"QUESTA CITTÀ" Società Cooperativa Sociale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""QUESTA CITTÀ" Società Cooperativa Sociale"

Transcript

1 "QUESTA CITTÀ" Società Cooperativa Sociale Via Guardialto, Gravina in Puglia BA C. F / P. I.: ; Capitale Sociale ,00; Capitale Sociale versato ,00. Registro Imprese di Bari al nr.: ; ALBO SOCIETA COOPERATIVE: n. A del 29/03/2005; Sezione: Cooperative a Mutualità Prevalente di Diritto; Categoria: Cooperative Sociali. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AL BILANCIO D'ESERCIZIO CHIUSO AL 31/12/2012. Care Socie, cari Soci, prima di esaminare i fatti salienti dell anno che si è concluso e a delinearne le ricadute sull andamento economico e sociale della Cooperativa, consentitemi di manifestare a Fedele Toscano un sincero ringraziamento per il lavoro svolto in qualità di Presidente della Cooperativa e l augurio di conseguire uguali successi nello svolgimento del nuovo incarico di Presidente del Consorzio fra Cooperative Sociali Elpendù. A lui, al Consiglio di Amministrazione, al Collegio Sindacale, ai soci, a tutti i lavoratori della Cooperativa Sociale Questa Città, va dato il merito di aver saputo sostenere senza eccessiva angoscia il momento socio economico tra i più difficili per il nostro paese. Per quanto attiene al nostro ambito di attività, la forte crisi economica non ha consentito alla Regione Puglia di inserire nei DIEF, relativi agli anni 2009/2013, la rivalutazione delle rette secondo le variazioni ISTAT intervenute a far data dall anno successivo all entrata in vigore delle tariffe 1

2 di cui all allegato A) del Reg. Reg. 11/2008, tantomeno ha consentito che venissero rivalutate le rette per i maggiori costi del personale sostenuti per effetto del rinnovo del CCNL Sanità Privata - biennio economico 2006/009. Nonostante la congiuntura economica negativa, proseguono le iniziative rivolte alla predisposizione di nuovi servizi. Per mezzo del Consorzio Elpendù, a partire dal mese di settembre 2012 è stato avviato il progetto AL.TR.U.I.S.M. ALzheimer patient s home rehabilitation by a Virtual Personal TRainer-based UNique INformation System Monitoring, riguardante la sperimentazione di nuove tecnologie al servizio delle persone malate di Alzheimer, intervento cofinanziato dall U.E. FESR P.O. Regione Puglia Asse I Linea 1.2 Azione , su iniziativa di Eresult srl, Cnr- Istituto per la Microelettronica e i microsistemi, Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza ed Elpendù scrl. Il progetto è dedicato a persone negli stadi iniziali della malattia: attualmente la terapia consiste nell esecuzione di esercizi personalizzati di riabilitazione che vengono svolti in ospedali e centri di cura alla presenza del medico. Altruism sta sviluppando un sistema di riabilitazione domestica con un personal trainer virtuale. Il paziente sarà dotato di un kit con un settop box collegato alla televisione con accesso a internet, una telecamera in grado di riconoscere i movimenti, un dispositivo elettronico per rilevare parametri biomedici. Il progetto, che rientra nel sistema di gestione della salute Omniacare, si pone l obiettivo di realizzare un servizio integrato che permetta alle persone di seguire la terapia a casa propria e ai medici di controllare un maggior numero di pazienti in maniera più efficiente, con un monitoraggio a distanza. 2

