MATERIALI E DOTAZIONI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MATERIALI E DOTAZIONI"

Transcript

1 Pagina 1 di 5 MATERIALI E DOTAZIONI Rev. Data Redazione Verificato Approvato 0 15/03/2012 Resp. Protocolli - S. Dami Coord inf. - S. Brogini UO Assicurazione Qualità Coord. Inf. R. Montalbano Resp. DEU F. Palumbo

2 Pagina 2 di 5 1. Scopo: definire i materiali, le dotazioni e le modalità di approvvigionamento nell UO Est. 2. Dotazioni dei PET AUSL. E' prevista, nelle sedi dei PET, una dotazione di farmaci, materiale sanitario, dispositivi medici e apparecchiature elettromedicali, funzionale all operatività quotidiana e come scorta. Ciascuna postazione ha in dotazione due registri: Un registro mensile contenente tutte le check lists che devono essere compilate quotidianamente e che deve essere recapitato in Centrale Operativa alla fine di ogni mese, debitamente compilato. Esso contiene: Check lists dello zaino da eseguire quotidianamente a cura dell'infermiere (PET medico + infermiere) o del medico (PET con solo Medico) durante il turno di mattina. Check lists dell autoveicolo di soccorso avanzato da eseguire quotidianamente a cura dell'infermiere durante il turno di mattina. Alla presente check list deve essere allegata la Prova Utente dell ECG defibrillatore. Le dotazioni munite di sigillo (set farmaci di scorta, zaino chimico, zaino materiale di scorta, kit biologico, zaino utensili, zaino infusione scorta) non devono essere controllate se il sigillo è integro, a meno che non sia necessario sostituire una dotazione in scadenza. Un registro annuale che raccoglie: Check lists dotazione della sede in doppia copia, staccabile. La verifica della dotazione della sede deve essere eseguita ogni lunedì mattina a cura dell'infermiere (PET medico + infermiere) o del medico (PET con solo Medico). L operatore sanitario provvederà alla compilazione della suddetta richiesta di reintegro sulla base della dotazione standard indicata per ciascun presidio. La suddetta richiesta deve essere staccata dal registro delle check lists ed inviata via fax ( ) in Centrale Operativa anche se la dotazione è completa, a titolo certificativo dell avvenuto controllo. Sarà cura del Medico o dell Infermiere che riceve la farmacia verificare la completezza della fornitura ed inviare via fax alla CO la ricevuta del corriere dopo aver apposto la sigla OK e la propria firma. Sarà cura del Coordinatore Responsabile del Processo Approvvigionamento Farmaci e Presidi, disporre Le problematiche eventualmente evidenziate durante l'esecuzione delle check lists, non risolvibili localmente o che compromettano l'ottimale operatività, dovranno essere sempre tempestivamente segnalate alla Centrale Operativa Dotazioni della Centrale Operativa. E' prevista, nella Centrale Operativa, una dotazione di farmaci, materiale sanitario, dispositivi medici e apparecchiature elettromedicali, funzionale all operatività quotidiana e come scorta. Per quanto riguarda

3 Pagina 3 di 5 l operatività quotidiana sono previsti 7 zaini completi (5 zaini postazioni palio + 1 zaino ASA manifestazioni + 1 zaino ASA in 1 partenza immediata per maxiemergenza) E previsto un registro annuale che raccoglie le check lists della dotazione della sede. La verifica delle dotazioni della sede deve essere eseguita ogni lunedì mattina a cura del Responsabile Acquisizione Risorse Materiali sulla base della dotazione standard indicata al fine di procedere al reintegro Sarà cura degli operatori sanitari che utilizzano il materiale reintegrarlo a fine servizio. 4. Dotazioni dei PET delle Associazioni E' prevista una dotazione di materiale sanitario funzionale all operatività quotidiana e come scorta nelle sedi. Ciascuna postazione ha in dotazione un registro annuale che raccoglie le check lists relative alle dotazioni previste per legge, che deve essere recapitato in Centrale Operativa alla fine di ogni anno, debitamente compilato. Esso deve rimanere sempre a disposizione nella sede per un eventuale consultazione da parte del Coordinatore Responsabile del Processo Approvvigionamento Farmaci e Presidi e contiene: Elenco dei materiali previsti sul mezzo di soccorso. Registro con moduli staccabili per la richiesta dei materiali, compilabili a cura del Titolare dell Autorizzazione Regionale al trasporto sanitario di soccorso e rianimazione di ciascuna Associazione o da un suo delegato, che provvederà all invio tramite fax alla Centrale Operativa ( ) ogni lunedì mattina, anche se la dotazione è completa, a titolo certificativo dell avvenuto controllo. Sarà cura del Responsabile che riceve la farmacia verificare la completezza della fornitura ed inviare via fax alla CO la ricevuta del corriere dopo aver apposto la sigla OK e la propria firma. Sarà cura del Coordinatore Responsabile del Processo Approvvigionamento Farmaci e Presidi disporre 5. Dotazioni Sedi di Guardia Medica E' prevista una dotazione di materiale sanitario funzionale all operatività quotidiana e come scorta nelle sedi. Ciascuna postazione ha in dotazione un registro annuale che raccoglie le check lists relative alle dotazioni previste per legge, che deve essere recapitato in Centrale Operativa alla fine di ogni anno, debitamente compilato. Esso deve rimanere sempre a disposizione nella sede per un eventuale consultazione da parte del Coordinatore Responsabile del Processo Approvvigionamento Farmaci e Presidi e contiene: Elenco dei materiali previsti nella Sede Registro con moduli staccabili per la richiesta dei materiali, compilabili a cura del Responsabile della Sede o da un suo delegato, che provvederà all invio tramite fax alla Centrale Operativa ( ) nella prima settimana del mese, anche se la dotazione è completa, a titolo certificativo dell avvenuto controllo.

4 Pagina 4 di 5 Sarà cura del Medico che riceve la farmacia verificare la completezza della fornitura ed inviare via fax alla CO la ricevuta del corriere dopo aver apposto la sigla OK e la propria firma. Sarà cura del Coordinatore Responsabile del Processo Approvvigionamento Farmaci e Presidi disporre 6. Dotazione di sostanze psicotrope: La farmacia ospedaliera fornisce i medicinali ad azione stupefacente e psicotropa al Responsabile della Centrale Operativa e/o a suoi delegati, con le modalità già in utilizzo per i Reparti dei Presidi Ospedalieri e per le Strutture Sanitarie Territoriali. Secondo quanto definito dalla normativa, il Dirigente Medico Responsabile dell UO EST ha la responsabilità della corrispondenza tra la giacenza fisica e quella contabile dei prodotti stessi, mentre il responsabile dell'assistenza Infermieristica è incaricato della buona conservazione presso la CO sia della giacenza che del registro stesso, distribuito anch'esso dalla farmacia interna (decreto 3 agosto 2001). 6.1 Custodia dei Medicinali Stupefacenti Presso la Centrale Operativa e i Pronto Soccorso di Nottola e Campostaggia avviene la presa in carico e la custodia di tali medicinali (in cassaforte o armadio chiuso a chiave). Presso ogni PET insieme ai medicinali, sarà custodito con le adeguate precauzioni, un registro ( Registro per annotazione delle movimentazioni di medicinali stupefacenti e psicotropi per uso professionale urgente ) sul quale il Medico in turno provvederà alla presa in carico dei medicinali in questione e ad annotare le eventuali somministrazioni. Il medico che ha effettuato la somministrazione, quando la giacenza residua risulta pari a 5 fiale è tenuto a darne comunicazione alla centrale operativa, ai fini del successivo rifornimento. Il dirigente medico del Servizio 118, anche a mezzo di delegati, si occupa di verificare periodicamente la corretta tenuta dei registri. I farmacisti dirigenti membri dei Comitati Tecnici Zonali per la Vigilanza e Controllo ex L.R. 25/2001 sono tenuti alla verifica dell'intero processo attraverso ispezioni periodiche effettuate congiuntamente al Responsabile del Servizio 118 o suo delegato. 6.1 Modalità di approvvigionamento. La Centrale Operativa eroga i medicinali occorrenti ai PET della zona senese e rifornisce la giacenza del Pronto Soccorso di Nottola e Campostaggia destinata rispettivamente al rifornimento dei PET della zona Valdichiana-Amiata e Valdelsa. Il coordinatore infermieristico del PS di Campostaggia ed il coordinatore infermieristico di Nottola custodiscono la giacenza destinata ai PET rispettivamente di Valdelsa e Valdichiana-Amiata con apposito registro di carico e scarico. Sarà cura dei singoli PET provvedere all approvvigionamento in orario di servizio dei suddetti coordinatori.

5 MATERIALI E DOTAZIONI 7.0 Allegati: Modulo di richiesta medicinali stupefacenti Pagina 5 di 5

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI Direttore UOC Farmacia Ospedaliera e Territoriale Dott.ssa E. Giordani

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI Direttore UOC Farmacia Ospedaliera e Territoriale Dott.ssa E. Giordani REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI Direttore UOC Farmacia Ospedaliera e Territoriale Dott.ssa E. Giordani CHECK LIST AUTOCONTROLLO MAGAZZINO FARMACIA Allegato n. 2 Procedura Audit Armadio

Dettagli

Il ministro della Sanità

Il ministro della Sanità Decreto ministeriale 15 febbraio 1996 Gazzetta Ufficiale 23 febbraio 1996, n. 45 Approvazione della modulistica per il controllo del movimento delle sostanze stupefacenti e psicotrope tra le farmacie interne

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SANITÀ

IL MINISTRO DELLA SANITÀ Testo aggiornato al 15 dicembre 2005 Decreto ministeriale 15 febbraio 1996 Gazzetta Ufficiale 23 febbraio 1996, n. 45 Approvazione della modulistica per il controllo del movimento delle sostanze stupefacenti

Dettagli

Approvazione del registro di carico e scarico delle sostanze stupefacenti e psicotrope per le unità operative.

Approvazione del registro di carico e scarico delle sostanze stupefacenti e psicotrope per le unità operative. Ministero della Sanità Decreto ministeriale 03.08.2001 (Gazzetta Ufficiale 3 settembre 2001, n. 204) Approvazione del registro di carico e scarico delle sostanze stupefacenti e psicotrope per le unità

Dettagli

Procedura per la verifica della regolarità del servizio di lavanolo

Procedura per la verifica della regolarità del servizio di lavanolo Pagina 1 di 10 Referenti del documento responsabili della revisione: Elisabetta Sensoli Stefania Travaglia Cristiana Coutoupidis AUTORIZZAZIONI REV. DATA REDATTO VERIFICATO APPROVATO 0 17.05.2012 U.O.

Dettagli

POIA n. 04 PROTOCOLLO INTERAZIENDALE ACCERTAMENTO DEL TASSO ALCOOLEMICO IN PRONTO SOCCORSO

POIA n. 04 PROTOCOLLO INTERAZIENDALE ACCERTAMENTO DEL TASSO ALCOOLEMICO IN PRONTO SOCCORSO Pagina 1 di 8 Revisione Data Causale 0 20/07/2009 Prima stesura 1 Recepimento nuovo format aziendale Fasi Funzioni Firma Data Resp. UO PS Nottola USL 7 Redazione Resp. UF Laboratorio AOUS Verifica Approvazione

Dettagli

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE BASILICATA - ASM - SERVIZIO ASSISTENZA ISTRUZIONE OPERATIVA. Cod. IOSAS012000

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE BASILICATA - ASM - SERVIZIO ASSISTENZA ISTRUZIONE OPERATIVA. Cod. IOSAS012000 SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE BASILICATA - ASM - SERVIZIO ASSISTENZA ISTRUZIONE OPERATIVA Cod. IOSAS012000 Elenco emissioni/approvazioni/revisioni Rev. 0.0 Data 14/05/2010 Autorizzazioni Redazione

Dettagli

POLICLINICO UNIVERSITARIO A. GEMELLI

POLICLINICO UNIVERSITARIO A. GEMELLI Pag. 1 di 6 Stupefacenti e delle Sostanze Psicotrope nei NOME DATA FIRMA Farmacista Dirigente Dott. G. Viora Redatto da: Verificato da: Approvato da: Farmacista Dirigente Dott. B. Bolletta Farmacista Specializzanda:

Dettagli

PPDS01 Procedura di Presidio per la gestione delle emergenze cliniche p.o. Pescia SS. Cosma e Damiano e struttura Ex- Filanda

PPDS01 Procedura di Presidio per la gestione delle emergenze cliniche p.o. Pescia SS. Cosma e Damiano e struttura Ex- Filanda emergenze cliniche p.o. Pescia SS. Cosma e Damiano e struttura Ex- REV. DATA AUTORIZZAZIONI REDATTO VERIFICATO APPROVATO 0 26.06.2001 Dott. Luca Rosso Dott. Giovanni Brunelleschi Resp. Sistema Qualità

Dettagli

Premessa. Responsabilità La responsabilità associata alla gestione della presente procedura è precisata nella Tabella 1 ( allegato 1)

Premessa. Responsabilità La responsabilità associata alla gestione della presente procedura è precisata nella Tabella 1 ( allegato 1) Premessa La somministrazione inappropriata endovenosa di sali di Potassio può comportare grave rischio per il paziente ed è una delle principali cause di incidenti ad effetto letale nelle unità operative

Dettagli

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI Direttore UOC Farmacia Ospedaliera e Territoriale Dott.ssa E. Giordani

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI Direttore UOC Farmacia Ospedaliera e Territoriale Dott.ssa E. Giordani REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI Direttore UOC Farmacia Ospedaliera e Territoriale Dott.ssa E. Giordani CHECK LIST AUDIT ARMADI FARMACEUTICI UU.OO. Allegato n. 1 Procedura Audit Armadio

