Utilizzo in linguaggio Pascal.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Utilizzo in linguaggio Pascal."

Transcript

1 VISUALIZZARE DATI. Il personal computer visualizza informazioni utilizzando due dispositivi hardware: il monitor e la scheda video. Mentre il primo è ben identificabile e visibile, il secondo è installato all interno dello chassis (case), dove è contenuta la scheda madre, la RAM, il processore etc. Il personal computer è capace di visualizzare informazioni in un due modalità: testo e grafica. Modalità testo. Lo schermo è suddiviso logicamente in una matrice di 25 righe e 80 colonne. La posizione 1,1 (angolo sinistro alto dello schermo) viene chiamata Home. La riga 25 non è utilizzabile per visualizzare dati. COLONNE R I G H E 1,1 2,1 3,1 4,1 80,1 1,2 2,2 3,2 4,2 80,2 1,24 2,24 3,24 4,24 80,24

2 Utilizzo in linguaggio Pascal. Le procedure e funzioni per visualizzare informazioni in modalità testo sono contenute nella libreria CRT; è necessario, quindi, dichiarare di voler utilizzare tale libreria nel ns. programma. La dichiarazione deve essere fatta con la direttiva uses. Principali procedure e funzioni Pascal per la modalità testo. Procedura/funzione Funzione Parametri ClrScr pulisce lo schermo GotoXY(rr,cc) Sposta il cursore alla riga rr ed alla colonna cc rr=numero di riga in cui spostare il cursore con cc=numero di colonna in cui spostare il cursore Write(lista argomenti) visualizza informazioni a partire dalla posizione corrente del cursore Writeln(lista argomenti ) visualizza informazioni a partire dalla posizione corrente del cursore e dopo riposiziona il cursore alla riga successiva e prima colonna TextColor(colore) Imposta il colore con il quale sarà visualizzato il testo TextBackground(colore) Imposta il colore dello sfondo dello schermo Delay(ms) Esempio: Sospende l esecuzione del programma per il nr. di millisecondi specificato come argomenti con Lista argomenti=lista delle variabile e/o costanti da visualizzare Lista argomenti=lista delle variabile e/o costanti da visualizzare Colore={0,1,2,3,,15} oppure Black,Blue,Green,Cyan,Red,Magenta,Brown,Light Gray,DarkGray, LightBlue, LightGreen, LightCyan, LightRed, LightMagenta,Yellow,White Colore={0,1,2,3,4,5,6,7} oppure Black,Blue,Green,Cyan,Red,Magenta,Brown,Light Gray Ms=numero intero Valore: Program Testo; Uses crt; Begin { Pulisce lo schermo } ClrScr; { Imposta il colore dello sfondo a rosso} TextBackground(Red); { Imposta il colore del testo a giallo} TextColor(Yellow); { Sposta il cursore al centro dello schermo } GotoXY(40,12); { Visualizza la scritta "Salve, Mondo" } WriteLn('Salve, Mondo'); { ferma l'esecuzione ed aspetta la pressione di un tasto dalla tastiera da parte dell'utente } Repeat Until Keypressed; End.

3 Modalità grafica. Lo schermo è suddiviso in una matrice di punti visualizzabili, il cui numero dipende dalla scheda grafica presente nel personal computer. I punti prendono il nome di pixel (da picture element). Le schede video possono rendere disponibile un numero di pixel variabile (640x480, 600x800, 1024x768, etc.). Ogni pixel può essere rappresentato con una serie di attributi, tra i quali il colore. Il colore di un pixel è ottenuto con l utilizzo di tre colori fondamentali: rosso, verde, blu (Red, Green, Blue), attraverso i quali è possibile ottenere qualsiasi altro colore. Ognuno dei tre colori fondamentali contribuisce alla determinazione del colore del pixel attraverso una scala che può andare da 0 a n, dipendente dall hardware. La capacità di visualizzazione di punti e di colori, insieme con altri parametri, definisce la risoluzione di una scheda video. I pixel sono rappresentati prendendo a riferimento un sistema di assi cartesiani, che ha l origine nell angolo in alto a sinistra del monitor.

4 Utilizzo in linguaggio Pascal. Le procedure e funzioni per visualizzare punti, linee, cerchi ed altre forme, sono contenute nella libreria GRAPH; è necessario, quindi, dichiarare di voler utilizzare tale libreria nel ns. programma. La dichiarazione deve essere fatta con la direttiva uses. Occorre, poi, in fase di esecuzione (run-time) e prima del suo utilizzo, inizializzare la risorsa della grafica. A tal scopo si utilizzano le istruzioni: grdriver:=detect; InitGraph(grDriver,grMode,'C:\TP\bgi'); La prima istruzione permette di individuare il tipo di scheda grafica disponibile nel computer. Infatti l istruzione Detect restituisce nella variabile intera grdriver, un numero con il quale il Pascal identifica l hardware. La seconda istruzione inizializza effettivamente la risorsa. Con essa si specifica al Pascal, attraverso il primo e terzo parametro, quale tipo di scheda grafica dover inizializzare ed in quale directory è disponibile il driver di gestione di essa. Il secondo parametro viene restituito dall istruzione InitGraph; è un numero intero che viene memorizzato nella variabile intera grmode ed individua la migliore modalità con cui il Pascal gestirà la scheda grafica utilizzata. La grafica va rilasciata quando il programma non ne ha più necessità. Per far ciò, utlizzare l istruzione: CloseGraph.

