PROGRAMMA DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE SVOLTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE SVOLTO"

Transcript

1 LICEO SCIENTIFICO BOGGIO LERA CATANIA PROGRAMMA DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE SVOLTO ANNO SCOLASTICO PROFESSORESSA : FEBBRARINO NASELLI SILVANA CLASSE I B SA Libri di testo. Disegno Rocco Fiumara M.Borgherini SEGNI e MODELLI. Ed. DeAgostini Storia dell Arte Cricco, Di Teodoro ITINERARIO NEL ARTE Vol I Dalla preistoria all arte romana.ed Zanichelli. Versione Verde DISEGNO GEOMETRICO: Nozioni di geometria elementare. Punti, linee,piano, superficie, retta, angoli. I poligoni: triangoli, quadrilateri, cerchio. Definizione dei solidi: cubo, prisma, piramide, parallelepipedo, cono, cilindro. Nozioni di geometria descrittiva:proiezioni ortogonali, il sistema di riferimento,linea di terra, P.O, P.V, P.L. Ribaltamento dei piani di proiezione,rappresentazione della retta. Condizione di appartenenza di un punto a una retta. Condizione di parallelismo tra rette.rappresentazione del piano. Condizione di parallelismo fra piani. Proiezioni ortogonali del punto, della retta, delle figure piane( quadrato, rettangolo, triangolo, equilatero, triangolo scaleno, cerchio, esagono, poligono concavo), proiezione di figure inclinate ai piani. Proiezioni ortogonali di figure inclinate ai piani. Figura ortogonale a un piano e obliqua agli altri due( cerchio).proiezioni ortogonali dei solidi (piramide a base quadrata, parallelepipedo, prisma a base esagonale, piramide a base pentagonale, cono cilindro). Proiezione ortogonale di un gruppo di solidi. Solidi inclinati ai piani di proiezione(cono,cilindro). Proiezione ortogonale di una piramide a base pentagonale con asse parallelo al P.V.e inclinato rispetto agli altri piani. Piani in sezione. Solidi sezionati. PROGRAMMA DI STORIA DELL ARTE LA PREISTORIA: Paleolitico superiore- scultura: Venere di Willendorf. Pittura: graffiti(grotta di Lascaux). Mesolitico e neolitico: vaso decorato, caccia,figure umane stilizzate Architettura: Menhir,Dolmen e Cromlech. Nuraghi( cd rom su Stonenhenge).I trulli. ARTE EGIZIA :la Mastaba,Antico Regno- piramide a gradoni di Zoser. Piramide a facce lisce:cheope,chefren,micerino. Medio regno. Nuovo regno: i templi- tempio funerario della regina Hatshepsu tempio divino- AMON a KARNAK. Scultura: busto della regina Nefertiti, Micerino in compagnia della moglie Khamerer Nebbi.Pittura Egizia. ARTE EGEO- CRETESE: architettura il Palazzo di CNOSSO. Scultura. Pittura. Ceramica, stile di Karames, stile Nuovo, stile di Palazzo.Brocca in stile di karames, anfora, brocchetta di Gurnia. ARTE MICENEA: architettura ( cd rom sull arte micenea).palazzo di Tirinto.Porta dei leoni. Tesoro di Atreo. ARTE GRECA. Periodo di formazione. La Polis. Periodo arcaico, tipologie dei templi. Ordini greci: DORICO,IONICO, CORINZIO.. Periodo classico: il Partenone. Eretteo,Loggetta delle Cariatidi,Propilei, Pinacoteca,Tempietto di Atena Nike( dvd).scultura i fratelli Kleobi, Moschophoros, Kouros di Milo, Hera di Samo,Zeus, Auriga di Delfi. Mirone- Discobolo,Policleto -Doriforo. Fidia. Periodo ellenistico: Altare di Zeus, Gruppo del Laocoonte. Prassitele: Afridite Cnidia, Skopas:Menade danzante.

2 Lisippo:Apoxyomenos. I bronzi di Riace.Il teatro di Epidauro.Teatro greco-romano, anfiteatro di Catania. Terme Achilleane, della Rotonda, dell Indirizzo di Catania. ARTE ETRUSCA: architettura- i villaggi, le città, arco reale PORTA DELL ARCO DI VOLTERRA, il tempio( differenza e affinità tra il teatro greco e quello etrusco),colonna tuscanica, le tombe:ponte S.Giovanni,tomba dei Rilievi nella Necropoli di Cerveteri Scultura: Canopi, Sarcofago degli sposi, Apollo di Veio.La Lupa Capitolina. La Chimera d Arezzo. ARTE ROMANA: tecnica edilizia e caratteri dell architettura romana, opere di utilità pubblica, la città. Architettura:Ara Pacis( differenze e affinità con l Altare di Zeus).Terme di Caracalla. Pittura: gli stili della pittura- Decorazione pittorica del I stile ad incrostazione. Decorazione del II stile Fregio della Villa dei Misteri Fregio con Amorini. Decorazione III Stile. Decorazione pittorica del IV stile-casa dei Vettii (Pompei. Architettura:il Colosseo( dvd). Pantheon. Colonna Traiana- e Aureliana.Arte Paleocristiana. Basilica paleocristiana,basilica romana, basilica di Massenzio.Santa Maria Maggiore,Mausoleo di Santa Costanza, mosaico della vendemmia. Tecnica del mosaico. Arte a Ravenna.Mausoleo di Galla Placidia,mosaico della cupola,battistero degli ortodossi,mosaico della cupola, Battesimo di Cristo. Sant Apollinare Nuovo,mosaico Palazzo di Teodorico, Processione delle Sante Vergini. Basilica di San Vitale, mosaico del presbiterio di Teodora e la sua corte e di Giustiniano e il suo seguito. Basilica di Sant Apollinare in Classe, mosaico del abside con i mosaici del catino. Inoltre la classe è uscita per visionare e Terme della Rotonda, Achilleane,dell Indirizzo,Teatro greco-romano e Anfiteatro Romano di Catania. Professoressa Silvana Febbrarino Naselli

3 PROGRAMMA DI ED. FISICA Classe I Bsa Anno Scolastico 2014/2015 DOCENTE: MARIA RUMASUGLIA PROGRAMMA PRATICO - Test per misurare la resistenza: a) calcolo della frequenza basale b) calcolo del tempo di recupero c) misurazione della capacità di resistenza generale o aerobica (test di Cooper ) - Test di palleggi a muro per misurare la coordinazione - Test forza arti inferiori - Test forza arti superiori - Test forza muscoli addominali - Test mobilità colonna vertebrale - Test velocità metri 30 - STRETCHING dei principali muscoli del corpo umano bicipite femorale, tricipite della sura, quadricipite) - POTENZIAMENTO dei principali muscoli del corpo umano - ATLETICA LEGGERA: - Preatletici: corsa laterale con incrocio, galoppo, corsa calciata, corsa balzata, skip, allunghi, saltelli ad uno o due piedi, tip-tap, allunghi. - Salto in alto stile Fosbury. - Corsa ad ostacoli - Lancio del peso - PALLAVOLO: esercizi per il miglioramento del palleggio, bagher, Servizio di sicurezza, ricezione a doppia w, partita. Torneo di pallavolo

4 - Pallacanestro:, tiro da fermo palleggio, cambio di direzione Libro di testo: Più Movimento PROGRAMMA TEORICO Autori Fiorini, Coretti, Bocchi. Casa Editrice: Marietti Scuola - NOMENCLATURA E TERMINOLOGIA GINNASTICA. - SCHEMI DI PALLAVOLO - APPARATO SCHELETRICO

5 Classe 1BSA An.Sc.2014/2015 FISICA Unità 1: La misura delle grandezze fisiche Grandezze fisiche, unità di misura, equivalenze. Notazione scientifica, ordine di grandezza. Massa, peso e densità. Errori di misura: assoluti, relativi, percentuali. Caratteristiche degli strumenti di misura. Errori sulle misure indirette. Cifre significative. Laboratorio: misura del volume per immersione, della massa e calcolo della densità, propagazione dell errore nelle misure indirette. Unità 2: Rappresentazione di dati e fenomeni Tabelle, formule, grafici. Pendenza di una retta. Proporzionalità diretta e inversa, correlazione lineare, proporzionalità quadratica e quadratica inversa. Laboratorio: leva, relazione tra braccio e forza. Laboratorio: pendolo, relazione tra lunghezza corda e periodo di oscillazione. Unità 3: Grandezze vettoriali Grandezze scalari e vettoriali. Spostamenti e vettori. Operazioni sui vettori. Scomposizione di un vettore, componenti. Seno, coseno e tangente di un angolo acuto. Forze, forze fondamentali. Forze elastiche, forze di attrito. Laboratorio: scomposizione di un vettore. Laboratorio: dinamometro e relazione tra forza peso e massa. Laboratorio: calcolo della costante elastica di una molla, legge di Hooke. Unità 4: Equilibrio dei corpi solidi Equilibrio di un punto materiale. Reazioni vincolari. Equilibrio su un piano inclinato liscio e con attrito. Momento di una forza. Equilibrio rispetto alla rotazione. Coppie di forze, momento di una coppia. Guadagno di una macchina semplice. Leve, carrucole, verricelli. Baricentro. Stabilità di un corpo appoggiato. Laboratorio: equilibrio di una leva. Unità 5: Equilibrio dei fluidi Pressione. Legge di Stevin. Principio di Pascal. Sollevatore idraulico. Vasi comunicanti. Esperienza di Torricelli, pressione atmosferica. Spinta di Archimede. Laboratorio: spinta di Archimede. Laboratorio: vasi comunicanti e relazione tra densità e altezza di tre liquidi diversi. Unità 6: Il moto rettilineo Traiettoria, sistema di riferimento. Variazione di una grandezza fisica. Velocità media ed istantanea. Moto rettilineo uniforme: legge oraria, rappresentazione grafica del moto. Laboratorio: rotaia a cuscino d aria, moto di un corpo in assenza di forze e relazione tra spazio e tempo. Laboratorio di informatica: elaborazione dati sperimentali con excel, inserimento grafici.

