QUALIFICHE PROFESSIONALI PER IL SISTEMA REGIONALE DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE ALLEGATO B

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUALIFICHE PROFESSIONALI PER IL SISTEMA REGIONALE DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE ALLEGATO B"

Transcript

1 » fi»» fi» SISTEMA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE QUALIFICHE PROFESSIONALI PER IL SISTEMA REGIONALE DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE ALLEGATO B

2 QUALIFICHE REGIONALI PAGINA Operatore amministrativo-segretariale 13 Operatore dell autoriparazione 16 Operatore alle cure estetiche 19 Operatore impianti elettrici 22 Operatore impianti termo-idraulici 25 Operatore di magazzino merci 28 Operatore del punto vendita 31 Operatore agricolo 34 Operatore della ristorazione 38 Operatore edile alle strutture 41 Operatore edile alle infrastrutture 45 Operatore agro-alimentare 49 Operatore del legno e dell arredamento 52 Operatore delle calzature 55 Operatore della produzione chimica 58 Operatore grafico di stampa 61 Operatore grafico di post-stampa 65 Operatore meccanico 69 Operatore meccanico di sistemi 73 Operatore sistemi elettrico-elettronici 77 Operatore della ceramica artistica 81 Operatore dell abbigliamento 84 Operatore della promozione e accoglienza turistica 88

3 Operatore amministrativo-segretariale DESCRIZIONE SINTETICA L Operatore amministrativo-segretariale è in grado di organizzare e gestire attività di segreteria nei diversi aspetti tecnici, organizzativi e tecnologici, valutando e gestendo le priorità e le esigenze espresse. AREA PROFESSIONALE Amministrazione e controllo d impresa LIVELLO EQF 3 livello PROFILI COLLEGATI COLLEGABILI ALLA FIGURA Sistema di riferimento Denominazione NUP Personale di segreteria Aiuto contabili e assimilati Repertorio delle professioni ISFOL Segreteria e lavori di ufficio - L assistente amministrativo - La segretaria di direzione

4 UNITÀ DI COMPETENZA CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI) CONOSCENZE (CONOSCERE) 1. Gestione flussi informativi e comunicativi 2. Sistematizzazione informazioni e testi scritti 3. Trattamento documenti amministrativocontabili 4. Organizzazione riunioni ed eventi di lavoro utilizzare i mezzi per il ricevimento e la trasmissione di comunicazioni interne ed esterne all ufficio: telefono, fax, e- mail, ecc. distinguere gli elementi identificativi delle comunicazioni in entrata per lo smistamento ed applicarli a quelle in uscita individuare ed applicare modalità manuali ed informatiche di protocollo, classificazione ed archiviazione dei documenti d ufficio identificare modalità per rimuovere ostacoli nelle relazioni comunicative interne esterne all azienda applicare le principali tecniche per la redazione di lettere, comunicati, avvisi e convocazioni d uso comune utilizzare gli applicativi informatici per la redazione di tabelle, presentazioni, statistiche e report per interlocutori interni ed esterni comprendere ed interpretare linguaggio e significati della comunicazione scritta e orale in lingua straniera valutare la correttezza di un testo scritto (grammatica e sintassi) e la sua rispondenza con gli obiettivi comunicazionali definiti distinguere gli elementi costitutivi di un documento contabile per archiviazione e registrazione applicare tecniche di archiviazione e registrazione di prima nota di documenti contabili anche con l ausilio di software applicativi specifici adottare procedure per la redazione ed emissione dei documenti di vendita ed acquisto (ordini, bolle, ricevute, fatture) valutare correttezza delle transazioni economiche nella relazione con servizi e interlocutori esterni all azienda individuare e riconoscere disponibilità ed urgenze nella pianificazione di riunioni ed eventi di lavoro definire ambienti e strumentazioni adeguati per riunioni ed eventi in coerenza con politiche e strategie aziendali distinguere costi e ricavi a preventivo per la formulazione di budget di riunioni ed eventi di lavoro adottare procedure per l organizzazione di trasferte e la prenotazione di biglietti di viaggio e pernottamenti principi di organizzazione aziendale: processi, ruoli e funzioni lingua inglese parlata e scritta a livello elementare caratteristiche delle attrezzature d ufficio (fax, fotocopiatrice, scanner, ecc.) informatica di base e servizi internet (navigazione, ricerca informazioni sui principali motori di ricerca, posta elettronica) tipologia dei documenti contabili, loro caratteristiche e procedure per l elaborazione e la registrazione tecniche di comunicazione e relazione con il cliente tecniche di archiviazione e classificazione manuali e digitali di documenti e dati tecniche di time management principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza la sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)

5 Indicazioni per la valutazione delle unità di competenza UNITÀ DI COMPETENZA OGGETTO DI OSSERVAZIONE INDICATORI RISULTATO ATTESO MODALITÀ 1. Gestione flussi informativi e comunicativi gestione dei flussi informativi e comunicativi amministrazione e controllo centralino acquisizione, registrazione e trasmissione di corrispondenza in entrata e in uscita protocollo e archiviazione di dati e informazioni comunicazioni acquisite, archiviate e trasmesse 2. Sistematizzazio ne informazioni e testi scritti sistematizzazione di informazioni e testi scritti stesura e diffusione di comunicazioni formali anche in lingua straniera redazione di tabelle, presentazioni, statistiche e report documenti redatti correttamente nei contenuti e nella forma grafica 3. Trattamento documenti amministrativocontabili trattamento dei documenti amministrativocontabili acquisizione, archiviazione e registrazione di prima nota di documenti contabili aggiornamento di schede anagrafiche e tabelle relative a clienti, fornitori, ecc. compilazione cartacea ed informatica di documenti di vendita ed acquisto (ordini, bolle, ricevute, fatture) documenti contabili correttamente registrati ed archiviati 4. Organizzazione riunioni ed eventi di lavoro organizzazione di riunioni ed eventi di lavoro predisposizione ed aggiornamento calendario degli appuntamenti predisposizione di supporti organizzativi o tecnici per la realizzazione di riunioni ed eventi prenotazione biglietti di viaggio e pernottamenti riunioni ed eventi di lavoro configurati secondo i bisogni e le richieste esplicitate º

6 Operatore dell autoriparazione DESCRIZIONE SINTETICA L Operatore dell autoriparazione è in grado di individuare i guasti degli organi meccanici di un autoveicolo, di riparare e sostituire le parti danneggiate e di effettuare la manutenzione complessiva del mezzo. AREA PROFESSIONALE Autoriparazione LIVELLO EQF 3 livello PROFILI COLLEGATI COLLEGABILI ALLA FIGURA Sistema di riferimento Denominazione NUP Meccanici motoristi e riparatori di veicoli a motore Repertorio delle professioni ISFOL Manutenzione - Meccanico d auto Œ

7 UNITÀ DI COMPETENZA CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI) CONOSCENZE (CONOSCERE) 1. Assistenza clienti 2. Diagnosi tecnica e strumentale guasti 3. Riparazione e collaudo autoveicolo 4. Manutenzione autoveicolo individuare le tipologie di informazioni da richiedere al cliente per l anamnesi dell autoveicolo interpretare le informazioni fornite per definire possibili cause di malfunzionamento consigliare e proporre modalità e soluzioni di intervento in relazione alle specifiche esigenze del cliente sensibilizzare il cliente alla cura ed al corretto utilizzo dell autoveicolo applicare tecniche di indagine per eseguire il check up meccanico ed elettronico del veicolo leggere e interpretare dati e schede tecniche in esito al check up sull autoveicolo individuare le tecnologie, gli strumenti e le fasi sequenziali necessarie alla riparazione dell autoveicolo utilizzare manuali e software per preventivazione dei tempi e dei costi di riparazione del malfunzionamento individuato interpretare le specifiche istruzioni delle diverse case automobilistiche per l intervento sull autoveicolo adottare tecniche di riparazione sui gruppi motori di un veicolo - montaggio, sostituzione, revisione applicare le tecniche di utilizzo della linea di controllo tecnica per il collaudo - verifica di sospensioni, freni e giochi di una autovettura utilizzare strumentazioni autroniche per la revisione degli impianti di accensione ed iniezione valutare il livello di usura e idoneità residua dei pezzi di ricambio proponendo interventi di natura tecnico-preventiva valutare i parametri d inquinamento predisporre certificati di conformità in base a standard di funzionamento definiti dalle case automobilistiche officina d autoriparazione: strumenti, tecnologie, metodi di lavoro e lavorazioni per l autoriparazione meccanica ed elettrica tecnologia dell autovettura e tecnica motoristica: componentistica, motore, carrozzeria, elettronica, idraulica principali tipologie di motore: motori a 2 tempi, a 4 tempi, diesel, rotante sistemi di alimentazione, di accensione, raffreddamento, carburazione e lubrificazione impianti di trasmissione e di frenata disegni meccanici di particolari complessivi ed esplosi strumenti di misura e controllo per la verifica di singoli componenti meccanici e per la loro messa a punto principi di logica dei circuiti, dell'elettrotecnica e dell'elettronica tester per valutare i parametri di inquinamento informatica di base ad uso di sistemi di check up computerizzato ed elettronico tecniche e strumenti di diagnosi e riparazione dei guasti principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza la sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche) Ø