5 Principali procedure e funzioni Pascal per la modalità grafica. Procedura/funzione Funzione Parametri GetMaxX Restituisce la massima ascissa Nessuno disponibile per un pixel GetMaxY Restituisce la massima Nessuno ordinata disponibile per un pixel PutPixel(x,y,color) Traccia in punto sullo schermo X,Y coordinate cartesiane del punto da rappresentare Colore={0,1,2,3,,15} oppure Black,Blue,Green,Cyan,Red,Magenta,Brown,Lig htgray,darkgray, LightBlue, LightGreen, LightCyan, LightRed, LightMagenta,Yellow,White Line(X1,Y1,X2,Y2) Traccia un segmento di retta tra due punti X1,Y1 e X2,Y2 coordinate cartesiane dei punti tra i quali deve essere rappresentato il segmento di retta. Circle(X,Y,raggio) Traccia un cerchio X,Y coordinate cartesiane del centro del cerchio Raggio = lunghezza, in pixel, del raggio del cerchio SetColor(colore) SetBkColor(colore) Imposta il colore con i quale a partire dalla prossima istruzione verranno rappresentate le figure Imposta il colore dello sfondo con il quale a partire dalla prossima istruzione verranno rappresentate le figure ClearDevice Pulisce lo schermo Nessuno Colore={0,1,2,3,,15} oppure Black,Blue,Green,Cyan,Red,Magenta,Brown,Lig htgray,darkgray, LightBlue, LightGreen, LightCyan, LightRed, LightMagenta,Yellow,White Colore={0,1,2,3,,7} oppure Black,Blue,Green,Cyan,Red,Magenta,Brown,Lig htgray

6 Esempio: program Grafica; uses crt,graph; var grdriver,grmode:integer; { Inizia l'esecuzione del programma } { Richiede la risorsa della grafica } grdriver:=detect; InitGraph(grDriver,grMode,'C:\TP\bgi'); { Disegno un punto di coordinate 320,240 di colore bianco} PutPixel(320,240,White); { disegna una retta di colore giallo tra due punti di coordinate A(10,15) e B(100,150) } SetColor(Yellow); line(10,15,100,150); { Disegno un cerchio con centro nel punto di coordinate 200,250 e di colore giallo } SetColor(Red); Circle(200,250,50); { Aspetta la pressione di un tasto per finire } repeat until keypressed; { Rilascia la risorsa della grafica } CloseGraph; { Fine dell'esecuzione del programma } end.

7 Come simulare il movimento di un oggetto nel piano. Un oggetto in movimento tra due punti A e B è un oggetto che assume tutte le posizioni comprese tra i punti suddetti in un determinato tempo. A Oggetto L occhio umano percepisce il movimento di un oggetto, giacché la sua immagine persiste sulla retina per un certo tempo, dopo di che, essa scompare. Se così non fosse, le immagini del mondo si accumulerebbero ai nostri occhi sino al punto da non permetterci di distinguere più nulla. La proiezione cinematografica ed i cartoni animati, sfruttano questo comportamento del ns. occhio per il loro funzionamento. Il monitor del pc ha la caratteristica di visualizzare forme in maniera permanente, a meno che non si pulisca completamente lo schermo oppure le stesse si cancelli dopo un certo tempo. Esempio: B

8 Listato: Program MuoveOmino; Uses Crt,Graph; Var grdriver,grmode:integer; x,y:integer; procedure AssegnaGrafica; grdriver:=detect; InitGraph(grDriver,grMode,'C:\tp\bgi'); end; procedure DisegnaOmino(x,y,colore:integer); setcolor(colore); { disegno la testa } circle(x,y,10); { disegno il corpo } rectangle(x-10,y+10,x+10,y+40); { disegno le braccia } line(x-10,y+20,x-15,y+20+15); line(x+10,y+20,x+15,y+20+15); { disegno le gambe } line(x-5,y+40,x-10,y+40+20); line(x+5,y+40,x+10,y+40+20); end; AssegnaGrafica; SetBkColor(black); x:=20;y:=200; { disegna il primo omino ed aspetta la pressione di un tasto per farlo partire } DisegnaOmino(x,y,white); repeat until keypressed; repeat delay(1000); { cancella l omino} DisegnaOmino(x,y,black); x:=x+20; { disegna l omino} DisegnaOmino(x,y,white); until (x > GetMaxX-50); SetColor(yellow); OutTextXY(10,400,'Premi un tasto'); repeat until keypressed; end.

9 È quindi necessario, se si vuole simulare il movimento, visualizzare l oggetto, cancellarlo e rappresentarlo nuovamente,nella posizione successiva, finché esso non giunge alla destinazione desiderata. Esempio: Il tempo che intercorre fra il disegno dell oggetto e la sua cancellazione, determina la velocità con la quale l oggetto si muove. Questa velocità, se troppo bassa, determina che il ns. oggetto si muova a scatti; se troppo alta l oggetto non viene visualizzato oppure riusciamo a vedere solo la sua scia.

10 Listato: Program DisegnaOmino; Uses Crt,Graph; Var grdriver,grmode:integer; x,y:integer; procedure AssegnaGrafica; grdriver:=detect; InitGraph(grDriver,grMode,'C:\tp\bgi'); end; procedure DisegnaOmino(x,y,colore:integer); setcolor(colore); { disegno la testa } circle(x,y,10); { disegno il corpo } rectangle(x-10,y+10,x+10,y+40); { disegno le braccia } line(x-10,y+20,x-15,y+20+15); line(x+10,y+20,x+15,y+20+15); { disegno le gambe } line(x-5,y+40,x-10,y+40+20); line(x+5,y+40,x+10,y+40+20); end; AssegnaGrafica; x:=10;y:=200; repeat DisegnaOmino(x,y,white); delay(500); x:=x + 20 until (x > GetMaxX); repeat until keypressed; end.

ELEMENTI DI GRAFICA IN AMBIENTE DEV-PASCAL v. 9.2

ELEMENTI DI GRAFICA IN AMBIENTE DEV-PASCAL v. 9.2 ELEMENTI DI GRAFICA IN AMBIENTE DEV-PASCAL v. 9.2 MODULI GRAPH, DOS E CRT Una volta entrati in ambiente DEV-Pascal possiamo cominciare ad editare un programma nel modo che conosciamo. Se dobbiamo far uso

Dettagli

Guida alla progettazione con. RITER Informatica GUIDA PRATICA ALLA CREAZIONE, GESTIONE E RAPPRESENTAZIONE DI GRAFICI VETTORIALI

Guida alla progettazione con. RITER Informatica GUIDA PRATICA ALLA CREAZIONE, GESTIONE E RAPPRESENTAZIONE DI GRAFICI VETTORIALI RITER Informatica GUIDA PRATICA ALLA CREAZIONE, GESTIONE E RAPPRESENTAZIONE DI GRAFICI VETTORIALI Guida alla progettazione con AutoCAD Creazione entità Modifica di un disegno Gestione dei blocchi Copie

Dettagli

gestione e modifica di immagini fotografiche digitali

gestione e modifica di immagini fotografiche digitali gestione e modifica di immagini fotografiche digitali il colore e le immagini la gestione delle immagini Il computer è in grado di gestire le immagini in formato digitale. Gestire vuol dire acquisirle,

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE ORIENTATA AGLI OGGETTI

LA PROGRAMMAZIONE ORIENTATA AGLI OGGETTI 1 LA PROGRAMMAZIONE ORIENTATA AGLI OGGETTI ( I.D. Falconi ~ 24.01.09) INTRODUZIONE La programmazione orientata agli oggetti (OOP) rappresenta una modalità di programmazione strutturata attraverso la quale

Dettagli

Linguaggio e Architettura

Linguaggio e Architettura Parte 1 Linguaggio e Architettura IL LINGUAGGIO DELL INFORMATICA 1.1 1 Importante imparare il linguaggio dell informatica L uso Lusodella terminologia giusta è basilare per imparare una nuova disciplina

Dettagli

RamVideo. Ram Video Per tutti!!

RamVideo. Ram Video Per tutti!! Ram Video Per tutti!! La Ram Video è proprio uno dei segreti del tuo computer; la sua presenza è del tutto trasparente per tutte le applicazioni e i programmi, cioè c'è ma non si vede (come il trucco...).

Dettagli

Elementi di grafica raster

Elementi di grafica raster Elementi di grafica raster Le immagini Una immagine è una rappresentazione spaziale di un oggetto o di una scena Una immagine digitale è una rappresentazione di una scena anche 3D dopo il processo di acquisizione

Dettagli

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer MONIA MONTANARI Appunti di Trattamento Testi Capitolo 1 Il Computer 1. Introduzione La parola informatica indica la scienza che rileva ed elabora l informazione, infatti : Informatica Informazione Automatica

Dettagli

Architettura hardware

Architettura hardware Ricapitolando Architettura hardware la parte che si può prendere a calci Il funzionamento di un elaboratore dipende da due fattori principali 1) dalla capacità di memorizzare i programmi e i dati 2) dalla

Dettagli

Istituto tecnico commerciale e per geometri Enrico Fermi

Istituto tecnico commerciale e per geometri Enrico Fermi Istituto tecnico commerciale e per geometri Enrico Fermi Argomenti: Il modello logico funzionale i componenti dell'elaboratore; i bus; Relazione svolta dall'alunno/a : GARUFI CARLA della 3 B progr 2011/2012.

Dettagli

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Sommario Indietro >> Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Personalizzazione Apertura del pannello di controllo Funzioni del pannello di controllo Schede Elenchi del pannello di controllo

Dettagli

Il cervello umano ha bisogno di organi come occhi, orecchie, ecc, per interfacciarsi, cioè scambiare informazioni con il mondo esterno

Il cervello umano ha bisogno di organi come occhi, orecchie, ecc, per interfacciarsi, cioè scambiare informazioni con il mondo esterno Il cervello umano ha bisogno di organi come occhi, orecchie, ecc, per interfacciarsi, cioè scambiare informazioni con il mondo esterno Nell esempio dell occhio il cervello riceve informazioni dall esterno:

Dettagli

Piattaforma software mfp

Piattaforma software mfp Piattaforma software mfp MANUALE UTENTE DELL APPLICATIVO VDE Introduzione Q uesto modulo di mfp si occupa della valutazione della domanda espressa dal cliente. E uno strumento di INTAKE e quindi come tale

Dettagli

Introduzione al corso

Introduzione al corso Introduzione al corso Laboratorio di Informatica - Sez.A L.A. Ripamonti Obiettivi del corso Teorici: Comprendere alcuni concetti base dell informatica (astrazione, algoritmo, ecc.) Capire come funziona

Dettagli

All interno del computer si possono individuare 5 componenti principali: SCHEDA MADRE. MICROPROCESSORE che contiene la CPU MEMORIA RAM MEMORIA ROM

All interno del computer si possono individuare 5 componenti principali: SCHEDA MADRE. MICROPROCESSORE che contiene la CPU MEMORIA RAM MEMORIA ROM Il computer è un apparecchio elettronico che riceve dati di ingresso (input), li memorizza e gli elabora e fornisce in uscita i risultati (output). Il computer è quindi un sistema per elaborare informazioni

Dettagli

1. Avviare il computer

1. Avviare il computer Guida n 1 1. Avviare il computer 2. Spegnere correttamente il computer 3. Riavviare il computer 4. Verificare le caratteristiche di base del computer 5. Verificare le impostazioni del desktop 6. Formattare

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Modulo T2 A1 - Interfacce grafiche 1 Prerequisiti Utilizzo di un sistema operativo Programmazione elementare ad oggetti Concetto di macchina virtuale Tipi di interfaccia Riferimento

Dettagli

Immagini digitali Appunti per la classe 3 R a cura del prof. ing. Mario Catalano

Immagini digitali Appunti per la classe 3 R a cura del prof. ing. Mario Catalano Immagini digitali LA CODIFICA DELLE IMMAGINI Anche le immagini possono essere memorizzate in forma numerica (digitale) suddividendole in milioni di punti, per ognuno dei quali si definisce il colore in

Dettagli

4. Proiezioni del piano e dello spazio

4. Proiezioni del piano e dello spazio 4. Proiezioni del piano e dello spazio La visualizzazione di oggetti tridimensionali richiede di ottenere una vista piana dell'oggetto. Questo avviene mediante una sequenza di operazioni. Innanzitutto,

Dettagli

Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen

Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen Prerequisiti Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen L opzione Touch è disponibile per le versioni Vendite, Azienda Light e Azienda Pro; per sfruttarne al meglio

Dettagli

RISOLUZIONE VIDEO tratto dal sito internet: Boliboop (my web identity) - 2007

RISOLUZIONE VIDEO tratto dal sito internet: Boliboop (my web identity) - 2007 RISOLUZIONE VIDEO tratto dal sito internet: Boliboop (my web identity) - 2007 La risoluzione, specie in fotografia digitale, è una misura della qualità di un immagine. Questo concetto può essere applicato

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL

GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL I fogli elettronici vengono utilizzati in moltissimi settori, per applicazioni di tipo economico, finanziario, scientifico, ingegneristico e sono chiamati in vari modi : fogli

Dettagli

- PROCEDURA TY - MANUALE D USO PALMARE PORTATILE HTC RILEVAMENTO LETTURE CONTATORI ACQUA

- PROCEDURA TY - MANUALE D USO PALMARE PORTATILE HTC RILEVAMENTO LETTURE CONTATORI ACQUA - PROCEDURA TY - MANUALE D USO PALMARE PORTATILE HTC RILEVAMENTO LETTURE CONTATORI ACQUA PREMESSA Questo manuale vuole essere una guida pratica all utilizzo del Palmare HTC Flyer con sistema operativo

Dettagli

Interazione TS-Vision Kawasaki

Interazione TS-Vision Kawasaki UNIVERSITÀ DI BRESCIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Laboratorio di Robotica Avanzata Advanced Robotics Laboratory Corso di Robotica (Prof. Riccardo Cassinis) Interazione

Dettagli

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows www.informarsi.net Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows Sistema operativo Il sistema operativo, abbreviato in SO (in inglese OS, "operating system") è un particolare software, installato su un sistema

Dettagli

Periferiche di I/O. Architettura di Von Neumann. 02 novembre 2006 BUS. Schema generale di tipo funzionale del calcolatore.

Periferiche di I/O. Architettura di Von Neumann. 02 novembre 2006 BUS. Schema generale di tipo funzionale del calcolatore. Periferiche di I/O 02 novembre 2006 Architettura di Von Neumann Schema generale di tipo funzionale del calcolatore Unità Centrale Memoria Centrale Interfacce delle Periferiche BUS DATI BUS BUS CONTROLLO

Dettagli

PC Crash Course: OBIETTIVI

PC Crash Course: OBIETTIVI PC Crash Course: OBIETTIVI 1. PC: uno strumento 2. Microsoft Windows XP: alcuni concetti chiave della interfaccia grafica 3. File System: file, direttori, link, 4. Il prompt dei comandi 5. Un occhiata

Dettagli

Scheda 1 Miglioramento della visualizzazione degli elementi del desktop

Scheda 1 Miglioramento della visualizzazione degli elementi del desktop Scheda 1 Miglioramento della visualizzazione degli elementi del desktop 1A - USO DEL PROFILO UTENTI Quando si procede all adattamento di un pc per le esigenze di una persona ipovedente, è utile sfruttare

Dettagli

Esame di INFORMATICA

Esame di INFORMATICA Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Lezione 4 MACCHINA DI VON NEUMANN Anni 40 i dati e i programmi che descrivono come elaborare i dati possono essere codificati nello

Dettagli

GUIDA BASE DI PASCAL

GUIDA BASE DI PASCAL 1 GUIDA BASE DI PASCAL Un algoritmo, nel suo significato più ampio, è sequenza logica di istruzioni elementari (univocamente interpretabili) che, eseguite in un ordine stabilito, permettono la soluzione

Dettagli

Rappresentazione delle Immagini

Rappresentazione delle Immagini Rappresentazione delle Immagini Metodi di rappresentazione Raster: Informazione grafica rappresentata come matrice di pixel Vettoriale: Informazione grafica rappresentata da relazioni matematiche (funzioni

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

La codifica delle Immagini. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132Sesto San Giovanni

La codifica delle Immagini. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132Sesto San Giovanni La codifica delle Immagini Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132Sesto San Giovanni Lettere e numeri non costituiscono le uniche informazioni utilizzate dagli elaboratori, infatti

Dettagli

C M A P M IONAM A E M NT N O

C M A P M IONAM A E M NT N O IMMAGINE DIGITALE Nelle immagini digitali, il contenuto fotografico (radiometria) viene registrato sotto forma di numeri. Si giunge a tale rappresentazione (RASTER) suddividendo l immagine fotografica

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

GRAPHPAD - PRO GUIDA PER GLI UTENTI

GRAPHPAD - PRO GUIDA PER GLI UTENTI GRAPHPAD - PRO GUIDA PER GLI UTENTI Settembre 2011 v2.3.0 Di Robert Shawhan Presentazione: 2 Interfaccia: 2 Schizzo: 2 Punti: 2 Linee: 2 Aree: 2 Archi: 2 Dimensioni: 2 Mettere in scala: 2 Frecce: 2 Testo:

Dettagli

DOCTOR LINER. Sistema di misurazione elettronica USO E MANUTENZIONE

DOCTOR LINER. Sistema di misurazione elettronica USO E MANUTENZIONE DOCTOR LINER Sistema di misurazione elettronica USO E MANUTENZIONE 1 INTRODUZIONE 1.1 Oggetto TERMOMECANICA GL è lieta di proporle questo innovativo Sistema di Misura Digitale, frutto dell'esperienza e

Dettagli

Guida rapida - versione Web e Tablet

Guida rapida - versione Web e Tablet Guida rapida - versione Web e Tablet Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Gestisce interattivamente

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

MOFING KIDs. 19.1- Come Avviare MoFing KIDS. Connesione WiFi: scegliere Controllo Genitori

MOFING KIDs. 19.1- Come Avviare MoFing KIDS. Connesione WiFi: scegliere Controllo Genitori MOFING KIDs 19.1- Come Avviare MoFing KIDS Connesione WiFi: scegliere Controllo Genitori ->cliccare su impostazioni ->cliccare Wifi e cliccare, a fianco di OFF, nella parte scura per accendere il Wifi

Dettagli

Versione 2.0. Manuale d uso. Software per la gestione. degli applicativi Bticino. TiManager 03/07-01 PC

Versione 2.0. Manuale d uso. Software per la gestione. degli applicativi Bticino. TiManager 03/07-01 PC Versione 2.0 03/07-01 PC Manuale d uso TiManager Software per la gestione degli applicativi Bticino TiManager INDICE 2 1. Requisiti Hardware e Software Pag. 4 2. Installazione Pag. 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

MACCHINA DI VON NEUMANN

MACCHINA DI VON NEUMANN I seguenti appunti non hanno la pretesa di essere esaustivi, ma hanno l unico scopo di illustrare in modo schematico i concetti necessari allo sviluppo del programma di Informatica della 1D del Liceo Scientifico

Dettagli

Note di utilizzo del programma

Note di utilizzo del programma Note di utilizzo del programma Queste sono delle brevi note che illustrano come eseguire l'installazione del programma per la gestione dei contest VHF UHF SHF ed il suo utilizzo, per eventuali problemi

Dettagli

Fondamenti di Informatica (CdL in Ing. Industriale F-O) Prova al calcolatore del 014/06/2013 - A.A. 2012/2013 Prof. Giuseppe Ascia

Fondamenti di Informatica (CdL in Ing. Industriale F-O) Prova al calcolatore del 014/06/2013 - A.A. 2012/2013 Prof. Giuseppe Ascia 6 5 3 6 3 4 5 Si vuole scrivere un programma C per la gestione delle informazioni relative alle prenotazioni alberghiere on-line. I clienti per potere effettuare una prenotazione devono preventivamente

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

Capitolo 6 ELABORAZIONE DI IMMAGINI A COLORI

Capitolo 6 ELABORAZIONE DI IMMAGINI A COLORI Capitolo 6 ELABORAZIONE DI IMMAGINI A COLORI Il colore viene utilizzato nelle immagini digitali per due motivi principali: è un descrittore che semplifica l identificazione di un oggetto e la sua estrazione

Dettagli

RAPPRESENTAZIONE GRAFICA E ANALISI DEI DATI SPERIMENTALI CON EXCEL

RAPPRESENTAZIONE GRAFICA E ANALISI DEI DATI SPERIMENTALI CON EXCEL RAPPRESENTAZIONE GRAFICA E ANALISI DEI DATI SPERIMENTALI CON EXCEL 1 RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Per l analisi dati con Excel si fa riferimento alla versione 2007 di Office, le versioni successive non differiscono

Dettagli

Appunti di Sistemi e Automazione

Appunti di Sistemi e Automazione Appunti di Sistemi e Automazione Il modello o macchina di Von Neumann rappresenta un computer con i suoi componenti principali e la sua organizzazione logico-funzionale. Tale progetto risale al 1945/1946.

Dettagli

Corso di Introduzione all Informatica (corso A) MS-WINDOWS. Esercitatore: Francesco Folino

Corso di Introduzione all Informatica (corso A) MS-WINDOWS. Esercitatore: Francesco Folino Corso di Introduzione all Informatica (corso A) MS-WINDOWS Esercitatore: Francesco Folino IL SISTEMA OPERATIVO Il Sistema Operativo è il software che permette l interazione tra uomo e macchina (hardware).

Dettagli

Solidi comunque inclinati nello spazio e i sistemi di riferimento ausiliari

Solidi comunque inclinati nello spazio e i sistemi di riferimento ausiliari Solidi comunque inclinati nello spazio e i sistemi di riferimento ausiliari Alla fine del capitolo saremo in grado di: Operare su forme tridimensionali comunque inclinate nello spazio rispetto ai piani

Dettagli

Alfabetizzazione Informatica. Prof. Giuseppe Patti

Alfabetizzazione Informatica. Prof. Giuseppe Patti Alfabetizzazione Informatica Prof. Giuseppe Patti Il computer è...una macchina che aiuta l uomo nelle sue molteplici attività. Non è in grado di pensare, né di creare. Può solo eseguire le istruzioni che

Dettagli

PRINCIPI DI PROGETTAZIONE DI UN SITO WEB

PRINCIPI DI PROGETTAZIONE DI UN SITO WEB PRINCIPI DI PROGETTAZIONE DI UN SITO WEB Area di specializzazione Esperto in DTP e Web graphic design Anno scolastico 2006/2007 Prof. ALDO GORLA PRINCIPI DI PROGETTAZIONE DI UN SITO WEB Progettare in base

Dettagli

Sweet home 3D e un software gratuito per disegnare ed arredare la casa.

Sweet home 3D e un software gratuito per disegnare ed arredare la casa. SWEET HOME 3D Sweet home 3D e un software gratuito per disegnare ed arredare la casa. 1-COME SCARICARE SWEET HOME: accedendo al sito sweethome3d.com/it, si ha la possibilità di lavorare offline od online.

Dettagli

SISTEMI di PERSONAL COMPUTER

SISTEMI di PERSONAL COMPUTER CORSO AutoCAD SCHEDA N 2 SISTEMI di PERSONAL COMPUTER schematizzazione di un processo di elaborazione... INPUT (Ingresso) ELABORAZIONE OUTPUT (Uscita) ROL.98 Un personal computer è costituito da un insieme

Dettagli

Pag. 1. Che cosa sono l Informatica e i Computer? Informatica Facoltà di Medicina Veterinaria a.a. 2012/13 prof. Stefano Cagnoni

Pag. 1. Che cosa sono l Informatica e i Computer? Informatica Facoltà di Medicina Veterinaria a.a. 2012/13 prof. Stefano Cagnoni 1 Università degli studi di Parma Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Informatica a.a. 2012/13 Informatica Facoltà di Medicina Veterinaria a.a. 2012/13 prof. Stefano Cagnoni Che cosa sono l Informatica

Dettagli

Nuove funzionalità SEE Electrical V5

Nuove funzionalità SEE Electrical V5 Nuove funzionalità SEE Electrical V5 Le informazioni contenute nel presente manuale sono soggette a modifiche senza preavviso. Se non specificato diversamente, ogni riferimento a società, nomi, dati, ed

Dettagli

GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2

GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2 GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2 INFORMAZIONI SUL DISPOSITIVO READER...2 OPERAZIONI DI BASE...2 APPLICAZIONI E SCHERMATA [HOME]...2 Barra di stato...3 Finestra di notifica...4 OPERAZIONI DEL

Dettagli

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2. Manuale d uso

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2. Manuale d uso VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2 Manuale d uso Note: Le informazioni contenute in questa documentazione possono essere modificate senza preavviso. Per ulteriori informazioni contattare: DUEMMEGI

Dettagli

SCRIVERE TESTI CON WORD

SCRIVERE TESTI CON WORD SCRIVERE TESTI CON WORD Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello occorre un programma di elaborazione testo. Queste lezioni fanno riferimento al programma più conosciuto: Microsoft

Dettagli

MANUALE EDICOLA 04.05

MANUALE EDICOLA 04.05 MANUALE EDICOLA 04.05 Questo è il video che si presenta avviando il programma di Gestione Edicola. Questo primo video è relativo alle operazioni di carico. CARICO Nello schermo di carico, in alto a sinistra

Dettagli

GCEWEB Denunce mensili in WEB

GCEWEB Denunce mensili in WEB GCEWEB Denunce mensili in WEB OBIETTIVI La procedura GCEWEB è un servizio fornito dalla C.E.N.A.I. per consentire l invio delle denunce mensili e malattia delle imprese edili. Il servizio è rivolto alle

Dettagli

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Capittol lo 2 Visualizzazione 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Nel primo capitolo sono state analizzate le diverse componenti della finestra di Word 2000: barra del titolo, barra dei menu,

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1 Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Avviare il pc Il tasto da premere per avviare il computer è frequentemente contraddistinto dall etichetta Power ed è comunque il più grande posto sul case.

Dettagli

MERIDESTER SOFTWARE DI COMUNICAZIONE PER PC

MERIDESTER SOFTWARE DI COMUNICAZIONE PER PC MERIDESTER SOFTWARE DI COMUNICAZIONE PER PC Requisiti del sistema sistema operativo Windows XP o Vista processore Pentium 4 o equivalente RAM 512 Mb Video 1024x768 Porta USB USB 1.1 o 2.0 full speed Scheda

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

INFORMATICA, IT e ICT

INFORMATICA, IT e ICT INFORMATICA, IT e ICT Informatica Informazione automatica IT Information Technology ICT Information and Communication Technology Computer Mini Computer Mainframe Super Computer Palmare Laptop o Portatile

Dettagli

Word Processor: WORD (livello base) Classificazione

Word Processor: WORD (livello base) Classificazione Parte 5 Word Processor: WORD (livello base) Elementi di Informatica - AA 2008/2009 - MS Word 1 di 60 Classificazione Esistono diversi strumenti per la realizzazione di documenti testuali: Editor di testo

Dettagli

DISPOSITIVI DI INPUT

DISPOSITIVI DI INPUT LA TASTIERA (o keyboard) DISPOSITIVI DI INPUT Quando viene premuto un tasto si genera un codice corrispondente alla cifra alfanumerica selezionata che viene inviato alla CPU per essere elaborato. La tastiera

Dettagli

Struttura logica di un programma

Struttura logica di un programma Struttura logica di un programma Tutti i programmi per computer prevedono tre operazioni principali: l input di dati (cioè l inserimento delle informazioni da elaborare) il calcolo dei risultati cercati

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

"LA SICUREZZA NEL CANTIERE"

LA SICUREZZA NEL CANTIERE Andrea Maria Moro "LA SICUREZZA NEL CANTIERE" 1 Il programma allegato al volume è un utile strumento di lavoro per gestire correttamente in ogni momento il cantiere, nel rispetto delle norme a tutela della

Dettagli

Lettore di badge Nexus

Lettore di badge Nexus Lettore di badge Nexus Lettore di tessere magnetiche Nexus Benvenuti nella guida del lettore di tessere magnetiche per PC Nexus. Nexus BadgeReader - 2001-2004 Nexus Technologies s.r.l. Firenze Italia pag.

Dettagli

Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS. Esercitatore: Fabio Palopoli

Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS. Esercitatore: Fabio Palopoli Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS Esercitatore: Fabio Palopoli IL SISTEMA OPERATIVO Il Sistema Operativo è il software che permette l interazione tra uomo e macchina (hardware). Il S.O.

Dettagli

Services Web Tecnico Interno. 27/10/2014 Gruppo Maggioli

Services Web Tecnico Interno. 27/10/2014 Gruppo Maggioli Tecnico Interno 27/10/2014 Gruppo Maggioli Sommario 1. Novità... 3 2. Procedura di Login/Logout... 4 3. Cambio Password... 4 4. Visualizzazione del DESK... 5 5. Visualizzazione del Calendario... 5 6. Pianificazione

Dettagli

Rudimenti di programmazione grafica in C con la libreria WinBGIm

Rudimenti di programmazione grafica in C con la libreria WinBGIm 12BHD Informatica Rudimenti di programmazione grafica in C con la libreria WinBGIm Informatica (DELS-FEQ) F. Corno Argomenti Librerie grafiche La libreria WinBGIm Software necessario Modello di funzionamento

Dettagli

Introduzione a ARCHICAD

Introduzione a ARCHICAD Introduzione a ARCHICAD Politecnico Di Bari Ingegneria Edile - Architettura Corso di Informatica Grafica A.A. 2004/2005 Docente del Corso: Marcello Castellano Assistente: Oronzo Tavani Pre-requisiti Pre-requisiti:

Dettagli

Informatica in pillole. conoscere l informatica

Informatica in pillole. conoscere l informatica Informatica in pillole conoscere l informatica Intro La macchina Interazione uomo-macchina brevi cenni: il computer Funzionamento e differenze delle memorie (DVD/USB/HardDisk) Masterizzazione, formattazione

Dettagli

Laboratorio informatico di base

Laboratorio informatico di base Laboratorio informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche (DISCAG) Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it) Sito Web del corso: www.griadlearn.unical.it/labinf

Dettagli

Video. Lo schermo è costituito da una matrice di punti indirizzabili (pixel) RAM dedicata coprocessori grafici

Video. Lo schermo è costituito da una matrice di punti indirizzabili (pixel) RAM dedicata coprocessori grafici Video dimensione misura in pollici della diagonale risoluzione numero pixel dimensione pixel distanza tra pixel (dot pitch) refresh profondità colore numero di bit per pixel Lo schermo è costituito da

Dettagli

CAPITOLO 1 - INTRODUZIONE ALL INFORMATICA

CAPITOLO 1 - INTRODUZIONE ALL INFORMATICA Da sempre l uomo ha bisogno di rappresentare, trasmettere ed elaborare informazioni di varia natura, ad esempio numeri, frasi, immagini, suoni, concetti o addirittura sensazioni. Tutte le nostre attività

Dettagli

Datalogger Grafico Aiuto Software

Datalogger Grafico Aiuto Software Datalogger Grafico Aiuto Software Versione 2.0, 7 Agosto 2007 Per ulteriori informazioni consultare il manuale d'uso incluso nel disco programma in dotazione. INDICE Installazione del software grafico.

Dettagli

MyVoice Home Manuale Utente ios

MyVoice Home Manuale Utente ios Manuale Utente ios Elenco dei contenuti 1. Cosa è MyVoice Home?... 4 1.1. Introduzione... 5 2. Utilizzo del servizio... 6 2.1. Accesso... 6 2.2. Disconnessione... 8 3. Rubrica... 8 4. Contatti... 9 4.1.

Dettagli

1 Generale Questo manuale è sempre in fase di miglioramento e potrà essere aggiornat Puoi inviare via e mail qualunque suggerimento per migliorarlo

1 Generale Questo manuale è sempre in fase di miglioramento e potrà essere aggiornat Puoi inviare via e mail qualunque suggerimento per migliorarlo MANUALE (ITA) 1 Generale Questo manuale è sempre in fase di miglioramento e potrà essere aggiornat Puoi inviare via e mail qualunque suggerimento per migliorarlo 2 Setup ATTENTION: seguire correttamente

Dettagli

Il Desktop. Gli elementi del Desktop. Icona Risorse del computer. Icona Cestino. Icona Risorse di rete. Lezione 3 piccolo manuale di Windows

Il Desktop. Gli elementi del Desktop. Icona Risorse del computer. Icona Cestino. Icona Risorse di rete. Lezione 3 piccolo manuale di Windows Ing. Irina Trubitsyna Ing. Ester Zumpano Università degli Studi della Calabria Anno Accademico 2003-2004 2004 Lezione 3 piccolo manuale di Windows Il Desktop Il desktop è ciò che viene visualizzato sullo

Dettagli

In un modello a strati il SO si pone come un guscio (shell) tra la macchina reale (HW) e le applicazioni 1 :

In un modello a strati il SO si pone come un guscio (shell) tra la macchina reale (HW) e le applicazioni 1 : Un Sistema Operativo è un insieme complesso di programmi che, interagendo tra loro, devono svolgere una serie di funzioni per gestire il comportamento del computer e per agire come intermediario consentendo

Dettagli

ARGOSCAN Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

ARGOSCAN Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 Premessa... 3 Menù principale... 4 Sistema... 6 Assenze... 7 Stampa moduli di acquisizione...7 Modello 1...8 Modello 2...9 Modello 3...10 Modello 4...11 Acquisizione...12 Parametrizzazione...12 Acquisizione

Dettagli

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI LA CODIFICA DELLE IMMAGINI Anche le immagini possono essere memorizzate in forma numerica (digitale) suddividendole in milioni di punti, per ognuno dei quali si definisce il colore in termini numerici.

Dettagli

TOLLERANZE DI POSIZIONE. MDM Metrosoft S.a.s. di DENI Chiara GUIDA UTENTE. Metrosoft Metrology Software and Special Applications. Ver.

TOLLERANZE DI POSIZIONE. MDM Metrosoft S.a.s. di DENI Chiara GUIDA UTENTE. Metrosoft Metrology Software and Special Applications. Ver. MDM Metrosoft S.a.s. di DENI Chiara Metrosoft Metrology Software and Special Applications GUIDA UTENTE TOLLERANZE DI POSIZIONE Ver. Luglio 1996 CopyRight MDM Metrosoft S.a.s. Via IV Novembre, 22-40061

Dettagli

Drape. Ambiente di programmazione per disegnare. Written by Mark Overmars Version 2.0, Apr 10, 1998 Traduzione: Luca Navone

Drape. Ambiente di programmazione per disegnare. Written by Mark Overmars Version 2.0, Apr 10, 1998 Traduzione: Luca Navone Drape Ambiente di programmazione per disegnare Written by Mark Overmars Version 2.0, Apr 10, 1998 Traduzione: Luca Navone Introduzione Drape è stato scritto per insegnare alcuni aspetti di base della programmazione.

Dettagli

Definire all'interno del codice un vettore di interi di dimensione DIM, es. int array[] = {1, 5, 2, 4, 8, 1, 1, 9, 11, 4, 12};

Definire all'interno del codice un vettore di interi di dimensione DIM, es. int array[] = {1, 5, 2, 4, 8, 1, 1, 9, 11, 4, 12}; ESERCIZI 2 LABORATORIO Problema 1 Definire all'interno del codice un vettore di interi di dimensione DIM, es. int array[] = {1, 5, 2, 4, 8, 1, 1, 9, 11, 4, 12}; Chiede all'utente un numero e, tramite ricerca

Dettagli

Versione 1.0. Manuale d uso. del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl. Software per la configurazione 02/08-01 PC

Versione 1.0. Manuale d uso. del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl. Software per la configurazione 02/08-01 PC Versione 1.0 02/08-01 PC Manuale d uso TiStereoControl Software per la configurazione del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl 2 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4

Dettagli

Piattaforma software mfp

Piattaforma software mfp Piattaforma software mfp MANUALE UTENTE DELL APPLICATIVO Sistema di CHECK-LIST per la Valutazione Psicologica Introduzione Q uesto modulo di mfp si occupa della valutazione psicologica della persona sottoposta

Dettagli

Capitolo 11. Il disegno in 3D

Capitolo 11. Il disegno in 3D Capitolo 11 Il disegno in 3D o 11.1 Uso delle coordinate nello spazio o 11.2 Creazione di oggetti in 3D o 11.3 Uso dei piani di disegno in 3D (UCS) o 11.4 Creazione delle finestre di vista o 11.5 Definizione

Dettagli

IDEAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN MODELLO DI GESTIONE INTEGRATA DELLE ACQUE DEI BACINI LAGO DI VARESE, LAGO DI COMABBIO E PALUDE BRABBIA

IDEAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN MODELLO DI GESTIONE INTEGRATA DELLE ACQUE DEI BACINI LAGO DI VARESE, LAGO DI COMABBIO E PALUDE BRABBIA IDEAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN MODELLO DI GESTIONE INTEGRATA DELLE ACQUE DEI BACINI LAGO DI VARESE, LAGO DI ALLEGATO 1 ALLA RELAZIONE GENERALE MANUALE D USO DEL MODELLO CONDIVISO GIUGNO 2007 GRAIA srl

Dettagli

DUEMMEGI. VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI Manuale d'uso. Versione 1.0 - Gennaio 2007

DUEMMEGI. VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI Manuale d'uso. Versione 1.0 - Gennaio 2007 DUEMMEGI minidisp2 minidisp2 VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI Manuale d'uso Versione 1.0 - Gennaio 2007 HOME AND BUILDING AUTOMATION Via Longhena 4-20139 MILANO Tel. 02/57300377 - FAX 02/55213686 www.duemmegi.it

Dettagli

Comau Smart NS 12-1.85: una breve introduzione

Comau Smart NS 12-1.85: una breve introduzione Comau Smart NS 12-1.85: una breve introduzione Ivan Lazzero 1 Introduzione Il presente mini-manuale ha lo scopo di introdurre lo studente ad un primo utilizzo del Robot industriale Smart NS 12-1.85 presente

Dettagli

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Pagina 1 di 32 USARE WORD - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu pag.

Dettagli

USARE WORD - non solo per scrivere -

USARE WORD - non solo per scrivere - GUIDA WORD USARE WORD - non solo per scrivere - corso Word Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu

Dettagli