DEVISAPERECHE UN SUSSIDIO SPECIALE PER I FIGLI MINORI DISABILI ASSOCIAZIONI CONTRATTO FORMAZIONE PREVIDENZA SANITÀ SERVIZI FONDO MARIO NEGRI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DEVISAPERECHE UN SUSSIDIO SPECIALE PER I FIGLI MINORI DISABILI ASSOCIAZIONI CONTRATTO FORMAZIONE PREVIDENZA SANITÀ SERVIZI FONDO MARIO NEGRI"

Transcript

1 DEVISAPERECHE ASSOCIAZIONI CONTRATTO FORMAZIONE PREVIDENZA SANITÀ SERVIZI FONDO MARIO NEGRI UN SUSSIDIO SPECIALE PER I FIGLI MINORI DISABILI Il Fondo ha disposto un contributo economico rinnovabile annualmente ed erogabile per un solo soggetto nell ambito dello stesso nucleo familiare Il Movimento per la vita indipendente delle persone con disabilità ha avuto origine negli Stati Uniti agli inizi degli anni Sessanta, sulla spinta delle rivendicazioni dei movimenti per i diritti civili, come quelle dei neri d America. Il Movimento europeo delle persone disabili è cresciuto in modo parallelo ed è proprio grazie alla sua attività che, soprattutto nell ultimo decennio, è maturato un diverso approccio alle politiche sulla disabilità, che ha condotto all elaborazione di una strategia culturale e politica mirata in ambito europeo e che in Italia si è tradotto nell emanazione di un apposita legge quadro per l assistenza, l integrazione sociale e i diritti delle persone disabili (legge 5 febbraio 1992, n. 104, poi integrata dalla legge 21 maggio 1998, n. 162). Successivamente alla risoluzione del consiglio dei ministri del 20 dicembre 1996 sull uguaglianza di opportunità per le persone disabili e all approvazione dell art. 13 del Trattato di Amsterdam, con il sostegno del Parlamento europeo si è pervenuti alla definizione di due programmi comunitari per la lotta alla discriminazione e all esclusione sociale, e sono stati attuati interventi legislativi non discriminatori in tema di tecnologie, trasporti, impiego e produzione di beni e servizi. Il notevole interesse e l impegno volto al raffor- 27

2 DEVISAPERECHE Fondo Mario Negri zamento della cooperazione sulle numerose questioni relative alla disabilità si è manifestato anche con la decisione di proclamare il 2003 Anno europeo dei disabili, cosa che ha permesso di portare ancora più all attenzione del grande pubblico, dei media e degli organi decisionali le problematiche della disabilità, in una prospettiva nuova, fondata sui diritti umani, civili, sociali, economici e politici. In particolare, anche in relazione ai tempi difficili in cui viviamo - di crisi economica e di incertezza politica - si è giunti all introduzione del concetto di azione positiva che si esplicita nella consapevolezza di dover mettere in atto iniziative che abbiano un reale effetto sulla vita delle persone. Il Fondo Mario Negri, sensibile alle tematiche indicate, ha voluto impegnarsi concretamente nelle politiche di assistenza sociale ai disabili, realizzando un primo intervento di sostegno alle famiglie dei dirigenti in attività di servizio, prosecutori volontari o pensionati iscritti al Fondo con figli minori disabili, attraverso una forma di aiuto basata su un contributo economico, stabilito nella misura di 500 mensili per 12 mensilità, rinnovabile annualmente ed erogabile per un solo soggetto nell ambito dello stesso nucleo familiare. Tale sussidio viene devoluto su richiesta dell iscritto al fondo esercente la potestà legale, sia esso uno dei genitori oppure un tutore, e riguarda i figli minori legittimi, naturali riconosciuti, legittimati o adottivi in condizione di disabilità grave ai sensi dell art. 3 della legge 104/92, a causa di menomazione, singola o plurima, che abbia ridotto l autonomia personale in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale, nella sfera individuale o in quella di relazione. L erogazione del sussidio ha decorrenza dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda e cessa al compimento del diciottesimo anno d età del figlio disabile o in caso di cessazione dell iscrizione da parte del dirigente in servizio o del prosecutore volontario, ad eccezione della cessazione a seguito di decesso. La domanda, da formularsi tramite l apposito modulo da richiedere all ufficio Prestazioni del Fondo Mario Negri, può essere presentata personalmente dall iscritto (o da persona maggiorenne da questi delegata), oppure spedita, con raccomandata a/r, al Fondo Mario Negri - ufficio Prestazioni, via Palestro 32, Roma - e deve essere corredata dalla seguente documentazione: - stato di famiglia o autocertificazione; - verbale di accertamento del grado di disabilità rilasciato da commissione medico legale sulla base della legge 104/92, attestante anche la revisionabilità o meno dello stato di disabilità; - eventuale decreto di nomina a tutore, per i casi di mancanza di entrambi i genitori esercenti la potestà legale. Il Fondo provvede a effettuare i necessari accertamenti in merito al grado di disabilità, applicando i medesimi criteri adottati per gli accertamenti dello stato di invalidità ai sensi dell art. 19 del Regolamento; e ciò sia in occasione della prima domanda sia per le eventuali successive domande di rinnovo, da inoltrare annualmente. Nel caso di premorienza del titolare dell assegno, l erogazione proseguirà comunque, sempre fino al compimento del diciottesimo anno d età del figlio disabile, in favore del genitore superstite o di altro soggetto legittimato, mentre nei casi di separazione o divorzio l assegno potrà essere erogato al coniuge affidatario, anche se non iscritto o pensionato del Fondo. Per quanto riguarda il trattamento fiscale del sussidio, il Tuir (Testo unico delle imposte sui redditi) esclude espressamente dall assoggettamento a tassazione le indennità conseguite, anche in forma assicurativa, a titolo di risarcimento di danni dipendenti da invalidità permanente (rif. art. 6, comma 2). L intervento sopra descritto potrà costituire un primo esperimento per valutarne l impatto finanziario e quindi considerare l opportunità/possibilità di estendere la forma di assistenza anche ai figli che abbiano conseguito la maggiore età o verso gli stessi iscritti in condizione di intervenuta disabilità. 28

3 MANAGERITALIA DEVISAPERECHE CONTRATTO MAGAZZINI GENERALI, SIGLATO ACCORDO Modificato l art. 12 del ccnl 21 luglio 1995 relativo alle trasferte e alle missioni dei dirigenti Siglato l accordo del 18 maggio 2005 sul trattamento delle trasferte per i dirigenti delle imprese di logistica, magazzini generali, terminal operator portuali, interportuali e aeroportuali aderenti ad Assologistica Adecorrere dal 1 giugno 2005, si è stabilito di determinare in cifra fissa l importo aggiuntivo per rimborso spese non documentabili dovuto al dirigente in caso di trasferte/missioni, in precedenza calcolato in percentuale (2%) sul minimo base mensile al netto della contingenza. Pertanto, ai dirigenti operanti nelle aziende del settore, sarà dovuto a tale titolo un importo lordo di 55 per ogni giorno di trasferta effettuato. Si riporta integralmente la nuova formulazione dell articolo 12 del ccnl: Art Trasferte e missioni 1.Per le trasferte e le missioni il trattamento da riservare al dirigente è il seguente: a) rimborso delle spese di viaggio; b) rimborso di ogni spesa sostenuta in esecuzione del mandato e nell interesse dell azienda; c) rimborso delle spese di vitto e alloggio a pié di lista, o l equivalente da convenire, e delle piccole spese non documentabili; d) per le trasferte non inferiori a dodici ore è dovuto, per ogni giorno di trasferta, un importo aggiuntivo per rimborso spese non documentabili pari a 55 lorde. 2. Per trasferte si intendono le missioni disposte al di fuori delle normali sedi di lavoro. 3. Per le missioni superiori ai dodici giorni saranno presi accordi tra azienda e dirigente, anche per gli eventuali aspetti particolari derivanti dalla durata e dalla natura della missione. 4.A partire dal 1 agosto 1995, nel caso di uso autorizzato di autovettura di proprietà del dirigente, il rimborso chilometrico sarà determinato in base alle tabelle stabilite dall azienda. In assenza delle stesse si farà riferimento alle tabelle Aci. Un aggiornamento sull indennità di disoccupazione Ci riferiamo alla nostra precedente comunicazione (vedi Devisapereche Dirigente n ) per informarvi che l art. 13 del decreto legge 35 del 14 marzo 2005 è stato convertito in legge, con modificazioni, dall art. 1 della legge 14 maggio 2005, n. 80. Riepiloghiamo quindi la normativa che riguarda l indennità ordinaria di disoccupazione, ricordando che si tratta di disposizioni transitorie in quanto applicabili esclusivamente con riferimento al periodo dal 1 aprile 2005 al 31 dicembre Età del Durata del Ammontare con riferimento Contribuzione disoccupato trattamento alla retribuzione media figurativa degli ultimi 3 mesi* Meno di 50 anni 7 mesi 50% primi 6 mesi 40% settimo mese 6 mesi 50% primi 6 mesi Pari o superiore a 50 anni 10 mesi 40% successivi 3 mesi 9 mesi 30% decimo mese * nei limiti di un importo massimo mensile lordo stabilito per legge e aggiornato annualmente (pari, per l anno 2005, a 819,62 mensili, elevate a 985,10 per i lavoratori che possono far valere una retribuzione mensile lorda superiore a 1.773,19). Si ricorda che la domanda deve essere presentata all Inps entro 68 giorni dall inizio dello stato di disoccupazione. In caso di ritardata presentazione della domanda, l indennità è corrisposta a decorrere dal quinto giorno successivo a quello di presentazione della domanda stessa. 29

4 DEVISAPERECHE Associazione A. Pastore L ASSICURAZIONE DI ESONERO PAGAMENTO PREMI L invalidità totale e permanente conseguente a malattia o infortunio A cura di Assidir Dopo i precedenti articoli dedicati alle garanzie Temporanea per il caso morte e Invalidità permanente da malattia, vogliamo qui illustrare un altra importante tutela: l assicurazione di Esonero pagamento premi in caso di invalidità totale e permanente conseguente a malattia o infortunio. La prima conseguenza per il dirigente colpito da invalidità totale e permanente è la cessazione del rapporto di lavoro, che comporta, oltre alla perdita del reddito, anche l interruzione, da parte dell azienda, del versamento dei contributi alla convenzione Antonio Pastore e quindi di tutte le tutele assicurative da essa previste. Proprio per evitare questo vuoto, la garanzia di Esonero pagamento premi prevede che, nel caso in cui il dirigente rimanesse infermo con un grado di invalidità permanente almeno pari al 66% e fosse costretto a lasciare la propria attività, il suo piano assicurativo per le garanzie Temporanea caso morte, Long term care e Capitale differito venga mantenuto attivo gratuitamente fino al compimento del 65 anno di età: per Manageritalia la finalità principale per cui è stata introdotta nella convenzione Antonio Pastore tale polizza è quella di continuare a tutelare il dirigente invalido all interno della propria collettività di appartenenza. In altre parole, anche se l azienda non verserà più i contributi, l Impresa assicuratrice garantirà al dirigente (e al prosecutore volontario) la continuità assicurativa delle polizze sopra indicate pagando essa stessa i premi necessari. La copertura assicurativa di Esonero pagamento premi decorre dal giorno di nomina a dirigente (senza alcun accertamento dello stato di salute) ed è attiva per tutto il periodo di mantenimento della carica fino al 65 anno di età. Va sottolineato che questa copertura si integra con l assicurazione di Invalidità permanente da malattia. Infatti, se la causa dell invalidità totale e permanente è una malattia, il dirigente riceverà sia l indennizzo massimo per invalidità da malattia ( ) sia, in caso di interruzione del rapporto di lavoro, la prestazione della polizza di Esonero pagamento premi. Se invece l invalidità totale è causata da infortunio, il dirigente riceverà la prestazione della garanzia di Esonero pagamento premi. In questo caso il dirigente dovrà provvedere a inoltrare denuncia al proprio datore di lavoro a fronte di quanto previsto dall art. 18 del Testo unico del contratto collettivo di lavoro. In entrambi i casi il rapporto di lavoro del dirigente deve essere cessato. La denuncia dello stato di invalidità permanente totale deve essere inoltrata dal dirigente ad Assidir, che gestirà tutta la pratica di sinistro. Nel caso fosse una malattia la causa dell invalidità, e Assidir avesse già in corso di gestione per lo stesso assicurato la pratica per la liquidazione dell indennizzo previsto, l assicurato non dovrà sottoporsi a ulteriori accertamenti, ma il diritto all esonero pagamento premi verrà riconosciuto dal momento in cui, a seguito dell invalidità permanente totale (superiore al 66%), il dirigente perde il suo status. Qualora invece l invalidità permanente totale fosse causata da infortunio, l assicurato dovrà fornire tutta la documentazione richiesta utile alla valutazione del grado di invalidità raggiunto. La denuncia deve essere inoltrata quanto prima ad Assidir e comunque non oltre un anno dalla cessazione di validità della garanzia. ASSIDIR Brokeraggio Assicurativo (con il suo servizio convenzioni e ufficio sinistri) è sempre a disposizione dei dirigenti per tutti i necessari chiarimenti. 30

5 Risponde ASSIDIR Per i quadri, la Cassa Carlo De Lellis con tutti i suoi vantaggi Sono un quadro iscritto a Manageritalia e appartenente alla categoria dei trasporti. Come vi sarà noto, la mia categoria non usufruisce della Quas e sono interessato a una soluzione alternativa da proporre alla mia azienda. Ho sentito parlare, in occasione di un recente incontro, della Cassa interaziendale di assistenza sanitaria Carlo De Lellis. La Cassa interaziendale di assistenza sanitaria Carlo De Lellis è nata con il fine di promuovere forme di assistenza sanitaria per i dipendenti delle aziende associate. I beneficiari sono i quadri e gli altri dipendenti, ad esclusione dei dirigenti che usufruiscono per contratto del Fasdac. La prestazione offerta dalla Cassa è modulare: è infatti possibile optare fra tre combinazioni: il rimborso delle spese mediche a seguito di ricovero ospedaliero (quest ultima abbinata alle visite specialistiche) e, in ultimo, le due precedenti abbinate alle prestazioni odontoiatriche. Inoltre, sono disponibili due formule di prestazioni di rimborso: la formula Integrativa per coloro che usufruiscono già di altre casse o fondi di assistenza (ad esempio la Quas) e la formula Completa, adeguata al suo caso e dei suoi colleghi, specifica per i dipendenti che non usufruiscono di altre casse o fondi di assistenza sanitaria integrativa. Per accedere alle prestazioni della Cassa, la sua azienda dovrà effettuare una richiesta di adesione correlata da un accordo con i dipendenti che stabilisca la parte economica, la durata, le categorie dei dipendenti interessati ecc. Una volta che la Cassa avrà accettato la domanda, l azienda è tenuta al pagamento della quota associativa annuale e al versamento dei contributi previsti. Inoltre, sussiste la possibilità per i dipendenti di inserire volontariamente il nucleo familiare. In conclusione, vale la pena sottolineare i principali vantaggi che la Cassa De Lellis offre agli assistiti: oltre a un ampia tipologia di prestazioni a costi contenuti, non viene richiesta alcuna compilazione del questionario anamnestico, è compreso il rimborso per le spese sostenute per le malattie pregresse non congenite, fornisce l assistenza immediata in caso di emergenza sanitaria tramite le strutture di Europ Assistance e permette di sfruttare le agevolazioni fiscali e contributive previste dall attuale normativa sia per l azienda sia per i dipendenti. Rimborso per infortunio da parte della Convenzione Antonio Pastore Sono un dirigente in attività e durante una partita di calcio fra amici a seguito di un contrasto mi sono procurato la rottura della tibia. Vorrei sapere se la Convenzione Antonio Pastore prevede un rimborso in caso di infortunio. assicurazione contro gli infortuni è prevista dal contratto collettivo nazionale di lavoro (vedi art. 18 del Te- L sto unico scaricabile dal portale Quest ultimo stabilisce infatti che le aziende sono tenute a stipulare a favore dei dirigenti appartenenti ai settori contrattuali Manageritalia una polizza assicurativa a copertura degli infortuni professionali ed extra-professionali. Come lei avrà notato, la garanzia non si limita agli infortuni subiti durante gli orari di lavoro, ma anche a quelli incorsi al di fuori di essi e durante il tempo libero, esattamente come nel suo caso. In particolare, la polizza considera i casi sia di invalidità permanente sia di morte causata da infortunio. Va specificato che questa polizza non si sostituisce all iscrizione all Inail obbligatoria per tutti i lavoratori subordinati, ma è un ulteriore tutela che la Federazione ha voluto per i suoi associati. È importante sottolineare che è il datore di lavoro che deve stipulare a proprio carico, con beneficiario il dirigente, la polizza ed è per questo che non sussiste nessuna necessità che quest ultimo dia il suo consenso. Il datore di lavoro è tuttavia libero di scegliere l impresa di assicurazione che ritiene più idonea a garantire i vincoli dettati dall art. 18 del Testo unico del contratto collettivo nazionale di lavoro. Anche Assidir, il broker di Manageritalia, ha messo a disposizione una polizza infortuni appositamente studiata per questa finalità e che sarà illustrata in un prossimo articolo. Per quanto riguarda il suo caso, per ottenere il risarcimento dovrà informare il suo datore di lavoro dell infortunio e delle circostanze in cui è stato provocato. Se l azienda non ha stipulato la polizza, tale omissione genera la responsabilità (di tipo contrattuale, perché non ha adempiuto a un obbligo imposto dal contratto collettivo di lavoro) del datore di lavoro e il suo conseguente diritto di richiedere direttamente all azienda il risarcimento del danno subito, secondo i parametri stabiliti dal contratto collettivo. 31

6 area riservata My Manageritalia AREA DI NOVITÀ... in My Manageritalia grazie all inserimento nell area commerciale di un nuovo esclusivo accordo con palmone, società leader nel campo dei palmari e degli smartphone Grazie al recente accordo tra Manageritalia e palmone, società leader nel campo dei palmari e degli smartphone, gli associati Manageritalia potranno approfittare di 5 irripetibili offerte per acquistare, unicamente online e a prezzi particolarmente vantaggiosi, alcuni prodotti top quality. Inoltre, su ogni acquisto effettuato, palmone - in accordo con Manageritalia - destinerà il 2,5% in beneficenza. I prodotti in offerta*: TREO (telefono, organizer, , web) Smartphone TREO 650 Stand alone Smartphone TREO Headset Bluetooth Smartphone soluzione GPS TREO Tom Tom LIFEDRIVE (il computer palmare con 4GB di memoria) Palmare Lifedrive NAVIGAZIONE SATELLITARE Navigatore satellitare soluzione GPS Tungsten E2 + Via Michelin Companion Come acquistare Accedi all area riservata My Manageritalia (www.manageritalia.it) e segui la procedura indicata per acquistare il modello più adatto alla tua professione. * L offerta è valida fino ad esaurimento scorte. Ogni associato può acquistare uno solo dei prodotti indicati. GLI ALTRI SERVIZI My Manageritalia I servizi dell area riservata sono suddivisi per chiarezza e facilità di utilizzo in quattro aree tematiche: utilità commerciale professionale sanità AREA UTILITÀ GESTIONE PROFILO UTENTE Con un semplice click puoi visionare ed eventualmente modificare online e in totale sicurezza i tuoi dati anagrafici e personali. Questo ci consente di servirti al meglio e raggiungerti puntualmente con le comunicazioni importanti e l informazione periodica. AREA COMMERCIALE AUTONOLEGGIO Leader nel settore dell autonoleggio, ti propone numerosissime soluzioni per i tuoi viaggi, con sconti fino al 50% in Italia e fino al 20% all estero. Un modo privilegiato e vantaggioso per muoverti e viaggiare. VIAGGI Dall accordo tra Manageritalia e il tour operator Sentieri di Nuove Esperienze, la possibilità per tutti gli associati di scegliere, in un pacchetto di viaggi esclusivo e privilegiato, la destinazione desiderata a prezzi davvero speciali! A pagina 34 le proposte viaggio per il periodo agosto-settembre MAIL Da un accordo tra Manageritalia e la web house Internetware, nasce una nuova opportunità per associati e aziende. Si 32

7 tratta di un sistema, chiamato PostaSicura, che consiste in un servizio avanzato di posta elettronica, offerto a condizioni vantaggiose, in grado di superare le sempre più frequenti difficoltà delle mailbox tradizionali offrendo servizi integrativi di grande valore. AREA PROFESSIONALE RETRIBUZIONE In collaborazione con OD&M, un check up retributivo gratuito. Un indispensabile strumento per valutare la tua posizione attuale, per ragionare in prospettiva e/o per capire come affrontare nuove opportunità. BUSINESS Dalla partnership con Europroject, la possibilità di consultare gratuitamente la più completa banca dati sulle agevolazioni per le imprese a livello regionale, nazionale e comunitario. Uno strumento agile per non perdere opportunità di sviluppo del tuo business e della tua azienda. AREA SANITÀ MOTORE DI RICERCA PRATICO E VELOCE A seguito dell entrata in vigore della riforma Fasdac (1 maggio 2005), che ha portato a privilegiare le prestazioni sanitarie erogate in convenzione diretta, Manageritalia ha predisposto all interno dell area riservata una sezione dedicata, all interno della quale è presente un prezioso motore di ricerca per individuare: le strutture convenzionate per tipo di prestazione, ragione sociale, regione, provincia, comune e convenzione (diretta per dirigenti e indiretta per quadri e professional). Lo stesso motore di ricerca è presente in area pubblica: SERVIZI - convenzioni sanitarie; i medici convenzionati ricercabili per cognome, nome, provincia e specializzazione. OUTPLACEMENT Grazie a un esclusivo accordo stipulato con DBM Italia, società attiva dal 1991 e specializzata nell outplacement, gli associati Manageritalia possono da oggi fruire, e per tutto il 2005, di questo servizio a condizioni particolarmente vantaggiose (il dettaglio delle condizioni è disponibile nell area riservata e presso le 15 Associazioni territoriali). Per approfondimenti, vedi la pagina dedicata sul portale sezione SERVIZI - Manager & Mercato del lavoro - outplacement. Accedi a MY MANAGERITALIA, accedi ai PRIVILEGI. Per accedere all area riservata My Manageritalia è necessario inserire i dati - nome utente/id (quello riportato anche sulla card) e la password - che hai ricevuto insieme alla card Manageritalia. Per qualunque necessità (smarrimento o mancato ricevimento della card o dei codici) o informazione, puoi inviare una mail a: o contattare il nostro customer care al numero

8 area riservata My Manageritalia PROGRAMMA AGOSTO-SETTEMBRE 2005 PRENOTARE È FACILE È sufficiente scaricare l apposita scheda di iscrizione, compilarla in tutte le sue parti - prendendo preventivamente visione delle condizioni generali di partecipazione al viaggio - e inviarla via fax al numero del tour operator MESE PAESE/ITINERARIO Durata SERVIZI COMPRESI 4/8 PERÙ Lima/Arequipa/Canyon del Colca/Puno/Cuzco/Machu Picchu (possibilità di estensione mare) 13 gg Voli da Roma Fiumicino e Milano, hotel 5/4 e 3, min 2 4 pasti principali, tutte le visite, guide parlanti italiano 7/8 RAJASTHAN Delhi/Bikaner/Jaisalmer Jodhpur/M.Abu/Udaipur/Pushkar/Jaipur/Agra 15 gg Voli da Roma Fiumicino e Milano, hotel 5/4, min 10 mezza pensione, tutte le visite, guide parlanti italiano 7/8 INDIA DEL NORD/NEPAL Delhi/Mandawa/Jaipur/Agra/Orchha/Kajuraho/Benares/Kathmandu 15 gg Voli da Roma Fiumicino e Milano, hotel 5/4, min 10 mezza pensione, tutte le visite, guide parlanti italiano 14/8 CINA Shanghai/Zhouzhuang/Hangzhou/Guilin/Xian/Pechino 14 gg Voli da Roma Fiumicino, hotel 4, min 6 pensione completa, tutte le visite, guide parlanti italiano, 2 banchetti e 2 spettacoli 21/8 CINA Shanghai/Zhouzhuang/Hangzhou/Guilin/Xian/Pechino 14 gg Voli da Roma Fiumicino, hotel 4, pensione min 10 completa, tutte le visite, guide parlanti italiano, 2 spettacoli e 2 banchetti 9/9 CINA Pechino/Xian/Kunming/Dali/Lijiang/Zhongdian/Shanghai 17 gg Voli da Roma Fiumicino e Milano, hotel 4, min 10 pensione completa, tutte le visite, guide parlanti italiano 16/9 TUNISIA IN 4 X 4 Tunisi/Kairouan/Oasi di Montagna/Douz/Ksar Ghilane/Matmata 8 gg Voli da Roma Fiumicino e Milano, hotel 5/4, /El Jem/Sousse 1 notte in campo tendato di lusso (tende fisse min 4 a 2 posti con bagno privato), pensione completa, tutte le visite, guide parlanti italiano 25/9 BIRMANIA e CAMBOGIA Rangoon/Pagan/Mandalay/Inle/Kalaw/Phnom Penh/Angkor Wat 8 gg Voli da Roma Fiumicino, hotel 5/4, min 2 pensione completa, tutte le visite, guide parlanti italiano in Birmania e inglese o francese in Cambogia 25/9 GIORDANIA E SIRIA Amman/Mar Morto/Petra/Wadi Rum/Jerash/Bosra/ 12 gg Voli da Roma Fiumicino, hotel 5/4 e 3, Damasco/Palmyra/C. des Chevalier/Ebla/Aleppo/Ugarit mezza pensione, tutte le visite, guide parlanti italiano min 6 Per tutte le offerte del tour operator, dettagli viaggi e costi, consultare l area riservata My Manageritalia/area commerciale-sentieri di nuove esperienze-proposte di viaggio 34

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

LA SCADENZA ANNUALE per la presentazione della

LA SCADENZA ANNUALE per la presentazione della Fisco POLIZZE ASSICURATIVE COSA SI PUÒ DETRARRE Un utile guida per compilare correttamente la dichiarazione dei redditi con un occhio di riguardo alle coperture assicurative previste per gli associati

Dettagli

Ci sono cose che è meglio tenere lontano...

Ci sono cose che è meglio tenere lontano... INSERTO SPECIALE A CURA DI ASSIDIR Ci sono cose che è meglio tenere lontano... ma parlarne può essere utile! I INSERTO SPECIALE Caro collega, ognuno di noi, più o meno inconsciamente, tende ad allontanare

Dettagli

COME OGNI ANNO, nel mese di marzo si inizia a

COME OGNI ANNO, nel mese di marzo si inizia a POLIZZE ASSICURATIVE COSA SI PUÒ DETRARRE? Una guida per compilare correttamente la dichiarazione dei redditi con un occhio di riguardo alle coperture assicurative previste per gli associati a cura di

Dettagli

INABILITÀ TEMPORANEA E INVALIDITÀ PERMANENTE

INABILITÀ TEMPORANEA E INVALIDITÀ PERMANENTE 1 INABILITÀ TEMPORANEA E INVALIDITÀ PERMANENTE Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Lo spieghiamo in questo primo fascicolo di approfondimento del Vademecum 2012 Apriamo la serie di approfondimenti

Dettagli

ASSOCIAZIONE CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA A FAVORE DEI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI

ASSOCIAZIONE CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA A FAVORE DEI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI ASSOCIAZIONE CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA A FAVORE DEI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI REGOLAMENTO PER I TRATTAMENTI ASSISTENZIALI E DI TUTELA SANITARIA INTEGRATIVA per l'attuazione delle

Dettagli

Faschim e Fonchim: dall assunzione alla contribuzione Dimitri Cerioli - Consulente del lavoro

Faschim e Fonchim: dall assunzione alla contribuzione Dimitri Cerioli - Consulente del lavoro Faschim e Fonchim: dall assunzione alla contribuzione Dimitri Cerioli - Consulente del lavoro Dichiarazione di adesione Periodo di prova Il Ccnl per gli addetti all industria chimica, chimico-farmaceutica,

Dettagli

Pensione di inabilità assoluta e permanente ENPAM - INPS( ex-inpdap)

Pensione di inabilità assoluta e permanente ENPAM - INPS( ex-inpdap) Pensione di inabilità assoluta e permanente ENPAM - INPS( ex-inpdap) ENPAM La pensione di inabilità assoluta e permanente è una prestazione economica che viene erogata da ENPAM ai medici e odontoiatri

Dettagli

i fondi pensione: in che consistono, come utilizzarli

i fondi pensione: in che consistono, come utilizzarli LA GUIDA DEL CONTRIBUENTE è una pubblicazione del Ministero delle Finanze Segretariato generale Ufficio per l informazione del contribuente Per ulteriori informazioni: www.finanze.it La Guida è distribuita

Dettagli

LA SALUTE E VALORE PER L IMPRESA

LA SALUTE E VALORE PER L IMPRESA LA SALUTE E VALORE PER L IMPRESA La salute dell impresa è legata indissolubilmente con quella di chi ne fa parte. La coscienza di questo legame porta alla coesione, alla condivisione di valori comuni:

Dettagli

Custodisci il tuo futuro! Scegli la soluzione per affrontare ogni imprevisto LINEA PROTEZIONE GUIDA AI PRODOTTI

Custodisci il tuo futuro! Scegli la soluzione per affrontare ogni imprevisto LINEA PROTEZIONE GUIDA AI PRODOTTI Custodisci il tuo futuro! Scegli la soluzione per affrontare ogni imprevisto LINEA PROTEZIONE GUIDA AI PRODOTTI Custodisci il tuo futuro! Scegli la soluzione per affrontare ogni imprevisto La Linea Protezione

Dettagli

convenzione antonio pastore

convenzione antonio pastore Associazioni Servizi sanità contratto Previdenza Formazione convenzione antonio pastore Segno più per la polizza di Capitale differito 3,61% il rendimento riconosciuto agli assicurati per l anno 2014.

Dettagli

LE PENSIONI NEL 2006 PREVIDENZA

LE PENSIONI NEL 2006 PREVIDENZA LE PENSIONI NEL 2006 Gli aggiornamenti sugli aspetti di maggior interesse della normativa previdenziale Inps Daniela Fiorino TETTO DI RETRIBUZIONE PENSIONABILE Secondo l art., comma 1, della legge 29/5/82,

Dettagli

Assicurarsi la terza età

Assicurarsi la terza età ASSIDIR LONG TERM CARE Assicurarsi la terza età In Italia sono 2,6 milioni i non autosufficienti, ma il numero è destinato a crescere. Occorre puntare sempre più sul sistema assistenziale pubblico e privato

Dettagli

Convenzione Carabinieri 2012

Convenzione Carabinieri 2012 Convenzione Carabinieri 2012 Target Dipendenti in servizio; Dipendenti in quiescenza; Familiari di primo grado conviventi (coniuge, genitori e figli) risultanti dallo stato di famiglia. Condizioni prodotti

Dettagli

SANITÀ CONTRATTO PREVIDENZAFORMAZIONE ASSOCIAZIONI SERVIZI. Il consiglio di amministrazione del Fondo, nella seduta del 25

SANITÀ CONTRATTO PREVIDENZAFORMAZIONE ASSOCIAZIONI SERVIZI. Il consiglio di amministrazione del Fondo, nella seduta del 25 ASSOCIAZIONI SERVIZI SANITÀ CONTRATTO PREVIDENZAFORMAZIONE FONDO MARIO NEGRI NUOVE REGOLE PER I MUTUI IPOTECARI Il cda del Fondo ha stabilito una serie di variazioni per la concessione dei mutui per l

Dettagli

La Cassa di Previdenza dei Dottori Commercialisti. Latina, 18 novembre 2014

La Cassa di Previdenza dei Dottori Commercialisti. Latina, 18 novembre 2014 La Cassa di Previdenza dei Dottori Commercialisti Latina, 18 novembre 2014 La Previdenza dei Dottori Commercialisti o1 La previdenza dei Dottori Commercialisti: La posizione assicurativa Dottore Commercialista

Dettagli

SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN

SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN 2014 1 Previdenza ENPAM Il fondo di Previdenza Generale è composto da: Quota A Quota B 2 QUOTA

Dettagli

Almeno due anni di assicurazione Requisito Contributivo LA DOMANDA esclusivamente in via telematica

Almeno due anni di assicurazione Requisito Contributivo LA DOMANDA esclusivamente in via telematica INDENNITA DI DISOCCUPAZIONE AL PERSONALE DELLA SCUOLA La legge di riforma del lavoro (la n. 92 del 28 giugno 2012 - riforma Fornero) ha introdotto a partire dal 1.1.2013 il nuovo sussidio di disoccupazione

Dettagli

SANITÀ CONTRATTO PREVIDENZAFORMAZIONE ASSOCIAZIONI SERVIZI LE 4 REGOLE PER UNA PRATICA CORRETTA PRATICHE DI SOLI MEDICINALI

SANITÀ CONTRATTO PREVIDENZAFORMAZIONE ASSOCIAZIONI SERVIZI LE 4 REGOLE PER UNA PRATICA CORRETTA PRATICHE DI SOLI MEDICINALI ASSOCIAZIONI SERVIZI SANITÀ CONTRATTO PREVIDENZAFORMAZIONE FASDAC LE 4 REGOLE PER UNA PRATICA CORRETTA Nel 2013 sono state semplificate alcune regole per la presentazione di una pratica in forma indiretta.

Dettagli

La normativa delle Casse di previdenza dei liberi professionisti

La normativa delle Casse di previdenza dei liberi professionisti La normativa delle Casse di previdenza dei liberi professionisti Analisi degli Enti del decreto 509/1994 LA PENSIONE DELL AVVOCATO CASSA FORENSE Indice Considerazioni di carattere generale La contribuzione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELL ASSISTENZA

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELL ASSISTENZA REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELL ASSISTENZA - Approvato con nota Ministeriale del 25 ottobre 2004 e modifiche approvate con successiva nota Ministeriale del 24 luglio 2006 - Testo integrato in vigore

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR. Scegliere oggi pensando al domani

Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR. Scegliere oggi pensando al domani Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR Scegliere oggi pensando al domani Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 4 Cara lavoratrice, caro lavoratore come certamente saprai, dal primo gennaio è

Dettagli

Le prestazioni per gli iscritti alla gestione separata dei lavoratori parasubordinati

Le prestazioni per gli iscritti alla gestione separata dei lavoratori parasubordinati Le prestazioni per gli iscritti alla gestione separata dei lavoratori parasubordinati Pensione di vecchiaia Con almeno 57 anni, sia uomini che donne possono conseguire la pensione di vecchiaia. Si prescinde

Dettagli

Qui di seguito in estrema sintesi i punti salienti dell intervento che verranno. L argomento assegnato, funzionale al prossimo rinnovo contrattuale, è

Qui di seguito in estrema sintesi i punti salienti dell intervento che verranno. L argomento assegnato, funzionale al prossimo rinnovo contrattuale, è BREVE SINTESI DELL INTERVENTO PROGRAMMATO PER IL CONVEGNO DEL 16.03.13 Qui di seguito in estrema sintesi i punti salienti dell intervento che verranno in quella sede espressi in modo organico. L argomento

Dettagli

Pensioni INPS. Prime tabelle

Pensioni INPS. Prime tabelle Pensioni INPS 2012 Prime tabelle Gli importi delle pensioni INPS dal 1 gennaio 2012 e limiti di reddito per alcune prestazioni sociali La perequazione automatica in base all aumento del costo della vita,

Dettagli

C.C.N.L. LAVORO DOMESTICO

C.C.N.L. LAVORO DOMESTICO Finanze & Lavoro Gruppo Editoriale Esselibri-Simone Appendice di aggiornamento al volume FL 18 C.C.N.L. LAVORO DOMESTICO Edizione Aprile 2003 Questa appendice è scaricabile gratuitamente dal sito internet:

Dettagli

13 lezione il sistema della previdenza

13 lezione il sistema della previdenza 13 lezione il sistema della previdenza Legislazione sociale del lavoro Legislazione sociale preventiva PREVIDENZA assistenza Statuto dei lavoratori Privacy Sicurezza 1 La previdenza sociale è una branca

Dettagli

I diritti previdenziali dei lavoratori stranieri: mutua, malattia, congedi parentali, maternità, ecc..

I diritti previdenziali dei lavoratori stranieri: mutua, malattia, congedi parentali, maternità, ecc.. I diritti previdenziali dei lavoratori stranieri: mutua, malattia, congedi parentali, maternità, ecc.. A cura di Simonetta Zini Servizio Previdenza Che cos è? L assicurazione obbligatoria è la forma con

Dettagli

REGOLAMENTO ADESIONI COLLETTIVE

REGOLAMENTO ADESIONI COLLETTIVE REGOLAMENTO ADESIONI COLLETTIVE Art. 1. DISPOSIZIONI GENERALI 1.1 Il presente Regolamento reca le disposizioni di funzionamento del Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa Postevita (nel prosieguo, per

Dettagli

DEVISAPERECHE LONG TERM CARE : ORA PER TUTTI GLI ASSOCIATI E I LORO FAMILIARI ASSOCIAZIONI CONTRATTO FORMAZIONE PREVIDENZA SANITÀ SERVIZI

DEVISAPERECHE LONG TERM CARE : ORA PER TUTTI GLI ASSOCIATI E I LORO FAMILIARI ASSOCIAZIONI CONTRATTO FORMAZIONE PREVIDENZA SANITÀ SERVIZI DEVISAPERECHE ASSOCIAZIONI CONTRATTO FORMAZIONE PREVIDENZA SANITÀ SERVIZI 27-29 ASSIDIR Long term care: ora per tutti gli associati e i loro familiari 30-32 MANAGERITALIA QUADRI Dimissioni e indennità

Dettagli

Verbale di accordo sindacale

Verbale di accordo sindacale NN/nn A080257 Verbale di accordo sindacale Il giorno 28 luglio 2008, alle ore 12.30, presso la sede della Federazione Toscana BCC, si sono riunite: - la Federazione Toscana BCC (di seguito FTBCC ), nelle

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

Coperture Assicurative per i Dipendenti del Gruppo Banco Popolare

Coperture Assicurative per i Dipendenti del Gruppo Banco Popolare Pag 1/6 Coperture Assicurative per i Dipendenti del Gruppo Banco Popolare Sotto la voce coperture assicurative sono comprese una serie di garanzie di natura diversa: alcune sono applicazione del Contratto

Dettagli

Gli aspetti fiscali del welfare aziendale. Studio Associato Specchio

Gli aspetti fiscali del welfare aziendale. Studio Associato Specchio Gli aspetti fiscali del welfare aziendale Studio Associato Specchio Scopo: esistono soluzioni per aumentare il reddito netto percepito dal dipendente riducendo il costo aziendale derivante da un tale aumento?

Dettagli

Regolamento Cassa Sanitaria BNL

Regolamento Cassa Sanitaria BNL Regolamento Cassa Sanitaria BNL Articolo 1 (oggetto e validità del regolamento) Il seguente Regolamento disciplina il funzionamento della Cassa Sanitaria BNL costituita ai sensi dell art. 36 e segg. Cod.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI E PRESTAZIONI IN CAMPO SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI E PRESTAZIONI IN CAMPO SOCIALE COMUNE DI PATU Provincia di Lecce - Regolamento Comunale REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI E PRESTAZIONI IN CAMPO SOCIALE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 2 del 12/03/2014

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I LAVORATORI DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI.

FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I LAVORATORI DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI. FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I LAVORATORI DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI. REGOLAMENTO DELLE PROCEDURE OPERATIVE RELATIVE ALLA ISCRIZIONE, ALLA CONTRIBUZIONE ED ALLE PRESTAZIONI. Approvato dal

Dettagli

COME CAMBIA IL DIRITTO DEL LAVORO

COME CAMBIA IL DIRITTO DEL LAVORO COME CAMBIA IL DIRITTO DEL LAVORO DALLA LEGGE FORNERO ALLE TUTELE CRESCENTI Redatto da Ufficio Legale Dopo la Riforma del Lavoro del Governo Monti (elaborata dal Ministro Fornero) e le successive modifiche

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E L UTILIZZO DEL TFR

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E L UTILIZZO DEL TFR LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E L UTILIZZO DEL TFR A cura di Maria Rosa Gheido 1 LEGGE DELEGA n. 243/2004 (luglio 2004) AVVISO COMUNE DELLE PARTI SOCIALI (febbraio e luglio 2005) DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

È il sistema di calcolo valido per coloro che sono stati assunti dopo il 31 dicembre 1995 ed è legato alla totalità dei contributi versati.

È il sistema di calcolo valido per coloro che sono stati assunti dopo il 31 dicembre 1995 ed è legato alla totalità dei contributi versati. PENSIONI In virtù del principio della territorialità dell obbligo assicurativo, i lavoratori devono essere assicurati ai fini previdenziali ed assistenziali nel Paese in cui svolgono attività lavorativa.

Dettagli

n. 7/8 - luglio/agosto 2010

n. 7/8 - luglio/agosto 2010 n. 7/8 - luglio/agosto 2010 A cura di Roberto Battaglia Segretario SPI-CGIL Emilia Romagna Roberta Lorenzoni Dipartimento previdenza SPI-CGIL Emilia Romagna Argomenti Pensione di reversibilità: requisiti

Dettagli

ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI DOMESTICI (L.493/99)

ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI DOMESTICI (L.493/99) ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI DOMESTICI (L.493/99) Chi si deve assicurare Sono obbligati ad assicurarsi coloro, in, che svolgono in via non occasionale, gratuitamente e senza vincolo di subordinazione,

Dettagli

LA PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

LA PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE LA PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE Premessa Il sistema previdenziale per gli operatori del Servizio Sanitario Nazionale, come quello dei pubblici dipendenti, risulta notevolmente

Dettagli

IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI

IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI A cura di Alessandra Gerbaldi 1 LA BUSTA PAGA NEL CASO DI LAVORO STRAORDINARIO Di seguito si ipotizza il caso di un lavoratore, dipendente di azienda che applica

Dettagli

Lavoratori Domestici e Collaboratori Familiari

Lavoratori Domestici e Collaboratori Familiari Lavoratori Domestici e Collaboratori Familiari di Luciano Alberti Le formule presenti in questo testo sono disponibili online e sono personalizzabili. Le istruzioni per scaricare i file relativi sono riportate

Dettagli

Mb!sjgpsnb!efm!UGS! Forme Pensionistiche Complementari

Mb!sjgpsnb!efm!UGS! Forme Pensionistiche Complementari Mb!sjgpsnb!efm!UGS! Forme Pensionistiche Complementari Introduzione Le forme pensionistiche complementari sono forme di previdenza finalizzate alla costituzione di una prestazione pensionistica integrativa,

Dettagli

Previcooper, il fondo pensione della distribuzione cooperativa

Previcooper, il fondo pensione della distribuzione cooperativa Fondo Pensione per i lavoratori dipendenti dalle imprese della distribuzione cooperativa Iscritto all Albo dei Fondi Pensione con il numero d ordine 102 Previcooper, il fondo pensione della distribuzione

Dettagli

ASSOCIAZIONI, CONTRATTO, FORMAZIONE, PREVIDENZA, SANITÁ, SERVIZI

ASSOCIAZIONI, CONTRATTO, FORMAZIONE, PREVIDENZA, SANITÁ, SERVIZI ASSOCIAZIONI, CONTRATTO, FORMAZIONE, PREVIDENZA, SANITÁ, SERVIZI DIRIGENTE 5 2008 27 MY MANAGERITALIA Accedi anche tu! Dall area riservata del sito www.manageritalia.it, servizi e novità solo per te. Tutte

Dettagli

PIANI SANITARI AGGIUNTIVI per ilavoratorie/o per i Nuclei Familiari

PIANI SANITARI AGGIUNTIVI per ilavoratorie/o per i Nuclei Familiari PIANI SANITARI AGGIUNTIVI per ilavoratorie/o per i Nuclei Familiari UN PIANO SANITARIO CHE METTE LA PERSONA AL CENTRO! Passare da una prospettiva focalizzata sul prodotto e sulla selezione del rischio

Dettagli

Comune di Carpaneto Piacentino Provincia di Piacenza Settore Socio culturale

Comune di Carpaneto Piacentino Provincia di Piacenza Settore Socio culturale Comune di Carpaneto Piacentino Provincia di Piacenza Settore Socio culturale REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A SOGGETTI PRIVATI (approvato con delibera C.C. n 49 del 24/06/2000)

Dettagli

Garanzie Massimali (fino a) franchigia. 50% del costo, fino a 500,00 NO

Garanzie Massimali (fino a) franchigia. 50% del costo, fino a 500,00 NO Caratteristiche del prodotto Lastminute.com ed Elvia sono lieti di offrirvi una polizza a copertura delle Spese di Annullamento per il Vostro viaggio. Per consentirvi di verificare che il prodotto assicurativo

Dettagli

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE Come viene alimentata la posizione previdenziale? Il finanziamento è attuato mediante contribuzione a carico del lavoratore, del datore di lavoro e tramite

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE. MUTUA LIGURE SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO Via Brigata Liguria n. 105r - 16121 Genova

REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE. MUTUA LIGURE SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO Via Brigata Liguria n. 105r - 16121 Genova REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE di cui dell art. 51 comma 2 lett a) del TUIR DPR 917/1986 istituito da MUTUA LIGURE SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO Via Brigata Liguria n. 105r - 16121 Genova AVENTE

Dettagli

L evoluzione della pensione a seguito della riforma Lo Presti e della maggiore aliquota di computo. Padova, 22 maggio 2015

L evoluzione della pensione a seguito della riforma Lo Presti e della maggiore aliquota di computo. Padova, 22 maggio 2015 L evoluzione della pensione a seguito della riforma Lo Presti e della maggiore aliquota di computo Padova, 22 maggio 2015 Il secondo Welfare dei Dottori Commercialisti dott.ssa Anna Faccio In caso di gravidanza

Dettagli

Torino, 11 novembre 2013. Marcello Alessandro Resca Delegato Cassa per ODCEC Torino

Torino, 11 novembre 2013. Marcello Alessandro Resca Delegato Cassa per ODCEC Torino Torino, 11 novembre 2013 Marcello Alessandro Resca Delegato Cassa per ODCEC Torino Prestazioni Assistenziali a favore dei Dottori Commercialisti In caso di Gravidanza: -Indennità di maternità -Interruzione

Dettagli

Misure urgenti in materia di previdenza complementare

Misure urgenti in materia di previdenza complementare Misure urgenti in materia di previdenza complementare Il Consiglio dei Ministri di venerdì 10 novembre 2006 ha approvato il decreto legge in materia di previdenza complementare in coerenza con l anticipo

Dettagli

REGOLAMENTO ASSIDIM TITOLO 2 ASSISTENZE VITA IN CASO DI MORTE E INVALIDITA PERMANENTE MORTE CON INDENNITA SOSTITUTIVA PREAVVISO

REGOLAMENTO ASSIDIM TITOLO 2 ASSISTENZE VITA IN CASO DI MORTE E INVALIDITA PERMANENTE MORTE CON INDENNITA SOSTITUTIVA PREAVVISO MORTE REGOLAMENTO ASSIDIM TITOLO 2 ASSISTENZE VITA IN CASO DI MORTE E INVALIDITA PERMANENTE MORTE CON INDENNITA SOSTITUTIVA PREAVVISO Edizione aggiornata al 16/02/2015 le parti variate rispetto all edizione

Dettagli

SANITÀ CONTRATTO PREVIDENZAFORMAZIONE ASSOCIAZIONI SERVIZI. Per l anno 2011, l art. 1, comma 10, della legge 24 dicembre 2007, n.

SANITÀ CONTRATTO PREVIDENZAFORMAZIONE ASSOCIAZIONI SERVIZI. Per l anno 2011, l art. 1, comma 10, della legge 24 dicembre 2007, n. ASSOCIAZIONI SERVIZI SANITÀ CONTRATTO PREVIDENZAFORMAZIONE PROFESSIONAL LAVORATORI PARASUBORDINATI Aliquote contributive e massimale 2011 per gli iscritti alla gestione separata Inps Per l anno 2011, l

Dettagli

Roma, 27 marzo 2015. Legge 266 dell 11 agosto 1991 Legge-quadro sul volontariato (GU. 196 del 22 agosto 1991);

Roma, 27 marzo 2015. Legge 266 dell 11 agosto 1991 Legge-quadro sul volontariato (GU. 196 del 22 agosto 1991); Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche Circolare n. 45 Roma, 27 marzo 2015 Al Direttore generale vicario Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e

Dettagli

CASSA EDILE DI MUTUALTA ED ASSISTENZA DELLA PROVINCIA DI NUORO. regolamento prestazioni

CASSA EDILE DI MUTUALTA ED ASSISTENZA DELLA PROVINCIA DI NUORO. regolamento prestazioni CASSA EDILE DI MUTUALTA ED ASSISTENZA DELLA PROVINCIA DI NUORO regolamento prestazioni 9 10 DIRITTO ALLE PRESTAZIONI Hanno diritto alle prestazioni della Cassa Edile di Nuoro gli operai dipendenti di imprese

Dettagli

I Fondi di Previdenza Complementare contrattuali Novità introdotte dal 1 gennaio 2007 e destinazione del TFR

I Fondi di Previdenza Complementare contrattuali Novità introdotte dal 1 gennaio 2007 e destinazione del TFR I Fondi di Previdenza Complementare contrattuali Novità introdotte dal 1 gennaio 2007 e destinazione del TFR Slide n.1 La pensione in rapporto all ultima retribuzione Ipotesi: Lavoratore con 35 anni di

Dettagli

Conoscere. Previmoda. Da mettere a disposizione del lavoratore neo assunto o non iscritto.

Conoscere. Previmoda. Da mettere a disposizione del lavoratore neo assunto o non iscritto. Conoscere Previmoda Da mettere a disposizione del lavoratore neo assunto o non iscritto. Aderisci a Previmoda Aderire è semplice: compila il modulo di adesione e consegnalo all ufficio del personale dell

Dettagli

Indennità di disoccupazione Mini-ASpI

Indennità di disoccupazione Mini-ASpI Indennità di disoccupazione Mini-ASpI COSA E E una prestazione economica istituita dal 1 gennaio 2013 e che sostituisce l indennità di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti ridotti. E una

Dettagli

Regolamento C.A.L.E.C. C.A.L.E.C. CASSA ASSISTENZA LAVORATORI EDILI DELLE COOPERATIVE DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

Regolamento C.A.L.E.C. C.A.L.E.C. CASSA ASSISTENZA LAVORATORI EDILI DELLE COOPERATIVE DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA C.A.L.E.C. CASSA ASSISTENZA LAVORATORI EDILI DELLE COOPERATIVE DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA Via Michelino, 71 Tel.051.510699 Fax. 051.510774 e-mail: info@calecbologna.it Normativa contrattuale relativa il

Dettagli

Piano Individuale Pensionistico

Piano Individuale Pensionistico Piano Individuale Pensionistico Indice 2 Piano Individuale Pensionistico Cos è? Come funziona? 3 e documenti per le liquidazioni 7 Fiscalità 9 Domande 1 Cos è? Come funziona? Cos è? Il Piano Individuale

Dettagli

NORMATIVA PENSIONISTICA PERSONALE APPARTENENTE ALLA POLIZIA DI STATO

NORMATIVA PENSIONISTICA PERSONALE APPARTENENTE ALLA POLIZIA DI STATO NORMATIVA PENSIONISTICA PERSONALE APPARTENENTE ALLA POLIZIA DI STATO Facciamo il punto sulla normativa pensionistica di cui sono destinatari i lavoratori delle forze di polizia attualmente vigente, a seguito

Dettagli

Studio di Consulenza del Lavoro Potito di Nunzio

Studio di Consulenza del Lavoro Potito di Nunzio Studio di Consulenza del Lavoro Potito di Nunzio ANCL 1.12.2009 IL RINNOVO DEL CCNL DIRIGENTI INDUSTRIA Decorrenza: Il CCNL decorre dal 25.11.2009, salve le particolari decorrenze specificate nei singoli

Dettagli

NOVITA PREVIDENZIALI 2011

NOVITA PREVIDENZIALI 2011 Il sistema pensionistico attuale e le novità del 2011 Roberto Perazzoli 1 CALCOLO PENSIONE - DEFINIZIONI SISTEMA RETRIBUTIVO: è applicato a coloro che alla data del 31.12.1995 avevano un anzianità contributiva

Dettagli

ASSOCIAZIONI, CONTRATTO, FORMAZIONE, PREVIDENZA, SANITÁ, SERVIZI

ASSOCIAZIONI, CONTRATTO, FORMAZIONE, PREVIDENZA, SANITÁ, SERVIZI ASSOCIAZIONI, CONTRATTO, FORMAZIONE, PREVIDENZA, SANITÁ, SERVIZI DIRIGENTE 9 2008 29 FASDAC A COSA SERVE IL FASDAC? LE ORIGINI E LA STORIA Claudio Trucato Presidente Fasdac Con questo numero della rivista

Dettagli

DEI DIVERSI S I CONTRATTI ANALOGIE E DIFFERENZE. I PUNTI DI FORZA DEL CONTRATTO FENDAC CONTRATTI INTRODUZIONE

DEI DIVERSI S I CONTRATTI ANALOGIE E DIFFERENZE. I PUNTI DI FORZA DEL CONTRATTO FENDAC CONTRATTI INTRODUZIONE CONTRATTI I CONTRATTI DEI DIVERSI S ANALOGIE E DIFFERENZE. I PUNTI DI FORZA DEL CONTRATTO FENDAC 46 INTRODUZIONE Pur non essendo i contratti collettivi per i puristi di diritto costituzionale fonti del

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali INTERPELLO N. 24/2010 Roma, 9 giugno 2010 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali DIREZIONE GENERALE PER L ATTIVITÀ ISPETTIVA Alla CONFAPI Via della Colonna Antonina n. 52 00186 Roma Prot. 25/I/0010267

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO Settore Avvocatura-Organizzazione del Personale e Politiche del Lavoro

PROVINCIA DI BENEVENTO Settore Avvocatura-Organizzazione del Personale e Politiche del Lavoro ASPI (Assicurazione Sociale per l Impiego) COSA E E una prestazione economica istituita per gli eventi di disoccupazione che si verificano a partire dal 1 gennaio 2013 e che sostituisce l indennità di

Dettagli

Requisiti Ammontare del contributo

Requisiti Ammontare del contributo 1 Requisiti Rapporto professionale con il Servizio Sanitario Nazionale (o altri Istituti) in qualità di Medici di Medicina Generale, Pediatri di libera scelta ed addetti ai servizi di continuità assistenziale

Dettagli

LA RIFORMA DEL TFR E GLI OBBLIGHI POSTI A CARICO DEI DATORI DI LAVORO

LA RIFORMA DEL TFR E GLI OBBLIGHI POSTI A CARICO DEI DATORI DI LAVORO LA RIFORMA DEL TFR E GLI OBBLIGHI POSTI A CARICO DEI DATORI DI LAVORO La riforma del TFR e della previdenza complementare, prevista dalla legge finanziaria dello Stato per il 2007, stabilisce che tutti

Dettagli

Prestazioni a sostegno del reddito dei lavoratori in caso di riduzione temporanea dell attività lavorativa

Prestazioni a sostegno del reddito dei lavoratori in caso di riduzione temporanea dell attività lavorativa REGOLAMENTO PRESTAZIONI DEL F.I.A.D.A. 1. TITOLO I Norme Generali Art.1 Aziende e lavoratori iscrivibili al Fondo. Art.2 Struttura del Fondo. Art.3 Obblighi dei datori di lavoro. Art.4 Contributi da versare

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Informativa - ONB Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza INDICE 1 Premessa... 2 2 Sintesi delle principali novità in materia di lavoro e previdenza...

Dettagli

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Obbligatoria

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Obbligatoria Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Obbligatoria www.logicaprevidenziale.it A Adeguamento della pensione: Rivalutazione annuale delle pensioni in essere in base all aumento del costo della

Dettagli

Le pensioni nel 2013. Le pensioni da lavoro. Allegato n. 2

Le pensioni nel 2013. Le pensioni da lavoro. Allegato n. 2 Le pensioni nel 2013 Le pensioni da lavoro Allegato n. 2 Integrazione al minimo Le pensioni liquidate col sistema retributivo o col sistema misto, in presenza di determinate condizioni di reddito, vengono

Dettagli

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI)

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) L Assicurazione Sociale per l Impiego (ASPI) costituisce il nuovo trattamento contro la disoccupazione ed entrerà in vigore il 1 gennaio 2013, sostituendo quindi:

Dettagli

SALUTE YOU. L ASSICURAZIONE CHE FAI TU. SPESE MEDICHE Scegli l assistenza sanitaria specialistica di qualità e senza spese.

SALUTE YOU. L ASSICURAZIONE CHE FAI TU. SPESE MEDICHE Scegli l assistenza sanitaria specialistica di qualità e senza spese. SPESE MEDICHE Scegli l assistenza sanitaria specialistica di qualità e senza spese. CREA UNA SERENITÀ SU MISURA DELLE TUE ESIGENZE Scegli la tua assicurazione personalizzata! Con le soluzioni di YOU SALUTE

Dettagli

superstiti sono cu-mulabili con i redditi del beneficiario, nei limiti di cui al-la Tabella F allegato 1. Il trattamento derivante dal cumulo dei

superstiti sono cu-mulabili con i redditi del beneficiario, nei limiti di cui al-la Tabella F allegato 1. Il trattamento derivante dal cumulo dei Circolare INPS del 25 agosto 1995 n. 234 Legge 8 agosto 1995, n. 335. Riforma del sistema pensio- nistico obbligatorio e complementare. Pensioni ai superstiti e trattamenti di invalidità. Nuovi limiti

Dettagli

FONDO SANITARIO INTEGRATIVO DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO presso PREVIMEDICAL Via Gioberti, 33 31021 Mogliano Veneto (TV)

FONDO SANITARIO INTEGRATIVO DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO presso PREVIMEDICAL Via Gioberti, 33 31021 Mogliano Veneto (TV) Milano, 18 novembre 2010 Gent. Sig./a [Cognome] [Nome] [Indirizzo] [CAP] [PROV] Oggetto: Fondo Sanitario Integrativo del Gruppo Intesa Sanpaolo Desideriamo informarla che, in data 2 ottobre 2010, Intesa

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO LE COOPERATIVE I SOCI LAVORATORI. Torino 18 novembre 2014. Luisella Fontanella

CORSO DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO LE COOPERATIVE I SOCI LAVORATORI. Torino 18 novembre 2014. Luisella Fontanella CORSO DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO LE COOPERATIVE I SOCI LAVORATORI Torino 18 novembre 2014 Luisella Fontanella Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Torino Il socio lavoratore l

Dettagli

Cassa Integrativa di Mutuo Soccorso Ferrovie Nord Milano F.A.Q.

Cassa Integrativa di Mutuo Soccorso Ferrovie Nord Milano F.A.Q. Cassa Integrativa di Mutuo Soccorso Ferrovie Nord Milano F.A.Q. Iscrizione 1. Se il 10 gennaio compilo il modulo di iscrizione dopo quanto tempo potrò presentare domanda di rimborso per ottenere i sussidi?

Dettagli

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO Federazione Italiana Sindacale Lavoratori Assicurazioni e Credito Comprensorio di Alessandria Via Cavour, 27-15121 Alessandria - Tel. 0131 308254 e-mail: fisacal@libero.it - Sito Internet www.fisacalessandria.it

Dettagli

SOMMARIO: 1. GENERALITA

SOMMARIO: 1. GENERALITA OGGETTO: Donazione del midollo osseo - Legge 6 marzo 2001, n. 52. Modalità di compilazione del mod. DM10/2 e della denuncia EMens. Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti. SOMMARIO: Il lavoratore

Dettagli

DISCIPLINA FISCALE E PREVIDENZIALE DEI LAVORATORI STRANIERI IN ITALIA

DISCIPLINA FISCALE E PREVIDENZIALE DEI LAVORATORI STRANIERI IN ITALIA S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Strumenti di impiego temporaneo dei lavoratori stranieri negli eventi Expo DISCIPLINA FISCALE E PREVIDENZIALE DEI LAVORATORI STRANIERI IN ITALIA Relatore:

Dettagli

L ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015

L ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015 L ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015 di 1 Con il comma 118 e ss. della Legge di Stabilità 2015 2, al fine di promuovere forme di occupazione stabile, viene introdotto

Dettagli

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS.

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. Roma, 12 febbraio 2009 Le pensioni nel 2009 Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. TETTO DI RETRIBUZIONE

Dettagli

Ccnl Dirigenti aziende industriali: il Fondo Previndai Potito di Nunzio Consulente del lavoro in Milano e Paola Salazar Avvocato in Milano

Ccnl Dirigenti aziende industriali: il Fondo Previndai Potito di Nunzio Consulente del lavoro in Milano e Paola Salazar Avvocato in Milano Guida al Lavoro PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Ccnl Dirigenti aziende industriali: il Fondo Previndai Potito di Nunzio Consulente del lavoro in Milano e Paola Salazar Avvocato in Milano Previndai è il

Dettagli

REGOLAMENTO DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA GESTIONE SEPARATA ENPAPI

REGOLAMENTO DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA GESTIONE SEPARATA ENPAPI Approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministero dell Economia e delle Finanze in data 29 marzo 2013 REGOLAMENTO DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA GESTIONE SEPARATA

Dettagli

La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare

La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare Le riforme del sistema previdenziale attuate negli anni 90 hanno apportato una serie di interventi restrittivi alle pensioni erogate dal sistema pubblico,

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA CARTA ACQUISTI Come e dove richiederla

INFORMAZIONI SULLA CARTA ACQUISTI Come e dove richiederla Coordinamento Nazionale Beni Culturali c/o Ministero per i Beni e le Attività Culturali - 00186 Roma - Via del Collegio Romano, 27 Tel. 06 6723 2348-2889 Fax. 06 6785 552 - info@unsabeniculturali.it -

Dettagli

M A V FONDO INTEGRAZIONE MALATTIA E ASSISTENZE VARIE. Le Prestazioni

M A V FONDO INTEGRAZIONE MALATTIA E ASSISTENZE VARIE. Le Prestazioni F M A V FONDO INTEGRAZIONE MALATTIA E ASSISTENZE VARIE Le Prestazioni R e g o l a m e n t o operante dal 01 gennaio 2014 INDICE: AVENTI DIRITTO Pag. 4 INTEGRAZIONE DELLE PRESTAZIONI E MISURA DELLE INDENNITA

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P.

REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P. REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P. di cui all art. 51 comma 2 lett. a) del TUIR DPR 917/1986 istituito dalla Società di Mutuo Soccorso SOCIETÀ MUTUA PINEROLESE 10064 PINEROLO (TO)

Dettagli

Presentazione curata da Antonino Cannioto - Direzione Centrale Entrate e in parte curata dalla direzione provinciale di Firenze INPS

Presentazione curata da Antonino Cannioto - Direzione Centrale Entrate e in parte curata dalla direzione provinciale di Firenze INPS 1 Presentazione curata da Antonino Cannioto - Direzione Centrale Entrate e in parte curata dalla direzione provinciale di Firenze 3 3 Provincia di Firenze POPOLAZIONE RESIDENTE 998.098 LAVORATORI OCCUPATI

Dettagli

AFFRONTARE UNA LESIONE CEREBRALE ACQUISITA:

AFFRONTARE UNA LESIONE CEREBRALE ACQUISITA: Unità Spinale Unità Gravi Cerebrolesioni A.ULSS n.6 Vicenza AFFRONTARE UNA LESIONE CEREBRALE ACQUISITA: GUIDA AI DIRITTI ALL ASSISTENZA E AI SERVIZI TERRITORIALI L obiettivo di questa guida è aiutare le

Dettagli