Personal Mastery Report

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Personal Mastery Report"

Transcript

1 Persona Mastery Report Profio base Esempio nome società Esempio dipartimento Esempio posizione avoro Mario Esempio 28 aprie 1

2 Report di Mario Esempio - 28 aprie 1 Indice 1 Persona Mastery Report 3 11 omprendere a struttura de Persona Mastery Report 3 12 La descrizione dei Grafici 13 I grafici 5 1 I grafici 6 2 aratteristiche comportamentai di Mario Esempio 7 21 osa copisce maggiormente di Mario? Nea ricerca di autoaffermazione Ne vautare e situazioni Ne perseguire gi obiettivi 9 3 Aegati Informazioni di base su persoog Persona Profie Breve descrizione de modeo John G Geier 13 3 Avvertenze 1 Business PLUS - HR Soutions & Services wwwbpusit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 0, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 2

3 Report di Mario Esempio - 28 aprie 1 1 Persona Mastery Report 11 omprendere a struttura de Persona Mastery Report I persoog Persona Mastery Report permette di rifettere su se stessi a fronte di determinate attività, ambienti e reazioni Le risposte fornite nea compiazione de questionario che portano a descrivere i comportamenti e a interpretari, possono essere uteriormente personaizzate da compiatore* e fornire un vaido aiuto per rifettere sue reazioni con i propri coaboratori, cienti, partner e famiiari I primo capitoo contiene una introduzione aa struttura de report, in particoare iustra e descrive i grafici I secondo capitoo descrive e diverse interpretazioni de comportamento in rapporto a ambiente osservato (focus) e fornisce informazioni sui fattori che motivano e persone a mettere in atto un particoare tipo di comportamento Descrive e strategie in base ae quai e persone agiscono per svogere attività e compiti, risovere probemi e convincere gi atri, inotre affronta aspetto fondamentae dee intenzioni Pone, inotre, attenzione sugi aspetti de cambiamento, de comportamento in situazioni di tensione, de confitto, nonchè come a persona può agire più efficacemente nea coaborazione e a cosa reagisce positivamente I persoog Persona Mastery Report focaizza a situazione attuae Si può identificare dove è necessario intervenire per cambiare Favorisce o sviuppo personae e a coaborazione con gi atri Le singoe interpretazioni contengono descrizioni e acuni esercizi per approfondire a conoscenza di se stessi Si suggerisce di confrontare e descrizioni de report con specifici esempi personai I persoog Mastery Report può essere considerato come una opportunità di diaogo con se stessi ne proprio percorso personae e avorativo e per sviuppare e riconoscere a megio a propria personaità Nota bene: i persoog Mastery Report permette di gettare e basi per una più approfondita conoscenza personae! *Personaizzare i proprio report significa utiizzaro per identificare e descrizioni nee quai ci si riconosce, evidenziare quee in cui non ci si riconosce o porre un punto di domanda su quee in cui non si ha a sicurezza di riconoscersi e sue quai si desidera ricevere un uteriore feedback In ta modo i Persona Mastery Report diventa uno strumento maggiormente personaizzato Business PLUS - HR Soutions & Services wwwbpusit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 0, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati 3 Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it)

4 Report di Mario Esempio - 28 aprie 1 12 La descrizione dei Grafici I persoog Persona Mastery Report può presentare da uno a grafici, a seconda dei questionari compiati Le descrizioni che seguono sono basate su questionario persoog Persona Profie e su questionario de Job Perception Inventory, se compiato Grafico I Sé Pubbico I sè pubbico (Grafico I) è 'immagine di sè che si proietta sugi atri E' ciò che si desidera che gi atri conoscano di noi Da un punto di vista più ampio, i sè pubbico si sviuppa come risposta ae aspettative atrui Esso continua ad evoversi perchè tende ad adattarsi ai cambiamenti richiesti da'ambiente Si possono avere diversi sè pubbici in base ae persone e ae situazioni con cui ci si confronta e che richiedono diversi modi di comportarsi I punteggi de Grafico I rispecchiano 'intensità di ognuno dei quattro fattori (D, I, S e ) ne concetto di sè pubbico Grafico I - Sè Pubbico % N ID Grafico II Sé Privato I sè privato (Grafico II) è 'essenza dei nostri pensieri, chi siamo e che cosa ci attendiamo da noi stessi Le convinzioni che sottostanno a sè privato - a nostro carattere - risentono dei sentimenti e dee emozioni e si sono formate assai presto nea nostra vita Nonostante 'importanza degi anni di formazione di base, continuiamo a seezionare e nostre convinzioni, convaidandone acune, cambiandone atre e rifiutandone atre ancora Grafico III Sè Risutante Le più recenti teorie dea personaità descrivono i concetto di sè risutante come i punto d'incontro tra a persona e 'ambiente I Grafico III rappresenta i punto d'incontro tra i Grafico I, ciò che a persona ritiene che 'ambiente sociae si aspetti e i Grafico II, e aspettative che abbiamo su noi stessi Grafico II - Sè Privato % N ID Grafico III - Sè Risutante % N ID Business PLUS - HR Soutions & Services wwwbpusit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 0, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it)

