Un programma innovativo per le scuole globali Face to Faith. Che cos è Face to Faith?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un programma innovativo per le scuole globali Face to Faith. Che cos è Face to Faith?"

Transcript

1 Un programma innovativo per le scuole globali Face to Faith Che cos è Face to Faith? Face to Faith è un programma per le scuole creato dalla Tony Blair Faith Foundation È un avvincente programma educativo che coinvolge studenti di tutto il mondo, di diverse confessioni, culture e convinzioni, in un processo di apprendimento che avviene con e per mezzo degli altri attraverso il contatto diretto. Quali sono le sue finalità e gli obiettivi? 1. Promuovere la comprensione cross- culturale sviluppando nei giovani le competenze chiave del XXI secolo necessarie per la convivenza in un mondo di diverse fedi e convinzioni. 2. Dotare i giovani delle conoscenze, capacità e competenze necessarie per l instaurazione di un dialogo significativo inter e intra religioso in una varietà di contesti culturali che hanno visioni diverse e talvolta conflittuali. 3. Offrire agli studenti le conoscenze e le competenze per opporre resistenza agli estremismi e affrontare la tematica della fede in maniera sensibile e razionale. Come funziona Face to Faith? Attraverso l uso di videoconferenze e della comunità online, studenti di diverse confessioni o aconfessionali lavorano insieme per approfondire specifiche tematiche globali, discutere su diverse opinioni, valori e "Face to Faith è una sorprendente piattaforma attraverso la quale è possibile insegnare ai nostri studenti il rispetto e la comprensione di altre religioni. Li fa riflettere sulle principali religioni del mondo perchè imparino a comprenderle. Il contatto con i loro pari appartenenti a paesi e religioni diverse contribuisce sicuramente ad aprire le loro menti e li aiuta ad avere una visione più ampia rispetto ai propri parametri di riferimento. Attraverso Face to Faith, gli studenti possono lavorare insieme per cercare delle soluzioni ai problemi del XXI secolo. Quello della religione è un argomento delicato e gli insegnanti sono cauti nel parlare delle religioni in classe ma Face to Faith offre il contesto ideale per il dialogo interreligioso, per promuovere la comprensione interculturale e abbattere le barriere di tipo religioso. La religione può arrivare a portare all intolleranza ma può anche avere un ruolo costruttivo, non deleterio. Vogliamo esplorare la possibilità che hanno le diverse religioni di dare un contributo positivo alle comunità e al mondo in generale. Sono convinta che questo programma trasformerà gli studenti in cittadini del mondo in grado di affrontare i problemi e le soluzioni del mondo nella sua unitarietà." Simmi Kher, Coordinatrice Nazionale, India Tony Blair Faith Foundation UK. A company limited by guarantee and registered in England number Registered charity number Registered office: 66 Lincoln s Inn Fields, London, WC2A 3LH.

2 convinzioni, esplorare le ragioni sottese a somiglianze e differenze. Face to Faith affronta il problema delle interpretazioni scorrette di Per l Amman Baptist School (ABS) è un credenze religiose che vengono presentate ai onore essere una delle scuole capofila giovani e contribuisce a rompere gli stereotipi. del programma Face to Faith, che rappresenta per noi un opportunità per entrare in un mondo di diverse religioni, Che risorse fornisce Face to Faith alle scuole? culture e contesti. Un set di risorse per l insegnamento L aspetto migliore dell offerta di Face to centrate su tematiche globali Faith è la possibilità che hanno gli Supporto per la formazione dei docenti e studenti di entrare in contatto con altri assistenza durante il programma studenti diversi da loro sotto molti Una serie di videoconferenze facilitate aspetti e a diversi livelli per trovare una Accesso a una comunità online moderata e base comune di crescita e sviluppo. sicura Come educatori siamo convinti di poter Un set di progetti ad azione sociale contagiare gli studenti e quindi l intera comunità nell imparare ad accettare gli Quanto costa Face to Faith alla scuola? altri così come sono. Qualsiasi siano le Face to Faith viene offerto gratuitamente alle nostre differenze, possiamo unirci per scuole, compresa l installazione del software per le raggiungere obiettivi importanti su videoconferenze. tematiche universali che riguardano tutti gli esseri umani. Chi sono i partecipanti? ABS è desiderosa di allearsi con molte Face to Faith attualmente è rivolto ai giovani di età scuole... Siamo pieni di energia e di compresa tra gli 11 e i 16 anni. entusiasmo Quali competenze sviluppano gli studenti attraverso il programma Face to Faith? Carol Jadoun, Coordinatrice Nazionale, Face to Faith contribuisce allo sviluppo delle abilità Giordania di espressione verbale, presentazione orale, ricerca, capacità tecnologiche e di problem solving e nel contempo stimola la capacità di esprimere efficacemente i propri punti di vista e le proprie opinioni, nel rispetto delle diverse convinzioni degli altri. Il programma è innovativo in quanto pone gli studenti nel ruolo di ricercatori attivi, che si interrogano sulle diverse confessioni e forniscono informazioni attraverso la condivisione con gli altri della propria esperienza religiosa. In questo modo il programma offre agli studenti uno spazio d azione e li rende protagonisti del proprio apprendimento. Inoltre Face to Faith introduce in classe nuove tecnologie per le videoconferenze e offre agli studenti gli strumenti per comunicare con i loro pari nel contesto globale. Il programma è strutturato per far emergere sia le somiglianze che le differenze tra persone con diverse radici culturali e religiose. L imparare ad affrontare ed accettare le differenze contribuisce Tony Blair Faith Foundation UK. A company limited by guarantee and registered in England number Registered charity number Registered office: 66 Lincoln s Inn Fields, London, WC2A 3LH.

3 allo sviluppo dell empatia, quindi permette agli studenti di utilizzare le abilità di negoziazione e Dopo trent anni di impegno nella soluzione di conflitti per interagire in maniera promozione del dialogo interreligioso tra pacifica nelle proprie comunità e altrove. diversi popoli e tradizioni religiose, ho finalmente intravisto un decisivo passo in avanti. Evidentemente si tratta di un idea Face to Faith si basa sulle videoconferenze. I brillante per la quale è arrivato il momento giusto per la sua realizzazione. costi tecnologici limitano la partecipazione di scuole che non dispongono di fondi? Professor Harry Stout, Yale University. Le scuole che aderiscono al programma Face to Faith ricevono gratuitamente i software per le videoconferenze. I requisiti minimi di banda larga sono 284kbps. Le videoconferenze si possono fare anche con una larghezza di banda inferiore ma la qualità è scadente, con ritardi nella ricezione audio e immagini a bassa risoluzione. Nei paesi in cui scarseggiano le strutture tecnologiche sono stati creati centri per le videoconferenze di Face to Faith ad uso di gruppi di scuole. In quali paesi si sta attuando il progetto Face to Faith? Face to Faith si sta attuando in scuole in Australia, Canada, Egitto, India, Indonesia, Israele, Giordania, Libano, Pakistan, Territori Palestinesi, Filippine, Singapore, Emirati Arabi, Regno Unito e USA. Quante scuole vi partecipano? Attualmente le scuole partecipanti sono più di 250 e ci prefiggiamo di cooperare con più di 1000 scuole entro il Face to Faith è adatto solo per i paesi in cui si insegna religione a scuola? Al contrario. Face to Faith è stato creato da un gruppo internazionale di esperti in campo educativo che hanno elaborato un programma flessibile e adattabile a diverse materie curricolari, da quelle umanistiche, religiose e culturali alle scienze sociali. Face to Faith può essere usato per supportare il curriculo del programma Global Perspectives IGCSE proposto in 140 paesi dal Cambridge Assessment ed è riconosciuto dall International Baccalaureate Middle Years Programme. Il programma cerca di imporre alle scuole una prospettiva occidentale? Il programma è stato approntato da un gruppo internazionale di esperti dell educazione per garantire la sua adattabilità a diversi sistemi scolastici del mondo. È stato strutturato con un organizzazione modulare e flessibile, in modo da potersi adattare ad una varietà di requisiti di apprendimento e diversi livelli iniziali. Face to Faith è sempre pronto ad includere ed appoggiare idee che riflettano altre prospettive, promuovano il pensiero riflessivo e offrano un contributo al dialogo inter e intra- religioso, al dibattito e alla speranza. Face to Faith è solo per chi è fluente in inglese? Tony Blair Faith Foundation UK. A company limited by guarantee and registered in England number Registered charity number Registered office: 66 Lincoln s Inn Fields, London, WC2A 3LH.

4 Il sillabo di Face to Faith è disponibile attualmente in inglese, arabo, francese ed ebraico. È prevista la traduzione dei materiali in altre lingue, a seconda della diffusione del programma. È interessante notare come alcune scuole abbiano scelto di introdurre Face to Faith nel programma di lingua inglese, come opportunità di far usare la lingua agli studenti e di esercitare le abilità di conversazione. Gli insegnanti non formati in educazione religiosa possono insegnare questo programma? Gli autori del programma Face to Faith sono consapevoli del fatto che un numero limitato di insegnanti nel mondo ha avuto delle esperienze nel campo dell insegnamento religioso. La Tony Blair Faith Foundation organizza seminari condotti a livello locale per la formazione degli insegnanti e offre supporto per qualsiasi problematica si presenti nella realizzazione del programma. Viene fornito un set completo di lezioni e risorse create da esperti in campo educativo che possono essere adattate alle esigenze degli insegnanti. Face to Faith garantisce la realizzazione di seminari di Tante grazie di cuore a tutte le persone che hanno reso possibile la fomazione in ogni paese, condotti da un formatore del videoconferenza di oggi. Quando ho programma specialista in educazione religiosa e con sentito parlare del programma per la esperienze di conduzione di seminari in tutto il mondo, o da prima volta ho pensato che fosse una soggetti accreditati del paese, che possono essere i buona idea. Quando ho partecipato alla formazione e poi ho cominciato a coordinatori locali o gli insegnanti della scuola capofila. preparare la videoconferenza mi sono Nella comunità online sono disponibili altri materiali e si reso conto che si tratta di un auspica che gli insegnanti collaborino tra di loro all interno programma eccezionale, e dopo la di ogni regione. Sono disponibili anche materiale per e- videoconferenza di oggi so con certezza che è un programma learning a sostegno del lavoro docente e videoconferenze assolutamente fantastico. Alla fine i ad uso esclusivo degli insegnanti. nostri ragazzi erano al settimo cielo e avrebbero potuto continuare per Come può una scuola capofila offrire un supporto altre due ore. adeguato in paesi grandi, come ad esempio gli USA o Mark Ellison, Insegnante, Australia. l India? Per iniziare, viene individuata una scuola capofila in ciascun paese partecipante. Ogni scuola capofila si assume poi la responsabilità di trovare e formare gruppi di scuole locali. Nei paesi più grandi vengono individuate più scuole capofila. In tutti i paesi partecipanti viene nominato un coordinatore locale, appartenente alla scuola capofila, per aiutare le scuole nella realizzazione del programma. I coordinatori locali mantengono uno stretto contatto con le loro controparti e il direttore del programma Face to Faith per attuare efficacemente il programma nel rispettivi paesi. È una cosa diversa ed essere diversi è positivo. Face to Faith cerca di convertire le persone Possiamo conoscere direttamente il punto di vista di alla religione? studenti che vivono in altri posti e questo fatto rende No. Face to Faith è stato progettato per affidabili le informazioni. Attraverso il programma migliorare la conoscenza dei giovani rispetto possiamo rimanere in contatto e comunicare tutti i giorni a diverse tradizioni religiose e di fede, con i nostri compagni in tutto il mondo, opportunità che conoscenza che rappresenta una normalmente non avremmo. Tony Blair Faith Foundation UK. A company limited by guarantee and registered in England number Registered charity number Registered office: 66 Lincoln s Inn Fields, London, WC2A 3LH. Studente di Face to Faith, India

5 competenza chiave nella attuale società globale. Non si tratta di insegnamento della religione ma di conoscenza delle religioni e visioni del mondo. È una conoscenza importante per i giovani per poter diventare cittadini della società globale, avere un ruolo significativo e condividere esperienze in un mondo dove i diversi punti di vista e prospettive sono caratteristiche essenziali della vita di tutti i giorni. Face to Faith è stato progettato per educare ed insegnare, non per convincere o convertire. Un apprendimento efficace crea comprensione, aiuta le persone a superare i pregiudizi e stabilisce un occasione unica e preziosa per il dialogo riflessivo. Non dobbiamo necessariamente essere d accordo. Possiamo lanciare delle sfide. Ma possiamo comunicare e crescere se rispettiamo le opinoni degli altri. Face to Faith cerca di creare una religione globale come denominatore comune? No. Affrontando questo argomento Tony Blair, in un discorso tenuto nella cattedrale di Westminster nel 2008, ha detto: La Fondazione espressamente non intende convertire la fede in un melting pot dottrinale. Non si tratta di perdere il nostro tratto religioso distintivo. Si tratta di imparare, vivere e lavorare con altre persone appartenenti a diverse fedi Face to Faith è strutturato/pensato per incoraggiare I giovani a riconoscere le somiglianze tra le religioni e, più importante, a rispettare e affronatere le differenze tra diverse e talvolta conflittuali visioni del mondo. Attraverso la conoscenza di persone appartenenti a diversi contesti sociali, culturali e religiosi, I giovani si rensono conto del ruolo della religione nelle loro vite e nelle vite degli altri. Come si affrontano i bisogni e gli interessi degli studenti che non appartengono ad una particolare religione? Face to Faith è organizzato unicamente per incoraggiare i giovani a investigare le grandi tematiche globali, per la condivisione di opinioni, convinzioni personali e valori e per comprendere le ragioni sottese a posizioni sia simili che diverse. In questo modo il programma ha lo stesso valore sia per chi abbraccia una fede religiosa che per chi è aconfessionale. L obiettivo è sempre quello di riconoscere, rispettare e utilizzare la grande varietà di visioni del mondo con le quali entriamo in contatto per arricchire la vita degli studenti. Sono stati consultati i genitori? Ci sono state obiezioni rispetto alla partecipazione dei loro figli nel programma? I genitori sono stati ampliamente consultati durante lo sviluppo di Face to Faith per affrontare qualsiasi problematica si presentasse. I materiali e le risorse sono consultabili dai genitori, per garantire la trasparenza. Quando i genitori conoscono in maniera più approfondita il programma, ne riconoscono l enorme potenziale educativo e accettano la partecipazione dei propri figli. Alcune scuole hanno organizzato delle videoconferenze tra gruppi di genitori per favorire una migliore comprensione del programma e la conoscenza reciproca. Tony Blair Faith Foundation UK. A company limited by guarantee and registered in England number Registered charity number Registered office: 66 Lincoln s Inn Fields, London, WC2A 3LH.

6 Le scuole del mio paese sono entusiaste di poter partecipare a questa iniziativa. L ignoranza è fonte di ostilità e odio. Se garantiamo un accesso serio alle informazioni attraverso il dialogo, si verificherà un cambiamento nel modo di pensare sia degli studenti che degli insegnanti. Sarà un modo per rompere tutti gli aspetti dello stereotipizzazione. Crediamo che la costruzione della pace passi attraverso il contatto tra le persone, nonostante le differenze di religione, razza o colore Dr. Ghassan Abdallah, Coordinatore di Face to Faith, Territori Palestinesi. Come viene valutato Face to Faith? Il Professor Robert Jackson e un gruppo di ricercatori della World Religions Education Unit dell Università di Warwick (UK) sta realizzando una valutazione esterna di Face to Faith. Il gruppo fa uso di dati sia qualitativi che quantitativi ottenuti dalle discussioni online, dalle attività e dal dialogo attraverso le videoconferenze. Inoltre, auspichiamo l uso dell autovalutazione e della valutazione tra pari in classe in modo da rendere consapevoli studenti ed insegnanti dell esito del programma. I facilitatori di Face to Faith organizzano regolari sessioni di valutazione via videoconferenza sia con gli studenti che con gli insegnanti per ottenere dati che dimostrino l efficacia di Face to Faith nel combattere le posizioni estremiste e promuovere la comprensione tra fedi e tradizioni religiose. Per ulteriori informazioni, contattare la direttrice del programma Face to Faith - Dr Leila Walker - alla Tony Blair Faith Foundation Tony Blair Faith Foundation UK. A company limited by guarantee and registered in England number Registered charity number Registered office: 66 Lincoln s Inn Fields, London, WC2A 3LH.

Un programma innovativo per le scuole globali - Face to Faith. Che cos è Face to Faith?

Un programma innovativo per le scuole globali - Face to Faith. Che cos è Face to Faith? Un programma innovativo per le scuole globali - Face to Faith Che cos è Face to Faith? Face to Faith è un programma per le scuole creato dalla Tony Blair Faith Foundation www.tonyblairfaithfoundation.org.

Dettagli

Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education. Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte

Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education. Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte La Agenda Seoul, obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte è uno dei maggiori

Dettagli

Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)]

Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)] Risoluzione adottata dall Assemblea Generale [sul rapporto del Terzo Comitato (A/66/457)] Dichiarazione delle Nazioni Unite sull educazione e la formazione ai diritti umani (Traduzione non ufficiale) L

Dettagli

L Assemblea Generale,

L Assemblea Generale, Dichiarazione delle Nazioni Unite sull educazione e la formazione ai diritti umani. Adottata il 23 marzo 2011 dal Consiglio diritti umani, con Risoluzione 16/1 L Assemblea Generale, 165 Riaffermando gli

Dettagli

Alfabetismo attivo: Competenza e Comprensione, naturalizzate interiormente dalla decodifica alla comprensione.

Alfabetismo attivo: Competenza e Comprensione, naturalizzate interiormente dalla decodifica alla comprensione. Alfabetismo attivo: Competenza e Comprensione, naturalizzate interiormente dalla decodifica alla comprensione. Resoconto in Itinere Parte Pubblica 1 Informazioni sul progetto Acronimo del progetto Titolo

Dettagli

Doposcuola popolare nel Quartiere S.Fereolo di Lodi Educare alla cultura della non violenza in un contesto multiculturale.

Doposcuola popolare nel Quartiere S.Fereolo di Lodi Educare alla cultura della non violenza in un contesto multiculturale. Master in Social pedagogy and fight against youth violence Doposcuola popolare nel Quartiere Educare alla cultura della non violenza in un contesto multiculturale di SILVIA BOSI S.Fereolo di Lodi Piano

Dettagli

Liceo Linguistico Regina Mundi LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI

Liceo Linguistico Regina Mundi LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI LA NOSTRA IDENTITÀ Liceo Linguistico Regina Mundi Siamo una scuola cattolica e questa appartenenza ci definisce come uomini e professionisti Siamo impegnati a verificare

Dettagli

A.S. 2014-2015 P.O.F. UN CURRICULUM PER LA CITTADINANZA GLOBALE (SCUOLA DELL INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO) (3-14 ANNI)

A.S. 2014-2015 P.O.F. UN CURRICULUM PER LA CITTADINANZA GLOBALE (SCUOLA DELL INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO) (3-14 ANNI) ISTITUTO COMPRENSIVO "CESARE BATTISTI" CATANIA Via S. Maria de la Salette n. 76 Tel. 095/341340 E mail: ctic8ab00g@istruzione.it C.F. 80008050876 CODICE M.P.I. CTIC8AB00G A.S. 2014 2015 P.O.F. UN CURRICULUM

Dettagli

D) Area: IL BENESSERE DI DOCENTI, ALUNNI, GRUPPO CLASSE

D) Area: IL BENESSERE DI DOCENTI, ALUNNI, GRUPPO CLASSE INIZIATIVE di FORMAZIONE DOCENTI di Scuole Secondarie di 1 Grado (Programmi sintetici) D) Area: IL BENESSERE DI DOCENTI, ALUNNI, GRUPPO CLASSE D1) L ACCOGLIENZA A SCUOLA: sviluppare negli alunni il senso

Dettagli

Progetto educativo per i bambini anticipatari

Progetto educativo per i bambini anticipatari Progetto educativo per i bambini anticipatari PREMESSA La questione dell anticipo deve essere affrontata facendo riferimento a discipline quali la psicologia dello sviluppo, la pedagogia e l organizzazione

Dettagli

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa DOCUMENTO FINALE Sintesi e prospettive L insegnamento della religione una risorsa per l Europa Introduzione La Chiesa cattolica d Europa avverte l esigenza di conoscere meglio e riflettere sulle molteplici

Dettagli

E-TUTOR Claudia Dorigoni (a.s. 2010/2011) Cognome e Nome: Ambrosanio Raffaella, Brigatti Erika, D Alessandro Maria Concetta

E-TUTOR Claudia Dorigoni (a.s. 2010/2011) Cognome e Nome: Ambrosanio Raffaella, Brigatti Erika, D Alessandro Maria Concetta E-TUTOR Claudia Dorigoni (a.s. 2010/2011) Cognome e Nome: Ambrosanio Raffaella, Brigatti Erika, D Alessandro Maria Concetta Area di studio: Contesti di vita e relazioni Titolo dell argomento: Stabilire

Dettagli

Liceo linguistico REGINA MUNDI. «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe)

Liceo linguistico REGINA MUNDI. «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe) Liceo linguistico REGINA MUNDI «Chi non conosce le lingue straniere, non conosce nulla della propria» (Johann Wolfgang von Goethe) OBIETTIVI DEL LICEO LINGUISTICO Il percorso del liceo linguistico è indirizzato

Dettagli

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 10 OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI AUTOCONTROLLO ATTENZIONE E PARTECIPAZIONE ATTEGGIAMENTO E COMPORTAMENTO

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

DA GRANDE ITALIA A IL MONDO IN SCALA WORKSHOP STUDENTI di Micol Metzinger e Antonella Panico

DA GRANDE ITALIA A IL MONDO IN SCALA WORKSHOP STUDENTI di Micol Metzinger e Antonella Panico DA GRANDE ITALIA A IL MONDO IN SCALA WORKSHOP STUDENTI di Micol Metzinger e Antonella Panico il primo giorno era un po strano tra noi ragazzi c era molto silenzio poi la situazione è migliorata penso che

Dettagli

ASSOCIAZIONE MOSAICO CORSO DI FORMAZIONE PER VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

ASSOCIAZIONE MOSAICO CORSO DI FORMAZIONE PER VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE NAZIONALE ASSOCIAZIONE MOSAICO CORSO DI FORMAZIONE PER VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Presentazione Il gruppo di formazione di Associazione Mosaico nasce per fornire la formazione agli obiettori di coscienza

Dettagli

ambito a. Organizzazione delle situazioni di apprendimento ho scelto di sviluppare i seguenti indicatori:

ambito a. Organizzazione delle situazioni di apprendimento ho scelto di sviluppare i seguenti indicatori: 1 INTRODUZIONE Prima di predisporre il Bilancio delle Competenze, sento la necessità di ripercorrere brevemente il mio percorso lavorativo, che non si è svolto solo in ambito scolastico. Dalla prima metà

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA Liceo Artistico E. Catalano Palermo PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2010/2011 Palermo, settembre 2010 Programmazione dipartimento Religione Cattolica a.s. 2010-2011

Dettagli

Programma Middle Years Guida al Curriculum 2014-15

Programma Middle Years Guida al Curriculum 2014-15 Programma Middle Years Guida al Curriculum 2014-15 1 Sommario 2 International School of Modena Valori Fondamentali 3 Visione d insieme del Programma MY 4 Missione IB 4 Profilo dello Studente IB 5 Modello

Dettagli

Lettera/Bolletino di Informazione per i genitori

Lettera/Bolletino di Informazione per i genitori ITALIAN/ITALIANO Lettera/Bolletino di Informazione per i genitori Un insieme di 18 brevi articoli su vari argomenti del SACSA, in merito all insegnamento essenziale, le aree di insegnamento, i livelli

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE. FRANCESCO SAVERIO NITTI di NAPOLI

PROTOCOLLO D INTESA. tra ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE. FRANCESCO SAVERIO NITTI di NAPOLI Prot. 5594/D1l PROTOCOLLO D INTESA tra ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE di NAPOLI e L ASSEMPLEA PARLAMENTARE DEL MEDITERRANEO con sede a MALTA 1 PROTOCOLLO D INTESA tra ISTITUTO DI ISTRUZIONE

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER GLI INSEGNANTI

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER GLI INSEGNANTI QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER GLI INSEGNANTI Nel presente questionario troverà un elenco di affermazioni riguardanti alcuni comportamenti riferiti alla sua attività professionale. Per ciascuna affermazione

Dettagli

INDICAZIONI NAZIONALI 2012

INDICAZIONI NAZIONALI 2012 FISM VENEZIA 2012 1 Il DPR 89/2009 prevedeva che le Indicazionidel 2007 potevano essere riviste dopo il triennio 2009-2010, 2010-2011, 2011-2012. La Circolare Ministeriale n 101 del 4 novembre 2011 ha

Dettagli

RELAZIONE PROGRAMMA YOUTH IN ACTION

RELAZIONE PROGRAMMA YOUTH IN ACTION PROGETTO N. 360714-4.6-DE-2011-R1 PERIODO APRILE 2012 A MAGGIO 2013 RELAZIONE PROGRAMMA YOUTH IN ACTION AMU - ASSOCIAZIONE AZIONE PER UN MONDO UNITO A SCUOLA DI CITTADINANZA GLOBALE Questa attività ha

Dettagli

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi:

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi: OFFERTA FORMATIVA FINALITÁ EDUCATIVE GENERALI Nel corso dei cinque anni d articolazione dei corsi, l Istituto intende garantire agli studenti una formazione integrata che armonizzi la crescita personale,

Dettagli

LA CULTURA DEI DIRITTI UMANI PER UNA SOCIETÀ POSSIBILE

LA CULTURA DEI DIRITTI UMANI PER UNA SOCIETÀ POSSIBILE CURRICOLO PER L ORA ALTERNATIVA ALLA RELIGIONE CATTOLICA Presentazione LA CULTURA DEI DIRITTI UMANI PER UNA SOCIETÀ POSSIBILE Secondo la delibera del Collegio dei Docenti tenutosi in data 3 ottobre 2013

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015 CONCORSO BASTA CONOSCERSI! III edizione

Anno scolastico 2014-2015 CONCORSO BASTA CONOSCERSI! III edizione Anno scolastico 2014-2015 CONCORSO BASTA CONOSCERSI! III edizione Il concorso Basta conoscersi! nasce dall idea di alcuni ragazzi di offrire ai propri coetanei la possibilità di vivere un esperienza concreta

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casal Bianco PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO COORDINATO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Relazione finale esperienza didattica base

Relazione finale esperienza didattica base Relazione finale esperienza didattica base I anno DOL L esperienza didattica la mia città in numeri è stata sviluppata tra i mesi di settembre e dicembre 2009, presso il liceo scientifico Galielo Galilei

Dettagli

PROGETTAZIONE educativo-didattica

PROGETTAZIONE educativo-didattica PROGETTAZIONE educativo-didattica A.S. 2014/15 Premessa Motivazione del Percorso Formativo Il bambino nella scuola dell infanzia, sviluppa la propria identità personale e il senso di appartenenza alla

Dettagli

SITUAZIONE DI PARTENZA

SITUAZIONE DI PARTENZA CLASSE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA POSEIDONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2013/14 CLASSE SEZ COORDINATORE Alunni Maschi Femmine Ripetenti Altre culture

Dettagli

Progetto. Educazione alla salute e psicologia scolastica

Progetto. Educazione alla salute e psicologia scolastica Progetto Educazione alla salute e psicologia scolastica Il progetto di psicologia scolastica denominato Lo sportello delle domande viene attuato nella nostra scuola da sei anni. L educazione è certamente

Dettagli

CAP 7 : ACCOGLIENZA /CONTINUITA E ORIENTAMENTO 7.1 ACCOGLIENZA

CAP 7 : ACCOGLIENZA /CONTINUITA E ORIENTAMENTO 7.1 ACCOGLIENZA CAP 7 : ACCOGLIENZA /CONTINUITA E ORIENTAMENTO 7.1 ACCOGLIENZA Con il PROGETTO ACCOGLIENZA, la scuola si impegna, con opportune azioni, e atteggiamenti adeguati da parte di tutti gli operatori, a favorire

Dettagli

Ragazzi nella Rete 1. ANALISI DEI BISOGNI

Ragazzi nella Rete 1. ANALISI DEI BISOGNI Istituto Comprensivo di Chiari Classe 1 A Ragazzi nella Rete 1. ANALISI DEI BISOGNI Definizione del bisogno Parole chiave: Ragazzi nella rete Socialità cognitiva. Descrizione del bisogno: Condividere lo

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOANALISI PROFESSIONALE

QUESTIONARIO DI AUTOANALISI PROFESSIONALE QUESTIONARIO DI AUTOANALISI PROFESSIONALE Il presente questionario autovalutativo si pone come strumento per consentire ai docenti della scuola primaria e secondaria di primo grado una rilettura critica

Dettagli

Anno Scolastico 2015-2016

Anno Scolastico 2015-2016 Scuola Secondaria di Primo Grado Giovanni Pascoli Via Tagliamonte, 21 80058 Torre Annunziata (Na) POF Anno Scolastico 2015-2016 PREMESSA L istituzione scolastica effettua la programmazione triennale dell

Dettagli

Ospitare alunni stranieri: consigli per le scuole

Ospitare alunni stranieri: consigli per le scuole Ospitare alunni stranieri: consigli per le scuole Durante gli incontri di formazione organizzati nell ambito della Mobilità individuale degli alunni Comenius per gli anni scolastici 2010/2011 e 2011/2012,

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta L. P a s t e u r L I C E O S C I E N T I F I C O TA L I S I O T I R I N N A N Z I O r i g i n e Il liceo scientifico è nato nell

Dettagli

Traccia per Focus Group

Traccia per Focus Group Traccia per Focus Group Introduzione per i docenti Gentili docenti, un ringraziamento anticipato, e non di circostanza, per la vostra collaborazione all'attività di approfondimento della sperimentazione.

Dettagli

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Titolo: Confronto tra fiabe: Pinocchio e le fiabe di paesi lontani Possibili discipline coinvolte - Italiano, Lingua2 (inglese,

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Kofi Annan * Abstract Il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, propose per primo il Global Compact in un discorso al World Economic

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

Presentazione a cura dell Ufficio per l Educazione, la Scuola e l Università della Diocesi di Brescia

Presentazione a cura dell Ufficio per l Educazione, la Scuola e l Università della Diocesi di Brescia Presentazione a cura dell Ufficio per l Educazione, la Scuola e l Università della Diocesi di Brescia 1. Indicazioni Nazionali Curricolo (2012): spunti per ripensare la didattica scolastica. 2. Indicazioni

Dettagli

Piano dell offerta formativa

Piano dell offerta formativa Piano dell offerta formativa Linee di indirizzo pedagogico delle scuole comunali dell infanzia Quale scuola La scuola dell infanzia costituisce il primo fondamentale livello del sistema scolastico nazionale,

Dettagli

Il progetto Cambridge per la Scuola Secondaria di Secondo grado. La Certificazione Internazionale

Il progetto Cambridge per la Scuola Secondaria di Secondo grado. La Certificazione Internazionale Il progetto Cambridge per la Scuola Secondaria di Secondo grado La Certificazione Internazionale Dall anno scolastico 2012 2013, la nostra scuola secondaria di primo e secondo grado è stata riconosciuta

Dettagli

Competenze sociali e civiche: formare cittadini, sviluppare saperi di cittadinanza

Competenze sociali e civiche: formare cittadini, sviluppare saperi di cittadinanza Seminario del mercoledì 18 febbraio 2009 Competenze sociali e civiche: formare cittadini, sviluppare saperi di cittadinanza A cura di Ornella Mandelli Raccomandazioni del Parlamento europeo e del Consiglio

Dettagli

AUTO MUTUO AIUTO cos è?

AUTO MUTUO AIUTO cos è? AUTO MUTUO AIUTO cos è? L Auto Mutuo Aiuto è un processo, un modo di trattare i problemi concreti che ciascuno si trova a fronteggiare nella propria vita: malattie, separazioni, lutti, disturbi alimentari,

Dettagli

Formative Assessment: Improving Learning in Secondary Classrooms. Valutazione formativa: migliorare l apprendimento nella scuola secondaria

Formative Assessment: Improving Learning in Secondary Classrooms. Valutazione formativa: migliorare l apprendimento nella scuola secondaria Formative Assessment: Improving Learning in Secondary Classrooms Summary in Italian Valutazione formativa: migliorare l apprendimento nella scuola secondaria Riassunto La valutazione fa parte integrante

Dettagli

PROGRAMMAZIONE I.R.C. PREMESSA

PROGRAMMAZIONE I.R.C. PREMESSA PROGRAMMAZIONE I.R.C. PREMESSA L IRC fa sì che gli alunni riflettano e si interroghino sul senso della loro esperienza per elaborare ed esprimere un progetto di vita, che si integri nel mondo reale in

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

Istituto Tecnico Economico Regina Mundi ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

Istituto Tecnico Economico Regina Mundi ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING Istituto Tecnico Economico Regina Mundi ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING LA NOSTRA IDENTITÀ Siamo una scuola cattolica e questa appartenenza ci definisce come uomini e professionisti

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO

CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO E' un percorso educativo e didattico perseguito nei tre ordini di scuola che rende più organico il lavoro compiuto dai docenti; sono state condivise le mete comuni ed è in

Dettagli

Newsletter della scuola elementare

Newsletter della scuola elementare La strada per la pace Wahat al Salam - Neve Shalom Newsletter della scuola elementare Autunno 2015 La scuola elementare, ora riconosciuta dal Ministero dell Istruzione e dal Consiglio Regionale Mateh Yehuda,

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PREMESSA Il Protocollo di accoglienza per gli alunni stranieri è da intendersi quale parte integrante dell assetto regolamentare dell ENAIP Trentino.

Dettagli

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I.C.S. MAREDOLCE FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA La nostra scuola dell Infanzia con la sua identità specifica sotto il profilo pedagogico e metodologico-organizzativo persegue: l acquisizione di capacità

Dettagli

Carta d Identità del CNGEI

Carta d Identità del CNGEI Carta d Identità del CNGEI "Il nostro è un movimento libero, accanitamente, irriducibilmente libero da ingerenza politica, confessionale o di interesse e deve rimanere tale contro chiunque fosse di diverso

Dettagli

Corso Young Business English Il Business English a Londra per giovani Studente, neolaureato o ai primi passi della carriera?

Corso Young Business English Il Business English a Londra per giovani Studente, neolaureato o ai primi passi della carriera? Con possibilità di stage successivo in Inghilterra in un settore di business di tuo interesse Corso Young Business English Il Business English a Londra per giovani Studente, neolaureato o ai primi passi

Dettagli

La Buona Scuola. Tematica. Liceo Scientifico Statale J.F. Kennedy Roma. www.liceokennedy.org

La Buona Scuola. Tematica. Liceo Scientifico Statale J.F. Kennedy Roma. www.liceokennedy.org La Buona Scuola Tematica Liceo Scientifico Statale J.F. Kennedy Roma www.liceokennedy.org Il 20 ottobre 2014 3 ore Presso il Liceo Scientifico Statale «J.F. Kennedy» di Roma, via Nicola Fabrizi, 7 Aula

Dettagli

SICUREZZA E : CITTADINANZA LEGALITA

SICUREZZA E : CITTADINANZA LEGALITA ISTITUTO COMPRENSIVO G.GALILEI Scuola dell infanzia, primaria, secondaria di primo grado VIA CAPPELLA ARIENZO TEL. 0823/755441 FAX 0823-805491 e-mail ceee08200n@istruzione.it C.M. CEIC848004 Sito web www.scuolarienzo.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE MODELLO DI MATRICE ADOTTATA PER LA COSTRUZIONE DEL CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE Periodo di riferimento Traguardi

Dettagli

IL DOCENTE DI CONVERSAZIONE IN LINGUA STRANIERA

IL DOCENTE DI CONVERSAZIONE IN LINGUA STRANIERA IL DOCENTE DI CONVERSAZIONE IN LINGUA STRANIERA Il ruolo del docente di conversazione in lingua straniera non è quello di dare modelli fonologicamente o formalmente corretti in lingua, ma è quello di contribuire

Dettagli

Orientamento scolastico e partnership dei genitori

Orientamento scolastico e partnership dei genitori Orientamento scolastico e partnership dei genitori Progetto di Ricerca per l Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio nelle scuole secondarie di primo grado Prof. Antonio Cocozza Responsabile scientifico

Dettagli

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Kofi Annan Scegliamo di unire il potere dei mercati con l autorevolezza degli ideali universalmente riconosciuti. 1. Le opportunità del Patto

Dettagli

Inserto. Diocesi. insieme. Pastorale Scolastica e Insegnamento della Religione Cattolica RELIGIONE A SCUOLA. PERCHÉ?

Inserto. Diocesi. insieme. Pastorale Scolastica e Insegnamento della Religione Cattolica RELIGIONE A SCUOLA. PERCHÉ? Inserto insieme Diocesi Pastorale Scolastica e Insegnamento della Religione Cattolica RELIGIONE A SCUOLA. PERCHÉ? INSERTO Il Servizio Diocesano per la Pastorale Scolastica e il Servizio Diocesano per l

Dettagli

DOL Diploma On Line Modulo di progettazione II anno Relazione finale. Pitti Floriana Classe F7 Tutor: Giovanni Di Rosa

DOL Diploma On Line Modulo di progettazione II anno Relazione finale. Pitti Floriana Classe F7 Tutor: Giovanni Di Rosa DOL Diploma On Line Modulo di progettazione II anno Relazione finale Pitti Floriana Classe F7 Tutor: Giovanni Di Rosa Realizzazione di un full adder a due bit 08/11/2010 Premessa A causa di un mancato

Dettagli

PSA: Laboratorio disciplinare di religione per gli insegnanti della scuola elementare

PSA: Laboratorio disciplinare di religione per gli insegnanti della scuola elementare PSA: Laboratorio disciplinare di religione per gli insegnanti della scuola elementare Sottogruppo coordinato da Fortunata Capparo (verbale 2 incontro - 18 /11 2002) L ispettore Gandelli ha iniziato l incontro

Dettagli

Il PNSD nel PTOF d Istituto A cura dell A.D. / F.S. Prof.ssa Gemma Vernoia

Il PNSD nel PTOF d Istituto A cura dell A.D. / F.S. Prof.ssa Gemma Vernoia ISTITUTO COMPRENSIVO G. CALÒ V.le M. D UNGHERIA, 86 74013 GINOSA TA tel. 099/8290470 Email: TAIC82600L@istruzione.it - www.scuolacalo.gov..it Il PNSD nel PTOF d Istituto A cura dell A.D. / F.S. Prof.ssa

Dettagli

DOL Diploma on Line per esperti di didattica assistita MODULO DI PROGETTAZIONE (2 anno) Playing with Pinocchio. Relazione finale di Sonia Graziotto

DOL Diploma on Line per esperti di didattica assistita MODULO DI PROGETTAZIONE (2 anno) Playing with Pinocchio. Relazione finale di Sonia Graziotto DOL Diploma on Line per esperti di didattica assistita MODULO DI PROGETTAZIONE (2 anno) Playing with Pinocchio Relazione finale di Sonia Graziotto Migliorare la qualità dell insegnamento, avvalendosi delle

Dettagli

COLLABORATIVE E-LEARNING: UN APPLICAZIONE PRATICA NELLE POLITICHE DI PREVENZIONE SOCIO-SANITARIA Elisabetta Simeoni, Giovanni Serpelloni, Diana Candio

COLLABORATIVE E-LEARNING: UN APPLICAZIONE PRATICA NELLE POLITICHE DI PREVENZIONE SOCIO-SANITARIA Elisabetta Simeoni, Giovanni Serpelloni, Diana Candio COLLABORATIVE E-LEARNING: UN APPLICAZIONE PRATICA NELLE POLITICHE DI PREVENZIONE SOCIO-SANITARIA Elisabetta Simeoni, Giovanni Serpelloni, Diana Candio INTRODUZIONE Nell ambito delle politiche socio-sanitarie,

Dettagli

PROGETTO CLASSI in RETE. curato dalla Prof.ssa SERRA CONCETTA S.M.S. G.B. NICOLOSI PATERNO

PROGETTO CLASSI in RETE. curato dalla Prof.ssa SERRA CONCETTA S.M.S. G.B. NICOLOSI PATERNO PROGETTO CLASSI in RETE curato dalla Prof.ssa SERRA CONCETTA S.M.S. G.B. NICOLOSI PATERNO PREMESSA Da sempre la conoscenza ha rappresentato l elemento fondamentale di discriminazione sociale, politica

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO 3-VICENZA DIPARTIMENTO DI RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Comunicazio ne nella madre lingua COMPETENZE SPECIFICHE Conoscere il

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE "G. V. GRAVINA" VIA UGO FOSCOLO CROTONE

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE G. V. GRAVINA VIA UGO FOSCOLO CROTONE ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE "G. V. GRAVINA" VIA UGO FOSCOLO CROTONE ANNO SCOLASTICO 20012-2013 MATERIA DI INSEGNAMENTO: STORIA CLASSE II SEZ. A INDIRIZZO: SCIENZE UMANE FIRMA LEGGIBILE DELL

Dettagli

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3 Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione Scuola dell infanzia - Anni 3 A Identità e appartenenza. A1 Percepire e riconoscere se stesso. A1Mi conosco attraverso giochi motori sul corpo. A2 Saper

Dettagli

PROGETTO L. INGLESE (Lab. alunni) Move on Trinity 2 RELAZIONE FINALE

PROGETTO L. INGLESE (Lab. alunni) Move on Trinity 2 RELAZIONE FINALE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G.MARCONI Via Gen.A.Di Giorgio, 4-90143 Palermo Tel e Fax: 091.6255080 e-mail : paic89300r@istruzione.it sito web: www.scuolamediamarconipa.gov.it COD.MEC.: paic89300r PROGETTO

Dettagli

1-BEN-ESSERE DELLA PERSONA

1-BEN-ESSERE DELLA PERSONA AREA SOCIO/AFFETTIVA- SCUOLA PRIMARIA Integrazione tra i lavori di gruppo di settembre (Thouar, Villini, Paganini, Montanella) 1-BEN-ESSERE DELLA PERSONA Competenza personale L alunno è consapevole della

Dettagli

Programma di Volontariato Internazionale in Israele

Programma di Volontariato Internazionale in Israele Programma di Volontariato Internazionale in Israele L Associazione di Volontariato di Israele L Associazione di Volontariato di Israele Informazioni generali L Associazione di Volontariato di Israele (Israel

Dettagli

AMIGOS servizi per l infanzia, l adolescenza e le famiglie AMIGOS CARTA DEL SERVIZIO

AMIGOS servizi per l infanzia, l adolescenza e le famiglie AMIGOS CARTA DEL SERVIZIO AMIGOS CARTA DEL SERVIZIO CONTESTO: Un percorso di crescita e continuità educativa: bambini 0-6 anni La nostra struttura si occupa dell infanzia e della gioventù dal 2002 offrendo un servizio di Nido d

Dettagli

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ FRA SCUOLA E FAMIGLIA

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ FRA SCUOLA E FAMIGLIA Ministero dell Istruzione, dell'università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Landriano Via B. Brecht, 1 27015 Landriano (PV) Tel. 038264103 Fax 038264143 - sito web: www.iclandriano.gov.it

Dettagli

Patto educativo di corresponsabilità Scuola Famiglia

Patto educativo di corresponsabilità Scuola Famiglia Patto educativo di corresponsabilità Scuola Famiglia (Approvato dal Consiglio d Istituto nella seduta del 18 dicembre 2008) ---------------- L Istituto Comprensivo VIA CASAL BIANCO è una scuola che svolge

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE. Nodo concettuale disciplinare FARE RICERCA STORICA PER SVILUPPARE IL PENSIERO CRITICO E RIFLESSIVO

CURRICOLO VERTICALE. Nodo concettuale disciplinare FARE RICERCA STORICA PER SVILUPPARE IL PENSIERO CRITICO E RIFLESSIVO ACCOMPAGNAMENTO ALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO - MIUR 2012 CURRICOLO VERTICALE ASSE STORICO-GEOGRAFICO-ANTROPOLOGICO Nucleo tematico: IL SENSO DI IDENTITÀ PERSONALE NELLA RELAZIONE INTERCULTURALE

Dettagli

ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI. INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio. Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016

ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI. INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio. Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016 ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016 PROFILO GENERALE L insegnamento della religione cattolica (IRC)

Dettagli

GENNAIO 2009 Newsletter informativa elaborata da Europe Direct Pesaro. 2009 Anno europeo della creatività e dell innovazione

GENNAIO 2009 Newsletter informativa elaborata da Europe Direct Pesaro. 2009 Anno europeo della creatività e dell innovazione GENNAIO 2009 Newsletter informativa elaborata da Europe Direct Pesaro dopo le Notizie Flash dall'europa, potrete trovare una panoramica sui bandi più interessanti attualmente aperti: - Cooperazione allo

Dettagli

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE. Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE. Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com IL CORSO L utilizzo sempre più frequente delle nuove tecnologie nella vita quotidiana

Dettagli

Chi lo dice che non sono portato per la matematica? Il coaching nelle lezioni individuali di matematica

Chi lo dice che non sono portato per la matematica? Il coaching nelle lezioni individuali di matematica Chi lo dice che non sono portato per la matematica? Il coaching nelle lezioni individuali di matematica Tesi di Daniele Gianolini 1. Introduzione La decennale esperienza nell insegnamento individuale della

Dettagli

A c t i n g D i v e r s i t y Un progetto di teatro interculturale per rifugiati politici e giovani 1 ottobre 2012 30 settembre 2013 Con il sostegno

A c t i n g D i v e r s i t y Un progetto di teatro interculturale per rifugiati politici e giovani 1 ottobre 2012 30 settembre 2013 Con il sostegno A c t i n g D i v e r s i t y Un progetto di teatro interculturale per rifugiati politici e giovani 1 ottobre 2012 30 settembre 2013 Con il sostegno di Anna Lindh Foundation www.euromedalex.org Acting

Dettagli

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

Progetto di Formazione per l Educazione alla Pace e alla Mondialità

Progetto di Formazione per l Educazione alla Pace e alla Mondialità Allegato A Progetto di Formazione per l Educazione alla Pace e alla Mondialità Una nuova cittadinanza mondiale attraverso la revisione dei curricoli scolastici. Soggetto proponente e attuatore Proponente

Dettagli

Fasi. Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL-

Fasi. Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL- Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL- Contenuti I contenuti del progetto sono stati discussi e poi

Dettagli

IL CURRICOLO VERTICALE

IL CURRICOLO VERTICALE IL CURRICOLO VERTICALE Fiorin: LAVORARE SUL CURRICOLO Imperfezione delle «Indicazioni nazionali» dimensione della ricerca Lavorare su ciò che già c è PUNTI DI RIFERIMENTO Tutto il quadro normativo recupera

Dettagli

Programmazione dei Fondi Strutturali Europei 2007/2013

Programmazione dei Fondi Strutturali Europei 2007/2013 Programmazione dei Fondi Strutturali Europei 2007/2013 LE(g)ALI AL SUD: UN PROGETTO PER LA LEGALITÀ IN OGNI SCUOLA" Obiettivo Convergenza - Progetto nell'ambito dell'obiettivo C: "Migliorare i livelli

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016

PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016 PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016 Il Progetto Educativo di Istituto (PEI) che definisce l identità e le finalità educative e culturali dell istituto Bertoni

Dettagli

PON PER LA SCUOLA FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020

PON PER LA SCUOLA FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020 PON PER LA SCUOLA FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020 LA CLASSE OLTRE I CONFINI PER UNA DIDATTICA 3.0 Progetto dell Istituto Comprensivo Vittorio Veneto 1 Lorenzo Da Ponte NOME DEL PROGETTO: LA CLASSE

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO "C.G.CESARE

ISTITUTO COMPRENSIVO C.G.CESARE ISTITUTO COMPRENSIVO "C.G.CESARE P.le Bellini,1 60027 - OSIMO (AN) Fax 071/7231586 Tel. 071/7231305 e-mail: segreteria@iscgcesare.it C. F. 93084520423 Mod. C/1 SCHEDA DI PROGETTAZIONE Progetto Informati

Dettagli