3 Si sta avviando a conclusione nel Comune di Poggiorsini, sul terreno di proprietà della Cooperativa, il progetto Una chance per la vita, cofinanziato dalla Regione Puglia, per la Realizzazione e Gestione di una Casa famiglia o Casa per la vita per persone con problematiche psicosociali, ex art. 70 del R.R. 4/2007. I servizi contrattualizzati con le Aziende Sanitarie Locali non hanno subito variazioni, con la sola eccezione del servizio di assistenza domiciliare riabilitativa psichiatrica, il cui fatturato si è quasi dimezzato rispetto all anno 2011 passando da ,00 a ,00. Il servizio di assistenza domiciliare contrattualizzato con il Comune di Andria, di contro, registra un raddoppio del fatturato che passa da ,00 a ,00. Sul piano dell occupazione le gravi difficoltà del settore non hanno comportato alcuna ricaduta negativa, registriamo invero l incremento di una unità tra i dipendenti a tempo pieno e a tempo indeterminato rispetto al 31/12 dell anno prima. Diverso l andamento sul piano delle collaborazioni a progetto, che rispetto all anno precedente vede ridotto il numero dei collaboratori da dieci a sette. Sul versante della governance interna, come detto all inizio è da segnalare la nomina di Saverio Marvulli a Presidente e di Nunzio Di Canosa a Vicepresidente. Il cambiamento, in linea con lo stile che ci contraddistingue, continua a garantire la necessaria continuità di governo. Inoltre, si segnala, che nell assemblea straordinaria del 3 dicembre 2012 è stata approvata l integrazione dell oggetto sociale, inserendo fra le altre attività anche l attività di formazione continua in ambito sanitario - ECM. 3

4 Attraverso le attività complessivamente intraprese, la Cooperativa garantisce ai soci lavoratori e ai dipendenti continuità occupazionale, ricercando per gli stessi le migliori condizioni economiche, sociali e professionali possibili. In tal senso, essa applica i contratti collettivi nazionali di lavoro di settore, organizzando i servizi con risorse umane competenti, fornendo momenti formativi continui e progettando nuove forme di organizzazione e gestione. La nostra cooperativa, in particolare, applica il contratto collettivo nazionale della sanità privata agli operatori, che lavorano nei servizi socio-sanitari, e il contratto delle cooperative sociali per i lavoratori, che operano in altri servizi; assicura loro la contribuzione piena e non il salario medio convenzionale, offrendo con ciò evidenti vantaggi ai propri lavoratori, soprattutto al momento del raggiungimento della pensione. Essa è attenta alla tutela del lavoro femminile, in particolare, delle lavoratrici madri, favorendone i congedi parentali, le aspettative facoltative e il part-time; inoltre, la cooperativa applica condizioni di miglior favore, rispetto a quanto mediamente riconosciuto nel settore, concedendo la retribuzione integrale delle ore di formazione, i permessi per visite ed esami, le indennità di funzione. Con riferimento alla propria Politica della Qualità, la Cooperativa gestisce i servizi alla persona in un ottica di miglioramento continuo di qualità, conformandosi alle aspettative del cittadino utente. L impegno a soddisfarne i bisogni è la qualità principale di tutto il personale. 4

5 La Cooperativa, inoltre, assicura il proprio sviluppo e il proprio vantaggio competitivo attraverso l obbligo della qualità, la progettazione di servizi innovativi e la valorizzazione delle risorse umane. L elemento di forza fondamentale risiede, quindi, nelle sue risorse umane, a cui viene garantito un ambiente di lavoro sicuro e adeguato alle esigenze organizzative, stimolandone la motivazione, la competenza e la crescita professionale. Tutta la gestione, quindi, è tesa ad assicurare: il miglioramento continuo; il soddisfacimento delle aspettative degli utenti; il sostegno al lavoro di gruppo; la formazione continua; un ambiente di lavoro sicuro; l iniziativa, l innovazione e la creatività, a livello individuale e di gruppo; il riconoscimento degli obiettivi individuali e di gruppo; una chiara distinzione delle responsabilità per ciascun livello funzionale ed organizzativo. Le relazioni interne ed esterne della Cooperativa sono improntate all onestà, all obiettività e alla rettitudine, rispettando la dignità dell individuo ed il suo ruolo sociale. Essa regola i suoi rapporti interni sulla base del principio di democrazia. Questi sono sicuramente i valori, che hanno ispirato le attività della Cooperativa Sociale "Questa Città". Il C. d. A., nel corso del 2012, si è riunito, unitamente al Collegio Sindacale, per dodici volte. Ha discusso ed ha assunto determinazioni sui seguenti principali argomenti: 5

