L ARTE ETRUSCA UNA CIVILTA URBANA. Amoni Pagliarini L AREA ARCHEOLOGICA DI ROSELLE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L ARTE ETRUSCA UNA CIVILTA URBANA. Amoni Pagliarini L AREA ARCHEOLOGICA DI ROSELLE"

Transcript

1 L ARTE ETRUSCA UNA CIVILTA URBANA L AREA ARCHEOLOGICA DI ROSELLE Amoni Pagliarini

2 NASCE LA PRIMA CIVILTA ETRUSCA DETTA VILLANOVIANA XI-X sec. A.C GLI ANNI DELLA STORIA MASSIMA ESPANSIONE DEL MONDO ETRUSCO VI-V sec. A.C. ETRUSCA ROMA CONQUISTA VEIO 396 a.c. a.c. 0 d.c. VII sec. A.C. FIORISCE LA CIVILTA ETRUSCA PROPRIAMENTE DETTA 509 a.c. I RE TARQUINI, DINASTIA DI ORIGINI ETRUSCA, SONO CACCIATI DA ROMA III-I sec. a.c. SI COMPIE LA ROMANIZZAZIONE DELL ETRURIA. Amoni Pagliarini

3 La storia Gli etruschi, stanziati inizialmente nella zona compresa fra l'arno, l'appennino, il Tevere e il mar Tirreno, avevano una profonda diversità rispetto alle altre popolazioni italiche sia nell'organizzazione sociale sia nella lingua. Giordano Orsetti

4 Dalla civiltà villanoviana agli etruschi Il primo germe della cultura etrusca è la civiltà villanoviana. Di una civiltà etrusca autonoma si può parlare però solo a partire dal VII secolo, quando inizia a sorgere una civiltà urbana con luoghi di culto e santuari. La società, guerriera, è dominata da principes. Giordano Orsetti

5 Il periodo arcaico Nel periodo detto arcaico (VI secolo) si compie la strutturazione delle grandi città dell'etruria, mentre sul piano sociale l'introduzione dell'economia monetaria determina l'ascesa di nuovi strati sociali che erodono il potere dei principes. Giordano Orsetti

6 La crisi e la romanizzazion e Il V secolo è caratterizzato da una profonda cresi economica: si avvia così il processo di decadenza che metterà fine alla grande Etruria. Il colpo definitivo viene assestato da Roma. Giordano Orsetti

7 L ETA ARCAICA E GLI INFLUSSI DAL MONDO GRECO ORIENTALE Nel settimo secolo i centri etruschi più importanti cominciarono a strutturarsi come vere e proprie città. Il segnale più evidente sono le mura. La Porta dell Arco a Volterra illustra la tecnica con cui essi costruivano gli archi. Anche l arco era una tecnica d importazione orientale, ma gli Etruschi se ne avvalsero per ponti e porte di città, e fu da allora che i romani l appresero Giordano Orsetti

8 LA VITA NELL ALDILA UNA TOMBA ETRUSCA A CERVETERI GLI ETRUSCHI CREDEVANO ALLA VITA NELL OLTRETOMBA. E DA QUESTO CHE DERIVA LA CREAZIONE DI MOLTISSIME NECROPOLI NELLE CITTA. Amoni Pagliarini

9 LE OPERE ETRUSCHE MANUFATTI E NECROPOLI ARISTONOTHOS,CRATERE IN TERRACOTTA,ROMA,MUSEI CAPITOLINI CANOPO FUNERARIO FIRENZE,MUSEO ARCHEOLOGICO(META DEL VII SECOLO A.C.) ANFORETTA IN BUCCHERO,VII SECOLO A.C.,CERVETERI,MUSEO CERITE Amoni Pagliarini

10 Oggetti di lusso importati nel mediterraneo L arte etrusca divenne fonte di commercio in tutto il mediterraneo, infatti fenici e greci vennero sulle coste italiche per comprare oreficeria etrusca. Utilizzavano gli oggetti preziosi anche per il corredo funebre, come testimonia la Tomba Regolini-Galassi di Cerveteri, che stavano ad indicare la ricchezza del defunto. Minandri Corda

