per l insegnamento Montatore elettricista / Montatrice elettricista

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "per l insegnamento Montatore elettricista / Montatrice elettricista"

Transcript

1 Verband Schweizerischer Elektro-Installationsfirmen Unione Svizzera degli Installatori Elettricisti Uniun Svizra dals Installaturs Electricists Union Suisse des Installateurs-Electriciens per l insegnamento Montatore elettricista / Montatrice elettricista Parte 1: 1º e 2º anno di Parte 2: 3º e 4º anno di come complemento al regolamento concernente il e l'esame finale di edizione I Commissione per la formazione professionale USIE in collaborazione con AES, SBHI e SMEIV Doc. n AU Copyright USIE Zurigo Zentralsekretariat Segretariato centrale Postfach 2328 Limmatstrasse 63 Secretariat central Fax 8031 Zürich 8005 Zürich Homepage Secrétariat central

2 - 2 - Commento al modello di guida metodica per l'insegnamento per montatore elettricista / montatrice elettricista Alla compilazione di questo modello di guida metodica per l'insegnamento hanno collaborato specialisti del settore dell'installazione elettrica ed insegnanti delle scuole professionali. Il modello rappresenta un complemento al programma d'insegnamento professionale che figura nel regolamento concernente il e l'esame finale di per le professioni di montatore elettricista / montatrice elettricista, pubblicato dall'uffico federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT). L'obiettivo generale ed i campi specifici corrispondono a quelli del programma d'insegnamento professionale articolo 31, conoscenze professionali. Nella scuola professionale, l'insegnamento per gli apprendisti montatore elettricista del primo e secondo anno è di norma impartito in comune con gli apprendisti della professione di disegnatore elettricista. Nel terzo e quarto anno di invece per gli apprendisti montatori elettricisti c'è un insegnamento separato. Gli obiettivi particolari del modello di guida metodica per l'insegnamento completano e descrivono in modo conciso le materie menzionate. Queste informazioni complementari devono aiutare nel loro lavoro sia gli insegnanti delle scuole professionali sia tutti gli altri formatori quali i maestri di e gli istruttori dei corsi di introduzione. Gli elenchi del modello di guida metodica per l'insegnamento non devono essere considerati completi ed esclusivi, bensì devono essere intesi come esempi. Qualora si presentasse la necessità di modificare dei contenuti dell'insegnamento professionale, basterebbe adattare il modello di guida metodica per l'insegnamento, senza dovere operare con pratiche onerose e di lento sviluppo sul regolamento. Ciò però implica che gli adattamenti siano contenuti nel quadro delle materie che figurano nel programma di insegnamento professionale del regolamento concernente il e l'esame finale di. Commissione per la formazione professionale USIE

3 Sommario: Parte1: 1º e 2º anno di per montatore elettricista / montatrice elettricista Matematica (80 lezioni) Nozioni fondamentali di matematica e di geometria Principi di scienze naturali (100 lezioni) Fisica Chimica Conoscenza dei materiali Elettrotecnica (180 lezioni) Nozioni fondamentali di elettrotecnica Disegno professionale (80 lezioni) Disegno di schemi e di piani Telematica (40 lezioni) Principi di telematica Applicazione delle norme e tecnica delle installazioni (40 lezioni) Norme per l esecuzione delle installazioni elettriche (NIBT, OIBT) Spazio libero (40 lezioni) Cultura professionale...13 Parte 2: 3º e 4º anno di per montatore elettricista / montatrice elettricista Elettrotecnica (160 lezioni) Corrente trifase Tecnica della luce Elettronica Sensori e attuatori Tecnica digitale Conoscenza di apparecchi e di macchine Disegno professionale (60 lezioni) Disegnare schemi e piani Telematica (60 lezioni) Dispositivi ed impianti di telematica Applicazione delle norme e tecnica delle installazioni (80 lezioni) Norme per le installazioni a bassa tensione Apparecchi di protezione e materiali per installazioni Spazio libero (40 lezioni) Cultura professionale...22

4 - 4 - Parte1: 1º e 2º anno di per montatore elettricista / montatrice elettricista 311 Matematica (80 lezioni) Nozioni fondamentali di matematica e di geometria Obiettivo generale: Utilizzare le conoscenze matematiche fondamentali per risolvere problemi matematici inerenti alla professione Campi specifici Obiettivo particolare 01 Numeri reali addizionare, sottrarre, moltiplicare e dividere; risolvere espressioni tra parentesi. 02 Equazioni trasformare e risolvere le equazioni di 1 e 2 grado inerenti alla professione, come si presentano nelle materie di questo programma d'insegnamento Potenze di base dieci definire con sicurezza, calcolando con valori numerici grandi e piccoli, l'ordine di grandezza del risultato. 04 Unità di misura citare e trasformare i simboli letterali per i multipli e sottomultipli decimali delle unità. 05 Teorema di Pitagora eseguire calcoli con applicazioni inerenti alla professione Calcolo geometrico calcolare lunghezze, aree, volumi e masse Rappresentazioni grafiche riconoscere i tipi di diagramma, interpretare le rappresentazioni grafiche nel sistema di coordinate ortogonali e disegnarle, in modo autonomo, sulla base di dati; graduazione lineare e non lineare delle coordinate Funzioni trigonometriche determinare gli angoli ed i lati del triangolo rettangolo, avvalendosi delle funzioni trigonometriche di seno, coseno e tangente; rappresentare e spiegare le funzioni di seno e coseno nel cerchio di raggio unitario, nonché disegnare le loro curve. - 2