8 Indicazioni per la valutazione delle unità di competenza UNITÀ DI COMPETENZA OGGETTO DI OSSERVAZIONE INDICATORI RISULTATO ATTESO MODALITÀ 1. Assistenza clienti assistenza clienti indagine mirata al cliente su storia e stato dell autoveicolo servizio al cliente nelle diverse fasi di riparazione e/o manutenzione dell autoveicolo qualità del servizio: soddisfazione del cliente 2. Diagnosi tecnica e strumentale guasti diagnosi tecnica e strumentale dei guasti esecuzione del check up del veicolo emissione di una diagnosi del guasto elaborazione del piano di lavoro (tecnologie, strumenti, sequenze) guasto individuato e piano riparazioni strutturato 3. Riparazione e collaudo autoveicolo riparazione e collaudo dell autoveicolo riparazione del gruppo motore e/o di altre parti dell autotelaio e degli impianti di accensione ed iniezione collaudo dell autoveicolo autoveicolo riparato nel rispetto degli standard di sicurezza 4. Manutenzione autoveicolo manutenzione dell autoveicolo manutenzione dell autoveicolo per garantirne l efficienza rilevazione e registrazione livelli di emissione di gas tossici autoveicolo in condizioni ottimali di efficienza e sicurezza Ł

9 Operatore alle cure estetiche DESCRIZIONE SINTETICA L Operatore alle cure estetiche è in grado di predisporre ed allestire spazi ed attrezzature di lavoro, secondo precisi dispositivi igienico-sanitari, funzionali alla realizzazione di trattamenti estetici e di acconciatura e di provvedere all assistenza del cliente in tutte le fasi previste. AREA PROFESSIONALE Erogazione servizi estetici LIVELLO EQF 3 livello PROFILI COLLEGATI COLLEGABILI ALLA FIGURA Sistema di riferimento Denominazione NUP Parrucchieri e barbieri Estetisti Repertorio delle professioni ISFOL Servizi alla persona - L Acconciatore - L Estetista

10 UNITÀ DI COMPETENZA CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI) CONOSCENZE (CONOSCERE) 1. Allestimento spazi e attrezzature per i trattamenti estetici 2. Assistenza clienti 3. Trattamento preliminare prodotti cosmetici 4. Trattamento estetico ed acconciatura adottare modalità e procedure igienicosanitarie per la predisposizione di ambienti ed attrezzature di lavoro scegliere accostamenti cromatici, aromi, oggettistica al fine di rendere accoglienti e gradevoli gli ambienti per il trattamento identificare i parametri di funzionamento delle attrezzature da impostare, in base al piano di trattamenti prestabilito rilevare le più frequenti anomalie di funzionamento delle attrezzature individuando modalità di intervento individuare e comprendere le esigenze del cliente illustrare funzionamento e servizi della struttura: disponibilità, prezzi e tipologia dei trattamenti consigliare e proporre l acquisto di prodotti cosmetici in relazione al trattamento proposto preparare il cliente ai trattamenti favorendo le condizioni per una piacevole permanenza nella struttura riconoscere le diverse tipologie di prodotti cosmetici e gli effetti dei principi attivi in essi contenuti identificare i prodotti per lo specifico trattamento predisposto adottare le prescrizioni e raccomandazioni d uso delle case produttrici di cosmetici stabilire temperature e quantità di prodotto per l applicazione dello stesso riconoscere le principali anomalie della pelle, del capello e della cute utilizzare le attrezzature per i diversi trattamenti: vaporizzatore, scalda cera, phon, ecc. applicare le tecniche elementari di trattamento base del capello principali riferimenti legislativi e normativi in materia di trattamento estetico ed acconciatura caratteristiche della cute e del capello terminologia tecnica per i processi di trattamento della cute e acconciatura del capello terminologia tecnica per i processi di trattamento e cura della pelle principali attrezzature e macchinari per i trattamenti estetici e loro funzionamento tipologie e composizione di prodotti cosmetici e loro proprietà funzionali tecniche di comunicazione relazione con il cliente tipologie di trattamento estetico e di acconciatura principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza la sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche) applicare semplici tecniche di trattamento estetico: maschere viso, depilazione, ecc.

11 Indicazioni per la valutazione delle unità di competenza UNITÀ DI COMPETENZA OGGETTO DI OSSERVAZIONE INDICATORI RISULTATO ATTESO MODALITÀ 1. Allestimento spazi e attrezzature per i trattamenti estetici allestimento degli spazi e delle attrezzature per i trattamenti estetici organizzazione degli spazi di lavoro sterilizzazione degli strumenti manuali e disinfezione delle apparecchiature ambientazione delle postazioni di lavoro in linea con la tipologia di trattamento regolazione delle attrezzature sulla base degli specifici trattamenti postazione di lavoro attrezzata, accogliente e rispondente ai dispositivi igienicosanitari 2. Assistenza clienti assistenza dei clienti erogazione di informazioni di prima accoglienza sui servizi offerti: disponibilità, prezzi e tipologia dei trattamenti promozione dei prodotti di cosmesi servizio al cliente nelle diverse fasi del trattamento qualità del servizio: soddisfazione del cliente 3. Trattamento preliminare prodotti cosmetici trattamento preliminare dei prodotti cosmetici predisposizione all uso del prodotto cosmetico: dosaggi per l applicazione, temperature, ecc. realizzazione di miscele di prodotti per la colorazione del capello prodotti pronti all uso ed idonei per l applicazione prevista 4. Trattamento estetico ed acconciatura trattamento estetico e di acconciatura esecuzione di trattamenti base del capello: shampoo, applicazione del colore, ecc. esecuzione di semplici trattamenti estetici: maschere viso, manicure, depilazione, ecc. acconciature e trattamenti estetici rispondenti alle richieste del cliente

12 Operatore impianti elettrici DESCRIZIONE SINTETICA L Operatore impianti elettrici è in grado di installare, manutenere e riparare impianti elettrici civili ed industriali sulla base di progetti e schemi tecnici di impianto. AREA PROFESSIONALE Installazione componenti e impianti elettrici e termo-idraulici LIVELLO EQF 3 livello PROFILI COLLEGATI COLLEGABILI ALLA FIGURA Sistema di riferimento NUP Repertorio delle professioni ISFOL Denominazione Elettricisti nelle costruzioni civili ed assimilati Installatori e riparatori di apparati elettrici e elettromeccanici Manutentori e riparatori di apparati elettronici industriali Elettricità ed elettronica - Montatore installatore di apparecchiature elettromeccaniche ed elettroniche - Collaudatore di sistemi elettromeccanici ed elettronici - Assemblatore di apparecchiature elettromeccaniche ed elettroniche Edilizia e lavori pubblici - Elettricista impiantista