5 Report di Mario Esempio - 28 aprie 1 13 I grafici % Grafico I - Sè Pubbico % Grafico II - Sè Privato D I 1 2 S N ID Grafico III - Sè Risutante % N ID 0 N ID Business PLUS - HR Soutions & Services wwwbpusit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 0, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 5

6 Report di Mario Esempio - 28 aprie 1 1 I grafici 0 0 Grafico I - Sè Pubbico D I S Grafico II - Sè Privato D I S 0 Grafico III - Sè Risutante D I S Business PLUS - HR Soutions & Services wwwbpusit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 0, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 6

7 Report di Mario Esempio - 28 aprie 1 2 aratteristiche comportamentai di Mario Esempio 21 osa copisce maggiormente di Mario? Questa introduzione contiene e interpretazioni dei tre grafici e presenta una descrizione generae de comportamento di Mario % 0 N ID Grafico I - Sè Pubbico La seguente descrizione si basa sui comportamenti che Mario tende ad agire ne'attività ed è basata su concetto di sé pubbico Grafico 1 Mario eccee ne trasformare idee mediocri in idee vincenti attraverso a cooperazione con gi atri La sua caratteristica principae è di far sentire gi atri importanti; ha rispetto per 'impegno dee persone, dando particoare vaore ae competenze in aree speciaistiche Le sue decisioni vengono prese sua base de'esperienza e dei fatti concreti, considerando e persone come parte essenziae de'equazione Ne confronto con gi atri, fornisce a prova migiore de suo modo di pensare, approfondendo e oro opinioni e ricercando e approfondendo i fatti che permetteranno oro di seezionare 'utie da'inutie Socievoe e ansioso di piacere, Mario si aspetta o stesso tipo di atteggiamento dagi atri; e eventuai ed occasionai forme di rifiuto possono infuenzarne a sensibiità Mario vuoe raggiungere i successo facendo piuttosto che contempando I modo di agire e di fare e cose è caratterizzato da rifessione e adattabiità È supportivo ne dirigere gi atri e si aspetta risutati tangibii in cambio È in grado di adattare e risorse personai a una varietà di attività La sua sfera di interessi è più ampia rispetto ai suoi incarichi ed è costantemente in cerca di idee che abbiano un'appicazione concreta Potenziai ambiti di tensione di Mario nea coaborazione con atri Di seguito vengono descritti i punti fondamentai da considerare per ottimizzare a coaborazione I tre punti di tensione che sono aa base dea coaborazione efficace sono: individuaismo vs orientamento a gruppo, giudizio vs comprensione e fermezza vs coaborazione % 0 Grafico II - Sè Privato In reazione a modo con i quae ci si percepisce nea situazione di riferimento, i ricorso a uno piuttosto che a atro, può causare tensioni La focaizzazione uniaterae su un particoare comportamento può creare tensioni nea reazione coaborativa E importante creare equiibrio tra possibii punti di tensione e reagire fessibimente a quanto caratterizza un processo di coaborazione Di seguito si può eggere come i punti di tensione infuenzano autoaffermazione attraverso i confronto individuaismo vsorientamento a gruppo, a vautazione dee situazioni in termini di ciò che è giusto e ciò che è sbagiato attraverso i confronto tra giudizio vs comprensione e, infine, i corso d azione finaizzato agi obiettivi attraverso i punto di tensione fermezza vs coaborazione (Queste interpretazioni sono basate su grafico II) N ID Business PLUS - HR Soutions & Services wwwbpusit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 0, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 7