11 Introduzione della tecnologia Nel VII secolo a.c. gli Etruschi acquistarono tratti greci soprattutto per la pittura e il vasellame. Vi fu anche l introduzione del vasellame in bucchero. Questo consisteva nel decorare un vaso modellato con della particolare ceramica nera,o con il rilievo o con la pittura. Minandri Corda

12 il cratere di aristonthos Rinaldi Gizzi Metà del VII secolo A.C. Altezza 28 cm Roma,Musei Capitolini

13 Questa faccia del cratere raffigura l accecamento di polifemo da parte di odisseo e dei suoi compagni. Inoltre in questa faccia del vaso compare la firma del pittore aristonothos Rinaldi Gizzi

14 Su questo lato del vaso e probabilmente raffigurata una battaglia navale tra greci & etruschi Rinaldi Gizzi

15 l episodio dell accecamento di polifemo e quello della battaglia navale sono temi che si ritrovano con una certa frequenza nelle decorazioni vascolari del vii e vi a.c. e soprattutto in quelle di cerveteri, dove rappresentano un richiamo alle attivita marittime in particolare i soggetti di questo cratere sembrano voler illustrare Simbolicamente il desiderio di controllo sui mari Rinaldi Gizzi

16 HYDRIA dipinta con scena dell accecamento di polifemo Cerveteri, 530 a.c. Roma Museo nazionale di Villa Giulia Rinaldi Gizzi

17 UN ESEMPIO URBANISTICO:MARZABOTTO Nel sesto secolo il perfezionamento urbanistico giunse a maturazione. Lo schema è basato su una griglia precisa e un riflesso della razionalizzazione urbanistica si coglie anche nella sistemazione di alcune necropoli monumentali, come quella della Banditaccia a Cerveteri o quella della Cannicella a Orvieto. Giordano Orsetti

18 LE NECROPOLI La necropoli di Tarquinia si segnala per le grandi tombe dipinte. Queste pitture raffigurano soggetti quotidiani e le prime risalgono agli anni tra il 540 e il 520 a.c.: i grandi affreschi rappresentano i giochi e le danze funebri eccetera.. Giordano Orsetti

19 LA SCULTURA I principali centri produttivi furono Vulci e Chiusi, dove si utilizzavano i malleabili calcari locali, facili da lavorare, tuttavia, in Etruria, la scultura più diffusa fu quella in terracotta, adatta alla decorazione delle architetture templari etrusche Giordano Orsetti

20 IL SARCOFAGO DEGLI SPOSI E ritenuta un opera chiusina il cosiddetto Sarcofago degli Sposi capolavoro della coroplastica ed è stato rinvenuto nella necropoli della Banditaccia di Cerveteri. Il coperchio è ornato dalle figure a tuttotondo di due sposi adagiati su una kline durante un banchetto funebre in onore del defunto. Giordano Orsetti

21 LA PRODUZIONE IN BRONZO Dalla produzione in bronzo rimangono pochi frammenti di qualche statua virile, fatta eccezione per la celebre Lupa Capitolina che ci è giunta nella sua integrità. La bestia raffigurata sarebbe dunque la mitica lupa che allattò i gemelli Romolo e Remo Giordano Orsetti

22 Sito archeologico di Veio *Nel sito archeologico di Veio si trova un famoso tempio etrusco chiamato Portaccio *Il tempio presenta rispetto ai tipici templi etruschi una particolare particolarità:non ha solo una cella,ma bensì 3 Pierfederici Tiba

23 Cartina geografica Pierfederici Tiba

24 *L edificio etrusco si caratterizza anche per le proporzioni tozze e per il fatto che si innalza sopra un alto podio in muratura che sembra derivi dal templum Vulca (attribuita a),apollo Locazione tempio di Portonaccio Pierfederici Tiba

25 l edificio sacro etrusco e la decorazione del tempio di portonaccio Nel corso del VI secolo ogni centro si dotò di un tempio quale corredo monumentale della citta. Il tempio etrusco conservò la struttura in legno con rivestimento di lastre decorate in terra cotta molto piu a lungo di quello greco.un esempio particolarmente significativo dal punto di vista della decorazione plastica è il tempo di portonaccio presso Veio Monaldi Perna