5 Principi di scienze naturali (100 lezioni) Fisica Obiettivo generale: comprendere i nessi nei capitoli della meccanica e della termologia e applicarli in esempi pratici Campi specifici Obiettivo particolare 01 Cinematica dimostrare i nessi tra spazio, tempo e velocità per moto rettilineo uniforme e moto circolare uniforme e risolvere problemi di calcolo; spiegare l'accelerazione e l'accelerazione di gravità Lavoro meccanico e potenza spiegare i concetti di forza, momento di rotazione, lavoro meccanico e potenza meccanica; risolvere problemi di calcolo in esempi pratici. 03 Pressione idrostatica e dei gas spiegare i concetti della pressione di liquidi e gas Termologia confrontare le scale termometriche Celsius e Kelvin e saperle trasformare; distinguere i concetti di temperatura e di quantità di calore ed attribuirne le unità; spiegare il concetto di capacità termica specifica e risolvere esempi di calcolo; dimostrare in esempi la propagazione del calore (genere di trasmissione del calore); spiegare la dilatazione termica; conoscere gli stati di aggregazione e le loro trasformazioni.

6 Chimica Obiettivo generale: conoscere i concetti ed i processi fondamentali della chimica importanti per la pratica professionale Campi specifici Obiettivo particolare Classificazione delle sostanze distinguere i fenomeni fisici e chimici; distinguere le sostanze pure e le miscele Elementi spiegare il concetto di elemento; spiegare la classificazione degli elementi secondo il sistema periodico Legami chimici distinguere i tipi diversi di reazioni chimiche; dimostrare con esempi pratici le reazioni con ossigeno e carbonio, nonché la loro formazione e le loro proprietà; spiegare con esempi inerenti alla professione le reazioni di ossidazione e di riduzione, nonché di corrosione; spiegare il comportamento elettrico di atomi e ioni e citare esempi; nominare degli elettroliti e descrivere i loro effetti sulle altre sostanze. 04 Prodotti chimici e veleni distinguere le classi di tossicità; conoscere i pericoli derivanti dal trattare i prodotti chimici e veleni e conoscere la loro eliminazione

7 Conoscenza dei materiali Obiettivo generale: apprendere le conoscenze riguardanti proprietà ed impiego di materie prime Campi specifici Obiettivo particolare Classificazione dei materiali distinguere i generi di materiali: metalli, metalloidi, materie plastiche Proprietà dei materiali meccaniche: trazione, compressione, flessione, taglio, torsione; elettriche: conduttore, semiconduttore, non conduttore (isolante); 1 2 conoscere il comportamento termico. 03 Materiali metallici elencare e distinguere le proprietà e l'impiego dei metalli e delle loro leghe Materiali isolanti elettrici elencare e distinguere le proprietà e l'impiego dei materiali isolanti elettrici Smaltimento conoscere le raccomandazioni per lo smaltimento dei materiali. 1 2

8 Elettrotecnica (180 lezioni) Nozioni fondamentali di elettrotecnica Obiettivo generale: conoscere le basi dell elettrotecnica con le relative correlazioni fisiche e chimiche. Utilizzare e interpretare l elettrotecnica nella pratica Campi specifici Obiettivo particolare 01 Elettricità spiegare la natura dell'elettricità basandosi sulla struttura dell'atomo Conduttori nominare i conduttori, i semiconduttori ed i non conduttori più impiegati, nonché elencare le loro proprietà ed applicazioni. 03 Generi di corrente definire le correnti continua ed alternata. 04 Generazione ed effetti nominare i modi di generare la tensione elettrica; nominare e spiegare gli effetti e le applicazioni dell'energia elettrica. 05 Legge di Ohm definire i concetti di tensione, resistenza e corrente nel circuito elettrico ed indicare a memoria le unità più usate; applicare nel calcolo la legge di Ohm. 06 Lavoro, potenza, rendimento spiegare i concetti di lavoro, potenza e rendimento nel circuito a corrente continua e confrontarli con l'equivalenza meccanica e termica, risolvere esempi di calcolo; dimostrare il nesso tra le formule di potenza e la legge di Ohm; calcolare le potenze elettriche sulla base delle letture dei contatori. 07 Resistenza del conduttore calcolare la resistenza dei conduttori e la variazione di resistenza conseguente al riscaldamento.

9 08 Modi di connessione delle resistenze calcolare i rapporti di tensione e corrente nei circuiti collegati in serie ed in parallelo, nonché in semplici circuiti misti ed elencare le applicazioni di questi tipi di circuiti e rappresentarli schematicamente; calcolare la caduta di tensione nelle condutture con resistenza ohmica e spiegarne il significato per dimensionare le condutture; spiegare il modo d'inserire il voltmetro, l'amperometro ed il wattmetro; spiegare il principio dell'ampliamento delle portate di misura; spiegare la misura della resistenza con l'ohmmetro ed il misuratore dell'isolamento. 09 Riscaldamento elettrico spiegare il principio della trasformazione di energia elettrica in energia termica e nominarne le applicazioni; risolvere problemi di calcolo Sorgenti chimiche di tensione spiegare la struttura, il funzionamento e la manutenzione di elementi primari e nominarne le applicazioni; spiegare e calcolare la capacità di sorgenti chimiche di tensione; disegnare schemi di sorgenti chimiche di tensione e calcolarle Magnetismo spiegare la differenza tra materiali magnetici e non magnetici; spiegare le proprietà di sostanze magnetiche dure e magnetiche dolci e nominarne le applicazioni; disegnare il percorso delle linee di campo magnetico dei magneti; dimostrare il nesso tra la direzione della corrente e la direzione del campo magnetico negli elettromagneti e disegnare il percorso del campo magnetico risp. della direzione della corrente; nominare le applicazioni degli elettromagneti e dei magneti permanenti. 12 Induzione descrivere il principio dell'induzione nei generatori e trasformatori e conoscere l'autoinduzione