8 Report di Mario Esempio - 28 aprie Nea ricerca di autoaffermazione Nea ricerca di autoaffermazione, Mario rivoge preferibimente energie a'affermazione de team che non a'affermazione personae La sua autostima è pesantemente infuenzata da cosa gi atri pensano e dicono di ui Istintivamente è portato a avoro in team piuttosto che a avoro individuae Le attese degi atri assumono maggiore importanza dee proprie e gran parte dea sua iniziativa è diretta a soddisfare e a conquistare a fiducia degi atri Soitamente Mario sa conquistare a fiducia degi atri attraverso a pazienza e a coerenza; poichè considera una misura de proprio vaore i numero e a quaità dee persone che hanno fiducia in ui Sviuppa a propria singoarità e indipendenza, assume 'iniziativa; crea erca uno scopo comune; costruisce unità; trova significati condivisi; cerca reciprocità, coaborazione Individuaismo 212 Ne vautare e situazioni 32 % vs 68 % Orientam a Gruppo Ne vautare e situazioni, Mario tende maggiormente ad interessarsi dee ragioni dei comportamenti piuttosto che a giudicari Mario crede che una struttura formae di regoe e regoamenti fornisca una cornice essenziae ma non sufficiente a regoare e intense competizioni de'ambiente di avoro Istintivamente cerca nee reti di reazioni interpersonai 'assistenza ne capire cosa è giusto o sbagiato ortesia, educazione, onore e eatà sono essenziai erca, inotre, di combinare critiche e interessamento, prestando uguae attenzione a giudicare e persone attraverso e regoe e ad essere toerante per i oro errori Mario desidera infatti essere risouto ma comprensivo, corretto ma indugente Difende i diritti dee persone; ritiene e persone responsabii; appica eggi e regoe; ricompensa e punisce Aiuta gi atri; rafforza e reazioni; considera e circostanze; enfatizza; perdona Giudizio 5 % vs 55 % omprensione Business PLUS - HR Soutions & Services wwwbpusit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 0, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 8

9 Report di Mario Esempio - 28 aprie Ne perseguire gi obiettivi Ne perseguire gi obiettivi, Mario tende a tenere un comportamento più coaborativo che fermo Mario crede che assumersi a responsabiità di sviuppare, presentare e difendere un punto di vista ben informato sia propedeutico a vero avoro È convinto che i maggiori sforzi dovrebbero essere fatti per trovare un accordo tra una motitudine di opinioni personai Tende ad ascotare, a fare domande, a negoziare e cerca compromessi che vadano a vantaggio dea maggioranza Le persone apprezzano a sua sincerità e ammirano i suoi sforzi per ottenere consenso Afferma i ruoo; si esprime risoutamente; si rifà ai principi; supera gi ostacoi E' aperto; ascota e domanda; negozia; trova compromessi, raggiunge un accordo; mette in pratica Fermezza % vs % oaborazione Business PLUS - HR Soutions & Services wwwbpusit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 0, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 9

10 Report di Mario Esempio - 28 aprie 1 I comportamento di Mario ne'attuae situazione % 0 Grafico III - Sè Risutante I grafico III mostra i comportamento risutante ne'attuae situazione focaizzata e permette a rifessione individuae Descrizione basata su grafico III ISTRUZIONI: Personaizza i testo che segue: tra i comportamenti eencati scegi quei nei quai ti riconosci maggiormente rispetto aa situazione focaizzata N ID ome Mario si comporta ne'attuae situazione? Mario tende a: ercare risposte immediate e seguire fermamente a proprie inee di condotta, una vota ottenuta 'approvazione Voere che e cose siano stabiite e decise in partenza; evitare unghe discussioni, quando possibie Prevenire i probemi; tenere a minimo e compicazioni inattese; avorare per mantenere stabiità Essere più estroverso che introverso Mostrare cautea ne'esprimere opinioni contrarie fino a che non ritiene che sia i momento giusto Non arrabbiarsi facimente ma dimenticare gi affronti con difficotà Annota qui e tue considerazioni Business PLUS - HR Soutions & Services wwwbpusit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 0, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it)

11 Report di Mario Esempio - 28 aprie 1 3 Aegati 31 Informazioni di base su persoog Persona Profie Questo capitoo descrive i persoog Persona Profie I modeo descrittivo sviuppato da John Geier si basa su quattro dimensioni de comportamento D, I, S e dea persona Le informazioni riportate di seguito forniscono una prima panoramica dei fondamentai de modeo stesso e intera gamma dei profii I modeo persoog Persona Profie descrive i comportamento dea persona con obiettivo di comprendere megio i propri bisogni e quei degi atri Si basa su assunto che i comportamento dee persone è i prodotto dea combinazione di due importanti fattori: a percezione de ambiente e a risposta ad esso La percezione de'ambiente è prevaentemente: non favorevoe o Percezione de ambiente favorevoe? La risposta dea persona a'ambiente è prevaentemente di tipo: assertivo o non assertivo? Risposta a ambiente assertiva non-assertiva non-favorevoe Dominante (direttiva) 12 auto (corretiva) favorevoe Infuente (interattiva) 123 Stabie (supportiva) Business PLUS - HR Soutions & Services wwwbpusit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 0, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 11

12 Report di Mario Esempio - 28 aprie 1 32 Breve descrizione de modeo Sua base dea combinazione dei due fattori indicati ne paragrafo precedente, si possono deineare quattro tendenze comportamentai: e persone con uno stie Dominante agiscono e decidono Sono orientate aa risouzione dei probemi e a raggiungimento veoce dei risutati Le persone caratterizzate da uno stie Infuente sono aperte e comunicative Sono spinte a cercare di convincere e infuenzare gi atri Soitamente tendono ad esprimere i pensieri e sentimenti in maniera ottimistica Le persone con uno stie Stabie sono caratterizzate da comportamento coaborativo e prevedibie Sono spinte aa creazione di un ambiente equiibrato Sono soitamente pazienti, propense a'ascoto e tendono a concretizzare i programmi Le persone con uno stie auto sono discipinate e razionai Sono motivate a ricercare ati standard Voendo evitare i probemi, si affidano aa precisione e a'accuratezza Business PLUS - HR Soutions & Services wwwbpusit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 0, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 12

13 Report di Mario Esempio - 28 aprie 1 33 John G Geier John G Geier, PhD docente in numerose università degi USA tra cui quee de Wisconsin, de'arizona, de Michigan è stato anche Director of Behavioura Sciences of Minnesota University E' autore di numerose opere, veri e propri riferimenti ne settore dei sistemi di vautazione dee risorse umane, tra e quai Energetics of Personaity, areer fufiment, e Behavior Personaity Anaysis John Geier ha sviuppato i Persoog Personaity Factor Mode (D, I, S e ), sistema di sef- assessment, vero e proprio riferimento riconosciuto a iveo internazionae Le sue prime ricerche si sono basate sue teorie di Wiiam Mouton Marston ( ), partendo dae quai ha sviuppato una serie di sistemi diagnostici su base psicometrica Geier ha acquisito i diritti di riproduzione dee opere di Marston fondando nei primi anni sessanta a Performax, a prima società a commerciaizzare strumenti a base D, I, S e Aa fine degi anni settanta, Performax fu acquisita da arson ompany JGeier fondò aora i arson Learning enter diventandone i primo presidente e EO Successivamente per perfezionare e sviuppare uteriormente e ricerche sugi strumenti a base D, I, S e, con particoare riferimento ae appicazioni nee organizzazioni e ne mondo de avoro, ne 19 J Geier costituì a Geier Learning Systems Ha potuto così sviuppare con i suoi ricercatori una ampia gamma di strumenti di assessment basati su modeo D, I, S e, quai: i persoog Personaity Profie, i Job Perception Inventory, i Persona Mastery Report ed i sistema EIQ John Geier è una vera e propria autorità riconosciuta nei sistemi di assessment e continua con i suoi coaboratori a sviuppare strumenti e metodi Business PLUS - HR Soutions & Services wwwbpusit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 0, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 13

14 Report di Mario Esempio - 28 aprie 1 3 Avvertenze I programma ed i materiai scritti di accompagnamento, vengono forniti così come sono aa consegna senza garanzie di acun tipo L'intero rischio per quanto riguarda i contenuto, i risutati e i documenti derivati è a carico de'utiizzatore persoog GmbH, Geier Learning Internationa e gi autori, John G Geier e Dorothy E Downey, decinano ogni atra responsabiità, espressa o presunta, verso iniziative commerciai promosse per utiizzi particoari dei materiai scritti o stampatii In nessun caso persoog GmbH, Geier Learning Internationa e gi autori, John G Geier e Dorothy E Downey, potranno essere ritenuti responsabii per perdite di profitti o quasiasi atro danno commerciae, incuso e non imitato a speciai, fortuiti e conseguenti danni imputabii a'uso, anche improprio, di Internet e dei documenti, scritti e stampati derivati da questo prodotto, anche ne caso in cui persoog GmbH, Geier Learning Internationa e gi autori, John G Geier e Dorothy E Downey, siano stati edotti dea possibiità de verificarsi di tai eventi 0 di persoog GmbH Tutti i diritti riservati Versione originae di John G Geier PhD copyright assicurato per gi Stati Uniti d'america e per i Paesi stranieri Questa pubbicazione non può essere riprodotta o utiizzata per quasiasi scopo e con quasiasi mezzo eettronico, meccanico, incusa fotocopiatura, registrazione o atra forma di archiviazione per i reperimento di informazioni, senza formae e diretta autorizzazione scritta di persoog GmbH, PO Box 2628, D Remchingen/Germany e Emme Deta onsuting sr, Via Giardini 28, 112 Modena, Itaia Referente: Patrizia astei Business PLUS - HR Soutions & Services wwwbpusit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 0, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 1

Le pensioni dal 1 gennaio 2014

Le pensioni dal 1 gennaio 2014 Argomento A cura deo Spi-Cgi de Emiia-Romagna n. 1 gennaio 2014 Le pensioni da 1 gennaio 2014 Perequazione automatica 2014 pensioni, assegni e indennità civii assistenziai importo aggiuntivo per anno 2013

Dettagli

BANDO DI GARA D' APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento

BANDO DI GARA D' APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento , ROMA CAPTALE '21M~ BANDO D GARA D' APPALTO SEZONE ) AMMNSTRAZONE AGGUDCATRCE. N PUBBLCAZONE DAL~...1:Jj~jM.~ A L _.2 /~L-MZ: = 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento

BANDO DI GARA D'APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento Po) AA/AZ ft.'f ROMA CAPTALE BANDO D GARA D'APPALTO SEZONE ) AMMNSTRAZONE AGGUDCATRCE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento Sviuppo nfrastrutture e Manutenzione

Dettagli

J yy > Jxx. l o H A R A R B

J yy > Jxx. l o H A R A R B oitecnico di Torino I cedimento di una struttura soggetta a carichi statici può avvenire in acuni casi con un meccanismo diverso da queo di superamento dei imiti di resistena de materiae. Tae meccanismo

Dettagli

Roma, 18 settembre 2014. Claai

Roma, 18 settembre 2014. Claai .:.ontratto Coettivo Nazionae di Lavoro per i dipendenti dae imprese artigiane esercenti Servizi di puizia, Disinfezione, Disinfestazione, Derattizzazione e Sanificazione Roma, 18 settembre 2014 Caai Si

Dettagli

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA C0MMISSIOHE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DIRE!ZIONE GENERALE DELLA CONCORRENZA IV/A._3 STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA - Costruzione

Dettagli

5. Limiti di funzione.

5. Limiti di funzione. Istituzioni di Matematiche - Appunti per e ezioni - Anno Accademico / 6 5. Limiti di funzione. 5.. Funzioni imitate. Una funzione y = f(x) definita in un intervao [ a b] imitata superiormente in tae intervao

Dettagli

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Standard Internazionali di Valutazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) calcolo dei prezzi marginali

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Standard Internazionali di Valutazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) calcolo dei prezzi marginali BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO Standard Internazionai di Vautazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) cacoo dei prezzi marginai Docente: geom. Antonio Eero CORSO PRATICANTI 205 I PREZZI MARGINALI I prezzo

Dettagli

Punte a cannone. Hartner 2007. Made in Germany SEF MECCANOTECNICA. E mail: sef@sefmecc.it Web : www.sefmeccanotecnica.it

Punte a cannone. Hartner 2007. Made in Germany SEF MECCANOTECNICA. E mail: sef@sefmecc.it Web : www.sefmeccanotecnica.it Made in Germany Hartner 2007 Punte a cannone SEF MECCANOTECNICA SEE Via degi Orefici - Bocco 26 40050 FUNO (BO) ITALIA Te. 051 66.48811 Fax 051 86.30.59 FILIALE I MILANO Piazzae Martesana, 6 20128 Miano

Dettagli

Stefano Falorsi. di seconda e quinta elementare rispettivamente di numerosità e N. I test somministrati alle

Stefano Falorsi. di seconda e quinta elementare rispettivamente di numerosità e N. I test somministrati alle Nota metooogica sua strategia i campionamento e sistema nazionae i vautazione ee competenze per e cassi secona e quinta e primo cico ea scuoa primaria Stefano Faorsi. Obiettivi I Sistema Nazionae i Vautazione

Dettagli

RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE

RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE COMMISSIONE DELLE. COMUNITÀ EUROPEE COMUNITÀ EUROPEA DEL CARBONE E DELL'ACCIAIO RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE Le maestranze deo stabiimento tasider di Taranto Atteggiamenti operai e avoro siderurgico

Dettagli

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DIREZIONE GENERALE DELLA CONCORRENZA IV/ A-3 STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA - Industria aimentare in compesso - Industria

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al L verbae n"..8j... Ogg, se marzo duemaqundc, ae ore 13.00, s è runta nea sede d questa sttuzone Scoastca a commssone Eettorae così composta RBEZZO ASSUNTA Presdente; VAL SABNA Segretaro, FATORELLO GAMPETRO

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

Capitolo 3. Sé e identità

Capitolo 3. Sé e identità Capitolo 3 Sé e identità Concetto di sé come Soggetto e oggetto di conoscenza Io / me, autoconsapevolezza Processo di conoscenza Struttura cognitiva Insieme di spinte motivazionali: autovalutazione, autoverifica

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli:

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: 2. IL PROCESSO DI VALUTAZIONE 2.1. Gli attori del processo di valutazione Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: Direttore dell Agenzia delle Entrate.

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

I miceti: da saprofiti a patogeni

I miceti: da saprofiti a patogeni I trattamento dee micosi di più frequente riscontro in Medicina Generae Perché occuparsi di micosi superficiai? } Le micosi superficiai (che coinvogono cute e mucose) rappresentano un capitoo rievante

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

TECNICHE. H. Sei Cappelli per Pensare. 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare?

TECNICHE. H. Sei Cappelli per Pensare. 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare? TECNICHE H. Sei Cappelli per Pensare 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare? Il metodo dei sei cappelli per pensare è stato inventato da Edward de Bono nel 1980. I cappelli rappresentano

Dettagli

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro EXECUTIVE SUMMARY 2 Executive Summary La ricerca si è proposta di indagare il tema del rapporto Giovani e Lavoro raccogliendo il punto di vista di

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione 10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione LA MAPPA Il RAV non è solo prove Invalsi, ci sono molte altre cose da guardare in una scuola: i processi organizzativi, la didattica, le relazioni, ecc.

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

ALLEGATO 3: SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI DIRIGENTI

ALLEGATO 3: SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI DIRIGENTI ALLEGATO 3: SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI DIRIGENTI 109 S.I.R.I.O. Sistema Integrato di Risultati, Indicatori ed Obiettivi Scheda di valutazione dell attività dei dirigenti Intestazione Periodo di valutazione:

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo. Rapporto dal Questionari Studenti

Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo. Rapporto dal Questionari Studenti Rapporto dal Questionari Studenti SCUOLA xxxxxxxxx Anno Scolastico 2014/15 Le Aree Indagate Il questionario studenti ha lo scopo di indagare alcuni aspetti considerati rilevanti per assicurare il benessere

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Behavior-Based BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro.

Behavior-Based BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro. Behavior-Based Based Safety (B-BS) BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro Italo Viganò Cosa causa gli incidenti Behavior &

Dettagli

Monitoraggio dei processi formativi. Genova, 2 dicembre 2011

Monitoraggio dei processi formativi. Genova, 2 dicembre 2011 Monitoraggio dei processi formativi Genova, 2 dicembre 2011 Premessa: un patto!!! Nel Protocollo d Intesa le organizzazioni formative garantiscono un progressivo miglioramento e innalzamento della qualità

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

La sua cartella sanitaria

La sua cartella sanitaria La sua cartella sanitaria i suoi diritti All ospedale, lei decide come desidera essere informato sulla sua malattia e sulla sua cura e chi, oltre a lei, può anche essere informato Diritto di accesso ai

Dettagli

Prova sul campo. Primavera 2014. OECD Organisation for Economic Cooperation and Development. Ministero della Pubblica Istruzione

Prova sul campo. Primavera 2014. OECD Organisation for Economic Cooperation and Development. Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione OECD Organisation for Economic Cooperation and Development Prova sul campo

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva.

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva. M. Cristina Caratozzolo caratozzolo2@unisi.it Psicologia Cognitiva A.A. 2010/2011 Dipartimento di Scienze della Comunicazione Università di Siena } Il termine ha origine dal latino emovere, cioè muovere

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA di Mario Comoglio INTRODUZIONE 1 Non è raro imbattersi in articoli e in interventi ministeriali che affrontano la questione di come valutare l apprendimento degli studenti.

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Carnacina Bardolino. Indagine anno scolastico 2005-06 Genitori 1

Carnacina Bardolino. Indagine anno scolastico 2005-06 Genitori 1 Conosce il regolamento scolastico che suo figlio deve rispettare? Conosce il regolamento scolastico che suo figlio deve rispettare? 12% molto 29% 20% molto 34% abbastanz a 59% abbastanz a 46% Conosce il

Dettagli

Così lo screening cutaneo diventa rapido, semplice e chiaro. HEINE DELTA 20 Plus Dermatoscopio a LED

Così lo screening cutaneo diventa rapido, semplice e chiaro. HEINE DELTA 20 Plus Dermatoscopio a LED Così lo screening cutaneo diventa rapido, semplice e chiaro. HEINE DELTA 20 Plus Dermatoscopio a LED Era considerato insuperabile. Ora lo abbiamo reso ancora migliore. MIGLIORE IN OGNI PARTICOLARE, IMBATTIBILE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

5 %>"G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3"G: 63 & E"G& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& "34 7 / "3*D 83: & in & U 3 OP "

5 %>G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3G: 63 & EG& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& 34 7 / 3*D 83: & in & U 3 OP in U OP Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione.

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

L EQUILIBRIO CHIMICO

L EQUILIBRIO CHIMICO EQUIIBRIO CHIMICO Molte reazioni chimiche possono avvenire in entrambe i sensi: reagenti e prodotti possono cioè scambiarsi fra di loro; le reazioni di questo tipo vengono qualificate come reazioni reversibili.

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

GO FAR! Comenius Regio Project. La matematica ci fa andare lontano

GO FAR! Comenius Regio Project. La matematica ci fa andare lontano GO FAR! Comenius Regio Project La matematica ci fa andare lontano MA QUALE DISTANZA? IL PARTERNARIATO ITALIANO USR-EMILIA ROMAGNA DS Rosanna Rossi Coordinator Prof. Annalisa Martini Collaborator Dr. Monica

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO a cura di Salvatore Madaghiele SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA PRIMA PROVA SCRITTA: ITALIANO N. Candidato Classe Sesso: M F Data di nascita: Tema scelto: A B1 n. B2 n.

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA. Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale

LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA. Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale CARLO FUSARO I limiti della legislazione elettorale vigente LEGISLAZIONE ELETTORALE: complesso delle norme concernenti

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Collaborazione tra medici specialisti in psichiatria e psicoterapia e case manager degli assicuratori privati

Collaborazione tra medici specialisti in psichiatria e psicoterapia e case manager degli assicuratori privati Collaborazione tra medici specialisti in psichiatria e psicoterapia e case manager degli assicuratori privati Per facilitare la lettura del testo, si è scelto di non utilizzare esplicitamente la formulazione

Dettagli