13 UNITÀ DI COMPETENZA CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI) CONOSCENZE (CONOSCERE) 1. Impostazione piani di installazione impianti elettrici civili ed industriali 2. Installazione impianti elettrici civili ed industriali 3. Controllo impianti elettrici civili ed industriali 4. Manutenzione impianti elettrici civili ed industriali interpretare il disegno tecnico/schema costruttivo di un impianto elettrico civile od industriale comprendere cataloghi di componentistica elettrica/elettromeccanica per approntare l elenco dei materiali di lavorazione individuare i materiali, i componenti, gli strumenti necessari e funzionali alle lavorazioni da eseguire identificare tempi e c osti di realizzazione in rapporto alle tipologie di intervento da effettuare interpretare dati elettrici e non elettrici funzionali alle lavorazioni applicare tecniche di montaggio e cablaggio di semplici circuiti elettrici: tiro e posa dei cavi e delle apparecchiature adottare procedure per la predisposizione dei sistemi di distribuzione, consumo, segnalazione ed intercomunicazione comprendere le specifiche istruzioni per la predisposizione dei quadri elettrici ed apparecchiature di tipo elettromeccanico su sistemi automatizzati controllati anche da P.L.C. individuare e adottare le principali tecniche di collaudo degli impianti installati, individuando e revisionando eventuali anomalie identificare strumenti per la riparazione di eventuali anomalie di funzionamento valutare il corretto funzionamento dei dispositivi di protezione e di sicurezza: messa a terra, parafulmine, ecc. tradurre gli interventi effettuati in dati ed informazioni necessarie alla dichiarazione di conformità dell impianto interpretare informazioni relative a malfunzionamenti per elaborare ipotesi di soluzione adottare semplici tecniche di intervento in base all avaria riscontrata ed al tipo di impianto individuare ed adottare strumenti per la verifica del corretto funzionamento degli impianti principi di disegno elettrico: particolari e complessivi, segni, simboli, scale e metodi di rappresentazione principi di elettrotecnica e tecnologia degli impianti elettrici: elettronica lineare, digitale, analogica e di potenza principali tipologie di impianti per uso civile ed industriale dispositivi di protezione: circuiti di comando, attuazione, regolazione e protezione la componentistica elettrica: componentistica modulare e scatolata per quadri elettrici i principali strumenti e attrezzi di lavoro e modalità di utilizzo informatica di base applicata alla strumentazione diagnostica schemi elettronici per ausiliari civili: antenne, videocitofono, impianto antifurto, piccola telefonia, ecc. materiali del settore e le loro caratteristiche principali tecniche di calcolo per l installazione e il cablaggio di impianti elettrici: calcolo di un circuito, della potenza, dell energia principali riferimenti legislativi e normativi in materia di UNI e CEI per l installazione e la manutenzione di impianti elettrici principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza la sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)

14 Indicazioni per la valutazione delle unità di competenza UNITÀ DI COMPETENZA OGGETTO DI OSSERVAZIONE INDICATORI RISULTATO ATTESO MODALITÀ 1.Impostazione piani di installazione impianti elettrici civili ed industriali impostazione dei piani di installazione impianti elettrici civili ed industriali stesura di un piano di lavoro comprensivo di tempi e costi piano di lavoro comprensivo di tempi, costi e modalità operative redatto 2.Installazione impianti elettrici civili ed industriali installazione degli impianti elettrici civili ed industriali cablaggio montaggio e installazione sistemi elettrici impianto elettrico civile ed industriale installato 3.Controllo impianti elettrici civili ed industriali controllo di impianti elettrici civili ed industriali collaudo dell impianto rilevazione e risoluzione di eventuali anomalie verifica standard di conformità impianto collaudato nel rispetto degli standard di sicurezza ed efficienza 4.Manutenzione impianti elettrici civili ed industriali manutenzione di impianti elettrici civili ed industriali ricerca di guasti ed anomalie dell impianto sostituzione di componenti difettosi impianto in condizioni ottimali di efficienza e sicurezza in esercizio

15 Operatore impianti termo-idraulici DESCRIZIONE SINTETICA L Operatore impianti termo-idraulici è in grado di installare, mantenere in efficienza e riparare impianti termici, idraulici, di condizionamento, igienico sanitari. AREA PROFESSIONALE Installazione componenti e impianti elettrici e termo-idraulici LIVELLO EQF 3 livello PROFILI COLLEGATI COLLEGABILI ALLA FIGURA Sistema di riferimento NUP Repertorio delle professioni ISFOL Denominazione Riparatori e manutentori di macchinari e impianti industriali Installatori e montatori di macchinari e impianti industriali Edilizia e lavori pubblici - Impiantista termo-idraulico º

16 UNITÀ DI COMPETENZA CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI) CONOSCENZE (CONOSCERE) 1. Impostazione piani di installazione impianti termoidraulici 2. Installazione impianti termoidraulici 3. Controllo impianti termo-idraulici 4. Manutenzione impianti termoidraulici comprendere i cataloghi di componentistica termo -idraulica per approntare l elenco dei materiali di lavorazione interpretare il disegno tecnico/schema costruttivo di un impianto termo idraulico individuare i materiali, i componenti e gli strumenti necessari e funzionali alle lavorazioni da eseguire identificare tempi e costi di lavorazione in rapporto alle tipologie di intervento da effettuare tradurre schemi e disegni tecnici in sistemi di distribuzione dei fluidi applicare le tecniche di montaggio di semplici apparecchiature termiche (generatori di calore, impianti di climatizzazione, impianti gas e apparecchi utilizzatori) e idrosanitarie (apparecchi sanitari, rubinetteria) applicare e combinare tecniche per la saldatura e per la realizzazione di giunti smontabili, per il montaggio di collettori, ecc. individuare e adottare le principali tecniche e procedure di collaudo degli impianti installati, individuando e revisionando eventuali anomalie identificare strumenti per la rimozione di eventuali anomalie di funzionamento valutare il corretto funzionamento dei dispositivi di protezione e sicurezza degli impianti tradurre gli interventi effettuati in dati e informazioni necessarie alla dichiarazione di conformità dell impianto interpretare informazioni relative a malfunzionamenti di impianti termici e idrosanitari per elaborare ipotesi di soluzione individuare i componenti dell impianto giudicati difettosi o mal funzionanti adottare tecniche per la manutenzione e la verifica periodica dell impianto termico necessarie al rilascio della corretta documentazione identificare metodi e strumentazione per la verifica del corretto funzionamento degli impianti principi di disegno tecnico: scale di rappresentazione, particolari e complessivi di impianti termo-idraulici e idro-sanitari, ecc. impiantistica meccanica, termo-idraulica, oleodinamica principali tipologie di impianti termo-idraulici e idro-sanitari e loro componenti strumenti di lavoro e le attrezzature di installazione di impianti termo-idraulici le unità di montaggio, misura e collaudo principi di informatica per i sistemi di controllo e collaudo di impianti termo - idraulici caratteristiche dei materiali dei componenti costituenti gli impianti: metalli, plastici, mastici e resine sistemi di distribuzione e controllo dei fluidi tecniche di montaggio di apparecchiature termiche e idro-sanitarie tecniche di lavorazione, adattamento, assemblaggio di tubi di acciaio, di rame, di materiale plastico principali riferimenti legislativi e normativi in materia di UNI e CEI per l installazione e la manutenzione di impianti elettrici principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza la sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche) Œ

17 Indicazioni per la valutazione delle unità di competenza UNITÀ DI COMPETENZA OGGETTO DI OSSERVAZIONE INDICATORI RISULTATO ATTESO MODALITÀ 1.Impostazione piani di installazione impianti termoidraulici impostazione dei piani di installazione impianti termoidraulici stesura di un piano di lavoro comprensivo di tempi e costi piano di lavoro comprensivo di tempi, costi e modalità operative redatto 2.Installazione impianti termoidraulici installazione impianti termoidraulici posatura tubature montaggio di semplici apparecchiature termoidrauliche e idrosanitarie impianto termoidraulico installato 3.Controllo impianti termoidraulici controllo impianti termo-idraulici collaudo degli impianti installati rilevazione e risoluzione di eventuali anomalie verifica degli standard di conformità impianto collaudato nel rispetto degli standard di sicurezza ed efficienza 4.Manutenzione impianti termoidraulici manutenzione impianti termoidraulici ricerca di guasti e anomalie sull impianto sostituzione dei componenti difettosi esecuzione test e manutenzioni periodiche impianto in condizioni ottimali di efficienza e sicurezza in esercizio Ø

18 Operatore di magazzino merci DESCRIZIONE SINTETICA L Operatore di magazzino merci è in grado di stoccare e movimentare le merci in magazzino sulla base del flusso previsto ed effettivo di ordini, spedizioni e consegne e registrare i relativi dati informativi. AREA PROFESSIONALE Logistica industriale, del trasporto e spedizione LIVELLO EQF 3 livello PROFILI COLLEGATI COLLEGABILI ALLA FIGURA Sistema di riferimento NUP Repertorio delle professioni ISFOL Denominazione Addetti alla gestione amministrativi dei magazzini Facchini, addetti allo spostamento merci e assimilati Personale ausiliario addetto all imballaggio, al magazzino e alla consegna merci Commercio e distribuzione - Magazziniere Ł

19 UNITÀ DI COMPETENZA CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI) CONOSCENZE (CONOSCERE) 1. Gestione spazi attrezzati di magazzino 2. Movimentazione e stoccaggio merci 3. Trattamento dati di magazzino 4. Gestione spedizione merci individuare gli spazi e le modalità di disposizione delle merci nei diversi locali del magazzino valutare qualità e funzionalità delle strutture di stoccaggio e stato delle merci immagazzinate valutare funzionalità ed efficienza di attrezzature e macchinari utilizzati per la movimentazione (carrelli elevatori, muletti palletts, ecc.) riconoscere i documenti di accompagnamento delle merci e la corrispondenza con le specifiche da contratto distinguere grandezze fisiche e tipologie delle merci movimentate per il loro corretto stoccaggio negli spazi assegnati in area magazzino individuare gli elementi identificativi delle merci ed i dispositivi di sicurezza previsti utilizzare le attrezzature per lo stoccaggio e la movimentazione delle merci e dei,prodotti applicare le procedure informatiche in dotazione per la registrazione delle merci in entrata e in uscita valutare disponibilità, rintracciabilità e stato delle merci (localizzazione, livello giacenze e scorte, ecc.) in risposta a richieste di informazioni di clienti interni ed esterni identificare le informazioni provenienti dai diversi reparti circa flusso previsto ed effettivo delle merci adottare tipologie di imballaggio in base alle caratteristiche merceologiche dei prodotti e valutarne l integrità identificare veicoli di trasporto in relazione a caratteristiche e dimensioni delle merci applicare procedure per la redazione di documenti di accompagnamento identificativi in rapporto alle diverse tipologie di trasporto individuare e definire le unità di carico in base a destinazione e percorsi delle merci il flusso delle merci in magazzino struttura e organizzazione di un magazzino merci tipologia e funzionamento delle macchine per stoccaggio e movimentazione delle merci (carrelli elevatori, muletti, elevatrici, ecc.) principali funzioni dei software per la gestione dei flussi informativi di magazzino tipologie di merci e relative specifiche di stoccaggio, movimentazione e lavorazione metodologie e tecniche di gestione delle scorte: metodi pull-push, gestione a fabbisogno, metodo ABC, ecc. funzioni e tipologie di imballaggio e di packaging per le spedizioni commerciali principi identificativi e di sicurezza dei prodotti: part number, serial number, barcode, placche antitaccheggio, ecc. caratteristiche e specificità dei veicoli industriali di trasporto (pesi, dimensioni, ecc.) principali riferimenti legislativi e normativi in materia di trasporto e deposito di merci pericolose e derrate alimentari il sistema di autocontrollo HACCP: scopi e campo di applicazione principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza la sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)

20 Indicazioni per la valutazione delle unità di competenza UNITÀ DI COMPETENZA OGGETTO DI OSSERVAZIONE INDICATORI RISULTATO ATTESO MODALITÀ 1. Gestione spazi attrezzati di magazzino gestione spazi attrezzati di magazzino approntamento degli spazi di magazzino rilevazione flussi e rotazione merci controllo funzionamento macchinari ed attrezzature di magazzino magazzino efficientemente organizzato negli spazi e nelle attrezzature 2. Movimentazion e e stoccaggio merci movimentazione e stoccaggio merci rilevazione dello stato delle merci/prodotti da stoccare stoccaggio delle merci negli appositi spazi di magazzino movimentazione, carico e scarico delle merci in area deposito o transito merce stoccata e pronta per essere trasferita 3. Trattamento dati di magazzino trattamento dei dati di magazzino registrazione dei movimenti delle merci in entrata e uscita gestione delle informazioni circa il flusso previsto delle merci in entrata e in uscita aggiornamento delle informazioni relative alle merci stoccate (livelli delle scorte, giacenze di magazzino, ecc.) movimenti delle merci correttamente registrati e dati di magazzino aggiornati 4. Gestione spedizione merci imballaggio e spedizione delle merci imballaggio, etichettatura, codifica e numerazione delle merci stivaggio, pallettizzazione e containerizzazione della merce elaborazione della documentazione di accompagnamento al trasporto merce imballata e spedita secondo il programma stabilito

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Progr.Num. 1776/2010 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno Lunedì 22 del mese di Novembre dell' anno 2010 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori: via

Dettagli

AREA PROFESSIONALE IMPIANTI ELETTRICI INSTALLATORE E MANUTENTORE IMPIANTI TERMO-IDRAULICI. pag. 1

AREA PROFESSIONALE IMPIANTI ELETTRICI INSTALLATORE E MANUTENTORE IMPIANTI TERMO-IDRAULICI. pag. 1 Regione Siciliana Assessorato regionale al Lavoro Previdenza Sociale, Formazione Professionale ed Emigrazione REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI E FORMATIVI AREA PROFESSIONALE INSTALLAZIONE

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO 8. OPERATORE DI IMPIANTI TERMO-IDRAULICI

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO 8. OPERATORE DI IMPIANTI TERMO-IDRAULICI AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 8. OPERATORE DI IMPIANTI TERMO- Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 6. Artigiani, operai specializzati

Dettagli

ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE

ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE 1 AREA PROFESSIONALE LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE

Dettagli

Operatore amministrativo-segretariale. Standard formativo minimo regionale

Operatore amministrativo-segretariale. Standard formativo minimo regionale Operatore amministrativo-segretariale Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura professionale Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate economiche di riferimento:

Dettagli

Operatore amministrativo-segretariale. Standard della Figura nazionale

Operatore amministrativo-segretariale. Standard della Figura nazionale Operatore amministrativo-segretariale Standard della Figura nazionale 109 Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche di riferimento: ATECO

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO 17. OPERATORE AMMINISTRATIVO-SEGRETARIALE. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO 17. OPERATORE AMMINISTRATIVO-SEGRETARIALE. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 17. OPERATORE AMMINISTRATIVO-SEGRETARIALE Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 4. Impiegati 4.1.1.4

Dettagli

FIGURE DI RIFERIMENTO RELATIVE ALLE QUALIFICHE PROFESSIONALI DI CUI AL REPERTORIO NAZIONALE DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE

FIGURE DI RIFERIMENTO RELATIVE ALLE QUALIFICHE PROFESSIONALI DI CUI AL REPERTORIO NAZIONALE DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE Allegato 2 II Parte FIGURE DI RIFERIMENTO RELATIVE ALLE QUALIFICHE PROFESSIONALI DI CUI AL REPERTORIO NAZIONALE DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE II PARTE FIGURE DA 12 a 21 1 INDICE

Dettagli

IeFP. Istruzione e Formazione. Professionale. Come conseguire una qualifica professionale triennale

IeFP. Istruzione e Formazione. Professionale. Come conseguire una qualifica professionale triennale IeFP Istruzione e Formazione Professionale Come conseguire una qualifica professionale triennale Istruzione e Formazione Professionale Il sistema regionale di Istruzione e Formazione Professionale L offerta

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO 12 OPERATORE ALLA RIPARAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO 12 OPERATORE ALLA RIPARAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 12 OPERATORE ALLA RIPARAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE Indirizzi della figura 1. Riparazioni parti e sistemi meccanici ed elettromeccanici del veicolo

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI TURISTICI Processo Servizi di ristorazione Sequenza di processo Definizione dell'offerta e

Dettagli

Nomenclatura delle Unità Professioni (NUP/ISTAT):

Nomenclatura delle Unità Professioni (NUP/ISTAT): Referenziazioni della Figura nazionale di riferimento Nomenclatura delle Unità Professioni (NUP/ISTAT): 6 Artigiani, operai specializzati e agricoltori. 6.1.3.7 Elettricisti nelle costruzioni civili ed

Dettagli

OPERATORE AI SERVIZI DI IMPRESA

OPERATORE AI SERVIZI DI IMPRESA AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO SERVIZI COMMERCIALI Denominazione della figura OPERATORE AI SERVIZI DI IMPRESA Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 4. Impiegati

Dettagli

AREA PROFESSIONALE TECNICO DELLA LOGISTICA INDUSTRIALE TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTO E LOGISTICA. pag. 1

AREA PROFESSIONALE TECNICO DELLA LOGISTICA INDUSTRIALE TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTO E LOGISTICA. pag. 1 Regione Siciliana Assessorato regionale al Lavoro Previdenza Sociale, Formazione Professionale ed Emigrazione REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI E FORMATIVI AREA PROFESSIONALE LOGISTICA INDUSTRIALE,

Dettagli

AREA PROFESSIONALE OPERATORE DELLE LAVORAZIONI DI CARROZZERIA OPERATORE AUTRONICO DELL AUTOMOBILE. pag. 1

AREA PROFESSIONALE OPERATORE DELLE LAVORAZIONI DI CARROZZERIA OPERATORE AUTRONICO DELL AUTOMOBILE. pag. 1 Regione Siciliana Assessorato regionale al Lavoro Previdenza Sociale, Formazione Professionale ed Emigrazione REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI E FORMATIVI AREA PROFESSIONALE AUTORIPARAZIONE

Dettagli

Operatore meccanico. Standard della Figura nazionale

Operatore meccanico. Standard della Figura nazionale Operatore meccanico Standard della Figura nazionale Denominazione della figura professionale Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate OPERATORE MECCANICO 6. Artigiani, operai specializzati

Dettagli

REPERTORIO PROVINCIALE DELLE FIGURE PROFESSIONALI DI RIFERIMENTO DEI PERCORSI DI QUALIFICA PROFESSIONALE E DI DIPLOMA PROFESSIONALE

REPERTORIO PROVINCIALE DELLE FIGURE PROFESSIONALI DI RIFERIMENTO DEI PERCORSI DI QUALIFICA PROFESSIONALE E DI DIPLOMA PROFESSIONALE Allegato 1 REPERTORIO PROVINCIALE DELLE FIGURE PROFESSIONALI DI RIFERIMENTO DEI PERCORSI DI QUALIFICA PROFESSIONALE E DI DIPLOMA PROFESSIONALE (ai sensi del Capo III, art. 7 comma 1, lett. c), del Decreto

Dettagli

IeFP Istruzione e Formazione Professionale

IeFP Istruzione e Formazione Professionale IeFP Istruzione e Formazione Professionale Come conseguire una qualifica professionale triennale dopo le medie Il sistema regionale di Istruzione e Formazione Professionale L offerta della Regione Emilia-Romagna

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 13. OPERATORE MECCANICO Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 6. Artigiani, operai specializzati

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - ADDETTO ALLA VENDITA

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO MECCANICA, IMPIANTI E COSTRUZIONI OPERATORE MECCANICO. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO MECCANICA, IMPIANTI E COSTRUZIONI OPERATORE MECCANICO. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO MECCANICA, IMPIANTI E COSTRUZIONI Denominazione della figura OPERATORE MECCANICO Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 6. Artigiani,

Dettagli

Operatore ai servizi di vendita. Standard della Figura nazionale

Operatore ai servizi di vendita. Standard della Figura nazionale Operatore ai servizi di vendita Standard della Figura nazionale 115 Denominazione della figura OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche

Dettagli

Operatore amministrativo-segretariale informatica gestionale Standard formativo minimo regionale

Operatore amministrativo-segretariale informatica gestionale Standard formativo minimo regionale Allegato B) PROFILI DI OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE INFORMATICA GESTIONALE, OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE PAGHE E CONTRIBUTI, OPERATORE RIPARATORE VEICOLI A MOTORE MANUTENZIONE AEROMOBILI

Dettagli

Operatore meccanico. Standard della Figura nazionale

Operatore meccanico. Standard della Figura nazionale Operatore meccanico Standard della Figura nazionale Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate OPERATORE MECCANICO 6. Artigiani, operai specializzati ed agricoltori

Dettagli

G. FORTUNATO-S. SCOCA

G. FORTUNATO-S. SCOCA ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE G. FORTUNATO-S. SCOCA Sedi associate: ITC. G. FORTUNATO - CORSO SIRIO IPSSCT S. SCOCA I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (I e FP) La Riforma degli Istituti

Dettagli

Operatore elettrico - Impianti elettromeccanici. Standard formativo minimo regionale

Operatore elettrico - Impianti elettromeccanici. Standard formativo minimo regionale Operatore elettrico - Impianti elettromeccanici Standard formativo minimo regionale Denominazione del profilo professionale OPERATORE ELETTRICO IMPIANTI ELETTROMECCANICI Referenziazioni del profilo Professioni

Dettagli

Unione Europea Repubblica Italiana Regione Autonoma

Unione Europea Repubblica Italiana Regione Autonoma Unione Europea Repubblica Italiana Regione Autonoma Fondo Sociale Europeo della Sardegna Agenzia Formativa R&M SERVIZI PROVINCIA NUORO Avviso di chiamata per la costituzione di un elenco di organismi autorizzati

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - ADETTO ALLA VENDITA settore

Dettagli

formazione Synthesi formazione via Oberdan 6 - Pordenone Macchine ed impianti per l industria del mobile e dei suoi componenti

formazione Synthesi formazione via Oberdan 6 - Pordenone Macchine ed impianti per l industria del mobile e dei suoi componenti Macchine ed impianti per l industria del mobile e dei suoi componenti Addetto alle lavorazioni per l industria del mobile in grado di operare in piena autonomia nel processo di 400 20 produzione di mobili

Dettagli

ALLEGATO 2 INSTALLAZIONE IMPIANTI ELETTRICI, DI TELECOMUNICAZIONE E TERMOIDRAULICI PROGETTAZIONE E PRODUZIONE MECCANICA E ELETTROMECCANICA

ALLEGATO 2 INSTALLAZIONE IMPIANTI ELETTRICI, DI TELECOMUNICAZIONE E TERMOIDRAULICI PROGETTAZIONE E PRODUZIONE MECCANICA E ELETTROMECCANICA ALLEGATO 2 SETTORE: MECCANICA AREE PROFESSIONALI: INSTALLAZIONE IMPIANTI ELETTRICI, DI TELECOMUNICAZIONE E TERMOIDRAULICI PROGETTAZIONE E PRODUZIONE MECCANICA E ELETTROMECCANICA 1 AREA PROFESSIONALE INSTALLAZIONE

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 5. OPERATORE ELETTRICO Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 6 Artigiani, operai specializzati e

Dettagli

Tecnico autronico dell automobile

Tecnico autronico dell automobile Tecnico autronico dell automobile DESCRIZIONE SINTETICA Il Tecnico autronico dell automobile è in grado di effettuare interventi di installazione, manutenzione, riparazione e messa a punto delle parti

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): Classificazione attività economiche (ATECO 2007/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): Classificazione attività economiche (ATECO 2007/ISTAT): AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 4 OPERATORE EDILE Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 6 Artigiani, operai specializzati e agricoltori.