6 richiesta aumento linea di credito aperto presso la Banca Popolare di Bari; disamina e approvazione del bilancio chiuso al ; sospensione temporanea dei lavori struttura socio-riabilitativa in Poggiorsini (Ba), progetto Una Chance per la vita ; richiesta concessione finanziamento di un mutuo assistito da ipoteca sul terreno e sulla costruzione della struttura socio-riabilitativa di Poggiorsini (Ba) per un ammontare di circa ,00, per un periodo di 15 anni; costituzione Associazione Temporanea di Scopo finalizzata alla realizzazione del progetto Altruism; indicazione del C.d.A. per la copertura con mezzi propri, progetto ALTRUISM finanziato dalla Regione Puglia Assessorato allo Sviluppo Economico P.O. FESR Asse I Linea di intervento 1.2, Azione bando Aiuti a sostegno dei Partenariati Regionali per l innovazione ; approvazione progetto laboratorio musicale, affidamento incarico per Carta delle Pari Opportunità, informazione contenzioso ASL, partecipazione bando Fondazione Con il Sud, conferimento mandato al Presidente per la realizzazione delle attività progetto ALTRUISM, ammissione soci; convocazione Assemblea Straordinaria dei Soci per deliberare su integrazione oggetto sociale inserendovi la specifica che indica l attività di formazione continua in ambito sanitario (ECM); 6

7 acquisto immobile nel comune di Gravina (Ba) da destinare a laboratorio artigianale; ammissione nuovi soci; autorizzazione a rappresentare la cooperativa in sostituzione del Presidente del C.d.A. nella controversia promossa contro la ns. società dal sig. Bosco Michele presso la Corte di Appello di Bari; modifica A.T.S. per la realizzazione del progetto ALTRUISM. La Cooperativa, pertanto, ha avuto cura di gestire in maniera attenta ed oculata le proprie attività, avendo come prima finalità quella di produrre le risorse necessarie a garantire al lavoro continuità, sviluppo e qualità; altresì, ha mantenuto il posizionamento commerciale e produttivo all altezza delle richieste di innovazione ed efficacia, sempre più elevate, che provengono dal contesto socio economico in cui ci muoviamo. Nell anno 2012 sono state finanziate azioni formative sui seguenti argomenti: Team Working; L Operatore Socio Sanitario nella riabilitazione psichiatrica (II anno); Cooperativa Sicura; Implementazione del Sistema di Gestione della Qualità; Riforma del Sistema ECM: Nuove Procedure relative alla formazione nel S.G.Q.; Corso per Alimentaristi - L.R. 22/07 e s.m.i. e R.R. n. 5/2008; Il futuro della psichiatrica sociale nel III millennio; Flessibilità, conciliazione, produttività; Dlgs. 196/03 - Privacy: Norme e Procedura. 9.1; 7

8 Gli eventi formativi hanno coinvolto tutte le categorie professionali ed hanno consentito, fra l altro, l acquisizione di n 20 crediti ECM. Per tali attività formative, il costo complessivo sostenuto dalla cooperativa nel 2012 è stato di ,00, con un decremento del il 1,3 % rispetto al 2011 ( ,00). La Cooperativa ha riconfermato il mantenimento dei requisiti per la Certificazione di Qualità ISO 9001:2008 per la Progettazione e Gestione del Servizio di Riabilitazione Psichiatrica in regime Residenziale e Diurno a seguito della visita ispettiva del 11 febbraio 2012, effettuata da parte di Bureau Veritas Italia S.p.A., accreditata ACCREDIA, Riguardo al Documento Programmatico sulla Sicurezza dei Dati (D.P.S.), che definisce le politiche di sicurezza in materia di trattamento dei dati personali e i criteri tecnico-organizzativi per la loro attuazione, s informano i sigg. soci che il Consiglio dei Ministri nella seduta del 27 gennaio 2012 ha approvato il testo del c.d. Decreto Semplificazioni che è stato pubblicato sulla G.U. 33 del (Decreto Legge n. 5). Con l articolo 45 del D.L. viene soppresso l obbligo di redigere il "Documento Programmatico sulla Sicurezza" (DPS o DPSS) per qualsiasi trattamento di dati personali ed anche l autocertificazione sostitutiva del DPS (comma 1 bis art. 34 del D.lgs. 196/2003): in pratica nessun soggetto (professionista, impresa etc.) è tenuto a redigere il Documento; il Decreto Legge va infatti ad abrogare la lettera g dell articolo 34 del D.lgs. 196/2003 ed i punti da 19 a 19.8 e 26 del disciplinare tecnico allegato B al D.lgs. 196/2003; in particolare il predetto punto 26 prevedeva l obbligo di indicare nella relazione accompagnatoria al bilancio di esercizio l avvenuta 8

9 redazione o aggiornamento del documento programmatico sulla sicurezza; risulta soppresso anche l obbligo di interventi formativi degli incaricati del trattamento (punto 19.6 allegato B). Rimangono peraltro in vigore gli altri obblighi previsti dal D.lgs. 196/2003, così riassunti: Nomina eventuale responsabile del trattamento (art. 29); Designazione scritta degli incaricati del trattamento (art. 30); Password di accesso al sistema informatico e variazione periodica delle password (punto 1 all. B al D.lgs. 196/2003); Software antivirus e firewall (quest ultimo nel caso di trattamento di dati sensibili) e aggiornamento del software antivirus (punto 16 dell`allegato B - punto 20 allegato B); Salvataggio (backup) dei dati (punto 19 allegato B); Aggiornamento delle patches del software (punto 18 allegato B); Adozione di misure per il ripristino dei dati entro 7 giorni (nel caso di trattamento di dati sensibili - punto 23 allegato B); Acquisizione di documentazione nel caso di affidamento a soggetti esterni di realizzazione di misure di sicurezza (punto 25 c. 1 dell allegato B). La Cooperativa Sociale Questa Città, in ottemperanza a tali obblighi rimanenti e sulla base del precedente Documento Programmatico sulla Sicurezza, ha pertanto redatto in data 01/06/2012 la procedura 9.1 Trattamento dei dati, che è parte integrante del Sistema di Gestione per la Qualità. Tale procedura ed i relativi allegati verranno attuati ed aggiornati 9

10 continuativamente e coerentemente con la realtà in divenire della Cooperativa. Riguardo ai livelli di soddisfazione del cliente per l anno 2012, la Cooperativa ha condotto un indagine sugli ospiti di tutte le strutture riabilitative gestite, allo scopo di riscontrare l adeguatezza del servizio ai bisogni individuali e di recuperare informazioni utili a migliorare costantemente il servizio offerto. L indagine è stata svolta attraverso la somministrazione di un questionario reso in forma anonima. Ha risposto al questionario l 80% degli utenti presenti nelle nostre strutture (66 su 83). Il grado di soddisfazione globale indica che la percentuale degli ospiti che si ritiene per niente soddisfatto è pari al 2%, il 68% si ritiene abbastanza soddisfatto ed il 30% molto soddisfatto. La comparazione dei dati con quelli dell anno precedente segnala un erosione della insoddisfazione. Infatti gli utenti per niente soddisfatti sono diminuiti dell 1% (2% per il 2012, 3% il 2011), quelli che si ritengono sufficientemente soddisfatti si mantengono costanti rispetto al 2011 (68%), mentre per coloro che si ritengono molto o moltissimo soddisfatti si registra un corrispondente aumento (30% per il 2012, 29% il 2011). La direzione della cooperativa si ritiene soddisfatta, tuttavia ha avviato una riflessione, al fine di determinare una serie d interventi che possano rendere questo trend costante nel tempo. Riguardo alla rilevazione del grado di soddisfazione del cliente esterno, a tutti i referenti dei C.S.M. invianti è stato sottoposto un breve questionario che chiedeva di indicare il proprio grado di soddisfazione in relazione alla qualità del servizio erogato dalle nostre strutture, alla professionalità ed alla 10

11 cortesia del personale delle stesse. La soddisfazione è totale: infatti, come già per lo scorso anno, il 100% si ritiene totalmente soddisfatto. La rilevazione del grado di soddisfazione del personale dei servizi operativi è stata svolta attraverso la distribuzione e compilazione di un questionario reso in forma anonima. Hanno compilato il questionario 65 lavoratori su 68, pari al 96% dei dipendenti interessati. La percentuale dei dipendenti che si ritengono per nulla soddisfatti si mantiene costante al 3%; quella dei dipendenti sufficientemente soddisfatti registra un aumento, passando al 52% a fronte del 50% del 2011; la percentuale degli intervistati che si ritiene molto o moltissimo soddisfatto scende al 45% contro il 47% del Anche questi dati hanno portato ad una riflessione da parte della direzione della cooperativa, soprattutto sulla base delle osservazioni e degli spunti di miglioramento segnalati dai dipendenti sui questionari. Questa amministrazione ritiene utile e necessario proseguire in tali indagini per consolidarne il valore e per ricavarne informazioni utili al miglioramento organizzativo. La Cooperativa si è dotata nel tempo di un articolazione tecnicoorganizzativa in grado di rispondere efficacemente ai bisogni dell utenza, di garantire l umanizzazione dell assistenza, la personalizzazione degli interventi e il miglioramento continuo di qualità. La struttura organizzativa della cooperativa al colloca 68 lavoratori a tempo indeterminato di cui 3 dirigenti, 6 quadri e 59 impiegati; dei 68 lavoratori, 44 sono donne e 24 sono uomini; 54 sono impiegati a tempo pieno e 14 a tempo parziale. Sono presenti nell organizzazione, inoltre, con contratti di collaborazione coordinata e continuativa di tipo 11

12 professionale, tre Psicologi, due Psichiatri, un Medico specialista in Medicina del Lavoro (Medico Competente), un Architetto (responsabile della sicurezza), un Biologo (responsabile HACCP), un Avvocato (consulente legale); infine, per l attuazione dei progetti di assistenza domiciliare, collaborano con contratti di lavoro a progetto n.1 Assistente Sociale, n. 2 Educatori Professionali n. 4 Operatori Socio Sanitari. Al 31 dicembre 2012, con l ammissione di sei nuovi soci, la base sociale è passata da 71 a 77 soci. Nessuna richiesta di ammissione a socio, in presenza dei requisiti statutari, è stata rigettata. Dei 77 soci cooperatori 49 sono donne, 28 gli uomini; n. 65 (sessantacinque) svolgono l attività con rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, n. 2 (due) a tempo determinato, n. 2 (due) con rapporto di lavoro autonomo; i restanti n. 8 (otto) soci non intrattengono con la Cooperativa specifica attività lavorativa. Il capitale sociale sottoscritto al 31 dicembre 2012 è di ,00 con un incremento rispetto all anno 2011 di ,73, di cui ,73 per effetto dell aumento di capitale sociale sottoscritto dai soci, in osservanza del deliberato dell assemblea ordinaria del 26 maggio 2012, ed ,00 per l apporto dei sei nuovi soci. Nello svolgimento delle attività la Cooperativa ha impiegato principalmente i soci; al , infatti, su un totale complessivo di 68 (sessantotto) dipendenti occupati a tempo indeterminato n. 65 (sessantacinque) sono soci. La percentuale dei soci lavoratori sul totale degli occupati al è pari al 95,58%. Dei 65 soci lavoratori, con contratto a tempo indeterminato, 12

13 54 lavorano a tempo pieno e 11 a tempo parziale, è prevalente la forza lavoro femminile con un rapporto donna/uomo di 41 a 24. Nel 2012 il costo del lavoro dei soci inerente lo scopo mutualistico è stato di ,00 pari al 84,77 % del totale del costo del lavoro di cui all art. 2425, c. 1, p. B9; il costo della produzione per servizi ricevuti da soci nello stesso periodo è stato di ,00, pari al 20,03 % del totale degli altri costi del lavoro inerenti lo scopo mutualistico di cui all art. 2425, c.1, p. B7. La percentuale relativa al calcolo della mutualità prevalente, cosi come esposto ed evidenziato nella nota integrativa, è pari al 76,44% (settantasei virgola quarantaquattro percento). La Cooperativa Sociale Questa Città aderisce alla Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue e dal 2005 è iscritta all Albo delle Cooperative a Mutualità Prevalente, sezione Cooperative Sociali. La Cooperativa mantiene le relazioni con l esterno aderendo alle seguenti organizzazioni e società: Lega delle Cooperative Puglia; Consorzio Cooperativo Finanziario per lo Sviluppo di Reggio Emilia; Consorzio Regionale Elpendù, network di cooperative sociali per la creazione di una rete stabile per lo sviluppo e l innovazione, nel cui C.d.A. è presente un nostro delegato con la carica di Presidente; Cooperativa Sociale Campo dei Miracoli, cooperativa di tipo B che offre e promuove l integrazione di persone svantaggiate nel mondo del lavoro, nel cui C.d.A. è presente un nostro delegato; 13

14 Banca Popolare Etica, con possesso di azioni per un valore di ,00; Banca Popolare di Bari, con possesso di azioni per un valore di. 940,00; Cooperfidi Italia Soc. Coop., con possesso di quote per un valore di 250,00; Cofidi Puglia, con possesso di quote per un valore di 1.239,50 Riguardo alle controversie legali in essere, si informano i signori soci che al risultavano in corso: l azione civile contro la Provincia di Bari, per il recupero di somme poste in bilancio relative ad anni precedenti; l azione civile contro il debitore Bosco Michele, per il recupero di somme poste in bilancio relative ad anni precedenti; l azione legale dinanzi al TAR Puglia contro l Amministrazione Comunale di Gravina in Puglia, per inadempimento contrattuale relativamente all aggiudicazione del bando di gara per la progettazione, realizzazione e gestione del Centro Polivalente per Anziani in Project Financing; l azione amministrativa dinanzi al TAR Puglia contro la deliberazione del Direttore Generale ASL BA: per l annullamento, previa sospensione, delle richieste di emissione di note credito e di restituzione delle somme pagate per i posti letto non occupati e per i quali non è stata effettuata alcuna prestazione sanitaria a far data dall anno 2009; per l accertamento dell insussistenza dell obbligo di restituzione dei pagamenti effettuati per i posti letto a disposizione a 14

15 partire dal 2009; per l accertamento dell obbligo dell ASL BA di pagare le tariffe come incrementate della quota del C.C.N.L.; delle somme fatturate per i posti letto inoccupati da luglio 2012 ad oggi; per la condanna dell ASL BA al pagamento delle maggiori somme accertate. Per quel che concerne il ricorso del sig. Bosco Michele, in opposizione alla sentenza emessa nel 2008 dal Giudice del Lavoro del Tribunale di Bari, la Corte di Appello di Bari ha dichiarato cessata la materia del contendere per intervenuta Conciliazione in sede Sindacale. Tale scelta, pur nella consapevolezza delle ragioni che portarono alla esclusione e contestuale licenziamento di Bosco, si è resa necessaria per ragioni di opportunità legate al numero degli anni trascorsi dal licenziamento fino alla sentenza della Corte di Appello. In sede di conciliazione si è convenuto per il pagamento della somma omnicomprensiva di ,00; somma imputata tra gli Oneri Straordinari di gestione (Sopravvenienza Passiva) del bilancio corrente. Analisi delle poste di bilancio L esercizio al 31 dicembre 2012 si chiude con una perdita di ,58 che si compendia nelle seguenti risultanze: STATO PATRIMONIALE ATTIVO Immateriali ,12 Materiali ,85 Immobilizzazioni patrimoniali ,22 Depositi cauzionali ,18 Partecipazioni ,41 15

16 Crediti verso clienti ,41 Fornitori c/anticipi 212,75 Crediti V/Soci x sott. Capitale sociale ,29 Crediti diversi ,58 Risconti attivi ,46 Cassa 4.505,87 C/c B.P.B ,23 C/c Unicredit Banca 504,14 C/c Banca Etica 8.446,94 C/c B.P.B. P.O. FESR ,31 Carte prepagate 100,46 Erario C/Iva ,73 TOTALE ATTIVO ,95 Perdita di esercizio ,58 TOTALE ,53 PASSIVO Debiti a medio lungo termine: - mutuo Banca Etica ,00 - mutuo B.P.B. 676,37 - mutuo Unicredit Banca ,88 - finanziamento BBVA ,50 - mutuo Santander 8.700,00 - debito finaz. Fordcredit 1.062,54 Debiti verso fornitori ,52 Debiti diversi ,12 Iva in sospensione ,49 Fatture da ricevere 9.201,20 Risconti passivi ,00 Fondi di ammortamento immobilizzazioni ,00 16

17 Fondo T.F.R ,93 Fondo Tesoreria Inps ,40 TOTALE PASSIVO ,95 NETTO Capitale sociale ,00 Riserva ordinaria ,95 Riserva statutaria ,92 Riserva straordinaria ,44 Fondo mutualistico art. 11, L. 59/ ,27 TOTALE NETTO ,58 TOTALE PASSIVO e NETTO ,53 TOTALE A PAREGGIO ,53 CONTO ECONOMICO RICAVI Ricavi prestazione servizi ,58 Altri ricavi ,73 Proventi finanziari 64,23 Proventi straordinari 6.860,07 Arrotondamenti attivi 28,36 TOTALE RICAVI ,97 Perdita d esercizio ,58 TOTALE ,55 COSTI Costi strutture riabilitative ,31 Costi gestione automezzi ,37 Consulenze ,78 Costi prest. servizi ,83 Locazioni ,39 Costo del personale + Co.Co.Pro.+ oneri sociali +tfr ,47 17

18 Ammortamenti ,97 Altri costi d eserc. 794,69 Costi indeducibili ,56 Oneri finanziari ,91 Sopravvenienze passive ,94 Oneri fiscali ,55 Arrotondamenti passivi 2,78 TOTALE COSTI ,55 TOTALE A PAREGGIO ,55 Signori Soci, tenuto conto dei dati contabili di cui alla presente relazione, il C.d.A. invita l Assemblea ad approvare il bilancio chiuso al 31/12/2012, proponendo di procedere alla copertura della perdita di esercizio 2012 ammontante ad ,58 utilizzando il Fondo di Riserva Statutario. I ringraziamenti vanno a tutta la compagine sociale, al Collegio Sindacale, ai consulenti Medici Psichiatri e Psicologi, ai collaboratori e a tutto il personale per l impegno e la dedizione profusi. Gravina in Puglia, lì 13 marzo Il Consiglio di Amministrazione Marvulli Saverio Presidente Di Canosa Nunzio Vice Presidente Toscano Fedele Consigliere Squeo Armida Consigliere Stefanelli Corrado Consigliere 18

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro.

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro. L. 15 luglio 1966, n. 604 (1). Norme sui licenziamenti individuali (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 6 agosto 1966, n. 195. (2) Il comma 1 dell art. 1, D.Lgs. 1 dicembre 2009, n. 179, in combinato 1.

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

APSP CITTA DI RIVA RIVA DEL GARDA BILANCIO DI ESERCIZIO ANNO 2014 STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO NOTA INTEGRATIVA RELAZIONE ANDAMENTO GESTIONE

APSP CITTA DI RIVA RIVA DEL GARDA BILANCIO DI ESERCIZIO ANNO 2014 STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO NOTA INTEGRATIVA RELAZIONE ANDAMENTO GESTIONE Allegato A) deliberazione nr.14 d.d. 28.04.2015 APSP CITTA DI RIVA RIVA DEL GARDA BILANCIO DI ESERCIZIO ANNO 2014 STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO NOTA INTEGRATIVA RELAZIONE ANDAMENTO GESTIONE Il Presidente

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Patrimoni destinati ad uno specifico affare A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Riferimenti normativi D.Lgs. Numero 6 del 17 gennaio 2003 Introduce con gli articoli 2447-bis e seguenti del

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Relazione di valutazione

Relazione di valutazione Tribunale Civile e Penale di Milano Esecuzioni Immobiliari N. 10967/2009 RG Giudice: dott. Boroni Valentina * * * * Con provvedimento del Giudice dott. Boroni Valentina del 24 giugno 2010 il sottoscritto

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

Cos è una cooperativa e come si costituisce

Cos è una cooperativa e come si costituisce Cos è una cooperativa e come si costituisce SOMMARIO 1. Introduzione al mondo della cooperazione 2. La società cooperativa 3. Costituzione di una cooperativa 4. Libri e adempimenti formali della cooperativa

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014

NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014 NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014 COME ACQUISIRE LO STATO DI DISOCCUPAZIONE Lo stato di disoccupazione si compone di un elemento oggettivo (lo stato di privo di lavoro),

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

VISTI gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/97; VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98 e s.m.i.; VISTI gli artt. 4 e 16 del D.Lgs.

VISTI gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/97; VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98 e s.m.i.; VISTI gli artt. 4 e 16 del D.Lgs. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 19 del 05 02 2015 4275 Di notificare il presente provvedimento: Sindaco del Comune di Mola di Bari (BA); Al Sindaco del Comune di Rutigliano (BA); Al Sindaco

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli