro parametri caratteristici. CLASSIFICAZIONE

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ Modulo SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ Programmazione Moduli Didattici Indirizzo Trasporti e Logistica Ist. Tec. Aeronautico Statale Arturo Ferrarin Via Galermo, 172 95123 Catania (CT) Codice M PMD

Dettagli

sovratensioni Sovratensioni di origine interna Le sovratensioni possono essere: Sovratensioni di origine interna A frequenza di esercizio

sovratensioni Sovratensioni di origine interna Le sovratensioni possono essere: Sovratensioni di origine interna A frequenza di esercizio Le sovratensioni possono essere: sovratensioni Generate internamente all impianto Generate esternamente Sovratensioni di origine interna A frequenza di esercizio A regime oscillatorio A carattere impulsivo

Dettagli

MicroLab TRASFORMATORI DL 10100 TRASFORMATORE TRIFASE DL 10103 TRASFORMATORE MONOFASE

MicroLab TRASFORMATORI DL 10100 TRASFORMATORE TRIFASE DL 10103 TRASFORMATORE MONOFASE TRASFORMATORI Le macchine statiche sono dimensionate per una potenza standard con bassa tensione di lavoro, mentre gli avvolgimenti sono suddivisi in più sezioni per consentire il maggior numero possibile

Dettagli

I.I.S. "MARGHERITA DI SAVOIA" a.s. 20014-2015 LICEO LINGUISTICO classe I BL Programma di MATEMATICA

I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA a.s. 20014-2015 LICEO LINGUISTICO classe I BL Programma di MATEMATICA classe I BL Numeri naturali L insieme dei numeri naturali e le quattro operazioni aritmetiche. Le potenze. Espressioni. Divisibilità, numeri primi. M.C.D. e m.c.m. Numeri interi relativi L insieme dei

Dettagli

GUIDA ALLA PREPARAZIONE DELL ESAME

GUIDA ALLA PREPARAZIONE DELL ESAME GUIDA ALLA PREPARAZIONE DELL ESAME INTRODUZIONE Questa guida è rivolta a tutti gli studenti che intendono sostenere l esame del corso di Macchine e Azionamenti Elettrici in forma orale. I testi consigliati

Dettagli

DIDATTICA PROGRAMMATA A.A. 2015/2016 REGOLAMENTO DIDATTICO PARTE SPECIALE COORTE 2015/2018 INGEGNERIA MECCANICA L-9 SP

DIDATTICA PROGRAMMATA A.A. 2015/2016 REGOLAMENTO DIDATTICO PARTE SPECIALE COORTE 2015/2018 INGEGNERIA MECCANICA L-9 SP DIDATTICA PROGRAMMATA A.A. 2015/2016 REGOLAMENTO DIDATTICO PARTE SPECIALE COORTE 2015/2018 INGEGNERIA MECCANICA 32846 LINGUA INGLESE (CDL) 3 VER. CONOSC. LINGUA STRANIERA Per la Conoscenza di Almeno Una

Dettagli

In una piccola industria di floricoltura, l impianto elettrico per l alimentazione degli uffici

In una piccola industria di floricoltura, l impianto elettrico per l alimentazione degli uffici Esame di Stato di Istituto Professionale Indirizzo: Tecnico delle industrie elettriche Tema di: Elettrotecnica, Elettronica e Applicazioni Luigi Manzo - Giuseppe Gallo In una piccola industria di floricoltura,

Dettagli

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA ELETTROTECNICA

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA ELETTROTECNICA SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA ELETTROTECNICA PROGRAMMA DEL CORSO MACCHINE ELETTRICHE MACCHINE E AZIONAMENTI ELETTRICI Anno Accademico 2014-2015 Docente: Ezio Santini

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO IPIA C.A. DALLA CHIESA OMEGNA PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO classi 4 e 5 MANUTENTORI PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO prof. Massimo M. Bonini MACCHINE PER LA GENERAZIONE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE. SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE. SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Basilio Focaccia via Monticelli (loc. Fuorni) - Salerno PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica Anno scolastico:

Dettagli

Il campo magnetico. 1. Fenomeni magnetici 2. Calcolo del campo magnetico 3. Forze su conduttori percorsi da corrente 4. La forza di Lorentz

Il campo magnetico. 1. Fenomeni magnetici 2. Calcolo del campo magnetico 3. Forze su conduttori percorsi da corrente 4. La forza di Lorentz Il campo magnetico 1. Fenomeni magnetici 2. Calcolo del campo magnetico 3. Forze su conduttori percorsi da corrente 4. La forza di Lorentz 1 Lezione 1 - Fenomeni magnetici I campi magnetici possono essere

Dettagli

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI Corrente e Tensioni Corrente continua Trasformatore a due avvolgimenti con schermo trasformatore di isolamento CEI 14-6 Trasformatore di sicurezza CEI 14-6 Polarità positiva e negativa Convertitori di

Dettagli

CORRENTE ELETTRICA. La grandezza fisica che descrive la corrente elettrica è l intensità di corrente.