Dettagli

Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici

Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici Figure professionali: addetto conduzione impianti addetto impianti sistemi automatizzati colatore fonditore laminatore verniciatore stampatore

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - ADDETTO ALLA VENDITA

Dettagli

Operatore elettrico. Standard della Figura nazionale

Operatore elettrico. Standard della Figura nazionale Operatore elettrico Standard della Figura nazionale 27 Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate OPERATORE ELETTRICO 6 Artigiani e operai specializzati e agricoltori

Dettagli

Tecnico per l edilizia. Figura professionale:

Tecnico per l edilizia. Figura professionale: Tecnico per l edilizia Disegnatore ed aiuto progettista CAD Tecnico di gestione commessa Tecnico di conduzione cantiere e di contabilità dei lavori Progettazione, conduzione tecnica e contabile dei cantieri

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA NUOVO ORDINAMENTO

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA NUOVO ORDINAMENTO ORGANIZZAZIONE DIDATTICA NUOVO ORDINAMENTO ISTRUZIONE PROFESSIONALE - PERCORSO QUINQUENNALE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO INDIRIZZO MANUTENZIONE EASSISTENZA TECNICA a) Opzione Apparati, impianti e servizi

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - CUOCO/A - DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE Il cuoco è

Dettagli

Operatore dei sistemi e dei servizi logistici. Standard della Figura nazionale

Operatore dei sistemi e dei servizi logistici. Standard della Figura nazionale Operatore dei sistemi e dei servizi logistici Standard della Figura nazionale 122 Denominazione della figura OPERATORE DEI SISTEMI E DEI SERVIZI LOGISTICI Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT

Dettagli

REPERTORIO DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE DI SECONDO CICLO DELLA REGIONE LOMBARDIA

REPERTORIO DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE DI SECONDO CICLO DELLA REGIONE LOMBARDIA Allegato A) REPERTORIO DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE DI SECONDO CICLO DELLA REGIONE LOMBARDIA a partire dall anno formativo 2013-14 Pagina 1 di 7 SECONDO CICLO - DDIF 2 PERCORSI

Dettagli

OPERATORE ELETTRONICO. Standard formativo minimo regionale

OPERATORE ELETTRONICO. Standard formativo minimo regionale OPERATORE ELETTRONICO Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura professionale OPERATORE ELETTRONICO Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate 6 Artigiani e operai

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE -OPERATORE SALA BAR - L

Dettagli

Operatore amministrativo segretariale STRUMENTO DI LAVORO per il Dossier e valutazione delle evidenze da percorso formativo

Operatore amministrativo segretariale STRUMENTO DI LAVORO per il Dossier e valutazione delle evidenze da percorso formativo 1 Informazioni preliminari Candidato Operatore amministrativo segretariale STRUMNTO DI LAVORO per il Dossier e valutazione delle evidenze da percorso formativo Corso (N. Operazione e titolo progetto) Obiettivo

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE Processo Sequenza di processo Area di Attività Qualificazione

Dettagli

Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro

Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro www.fareapprendistato.it, 19 dicembre 2011 Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro di Francesca Fazio Uno dei principali problemi del mercato del lavoro

Dettagli

CORSO GRATUITO ADDETTO MAGAZZINO (SCAFFALISTA GDO) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA

CORSO GRATUITO ADDETTO MAGAZZINO (SCAFFALISTA GDO) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA CORSO GRATUITO SEDI E CONTATTI ADDETTO MAGAZZINO ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato da professionisti provenienti

Dettagli

Oltre l incontro domanda offerta: verso un approccio sistemico Sviluppo progetto sulle Figure Professionali

Oltre l incontro domanda offerta: verso un approccio sistemico Sviluppo progetto sulle Figure Professionali POR 2007-2013 Asse II OCCUPABILITÀ Linea di Intervento 1 Oltre l incontro domanda offerta: verso un approccio sistemico Sviluppo progetto sulle Figure Professionali Profili Professionali descritti Indice

Dettagli

ALLEGATO 1 Figure professionali relative alle qualifiche dei percorsi di istruzione e formazione professionale di durata triennale

ALLEGATO 1 Figure professionali relative alle qualifiche dei percorsi di istruzione e formazione professionale di durata triennale ALLEGATO 1 Figure professionali relative alle qualifiche dei percorsi di istruzione e formazione professionale di durata triennale 1 OPERATORE DELL ABBIGLIAMENTO 2 OPERATORE DELLE CALZATURE 3 OPERATORE

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - MAGAZZINIERE MULETTISTA - DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE MECCANICA;PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE;IMPIANTISTICA Processo Lavorazioni aeronautiche

Dettagli

Tecnico dei servizi di animazione turistico-sportiva e del tempo libero. Standard formativo minimo regionale

Tecnico dei servizi di animazione turistico-sportiva e del tempo libero. Standard formativo minimo regionale Tecnico dei servizi di animazione turistico-sportiva e del tempo libero Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura TECNICO DEI SERVIZI DI ANIMAZIONE TURISTICO-SPORTIVA E DEL TEMPO LIBERO

Dettagli

I PERCORSI di ISTRUZIONE e di FORMAZIONE PROFESSIONALE in REGIONE LOMBARDIA

I PERCORSI di ISTRUZIONE e di FORMAZIONE PROFESSIONALE in REGIONE LOMBARDIA I PERCORSI di ISTRUZIONE e di FORMAZIONE PROFESSIONALE in REGIONE LOMBARDIA Il sistema educativo L assolvimento del diritto dovere di istruzione e formazione è possibile all interno di tre sistemi : Il

Dettagli

Profili formativi CCNL Alimentare e Panificazione

Profili formativi CCNL Alimentare e Panificazione Allegato 1 1. Profilo tipo: addetto all'amministrazione e gestione aziendale Figure professionali di riferimento Tecnici di amministrazione/finanza/controllo di gestione. Operatori di contabilità. Tecnici

Dettagli

7 OPERATORE DELL ABBIGLIAMENTO Confezioni industriali 14 OPERATORE DELL ABBIGLIAMENTO - Sartoria 21 OPERATORE DELLE CALZATURE

7 OPERATORE DELL ABBIGLIAMENTO Confezioni industriali 14 OPERATORE DELL ABBIGLIAMENTO - Sartoria 21 OPERATORE DELLE CALZATURE RACCOLTA RIASSUNTIVA DEGLI OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO RELATIVI ALLE COMPETENZE TECNICO-PROFESSIONALI DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE IN REGIONE LOMBARDIA Partendo

Dettagli

Tecnico di cucina. Standard della Figura nazionale

Tecnico di cucina. Standard della Figura nazionale Tecnico di cucina Standard della Figura nazionale Denominazione della figura TECNICO DI CUCINA Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche di riferimento: ATECO 2007/ISTAT

Dettagli

AREA PROFESSIONALE TECNICO COMMERCIALE-MARKETING OPERATORE DEL PUNTO VENDITA. pag. 1

AREA PROFESSIONALE TECNICO COMMERCIALE-MARKETING OPERATORE DEL PUNTO VENDITA. pag. 1 Regione Siciliana Assessorato regionale al Lavoro Previdenza Sociale, Formazione Professionale ed Emigrazione REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI E FORMATIVI AREA PROFESSIONALE MARKETING E VENDITE

Dettagli

WP5_RISULTATO 21_CURRICOLA FORMATIVI

WP5_RISULTATO 21_CURRICOLA FORMATIVI WP5_RISULTATO 21_CURRICOLA FORMATIVI Indice Introduzione p.2 Montatore di serramenti e infissi p.3 Tecnico Installatore e manutentore di impianti fotovoltaici p.7 Posatore/Installatore di materiale isolante

Dettagli

Standard Formativi Minimi dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale della Regione Lombardia

Standard Formativi Minimi dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale della Regione Lombardia Allegato 3 Standard Formativi Minimi dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale della Regione Lombardia Obiettivi Specifici di Apprendimento delle competenze tecnico professionali INDICE PREMESSA