26 ermes ERMES CON IL PILEO,COPRICAPO DI FORMA CONICA IN LANA O IN FELTRO.PARTICOLARE DEL GRUPPO FITTILE DEL TEMPIO DI PORTONACCIO Monaldi Perna

27 Eracle con la cerva di cerinea Di terracotta policroma,altezz a 153 cm particolare del gruppo fittile di portonaccio Monaldi Perna

28 apollo Terracotta policroma, altezza 181 cm particolare del gruppo fittile di portonaccio Monaldi Perna

29 Il Frontone del tempio di Pyrgi Del Frontone nel tempio di Pyrgi tutt oggi è rimasto soltanto una parte che rappresenta la fase finale del mito dei sette contro Tebe. In secondo piano troviamo la scena in cui Zeus scaglia una fulmine a Capaneo mentre in primo piano c è il duello tra Tideo e Melanippo con Atena che guarda inorridita da dietro. La grande composizione si basa su uno schema complesso costruiti su archi obliqui e sulla sovrapposizione di piani diversi. Così in spazi ristretti vengo riuniti più episodi distinti e a quest ultimi si conferiscono più dinamismo e profondità alla scena. Bentivoglio Lucianatelli

30 Il Marte Di Todi ( Fine V Secolo, bronzo, 141 cm, Roma, museo gregoriano Etrusco) La statua è un bronzo in grandezza naturale realizzata con la tecnica della fusione a cera persa. Il bronzo rappresenta una figura maschile con indosso una corazza di cuoio sopra una corta tunica mentre sulla testa doveva esserci un elmo ormai perduto. La lancia che tiene con la mano sinistra completava l abbigliamento militare; sulla destra invece la figura regge una pàtera. Il volto è caratterizzato dalla policromia degli occhi realizzati in bianco travertino e pasta vitrea colorata. In Passato si credeva che questa statua rappresentasse il dio Marte, ma è più probabile che si tratti solamente di un guerriero impegnato nel caratteristico rito di libagione precedente la partenza di una battaglia. Bentivoglio Lucianatelli

31 L età ellenistica e la romanizzazione dell etruria Piredda Venturini Un opera esemplare di questa fase è la statua bronzea di Chimera proveniente da Arezzo e databile tra il 380 e il 360 a.c. Si tratta di ex voto che raffigura il mitico animale nel momento in cui viene ferito da Bellerofonte. L opera esprime, da una parte, una visione arcaizzante, come dimostrano la maschera stilizzata della testa, l accentuato schematismo della criniera e il trattamento asciutto del corpo,e, dall altra, il classicismo del tempo, che si rivela nell accurata definizione dell anatomia, sottolineata da delicate torsioni muscolari

32 La Tomba di Francois (Vulci) Tra le pitture di ambito funerario, la Tomba di Francois di Vulci si segnala per il valore soprattutto storico della sua decorazione pittorica. Sulle pareti è rappresentata la gloria della aristocratica famiglia dei Saities attraverso una grandiosa allegoria che alla scena dell uccisione dei prigionieri troiani d parte di Achille a costa quella della saga vulcente di Mastarna-Servio Tullio e dei suoi compagni Vibenna, uccisori di nemici etruschi e romani. Piredda Venturini

33 L Arringatore L Arringatore è l ultima testimonianza della grande bronzistica di provenienza etrusca, un opera ormai fortemente influenzata dall esperienza artistica romana. Databile negli ultimi anni del II secolo a.c. la statua rappresenta una figura maschile vestita di toga e alti calzali, in posizione stante con il braccio sinistro abbassato e avvolto nel panneggio e quello destro sollevato in un gesto di saluto o di invito al silenzio per un discorso pubblico. Tutta la costruzione è spostata in obliquo verso il braccio teso e nonostante l abile resa del panneggio, rivela qualche incertezza anatomica. Piredda Venturini

34 La Città Etrusca Di Volsinii La città di Volsinii è famosa per l utilizzo del bronzo che si faceva nel periodo del V secolo a.c. e dalla coroplastica, di cui sono state trovate nel tempio del Belvedere. Testa di vecchio, a.c Orvieto. Brunori Ciacco

35 L IMPORTANZA ARCHEOLOGICA DELLE NECROPOLI Le necropoli costituiscono una fondamentale testimonianza della vita politica,economica e culturale delle società antiche,e in particolare di quella Etrusca.La maggior parte della documentazione previene dalle tombe. Le necropoli sono il riflesso diretto dell urbanistica e dell architettura impiegate nelle città Etrusche. Flaccavento Sportiello

36 L EVOLUZIONE DELLA NECROPOLI Gli Etruschi misero molta cura nel realizzare tombe e necropoli, che con le loro strutture richiamavano le abitazioni dei vivi. Alle origini la civiltà, la pratica più diffusa era quella dell incinerazione, secondo la quale le ceneri dovevano essere disposte in un urna, seppellita in una fossa scavata nel terreno. Tedde Tucciarone

37 Nell VIII secolo si diffuse la pratica dell inumazione, per la quale venne introdotto l uso delle tombe. Tedde Tucciarone

38 Riconosci il particolare Scrivi sotto ciascun elemento di cosa si tratta e dove si trova. Cosa: I sette contro Tebe Dove: Firenze Cosa: L Arringatore Dove: Firenze Cosa: La Chimera Dove: Firenze Piredda Venturini

39 Riconosci il particolare Cosa:Eracle Dove :Tempio di portonaccio Cosa:Ermes Dove:Tempio di portonaccio Monaldi Perna Cosa:Apollo Dove:Tempio di portonaccio

40 Riconosci il particolare Scrivi sotto ciascun elemento di cosa si tratta e dove si trova. Cosa Dove Cosa. Dove Cosa. Dove Pierfederici Tiba

41 Riconosci il particolare Scrivi sotto ciascun elemento di cosa si tratta e dove si trova. Urna a capanna Cosa. Tarquinia,Museo Archeologico Dove Tomba del Triclino Tarquinia,Museo Archeologico Cosa. Dove Tomba caccia e pesca Tarquinia,Museo Archeologico Cosa. Dove Flaccavento Sportiello

42 Riconosci il particolare Scrivi sotto ciascun elemento di cosa si tratta e dove si trova. Cosa: Aristonothos Dove: Roma, Musei Capitolini Cosa : Aristonothos Dove : Roma, Musei Capitolini Cosa: Vaso di Hydria Dove:Cerveteri, Museo Nazionale Villa Giulia Rinaldi Gizzi

43 Riconosci il particolare Scrivi sotto ciascun elemento di cosa si tratta e dove si trova. Cosa: Dove: Situla della Certosa Bologna, Museo Civico Archeologico Cosa: Dove: Grande fibula a navicella con staffa a disco Città del Vaticano, Museo Etrusco Gregoriano Minandri Corda Cosa: Canopo funerario d impasto Dove: Firenze,museo archeologico

44 Tesina della Classe IE scientifico a.s Prof.ssa Monti Classe IE sa

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME

GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME 1 PREMESSA Questa unità didattica è stata realizzata per bambini stranieri di livello linguistico A2 che frequentano la classe IV della Scuola Primaria.

Dettagli

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista LEGGERE UN OPERA D ARTE Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista Cos è un opera d arte Leggere un opera d arte 2 Leggere un opera d arte 3 Cos è un opera d arte In origine arte

Dettagli

L ALIMENTAZIONE, LA CUCINA E ALTRE ATTIVITÀ DOMESTICHE

L ALIMENTAZIONE, LA CUCINA E ALTRE ATTIVITÀ DOMESTICHE MINISTERO PER I BENI CULTURALI E AMBIENTALI SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DELLA TOSCANA SEZIONE DIDATTICA L ALIMENTAZIONE, LA CUCINA E ALTRE ATTIVITÀ DOMESTICHE Le fonti letterarie conservateci che trattino

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

Cipro nell antichità di PAVLOS FLUORENTZOS, Direttore del Dipartimento delle Antichità di Cipro

