Rassegna stampa - CONFIMI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna stampa - CONFIMI"

Transcript

1 Rassegna stampa - CONFIMI Rassegna del 16/02/2015 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE CONFIMI 14/02/2015 La Stampa - Torino Bruxelles sblocca i fondi europei il Piemonte ottiene 965 milioni 14/02/2015 Il Centro - Teramo Aniem: con l'iva nuova mazzata alle imprese edili 16/02/2015 Eco di Biella Fois vicepresidente 14/02/2015 La Voce di Mantova Apienergia, il castiglionese Gian Battista Mutti presidente CONFIMI WEB 12/02/2015 agenparl.com Debiti PA-IVA, Aniem: pubblicato il decreto che allontanerà sempre di più le imprese dal mercato delle Opere Pubbliche 13/02/ :32 Borse in plastica multiuso, qual è la situazione 13/02/2015 Aniem: da Regione Emilia Romagna un buon impulso a un rinnovamento delle città 13/02/ :59 Legge Stabilità, novità in vista per chi lavora con le Pubbliche Amministrazioni 13/02/ :07 Teramo, l'associazione costruttori edili Aniem contraria al versamento dell'iva allo Stato 12/02/2015 ediliziaeterritorio.ilsole24ore.com Aniem: il decreto allontanerà le imprese dalle opere pubbliche 12/02/2015 informamolise.com 17:05 Split payment, l' Acem si rivolge anche ai parlamentari molisani per l'abrogazione 16/02/2015 Il Decreto che va contro l'interesse delle imprese SCENARIO ECONOMIA

3 14/02/2015 Corriere della Sera - Nazionale Polizze fittizie per evadere otto miliardi 14/02/2015 Corriere della Sera - Nazionale Popolari, indagine sull'etruria «Inviati dati falsi a Bankitalia» 14/02/2015 Corriere della Sera - Nazionale Si ferma la caduta del Pil, ripresa più vicina 14/02/2015 Corriere della Sera - Nazionale paracadute per i crediti a rischio a pagare non siano solo i cittadini 14/02/2015 Corriere della Sera - Nazionale Mps, lo Stato azionista piace a Piazza Affari Soci esteri, sì all'aumento 14/02/2015 Corriere della Sera - Nazionale Ansaldo, i cinesi di Insigma all'offerta finale 15/02/2015 Corriere della Sera - Nazionale Milano, boom di contratti a tempo indeterminato: +23% 15/02/2015 Corriere della Sera - Nazionale La fabbrica, la Nutella, i successi Il magnate che parlava in dialetto 16/02/2015 Corriere della Sera - Nazionale L'innovazione con umiltà Il lavoro di tutti al primo posto 14/02/2015 Il Sole 24 Ore La palla torna nel nostro campo 14/02/2015 Il Sole 24 Ore Pil italiano invariato, Germania +0,7% 14/02/2015 Il Sole 24 Ore «Giusto indagare sulla speculazione» 14/02/2015 Il Sole 24 Ore Generali rinuncia al rating di S&P 14/02/2015 Il Sole 24 Ore «Mps, non c'è intervento dello Stato» 15/02/2015 Il Sole 24 Ore L'imprevedibile oro nero 15/02/2015 Il Sole 24 Ore Michele Ferrero, il gusto di fare l'imprenditore 15/02/2015 Il Sole 24 Ore Il mondo capovolto dei tassi negativi

4 15/02/2015 Il Sole 24 Ore All'Europa serve Obama per salvare la Grecia 15/02/2015 Il Sole 24 Ore Panucci: «Ilva, la ripresa viene dall'industria» 15/02/2015 Il Sole 24 Ore I mini-tassi spingono le Borse ai massimi 15/02/2015 Il Sole 24 Ore L'hi-tech riporta il Nasdaq vicino al record 15/02/2015 Il Sole 24 Ore Ferrero, il gusto dell'impresa 15/02/2015 Il Sole 24 Ore Costo lavoro zavorra per l'export 15/02/2015 Il Sole 24 Ore Popolari, la Procura prepara le rogatorie 16/02/2015 Il Sole 24 Ore Se la riforma tributaria prende tempo 16/02/2015 Il Sole 24 Ore Elia (Fs): «Puntiamo sui laureati» 16/02/2015 Il Sole 24 Ore La crisi in vetrina: anche i negozi ora «de-localizzano» 14/02/2015 La Repubblica - Nazionale Un miliardo per il Milan Berlusconi tentato dall'offerta thailandese 14/02/2015 La Repubblica - Nazionale Tassi, cambio e petrolio anche senza freni esterni la ripartenza resta lenta 15/02/2015 La Repubblica - Nazionale Addio a Ferrero, mister Nutella l'industriale del cioccolato che prese il mondo per la gola 15/02/2015 La Repubblica - Nazionale Spente 100 mila slot e meno pubblicità Sul gioco d'azzardo lo Stato si pente ma salva l'incasso 15/02/2015 La Repubblica - Nazionale Grecia, trattativa finale Varoufakis: "L'intesa ci sarà anche all'ultimo minuto" 16/02/2015 La Repubblica - Nazionale "In Europa declino inesorabile ma Atene non farà saltare la Ue"

5 16/02/2015 La Stampa - Nazionale Petrini: "È la fine di un'epoca Il figlio non lasci le Langhe" 16/02/2015 La Repubblica - Affari Finanza CHI PAGA IL SALVAGENTE PER LE BANCHE DEL PAESE 16/02/2015 La Repubblica - Affari Finanza Bond, la spirale dei tassi negativi 16/02/2015 La Repubblica - Affari Finanza Engle: "Italia senza rischi ma non confidate troppo nel quantitative easing" 16/02/2015 Corriere Economia Banche Mancano sei miliardi per stare in equilibrio 14/02/2015 Milano Finanza C'è stata troppa austerità 14/02/2015 Milano Finanza Caio ed Elia, i nuovi manager di Poste e Fs alla prova privatizzazione 14/02/2015 Milano Finanza Il pil italiano non cala più ed Eurolandia batte le attese grazie a Berlino 14/02/2015 Milano Finanza Che Diavolo vendo? SCENARIO PMI 14/02/2015 Corriere della Sera - Bergamo Industrie, più vendite che acquisizioni 14/02/2015 Il Sole 24 Ore Sace, utile lordo a quota 485 milioni nel /02/2015 Il Sole 24 Ore Il senso di big data per le Pmi 14/02/2015 La Repubblica - Roma Fondi europei maxi finanziamento di 1,8 miliardi alla Regione 16/02/2015 Il Messaggero - Civitavecchia L'unione fa la forza: aperto lo Sportelloper facilitare la nascita di reti d'impresa 16/02/2015 Corriere Economia Vagnone «Una nuova rete per le multinazionali tascabili» 16/02/2015 Corriere Economia Esportazioni Puglia e Basilicata: gli affari all'estero ora sono assicurati

6 16/02/2015 ItaliaOggi Sette Linee guida per gestire il ricambio 14/02/2015 Milano Finanza Chi ci ha guadagnato Chi ci ha perso 14/02/2015 Milano Finanza Prudential compra 30 mln di debito Ama 14/02/2015 Milano Finanza Olidata più smart

7 CONFIMI 4 articoli

8 14/02/2015 La Stampa - Ed. torino Pag. 52 (diffusione:309253, tiratura:418328) Regione Bruxelles sblocca i fondi europei il Piemonte ottiene 965 milioni Via libera da Bruxelles all'approvazione del Fondo europeo di sviluppo regionale per il Piemonte e la programmazione : il pacchetto d'investimenti prevede 965,8 milioni. Risorse preziose, considerate che sono le uniche sulle quali può contare il territorio di euro oltre ai trasferimenti statali. «La definizione di interventi che facciano massa critica, l'utilizzo integrato dei fondi e la priorità per gli investimenti legati alla ricerca e all'innovazione sono le tre più importanti necessità su cui dovremo lavorare», spiega l'assessore Giuseppina De Santis (Attività produttive). Obiettivo: favorire la crescita economica. Tra le prime reazioni, quella di Api Torino. «Ora è importante fare bene e velocemente perché queste risorse arrivino per davvero anche alle imprese, soprattutto le piccole e medie», commentga Corrado Alberto, presidente dell'associazione. CONFIMI - Rassegna Stampa 16/02/ /02/2015 8

9 14/02/2015 Il Centro - Ed. teramo Pag. 14 (diffusione:24265, tiratura:30718) Aniem: con l'iva nuova mazzata alle imprese edili Aniem: con l'iva nuova mazzata alle imprese edili Aniem: con l'iva nuova mazzata alle imprese edili L'associazione costruttori edili Aniem è molto preoccupata per il fatto che ora la pubblica amministrazione versa direttamente l'iva allo Stato, mentre alla ditta appaltatrice sarà corrisposto solo l'imponibile. Secondo il presidente, Fiorenzo Polisini (nella foto) «la norma produrrà effetti disastrosi sulle imprese, mettendo a rischio la sopravvivenza degli operatori del comparto dei lavori pubblici. Questa norma va letta in collegamento al fatto che i ritardi nei pagamenti della pubblica amministrazione continuano e che per le nostre imprese è sempre più difficile attivare linee di credito. Attraverso la nostra associazione nazionale abbiamo già chiesto l'esclusione del settore edile da questo meccanismo». Anche perchè le imprese edili l'iva ai fornitori devono pagarla. CONFIMI - Rassegna Stampa 16/02/ /02/2015 9

10 16/02/2015 Eco di Biella Pag. 15 Api Fois vicepresidente Api Biella (delegazione di Api Torino), ha un nuovo vicepresidente: è Antonio Fois ( nella foto ) che affianca così nel direttivo il presidente Maurizio Trucci, il vicepresidente Maurizio Delsignore ed il coordinatore della sede, Roberto Scenna. Fois è nato a Tavigliano il 31 marzo1962 e vive ad Andorno Micca. Il nuovo vicepresidente lavora nel settore dell ' impiantistica termoidraulica e delle rinnovabili dal 1982, prima con una ditta individuale trasformata poi nella Fois Energy srl. «Ho assunto questa carica spiega Fois - con l ' obiettivo di far sentire la nostra voce presso le istituzioni del territorio». CONFIMI - Rassegna Stampa 16/02/ /02/

11 14/02/2015 La Voce di Mantova Pag. 10 Apienergia, il castiglionese Gian Battista Mutti presidente Il rinnovo dei vertici di Api Energia, il consorzio per l'energia di Apindustria, ha portato alla presidenza il castiglionese Gian Battista Mutti che già dalle sue prime parole ha confermato l'intenzione di sviluppare l'a t t iv i t à a favore delle aziende in un'ottica di continuità col consiglio precedente. «Ringraziando per la fiducia, desidero ringraziare il precedente consiglio e in particolare il presidente Giovanni Capra - ha detto il presidente Mutti - lo ringrazio insieme ai consiglieri uscenti per la passione e l'esperienza con cui hanno guidato il consorzio Api Energia in tutti questi anni raggiungendo importanti obbiettivi e vantaggi alle aziende consorziate». L'obiettivo 2015 del consiglio direttivo di Apienergia è quello di rafforzare il ruolo del Consorzio come punto di riferimento per le Pmi mantovane sia in termini di consulenza che di assistenza. Oggi si registra infatti un costante calo dei prezzi delle commodities energetiche e, anche se sembra un controsenso, questa situazione non facilita le scelte di una tipologia contrattuale o del fornitore a causa di una mancanza di cultura di base negli operatori aziendali. Il consorzio Api Energia ha un volume di quasi 100gwh e 115 utenze consorziate e ora vede entrare nel nuovo consiglio Massimo Ravagnani (La Vetri s.r.l.), Oscar Beschi (Beschi snc), Marcella Manni (Manni spa), Luigi Marani (Lodi srl) e Giuseppe Corradini (Tecnomeccanica srl). Il nuovo consiglio: Zangrandi, Beschi, Mutti, Ravagnani, Manni, Marani e Co r ra d i n i CONFIMI - Rassegna Stampa 16/02/ /02/

12 CONFIMI WEB 8 articoli

13 12/02/2015 agenparl.com Sito Web Debiti PA-IVA, Aniem: pubblicato il decreto che allontanerà sempre di più le imprese dal mercato delle Opere Pubbliche pagerank: 5 (AGENPARL) - Roma, 12 feb - E' stato pubblicato il decreto firmato dal Ministro Padoan attuativo delle nuove disposizioni contenute nella legge di stabilità che prevedono dal primo gennaio di quest'anno, per le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti della Pubblica Amministrazione, il versamento dell'iva direttamente allo Stato, mentre alla ditta appaltatrice sarà corrisposto soltanto l'imponibile. Il Presidente di Aniem, l' Associazione Nazionale delle Imprese Edili Manifatturiere aderente a Confimi Impresa, Dino Piacentini "già nella prima metà di gennaio, come Aniem avevamo segnalato le molte voci critiche del nostro territorio sul provvedimento perché per le imprese che hanno come principale committente la Pubblica Amministrazione si trattava di un ennesimo ostacolo per un settore già in gravi difficoltà: mentre le aziende non riceveranno l'iva sulle commesse, avranno comunque l'iva in pagamento verso i propri fornitori, con un forte sbilanciamento del flusso di cassa e necessità di far ricorso al credito, il cui accesso è già proibitivo durante l'attuale fase recessiva." "E' assurdo privare tutti di una importante risorsa di liquidità, per evitare che alcuni di questi evadano, quando si potrebbero facilmente individuare i singoli evasori e sanzionarli direttamente trattenendone il credito" aggiunge il Presidente Piacentini. Che continua: " secondo l'aniem, per le imprese che hanno come principale committente la Pubblica Amministrazione si tratta di un ennesimo ostacolo per un settore già in gravi difficoltà perché mentre le aziende non riceveranno l'iva sulle commesse, avranno comunque l'iva in pagamento verso i propri fornitori, con un forte sbilanciamento del flusso di cassa e necessità di far ricorso al credito, il cui accesso è già proibitivo durante l'attuale fase recessiva". Aniem ha già espresso tutta la sua contrarietà a questa disposizione e oggi, con eguale fermezza e convinzione si attiverà per le opportune modifiche presso le competenti sedi Istituzionali. CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 16/02/ /02/

14 13/02/ :32 Sito Web Borse in plastica multiuso, qual è la situazione pagerank: 5 Dove: Milano, Palazzo Castiglioni, Corso Venezia 47, ore 9.30 FEBBRAIO clicca sull'immagine per ingrandire Alla luce del preciso bando italiano degli shopper in plastica usa e getta, a favore del multiuso di adeguato spessore e resistenza, a Milano un Convengo del Consorzio di Riciclo PolieCo fa il punto sulla normativa nazionale e gli effetti sull'ambiente e sul mercato L'evento è promosso dal Consorzio PolieCo, Consorzio Nazionale per il riciclaggio dei rifiuti dei beni a base di polietilene, con il contributo scientifico della Fondazione Santa Chiara per lo Studio del Diritto e dell'economia dell'ambiente e della Federazione Green Economy e la collaborazione di Assorecuperi, Assorimap, CNA, Confimi Impresa, Federconsumatori e Adusbef. Il Convegno prende le mosse dal fatto che il nostro Paese, persino in anticipo sui tempi rispetto alla maggior parte dei partner europei, ha affrontato il tema della messa al bando degli shopper usa e getta con un percorso normativo certamente accidentato e caratterizzato da proroghe e false partenze, a favore della promozione delle borse multiuso di adeguato spessore e resistenza. Oggi lo stato dell'arte è chiaro; in Italia vige il divieto preciso alla commercializzazione e distribuzione, anche gratuita di sacchetti per asporto merci che non siano riutilizzabili o compostabili. Tutto questo per contribuire ad una riduzione delle quantità di rifiuti e, nel contempo, promuovere la filosofia del riutilizzo. Il Convegno, che ha ottenuto il patrocinio del Ministero dell'ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, intende prospettare nuove opportunità di mercato per i Produttori di Borse riutilizzabili in polietilene, presentando anche le sollecitazioni che provengono dall'unione europea. Il PolieCo è il Consorzio istituito dal Legislatore italiano proprio per favorire il massimo ritiro dei beni a base di polietilene al termine del loro ciclo di vita onde avviarli alle attività di riciclo e di recupero, così come la promozione dell'informazione degli utenti, intesa a ridurre il consumo dei materiali ed a favorire forme corrette di raccolta e di smaltimento". Parteciperanno in qualità di Relatori: ENRICO BOBBIO - Presidente PolieCo; HELMUT MAURER - Direttore Generale Waste Management - Commissione Ambiente Ue; ON. ELISABETTA GARDINI - Membro Commissione per l'ambiente, la Sanità pubblica e la Sicurezza alimentare, Parlamento Europeo; SEN. CARLO MARTELLI - Vice Presidente del Gruppo M5S; Vice Presidente della 13a Commissione Permanente (Territorio, Ambiente, Beni ambien- tali); Membro della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati; FRANCO S. TONI DI CIGOLI - Università degli Studi di Padova ed Institute of Advanced Legal Studies - London; ROSARIO TREFILETTI - Presidente Federconsumatori; ELIO LANNUTTI - Presidente Adusbef; WALTER REGIS - Direttore Assorimap; LORIS CICERO - Consigliere Assorecuperi; MARA CHILOSI - Avvocato; Coordinatore Comitato Scientifico Assorecuperi; GABRIELE MUZIO - Responsabile Servizi Tecnici API Torino; Confimi Piemonte; CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 16/02/ /02/

15 13/02/ :32 Sito Web GIANCARLO GAMBERINI - Responsabile CNA Produzione. CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 16/02/ /02/

16 13/02/2015 Sito Web Aniem: da Regione Emilia Romagna un buon impulso a un rinnovamento delle città pagerank: 5 Piacentini, presidente dell'aniem: "Mettiamo al centro delle politiche urbane ed industriali il risparmio energetico, la sicurezza sismica, gli spazi condivisi" L'Aniem - Associazione Nazionale delle Imprese Edili Manifatturiere aderente a Confimi Impresa - esprime apprezzamento per la scelta della Regione Emilia Romagna di incentivare la riqualificazione del patrimonio edilizio, rimuovendo vincoli ed ostacoli fissati 50 anni fa in un contesto di sviluppo urbano e sociale assolutamente diverso da quello attuale. Il Presidente dell'associazione, Dino Piacentini sottolinea come "Aniem continua a ritenere fondamentale il tema della riqualificazione immobiliare ed urbana, per i connessi aspetti sociali, ambientali, economici e di responsabilità civile verso le nuove generazioni. Non possiamo restare prigionieri di vincoli che ostacolano progetti di demolizione e ricostruzione che sono fondamentali se vogliamo veramente incidere sulla qualità della vita". "Mettiamo al centro delle politiche urbane ed industriali il risparmio energetico, la sicurezza sismica, gli spazi condivisi. Diamo ossigeno a progetti che abbiamo queste finalità ed abbandoniamo approcci puramente speculativi che tendono a divorare territorio e non a migliorare gli standard di vita collettiva". "Una volta verificata la sussistenza degli interessi generali, non devono esserci più resistenze nei confronti dell'attuazione di progetti di demolizione e ricostruzione, anche con scostamenti che derogano dal limite nazionale di 10 metri fissato nel 1968 e, soprattutto, con premialità volumetriche in sopraelevazione rispetto all'edificio originario". "Apprezzabile, infine, anche la disposizione regionale che chiarisce come tali nuove norme siano valide in tutto il territorio regionale, prevalendo sulle disposizioni comunali". "Ci auguriamo che questa iniziativa - conclude Piacentini - venga presa come esempio anche dalle altre Regioni". CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 16/02/ /02/

17 13/02/ :59 Sito Web Legge Stabilità, novità in vista per chi lavora con le Pubbliche Amministrazioni pagerank: 5 Protesta l'aniem di Teramo: «equilibrio finanziario a rischio». TERAMO. E' stato pubblicato il decreto attuativo sulle nuove disposizioni contenute nella legge di stabilità che prevedono dal primo gennaio di quest'anno, per le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti della Pubblica Amministrazione, il versamento dell'iva direttamente allo Stato, mentre alla ditta appaltatrice sarà corrisposto soltanto l'imponibile. Questa misura, secondo l'associazione Costruttori edili Aniem Teramo «aggrava ulteriormente l'equilibrio finanziario delle imprese che operano nel settore dei lavori pubblici». Il presidente, Fiorenzo Polisini non usa giri di parole: «la norma produrrà effetti disastrosi sulle imprese, mettendo a rischio la sopravvivenza degli operatori del comparto dei lavori pubblici». «Questa norma - continua Polisini - va letta in collegamento al fatto che i ritardi nei pagamenti della Pa continuano e che per le nostre imprese è sempre più difficile attivare linee di credito. Attraverso la nostra Associazione nazionale abbiamo già chiesto l'esclusione del settore edile da questo meccanismo. è evidente l'intento di colpire gli evasori, non è però accettabile che, per combattere pochi soggetti, il governo abbia scelto di penalizzare migliaia di imprenditori onesti che lavorando con gli enti pubblici, nell'edilizia, nell'impiantistica, e in altri comparti, vedono maturare crediti IVA talmente alti che non è possibile compensare». Preoccupazione arriva anche dal Vice Presidente dell'aniem Teramo, Filippo Di Antonio: «Per le imprese che hanno come principale committente la pubblica amministrazione si tratta dell' ennesimo ostacolo per un settore già in gravi difficoltà, perché mentre le aziende non riceveranno l'iva sulle commesse, avranno comunque l'iva in pagamento verso i propri fornitori, con un forte sbilanciamento del flusso di cassa e necessità di far ricorso al credito, il cui accesso è già proibitivo durante l'attuale fase recessiva. Quanto ai rimborsi previsti, vanno accelerati i tempi e comunque, in un momento di grave liquidità per il sistema delle imprese, far generare crediti d'imposta non pare una scelta opportuna, senza contare che questo provvedimento allontanerà sempre più le imprese dalle opere pubbliche. Inoltre, in vista dell'entrata in vigore della fatturazione elettronica dal 31 marzo, strumento secondo me già utile per contrastare l'evasione IVA, chiediamo a cosa serva quest'ulteriore misura? Solo a creare difficoltà aggiuntive alle imprese?» CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 16/02/ /02/