CORRENTE ELETTRICA. La grandezza fisica che descrive la corrente elettrica è l intensità di corrente. CORRENTE ELETTRICA Si definisce CORRENTE ELETTRICA un moto ordinato di cariche elettriche. Il moto ordinato è distinto dal moto termico, che è invece disordinato, ed è sovrapposto a questo. Il moto ordinato

Dettagli

Calcolo del rifasamento

Calcolo del rifasamento Rifasamento Dato un sistema (mono/trifase) avente potenza attiva P, con un certo f.d.p. e alimentato con una tensione concatenata V, si può osservare che: fissata la potenza attiva P, la potenza apparente

Dettagli

IL COLLAUDO DELL'IMPIANTO FOTOVOLTAICO

IL COLLAUDO DELL'IMPIANTO FOTOVOLTAICO IL COLLAUDO DELL'IMPIANTO FOTOVOLTAICO Una volta terminata la fase d'installazione dell'impianto, bisogna effettuare il collaudo dello stesso per verificarne il corretto funzionamento. Il certificato di

Dettagli

PROGETTARE L IMPIANTO ELETTRICO

PROGETTARE L IMPIANTO ELETTRICO Luciano Luciani PROGETTARE L IMPIANTO ELETTRICO DAL DIMENSIONAMENTO ALLA DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO AGGIORNATO ALLE NORME VIGENTI, ALLA VARIANTE V3 DELLA CEI 64-8, ALLE NUOVE PUBBLICAZIONI SUGLI IMPIANTI

Dettagli

Correnti di corto circuito

Correnti di corto circuito Correnti di corto circuito Definizioni Cortocircuito: - Contatto accidentale o intenzionale, di resistenza o impedenza relativamente basse, tra due o più punti a diversa tensione di un circuito. (VEI 151-03-41).

Dettagli

OBIETTIVI MINIMI MATEMATICA PER IL LICEO SCIENTIFICO E PER IL LICEO SCIENTIFICO INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE CLASSE I Operare con gli insiemi, operare

OBIETTIVI MINIMI MATEMATICA PER IL LICEO SCIENTIFICO E PER IL LICEO SCIENTIFICO INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE CLASSE I Operare con gli insiemi, operare OBIETTIVI MINIMI MATEMATICA PER IL LICEO SCIENTIFICO E PER IL LICEO SCIENTIFICO INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE CLASSE I Operare con gli insiemi, operare negli insiemi numerici N, Z, Q, calcolare espressioni,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI T.T.I.M. CLASSE IV. Opzione Manutentore Impianti Elettrici e Domotici

PROGRAMMAZIONE DI T.T.I.M. CLASSE IV. Opzione Manutentore Impianti Elettrici e Domotici PROGRAMMAZIONE DI T.T.I.M. (TECNOLOGIE E TECNICHE DELL'INSTALLAZIONE E DELLA MANUTENZIONE ) CLASSE IV Opzione Manutentore Impianti Elettrici e Domotici 1 0 SICUREZZA Normativa fondamentale sulla sicurezza

Dettagli

Come ottengo la CORRENTE ELETTRICA

Come ottengo la CORRENTE ELETTRICA COS È L ELETTRICITÀ Come ottengo la CORRENTE ELETTRICA si produce con i generatori di corrente che possono essere chimici, meccanici oppure utilizzare l'energia del sole Generatori meccanici che producono

Dettagli

LICEO STATALE TERESA CICERI COMO 11 settembre 2012 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI FISICA A. S. 2012/2013

LICEO STATALE TERESA CICERI COMO 11 settembre 2012 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI FISICA A. S. 2012/2013 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI FISICA A. S. 2012/2013 TRIENNIO BROCCA LICEO SOCIO PSICO - PEDAGOGICO TRIENNIO BROCCA LICEO LINGUISTICO FINALITA GENERALI Il Progetto Brocca individua le seguenti finalità

Dettagli

Facoltà di Medicina e Chirurgia - Corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Odontoiatria e Protesi Dentaria. Università degli Studi dell Insubria

Facoltà di Medicina e Chirurgia - Corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Odontoiatria e Protesi Dentaria. Università degli Studi dell Insubria Università degli Studi dell Insubria Corso integrato: FISICA E STATISTICA Disciplina: FISICA MEDICA Docente: Dott. Raffaele NOVARIO Recapito: raffaele.novario@uninsubria.it Orario ricevimento: Da concordare

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO PREMESSA DISCIPLINARE

PROGRAMMA PREVENTIVO PREMESSA DISCIPLINARE COD. Progr.Prev. PAGINA: 1 PROGRAMMA PREVENTIVO A.S. 2014/15 SCUOLA LICEO LINGUISTICO A. MANZONI DOCENTE: CRISTINA FRESCURA MATERIA: FISICA Classe 5 Sezione B FINALITÀ DELLA DISCIPLINA PREMESSA DISCIPLINARE

Dettagli

OPENLAB APPLICAZIONI

OPENLAB APPLICAZIONI IL SISTEMA DL 10280 È COSTITUITO DA UN KIT DI COMPONENTI ADATTO PER ASSEMBLARE LE MACCHINE ELETTRICHE ROTANTI, SIA PER CORRENTE CONTINUA CHE PER CORRENTE ALTERNATA. CONSENTE ALLO STUDENTE UNA REALIZZAZIONE

Dettagli

CLASSE PRIMA A. I..I.S. via Silvestri,301 Plesso A.Volta Programma di Fisica e Laboratorio Programma Attività Didattiche svolte A.S.