Cipro nell antichità di PAVLOS FLUORENTZOS, Direttore del Dipartimento delle Antichità di Cipro Cipro nell antichità di PAVLOS FLUORENTZOS, Direttore del Dipartimento delle Antichità di Cipro Cipro è divenuta indipendente dal 1960, eppure la sua storia e la sua cultura risalgono a circa 12000 anni

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO

MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO rt MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO PAVIMENTI E RIVESTIMENTI, TAVOLI, SCALE, PROGETTI. FORNITURA MARMI E PIETRE PER ABITAZIONI, HOTEL, EDILIZIA. Art Carrara by Amso International Carrara Italy

Dettagli

LA FIGURA UMANA NELL ARTE

LA FIGURA UMANA NELL ARTE LA FIGURA UMANA NELL ARTE Tra realismo, idealizzazione e deformazione espressiva La riproduzione del corpo dell uomo ha sempre comportato notevoli difficoltà tecniche per gli artisti, poiché tale soggetto

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

La dea Cupra. e il suo paredro

La dea Cupra. e il suo paredro Fossato di Vico 10 Settembre 2010 La dea Cupra e il suo paredro Il punto di vista della linguistica Quattro diversi tipi di dati sono collegati al nome Cupra: iscrizioni picene, umbre, latine; testimonianze

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1 1 GRUPPO 07/A Arte della fotografia e della grafica pubblicitaria 10/D ARTE DELLA FOTOGRAFIA E DELLA CINEMATOGRAFIA 65/A tecnica fotografica 13/D ARTE DELLA TIPOGRAFIA E DELLA GRAFICA PUBBLICITARIA Laboratori

Dettagli

Sono secoli che viviamo del futuro

Sono secoli che viviamo del futuro Sono secoli che viviamo del futuro La Toscana a Expo Milano 2015 LA TOSCANA A EXPO 2015 (1-28 MAGGIO) "Sono secoli che viviamo nel futuro" è questo il claim scelto dalla Toscana per presentarsi ad Expo

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento,

Dettagli

L invenzione della scrittura

L invenzione della scrittura 42 2 L invenzione della scrittura Preistoria Dal passato ci giungono solo documenti materiali. 3300 a.c. Storia Dal passato ci giungono sia documenti materiali, sia documenti scritti. 2 La scrittura nasce

Dettagli

L : L/2 = 1 : ½ = 2 : 1

L : L/2 = 1 : ½ = 2 : 1 LA SCALA PITAGORICA (e altre scale) 1 IL MONOCORDO I Greci, già circa 500 anni prima dell inizio dell era cristiana, utilizzavano un semplice strumento: il monocordo. Nel monocordo, un ponticello mobile

Dettagli

GRAN TOUR DELLA GRECIA 9 giorni / 8 notti

GRAN TOUR DELLA GRECIA 9 giorni / 8 notti GRAN TOUR DELLA GRECIA 9 giorni / 8 notti 2014/2015 Atene / Canale di Corinto / Epidauro / Micene / Nauplia / Olympia / Arachova Delfi / Kalambaka / Meteore / Salonicco / Filippi / Kavala / Vergina / Termopili

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE GENERALE AL LAVORO SVOLTO INTRODUZIONE AL DIBATTITO SULL ORIGINE DEGLI ETRUSCHI

INDICE INTRODUZIONE GENERALE AL LAVORO SVOLTO INTRODUZIONE AL DIBATTITO SULL ORIGINE DEGLI ETRUSCHI INDICE INTRODUZIONE GENERALE AL LAVORO SVOLTO INTRODUZIONE AL DIBATTITO SULL ORIGINE DEGLI ETRUSCHI I NOMI DI ETRURIA E ETRUSCHI; ORIGINE DEGLI ETRUSCHI ARGOMENTI A SOSTEGNO DELLA PRIMA TEORIA STUDI RECENTI

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

I ROMANI E GLI ALTRI POPOLI: tra conflitto e integrazione. Un ipotesi di percorso didattico

I ROMANI E GLI ALTRI POPOLI: tra conflitto e integrazione. Un ipotesi di percorso didattico I ROMANI E GLI ALTRI POPOLI: tra conflitto e integrazione Un ipotesi di percorso didattico Motivazioni culturali ed educative rilevanza del tema nella storia e nella cultura romana codici di interpretazione