6 Unità 7: accelerazione; moto uniformemente accelerato; legge oraria del moto; calcolo dello spazio dal grafico velocità-tempo. Laboratorio: rotaia a cuscino d aria, moto di un corpo soggetto ad una forza costante. Laboratorio di informatica: elaborazione dati sperimentali con excel. Raccolta Dati sperimentali, ricerca legge fisica e modello matematico che descrive il fenomeno in studio, rappresentazione grafica del modello matematico. Classe IBSA Anno Scolastico 2014/2015 Docente Perillo Barbara

7 LICEO STATALE E. BOGGIO LERA CATANIA Programma Anno scolastico 2014/2015 Classe I B Scientifico opz. SCIENZE APPLICATE GEOSTORIA Libro di testo: A. Giardina, La nuova storia con geografia. Dalla preistoria all anno Mille, vol 1, Ed. Laterza. Orientarsi nel tempo: la linea del tempo; la periodizzazione. L origine della specie. La nascita dell uomo. La diffusione dell uomo sulla terra; il Paleolitico; il Neolitico. Dall accampamento, al villaggio, alla città. La nascita della scrittura. L età dei metalli. I regni e gli imperi della Mesopotamia fino al II millennio: l impero accadico e l impero babilonese. Regni e imperi in Mesopotamia: gli Assiri, gli Ittiti e i Persiani. Le lingue indoeuropee e semitiche. La periodizzazione della storia degli Egizi. Il Nilo dono degli dei; la società egiziana; gli stati teocratici ieri e oggi. L urbanizzazione. I popoli del Mediterraneo orientale. La civiltà minoica. Micenei o Achei. I Fenici signori del mare. Approfondimento sulla porpora. Gli Ebrei e la Palestina. La polis e il potere dell aristocrazia in Grecia. Le due colonizzazioni. La riforma oplitica e la tirannide. La polis di Sparta. La polis di Atene. La nascita della moneta. Le guerre persiane e l apogeo di Atene. La guerra del Peloponneso. La nascita del pensiero razionale. Il tramonto delle poleis e l'ascesa della Macedonia. La crisi delle poleis. La breve supremazia di Tebe. Filippo II di Macedonia. Approfondimento su Filippo II di Macedonia. Isocrate e Demostene: il dispotismo e le "Filippiche". L'ascesa della Macedonia.

8 Alessandro Magno: la conquista dell'oriente; Signore dell'oriente e dell'occidente. Nuovi regni dopo Alessandro: la guerra per il regno - i regni ellenistici - l'organizzazione del potere. Capitale del regno e città. La diffusione della cultura greca. Invenzioni, inventori e centri del sapere. Lettura delle fonti: "Le macchine di Archimede". Visione di un documentario su Alessandro Magno. La prima Italia. Gli Etruschi: le origini. Gli Etruschi. Le origini di Roma. Nasce la repubblica: dalla monarchia alla repubblica. La voce della plebe. La lotta per la pacificazione politica. Il funzionamento del governo repubblicano. La repubblica romana: diritti e doveri crescono in rapporto alla ricchezza. Roma conquista l'italia: Dalla difesa alla conquista - L'incendio gallico. Il cursus honorum. Le guerre sannitiche. La guerra contro Pirro. La prima guerra punica. La signora del Mediterraneo: La seconda guerra punica - L'Oriente. Gestire i nuovi domini. L'efficienza bellica di Roma. L'organizzazione dell'esercito romano. La struttura dell'esercito. Essere "familia" ai tempi della repubblica. Tiberio Gracco e la crisi della società romana - Il progetto di Gaio Gracco - Schiavi ieri e oggi. Tradizione e "cose nuove". Ottimati e popolari. La riforma dell'esercito e la guerra sociale: una personalità eccezionale. Un nuovo tipo di soldato. La guerra degli italici per la cittadinanza. *** I flussi migratori. Il Presidente della Repubblica: elezione e compiti istituzionali. La lettera al Presidente della Repubblica. Il potere nelle mani del popolo. L'ISIS e lo scontro con l'occidente. Significato delle seguenti parole: Sunniti - Sciiti - califfo - imam - jihad sharia. L'ISIS. Le minacce al mondo occidentale. Abu Bakr al Baghdadi: il califfo del terrore. La Shoah. Il significato dei termini "shoah" ed "olocausto". "Se questo è un uomo" (poesia) di P. Levi. Visione del trailer: "Il dovere di ricordare. Riflessioni sulla Shoah". L'alfabeto della Shoah: A come Antisemitismo, come Auschwitz, come "Arbeit macht frei". Progettazione di un power point su Anne Frank e la Shoah. La storia di Anna Frank e della sua famiglia sullo sfondo dei principali avvenimenti storici. Visione del film "Mi ricordo Anna Frank". Riflessioni sulla Shoah. Il mito del Minotauro. Lettura del racconto "La casa di Asterione" di J.L. Borges.

9 Riflessioni in occasione dell'anniversario della strage di Capaci: i giovani e la cultura mafiosa. Catania, 9/6/2015 L insegnante Prof.ssa Tatiana Severi

10 LICEO SCIENTIFICO STATALE BOGGIO LERA (indirizzo scienze applicate)-ct PROGRAMMA DI INFORMATICA Classe IBsa Anno Scolastico 2014/2015 Insegnante: Prof.ssa Barone Mirella ELEMENTI GENERALI DI FUNZIONAMENTO DI UN PC Concetti di base: conoscenza dei concetti fondamentali delle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione ad un livello generale e conoscenza delle varie parti di un computer. Definizione di software e hardware. Motherboard., Case e principali periferiche di input e output. Tipologie di computer. La struttura di un personal computer: gli elementi fondamentali del funzionamento della CPU, dei vari tipi di memoria, del bus di sistema, delle porte di comunicazione. La struttura fisica delle porte seriali e parallele. Gli elementi essenziali che descrivono il funzionamento: di una tastiera; di un monitor; di un CD- ROM; di una stampante. LA CODIFICA DELL INFORMAZIONE La rappresentazione delle informazioni. Dato e informazione. Il codice. Codifica e decodifica dell informazione. I sistemi di numerazione: sistemi addizionali e posizionali. Sistemi di numerazione decimale, binario, ottale ed esadecimale. Conversioni tra basi diverse. Operazioni con i numeri binari. Complemento a 2. Concetto di BIT e di Byte. Multipli del Byte. SISTEMA OPERATIVO MICROSOFT WINDOWS Cosa è il sistema operativo. Struttura e funzioni del sistema operativo. Il sistema operativo windows. Interfaccia standard delle applicazione. Modificare l ambiente di lavoro. Utilizzare le finestre. Utilizzare i programmi. Accessori. File e cartelle. Navigare tra file e cartelle. Gestire file e cartelle. Cercare file e cartelle. Stampare. Chiedere aiuto al computer. TRASMISSIONE DEI DATI E RETI DI COMUNICAZIONE La comunicazione. Gli elementi della comunicazione. Reti di computer. Perché collegare un computer a una rete. I sistemi master-slave e client-server. Tipi di rete: i termini PAN, LAN, WLAN, CAN, MAN, WAN e GAN. Segnali analogici e digitali. Mezzi trasmissivi. Reti analogiche e reti digitali. Banda larga: l ADSL. Tipi di collegamento. Le topologie di rete: bus, anello, stella, anello cablato a stella, maglia completa e maglia parziale, albero. I dispositivi di interconnessione. L ipertesto: vantaggi e svantaggi. I media. Multimedia e ipermedia. Le origini di Internet. Il WWW e la navigazione ipermediale. I browser. Il cyberspazio. Gli indirizzi IP. ELABORATORE DI TESTI ( Microsoft Word)

