ENRICO FERRERI PITTORE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ENRICO FERRERI PITTORE"

Transcript

1 ENRICO FERRERI PITTORE CRONISTORIA ARTISTICA 1

2 ENRICO FERRERI (Roma ) Ama asserire che il suo futuro artistico si generò fin dagli anni del liceo, a Parma, alle lezioni di Storia dell Arte, dell allora giovane Attilio Bertolucci, insegnante, comunicatore di eccezionale carisma, che sarebbe diventato quel grande poeta che conosciamo. Cronistoria artistica Ad aprirgli l orizzonte dell Arte fu dunque quel fondamentale incontro al liceo, ma il liceo finì e iniziò la seconda Grande Guerra Mondiale: disastri, morti, umane infamie. Passò anche la guerra e nella generale euforia della libertà del pensare e del fare, fu chiara la strada della Pittura. Interruppe gli studi universitari e fu ragazzo di bottega negli studi di Modotto e Silvio Olivo, pittore e scultore celebri negli anni a cavallo della seconda guerra mondiale. I primi lavori post-impressionisti e poi astratti, furono esposti in varie mostre collettive principalmente a Roma. PAESAGGIO UMBRO 1947 Olio su tela cm 80x60 2

3 Ma una nuova stagione era alle porte: con la convinzione che l Arte doveva riflettere la complessità del vivere. CCASE MORTE Olio su tela cm 120X70 PERIFERIA ROMANA olio su tela cm 120X70 3

4 Ferreri dipinse temi legati al lavoro: macchine e operai. Una visione edificante: serietà, severità, efficienza. E il suo lavoro corrispose a tale razionalità costruttiva, prossima all astrazione, macchine e operai visti nella essenzialità delle forme. MACCHINA TIPORAFICA Olio su tela cm 80x60 In quegli anni la comunità artistica romana vive un periodo straordinario: pittori, scultori, gente di Cinema e Teatro, si incontrano nei caffè, nelle Gallerie d Arte, in appassionate, vivaci discussioni. Con Mario Mafai, che lì conobbe, Ferreri fu uno dei primi avventori di un locale sulla via Flaminia, la trattoria dei Fratelli Menghi che di quel clima fu vitale palestra, luogo di incontro artistico, e la cui fama, protrattasi per anni, fu raccontata da Ugo Pirro nel suo Osteria dei pittori (Sellerio 1994). Nell ottobre del 1948 l'allora forte disputa tra astrattismo e figurativo fu segnata da un evento particolare. Dalla rivista Rinascita, con lo pseudomino di Rodrigo di Castiglia, Palmiro Togliatti lanciò l anatema contro l astrattismo in favore di un Arte figurativa che sostenesse la lotta della Classe Operaia. In sodalizio con Guttuso e alcuni coetanei tra cui Attardi e Vespignani, seppure con varianti personali, l interesse artistico si rivolse verso un figurativo che presto virò nel Realismo. 4

5 Tendenza che spesso celebrava enfaticamente il mondo operaio. Ferreri evitò l agiografia uscendo dallo studio, per cogliere suggerimento dalla cittdina realtà quotidiana. Non gli bastò, volle un teatro più ampio: più caratterizzato, fece un temporaneo cambio di studio: una sua cara amica venne a Roma e lui andò a Sestri Levante per poter viverci un anno Trovò il modo che gli fosse permesso di disegnare nella grande Fabbrica Metalmeccanica Tubi e poi nel Cantiere Navale di Riva Trigoso. FORGIATORI AL MAGLIO olio su tela cm 70x100 5

6 CANTIERE NAVALE RIVA TRIGOSO Olio su tela 100x60 6

7 Cronistoria artistica Visse un periodo di profonda emotività e il buon lavoro fatto lo decise a presentarsi, finalmente, con una Mostra Personale a Roma alla Galleria Pincio nel ll critico Mario De Micheli sulla mostra, tra l atro, scrisse: Ferreri un giovane artista formatosi... negli anni dell immediato poguerra anche lui è stato immerso nelle illusioni delle tendenze astrattiste Tuttavia non è qui la sua storia... Ferreri ha pensato la pittura più che un ritmo compositivo...i suoi torni, le sue rotative, le sue macchine...non erano soltanto l invenzione di strutture geometriche... e Ferreri...ci offre una visione piuttosto dissueta, di una Roma proletaria da scoprire, coi suoi tram dell alba o della sera... Ed egli tale mondo va osservando penetrando e comprendendo con la garanzia di uno sviluppo sicuro 1954 nuova Personale alla Pincio con altre opere. Il critico Antonio del Guercio ne scrisse: Nella...mostra dell anno scorso, Ferreri aveva il quadro dal titolo: "Operai in tram : opera elevata a una visione del contenuto di civile e consapevole adesione al mondo morale dei propri ersonaggi... Quel quadro...dava un suo contributo per lo sviluppo del movimento...che...evitasse lo scoglio del naturalismo e si elevasse...oggi il livello di ricerca di quell opera singola è il livello di tutto il lavoro dell artista..capacità narrativa anche nei singoli ritratti (il Ragazzo operaio, il Geologo ) e nei paesaggi, spiacca per felicità di invenzione Paesaggio con ferrovia così profondamente antinaturalistica... 7

8 MEZZOGIORNO Olio su tela cm 120x90 8

9 TRAM DELLA SERA Olio su tela cm 130x110 Nel 1954 le sue doti di colorista lo porteranno ad una breve esperienza cinematografica assai interessante per una diversa conoscenza tecnico-artistica. La Gattinoni Films lo chiamò quale consulente per il colore per dei documentari culturali nel Lazio. Furono così girati Cosa e lo Spacco della Regina ad Ansedonia, Sutri, La Necropoli di Cerveteri, La Fabbrica di S.Pietro. Nel 1955 espose alla VII Quadriennale d Arte al Palazzo delle Esposizioni di Roma. Nello stesso anno conobbe la Sardegna e l amò: in Barbagia soggiornò ripetutamente. Ne dipinse l asprezza del paesaggio, il riserbo orgoglioso, la dignità delle persone. 9

10 RAGAZZO OPERAIO olio su tela cm 80x60 COSOMO olio su tela cm 80x60 Il geologo LIPPARINI olio su tela cm 70x Con quel lavoro nello stesso anno tenne una Personale a Milano alla Galleria Bergamini. LOGHORRA Paesaggio di Barbagia Olio su tela cm 100x70 10

11 Dalla critica di Corrado Maltese Gli ismi non hanno certo aiutato Ferreri a raccontare Egli ha dovuto mettersi davanti allo spettacolo del mondo, rifiutando le scuole consacrate Le immagini più recenti, quelle di un suo riarso e stupefatto itinerario sardo, dove l intento drammatico raggiunge un accento epico: aperti paesaggi di stoppie bruciate e macigni apocalittici, a strapiombo sulla valle, donde sale all alba la nebbia e i bagliori rossastri del tramonto. Ma in Ferreri vivo l interesse per l uomo. ricordo: un forgiatore, entro un officina dove si mescolano le luci della vetrata a quelle dei pezzi roventi Ed egli dimostra nel grande quadro degli incendiari, in cui i furtivi abbruciatori di stoppie, si muovono sullo sfondo di una terra ingrata, che essi vogliono privare di ogni possibilità di pascolo, onde costringere i proprietari ad affidargline la coltivazione. Questi i motivi pittorici e poetici di Ferreri risolti, con tocchi e pennellate focose, rapide, intese a dire ciò che devono e che vogliono... INCENDIARI Olio su tela cm 150X100 11

12 INTAGLIATORE Olio su tela cm 110x95 I sommovimenti politici nell Est comunista: nel 1956 Krusciov denuncia i crimini di Stalin e dopo pochi mesi l Armata Rossa soffoca il sogno di libertà dell Ungheria. Tutto ciò provoca smarrite ripercussioni ideologiche tra gli artisti di sinistra con l inizio di una lunga crisi. Crisi anche per il perdurare di certezze ideologiche nell Arte che per definizione è pensiero libero. Se accetta limiti di pensiero, alla lunga li rigetta. E questo accadde anche per il Realismo. 12

13 Cronistoria artistica Ferreri ritornò a motivi cari: la città. Chiusa al desiderio di liberi spazi; la città che avanza verso spazi ormai vinti nell abbandono desolato. La sua, una figurazione che si sfalda nell ansia espressionista. CITTA Tecnica mista su tela cm 100x70 13

14 NOTTURNO Tecnica mista su tela cm 110x60 Nel 1962 Ferreri nel corso di una dura circostanza di vita trovò nell informale l espressione pittorica più idonea a comunicare un grido di protesta; di rivivere nella e con la pittura, l urlo di un estremo anelito di vita: disegni e tele che titolò Autobiografia 62. AUTOBIOGRAFIA Tecnica mista su tela 110x130-14

15 Nel 63 tornò al Palazzo Esposizioni di Roma, invitato con 5 opere, alla Rassegna degli Artisti di Roma e Lazio. Il grande e risoluto impegno di Ferreri ebbe un momento di revisione del suo percorso artistico Un mondo in rapido mutamento, per l impetuoso progresso tecnologico che spinge alla ribalta del vivere e consumare, uomini e donne attratti dall imperiosa offerta del mai più come ora. Una forte nuova realtà sociale! Ferreri fermò la sua attenzione allo sviluppo della Comunicazione, sempre più impegnata a creare nuovi bisogni : il possesso delle novità prodotte dall Industria. Contemporaneamente al far pittura, collaborò realizzando importanti campagne nazionali pubblicitarie. E con l Industria incontrò la Fabbrica. Ne conobbe spazi, ritmi, suoni, gesti, movimento dei corpi. Ammirò il costruire, ne scoprì l emozione coinvolgente. I laminati uscendo dalle presse, privi dei pezzi destinati a comporre il prodotto, scadono a sfridi, scarti della produzione. Ferreri ne percepì una mutazione. Vide nei vuoti dei laminati l intelligenza dell uomo progettista: l acciaio perdere l opaca aridità e, sotto i colpi della pressa, oscillare schizzando brillii: ne fantasticò un fulgente ricamo. Ne derivarono, in disegni, gouaches, tele: composizioni di forme e colori che, nell eleganza formale, portarono ad un obiettivo più ambizioso: riflettere sulla serialità. E il pittore maturò il cambiamento e mise fine all esperienza Realismo, peraltro, in crisi anche per il sovvertimento culturale e politico che squassò le Società Nazionali di quegli anni. 15

16 Cronistoria artistica Nel 1965 in una Personale alla Galleria Trevi di Roma, presentò le prime opere del nuovo tema. Citiamo alcune frasi del critico Cesare Vivaldi: Ferreri ripropone un semplice assaggio del suo nuovo lavoro; quanto basta mi sembra per farci capire che le sue doti hanno trovato la via giusta per esprimersi. La sua pittura trae partito con molta accortezza dalle possibilità di immagine che offrono taluni scarti di lavorazione industriale e tende a una meditazione commossa e ferma sulla civiltà mderna. Una meditazione nella quale si insinuano attraverso i profilati metallici, che strutturano la composizione di quadri, note di idillica, rasserenata freschezza MATRICI nitro su tela cm 80x45 16

17 MATRICI nitro su tela cm 45x70 MATRICI nitro su tela cm 45x80 Iniziò così un lavoro, dal 1968 al 1980, che fu essenzialmente riflessione sulla serialità. Lo sfrido, scarto delle tranciature metalliche, Ferreri lo assunse come segno-simbolo di quella invenzione tecnologica la produzione in serie frutto e causa di progresso ma anche di ambigue conseguenze economiche e sociali. Lo sfrido, non fu dunque un segno inventato, ma un reperto scelto, non per pretesto formale, ma per il suo essere un elemento del processo seriale; come un segno alfabetico nella comunicazione artistica. 4 proposizioni seriali rilievi acrilici su tela cm 100x Contraddizione seriale rilievi acrilici su tela cm 100x

18 PROVOCAZIONE Nitro e acrilico su inox cm 100x100 Serialità, concetto che Ferreri non volle limitare solo al tecnicismo produttivo suggerito dallo sfrido, ma ampliarlo all ipotesi che veda una serialità concettuale mirata a influenzare comportamenti umani. Schemi che oggettivizzino realtà di comodo, ne perpetuino la conoscenza, ne teorizzino regole al fine di imporne il consenso sociale. 18

19 SCHEMA SERIALE ADDENSATO Rilievi acrilici su tela cm 100x100 Derivarono da queste riflessioni i lavori presentati alle seguenti personali: a Venezia Galleria il Cavallino 1965 a Bologna La Loggia 1969 a Milano Galleria Cortina 1973 a Verona Galleria Cortina 1973 a Torino La Bussola 1979 a Boston U/Mass Rassegna 5 Italian Artists 1979 a Como Il Salotto 1980 a Bologna La Loggia

20 Prendiamo, tra tanti, per brevità, alcuni giudizi di Nello Ponente e Cesare Vivaldi. Nello Ponente : Ferreri scava un paesaggio dell anima ne analizza gli aspetti. Li ripropone nella nostra coscienza strutture scarnite, la materia non idealizzata, gli spazi bloccati e non suggestivi dati di riferimento localizzati che Ferreri elabora perché egli stesso e noi con lui vi si possa vivere prima di tutto, pensando. Ferreri è giunto a proporre un nuovo invito per una collaborazione cosciente Cesare Vivaldi a conclusione di un ampio scritto sulla Mostra alla Cortina di Milano: La personalità di Ferreri già fisionomizzata fin dal 1965 è in continua evoluzione e la sua ricerca spalanca nuove e più ricche aperture espressive. andare oltre se stesso rimanendo se stessi Ferreri lo sa perfettamente e la sua opera lo dimostra 20

21 Cronistoria artistica Nel 1983 presentò alla Galleria Santoro di Roma, soprattutto serigrafie di originale, complessa esecuzione. In rilievo. Il critico Luigi Lambertini così, tra l altro, ne scrisse: Ci troviamo una visione introspettiva ad una sua astrazione presenti i lancinanti controsensi della nostra quotidianità, non si avvertono più gli echi ferrigni delle presse e dei magli e neppure le vampate delle fucine; ad essi è subentrata la dolce architettura di colli e campi.da queste aristocratiche tavole affiora per sempre, proprio nel loro categorico equilibrio, una sorta di nostalgia. STRAPPI Serigrafie in rilievo cm 50x70 21

22 1994, Ferreri lascia Roma e lo studio in via Margutta dove ha vissuto e lavorato per 30 anni. Si trasferisce al Sasso, frazione di Cerveteri, in una casa in campagna. Il cambiamento non poteva non influenzarne il lavoro. STRAPPO tecnica mista su tela 100x90 Guardò la campagna, vide la Terra: solida, viva. Materia Terra. Suolo di passi incessanti, orme di storia. Terra che l uomo scavò in lunghi solchi, fecondandola affinchè lo nutrisse. Fu colpito dalla somiglianza di quel gesto produttivo con quello industriale: ritrovò la Serialità. Dipinse, ma solo quella terra. Lavori che titolò STRAPPI: una esclusività dello sguardo; una cognizione naturalistica che acceda a una trasfigurazione astratto-simbolica. 22

23 Cronistoria artistica Nel 1997 il Comune di Sutri (Roma) gli offre, per esporre, un luogo molto bello e funzionale: la grande Chiesa di San Francesco, di recente restaurata. L esposizione curata da Luigi Lambertini e dall Architetto Maurizio di Puolo offrì un ampia selezione di opere, a partire dal

24 Inizia un periodo di lavoro che si protrae fino ai nostri giorni, Il tema di fondo, anche se variamente modulato, è la TERRA: luogo e pensiero, riflessione costante. ELEGIA Nelle tele Elegia l mmagine-soggetto sale verticale come una ispirata emozione trasfigurante. ELEGIA tecnica mista su tela cm 110x135 24

25 CORROSIONE Un evento che colpisce la fantasia di Ferreri con: l essere-corrompersi-risorgere e che lo portò alla sintesi: la purezza dell orrore (nella corrosione c è il germe del risorgere). Il dramma si scioglie nella speranza: forme, colore, segni si contrastano in immagini confliggenti; manca la presenza del ferro, metallo corruttibile per eccellenza, e Ferreri lo sostituì con la sua limatura. Il risultato è interessante, il metallo diviene anche materia cromatica. LA PUREZZA DELL ORRORE tecnica mista e limatura di ferro su tela cm 110x100 25

26 CORROSIONE Tecnica mista e limatura di ferro su tela cm70x100 26

27 CORROSIONE tecnica mista e limatura di ferro su tela cm 70x100 27

28 TERRA ETRUSCA Vivere e lavorare in territorio Etrusco lo coinvolge e dipingerà tele, carte e soprattutto serigrafie a rilievo di particolare esecuzione, che nel 2005 presentò alla Galleria Alicelibri di Roma con questa nota: Terra Etrusca, un territorio sottolineato dal nero. Il nero come protagonista della visione di antiche vicissitudini. Il nero - umido e odoroso - degli ipogei, dei tumuli, delle tombe, testimonianza di una lontana civiltà della quale poche rimangono le vestigia dei vivi, mentre le loro storie affiorano dalla ludica, pacificata ritualità sepolcrale. Nel nero i precedessori. Qui presenze ineludibili. TERRA ETRUSCA Tecnica mista su tela cm 70x100 28

29 LE TOMBE Serigrafia su carta cm 70x50 29

30 TEMPO SOSPESO Forme-simbolo dell idea Terra di Ferreri, compatte, verticali, orrizontali nella metà dei quadri.la materia è terrosa e si colora, dai neri e grigi di varia tonalità. Un graffio ne percorre le superfici: un segno-gesto vitale.tempo sospeso; dunque, ci dice Ferreri,come sospensione di un evento: attesa; riflessione su un pensiero che si interroga. TEMPO SOSPESO - tecnica mista su tavola - cm 150x95 30

31 TEMPO SOSPESO Tecnica mista su tela cm 100x100 31

32 VORREI SCAVARE MEMORIE SENZA TITOLO Tecnica - mista su tavola 90x100 Già nell incipit Ferreri ribadisce l interesse ad approfondire la sua riflessione sul tema terra. E sviluppandone l espressione pittorica ne precisa il disegno. 32

33 FUGA tecnica mista su tavola 90x100 Intanto non più sospensione ma scandaglio delle forme-simbolo; che abbandonato lo scarno taglio rettangolare, disegnano un tracciato, libero nel volume e perimetro. E le superfici frontali graffite in piani, fughe, cavità come in una mappa. Il colore partecipa alternando accensioni e ombrosità. 33

34 SFINGE mista su tavola 100x90 Nel suo lavoro Ferreri vede la Terra come una immensa,vertiginosa giostra di pene e speranze, grandiosità e miserrime azioni. E tutto la Terra conserva e integra nella sua materia 34

SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE

SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE TRAGUARDI ABILITA COMPETENZE FINE SCUOLA DELL INFANZIA 3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI CONOSCENZE NUCLEO: ESPRIMERE E COMUNICARE

Dettagli

ARTE ED IMMAGINE MODULI OPERATIVI:

ARTE ED IMMAGINE MODULI OPERATIVI: ARTE ED IMMAGINE INDICATORE DISCIPLINARE Promuovere l alfabetizzazione dei linguaggi visivi per la costruzione e la lettura dei messaggi iconici e per la conoscenza delle opere d arte con particolare riferimento

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

La Tour Eiffel. La Tour Eiffel sembrava un faro abbandonato sulla terra da una generazione scomparsa, da una generazione di giganti

La Tour Eiffel. La Tour Eiffel sembrava un faro abbandonato sulla terra da una generazione scomparsa, da una generazione di giganti La Tour Eiffel La Tour Eiffel sembrava un faro abbandonato sulla terra da una generazione scomparsa, da una generazione di giganti 1889, Edmond de Goncourt, scrittore e critico letterario orrendo mostro

Dettagli

L U I G I L A P E T I N A pittore e incisore, è nato ad Armento (Pz) nel 1945. Ha frequentato i corsi di pittura e decorazione presso l Accademia di

L U I G I L A P E T I N A pittore e incisore, è nato ad Armento (Pz) nel 1945. Ha frequentato i corsi di pittura e decorazione presso l Accademia di L U I G I L A P E T I N A pittore e incisore, è nato ad Armento (Pz) nel 1945. Ha frequentato i corsi di pittura e decorazione presso l Accademia di Belle Arti di Roma e i corsi di tecniche incisorie presso

Dettagli

Roma celebra Guttuso, il pittore del realismo sociale ed esistenziale Guttuso. 1912-2012

Roma celebra Guttuso, il pittore del realismo sociale ed esistenziale Guttuso. 1912-2012 Roma celebra Guttuso, il pittore del realismo sociale ed esistenziale Guttuso. 1912-2012 Mostra a Roma, Complesso del Vittoriano 12/10/2012-10/02/2013 Se io potessi, per una attenzione del padreterno,

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

GINO TAROZZI. Tra sogno e realtà

GINO TAROZZI. Tra sogno e realtà GINO TAROZZI Tra sogno e realtà Copertina: particolare dell opera Verso il tramonto sul Po Realizzazione grafica: Basile Vito for Virtualstudios Coordinamento editoriale: Deborah Petroni Rubens Fogacci

Dettagli

Oprandi Serenella. Elenco degli interventi realizzati:

Oprandi Serenella. Elenco degli interventi realizzati: La pittrice Serenella Oprandi, nata a Rovetta nel 1950 è una specialista della tecnica dell acquerello, tecnica per la quale è attualmente riconosciuta tra le più originali autrici del panorama bergamasco.

Dettagli

Trova il percorso giusto per raggiungere la Madre folle, opera di Arturo Martini.

Trova il percorso giusto per raggiungere la Madre folle, opera di Arturo Martini. 6 dicembre 2007 8 marzo 2008 ARTURO MARTINI GRANDI SCULTURE DA VADO LIGURE Vado Ligure, Museo di Villa Groppallo Orario: tutti i giorni 15.00-19.00 Chiuso il lunedì www.arturomartini.it Tel. 019883914

Dettagli

MOA.TODAY. Interattività per menti curiose

MOA.TODAY. Interattività per menti curiose Interattività per menti curiose About Us Dove siamo Metodologia Servizi Space sharing Progetti 2 ABOUT US Design interattivo per menti curiose Siamo creatori appassionati dell arte multimediale, di idee

Dettagli

frattini vittore Èuna grande conquista del Novecento, quella di aver IN LINEA CON L ARTE MODERNA

frattini vittore Èuna grande conquista del Novecento, quella di aver IN LINEA CON L ARTE MODERNA arte vittore frattini IN LINEA CON L ARTE MODERNA È dotato di tenacia, di voglia di approfondire, di grande tecnica. Tra tele solcate da fasci di colore, lame che tagliano gli sfondi uniformi, Frattini

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

I Cristiani e gli Ebrei

I Cristiani e gli Ebrei I Cristiani e gli Ebrei La casa del Papa: Basilica di San Pietro e Musei Vaticani Le catene di San Pietro e la neve estiva nella Basilica di San Pietro in vincoli e nella Basilica di Santa Maria Maggiore

Dettagli

GENERAZIONE dei BENI COMUNI Altri modi di abitare il mondo

GENERAZIONE dei BENI COMUNI Altri modi di abitare il mondo Educa 2012: invito ai giovani GENERAZIONE dei BENI COMUNI Altri modi di abitare il mondo 1. Il nucleo tematico Il nostro tempo è adesso, qui e ora. Il progetto è qui e ora, il futuro è qui e ora, l orizzonte

Dettagli

Piano di Lavoro. Secondo Biennio

Piano di Lavoro. Secondo Biennio ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Aldo MORO Liceo Scientifico Istituto Tecnico Industriale Via Gallo Pecca n. 4/6 10086 RIVAROLO CANAVESE SEZIONE SCIENTIFICA A.S. 2014 2015 Piano di Lavoro DISEGNO E STORIA

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

Dimenticare Tahiti György Lukács 1

Dimenticare Tahiti György Lukács 1 Dimenticare Tahiti György Lukács 1 Ogni artista è alla ricerca della propria Tahiti, ma oltre a Gauguin nessuno è riuscito a trovarla. Credo che da noi molti sopravvalutino Gauguin, considerandolo il punto

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO Premessa NOI SIAMO PARTE DELLA TERRA ED ESSA È PARTE DI NOI INSEGNATE AI VOSTRI BAMBINI CHE LA TERRA È NOSTRA

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini Nella scuola dell'infanzia non si può parlare di vere e proprie "discipline", bensì di CAMPI DI ESPERIENZA educativa. Con questo termine si indicano i diversi ambiti del fare e dell'agire e quindi i settori

Dettagli

Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43

Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43 Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43 Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 49 Testata: Corriere dell Irpinia Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 12 Testata: Ottopagine Data: 22

Dettagli

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi.

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi. 1.Introduzione Venezia nasce nel 452 e poco dopo la fondazione della città i commercianti veneziani cominciano a portare dall Oriente prodotti che gli Europei non conoscono: le spezie, il cotone, i profumi

Dettagli

IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I CAMPI DI ESPERIENZA Gli insegnanti accolgono, valorizzano ed estendono le curiosità, le esplorazioni, le proposte dei bambini e creano occasioni di apprendimento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA AMPI DI ESPERIENZA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER I BAMBINI DI 5 ANNI ESPERIENZE

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Storia e critica delle arti e dello spettacolo a Bernardo Bertolucci

Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Storia e critica delle arti e dello spettacolo a Bernardo Bertolucci Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Storia e critica delle arti e dello spettacolo a Bernardo Bertolucci Intervento del Rettore Prof. Loris Borghi Parma, 16 dicembre 2014

Dettagli

Le Giornate del lavoro culturale

Le Giornate del lavoro culturale www.viveredicultura.it Sotto l Alto Patronato del Presidente della Repubblica Le Giornate del lavoro culturale con l adesione di Progetto di Roma, Auditorium - Parco della Musica 24-25 giugno 2011 con

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori

Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori TRAGUARDI DI COMPETENZA Comunicare, esprimere emozioni, raccontare, utilizzando

Dettagli

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA ARTE E IMMAGINE - TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE comunica, esprime emozioni, racconta utilizzando le varie possibilità che il linguaggio del corpo consente inventa

Dettagli

Associazione Culturale. I Gatti del Foro

Associazione Culturale. I Gatti del Foro Associazione Culturale I Gatti del Foro L Associazione I Gatti del Foro propone alle scuole medie inferiori una serie di visite guidate concepite per gli alunni delle classi 1ª, 2ª e 3ª. L intento è quello

Dettagli

Descrizione dettagliata del Programma delle Visite Guidate. Maggio-Giugno 2013

Descrizione dettagliata del Programma delle Visite Guidate. Maggio-Giugno 2013 dettagliata del Programma delle Visite Guidate Maggio-Giugno 2013 12-5-13: La necropoli Etrusca di Cerveteri La necropoli etrusca di Cerveteri è sicuramente una delle antiche necropoli più estese al mondo.

Dettagli

Intervista telematica a Sonia Grineva

Intervista telematica a Sonia Grineva BTA Bollettino Telematico dell'arte ISSN 1127-4883 Fondato nel 1994 Plurisettimanale Reg. Trib. di Roma n. 300/2000 dell'11 Luglio 2000 1 Gennaio 2010, n. 549 http://www.bta.it/txt/a0/05/bta00549.html

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

NEWSLETTER. Luglio 2007. I l g r u p p o I t a l i a n o

NEWSLETTER. Luglio 2007. I l g r u p p o I t a l i a n o NEWSLETTER - I N V E N T A R E I L F U T U R O - Luglio 2007 I l g r u p p o I t a l i a n o Il gruppo italiano Inventare il futuro è iniziato lo scorso mese di maggio e si riunisce quasi ogni settimana

Dettagli

Proposte educative a.s. 2015 16

Proposte educative a.s. 2015 16 Proposte educative a.s. 2015 16 GENUS BONONIAE MUSEI NELLA CITT À Via Manzoni 2 Via CasƟglione 8 Via Parigi 5 GENUS BONONIAE MUSEI NELLA CITT À Ai Dirigenti degli Istituti Comprensivi e Circoli Didattici

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Diva Ebanea Modalità e tecniche di un restauro ligneo

Diva Ebanea Modalità e tecniche di un restauro ligneo Diva Ebanea Modalità e tecniche di un restauro ligneo Felice Ragazzo 2014 www.feliceragazzo.it Storia del ristabilimento di una scultura lignea, dopo lo schianto con una caduta. 02/32 Riferimenti: Obiettivo:

Dettagli

Curricolo Scuola dell'infanzia

Curricolo Scuola dell'infanzia Curricolo Scuola dell'infanzia I Campi d'esperienza sviluppati sono destinati a confluire nei nuclei tematici che le diverse discipline svilupperanno già a partire dal primo anno della Scuola Primaria

Dettagli

I. Turismo e vacanze in Italia

I. Turismo e vacanze in Italia I. Turismo e vacanze in Italia Ogni anno tantissimi turisti passano le loro vacanze in Italia. Che cosa attira questi turisti? Il clima temperato, le bellezze naturali, la ricchezza del patrimonio storico,

Dettagli

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia.

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Questo - in ordine cronologico - l ultimo appuntamento organizzato dall Istituto Comprensivo

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

CURRICOLI DISCIPLINARI

CURRICOLI DISCIPLINARI ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLI DISCIPLINARI Anno scolastico 2013-14 INDICE 1. IL SE E L ALTRO. pag. 3 2. IL CORPO E IL MOVIMENTO.. pag. 4 3. IMMAGINI, SUONI, COLORI.....

Dettagli

Mostra la tua arte. Scopri tutti i prodotti AE Frames.

Mostra la tua arte. Scopri tutti i prodotti AE Frames. www.albumepoca.com Mostra la tua arte Grazie alle nuove cornici Album Epoca, che si affiancano alle esclusive collezioni di Album e Fotolibri, potrai esporre i tuoi scatti a muro o su tavolo, in modo

Dettagli

Ideazione, realizzazione e cura di Irene Di Ruscio (storico dell arte)

Ideazione, realizzazione e cura di Irene Di Ruscio (storico dell arte) MUSEO CIVICO BASILIO CASCELLA PESCARA LABORATORI DIDATTICI DI APPRENDIMENTO ANNO SCOLASTICO 2006/07 Ideazione, realizzazione e cura di Irene Di Ruscio (storico dell arte) Una genealogia di artisti e le

Dettagli

PERCORSI PER LA SCUOLA PRIMARIA

PERCORSI PER LA SCUOLA PRIMARIA I percorsi proposti dalla Sezione Didattica dell Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi all interno della Pinacoteca di Brera sono condotti grazie all ausilio di materiale didattico, appositamente

Dettagli

Lo spazio dell uomo nel creato! Lo spazio pubblico urbano,! memoria del passato! proiettato nel futuro"

Lo spazio dell uomo nel creato! Lo spazio pubblico urbano,! memoria del passato! proiettato nel futuro Lo spazio dell uomo nel creato! Lo spazio pubblico urbano,! memoria del passato! proiettato nel futuro" Prof. Dr. Roland Günter! conferenza - Pistoia - giugno 2011" Siamo fatti di tutto quello che abbiamo

Dettagli

Opere d Arte Contemporanea una Collezione Privata Italiana degli Anni 70 Opere dalla Collezione Tonelli

Opere d Arte Contemporanea una Collezione Privata Italiana degli Anni 70 Opere dalla Collezione Tonelli Press Release Milan For Immediate Release Milano Wanda Rotelli +39 02 29500202 wanda.rotelli@sothebys.com Londra Matthew Weigman matthew.weigman@sothebys.com Opere d Arte Contemporanea una Collezione Privata

Dettagli

Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto CURRICOLO SCUOLA DELL'INFANZIA

Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto CURRICOLO SCUOLA DELL'INFANZIA Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto CURRICOLO SCUOLA DELL'INFANZIA IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA PREMESSA La formula dell'istituto comprensivo, in cui si articola oggi la nostra scuola, prevede

Dettagli

ESCURSIONI. DOVE: nella Valle del Serchio le locations si trovano nel raggio di circa 12 km da Il Ciocco infopoint.

ESCURSIONI. DOVE: nella Valle del Serchio le locations si trovano nel raggio di circa 12 km da Il Ciocco infopoint. ESCURSIONI DOVE: nella Valle del Serchio le locations si trovano nel raggio di circa 12 km da Il Ciocco infopoint. Alla scoperta dei colli di Barga Questa è l escursione ideale per chi vuole scoprire senza

Dettagli

LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA

LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA Per accompagnare e approfondire l insegnamento scolastico delle antiche civiltà, si propone una serie incontri che si potranno adottare o per

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

4.4.1 Obiettivi specifici di apprendimento 2 3 ANNI

4.4.1 Obiettivi specifici di apprendimento 2 3 ANNI 4.4.1 Obiettivi specifici di apprendimento 2 3 ANNI Rafforzare l autonomia e la stima di sé, l identità. Rispettare e aiutare gli altri cercando di capire i loro pensieri, azioni e sentimenti. Rispettare

Dettagli

Sempre più spesso ci domandiamo quale debba essere l atteggiamento. dell arte contemporanea di fronte ai drammi del mondo attuale, se la pittura,

Sempre più spesso ci domandiamo quale debba essere l atteggiamento. dell arte contemporanea di fronte ai drammi del mondo attuale, se la pittura, A TUO RISCHIO E PERICOLO Lorenzo Canova A Ferdinando Baldi e Amedeo Canova, vittime antiche di un lavoro crudele Sempre più spesso ci domandiamo quale debba essere l atteggiamento dell arte contemporanea

Dettagli

Bellezza, per sempre 10 BUONI MOTIVI PER SCEGLIERE IL RAME

Bellezza, per sempre 10 BUONI MOTIVI PER SCEGLIERE IL RAME Bellezza, per sempre 10 BUONI MOTIVI PER SCEGLIERE IL RAME 1 Un materiale che dura nel tempo Una volta che hai scelto il rame non ci pensi più! Le coperture in rame durano secoli. Infatti il rame quando

Dettagli

L ALBERO DELLA VITA. L albero della vita è uno dei simboli venerati in tutte le culture come principio di vita e longevità.

L ALBERO DELLA VITA. L albero della vita è uno dei simboli venerati in tutte le culture come principio di vita e longevità. L ALBERO DELLA VITA Presentazione: L albero della vita è uno dei simboli venerati in tutte le culture come principio di vita e longevità. Nella tradizione ebraica si narra che Dio mise nel giardino dell

Dettagli

Il cimitero di Voghera Antonio Monestiroli, Tommaso M onestiroli

Il cimitero di Voghera Antonio Monestiroli, Tommaso M onestiroli Il cimitero di Voghera Antonio Monestiroli, Tommaso M onestiroli I progetti che oggi vi illustrerò (il V ampliamento del cimitero di Voghera e il concorso per l ampliamento del cimitero sull isola di San

Dettagli

IIPeriodo Dicembre 2013- Gennaio 2014

IIPeriodo Dicembre 2013- Gennaio 2014 Posizione del proprio corpo in relazione agli oggettiprogettazione 2^UdA SCUOLA INFANZIA Dicembre 2013 -- Gennaio 2014 a.s. 2013-2014 Aurora dalle dita di rosa IIPeriodo Dicembre 2013- Gennaio 2014 AFRODITE

Dettagli

Claudio Nardi architetto Maurizio Andruetto e Monica Deri - Associazione LP

Claudio Nardi architetto Maurizio Andruetto e Monica Deri - Associazione LP Claudio Nardi architetto Maurizio Andruetto e Monica Deri - Associazione LP L Architetto è quella figura che copre un ruolo sociale, culturale, di ricercatore e di marcatore di nuove tendenze. Claudio

Dettagli

CORSI DI PITTURA 2012/13 in collaborazione con l'associazione Eventi

CORSI DI PITTURA 2012/13 in collaborazione con l'associazione Eventi CORSI DI PITTURA 2012/13 in collaborazione con l'associazione Eventi DISEGNO E PITTURA Tecnica a scelta Il corso è aperto a tutti, anche a chi non ha mai disegnato o dipinto. L'obiettivo di questo corso

Dettagli

LA SCUOLA IN CAMERA. Programma didattico per le scuole, a.s. 2015-16

LA SCUOLA IN CAMERA. Programma didattico per le scuole, a.s. 2015-16 LA SCUOLA IN CAMERA CAMERA - centro italiano per la fotografia Programma didattico per le scuole, a.s. 2015-16 Camera - Centro Italiano per la Fotografia aprirà al pubblico nell autunno del 2015, istituendo

Dettagli

Finalità generali dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo della Scuola dell Infanzia

Finalità generali dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo della Scuola dell Infanzia Finalità generali dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo della Scuola dell Infanzia Competenze-Chiave Europee (Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006 (2006/962/CE))

Dettagli

È nata Noi Sapienza Alumni, l associazione che riunisce gli ex studenti dell Ateneo NoiSapienza Alumni

È nata Noi Sapienza Alumni, l associazione che riunisce gli ex studenti dell Ateneo NoiSapienza Alumni È nata Noi Sapienza Alumni, l associazione che riunisce gli ex studenti dell Ateneo Inaugurata nel Palazzo del Rettorato con quattro testimonial d eccezione: Antonio Catricalà, Guglielmo Epifani, Paolo

Dettagli

La strategia del silenzio per una comunicazione felice tra medico e paziente

La strategia del silenzio per una comunicazione felice tra medico e paziente La strategia del silenzio per una comunicazione felice tra medico e paziente laboratorio teatrale con serata finale per gli studenti di Medicina della Seconda Università di Napoli Premessa La medicina

Dettagli

Picasso, miró, dalí. giovani e arrabbiati: la nascita della modernità

Picasso, miró, dalí. giovani e arrabbiati: la nascita della modernità Picasso, miró, dalí giovani e arrabbiati: la nascita della modernità 12 marzo 17 luglio 2011 Questa mostra presenta le opere di tre grandi artisti spagnoli del Novecento: Pablo Picasso, Joan Miró e Salvador

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CONTURSI TERME SCUOLA DELL INFANZIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CONTURSI TERME SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CONTURSI TERME SCUOLA DELL INFANZIA Anno scolastico 2010/2011 ITINERARIO PROGRAMMATICO Crescere in allegria tra diritti e doveri, esplorando la mappa dei valori fondanti di libertà,

Dettagli

01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche?

01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche? {oziogallery 463} 01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche? Da sempre! Fin da piccola ho avuto una grande passione per l arte, mi soffermavo spesso a contemplare

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

NICOLA NANNINI. a cura di GRAZIANO CAMPANINI

NICOLA NANNINI. a cura di GRAZIANO CAMPANINI NICOLA NANNINI a cura di GRAZIANO CAMPANINI CAPRICCIO BOLOGNESE olio su tela cm 50x70 2003 (collezione privata) PRESENTAZIONE CARIFE SIM è lieta di ospitare nella sua sede di Bologna alcune significative

Dettagli

Picasso Guernica INIZIA IL PERCORSO

Picasso Guernica INIZIA IL PERCORSO Picasso Guernica Analizzare come, attraverso l espressività e il valore simbolico dell opera, Picasso riesca a creare un manifesto contro la guerra di forte impatto emotivo Confrontare messaggi di opere

Dettagli

Offerta Didattica 2014/2015. www.tappetovolante.org 081 8631581 3391888611

Offerta Didattica 2014/2015. www.tappetovolante.org 081 8631581 3391888611 Offerta Didattica 2014/2015 www.tappetovolante.org 081 8631581 3391888611 La scuola va a teatro... con Tappeto Volante! La gita scolastica è da sempre considerata dagli studenti un appuntamento atteso

Dettagli

S cuele A tive V ierte E ducative PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA. per l anno scolastico 2013/2014

S cuele A tive V ierte E ducative PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA. per l anno scolastico 2013/2014 S cuele A tive V ierte E ducative IMPARARE GIOCANDO PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA per l anno scolastico 2013/2014 IMPARARE GIOCANDO L U.O. Ludobus propone per l anno scolastico 2013-2014 percorsi

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

ANDY Andy nasce a Monza nel 1971. Da sempre attratto dalle arti visive, si forma accademicamente presso l Istituto d Arte di Monza e l Accademia delle Arti Applicate di Milano fino alla specializzazione

Dettagli

MALEVIČ PER LA SCUOLA

MALEVIČ PER LA SCUOLA MALEVIČ PER LA SCUOLA Kazimir Malevič nasce a Kiev nel 1878, e nel 1915 il suo Quadrato nero su fondo bianco che vede quest anno il centenario - è stato identificato come l icona del nostro tempo dal suo

Dettagli

ATTIVITÀ PER RAGAZZI DAI 14 ANNI IN POI. Spazio LAB LINGUE IN SCENA!

ATTIVITÀ PER RAGAZZI DAI 14 ANNI IN POI. Spazio LAB LINGUE IN SCENA! ATTIVITÀ PER RAGAZZI DAI 14 ANNI IN POI Spazio LAB LINGUE IN SCENA! Festival Studentesco Europeo di teatro promosso da: Città di Torino, Goethe Institut, Ambasciata di Francia e Alliance Francais, Teatro

Dettagli

Curricolo di Istituto Scuola Infanzia Piano formativo: costruzione del sé Competenze di scuola Traguardi Campi di esperienza

Curricolo di Istituto Scuola Infanzia Piano formativo: costruzione del sé Competenze di scuola Traguardi Campi di esperienza Competenze chiave di cittadinanza europee Imparare ad imparare Spirito di iniziativa ed imprenditorialità Curricolo di Istituto Scuola Infanzia Piano formativo: costruzione del sé Competenze di scuola

Dettagli

DOMENICA 19 APRILE 2015 PRIMO EDUCATIONAL DAY PROMOSSO DA AMACI ASSOCIAZIONE DEI MUSEI D ARTE CONTEMPORANEA ITALIANI

DOMENICA 19 APRILE 2015 PRIMO EDUCATIONAL DAY PROMOSSO DA AMACI ASSOCIAZIONE DEI MUSEI D ARTE CONTEMPORANEA ITALIANI DOMENICA 19 APRILE 2015 PRIMO EDUCATIONAL DAY PROMOSSO DA AMACI ASSOCIAZIONE DEI MUSEI D ARTE CONTEMPORANEA ITALIANI Botto & Bruno per l Educational Day, Silent walk, fotocollage, 2014 Laboratori, workshop,

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Progetto Scuole Incontro GNR Bologna 26-27 27 Novembre 2011

Progetto Scuole Incontro GNR Bologna 26-27 27 Novembre 2011 Progetto Scuole Incontro GNR Bologna 26-27 27 Novembre 2011 ASSOCIAZIONI VIP CHE ATTUALMENTE SOSTENGONO IL PROGETTO SCUOLE VIP GENOVA VIP SIENA VIP PARMA VIP VERONA VIP ALESSANDRIA VIP MODENA VIP ROMA

Dettagli

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno scolastico 2011/12 Docente Ketti Demo Disciplina Storia Classe II Sezione A n. alunni 23 SITUAZIONE DI PARTENZA Livello della classe (indicare con X a sinistra):

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA. Contenuti

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA. Contenuti PER LA SCUOLA DELL INFANZIA Fonte di legittimazione: Indicazioni per il curricolo 2012 IL SE E L ALTRO - Gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie

Dettagli

PARAPORTO SCALETTA, PARAPORTO VEROCCHIO E PARAPORTO SAN LUCA

PARAPORTO SCALETTA, PARAPORTO VEROCCHIO E PARAPORTO SAN LUCA CONSORZIO della CHIUSA di CASALECCHIO e del CANALE di RENO Via della Grada, 12 40122 Bologna Tel. 051.6493527 Fax 051.5280238 E-mail: info@consorzireno-savena.it www.consorzireno-savena.it Pianta generale

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA " MADRE LINDA LUCOTTI" ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S. 2011 \ 2012

SCUOLA DELL'INFANZIA  MADRE LINDA LUCOTTI ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S. 2011 \ 2012 ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE PREMESSA L incontro con la fiaba è molto stimolante perché sollecita nei bambini esperienze altamente educative, sul piano cognitivo, affettivo, linguistico e creativo. La fiaba

Dettagli

Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo

Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo L Italia fascista Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo La nascita e l affermazione del Fascismo La prima riunione del movimento dei fasci di combattimento si tenne a Milano nel 1919.

Dettagli

WHAT IS.nuts? L IDEA, LA FILOSOFIA

WHAT IS.nuts? L IDEA, LA FILOSOFIA WHAT IS.nuts? L IDEA, LA FILOSOFIA Nuts è una selezione di articoli di design contemporaneo, artigianato d eccellenza e opere d arte. Mobili e complementi d arredo, edizioni limitate e pezzi unici. Nuts

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo adolescenti

Livello CILS A2 Modulo adolescenti Livello CILS A2 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado Anno

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA INFANZIA ITALO CALVINO SEZIONE C. a.s. 2013-2014

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA INFANZIA ITALO CALVINO SEZIONE C. a.s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA INFANZIA ITALO CALVINO SEZIONE C a.s. 2013-2014 Il percorso che quest'anno vogliamo realizzare è alfabetizzare alle emozioni e nasce dall'esigenza di fornire al bambino strumenti

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

28 settembre 20 ottobre 2013 MOVICENTRO. Piazza Caduti di Nassiriya (adiacente Stazione FS) BANDO E REGOLAMENTO

28 settembre 20 ottobre 2013 MOVICENTRO. Piazza Caduti di Nassiriya (adiacente Stazione FS) BANDO E REGOLAMENTO 28 settembre 20 ottobre 2013 MOVICENTRO Piazza Caduti di Nassiriya (adiacente Stazione FS) BANDO E REGOLAMENTO OGGETTO E OBIETTIVI DEL CONCORSO Dopo il successo dei precedenti allestimenti, la Città di

Dettagli

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La Scuola dell Infanzia offre a ciascun bambino un ambiente di vita e di cultura, un luogo di apprendimento e di crescita dalle forti connotazioni

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

MUSEI DI PALAZZO DEI PIO Piazza dei Martiri 68 41012 Carpi MO tel. 059 649973 fax 059 649361 www.palazzodeipio.it/imusei musei@carpidiem.

MUSEI DI PALAZZO DEI PIO Piazza dei Martiri 68 41012 Carpi MO tel. 059 649973 fax 059 649361 www.palazzodeipio.it/imusei musei@carpidiem. MUSEI DI PALAZZO DEI PIO Piazza dei Martiri 68 41012 Carpi MO tel. 059 649973 fax 059 649361 www.palazzodeipio.it/imusei musei@carpidiem.it I Musei di Palazzo dei Pio si compongono di due percorsi, il

Dettagli

Museo archeologico. Sezione preistoria/protostoria

Museo archeologico. Sezione preistoria/protostoria Museo archeologico Sezione preistoria/protostoria VIAGGIO NELLA PREISTORIA E PROTOSTORIA DAL PALEOLITICO ALL ETÁ DEL FERRO Contenuti: Visita alle sale preistoriche del Paleolitico, Mesolitico e Neolitico,

Dettagli

I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o

I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o VIA SPINELLI 84088 SIANO (SA)-. 081/5181021- Ê081/5181355 - C.F. 95140330655 e mail SAIC89800D@ISTRUZIONE.IT, SAIC89800D@PEC.ISTRUZIONE.IT, www.istitutocomprensivosiano.gov.it

Dettagli