Dettagli

Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI

Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI -numero luoghi: 10 -tempo necessario: 1 giorno (2 giorni x itinerari 1 e 2) -sequenza consigliata:

Dettagli

L OLIVO E LA SUA STORIA

L OLIVO E LA SUA STORIA L OLIVO E LA SUA STORIA L olivo è una pianta che ancora oggi è presente nelle tradizioni e nella cultura dei popoli. Fin dalla antichità ha rappresentato un simbolo di pace e di prosperità ed è stata oggetto

Dettagli

Contesti ceramici dai Fori Imperiali

Contesti ceramici dai Fori Imperiali Contesti ceramici dai Fori Imperiali a cura di BAR International Series 2455 2013 Published by Archaeopress Publishers of British Archaeological Reports Gordon House 276 Banbury Road Oxford OX2 7ED England

Dettagli

Bellezza e armonia nell antica Grecia I canoni di bellezza dell antica Grecia ed i loro rapporti con l estetica odierna

Bellezza e armonia nell antica Grecia I canoni di bellezza dell antica Grecia ed i loro rapporti con l estetica odierna Bellezza e armonia nell antica Grecia I canoni di bellezza dell antica Grecia ed i loro rapporti con l estetica odierna 2009 Lavoro di maturità in storia dell arte e scienza Prof. Vera Segre e Nicolas

Dettagli

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto)

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) Comune di Soave Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) ALLEGATO A) OPERE CIMITERIALI OPERAZIONI

Dettagli

Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica Italiana sull importazione e il rimpatrio di beni culturali

Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica Italiana sull importazione e il rimpatrio di beni culturali Testo originale Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica Italiana sull importazione e il rimpatrio di beni culturali Concluso il 20 ottobre 2006 Entrato in vigore mediante

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Decreto dirigenziale interministeriale del 6 febbraio 2004 (G.U. n. 52 del 3 marzo 2004), concernente la Verifica dell interesse culturale dei beni immobili di utilità pubblica, così come modificato ed

Dettagli

DecOro Una ricca collezione di decorazioni che ampliano le soluzioni architettoniche dei Mosaici d Italia

DecOro Una ricca collezione di decorazioni che ampliano le soluzioni architettoniche dei Mosaici d Italia MOSAICI d ITALIA Il nome.. la materia.. l idea, un progetto di notevole spessore. Una innovazione certa tutto assolutamente ed esclusivamente Italiano. Gres porcellanato estruso, colori a tutta massa dalle

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Rettangoli isoperimetrici

Rettangoli isoperimetrici Bruno Jannamorelli Rettangoli isoperimetrici Questo rettangolo ha lo stesso perimetro di quello precedente. E l area? È la stessa? Il problema di Didone Venere ad Enea: Poi giunsero nei luoghi dove adesso

Dettagli

EZIO si fermò un attimo, confuso e disorientato. Dov era? Che posto era mai questo? Mentre si riprendeva, vide suo zio Mario staccarsi dal gruppo

EZIO si fermò un attimo, confuso e disorientato. Dov era? Che posto era mai questo? Mentre si riprendeva, vide suo zio Mario staccarsi dal gruppo 1 EZIO si fermò un attimo, confuso e disorientato. Dov era? Che posto era mai questo? Mentre si riprendeva, vide suo zio Mario staccarsi dal gruppo degli Assassini, avvicinarsi a lui e stringergli il braccio.

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

La scala musicale e le alterazioni

La scala musicale e le alterazioni La scala musicale e le alterazioni Unità didattica di Educazione Musicale classe seconda Obiettivi del nostro lavoro Acquisire il concetto di scala musicale e di intervallo. Conoscere la struttura della

Dettagli

La Guardia Imperiale in Star Quest

La Guardia Imperiale in Star Quest La Guardia Imperiale in Star Quest Gli squadroni della Guardia Imperiale sono composti da 10 soldati ed hanno questa composizione: 1 Sergente armato di pistola laser e spada catena: Combattimento a distanza

Dettagli

Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna - Biblioteca dell'archiginnasio

Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna - Biblioteca dell'archiginnasio Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna - Biblioteca dell'archiginnasio La S.V. è invitata a partecipare alla Conferenza Stampa mercoledì 21 settembre, alle ore 11 presso il Teatro Anatomico del

Dettagli

SiStemi musicali Origine delle note Divisione dell ottava

SiStemi musicali Origine delle note Divisione dell ottava Scale Chi ha stabilito i rapporti d altezza fra le note musicali? Chi ha stabilito che le note sono sette e i semitoni dodici? Se il è uguale al Re perché hanno lo stesso nome? Se sono diversi qual è più

Dettagli

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici.