11 Creare e impostare un documento. Formattazione del testo. Formattazione dei paragrafi. Elenchi, bordi e sfondi. Disposizione del testo. Tabelle e relativi stili. Documenti accattivanti con le immagini. Disegnare con Word. Inserire oggetti. Intestazione e piè di pagina. Anteprima e stampa di un documento. Attività di laboratorio sul modulo: Usare il programma di elaborazione testi per creare lettere e documenti. Lavorare con i documenti e salvarli in diversi formati. Scegliere le funzionalità disponibili per migliorare la produttività, quali la Guida in linea. Creare e modificare documenti di piccole dimensioni in modo che siano pronti per la condivisione e la distribuzione. Applicare formattazioni diverse ai documenti per migliorarne l aspetto prima della distribuzione e individuare buoni esempi nella scelta delle opzioni di formattazione più adeguate. Inserire tabelle, immagini e oggetti grafici nei documenti. Preparare i documenti per le operazioni di stampa unione. Modificare le impostazioni di pagina dei documenti e controllare e correggere errori di ortografia prima della stampa finale. STRUMENTI DI PRESENTAZIONE ( Microsoft Power Point) Organizzazione della presentazione. Salvare la presentazione.stampa. Inserimento di elementi grafici ed effetti di animazione. Oggetti multimediali. Collegamenti ipertestuali. Attività di laboratorio sul modulo: Realizzazione di presentazioni su approfondimenti informatici o di altre problematiche interessanti emersi nel corso dell anno scolastico anche relativamente ad altre discipline. FOGLIO ELETTRONICO E LABORATORIO( Microsoft Excel) Foglio di lavoro e celle. Formattazione dei dati. Formattazione automatica e condizionale. Sostituzione, ordinamento e filtri. Formule e riferimenti. Creare e gestire tabelle di dati. Utilizzare le funzioni di Excel, in particolare logiche, matematiche e statistiche. Realizzare grafici appropriati all esigenza del problema trattato. Testo utilizzato: Informatica APP 1 P. Gallo P. Sirsi Minerva Scuola

12 LICEO SCIENTIFICO E. BOGGIO LERA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE INSEGNANTE : LA SPINA FEBRONIA RITA CLASSE I BSA (INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE) LIBRO DI TESTO : 1) NEW MY ENGLISH, VOLUME 1 2) NEW INSIDE GRAMMAR -SUBJECTS PRONOUNS, TO BE, PLURAL(ALL FORMS,IRREGULAR PLURALS) -TO HAVE GOT,POSSESSIVE ADJECTIVES AND PRONOUNS, POSSESSIVE'S - THERE IS/THERE ARE, SOME/ANY, THIS/THAT/THESE/THOSE, IMPERATIVES - PRESENT SIMPLE (ALL FORMS), ADVERBS OF FREQUENCY, WH-QUESTIONS, VERBS OF PREFERENCE - COUNTABLE AND UNCOUNTABLE NOUNS, SOME/ANY, A FEW/A LITTLE/A LOT OF/ TOO MUCH/TOO MANY/NOT ENOUGH - PRESENT CONTINUOUS (ALL FORMS), EXPRESSIONS OF TIME, OBJECT PRONOUNS, MUCH/MANY/HOW MUCH/HOW MANY - CAN,ABILITY AND POSSIBILITY, STATIVE VERBS, PRESENT SIMPLE OR PRESENT CONTINUOUS?, COMPOUNDS OF SOME, ANY AND NO -PAST SIMPLE OF TO BE (ALL FORMS), EXPRESSIONS OF PAST TIME, WAS /WERE BORN, USED TO AFFERMATIVE FORM - PAST SIMPLE,REGULAR AND IRREGULAR VERBS, AFFERMATIVE EXPRESSIONS OF PAST TIME, COULD, CAN/COULD/MAY - PAST SIMPLE NEGATIVE AND INTERROGATIVE FORMS

13 PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE IB SA a.s PROF. LUISA EMANUELE Testi: FOGLIATO Strumenti per l italiano Loesher Perego, Ghislanzoni Parole in viaggio, Narrativa - Zanichelli Perego, Ghislanzoni Parole in viaggio, Epica Zanichelli NARRATIVA: Le tecniche narrative: La struttura del testo narrativo: fabula e intreccio, le sequenze, schema logico. Tempo, spazio, personaggi, narratore e punto di vista (la focalizzazione), il patto narrativo, pensieri e parole dei personaggi. Brani: Guy de Maupassant, Due amici Cechov, La morte dell impiegato M. de Cervantes, Perdere il senno a causa dei libri R. Bradbury, Dei libri bisogna fare un rogo E.T.A.Hoffmann, L orco Insabbia M. Shelley, Frankenstein e la nascita del mostro B. Stoker, Il conte Dracula E.A.Poe, Il pozzo e il pendolo V. Hugo, Un atto di fiducia che cambia la vita F. Dosostoevskij, Raskolnikov è preda del rimorso O. Wilde, Il segreto del ritratto L. Pirandello, Cambio d identità; Problemi di naso. V. Pratolini, Il fratellino adottato I. Svevo, L ultima sigaretta

14 Stendhal, Le ambizioni del giovane Julien Sorel G. Falubert, I sogni inconcludenti di Emma F. Uhlman, Nascita di un amicizia G. Ledda, Strappato dalla scuola G. Bassani, La mia classe C.Levi-Strauss, L etnocentrismo AA.VV, Opportunità e rischi dei processi di globalizzazione G. Naletto, La politica che esclude GRAMMATICA: Le forme: Il gruppo del nome; Il verbo; Le parti invariabili. La sintassi della frase semplice: La frase Il soggetto e il predicato Attributo, apposizione, complementi Complementi diretti: oggetto, predicativo del soggetto, predicativo dell oggetto Complementi indiretti: termine, specificazione, denominazione, partitivo, d agente e di causa efficiente, causa, fine, mezzo o strumento, modo, compagnia e unione, complementi di luogo, allontanamento o separazione, origine e provenienza, complementi di tempo, età, limitazione, paragone, qualità, argomento, materia, abbondanza e privazione, espansione, distanza, peso e misura, stima, prezzo, colpa e pena, relazione, vocazione, esclamazione, vantaggio e svantaggio, esclusione, eccettuativo, aggiuntivo, concessivo, sostituzione o scambio, distributivo. EPICA: Dal mito all epica. Il racconto delle origini: Gilgamesh ricerca il segreto dell immortalità; Prometeo dona il fuoco agli uomini Il mito degli dei e degli eroi: La sfida di Aracne; Le 12 fatiche di Ercole; Teseo vince il Minotauro; Iliade: Proemio. L oltraggio di Agamennone a Crise; Lo scontro tra Agamennone e Achille; La morte di Patroclo; Il duello tra Achille ed Ettore. Visione del film Troy. Odissea: Proemio; la tela di Penelope; Odisseo nell antro di Polifemo; Le Sirene. Ulisse tra Omero e Dante. Testi letti integralmente: M. Paver, Cronache dell era oscura Laboratorio di scrittura: il testo descrittivo; il testo espositivo; il testo valutativo; il testo regolativo; il testo argomentativo. Catania 4/6/2015 Gli alunni La docente

15 LICEO SCIENTIFICO STATALE E. BOGGIO LERA CATANIA PROGRAMMA DI RELIGIONE Anno Scolastico Testo in adozione: A. Famà-M. Giorda Alla Ricerca del Sacro ed. Marietti, Novara Classe I B Sa 1 Modulo: Il mistero dell esistenza Chi sono io? 2.La coscienza di sé 3.Dare un senso alla vita Che cos è la religione Le credenze religiose Studio delle religioni per la convivenza 1.5 Documenti, Mappe Concettuali, Riviste, Citazioni, altro. 1Doc."Geografia della Palestina"; 2. Musei Vaticani"L'uomo alla ricerca di Dio"; 1.6 Esperienza multimediale di laboratorio sulle nuove tecnologie del XXI secolo 2 Modulo: Le Grandi Religioni 2.1 Le Religioni Primitive Svolto 2.2 La Religione Egizia e la Religione Mesopotamica 2.3 La Religione Greca e la Religione Romana 2.4 Le tre Religioni monoteiste: Ebraismo, Cristianesimo, Islam 2.5 Le Religioni orientali: Induismo, Buddhismo, Confucianesimo, Taoismo, Shintoismo 3 Modulo: La Bibbia: Dio si rivela 3.1 La Bibbia: origine, canonicità, struttura, contenuti ermeneutici 3.2 Quali caratteristiche esegetico-ermeneutico per riconoscere un testo biblico 3.3 La Bibbia, il "grande Codice" della cultura occidentale 3.4 Dio si rivela:"antico Testamento" tra oralità e scrittura 3.5 Dio si rivela:"nuovo Testamento"dall'antica alla nuova Alleanza 3.6 Il concetto di Rivelazione 3.7 Uomini religiosi e "Tempo" 4 Modulo: Il popolo ebraico e l Ebraismo 4.1 Il racconto dell'antico Testamento: il popolo ebraico: i Patriarchi 4.2 La Terra Promessa; la Diaspora 4.3 Il racconto del Nuovo Testamento:Gesù di Nazareth 4.4 Gesù di Nazareth 4.5 La questione delle fonti: 1. Fonti cristiane 2. Testimonianze dal mondo romano 3. Testimonianze giudaiche 4.6 Gesù: la persona più famosa della storia: 1. L'immagine ebrea di Gesù 2. L'immagine laico-umanista di Gesù 3. L'immagine islamica di Gesù 4. L'immagine di Gesù nelle religioni orientali 5 La Chiesa 5.1 La struttura della Chiesa 5.2 La chiesa nelle varie epoche 5.3 I diversi tipi di chiesa: 1.Cattedrale; 2. Collegiata; 3. Parrocchiale; 4. Basilica 5.4 La chiesa ortodossa e il tempio protestante