CLASSE PRIMA A. I..I.S. via Silvestri,301 Plesso A.Volta Programma di Fisica e Laboratorio Programma Attività Didattiche svolte A.S. CLASSE PRIMA A I..I.S. via Silvestri,301 Plesso A.Volta Programma di Fisica e Laboratorio Programma Attività Didattiche svolte Materia A.S.2014/2015 FISICA e Laboratorio di Fisica Unità 2- Strumenti matematici:

Dettagli

Le misure di energia elettrica

Le misure di energia elettrica Le misure di energia elettrica Ing. Marco Laracca Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Misure di energia elettrica La misura

Dettagli

PARTE TERZA INSTALLAZIONE

PARTE TERZA INSTALLAZIONE PARTE TERZA INSTALLAZIONE 57 58 Lo scopo della presente sezione è di fornire una guida generale all installazione dei cavi elettrici energia ad isolamento minerale; i sistemi d installazione, i materiali

Dettagli

Geogreen. Questo il core business di Geogreen.

Geogreen. Questo il core business di Geogreen. Geogreen con le sue aziende GeoEnergie SpA e Geogreen SpA si presenta oggi come uno dei più qualificati fornitori di un sistema integrato di prodotti e di servizi: dalla fornitura di Energia Elettrica,

Dettagli

I sistemi elettrici: lezione introduttiva. Prof.ssa Maria Dicorato

I sistemi elettrici: lezione introduttiva. Prof.ssa Maria Dicorato I sistemi elettrici: lezione introduttiva Prof.ssa Maria Dicorato La produzione di energia elettrica L insieme dei mezzi di produzione, denominato centrali elettriche, nei quali avviene la trasformazione

Dettagli

MACCHINE ELETTRICHE ROTANTI IN CORRENTE ALTERNATA

MACCHINE ELETTRICHE ROTANTI IN CORRENTE ALTERNATA RICHIAMI SUI SISTEMI TRIFASE E SUI TRASFORMATORI - Ripasso generale sui sistemi trifase. - Ripasso generale sulle misure di potenza nei sistemi trifase. - Ripasso generale sui trasformatori monofase e

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

L avviamento dei motori asincroni

L avviamento dei motori asincroni L avviamento dei motori asincroni Un problema rilevante è quello dell avviamento dei motori. Nei motori asincroni infatti, durante l avviamento, circolano nel motore correnti notevoli sia perché la resistenza

Dettagli

Determinazione diretta delle caratteristiche di funzionamento di un motore asincrono trifase

Determinazione diretta delle caratteristiche di funzionamento di un motore asincrono trifase Determinazione diretta delle caratteristiche di funzionamento di un motore asincrono trifase La prova di laboratorio considerata consente di determinare le prestazioni dei motori ad induzione con il metodo

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

Motori asincroni monofase

Motori asincroni monofase Motori asincroni monofase Pubblicato il: 30/07/2003 Aggiornato al: 30/07/2003 di Massimo Barezzi I motori asincroni monofase possono essere utilizzati nelle più svariate applicazioni, in particolare nell'ambito

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN.

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN. PIANO DI LAVORO DELLA DISCIPLINA: FISICA CLASSI: TERZE CORSO: LICEO SCIENTIFICO AS 2014-2015 Linee generali dell insegnamento della fisica nel liceo scientifico, da indicazioni ministeriali In particolare

Dettagli

Guida tecnica N. 7. Il dimensionamento di un azionamento

Guida tecnica N. 7. Il dimensionamento di un azionamento Guida tecnica N. 7 Il dimensionamento di un azionamento 2 Guida tecnica N. 7 - Il dimensionamento di un azionamento Indice 1. Introduzione... 5 2. L azionamento... 6 3. Descrizione generale di una procedura

Dettagli

Definizione. Indice. La resistenza è data da: dove: di 9 07/06/2010 12.26. 1 Definizione. 2 Resistenza di un filo conduttore

Definizione. Indice. La resistenza è data da: dove: di 9 07/06/2010 12.26. 1 Definizione. 2 Resistenza di un filo conduttore La resistenza elettrica è una grandezza fisica scalare che misura la tendenza di un conduttore ad opporsi al passaggio di una corrente elettrica quando è sottoposto ad una tensione Questa opposizione dipende

Dettagli