Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1

2

3

4

5

6

7 focinuin gemstigi NAPOLITANO-ITALIANO COMPILATO eissbppb GABOAHO "AVOLI Dioiị.db

8 Gli uomini dotti si valgano de f^oca"olan non et! mae$tri ma cotne tmnhtri in ttjutodella memoria. DoT"JhyGt)OglC

9 'yi^.yi.fil-"^xji.i^ A. S. K. ^ IL UARESCIALLO DI CAMPO SIGNOR MAHCITE8E 0. IBllESCO SATIRIODEIURRITTI) MTAuiaa MIX Muom tm"s "uon n %. onniibo oivaliiu "in-cams KCVElLKSfZA m if^i*^ei **m^ i^o*fte"aec c/"ea^anto ^a^"nc^" a4c/f'a t/'th/i- tcnaof'o Oe^ ^ce^f^a^//"^etei )tn*'^ "i7pcihygt.)

10 "B4^^a^'S. ^. "^e con ^H/a ii"^e"i A""4Hove /tt/" etis cw Attentiate aatt/i^e"^a^"t^^mx^ioat^iam puteda o*twu^e eu*im eunt^itia/o"e efy^ due eim"'tte*"/f'a!tia- ^" lattate e"iatan ^etf^a" ****/ie oa^t"ddt'tnc- Mde"^eh ijo-7"jhygt.)t)*^le

11 ytt^""" "iacce*"tana"i A" t^ Ignote tu do"ci"ieuiui NapoU li 5: Mano 1S4I. UmiUas. e Dei'otts. Servitore n0l7p(ibygt)o^k

12 "-7"jhyGt)c""^l

13 .(vii ) DISCORSO PROEMULE. Quando impresia compilare questo mio f^ocaholario mi proposiunicamente di fareopera che tornasse profittevole del dialetto ai giovinetti Napolitani^ i quau per fuso m' era avveduto continuo che spesso mancavano della voce Italianache valesse a stgmfieare la taleo dimestica cosa; n" a questobisognoancorch" ne avessero tal altra no-7"jhygt.)t

14 ( "" ) non vedendo modo di linventre il vocabolo desiderato purch" in esso per avventura non s'abballessero.perloech" pensai che tnellendo per ordine alfa"elieo le voci del dialetto senza mollo Jrug"re avrebbero trovate a frontele corrispondenti Italiane ed affinch" di queste non solo sedessero l'ortografia ma y imparassero ancora f Ortologia merc" gli accenti mostrai se strettamente o largamente dovessero projferirsi le due vocali a tal differenza soggette ed indicai con l'accento acuto {'')su ^Ite la pronunzia serrata l'aperta col grave (').Ma ebbi tosto a scorgere spesso per superarla; perciocch" non essendo "o Toscano m' aevenne d' ignorare il vocabolo della Lingua parlata; di trovare qualchedefinizmne falsao mancante ; di veder dati per sinonimi due nomi diversi di due diversi arnesi ; e tante altre' cose ehe nel corso dell' opera si potranno per appositenote di leggieri osservare. forzebench" di quanta difftcult" fosseil lavoro e quantafatica abbisognasse Conoscendo per" quanto poco rispondessero alt uopo le mie mi fossigiovato dei migliori Focabolari{\) nientedimeno non manc" mai per me di ascollare il cansi.ht di dottiuomini massime in fattodi tod scientifiche " essi de' Uro suggerimenti essendomi stali sempre larghi.ertesi sovente porlaron la luce ov era il buj'o^ (1) Foeab. della Crusca foea". Univ. Nap. Dizionari4. 4ft*Sittofi"nidi Toiamaaea Diz Milit "di Granai. Focabolario j"cnuutmco del Gaifliardo ec. "i7pcihygt)t)i

15 Dol7PC"hyGt.) fi; Non per fti""ia ^ do il ma lav"ro come pnfkm." finito ann tmgo per eerto eh" d" molti falliqui * l" "odo "parso ; ma eomee"h^ di qaetti non fu mei penwi" in ^ oso sperare tm p" di "ompat"mentg da materie affette OtUi coloro che alta dottino la gentilezza congiungonoo a Mf' di etti vorr" farmene notare alcuno tar" ^rtufipti' doppio m"do tra resero perch"ne purgato il mio "i6ro- e perch"ne verr" anche a me un certo incitamento apro" seguire il lavoro che ora solamente siccome un saggio alla bont" de' miei concittadit"presento e raccontando. Per" le busse toccate ad altri in simile occorrenza fanno che io mi protesti di due cose : La prima ehe riguardoagli arnesi domestici io non Ito che fare $e kt forma o la materia di essiin Napoli sia diversa da quelladi Toscana bastandomi solo che servano al medesimo uso. L' altra che mi dorrebbe V'animo fortemente - se alcuno trovando qualchevocabolo troppo a lai nolo o qualchespiegazione tropparisaputa si desse a credere che io volessisedere a scranna in questa idea fermato come e farlada dottore ed respingesse da se il mio libro spacciatore d" rancida merce. Io so bgne die quanto ho detto era gi" scritto ed ho sopra esposto il solo Jtsi0 che mi proponeva ; laonde se mai ho fallaqualchespiegaziottet ha falla per quelliehe poco sapendo amano d" istruirsi ; ed in tal numero ni " forza comprenderei giovinetti i quali e per difello et" e di conversare ' e di lettura non possono sapere quanto gliuomini forma- ti. Questiadunquenon mi faccianoviso torto poich"non intesigi" di scriver per essima si bene pe' loro figliuoletti o per ehi altro si fosse che n'avesse mestierie conci"

16 (r) m' a"t"ai tjtr"m et tupphrealneoo in parie 0 ^uettob- " Uigtche ha ciuteuao d' "fnare la propriafamgliuola af che KvenU non ti pu" guanto gi varrebbe aitendere " perch" da pi" gravi cure frohomati o perehidalle Jmtiehe dei giorao Ioni e rifiniti. Che te a fuetto intento Mom ton poi riutdto prego mi ti usi ditcreziene ; impet*' eieeeh" te manearan le for"e non manc" eerta il buon Doi..cihyGooj "

17 j"""eteralwo. Am"aacia "gilazioae per soverchio "ili o dispiacere. Agitato Irrequieto. L Abheoeratojo. vasca uve si fa bevere il besliame. Lo Scapolare Abitino. S"no di devozione usato tra'laici a floaiinianza ddlo sca" picarede'reli^osi e che consistein due pezzi di stofta o panno su cui piccioli e ricamata l'eibgied" Nostra Signora: miesti pezzisono attaccati a due nastri da poteraiportareappesi al petto ed alle ^lle.fu mtrodotlo presso i Fedeli^erto la met" del Secolo XIII. da Simone Stock inglese goieraleddl' ordine Carmelitano. Aihrocm-eie. Accio. Acc"wu" no carostello. Aeeoppatura. Aeeuato Acene teca. Acen". de de pepe. pth ASocare. Diveair fi"co. n S"dano. In Roma ed in Lmnbardia voigannente chiunasi Seller". BaggraneliareMettere aatteme un gruzzolo (1)di denari. La Colmahtra il eolmo parie di ci" eh' empie una misura u" ttaoy o altrola qude rimane sopra la bocca di esso. Bottegaj'o (2).Colui che " solilo d" andar ad una tal bottega.onde a comprare BoUegaj'o mia la cima. "jo. tua o del tau. Aevent-Tre. La Grignuola. Mine."lra di pasta composta d" pezzetti quasitondi a modo d" grandine. Acino Granello d"cesi per formeoto e simili. Chicco QursC ultimo lo pi" di calledi melagrana' (t)cnaso/o. QdbbI"U di dumrt raggnitenat' " (2) BMIegajo i uwhe i]ue li che tiene bottega. "i7pcihygt.)t

18 "i7p(ibygt.h""^ AeetoteUa. Aeo aaeeorale. 'Ae^ua de rato. Acqua takmaita. Acfitax"iffregna. 'Aifuor^la. AcauartUa de lo pittore. 'Aefuareti". Acetoia. Erba ta noia. 1 guisadi li i capp"i o stiacciala con cui le donne inglano nastri. Dicesi ancbe Paetaeordone o Ftuellino. Acmat di ragia. Olio esseimale distillato dalle Tane speciedelle rage o resine del pino Ae^ua talmattra. Acqua memx^ta di acqua salsa e dolce. Acqua iolforo"a aequa minerale e spesso termale solfurato. che contiene gas idrogeno Acquerugiola Acqmtrina.Pioggia mimitissima. Acquerello Sorta di colore ilempenilo cto r acqua col qualeusano " pittori logcare i disegni. Acquer^are. Toccare i disegnieoa acquerello. Aeqt"Otonlero Aeqnato. Adaequ"le vino. Adaequaturo. 'M'otturato Agguantatore AgguaOaia. jfgliaro decreta. Aalimv de tlagmo AgHando. ".^mttelte. la Pila tktr "eqaa benedetta. rinelloaequeretto. Berasda Tritad'acqua messa sulle vinacce cavatone prima 9 vino. I"aetfimreil rim. fttqpatajo. Taso Mt lo pi" di latta dal qual esce l' acqua in f"ccoli ^;euj divisi che cadono gi" a guisa di ino"^. Quello con mi sf adacquano te piante nate su i muri e sulle rocce Schiizalojo. AtnmaUato. dieesi llacceltatore IHeettalore. Colui che - Ba- Bconde o compera le cose rubate. Accovaccialo sotto lettoportiera o aitn. /' VieB". Picciol vasetto di terra odia Lo per tenere oli". Stagnaolo. L' OrzoTuoh. Bollicina che viene ai iie" Htelf" degliocchi. Cibo Agnettoib'. falto di pasta ripieu)di carne battutaeliteri cuoce "B wedo.

19 . t" t la ntrasatta. Alice. Allaccia/ardo. "ltok". y"llegrolilloa" vino Alletta. Allumm" pe na na Aluizo. Aluzzo Amenta. Amento gala. Ubane ^ta mperiate. Luccio imperiale. peperino. Amenta aarvateea Ammollato. AmmOfr". Amiufsonarcse de galline. Amtnaluntato. Il Fihipelio. Broo V. ClUaficarella. Alla tprovviata da aria. eritin^trottitkr"ttim- peritata all' truprowitoec. Altimpaz- xata vale "ROonsideratamenteda nu". Levati^. Cosi ponte levatojo l"ho levalojoec. AKee bf. Acciuffa.PcGcial^ noto cf" si man^b ancw salalo. Petfarota. Smla d" coltello di etd ti rat* " gchio i cnocm ver tritar le carni. V. Cartella. Alfenkm. Brillo l add. m ) Alquantobriaco. Onde taser Milo alouanlo omextmmir vale Essere allegropel t"n lo to ed " il primogmdo ai briaco ; di- hen^ cendosi per aumento MriSo Cotticdo Cotto Briaca Spolpato. Ballotta. Castagnacotta " lesao. far luminarie " Lwmnaria " fate di lumi che "88" di ncrttetempo in mcaimne di Btraord"Daria"Ik^rena. Luccio. S(H4a di peace. Menta Menta peperita. viperinapepata^ Piperilitle. ortenoe A/entagtro. Maculato negare domeatiea. Petto " Maculate {!) si dieodo le FVfltta che goio alquantognaate al di fiiori per caduta colpograndine 0 altro. SoccAiuffere. Appoltafarti. D"cesi dei polliquandomctlonsi a donnire. Petto p6r battilme o altro. ' (1)Maeolato " diterso di MajOgnato. H fnuto " ntmoht" " cwl" percf Mo i magajiwk" w " gauw a Im il bam ""airj.. f " noi7pcihygt.)t '.

20 Dol..cihyGOOg AMHenaee"" Io tane 'Ammeunola. Ammoi". afa de jtmmolaforfgee. AnaneUe co h zueearo. Ameina. Ancineneamiia. "n"peut. Af^wnaglia. Ringhiare Ḍieesi d" aletmianimaue pac- quandoirritati ' ticolarroente dei nani digrignando i denti e UHMlrano di voler mordere. quasibrontolando Mattdorla. J^ruiio del raan^rlo. Arrotare. E diverso da Affilare ed A- guxxare. L'Arrotino. II suo rtrumeato a ruota chiamasi Mola. A""hteiargi. Si dice della piantaquando le filali" illanguidiscfhio Dd frutto si dice Apptusireed Avviasire. Si adoperanopw" questidue hi amile per coq"ianimai. ed ingialliscono. ve^ Appauito Avvizzito. V. Mttado. Imporralo imporrito Ṣ" dice del gua- Blarsi dei pannilini e di checchessia per Amci Anaci r umido che vi s"a rimaso dentro. attad ama. Semi dell'anice. Anaci in eamia'a. confettati. J"eeto di mare. Gli StranguyUom. Malatt"a delle glandule della g"a dette 2'onailte clw porta impedimento alt' inghiottire. // Jtanfiome.Quel runetto seeco a forma Le di (uigolo di "" un lato " attaccato al e coli'altro si appende paniereo alla Fescina agli alberi per comodo di riporvi i frattinell'atto di spiccarli. CampanelUne.Sorta diminestra di pasta. Le Bon tonde a modo delle campa* nelle che le donne portanoagliorecchi. /.a A'epitella (1). Eii"etta nota e comune limgo le strade specialmente d" collma. Angttina^ Inguine.Quellaparie dd corpo ventre. umano che " Ira la coscia ed il (1)L'Ami" a "m tpacia d'eri".

21 y^niello de fierro "the sia dinto a l"gorlieliep' attacca li cavalle. j4nneu) de lo Jr avee"tore^. rare " pittori a dipingere. j^nneltapuorto. Il Curapofti6 Puntone. Cihiatta in coi " la macchina c"n cucchiaie o -aperturampietlo de la eammita 0 vesta j^ppar". Appicceeao."W" bar*. jlpptentta-rtiorgt-j V Appiccagnolodelt oriuotb\ :appienna-tfe"lile H CappeU"iajo{!).Arnese peri o Pacete. vi gliabiti. JppUaglio. // Turacc"dh " ^ffo (2)poi " quel peim di l^no coperto ai con eoi stracci rappezzale rreeckie Arcemeta.- Ai-eiulo Arcuovo. ' la Campanella" Campanelle cfa"mafeb" altres"queicerchiettid' oro che partaos^agliorecchi ; a queicercbietl d" fildi (erro attaccatiallepmtien tmk " simili per fiirlẹ seorro" a iae "li serrarle. Xirle e nte. Nome "tat" a quellefariwch" sopra le qiial" stanno i muratori a ma' per curare nettare il fando delle darsede e dei porti dal i"neo. Nevato add. Rinfrescato con Deve. " l"^ DO di diaemato. Ikiratare. D" Toecani diiama" Fe$tttjuob. Lo Sparalodella camicia"o della veste. Jppajore d" Aeeoppiar*. H oootnrm diff.' ai Appaiare jispaiare. AppH"^ gliorecchi. Stare in "reechm^ si tura il buco del doglio donde eicc il vino-della vasca o altra' oaaa "m"lci. Artemisia. Erba nota. Orditolo. Vaso piccolo a guisad' orcio. Alcova Alooa Alcova. Voce dell' uso " cos" denominata dall' arco da cui swa limitata. esaere (I)h akuni.ikalhtt:ckiamut diwtkc A^Tr'tfMR/v Vurno- mila ec. (")Nap. te/^. "-7"jhyGt.)w*^

22 . ucr "i7pcihygt.)t)' Ar"thelm. AriiiodetwM. ArrcgU". Arrappato. Ortica. Erba nota. L" Ort"Ae di mate. Qasse di aool"tidetta yieml^/i. Origana.Erbe noti. Sa"ia. Rena eh* vene di ooomilo ooa la // calce. Aja. Spaao di lecra spianalo e accomo" dato ucr battnri il eraac erano e le biade Areidujo Bindota Gt"ndoh. Strumeoto rotoiuo per lo pia Catto di cannucce aul quale "'adatta la matana per dipanarla o incannarla. // GriBo. luetlo nolo. GraneUo. Qnrilaipecie di Mme eh' " nell'aeiiiodal' uva ttaedmolo. Bagghwre (1). Bugoto Grinza add. eomunemente ddlo /'^ j"ravogii" lo^ffio a h ghuomwnuv Amfti". ArrepiexM. Arrefnxi. "rrondgltatla coda. Si dice de) porco o d'ajtn aninnli quando la riloreono" Arronc"gUarMn p. dicesi della serpe ddla lucertola e similt quandopercossa 8" flonloroe o u rislrii^in le slena. AggomMarv Dipattare Far gamitoh. RagliareIl par^iardie tanno i urti ed " califllaicoue forit"ci o col raffilalojoi loro Utw". Rappnzameato Railoppam"ulo. Bt^penare RateonciareBatlopparef^. Rmteliar" Mimetlere in ottetto ia or* ditte. (I)^Ibquanto "i Vsr"i" di'tipribomn Tarlo mandar fuori JelU ~B die fmum g" Miimal" manmiidi per lo pi" il Tocabdo nel i KioT"dMtiaUa1 Gnpupatics Giapupatics del Qi. Mar- (2) Per la diffia^n"a tra qmiti ed allrt natii T"rU die ligitifiean jtsfi"^mr ptut" o mmmmmt "mi rea* " pntte Te4i il fgcib* UwT. alia roce itauercmtf.

23

24 nol7p(ibygt)t 'JfagUa /"^lia che tta mtme%o a no Iorio Commeltimah. Sm. Queglii^ coraiwlle male mette discordia tra l' im uomo e r allro. Aguglia.Sorla di pesce. Mi^"i jiguglia ObeUteo. OrigliartẸ propriamente lo stare di na-.bcoso ad ascoltar quellocbe alcuni insieme ratctlinodi segreto. Orata. Sorta di pesce. Boato Botsolo. L^no ddla piantadello stesso nome. Infangarti im"rodolani fingo o affondarnetjango. j^pjaecare attaccare. ^ppiccatieeio Fiseoto. Bruttarsi eli Ba""uaam Babbeo lo Scudetto ijualesi mette FaUgia. " Baltaloja Quellospaziopoi AUocco. o acodeu"to del faeite net K iiuiesaaliira. che " tra un capo di scale e 1'altro dicesiao- nerottolo l^nca. Arnese nolo di legno sul quale possono insieme sedere piiip^whie. Qiiel p"odo poi col qualecuopresi la panca per ornamoito Biachctlo del fiancane. dicesi Pancate. Ciabattino. 7'apeztiereBanderajo. La F"tOola. Arnese che serve per parare il huoe di lucerna o di candela affinch" dia negliocchi. non (1) BM"netlo nmi "nei Vaoboluio Uiur"nale per a ora aeppu- B in quellodi GroMi ; forte mt^ BCcetUto sp iresso "(Une tonte altra od dell' UM gii lo ' ' funumj

25 Sar"elle (1) Barellino Barraecaro Barretta de lo PizzL Qud pelo che dalle temm scende gi" lungole golf!. In alcuni oialetlidtconsi anche Baffi. Balcone o Terrazziito.Po^g"uolo Los:- getta sportoche si estende liior""mie pareti delle case. Ferone. Berrettino d"min. di Berrello.' Baracchiere. La Berretta. Bonella. Sorta digiuo"w.anticanienle/'a* Bagtone de lo pfillttgrino Ballagiio de Baltitta BauyUo Bacatletle Baizartato Bemtrci Beri o Com" _Bifar0 t"irra B"ccolo la roane. Bordone. BattaglioBatacchio Batoeehio. Balitto 7ela bat"tia. Specied" tela d" lino Ibissima. BattisteroBatti"teo\Baltitterio.Luogo dove si battezza. Botiie. Buratltm. Baruilo Treccone. S"fendoglic^ "i frutta legumi ed altri commeslibili.u femminile" Trecca. il Benterrilo Sm. Licensa che si d" altrui per iscr"tthra con atleetaz"onedel buob Borizio ricevuto. Cataetlone.Arnese di (egnamein Ibnna d" cassa grande ma pt" alta dove soa collocalecassette (teratttre ) che si lira" no Tuori per dinanzi jtd uso di riporr" checchesia. Piffara. Certosa.Comunemente Birra. Bta"ello.Arnese Tattodi bossolo col quale i calzolai lisciano " omlomi wlle suole..(l)buielu in lui. " dinia. di buba. "T"jhyGtx"gle

26 Btzanoeo y " euvuo tluorto BooArode " faccia Bone Bone Bordaech" Bottega BoUoKcieUe le nvicaele d'ottone che se meitonoitfaccia ali bauglie siggiuae ee Bottotteitu" pe tocjua adairosa Branma Braseioia PitUMcAera. PinweMan tordeotto bacchettone. graf fiatanti picchiapetto bigotto "eghino mgolittro ipocrita.quale voci per"gifleristnkki in quanto al significato lai che il Bigotto" qae^li che 8" attacca alle minute pratichedi divoziou! per dispensarai da'doveri d^ha vira piet"ịl Pintoehero " quegli che alleila una seducente per brla servirea'~8u(h religione fini.1/"poer"ta b colui che affettade- To"ooe per na8cond"" i bikh vizii. 11 Bacchettone si aggrava del peso dellad"- voijoae odia veduta di essere impiuiemente malrar"o e perverso. Il Bigotto avvilisceu Religtooei) Piasoehero la prostituisce l'ipoatita ne abusa ilbaeehetton"la saatara. 7W ti/acciaḷat. )romt ft'giony^voto. Ve"mia tpvrio. I Borxaechini. Un Bottiglia pajod" borzacchini. Boccia Borchia. Scudetto colmo di metallo per lo pi"d'dttraie che serve a variiusi e sempre per ornimtento. Oricamo. Pjcciolvasett" e di strettabocca fiatoi" crtstidlo d'argento o simile per tenentile acque odorifere.-^eam'mo Sin. de'marinari Branda Ji"acca\ Lettopensile tullenavi. // Awi). Jkeqaa in en" " cotta la carne " La Broda e propriamente quelsuperfluo della minestra che si leva davanti a coloro " // Brodetto che haimo mangiato. poi " vivuida d' wtvb dibattutecon brodo. // Boecah. _ Dioii..ci hy

27 Buffetta Bugilode lata Suitao eeceo' Buono me tocco Bmao"t a "ieul" Busaolare o lare lo "Hasofo. Biitiolotto 11 Buffetto 'l'avolino. Bof/Uo Ḍicesi di que'peni in tonat di ne'auali li scompirte e "{ mahoo" cosdeoza il cioccoutte. Attniuati Mair lotuue e Ptuti di eioeeouatla. Il Leuo. ^aa. Carne ieuala CanM t altri""' cottialtc"to o pme a lo"o. Sai m ma. Posto attei4"ialniente quari talco mi 9"a. Dal bt Salmtm n't yuod tango. Salvo sia cii che looco. Bugia StoppmieraẠrnese da adaturr"i mpccolio"de girar{."r lestaine con luine^ Battola Vteiale co" temuura a colpo o a tdruecioh JUctierle tortir Cattar le torliquanda s" fa Io squ"ttino (1^. Battolo. Yaao a fogf^ di calice ore m mettono 1 dadi giuocando ; s" racedgo* DO i roti negliiquitlini {%) e s" raccoglie la limosina(3); ma u questo caso e anche di latta o di altra materia sh mile. Bottoleiti Bouolott"poi loa de' Ciunoator". quelli Suarro Butko^ Burro. (\)SgaUlina Ạdiuiama di penom per creuo dei cap"^- Fm^ "* tertem"o non " Imiodo ItaliuM. ^ ftap ḄuiMOlo. {3)Nap.CaictUm. ihy

28 13 C Caea^lio Catarelia CaeateUade pecora. erapa Cacavo Caeeayella Caenaeame Caetiamola Caeti"mmezzt Loeetattoppa Caeciatade lapepiemo de laf"- netta. Cacciata ntavela Caeciottielio Cade Sfaccia aterra Cade de lo Cafone CtignaeavaUo o Cagnamunela Cagttatura Cibammo I SciUn^to Ba^uxierUe Balie. Cacarla e pi" modeatanmile Soeearrtnza. FlussffM?entre. PiliacolaĊacherellodelie capre e pecore. TraltandoBidi ealliua b^ coaigboe simili diwsi CacherelloẸ con ancwa quellodelle bestietalto a wjioltola. Cacao. Seme dell'alberodeifostesso nome. P"ntola. Caee"Kome o Forcone dn cosar /neri la eame. fi Cavadenti. CasicUa da di tpaszatttra.queirarnese legnoeoa manico dove ai mellono le immond"de e la gpaiz^ura. fi Cavastracei.Striimeato che s' usa per Irarre lo atoppacciui" altrasimile arma. fi fhvansale deh"^neatra. Servilo.Sm. Muta ^ vivande t^ coni"' nemenle dicesi Portata Cagnuolo Cagnolino Canino Catellino ec. Ctider bocconi o boccone. j4oer la easeaggine addosso Casc"ggine " " una disposizifflie a cascare sia per sonno sia per debolezza. Forese. fi Cambiatore. Colui che Ta banco dove si conta e cambia moneta. /fggio. Sembra tratto per aferesi da vantaggio essendo appunto un vantaggio che si ha eui cambio. Calamaio 11 maschio della Seppia Ṣorta che ha in se nn certo di LoUigine nota liquore simile all'inchiostro.dai Toscani vocabolo pt" simileall' origioe con "jhygt.jtj'

29 Calamar"el"o Calascione Calavrice. Caht" de seta Cam"omilta Commetta a fuauo fieda Cammgra de compagma Cammera de lo 9tud"Q Cammera pe te spogu"'e"etti C"mmeu Cammesola Cammetola lana Cammino oghe de de la greca Tien chiamato Totano (Redi ). Dai Tolaro Napolitani Calamaretto.Piccola speciedi calamai. Colascione.Strumeato noto. Spino bianco. il Filaticcio.Filalo di Reta stracciata. Camomilla. Erba nota.. Andar earpone. Camminare collemani per terra' a guisa d' animai ( uactnipede. Quando poisi traila di salireaggrottandosi collemani e coi piedi dicesiinerpicar- Rampicara. Il Salotto (\). ' Seriitojo (2). Lo Studio Lo Stanza partala per um) di scrivere e OMuerrai scritture-studiolo dimin. a K to Spoglialojo. Stanza destinata per posare ) pannidi dosso. C"mice. Veste limga di panno lino bianco che poriano" pretinella celebrazionedegli ufficiidivini per significare il vestimedio bianco che da Erode in gabbo e derisione fn fattoindossare a G. C. " Qiielmanto poi di panno lino eh' " increspato da capo e copre tutta o in parie la - persona specialmente nel pettinarsi dicesiaccappatoio. Sottocesle Panciotto. Frane. Gilel. I Romani lo chiamano Corpetto. Camicivola. Sorla di vestimento di lana per difoi- che portasi sopra la camicia dersi dal freddo. Camino e Camtmno (3).Quel vano che per entra \e muragliesi laicia K^"ra i ) V"di Cuit" Gap. ni. Marg. Puft. Era va laloho capace ee. fiseriltojali i"ce anche 3 tarokao sul quate"i Ecrire. ")La Tecdi"a diitinzione tra Camino con una e Cavmtio eoa da" "Salto bandita. e ipibii hygt)o^le

30 . " Camm"a " xata arrtpo pulita Camm"a Camorrt'gta (1) Campa Campanaro. CamptmeUe che portado "canna l" cnalfe. Campanelie che h\' acqua qitan- 14 luogtii "ave si Ta il TaoGo rumo per esso portaodoai acciocch" il alla Romn"t". riceve il Tumo diceaicappa e La parteper dova Capannadel camino. sale il ftitno diceii C""la del camino " e della caaa n' esca Thoi". Quellaparte " del Camino che imniedialamentedal fo- colare il litslodellagola che riesce all'aperto wende omne di Fufm'uolo Nocca o Tofretladel etmano- atfpr" al focolai" quiudi" la Cappa sopra la cappa la CflAie ni quella il Fumajuoloper le feriloje del quale eaala il fumo. Camicia rappeizata raeconeiala. Cam"cia di bucalo Sorta di Baro. Uomo vile che live di giuoco. Bruco. Sono i bruchi quei vermi che rodono r erf" i fiori i giovamgermogli deglialbwi. Qa"lli dslefruttae AA cacio sono pi" cotmweaiente detti Bachi Cacio eoi (2); onde Frt$m bacato. bachivlioa abbechita. Campanik~ Campane^ " colui dte suona le campane. / SonagU.Piccolistrumenti di rame o "" m"le materiaentcovi una pallottolina d" ferro che iu moveodosi cagionasuono. Bolte Sonagli. Quel riffontiamenloche fa bollendo. " Cos" l'acquapiovendoo ch"atoansiancora quei cerchiolini che fa (I) Camorra " race tutta prapr"idel dialelto Napol.provepnentc dall'arabo Qamora e lignifica luogo giuoc"" "l""orte I ore li fanoo giuoci" "li Mrte _ Discorsi d" pmq. Bor. "nlarm ntt'arte Etinologica. (2) Nota bme die Srucn e Baco sono nomi generici di tuttiaf ia- "ew qnuido aono nello-suto di Termini cio" dalla nixiu sino dl'inchutidamento. Il Bruco delle Api per" si chianu pwrtkol irniente CaccMto " quella della Talena del gelsol'ilu^rllo. "'" nol7p(ibygt.

31

32 Cattnavaeeio C"muvo' Canneto pe taudello Canneliero d" af' ione Cannella de lo lavatifo Camnefora Canniello de la gamma Caanixsa Canaalieei") CamioUigl"i Cannuolo de la 1" Ghwtto Gofoso Leecpne /.eeeard". Canaeaccio Canomceio. Sotta di panno grosw e ruvido (Ij. Canape Canapa. CanapucciaṢ"ne deltacmapa. La Lucerna { a pi"lumi o lumicini). " di metallo composta di pianta canna m"gliabalaustri e luminelli (3) nodo con magliada svi- coppa con beccucci (2) tare le catene per da cui pendono lo amoccolalojo (4) lo spegnitojo{5j ed il fusellino(fi). Il "ejco del crialero. la Candelaja. Giorno dellafcsl"vit"della Purilicauooede!la Madonna nel (^uale si benediconole candde e si distribuiscono al pc^lo. lo Stinco. Osso della gamba che " dal ginocchioal colb del pie Ut. Ti"ia. Canmccio Cannato. Tessutofattodi canne. si dice Gra- Quellofaito di vinchi ticc"o. Cannolicchio. Nome volgaredel Pesce cannella e detto anche Manico di coltello Coltellaccio in Toscana. Sf. Strisciolinad' argento ba'- Canutiglia. luto nei alijnanto ricami. // cannello della penna. attorcigliata da servirsene Contarellare uet Ninnare. i bambini nel cullarg. far addwmop a.* 00 n TraUeeio " "Itra ipociedi tcu grosm. m Unito dt la Cannflta. W SmiceiaaHmele. (5 Gmoamello o $liilaeamitla. {tifyeiligohm. "i7pcihygt)c5'

33 Gmtaro 0 Suoagm. C"mtenieroi Camma e cell"ro. Capa de chinavo de fuhgio. Cape de carofat"o Caperlo^ Capezza Capezzoji" Capelliete arale Capitleo tnpiceecate Capitoneiomaeehm Capizzo 17 // Pitale. Vaso di tara yn le necessita del corpd. Diedesi aw artne e chi balz" le aeale Chi eorse alla^hestra e chi al pitale^ Caatin"e- // f^itiafo. re " propriam^te Tasaon. Sec. I. X. V"iditoredi vino. colui t"he custodisce ed ha cura della cantina. Casina. Stanca sotterranea destinatail cffliservar qualchecosa. Quella 'del Tino si chiama comunemente CaiUina e particolarmente Celliere Cellajoo e Canova (1).Quella dell'olio Cop' paja.quelladelle legnalegnaja. Cappello del chiodo del fungo *. Teste di garofano. CapitomboloCapiloi"dolor Mazsae"lo. Salto col ea]" all'ingi";cosidetto d" Capo e dd Tombolo caduta. CapezzoloQuella punta d"lia po(a" ond' esce il latte. Cavezza. Cav"zzotte. Arneseche si m"tte alla te. sta dei cavalli per maneggiarli. Capelvenere. pettorale diol'etica detta altriilienti Capello delle fontane Coriandro del pozzo. Sene fa sciroppo. "" Tuffati. Anguilla di Comaeehio in Siilamoja. // Capecchio.Quellamateria grossa " liscosa- che "t trae dalla primapetti- (1) C"Mva si adopera anche genericanimeeper canlina da leo"r olii aitre grasce ed anclje grano t"l che trovo in cerio Scriflore: ti grano marv"va nelle canone- In certi luoghidi Toscana poi " lanto comune questa Toee die "i iro^a Ecrllta sulle nostre delle boltejrlie come : Canova.T oliidi vino " "* Srasce e^. noi7p(ibygt)

34 Capo de fio IS nitnra im Hno e della] cani^ avanti alla stoupa. J^t di refe. E pu" essere di qualuncpie lunghezza ; ma quellaquantit"di filo che suole infilarsinel ago di luu* ghezzaal l"i"quanto b" pu" distende* re il braccio aiceti Uria gugliatadi filo.cos" ^liamasi ancora ijuella quantit" di filo che 8" torce col fuso * Capo de la mafatta Capo de taetecio la vita Capo de eie te cocca tolto terra Cgp"fuoeo Capone. Capotguatra Capotluoteco Capoverd" Cappa mener" pizze Cappotto de h.eetn' ognivolta che si trae il lino canape o simile dalla rocca. // B"ndolo. Onde trovare ilbandolo in senso fig ṣignifica trovare il modo di far checchessia. RocehM di salnee"i. Propaggine. Ramo della vite piegato e concoto sotterra affinch" ditenga pianta. // Capffttoco Sm. comp. Arnese da CU' Cina per lo pi" di Ferro ad uso di tenervi sospese le legna ed anche lo apiede per l'arrosto" " voce assai comune in Italia ed anche in var"i luoghidella Toscana. I Fiorentini lo chiamano jil"re forse da lar larisfo^ colare ; " questa roce " da preferirsi perch"adt^erata MangiaituoipoUi Capvone. Il Bargello.Capo deibirri o Capogiro. da' classiciscrittori allituo'alari cotti. Ar. Sat. 2. primo b"rro. Sorta d' iafermit" dei csrall". Collo verde. E cos" chiamalo ilmaschio dell'anatraselvaggia. La Capanna del camino. Quellaparie che immediatamente Cappelloa dal fixmlare riceve il fumoi e Ta fino allagolao torretta. Cappotto "Il ed il freddo tre punte. CappottoripH"l'acqua " f"jderato forte e di "i7pdhygt.)t)i

35 noi7p(ibygt) ' ia Spagnola tappoiio" Pappuccia Cappuccio pe pa^ saiogueppeec. tamtaoai CdramUoto tarcioffoid. uso ^i" comune ai ulebei.// G(M" no e "HI maniche ed wdinar"o e gros- Il Gabbano solano. ed il Cappotto soofi slremtalla T"ta. Gabbanella " un lungo" largosoprabito s^iza bavero; come quellodella nostra infanteria. Cappotta" queldelledchui". Il Tabarro d'ordinario" pi"fino del g:abban^ ma senza maniche. Il Patir"- fio e ""a maniche con baveri "r pia or meno lunghi ma non " stretto alla vita. Paatranella" da cocchieri e seryitoi'i Ferrajuo"^ " senza maa"che^ e cingel" persona A inodo dicerchio. Palatidratio" cappottolargoda cal"a" da straitazzdi Mantello " pr^jh-iamai' te qudf"dei Preti. Cappa " il maih lelh)dei frati che ha dietro una cuh peruccia(1). Tommaseo ^ " // F"rrajuoto. Sin. Cavolo CatHflo eappfiecta. CalsA Filtro. Sacchettodi tela (" di. lana a forma di cono uer uso di c"- la]^ e chiarire"lcmii liquori. Quello dei Farmacisti pu" chiamarsi auche Manica (T Ippocrate. Carovana. Compagniadi mercantiviaggiatori o peli^rini e salmerieche nel Levante vanno di conserva peideserti per loto maggior sicurezza. Cit"aflpfo Cu"allola Cu"atlo. Strumeiii"ct"lqualesi prendonoucc"lli. // Carciofo. (i)saltambarco " TeStlmento rustico A\ Tetturati e contadio'i al fuale " appbca un capperodc o cappuccio per coprireil capo "(uando e pere qua" tiinile a ijuehodei marinari delio generalmenlecap.

36 Cordone Corna Carola Carosello Car"la C"i 'peca afilaceiosa Carpeeato- Carrq/" Carrafelle de Messa la Carrafelle de V voglio e Carreco Carrob"ina Carrozztero aci(o. Citediiero itaffiuo. Cwruoccwlb Carta Carta pula zuca o Caldenm Cald^rello CaMarueeto" Uccellettonoto. Gobbo. Pianta del carciofo ricoricai". Carne Contraria Ai frolla. tigliosa. Il Tarlo. Vermicello noto cne rode n lemo (11." Catte " propriamentevocabolo Medico e rale = Disfacimento e corruttela della sostanza delle ossa. Tarlato Tarmato. Cariato " ci" eh' " guasto dalla carie. J^i?ioccbii" forte. BarbabieU.la. Specie di Bietola che comunemente si mangia'e forniscelo zucchero. B"ttero. Quel segno o margine che resta altrui dopo il vajuolo. Butterato Butterato dal vaj'aelo. Caram. Le Ampolline della Messa. " E quel tondino o vaselloin cui si ripongono dicesi Baainella quasi bacino. Le Ampolle dell olio e dell aceto. La Fiaschetta.Arnese del cacciatore. Carabina " Carabiniere " il soldato di carabina. armalo Cocchiere da nolo. " Carrozziere" l'arteficeche fabbrica le corrozze. Corruccio. Arnese di legn" con quattro girette ove si mettono i bambini imparinoad andare.= Quello Jerch" i cni si servono dicesi per trashillarsi comunemente Carretto. Entrambi son dimin. di Cemv. Carta pesta. Corta mufante. (I) Se trattasidi pannilui t altro" meglio dir 7\trma l'iniel' e tarmato i( panno. noi7p(ibygt)t"

37 "i7lcihygt.)t Cart"ro Cartella de Ifr Il Cartolajo. ftiegliche veirfe la carla. Cartajo " chi la ta il n^ozio Cartiera la fabbrica. Cartoleria Bulletta. Polizzelta per coatrtuseguo di eenza Cartella che tira da se dinlo a dv io panariello (a sorte Cartiera Cariot"ro Cartuccia Carmielto Caruso Cas"dduQgli" Casarinolo liceiizadi passare port^ merci ec. Breve Sni. Polizza Sorte. Strisciadi carta ravvolta con breve scritta contenente il noma di coluiche si cava a sorte dall' urna o qualchenumero o altro 8u Gtiisieosi messe le sorti. di colui {! dalla bocca pendati Che spwgai brevielegge inomial"td^ Taas. Ger Cartella.Quellacustodia o coperta ohe s' usa per coruervar scritture d"segi" e siimli. libraccio " " quadernetto Ogni ^ladenio manoscritto pu" chiamarsi Qua^ demo (Tom. ) Cartuccia. E serve per la carica dell' "ntanteria " Cartoccio per V artitiglieria. Il Salvadanaio. Vasetto d" terra cotta nel quale i fanciullimettono per u" picciol pertugio ch'esso ha i loro danari per salvarglinon ne glipotendo poi cavare se non rompendolo. Testa rasa. Il Pizzicagnolo Pizswherolo. Casalingo Casereccio.Di casa. Onde dicesi.pane preacitutucasalingo ec. Casatietlo de farenella o j'atlappane. Cascetla Pane Parlandosi poi di nomo o donna vale. Che bada alla casa. "U granone^ Predella. (l)-sedia per corpo. le Decessiladel (1) Si noli che la 1 vedr" ili appresso.

Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere.

Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere. 3 scienze L ACQUA Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere. L acqua si trova nel mare, nel lago, nel fiume. mare lago fiume Gli uomini bevono l acqua potabile. acqua potabile

Dettagli

PIATTI TIPICI DI FABRO

PIATTI TIPICI DI FABRO PIATTI TIPICI DI FABRO Vigilia di Natale Crostini di cavolo: pane abbrustolito con cavolo lessato e condito con olio, sale e aceto. Frittelle di cavolfiore: cavolfiore lessato e fritto in pastella Minestra

Dettagli

Progetto A SCUOLA NEI PARCHI GUARDIANI DELLA NATURA

Progetto A SCUOLA NEI PARCHI GUARDIANI DELLA NATURA Progetto 6 Istituto Comprensivo Bruno Ciari di Padova A SCUOLA NEI PARCHI GUARDIANI DELLA NATURA Classi 2 A-2 B 2 B Scuola primaria Rodari ESPLORATORI PER UN GIORNO 15 aprile 2014 Casa Marina Parco Regionale

Dettagli

Unità III Gli animali

Unità III Gli animali Unità III Gli animali Contenuti - Fattoria - Zoo - Numeri Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Roberto racconta L Orsoroberto si presenta e racconta ai bambini un poco di sé. L Orsoroberto ama mangiare il miele,

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

I Giochi Tradizionali all Aria Aperta

I Giochi Tradizionali all Aria Aperta I Giochi Tradizionali all Aria Aperta Salta cavallo a lungo a lungo Lo scaricabarile Giocatori maschi almeno 6 Si formavano due quadre con un uguale numero di concorrenti. I componenti di una delle due

Dettagli

OTTAVA STORIA SONORA IN CUCINA

OTTAVA STORIA SONORA IN CUCINA OTTAVA STORIA SONORA IN CUCINA di Francesca Tammaccaro, Paolo Torresan Sequenza di suoni 1 bollire 2 friggere 3 mescolare 4 accendere il gas 5 versare 6 tagliare 38 Livello principiante Obiettivi: comprendere

Dettagli

Videók forgatókönyve. 1. Videó: Eszem-iszom 2. Videó: Mosolygós jó reggelt 3. Videó: Gyere, játszunk!

Videók forgatókönyve. 1. Videó: Eszem-iszom 2. Videó: Mosolygós jó reggelt 3. Videó: Gyere, játszunk! Videók forgatókönyve 1. Videó: Eszem-iszom 2. Videó: Mosolygós jó reggelt 3. Videó: Gyere, játszunk! 1. Videó: Eszem-iszom Videók forgatókönyve további információ a www.littlepim.hu oldalon Little Pim

Dettagli

МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО, МЛАДЕЖТА И НАУКАТА ЦЕНТЪР ЗА КОНТРОЛ И ОЦЕНКА НА КАЧЕСТВОТО НА УЧИЛИЩНОТО ОБРАЗОВАНИЕ

МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО, МЛАДЕЖТА И НАУКАТА ЦЕНТЪР ЗА КОНТРОЛ И ОЦЕНКА НА КАЧЕСТВОТО НА УЧИЛИЩНОТО ОБРАЗОВАНИЕ МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО, МЛАДЕЖТА И НАУКАТА ЦЕНТЪР ЗА КОНТРОЛ И ОЦЕНКА НА КАЧЕСТВОТО НА УЧИЛИЩНОТО ОБРАЗОВАНИЕ ТЕСТ ПО ИТАЛИАНСКИ ЕЗИК ЗА VII КЛАС I. PROVA DI COMPRENSIONE DI TESTI ORALI Testo 1

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

PERCHE UN PERCORSO FONOLOGICO GIA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA?

PERCHE UN PERCORSO FONOLOGICO GIA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA? PERCHE UN PERCORSO FONOLOGICO GIA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA? I bambini in età prescolare sono abituati a utilizzare il suono delle parole in modo inconsapevole, automatico, come un mezzo per arrivare

Dettagli

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO CONOSCERE IL PROPRIO CORPO Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e. In m o l ti pa e s i po c o svil u p p a t i, co m p r e s o il M al i, un a dell a pri n c i p a l i ca u s e di da n n o alla sal u t e e, in ulti m a ista n z a, di m o r t e, risi e d e nell a qu al

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna. (mezzo) (età) MEDIO + EVO

MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna. (mezzo) (età) MEDIO + EVO IL MEDIOEVO IL MEDIOEVO MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna (mezzo) (età) MEDIO + EVO I FATTI PIÙ IMPORTANTI ALL INIZIO DEL MEDIOEVO i barbari e i

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI A.S.2013/14 COME SI CREA UN RICORDO NELLA NOSTRA MENTE?

SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI A.S.2013/14 COME SI CREA UN RICORDO NELLA NOSTRA MENTE? SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI A.S.2013/14 PROGETTO SCIENTIFICO di Marica Loppo Gruppo anni 5 LA MEMORIA è una GRANDE CASA in cui si depositano le informazioni recuperate con l aiuto dei sensi (LE FINESTRE)

Dettagli

RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE:

RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE: RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE: La frase la maestra scrive sulla lavagna Chiara una foto ai bambini fa Una torta prepara la mamma al cioccolato Giocano con la corda i ragazzi

Dettagli

PERCORSO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE SCUOLA PRIMARIA DI BORGO VALSUGANA A.S. 2011 2012 CLASSE 3 C

PERCORSO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE SCUOLA PRIMARIA DI BORGO VALSUGANA A.S. 2011 2012 CLASSE 3 C PERCORSO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE SCUOLA PRIMARIA DI BORGO VALSUGANA A.S. 2011 2012 CLASSE 3 C IN COLLABORAZIONE CON Le esperte dell Azienda Provinciale Servizi Sanitari Dott.ssa Ramona Camellini e Marilena

Dettagli

STATI UNITI D'AMERICA Tacchino arrosto ripieno (Roast turkey / New England) dosi per 10 porzioni

STATI UNITI D'AMERICA Tacchino arrosto ripieno (Roast turkey / New England) dosi per 10 porzioni STATI UNITI D'AMERICA Tacchino arrosto ripieno (Roast turkey / New England) 1 tacchino (peso complessivo di 6 kg circa) 1 kg di castagne 150 g di burro mollica di pane raffermo cipolla sedano rosmarino

Dettagli

LA NATURA E LA SCIENZA

LA NATURA E LA SCIENZA LA NATURA E LA SCIENZA La NATURA è tutto quello che sta intorno a noi: le persone, gli animali, le piante, le montagne, il cielo, le stelle. e tante altre cose non costruite dall uomo. Lo studio di tutte

Dettagli

VALENCIA 3. INTERVISTA 1 Regalo per Tere. M: Mar N: Noemí

VALENCIA 3. INTERVISTA 1 Regalo per Tere. M: Mar N: Noemí VALENCIA 3 INTERVISTA 1 Regalo per Tere M: Mar N: Noemí 1 M: giugno? / no / maggio 1 maggio! / cosa 2 N: maggio // è il cumpleanno [di] 3 M: [è il] cumpleanno di Tere 4 N: sì / lo stavo pensando l a- l

Dettagli

F R A S A R I O ITALIANO BIELORUSSO

F R A S A R I O ITALIANO BIELORUSSO F R A S A R I O BIELORUSSO Note di pronuncia: zh (scritto g ) = sgj dolce, come j di jardin ) sc(i) = sci dolce di scialle sc(e) = sce dolce di pesce k = c di casa z = s di naso c = c di pace kh = ch aspirata

Dettagli

L INTERVISTA IMPOSSIBILE

L INTERVISTA IMPOSSIBILE Rete delle geostorie Istituto Comprensivo Spinea 1 (VE) Scuola primaria Vivaldi Classe 3 Anno scolastico 2013-14 Ins. Nadia Paterno L INTERVISTA IMPOSSIBILE L intervista impossibile : immaginate di intervistare

Dettagli

sappiamo sempre che pesci prendere ASSESSORATO ALLA PESCA

sappiamo sempre che pesci prendere ASSESSORATO ALLA PESCA sappiamo sempre che pesci prendere ASSESSORATO ALLA PESCA COZZE PASTELLATE - 2 Kg di cozze - 2 uova - 2 cucchiai di farina - ½ bicchiere di birra - sale - pepe Preparazione: Prendere le cozze, dopo averle

Dettagli

Pratähäpfla (Patate arrosto)

Pratähäpfla (Patate arrosto) Pratähäpfla (Patate arrosto) - 8 patate di grandezza media - burro quanto basta - 200/300 gr di formaggio nostrano grasso, tipo Bettelmatt - sale e pepe : Far bollire le patate in acqua salata, pelarle,

Dettagli

i i i: i I i i!i!, i i i

i i i: i I i i!i!, i i i S I D RA D red g i n g, M a r i n e & E n v i ro n m e n ta l C o n t ra ct o r i i i: i I i i!i!, i i i P ro g ett a e d e s e g u e d a p i ù d i 3 0 a n n i o p e re m a r i tt i m e i n I t a l i a

Dettagli

Torta di grano saraceno

Torta di grano saraceno Torta di grano saraceno Ricetta originale di Anneliese Kompatscher Ingredienti: 250g burro morbido 250g zucchero 6 uova 250g farina di grano saraceno 250g mandorle macinate 1 bustina di zucchero vanigliato

Dettagli

- RICETTE di PESCE -

- RICETTE di PESCE - - RICETTE di PESCE - ZUPPA ALLA MARANESE (per 4 persone) 2 Kg di pesce misto (passera, cefalo, ghiozzo,anguilla, ecc) tutto di piccola taglia Mezza cipolla Aceto ½ bicchiere di vino bianco 2 coste di sedano

Dettagli

Fili d'argento. Il giornale scritto dagli Ospiti della Casa di Riposo "Cusani Visconti" di Chignolo Po

Fili d'argento. Il giornale scritto dagli Ospiti della Casa di Riposo Cusani Visconti di Chignolo Po Fili d'argento Il giornale scritto dagli Ospiti della Casa di Riposo "Cusani Visconti" di Chignolo Po Settembre 2014 1 Sommario Feste e usanze del mese pagina 3 Ai nostri tempi pagina 5 Proverbi e Filastrocche

Dettagli

L'orologio. di Nello Filippetti

L'orologio. di Nello Filippetti L'orologio di Nello Filippetti E il bimbo sognava l orologio che camminava giorno e notte, il cuore di smalto fiorito che nel fiore della vita la mamma dette al babbo in segno di lei, perché traducesse

Dettagli

COME FARE LE BAMBOLE WALDORF

COME FARE LE BAMBOLE WALDORF COME FARE LE BAMBOLE WALDORF Le bambole Waldorf sono delle splendide bambole fatte a mano con materiali naturali, stoffa, lana, filo..., nate dalla scuola steineriana, basata sull'idea di educare alla

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

Chiavi. Unità 1. Tutti a scuola! 5. a. 2-due, b. 7-sette, c. 4-quattro, d. 10-dieci, e. 9- nove, f. 1-uno, g. 8-otto, h. 6-sei, i.

Chiavi. Unità 1. Tutti a scuola! 5. a. 2-due, b. 7-sette, c. 4-quattro, d. 10-dieci, e. 9- nove, f. 1-uno, g. 8-otto, h. 6-sei, i. Chiavi Chiavi del Libro dello studente Unità introduttiva. Ciao! Come ti chiami? Hamid, Paula, Simone, Edmond, Fang Fang 3. Hamid, terza B; Paula, terza B; Fang Fang, compagna; Edmond, terza B 4. Fang

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

MENU WARSTEINER. PRIMO PIATTO pagina 5. CARNI-OVINI pagina 7. DESSERT pagina 9 PARTNERSHIP

MENU WARSTEINER. PRIMO PIATTO pagina 5. CARNI-OVINI pagina 7. DESSERT pagina 9 PARTNERSHIP MENU WARSTEINER PRIMO PIATTO pagina 5 CREMA DI FORMAGGIO E BIRRA CON CODE DI GAMBERO E SEDANO RAPA CARNI-OVINI pagina 7 BRASATO DI AGNELLO GLASSATO ALLA BIRRA E SESAMO DESSERT pagina 9 FAGOTTINI DI CREPES

Dettagli

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais)

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) Quando la notte scende giu devo mi fidare Mi fidare su sta luce se ci sei E se ci sei tu in

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Margherita: Ma...chi sei? dove siamo? da dove veniamo? cosa facciamo? perchè c è la vita? resteremo qui per sempre?...

Margherita: Ma...chi sei? dove siamo? da dove veniamo? cosa facciamo? perchè c è la vita? resteremo qui per sempre?... Dialoghi. 1. Margherita: Ma...chi sei? dove siamo? da dove veniamo? cosa facciamo? perchè c è la vita? resteremo qui per sempre?... Francesco: Eh Oh... pian pian pian quante domande mariassignòre... Comisiemo

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SC. 2007-08 IL BARATTO GRUPPO ANNI 4 INS: AIOLFI ANNA L ACQUISTO

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SC. 2007-08 IL BARATTO GRUPPO ANNI 4 INS: AIOLFI ANNA L ACQUISTO SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SC. 2007-08 IL BARATTO GRUPPO ANNI 4 INS: AIOLFI ANNA L ACQUISTO DIVISI IN TRE PICCOLI GRUPPI I BAMBINI OSSERVANO E COMMENTANO L IMMAGINE A.Ajello -A.S.

Dettagli

www.fantavolando.it AGRICOLTURA ETRUSCA

www.fantavolando.it AGRICOLTURA ETRUSCA AGRICOLTURA ETRUSCA Gli Etruschi svilupparono techiche agricole che permisero di ottenere prodotti di qualità come il vino e l olio oltre che il grano. La grande produzione di grano venne spesso esportata

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org g olf or w. coo n lf o o d p l a et. g or co w w et. ww w.efa d.o.eufic.org w ww rg Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio.

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

L INCENDIO. In questa sezione i mparerai a conoscere il FUOCO, un fenomeno utile ma che può

L INCENDIO. In questa sezione i mparerai a conoscere il FUOCO, un fenomeno utile ma che può L INCENDIO Che cos è un incendio? In questa sezione i mparerai a conoscere il FUOCO, un fenomeno utile ma che può essere dannoso per le piante e per gli animali e pericoloso per tutti gli esseri viventi

Dettagli

C era una volta. la Coniglietta Carotina

C era una volta. la Coniglietta Carotina C era una volta la Coniglietta Carotina Storia elaborata dalle Classi Seconde delle scuole: B. Gigli Le Grazie e San Vito La Coniglietta Carotina è bella, simpatica; sorride sempre. E tutta celestina sul

Dettagli

Pupazzi in lana cardata

Pupazzi in lana cardata Pupazzi in lana cardata Graziella Gandolfo Che cosa sono? Sono pupazzi morbidi, piacevoli al tatto, fatti con materiale naturale e riciclabile: la lana. Si costruiscono senza usare la colla, solo punzecchiando

Dettagli

I CIBI DELL ANTICA ROMA

I CIBI DELL ANTICA ROMA I CIBI DELL ANTICA ROMA I Romani primitivi erano frugalissimi, ma i loro discendenti dell età imperiale non badavano a spese per la buona tavola. Nelle villae si allevavano pesci, selvaggina, uccelli e,

Dettagli

UTENSILI. PS: I numeri in rosso presenti nel codice dell articolo, corrispondono al tipo di articolo.

UTENSILI. PS: I numeri in rosso presenti nel codice dell articolo, corrispondono al tipo di articolo. UTENSILI RASCHIATOIO PER PULIRE È fatto di acciaio flessibile e serve a togliere argilla o fango/terra dalla zona di lavoro UTX00001SEV 89x160 mm. RASCHIATOIO DI ACCIAIO È fatto di acciaio inossidabile

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Antipasti. Mousse al prosciutto cotto 4 Pittole salentine 4 Formaggio fresco 5 Torta salata ai carciofi Insalata russa 6 Torta Panaspa 8

Antipasti. Mousse al prosciutto cotto 4 Pittole salentine 4 Formaggio fresco 5 Torta salata ai carciofi Insalata russa 6 Torta Panaspa 8 Antipasti Mousse al prosciutto cotto 4 Pittole salentine 4 Formaggio fresco 5 Torta salata ai carciofi 5 Insalata russa 6 Torta Panaspa 8 3 Mousse al prosciutto cotto 150 g prosciutto cotto 100 g mascarpone

Dettagli

Le ricette della cucina bolognese

Le ricette della cucina bolognese Le ricette della cucina bolognese Ragù alla bolognese: Ingredienti: Carne bovina di manzo (cartella, copertina o fesone, girello di spalla) 250 gr Carne di suino (coscia) 250 gr Brodo di carne 250 ml Pancetta

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO Il primo uomo di Barbara Wilmerton Haas Evangelici.net Kids Corner Nel Principio Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO In quattro giorni Dio creò tantissime cose.

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 IN GIRO PER ACQUISTI Signora Rossi: Voglio vedere una camicia per mio figlio. Commessa : Di che colore? Signora Rossi: Non so.. Commessa : Le consiglio il colore rosa. Se Suo figlio segue la moda, gli

Dettagli

Comprensione di semplici testi

Comprensione di semplici testi PERCORSI DIDATTICI Comprensione di semplici testi di: Mavale scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 6-8 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper leggere e comprendere semplici

Dettagli

Giulia Loscocco. Hao Zhaou

Giulia Loscocco. Hao Zhaou Giulia Loscocco dolce e morbida è piccina piccina e ha il cappello rosso. È sempre triste e certe volte felice. è fatta per essere abitata. La cosa che mi piace di più è il materasso della mia camera.

Dettagli

Piccolo ricettario della lumaca

Piccolo ricettario della lumaca Piccolo ricettario della lumaca Di me puoi gustare il meglio solo quando mi chiudo in casa Quando sono opercolate ed è autunno inoltrato, prendi delle belle e grosse lumache, immergile in acqua bollente

Dettagli

LA LETTERATURA ITALIANA FACILITATA: UNA PROPOSTA DI LETTURA Annalisa Sgobba

LA LETTERATURA ITALIANA FACILITATA: UNA PROPOSTA DI LETTURA Annalisa Sgobba CAPITOLO PRIMO RE E STELLA DEL CIELO Re e stella del cielo Il mio nome è uno dei miei primi successi. Ho subito imparato (è stato lui, mi sembra, il primo che mi ha detto questo), che Arturo è una stella:

Dettagli

I Classici facili raccontati da Carlo Scataglini. Pinocchio

I Classici facili raccontati da Carlo Scataglini. Pinocchio I Classici facili raccontati da Carlo Scataglini Pinocchio Indice illustrato CAPITOLO 1 Tutto comincia con un pezzo di legno............. 7 CAPITOLO 2 Quando un burattino ha fame.... 17 CAPITOLO 3 Il Gran

Dettagli

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I S E Z I O N E I ) : A M M I N I ST R A Z I O N E A G G I U D I C A T R I C E I. 1 ) D e n o m i n a z i o ne, i n d ir i z z i e p u n t i d i c o

Dettagli

SCHEDA DI PRESENTAZIONE

SCHEDA DI PRESENTAZIONE SCHEDA DI PRESENTAZIONE TITOLO: il mondo degli insetti BREVE DESCRIZIONE DELL UNITA DI APPRENDIMENTO: l unità di apprendimento ha l intento di presentare le caratteristiche del mondo degli insetti, esseri

Dettagli

CucinaRiciclona. #nataleamodobio

CucinaRiciclona. #nataleamodobio CucinaRiciclona #nataleamodobio Menù di Natale Mini Burger di Gambi e Semi Con Maionese Vegetale Crackers Integrali Con Crema di Avocado e Hummus di Ceci Lasagna Integrale ai Carciofi Crema di Zucca Gialla

Dettagli

RACCOLTA POESIE ERRI DE LUCA. Indice. Valore...2 Elogio dei Piedi...3 Due...4 L Intruso...5 Tavole...6

RACCOLTA POESIE ERRI DE LUCA. Indice. Valore...2 Elogio dei Piedi...3 Due...4 L Intruso...5 Tavole...6 RACCOLTA POESIE ERRI DE LUCA Indice Valore...2 Elogio dei Piedi...3 Due...4 L Intruso...5 Tavole...6 1 Valore CONSIDERO valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca. CONSIDERO valore il regno

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

FLEPY E L ACQUA. Testo e idea: Wilfried Vandaele Illustrazioni: Tini Bauters Traduzione: Stefania Calicchia

FLEPY E L ACQUA. Testo e idea: Wilfried Vandaele Illustrazioni: Tini Bauters Traduzione: Stefania Calicchia FLEPY E L ACQUA Testo e idea: Wilfried Vandaele Illustrazioni: Tini Bauters Traduzione: Stefania Calicchia A G E N Z I A P E R L A P R O T E Z I O N E D E L L A M B I E N T E E P E R I S E R V I Z I T

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

www.dietahl.com Distributore Herbalife Benessere e Salute da Famiglia a Famiglia

www.dietahl.com Distributore Herbalife Benessere e Salute da Famiglia a Famiglia www.dietahl.com Distributore Herbalife Benessere e Salute da Famiglia a Famiglia Ciao! Sono Nella Cortese di www.dietahl.com, distributore Herbalife. In questo piccolo documento voglio spiegarti come usare

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

Lista delle vivande. Pesce Filetto di salmone KärntnerLåxn alla griglia 16,20 con verdure e patate Scampi con pasta e Balsamico Glace 17,50

Lista delle vivande. Pesce Filetto di salmone KärntnerLåxn alla griglia 16,20 con verdure e patate Scampi con pasta e Balsamico Glace 17,50 Lista delle vivande Spuntini Carne marinata con aceto e servita con cipolle e pane 8,90 Unterwirt Brettljause(spuntino servito su asse di legno) 9,90 Pane con speck, pane con prosciutto o arrosto di maiale

Dettagli

Aperitivi per tutte le occasioni Ricetta presentata da: Kathi Rüegger Tulipani

Aperitivi per tutte le occasioni Ricetta presentata da: Kathi Rüegger Tulipani Corso Cucina Pag. 1 di 5 per tutte le occasioni Ricetta presentata da: Obiettivi del corso: Conoscenza degli ingredienti (carne e verdure) Farcitura e preparazione dei vari stuzzichini Contenuto del corso

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

IN BOCCA: VARIE FASI DELLA MASTICAZIONE

IN BOCCA: VARIE FASI DELLA MASTICAZIONE IN BOCCA: VARIE FASI DELLA MASTICAZIONE (Disegni e idee dei bambini) Noi, prima di introdurre il cibo nella bocca, la apriamo. Ora siamo pronti ad introdurre il cibo in bocca. Introdotto il cibo, la bocca

Dettagli

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro PRESEPE Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro Buongiorno, io sono il fiume Giordano, un fiume molto importante perché nelle mie acque è stato battezzato Gesù. Vi racconterò

Dettagli

Direzione Didattica 3 Circolo di Carpi. Anno scolastico 2005/2006. Dal progetto di Circolo Facciamo un gioco

Direzione Didattica 3 Circolo di Carpi. Anno scolastico 2005/2006. Dal progetto di Circolo Facciamo un gioco Direzione Didattica 3 Circolo di Carpi Anno scolastico 2005/2006 Dal progetto di Circolo Facciamo un gioco Musica in gioco!! I bambini e le bambine della sezione 4/B della scuola dell infanzia Albertario

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

GAIA: sono andata sotto nel mare e ho visto i pesciolini: sono stata molto sott acqua

GAIA: sono andata sotto nel mare e ho visto i pesciolini: sono stata molto sott acqua Questo progetto è rivolto al gruppo di bambini di cinque anni ed è finalizzato a creare un filo conduttore tra il tempo dell estate che si è conclusa e il ritorno a scuola. Un tempo quindi unico, non frammentato,

Dettagli

Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista

Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista Il punto di vista dell educatrice Pietro ha 20 mesi, già da 6 frequenta il Nido e il momento del pasto è vissuto con molta tensione: l

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Prima di cominciare a leggere il capitolo 3 (pag. 42), fai le tue ipotesi su che cosa accadrà nei prossimi capitoli del racconto.

Prima di cominciare a leggere il capitolo 3 (pag. 42), fai le tue ipotesi su che cosa accadrà nei prossimi capitoli del racconto. CHE COSA ACCADRÀ? 4 1. Prima di cominciare a leggere il capitolo 3 (pag. 42), fai le tue ipotesi su che cosa accadrà nei prossimi capitoli del racconto. Indica con una X la tua scelta. Pierre difende Kenia

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

La Tua volontà. Gesù è la Via, la Verità e la Vita. la-do. intro: strofa: la-gesù mostrami le Tue vie, insegnami i Tuoi sentieri.

La Tua volontà. Gesù è la Via, la Verità e la Vita. la-do. intro: strofa: la-gesù mostrami le Tue vie, insegnami i Tuoi sentieri. La Tua volontà Gesù è Via, Verità e Vita testo: Emanue Lo Piccolo, musica: Daniele Cascio Cd: Gesù è via, verità e vita Cd: Gesù è via, verità e vita -- (5) -- stro: (5) - (5) -Ciò che ci unisce è fede

Dettagli

Ricetta Spaghetti al Caffè

Ricetta Spaghetti al Caffè Ricetta Spaghetti al Caffè Per gli appassionati del caffè e della pasta, ecco un accoppiata vincente: gli spaghetti al caffè. Ingredienti per preparare gli spaghetti al caffè: DOSI PER 4/5 PERSONE 400

Dettagli

Caprese con mezzelune di pomodoro

Caprese con mezzelune di pomodoro Caprese con mezzelune di pomodoro, piatto simpatico. Uno dei mille modi per presentare una caprese. pomodoro mozzarella origano Tec-Al olio al peperoncino Caprese con mezzelune di pomodoro Ingredienti:

Dettagli

EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA

EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA PREISTORIA SCIMMIE ANTROPOMORFE: SONO SIMILI ALL UOMO VIVONO SUGLI ALBERI NELLE FORESTE DELL AFRICA DIVENTANO ONNIVORE: MANGIANO TUTTO, ANCHE LA CARNE DA QUADRUPEDI DIVENTANO

Dettagli

SALSA KETCHUP. Ingredienti: cipolla pomodori freschi pelati maizena sale zucchero aceto

SALSA KETCHUP. Ingredienti: cipolla pomodori freschi pelati maizena sale zucchero aceto SALSA KETCHUP Il libretto è la raccolta di alcune ricette cucinate dalla cuoca della nostra mensa, Letizia Bambagioni, per i bambini delle scuole di Scandicci. Le ricette, inserite nel menù stagionale

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

Realizzare la frutta martorana

Realizzare la frutta martorana Realizzare la frutta martorana istruzioni La frutta martorana, è un dolce Palermitano, fatto con pasta reale (simile al marzapane), che, modellata e decorata, vi consente di riprodurre, appunto, la frutta

Dettagli

Classi III A e B Primaria C. Goldoni Spinea 1 - Aprile 2010 Ins. R. Santarelli

Classi III A e B Primaria C. Goldoni Spinea 1 - Aprile 2010 Ins. R. Santarelli Classi III A e B Primaria C. Goldoni Spinea 1 - Aprile 2010 Ins. R. Santarelli Attività I bambini hanno portato a scuola una grande varietà di fiori: in che cosa si assomigliano? In che cosa sono diversi?

Dettagli

cereali e legumi a rapida cottura facili idee di preparazione veloci, gustosi e sani!

cereali e legumi a rapida cottura facili idee di preparazione veloci, gustosi e sani! cereali e legumi a rapida cottura facili idee di preparazione veloci, gustosi e sani! Cereali e legumi a rapida cottura facili idee di preparazione Le Gusto ti permette di fare una scelta facile e veloce,

Dettagli

COLAZIONE TURCA COLAZIONE

COLAZIONE TURCA COLAZIONE COLAZIONE TURCA Descrizione della tradizionale colazione turca. Noi diamo grande importanza alla prima colazione, soprattutto il fine settimana. Una tipica colazione turca è costituita da fette di formaggio

Dettagli