16 Catania giugno 2015 Docente: Aletta Patrizia

17 LICEO SCIENTIFICO STATALE BOGGIO LERA CATANIA (CT) Materia: SCIENZE Classe: I BSA LEONARDO GRASSI Anno: 2014/2015 Docente: Prof.ssa ARENA VALENTINA PROGRAMMA CHIMICA Le proprietà e le trasformazioni della materia: che cos è la materia; le trasformazioni della materia; gli stati di aggregazione della materia; i cambiamenti di stato. Composizione macroscopica della materia: le miscele; il frazionamento di miscugli e soluzioni; Principali tecniche di separazione dei costituenti dei miscugli eterogenei; le sostanze; i metalli, i non metalli e i semimetalli; le emulsioni nella vita quotidiana. Dal modello particellare alla teoria atomico-molecolare: il modello particellare e gli stati fisici; trasformazioni fisiche submicroscopiche; le leggi fondamentali della chimica; la teoria atomica di Dalton; la teoria atomico-molecolare. La massa delle particelle e il sistema periodico: cenni sulla struttura dell atomo, il sistema periodico di Mendeleev, storia della struttura dell atomo, massa atomica e molecolare, numeri quantici e tavola periodica. Configurazione elettronica. SCIENZE DELLA TERRA Il sistema solare; il pianeta Terra e le sue principali caratteristiche; forma della Terra e reticolato geografico; l orientamento e le coordinate geografiche; la rappresentazione della Terra. La terra nello spazio: le stelle, il sole, la luna. I moti della Terra e loro conseguenze. L atmosfera e i fenomeni meteorologici; composizione e struttura dell atmosfera; il bilancio termico e la temperatura dell aria, la pressione atmosferica, l umidità dell aria, i venti, la circolazione generale dell aria (perturbazioni e precipitazioni atmosferiche).

18 Programma di matematica Classe: 1 a B s.a. LICEO SCIENTIFICO BOGGIO LERA Anno scolastico: 2014/2015 Professore: Fabio Rindone Libri di testo adottati 1. Nuova matematica a colori, Algebra volumi 1. L. Sasso. Petrini. 2. Nuova matematica a colori, L. Sasso. Petrini. MODULO 1 : GLI INSIEMI [pag del testo di algebra] 1. Operazioni, ordinamento e loro proprietà negli insiemi dei numeri naturali, interi, razionali. Introduzione intuitiva dei numeri reali. MODULO 2 : CALCOLO LETTERALE [pag del testo di algebra] 1. Monomi e le quattro operazioni con gli stessi. 2. Potenza di un monomio. 3. Polinomi: definizioni ed operazioni con gli stessi. 4. Divisione dei polinomi: algoritmo generale e caso particolare con la regola di Ruffiini. 5. Scomposizione di polinomi in fattori, teorema e regola di Ruffini. 6. Definizione di frazione algebrica. 7. Condizioni di esistenza nelle frazioni algebriche. 8. Le quattro operazioni con le frazioni algebriche ed espressioni contenenti tutte e quattro le operazioni. MODULO 3 : GEOMETRIA [pag del testo di geometria] 1. Fondamenti della geometria euclidea: assiomi, definizioni e teoremi. 2. Il concetto di congruenza. 3. Triangoli: classificazione e congruenza dei triangoli. 4. Parallelismo e perpendicolarità: definizioni e teoremi di esistenza ed unicità della perpendicolare e della parallela. 5. Criteri di parallelismo. 6. Teorema dell angolo esterno; somma degli angoli interni in un triangolo, teorema della mediana nel triangolo rettangolo; quarto criterio di congruenza per i triangoli rettangoli. Catania 10/06/15

LICEO SCIENTIFICO STATALE ENRICO FERMI NUORO

LICEO SCIENTIFICO STATALE ENRICO FERMI NUORO LICEO SCIENTIFICO STATALE ENRICO FERMI NUORO PROGRAMMA SVOLTO di DISEGNO E STORIA DELL ARTE Prof. ssa Antonella Coda CLASSE 2 I (anno scolastico 2010/2011) MODULO N 1 Le rappresentazioni grafiche U.D.

Dettagli

Liceo Scientifico Statale. Leonardo da Vinci. Fisica. Programma svolto durante l anno scolastico 2012/13 CLASSE I B. DOCENTE Elda Chirico

Liceo Scientifico Statale. Leonardo da Vinci. Fisica. Programma svolto durante l anno scolastico 2012/13 CLASSE I B. DOCENTE Elda Chirico Liceo Scientifico Statale Leonardo da Vinci Fisica Programma svolto durante l anno scolastico 2012/13 CLASSE I B DOCENTE Elda Chirico Le Grandezze. Introduzione alla fisica. Metodo sperimentale. Grandezze

Dettagli

1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra

1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra 1 Dalle prime forme di vita alle prime civiltà 1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra º 1. Dalle origini della Terra alle origini della vita 4 º 2. L origine delle specie 6 º 3. La nascita

Dettagli

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Scientifico statale Innocenzo XII Anzio (Roma) PROGRAMMA SVOLTO (a.s. 2013/14) Classe PRIMA sez

Dettagli

-Due materie a confronto: metodi e strumenti della Storia e della Geografia.

-Due materie a confronto: metodi e strumenti della Storia e della Geografia. A.S. 2014/2015 Liceo Scientifico G. d Alessandro -Bagheria. Programma di Geostoria-Classe I I Prof.ssa A. Maciocio -Percorso storico/politico: -Due materie a confronto: metodi e strumenti della Storia

Dettagli

Il programma svolto ha seguito la scansione del testo in adozione: B. Corradi -A. Giardina- B. Gregari, Il mosaico e gli specchi, Editori Laterza

Il programma svolto ha seguito la scansione del testo in adozione: B. Corradi -A. Giardina- B. Gregari, Il mosaico e gli specchi, Editori Laterza Istituto di Istruzione Cittadella T.L.Caro a.s. 2007/2008 PROGRAMMA di STORIA classe I A Docente: prof. Maurizio Tessaro Il programma svolto ha seguito la scansione del testo in adozione: B. Corradi -A.

Dettagli

º 1. Perché sono necessari il sistema di riferimento

º 1. Perché sono necessari il sistema di riferimento Gli uomini e la storia º 1. Che cos è la storia 1 º 2. Le coordinate della storia: il tempo e lo spazio 2 º 3. Le molte domande della storia 4 º 4. Il documento 5 º 5. Il mestiere dello storico 6 º 6.

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE ENRICO FERMI NUORO

LICEO SCIENTIFICO STATALE ENRICO FERMI NUORO LICEO SCIENTIFICO STATALE ENRICO FERMI NUORO PROGRAMMA SVOLTO di STORIA DELL ARTE Prof. ssa Antonella Coda CLASSE 3 M (anno scolastico 2011/2012) MODULO N 1 Storia dell Arte U.D. 1 - Arte preistorica L

Dettagli

Le carte Ti aiutano a collocare meglio nello spazio e nel tempo gli eventi trattati.

Le carte Ti aiutano a collocare meglio nello spazio e nel tempo gli eventi trattati. per studiare L approccio narrativo ai fatti del passato e la riflessione guidata sui temi e problemi della storia che caratterizzano Correva l anno ti offrono un avvicinamento critico alla storia politico-istituzionale

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA E GEOGRAFIA

PROGRAMMA DI STORIA E GEOGRAFIA Liceo scientifico Federico II di Melfi PROGRAMMA DI STORIA E GEOGRAFIA Classe I sez. B Scienze applicate Anno scolastico 2013-2014 Prof. ssa Brienza Annamaria STORIA ALLE ORIGINI DELL UOMO La Preistoria:

Dettagli

Indice_del volume. capitolo 1_La preistoria. capitolo 2_Imperi e culture del Vicino Oriente

Indice_del volume. capitolo 1_La preistoria. capitolo 2_Imperi e culture del Vicino Oriente Indice_del volume capitolo 1_La preistoria 1_Prima della storia 2 2_Problemi di sopravvivenza e capacità di adattamento 2 Le Parole della Storia_Uomo 3 3_«Uomini» 5 4_La diffusione della specie umana 6

Dettagli

STORIA CONTENUTI E TEMPI

STORIA CONTENUTI E TEMPI ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI STORIA CLASSE 1ª Z TUR DOCENTE SERRACCHIOLI IRENE STORIA COMPETENZE DISCIPLINARI Conoscenza

Dettagli

- PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO - anno scolastico 2014-2015 FISICA

- PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO - anno scolastico 2014-2015 FISICA - PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO - anno scolastico 2014-2015 Corsi Liceo Scientifico Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate FISICA Indicazioni nazionali LINEE GENERALI E COMPETENZE Al termine del

Dettagli

Approfondimenti: Lo shaduf: un modo ingegnoso per prelevare l'acqua.

Approfondimenti: Lo shaduf: un modo ingegnoso per prelevare l'acqua. ISTITUTO SALESIANO SACRO CUORE (NAPOLI-VOMERO) LICEO CLASSICO E LICEO SCIENTIFICO LICEO LINGUISTICO E IT AMMIN. FIN. MARK. PROGRAMMA DI GEOSTORIA ANNO SCOLASTICO 2013-2014 CLASSE I LICEO CLASSICO A N.O.

Dettagli

1. OBIETTIVI DIDATTICI (competenze di base per l asse dei linguaggi)

1. OBIETTIVI DIDATTICI (competenze di base per l asse dei linguaggi) PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE a.s. 2014-2015 DISCIPLINA: STORIA - CITTADINANZA E COSTITUZIONE CLASSE: I B DOCENTE: SANACORE ROSARIA 1. OBIETTIVI DIDATTICI (competenze di base per l asse dei linguaggi) Competenze

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE GUIDO TASSINARI PROGRAMMA SVOLTO DAL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE GUIDO TASSINARI PROGRAMMA SVOLTO DAL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA SVOLTO DAL CLASSE 1 SEZIONE B CORSO Biennio chimico Italiano VERSANTE LINGUISTICO IL METODO DI STUDIO 1. Le tecniche appropriate di studio in classe e a casa. 2. Le tecniche di lettura sia globale

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE DOCENTE MIRELLA RAFFAELLI

PROGRAMMAZIONE DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE DOCENTE MIRELLA RAFFAELLI PROGRAMMAZIONE DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE DOCENTE MIRELLA RAFFAELLI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 LICEO GALILEO GALILEI SIENA INTRODUZIONE Il disegno e la storia dell arte, grafico e teorica sono materie

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE BOGGIO LERA - CATANIA PROGRAMMA DI DISEGNO E STORIA DELL'ARTE CLASSE PRIMA SEZIONE CSA

LICEO SCIENTIFICO STATALE BOGGIO LERA - CATANIA PROGRAMMA DI DISEGNO E STORIA DELL'ARTE CLASSE PRIMA SEZIONE CSA LICEO SCIENTIFICO STATALE BOGGIO LERA - CATANIA Disegno: Costruzioni geometriche elementari Proiezioni ortogonali di figure piane e solidi Planimetrie di templi Struttura dell'arco Tipologie di archi PROGRAMMA

Dettagli

Istituto Tecnico Tecnologico Statale Liceo Scientifico (opzione scienza applicate) Ettore Molinari

Istituto Tecnico Tecnologico Statale Liceo Scientifico (opzione scienza applicate) Ettore Molinari Istituto Tecnico Tecnologico Statale Liceo Scientifico (opzione scienza applicate) Ettore Molinari PERCORSO FORMATIVO DI STORIA PRIMO BIENNIO - CLASSI PRIME E SECONDE ASSE STORICO-SOCIALE di base a conclusione

Dettagli

STORIA COMPETENZE CHIAVE:

STORIA COMPETENZE CHIAVE: STORIA COMPETENZE CHIAVE: consapevolezza ed espressione culturale, le competenze sociali e civiche, imparare ad imparare Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno: Riconosce e usa le tracce storiche

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE AUGUSTO RIGHI BOLOGNA

LICEO SCIENTIFICO STATALE AUGUSTO RIGHI BOLOGNA MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'EMILIA ROMAGNA LICEO SCIENTIFICO STATALE AUGUSTO RIGHI BOLOGNA SOSPENSIONE del giudizio anno scolastico 2012/13: INDICAZIONI LAVORO

Dettagli

Indice del volume. 1 le prime civiltà. 1.1 La preistoria. 1.2 Mesopotamia e Egitto

Indice del volume. 1 le prime civiltà. 1.1 La preistoria. 1.2 Mesopotamia e Egitto ndice del volume 1 le prime civiltà TEST ONLNE 1.1 La preistoria 1.1.1 Cacciatori e agricoltori 2 1.1.2 Pittura e scultura nel Paleolitico 3 Le Grotte di Lascaux 4 1.1.3 L arte del Neolitico 7 Le tecniche

Dettagli

Indice del volume. Le tecniche pittoriche primitive 4. La rappresentazione della figura umana e la pittura a secco presso gli Egizi 34

Indice del volume. Le tecniche pittoriche primitive 4. La rappresentazione della figura umana e la pittura a secco presso gli Egizi 34 ndice del volume 1 LE PRME CVLTÀ 1.1 La preistoria TEST ONLNE 1.1.1 Cacciatori e agricoltori 2 1.1.2 Pittura e scultura nel Paleolitico 2 Le tecniche pittoriche primitive 4 Le Grotte di Lascaux 6 1.1.3

Dettagli

PIANO DI PROGETTO/PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PIANO DI PROGETTO/PROGRAMMAZIONE DIDATTICA 1 di 8 Anno scolastico: PIANO DI PROGETTO/PROGRAMMAZIONE DIDATTICA Materia: 2013/14 Fisica Data: Classe: 1A I Insegnante: Barbara Baiguini La presente programmazione fornisce linee guida generali. È suscettibile

Dettagli

Programma di italiano svolto nella classe II AE Anno scolastico 2014/2015

Programma di italiano svolto nella classe II AE Anno scolastico 2014/2015 Programma di italiano svolto nella classe II AE Anno scolastico 2014/2015 Revisione generale del sistema verbale. Individuazione e descrizione di strutture sintattiche ( analisi logica della proposizione).

Dettagli

Anno scolastico 2015/2016

Anno scolastico 2015/2016 Tel. 0124/45.45.11 - Fax 0124/45.45.45 Cod. Fisc. 85502120018 E-mail: segreteria@istitutomoro.it URL: www.istitutomoro.it ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALDO MORO Liceo Scientifico Istituto Tecnico Industriale

Dettagli

CLASSE PRIMA A. I..I.S. via Silvestri,301 Plesso A.Volta Programma di Fisica e Laboratorio Programma Attività Didattiche svolte A.S.

CLASSE PRIMA A. I..I.S. via Silvestri,301 Plesso A.Volta Programma di Fisica e Laboratorio Programma Attività Didattiche svolte A.S. CLASSE PRIMA A I..I.S. via Silvestri,301 Plesso A.Volta Programma di Fisica e Laboratorio Programma Attività Didattiche svolte Materia A.S.2014/2015 FISICA e Laboratorio di Fisica Unità 2- Strumenti matematici:

Dettagli

Programma svolto. Storia. Strumenti propedeutici: Significato del termine storia. Fonti e "scienze ausiliarie.

Programma svolto. Storia. Strumenti propedeutici: Significato del termine storia. Fonti e scienze ausiliarie. Liceo Scientifico Statale Gobetti sede Segré di Torino Classe I sez. SC Materia: GEOSTORIA Data: 9/6/2015 Programma svolto Introduzione. Il corso ha previsto essenzialmente lo studio del territorio come

Dettagli

LICEO STATALE PIERO GOBETTI - OMEGNA

LICEO STATALE PIERO GOBETTI - OMEGNA LICEO STATALE PIERO GOBETTI - OMEGNA CLASSE I A musicale ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROF: Malfatto Elena Programmazione di storia e geografia CONOSCENZE Criteri e metodologia storica Tipologie di fonti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO STORIA e GEOGRAFIA Biennio Scienze Umane a.s. 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO STORIA e GEOGRAFIA Biennio Scienze Umane a.s. 2013-2014 1 PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO e Biennio Scienze Umane a.s. 2013-2014 OBIETTIVI GENERALI Le discipline di Storia e Geografia sono finalizzate a Approfondire il legame tra la Geografia e la Storia, portando

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: x LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO

Dettagli

LICEO ARTISTICO BOCCIONI A.S. 2013-2014. Programma di MATEMATICA svolto nella Classe Prima L

LICEO ARTISTICO BOCCIONI A.S. 2013-2014. Programma di MATEMATICA svolto nella Classe Prima L LICEO ARTISTICO BOCCIONI A.S. 2013-2014 Programma di MATEMATICA svolto nella Classe Prima L I numeri naturali e i numeri interi Che cosa sono i numeri naturali. L insieme dei numeri naturali N. Le quattro

Dettagli

VALLAURI L ASSE MATEMATICO

VALLAURI L ASSE MATEMATICO Istituto Professionale di Stato per l Industria e l Artigianato Giancarlo Vallauri Via B. Peruzzi, 13 41012 CARPI (MO) VALLAURI www.vallauricarpi.it Tel. 059 691573 Fax 059 642074 vallauri@vallauricarpi.it

Dettagli

LINEE GENERALI E COMPETENZE

LINEE GENERALI E COMPETENZE Programmazione disciplinare: INFORMATICA (Liceo Scientifico - Opzione Scienze applicate BIENNIO) ( Anno scolastico 2012/2013) Direttore di Dipartimento: prof.ssa Adriani Emanuela LINEE GENERALI E COMPETENZE

Dettagli

l metodo della ricerca storica 2 a classificazione delle fonti e la Storiografia 5 ORIGINI ED EVOLUZIONE: IL PIANETA TERRA E LA SPECIE UMANA

l metodo della ricerca storica 2 a classificazione delle fonti e la Storiografia 5 ORIGINI ED EVOLUZIONE: IL PIANETA TERRA E LA SPECIE UMANA ßIndice del volume AVVIO ALLO STUDIO DELLA STORIA I L l metodo della ricerca storica 2 1 Differenza tra Storia e Preistoria 2 2 Cronologia e periodizzazione 4 a classificazione delle fonti e la Storiografia

Dettagli

IIS D ORIA - UFC. Laboratorio Relazioni di laboratorio Verifiche scritte di laboratorio (elaborazione dati, domande aperte, test a risposta multipla)

IIS D ORIA - UFC. Laboratorio Relazioni di laboratorio Verifiche scritte di laboratorio (elaborazione dati, domande aperte, test a risposta multipla) INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 L EQUILIBRIO DEI SOLIDI 2 IL MOVIMENTO: LA VELOCITA 3 IL MOVIMENTO: L ACCELERAZIONE 4 I PRINCIPI DELLA DINAMICA 5 IL LAVORO, LA POTENZA E L ENERGIA 6 LA TEMPERATURA

Dettagli

Programma di Geostoria

Programma di Geostoria ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE I.T.C.G L. EINAUDI con sezione associata: Liceo Scientifico di Stato "GIORDANO BRUNO" Via Baccu Arrodas, Muravera Anno Scolastico 2013/2014 Programma di Geostoria Classe

Dettagli

COORDINAMENTO PER MATERIE 10 SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA

COORDINAMENTO PER MATERIE 10 SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA Pagina 1 di 6 COORDINAMENTO PER MATERIE 10 SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA AREA DISCIPLINARE Biennio, Attività e Insegnamenti di area generale (Settore Tecnologico)

Dettagli

Obiettivi Cognitivi OBIETTIVI MINIMI

Obiettivi Cognitivi OBIETTIVI MINIMI Docente Materia Classe Mugno Eugenio Matematica 1F Programmazione Preventiva Anno Scolastico 2012/2013 Data 25/11/2012 Obiettivi Cognitivi OBIETTIVI MINIMI conoscere il concetto di numero intero; conoscere

Dettagli

MACROARGOMENTI--MATEMATICA Relativi alle classi prime e seconde degli indirizzi di :ordinamento, bilinguismo, indirizzo biologico e PNI.

MACROARGOMENTI--MATEMATICA Relativi alle classi prime e seconde degli indirizzi di :ordinamento, bilinguismo, indirizzo biologico e PNI. MACROARGOMENTI--MATEMATICA Relativi alle classi prime e seconde degli indirizzi di :ordinamento, bilinguismo, indirizzo biologico e PNI. Classi prime Gli insiemi con relative operazioni Operazioni ed espressioni

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE MORGAGNI di Roma. PIANO di LAVORO di STORIA e CITTADINANZA E COSTITUZIONE CLASSI PRIME (Nuovo Ordinamento)

LICEO SCIENTIFICO STATALE MORGAGNI di Roma. PIANO di LAVORO di STORIA e CITTADINANZA E COSTITUZIONE CLASSI PRIME (Nuovo Ordinamento) LICEO SCIENTIFICO STATALE MORGAGNI di Roma PIANO di LAVORO di STORIA e CITTADINANZA E COSTITUZIONE CLASSI PRIME (Nuovo Ordinamento) Al termine dell'obbligo scolastico gli studenti dovranno essere in possesso

Dettagli

Disciplina: Fisica Classe I Sezione F

Disciplina: Fisica Classe I Sezione F Pagina 1 di 6 Disciplina: Fisica Classe I Sezione F A.S. 2015/2016 Docente Lombardi Sara INDIVIDUAZIONE DEGLI OBIETTIVI E DEFINIZIONE DELLE LINEE COMPORTAMENTALI Nello studio della disciplina terrò presenti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI STORIA Anno scolastico 2010-2011

PROGRAMMAZIONE DI STORIA Anno scolastico 2010-2011 PROGRAMMAZIONE DI STORIA Anno scolastico 2010-2011 FINALITA' E OBIETTIVI GENERALI 1) Favorire la formazione di una cultura storica tesa a recuperare la memoria del passato più lontano, in cui il nostro

Dettagli

Obiettivi Specifici di apprendimento MATEMATICA. CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO (dalla Cl. I Sc.Primaria alla Cl. III Sc.Second. 1 gr.

Obiettivi Specifici di apprendimento MATEMATICA. CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO (dalla Cl. I Sc.Primaria alla Cl. III Sc.Second. 1 gr. Classe I Sc.Primaria Obiettivi Specifici di apprendimento MATEMATICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO (Cl. I Sc.Primaria Cl. III Sc.Second. 1 gr.) NUMERO - Confrontare e ordinare raggruppamenti di oggetti

Dettagli

PIANO DI LAVORO DI FISICA

PIANO DI LAVORO DI FISICA LICEO STATALE B. RAMBALDI L. VALERIANI ALESSANDRO DA IMOLA Sede Centrale: Via Guicciardini, n. 4 40026 Imola (BO) Liceo Classico - Scientifico - Linguistico, delle Scienze Umane e con opzione Economico

Dettagli

Seconda media A Istituto Elvetico Lugano 2014 2015 prof. Mazzetti Roberto

Seconda media A Istituto Elvetico Lugano 2014 2015 prof. Mazzetti Roberto Seconda media A Istituto Elvetico Lugano 2014 2015 prof. Mazzetti Roberto Carissimi, eccovi gli argomenti trattati in quest anno scolastico. Ti servono quale ripasso!!!se qualcosa non fosse chiaro batti

Dettagli

Libro laboratorio I. Mappa concettuale

Libro laboratorio I. Mappa concettuale Libro laboratorio I Mappa concettuale Lavoro preparatorio per il laboratorio. Il diario di bordo Modello di relazione Relazione tra matematica e fisica Linearità, caso particolare Kx +b, x y =k, y/x 2

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S.2014-15 SCUOLA: Liceo Linguistico Teatro alla Scala DOCENTE: BASSO RICCI MARIA MATERIA: MATEMATICA- INFORMATICA Classe 2 Sezione A CONTENUTI Sistemi lineari numerici

Dettagli

DOCENTE: GIORGIO WALTER CANDELORO

DOCENTE: GIORGIO WALTER CANDELORO LICEO SCIENTIFICO FILIPPO LUSSANA BERGAMO PROGRAMMA DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE SVOLTO NELL' A.S. 2014-15 CLASSE 1P INDIRIZZO: SCIENZE APPLICATE DOCENTE: GIORGIO WALTER CANDELORO QUADRO ORARIO Ordinamento

Dettagli

LICEO STATALE G. MAZZINI

LICEO STATALE G. MAZZINI LICEO STATALE G. MAZZINI LICEO LINGUISTICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE Viale Aldo Ferrari, 37 Tel. 0187743000 19122 La Spezia Fax 0187743208 www.liceomazzini.org

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO LEONARDO da VINCI di REGGIO CALAGRIA PROGRAMMA SVOLTO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE. Prof. Arturi Giancarlo

LICEO SCIENTIFICO LEONARDO da VINCI di REGGIO CALAGRIA PROGRAMMA SVOLTO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE. Prof. Arturi Giancarlo LICEO SCIENTIFICO LEONARDO da VINCI di REGGIO CALAGRIA PROGRAMMA SVOLTO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE CLASSE 1 E anno scol. 2013/2014 Prof. Arturi Giancarlo conoscenza della classe presentazione del programma

Dettagli

La religione degli antichi greci

La religione degli antichi greci Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La religione degli antichi 1 Osserva gli schemi.

Dettagli

I.I.S. BACHELET LICEO LINGUISTICO Anno scolastico 2014-2015

I.I.S. BACHELET LICEO LINGUISTICO Anno scolastico 2014-2015 Fonetica La pronuncia; la quantità e l accento Caratteristiche della lingua latina Differenza tra lingua flessiva e lingua isolante Elementi essenziali del sistema flessivo latino Morfologia nominale La

Dettagli

PROGRAMMAZIONE classi: 1^ C; 1^D. A.S. 2007 2008 Materia: DISEGNO E STORIA DELL ARTE Prof. MARISA QUARTA

PROGRAMMAZIONE classi: 1^ C; 1^D. A.S. 2007 2008 Materia: DISEGNO E STORIA DELL ARTE Prof. MARISA QUARTA ISTITUTODI ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO SCIENTIFICO T. L. CARO CITTADELLA PROGRAMMAZIONE classi: 1^ C; 1^D. A.S. 2007 2008 Materia: E STORIA DELL ARTE Prof. MARISA QUARTA Premessa. Gli obiettivi generali

Dettagli

Programma di Informatica. AS 2014-2015 Classe 1C

Programma di Informatica. AS 2014-2015 Classe 1C ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE I.T.C.G. L. EINAUDI LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO MURAVERA Programma di Informatica. AS 2014-2015 Classe 1C Docente: Profssa. Cannas Enrichetta Libro di Testo Titolo:

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO LEONARDO da VINCI REGGIO CALABRIA PROGRAMMA SVOLTO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE. Prof. Arturi Giancarlo

LICEO SCIENTIFICO LEONARDO da VINCI REGGIO CALABRIA PROGRAMMA SVOLTO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE. Prof. Arturi Giancarlo LICEO SCIENTIFICO LEONARDO da VINCI REGGIO CALABRIA PROGRAMMA SVOLTO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE CLASSE 1 A anno scol. 2012/2013 conoscenza della classe presentazione del programma elementi della grammatica

Dettagli

Elementi di calcolo. Recupero. Descrizione. Materiali Libro di testo di matematica. Programma delle lezioni:

Elementi di calcolo. Recupero. Descrizione. Materiali Libro di testo di matematica. Programma delle lezioni: Elementi di calcolo Prof. Nicola Tedeschi Recupero Descrizione Il corso si pone l obiettivo di rafforzare le conoscenze dei ragazzi sul calcolo con i numeri razionali, nell uso delle potenze e delle espressioni

Dettagli

PROGRAMMA di INFORMATICA E LABORATORIO Classi prime Servizi Commerciali (Grafica)

PROGRAMMA di INFORMATICA E LABORATORIO Classi prime Servizi Commerciali (Grafica) Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012 PROGRAMMA di INFORMATICA E LABORATORIO Classi prime Servizi Commerciali (Grafica) INFORMAZIONE, DATI E LORO CODIFICA o Definizione di Informatica o Differenza

Dettagli

INFORMATICA FINALITA COMPETENZE

INFORMATICA FINALITA COMPETENZE INFORMATICA DOCENTE: CAVALLO Serena Classi: I G A.S.: 2013-2014 FINALITA L insegnamento di INFORMATICA nel primo biennio si propone di: sostenere efavorire il processo di astrazione stimolando la capacità

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DI MATEMATICA. Prof. Angelo Bozza

PIANO DI LAVORO ANNUALE DI MATEMATICA. Prof. Angelo Bozza LICEO SCIENTIFICO STATALE A. GRAMSCI - IVREA ANNO SCOLASTICO 2013-2014 CLASSE 1^F - S.A. PIANO DI LAVORO ANNUALE DI MATEMATICA Prof. Angelo Bozza FINALITA SPECIFICHE DELLA DISCIPLINA E DIDATTICI Le finalità

Dettagli

AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA

AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. L alunno ha rafforzato un atteggiamento positivo rispetto

Dettagli

Programma di Fisica Classe I A AFM a.s. 2014/15

Programma di Fisica Classe I A AFM a.s. 2014/15 Classe I A AFM Il metodo sperimentale. Misurazione e misura. Il Sistema Internazionale Grandezze fondamentali: lunghezza, massa e tempo. Grandezze derivate Unità di misura S.I. : metro, kilogrammo e secondo.

Dettagli

IIS D ORIA - PROGRAMMAZIONE per UFC INDICE DELLE UFC

IIS D ORIA - PROGRAMMAZIONE per UFC INDICE DELLE UFC INDICE DELLE UFC 1 STRUTTURA E NORMATIVE 2 IL SISTEMA OPERATIVO 3 TESTI, IPERTESTI E PRESENTAZIONI 4 LE RETI TELEMATICHE E INTERNET 5 IL FOGLIO DI CALCOLO EXCEL 6 BASI DI PROGRAMMAZIONE TIPOLOGIA VERIFICHE.

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE PIANO DIDATTICO ANNUALE A.S.

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE PIANO DIDATTICO ANNUALE A.S. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE PIANO DIDATTICO ANNUALE A.S. 2014/2015 Materia: Informatica Classe (docente) 1^BLSA - Prof. Musumeci

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

Programmi a.s. 2014-15

Programmi a.s. 2014-15 Docente BERNARDI KATIA Classi 2 sezione/i D 1. Roma: Origini di Roma tra leggenda e realtà Roma monarchica - Roma repubblicana Conquista dell'italia Conquista del Mediterraneo - Le guerre puniche L'identità

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2013-2014. Istituto di Istruzione Superiore. Fisica Biennio Liceo

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2013-2014. Istituto di Istruzione Superiore. Fisica Biennio Liceo Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA-GEOGRAFIA classe 1 C

PROGRAMMA DI STORIA-GEOGRAFIA classe 1 C Anno scolastico 2010/2011 Liceo scientifico E. Fermi Nuoro PROGRAMMA DI STORIA-GEOGRAFIA classe 1 C STORIA UNITA 1: LA PREISTORIA 1-L origine della vita La formazione dei continenti La teoria dell evoluzione

Dettagli

PROGRAMMA FINALE A.S. 2015/16 CLASSE 1^ A AFM Prof. FILIPPI PAOLO INFORMATICA

PROGRAMMA FINALE A.S. 2015/16 CLASSE 1^ A AFM Prof. FILIPPI PAOLO INFORMATICA PROGRAMMA FINALE A.S. 2015/16 CLASSE 1^ A AFM Prof. FILIPPI PAOLO INFORMATICA MODULO 1: CONCETTI INFORMATICI DI BASE U.D.1 - Concetti generali. Informatica Comunicazione uomo-macchina Informazioni, dati

Dettagli

ISTITUTO d IstruzIone Superiore A. righi

ISTITUTO d IstruzIone Superiore A. righi I.T.S. A. Righi M. I. U. R. Unione Europea ISTITUTO d IstruzIone Superiore A. righi Istituto Tecnico Statale Attività Sociali M.Guerrisi PROGRAMMA SVOLTO TECNOLOGIE INFORMATICHE CLASSI: PRIMA SEZ: B PROF:

Dettagli

I A ISTITUTO TECNICO L. EINAUDI MURAVERA MATERIA:RELIGIONE. PROFESSORE: FAEDDA SIMONE Anno 2014-2015

I A ISTITUTO TECNICO L. EINAUDI MURAVERA MATERIA:RELIGIONE. PROFESSORE: FAEDDA SIMONE Anno 2014-2015 I A ISTITUTO TECNICO L. EINAUDI MURAVERA MATERIA:RELIGIONE. PROFESSORE: FAEDDA SIMONE 1. Unità di apprendimento: IL MISTERO DELL ESISTENZA - Chi sono io? Le domande di senso nell esistenza di qualsiasi

Dettagli

Piano di lavoro annuale

Piano di lavoro annuale Piano di lavoro annuale Primo biennio a.s. 2013/2014 IL PIANO DI LAVORO RAPPRESENTA UNA IMPOSTAZIONE DEL PERCORSO PREVISTO DAL DOCENTE CHE PUÒ ESSERE MODIFICATO, INTEGRATO, PERSONALIZZATO NEL CORSO DELL

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Programma svolto a.s. 2014-2015 Classi I F Fisica Prof.ssa Ancona Rosa Laura

Liceo Scientifico G. Galilei Programma svolto a.s. 2014-2015 Classi I F Fisica Prof.ssa Ancona Rosa Laura STRUMENTI MATEMATICI UTILI PER LA FISICA Proporzioni. Percentuali. Formule e formule inverse. Liceo Scientifico G. Galilei Programma svolto a.s. 2014-2015 Classi I F Fisica Prof.ssa Ancona Rosa Laura LA

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Operare in situazioni reali e/o disciplinari con tecniche e procedure di calcolo L alunno si muove con sicurezza nel calcolo anche con i numeri razionali, ne padroneggia le diverse e stima la grandezza

Dettagli

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: PRIMO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: PRIMO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO MATERIA: GEOSTORIA IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: PRIMO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO A.S. 2013-2014 Competenze chiave trasversali di cittadinanza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE INFORMATICA PRIMO BIENNIO. Opzione Scienze Applicate

PROGRAMMAZIONE INFORMATICA PRIMO BIENNIO. Opzione Scienze Applicate PROGRAMMAZIONE INFORMATICA PRIMO BIENNIO Opzione Scienze Applicate Anno scolastico 2015-2016 Programmazione di Informatica pag. 2 / 8 INFORMATICA - PRIMO BIENNIO OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO DELL

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino ANNO SCOLASTICO 2014/2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino Obiettivi minimi Informatica Prime Conoscere il sistema di numerazione binaria e la sua importanza nella codifica delle

Dettagli

I.S.I.S. FOSSOMBRONI - GROSSETO STORIA DELL ARTE DEL TERRITORIO CLASSE TERZA TURISMO PROGRAMMA CON CONTENUTI MINIMI

I.S.I.S. FOSSOMBRONI - GROSSETO STORIA DELL ARTE DEL TERRITORIO CLASSE TERZA TURISMO PROGRAMMA CON CONTENUTI MINIMI CLASSE TERZA TURISMO Libro di testo: Itinerario nell arte vol. 1, a cura di Cricco e Di Teodoro. 1) Il problema della creazione artistica. La definizione di arte. 2) Il mondo primitivo e le prime manifestazione

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSE 1^ A AFM DISCIPLINA INFORMATICA. DOCENTE PATANÈ RITA S. N. 65 ore svolte sul totale delle ore previste 66

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSE 1^ A AFM DISCIPLINA INFORMATICA. DOCENTE PATANÈ RITA S. N. 65 ore svolte sul totale delle ore previste 66 PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSE 1^ A AFM DISCIPLINA INFORMATICA DOCENTE PATANÈ RITA S. N. 65 ore svolte sul totale delle ore previste 66 MODULO E/O UNITA DIDATTICA CONTENUTI OBIETTIVI TIPOLOGIE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

CLASSE: 1^ CAT. E 1^ GRA

CLASSE: 1^ CAT. E 1^ GRA ITS BANDINI - SIENA MATERIA DI INSEGNAMENTO: FISICA e LABORATORIO CLASSE: 1^ CAT. E 1^ GRA In relazione alla programmazione curricolare ci si prefigge di raggiungere i seguenti obiettivi disciplinari:

Dettagli

Anno Scolastico 2014 2015 Classi I II III IV V

Anno Scolastico 2014 2015 Classi I II III IV V Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Stoppani Scuole primarie Cadorna e Stoppani Scuola secondaria di primo grado ad indirizzo musicale Don Milani Via Carroccio,

Dettagli

Anno scolastico 2013\2014. Classe I C. Programma di Italiano

Anno scolastico 2013\2014. Classe I C. Programma di Italiano Anno scolastico 2013\2014 Classe I C Programma di Italiano NARRATIVA Fabula, intreccio, tempo Ordine naturale e ordine narrativo Alterazione dell ordine naturale Suspense ed effetto sorpresa La narrazione

Dettagli

Istituto Comprensivo Caposele (Av) Curricolo verticale d istituto a.sc. 2013-2014

Istituto Comprensivo Caposele (Av) Curricolo verticale d istituto a.sc. 2013-2014 CURRICOLO DI MATEMATICA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA 1. Contare oggetti o eventi, a voce e mentalmente, in senso progressivo e regressivo e per salti di due, tre, 2. Leggere e scrivere i numeri naturali

Dettagli

PROGRAMMA FINALE A.S. 15/16 CLASSE 1^ A TUR Prof. FABRIS MARINO INFORMATICA

PROGRAMMA FINALE A.S. 15/16 CLASSE 1^ A TUR Prof. FABRIS MARINO INFORMATICA PROGRAMMA FINALE A.S. 15/16 CLASSE 1^ A TUR Prof. FABRIS MARINO INFORMATICA MODULO 1: CONCETTI INFORMATICI DI BASE U.D.1 - Concetti generali. Informatica Comunicazione uomo-macchina Informazioni, dati

Dettagli

Indirizzo: Primo Biennio. Classe: Prima. Disciplina: STORIA. Primo Biennio

Indirizzo: Primo Biennio. Classe: Prima. Disciplina: STORIA. Primo Biennio Indirizzo: Primo Biennio Classe: Prima Disciplina: STORIA prof. Primo Biennio Competenze disciplinari: 1. Comprendere il cambiamento e la diversità dei tempi storici in una dimensione diacronica e in una

Dettagli

Programma svolto di Informatica Anno scolastico 2014/2015

Programma svolto di Informatica Anno scolastico 2014/2015 Programma svolto di Informatica Anno scolastico 2014/2015 Insegnante: Matteo Anastasio Classe: 2^ sezione: B ITT F. Algarotti - Venezia MODULO 1: CONCETTI INFORMATICI DI BASE U.D.1 Ripasso dei principali

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSI 1^ D 1^E AFM DISCIPLINA INFORMATICA

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSI 1^ D 1^E AFM DISCIPLINA INFORMATICA PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSI 1^ D 1^E AFM DISCIPLINA INFORMATICA DOCENTE Massaro Alfonsina N. 63 ore svolte sul totale delle ore previste 66 MODULO E/O UNITA DIDATTICA CONTENUTI OBIETTIVI TIPOLOGIE

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof. Tomasetig Laura A.S. 2014/2015 CLASSE 1ACAT MATERIA: Matematica

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof. Tomasetig Laura A.S. 2014/2015 CLASSE 1ACAT MATERIA: Matematica PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof. Tomasetig Laura A.S. 2014/2015 CLASSE 1ACAT MATERIA: Matematica Modulo n. 1: Insiemi Collocazione temporale: settembre-dicembre Strategie didattiche: L insegnamento dei

Dettagli

Scuola primaria statale

Scuola primaria statale ISTITUTO COMPRENSIVO ARDEA III ARDEA (RM) Scuola primaria statale Anno scolastico 2014/2015 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE La Programmazione didattica annuale è stata elaborata conformemente ai nuovi

Dettagli

Anno scolastico 2012 / 2013

Anno scolastico 2012 / 2013 SCUOLA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE Via Enrico Alvino, 9 NAPOLI Anno scolastico 2012 / 2013 Disciplina: DISEGNO E STORIA DELL ARTE Classe: III LICEO SCIENTIFICO Docente: Prof.ssa BRANCA Antonella Libri

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO - CLASSE PRIMA sez. R - ITT. ALGAROTTI - A.S. 2014/15. Insegnante: Roberto Bottazzo Materia: FISICA

PROGRAMMA SVOLTO - CLASSE PRIMA sez. R - ITT. ALGAROTTI - A.S. 2014/15. Insegnante: Roberto Bottazzo Materia: FISICA PROGRAMMA SVOLTO - CLASSE PRIMA sez. R - ITT. ALGAROTTI - A.S. 2014/15 Materia: FISICA 1) INTRODUZIONE ALLA SCIENZA E AL METODO SCIENTIFICO La Scienza moderna. Galileo ed il metodo sperimentale. Grandezze

Dettagli

LICEO ARTISTICO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA

LICEO ARTISTICO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA Anno Scolastico 2014/15 LICEO ARTISTICO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA : MATEMATICA PRIMO BIENNIO L asse matematico ha l obiettivo di far acquisire allo studente saperi e competenze

Dettagli

I.I.S. PRIMO LEVI. CLASSE: I sez. BSA A.S. 2012/13

I.I.S. PRIMO LEVI. CLASSE: I sez. BSA A.S. 2012/13 I.I.S. PRIMO LEVI ISTITUTO TECNICO SETTORE TECNOLOGICO Elettronica ed Elettrotecnica - Informatica e Telecomunicazioni LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO opzione Scienze Applicate DISCIPLINA: ITALIANO

Dettagli

Mestre 7/6/2012 Prof. Mauro Martignon Prof. Martina Zuccon Per gli studenti

Mestre 7/6/2012 Prof. Mauro Martignon Prof. Martina Zuccon Per gli studenti Programma di Informatica svolto nella classe 1C del Liceo Scientifico G.Bruno anno scolastico 2011-12. Obiettivi generali dell informatica; caratteristiche fondamentali di un computer; hardware e software,

Dettagli

Programmazione didattica classe 1A Schilpario, Anno Scolastico: 2014/2015

Programmazione didattica classe 1A Schilpario, Anno Scolastico: 2014/2015 METODOLOGIA DIDATTICA E STRUMENTI Le lezioni teoriche vengono sviluppate a partire da momenti pratici e di osservazione di fenomeni. I principi teorici verranno quindi o presentati dall insegnate o ricavati

Dettagli

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e naturali. CFU = 3 9 incontri di 3 ore. del Corso di Studio Obiettivi formativi del corso

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e naturali. CFU = 3 9 incontri di 3 ore. del Corso di Studio Obiettivi formativi del corso Allegato A al Bando per la partecipazione al progetto sperimentale di orientamento e formazione per l iscrizione all Università I Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Facoltà di Scienze Matematiche,

Dettagli

Programma di INFORMATICA

Programma di INFORMATICA Classe 1 a D Indirizzo AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING MODULO 1: Architettura e componenti di un computer 1.1 Terminologia base e definizioni 1.2 Struttura di un PC 1.3 Componenti Hardware 1.4 Unità

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli Attività svolta 1. UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1: CONCETTI DI BASE DELLA TECNOLOGIA INFORMATICA 1.1. Concetti elementari di informatica Algoritmo, Dato, Informazione Campi di applicazione e classificazione

Dettagli

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO DAL DOCENTE

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO DAL DOCENTE Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto d Istruzione Superiore Severi-Correnti IIS Severi-Correnti 02-318112/1 via Alcuino 4-20149 Milano 02-33100578 codice fiscale 97504620150

Dettagli