Dettagli

DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE AREA DI COORDINAMENTO SISTEMA SANITARIO REGIONALE

DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE AREA DI COORDINAMENTO SISTEMA SANITARIO REGIONALE REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE AREA DI COORDINAMENTO SISTEMA SANITARIO REGIONALE SETTORE PROGRAMMAZIONE E ORGANIZZAZIONE DELLE CURE Il Dirigente Responsabile:

Dettagli

Profilassi antibiotica in chirurgia La gestione del processo: dalla prescrizione alla verifica

Profilassi antibiotica in chirurgia La gestione del processo: dalla prescrizione alla verifica Profilassi antibiotica in chirurgia La gestione del processo: dalla prescrizione alla verifica Vicenza, 27 Febbraio 2009 Giovanna Scroccaro Dipartimento di Farmacia Azienda Ospedaliera di Verona Strategie

Dettagli

Modalità di identificazione del paziente International Patient Safety Goals IPSG IPSG. 1 Accuratezza della identificazione del paziente

Modalità di identificazione del paziente International Patient Safety Goals IPSG IPSG. 1 Accuratezza della identificazione del paziente 1 di 6 LISTA DI DISTRIBUZIONE Direttori Presidi Ospedalieri Direttori di Dipartimento Servizio Infermieristico Direttori UU.OO. Coordinatori Infermieristici UU.OO. Rev. Data Causale Redazione Verifica

Dettagli

Dipartimento del Farmaco

Dipartimento del Farmaco Dipartimento del Farmaco U. O. C. di Farmaceutica Ospedaliera VERBALE DI VERIFICA DEGLI ARMADI DI REPARTO (in collaborazione con la Direzione Sanitaria di Presidio, per valutare la corretta tenuta dei

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE AZIENDE SANITARIE

SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE AZIENDE SANITARIE SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE AZIENDE SANITARIE Manutenzione Attrezzature e Veicoli Favorisce la pianificazione e la registrazione delle attività di manutenzione delle attrezzature e dei veicoli.

Dettagli

SIMT-POS 037 Rev. 2 GESTIONE MAGAZZINO

SIMT-POS 037 Rev. 2 GESTIONE MAGAZZINO S.I.M.T. Viterbo Direttore Dr.ssa Tiziana iscaldati SIMT-POS 037 ev.21 1 Data: Prima Stesura ev.1 ev. 2 edattori: Gasbarri, De Angelis, izzo 30-09-2014 14-10-2016 14-12-2016 SIMT-POS 037 ev. 2 GESTIONE

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DEI PRODOTTI MEDICINALI SPERIMENTALI

PROCEDURA PER LA GESTIONE DEI PRODOTTI MEDICINALI SPERIMENTALI Modello 8 FARMACIA OSPEDALIERA PROCEDURA PER LA GESTIONE DEI PRODOTTI MEDICINALI SPERIMENTALI NORMATIVA DI RIFERIMENTO D.M. 27 aprile 1992 - Disposizioni sulle documentazioni tecniche da presentare a corredo

Dettagli

GESTIONE FARMACI E MATERIALE SANITARIO

GESTIONE FARMACI E MATERIALE SANITARIO Ogni struttura sanitaria complessa deve disporre di spazi/locali per la ricezione, l immagazzinamento e la distribuzione dei farmaci, dei presidi medico-chirurgici e sanitari, del materiale di medicazione

Dettagli

IISS E. Bona. Copia controllata

IISS E. Bona. Copia controllata Pagina 1 di 6 Copia controllata 1. Scopo e Campo di Applicazione La presente procedura stabilisce le responsabilità e le modalità per l efficace gestione delle non conformità riscontrate durante la progettazione,

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II VERBALE D'ISPEZIONE DI ARMADI FARMACEUTICI DI REPARTO VERIFICA REQUISITI STRUTTURALI E STRUMENTALI

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II VERBALE D'ISPEZIONE DI ARMADI FARMACEUTICI DI REPARTO VERIFICA REQUISITI STRUTTURALI E STRUMENTALI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II VERBALE D'ISPEZIONE DI ARMADI FARMACEUTICI DI REPARTO REPARTO/SERVIZIO/DIVISIONE CENTRO DI COSTO RESPONSABILE CAPOSALA/COORDINATORE INFERMIERISTICO UBICAZIONE

Dettagli

STATO DI APPROVAZIONE FIRMA DATA ELENCO DELLE REVISIONI. Servizio di FARMACIA OSPEDALIERA Codice MQ_SFO-All_7. Revisione 04

STATO DI APPROVAZIONE FIRMA DATA ELENCO DELLE REVISIONI. Servizio di FARMACIA OSPEDALIERA Codice MQ_SFO-All_7. Revisione 04 STATO DI APPROVAZIONE FIRMA DATA PREPARATO VERIFICATO Gruppo Accreditamento Istituzionale Servizio 14/07/08 APPROVATO Direttore Servizio 14/07/08 ELENCO DELLE REVISIONI REVISIONE DATA MOTIVO DELLA REVISIONE

Dettagli

LISTA DI RISCONTRO PER GLI AUDIT INTERNI

LISTA DI RISCONTRO PER GLI AUDIT INTERNI INTEGRATI QUALITA E SICUREZZA Data: Unità Operativa: Cognome e Nome Auditor Firma Personale contattato: Cognome e Nome Ruolo Area/ processi auditati: Considerazioni Complessive Pagina 1 di 9 Modalità di

Dettagli

A. S. L. Verbale di ispezione art. 127 T U LL SS - R. D. 27-7-1934, n. 1265 art. 50 R. D. 30-9-1938, n. 1706. Farmacia: ubicata in via

A. S. L. Verbale di ispezione art. 127 T U LL SS - R. D. 27-7-1934, n. 1265 art. 50 R. D. 30-9-1938, n. 1706. Farmacia: ubicata in via A. S. L. Verbale di ispezione art. 127 T U LL SS - R. D. 27-7-1934, n. 1265 art. 50 R. D. 30-9-1938, n. 1706 Farmacia: ubicata in via Titolare/Gestore Provvisorio/Direttore nato il cognome e nome; se società:

Dettagli

Requisiti organizzativi

Requisiti organizzativi giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1080 del 17 aprile 2007 pag. 1/5 REQUISITI PER L AUTORIZZAZIONE ALL'ESERCIZIO AI SENSI DELLA L.R. 22/02 Attività di Trasporto con Ambulanza (con esclusione

Dettagli

ASSISTENZA AL MEDICO ASSISTENZA AL MEDICO

ASSISTENZA AL MEDICO ASSISTENZA AL MEDICO Corso per Operatori P.S.T.I. della CROCE ROSSA ITALIANA ASSISTENZA AL MEDICO ASSISTENZA AL MEDICO I RUOLI AMBULANZA Valutazione e trattamento alterazione parametri vitali base (coscienza, respiro circolo)

Dettagli

REGOLAMENTO SUL REGISTRO DELLE IMPRESE CAPOGRUPPO

REGOLAMENTO SUL REGISTRO DELLE IMPRESE CAPOGRUPPO REGOLAMENTO SUL REGISTRO DELLE IMPRESE CAPOGRUPPO anno 2014/ numero 03 (Testo consolidato al 01/01/2015 Aggiornamento I) 1 Art. 1 Definizioni 1. Ai sensi del presente regolamento si intendono per: a) Banca

Dettagli

SORVEGLIANZA CONTINUATIVA ED ASSISTENZA PERSONALIZZATA

SORVEGLIANZA CONTINUATIVA ED ASSISTENZA PERSONALIZZATA COMPLESSO OSPEDALIERO BELCOLLE SORVEGLIANZA CONTINUATIVA ED ASSISTENZA PERSONALIZZATA I S T R U Z I O N I O P E R A T I V E Data Rev. Redatto Verificato e Approvato 18.02.2008 0 28.10.2013 1 Roberta Giustini

Dettagli

PDDEU n. 02. N. Rev. Data Motivo della revisione Redatto Verificato Approvato. Resp. U.O. Pronto Soccorso di Campostaggia. Responsabile PS Nottola

PDDEU n. 02. N. Rev. Data Motivo della revisione Redatto Verificato Approvato. Resp. U.O. Pronto Soccorso di Campostaggia. Responsabile PS Nottola Pagina 1 di 10 PDDEU n. 02 INSERIMENTO DI PERSONALE MEDICO DI N. Rev. Data Motivo della revisione Redatto Verificato Approvato 0 01/02/11 Aggiornamento della precedente procedura Resp. U.O. Pronto Soccorso

Dettagli

GSF02 PROCEDURA GFS DATA REVISIONE FIRMA. DATA VERIFICA e APPROVAZIONE FIRMA PROCEDURA GFS GESTIONE FARMACI SPERIMENTALI. Data di emissione.

GSF02 PROCEDURA GFS DATA REVISIONE FIRMA. DATA VERIFICA e APPROVAZIONE FIRMA PROCEDURA GFS GESTIONE FARMACI SPERIMENTALI. Data di emissione. Pagina 1 di 11 Documento Codice documento GSF02 DATA REVISIONE FIRMA DATA VERIFICA e APPROVAZIONE FIRMA Pagina 2 di 11 1. Generalità Errore. Il segnalibro non è definito. 1.1 Scopo e campo di applicazione

Dettagli

ARCICONFRATERNITA DI MISERICORDIA

ARCICONFRATERNITA DI MISERICORDIA Siena 06 febbraio 2007 Alla c.a. Tutti gli autisti dipendenti e volontari Tutti i soccorritori Oggetto: organizzazione del servizio di trasporto sanitario e sociale La presente comunicazione annulla e

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO E LA GESTIONE DEGLI AUTOMEZZI IN DOTAZIONE ALLA GHELAS MULTISERVIZI S.p.A.

REGOLAMENTO PER L USO E LA GESTIONE DEGLI AUTOMEZZI IN DOTAZIONE ALLA GHELAS MULTISERVIZI S.p.A. REGOLAMENTO PER L USO E LA GESTIONE DEGLI AUTOMEZZI IN DOTAZIONE ALLA GHELAS MULTISERVIZI S.p.A. Aricolo 1 Ambito di applicazione 1. Il presente regolamento disciplina l utilizzo e la gestione degli automezzi

Dettagli

IL REGISTRO OPERATORIO

IL REGISTRO OPERATORIO Pag. 1 di 5 rev. n. Data Causale modifica Redatto da: Approvato da: Validato da: 0 31/12/2010 Prima redazione Direzione Sanitaria di Presidio Responsabili UO chirurgiche, Coordinatori Anestesisti CO e

Dettagli

PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO REPARTO DI PEDIATRIA D URGENZA

PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO REPARTO DI PEDIATRIA D URGENZA Pr Dipartimento di Pediatria PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO REPARTO DI PEDIATRIA D URGENZA SOMMARIO 1.0 SCOPO...2 2.0 CAMPO DI APPLICAZIONE...2 3.0 RIFERIMENTI...2 4.0 RESPONSABILITA...3 5.0 MODALITA...4 5.1

Dettagli

Cloruro Di Potassio 27/05/2005 (Livello 2)

Cloruro Di Potassio 27/05/2005 (Livello 2) Cloruro Di Potassio 27/05/2005 (Livello 2) Ministero Della Salute Raccomandazioni Sul Corretto Utilizzo Delle Soluzioni Concentrate di Cloruro di Potassio E Altre Soluzioni Concentrate con Potassio Documento

Dettagli

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE TRAPANI

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE TRAPANI SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE TRAPANI VERBALE DI ISPEZIONE DELLA FARMACIA: L anno. il giorno. del mese di alle ore. nel comune di.. provincia di Trapani.

Dettagli

Corso di formazione sul campo. I Beta tester e la gestione dei controlli di sicurezza sul lavoro

Corso di formazione sul campo. I Beta tester e la gestione dei controlli di sicurezza sul lavoro AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA (D.Lgs. n. 517/1999 - Art. 3 L.R.Veneto n. 18/2009) SERVIZIO PREVENZIONE PROTEZIONE Direttore Dr. Claudio Soave Sede di Borgo Roma Strada Le Grazie, 8-37134

Dettagli

UTILIZZO DI UNA CHECK LIST PER VERIFICARE LA CORRETTA GESTIONE DEI FARMACI IN OSPEDALE E NEL TERRITORIO. U.O.C. Farmacia Ospedaliera Monselice (PD)

UTILIZZO DI UNA CHECK LIST PER VERIFICARE LA CORRETTA GESTIONE DEI FARMACI IN OSPEDALE E NEL TERRITORIO. U.O.C. Farmacia Ospedaliera Monselice (PD) UTILIZZO DI UNA CHECK LIST PER VERIFICARE LA CORRETTA GESTIONE DEI FARMACI IN OSPEDALE E NEL TERRITORIO R. Congedo M. Cogo P. Bollettin A. Amato U.O.C. Farmacia Ospedaliera Monselice (PD) Dal 2005 PROCEDURA

Dettagli

FINALITÀ, ORGANIGRAMMA, FUNZIONI DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA URGENZA FINALITÀ, ORGANIGRAMMA, FUNZIONI DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA URGENZA

FINALITÀ, ORGANIGRAMMA, FUNZIONI DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA URGENZA FINALITÀ, ORGANIGRAMMA, FUNZIONI DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA URGENZA Pagina 1 di 5 FINALITÀ, ORGANIGRAMMA, FUNZIONI DEL N. Revisione Data Motivo della revisione Redatto Verificato Approvato 0 20/03/2013 Direttore Dipartimento Emergenza Urgenza Ufficio Processi e Accreditamento

Dettagli

PROCEDURA GESTIONE FARMACI AD ALTO RISCHIO

PROCEDURA GESTIONE FARMACI AD ALTO RISCHIO Dipartimento del Ed. 0 Rev. 00 originale copia controllata copia non controllata bozza N. distribuzione interna a cura del RQ La presente procedura definisce le modalità di approvvigionamento, stoccaggio,

Dettagli

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione dei fondi economali

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione dei fondi economali Raccolta Regolamenti ARPAV n. 41 Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione dei fondi economali Approvato con deliberazione del DG n. 284 del 19.12.2014

Dettagli

Sistema di gestione per la Qualità Carta dei servizi

Sistema di gestione per la Qualità Carta dei servizi PRONTO SOCCORSO EMERGENZA URGENZA CARTA DEI SERVIZI Struttura Unità operativa Sistema di gestione per la Qualità Carta dei servizi Ospedale di Agordo PRONTO SOCCORSO DR. PAOLO FAVI Direttore Documento

Dettagli

REGISTRO DEI CONTROLLI ANTINCENDIO

REGISTRO DEI CONTROLLI ANTINCENDIO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SCUOLA COMUNE DI PREMESSA L art. 5 del D.P.R. 37/98 obbliga i responsabili di attività soggette ai controlli di prevenzione incendi a mantenere in stato di efficienza i sistemi,

Dettagli

SCELTA ED ASSEGNAZIONE DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALI

SCELTA ED ASSEGNAZIONE DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALI Proc. Pagina 1 di 7 Rev. Data Motivazione della Redazione Verifica Approvazio revisione ne 0 24/10/2012 RSPP Proc. Pagina 2 di 7 INDICE 1 SCOPO...3 2 CAMPO DI APPLICAZIONE...3 3 RIFERIMENTI...3 4 DEFINIZIONI...3

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DEL SERVIZIO FARMACIE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DEL SERVIZIO FARMACIE COMUNALI COMUNE DI CITTA DI CASTELLO REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DEL SERVIZIO FARMACIE COMUNALI Approvato con atto di G.C. n 637 del 27/11/2000 Pagina 1 di 6 INDICE Art. 1 pag.3 Art. 2 pag.3

Dettagli

PA Modalità operative in caso di sciopero

PA Modalità operative in caso di sciopero Rev. n. 1 Procedura Aziendale Modalità operative in caso di sciopero 14/09/2012 Pag. 1 di 4 CENTRO DIREZIONALE PA Modalità operative in caso di sciopero N. Revisione Data Motivo della revisione Redatto

Dettagli

RICHIESTE DI AUTORIZZAZIONE ALLA LIBERA PROFESSIONE

RICHIESTE DI AUTORIZZAZIONE ALLA LIBERA PROFESSIONE PROCEDURA GESTIONALE AZIENDALE RICHIESTE DI AUTORIZZAZIONE ALLA LIBERA PROFESSIONE Cod.: PGA.LP.1 Pagina 1 di 5 INDICE 1. PROSPETTO DELLE REVISIONI 2. ELENCO DEI DESTINATARI 3. SCOPO 4. CAMPO DI APPLICAZIONE

Dettagli

TIPOLOGIE DI MODELLI DI RICETTA

TIPOLOGIE DI MODELLI DI RICETTA La ricetta veterinaria Ricetta Veterinaria La prima normativa che regola la materia è del 1992 e prevede la suddivisione degli animali in due categorie: Animali da reddito (DPA) Animali da compagnia (non

Dettagli

POs GESTIONE MAGAZZINO FARMACEUTICO (S.C.FARMACIA) INDICE VERIFICATO APPROVATO APPROVATO RESPONSABILE STRUTTURA EMITTENTE STATO DI AGGIORNAMENTO

POs GESTIONE MAGAZZINO FARMACEUTICO (S.C.FARMACIA) INDICE VERIFICATO APPROVATO APPROVATO RESPONSABILE STRUTTURA EMITTENTE STATO DI AGGIORNAMENTO INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. TERMINI E ABBREVIAZIONI 4. RESPONSABILITA 5. MODALITA ESECUTIVE 6. DOCUMENTI AZIENDALI DI RIFERIMENTO 7. RIFERIMENTI NORMATIVI /SCIENTIFICI 8. ARCHIVIAZIONE

Dettagli

M a n s i o n a r i o

M a n s i o n a r i o Provincia Italiana dei Preti del Sacro Cuore di Gesù di Betharram Padri Betharramiti Casa Famiglia VILLA DEL PINO M a n s i o n a r i o Gli Infermieri Professionali : Mansioni L assistenza infermieristica

Dettagli

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI Direttore UOC Politiche del Farmaco e dei Dispositivi Medici Dott.ssa E.

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI Direttore UOC Politiche del Farmaco e dei Dispositivi Medici Dott.ssa E. REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI Direttore UOC Politiche del Farmaco e dei Dispositivi Medici Dott.ssa E. Giordani PROCEDURA AUDIT ARMADIO FARMACEUTICO DI REPARTO Rev. 0 Del 22/02/2017

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura U.D. Revisione contabile e conservazione dei provvedimenti di autorizzazione Manuale Procedimentale per i Centri di servizio convenzionati L.R.25/2003 (come modif.dalla L.R.43 del 12/05/2005) Interventi

Dettagli

PROCEDURA DI DISTRIBUZIONE/RACCOLTA DELLA BIANCHERIA NELLE UU.OO. A.O.R. SAN CARLO

PROCEDURA DI DISTRIBUZIONE/RACCOLTA DELLA BIANCHERIA NELLE UU.OO. A.O.R. SAN CARLO DIPARTIMENTO DI DIREZIONE SANITARIA SSD IGIENE OSPEDALIERA PROCEDURA DI DISTRIBUZIONE/RACCOLTA DELLA BIANCHERIA NELLE UU.OO. A.O.R. SAN CARLO SSD Igiene Ospedaliera Direzione Sanitaria Servizio Infermieristico

Dettagli

Dipartimento Interaziendale Farmaceutico UO Farmacia Ospedaliera. La gestione delle segnalazione di reazione avversa (ADR) a farmaco

Dipartimento Interaziendale Farmaceutico UO Farmacia Ospedaliera. La gestione delle segnalazione di reazione avversa (ADR) a farmaco Pag. 1/6 La gestione delle segnalazione di reazione avversa (ADR) a farmaco 1. Lista di distribuzione...1 2. Emissione...1 3. Scopo...1 4. Campo di applicazione...1 5. Riferimenti...2 6. Definizioni...2

Dettagli

PROCEDURA GP GP 00. DATA REDAZIONE FIRMA Nome e Cognome. DATA VERIFICA FIRMA Nome e Cognome. DATA APPROVAZIONE FIRMA Nome e Cognome

PROCEDURA GP GP 00. DATA REDAZIONE FIRMA Nome e Cognome. DATA VERIFICA FIRMA Nome e Cognome. DATA APPROVAZIONE FIRMA Nome e Cognome Pagina 1 di 10 Documento Codice documento GP 00 DATA REDAZIONE FIRMA Nome e Cognome DATA VERIFICA FIRMA Nome e Cognome DATA APPROVAZIONE FIRMA Nome e Cognome Pagina 2 di 10 1. Generalità... 3 1.1 Scopo

Dettagli

GUIDA RAPIDA PER TARGATURA IMPIANTI TERMICI

GUIDA RAPIDA PER TARGATURA IMPIANTI TERMICI art.14 del Regolamento regionale n. 3/2016 e s.m.i. "Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici" GUIDA RAPIDA PER TARGATURA IMPIANTI TERMICI

Dettagli

GESTIONE DEGLI STUPEFACENTI NELLE UNITÀ OPERATIVE

GESTIONE DEGLI STUPEFACENTI NELLE UNITÀ OPERATIVE Pagina 1 di 16 GESTIONE DEGLI STUPEFACENTI NELLE UNITÀ OPERATIVE Causale Revisione N Data modifica 0 27/09/2012 Adattamento al modello Procedure Ospedaliere Aziendali (del. 600/09) Redatto da Approvato

Dettagli

Dipartimento farmaceutico Interaziendale. Gestione degli stupefacenti e della loro movimentazione nelle UU.OO. Azienda Ospedaliero Universitaria

Dipartimento farmaceutico Interaziendale. Gestione degli stupefacenti e della loro movimentazione nelle UU.OO. Azienda Ospedaliero Universitaria Pag. 1/9 Gestione degli stupefacenti e della loro movimentazione nelle UU.OO. Azienda Ospedaliero Universitaria 1. Lista di distribuzione...1 2. Emissione...2 3. Scopo...2 4. Campo di applicazione...2

Dettagli

REGIONE LAZIO AZIENDA SANITARIA LOCALE VITERBO DIREZIONE SANITARIA. ACQUAPENDENTE e CIVITA CASTELLANA - PROCEDURE -

REGIONE LAZIO AZIENDA SANITARIA LOCALE VITERBO DIREZIONE SANITARIA. ACQUAPENDENTE e CIVITA CASTELLANA - PROCEDURE - REGIONE LAZIO AZIENDA SANITARIA LOCALE VITERBO DIREZIONE SANITARIA ACQUAPENDENTE e CIVITA CASTELLANA RILASCIO COPIA DELLA CARTELLA CLINICA E ALTRA DOCUMENTAZIONE SANITARIA - PROCEDURE - REV. DATA REDATTO

Dettagli

Accesso alla prestazione. Esami microbiologici UTENTI ESTERNI

Accesso alla prestazione. Esami microbiologici UTENTI ESTERNI UTENTI ESTERNI Accesso alla prestazione ORARIO ATTIVITA UO: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 19.00 sabato dalle ore 8.00 alle ore 16.00 domenica e giorni festivi dalle ore 8.00 alle ore 13.00

Dettagli

OSPEDALIZZAZIONE DOMICIALIARE: PERCORSO AGEVOLATO E PROTETTO AI SERVIZI OSPEDALIERI PER PAZIENTI SEGUITI A DOMICILIO OSPEDALIZZAZIONE DOMICILIARE:

OSPEDALIZZAZIONE DOMICIALIARE: PERCORSO AGEVOLATO E PROTETTO AI SERVIZI OSPEDALIERI PER PAZIENTI SEGUITI A DOMICILIO OSPEDALIZZAZIONE DOMICILIARE: Pagina 1 di 7 OSPEDALIZZAZIONE DOMICILIARE: REV. DATA Redatto da: Emesso da: Approvato da: 0 28.10.2011 Gruppo interdisciplinare aziendale Staff Direzione Sanitaria Direttore Sanitario Firma Firma Pagina

Dettagli

ISTRUZIONE AZIENDALE. "LAVANOLO" (Biancheria piana sagomata e materasseria) Pago I di 71 LA. 31

ISTRUZIONE AZIENDALE. LAVANOLO (Biancheria piana sagomata e materasseria) Pago I di 71 LA. 31 I.A.31 Az. Osp. Univo Rev.OO "LAVANOLO" Pago I di 71 LA. 31 "LAVANOLO" FASI NOME FUNZIO~E DATA FIRMA Coord. infermo re ferente RED.\TTA CI. G. Gaspari fi,5,01. ~13 u.o. Assist. Infermieristica 'VERIFICATA

Dettagli

Comando Provinciale Vigili del Fuoco F I R E N Z E U.O. Soccorso Pubblico e Tecnico Urgente

Comando Provinciale Vigili del Fuoco F I R E N Z E U.O. Soccorso Pubblico e Tecnico Urgente DISPOSIZIONE DI SERVIZIO Oggetto: Nucleo Autorimessa Provinciale Con D.d.S. n. 51 del 09/07/2012 è stata istituita, presso il distaccamento di Firenze Ovest, l officina provinciale per la riparazione degli

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA PER MANUTENZIONI E VERIFICHE PERIODICHE DELLE APPARECCHIATURE BIOMEDICALI

ISTRUZIONE OPERATIVA PER MANUTENZIONI E VERIFICHE PERIODICHE DELLE APPARECCHIATURE BIOMEDICALI Rev. 0 del 15/02/2011 Pagina 1 di 12 Istruzione Operativa ISTRUZIONE OPERATIVA PER MANUTENZIONI E VERIFICHE PERIODICHE DELLE APPARECCHIATURE BIOMEDICALI Adottata dall Azienda USL 3 di Pistoia a far data

Dettagli

Responsabilità Operative. Responsabilità Decisionali O O O O O

Responsabilità Operative. Responsabilità Decisionali O O O O O Pag.1 di 3 1. Oggetto e scopo Uniformare le modalità di intervento ed esecuzione del lavoro da parte di tutto il personale dell U.O. di Terapia intensiva di I e II livello, che effettua i trasporti. La

Dettagli

Operatore dei sistemi e dei servizi logistici. Standard della Figura nazionale

Operatore dei sistemi e dei servizi logistici. Standard della Figura nazionale Operatore dei sistemi e dei servizi logistici Standard della Figura nazionale Denominazione della figura professionale OPERATORE DEI SISTEMI E DEI SERVIZI LOGISTICI Referenziazioni della figura Professioni

Dettagli

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE BASILICATA - ASM - SERVIZIO ASSISTENZA

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE BASILICATA - ASM - SERVIZIO ASSISTENZA SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE BASILICATA - ASM - SERVIZIO ASSISTENZA FUNZIONAMENTO - PROVA UTENTE - CONTROLLO DELLA DEFIBRILLAZIONE CON PIASTRE STANDARD E IN USO PRESSO LE BASI DI ELISOCCORSO DI

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 52 del 4 novembre 2011 Obbligo di comunicazione dell indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) al Registro delle imprese INDICE 1 Premessa... 2 2 Sistema

Dettagli

PROCEDURA PER L UTILIZZO DELLE SOLUZIONI CONCENTRATE CONTENENTI POTASSIO

PROCEDURA PER L UTILIZZO DELLE SOLUZIONI CONCENTRATE CONTENENTI POTASSIO PROCEDURA PER L UTILIZZO DELLE SOLUZIONI CONCENTRATE CONTENENTI POTASSIO PR-ACQ-01_ Doc Pagina 1 di Revisione Data Oggetto della revisione Prima emissione Giugno 2008 Firma data Redazione Dr.ssa A. Brunetti

Dettagli

GESTIONE DELLE SOSTANZE STUPEFACENTI E PSICOTROPE S.C.Servizio di Farmacia

GESTIONE DELLE SOSTANZE STUPEFACENTI E PSICOTROPE S.C.Servizio di Farmacia Pagina 1 di 13. INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. TERMINI E ABBREVIAZIONI 4. RESPONSABILITA 5. MODALITA ESECUTIVE 6. DOCUMENTI AZIENDALI DI RIFERIMENTO 7. RIFERIMENTI 8. ARCHIVIAZIONE 9. INDICATORI

Dettagli

INDICE 1. CONTROLLO DELLA MERCE STOCCATA A MAGAZZINO

INDICE 1. CONTROLLO DELLA MERCE STOCCATA A MAGAZZINO Pagina 1 di 5. INDICE 1. CONTROLLO DELLA MERCE STOCCATA A MAGAZZINO 2. RESO DA REPARTO 3. SMALTIMENTO PRESSO FARMACIA 4. RIFERIMENTI 5. ALLEGATO 1. CONTROLLO DELLA MERCE STOCCATA A MAGAZZINO Scaduti L'operatore

Dettagli

Versione 0.1 Data Maggio 2012 Pag. 1/1 PROCEDURA GESTIONE DELLA DOCUMENTAZIONE SANITARIA REGISTRO OPERATORIO E VERBALE OPERATORIO REDATTA DA:

Versione 0.1 Data Maggio 2012 Pag. 1/1 PROCEDURA GESTIONE DELLA DOCUMENTAZIONE SANITARIA REGISTRO OPERATORIO E VERBALE OPERATORIO REDATTA DA: Versione 0.1 Data Maggio 2012 Pag. 1/1 REGISTRO OPERATORIO E VERBALE OPERATORIO DATA: REDATTA DA: APPROVATO DA: Dott.ssa Bellettieri Angela Pia (Responsabile Struttura Semplice Dipartimentale Qualità,

Dettagli

GESTIONE EFFETTI PERSONALI PROCEDURA. Resp. U.O. Qualità Dr. Gaetano Ferlazzo Direttore Sanitario Dr. F. Parrinello

GESTIONE EFFETTI PERSONALI PROCEDURA. Resp. U.O. Qualità Dr. Gaetano Ferlazzo Direttore Sanitario Dr. F. Parrinello Pagina 1 di 14 Rev. data Causale della modifica 00.00 28/12/2012 Stesura Redatta da Donia Maria La Malfa Vittoria Condivisa/Valutata da firmato Valutata da Approvata da Resp. U.O. Qualità Dr. Gaetano Ferlazzo

Dettagli

SISTEMA DI SOCCORSO CINOFILO REGIONALE

SISTEMA DI SOCCORSO CINOFILO REGIONALE AGENZIA REGIONALE DII PROTEZIONE CIVILE SETTORE VOLONTARIATO PROPOSTA SISTEMA DI SOCCORSO CINOFILO REGIONALE PROCEDURE PER L ATTIVAZIONE DEI MODULI A cura di: Responsabile P.O. VOLONTARIATO Cati Auro Referente

Dettagli

Allegato A DETERMINAZIONE DG N. 19/08

Allegato A DETERMINAZIONE DG N. 19/08 Allegato A DETERMINAZIONE DG N. 19/08 Procedura per l effettuazione delle attività di controllo di cui all articolo 7, comma 1 dei decreti ministeriali 20 luglio 2004 e s.m.i. e all articolo 14 dell Allegato

Dettagli

FONDAZIONE BRUNO KESSLER PROCEDURA PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI

FONDAZIONE BRUNO KESSLER PROCEDURA PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI FONDAZIONE BRUNO KESSLER PROCEDURA PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI Procedura per l acquisto di beni e servizi - 1 INDICE 1. OGGETTO E SCOPO 2. RESPONSABILITÀ 3. RICHIESTA DI ACQUISTO 4. ACCESSO ALLE INFORMAZIONI

Dettagli

Protocollo Gestione Carrello BLS-D

Protocollo Gestione Carrello BLS-D Pag.1 di 5 INDICE INDICE...1 1. SCOPO... 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3. ELENCO ACRONIMI... 2 4. RESPONSABILITA... 2 5. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ...3 5.3 RIPRISTINO DEL CARRELLO URGENZE...4 5.4 RILIEVO

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SANITÀ

IL MINISTRO DELLA SANITÀ Testo aggiornato al 15 dicembre 2005 Decreto ministeriale 1 settembre 1995 Gazzetta Ufficiale 13 ottobre 1995, n. 240 Disciplina dei rapporti tra le strutture pubbliche provviste di servizi trasfusionali

Dettagli

Procedura di gestione degli approvvigionamenti

Procedura di gestione degli approvvigionamenti Doc.PQ08 Rev. 6 Data 21/11/2011 Pagina 1 di 9 Procedura di gestione degli approvvigionamenti EMESSA DA: VERIFICATA DA: APPROVATA DA : Responsabile Ufficio Tecnico Dirigente Scolastico Dirigente Scolastico

Dettagli

UTILIZZO DEI MEDICINALI FUORI INDICAZIONE (OFF-LABEL)

UTILIZZO DEI MEDICINALI FUORI INDICAZIONE (OFF-LABEL) Azienda Ospedaliero- Universitaria Maggiore della Carità di Novara DIREZIONE SANITARIA S.C.D.O. FARMACIA DATA: 20.02.2008 REV. N 00 PAG. 1/8 UTILIZZO DEI MEDICINALI FUORI INDICAZIONE (OFF-LABEL) REDATTO

Dettagli

POID. DEU. 01 DISM 16 ESECUZIONE DI TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI ED

POID. DEU. 01 DISM 16 ESECUZIONE DI TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI ED Pagina 1 di 6 Rev. Data Motivo Revisione Redazione Verificato Approvato 3 20/07/2014 Modifica dei prospetti disponibilità servizio di Psichiatria nelle varie zone e modifica censimento del documento in

Dettagli

CITTA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO SPESE ECONOMALI

CITTA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO SPESE ECONOMALI CITTA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO SPESE ECONOMALI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 158/311/488 del 10/12/2015 Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

LA SICUREZZA IN SALA OPERATORIA

LA SICUREZZA IN SALA OPERATORIA Azienda Complesso Ospedaliero San Filippo Neri Ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione LA SICUREZZA IN SALA OPERATORIA Relatore: Marco Sereni Coordinatore Infermieristico Blocchi Operatori

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 697 del O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 697 del O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 697 del 12-10-2015 O G G E T T O Recepimento comodato d'uso gratuito della pompa infusione " CADD Legacy Duodopa Pump"

Dettagli

REGOLAMENTO ATTIVITA DI SALA OPERATORIA

REGOLAMENTO ATTIVITA DI SALA OPERATORIA REGOLAMENTO ATTIVITA DI SALA OPERATORIA 2 2 Il presente Regolamento ha il compito di disciplinare l attività nel Blocco Operatorio, migliorare l organizzazione e garantire adeguati livelli di qualità e

Dettagli

PROGETTO Riorganizzazione attività radioterapiche

PROGETTO Riorganizzazione attività radioterapiche Dipartimento ONCOLOGICO SOD/UO/Area di attività RADIOTERAPIA - Reparto Applicazioni SOMMARIO 1 CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2 RIFERIMENTI... 2 3 ABBREVIAZIONI... 2 4 ANALISI DEL CONTESTO... 2 5 PERSONALE...

Dettagli

II. SCOPO III. CAMPO DI APPLICAZIONE

II. SCOPO III. CAMPO DI APPLICAZIONE PROCEDURA GENERALE PER L INSTALLAZIONE, L ACCETTAZIONE E IL COLLAUDO DELLE APPARECCHIATURE ELETTROMEDICALI ALL INTERNO DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II I. PREMESSA Le apparecchiature

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 8 BERICA Viale F. Rodolfi n VICENZA DELIBERAZIONE. n.

Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 8 BERICA Viale F. Rodolfi n VICENZA DELIBERAZIONE. n. Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 8 BERICA Viale F. Rodolfi n. 37 36100 VICENZA DELIBERAZIONE n. 196 del 2-3-2017 O G G E T T O Servizio di supporto farmaceutico alle case di

Dettagli

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 016 Gestione effetti indesiderati gravi o incidenti gravi o near miss.

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 016 Gestione effetti indesiderati gravi o incidenti gravi o near miss. 1 Prima Stesura Redattori: Cosenza Data: 17-04-2014 1 2 1 SCOPO Lo scopo della presente procedura è specificare le responsabilità e le modalità operative da adottare per la gestione delle reazioni indesiderati

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Direzione generale della Presidenza della Regione Servizio Elettorale, Volontariato e Pari Opportunità Mod. 13 REFERENDUM POPOLARI REGIONALI 6 Maggio 2012 MODULI DA USARE

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Definizione delle informazioni da trasmettere e delle modalità per la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute e dei dati delle liquidazioni periodiche IVA di cui agli articoli 21 e 21-bis

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE Servizio Affari Legali e Amministrativi Generali delegato dal Direttore Generale dell Azienda

Dettagli

ALLEGATO B CASA DI RIPOSO CESARE BERTOLI VIA CAMPAGNOLA NOGAROLE ROCCA VR REGOLAMENTO PER LA SICUREZZA DEI DATI PERSONALI

ALLEGATO B CASA DI RIPOSO CESARE BERTOLI VIA CAMPAGNOLA NOGAROLE ROCCA VR REGOLAMENTO PER LA SICUREZZA DEI DATI PERSONALI ALLEGATO B CASA DI RIPOSO CESARE BERTOLI VIA CAMPAGNOLA 1 37060 NOGAROLE ROCCA VR REGOLAMENTO PER LA SICUREZZA DEI DATI PERSONALI 1 CASA DI RIPOSO CESARE BERTOLI - NOGAROLE ROCCA (VR) ART. 1 CAMPO DI APPLICAZIONE

Dettagli

NON USARE I TELEFONI SE NON PER ASSOLUTA URGENZA!

NON USARE I TELEFONI SE NON PER ASSOLUTA URGENZA! PIANO DI CHIAMATA IN CASO DI MAXIEMERGENZA Roma, 0/07 Rev.5/sem. A.Orelli. Tel.3387 Direttore Generale ; Direttore Amministrativo; Direttore Ingegneria ; LINEE DI ATTIVITA CENTRALINO OPERATORE CONTATTA

Dettagli

Percorso assistenziale LATTICE SAFE : : Percorso del paziente allergico al lattice in area critica

Percorso assistenziale LATTICE SAFE : : Percorso del paziente allergico al lattice in area critica Percorso assistenziale LATTICE SAFE : : Percorso del paziente allergico al lattice in area critica Terni 25.01,2008 Inf. Pronto Soccorso Broccucci Alessandro inf. Rianimazione Giorgi Federica IL LATTICE

Dettagli

PROTOCOLLO GESTIONE PALLONE AUTOESPANDIBILE AUTOCLAVABILE

PROTOCOLLO GESTIONE PALLONE AUTOESPANDIBILE AUTOCLAVABILE E.O. OSPEDALI GALLIERA - GENOVA PROTOCOLLO GESTIONE PALLONE AUTOESPANDIBILE AUTOCLAVABILE PREPARATO VERIFICATO APPROVATO ARCHIVIATO M.D. Biggio, M. Brenta, B. Bruzzone, L. Canepa, M. Lutri, L. Mariotti,

Dettagli

IL CARRELLO DELLE MAXIEMERGENZE U.O.C. C.O. 118 CASERTA DIRETTORE DR. ROBERTO MANNELLA COORD. INF. ANGELO MATALUNA

IL CARRELLO DELLE MAXIEMERGENZE U.O.C. C.O. 118 CASERTA DIRETTORE DR. ROBERTO MANNELLA COORD. INF. ANGELO MATALUNA IL CARRELLO DELLE MAXIEMERGENZE U.O.C. C.O. 118 CASERTA DIRETTORE DR. ROBERTO MANNELLA COORD. INF. ANGELO MATALUNA MODULO MAXIEMERGENZE Il Modulo Maxiemergenze è un unità logistica di intervento sanitario,

Dettagli

Il Sistema di Emergenza Sanitaria

Il Sistema di Emergenza Sanitaria Il Sistema di Emergenza Sanitaria L idea di coordinare le risorse sanitarie del territorio nasce probabilmente per i Mondiali di calcio Italia 90 a Bologna. Ma dovremo aspettare ancora qualche anno per

Dettagli

PROCEDURA PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLE POTASSIO KCL ED ALTRE SOLUZIONI CONCENTRATE CONTENENTI POTASSIO.

PROCEDURA PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLE POTASSIO KCL ED ALTRE SOLUZIONI CONCENTRATE CONTENENTI POTASSIO. PROCEDURA PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLE Rev 00 SOLUZIONI CONCENTRATE DI CLORURO DI POTASSIO KCL ED ALTRE SOLUZIONI CONCENTRATE CONTENENTI POTASSIO. ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N 792 DEL 21 DICEMBRE 2015

Dettagli

Sono presenti i Sigg.ri: Presidente Componente Componente Segretario verbalizzante

Sono presenti i Sigg.ri: Presidente Componente Componente Segretario verbalizzante VERBALE N. 2 DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE DELLA GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZIO DI TRASPORTO CON AUTOMEDICA E DI TRASPORTO CONNESSO ALL ATTIVITA DI TRAPIANTI D ORGANO (ID10SER220)

Dettagli