Classificazione internazionale standard delle professioni CITP-88

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Classificazione internazionale standard delle professioni CITP-88"

Transcript

1 Classificazione internazionale standard delle professioni CITP-88

2 PREMESSA La presente Classificazione internazionale standard delle professioni, 1988 (CITP-88), sostituisce la classificazione pubblicata nel 1968 e ristampata per la quinta volta nel L origine risale molti decenni orsono e la Conferenza internazionale degli statistici del lavoro, che si riunisce sotto l egida dell Organizzazione internazionale del Lavoro, è associata fin dal primo giorno ai lavori che le sono stati dedicati. È nel 1921 che il bisogno di una classificazione internazionale standard delle professioni e, per la prima volta, state oggetto di un dibattito, ma l iniziativa della sua realizzazione concreta appartiene alla 7 Conferenza internazionale degli statistici del lavoro sotto la forma di una classificazione provvisoria in nove grandi gruppi, che adottò nel Qualche anno dopo, nel 1952, il BIT pubblicava la Classificazione internazionale delle professioni per l emigrazione e l avviamento al lavoro dove si trovavano descritte in dettaglio professioni, stabilite a partire da otto classificazioni nazionali provenienti da paesi industrializzati. La prima edizione della CITP è stata pubblicata nel 1958 poi rivista dieci anni dopo, nel La presente edizione della CITP è stata adottata come risoluzione III risoluzione concernente la revisione della Classificazione internazionale standard delle professioni dalla 14 Conferenza internazionale degli statistici del lavoro, il 6 novembre La classificazioni CITP-88, come quelle che l hanno preceduta, è concepita per facilitare le comparazioni internazionali e per offrire ai paesi che desiderano dotarsi di una classificazione nazionale delle professioni, oppure revisionare quella che possiedono, un modello cui utilmente ispirarsi. La presente classificazione segna un progresso in confronto alle edizioni passate, perché l ufficio statistico del BIT e più particolarmente Eivind Hoffmann e Mirjana Matejovic-Scott che hanno avuto l incarico di portare a termine il progetto ha potuto beneficiare dell esperienza accumulata, tanto nazionale quanto internazionale, e della collaborazione di eminenti periti di molti paesi. Alla gratitudine dovuta ai membri della 13 e della 14 Conferenza internazionale degli statistici del lavoro si aggiungono i ringraziamenti particolarmente calorosi a tutti i partecipanti delle quattro riunioni di periti che hanno costellato gli anni 1985 e 1986 e segnato le grandi tappe dell opera compiuta, e più specialmente rivolti al sig. Brian Embury, dell Ufficio australiano di statistica, il quale, senza mai risparmiare fatica, ha messo al suo servizio la sua ampia e ricca esperienza delle classificazioni di professioni. Infine, bisogna ringraziare tutti i colleghi dell Ufficio statistico del BIT che ha avuto parte, diretta od indiretta, all impresa e hanno permesso di portarla a termine.

3 INDICE Pagine Premessa Introduzione I grandi obiettivi Il quadro ed i concetti Il piano e la struttura I grandi gruppi in riassunto La procedura adottata per trattare certi problemi La disparità delle condizioni di istruzione richieste secondo i paesi Le professioni a largo spettro Tecnologia e competenze Coesistenza di due settori agricoli Il lavoro delle donne La nozione di professione nel settore non strutturato Professione e situazione nella professione Osservazioni a proposito di certe professioni Stabilire la corrispondenza tra classificazione nazionale e CITP-88 Titoli dei grandi gruppi, sotto grandi gruppi, sotto gruppi e gruppi di base Definizione dei titoli della CITP-88 Grande gruppo 1: Membri dell esecutivo e dei corpi legislativi, quadri superiori della pubblica amministrazione, dirigenti e quadri superiori di impresa Grande gruppo 2: Professioni intellettuali e scientifiche Grande gruppo 3: Professioni intermedie Grande gruppo 4: Impiegati di tipo amministrativo Grande gruppo 5: Personale dei servizi e venditori di negozio e di mercato Grande gruppo 6: Agricoltori ed operai qualificati dell agricoltura e della pesca Grande gruppo 7: Artigiani ed operai dei mestieri di tipo artigianale Grande gruppo 8: Conduttori di installazioni e di macchine e operai dell assemblaggio Grande gruppo 9: Operai ed impiegati non qualificati Grande gruppo 0: Forze armate Osservazioni sull indice dei titoli della CITP-88 Indice dei titoli nell ordine numerico dei codici della CITP-88 Indice dei titoli nell ordine numerico dei codici della CITP-88 Elenco alfabetico dei titoli Corrigendum

4 INTRODUZIONE La Classificazione internazionale standard delle professioni, modificata (CITP-88), offre un sistema di classificazione e di aggregazione dei dati delle informazioni relative alle professioni che permettono di raccogliere i censimenti demografici e le indagini statistiche, e che detengono le cartelle della pubblica amministrazione. La CITP-88 è il prodotto di revisione della Classificazione internazionale standard delle professioni, 1968, alla quale si sostituisce. La modifica è stata condotta in conformità con le raccomandazioni delle 13 a e 14 a Conferenze internazionali degli statistici del lavoro (CIST), che si è tenuta all'oil, a Ginevra, nel 1982 e nel La 14 a conferenza, ha approvato la CITP-88 ed ha suggerito che, per la raccolta ed il trattamento delle statistiche classificate per professione ogni paese [accerta] la possibilità di conversione nel sistema CITP-88 per facilitare l'uso delle informazioni sulle professioni a livello internazionale. Si può affermare che la CITP-88 costituisce una delle normative delle statistiche internazionali del lavoro. I GRANDI OBIETTIVI La CITP ha tre orientamenti generali. Il primo è di facilitare, su scala internazionale, le comunicazioni circa le professioni mettendo alla portata degli statistici dei diversi paesi uno strumento adatto a mettere nel prospetto internazionale i dati nazionali sulle professioni. Il secondo è di rendere possibile la presentazione dei dati internazionali sulle professioni in una forma che si presta alla ricerca, a decisioni e a iniziative di azioni concrete in determinati casi precisi, per esempio riguardo alle migrazioni internazionali ed il collocamento. Il terzo obiettivo è servire da modello ai paesi che decidono di elaborare o di modificare la loro classificazione nazionale delle professioni. La CITP-88 non è destinata ad occupare il posto delle classificazioni nazionali delle professioni, che dovrebbero normalmente riflettere esattamente quanto possibile la struttura dei mercati nazionali dell occupazione 1. Va da sé, tuttavia, che i paesi in cui la classificazione delle professioni si ispira già, al concetto e alla struttura, della CITP-88, potranno più agevolmente mettere a punto le procedure adatte per rendere le statistiche del lavoro paragonabili a quelle internazionali. Si può osservare che, molto spesso, i paesi potranno desiderare che la loro classificazione abbia una struttura più fine e definizioni più elaborate della classificazione internazionale. Succederà tuttavia, a volte, che i paesi desiderino incorporare delle informazioni codificate su elementi di contenuto delle mansioni e una descrizione dettagliata delle professioni, che presentano un interesse tutto particolare dal punto di vista, per esempio, del regolamento sulle differenze degli stipendi, sull'orientamento e sulla formazione professionale, sui servizi di collocamento come sull'analisi della morbilità e della mortalità rispetto alla professione. IL QUADRO ED I CONCETTI Il quadro necessario al concetto ed all elaborazione della CITP-88 si appoggia su due grandi concetti: quello del genere di lavoro compiuto, cioè il tipo di lavoro, e quello delle competenze. 1 L'Istituto statistico dell'oil attualmente prepara un manuale sul modo per risolvere ed usare le classificazioni nazionali delle professioni.

5 Il tipo di lavoro definito come un insieme di mansioni compiute, o che dovrebbero essere compiute da una stessa persona costituisce l'unità statistica della CITP-88. Un insieme di lavori le cui mansioni presentano una grande somiglianza costituisce una professione. Si classificano le persone per professione in funzione del loro rapporto con un occupazione passata, presente o futura. Le competenze definite come la capacità di compiere le mansioni legate ad un dato lavoro si caratterizzano, ai fini della CITP-88, dalle seguenti due dimensioni: a) il livello delle competenze, che è funzione della complessità e dello spettro delle mansioni; b) la specializzazione delle competenze, che si rapporta all insieme delle conoscenze richieste, all attrezzatura e alle macchine utilizzate, al materiale sul quale o col quale si lavora, come alla natura delle merci e dei servizi prodotti. Dal concetto delle competenze così definite, i gruppi professionali della CITP-88 sono stati delimitati e la loro aggregazione è stata raffinata. Considerando il carattere internazionale della classificazione, sono stati mantenuti quattro livelli di competenza la cui definizione pratica è stata presa dai livelli, dai programmi e dai sistemi di istruzione dalla Classificazione standard di formazione dell educazione (ISCED), il documento COM/STl/ISCED (Parigi, Unesco,1976). Definire i quattro livelli di qualificazione, con riferimento alle categorie dell ISCED, non implica per niente che le competenze necessarie al raggiungimento delle mansioni inerenti ad un'occupazione non specificata possano essere acquistate solo dalla trafila dell istruzione convenzionale. Possono, al contrario, essere acquistate e di fatto lo sono spesso da una formazione fuori istituzioni e con l esperienza. D altronde, l importante, dal punto di vista della CITP-88, sono le competenze richieste per adempiere le mansioni professionali e non la possibilità di sapere se un lavoratore esercitando una certa professione è qualificato come un altro suo omologo nella stessa professione. Di conseguenza, la definizione pratica qui di seguito dei quattro livelli di competenza della CITP-88 si applica ogni volta che le competenze professionali necessarie sono acquisite per il canale dell istruzione o della formazione professionale normale: a) Il primo livello di competenze della CITP è definito facendo riferimento alla categoria 1 dell'isced, che corrisponde all insegnamento di primo grado, il quale inizia, in generale all'età di cinque, sei o sette anni e si estende su cinque anni circa. b) Il secondo livello di competenze della CITP è definito facendo riferimento alle categorie 2 e 3 dell ISCED, che corrispondono rispettivamente al primo e secondo ciclo dell istruzione secondaria di secondo grado. Il primo ciclo inizia dall età di undici o dodici anni e si estende su tre anni circa ed il secondo all età di quattordici o quindici anni e si estende anche in tre anni circa. Un periodo di formazione pratica e di esperienza, sancito da un apprendistato, può aggiungersi alla formazione normale o sostituirsi parzialmente e, in determinati casi, sostituirla interamente. c) Il terzo livello di competenze della CITP è definito facendo riferimento alla categoria 5 dell'isced (la categoria 4 dell ISCED è lasciata di proposito senza soddisfare), che corrisponde ad un insegnamento iniziato all età di diciassette o diciotto anni, si estende per

6 quattro anni circa ed è completato su un diploma che non è equivalente ad un primo titolo universitario. d) Il quarto livello di competenze della CITP è definito facendo riferimento alle categorie 6 e 7 dell'isced, che corrisponde con un insegnamento cominciato anch esso all età di diciassette o di diciotto anni, che si estende per tre o quattro anni o più ed apre l'accesso ad un titolo universitario o ad un titolo universitario superiore, o a un diploma equivalente. Durante l elaborazione della CITP-88, l attribuzione del livello delle competenze richieste dalle professioni o gruppi di professioni, ha inevitabilmente comportato una parte di valutazione soggettiva. Tante classificazioni nazionali e la situazione particolare di numerosi paesi sono stati passati al vaglio per raccogliere dati e criteri a questo fine ed è auspicabile che le scelte fatte rendono conto delle varie situazioni e delle tendenze principali. IL PIANO E LA STRUTTURA Il passo concettuale adottato per realizzare la CITP-88 concretizzato in una struttura gerarchica piramidale che comporta, al livello più alto dieci grandi gruppi che si suddividono successivamente in ventotto sotto-grandi gruppi, centosedici sottogruppi e trecentonovanta gruppi di base. Tabella 1. I grandi gruppi della CITP 88, con il numero delle loro varie suddivisioni e l'indicazione del livello corrispondente di competenze grandi gruppi 1. Membri dell esecutivo e dei corpi legislativi, quadri superiori della pubblica amministrazione, dirigenti e quadri superiori di impresa Sotto- grandi gruppi Sottogruppi Gruppi di base Livello di competenze della CITP Professioni intellettuali e scientifiche o 3. Professioni intermedie o 4. Impiegati di tipo amministrativo o 5. Personale dei servizi e venditori di negozio e di mercato o 6. Agricoltori ed operai qualificati dell agricoltura e della o pesca 7. Artigiani ed operai dei mestieri di tipo artigianale o 8. Conduttori di installazioni e di macchine ed operai o dell assemblaggio 9. Operai ed impiegati non qualificati o 0. Forze armate Totali La tabella qui sopra permette di costatare che otto dei dieci grandi gruppi sono stati messi in correlazione con i quattro livelli di competenze della CITP-88, i quali, abbiamo visto, sono stati definiti facendo riferimento alle categorie ed ai gradi di istruzione della Classificazione internazionale standard dell educazione. Il concetto di livello di competenze non è stato applicato ne al grande gruppo 1, Membri dell esecutivo e dei corpi legislativi superiori dell amministrazione pubblica, dirigenti e quadri superiori di impresa ne al grande gruppo 0, Forze armate. Il motivo è che, secondo le informazioni prese dalle fonti nazionali, le competenze necessarie per adempiere delle mansioni riguardanti le professioni di ognuno di questi due grandi gruppi sono disparate, al punto di rendere impossibile il loro allineamento con l uno o l altro dei quattro grandi livelli di competenze della CITP-88.

7 I gruppi professionali sono stati ulteriormente suddivisi e differenziati secondo la specializzazione delle competenze, definita con riferimento al campo delle conoscenze richieste, alle macchine e all attrezzatura utilizzate, ai materiali sui quali o con i quali si lavora, ed anche con il genere di beni e di servizi prodotti. I ventotto sotto-grandi gruppi, che si collocano al secondo livello di aggregazione della CITP-88, sono un'innovazione, in quanto tutte le precedenti classificazioni internazionali delle professioni presentavano una grave lacuna relativa al numero di raggruppamenti del primo e secondo livello dell'aggregazione. La CITP-68, per esempio, contava otto gruppi al primo livello di aggregazione precedendo ottantatre gruppi al secondo livello. C era quindi squilibrio nel numero dei gruppi utili, da una parte per presentare la struttura generale delle professioni con una classifica parallela secondo variabili come settore di attività o fasce ristrette di età e dall altra parte per presentare la struttura generale delle professioni senza classifica parallela di nessun genere o con la classifica parallela secondo delle variabili come sesso o fasce estese di età. I trecentonovanta gruppi di base che, nella CITP-88, si collocano al livello della differenziazione più completa includono in generale più di una professione. In ogni paese, il numero delle professioni incluse e la loro differenziazione dipenderanno per molto dell importanza dell economia e del suo grado di sviluppo, del livello e dell'orientamento della tecnologia, dell organizzazione del lavoro e delle tradizioni. Ecco perché le professioni che s iscrivono in ciascuno dei trecentonovanta gruppi di base della CITP-88 non sono state descritte in dettaglio. Tuttavia, si proceda attualmente, fra le millecinquecentosei descrizioni dettagliate di professioni della CITP-68, alla selezione di quelle che rimangono oggi valide in vista della loro pubblicazione in un volume supplementare del CITP-88. Ognuna delle categorie che si distribuisce fra i quattro livelli dell'aggregazione e identificata tramite un numero di codice, un titolo e una breve indicazione del contenuto. Quanto ai gruppi di base, per delle mansioni che caratterizzano ognuno di loro è brevemente descritto ed alcuni dei titoli della professione che ne fanno parte sono enumerati in seguito, com esempi. Nella maggior parte dei casi, si aggiungono degli esempi di professioni che, benché collegate per qualche lato all una o l'altra delle professioni del gruppo di base in questione, sono state classificate altrove. Queste precauzioni sono state prese per evitare ogni ambiguità possibile e per chiarire i concetti che sono alla base del CITP-88 e le particolarità della relativa struttura. Alle descrizioni dettagliate delle categorie professionali distribuite fra i quattro livelli dell'aggregazione succede l'indice dei titoli di professione della CITP-88. L'indice conta tre liste distinte: la prima organizza i titoli nell ordine dei numeri di codice della CITP-88; la seconda, nell ordine dei numeri di codice della CITP-68; la terza nell ordine alfabetico delle denominazioni professionali. Quest indice è il risultato dei rimaneggiamenti che ha subito la Lista alfabetica allargata dei titoli della CITP-68 riguardando sia la codifica sia i titoli di professione propriamente detti. Per maggiori particolari, si potrà fare riferimento alle Osservazioni sull'indice dei titoli di professione della CITP-88 che precede l'indice stesso. Durante la revisione dell indice, nessuno sforzo è stato risparmiato per tener conto delle differenze di progettazione e di struttura fra la vecchia classificazione e la nuova e, dovunque possibile, ci si è sforzati di portare le modifiche necessarie e, al bisogno, di introdurre delle nuove denominazioni. Alcune delle debolezze dell indice della CITP-68 per esempio la disuguaglianza di particolare nell'indicazione delle specializzazioni riguardanti un titolo generico di professione sono state tuttavia ricondotte nel nuovo indice. Il lettore vorrà ricordarsi che l'obiettivo primario dell'indice è informare circa il contenuto di ciascuna categoria professionale iscritta nella struttura della CITP-88 e che non ha le pretese di essere esauriente. L Ufficio di statistica del BIT, quando

8 avrà potuto attingere alle fonti nazionali più recenti dei titoli di professione, compilerà una versione riveduta e corretta dell'indice della CITP-88 per una pubblicazione successiva, e nella speranza che sia possibile, nella nuova versione, rimediare ai difetti dell'indice attuale. I GRANDI GRUPPI RIASSUNTI Troveremo qui di seguito una breve idea dei grandi gruppi della CITP-88, che dovrebbe rendere più agevole l interpretazione della classificazione. Essa non può comunque rimpiazzare la descrizione dettagliata delle categorie professionali che occupa una buona parte di questo volume. 1. Membri dell esecutivo dei corpi legislativi, quadri superiori dell amministrazione pubblica, dirigenti e quadri superiori d impresa Questo grande gruppo include le professioni le cui mansioni principali sono di definire e formulare la politica del governo nazionale, le leggi e regolamenti, e coordinarne la messa in opera, rappresentare il governo nazionale ed agire nel suo nome, o preparare, orientare e coordinare la politica e l attività dell impresa o di un organismo, o dei suoi reparti e servizi interni. Non è fatto riferimento ad un livello di competenze nella definizione del contenuto di questo grande gruppo, che si suddivide in tre sotto grandi gruppi, otto sottogruppi e trentatre gruppi di base, i quali riflettono le differenze fra le mansioni dovute alla disparità delle sfere d autorità e dei tipi d impresa e d organizzazione. 2. Professioni intellettuali e scientifiche Questo grande gruppo include le professioni le cui mansioni principali richiedono per il loro raggiungimento delle conoscenze professionali di alto livello nelle scienze fisiche e nelle scienze della vita o nelle scienze sociali e umanistiche. Queste mansioni consistono nell arricchire le conoscenze acquistate, nel mettere in pratica dei concetti e delle teorie per risolvere dei problemi, per l insegnamento, nell assicurare la propagazione sistematica di queste conoscenze. La maggior parte delle professioni di questo grande gruppo corrisponde al quarto livello di competenze della CITP. Il grande gruppo si suddivide in quattro sotto grandi gruppi, diciotto sotto gruppi e cinquantacinque gruppi di base, i quali riflettono le differenze fra le mansioni dovute alla disparità dei campi di conoscenze e di specializzazione. 3. Professioni intermedie Questo grande gruppo include le professioni le cui mansioni principali richiedono per il loro raggiungimento delle conoscenze tecniche e un esperienza in una o più discipline di scienze fisiche e di scienze della vita o di scienze sociali ed umanistiche. Queste mansioni consistono in lavori di carattere tecnico in rapporto con l applicazione di concetti, di metodi e di processi che dipendendo da queste discipline e da un insegnamento di un determinato livello. La maggior parte delle professioni di questo grande gruppo corrisponde al terzo livello di competenze della CITP. Il grande gruppo si suddivide in quattro sotto grandi gruppi, ventuno sotto gruppi e settanta tre gruppi di base, i quali riflettono le differenze fra le mansioni dovute alla disparità dei settori di conoscenze e di specializzazione. 4. Impiegati di tipo amministrativo Questo grande gruppo comprende le professioni le cui mansioni principali richiedono per il loro raggiungimento le conoscenze e l esperienza che permettono di ordinare, immagazzinare, sottomettere ad un trattamento informatico e di richiamare delle informazioni. Queste mansioni

9 consistono in lavori di segretariato, in trascrizioni su macchine di trattamento di testo o su altre macchini di ufficio, in calcoli e registrazioni dei dati numerici e in diversi lavori di servizio alla clientela, appartenendo principalmente ai servizi del corriere, alle operazioni di cassa e al prendere appuntamenti. La maggior parte delle professioni di questo grande gruppo corrisponde al secondo livello di competenze della CITP. Il grande gruppo si suddivide in due sotto grandi gruppi, sette sotto gruppi e ventitre gruppi di base, i quali riflettono le differenze fra le mansioni dovute alla disparità dei settori di specializzazione. 5. Personale dei servizi e venditori di negozio e di mercato Questo grande gruppo comprende le professioni le cui mansioni principali richiedono per il loro raggiungimento la conoscenza e l esperienza che permettono di provvedere a dei servizi personali e a dei servizi di protezione e di sicurezza o di vendere delle merci in un negozio o nei mercati. Queste mansioni consistono in prestazione di servizi rapportandosi ai viaggi, all organizzazione dei lavori domestici, alla ristorazione, alle cure personali, alla protezione delle persone e delle merci, al mantenimento dell ordine pubblico o alla vendita di merci in un negozio o sui mercati. La maggior parte delle professioni di questo grande gruppo corrisponde al secondo livello di competenze della CITP. Il grande gruppo si suddivide in due sotto grandi gruppi, nove sotto gruppi e ventitre gruppi di base, i quali riflettono le differenze fra le mansioni dovute alla disparità dei settori di specializzazione. 6. Agricoltori e operai qualificati dell agricoltura e della pesca Questo gruppo grande include le professioni le cui mansioni principali richiedono per il loro raggiungimento la conoscenza e l esperienza che permettono di ottenere i prodotti dell'agricoltura, della silvicoltura e della pesca. Queste mansioni consistono nel praticare l agricoltura per ottenerne i prodotti, nell allevare o cacciare gli animali, nell allevare o catturare i pesci, nel gestire le foreste naturali o di popolamento e, in particolare, nel caso di lavoratori dell agricoltura e della pesca destinati ai mercati, nel vendere i prodotti a degli acquirenti, a degli organismi di commerciabilità o nei mercati. La maggior parte delle professioni di questo grande gruppo corrisponde al secondo livello di competenze della CITP. Il gruppo grande è suddiviso in due sotto grandi gruppi, sei sotto gruppi e diciassette gruppi di base, i quali riflettono le differenze fra le mansioni che tengono alla disparità dei settori di specializzazione e alla differenza fra i lavoratori dell'agricoltura e della pesca destinati ai mercati e quelli dell'agricoltura e della pesca di sussistenza. 7. Artigiani e operai dei mestieri di tipo artigianale Questo grande gruppo include le professioni le cui mansioni principali richiedono per il loro raggiungimento la conoscenza e l esperienza proprie ai mestieri di artigianato e alle occupazioni qualificate che sono affini a loro e che, fra le altre cose, implicano la familiarità con le macchine e l attrezzatura, come con ogni fase di produzione, e con la natura e le applicazioni dei prodotti elaborati. Queste mansioni consistono nell'estrarre dal suolo delle materie prime, nel costruire delle edilizie ed altre opere, nel fabbricare diversi prodotti e dei prodotti di artigianato. La maggior parte delle professioni di questo grande gruppo corrisponde al secondo livello di competenze della CITP. Il grande gruppo e suddiviso in quattro sotto grandi gruppi, sedici sotto gruppi e settanta gruppi di base, i quali riflettono le differenze fra le mansioni che sono dovute alla disparità dei settori di specializzazione. 8. Conduttori di installazioni e di macchine e operai dell assemblaggio

10 Questo grande gruppo include le professioni le cui mansioni principali richiedono per il loro raggiungimento la conoscenza e l esperienza che permettono di controllare e condurre le macchine e installazioni industriali di grande formato e molto spesso automatizzate. Queste mansioni consistono nel condurre e controllare macchine e materiali per l estrazione mineraria, per le industrie di trasformazione ed altre produzioni, nel condurre dei veicoli, nel condurre e far funzionare le installazioni mobili, nell assemblare i pezzi costituitivi di un prodotto. La maggior parte delle professioni di questo grande gruppo corrisponde al secondo livello di competenze della CITP. Il grande gruppo e suddiviso in tre sotto grandi gruppi, venti sotto gruppi e settanta gruppi di base, i quali riflettono le differenze fra le mansioni che sono dovute alla disparità dei settori di specializzazione. 9. Operai e impiegati non qualificati Questo grande gruppo include le professioni le cui mansioni principali richiedono per il loro raggiungimento le conoscenze e l esperienza che permettono d adempiere le mansioni semplici e di routine per la maggioranza, comportando l uso degli attrezzi a mano e per i quali è a volte necessario un considerevole sforzo fisico, e che, con rare eccezioni, richiedono solo poca iniziativa o giudizio. Queste mansioni consistono nel vendere le merci per strada, nell accertare la custodia e la guardia di immobili e di beni, come nel pulire, lavare, stirare, ed eseguire lavori semplici nell industria mineraria, l agricoltura o la pesca, l edilizia e i lavori pubblici e le industrie manifatturiere. La maggior parte delle professioni di questo grande gruppo corrisponde al primo livello delle competenze della CITP. Il grande gruppo si suddivide in tre sotto grandi gruppi, dieci sotto gruppi e venticinque gruppi di base, i quali riflettono le differenze fra le mansioni dovute alla disparità dei generi di lavoro. 0. Forze armate Le forze armate si compongono di persone che, volontariamente o per obbligo, servono normalmente fra le diverse armi come nei servizi ausiliari e che non hanno godono la libertà di accettare un occupazione civile. Ne fanno quindi parte i membri permanenti dell esercito di terra, della marina e dell aeronautica o di altre armi o servizi, come pure le persone reclutate per un periodo legale di leva a fine di acquistare una formazione militare o di compiere un altro servizio. Ne sono escluse le persone occupando un occupazione civile in uno stabilimento pubblico occupandosi di difesa; il personale della polizia (tranne la polizia militare); il personale di dogana, di protezione alla frontiera e i membri di altri servizi civili armati; le persone temporaneamente richiamate per compiere un periodo regolare di istruzione o di esercitazione militare; i riservisti che non sono nel servizio attivo. Non si è fatto ricorso al riferimento ad un livello di competenze per delimitare il campo di questo grande gruppo. LA PROCEDURA ADOTTATA PER TRATTARE CERTI PROBLEMI La disparità delle condizioni di istruzione richieste secondo i paesi In materia di competenze, tanto larghi che possano essere i livelli di una classificazione internazionale, quello che si applica nel particolare ad una professione o ad una categoria professionale non corrisponde sempre esattamente a quello cui risulta dai livelli d istruzione richieste in un paese o in un altro. Le informazioni raccolte durante il lavoro preparatorio sul manoscritto della CITP-88 e i dibattiti che la 14 a Conferenza internazionale degli statistici del lavoro riferiti a questo problema hanno permesso di rendersi conto che la disparità delle condizioni regolamentari d istruzione era più marcata nel caso d alcune professioni dell istruzione, del servizio infermiere e del servizio sociale. Ci sono paesi dove bisogna essere titolare di una qualifica

11 universitaria per esercitare queste professioni, mentre in altri paesi è sufficiente un certificato attestante un minimo grado d istruzione. Per tener conto di questa disparità, le categorie parallele sono state sistemate nei grandi gruppi 2 e 3 che raccolgono rispettivamente le Professioni intellettuali e scientifiche e le Professioni intermedie. Queste categorie portano i numeri in codice ed i titoli che seguono : Grande gruppo 2. Professioni intellettuali e scientifiche 2230 Quadri infermieri e ostetrici 2331 Insegnanti nella scuola elementare 2332 Insegnanti nella scuola materna 2340 Insegnanti specializzati nell educazione dei disabili 2446 Specialisti del lavoro sociale Grande gruppo 3. Professioni intermedie 3231 Personale infermieristico (livello intermedio) 3232 Levatrici (livello intermedio) 3310 Professioni intermedie dell insegnamento nella scuola elementare 3320 Professioni intermedie dell insegnamento nella scuola materna 3330 Professioni intermedie dell'educazione dei disabili 3460 Professioni intermedie del lavoro sociale Ne consegue in base ai livelli d istruzione necessari in un paese, si potrà, al momento di raggruppare i dati nazionali sulle professioni secondo la struttura della CITP-88, classificare le professioni di infermiere, di levatrice, di insegnante o di lavoratore sociale sia nel grande gruppo 2, Professioni intellettuali e scientifiche, sia, se questo corrisponde meglio alla situazione del paese, nel grande gruppo 3, Professioni intermedie. Le professioni a largo spettro Su scala nazionale, è più spesso la grandezza dello stabilimento che determina le differenze nella gamma delle mansioni relative ad una stessa professione. Cosi, in un piccolo stabilimento, dattilografia e classificazione potranno integrarsi alle mansioni che caratterizzano l occupazione di una centralinista per fare solo uno con quest occupazione, allora che in una grande azienda, ci troveremo di fronte a due, tre occupazioni differenti. Su scala internazionale, benché si possa ammettere il maggiore ruolo di elementi quali la tradizione o le convenzioni comuni, differenze di questo genere tengono conto quasi sempre del livello di sviluppo economico e degli schemi rudimentali di divisione del lavoro. Le classificazioni delle professioni tanto nazionale, quanto internazionale definiscono le professioni e le categorie professionali, per riferimento alle combinazioni delle mansioni le più correnti e per la conseguenza si trovano in difetto quando la gamma delle mansioni di determinate professioni non corrisponde alla loro definizione. In tale caso, la CITP-88 suggerisce di applicare le regole seguenti: a) Quando le mansioni da realizzare richiedono delle competenze che si acquistano di solito con una formazione ed un esperienza di livello differente, le occupazioni dovrebbero essere

12 classificate in riferimento alle mansioni che necessitano il livello di competenze più elevato. Per esempio, un occupazione che comporta la guida di un camioncino e la consegna di merci dovrebbe essere classificata nel gruppo di base 8322, Conduttori di taxi e conduttori di automobili e di furgoni. b) Quando le mansioni da realizzare si riferiscono a percorsi differenti del settore di produzione e di distribuzione di merci, le mansioni riguardanti la produzione dovrebbero avere la priorità sulle mansioni accessorie, per esempio su quelle che si riferiscono alla vendita e alla commerciabilità di queste stesse merci, al loro trasporto, oppure alla gestione del processo di produzione almeno che l una o l altra di queste mansioni sia predominante. Cosi, un panettiere che fa il pane e la pasticceria, e che vende i suoi prodotti, non dovrebbe essere classificato venditore ma panettiere, quello che, dal punto di vista della CITP-88, indica il gruppo di base 7412, Panettieri, pasticceri e confettieri. Tecnologia e competenze I progressi tecnici, e, in particolare, quelli che hanno permesso la fabbricazione in massa, hanno profondamente influenzato le competenze secondo che la produzione è rimasta artigianale o è tributaria delle tecniche più recenti. Le competenze necessarie per eseguire il lavoro di fabbro o di sarto, per esempio, sono completamente differenti da quelle che deve possedere il conducente di macchine dell impresa di metallurgia o di uno stabilimento dell industria tessile che produce confezione in serie. Come il sarto, il fabbro deve conoscere bene il suo materiale, la sua attrezzatura, l ordine di successione delle sue mansioni, cosi come le caratteristiche e la destinazione del prodotto finito. Il conducente di macchine deve sapere servirsi di un materiale o di un installazione complessa, apprezzare le anomalie di funzionamento e segnalarle prima che esse cominciano a nuocere gravemente alla produzione, o reagire con competenza di causa in caso d avaria della macchina stessa. Di più, un conduttore di macchina industriale deve possedere delle competenze di livello assai elevato ed avere seguito una formazione assai diversificata per che il costo del riciclaggio rimanga contenuto nei limiti ragionevoli quando le specificazioni del prodotto cambiano o quando l impresa adotta una nuova tecnologia. Nella CITP-88, la delimitazione dei grandi gruppi 7 e 8 tiene conto di queste differenze di fondo tra le competenze richieste. Il grande gruppo 7, Artigiani e operai dei mestieri di tipo artigianale, raccoglie i mestieri tradizionali di muratore, di carpentiere, di meccanico, di panettiere, di vasaio, di decoratore, di altri ancora, mentre il gruppo 8, Conduttori di impianti ed operai addetti al montaggio, classifica le professioni basate sul funzionamento dei materiali. Coesistenza di due settori agricoli L economia non si sviluppa con il medesimo ritmo in tutti i paesi ne in tutte le regioni dello stesso paese. Ne consegue che possono coesistere due settori agricoli di cui uno caratterizzato dalle culture di sostentamento, dove il livello delle competenze è basso, e l altra, per una produzione spesso automatizzata all estremo, il che corrisponde ad uno spettro da una produttività elevata fino ad una debole intensità della mano di opera. Queste differenze si ritrovano nel grande gruppo 6, Agricoltori e operai qualificati dell agricoltura e della pesca, della CITP-88, che distingue fra agricoltori e operai qualificati dell agricoltura destinata ai mercati, da una parte, e agricoltori e operai qualificati dell agricoltura di sostentamento, d altra parte. La classificazione internazionale chiarisce le differenze di competenze che esistono fra i due settori e valorizza i dati utili tanto all analista quanto al responsabile delle decisioni in materia di sviluppo rurale.

13 Il lavoro delle donne Nella maggior parte dei paesi, il numero e la percentuale di donne nella popolazione attiva e aumentato dopo una ventina di anni e questa tendenza dovrebbe persistere. Tuttavia, l'aumento numerico delle lavoratrici non è stato accompagnato da una uguale distribuzione di occupazione fra uomini e donne. Non è andato di pari passo neanche con la parità salariale. Le lavoratrici occupano in maggioranza le occupazioni meno qualificate, e i loro stipendi sono in quasi tutti settori inferiori a quelli degli uomini che adempiono le stesse mansioni. La professione è una delle grandi variabili che rivelano la situazione delle donne nella popolazione attiva. È quindi importante che le categorie professionali di una classificazione siano definite in modo di non mescolare la distribuzione per il sesso delle occupazioni, ma siano al contrario in grado di fornire un informazione precisa e dettagliata su questa ripartizione. La CITP- 88 tiene conto di questo bisogno, in particolare nei gruppi che contengono delle professioni con prevalenza femminile, per esempio i grandi gruppi 4, Impiegati di tipo amministrativo, 5, Personali dei servizi e professioni nelle attività commerciali e 9, Operai e personale non qualificato. La nozione di professione nel settore non strutturato La struttura del CITP-88 considera inoltre l'esigenza di identificare la professione del settore non strutturato, in particolare al livello dei gruppi di base. Quindi, i gruppi di base che seguono saranno della massima d utilità per classificare delle professioni di questo settore: 7331 Artigiani delle lavorazioni del legno e di materiali similari, e 7332, Artigiani delle lavorazioni di tessili, cuoio e materiali similari, cosi come 9111Venditori ambulanti di prodotti alimentari, 9112 Venditori ambulanti di prodotti vari, non alimentari, e 9120 Lustrascarpe ed altri lavoratori dei piccoli mestieri di strada. Professione e situazione nella professione La CITP-88, diversamente dalla classificazione che la ha preceduta, non fa la distinzione fra lavoratore proprietario e non proprietario, perché questa caratteristica ed altre simili, come la qualità di datore di lavoro o quella di impiegato, riflettono la situazione nella professione e non le mansioni e attribuzioni del lavoratore, e rilevano in conseguenza di un altra struttura, quella della Classificazione secondo la situazione nella professione. OSSERVAZIONI A PROPOSITO DI CERTE PROFESSIONI Le professioni tecniche sono state dissociate dalle professioni intellettuali e scientifiche e classificate da parte nel grande gruppo 3, Professioni intermedie. Cosi Tecnico, biologia prende posto nel gruppo di base 3211, Tecnici delle scienze della vita, e Tecnico, miniere si trova nel gruppo di base 3117, Tecnici minierari, tecnici metallurgici. Le professioni di controllo di qualità, le cui mansioni principali consistono nell accertare la conformità con le normative e le specificazioni di qualità dei fabbricanti sono classificate nel gruppo di base 3152, Tecnici di sicurezza di igiene e controllo di qualità. Al contrario, gli addetti alle prove ed i verificatori, di cui le mansioni principali consistono in un controllo meccanico delle merci prodotte che, per lo più, si limita ad un semplice controllo visivo, sono classificati con i lavoratori che producono le merci in questione.

14 Le professioni di sorveglianza, cosi come le occupazioni di caposquadra, che comportano essenzialmente il controllo della qualità del lavoro compiuto, sono classificate con le occupazioni sottoposte a questa sorveglianza. Tuttavia, se le mansioni riguardanti un occupazione consistono nel progettare, organizzare, controllare e dirigere l attività giornaliera di un gruppo di lavoratori subordinati, la funzione è considerata come una professione di gestore e classificata, di conseguenza nel gruppo pertinente annesso al sotto grande gruppo 12, Direttori di società, o 13, Imprenditori e gestori, secondo il caso. Le professioni di istruttore, di cui l occupazione principale è l addestramento sul posto per l osservazione, la valutazione e l orientamento continuo, sono classificate con le professioni che sono oggetto della formazione, in particolare la formazione all occupazione qualificata, ai mestieri di artigianato o ai conduttori delle macchine. Le professioni dell insegnamento, che consistono principalmente nel dare lezioni particolari sono classificate con gli altri insegnanti, al livello istituzionale corrispondente. Si deve notare che gli istruttori di auto - scuola, di pilotaggio di aerei, di navigazione a vela e altri sono classificati nel gruppo di base 3340, Altre professioni intermedie dell insegnamento. Le professioni che riguardano ricerca e sviluppo sono classificate, in riferimento ai loro settori di specializzazione, nel grande gruppo 2, Professioni intellettuali e scientifiche. Quando un ricercatore esercita in parallelo una professione di insegnamento, è collocato fra gli insegnanti, con il livello adatto. Gli apprendisti e i corsisti di formazione sono classificati facendo riferimento alle mansioni che adempiono di fatto, e non, come si può osservare in certe classificazioni di professioni, facendo riferimento al loro futuro mestiere. STABILIRE LA CORRISPONDENZA TRA LA CLASSIFICAZIONE NAZIONALE E LA CITP-88 Perché si possano paragonare tra loro le professioni di diversi paesi o diverse regioni, è necessario innanzitutto, che le statistiche nazionali delle professioni siano state adatte alle normative internazionali. Questo è possibile, di solito facendo entrare le categorie professionali nazionali in un sistema internazionale comune di classificazione, in questo caso la CITP-88. Si può, ugualmente, riuscire la comparabilità internazionale delle statistiche su le professioni servendosi del sistema internazionale di classificazione per codificare di nuovo le risposte tratte dalla parte professionale dei questionari sottomessi al pubblico per i censimenti o altre indagini. Il metodo si rivela tuttavia proibitivo quanto al suo costo e non potrebbe essere generalizzato. Fare corrispondere una classificazione ed un altra significa codificare ogni categoria della prima secondo la categoria più appropriata della seconda. La validità dell operazione è inversamente proporzionale al suo livello di aggregazione. È per questa ragione che si raccomanda di stabilire le corrispondenze al livello il più basso possibile di aggregazione dell una e dell altra classificazione, ossia la classificazione nazionale delle professioni e la CITP-88. Facendo questo, ci si trova sovente nell una o l altra delle tre situazioni a seguire: a) La categoria della classificazione nazionale, al relativo livello di aggregazione più basso, corrisponde senza la minima ambiguïtà all uno dei gruppi di base della CITP-88. E naturalmente, la situazione più semplice e, se la classificazione nazionale è stabilita, dal

15 punto di vista tanto dei concetti che della struttura, su una base comparabile a quella della CITP-88, può anche diventare la situazione la più frequente. b) La categoria della classificazione nazionale, al relativo livello di aggregazione il più basso, differisce riguardo alle professioni che contiene di quello dei gruppi di base della CITP-88 che gli è più vicina, ma la differenza di contenuto non impedisce la categoria di questa classificazione di inserirsi in un gruppo della CITP-88 ad un livello più elevato d aggregazione. Per esempio, la classificazione nazionale organizza gli incisori e acquafortisti su vetro con i decoratori su vetro e su ceramica nella stessa categoria al suo livello di aggregazione, il più basso, mentre la CITP-88 colloca queste professioni in due gruppi di base distinti, ma, al livello superiore di aggregazione, le due classificazioni riservano lo stesso trattamento per queste professioni. c) La classificazione nazionale raggruppa certe professioni in un modo diverso di quella che è stato adottato per la CITP-88 e, pertanto, una delle sue categorie potrebbe non essere integrata in modo valido in un gruppo della CITP-88 ad un dei livelli superiori d aggregazione. Per esempio, al suo livello d aggregazione il più basso, la classificazione nazionale organizza gli agricoltori, i dirigenti di stabilimenti agricoli e la manodopera agricola nella stessa categoria professionale, mentre la CITP-88 le classifica in tre gruppi di base distinti appartenente loro stessi a tre sotto gruppi, tre sotto grandi gruppi e tre grandi gruppi distinti. Se si tratta di produrre delle statistiche delle professioni disponibili sul piano internazionale, al livello di aggregazione del sotto gruppo della CITP-88, o all uno qualunque dei livelli superiori di aggregazione, la situazione descritta qui sopra sotto b) non pone difficoltà. Se le statistiche da produrre sono al livello che corrisponde ai gruppi di base della CITP, allora, come anche nella situazione descritta qui sopra sotto c), conviene di applicare le regole che seguono nell ordine di priorità del loro enunciato: Regole della preponderanza numerica. È la regola secondo la quale, dalle informazioni complementari che saranno state tratte da statistiche economiche o altre, o ottenute dagli esperti del settore, conviene di formulare delle stime o un giudizio quanto all importanza relativa delle professioni collocate nella categoria della classificazione nazionale. Se una proporzione uguale o superiore all ottanta per cento delle occupazioni classificate nella categoria nazionale si trova in uno stesso gruppo della CITP-88, la categoria intera della classificazione nazionale deve allora essere classificata in questo gruppo della CITP-88. Regole della preponderanza del livello delle competenze. È la regola secondo la quale, tutte le professioni riunite nella categoria nazionale devono essere analizzate secondo il concetto dei livelli di competenze della CITP-88. L'integrazione nella classificazione internazionale deve allora portare in priorità sulle professioni che esigono il livello di competenze il più elevato. Regole della preponderanza della produzione. È la regola secondo la quale, per le necessità delle correlazioni tra la classificazione nazionale e la CITP-88, le varie professioni che, in una categoria della classificazione nazionale, si riferiscono alla produzione devono avere la priorità su quelle che contengono essenzialmente un'attività di vendita o di gestione.

16 TITOLI DEI GRANDI GRUPPI, SOTTO GRANDI GRUPPI, SOTTO GRUPPI E GRUPPI DI BASE GRANDE GRUPPO 1 MEMBRI DELL ESECUTIVO E DEI CORPI LEGISLATIVI, QUADRI SUPERIORI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, DIRIGENTI E QUADRI SUPERIORI DI IMPRESA 11 MEMBRI DELL ESECUTIVO E DEI CORPI LEGISLATIVI, QUADRI SUPERIORI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 111 MEMBRI DELL ESECUTIVO E DEI CORPI LEGISLATIVI 1110 Membri dell'esecutivo e dei corpi legislativi 112 QUADRI SUPERIORI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1120 Quadri superiori della pubblica amministrazione 113 CAPI TRADIZIONALI E CAPI DI VILLAGGIO 1130 Capi tradizionali e capi di villaggio 114 DIRIGENTI E QUADRI SUPERIORI DI ORGANIZZAZIONI SPECIALIZZATE 1141 Dirigenti e quadri superiori di partiti politici 1142 Dirigenti e quadri superiori di organizzazioni di datori di lavoro e di lavoratori ed altre organizzazioni socio economiche 1143 Dirigenti e quadri superiori di organizzazioni umanitarie ed altre organizzazioni specializzate 12 DIRETTORI DI SOCIETA DIRETTORI 1210 Direttori 122 QUADRI DI DIREZIONE, PRODUZIONE E DI GESTIONE 1221 Quadri di direzione, agricoltura, caccia, silvicoltura e pesca 1222 Quadri di direzione, industrie manifatturiere 1223 Quadri di direzione, edilizia e lavori pubblici 1224 Quadri di direzione, commercio ingrosso e dettaglio 1225 Quadri di direzione, ristorazione e professione alberghiera 1226 Quadri di direzione, trasporti, magazzino e comunicazioni 1227 Quadri di direzione, imprese di intermediazione e di servizio alle imprese 1228 Quadri di direzione, servizi alle persone, di pulizia e servizi similari 1229 Quadri di direzione, produzione ed altri settori di attività, non classificati altrove 123 ALTRI QUADRI DI DIREZIONE 1231 Quadri di direzione, servizi amministrativi e finanziari 1232 Quadri di direzione, personale e relazioni professionali 1233 Quadri di direzione, vendite e commercializzazione 1234 Quadri di direzione, pubblicità e pubbliche relazioni 1235 Quadri di direzione, acquisti e distribuzione 1236 Quadri di direzione, servizi informatici 1237 Quadri di direzione, ricerca e sviluppo 2 In questo gruppo devono essere classificate le persone che, come direttore o quadro di direzione, gestiscono una impresa o un'organismo comprendente in tutto e necessariamente tre quadri di direzione o più.

17 1239 Altri quadri di direzione non classificati altrove 13 IMPRENDITORI E GESTORI IMPRENDITORI E GESTORI 1311 Imprenditori e gestori nell'agricoltura, la caccia, la silvicoltura e la pesca 1312 Imprenditori e gestori nelle industrie manifatturiere 1313 Imprenditori e gestori nell'edilizia ed i lavori pubblici 1314 Imprenditori e gestori nel commercio all'ingrosso e di dettaglio 1315 Imprenditori e gestori nella ristorazione e nella professione alberghiera 1316 Imprenditori e gestori nei trasporti, il magazzino e le comunicazioni 1317 Imprenditori e gestori di imprese di intermediazione e di servizio alle imprese 1318 Imprenditori e gestori di servizi alle persone, di pulizia e di servizi similari 1319 Imprenditori e gestori non classificati altrove GRANDE GRUPPO 2 PROFESSIONI INTELLETTUALI E SCIENTIFICHE 21 SPECIALISTI DELLE SCIENZE FISICHE, MATEMATICHE E TECNICHE 211 FISICI, CHIMICI ED ASSIMILATI 2111 Fisici ed astronomi 2112 Meteorologi 2113 Chimici 2114 Geologi e geofisici 212 MATEMATICI, STATISTICI ED ASSIMILATI 2121 Matematici ed assimilati 2122 Statistici 213 SPECIALISTI DELL INFORMATICA 2131 Progettisti ed analisti di sistemi informatici 2132 Programmatori 2139 Specialisti dell informatica non classificati altrove 214 ARCHITETTI, INGEGNERI E ASSIMILATI 2141 Architetti, urbanisti ed ingegneri della circolazione stradale 2142 Ingegneri civili 2143 Ingegneri elettrotecnici 2144 Ingegneri elettronici e in telecomunicazioni 2145 Ingegneri meccanici 2146 Ingegneri chimici 2147 Ingegneri minerari, ingegneri metallurgici ed assimilati 2148 Cartografi e Agrimensori 2149 Architetti, ingegneri ed assimilati non classificati altrove 22 SPECIALISTI DELLE SCIENZE DELLA VITA E DELLA SALUTE 221 SPECIALISTI DELLE SCIENZE DELLA VITA 2211 Biologi, botanici, zoologi ed assimilati 2212 Farmacologi, patologi ed assimilati 2213 Agronomi ed assimilati 3 In questo gruppo devono essere classificate le persone che assumono la gestione di un impresa o, se necessario, di un organismo, per loro proprio conto o per il conto del suo proprietario col concorso di un solo altro quadro di direzione e di assistenti subalterni.

18 222 MEDICI ED ASSIMILATI (AD ECCEZIONE DEI QUADRI INFERMIERI) 2221 Medici 2222 Dentisti 2223 Veterinari 2224 Farmacisti 2229 Medici ed assimilati (ad eccezione dei quadri infermieri) non classificati altrove 223 QUADRI INFERMIERI E OSTETRICI 2230 Quadri infermieri e ostetrici 23 SPECIALISTI DELL INSEGNAMENTO 231 DOCENTI UNIVERSITARI E DI ISTITUTI DI INSEGNAMENTO SUPERIORE 2310 Docenti universitari e di istituti di insegnamento superiore 232 PROFESSORI DELL INSEGNAMENTO SECONDARIO 2320 Professori dell'insegnamento secondario 233 INSEGNANTI NELLA SCUOLA ELEMENTARE E MATERNA 2331 Insegnanti nella scuola elementare 2332 Insegnanti nella scuola materna 234 INSEGNANTI SPECIALIZZATI NELL EDUCAZIONE DEI DISABILI 2340 Insegnanti specializzati nell educazione dei disabili 235 ALTRI SPECIALISTI DELL INSEGNAMENTO 2351 Specialisti dei metodi di insegnamento 2352 Ispettori dell'insegnamento 2359 Altri specialisti dell'insegnamento, non classificati altrove 24 ALTRI SPECIALISTI DELLE PROFESSIONI INTELLETTUALI E SCIENTIFICHE 241 SPECIALISTI DELLE FUNZIONI AMMINISTRATIVE E COMMERCIALI DELLE IMPRESE 2411 Specialisti di contabilità 2412 Specialisti dei problemi di personale e di sviluppo di carriera 2419 Specialisti delle funzioni amministrative e commerciali delle imprese non classificati altrove 242 GIURISTI 2421 Avvocati 2422 Magistrati 2429 Giuristi non classificati altrove 243 ARCHIVISTI, BIBLIOTECARI, DOCUMENTALISTI ED ASSIMILATI 2431 Archivisti, paleografici e conservatori di musei 2432 Bibliotecari, documentalisti ed assimilati 244 SPECIALISTI DELLE SCIENZE SOCIALI ED UMANISTICHE 2441 Economisti 2442 Sociologi, antropologi ed assimilati 2443 Filosofi, storici e specialisti delle scienze politiche 2444 Linguisti, traduttori ed interpreti 2445 Psicologi 2446 Specialisti del lavoro sociale

19 245 SCRITTORI E ARTISTI CREATIVI ED ASSIMILATI 2451 Autori, giornalisti ed altri scrittori 2452 Scultori, pittori ed assimilati 2453 Compositori, musicisti e cantanti 2454 Coreografi e danzatori 2455 Attori e registi di teatro, di cinema e di altri spettacoli 246 MEMBRI DEL CLERO 2460 Membri del clero GRANDE GRUPPO 3 PROFESSIONI INTERMEDIE 31 PROFESSIONI INTERMEDIE DELLE SCIENZE FISICHE E TECNICHE 311 TECNICI DELLE SCIENZE FISICHE E TECNICHE 3111 Tecnici delle scienze chimiche e fisiche 3112 Tecnici delle costruzioni civili 3113 Tecnici in elettrotecnica 3114 Tecnici in elettronica ed in telecomunicazioni 3115 Tecnici in costruzione meccanica 3116 Tecnici chimici 3117 Tecnici minierari, tecnici metallurgici 3118 Disegnatori industriali 3119 Tecnici delle scienze fisiche e tecniche, non classificati altrove 312 OPERATORI DI ELABORATORI ED ALTRI OPERATORI DI SISTEMI INFORMATICI 3121 Assistenti informatici 3122 Tecnici di sistemi informatici 3123 Tecnici di robot industriali 313 TECNICI DI APPARECCHI OTTICI ED ELETTRONICI 3131 Fotografi e tecnici di apparecchi di registrazione di immagini e di suono 3132 Tecnici di apparecchi per la trasmissione radio televisiva e per le telecomunicazioni 3133 Tecnici di apparecchi elettromedicali 3139 Tecnici di apparecchi ottici ed elettronici non classificati altrove 314 TECNICI DI MEZZI DI TRASPORTO MARITTIMO ED AEREO 3141 Ufficiali di macchina navali 3142 Ufficiali di coperta e piloti 3143 Piloti di aerei ed assimilati 3144 Controllori del traffico aereo 3145 Tecnici della sicurezza aerea 315 TECNICI DI SICUREZZA DI IMMOBILI, DI IGIENE E DI QUALITA 3151 Tecnici di sicurezza di incendi e di immobili 3152 Tecnici di sicurezza di igiene e controllo di qualità 32 PROFESSIONI INTERMEDIE DELLE SCIENZE DELLA VITA E DELLA SALUTE 321 TECNICI E LAVORATORI ASSIMILATI DELLE SCIENZE DELLA VITA E DELLA SALUTE 3211 Tecnici delle scienze della vita

20 3212 Tecnici agronomi e forestali 3213 Consiglieri agricoli e forestali 322 PROFESSIONI INTERMEDIE DELLA MEDICINA MODERNA (AD ECCEZIONE DEL PERSONALE INFERMIERISTICO) 3221 Assistenti medici 3222 Igienisti 3223 Dietisti e specialisti della nutrizione 3224 Optometristi ed ottici 3225 Assistenti di medicina dentaria 3226 Chinesiterapisti ed assimilati 3227 Assistenti veterinari 3228 Assistenti farmacisti e preparatori in farmacia 3229 Professioni intermedie della medicina moderna (ad eccezione del personale infermieristico) non classificate altrove 323 PERSONALE INFERMIERISTICO E LEVATRICI (LIVELLO INTERMEDIO) 3231 Personale infermieristico (livello intermedio) 3232 Levatrici (livello intermedio) 324 MEDICI DELLA MEDICINA TRADIZIONALE E GUARITORI 3241 Medici della medicina tradizionale 3242 Guaritori 33 PROFESSIONI INTERMEDIE DELL INSEGNAMENTO 331 PROFESSIONI INTERMEDIE DELL INSEGNAMENTO NELLA SCUOLA ELEMENTARE 3310 Professioni intermedie dell insegnamento nella scuola elementare 332 PROFESSIONI INTERMEDIE DELL INSEGNAMENTO NELLA SCUOLA MATERNA 3320 Professioni intermedie dell insegnamento nella scuola materna 333 PROFESSIONI INTERMEDIE DELL EDUCAZIONE DEI DISABILI 3330 Professioni intermedie dell'educazione dei disabili 334 ALTRE PROFESSIONI INTERMEDIE DELL INSEGNAMENTO 3340 Altre professioni intermedie dell'insegnamento 34 ALTRE PROFESSIONI INTERMEDIE 341 PROFESSIONI INTERMEDIE DELLE FINANZE E DELLA VENDITA 3411 Mediatori di borsa e agenti di cambio 3412 Agenti assicurativi 3413 Agenti immobiliari 3414 Agenti di viaggio 3415 Agenti commerciali ed agenti commerciali tecnici 3416 Addetti agli acquisti 3417 Stimatori, periti in valutazione e venditori all asta 3419 Professioni intermedie delle finanze e della vendita non classificate altrove 342 AGENTI COMMERCIALI E MEDIATORI 3421 Agenti commerciali 3422 Agenti concessionari 3423 Agenti di stesura di contratti di impiego e di reclutamento di mano d opera 3429 Agenti commerciali e mediatori non classificati altrove

SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR

SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR MONITORAGGIO TRIMESTRALE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO PROVINCIALE Sintesi dei principali risultati SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR La domanda di lavoro delle imprese nel

Dettagli

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE Provincia di Pavia MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE Sintesi dei principali risultati La domanda di lavoro delle imprese nel

Dettagli

2. PROFESSIONI INTELLETTUALI, SCIENTIFICHE E DI ELEVATA SPECIALIZZAZIONE Gruppi ("Sub-major groups ") Classi ("Minor groups ")

2. PROFESSIONI INTELLETTUALI, SCIENTIFICHE E DI ELEVATA SPECIALIZZAZIONE Gruppi (Sub-major groups ) Classi (Minor groups ) Classi ("Minor 21 Specialisti in scienze matematiche, informatiche, chimiche, fisiche e naturali 211 Specialisti in scienze matematiche, informatiche, chimiche, fisiche e naturali 2111. Fisici e astronomi

Dettagli

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE VENETO MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE Sintesi dei principali risultati La domanda di lavoro delle imprese nel IV trimestre

Dettagli

Competenze, attività e condizioni lavorative delle professioni in Italia

Competenze, attività e condizioni lavorative delle professioni in Italia 17 dicembre 2008 Competenze, attività e condizioni lavorative delle professioni in Italia L Istat presenta i principali risultati dell indagine sulle professioni, condotta nel 2007 sulla base di una convenzione

Dettagli

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE CAMPANIA MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE Sintesi dei principali risultati La domanda di lavoro delle imprese nel I trimestre

Dettagli

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE Sintesi dei principali risultati VENETO La domanda di lavoro delle imprese nel II trimestre

Dettagli

Il differenziale retributivo in Europa

Il differenziale retributivo in Europa Il differenziale retributivo in Europa Il differenziale retributivo di genere gender pay gap, misura la differenza relativa alle retribuzioni delle donne e degli uomini, ovvero il risultato delle discriminazioni

Dettagli

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per FEBBRAIO 2009 I flussi delle iscrizioni: In aumento, nel mese di febbraio, il numero degli iscritti presso i tre centri per l impiego provinciali (14.975 unità). La variazione percentuale degli iscritti

Dettagli

Tavola 1. Corrispondenza fra i capitoli di questa pubblicazione e le classi di laurea CAPITOLI CLASSI DI LAUREA

Tavola 1. Corrispondenza fra i capitoli di questa pubblicazione e le classi di laurea CAPITOLI CLASSI DI LAUREA Tavola 1 Corrispondenza fra i capitoli di questa pubblicazione e le classi di laurea CAPITOLI CLASSI DI LAUREA 1 Indirizzo medico e odontoiatrico 2 3 6 7 Indirizzo farmaceutico Indirizzo sanitario tecnico,

Dettagli

1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile

1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile 1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile Fanno parte di questo gruppo i seguenti titoli: Ragioniere Ragioniere, indirizzo amministrativo- Aziende che assumono I settori coinvolti

Dettagli

PIRLS & TIMSS 2011 PIRLS & TIMSS 2011. Questionario famiglia. Questionario famiglia. Classe quarta primaria. Classe quarta primaria

PIRLS & TIMSS 2011 PIRLS & TIMSS 2011. Questionario famiglia. Questionario famiglia. Classe quarta primaria. Classe quarta primaria Etichetta identificativa timssandpirls.bc.edu PIRLS & TIMSS 2011 PIRLS & TIMSS 2011 Questionario famiglia Questionario famiglia Classe quarta primaria Classe quarta primaria Istituto nazionale per la valutazione

Dettagli

ISTRUZIONI PER INDIVIDUARE LA DURATA DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI, DIRIGENTI, PREPOSTI E DATORI DI LAVORO CHE SVOLGONO IL RUOLO DI RSPP

ISTRUZIONI PER INDIVIDUARE LA DURATA DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI, DIRIGENTI, PREPOSTI E DATORI DI LAVORO CHE SVOLGONO IL RUOLO DI RSPP G.QUATTRO SERVIZI S.R.L. via San Rocco, 7 35028 Piove di Sacco (PD) C.F e P.IVA 0348078 02 81 N R.E.A. PD 315121 www.gquattroservizi.it Tel. 049970 127 3 Fax 049 97 117 28 E-mail: info@gquattroservizi.it

Dettagli

ALLEGATO C INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE TECNOLOGICO

ALLEGATO C INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE TECNOLOGICO ALLEGATO C INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE TECNOLOGICO Il profilo educativo, culturale e professionale dello studente di cui all allegato A), costituisce il riferimento per tutti gli indirizzi

Dettagli

CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI

CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI 51 A AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA 01 COLTIVAZIONI AGRICOLE E PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI, CACCIA E SERVIZI CONNESSI

Dettagli

Note metodologiche AVVIAMENTI DOMANDA/OFFERTA LAVORO FORME GIURIDICHE

Note metodologiche AVVIAMENTI DOMANDA/OFFERTA LAVORO FORME GIURIDICHE Note metodologiche AVVIAMENTI Avviamenti stabili e temporanei Avviamenti stabili: avviamenti avvenuti con contratti a tempo indeterminato oppure a tempo determinato con durata uguale o superiore all anno.

Dettagli

Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007

Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007 Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007 Rischio BASSO (Datore di lavoro R.S.P.P. 16 ore - Formazione per i Dipendenti 4 ore modulo generale + 4 ore modulo

Dettagli

ECCO I LAVORI IN ITALIA CHE NESSUNO VUOLE FARE

ECCO I LAVORI IN ITALIA CHE NESSUNO VUOLE FARE Tel. 0392807511 0392807471 Oggi Renzi a Milano si confronta con i partner europei sul tema del lavoro ECCO I LAVORI IN ITALIA CHE NESSUNO VUOLE FARE In Lombardia non piacciono i mestieri antichi: difficile

Dettagli

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' immutate le proprie caratteristiche: prevalenza della. trentenni iscritti (30,56%),

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' immutate le proprie caratteristiche: prevalenza della. trentenni iscritti (30,56%), Marzo 2009 I flussi delle iscrizioni: Ancora in crescita il numero di coloro che si rivolgono ai tre centri per l impiego in cerca di occupazione. Lo stock di fine mese si attesta a 15.322 unità in crescita

Dettagli

Le prospettive della domanda di lavoro a medio termine Mario Gatti - ISFOL. 15-16 settembre 2008 Roma, piazza Sallustio 21

Le prospettive della domanda di lavoro a medio termine Mario Gatti - ISFOL. 15-16 settembre 2008 Roma, piazza Sallustio 21 Sistema Informativo Excelsior 2008. Fabbisogni occupazionali e domanda di formazione nei settori economici: previsioni delle imprese e questioni strutturali Le prospettive della domanda di lavoro a medio

Dettagli

architettoniche, del design e storico artistiche

architettoniche, del design e storico artistiche Codice Denominazione A 01 Arte e immagine nella scuola secondaria di primo grado Scuola secondaria di I grado Arte e immagine Allegato A A 02 Danza classica Liceo Musicale e coreutico sezione coreutica

Dettagli

NOGA Nomenclatura generale delle attività economiche Introduzione

NOGA Nomenclatura generale delle attività economiche Introduzione NOGA Nomenclatura generale delle attività economiche Introduzione Berna, 2002 Informazioni: Realizzazione: Diffusione: Esther Nagy, BFS Tel. ++41 32 713 66 72 / E-Mail: esther.nagy@bfs.admin.ch Jean Wiser,

Dettagli

MERCATO DEL LAVORO DELLA PROVINCIA DI ROMA: ANALISI DELLE QUALIFICHE E DELLE PROFESSIONI

MERCATO DEL LAVORO DELLA PROVINCIA DI ROMA: ANALISI DELLE QUALIFICHE E DELLE PROFESSIONI Dipartimento III - Servizi per la Formazione, il lavoro e la qualità della vita Direzione - Ufficio 2 "Pianificazione ed implementazione flussi informativi - Coordinamento e messa a sistema delle interrelazioni

Dettagli

I PERCORSI di ISTRUZIONE e di FORMAZIONE PROFESSIONALE in REGIONE LOMBARDIA

I PERCORSI di ISTRUZIONE e di FORMAZIONE PROFESSIONALE in REGIONE LOMBARDIA I PERCORSI di ISTRUZIONE e di FORMAZIONE PROFESSIONALE in REGIONE LOMBARDIA Il sistema educativo L assolvimento del diritto dovere di istruzione e formazione è possibile all interno di tre sistemi : Il

Dettagli

Orientamento in uscita Cosa fare dopo la maturità? Arese, 17 Aprile 2014

Orientamento in uscita Cosa fare dopo la maturità? Arese, 17 Aprile 2014 Orientamento in uscita Cosa fare dopo la maturità? Arese, 17 Aprile 2014 L OFFERTA DI MILANO, VARESE E COMO LE PRINCIPALI FACOLTA PRESENTI A MILANO, VARESE E COMO Università degli Studi di Milano e Milano

Dettagli

ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI GENERALI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO

ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI GENERALI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO allegati B e C ISTITUTI TECNICI INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEI SETTORI ECONOMICO E TECNOLOGICO B. SETTORE ECONOMICO Il profilo educativo, culturale e professionale dello studente di cui all allegato

Dettagli

CONOSCERE IL MONDO DEL LAVORO

CONOSCERE IL MONDO DEL LAVORO CONOSCERE IL MONDO DEL LAVORO I lavoratori devono avere: 1. Cultura e professionalità: buona preparazione scolastica, imparare a leggere e scrivere bene 2. Capacità di collaborare e di comunicare 3. Flessibilità:

Dettagli

Analisi delle Dichiarazioni di Immediata Disponibilità al lavoro. Provincia di Mantova. Rapporto a cura di:

Analisi delle Dichiarazioni di Immediata Disponibilità al lavoro. Provincia di Mantova. Rapporto a cura di: Osservatorio del Mercato del Lavoro della Provincia di Mantova Analisi delle Dichiarazioni di Immediata Disponibilità al lavoro Provincia di Mantova Rapporto a cura di: Centro di Ricerca Interuniversitario

Dettagli

Approfondimenti e tendenze

Approfondimenti e tendenze Provincia di Verona OSSERVATORIO MERCATO DEL LAVORO Approfondimenti e tendenze IL FLUSSO DEGLI AVVIAMENTI NELLA BASSA VERONESE E A VERONA NEL 2002 Servizi per l Impiego N. 1 Anno 2004 Marzo 2004 A cura

Dettagli

La demografia delle imprese

La demografia delle imprese La demografia delle imprese Imprese registrate e attive per divisioni di attività economica (ATECO 2007) alla fine dei trimestri 2011. Iscrizioni e cessazioni trimestrali nel 2011 SEZIONE E DIVISIONE DI

Dettagli

Appunti di Economia L impresa nell ordinamento giuridico italiano impresa attività di impresa stagionale

Appunti di Economia L impresa nell ordinamento giuridico italiano impresa attività di impresa stagionale Appunti di Economia L impresa nell ordinamento giuridico italiano L impresa...1 L azienda...2 Avviamento...2 Trasferimento di azienda...3 Usufrutto e affitto di azienda...3 Classificazione dell attività

Dettagli

Commesso di vendita/ commessa di vendita

Commesso di vendita/ commessa di vendita Delibera n. 285 del 15.03.2016 Ordinamento formativo per il mestiere oggetto d apprendistato del/della Commesso di vendita/ commessa di vendita 1. Il profilo professionale 2. Durata ed esame di fine apprendistato

Dettagli

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI Il profilo educativo, culturale e professionale dello studente di cui all allegato A), costituisce il riferimento per tutti gli indirizzi

Dettagli

La scelta della scuola superiore: che impresa!

La scelta della scuola superiore: che impresa! La scelta della scuola superiore: che impresa! Francesca Pedron Osservatorio Provinciale Mercato del Lavoro Alcuni dei fattori più rilevanti nella scelta della scuola superiore sono: - Utilità della scuola

Dettagli

TABELLA C NUOVA CLASSE DI CONCORSO E CORRISPONDENTE NUOVA CLASSE DI ABILITAZIONE RELATIVA A CLASSI CHE AGGREGANO SITUAZIONE PRECEDENTE

TABELLA C NUOVA CLASSE DI CONCORSO E CORRISPONDENTE NUOVA CLASSE DI ABILITAZIONE RELATIVA A CLASSI CHE AGGREGANO SITUAZIONE PRECEDENTE Esercitazioni pratiche di ottica. 45 8 10 Laboratori di Fisica 20/C. 28/C 29/C : maturità professionale per ottico diploma di qualifica (rilasciato da istituto professionale) di ottico o di operatore meccanico

Dettagli

OrizzonteScuola.it. Tabella B NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI

OrizzonteScuola.it. Tabella B NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI OrizzonteScuola.it Tabella B NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI 1 Codice Denominazione dd.pp.rr. 15 marzo 2010 n. 87 e 88 B 01 Attività pratiche speciali

Dettagli

NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI

NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI Tabella B NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI B 01 Attività pratiche speciali 2/C Attività pratiche speciali B 02 Conversazione in lingua straniera 3/C Conversazione

Dettagli

Titoli di accesso non previsti dal DM 39/98 e Diplomi di istruzione secondaria superiore ex dd.pp.rr. 15 marzo 2010 n. 87 e 88

Titoli di accesso non previsti dal DM 39/98 e Diplomi di istruzione secondaria superiore ex dd.pp.rr. 15 marzo 2010 n. 87 e 88 72 NUOVA CLASSE DI CONCORSO B 01 2/C B 02 3/C B 03 28/C 29/C B 04 25/C Attività pratiche speciali Attività pratiche speciali Conversazione in lingua straniera Conversazione in lingua straniera Laboratori

Dettagli

L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio. - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica

L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio. - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica RAPPORTO 2010 L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica La demografia delle imprese Imprese registrate e attive

Dettagli

Tabella B NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI

Tabella B NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI Tabella B NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI B 01 2/C Attività pratiche speciali Attività pratiche speciali Diploma di geometra; perito aeronautico, perito

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca TABELLA A MATERIE CARATTERIZZANTI I SINGOLI CORSI DI STUDIO DEI PERCORSI LICEALI OGGETTO DELLA SECONDA PROVA SCRITTA LICEO CLASSICO 1. Latino

Dettagli

Dal Diploma secondaria obbligatoria

Dal Diploma secondaria obbligatoria IL SISTEMA SCOLASTICO SPAGNOLO Il sistema scolastico spagnolo prevede una distinzione tra l insegnamento di Regime generale e l insegnamento di Regime speciale che riguarda l ambito Artistico, nel quale

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL INTERVENTO

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL INTERVENTO PON La scuola per lo sviluppo n.1999 IT 05 1 P0 013. Regione Campania Ministero della Pubblica Istruzione Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Affari Internazionali dell Istruzione

Dettagli

Organizzazione scientifica del lavoro

Organizzazione scientifica del lavoro Organizzazione scientifica del lavoro 1 Organizzazione scientifica del lavoro Organizzazione scientifica del lavoro è la teoria fondata da Frederick WindsdowTaylor (1865-1915) ingegnere minerario americano

Dettagli

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE ECONOMICO

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE ECONOMICO ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE ECONOMICO Il profilo educativo, culturale e professionale dello studente di cui all allegato A), costituisce il riferimento per tutti gli indirizzi

Dettagli

AREE DISCIPLINARI D.M.

AREE DISCIPLINARI D.M. AREE DISCIPLINARI D.M. 18.09.1998, n. 358: Regolamento recante norme per la costituzione delle aree disciplinari finalizzate alla correzione delle prove scritte e all'espletamento del colloquio, negli

Dettagli

ALLEGATO A T A B E L L A A

ALLEGATO A T A B E L L A A T A B E L L A A ALLEGATO A A - 01 Arte e immagine nella scuola secondaria di I grado 28/A Educazione artistica SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO - Arte e immagine E titolo abilitante per l insegnamento della

Dettagli

Il sistema economico locale: industria e terziario

Il sistema economico locale: industria e terziario Capitolo 6 L analisi del territorio nella programmazione degli interventi di sviluppo agricolo capitolo 6 Il sistema economico locale: industria e terziario In questo capitolo sono presentati gli indicatori

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto Ministeriale n. 319 del 29 maggio 2015 Costituzione delle aree disciplinari finalizzate alla correzione delle prove scritte negli esami

Dettagli

NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI

NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI Tabella B NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI CFIScuola -- Formazione Scuola - Via Mons.Maverna, 4 - Ferrara www.cfiscuola.it - info@cfiscuola.it - 0532 783561

Dettagli

http://www.rotary2071.org/content.php?p=doc.7&id=1

http://www.rotary2071.org/content.php?p=doc.7&id=1 Pagina 1 di 5 Classifiche: Codici e Descrizioni 1 - Agricoltura 10 - Allevamento - zootecnica 15 - Aziende agricole - Agriturismo 20 - Colture arboree 25 - Viticoltura e enologia 40 - Colture erbacee 50

Dettagli

Classe 35 Classificazione di Nizza - Pubblicità, servizi di vendita

Classe 35 Classificazione di Nizza - Pubblicità, servizi di vendita Classe 35 Classificazione di Nizza - Pubblicità, servizi di vendita Classe 35 Classificazione di Nizza Pubblicità, servizi di vendita Pubblicità; gestione di affari commerciali; amministrazione commerciale;

Dettagli

Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2005

Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2005 25 Ottobre 2006 Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2005 L Istat rende disponibili le serie storiche degli investimenti per branca proprietaria

Dettagli

Capitolo 7 TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE MANIFATTURIERA E PER I SERVIZI

Capitolo 7 TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE MANIFATTURIERA E PER I SERVIZI Capitolo 7 TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE MANIFATTURIERA E PER I SERVIZI Per TECNOLOGIA si intendono i processi, le tecniche, i macchinari e le azioni utilizzati per trasformare gli input organizzativi (materiali,

Dettagli

STRUTTURA DELLA SECONDA PROVA SCRITTA

STRUTTURA DELLA SECONDA PROVA SCRITTA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema

Dettagli

LA RILEVAZIONE DEI DATI STATISTICI

LA RILEVAZIONE DEI DATI STATISTICI LA RILEVAZIONE DEI DATI STATISTICI 0. Introduzione La statistica è la disciplina che studia i fenomeni collettivi allo scopo di metterne in evidenza le regolarità. Il vocabolo Statistica deriva dal latino

Dettagli

Glossario 14. Commercio interno

Glossario 14. Commercio interno Glossario 14. Commercio interno La rete distributiva (tabelle da 14.1 a 14.6) L Osservatorio regionale del commercio realizza ogni anno una rilevazione informatizzata sulla rete distributiva presso i 1206

Dettagli

GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE

GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE Il secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione è costituito dai percorsi quinquennali dell istruzione secondaria superiore (licei, istituti

Dettagli

Istruzioni per la somministrazione del CRIq

Istruzioni per la somministrazione del CRIq Cognitive Reserve Index CRIq q u e s t i o n n a i r e M. Nucci, D. Mapelli & S. Mondini (2012) Istruzioni per la somministrazione del CRIq Il questionario CRIq stima la riserva cognitiva di un individuo

Dettagli

T A B E L L A A. Gilda degli insegnanti di Venezia 1

T A B E L L A A. Gilda degli insegnanti di Venezia 1 Blue rivisitato Verde criticità Rosso innovazioni ALLEGATO A T A B E L L A A Gilda degli insegnanti di Venezia 1 Nuove classi di concorso A -01 Arte e immagine nella scuola secondaria di I grado A - 02

Dettagli

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 27 marzo 2006 La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 Ufficio della comunicazione Tel. + 39 06 4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. +

Dettagli

Orientaonline: la scelta della professione orientata al mercato Job&Orienta Verona, 23 novembre 2012 http://orientaonline.isfol.it

Orientaonline: la scelta della professione orientata al mercato Job&Orienta Verona, 23 novembre 2012 http://orientaonline.isfol.it Orientaonline: la scelta della professione orientata al mercato Job&Orienta Verona, 23 novembre 2012 http://orientaonline.isfol.it La scelta del lavoro Ogni persona che abbia un occupazione trascorre la

Dettagli

C28 Fabbricazione di macchinari ed apparecchiature nca 302 258-6 302 258 2 3

C28 Fabbricazione di macchinari ed apparecchiature nca 302 258-6 302 258 2 3 Tav 1.1 Imprese registrate e attive per divisioni di attività economica (ATECO 2007) I e II trimestre 2012. Iscrizioni e cessazioni trimestrali Provincia di CREMONA Fonte: Infocamere, Stockview, 2012 SEZIONE

Dettagli

Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro

Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro www.fareapprendistato.it, 19 dicembre 2011 Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro di Francesca Fazio Uno dei principali problemi del mercato del lavoro

Dettagli

Insegnamenti assegnati nel nuovo ordinamento

Insegnamenti assegnati nel nuovo ordinamento A 01 Arte e immagine nella scuola secondaria di primo grado Codice di A 101 28/A Scuola secondaria di I grado Arte e immagine A 02* Danza classica Liceo Musicale e coreutico sezione coreutica Tecniche

Dettagli

è un marchio di proprietà dell Ente di Formazione Format

è un marchio di proprietà dell Ente di Formazione Format è un marchio di proprietà dell Ente di Formazione Format IL DATORE DI LAVORO LA FIGURA DEL RSPP La figura del Datore di Lavoro quale Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione Materiale Didattico

Dettagli

NOTA METODOLOGICA SULLE STIME PROVINCIALI DEI PRINCIPALI AGGREGATI DELL ATTIVITA COMMERCIALE PER GLI ANNI 2007-2012

NOTA METODOLOGICA SULLE STIME PROVINCIALI DEI PRINCIPALI AGGREGATI DELL ATTIVITA COMMERCIALE PER GLI ANNI 2007-2012 NOTA METODOLOGICA SULLE STIME PROVINCIALI DEI PRINCIPALI AGGREGATI DELL ATTIVITA COMMERCIALE PER GLI ANNI 2007-2012 Premessa Parallelamente alle valutazioni sull andamento semestrale delle vendite al dettaglio

Dettagli

Tabelle regionali con cadenza mensile. Provincia autonoma di Bolzano. Analisi della numerosità degli infortuni

Tabelle regionali con cadenza mensile. Provincia autonoma di Bolzano. Analisi della numerosità degli infortuni Tabelle regionali con cadenza mensile Provincia autonoma di Bolzano Analisi della numerosità degli infortuni Dati rilevati al 30 settembre 2015 Nota metodologica Nelle tabelle mensili le totalizzazioni

Dettagli

Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici

Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici Figure professionali: addetto conduzione impianti addetto impianti sistemi automatizzati colatore fonditore laminatore verniciatore stampatore

Dettagli

Banca dati dell offerta e verifica del possesso dei requisiti minimi

Banca dati dell offerta e verifica del possesso dei requisiti minimi Dal sito del Ministero dell'istruzione, Universita' e Ricerca Decreto Ministeriale 27 gennaio 2005 prot. n. 15/2005 Banca dati dell offerta e verifica del possesso dei requisiti minimi VISTO il decreto

Dettagli

Lo «stato di salute» delle figure professionali in provincia di Cremona

Lo «stato di salute» delle figure professionali in provincia di Cremona Lo «stato di salute» delle figure professionali in provincia di Cremona Claudia Graziani, Gloria Ronzoni 6 Marzo 2014 CRISP Interuniversity Research centre On public services University of Milano - Bicocca

Dettagli

Normativa sul miglioramento sicurezza e tutela della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro

Normativa sul miglioramento sicurezza e tutela della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro Normativa sul miglioramento sicurezza e tutela della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro con il decreto legislativo n. 626/94 modificato e integrato da una serie di decreti comparsi successivamente

Dettagli

LA NUOVA ISTRUZIONE TECNICA E PROFESSIONALE

LA NUOVA ISTRUZIONE TECNICA E PROFESSIONALE Direzione Generale per l istruzione e formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle Regioni M.I.U.R. Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo studente, l integrazione,

Dettagli

QUESTIONARIO LAUREATI (versione del 1/6/2012) Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA - Fondazione Sussidiarietà

QUESTIONARIO LAUREATI (versione del 1/6/2012) Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA - Fondazione Sussidiarietà QUESTIONARIO LAUREATI (versione del 1/6/2012) Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA - Fondazione Sussidiarietà Gruppo 1, formato da lavoratori non in conto proprio: approfondimento su iniziative orientamento,

Dettagli

una (potenziale) realtà

una (potenziale) realtà Analisi IL DISTRETTO TICINESE DI SERVIZI FINANZIARI una (potenziale) realtà René Chopard Centro di Studi Bancari 75 Non potevamo mancare al consueto appuntamento di settembre con dati, statistiche e società

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA. Decreto Ministeriale 27 gennaio 2005 prot. n. 15/2005

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA. Decreto Ministeriale 27 gennaio 2005 prot. n. 15/2005 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Decreto Ministeriale 27 gennaio 2005 prot. n. 15/2005 Banca dati dell offerta e verifica del possesso dei requisiti minimi VISTO il decreto legislativo

Dettagli

MATERIALI UTILI E SITI INTERNET

MATERIALI UTILI E SITI INTERNET MATERIALI UTILI E SITI INTERNET Per informazioni su tutti i piani di studio delle scuole superiori: www.provincia.genova.it e seguire il percorso istruzione e formazione; orientamento e alternanza; disegnamoci

Dettagli

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI Il profilo educativo, culturale e professionale dello studente di cui all allegato A), costituisce il riferimento per tutti gli indirizzi

Dettagli

IL REGISTRO INAIL DI ESPOSIZIONE A CANCEROGENI PROFESSIONALI

IL REGISTRO INAIL DI ESPOSIZIONE A CANCEROGENI PROFESSIONALI IL REGISTRO INAIL DI ESPOSIZIONE A CANCEROGENI PROFESSIONALI Premessa Presso l Inail è attivo un sistema informativo per la raccolta e l archiviazione di informazioni relative all esposizione professionale

Dettagli

Codice Vecchia Qualifica

Codice Vecchia Qualifica Codice Vecchia Qualifica Codice Nuova Qualifica Descrizione Vecchia Qualifica Descrizione Nuova Qualifica MEMBRI DI ORGANISMI DI GOVERNO E DI ASSEMBLEE CON POTESTA' LEGISLATIVA E REGOLAMENTARE NAZIONALI

Dettagli

NOGA 2008 Nomenclatura generale delle attività economiche. Struttura

NOGA 2008 Nomenclatura generale delle attività economiche. Struttura NOGA 2008 Nomenclatura generale delle attività economiche Struttura Neuchâtel, 2008 La serie «Statistica della Svizzera» pubblicata dall Ufficio federale di statistica (UST) comprende i settori seguenti:

Dettagli

A cura dell interessato

A cura dell interessato A cura dell interessato DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL INTERVENTO...l... sottoscritto/a... nato/a il a... (...) Stato... (Comune) Prov. Codice Fiscale fa domanda di partecipazione all intervento indicato Al

Dettagli

I.T.I. M. FARADAY PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2014 2015

I.T.I. M. FARADAY PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2014 2015 INDIRIZZI DI STUDIO QUADRI ORARI - PROFILI Il riordino degli Istituti tecnici, in vigore dal a.s. 2010-2011 e da quest anno a regime, ha modificato l articolazione del nostro Istituto. La nuova struttura,

Dettagli

Tabelle regionali con cadenza mensile. Regione Piemonte. Analisi della numerosità degli infortuni

Tabelle regionali con cadenza mensile. Regione Piemonte. Analisi della numerosità degli infortuni Tabelle regionali con cadenza mensile Regione Piemonte Analisi della numerosità degli infortuni Dati rilevati al 30 settembre 2015 Nota metodologica Nelle tabelle mensili le totalizzazioni delle denunce

Dettagli

Tabelle regionali con cadenza mensile. Regione Lombardia. Analisi della numerosità degli infortuni

Tabelle regionali con cadenza mensile. Regione Lombardia. Analisi della numerosità degli infortuni Tabelle regionali con cadenza mensile Regione Lombardia Analisi della numerosità degli infortuni Dati rilevati al 31 gennaio 2015 Nota metodologica Nelle tabelle mensili le totalizzazioni delle denunce

Dettagli

ORIENTAMENTO FORMATIVO INFORMATIVO. pg 1

ORIENTAMENTO FORMATIVO INFORMATIVO. pg 1 ORIENTAMENTO FORMATIVO INFORMATIVO pg 1 TIPOLOGIA DELLA SCUOLA MEDIA Aree disciplinari e diversi percorsi di studio Conoscenza di sé le proprie attitudini il proprio modo di porsi nei confronti dell impegno

Dettagli

ONEDA OSSERVATORIO NAZIONALE SULL EDUCAZIONE DEGLI ADULTI

ONEDA OSSERVATORIO NAZIONALE SULL EDUCAZIONE DEGLI ADULTI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ONEDA OSSERVATORIO NAZIONALE SULL EDUCAZIONE DEGLI ADULTI Le competenze alfabetiche funzionali dei ragazzi che a 18 anni si trovano nel sistema

Dettagli

Il lavoro. 4.1 L attività e l inattività della popolazione

Il lavoro. 4.1 L attività e l inattività della popolazione Capitolo 4 L analisi del territorio nella programmazione degli interventi di sviluppo agricolo capitolo 4 Il lavoro Gli indicatori presentati in questo capitolo riguardano la condizione di occupazione.

Dettagli

ISFOL ORFEO - archivio Corsi Settori Isfol/Istat

ISFOL ORFEO - archivio Corsi Settori Isfol/Istat SUB-SETT 0101 AGRICOLTURA: CONDUZIONE AMMINISTRAZIONE COMMERCIALIZZAZIONE A01 AGRICOLTURA, CACCIA E RELATIVI SEVIZI 0102 AGRICOLTURA: ZOOTECNICA A01 AGRICOLTURA, CACCIA E RELATIVI SEVIZI 0103 AGRICOLTURA:

Dettagli

Aprile 2008. Analisi dell andamento del mercato del lavoro e dei fabbisogni formativi nella provincia di Livorno

Aprile 2008. Analisi dell andamento del mercato del lavoro e dei fabbisogni formativi nella provincia di Livorno FABBISOGNI FORMATIVI E MERCATO DEL LAVORO Aprile 2008 Analisi dell andamento del mercato del lavoro e dei fabbisogni formativi nella provincia di Livorno L economia provinciale All interno dell economia

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca ORDINAMENTO DELLE CLASSI DI CONCORSO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca ORDINAMENTO DELLE CLASSI DI CONCORSO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca ORDINAMENTO DELLE CLASSI DI CONCORSO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO Il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA cosa è cambiato a partire dall anno scolastico 2010-2011

GUIDA ALLA RIFORMA cosa è cambiato a partire dall anno scolastico 2010-2011 GUIDA ALLA RIFORMA cosa è cambiato a partire dall anno scolastico 2010-2011 LA NUOVA SECONDARIA SUPERIORE I Licei Gli istituti tecnici Gli istituti professionali Offerta formativa più ricca per aumentare

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a Unioncamere: al sistema economico italiano mancano circa 42mila laureati e almeno 88mila diplomati tecnici e professionali I veri introvabili sul mercato del lavoro Verona,

Dettagli

Allegato I. La Formazione via e-learning sulla sicurezza e salute sul lavoro. Premessa

Allegato I. La Formazione via e-learning sulla sicurezza e salute sul lavoro. Premessa Allegato I La Formazione via e-learning sulla sicurezza e salute sul lavoro Premessa La formazione alla sicurezza svolta in aula ha rappresentato tradizionalmente il modello di formazione in grado di garantire

Dettagli

D069 - Diploma di maturità professionale - tecnico della gestione aziendale D070 - Diploma di maturità professionale - tecnico delle attività

D069 - Diploma di maturità professionale - tecnico della gestione aziendale D070 - Diploma di maturità professionale - tecnico delle attività DIPLOMI DI MATURITA' Cod. Descrizione Maturità tecnica industriale D001 - Diploma di maturità tecnica D002 - Diploma di maturità tecnica industriale D019 - Diploma di maturità tecnica industriale - arti

Dettagli

Liceo Scientifico. Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate

Liceo Scientifico. Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate Liceo Scientifico Sezione A. Maserati Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate Cos è il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate La recente riforma della scuola secondaria ha ripreso la

Dettagli

Fonti normative. 55 e obblighi LEZIONE

Fonti normative. 55 e obblighi LEZIONE LEZIONE 55 e obblighi Fonti normative Costituzione della Repubblica italiana FONTI NORMATIVE SULLA SICUREZZA Codice civile Statuto dei diritti dei lavoratori Decreto legislativo 81/2008 LA LEGISLAZIONE

Dettagli

IL LAVORO AUTONOMO E I GIOVANI TALENTI

IL LAVORO AUTONOMO E I GIOVANI TALENTI Documento di lavoro IL LAVORO AUTONOMO E I GIOVANI TALENTI A cura di Brigida Orria Il progetto europeo Interreg IVC Working 4 Talent 1, è focalizzato sul tema dell occupazione, della formazione e della

Dettagli

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione CARTA, STAMPA ED EDITORIA Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione Il valore aggiunto prodotto dall industria cartaria e della stampa rappresenta l 1 per cento del Pil italiano.

Dettagli