EXTRA EXTRA RW ACTION OBIETTIVO PERSONAL BEST. super consigli per puntare al tuo record personale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EXTRA EXTRA RW ACTION OBIETTIVO PERSONAL BEST. super consigli per puntare al tuo record personale"

Transcript

1 EXTRA RW ACTION OBIETTIVO PERSONAL BEST 24 super consigli per puntare al tuo record personale

2 RW AcTiON PB 1 In gara parti più forte «Se vuoi veramente migliorare il tuo record, devi provare a correre più forte durante tutta la gara, non solo nella seconda parte. Molti runners, infatti, partono troppo piano e corrono fortissimo alla fine. L ideale è trovare prima possibile il ritmo giusto e cercare di mantenerlo. Un buon modo per entrare subito in gara è quello di presentarti alla partenza già in pressione. Per esempio correndo delle frazioni di circa 200 metri a buon ritmo, così da far salire adeguatamente le pulsazioni. Se consolidi bene questa tecnica in allenamento e la proponi poi il giorno della gara, ti toglierai delle belle soddisfazioni». Mick Woods, atleta e allenatore inglese 2 Corri le piramidi fuoristrada «Tranquilli, niente deserto d Egitto! Poiché per battere il proprio personale bisogna essere veloci ma anche resistenti, andando fuoristrada coinvolgi più OR NOT Di MATTHEW RAY e RW ITALY PB That is the question. Insomma: record personale o no? Dipende tutto da te. Ma RW ti aiuta chiedendo ai suoi esperti 24 modi per trasformare la tua performance e spingere il tuo Personal Best verso nuovi confini muscoli nell azione di corsa e dunque insegni al tuo corpo a gestire l acido lattico che si accumula nei muscoli quando vai forte. Io faccio delle ripetute a piramide su un percorso ondulato di circa 10 chilometri. Dopo 10 minuti di riscaldamento, fai un minuto a ritmo gara oppure al 70-80% della tua velocità massima, recupera secondi, poi fai una seconda ripetuta di due minuti. Aggiungi un minuto alla volta fino ad arrivare alla ripetuta di 5 minuti, quindi scendi a 4 minuti e decresci fino a fare 9 ripetute totali secondo lo schema (minuti). Concludi con 10 minuti di corsa al 40-50% della tua velocità massima». Andy Simonds, specialista della corsa in montagna 3 Fai tuoi i tuoi obiettivi «Sembra un gioco di parole. Vuol dire semplicemente che devi trovare da solo il tuo obiettivo e non fartelo imporre da un allenatore o un personal trainer. Non porre però troppa enfasi su un obiettivo eccessivo, come per esempio battere il personale in maratona, un ottimo traguardo che però forse non riusciresti a raggiungere senza essere prima passato per delle tappe intermedie. Sviluppa dunque strategie mentali che ti possano aiutare a trovare il tuo ritmo stando concentrato sul presente e imparando a rimanere in contatto col tuo corpo e il tuo respiro. Impara a non giudicare la prestazione mentre corri, ma lascia che il tuo corpo ti guidi con libertà in corsa. Queste abilità sono un ottimo strumento e ti saranno utili per programmare obiettivi a più lungo termine come diventare più resistente, migliorare lo stile di corsa, e poi arrivare in fondo a una mezza maratona oppure perdere 3 chili di peso». Andrea Colombo, psicologo dello sport 4 Triangola l allenamento «Pensa al tuo programma come a un triangolo con i lati uguali. Un lato corrisponde all allenamento, uno all alimentazione, uno al giusto riposo. Infatti tu recuperi e raggiungi un adeguata 000 FEBBRAIO RUNNERSWORLD.IT

3 5 Affina la volata per un finale veloce «Per avere un buono spunto finale devi imparare a correre forte restando rilassato. Più facile a dirsi che a farsi, alla fine di una gara, perché le tue gambe sono stanche e irrigidirsi è normale. Non costringerti quindi a spingere di più, ma cerca, piuttosto, di mantenere il busto rilassato e la coordinazione del movimento di braccia e gambe. Esercitati a simulare degli sprint alla fine dei tuoi allenamenti di corsa, cioè in condizioni di stanchezza simili a quelle di un finale di gara: fai dunque 3 discrete progressioni di metri, curando di forzare bene il movimento delle braccia, recuperando poi la stessa distanza al passo. Quando in gara arriverai in zona traguardo difficilmente qualcuno riuscirà a superarti» Daniele Meucci, bronzo nei metri agli Europei di Barcellona 2010 RUNNER S WORLD - - NOVEMBRE - DICEMBRE FEBBRAIO PB or not PB 3 19/01/

4 EXTRA NE ZIO TA EN IM AL AL LE NA ME NT O forma fisica se dormi bene. Migliore è il tuo riposo, meglio recuperi. Se anche un solo lato viene trascurato, la struttura del triangolo risulta squilibrata e nel tempo rischia di non stare più in piedi. Nei giorni di riposo idratati bene, mangia frutta secca, fresca, semi, verdura e proteine». Nick Anderson, running coach SONNO 7 Utilizza la respirazione yoga per la maratona «La tecnica ujjayi (o victorious ) utilizzata nelle pratiche indù e yoga taoiste, coinvolge il core, cioè la parte baricentrica (schiena e addominali bassi, bacino ecc.) del tuo corpo, e permette una respirazione più profonda. Immagina (e visualizza) un filo attaccato al tuo ombelico: tiralo indietro lentamente e legalo alla colonna vertebrale, infine respira utilizzando la cassa toracica. Utilizza il naso e immagina di far 000 FEBBRAIO RUNNERSWORLD.IT Cura le infiammazioni mangiando «L allenamento necessario per correre più forte può danneggiare le fibre muscolari e causare infiammazioni diffuse. Gli acidi grassi Omega3, 6 e 9 contenuti nelle noci e nella frutta oleosa in generale, nei semi, negli olii e nel pesce, possono contribuire a ridurre questi effetti negativi e a dare il giusto apporto di energia, per recuperare più in fretta. Tutti i grassi contengono 9 calorie per grammo, ma questi grassi essenziali apportano ottimi benefici, quindi non privartene. Al rientro dalla corsa, prova dei crostini - magari d avena con del salmone, o delle noci e delle olive». Luca Gatteschi, medico dello sport e nutrizionista della SINSEB (Società Italiana Nutrizione, Sport e Benessere) entrare e uscire l aria da una cannuccia attraverso profonde inspirazioni ed espirazioni. Immagina di sentire il rumore delle onde del mare che s infrangono dentro e defluiscono fuori. Prova a usare questo metodo ogni tanto durante la corsa per conservare energia, mantenere la mente calma e conservare una postura corretta». Kyrin Hall, istruttrice di yoga e maratoneta 8 Sciogli le tensioni «Durante la corsa evita di disperdere energie tenendo inutilmente contratti certi muscoli, per esempio quelli delle spalle o del collo. Lo yoga può insegnarti a correre in modo più efficace rilassando alcune parti del corpo prima della gara ma, con un po di sensibilità, anche in corsa. Inspira lentamente e profondamente contando fino a 4, poi espira lentamente immaginando d indirizzare l aria nella parte del corpo che vuoi rilassare. Visualizzala nella tua mente mentre si decontrae. Impara la tecnica partendo dalla testa, passando per la 6 fronte e scendendo giù giù fino ai piedi. Migliorerai la capacità di focalizzare le diverse parti del corpo e aiuterai l organismo a recuperare energie». Jo Chandler, istruttore di yoga 9 Previeni gli infortuni dietro le cosce «Cerca d evitare gli infortuni ai muscoli posteriori delle cosce rafforzandoli. In corsa, gli angoli d azione delle articolazioni dell anca e del ginocchio

5 RW AcTiON cambiano simultaneamente a ogni falcata, quindi i muscoli posteriori della coscia non si allungano e si contraggono eccessivamente. Dunque puoi allenarli anche da fermo. Allora sdraiati sulla schiena con le ginocchia piegate, i piedi ben piantati a terra, e solleva le anche assumendo la posizione a ponte della figura. Da questa, facendoti aiutare da un compagno, lancia e ricevi una palla mediamente pesante». Andrea Molina, personal trainer e technical contributor di RW Italia 10 Cerca di correre bene in discesa «Quando si trovano a correre in discesa, istintivamente molti runners allungano la falcata, spingendo troppo lontano il piede davanti e cercando di vincere l inerzia portando indietro il peso del corpo. La conseguenza è il sovraccarico dei quadricipiti e l effetto freno. Se ti capita di gareggiare su un percorso con delle discese d un certo impegno, ovvia accorciando il passo, spingendo i piedi più indietro che avanti e inclinando leggermente il busto per assecondare la forza di gravità. Ho sperimentato personalmente che imponendomi questa postura riesco a correre in discesa più velocemente, con un terzo della fatica». Non male, per riuscire a guadagnare un bel po di secondi. Johnathan Williams, fisiatra e triatleta da Ironman 11 Testa la flessibilità dei piedi e dei tibiali «Mettiti in ginocchio, con i muscoli tibiali anteriori in allungamento, seduto sui talloni, con la parte superiore dei piedi ben appoggiata a terra. Se senti tirare i quadricipiti mentre sei in questa posizione vuol dire che i muscoli dei tuoi piedi e della parte anteriore delle tibie hanno bisogno di essere allungati frequentemente per garantirti un azione di corsa efficace». David Smith, tecnico di atletica leggera 12 Controlla la tua biomeccanica «I miei studi dimostrano che il 70-80% delle persone ha il femore sinistro più lungo di quello destro, per bilanciare la disposizione asimmetrica degli organi interni. Correre sullo sterrato leggermente irregolare non è un problema, ma farlo su strade dalle superfici compatte costringe i muscoli a compensare, causando potenziali problemi biomeccanici a ginocchia, anche, inguine e parte bassa della schiena. Nel mio Centro Studi abbiamo verificato un 94% di successo inserendo uno spessore di 3 millimetri nella scarpa destra. Fai una prova: di fronte a uno specchio prova a controllare se c è asimmetria nelle spalle e nelle ossa del bacino. Un altro modo per fare la verifica, sempre in posizione eretta, è mettere un libro non più spesso di 12 millimetri a turno sotto ciascun piede per circa 30 secondi. Lascia che il corpo compensi, poi prova a sentire se una gamba ti sembra troppo alta». Clifton Bradley, podiatra e biomeccanico 13 Respira profondo «Il modo di respirare può permetterti di correre più forte. Moltissimi runners utilizzano solo una piccola parte della loro capacità polmonare e in corsa respirano poco profondamente. Allenando i muscoli della respirazione, si può migliorare l efficienza respiratoria. Potenzia la tua respirazione durante il riscaldamento e prima della corsa, così ti potrà aiutare a correre più forte. Inspira ed espira profondamente con la bocca e ripeti più volte. Un semplice quanto utile accessorio per potenziare la muscolatura respiratoria è l Allenatore Muscolare Inspiratorio portatile». Fulvio Massini, running coach, coordinatore tecnico di RW Italia 14 Rinforza i glutei La maggior parte dei corridori non usa abbastanza i grandi muscoli del corpo. I glutei, per esempio, controllano i movimenti delle anche. Quello proposto qui sotto è uno dei tanti esercizi per rafforzarli e correre più forte riducendo il rischio d infortunio. Sdraiati sulla schiena, con i piedi piantati a terra e le braccia lungo i fianchi. Solleva le anche a formare un unica linea retta dalla spalla al ginocchio e alza e distendi la gamba sinistra, contando fino a 2. Ripeti l esercizio 10 volte da ogni parte. Fai attenzione che i muscoli dei glutei siano in tensione quando allunghi la gamba. Non dimenticare, oltre al potenziamento, di fare periodicamente anche dello stretching per i glutei». Sergio Migliorini, medico dello sport e contributor di RW Italia 15 Scegli il percorso più breve «I percorsi delle grandi gare generalmente propongono una linea colorata a indicare la via più breve. Seguendola dovresti correre la distanza esatta, ma questo non sempre accade: qualche volta traccia soltanto la giusta direzione di corsa. In questi casi controlla tu di non fare della strada in più, perché un runner da 40 sui 10K va a una velocità di 4,166 metri al secondo: ogni 5 metri allungati vedrà aggiungersi un secondo al suo tempo finale». Migidio Bourifa, campione italiano di maratona 16 Fai l esercizio dell aquila «I tuoi polpacci e i tuoi quadricipiti hanno bisogno di essere forti a sufficienza per sostenere il tuo peso quando carichi sulle gambe, altrimenti le anche oscillerebbero verso il basso a ogni passo e tu dovresti impiegare molta più energia per riportarle su. Quando Usain Bolt corre, il suo bacino si sposta in avanti in linea retta senza minimamente risentire degli appoggi sul terreno. Se vuoi provare a imitarlo, tra una corsa e l altra fai l esercizio dell aquila, qui a destra. In piedi, rulla sui talloni verso dietro a gambe tese, fino a sollevare dal terreno le dita dei piedi, poi rulla in avanti, portando il peso sugli avampiedi e le braccia tese per indietro/alto. Mantieni la posizione tenendo contratti i polpacci, poi torna a scendere sulle caviglie. Ripeti una decina di volte». Clifton Bradley, podiatra e biomeccanico RUNNER S WORLD - FEBBRAIO

6 RW AcTiON 17 Riduci lo zucchero nelle bevande energetiche «Si può prevenire gli infortuni, migliorare il livello di energia e rinforzare il sistema immunitario controllando lo zucchero nel nostro regime alimentare. Gli zuccheri presenti nelle bevande reintegranti, se in quantitativo elevato, rallentano l assorbimento dei sali minerali. Perciò una bevanda isotonica addizionata di sali minerali per prevenire crampi e migliorare l efficienza muscolare fa solamente la metà del suo lavoro. Se ti prepari una bevanda da solo, mixala con delle maltodestrine (carboidrati idrosolubili a basso indice glicemico), insieme a un complesso di minerali con calcio e magnesio per prevenire i crampi». Oliver Gibson, nutrizionista da 2:35 in maratona 18 Aumenta la portata di ossigeno «Se sei un hard o un fast runner, nel momento in cui cominci una gara passi in pochi secondi da un periodo d inattività a uno d intensa attività. La tua energia aerobica non è sufficiente da sola per supportare integralmente lo sforzo, così l organismo comincia ad attingere precocemente dalle riserve di glicogeno, accelerando l insorgenza della fatica e del debito d ossigeno. Per ovviare in parte, cerca di portare il lattato nel sangue ai livelli di soglia durante il riscaldamento pre gara. Corri quindi per minuti con almeno tre ripetute di un minuto al tuo ritmo di gara sui 10K». Simon Word, allenatore di running e triathlon 19 Prepara il cervello alla corsa «Normalmente si cammina col ginocchio piegato di 30 gradi. Ma quando si comincia a correre il range cambia e il cervello fa fatica a riconoscere il movimento, stentando a controllarlo. Meglio, dunque, predisporre le vie nervose al nuovo movimento. Puoi provare stando in equilibrio su una gamba e portando l altra al petto per poi abbassarla e stenderla dietro. Tutti i principianti 000 FEBBRAIO RUNNERSWORLD.IT dovrebbero fare questo esercizio ogni volta prima di cominciare a correre». Clifton Bradley, podiatra e biomeccanico 20 Fai 180 passi al minuto «Se per correre più forte allunghi il passo, come generalmente dicono i profani, finirai solo per aumentare le forze d impatto sulle articolazioni. Punta invece ad aumentare il giro di gambe. Lo standard per la maggior parte dei runners di livello amatoriale è di 160 passi al minuto, con un discreto carico su avampiedi e ginocchia. Tu portalo a 180, accorciando il passo, aumentando la frequenza e scaricando - per via del variato assetto e della nuova inerzia - parte del peso che gravava sugli arti inferiori». Andrea Molina, personal trainer 21 Concentrati sul core «Da un recente studio durato 20 anni è emerso che nei piedi non c è un vero legame meccanico tra pronazione e infortunio. L incidenza dei problemi resta comunque evidente, così come è evidente che avere i muscoli delle anche deboli porta a distribuzioni anomale del peso sulle gambe. Una situazione che è forse più predisponente all infortunio dell eccesso (o difetto) di pronazione. L utilizzo della fit ball è un buon modo per rinforzare il tuo core e l esercizio di destra è particolarmente adatto per dare sta- 22 «Se sei un runner che predilige le lunghe Occhio ai piedi distanze è fondamentale che non trascuri i tuoi piedi. Prendi, anzi, la buona abitudine di idratarli bene con delle creme adeguate, soprattutto tra le dita, almeno quattro volte alla settimana. Cura di aprire per bene le dita e di massaggiare dolcemente sia i metatarsi (le cinque ossa della pianta) che i tessuti molli, per aiutare i piedi a recuperare meglio. A lungo compressi nelle scarpe, rischiano infatti d irrigidirsi e di modificare la distribuzione del peso, aumentando il rischio d infortuni agli arti inferiori». David Smith, running coach Illustrazioni di SUDDEN IMPACT MEDIA

7 EXTRA DRUN.RUNNERSWORLD.IT 23 PROMOTION bilità all intera struttura. Parti con le mani in appoggio a terra, il dorso dei piedi sulla palla e le ginocchia piegate. Cammina in avanti sulle mani finché le gambe si distendono e l appoggio sulla palla va sulla punta dei piedi, poi solleva il bacino e avvicina le ginocchia al petto facendo rotolare la palla. Torna indietro e ripeti l esercizio più volte, almeno una dozzina». Clare Rayner, fisiatra Tieni controllato il carico glicemico «Dovresti abituarti a verificare l Indice Glicemico di ciò che mangi, per sapere se stai assumendo carboidrati a lento rilascio, anche se sarebbe più giusto conoscere la proporzione, e quindi la quantità totale, di carboidrati presenti nei diversi alimenti, cioè il Carico Glicemico. Un Carico Glicemico basso aiuta a stabilizzare il livello di zuccheri nel sangue (glicemia), riducendo le calorie che vengono trasformate in grassi e aumentando quelle necessarie per l allenamento». Oliver Gibson, nutrizionista AUTOPUBBLICITA.indd 17 PIANETA SCARPE SHOES.RUnnERSwORld.it INDICE GLICEMICO 95 CARBOIDRATI (QUANTITÀ) 50% CARICO GLICEMICO 48 Barretta Mars 65 68% 26 Tortilla Mex 52 48% 25 15,4 Baguette 19/12/ :05:25 Riso 64 24% Banana 52 20% 10 Patata 50 19% 9,3 Cocomero 72 5% 3.6 Carota 47 7,5% 3,5 1/2 AUTOPUBBLICITA.indd 20 19/12/ :06:36 Dove la strada finisce Vai anche in bici trail.runnersworld.it «Da uno studio dell Università di Toledo è emerso che dei runners che avevano abbinato uscite di corsa e in bicicletta si erano migliorati sui 5K tanto quanto altri runners che avevano lavorato solo sulla corsa. Nessun vantaggio per questi ultimi, insomma. Buono a sapersi: una sessione in bici ad alta intensità può aiutarti a sviluppare la tolleranza al lattato e a migliorare la resintesi, il che ti consentirà di correre più forte appesantendo meno le gambe che con un lavoro di interval training. Prova con delle ripetute con una bici sui rulli o una da palestra: fai per 10 volte 60 secondi a 90 pedalate al minuto e al 75-85% del massimo impegno, più un altro minuto di recupero a bassa intensità». Clifton Bradley, podiatra e biomeccanico AUTOPUBBLICITA.indd 16 PROMOTION 24 PROMOTION ALIMENTO CORRI DONNA CORRI 19/12/ :55:43 RUNNER S RUNNER SWORLD WORLD--DICEMBRE FEBBRAIO

8 facebook.com/runnersworlditalia? CORRI : CONNETTITI! C O N D I V I D I

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching Consigli generali Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching muscolare. Quando l hai eseguito quanto più comodamente possibile, rimani così per 5-10 secondi e poi

Dettagli

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce 4. Esercizi raccomandati La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce una indicazione ed un invito ad adottare un vero e proprio stile di vita sano, per tutelare l integrità e conservare

Dettagli

RUNNING. il re degli allenamenti

RUNNING. il re degli allenamenti Naturale, dimagrante, ottima per tonificare il cuore e il sistema circolatorio. E soprattutto a costo zero. La corsa è un training senza eguali e le giornate di questo periodo, tiepide e gradevoli, invitano

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

ALLENAMENTO CICLISMO PER I TRIATLETI

ALLENAMENTO CICLISMO PER I TRIATLETI ALLENAMENTO CICLISMO PER I TRIATLETI Premessa L elaborazione di un programma di allenamento deve tener conto dei concetti basilari della metologia. Lo scopo di quanto andremo ad esporre è principalmente

Dettagli

GLI ESERCIZI UTILI PER IL MAL DI SCHIENA

GLI ESERCIZI UTILI PER IL MAL DI SCHIENA Il benessere della colonna vertebrale dipende strettamente dalla tonicità dei muscoli della schiena. Se i muscoli sono forti ed elastici grazie allo svolgimento regolare dell attività fisica, la colonna

Dettagli

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer Più tonica e soda Hai sempre guardato con sospetto i classici pesini, pensando che non facessero per te? Dai un occhiata a queste foto e scoprirai tanti esercizi semplici in grado di scolpirti dalla testa

Dettagli

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro Introduzione Che si lavori seduti o in piedi, la mancanza di movimento legata a una postura statica prolungata può a lungo andare

Dettagli

I.N.R.C.A. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Anziani - IRCCS in Forma

I.N.R.C.A. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Anziani - IRCCS in Forma Il movimento è fondamentale per il soggetto anziano per mantenere o riacquistare l indipendenza e l autosufficienza. Spesso l atteggiamento della persona di una certa età è di sfiducia e rassegnazione:

Dettagli

Esercizi per la fatigue

Esercizi per la fatigue Esercizi per la fatigue È stato dimostrato che, praticando una costante e adeguata attività fisica, la sensazione di fatigue provata dal paziente si riduce notevolmente e che di conseguenza si ottiene

Dettagli

L ALLENAMENTO ADATTO A TUTTI, DA FARE A CASA, PER TORNARE IN FORMA SUBITO!

L ALLENAMENTO ADATTO A TUTTI, DA FARE A CASA, PER TORNARE IN FORMA SUBITO! L ALLENAMENTO ADATTO A TUTTI, DA FARE A CASA, PER TORNARE IN FORMA SUBITO! PIANO DELL OPERA Il tuo allenatore personale Esercizi semplici e graduali Grafica e animazione sulla fascia muscolare Il tuo allenat

Dettagli

Esercizio 8) Posizione supina. Braccia distese lungo i fianchi e gambe semiflesse. Sollevare il bacino e mantenere alcuni secondi.

Esercizio 8) Posizione supina. Braccia distese lungo i fianchi e gambe semiflesse. Sollevare il bacino e mantenere alcuni secondi. Dr.Italo Paolini, Medico di medicina generale, Z.T.13 AP, ASUR Marche, Via Salaria 15-63043 Arquata del tronto (AP) Tel.0736809408E-mail: italopaolini@gmail.com TERAPIA DEL DOLORE Ti propongo una serie

Dettagli

ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi

ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi Esercizi iniziali Contrazioni dei muscoli flessori del ginocchio

Dettagli

Tutte le misure ed i consigli di comportamento servono per tutelare la salute e prevenire danni fisici.

Tutte le misure ed i consigli di comportamento servono per tutelare la salute e prevenire danni fisici. Riassunto delle misure di prevenzione dell opuscolo sulla movimentazione manuale dei carichi della AUVA ( Heben und tragen ) Le immagini di questo documento provengono dall opuscolo in lingua tedesca Tutte

Dettagli

In questa guida troverai 14 sistemi per massimizzare la perdita di peso nella dukan tramite la camminata

In questa guida troverai 14 sistemi per massimizzare la perdita di peso nella dukan tramite la camminata INTRODUZIONE: In questa guida troverai 14 sistemi per massimizzare la perdita di peso nella dukan tramite la camminata L'esercizio fisico è importante in tutte le fasi della dieta Dukan e camminare è un

Dettagli

RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli

RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli 1 a Fase - Istruzioni generali Tutti gli esercizi devono essere effettuati lentamente e sotto controllo del movimento.

Dettagli

10 KM PROGRAMMA DI ALLENAMENTO DI 8 SETTIMANE

10 KM PROGRAMMA DI ALLENAMENTO DI 8 SETTIMANE 10 KM PROGRAMMA DI ALLENAMENTO DI 8 SETTIMANE L O B I E T T I V O D I Q U E S T O P R O G R A M M A N O N È S O L O F A R T I T A G L I A R E I L T R A G U A R D O, B E N S Ì F A R C I A R R I V A R E

Dettagli

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE Struttura Semplice Dipartimentale Rieducazione Funzionale Ospedale Albenga/Territorio Albenganese Responsabile Dssa. Anna Maria Amato 2

Dettagli

Cominciamo a correre. Alessandro Grainer

Cominciamo a correre. Alessandro Grainer Cominciamo a correre Alessandro Grainer Ad un certo punto della tradizionale partita scapoli ammogliati, il rag. Ugo Fantozzi vede San Pietro che, in piedi sopra la traversa, gli mostra sorridente le chiavi

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Movimento e fisioterapia

Movimento e fisioterapia Movimento e fisioterapia Spesso il primo sintomo della Malattia di Pompe è la debolezza dei muscoli utilizzati per camminare. È possibile che i bambini nel primo anno di età appaiano ipotonici o non siano

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L uomo è ciò che mangia Ippocrate 400 a.c. Una sana e adeguata alimentazione

Dettagli

Jian Shen fa. del Maestro YUAN ZUMOU INTRODUZIONE

Jian Shen fa. del Maestro YUAN ZUMOU INTRODUZIONE METODO PER LA SALUTE ED IL BENESSERE Jian Shen fa del Maestro YUAN ZUMOU INTRODUZIONE Questo metodo, ispirato da An Chiao (auto-massaggio), da Tu Na (respirazione profonda) e dal Dao Yin (consapevolezza

Dettagli

SINDROME DI SJӦGREN IL RUOLO DI UNA CORRETTARESPIRAZIONE

SINDROME DI SJӦGREN IL RUOLO DI UNA CORRETTARESPIRAZIONE SINDROME DI SJӦGREN La riabilitazione nella sindrome di Sjӧgren svolge un ruolo fondamentale. Essa agisce direttamente sui distretti interessati dalla malattia e parallelamente sui danni secondari, risposte

Dettagli

Il corretto posizionamento in sella (oltre alle misure.) di Giuseppe De Servi

Il corretto posizionamento in sella (oltre alle misure.) di Giuseppe De Servi Il corretto posizionamento in sella (oltre alle misure.) di Come già accennato in precedenza per avere un buon rendimento a livello di prestazione atletica e di comodità in sella è necessario assumere

Dettagli

Test per gli arti superiori

Test per gli arti superiori Test per gli arti superiori TF 1 Lancio della palla medica È uno dei più classici e semplici test per la forza, che si fa lanciando palle di vario peso. Chi è più alto è favorito perché ha leve più lunghe

Dettagli

LA VOSTRA MARATONA CON IL METODO GALLOWAY

LA VOSTRA MARATONA CON IL METODO GALLOWAY LA VOSTRA MARATONA CON IL METODO GALLOWAY 1. PREMESSA Le presenti note di sintesi sono state estratte dal libro di Jeff Galloway Galloway Book On Running al quale in ogni caso si rimanda per una illustrazione

Dettagli

PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA

PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA N esercizio Descrizione esercizio obbligatorio 1 Camminata sul posto o in circolo o movimento analogo per la bassa funzione 2 Camminata sul posto o

Dettagli

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico La al ESERCIZI PRATICI ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico L attività fisica è fondamentale per sentirsi bene e per mantenersi in forma. Eseguire degli esercizi di ginnastica dolce, nel postintervento,

Dettagli

Corsa cominciare è facile. Suggerimenti per partire con il piede giusto.

Corsa cominciare è facile. Suggerimenti per partire con il piede giusto. Corsa cominciare è facile. Suggerimenti per partire con il piede giusto. Per chi pratica già un attività fisica, ma anche per chi è determinato a cominciare, la corsa è la scelta più naturale. Prima di

Dettagli

EFFICACIA DI STRATEGIE DI INTERVENTO BASATE SULL ATTIVITA MOTORIA IN SOGGETTI AFFETTI DA MAL DI SCHIENA

EFFICACIA DI STRATEGIE DI INTERVENTO BASATE SULL ATTIVITA MOTORIA IN SOGGETTI AFFETTI DA MAL DI SCHIENA EFFICACIA DI STRATEGIE DI INTERVENTO BASATE SULL ATTIVITA MOTORIA IN SOGGETTI AFFETTI DA MAL DI SCHIENA PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA N esercizio Descrizione esercizio obbligatorio

Dettagli

Le principali cause del mal di schiena: 1. Postura scorretta quando si è seduti, al lavoro, in casa o in automobile.

Le principali cause del mal di schiena: 1. Postura scorretta quando si è seduti, al lavoro, in casa o in automobile. ESERCIZI PER LA SCHIENA La maggior parte delle persone che viene nel nostro centro soffre di dolori alla schiena. Vi consigliamo di leggere attentamente questo opuscolo e di attenervi il più possibile

Dettagli

Come prepararsi alla maratona Consigli per le quattro settimane prima e dopo la gara

Come prepararsi alla maratona Consigli per le quattro settimane prima e dopo la gara Come prepararsi alla maratona Consigli per le quattro settimane prima e dopo la gara Ogni maratona è un avventura. Tuttavia, se si arriva preparati all appuntamento, l avventura si trasforma in un esperienza

Dettagli

Curare il mal di schiena. Nicola Magnavita

Curare il mal di schiena. Nicola Magnavita Curare il mal di schiena Nicola Magnavita Lombalgia acuta Vivo dolore alla schiena, che insorge all improvviso dopo un movimento particolare o uno sforzo ( colpo della strega ) Colpisce il 10-15% della

Dettagli

RECUPERO Tra le tue prove veloci Tra un allenamento e l altro Prima e dopo la gara

RECUPERO Tra le tue prove veloci Tra un allenamento e l altro Prima e dopo la gara EXTRA CORSO di Tira il fiato nel modo giusto RECUPERO Tra le tue prove veloci Tra un allenamento e l altro Prima e dopo la gara Di Fulvio Massini Speciale Recupero Nel corso dell allenamento A cosa serve

Dettagli

Ergonomia in ufficio e nella vita quotidiana. Per il bene della vostra salute

Ergonomia in ufficio e nella vita quotidiana. Per il bene della vostra salute Ergonomia in ufficio e nella vita quotidiana Per il bene della vostra salute Quante ore al giorno state seduti? Ogni quanto fate una pausa di movimento o di rilassamento? Avete una postazione di lavoro

Dettagli

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate APPENDICE ESERCIZI POST-OPERATORI CONSIGLIATI 1 Scendere dal letto Da supino a letto sollevare il tronco sostenendosi sui gomiti, portare il dorso del piede sano sotto la caviglia dell arto operato, per

Dettagli

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali ESERCIZI FISICI Sono utili da eseguire prima o dopo la pratica sul pianoforte, per sciogliere, allungare e rinforzare le parti coinvolte nell azione pianistica. Devono essere affrontati con ritmo cadenzato

Dettagli

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate Vedi l'articolo completo sui consigli per la protesi d'anca su www.chirurgiarticolare.it Link diretto cliccando qui... APPENDICE ESERCIZI POST-OPERATORI CONSIGLIATI 1 Scendere dal letto Da supino a letto

Dettagli

INDICE. Avvertenza. Precauzioni

INDICE. Avvertenza. Precauzioni MANUALE ISTRUZIONI Prima di iniziare il presente programma di esercizi o qualsiasi altro tipo di allenamento, consultare il proprio medico. Questo è particolarmente importante per le persone Avvertenza

Dettagli

ESERCIZI PER TUTTI I GIORNI PER CONTINUARE A PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA SCHIENA. Per le foto ringraziamo Nicoletta VERGARO

ESERCIZI PER TUTTI I GIORNI PER CONTINUARE A PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA SCHIENA. Per le foto ringraziamo Nicoletta VERGARO ASL 4 CHIAVARESE DIPARTIMENTO della RIABILITAZIONE e della DISABILITA Direttore: Dott.ssa Valeria LEONI S.C. MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA A cura di: Mirella DEFILIPPI - Sonia CERETTO CASTIGLIANO - Alice

Dettagli

Dott. Franziskus Vendrame, Chinesiologo, Centro Kinesis, Conegliano ( TV )

Dott. Franziskus Vendrame, Chinesiologo, Centro Kinesis, Conegliano ( TV ) LA BIOMECCANICA DELLA CORSA E DELLA MARCIA Dott. Franziskus Vendrame, Chinesiologo, Centro Kinesis, Conegliano ( TV ) Analizzare l azione del trailrunner non è cosa semplice. Fondamentalmente perché non

Dettagli

ESERCIZI PER I GLUTEI

ESERCIZI PER I GLUTEI ESERCIZI PER I GLUTEI BREVE ANATOMIA DEI GLUTEI La regione glutea è rappresentata dal grande gluteo, dal medio gluteo e dal piccolo gluteo, con funzione di abdurre il femore. Il grande gluteo, assieme

Dettagli

Otago di Esercizi per Forza ed Equilibrio

Otago di Esercizi per Forza ed Equilibrio Inizio Programma delle Esercitazioni Otago di Esercizi per Forza ed Equilibrio Testo di Sheena Gawler Research Associate, Research Department of Primary Care and Population Health, University College London

Dettagli

MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO

MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO (Modulo) 10' Corsa (Borg 2-3) Inserendo anche corsa laterale 5' Stretching Dinamico 5' Andature (Skip, Corsa, Calciata, Scivolamenti laterali ecc. 3x10m) 3x Allungo

Dettagli

LA CORSA CORSO ISTRUTTORI FIDAL PIEMONTE 2012

LA CORSA CORSO ISTRUTTORI FIDAL PIEMONTE 2012 LA CORSA CORSO ISTRUTTORI FIDAL PIEMONTE 2012 LA CORSA Lo scopo: la velocità media avvio accelerazione lanciato Aspetti biomeccanici: lunghezza e frequenza del passo Struttura del movimento: fase di appoggio

Dettagli

Triathlon Training Programme 12-week Sprint Beginner

Triathlon Training Programme 12-week Sprint Beginner Programma di allenamento per dodici settimane -- Distanza gara: Sprint Livello atleta: principiante al primo o ondo anno di triathlon su distanza sprint Ore a settimana: da cinque a sei Per questo programma

Dettagli

Metodi d allenamento

Metodi d allenamento Metodi d allenamento Pistola ad aria compressa Pistola libera Pistola sportiva (mirato) 8 1 2 destra 7 3 destra 6 5 4 destra Traduzione di Sabine Marta Unione Italiana Tiro a Segno Indice 1. Metodi generali

Dettagli

Centro Yoga Matsyendra

Centro Yoga Matsyendra SEMINARIO 13 MARZO 2011 YOGA PER LA SALUTE DELLA SCHIENA A cura di Margherita Buniva PREMESSA La salute della schiena dipende in buona parte dalla salute della colonna vertebrale. In assenza di patologie

Dettagli

PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA

PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA FIPCF FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA E CULTURA FISICA PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA PETTORALI PANCA PIANA APERTURE PANCA 30 SPALLE LENTO AVANTI ALZATE LATERALI ALZATE 90 GAMBE SQUAT AFFONDI

Dettagli

MASSAGGIO MIOFASCIALE

MASSAGGIO MIOFASCIALE MASSAGGIO MIOFASCIALE Tale massaggio viene utilizzato sia a scopo preventivo, che per il trattamento delle rigidità e delle contratture della muscolatura. Questa tecnica agisce sulla fascia (tessuto connettivale

Dettagli

Manuale di. Anatomia. per lo stretching. A cura di Ken Ashwell

Manuale di. Anatomia. per lo stretching. A cura di Ken Ashwell Manuale di Anatomia per lo stretching A cura di Ken Ashwell 6 7 Sommario Prefazione 8 Come è organizzato questo libro 10 Anatomia generale 12 Regioni del corpo umano 14 Sistema muscolare 16 Sistema scheletrico

Dettagli

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 SCHEDE di valutazione 22 Classe prima 22 Classe seconda 25 Classe terza 28 Prove di abilità motorie e sportive

Dettagli

VIET TAI CHI e la mia salute

VIET TAI CHI e la mia salute VIET TAI CHI e la mia salute Autore: VIVIANA ALEXANDRA DURE 1 PRIMA PARTE Molte volte sentiamo parlare di malattie rare, per tante di queste purtroppo non ci sono cure. E nella ricerca che molti hanno

Dettagli

Programma di riscaldamento, stretching e potenziamento della cuffia dei rotatori

Programma di riscaldamento, stretching e potenziamento della cuffia dei rotatori Programma di riscaldamento, stretching e potenziamento della cuffia dei rotatori a cura di Peppe Mele PREMESSE: Gli esercizi contenuti in questa dispensa, sono particolarmente indicati per gli atleti che

Dettagli

Ti#piace#correre?## #scopri#i#consigli#per#iniziare#e#per# migliorare#la#tua#prestazione# #

Ti#piace#correre?## #scopri#i#consigli#per#iniziare#e#per# migliorare#la#tua#prestazione# # Ti#piace#correre?## #scopri#i#consigli#per#iniziare#e#per# migliorare#la#tua#prestazione# # # Se ti piace correre o se semplicemente vuoi iniziare sei nel posto giusto! In questo articolo troverai tutte

Dettagli

Esercizi respiratori raccomandati ai pazienti BPCO

Esercizi respiratori raccomandati ai pazienti BPCO raccomandati ai pazienti BPCO Broncopnemopatia Cronica Ostruttiva per continuare il percorso riabilitativo a domicilio A.C.O. San Filippo Neri Presidio Ospedaliero Salus Infirmorum U.O.S.D. Riabilitazione

Dettagli

Manuale di riabilitazione cardiologica

Manuale di riabilitazione cardiologica CARDIOLOGIA Manuale di riabilitazione cardiologica Divisione di Riabilitazione Cardiologica SAN RAFFAELE S.p.A. Divisione di Riabilitazione Cardiologica Manuale di Riabilitazione Cardiologica SAN RAFFAELE

Dettagli

ALLENAMENTO DELLA FORZA MASSIMA E DELLA FORZA RESISTENTE NEL CANOTTAGGIO

ALLENAMENTO DELLA FORZA MASSIMA E DELLA FORZA RESISTENTE NEL CANOTTAGGIO ALLENAMENTO DELLA FORZA MASSIMA E DELLA FORZA RESISTENTE NEL CANOTTAGGIO Testo e disegni di Stelvio Beraldo - IL RUOLO E LA PROGRAMMAZIONE DELLA FORZA NEL CANOTTAGGIO - FORZA MASSIMA: Parametri di lavoro,

Dettagli

La preparazione per le gare di 10-12 Km

La preparazione per le gare di 10-12 Km I documenti di www.mistermanager.it La preparazione per le gare di 10-12 Km Introduzione: le gare di 10-12 Km, sono le più frequenti nei calendari provinciali; la loro distanza, non impegnativa, rende

Dettagli

Preparazione fisica a cura del ComSubIn

Preparazione fisica a cura del ComSubIn Preparazione fisica a cura del ComSubIn PREMESSA Il seguente piano di allenamento è frutto dell'esperienza fatta dalla Scuola Incursori ed ha sempre dato buoni risultati. Esso è indirizzato agli individui,

Dettagli

Il metodo McKenzie Alessandro Aina e sull esecuzione di esercizi appropriati diagnosi e trattamento Che cos è il metodo McKenzie

Il metodo McKenzie Alessandro Aina  e sull esecuzione di esercizi appropriati diagnosi e trattamento Che cos è il metodo McKenzie Il metodo McKenzie Alessandro Aina fisioterapista, dip MDT, docente McKenzie Studio v. Spontini 3, Milano, via Ripalta 6A San Donato Mil.se, tel 02 29527326 Si basa essenzialmente sul mantenimento di posizioni

Dettagli

CORSO AGGIORNAMENTO M.G.A. TERZO LIVELLO 2015. Susanna Loriga Psicologa-Criminologa esperto in psicologia applicata alla difesa personale.

CORSO AGGIORNAMENTO M.G.A. TERZO LIVELLO 2015. Susanna Loriga Psicologa-Criminologa esperto in psicologia applicata alla difesa personale. CORSO AGGIORNAMENTO M.G.A. TERZO LIVELLO 2015 L AUTOMASSAGGIO PER LA GESTIONE DELLO STRESS Susanna Loriga Psicologa-Criminologa esperto in psicologia applicata alla difesa personale. L'automassaggio potrebbe

Dettagli

Il programma d allenamento «L 11». Le vostre domande le nostre risposte. Per allenatori

Il programma d allenamento «L 11». Le vostre domande le nostre risposte. Per allenatori Il programma d allenamento «L 11». Le vostre domande le nostre risposte. Per allenatori Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Casella postale, 6002 Lucerna Per informazioni:

Dettagli

LA PREPARAZIONE ATLETICA PER IL MOTOCICLISMO AGONISTICO

LA PREPARAZIONE ATLETICA PER IL MOTOCICLISMO AGONISTICO LA PREPARAZIONE ATLETICA PER IL MOTOCICLISMO AGONISTICO indicazioni alimentari esercizi di stretching esercizi per potenziamento muscolare esercizi per resistenza all affaticamento preparazione invernale

Dettagli

Fai partire il tuo anno migliore EXTRA

Fai partire il tuo anno migliore EXTRA in allenamento! ALLORA, COSA VUOI FARE? PERDERE PESO, ANDARE PIÙ FORTE, EVITARE L INFORTUNIO? QUALUNQUE SIA IL TUO OBIETTIVO, LE DIECI PROPOSTE CHE TI PERMETTERANNO DI USCIRE DALLA ROUTINE Fai partire

Dettagli

Con noi arrivi PRIMO Nello Sport e nella Vita!

Con noi arrivi PRIMO Nello Sport e nella Vita! Opuscolo informativo per ottenere il benessere psicofisico degli sportivi, professionisti e amatoriali. Con noi arrivi PRIMO Nello Sport e nella Vita! Energy & Mental Coaching Nutrizione Sportiva Raggiungi

Dettagli

Fast Start - Iron Formula Pagina 1

Fast Start - Iron Formula Pagina 1 Fast Start - Iron Formula Pagina 1 Gabriele Cosentino FAST START Le 4 chiavi per iniziare subito la trasformazione Fast Start - Iron Formula Pagina 2 CHIAVE 1 CARDIO Riscaldamento Il riscaldamento è fondamentale

Dettagli

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti In questa unità didattica si impara come si può aiutare una persona a muoversi, quando questa persona non può farlo in modo autonomo. Quindi, è necessario

Dettagli

Ricerca dei segni dello stress

Ricerca dei segni dello stress 5 Ricerca dei segni dello stress Prima di iniziare il massaggio vero e proprio, specialmente quando massaggiate una persona per la prima volta, accertate il livello dello stress attraverso la ricerca dei

Dettagli

"COME PARLA IL NOSTRO CORPO"

COME PARLA IL NOSTRO CORPO SCUOLA DELL' INFANZIA STATALE DI CHIESANUOVA/NE "COME PARLA IL NOSTRO CORPO" Itinerario di tipo psicomotorio atto a promuovere nei bambini una buona presa di coscienza del proprio corpo ed una corretta

Dettagli

ARTROPROTESI TOTALE DEL GINOCCHIO

ARTROPROTESI TOTALE DEL GINOCCHIO 1 www.ortopediaweb.net ARTROPROTESI TOTALE DEL GINOCCHIO Le informazioni contenute in questo opuscolo rappresentano un aiuto per il corretto avvicinamento all intervento ed una guida alla riabilitazione

Dettagli

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org g olf or w. coo n lf o o d p l a et. g or co w w et. ww w.efa d.o.eufic.org w ww rg Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio.

Dettagli

corsi e spinning digital training dalle 6 alle 22

corsi e spinning digital training dalle 6 alle 22 corsi e spinning digital training dalle 6 alle 22 corsi lunedì YogaFit GAG TotalBody CountryFitness SuperAbdominal Basic GAG YogaFit TotalBody Basic GAG CountryFitness TotalBody Basic 1 1 GAG 1 CountryFitness

Dettagli

Il più semplice ed efficace Programma Quotidiano Stampabile sul

Il più semplice ed efficace Programma Quotidiano Stampabile sul Come correggere la postura in 5 step Il più semplice ed efficace Programma Quotidiano Stampabile sul COME CORREGGERE LA POSTURA IN 5 STEP E IN 5 MINUTI STABILIZZANDO L'EQUILIBRIO CON I MUSCOLI STRATEGICI

Dettagli

Il lavoro al Videoterminale (VDT)

Il lavoro al Videoterminale (VDT) Servizio Prevenzione e Protezione Viale Innovazione, 2-Edificio U11-20126 Milano tel.02-64486190-fax 02-64486191 Il lavoro al Videoterminale (VDT) Effetti sulla salute e prevenzione I videoterminali Negli

Dettagli

Fissate un appuntamento in questo negozio, personale altamente qualificato scioglierà i vostri dubbi e risolverà i vostri problemi in sella.

Fissate un appuntamento in questo negozio, personale altamente qualificato scioglierà i vostri dubbi e risolverà i vostri problemi in sella. CONCETTI Pedalare bene per ottenere prestazioni soddisfacenti senza accusare disturbi, nemmeno dopo percorsi lunghi a qualsiasi età. Un obiettivo non solo per coloro che sono impegnati in competizioni

Dettagli

"Basketball players are made in the summer, but basketball teams are made in the winter."

Basketball players are made in the summer, but basketball teams are made in the winter. "Basketball players are made in the summer, but basketball teams are made in the winter." A tutte le giocatrci In vista di un lungo ed intenso campionato di basket,che affronteremo insieme, nella prossima

Dettagli

INDOOR ROWING, REMARE IN PALESTRA Elena Ansuini da "SPORT E SALUTE" (Anno I, numero 2 - Novembre 2004)

INDOOR ROWING, REMARE IN PALESTRA Elena Ansuini da SPORT E SALUTE (Anno I, numero 2 - Novembre 2004) INDOOR ROWING, REMARE IN PALESTRA Elena Ansuini da "SPORT E SALUTE" (Anno I, numero 2 - Novembre 2004) È una disciplina nata dalla fusione tra canottaggio e fitness, dove il concetto di equipaggio viene

Dettagli

IN CORPORE SANO. CARLO DOLZAN Soggetto uomo 25enne con carenza nelle gambe: come proporre una scheda di specializzazione.

IN CORPORE SANO. CARLO DOLZAN Soggetto uomo 25enne con carenza nelle gambe: come proporre una scheda di specializzazione. IN CORPORE SANO FACE TO FACE: BATTLE REVIEWS Bologna 21 febbraio 2015 CARLO DOLZAN Soggetto uomo 25enne con carenza nelle gambe: come proporre una scheda di specializzazione. Premesse La carenza di sviluppo

Dettagli

A cura di Marcello Ghizzo

A cura di Marcello Ghizzo IL PRIMO SOCCORSO A NOI E AGLI ALTRI A cura di Marcello Ghizzo Per cominciare Il rischio che tu o i tuoi compagni possiate restare vittime di incidenti durante la pratica sportiva, il gioco, a scuola o

Dettagli

anni 170 LUGLIO STARBENE

anni 170 LUGLIO STARBENE 10 anni IN MENO L elisir di eterna giovinezza è dentro di te. Fai il test e scopri subito come riportare indietro il tuo orologio cellulare con questo training superefficace 170 LUGLIO STARBENE Testo di

Dettagli

A cura di Patrizia Raimondo Pietro Saba. Associazione Italiana Diabetici 1

A cura di Patrizia Raimondo Pietro Saba. Associazione Italiana Diabetici 1 A cura di Patrizia Raimondo Pietro Saba Associazione Italiana Diabetici 1 La ginnastica, la nuova medicina Svolgere una moderata attività fisica in modo regolare serve a mantenersi in buona salute, e in

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

Posizione di Attenti ; I talloni sono uniti e le Punte dei piedi divaricate A formare un angolo di Circa 45

Posizione di Attenti ; I talloni sono uniti e le Punte dei piedi divaricate A formare un angolo di Circa 45 Posizione Eretta Naturalmente ; La distanza tra i piedi Corrisponde alla Larghezza delle anche Posizione di Attenti ; I talloni sono uniti e le Punte dei piedi divaricate A formare un angolo di Circa 45

Dettagli

COME PREPARARE I 10 KM SU STRADA IN 15 GIORNI

COME PREPARARE I 10 KM SU STRADA IN 15 GIORNI COME PREPARARE I 10 KM SU STRADA IN 15 GIORNI CONSIGLI DIETETICI E ALLENAMENTO PER OTTIMIZZARE LA PRESTAZIONE! Che siate atleti già di ottimo livello in cerca del massimo risultato oppure sedentari che

Dettagli

Preparare una maratona

Preparare una maratona Marcelloni Paolo Sezione Amatori Preparare una maratona Programma di allenamento per arrivare preparati all impegno, concluderlo - riuscendo a fornire la massima prestazione personale - e alla sera arrivare

Dettagli

ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE

ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE ARTICOLAZIONI DELLA CAVIGLIA Flessioni del piede da stazione eretta con la punta su un rialzo o contro una parete

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

Mezzofondo Femminile: stesse metodologie di allenamento? Endrizzi Pietro

Mezzofondo Femminile: stesse metodologie di allenamento? Endrizzi Pietro Mezzofondo Femminile: stesse metodologie di allenamento? Endrizzi Pietro Convegno Tecnico Villalagarina, 11 gennaio 2014 Esistono differenze di genere? Le donne devono allenarsi più dei maschi Sfatare

Dettagli

VADEMECUM PER L ATTIVITA FISICA A CASA ( tra faccende domestiche e attrezzi di fortuna)

VADEMECUM PER L ATTIVITA FISICA A CASA ( tra faccende domestiche e attrezzi di fortuna) NON SOLO PALESTRA... VADEMECUM PER L ATTIVITA FISICA A CASA ( tra faccende domestiche e attrezzi di fortuna) L attività vuole rendere consapevoli i ragazzi che l attività motoria può essere svolta anche

Dettagli

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ MANUALE UN PROGRAMMA DI RISCALDAMENTO COMPLETO PER RIDURRE GLI INFORTUNI NEL CALCIO INDICE PREFAZIONE 4 INTRODUZIONE

Dettagli

Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni

Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni Associazione Italiana Arbitri - AIA Settore Tecnico: Modulo Preparazione Atletica Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni AIA CAN-D Stagione Agonistica 2010-2011 Prevenzione Infortuni Introduzione

Dettagli

RIABILITAZIONE CARDIOVASCOLARE ESERCIZI DI FISIOTERAPIA

RIABILITAZIONE CARDIOVASCOLARE ESERCIZI DI FISIOTERAPIA RIABILITAZIONE CARDIOVASCOLARE ESERCIZI DI FISIOTERAPIA Esercizi di fisioterapia Una corretta attività fisica svolge un azione molto favorevole sull apparato cardiovascolare, riduce tutti i principali

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

IL FONDO MEDIO E VELOCE di Giorgio Rondelli

IL FONDO MEDIO E VELOCE di Giorgio Rondelli IL FONDO MEDIO E VELOCE di Giorgio Rondelli In questo articolo sui mezzi di allenamento del mezzofondo e fondo per atleti di medio- alto livello parleremo dei lavori di potenza aerobica, quelli che vengono

Dettagli

In Sport Triathlon che sport è?

In Sport Triathlon che sport è? In Sport Triathlon che sport è? Il triathlon è uno sport che accomuna assieme tre discipline come il nuoto, il ciclismo e la corsa a piedi, unendole senza che tra di esse ci sia soluzione di continuità,

Dettagli

SISTEMI DI ALLENAMENTO PER UN AMATORE IN GARE DI 10 KM., MEZZAMARATONA E MARATONA

SISTEMI DI ALLENAMENTO PER UN AMATORE IN GARE DI 10 KM., MEZZAMARATONA E MARATONA SISTEMI DI ALLENAMENTO PER UN AMATORE IN GARE DI 10 KM., MEZZAMARATONA E MARATONA Di: Federico Morelli Stefano Baldini ai campionati italiani di società di corsa campestre al Parco di Monza,17 febbraio

Dettagli

Mezzofondo e resistenza, pianificazione per la categoria allievi. Esposito Vincenzo

Mezzofondo e resistenza, pianificazione per la categoria allievi. Esposito Vincenzo Mezzofondo e resistenza, pianificazione per la categoria allievi. Esposito Vincenzo Introduzione sulle diverse tipologie di resistenza. Resistenza: la facoltà di svolgere per lungo tempo una qualsiasi

Dettagli