18 13/02/ :07 Sito Web Teramo, l'associazione costruttori edili Aniem contraria al versamento dell'iva allo Stato pagerank: 4 Contrarietà e preoccupazione. L'associazione costruttori edili Aniem Teramo esprime il suo allarme per le nuove disposizioni che riguardano la cessione di beni e servizi alle pubbliche amministrazioni in vigore dal 1 gennaio. Secondo il decreto attuativo, infatti, il versamento dell'iva dovrà essere fatto direttamente allo Stato, mentre alla ditta appaltatrice viene corrisposto solo l'imponibile, aggravando la difficile condizione delle imprese che operano nei settori pubblici. 'Questa norma', spiega il Presidente Fiorenzo Polisini 'va letta in collegamento al fatto che i ritardi nei pagamenti della PA continuano e che per le nostre imprese è sempre più difficile attivare linee di credito. Attraverso la nostra associazione nazionale abbiamo già chiesto l'esclusione del settore edile da questo meccanismo. È evidente l'intento di colpire gli evasori, non è però accettabile che, per combattere pochi soggetti, il governo abbia scelto di penalizzare migliaia di imprenditori onesti che lavorando con gli enti pubblici, nell'edilizia, nell'impiantistica, e in altri comparti, vedono maturare crediti Iva talmente alti che non è possibile compensare'. Come ha ribadito anche il vice presidente dell'aniem Teramo, Filippo Di Antonio, per le imprese che lavorano soprattutto con il settore pubblico si tratta di superare l'ennesimo ostacoli visto che 'mentre le aziende non riceveranno l'iva sulle commesse, avranno comunque l'iva in pagamento verso i propri fornitori, con un forte sbilanciamento del flusso di cassa e necessità di far ricorso al credito, il cui accesso è già proibitivo durante l'attuale fase recessiva'. Per Di Filippo, inoltre, con l'ingresso della fatturazione elettronica in vigore dal prossimo 31 marzo, ci sarebbe già uno strumento di controllo per evitare l'evasione. Per questo motivo si potrebbe benissimo evitare di usare ancora questa misura che, tra l'altro, contribuisce solo ad allontanare sempre di più le imprese dae opere pubbliche. CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 16/02/ /02/

19 12/02/2015 ediliziaeterritorio.ilsole24ore.com Sito Web Aniem: il decreto allontanerà le imprese dalle opere pubbliche E' stato pubblicato il decreto firmato dal Ministro Padoan attuativo delle nuove disposizioni contenute nella legge di stabilità che prevedono dal primo gennaio di quest'anno, per le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti della Pubblica Amministrazione, il versamento dell'iva direttamente allo Stato, mentre alla ditta appaltatrice sarà corrisposto soltanto l'imponibile. Il Presidente di Aniem, l' Associazione Nazionale delle Imprese Edili Manifatturiere aderente a Confimi Impresa, Dino Piacentini "già nella prima metà di gennaio, come Aniem avevamo segnalato le molte voci critiche del nostro territorio sul provvedimento perché per le imprese che hanno come principale committente la Pubblica Amministrazione si trattava di un ennesimo ostacolo per un settore già in gravi difficoltà: mentre le aziende non riceveranno l'iva sulle commesse, avranno comunque l'iva in pagamento verso i propri fornitori, con un forte sbilanciamento del flusso di cassa e necessità di far ricorso al credito, il cui accesso è già proibitivo durante l'attuale fase recessiva." "E' assurdo privare tutti di una importante risorsa di liquidità, per evitare che alcuni di questi evadano, quando si potrebbero facilmente individuare i singoli evasori e sanzionarli direttamente trattenendone il credito" aggiunge il Presidente Piacentini. Che continua: " secondo l'aniem, per le imprese che hanno come principale committente la Pubblica Amministrazione si tratta di un ennesimo ostacolo per un settore già in gravi difficoltà perché mentre le aziende non riceveranno l'iva sulle commesse, avranno comunque l'iva in pagamento verso i propri fornitori, con un forte sbilanciamento del flusso di cassa e necessità di far ricorso al credito, il cui accesso è già proibitivo durante l'attuale fase recessiva". Aniem ha già espresso tutta la sua contrarietà a questa disposizione e oggi, con eguale fermezza e convinzione si attiverà per le opportune modifiche presso le competenti sedi Istituzionali. CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 16/02/ /02/

20 12/02/ :05 informamolise.com Sito Web Split payment, l' Acem si rivolge anche ai parlamentari molisani per l'abrogazione Split payment, l' Acem si rivolge anche ai parlamentari molisani per l'abrogazione Per effetto della legge di stabilità 2015, dal primo gennaio di quest'anno, per le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti della Pubblica Amministrazione, l'iva sarà versata da quest'ultima direttamente allo Stato, mentre alla ditta appaltatrice sarà corrisposto soltanto l'imponibile (cosiddetto "Split payment"). Una misura che arreca gravi danni alle aziende per l'ammanco di liquidità che genera e per la conseguente necessità di ricorrere all'indebitamento. Dopo aver sottoposto la questione all'associazione nazionale di appartenenza (ANIEM), l'acem che nelle settimane scorse aveva già espresso tutta la sua contrarietà a questa disposizione oggi, con eguale fermezza e convinzione, si è rivolta con una nota a firma del Presidente Corrado Di Niro ai Parlamentari Molisani Venittelli, Ruta, Leva e Di Giacomo, chiedendo il loro impegno per l'abrogazione della norma nell'ambito dei provvedimenti attualmente in fase di approvazione. CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 16/02/ /02/

21 16/02/2015 Sito Web Il Decreto che va contro l'interesse delle imprese E' stato recentemente pubblicato il decreto firmato dal Ministro Pier Carlo Padoan attuativo delle nuove disposizioni contenute nella legge di stabilità che prevedono dal primo gennaio del 2015, per le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti della Pubblica Amministrazione, il versamento dell'iva direttamente allo Stato, mentre alla ditta appaltatrice sarà corrisposto soltanto l'imponibile. Dino Piacenti, Presidente di Aniem, l'associazione Nazionale delle Imprese Edili Manifatturiere aderente a Confimi Impresa, "già nella prima metà di gennaio, come Aniem avevamo segnalato le molte voci critiche del nostro territorio sul provvedimento perché per le imprese che hanno come principale committente la Pubblica Amministrazione si trattava di un ennesimo ostacolo per un settore già in gravi difficoltà: mentre le aziende non riceveranno l'iva sulle commesse, avranno comunque l'iva in pagamento verso i propri fornitori, con un forte sbilanciamento del flusso di cassa e necessità di far ricorso al credito, il cui accesso è già proibitivo durante l'attuale fase recessiva." "E' assurdo privare tutti di una importante risorsa di liquidità, per evitare che alcuni di questi evadano, quando si potrebbero facilmente individuare i singoli evasori e sanzionarli direttamente trattenendone il credito" aggiunge il Presidente Piacentini. Che continua: " secondo l'aniem, per le imprese che hanno come principale committente la Pubblica Amministrazione si tratta di un ennesimo ostacolo per un settore già in gravi difficoltà perché mentre le aziende non riceveranno l'iva sulle commesse, avranno comunque l'iva in pagamento verso i propri fornitori, con un forte sbilanciamento del flusso di cassa e necessità di far ricorso al credito, il cui accesso è già proibitivo durante l'attuale fase recessiva". Aniem ha già espresso tutta la sua contrarietà a questa disposizione e oggi, con eguale fermezza e convinzione si attiverà per le opportune modifiche presso le competenti sedi Istituzionali. CONFIMI WEB - Rassegna Stampa 16/02/ /02/

22 SCENARIO ECONOMIA 42 articoli

23 14/02/2015 Corriere della Sera Pag. 1 (diffusione:619980, tiratura:779916) la lista al fisco Polizze fittizie per evadere otto miliardi Giovanni Bianconi e Giuseppe Guastella a pagina 15 MILANO È una vera e propria contabilità separata e occulta, quella scoperta dagli investigatori della Guardia di finanza presso la filiale milanese - Milan branch - della Credit Suisse Life & pension Ag (Cslp), la società del gruppo bancario con sede a Zurigo dov'erano custodite le liste dei contribuenti italiani che - secondo l'accusa - volevano nascondere e sottrarre i loro soldi al Fisco. Un elenco di nomi parallelo a quello della «lista Falciani» ma con gli stessi obiettivi, sfruttando apposite attività finanziarie canalizzate verso il Liechtenstein e le Bermuda. Le cifre della presunta maxi-truffa sono fuori dai rendiconti ufficiali della Cslp, come emerge dal rapporto del Nucleo tributario delle Fiamme gialle di Milano indirizzato all'agenzia delle Entrate. In uno degli allegati vengono riportati documenti e messaggi di posta elettronica tra dipendenti della società che rafforzano i sospetti della maxi-evasione di cui avrebbe beneficiato un gran numero di contribuenti italiani e stranieri: 351 già identificati su un totale di oltre mille, per un numero di polizze assicurative false (dietro cui si nascondevano i capitali esportati) molto maggiore. Migliaia di polizze «Analizzando la cartella di lavoro denominata Bestlife Italy sono presenti righe relative ad altrettante polizze stipulate da clienti italiani», scrivono gli investigatori. Che subito dopo aggiungono: «Da un confronto tra le polizze confluite nella contabilità ufficiale della branch italiana con quelle inserite nel numero summenzionato, è emerso come i premi relativi a un sensibile numero di polizze, pur essendo state commercializzate in Italia, non siano stati contabilizzati dalla Milan branch». In sostanza, come riassume la Direzione centrale dell'agenzia delle Entrate nella comunicazione alle sedi regionali, la società del gruppo Credit Suisse avrebbe creato un prodotto assicurativo «ad hoc, distribuito formalmente dalla consociata bermudese» per soddisfare le esigenze dei clienti che volevano sfuggire all'erario. Offrendo diversi e «importanti vantaggi», a cominciare dalla «flessibilità nella gestione del capitale investito, con versamenti dei premi e riscatto parziale e totale con prelievo in contanti». Altra garanzia offerta agli aspiranti evasori (tra i quali c'è il deputato Francantonio Genovese, agli arresti e sotto processo a Messina per truffa e altri reati, che nel solo 2005 avrebbe trasferito all'estero con questo sistema poco più di 16 milioni di euro) è l'anonimato «ai fini dello scambio di informazioni fiscali». Anonimato garantito Lo svelamento dei 351 nomi avvenuto finora è stato possibile grazie all'incrocio dei dati effettuati dagli uomini della Finanza, che ora dovranno proseguire gli accertamenti per conto della Procura di Milano, con l'obiettivo di svelare i mille intestatari complessivi delle oltre seimila polizze fittizie che avrebbero consentito una fuga di capitali complessiva di circa otto miliardi di euro. Ma insieme agli italiani ci sono anche clienti stranieri, come riferito nel rapporto delle Fiamme gialle. Toccherà ora ai Paesi di appartenenza svolgere indagini sul loro conto. L'intestazione solo apparante delle polizze è svelata da una acquisita agli atti dell'inchiesta, datata 2 novembre 2009, scambiata fra due funzionari della Cslp. Uno dei dipendenti del gruppo comunicò un'informazione avente ad oggetto «Scudo ter: Cs Life Bermuda», e scrisse al collega: «Trattandosi anche in questo caso di interposizione fittizia, è necessario comprovare che il beneficiario del trasferimento era il beneficiario economico della polizza stessa». L'altro vantaggio per gli investitori occulti è che attraverso il sistema congegnato dalla Cslp non veniva applicata l'euroritenuta, la tassazione alla fonte sul denaro esportato in Svizzera introdotta dall'accordo siglato tra la Confederazione elvetica e l'unione Europea. SCENARIO ECONOMIA - Rassegna Stampa 16/02/ /02/

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

i dossier TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com

i dossier TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com 065 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO 15 dicembre 2015 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia Francesco Daveri 1 Le componenti del Pil nel 2008-09 (primo tempo della crisi).. (1) G ha svolto funzione anticiclica; (2) C diminuiti meno del Pil;

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Il factoring nel 2014 e le previsioni per il 2015

Il factoring nel 2014 e le previsioni per il 2015 Milano17 marzo 2015 2 Il factoring nel 2014 e le previsioni per il 2015 Mercato del factoring in Italia Turnover 2014: 178 mld euro Lo scenario: PIL Italia -0,4% nel 2014 PIL area Euro +0,9% nel 2014 +0,4%

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

Evasione Fiscale. Equità Sociale. Evasione Contributiva. Sicurezza sui Luoghi di Lavoro

Evasione Fiscale. Equità Sociale. Evasione Contributiva. Sicurezza sui Luoghi di Lavoro Evasione Fiscale Equità Sociale Evasione Contributiva Sicurezza sui Luoghi di Lavoro Appunti della Camera del Lavoro di Brescia su equità sociale, evasione fiscale e contributiva, sicurezza sul lavoro

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report I DATI DELLA BANCA D ITALIA CONFERMANO LA SITUAZIONE DI CRITICITA PER IL COMPARTO DELLE COSTRUZIONI. ANCE SALERNO: EDILIZIA, CREDITO SEMPRE DIFFICILE Le sofferenze sui crediti totali

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Notiziario. Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus

Notiziario. Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus Notiziario Luglio 2013 Università Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus La Repubblica Promossa in chimica, rimandata in economia ecco la prima pagella della ricerca italiana Il

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto l'articolo 23 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla

Dettagli

Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia

Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia sfef7_volait@0091-0096#3b_layout 1 13/03/12 09.04 Pagina 91 91 Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia di FABRIZIO VEDANA Il provvedimento con il quale la Banca d Italia,

Dettagli

i dossier PAGAMENTI DELLA PA DOPO UN ANNO DI ANNUNCI EVANESCENTI DA PARTE DEL GOVERNO MONTI IL COMMISSARIO EU TAJANI SBLOCCA LA SITUAZIONE

i dossier PAGAMENTI DELLA PA DOPO UN ANNO DI ANNUNCI EVANESCENTI DA PARTE DEL GOVERNO MONTI IL COMMISSARIO EU TAJANI SBLOCCA LA SITUAZIONE 373 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com PAGAMENTI DELLA PA DOPO UN ANNO DI ANNUNCI EVANESCENTI DA PARTE DEL GOVERNO MONTI IL COMMISSARIO EU TAJANI SBLOCCA LA SITUAZIONE 20 marzo 2013

Dettagli

i dossier www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 326 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TURBAMENTO DEI MERCATI Mentre in America Obama chiede 5 miliardi a S&P S, in Italia l indagine della Magistratura di Trani viene ridicolizzata

Dettagli

MODI DI FINANZIAMENTO DELL ECONOMIA

MODI DI FINANZIAMENTO DELL ECONOMIA MODI DI FINANZIAMENTO DELL ECONOMIA 1 OPERATORI FINANZIARI ATTIVI E PASSIVI Gli operatori finanziari possono essere divisi in quattro gruppi: Le famiglie; Le imprese; La pubblica amministrazione; il resto

Dettagli

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Convegno LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Finanziamenti alle Imprese: nuove politiche di prezzo e nuove strategie commerciali delle Banche Perché la disciplina sul capitale di vigilanza delle banche

Dettagli

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO OTTOBRE 2010 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi e dell Ufficio Lavori all Estero e Relazioni Internazionali

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag.

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1 Il Gruppo e le sue attività pag. 2 L organizzazione del network pag. 5 Le partnership commerciali pag.

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 18 DEL 11.12.2009 IL QUESITO

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 18 DEL 11.12.2009 IL QUESITO FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 18 DEL 11.12.2009 SCUDO FISCALE E ATTIVITÀ ALL ESTERO DA PARTE DEI LAVORATORI DIPENDENTI IL QUESITO Nella circolare n. 48 del 2009 l Agenzia delle entrate

Dettagli

Indice p. 1. Introduzione p. 2. Le forme d investimento messe a confronto: vantaggi e svantaggi p. 2. Alcune tipologie di profili d investimento p.

Indice p. 1. Introduzione p. 2. Le forme d investimento messe a confronto: vantaggi e svantaggi p. 2. Alcune tipologie di profili d investimento p. Conti deposito e altre forme di investimento: a quanto ammonta il rendimento e qual è la forma di Indice: Indice p. 1 Introduzione p. 2 Le forme d investimento messe a confronto: vantaggi e svantaggi p.

Dettagli

RISPARMIARE NON BASTA!

RISPARMIARE NON BASTA! RISPARMIARE NON BASTA! 2015-02-03 Introduzione Una piccola nota per comprendere come il problema del credit crunch, ovvero della mancanza di credito per le aziende, sia anche legato alle scelte di investimento

Dettagli

Milano, 4 giugno 2015 Le politiche energetiche ambientali: nuovi obiettivi occupazionali Lavoro Formazione Sicurezza INTRODUZIONE

Milano, 4 giugno 2015 Le politiche energetiche ambientali: nuovi obiettivi occupazionali Lavoro Formazione Sicurezza INTRODUZIONE Milano, 4 giugno 2015 Le politiche energetiche ambientali: nuovi obiettivi occupazionali Lavoro Formazione Sicurezza INTRODUZIONE La liberalizzazione del mercato dell energia elettrica e del gas in Italia

Dettagli

ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI

ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI Fondo Pensione Dipendenti del Gruppo Enel COMUNICATO AGLI ISCRITTI N. 6-2011 ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI Si informano gli associati che, a partire dal 1 ottobre 2011,

Dettagli

Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010

Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010 Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010 Debiti sovrani PRIMA, Crescita o Recessione DOPO. L' incertezza Continua? 1) In scia ai timori di una ricaduta dell'economia globale sta proseguendo la "fuga dal rischio"

Dettagli

Contributo di Altroconsumo

Contributo di Altroconsumo Contributo di Altroconsumo Audizione presso le Commissioni riunite VI (Finanze) e X (Attività produttive, commercio e turismo) della Camera dei Deputati: istruttoria legislativa sul disegno di legge C.

Dettagli

Modula. Perchè ogni impresa è diversa

Modula. Perchè ogni impresa è diversa Modula Perchè ogni impresa è diversa Troveremo la risposta giusta alle vostre esigenze Indipendentemente dalla natura e dalle dimensioni della vostra attività, sicuramente c è una cosa su cui sarete d

Dettagli

Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano

Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano Rassegna Stampa 1 Convegno Garanzie e Tutele Sociali Piccole e medie imprese Sviluppo, finanziamento e governance etica di mercato e garanzie sociali 12

Dettagli

BC SPEAKERS. Rassegna Stampa del 23/03/2010

BC SPEAKERS. Rassegna Stampa del 23/03/2010 BC SPEAKERS Rassegna Stampa del 23/03/2010 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro

Dettagli

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 Nel bilancio di previsione 2013, il precedente direttivo aveva previsto un

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

ASPETTI PARTICOLARI: LE LIMITAZIONI ALL USO DEI CONTANTI E DEI TITOLI AL PORTATORE

ASPETTI PARTICOLARI: LE LIMITAZIONI ALL USO DEI CONTANTI E DEI TITOLI AL PORTATORE ASPETTI PARTICOLARI: LE LIMITAZIONI ALL USO DEI CONTANTI E DEI TITOLI AL PORTATORE L art. 49 del DLGS n. 231/07 vieta il trasferimento di denaro contante, libretti e/o titoli al portatore fra soggetti

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Quanto costa il mio fondo pensione?

Quanto costa il mio fondo pensione? Quanto costa il mio fondo pensione? Le differenze con il mercato e i nostri punti di forza Uno dei temi principali su cui il mercato della previdenza complementare si confronta è quello relativo ai costi

Dettagli

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA 61 di TEODORO FULGIONE * Intervista ad Alessandro Luciano capo del progetto Monitoraggio delle politiche del lavoro con le politiche di sviluppo locale dei sistemi

Dettagli

Roma, 26 novembre 2012

Roma, 26 novembre 2012 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 26 novembre 2012 Direzione Centrale Servizi ai contribuenti OGGETTO: Sisma maggio 2012 Finanziamento per il pagamento di tributi, contributi previdenziali e premi assicurativi obbligatori

Dettagli

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico La Direttiva 2003/54/CE prevede che gli Stati membri mettano

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE E il momento di scegliere A cura della Struttura di Comparto Scuola non statale DESTINARE IL TFR COS E IL TFR? Il trattamento di fine rapporto (anche conosciuto come liquidazione

Dettagli

29 Il Sistema Monetario

29 Il Sistema Monetario 29 Il Sistema Monetario LA MONETA Si definisce moneta l insieme dei valori utilizzati in un sistema economico dagli individui (famiglie, imprese) per acquistare beni e servizi. La moneta ha tre funzioni

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa

Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa Comunicato n. 179 Debiti P.A.: pagati ai creditori 26 miliardi Ripartiti tra i debitori ulteriori 17 miliardi di risorse stanziate nel 2013 Entro

Dettagli

Presentazione Aziendale Generalfinance spa Generalbroker srl

Presentazione Aziendale Generalfinance spa Generalbroker srl Presentazione Aziendale Generalfinance spa Generalbroker srl Cerchi alla testa? Noi vi aiutiamo a farli quadrare. Gruppo General da anni offre alla propria clientela interventi rapidi e personalizzati

Dettagli

Il Contributo della Previdenza alla Crescita Economica del Paese

Il Contributo della Previdenza alla Crescita Economica del Paese Il Contributo della Previdenza alla Crescita Economica del Paese Michele Boccia Responsabile Istituzionali Italia Eurizon Capital Sgr Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset

Dettagli

GLI ANDAMENTI TERRITORIALI 35 Macroarea Nord 35 Macroarea Centro 36 Macroarea Sud1 40 Macroarea Sud2 43

GLI ANDAMENTI TERRITORIALI 35 Macroarea Nord 35 Macroarea Centro 36 Macroarea Sud1 40 Macroarea Sud2 43 RAPPORTO BANCHE SOMMARIO E CONCLUSIONI 3 LA CONGIUNTURA BANCARIA IN EUROPA 7 L attivo bancario 8 Gli impieghi 8 I crediti deteriorati 14 I titoli in portafoglio 17 Le azioni e partecipazioni 19 Le passività

Dettagli

N. 62 FISCAL NEWS. Circolazione del contante: il rimborso delle trasferte 08.02.2012. Premessa. La circolare di aggiornamento professionale

N. 62 FISCAL NEWS. Circolazione del contante: il rimborso delle trasferte 08.02.2012. Premessa. La circolare di aggiornamento professionale a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 62 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 08.02.2012 Circolazione del contante: il rimborso delle trasferte Categoria

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 3 0 g e n n a i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5

C i r c o l a r e d e l 3 0 g e n n a i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5 C i r c o l a r e d e l 3 0 g e n n a i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5 Circolare numero 11/2015 Oggetto SPLIT PAYMENT Sommario Rapporti con la PA: dal 01.01.2015 l IVA non viene incamerata dal fornitore privato

Dettagli

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro)

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro) TASSE RECORD: PER LE MICRO-IMPRESE PRESSIONE FISCALE FINO AL 63% Per le aziende con meno di 10 addetti, nel le tasse sono aumentate: colpito il 95% del totale delle imprese ===============================================================

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLO SMOBILIZZO DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

GUIDA PRATICA ALLO SMOBILIZZO DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE GUIDA PRATICA ALLO SMOBILIZZO DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1 LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI Come funziona 2 LO SMOBILIZZO DEI CREDITI Le operazioni previste Condizioni economiche

Dettagli

INIZIATIVE E PRIORITÀ DELLA DELEGAZIONE FORZA ITALIA AL PARLAMENTO EUROPEO SU BANCHE ED ECONOMIA REALE

INIZIATIVE E PRIORITÀ DELLA DELEGAZIONE FORZA ITALIA AL PARLAMENTO EUROPEO SU BANCHE ED ECONOMIA REALE 1002 INIZIATIVE E PRIORITÀ DELLA DELEGAZIONE FORZA ITALIA AL PARLAMENTO EUROPEO SU BANCHE ED ECONOMIA REALE Antonio Tajani - Fulvio Martusciello - Lara Comi Rappresentanti di Forza Italia nella commissione

Dettagli

Risparmio, investimenti e sistema finanziario

Risparmio, investimenti e sistema finanziario Risparmio, investimenti e sistema finanziario Una relazione fondamentale per la crescita economica è quella tra risparmio e investimenti. In un economia di mercato occorre individuare meccanismi capaci

Dettagli

Informazioni sulla soluzione delle crisi di Banca Marche, Banca Popolare dell Etruria e del Lazio, CariChieti e Cassa di Risparmio di Ferrara

Informazioni sulla soluzione delle crisi di Banca Marche, Banca Popolare dell Etruria e del Lazio, CariChieti e Cassa di Risparmio di Ferrara Informazioni sulla soluzione delle crisi di Banca Marche, Banca Popolare dell Etruria e del Lazio, CariChieti e Cassa di Risparmio di Ferrara Il Governo e la Banca d Italia, in stretta collaborazione e

Dettagli

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene:

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: 1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: SUL PIANO GENERALE. in una fase storica mondiale di grandi cambiamenti e grandi tragedie. Pensiamo solo alla rapida evoluzione tecnologica,

Dettagli

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici Giorgio Ricchiuti Cosa abbiamo visto fin qui Abbiamo presentato e discusso alcuni concetti e fenomeni aggregati: 1) Il PIL, il risparmio e il debito pubblico.

Dettagli

Roma, 21 settembre 2015

Roma, 21 settembre 2015 Roma, 21 settembre 2015 CREDITO, SVIMEZ: CONFIDI AL SUD TROPPO PICCOLI E POVERI, EROGANO IL 25% RISPETTO A QUELLI DEL CENTRO-NORD La SVIMEZ: Servono interventi organici nell ambito del credito e dei Confidi

Dettagli

PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO. Reggio Emilia, 25 marzo 2015. Relatore: Rodolfo Baroni

PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO. Reggio Emilia, 25 marzo 2015. Relatore: Rodolfo Baroni PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO Reggio Emilia, 25 marzo 2015 Relatore: Rodolfo Baroni Export In un contesto domestico con prospettive incerte vendere sui mercati esteri continua ad essere

Dettagli

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 VALORI % Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 Abbiamo alle spalle ancora un anno difficile per le famiglie La propensione al risparmio delle famiglie italiane ha evidenziato un ulteriore

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

LAZIO: REGIONE E CONFPROFESSIONI, PATTO PER LO SVILUPPO E IL LAVORO

LAZIO: REGIONE E CONFPROFESSIONI, PATTO PER LO SVILUPPO E IL LAVORO Giovedì, 5 dicembre 2013 LAZIO: REGIONE E CONFPROFESSIONI, PATTO PER LO SVILUPPO E IL LAVORO (AGENPARL) - Roma, 05 dic- Programmazione dei fondi comunitari 2014-2020; agenda per la semplificazione del

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA Doc. XVIII n. 57 RISOLUZIONE DELLA 6ª COMMISSIONE PERMANENTE (Finanze e tesoro) (Estensore FERRARA) approvata nella seduta del 20 ottobre 2010 SULLA PROPOSTA DI

Dettagli

COSA BOLLE SUL FRONTE SVIZZERO (Chi ci guadagna e chi ci perde)

COSA BOLLE SUL FRONTE SVIZZERO (Chi ci guadagna e chi ci perde) 861 COSA BOLLE SUL FRONTE SVIZZERO (Chi ci guadagna e chi ci perde) 19 gennaio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà EXECUTIVE

Dettagli

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Rapporto di ricerca Ottobre 2011 (Rif. 1810v111) Indice 2 Capitolo I - La situazione attuale dei dealer e le previsioni per il prossimo futuro

Dettagli

ROAD SHOW 2008 Company Results

ROAD SHOW 2008 Company Results ROAD SHOW 2008 Company Results Milano, 24 marzo 2009 1 Relatori Luca Bronchi Direttore Generale Ugo Borgheresi Investor Relator 2 Agenda Company Highlights 31 Dicembre 2008 Linee Guida Piano Industriale

Dettagli

ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY

ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY 28 NOVEMBRE e 12 DICEMBRE DOMANDE E RISPOSTE DOMANDE GENERALI Che cos è il Btp day? Il BTP-day è una iniziativa che ha l obiettivo di agevolare temporaneamente i

Dettagli

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento Sezione Terza I Fondi comuni di investimento 369. Nella valutazione dei beni del fondo comune di investimento, il valore degli strumenti finanziari ammessi alle negoziazioni su mercati regolamentati è

Dettagli

1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE

1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE 1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE Il bilancio consuntivo al 31/12/03 di Previambiente è stato redatto con l ausilio tecnico del Collegio dei Revisori Contabili

Dettagli

OLTRE LA CRISI? NON ANCORA

OLTRE LA CRISI? NON ANCORA OLTRE LA CRISI? NON ANCORA Le PMI dell Emilia Romagna nella doppia morsa della stretta creditizia e del ritardo dei pagamenti Allarme occupazione: a rischio la sua tenuta Bologna, 17 Novembre 2009 Ricerche

Dettagli

FININDUSTRIA srl Holding di partecipazione di Confindustria Taranto

FININDUSTRIA srl Holding di partecipazione di Confindustria Taranto Speciale - NIDI Nuove Iniziative D Impresa Regione Puglia PO FESR 2007 2013 Asse VI Competitività dei sistemi produttivi e occupazione Linea di intervento 6.1.5 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia

Dettagli

LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR

LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR Principi, regole e presidi 24 marzo 2009 Palazzo Affari ai Giureconsulti, Piazza Mercanti 2 - Milano f o r m a z i o n e Chi è Assogestioni

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

Data: 11 MARZO 2015 PAG. 29

Data: 11 MARZO 2015 PAG. 29 Testata: LA REPUBBLICA Sassoli de Bianchi (Upa): La pubblicità e i consumi tornano a crescere nel 2015. Google paghi i diritti d autore PAG. 29 Testata: ITALIA OGGI Costa: ora il progetto per l editoria

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR Federazione Lavoratori della Conoscenza LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR Schede informative A partire dal 1 gennaio 2007, per 16 milioni di lavoratori dipendenti del settore

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE l Unione Europea incoraggia la partecipazione delle donne

Dettagli

Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015

Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015 Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015 Rapporti con la PA - dal 01.01.2015 l IVA non viene incamerata dal privato ma versata dall ente pubblico (Legge di stabilita per il 2015 - art. 1 commi 629, 630, 632

Dettagli

Comunicato stampa. Si riporta nel seguito il testo della comunicazione di Mediobanca, redatta ai sensi dell articolo 102 del TUF.

Comunicato stampa. Si riporta nel seguito il testo della comunicazione di Mediobanca, redatta ai sensi dell articolo 102 del TUF. Comunicato stampa Mediobanca promuove un Offerta Pubblica di Acquisto sui Titoli Fresh 2003 emessi da MPS Capital Trust II e garantiti dalla Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Milano, 12 maggio 2011

Dettagli

DISCIPLINA BOLLI E TASSAZIONE CONTI CORRENTI POST DECRETO SALVA ITALIA

DISCIPLINA BOLLI E TASSAZIONE CONTI CORRENTI POST DECRETO SALVA ITALIA DISCIPLINA BOLLI E TASSAZIONE CONTI CORRENTI POST DECRETO SALVA ITALIA Con il Decreto Salva Italia si introduce una nuova tassazione sugli strumenti finanziari, sui conti correnti bancari e sui conti di

Dettagli

16 Corso di Formazione in Finanza d Impresa

16 Corso di Formazione in Finanza d Impresa 16 Corso di Formazione in Finanza d Impresa Rilascio del diploma Aiaf di Consulente in Finanza d Impresa Milano, dal 2 ottobre al 28 novembre 2015 1 Modulo: 2-3 ottobre 2 Modulo: 9-10 ottobre 5 Modulo:

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO n. 192 del 09 novembre 2012

DECRETO LEGISLATIVO n. 192 del 09 novembre 2012 DECRETO LEGISLATIVO n. 192 del 09 novembre 2012 E pari allo 0,75%, (lo 0,25% in meno rispetto al semestre precedente) il tasso di riferimento cioè il tasso di interesse applicato dalla BCE / Banca Centrale

Dettagli

Breve approfondimento sulla situazione Greca

Breve approfondimento sulla situazione Greca Breve approfondimento sulla situazione Greca 15 Giugno 2015 2 Premessa Quattro mesi di colloqui tra la Grecia e i suoi creditori non sono bastati a raggiungere un accordo per sbloccare gli aiuti al governo

Dettagli

APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI

APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI Economia aziendale è una disciplina che studia l azienda; è un insieme di persone e di beni con un organizzazione e uno scopo: SODDISFARE I BISOGNI. Le aziende si

Dettagli

Cos'è. Questi servizi riguardano:

Cos'è. Questi servizi riguardano: UBI FACTOR Cos'è Il factoring è una combinazione di servizi finanziari e di gestione del credito che consentono ad una società di rafforzare sotto il profilo qualitativo e di valorizzare sotto quello finanziario

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY 27 aprile 2010 Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR rende noto che in

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CAUSI, MISIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CAUSI, MISIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1752 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI CAUSI, MISIANI Modifica all articolo 11-quaterdecies del decreto-legge 30 settembre 2005,

Dettagli

S t ud io M a rt el li Ulissi & Partners

S t ud io M a rt el li Ulissi & Partners Studio Martelli Ulissi & Partners Il Kazakhstan conseguita l indipendenza dall'unione Sovietica e terminato il periodo di transizione con la ristrutturazione organizzativa, economica e legislativa ha dato

Dettagli

Comunicato stampa CONTINUA LA CRESCITA SOSTENIBILE E LA CREAZIONE DI VALORE

Comunicato stampa CONTINUA LA CRESCITA SOSTENIBILE E LA CREAZIONE DI VALORE Comunicato stampa GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA: I RISULTATI DI BILANCIO 2008 CONTINUA LA CRESCITA SOSTENIBILE E LA CREAZIONE DI VALORE Dati economici consolidati riclassificati Proventi Operativi Netti

Dettagli

Il sistema monetario

Il sistema monetario Il sistema monetario Premessa: in un sistema economico senza moneta il commercio richiede la doppia coincidenza dei desideri. L esistenza del denaro rende più facili gli scambi. Moneta: insieme di tutti

Dettagli

STILE LONDINESE PER GLI AUTOBUS ITALIANI di Elisabetta Iossa

STILE LONDINESE PER GLI AUTOBUS ITALIANI di Elisabetta Iossa IEFE Centre for Research on Energy and Environmental Economics and Policy STILE LONDINESE PER GLI AUTOBUS ITALIANI di Elisabetta Iossa Un buon servizio di trasporto locale aumenta la fiducia dei cittadini

Dettagli

Napoli, dal 27 ottobre 2015 al 5 maggio 2016 LA STRUTTURA

Napoli, dal 27 ottobre 2015 al 5 maggio 2016 LA STRUTTURA Napoli, dal 27 ottobre 2015 al 5 maggio 2016 LA STRUTTURA PRIMO 27 ottobre Provvedimenti fiscali dopo l estate SECONDO 12 novembre Verifiche fiscali in azienda e antiriciclaggio TERZO 10 dicembre Impatto

Dettagli

Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015

Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015 Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015 (ECO) ###Crisi: Cfa, a febbraio piu' ottimismo, +39,4 pt Italy Sentiment Index (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 02 feb - Cresce l'ottimismo per il futuro dell'economia

Dettagli

Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap.

Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap. Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap.it Milano, 16 aprile 2012 OGGETTO: Osservazioni Altroconsumo su: Documento

Dettagli

Economia, affari e finanza --> Servizi finanziari --> Banche

Economia, affari e finanza --> Servizi finanziari --> Banche Economia, affari e finanza --> Servizi finanziari --> Banche R ECO S56 QBKT CRISI: EUROFIDI, +40% PAGAMENTI PER SOFFERENZE PMI 2,9 MLD FINANZIAMENTI GARANTITI (ANSA) - TORINO, 29 MAR - Nel 2010 il ruolo

Dettagli

Intervento Convegno: Strumenti di Microfinanza per la prevenzione dell Usura e l inclusione Sociale. Venerdì 24 Gennaio, ore 10:00

Intervento Convegno: Strumenti di Microfinanza per la prevenzione dell Usura e l inclusione Sociale. Venerdì 24 Gennaio, ore 10:00 Intervento Convegno: Strumenti di Microfinanza per la prevenzione dell Usura e l inclusione Sociale Venerdì 24 Gennaio, ore 10:00 Sala delle Assemblee del Banco di Napoli di Ercole P. Pellicanò L'alto

Dettagli

European Payment Report 2015

European Payment Report 2015 European Payment Report 2015 Il Gruppo Intrum Justitia Leader europeo nel settore dei servizi di Credit Management con uffici in 20 paesi europei Fondato nel 1923 Quotato al mercato NASDAQ OMX Stockholm

Dettagli

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010,

Dettagli

Quale tipo di società scegliere per il proprio business

Quale tipo di società scegliere per il proprio business Quale tipo di società scegliere per il proprio business È possibile scegliere la forma giuridica più conveniente all interno di queste quattro categorie: 1) Impresa individuale 2) Società di persone 3)

Dettagli

AVVISO COMUNE. Tutto quello che è utile sapere

AVVISO COMUNE. Tutto quello che è utile sapere AVVISO COMUNE Tutto quello che è utile sapere Per aiutare le piccole e medie imprese del paese a contrastare le difficoltà finanziarie collegate alla crisi, arrivando al momento della ripresa nelle migliori

Dettagli

Banca europea per gli investimenti

Banca europea per gli investimenti Banca europea per gli investimenti La banca dell UE Nuove opportunita di crescita per le imprese orientate all innovazione Le linee di credito dedicate alle PMI e alle Midcap Anna Fusari 17 luglio 2013

Dettagli