10 Campo elettrico spiegare il concetto di campo elettrico; descrivere la struttura, i generi ed il funzionamento dei condensatori; 2 2 spiegare il concetto di capacità; disegnare e calcolare circuiti con condensatori. 14 Corrente alternata spiegare la formazione di una tensione alternata e disegnare in grafico il suo andamento nel tempo (sinusoide), costruire il diagramma vettoriale; spiegare le grandezze relative alla corrente alternata come frequenza, durata del periodo, valore massimo e valore efficace; mettere in relazione tra loro il numero di giri, il numero di poli e la frequenza e risolvere esempi di calcolo; spiegare l'effetto di bobine d'induttanza e di condensatori nei circuiti a corrente continua ed a corrente alternata; spiegare, con diagrammi lineare e vettoriale, lo sfasamento tra tensione e corrente nel caso di utilizzatori ohmici, induttivi e capacitivi nella rete a corrente alternata; calcolare dai valori di tensione e corrente le resistenze equivalenti di induttanze e capacità; dimostrare e calcolare i nessi tra le potenze apparente, attiva e reattiva, nonché il fattore di potenza nel triangolo di potenza; conoscere e calcolare le potenze apparente, attiva e reattiva, nonché il fattore di potenza di diversi utilizzatori; spiegare e rappresentare graficamente le possibilità di compensazione della potenza reattiva; spiegare il significato della compensazione con riferimento alla riduzione della corrente. 2 2

11 314 Disegno professionale (80 lezioni) Disegno di schemi e di piani Obiettivo generale: leggere ed interpretare schemi. Progettare schemi di principio e disegnare le condutture nel disegno in pianta di un edificio Campi specifici Obiettivo particolare 01 Disegnare schemi interpretare e disegnare i simboli degli interruttori, delle prese, delle scatole di derivazione e delle lampade; disegnare gli schemi dei circuiti di lampade per locali d'abitazione ed altri locali; spiegare i concetti degli schemi di principio e funzionali, di schema combinato di circuiti e di allacciamento e distinguere nei piani presentati questi tipi di schemi; disegnare ed interpretare schemi d'impianti a corrente debole. 02 Disegnare installazioni inserire nei piani di costruzione le installazioni per abitazioni, nonché disegnare e spiegare gli schemi di principio; inserire il numero dei conduttori Eseguire disegni e leggerli eseguire, leggere ed intrepretare disegni di pezzi di officina professionalmente inerenti alla tecnica d'installazione elettrica

12 Telematica (40 lezioni) Principi di telematica Obiettivo generale: acquisire le conoscenze fondamentali della telematica Campi specifici Obiettivo particolare 01 Principio della trasmissione fonica e trasmissione analogica spiegare il principio della trasmissione fonica: microfono auricolare dispositivi di chiamata fonica Allacciamento di abbonato citare tensioni, correnti e frequenze Dispositivi di selezione distinguere i dispositivi di selezione, le selezioni ad impulsi ed a frequenza fonica Rilevamento dei costi di conversazione conoscere i principi fondamentali della tariffazione ISDN conoscere i principi fondamentali della ISDN Sistemi e reti di trasmissione distinguere i sistemi di trasmissione analogica e digitale. 1 2

13 Applicazione delle norme e tecnica delle installazioni (40 lezioni) Norme per l esecuzione delle installazioni elettriche (NIBT, OIBT) Obiettivo generale: acquisire e applicare nell'attività professionale le conoscenze e le norme usuali per l'esecuzione di installazioni elettriche Campi specifici Obiettivo particolare Campo di validità; scopo e principi fondamentali conoscere le relazioni tra leggi, ordinanze e norme e descrivere sostanzialmente la struttura della Norma per le installazioni a bassa tensione (NIBT) Definizioni terminologiche conoscere la terminologia più importante Misure di protezione conoscere i più importanti sistemi di protezione per persone e cose Spazio libero (40 lezioni) Cultura professionale Obiettivo generale: completare le conoscenze nel campo dei principi tecnici fondamentali generali; approfondire temi attinenti alla professione o apprendere nuove tecnologie e promuovere con applicazioni pluridisciplinari la sua competenza operativa.

14 Parte 2: 3º e 4º anno di per montatore elettricista / montatrice elettricista 313 Elettrotecnica (160 lezioni) Corrente trifase Obiettivo generale: dimostrare di possedere le conoscenze sulla correlazione tra le tecniche delle correnti alternate e trifasi, necessarie per l'esercizio della professione Campi specifici Obiettivo particolare 01 Corrente trifase spiegare come si genera la tensione trifase nell'alternatore e rappresentare l'andamento delle tensioni, avvalendosi dei diagrammi lineare e vettoriale; spiegare come si forma il campo magnetico rotante; definire matematicamente i rapporti di tensione e di corrente nelle connessioni a stella ed a triangolo (sistema simmetrico) di circuiti; dimostrare e calcolare per la corrente trifase i nessi tra le potenze apparente, attiva e reattiva, nonché il fattore di potenza; spiegare con i rapporti delle tensioni il significato del conduttore di neutro nella connessione a stella; giustificare la rete di tensione normale con i conduttori di neutro e di protezione secondo le norme dell'ase; determinare con il calcolo i rapporti di tensione e di corrente per la connessione a stella con il conduttore di neutro e per la connessione a triangolo (asimmetrico); determinare graficamente la corrente del conduttore di neutro; spiegare con i rapporti di tensione il significato del conduttore di neutro nella connessione a stella; giustificare la rete di tensione normale con i conduttori di neutro e di protezione secondo le norme dell'ase; calcolare la potenza e l'energia di utilizzatori a corrente trifase (simmetrica ed asimmetrica). 2 3