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici. Teoria musicale - 8 ALTRI MODI E SCALE Nell iniziare questo capitolo bisogna subito premettere che questi argomenti vengono trattati con specifiche limitazioni in quanto il discorso è estremamente vasto,

Dettagli

La mancanza di un approccio formale, fondato su un assunzione analitica dei dati all interno di un sistema organizzato in termini logici, insieme con

La mancanza di un approccio formale, fondato su un assunzione analitica dei dati all interno di un sistema organizzato in termini logici, insieme con 5. CONCLUSIONI. Lo studio proposto in questo lavoro ha analizzato le profonde ragioni delle varie tradizioni di ricerca che hanno caratterizzato l analisi degli assetti territoriali a partire dall età

Dettagli

CODIFICA DELLE LINGUE

CODIFICA DELLE LINGUE ELENCO DELLE MATERIE RIENTRANTI NEI PROGRAMMI D INSEGNAMENTO DELL ULTIMO ANNO DI CORSO, CON I CODICI RELATIVI ALLE MATERIE STESSE ED ALLE CLASSI DI CONCORSO CORRISPONDENTI CODIFICA DELLE LINGUE I codici

Dettagli

L altra metà del cielo. l evoluzione della donna

L altra metà del cielo. l evoluzione della donna L altra metà del cielo l evoluzione della donna l evoluzione della donna nel tempo e nello spazio, a partire dagli anni del primo dopoguerra fino agli anni 2000. La donna è stata e continuerà ad essere

Dettagli

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES NEW LIGHT ON ROME, ROMA, MERCATI DI TRAIANO, 2000 ARTISTA PETER ERSKINE Gruppo per la storia dell'energia solare (GSES) www.gses.it

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n.

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n. PROTOCOLLO Responsabile del procedimento 14,62 Al Ministero per i beni e le attività culturali Soprintendenza..... Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA

FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA Lavoro della classe III H Scuola secondaria di 1 1 grado L. Majno - Milano a.s. 2012-13 13 Fin dall antichità l uomo ha saputo sfruttare le forme di

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA.

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA. DOV'ERA LA CGIL? Al quesito post ideologico che as silla il presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, tentiamo di dare una risposta per i fatti e non per l'ideologia. Era il 2009 e la CGIL scriveva

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

818.61. Ordinanza. 1 Campo d applicazione e definizioni. del 17 giugno 1974

818.61. Ordinanza. 1 Campo d applicazione e definizioni. del 17 giugno 1974 Ordinanza concernente il trasporto e la sepoltura di cadaveri presentanti pericolo di contagio come anche il trasporto di cadaveri in provenienza dall estero e a destinazione di quest ultimo 818.61 del

Dettagli

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum);

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum); Farro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il farro, nome comune usato per tre differenti specie del genere Triticum, rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzata dall'uomo come nutrimento

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

OGGETTI VINTAGE E DA COLLEZIONE - LIBRI AUTOGRAFATI ASTA DEL 21 APRILE 2015

OGGETTI VINTAGE E DA COLLEZIONE - LIBRI AUTOGRAFATI ASTA DEL 21 APRILE 2015 OGGETTI VINTAGE E DA COLLEZIONE - LIBRI AUTOGRAFATI ASTA DEL 21 APRILE 2015 NUMERO LOTTO N 1 DESCRIZIONE E Frullatore da cucina Quick Batter Omre di Monza Prodotto tra gli anni '60 e '70. Spina originale.

Dettagli

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca)

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) [1]In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della

Dettagli

Opera d Arte società cooperativa, è

Opera d Arte società cooperativa, è LE PROPOSTE DIDATTICHE DI OPERA D ARTE Per la scuola, per i gruppi, per le associazioni, per la terza età, per i singoli, per chiunque voglia consolidare o arricchire le proprie conoscenze sulla storia

Dettagli

TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti

TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti 2014/2015 TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti Atene / Canale di Corinto / Epidauro / Micene / Nauplia / Olympia Arachova / Delfi / Kalambaka / Monasteri Bizantini delle Meteore / Termopili

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SETTORE TECNICO UFFICIO PROGETTAZIONE INTERVENTI E.R.S. E M.O. LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA EDILE ELENCO PREZZI UNITARI RESP. UFFICIO

Dettagli

Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità :

Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità : Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità : 1. Stiletto in gel ed in acrilico ; 2. Scultura/ Tip pink & white in Gel/acrilico Principianti ; 3. Scultura/ Tip pink & white in

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA.

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT ALPHA ORIENT Il colore è ovunque, basta saperlo cercare. Finitura altamente decorativa

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

MODI, TONALITA E SCALE

MODI, TONALITA E SCALE Teoria musicale - 2 MODI, TONALITA E SCALE MODO MAGGIORE E MODO MINORE Parafrasando il titolo di un celebre libro di Thomas Merton, No man is an island - Nessun uomo è un isola, mi piace affermare subito

Dettagli

La rabbia e l attesa Il mito di Demetra e Kore

La rabbia e l attesa Il mito di Demetra e Kore presenta E. Romano, Studio per Demetra e Kore, inchiostro su carta, 2015 La rabbia e l attesa Il mito di Demetra e Kore 26-28 giugno 2015 Masseria Bannata C.da Bannata, SS 117 bis, km 41 Enna www.pubblicazione.net

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA ISTITUTO DI EDILIZIA ISTITUTO DI SCIENZA E TECNICA DELLE COSTRUZIONI TESI

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

La vita quotidiana ad Atene

La vita quotidiana ad Atene laboratorio 8 Claudia Vinassa La vita quotidiana ad Atene Prerequisiti conoscere la storia di Atene nel v secolo sapere come era strutturata la famiglia in Grecia e qual era la condizione della donna collocare

Dettagli

UNO STAMPO PER EULOGIA TROVATO A GERUSALEMME. M. Piccirillo

UNO STAMPO PER EULOGIA TROVATO A GERUSALEMME. M. Piccirillo UNO STAMPO PER EULOGIA TROVATO A GERUSALEMME M. Piccirillo Nella primavera del 1992 un antiquario della Città Santa presentò al Museo dello Studium Biblicum uno stampo per eulogia in pietra, a suo dire,

Dettagli

Il corretto approccio per l isolamento dall interno e dall esterno

Il corretto approccio per l isolamento dall interno e dall esterno Seminario 8 novembre 2012 Die Naturkraft aus Schweizer Stein Il corretto approccio per l isolamento dall interno e dall esterno Mirko Galli Arch. Dipl. ETH physarch sagl, Viaganello FLUMROC AG Postfach

Dettagli

Dediche di armi nei santuari sannitici*

Dediche di armi nei santuari sannitici* CuPAUAM 28-29, 2002-2003, pp. 95-125 Dediche di armi nei santuari sannitici* Gianluca Tagliamonte Universitá degli Studi di Lecce Riassunto Sulla base dell esame della documentazione archeologica disponibile

Dettagli

VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA

VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA LA MODERNA VIA URBANA RICALCA IL PERCORSO DI UN ANTICA STRADA ROMANA (IL VICUS PATRICIUS), SEDE DI RESIDENZE PATRIZIE DI EPOCA REPUBBLICANA E IMPERIALE, A CUI SI ALTERNAVANO

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Utilizzando materiali poveri, naturali e di recupero è possibile costruire un grande numero di strumenti musicali a bassissimo costo.

Utilizzando materiali poveri, naturali e di recupero è possibile costruire un grande numero di strumenti musicali a bassissimo costo. Utilizzando materiali poveri, naturali e di recupero è possibile costruire un grande numero di strumenti musicali a bassissimo costo. Con questa attività, il bambino, non solo si avvicina alla musica e

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli