L Ente di Promozione Sportiva C.S.A.In. Padova è lieta di presentare il corso di: Corso di FITNESS TRAINER

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L Ente di Promozione Sportiva C.S.A.In. Padova è lieta di presentare il corso di: Corso di FITNESS TRAINER"

Transcript

1 L Ente di Promozione Sportiva C.S.A.In. Padova è lieta di presentare il corso di: Corso di FITNESS TRAINER Corso di Fitness Trainer / Istruttore di Sala Pesi e CardioFitness Il corso di istruttore Fitness, si propone di formare gli operatori di Sala Fitness e Cardiofitness al fine di acquisire le nozioni base teorico, scientifiche e pratiche (bodybuilding e cardiofitness) per affrontare realtà diverse in palestra. La caratteristica principale del corso è quella di preparare praticamente gli allievi alle problematiche del lavoro in palestra, grazie alla presenza di persone che si prestano a ricoprire il ruolo di potenziali clienti, questo per ottenere una preparazione degli allievi al lavoro presso le società sportive. Al momento la formazione CSAIN garantisce la quasi totalità di inserimento lavorativo presso le società CSAIN Padova. Il corso si articola in 4 Weekend per un totale di 64 ore. Orario: Sabato: dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 Domenica: dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 L ultima domenica del corso sarà destinata al ripasso teorico/pratico e all esame teorico e pratico. Programma Teorico, pratico e scientifico: ARGOMENTI DI MEDICINA, ANATOMIA UMANA e DELL APPARATO LOCOMOTORE: sistema: cardiaco, respiratorio, endocrino, circolatorio,nervoso, cellula e metabolismo, contrazione muscolare, alimentazione, sistemi energetici, muscoli, ossa, articolazioni, tendini, legamenti. FISIOLOGIA: sistema circolatorio, respiratorio, fisiologia della contrazione, sistema nervoso, sistemi energetici BIOMECCANICA DEL MOVIMENTO:

2 caratteristiche del movimento umano e degli esercizi con attrezzi/macchine di sala fitness e a corpo libero / con piccoli attrezzi STUDIO DEGLI ATTREZZI: modalità di esecuzione degli esercizi a corpo libero, con (bilanciere, manubrio, panche, poliercoline), macchine isotoniche e cardiofitness ANALISI DEI FREQUENTATORI DEI CLUB: come personalizzare l allenamento TECNICHE E METODOLOGIE D ALLENAMENTO: come sviluppare le capacità condizionali e coordinative. I DISMORFISMI E PARAMORFISMI: scoliosi, cifosi, lordosi, postura viziata e altre patologie legate alla postura ANALISI DELLA POSTURA: obiettiva ed idonea al centro fitness ANAMNESI MOTORIA ED ESAME OBIETTIVO MOTORIO: come riscontrare i difetti nell esecuzione degli esercizi, personalizzare la scheda di allenamento e valutare con esame obiettivo il cliente. COMPOSIZIONE CORPOREA: analisi delle circonferenze (WHR) e BMI COMPILAZIONE SCHEDA DI ALLENAMENTO: creazione della scheda di allenamento per tutte le esigenze del centro fitness COME ACCOGLIERE E GESTIRE LA CLIENTELA: il primo approccio verbale e non verbale con il cliente, PSICODRAMMA E FITNESS: tecniche di counseling e assertività del cliente fitness A chi si rivolge il corso : A tutti i praticanti di attività Fitness per un uso consapevole e sicuro degli attrezzi e metodologie di allenamento della sala pesi alla formazione del personale addetto alla sicurezza e assistenza della clientela sana che si può trovare più frequentemente nelle palestre italiane per la possibilità di trovare un lavoro interessante, stimolante e a contatto con il pubblico in un settore che mostra forte sviluppo e solidità commerciale Prerequisiti: Certificato Medico di idoneità alla pratica sportiva non agonistica Assicurazione con tessera C.S.A.In. Rilasciata all inizio del corso Competenze nel campo del Bodybuilding e attività motoria a corpo libero Insegnanti del Corso: Dott. Matteo Giardini Laurea in Scienze Motorie e Specializzato in Scienze Tecniche dell Attività Motoria Preventiva e Adattata. Dott. Luca Callegarin Medico Chirurgo, Cardiologo e Anestesista Dott. Elisabetta Garelli Medico Chirurgo e Cardiologo Dott.ssa Silvia Garelli

3 Medico Chirurgo e Endocrinologa Dott. ssa Maria Giardini Psicologa e Psicoterapeuta Per aderire al corso contattare la segreteria del corso al numero: tel E mail: Web: e Al termine del corso verrà rilasciato l attestato di frequenza rilasciato dalla C.S.A.In. Italia, Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal C.O.N.I. Costo Totale Euro 390 (Incluso di materiale didattico ) Inizio corso a OTTOBRE L Ente di Promozione Sportiva C.S.A.In. Padova è lieta di presentare il corso di: Corso di SMOVEY Il corso si propone di creare gli operatori Smovey, per poter gestire l utenza fitness e non solo, anche in ambienti sportivi all aria aperta. Lo Smovey sta spopolando in molti paesi dell Europa visto che questo nuovo strumento sportivo si adatta all utilizzo nelle palestre fitness, nei parchi e ambienti sportivi all aria aperta, e in generale nella gestione di gruppi di persone eterogenee, come bambini, adulti, anziani e affetti da patologie croniche all apparato locomotore. Tale corso è una esclusiva nazionale, quindi ogni allievo del corso avrà la fortuna di poter portare nei centri sportivi una assoluta novità, quindi un opportunità di lavoro importante. Il corso si articola in 2 Weekend per un totale di 32 ore. Orario: Sabato: dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 Domenica: dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 L ultima domenica del corso sarà destinata al ripasso teorico/pratico e all esame teorico e pratico. Programma Teorico, pratico e scientifico: ARGOMENTI DI MEDICINA, ANATOMIA UMANA e DELL APPARATO LOCOMOTORE:

4 sistema: cardiaco, respiratorio, circolatorio,nervoso, cellula e metabolismo, contrazione muscolare,, sistemi energetici, muscoli, ossa, articolazioni, tendini, legamenti. FISIOLOGIA: sistema circolatorio, respiratorio, fisiologia della contrazione, sistema nervoso, sistemi energetici BIOMECCANICA DEL MOVIMENTO: caratteristiche del movimento umano e degli esercizi con attrezzi/macchine di sala fitness e a corpo libero / con piccoli attrezzi STUDIO DELLO SMOVEY: come utilizzare lo smovey in ambito fitness, gruppi di cammino e preparazione atletica SMOVEY IN ACQUA: come utilizzare lo smovey in piscina ANALISI DEI FREQUENTATORI: come personalizzare l allenamento TECNICHE E METODOLOGIE D ALLENAMENTO: come sviluppare le capacità condizionali e coordinative. I DISMORFISMI E PARAMORFISMI: scoliosi, cifosi, lordosi, postura viziata e altre patologie legate alla postura ANAMNESI MOTORIA ED ESAME OBIETTIVO MOTORIO: come riscontrare i difetti nell esecuzione degli esercizi, personalizzare la scheda di allenamento e valutare con esame obiettivo il cliente. A chi si rivolge il corso : A tutti i praticanti di attività Fitness per un uso consapevole e sicuro degli attrezzi e metodologie di allenamento della sala pesi alla formazione del personale addetto alla sicurezza e assistenza della clientela sana che si può trovare più frequentemente nelle palestre italiane per la possibilità di trovare un lavoro interessante, stimolante e a contatto con il pubblico in un settore che mostra forte sviluppo e solidità commerciale Prerequisiti: Certificato Medico di idoneità alla pratica sportiva non agonistica Assicurazione con tessera C.S.A.In. Rilasciata all inizio del corso Competenze nel campo del Bodybuilding e attività motoria a corpo libero Insegnanti del Corso: Dott. Matteo Giardini Laurea in Scienze Motorie e Specializzato in Scienze Tecniche dell Attività Motoria Preventiva e Adattata. Dott. Elisabetta Garelli Medico Chirurgo e Cardiologo

5 Per aderire al corso contattare la segreteria del corso al numero: tel E mail: Web: e Al termine del corso verrà rilasciato l attestato di frequenza rilasciato dalla C.S.A.In. Italia, Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal C.O.N.I. Costo Totale Euro 250 (Incluso di materiale didattico) Inizio corso a OTTOBRE AQUAGYM (ISTRUTTORE ATTIVITA MOTORIE, ANCHE MUSICALI IN ACQUA) Il corso di AQUAGYM, si propone di formare gli istruttori di attività motoria in aquagym e appassionati di fitness musicale in acqua, a ritmo di musica varia, anche latina come sta spopolando in questi ultimi anni. Il corso si articola in 3 Weekend per un totale di 48 ore. Orario: Sabato: dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 Domenica: dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 L ultima domenica del corso sarà destinata al ripasso teorico/pratico e all esame teorico e pratico. Programma Teorico, pratico e scientifico: ANATOMIA UMANA E DELL APPARATO LOCOMOTORE: sistema: cardiaco, respiratorio, contrazione muscolare, sistemi energetici, muscoli, ossa, articolazioni, tendini, legamenti. FISIOLOGIA: sistema circolatorio, respiratorio, fisiologia della contrazione, sistemi energetici BIOMECCANICA DEL MOVIMENTO: caratteristiche del movimento umano e degli esercizi con attrezzi / macchine di sala fitness POSTURA: come comprendere l organizzazione della postura del corpo umano ed i suoi vizi più comuni

6 STUDIO DEL MOVIMENTO DEL CORPO UMANO: modalità di esecuzione degli esercizi a corpo libero, anche con l uso di piccoli attrezzi. TECNICHE E METODOLOGIE D ALLENAMENTO: come sviluppare le capacità condizionali e coordinative. ANAMNESI MOTORIA ED ESAME OBIETTIVO MOTORIO: come riscontrare i difetti nell esecuzione degli esercizi, personalizzare la lezione di allenamento e valutare con esame obiettivo il cliente. AQUA FITNESS LATINO: le basi teoriche e pratiche della ginnastica aerobica in acqua con musica latina AQUA AEROBICA: le basi teoriche e pratiche della ginnastica aerobica in acqua AQUAGYM EXERCISE:esercizi a corpo libero, con piccoli e grandi attrezzi in acqua A chi si rivolge il corso : A tutti i praticanti di aquagym, e attività motoria appassionate di attività motorie musicali Ai maestri di danza latina e aerobica, ma anche di danza moderna / classica A tutte le persone per trovare un lavoro interessante, stimolante e a contatto con il pubblico in un settore che mostra forte sviluppo e solidità commerciale Insegnanti del Corso: Dott. Matteo Giardini Laurea in Scienze Motorie e Specializzato in Scienze Tecniche dell Attività Motoria Preventiva e Adattata. Dott. Natasha Katic Diplomata ISEF (USA) e Icona dell aquagym padovano da 20 anni! Dott.ssa Elisabetta Garelli Medico Chirurgo e Cardiologa Per aderire al corso contattare la segreteria del corso al numero: tel E mail: Web: e Al termine del corso verrà rilasciato l attestato di frequenza rilasciato dallo C.S.A.In. Italia, Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal C.O.N.I. Ps: alla conclusione del corso tutti gli allievi del corso saranno valutati per essere inseriti nelle attività dello CSAIN Padova e ASD Movimento veneto sport e solidarietà nell ambito dei progetti sull aquagym Costo Totale Euro 350

7 Inizio corso a OTTOBRE L associazione sportiva dilettantistica SALVAGENTE, affiliata alla Federazione Italiana Salvamento Acquatico e all Ente di Promozione Sportiva CSAIN Padova riconosciuta dal CONI, è lieta di presentare il corso in : Corso di ASSISTENTE BAGNANTE Corso di ASSISTENTE BAGNANTE e servizi FISA Il corso di ASSISTENTE BAGNANTE abilita al servizio di sorveglianza balneare in mare, acque interne, lago e piscine. Il brevetto abilita ambo i sessi dai 16 ai 55 anni all esercizio della professione di Assistente Bagnanti presso piscine, fiumi, laghi e mari. Si convertono brevetti di altre federazioni di salvamento. Come previsto dal DPR 23/07/1998 n 323 art 12 D.M. n 49 del 24/02/2000 il Brevetto di Assistente Bagnanti è valido ai fini del riconoscimento del credito formativo. Tutti gli Assistenti Bagnanti della FISA possono dare la propria disponibilità ad intervenire come volontari per la Protezione Civile Nazionale. Il corso si articola in diversi incontri per un totale di 40 ore (compreso l esame): Programma Didattico, pratico e teorico: Storia e struttura della organizzazione federale FISA Figura dell Assistente Bagnante (ruoli, tecniche di sorveglianza salvamento, diritti e doveri) Soccorso in mare, piscina e lago Tecniche del nuoto di salvamento

8 Utilizzo degli strumenti ed attrezzi del salvamento (torpedo, salvagente, rescue tab, etc) Soccorso cardio polmonare anche con l uso del defibrillatore semiautomatico Corso di ardimento psico fisico ( abituare l assistente bagnante alle situazioni di stress psico fisico) Meteorologia Anatomia e fisiologia di base Pronto soccorso (BLS con manichino, DAE defibrillatore semiautomatico) Primo soccorso Aspetti civili e penali della professione Un lavoro richiestissimo dagli stabilimentì balneari, terme, piscine, villaggi turistici etc Valido anche per esperienze all estero di lavoro nell ambito del salvamento acquatico Ambo i sessi dai 16 ai 65 anni Appassionati dell ambiente acquatico ssibilità di usurfruire, in alcuni concorsi di stato del credito formativo per l ammissione in alcune forze armate dello stato con cui possono mantenersi gli studi Un lavoro di responsabilità per maturare, conoscere persone e provare nuove esperienze Contatti lavorativi per inserimento degli allievi Prerequisiti: Certificato Medico di idoneità alla pratica sportiva non agonistica buone capacità natatorie Modalità di ammissione al corso: Gli aspiranti assistenti bagnanti dovranno dimostrare attraverso una batteria di test natatori le loro abilità natatorie nell ambiente acqueo. Tale prova sarà valutata dal Maestro di Salvamento o dal delegato regionale / provinciale. tuffo da almeno un metro di dislivello nuotare correttamente per almeno 50m crawl nuotare correttamente per almeno 25m rana nuotare correttamente per almeno 25m una terza nuotata a scelta recuperare un oggetto a 3 m di profondità o nuotare in apnea subacquea per almeno 12m

9 mantenere per almeno 20" la posizione verticale mantenendo il capo e le mani fuori acqua, con il solo sostegno del movimento di gambe Insegnanti del Corso: Dott. Matteo Giardini Maestro di salvamento Laurea in Scienze Motorie e Specializzato in Scienze e Tecniche dell Attività Motoria Preventiva e Adattata Dott. Elisabetta Garelli Medico Chirurgo, Cardiologo Dott. Antonio Pellizza Avvocato Civile e Penale Ing. Andrea Giardini Ingegnere chimico ed esperto di meteorologia Al termine del corso verrà rilasciato il brevetto PROFESSIONALE di ASSISTENTE BAGNANTE della Federazione italiana salvamento acquatico, riconosciuto anche dallo C.S.A.In. Padova, Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal C.O.N.I. Costo Totale Euro 350 (Incluso di materiale didattico ) Inizio corso a OTTOBRE L Ente di Promozione Sportiva C.S.A.In. Padova è lieta di presentare il corso di: corso di FITNESS LATINO (ISTRUTTORE DI AEROBICA /ATTIVITA MOTORIE MUSICALI LATINE) Il corso di FITNESS LATINO, si propone di formare gli operatori di GINNASTICA AEROBICA e appassionati di fitness musicale, a ritmo di musica latina come sta spopolando in questi ultimi anni. Il corso si articola in 5 giornate per un totale di 40 ore. Orario: Sabato: dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 Domenica: dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18

10 L ultima domenica del corso sarà destinata al ripasso teorico / pratico e all esame teorico e pratico. Programma Teorico, pratico e scientifico: ANATOMIA UMANA E DELL APPARATO LOCOMOTORE: sistema: cardiaco, respiratorio, contrazione muscolare, sistemi energetici, muscoli, ossa, articolazioni, tendini, legamenti. FISIOLOGIA: sistema circolatorio, respiratorio, fisiologia della contrazione, sistemi energetici BIOMECCANICA DEL MOVIMENTO: caratteristiche del movimento umano e degli esercizi con attrezzi / macchine di sala fitness POSTURA: come comprendere l organizzazione della postura del corpo umano ed i suoi vizi più comuni STUDIO DEL MOVIMENTO DEL CORPO UMANO: modalità di esecuzione degli esercizi a corpo libero, anche con l uso di piccoli attrezzi. TECNICHE E METODOLOGIE D ALLENAMENTO: come sviluppare le capacità condizionali e coordinative. ANAMNESI MOTORIA ED ESAME OBIETTIVO MOTORIO: come riscontrare i difetti nell esecuzione degli esercizi, personalizzare la lezione di allenamento e valutare con esame obiettivo il cliente. FITNESS LATINO: le basi teoriche e pratiche della ginnastica aerobica con musica latina AEROBICA: le basi teoriche e pratiche della ginnastica aerobica A chi si rivolge il corso : A tutti i praticanti di attività motoria appassionate di attività motorie musicali Ai maestri di danza latina e aerobica, ma anche di danza Prerequisiti: Certificato Medico di idoneità alla pratica sportiva non agonistica Assicurazione con tessera C.S.A.In. Rilasciata all inizio del corso Competenze nel campo della ginnastica aerobica e attività motoria a corpo libero Insegnanti del Corso: Dott. Matteo Giardini Laurea in Scienze Motorie e Specializzato in Scienze Tecniche dell Attività Motoria Preventiva e Adattata. Marco Bellin Maestro di danza latino e di ZUMBA Dott.ssa Silvia Garelli

11 Medico Chirurgo e Endocrinologa Per aderire al corso contattare la segreteria del corso al numero: tel E mail: Web: e Al termine del corso verrà rilasciato l attestato di frequenza rilasciato dalla C.S.A.In. Italia, Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal C.O.N.I. Costo Totale Euro 290 Inizio corso a OTTOBRE Corso di PERSONAL TRAINER (PROFESSIONISTA dell ATTIVITA MOTORIA) Il corso di Personal Trainer, si propone di formare i professionisti di Sala Fitness e Cardiofitness al fine di acquisire le nozioni avanzate teorico, scientifiche e pratiche per affrontare realtà diverse in palestra, come le patologie metaboliche (ipertensione, obesità, cardiopatie, diabete), la rieducazione (ginocchio, caviglia, spalla e colonna vertebrale), osteoartrosi, ipertrofia, posturologia nel fitness e strumentale,dimagrimento e preparazione atletica di base. Il corso si articola in 6 Weekend per un totale di 96 ore. Orario: Sabato: dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 Domenica: dalle 9 alle 13 e dalle 14 - alle 18 L ultima domenica del corso sarà destinata al ripasso teorico/pratico e all esame teorico e pratico. Programma Teorico, pratico e scientifico: ANATOMIA UMANA E DELL APPARATO LOCOMOTORE: sistema: cardiaco, respiratorio, contrazione muscolare, sistemi energetici, muscoli, ossa, articolazioni, tendini, legamenti. FISIOLOGIA: sistema circolatorio, respiratorio, fisiologia della contrazione, sistemi energetici BIOMECCANICA DEL MOVIMENTO: caratteristiche del movimento umano e degli esercizi con attrezzi / macchine di sala fitness

12 POSTURA: come comprendere l organizzazione della postura del corpo umano ed i suoi vizi più comuni ANALISI DELLA POSTURA STRUMENTALE: BAROPODOMETRIA, STABILOMETRIA, EMG E G WALK BTS. STUDIO DEL MOVIMENTO DEL CORPO UMANO: modalità di esecuzione degli esercizi a corpo libero, anche con l uso di piccoli attrezzi. TECNICHE E METODOLOGIE D ALLENAMENTO: come sviluppare le capacità condizionali e coordinative. ANAMNESI MOTORIA ED ESAME OBIETTIVO MOTORIO: come riscontrare i difetti nell esecuzione degli esercizi, personalizzare la lezione di allenamento e valutare con esame obiettivo il cliente. STUDIO DEGLI ATTREZZI: modalità di esecuzione degli esercizi a corpo libero (bilanciere,manubrio,panche,poliercoline), macchine isotoniche e cardiofitness ANALISI DEI FREQUENTATORI DEI CLUB: come personalizzare l allenamento con clienti in stato di salute e con patologie metaboliche o al sistema locomotore TECNICHE E METODOLOGIE D ALLENAMENTO: come sviluppare la forza, potenza, velocità e la preparazione atletica di base I PARAMORFISMI: come trattare la scoliosi, cifosi, lordosi e altri dismorfismi del sistema locomotore ANAMNESI MOTORIA ED ESAME OBIETTIVO MOTORIO: valutare con esame obiettivo il cliente, rilevare la storia sportiva e clinica, scelta di un adeguato protocollo di lavoro IL RECUPERO FUNZIONALE DELL ATLETA INFORTUNATO: come stabilire i principali protocolli di lavoro in rieducazione funzionale (spalla,ginocchio,caviglia e colonna vertebrale) COMPILAZIONE SCHEDA DI ALLENAMENTO: creazione della scheda di allenamento per lo sviluppo della forza, potenza, ipertrofia, dimagrimento e velocità. Anche la programmazione base annuale dell atleta avanzato COME ACCOGLIERE E GESTIRE LA CLIENTELA: il primo approccio verbale e non verbale con il cliente, assessment, interpretare il feedback corporeo e verbale, esercitazioni di comunicazione (pratica e teoria) MARKETING: gestione del servizio personal, responsabilità civile penale, aspetti fiscali della professione DIETOLOGIA AVANZATA: alimentazione per l atleta avanzato, patologico, in stato di gravidanza. Le intolleranze e allergie alimentari. POSTUROLOGIA: cosa è, come si effettua l analisi della postura del cliente e scheda di allenamento

13 COMPOSIZIONE CORPOREA: plicometria, analisi delle circonferenze (WHR), bio impedenza e BMI PATOLOGIE IN PALESTRA: ipertensione, obesità, cardiopatie, diabete, osteoartrosi e asma BLS: corso di rianimazione cardio - polmonare con utilizzo di defibrillatore semi - automatico ANALISI DELLA POPOLAZIONE E RELATIVE PECULIARTA SULL ESERCIZIO FISICO: donna gravida, bambini, anziani, adulto TRUMATOLOGIA DELL APPARATO LOCOMOTORE:fratture, distorsioni, stiramenti e strappi muscolari, prognosi e percorso post riabilitativo TEST CLINICI: in ortopedia e fisiatria STRETCHING AVANZATO: l allungamento muscolare e articolare di ultima generazione INTEGRATORI ALIMENTARI: conoscere questi sconosciuti L ORDINAMENTO SPORTIVO: come costituire e gestire una A.S.D. A chi si rivolge il corso : A tutti i praticanti di attività Fitness per un uso consapevole e sicuro degli attrezzi e metodologie di allenamento della sala pesi alla formazione del personale addetto alla sicurezza e assistenza della clientela sana e con alcune problematiche metaboliche o all apparato locomotore che si può trovare più frequentemente nelle palestre italiane per la possibilità di trovare un lavoro interessante, stimolante e a contatto con il pubblico in un settore che mostra forte sviluppo e solidità commerciale Prerequisiti: Certificato Medico di idoneità alla pratica sportiva non agonistica. Attestato di partecipazione corso Fitness Trainer Insegnanti del Corso: Dott. Matteo Giardini Laurea in Scienze Motorie e Specializzato in Scienze Tecniche dell Attività Motoria Preventiva e Adattata. Dott. ssa Laura Brusamolin Medico Chirurgo e dello sport Dott. Elisabetta Garelli Medico Chirurgo e Cardiologo Dott.ssa Silvia Garelli Medico Chirurgo e Endocrinologa Dott. ssa Maria Giardini Psicologa e Psicoterapeuta Per aderire al corso contattare la segreteria del corso al numero: tel E mail:

14 Web: e Costo Totale Euro 490 (Incluso di materiale didattico ) Inizio corso a NOVEMBRE Contest FITNESS ABILITY CSAIN Padova L ente di promozione sportiva CSAIN Padova e l associazione sportiva dilettantistica SALVAGENTE sono lieti di presentare il contest tra palestre e atleti amatori fitness in esercizi e circuiti fitness. Questa gara di FITNESS ABILITY è itinerante e si svilupperà in più eventi nell anno in corso. Primo ambito di prova: MASCHI SENIOR E JUNIOR 1) distensione panca piana con bilanciere - valutare il massimo numero di ripetizioni di sollevamento del proprio peso in (KG) - (atleti maschi senior) - per i ragazzi under 18 si applica 1/2 del peso corporeo (maschi junior) - per gli uomini over 40 si applica 1/2 del peso corporeo - maggiore sarà il numero di ripetizioni eseguite, migliore sarà la performance dell atleta 2) squat al multypower (castello) o pressa in caso di assenza - numero di ripetizioni di sollevamento del proprio peso in (KG) - (atleti maschi senior) - numero di ripetizioni di sollevamento di 1/2 peso corporeo in (KG) - (atleti maschi junior) - per gli uomini over 40 si applica 1/2 del peso - maggiore sarà il numero di ripetizioni eseguite, migliore sarà la performance dell atleta - l appoggio dei piedi sarà all altezza delle spalle e le ginocchia dovranno essere piegate a 90 gradi di flessione ed estese completamente 3) curl e lento avanti in piedi - eseguire la flessione del avambraccio sul braccio (con polso in posizione neutra pollice avanti, fase iniziale, appoggiata all anca) e la distensione verso l alto delle braccia - maggiore sarà il numero di ripetizioni eseguite, migliore sarà la performance dell atleta - eseguire il movimento con 1/5 del peso corporeo (per i maschi senior)

15 - eseguire il movimento con 1/7 del peso corporeo (per i maschi junior) - per gli uomini over 40 si applica 1/7 del peso 4) trazioni alla sbarra - si valuterà il numero massimo di ripetizioni eseguite - la trazione sarà eseguita con le mani all altezza delle spalle, - maggiore sarà il numero di ripetizioni eseguite, migliore sarà la performance dell atleta (atleti maschi senior) in posizione prona delle mani - maggiore sarà il numero di ripetizioni eseguite, migliore sarà la performance dell atleta (atleti maschi junior) in posizione supina delle mani - maggiore sarà il numero di ripetizioni eseguite, migliore sarà la performance dell atleta (atleti maschi over 40) in posizione supina delle mani NB: Nelle prove di sollevamento peso si solleverà il proprio peso corporeo, grazie a bilanciere e dischi, ma se non si riuscirà a raggiungere il peso esatto con i dischi presenti, si provvederà ad arrotondare per eccesso. Secondo ambito di prova: CARDIO - FITNESS 5) Corsa su tapis roulant - 5 minuti di corsa continua in cui si dovrà percorrere il numero massimo di metri possibile con una velocità libera (atleti maschi senior e junior) - maggiore sarà la distanza raggiunta, migliore sarà la performance dell atleta 6) bike verticale - 5 minuti di corsa continua in cui si dovrà percorrere il numero massimo di metri possibile con una velocità di rotazione minima libera e resistenza P = 150 w per l intera prova (atleti maschi senior e junior e over 40) - maggiore sarà la distanza raggiunta, migliore sarà la performance dell atleta in metri CIRCUITO FUNZIONALE - sette esercizi a corpo libero - nessuna pausa tra stazioni - viene considerato il tempo totale di esecuzione senza pausa tra esercizi Prima stazione: alzare frontalmente la kettlebell appoggiata per terra con posizione delle mani congiunte e distendere le braccia completamente verso l alto e ripetere dieci volte l esercizio - Kettlebell da 10 kg e dieci ripetizioni (maschi senior) - Kettlebell da 10 kg e cinque ripetizioni (maschi junior ) - Kettlebell da 10 kg e cinque ripetizioni (maschi senior over 40) Seconda stazione: da posizione di decubito supino ( con braccia e arti inferiori distesi orizzontalmente) eseguire una flessione del busto e dondolamento del corpo verso avanti, balzo in alto con la distensione delle braccia verso l alto tenendo fra le mani una palla medica da 3kg che nel cambio di stazione da distesa ad eretta dovrà appoggiarsi per terra. - 5 ripetizioni maschi senior

16 - 5 ripetizioni maschi junior - over 40 esercizio Sit Up ( senza blocco dei piedi e con partenza delle braccia distese sul pavimento e nella fase finale con il tocco dei piedi, ginocchio sempre piegato e piedi in appoggio costante per terra) Terzo esercizio: eseguire delle oscillazioni complete (massimo rom delle braccia saggittali alternate con corda di grosso calibro ( e pesantezza ) in sospensione. - 5 ripetizioni per braccio per i maschi senior - 5 ripetizioni per braccio per i maschi junior e over 40 Quarto esercizio: eseguire un piegamento delle braccia, subito seguito da un balzo in aria con distensione delle braccia verso l alto seguito da ritorno a terra in posizione di distensione delle braccia - 10 ripetizioni per i maschi senior - 5 ripetizioni per i maschi junior e over 40 Quinto esercizio: eseguire estensione / distensione del gomito da appoggio su panca delle mani pronate (dita rivolte verso avanti e altezza spalle) e sull altro appoggio i piedi (talloni in appoggio) con arti inferiori distesi ( saranno utilizzate rispettivamente tre step disposti verticalmente) - 10 ripetizioni per i maschi senior - 5 ripetizioni per i maschi junior e over 40 Sesto esercizio: eseguire dei balzi (in lunghezza) con caricamento e arrivo a piedi pari di almeno (130 cm per i maschi) orizzontali, non consecutivi, (uno avanti e l altro in senso opposto, girandosi non in fase di volo) - 10 ripetizioni per i maschi senior - 5 ripetizioni per i maschi junior e over 40 Settimo esercizio: eseguire corsa a zig zag di 3mt per segmento di tracciato, con arresto dell atleta e tocco del conetto con mano, partenza successiva e cosi via fino alla fine del circuito, complessivamente n 4 segmenti in andata n 4 in fase di ritorno. 3 metri metri 2 metri NB:Si sommerà il tempo impiegato nelle varie stazioni! L atleta che ha eseguito il circuito con il tempo minore di esecuzione del circuito vincerà la prova. Primo ambito di prova: FEMMINE SENIOR E JUNIOR 1) Piegamento sulle braccia - valutare il massimo numero di ripetizioni di sollevamento del proprio corpo (atleti femmine senior) - valutare il massimo numero di ripetizioni di sollevamento del proprio corpo con appoggio delle ginocchia per terra (atleti femmine junior)

17 - maggiore sarà il numero di ripetizioni eseguite, migliore sarà la performance dell atleta 2) squat al multypower (castello) - numero di ripetizioni di sollevamento ½ del proprio peso in (KG) - (atleti femmine senior) - numero di ripetizioni di sollevamento di 1/3 peso corporeo in (KG) - (atleti femmine junior) - maggiore sarà il numero di ripetizioni eseguite, migliore sarà la performance dell atleta - l appoggio dei piedi sarà all altezza delle spalle e le ginocchia dovranno essere piegate a 90 gradi di flessione ed estese completamente 2) curl e lento avanti in piedi - eseguire la flessione del avambraccio sul braccio (con polso in posizione neutra pollice avanti, fase iniziale, appoggiata all anca) e la distensione verso l alto delle braccia - maggiore sarà il numero di ripetizioni eseguite, migliore sarà la performance dell atleta - eseguire il movimento con un manubrio da 8 kg (per le femmine senior) - eseguire il movimento con un manubrio da 6 kg (per le femmine junior) 4) lat machine - si valuterà il numero massimo di ripetizioni eseguite - la trazione sarà eseguita con le mani all altezza delle spalle, - maggiore sarà il numero di ripetizioni eseguite, migliore sarà la performance dell atleta (atleti femmine senior) in posizione supina delle mani (1/2 peso corporeo da sollevare) - maggiore sarà il numero di ripetizioni eseguite, migliore sarà la performance dell atleta (atleti femmine junior) in posizione supina delle mani (1/3 peso corporeo da sollevare) NB: Nelle prove di sollevamento peso si solleverà il proprio peso corporeo, grazie a bilanciere e dischi, ma se non si riuscirà a raggiungere il peso esatto con i dischi presenti, si provvederà ad arrotondare per eccesso. Secondo ambito di prova: CARDIO - FITNESS 3) Corsa su tapis roulant - 5 minuti di corsa continua in cui si dovrà percorrere il numero massimo di metri possibile con una velocità libera (atleti femmine senior e junior ) - maggiore sarà la distanza raggiunta, migliore sarà la performance dell atleta 4) bike verticale - 5 minuti di corsa continua in cui si dovrà percorrere il numero massimo di metri possibile con una velocità di rotazione libera e resistenza P = 100 w per l intera prova (atleti femmine senior e junior) - maggiore sarà la distanza raggiunta, migliore sarà la performance dell atleta in metri Terzo ambito di prova: CIRCUITO FUNZIONALE

18 - sette esercizi a corpo libero - nessuna pausa tra stazioni - viene considerato il tempo totale di esecuzione senza pausa tra esercizi Prima stazione: alzare frontalmente la kettlebell appoggiata per terra con posizione delle mani congiunte e distendere le braccia completamente verso l alto e ripetere dieci volte l esercizio - Kettlebell da 8 kg e dieci ripetizioni (femmine senior) - Kettlebell da 8 kg e cinque ripetizioni (femmine senior) Seconda stazione: sit up ( senza blocco dei piedi e con partenza delle braccia distese sul pavimento e nella fase finale con il tocco dei piedi, ginocchio sempre piegato e piedi in appoggio costante per terra) - 5 ripetizioni femmine senior - 5 ripetizioni femmine junior Terzo esercizio: eseguire delle oscillazioni complete (massimo rom delle braccia saggittali alternate con corda di grosso calibro ( e pesantezza ) in sospensione. - 5 ripetizioni per braccio per le femmine senior - 5 ripetizioni per braccio per le femmine junior Quarto esercizio: eseguire sostegno del corpo in posizione di piegamento sulle braccia (braccia semi distese), subito seguito da un balzo in aria con distensione delle braccia verso l alto seguito da ritorno a terra in posizione estesa delle braccia - 10 ripetizioni per le femmine senior - 5 ripetizioni per le femmine junior Quinto esercizio: eseguire estensione / distensione del gomito da appoggio su panca delle mani pronate (dita rivolte verso avanti e altezza spalle) e appoggio dei piedi (talloni in appoggio) con arti inferiori distesi per terra ( saranno utilizzati tre step disposti verticalmente) - 10 ripetizioni per le femmine senior - 5 ripetizioni per le femmine junior Sesto esercizio: eseguire dei balzi (in lunghezza) con caricamento e arrivo a piedi pari di almeno (110 cm per le femmine) orizzontali, non consecutivi, (uno avanti e l altro in senso opposto, girandosi non in fase di volo) - 10 ripetizioni per le femmine senior - 5 ripetizioni per le femmine junior Settimo esercizio: eseguire corsa a zig zag di 3mt per segmento di tracciato, con arresto dell atleta e tocco del conetto con mano, partenza successiva e cosi via fino alla fine del circuito, complessivamente n 4 segmenti in andata n 4 in fase di ritorno. 3 metri metri 2 metri

19 NB:Si sommerà il tempo impiegato nelle varie stazioni! L atleta che ha eseguito il circuito con il tempo minore di esecuzione del circuito vincerà la prova. PENALITA : Durante lo svolgimento delle singole gare in caso di errata modalità di esecuzione di un esercizio, si potrà subire un solo ammonimento, al secondo si squalificherà l atleta. Quando saranno evidenti casi di affaticamento o di errata / lesiva esecuzione il giudice provvederà a fermare l atleta. PREMIAZIONE:Si premierà con attestato di partecipazione il miglior atleta per singola disciplina, con attestato il miglior atleta per prove di forza, con attestato il miglior atleta per prove di abilità motoria e di tipo aerobico. L atleta che otterrà migliori piazzamenti in tutte le prove riceverà la medaglia (senior, over 40 e junior) come Best fitness CSAIN Padova giugno 2013, la premiazione sarà suddivisa in (maschile / femminile) Senior / over 40 (solo maschile) e under 18, cosi come tutte le classifiche. PUNTEGGIO: per ottenere la classifica generale, si sommeranno i punteggi delle singole prove. Per ottenere i punteggi per disciplina,si darà un punteggio crescente per il piazzamento più alto ( Primo posto -10 punti Secondo posto - 9 punti Terzo posto - 8 punti etc) MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PROVE: - Per estrazione tutti fanno contemporaneamente più gare 1) Es. prima cat. Uscita femmine junior e senior (assieme) AMBITO FUNZIONALE 2) ES. seconda uscita maschi junior AMBITO CONDIZIONALE 3) Es. terza uscita maschi senior CARDIO FITNESS E poi in successione esaurite tutte le prove, si prosegue in successione con gli ambiti di prova da eseguire. ES. 1 fa 2 2 fa fa 1 e cosi via Alla conclusione dei risultati per categoria i dati rilevati saranno automaticamente trasferiti via wire less al centro di calcolo ( esclusiva CSAIN Padova ) Iscrizione: per partecipare alla gara di fitness CSAIN marzo 2013, si dovrà inviare via fax o e mail, la seguente documentazione: - iscrizione alla gara (in allegato) - legge sulla privacy - certificato medico agonistico Da eseguire il giorno della gara: - In caso di mancanza di Tessera CSAIN o di altro ente sportivo dell anno Esibire in caso di mancato invio precedente il certificato medico agonistico - pagamento iscrizione ( euro 10) - iscrizione tessera Csain (5 euro) CHI POSSONO ISCRIVERSI: I centri fitness del Veneto, anche di altri enti sportivi. PUNTO RISTORO: DURANTE LA GARA SARA PRESENTE UN PUNTO DI RISTORO (ACQUA E FRUTTA)

20 TERMINE ISCRIZIONI: BUFFET: alla conclusione della gara sarà offerto un ricco buffet (panini, bibite, frutta, Prosecco per brindisi) Responsabile dell organizzazione: Dr. Matteo Giardini Presidente provinciale CSAIN Padova A partire da settembre / ottobre CORSO di BLS D Rianimazione cardio polmonare e uso del defibrillatore semi - automatico Sono ormai alcuni anni che la prevenzione all arresto cardiaco e alla fibrillazione cardiaca sono di dominio pubblico, ecco che lo CSAIN Padova si è adoperato per creare una collaborazione con lo staff della CROCE ROSSA DI PADOVA, che permette di formare il personale laico delle ASD e SSD, vista la recente applicazione del decreto Balduzzi, con l obbligo di avere personale qualificato nelle strutture sportive piccole e grandi. Responsabile organizzativo del corso CSAIN Padova: Dott. Matteo Giardini - Presidente CSAIN Padova Costo: 100 euro ---- Validità 2 anni --- Inizio corso a Novembre. Scheda di adesione: ASD SALVAGENTE Corsi e Formazione CSAIN Veneto Presso:.. Io sottoscritto Residente in Via,

Ambientamento Galleggiamento Scivolamento Propulsioni Partenze e tuffi. Br = braccio/a R.R. = Ritmo Respiratorio

Ambientamento Galleggiamento Scivolamento Propulsioni Partenze e tuffi. Br = braccio/a R.R. = Ritmo Respiratorio Brevetto N. 1 Seduti sul bordo con gambe in acqua (valutare emotività) Discesa dalla scaletta (valutare emotività) Studio equilibrio verticale Andature con Remate, movimenti braccia SL e Do (M.I.) Valutazione

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA)

MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA) MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA) L allenamento della Forza come capacità condizionale, è oggi di rigore anche nelle discipline sportive in cui era

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6.

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6. ASSOCIAZIONE MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO REGOLAMENTO CORSA PODISTICA NON COMPETITIVA SU STRADA L Associazione MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO, con il patrocinio del Comune e della Provincia

Dettagli

Edizione 2004 PSICOPEDAGOGIA. Lo sviluppo, le funzioni organiche e la motricità Le fasi dello sviluppo Biologico Psicologico Cognitivo Socio affettivo

Edizione 2004 PSICOPEDAGOGIA. Lo sviluppo, le funzioni organiche e la motricità Le fasi dello sviluppo Biologico Psicologico Cognitivo Socio affettivo PSICOPEDAGOGIA FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO COMITATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Lo sviluppo, le funzioni organiche e la motricità Le fasi dello sviluppo Biologico Psicologico Cognitivo Socio affettivo Le fasi

Dettagli

C.A.S. Teoria dell allenamento PARTE II: IL MOVIMENTO UMANO. Le funzioni Le componenti

C.A.S. Teoria dell allenamento PARTE II: IL MOVIMENTO UMANO. Le funzioni Le componenti Di Marco Mozzi PARTE II: IL MOVIMENTO UMANO Le funzioni Le componenti Avendo riportato, all interno del paragrafo dedicato agli obiettivi, alcuni concetti che possono risultare di difficile comprensione

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE ESERCIZI PER COSCE E ANCHE Testo e disegni di Stelvio Beraldo ANDATURA DA SEMIACCOSCIATA Varianti: andatura frontale (a) e andatura laterale (b) (a carico naturale, con manubri o cintura zavorrata) - Con

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO SETTORE SINCRO SISTEMA DELLE STELLE

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO SETTORE SINCRO SISTEMA DELLE STELLE FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO SETTORE SINCRO SISTEMA DELLE STELLE 1 SISTEMA DELLE STELLE Tutte le atlete di nuoto sincronizzato tesserate per la Federazione Italia Nuoto dovranno partecipare all attività

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

47 Anno Domini Triathlon Festival

47 Anno Domini Triathlon Festival 47 Anno Domini Triathlon Festival Campionati Italiani Assoluti di Triathlon Sprint Staffetta a squadre Coppa Crono a Squadre Sabato 05 ottobre 2013 Domenica 06 ottobre 2013 Parco Le Bandie, Lovadina (TV)

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA 1 CONCORSI Concorso individuale LIVELLO A Categorie: ALLIEVE: un attrezzo a scelta e Corpo libero obbligatorio JUNIOR: 2 attrezzi a scelta SENIOR:

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ MANUALE UN PROGRAMMA DI RISCALDAMENTO COMPLETO PER RIDURRE GLI INFORTUNI NEL CALCIO INDICE PREFAZIONE 4 INTRODUZIONE

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F. GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F

XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F. GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F MAGGIO 2015 VENERDÌ 1 ODERZO (TV) Piazza Grande XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F XIX Trofeo Mobilificio

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912 SETTORE GIOVANILE ALLENAMENTO PORTIERI SCHEDA TIPO DELLA SETTIMANA ALLENATORE ANDREA CAROZZO GRUPPO PORTIERI STAGIONE 2009/2010 GIOVANISSIMI NAZIONALI 1995 ALLIEVI REGIONALI

Dettagli

Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato

Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato Dott.ssa Elisa Parri*, Prof. Mario Marella*, Dott.ssa Elena Castellini*, Dott. Matteo Levi

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

LA MOBILITÀ ARTICOLARE

LA MOBILITÀ ARTICOLARE LA MOBILITÀ ARTICOLARE DEFINIZIONE La mobilità articolare (detta anche flessibilità o scioltezza articolare) è la capacità di eseguire, nel rispetto dei limiti fisiologicamente imposti dalle articolazioni,

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S.

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S. Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENMENTO C.A.S. Ringraziamo per aver prontamente risposto al nostro questionario relativo ai Centri di Avviamento al Canottaggio

Dettagli

ALLENARE GLI ADDOMINALI

ALLENARE GLI ADDOMINALI ALLENARE GLI ADDOMINALI La teoria di allenamento degli addominali spesso non è ben compresa; molte persone si limitano ad eseguire centinaia di crunch senza però capire come funzionano i muscoli addominali

Dettagli

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 www.federnuoto.piemonte.it nuoto@federnuoto.piemonte.it INDICE REGOLAMENTO ATTIVITÀ...pag.4 AVVERTENZE DI CARATTERE GENERALE...pag.5 ISCRIZIONI...pag.6 Norme generali...pag.6

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio - Direzione Generale Ufficio III Coordinamento Regionale del Servizio di Educazione Motoria Fisica e

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 15 dicembre 2010 Criteri per l iscrizione all Albo nella categoria 8: intermediazione e commercio dei rifiuti. IL COMITATO NAZIONALE Visto il decreto legislativo

Dettagli

NUOTO NUOTO LIBERO ASSISTITO ACQUA BABY 0-3 ANNI 49 150 275 675 SCUOLA NUOTO BABY 3-4 ANNI 49 130 240 585 SCUOLA NUOTO BAMBINI 5-10 ANNI

NUOTO NUOTO LIBERO ASSISTITO ACQUA BABY 0-3 ANNI 49 150 275 675 SCUOLA NUOTO BABY 3-4 ANNI 49 130 240 585 SCUOLA NUOTO BAMBINI 5-10 ANNI NUOTO ISCRIZIONE BIMESTRALE QUADRIMESTRALE ANNUALE (11 MESI) NUOTO LIBERO ASSISTITO Every Day Ingresso Singolo n.d. 240 540 18 X n 1 Ingresso (con phon e docce gratis, bracciale rilasciato con documento

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori L ergonomia al microscopio 10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori 1 Regolare correttamente l altezza della sedia. Per lavorare in maniera confortevole è importante adattare gli

Dettagli

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Marca da bollo Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Protocollo Oggetto: Richiesta concessione temporanea Impianto Sportivo

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA ISTITUTO ORTOPEDICO GALEAZZI - MILANO Responsabili: M. DENTI - H. SCHÖNHUBER - P. VOLPI Responsabile:

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

DIETE E PIANI ALIMENTARI: ELABORAZIONE E GESTIONE Roma, 19-22 novembre 2015

DIETE E PIANI ALIMENTARI: ELABORAZIONE E GESTIONE Roma, 19-22 novembre 2015 BRAIN HEALTH CENTRE CENTRO STUDI E RICERCHE CLINICHE NEUROPSICOFISIOLOGICHE Anagrafe Nazionale delle Ricerche (D.P.R. 11/7/1980 n.382-artt.63 e 64) n.55643fru Organizzatore di Attività Formativa Sede legale:

Dettagli

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011.

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Alle Compagnie Ai Comitati Regionali Loro Sedi Rif.: 049/2010. Milano, 1 ottobre 2010. Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Gentile Presidente, con il rinnovo del tesseramento per il 2011, colgo l'occasione

Dettagli

In forma con la FASCIA ELASTICA

In forma con la FASCIA ELASTICA RICHIEDETE In forma con la FASCIA ELASTICA L O R I G L E I N A www.thera-band.de Istruzioni professionali per il Vostro allenamento quotidiano Astrid Buscher Charlotta Cumming Gesine Ratajczyk Indice

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Premessa La Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento di Protezione Civile, in base alla Legge

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

-MIGLIORAMENTO DELLE RISPOSTE EMOTIVE E MIGLIORAMENTO DELLA BRACCIATA E DEL RITMO DI NUOTO

-MIGLIORAMENTO DELLE RISPOSTE EMOTIVE E MIGLIORAMENTO DELLA BRACCIATA E DEL RITMO DI NUOTO Il Nuoto Può sembrar facile pensare che nuotare sia una attività motoria come tutte le altre. Può essere suggestivo accostare la vita fetale all adattamento all acqua. Apprendere poco a poco tutti gli

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute Ergonomia in uffi cio Per il bene della vostra salute Ogni persona è unica, anche per quanto riguarda la struttura corporea. Una postazione di lavoro organizzata in modo ergonomico si adatta a questa individualità.

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

Che cos è l ergonomia

Che cos è l ergonomia norme ergonomiche per le attrezzature di lavoro, il posto di lavoro e l ambiente di lavoro. Che cos è l ergonomia La parola ergonomia deriva dal greco ergo, che significa lavoro, e nomos che significa

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE

Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE 1 INDICE INDICE...2 1. Date degli eventi... 2 2. Percorso... 3 3. L area dei Paddock... 4 4. Organizzazione... 5 5. Regolamento 12H Cycling Marathon... 6 Safety

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

Federazione Italiana Nuoto. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014

Federazione Italiana Nuoto. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014 Federazione Sportiva Nazionale riconosciuta dal Coni Federazione Italiana Nuoto F.I.N.A. LE.N. I.LS.E. I.L.S. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014 Ai Presidenti dei Comitati

Dettagli

I tiri principali nel badminton

I tiri principali nel badminton I tiri principali nel badminton 4 2 3 5 6 1 Drop a rete 2 Pallonetto (lob) 3 Drive 4 Clear 5 Drop 6 Smash (schiacciata) 1 Traiettoria Definizione Impugnatura 1 Drop a rete Rovescio Sequenza fotografica

Dettagli

REGOLAMENTO. Divisione E.R.D. Equitazione Ricreativa per Diversamente abili/discipline EQUESTRI INTEGRATE

REGOLAMENTO. Divisione E.R.D. Equitazione Ricreativa per Diversamente abili/discipline EQUESTRI INTEGRATE Il Settore Equitazione Ludico Educativo Ricreativa per Diversamente Abili (E.R.D.) nasce dalla necessità di conciliare l'inserimento nella società della persona diversamente abile, o a rischio di emarginazione

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO

OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO 1 GENERALITA L Alta Scuola nasce in Italia nel XV sec. I tra i grandi maestri, i più noti ci sono: Giambattista Pignatelli,

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

30-APRILE/03 MAGGIO-2015.

30-APRILE/03 MAGGIO-2015. INFORMAZIONI GENERALI Il corso ISA 2015 DISCIPLINE OLIMPICHE è un corso formativo ed evolutivo relativamente alle discipline della Fossa Olimpica Skeet Double Trap, e viene organizzato per la 1 volta in

Dettagli

ENTRY FORM/ISCRIZIONI SQUADRE ITALIANE

ENTRY FORM/ISCRIZIONI SQUADRE ITALIANE ENTRY FORM/ISCRIZIONI SQUADRE ITALIANE Il Comitato Organizzatore dell INTERNATIONAL SWIM MEETING AZZURRI D ITALIA ha il piacere di informare le Nazioni interessate, le Squadre e gli Atleti che la manifestazione

Dettagli

Documento per il Processo di Accreditamento EHFA (EAD 01)

Documento per il Processo di Accreditamento EHFA (EAD 01) Documento per il Processo di Accreditamento EHFA (EAD 01) Nome dell Ente di Formazione: Copyright EHFA 2009 Tutti i diritti sono riservati. Senza porre limiti ai diritti riservati in virtù del copyright

Dettagli

CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE

CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE Il Prof. Antonio Dal Monte si è laureato in Medicina e Chirurgia a Roma ed ha conseguito la docenza in Fisiologia Umana ed in Medicina dello Sport. E specialista

Dettagli

Comitato Regionale del Piemonte

Comitato Regionale del Piemonte Il Comitato Regionale ha programmato anche per quest anno il Progetto Giovani, il cui Regolamento Nazionale presenta una novità importante riguardante le sedi di svolgimento che saranno abbinate alle tappe

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015 RESIDENZA AL MARE Alassio Stagione 2014-2015 Periodi e tariffe giornaliere di soggiorno: PERIODO DAL AL SOCI AGOAL AGGREGATI NOTE Festività fine Anno 28/12/2014 02/01/2015 72,00 77,00 Periodo non frazionabile

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani Il programma ideato da Luigi Pelizzari con il Patrocinio del Comitato Regionale Lombardo della

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C.

DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C. DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C. REGOLAMENTO INDICE 1 ORGANIZZAZIONE 2 SCOPO 3 NORME COMPORTAMENTALI 4 NORME DI CIRCOLAZIONE NEL PADDOCK 5 PRINCIPIO DI AMMONIZIONE 6 ABBIGLIAMENTO

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni)

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) Premessa: Sportivissimo a.s.d. è un associazione affiliata all ACSI e al CONI che intende promuovere

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

FAQ. 4) Si può partecipare ai concorsi avendo delle imperfezioni fisiche? Risposta

FAQ. 4) Si può partecipare ai concorsi avendo delle imperfezioni fisiche? Risposta FAQ 1) Come si entra in Guardia di Finanza? Risposta 2) Quali sono i limiti di età per partecipare ai concorsi? Risposta 3) Quali titoli di studio occorrono per partecipare ai concorsi? Risposta 4) Si

Dettagli

a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. RSB0002 a) 20. b) 18. c) 16. d) 22. c

a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. RSB0002 a) 20. b) 18. c) 16. d) 22. c RSB0001 In quale/i dei disegni proposti l area tratteggiata é maggiore dell area lasciata invece bianca? a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. b) In nessuno dei due. c) Nel disegno contrassegnato

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

Parc Hotel Villa Immacolata

Parc Hotel Villa Immacolata SEMINARIO di presentazione del corso: USO EFFICIENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE: L AZIENDA E L ENERGY MANAGEMENT Pescara, 13 Marzo 2009 Segreteria organizzativa Centro Congressi Strada Comunale San Silvestro,

Dettagli

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2013

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2013 Agg. Al 05 dicembre 2012 1 INDICE REGOLE GENERALI Specialità: definizione Attività: struttura Attività di singolo Coppie Artistico e Coppie Danza Categorie: singolo Formula Uisp Livelli Coppia artistico

Dettagli

1. LA RISPOSTA DELL'ORGANISMO ALLA MOVIMENTAZIONE

1. LA RISPOSTA DELL'ORGANISMO ALLA MOVIMENTAZIONE REGIONE SICILIANA AZIENDA OSPEDALIERA CANNIZZARO DI RIFERIMENTO REGIONALE DI 3 LIVELLO PER L EMERGENZA Via Messina 829 95126 Catania SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE LINEE GUIDA PER LA PREVENZIONE

Dettagli