15 Tecnica della luce Obiettivo generale: elencare i modi per generare la luce e conoscere i principi della tecnica di illuminazione Campi specidfici Obiettivo particolare 01 Principi fondamentali dimostrare la composizione spettrale della luce; spiegare le grandezze fondamentali della tecnica dell'illuminazione ed attribuire le unità corrispondenti. 02 Grandezze della tecnica della luce calcolare esempi semplici; interpretare i concetti di coefficiente di consumo specifico e quantità di luce emessa Generazione della luce distinguere i diversi tipi usuali di lampade e nominare le loro applicazioni; 2 4 nominare i modi di generazione elettrica della luce. 04 Tecnica d'illuminazione spiegare la causa dell'abbagliamento e le misure per impedirlo; spiegare le grandezze nominali dei trasformatori elettronici e nominare le loro applicazioni; 2 4 spiegare le grandezze nominali degli alimentatori convenzionali ed elettronici e nominare le loro applicazioni; conoscere i generi di lampade, le loro proprietà e gli schemi di connessione.

16 Elettronica Obiettivo generale: citare la funzione e l impiego di componenti elettronici e gli schemi fondamentali Campo specifico Obiettivo particolare 01 Componenti elettronici distinguere i tipi di resistenze e nominare le loro applicazioni; 1 3 spiegare il concetto di semiconduttore; spiegare il funzionamento e nominare le applicazioni di: diodo, transistore, tyristor, triac elementi fotovoltaici; descrivere il concetto IC e dare esempi di applicazione. 02 Schemi elettronici fondamentali conoscere gli schemi fondamentali e le applicazioni dei componenti elettronici Sensori e attuatori Obiettivo generale: conoscere la funzione dei sensori e degli attuatori Campi specifici Obiettivo particolare 01 Apparecchi di controllo, protezione e regolazione spiegare i concetti di sensore e di attuatore; conoscere i tipi usuali di sensori e di attuatori; nominare l'impiego di sensori ed attuatori nella tecnica di comando e di regolazione (per es. SPS o sistema bus).

17 Tecnica digitale Obiettivo generale: conoscere i principi della tecnica digitale, dei comandi con memoria programmabile e dei sistemi bus Campi specifici Obiettivo particolare 01 Concetto spiegare i concetti di analogico e digitale e dare esempi; distinguere i sistemi decimale e binario Funzioni logiche conoscere le funzioni logiche e presentarle schematicamente con esempi; spiegare semplici combinazioni e compilare le corrispondenti tabelle di verità Sistemi di comando spiegare dei circuiti realizzati con comando automatico programmabile; spiegare semplici esempi di comandi automatici programmabili (SPS) per pilotare utilizzatori; sistemi bus: 1 4 spiegare il principio disegnare il cablaggio di principio nominare gli elementi più importanti; elencare gli esempi di applicazione di bus Conoscenza di apparecchi e di macchine Obiettivo generale: spiegare la costruzione, il funzionamento e l impiego di apparecchiature, apparecchi e macchine elettriche Campi specifici Obiettivo particolare 01 Apparecchi calorici e frigoriferi spiegare il funzionamento e l'impiego dei diversi apparecchi elettrici: stufe (a convezione, ad irraggiamento, ad accumulazione) apparecchi di cottura accumulatori d'acqua calda apparecchi refrigeranti pompe termiche Motori spiegare il funzionamento e l'impiego di: motori asincroni trifasi (motori con indotto in corto circuito)

18 motori asincroni monofasi piccoli motori usuali motori universali; spiegare l'avviamento e la regolazione del numero di giri dei motori con indotto in corto circuito. 03 Trasformatori spiegare il funzionamento e l'impiego di: trasformatori monofasi trasformatori trifasi trasformatori elettronici. 04 Strumenti elettrici di misura spiegare il funzionamento degli strumenti convenzionali di misura; spiegare l'applicazione ed il procedimento di misura dei seguenti strumenti ed interpretarne i risultati: strumenti di misura di tensione, di corrente, di resistenza e di potenza luxmetro strumenti per misure secondo OIBT contatori di energia attiva contatori di energia reattiva; spiegare l'impiego e le direttive di allacciamento dei trasformatori di misura Apparecchi a corrente debole spiegare il funzionamento e l'impiego di: relé a corrente continua relé a corrente alternata apparecchi di soneria e di segnalazione.

19 314 Disegno professionale (60 lezioni) Disegnare schemi e piani Obiettivo generale: leggere e interpretare schemi. Disegnare le condutture nel disegno in pianta di un edificio ed aggiungervi gli apparecchi. Leggere e interpretare disegni attinenti alla professione Campi specifici Obiettivo particolare 01 Disegnare schemi disegnare gli schemi per gli apparecchi calorici nonché per il riscaldamento elettrico; disegnare gli schemi d'installazione per impianti di motori con interruttori e con contattori; interpretare gli schemi di allacciamento di semplici impianti elettronici; interpretare schemi di allacciamento d'impianti SDS e di semplici sistemi bus. 02 Disegnare installazioni inserire nei piani di costruzione le installazioni per case unifamiliari, per semplici fabbriche artigianali ed officine, nonché disegnare e spiegare gli schemi di principio; inserire le sezioni dei conduttori, i numeri dei conduttori e le dimensioni dei tubi.

20 Telematica (60 lezioni) Dispositivi ed impianti di telematica Obiettivo generale: citare le conoscenze fondamentali della tecnica attuale di dispositivi e di impianti di telematica, nonché conoscere le regole per la realizzazione di impianti di telecomunicazioni Campi specifici Obiettivo particolare 01 Apparecchiature spiegare con i loro dati tecnici, l'allacciamento, il servizio e le caratteristiche di potenza degli apparecchi; conoscere gli apparecchi complementari e saperli integrare in un impianto; conoscere i concetti e le caratteristiche di potenza di piccoli impianti di commutazione di utente. 02 Sistemi e reti di trasmissione conoscere il quadro generale dei diversi sistemi di trasmissione; conoscere le caratteristiche, i campi di applicazione e le interfacce delle reti convenzionali e ISDN; conoscere le possibilità di chiusura delle reti; conoscere i diversi tipi di cavo e le loro applicazioni (rame e cavi a fibre ottiche) Norme e direttive conoscere e sapere applicare le relative norme e direttive. 04 Comunicazioni a numeri mobili e dispositivi per dati conoscere il principio ed il campo d'impiego della comunicazione a numeri mobili; conoscere gli odierni dispositivi terminali di dati Servizi e servizi aggiunti spiegare ed impiegare i diversi servizi e servizi complementari Disegno di schemi e di piani disegnare la rappresentazione schematica di impianti di telematica; leggere ed interpretare schemi e piani.

21 Applicazione delle norme e tecnica delle installazioni (80 lezioni) Norme per le installazioni a bassa tensione Obiettivo generale: conoscere le nome e applicarle conformemente all attività professionale Campi specifici Obiettivo particolare 01 Ordinanza sugli impianti a bassa tensione (OIBT) Norme per le installazioni a bassa tensione (NIBT) conoscere le relazioni tra le norme e le ordinanze; presentare sostanzialmente le norme; applicazione della norme nell'attività pratica Misure secondo OIBT giudicare i risultati delle misure secondo OIBT Apparecchi di protezione e materiali per installazioni Obiettivo generale: conoscere il funzionamento e l'impiego degli apparecchi in modo da proteggere persone e cose; conoscere le proprietà e l'impiego di materiale per installazioni Campi specifici Obiettivo particolare 01 Apparecchi di protezione conoscere il funzionamento e l'impiego di: 3 3 interruttori automatici di sovracorrente interruttore protettivo a corrente di guasto protezione contro la sovratensione interruttore automatico di rete. 02 Materiali per installazioni conoscere ed impiegare: conduttori, tubi, interruttori e dispositivi d'innesto. 03 Impianti di sostituzione della rete conoscere il principio di funzionamento di: alimentazione statica senza interruzione impianti generatori di corrente di soccorso Impianti di telecommutazione in rete spiegare il principio di funzionamento. 1 4

22 Spazio libero (40 lezioni) Cultura professionale Obiettivo generale: completare le conoscenze nel campo dei principi tecnici fondamentali generali; approfondire temi attinenti alla professione o apprendere nuove tecnologie e promuovere con applicazioni pluridisciplinari la sua competenza operativa.

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO CORRENTE CONTINUA: FENOMENI FISICI E PRINCIPI FONDAMENTALI - Richiami sulle unità di misura e sui sistemi di unità di misura. - Cenni sulla struttura e sulle proprietà elettriche della materia. - Le cariche

Dettagli

Programmazione Modulare

Programmazione Modulare Indirizzo: BIENNIO Programmazione Modulare Disciplina: FISICA Classe: 2 a D Ore settimanali previste: (2 ore Teoria 1 ora Laboratorio) Prerequisiti per l'accesso alla PARTE D: Effetti delle forze. Scomposizione

Dettagli

CI-Obiettivi determinanti del ramo d' articoli elettrici

CI-Obiettivi determinanti del ramo d' articoli elettrici Der Verband für Stark- und Schwachstrominstallationen, Telekommunikation, IT- und Sicherheitsinstallationen, Anlagenbau, Gebäudetechnik L union pour les installations à courant fort et courant faible,

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

elettrotecnico/elettrotecnica

elettrotecnico/elettrotecnica Delibera n. 748 del 24.06.2014 ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di elettrotecnico/elettrotecnica 1. Il profilo professionale 2. Durata e titolo conseguibile 3. Referenziazioni

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA CLASSE: V A Corso Ordinario DOCENTE: STEFANO GARIAZZO ( Paola Frau dal 6/02/2015) La corrente

Dettagli

Le misure di energia elettrica

Le misure di energia elettrica Le misure di energia elettrica Ing. Marco Laracca Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Misure di energia elettrica La misura

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI Corrente e Tensioni Corrente continua Trasformatore a due avvolgimenti con schermo trasformatore di isolamento CEI 14-6 Trasformatore di sicurezza CEI 14-6 Polarità positiva e negativa Convertitori di

Dettagli

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante Circuiti Elettrici Schema riassuntivo Leggi fondamentali dei circuiti elettrici lineari Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante La conseguenza

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO LA PROTEZIONE DELLE CONDUTTURE CONTRO LE SOVRACORRENTI DEFINIZIONI NORMA CEI 64-8/2 TIPOLOGIE DI SOVRACORRENTI + ESEMPI SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

Statiche se la trasformazione dell energia avviene senza organi in movimento (es. Trasformatori.)

Statiche se la trasformazione dell energia avviene senza organi in movimento (es. Trasformatori.) Macchine elettriche parte Macchine elettriche Generalità Definizioni Molto spesso le forme di energia in natura non sono direttamente utilizzabili, ma occorre fare delle conversioni. Un qualunque sistema

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

Classe 3 D Bucci Arianna Evangelista Andrea Palombo Leonardo Ricci Alessia Progetto di Scienze a.s. 2013/2014. Prof.ssa Piacentini Veronica

Classe 3 D Bucci Arianna Evangelista Andrea Palombo Leonardo Ricci Alessia Progetto di Scienze a.s. 2013/2014. Prof.ssa Piacentini Veronica Classe 3 D Bucci Arianna Evangelista Andrea Palombo Leonardo Ricci Alessia Progetto di Scienze a.s. 2013/2014 Prof.ssa Piacentini Veronica La corrente elettrica La corrente elettrica è un flusso di elettroni

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica La corrente elettrica La corrente elettrica è un movimento di cariche elettriche che hanno tutte lo stesso segno e si muovono nello stesso verso. Si ha corrente quando: 1. Ci sono cariche elettriche; 2.

Dettagli

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DELL AQUILA Scuola di Specializzazione per la Formazione degli Insegnanti nella Scuola Secondaria Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico Prof. Umberto Buontempo

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE Fondo Sociale Europeo "Competenze per lo Sviluppo" Obiettivo C-Azione C1: Dall esperienza alla legge: la Fisica in Laboratorio La corrente elettrica Sommario 1) Corrente elettrica

Dettagli

Gli attuatori. Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo

Gli attuatori. Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo Gli attuatori Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo ATTUATORI Definizione: in una catena di controllo automatico l attuatore è il dispositivo che riceve

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni Produzione della corrente alternata La generazione di corrente alternata viene ottenuta con macchine elettriche dette alternatori. Per piccole potenze si usano i gruppi elettrogeni. Nelle centrali elettriche

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA (Fenomeno, indipendente dal tempo, che si osserva nei corpi conduttori quando le cariche elettriche fluiscono in essi.) Un conduttore metallico è in equilibrio elettrostatico

Dettagli

Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA

Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA Argomenti principali Concetti fondamentali sull'atomo, conduttori elettrici, campo elettrico, generatore elettrico Concetto di circuito elettrico (generatore-carico)

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

Inizia presentazione

Inizia presentazione Inizia presentazione Che si misura in ampère può essere generata In simboli A da pile dal movimento di spire conduttrici all interno di campi magnetici come per esempio nelle dinamo e negli alternatori

Dettagli

Forma d onda rettangolare non alternativa.

Forma d onda rettangolare non alternativa. Forma d onda rettangolare non alternativa. Lo studio della forma d onda rettangolare è utile, perché consente di conoscere il contenuto armonico di un segnale digitale. FIGURA 33 Forma d onda rettangolare.

Dettagli

Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra. Sistemi elettrici e messa a terra -- Programma LEONARDO

Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra. Sistemi elettrici e messa a terra -- Programma LEONARDO Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra Classificazione dei sistemi in categorie secondo la loro tensione nominale In relazione alla loro tensione nominale i sistemi

Dettagli

nica Cagliari ) m Viene detto (1) Dal sistema dell energia Un possibile

nica Cagliari ) m Viene detto (1) Dal sistema dell energia Un possibile Viene detto sistema polifase un sistema costituito da più tensioni o da più correnti sinusoidali, sfasate l una rispetto all altra. Un sistema polifase è simmetrico quando le grandezze sinusoidali hanno

Dettagli

SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER

SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER Cenni Storici (Wikipedia) Jean Baptiste Joseph Fourier ( nato a Auxerre il 21 marzo 1768 e morto a Parigi il 16 maggio 1830 ) è stato un matematico e fisico, ma è conosciuto

Dettagli

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica Correnti e circuiti a corrente continua La corrente elettrica Corrente elettrica: carica che fluisce attraverso la sezione di un conduttore in una unità di tempo Q t Q lim t 0 t ntensità di corrente media

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA

LA CORRENTE ELETTRICA L CORRENTE ELETTRIC H P h Prima che si raggiunga l equilibrio c è un intervallo di tempo dove il livello del fluido non è uguale. Il verso del movimento del fluido va dal vaso a livello maggiore () verso

Dettagli

Macchine rotanti. Premessa

Macchine rotanti. Premessa Macchine rotanti Premessa Sincrono, asincrono, a corrente continua, brushless sono parecchi i tipi di motori elettrici. Per ognuno teoria e formule diverse. Eppure la loro matrice fisica è comune. Unificare

Dettagli

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT Le Armoniche INTRODUZIONE Data una grandezza sinusoidale (fondamentale) si definisce armonica una grandezza sinusoidale di frequenza multipla. L ordine dell armonica è il rapporto tra la sua frequenza

Dettagli

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA CONTATTI DIRETTI contatti con elementi attivi dell impianto elettrico che normalmente sono in tensione CONTATTI INDIRETTI contatti con masse che possono trovarsi

Dettagli

Introduzione all elettronica

Introduzione all elettronica Introduzione all elettronica L elettronica nacque agli inizi del 1900 con l invenzione del primo componente elettronico, il diodo (1904) seguito poi dal triodo (1906) i cosiddetti tubi a vuoto. Questa

Dettagli

Motori Elettrici. Principi fisici. Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione

Motori Elettrici. Principi fisici. Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione Motori Elettrici Principi fisici Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione Legge di Biot-Savart: un conduttore percorso da corrente di intensità

Dettagli

Un'analogia con il circuito idraulico

Un'analogia con il circuito idraulico Pompa Generatore di tensione (pila) Flusso d acqua PUNTI DI DOMANDA Differenza di potenziale Rubinetto Mulinello Lampadina Corrente elettrica 1. Che cos è l energia elettrica? E la corrente elettrica?

Dettagli

Circuiti Elettrici. Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale

Circuiti Elettrici. Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale Circuiti Elettrici Corrente elettrica Legge di Ohm Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale Leggi di Kirchhoff Elementi di circuito: voltmetri, amperometri, condensatori

Dettagli

APPUNTI DI MACCHINE ELETTRICHE versione 0.7

APPUNTI DI MACCHINE ELETTRICHE versione 0.7 APPUNTI DI MACCHINE ELETTRICHE versione 0.7 11 settembre 2007 2 Indice 1 ASPETTI GENERALI 7 1.1 Introduzione........................................ 7 1.2 Classificazione delle macchine elettriche........................

Dettagli

ELEMENTI DI ELETTROTECNICA

ELEMENTI DI ELETTROTECNICA ELEMENTI DI ELETTROTECNICA 1. TENSIONE E CORRENTE La storia dell elettricità prende avvio dalla particolare proprietà di una sostanza, l ambra, che strofinata con altra sostanza in grado di riscaldarsi,

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

LABORATORIO I-A. Cenni sui circuiti elettrici in corrente continua

LABORATORIO I-A. Cenni sui circuiti elettrici in corrente continua 1 UNIVERSITÀ DIGENOVA FACOLTÀDISCIENZEM.F.N. LABORATORIO IA Cenni sui circuiti elettrici in corrente continua Anno Accademico 2001 2002 2 Capitolo 1 Richiami sui fenomeni elettrici Esperienze elementari

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ Perché produrre energia elettrica Tutta la società moderna si basa sul consumo di energia, per fare qualsiasi attività necessitiamo di qualche forma di energia.

Dettagli

IMPIANTISTICA DI BORDO

IMPIANTISTICA DI BORDO IMPIANTISTICA DI BORDO 1 ELEMENTI DI ELETTROTECNICA 2 MAGNETISMO ED ELETTROMAGNETISMO 3 PRODUZIONE,TRASFORMAZIONE E DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA A BORDO 4 ALTERNATORI E MOTORI SINCRONI 5 MOTORI

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

IMPIANTI ELETTTRICI parte II

IMPIANTI ELETTTRICI parte II IMPIANTI ELETTTRICI parte II di Delucca Ing. Diego PROTEZIONE DI UN IMPIANTO DAI SOVRACCARICHI E DAI CORTO CIRCUITI Una corrente I che passa in un cavo di sezione S, di portata IZ è chiamata di sovracorrente

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234 MonoMotronic MA.0 6 7 8 9 / 0 8 7 6 0 9 A B A L K 7 8 6 9 0 8 0 A 0 0 C E D 6 7 7 M - 6 0 9 7-9 LEGENDA Document Name: MonoMotronic MA.0 ) Centralina ( nel vano motore ) ) Sensore di giri e P.M.S. ) Attuatore

Dettagli

ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia

ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia L indirizzo Meccanica, meccatronica ed energia ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale,

Dettagli

Storia dei generatori di tensione e della corrente elettrica

Storia dei generatori di tensione e della corrente elettrica Storia dei generatori di tensione e della corrente elettrica Prof. Daniele Ippolito Liceo Scientifico Amedeo di Savoia di Pistoia 1778 Alessandro Volta, in analogia al potenziale gravitazionale definito

Dettagli

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI APPUNTI DI ELETTROTECNICA INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI A cosa servono e come funzionano A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Versione n. 3.3 - Marzo 2013 Inverter Guida Tecnica Ver 3.3 Pag.

Dettagli

MACCHINA SINCRONA TRIFASE

MACCHINA SINCRONA TRIFASE MACCHIA SICROA TRIFASE + + + + + + + + + + + + + + + + + + L avvolgimento di eccitazione, percorso dalla corrente continua i e, crea una f.m.m. al traferro e quindi un campo magnetico in modo tale che

Dettagli

Un contatore di energia elettrica attiva è un dispositivo che misura l'energia elettrica attiva consumata in un circuito

Un contatore di energia elettrica attiva è un dispositivo che misura l'energia elettrica attiva consumata in un circuito Allegati Specifici - Allegato MI-003 CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA ATTIVA Ai contatori energia elettrica attiva destinati ad uso residenziale, commerciale, e industriale leggero si applicano i requisiti

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

Protezione dai contatti indiretti

Protezione dai contatti indiretti Protezione dai contatti indiretti Se una persona entra in contatto contemporaneamente con due parti di un impianto a potenziale diverso si trova sottoposto ad una tensione che può essere pericolosa. l

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica Unità didattica 8 La corrente elettrica Competenze Costruire semplici circuiti elettrici e spiegare il modello di spostamento delle cariche elettriche. Definire l intensità di corrente, la resistenza e

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

Calore e temperatura. Calore e temperatura. Cos'è il calore? Il calore si chiama anche energia termica.

Calore e temperatura. Calore e temperatura. Cos'è il calore? Il calore si chiama anche energia termica. sono due cose diverse (in scienze si dice sono due grandezze diverse). 01.1 Cos'è il calore? Per spiegare cos è il calore facciamo degli esempi. Esempi: quando ci avviciniamo o tocchiamo un oggetto caldo

Dettagli

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t;

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t; CAPITOLO CIRCUITI IN CORRENTE CONTINUA Definizioni Dato un conduttore filiforme ed una sua sezione normale S si definisce: Corrente elettrica i Q = (1) t dove Q è la carica che attraversa la sezione S

Dettagli

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj 61- Quand è che volumi uguali di gas perfetti diversi possono contenere lo stesso numero di molecole? A) Quando hanno uguale pressione e temperatura diversa B) Quando hanno uguale temperatura e pressione

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio «La questione non è ciò che guardate, bensì ciò che vedete.» Henry David Thoreau, scrittore e filosofo statunitense Noi mettiamo in discussione l'esistente. Voi usufruite

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Il motore asincrono trifase

Il motore asincrono trifase 7 Giugno 2008 1SDC007106G0901 Quaderni di Applicazione Tecnica Il motore asincrono trifase Generalità ed offerta ABB per il coordinamento delle protezioni Quaderni di Applicazione Tecnica Il motore asincrono

Dettagli

L=F x s lavoro motore massimo

L=F x s lavoro motore massimo 1 IL LAVORO Nel linguaggio scientifico la parola lavoro indica una grandezza fisica ben determinata. Un uomo che sposta un libro da uno scaffale basso ad uno più alto è un fenomeno in cui c è una forza

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria dell Università

Dettagli

ESERCITAZIONE Rispondi a ciascuna delle seguenti domande in 10 righe

ESERCITAZIONE Rispondi a ciascuna delle seguenti domande in 10 righe ESERCITAZIONE Rispondi a ciascuna delle seguenti domande in 10 righe CAPITOLO 1 La carica elettrica e la legge di Coulomb La carica elettrica e la legge di Coulomb: conduttori ed isolanti. Vari tipi di

Dettagli

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Sommario! Introduzione! Risoluzione dei problemi di lettura/visualizzazione! Risoluzione dei problemi sugli ingressi digitali! Risoluzione di problemi

Dettagli

Effetti fisiopatologici della corrente elettrica sul corpo umano

Effetti fisiopatologici della corrente elettrica sul corpo umano Effetti fisiopatologici della corrente elettrica sul corpo umano La vita è regolata a livello cerebrale, muscolare e biologico da impulsi di natura elettrica. Il cervello è collegato ai muscoli ed a tutti

Dettagli

Circuiti in Corrente Continua (direct current=dc) RIASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica Il Potenziale Elettrico La legge di Ohm Il

Circuiti in Corrente Continua (direct current=dc) RIASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica Il Potenziale Elettrico La legge di Ohm Il Circuiti in Corrente Continua direct currentdc ASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica l Potenziale Elettrico La legge di Ohm l resistore codice dei colori esistenze in serie ed in parallelo

Dettagli

GRANDEZZE SINUSOIDALI

GRANDEZZE SINUSOIDALI GRANDEE SINUSOIDALI INDICE -Grandezze variabili. -Grandezze periodiche. 3-Parametri delle grandezze periodiche. 4-Grandezze alternate. 5-Grandezze sinusoidali. 6-Parametri delle grandezze sinusoidali.

Dettagli

funzionamento degli accumulatori al piombo/acido.

funzionamento degli accumulatori al piombo/acido. Il triangolo dell Incendio Possibili cause d incendio: I carrelli elevatori Particolare attenzione nella individuazione delle cause di un incendio va posta ai carrelli elevatori, normalmente presenti nelle

Dettagli

Corrente elettrica (regime stazionario)

Corrente elettrica (regime stazionario) Corrente elettrica (regime stazionario) Metalli Corrente elettrica Legge di Ohm Resistori Collegamento di resistori Generatori di forza elettromotrice Metalli Struttura cristallina: ripetizione di unita`

Dettagli

DK 5940 Aprile 2007 Ed. 2.2-1/47

DK 5940 Aprile 2007 Ed. 2.2-1/47 Ed. 2.2-1/47 INDICE Pagina 1 SCOPO DELLE PRESCRIZIONI 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 2 3 NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2 4 DEFINIZIONI 3 5 CRITERI GENERALI 4 5.1 CRITERI GENERALI DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

UNI 10389. Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione

UNI 10389. Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione UNI 10389 Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione 1. Scopo e campo di applicazione La presente norma prescrive le procedure per la misurazione in opera del rendimento di

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Come arriva l'energia a casa Siamo talmente abituati ad avere tutta l energia che vogliamo, che è ormai inconcepibile anche solo pensare di farne

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Batterie per recinti. Batteria alcalina a secco 9 V. Batteria a secco 9 V zinco-carbonio

Batterie per recinti. Batteria alcalina a secco 9 V. Batteria a secco 9 V zinco-carbonio Batterie per recinti Batteria alcalina a secco 9 V Le batterie alcaline AKO 9 V mantengo un alto voltaggio costante per tutta la loro durata. Questo permette al recinto di mantenere un andamento costante

Dettagli

Il motore a corrente continua, chiamato così perché per. funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente

Il motore a corrente continua, chiamato così perché per. funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente 1.1 Il motore a corrente continua Il motore a corrente continua, chiamato così perché per funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente costante, è costituito, come gli altri motori da due

Dettagli

GRUPPO DI CONTINUITA' 12 V - BATTERIA BACKUP

GRUPPO DI CONTINUITA' 12 V - BATTERIA BACKUP GRUPPO DI CONTINUITA' 12 V - BATTERIA BACKUP Salve, questo circuito nasce dall'esigenza pratica di garantire continuità di funzionamento in caso di blackout (accidentale o provocato da malintenzionati)

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA

MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA ANDREA USAI Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Andrea Usai (D.I.S. Antonio Ruberti ) Laboratorio di Automatica

Dettagli

Esercitazione N. 1 Misurazione di resistenza con metodo volt-amperometrico

Esercitazione N. 1 Misurazione di resistenza con metodo volt-amperometrico Esercitazione N. 1 Misurazione di resistenza con metodo volt-amperometrico 1.1 Lo schema di misurazione Le principali grandezze elettriche che caratterizzano un bipolo in corrente continua, quali per esempio

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

ESPERIENZA N 8: UNA CELLA SOLARE CASALINGA PROPRIETÀ E APPLICAZIONI:

ESPERIENZA N 8: UNA CELLA SOLARE CASALINGA PROPRIETÀ E APPLICAZIONI: ESPERIENZA N 8: UNA CELLA SOLARE CASALINGA PROPRIETÀ E APPLICAZIONI: La cella solare è un spositivo per la trasformazione energia luminosa in energia elettrica. L applicazione più nota questi tipi spositivi

Dettagli