Dettagli

200917337026 APPRENDISTI@FORMAZIONE2 2009 50

200917337026 APPRENDISTI@FORMAZIONE2 2009 50 Decreto di approvazione n.ro 3048 di data 21/08/2009 ALLEGATO 1 - GRADUATORIA OPERAZIONI APPROVATE (Sono ammesse a finanziamento le operazioni con numero d'ordine in grassetto sottolineato) 21CBPF111 20/40

Dettagli

Operatore elettronico Standard della Figura nazionale

Operatore elettronico Standard della Figura nazionale Operatore elettronico Standard della Figura nazionale 33 Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate OPERATORE ELETTRONICO 6 Artigiani e operai specializzati

Dettagli

ALLEGATO 1 Figure professionali relative alle qualifiche dei percorsi di istruzione e formazione professionale di durata triennale 1 OPERATORE DELL ABBIGLIAMENTO 2 OPERATORE DELLE CALZATURE 3 OPERATORE

Dettagli

Responsabile tecnico

Responsabile tecnico Responsabile tecnico La figura è stata rilevata nei seguenti gruppi di attività economica della classificazione Ateco 91: G 50.2 Manutenzione e riparazione di autoveicoli Figure professionali contigue:

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - AUTORIPARATORE AUTO E

Dettagli

Allegato 1) LE QUALIFICHE REGIONALI - Revisione - REGIONE EMILIA ROMAGNA. Sistema Regionale delle Qualifiche

Allegato 1) LE QUALIFICHE REGIONALI - Revisione - REGIONE EMILIA ROMAGNA. Sistema Regionale delle Qualifiche Allegato 1) REGIONE EMILIA ROMAGNA Sistema Regionale delle Qualifiche LE QUALIFICHE REGIONALI - Revisione - INDICE PREMESSA 1. LE QUALIFICHE PROFESSIONALI REGIONALI 2. GLI ELEMENTI DESCRITTIVI DELLE QUALIFICHE

Dettagli

ELENCO NAZIONALE DELLE ULTERIORI ARTICOLAZIONI DELLE AREE DI INDIRIZZO DEI PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI IN OPZIONI

ELENCO NAZIONALE DELLE ULTERIORI ARTICOLAZIONI DELLE AREE DI INDIRIZZO DEI PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI IN OPZIONI A LLEGATO B ELENCO NAZIONALE DELLE ULTERIORI ARTICOLAZIONI DELLE AREE DI INDIRIZZO DEI PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI IN OPZIONI ALLEGATO B1 Indirizzo: Manutenzione e assistenza tecnica - Opzione:

Dettagli

REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI

REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI per L ATTIVAZIONE DEI TIROCINI (a seguito della direttiva del DG del Dip.Lavoro prot 43881/US1/2013 del 25/07/2013: tirocini formativi direttiva applicativa

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 AREA COMUNE SERVIZI PER LE IMPRESE Sequenza di processo Area di Attività Qualificazione regionale

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA APPRENDISTATO. (obbligatorio per gli apprendisti non diplomati)

OFFERTA FORMATIVA APPRENDISTATO. (obbligatorio per gli apprendisti non diplomati) OFFERTA FORMATIVA APPRENDISTATO MODULO BASE (obbligatorio per gli apprendisti non diplomati) ORE: 40 COMPETENZE: - Area dei linguaggi (16 ore): Conoscere l andamento del mercato del lavoro in funzione

Dettagli

Elenco qualificazioni standard organizzate per AEP

Elenco qualificazioni standard organizzate per AEP AEP dei contenuti trasversali Operatore telefonico addetto alle informazioni alla clientela e agli uffici relazioni col pubblico AEP - Agricoltura, zootecnia, silvicoltura Addetto all allevamento Operatore

Dettagli

Analisi dei profili professionali per l apprendistato professionalizzante ai fini dell attuazione della riforma ex d.lgs. 167/2011

Analisi dei profili professionali per l apprendistato professionalizzante ai fini dell attuazione della riforma ex d.lgs. 167/2011 Analisi dei profili professionali per l apprendistato professionalizzante ai fini dell attuazione della riforma ex d.lgs. 167/2011 (COMPARTO ALIMENTARE - Profili formativi estratti dai ccnl) 1 ALIMENTARE

Dettagli

SOMMARIO SUPPORTI AGGIUNTIVI A TARGET SPECIFICI...11 DISABILI...11 STRANIERI...11

SOMMARIO SUPPORTI AGGIUNTIVI A TARGET SPECIFICI...11 DISABILI...11 STRANIERI...11 Allegato A alla DGP n del Provincia di Pistoia Dipartimento Lavoro e Politiche Sociali Servizio Lavoro PIANO PROVINCIALE PER LA FORMAZIONE ESTERNA DELL APPRENDISTATO 2008-2010 Manuale di indirizzo per

Dettagli

INDICE DELLE FIGURE 1. TECNICO EDILE 2. TECNICO ELETTRICO 3. TECNICO ELETTRONICO 4. TECNICO GRAFICO 5. TECNICO DELLE LAVORAZIONI ARTISTICHE

INDICE DELLE FIGURE 1. TECNICO EDILE 2. TECNICO ELETTRICO 3. TECNICO ELETTRONICO 4. TECNICO GRAFICO 5. TECNICO DELLE LAVORAZIONI ARTISTICHE INDICE DELLE FIGURE 1. TECNICO EDILE 2. TECNICO ELETTRICO 3. TECNICO ELETTRONICO 4. TECNICO GRAFICO 5. TECNICO DELLE LAVORAZIONI ARTISTICHE 6. TECNICO DEL LEGNO 7. TECNICO RIPARATORE DI VEICOLI A MOTORE

Dettagli

FONDAZIONE OSF CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

FONDAZIONE OSF CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE IMPRESA SOCIALE FONDAZIONE OSF CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE www.fondazioneosf.it SEDE DI UDINE SEDE DI PORDENONE SEDE DI BARI Viale Duodo 1-3 33100 Udine Viale de La Comina 25 33170 Pordenone Piazza

Dettagli

Tecnico elettronico e RES (delle Energie Rinnovabili, del risparmio energetico e della domotica) Standard della Figura Regionale della Campania

Tecnico elettronico e RES (delle Energie Rinnovabili, del risparmio energetico e della domotica) Standard della Figura Regionale della Campania Tecnico elettronico e RES (delle Energie Rinnovabili, del risparmio energetico e della domotica) Standard della Figura Regionale della Campania 1 Denominazione della figura TECNICO ELETTRONICO-RES (delle

Dettagli

falegname ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di Delibera n. 748 del 24.06.2014

falegname ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di Delibera n. 748 del 24.06.2014 Delibera n. 748 del 24.06.2014 ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di falegname 1. Il profilo professionale 2. Durata ed esame di fine apprendistato 3. Referenziazioni del

Dettagli

Tecnico per l automazione industriale. Standard formativo minimo regionale

Tecnico per l automazione industriale. Standard formativo minimo regionale Tecnico per l industriale Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche

Dettagli

Allegato (E) Unità di competenza. 1. Progettazione ricette e carta dessert. 2. Lavorazione impasti e creme. 3. Lievitazione e cottura semilavorati

Allegato (E) Unità di competenza. 1. Progettazione ricette e carta dessert. 2. Lavorazione impasti e creme. 3. Lievitazione e cottura semilavorati OPERATORE DELLA PRODUZIONE DI PASTICCERIA L Operatore della produzione di pasticceria è in grado progettare e realizzare ricette tradizionali ed innovative di pasticceria e gelateria, utilizzando metodologie

Dettagli

RETE DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI REGIONE UMBRIA

RETE DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI REGIONE UMBRIA RETE DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI REGIONE UMBRIA Qualifica progetto OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE ISTITUTI DELLA RETE: I.S.I.S. Salvatorelli di Marsciano I.S.I.S. Italo Calvino di Città della Pieve

Dettagli

CORSO PER LA CERTIFICAZIONE DI COMPETENZE ADA "ALLESTIMENTO E RIFORNIMENTO DEGLI SCAFFALI E DELLE ISOLE PROMOZIONALI

CORSO PER LA CERTIFICAZIONE DI COMPETENZE ADA ALLESTIMENTO E RIFORNIMENTO DEGLI SCAFFALI E DELLE ISOLE PROMOZIONALI CORSO PER LA CERTIFICAZIONE DI COMPETENZE ADA "ALLESTIMENTO E RIFORNIMENTO DEGLI SCAFFALI E DELLE ISOLE PROMOZIONALI Corso di formazione professionale inserito nel catalogo provinciale dell offerta formativa

Dettagli

OPERATORE IMPIANTI ELETTRICI AREA DELLE COMPETENZE TECNICO/PROFESSIONALE riferite alla qualifica

OPERATORE IMPIANTI ELETTRICI AREA DELLE COMPETENZE TECNICO/PROFESSIONALE riferite alla qualifica OPERATORE IMPIANTI ELETTRICI AREA DELLE COMPETENZE TECNICO/PROFESSIONALE riferite alla qualifica U.C. CAPACITÁ 3 anno 2 anno 1 anno 1. Impostazione 1.1 Interpretare il disegno tecnico-schema costruttivo

Dettagli

AREA PROFESSIONALE OPERATORE DELLA RISTORAZIONE PASTI

AREA PROFESSIONALE OPERATORE DELLA RISTORAZIONE PASTI Regione Siciliana Assessorato regionale al Lavoro Previdenza Sociale, Formazione Professionale ed Emigrazione REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI E FORMATIVI AREA PROFESSIONALE PRODUZIONE E

Dettagli

FORMAZIONE ESTERNA PER APPRENDISTI PROGETTI DEI CORSI

FORMAZIONE ESTERNA PER APPRENDISTI PROGETTI DEI CORSI FORMAZIONE ESTERNA PER APPRENDISTI PROGETTI DEI CORSI Settore Alberghiero - Alimentare Allegato alla deliberazione della Giunta provinciale P.V. n. 4 del 13/01/004 Il presente progetto è stato realizzato

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI TURISTICI Processo Servizi di viaggio e accompagnamento Sequenza di processo Composizione

Dettagli

Tecnico per l automazione industriale. Standard della Figura nazionale

Tecnico per l automazione industriale. Standard della Figura nazionale Tecnico per l automazione industriale Standard della Figura nazionale Denominazione della figura TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate 6. Artigiani,

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA EINAUDI CHIODO

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA EINAUDI CHIODO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA EINAUDI CHIODO L Istituto di Istruzione Superiore L. Einaudi D. Chiodo ha solide radici nel patrimonio di competenze educative e didattiche delle due distinte istituzioni

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO 9. TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE. Nomenclatura delle Unità Professioni (NUP/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO 9. TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE. Nomenclatura delle Unità Professioni (NUP/ISTAT): AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 9. TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professioni (NUP/ISTAT): 6. Artigiani, operai

Dettagli

FABBRICAZIONE DI COMPUTER, SISTEMI E DI ALTRE APPARECCHIATURE PER L INFORMATICA

FABBRICAZIONE DI COMPUTER, SISTEMI E DI ALTRE APPARECCHIATURE PER L INFORMATICA STUDIO DI SETTORE TD41U ATTIVITÀ 30.01.0 FABBRICAZIONE DI MACCHINE PER UFFICIO ATTIVITÀ 30.02.0 FABBRICAZIONE DI COMPUTER, SISTEMI E DI ALTRE APPARECCHIATURE PER L INFORMATICA ATTIVITÀ 31.62.2 LAVORI DI

Dettagli

REPORT SUI TAVOLI DI LAVORO QUESTIONARIO SULLE CONOSCENZE, ABILITA E COMPETENZE DEGLI INSTALLATORI

REPORT SUI TAVOLI DI LAVORO QUESTIONARIO SULLE CONOSCENZE, ABILITA E COMPETENZE DEGLI INSTALLATORI REPORT SUI TAVOLI DI LAVORO QUESTIONARIO SULLE CONOSCENZE, ABILITA E COMPETENZE DEGLI INSTALLATORI 1. Qual è la tecnologia riferita all oggetto del questionario? (Ad esempio: solare termico, sistemi costruttivi

Dettagli

TECNICO DELL ACCOGLIENZA E DELL OSPITALITA

TECNICO DELL ACCOGLIENZA E DELL OSPITALITA AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO TURISMO E SPORT Denominazione della figura TECNICO DELL ACCOGLIENZA E DELL OSPITALITA Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

Dettagli

VetrinaLavoro. Esempi annunci lavoro nel settore turistico

VetrinaLavoro. Esempi annunci lavoro nel settore turistico Esempi annunci lavoro nel settore turistico vembre 2015 Premessa Ad integrazione della Guida alla pubblicazione degli annunci sulla Vetrina Lavoro dell Agenzia regionale per il lavoro si propongono a titolo

Dettagli

ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI GENERALI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO

ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI GENERALI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO allegati B e C ISTITUTI TECNICI INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEI SETTORI ECONOMICO E TECNOLOGICO B. SETTORE ECONOMICO Il profilo educativo, culturale e professionale dello studente di cui all allegato

Dettagli

DIPARTIMENTO TECNICO-PROFESSIONALE INDIRIZZO SERVIZI PER L'ENOGASTRONOMIA SETTORE CUCINA. Programmazione disciplinare condivisa secondo biennio

DIPARTIMENTO TECNICO-PROFESSIONALE INDIRIZZO SERVIZI PER L'ENOGASTRONOMIA SETTORE CUCINA. Programmazione disciplinare condivisa secondo biennio Istituto Professionale di Stato per i Servizi per l Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera Aurelio Saffi Firenze DIPARTIMENTO TECNICO-PROFESSIONALE INDIRIZZO SERVIZI PER L'ENOGASTRONOMIA SETTORE CUCINA

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - TECNICO CONDUZIONE CANTIERE: gestione tecnico amministrativa

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA CONDUZIONE E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI

TECNICO SUPERIORE PER LA CONDUZIONE E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER LA CONDUZIONE E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE CHINO CHINI SETTORI, INDIRIZZI E CORSI

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE CHINO CHINI SETTORI, INDIRIZZI E CORSI Anno Scolastico 2012/2013 ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE CHINO CHINI BORGO SAN LORENZO SETTORI, INDIRIZZI E CORSI Presidenza e Segreterie: Via Caiani, 68 50032 Borgo San Lorenzo (Fi) Tel. 0558459268

Dettagli

Manuale Qualità TARONI CONSELICE (RA) MANUALE QUALITA VOLUME I COSTRUZIONI MECCANICHE. Riferimento Norma UNI EN ISO 9001:2008

Manuale Qualità TARONI CONSELICE (RA) MANUALE QUALITA VOLUME I COSTRUZIONI MECCANICHE. Riferimento Norma UNI EN ISO 9001:2008 Sezione 0 Rev. 5 Pag. 1 TARONI CONSELICE (RA) MANUALE QUALITA VOLUME I COSTRUZIONI MECCANICHE Riferimento Norma UNI EN ISO 9001:2008 COPIA CONTROLLATA N COPIA NON CONTROLLATA 5 Modificate sez. 0, 1, 4

Dettagli

ELENCO DELLE CATEGORIE MERCEOLOGICHE. BENI E SERVIZI sezioni II e III

ELENCO DELLE CATEGORIE MERCEOLOGICHE. BENI E SERVIZI sezioni II e III ELENCO DELLE CATEGORIE MERCEOLOGICHE BENI E SERVIZI sezioni II e III CATEGORIA SOTTOCATEGORIA Codice categoria A Arredi e complementi Arredi per Uffici A01 I Arredi ed accessori per alloggi A02 I (anche

Dettagli

Fondazione Opera Sacra Famiglia Qualifiche triennali dopo la terza media

Fondazione Opera Sacra Famiglia Qualifiche triennali dopo la terza media Fondazione Opera Sacra Famiglia Qualifiche triennali dopo la terza media I corsi di Formazione di base sono la scelta ideale per i giovani che, conseguita la licenza di scuola media, vogliono apprendere

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli