PROGRAMMA DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE SVOLTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE SVOLTO"

Transcript

1 LICEO SCIENTIFICO BOGGIO LERA CATANIA PROGRAMMA DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE SVOLTO ANNO SCOLASTICO PROFESSORESSA : FEBBRARINO NASELLI SILVANA CLASSE I B SA Libri di testo. Disegno Rocco Fiumara M.Borgherini SEGNI e MODELLI. Ed. DeAgostini Storia dell Arte Cricco, Di Teodoro ITINERARIO NEL ARTE Vol I Dalla preistoria all arte romana.ed Zanichelli. Versione Verde DISEGNO GEOMETRICO: Nozioni di geometria elementare. Punti, linee,piano, superficie, retta, angoli. I poligoni: triangoli, quadrilateri, cerchio. Definizione dei solidi: cubo, prisma, piramide, parallelepipedo, cono, cilindro. Nozioni di geometria descrittiva:proiezioni ortogonali, il sistema di riferimento,linea di terra, P.O, P.V, P.L. Ribaltamento dei piani di proiezione,rappresentazione della retta. Condizione di appartenenza di un punto a una retta. Condizione di parallelismo tra rette.rappresentazione del piano. Condizione di parallelismo fra piani. Proiezioni ortogonali del punto, della retta, delle figure piane( quadrato, rettangolo, triangolo, equilatero, triangolo scaleno, cerchio, esagono, poligono concavo), proiezione di figure inclinate ai piani. Proiezioni ortogonali di figure inclinate ai piani. Figura ortogonale a un piano e obliqua agli altri due( cerchio).proiezioni ortogonali dei solidi (piramide a base quadrata, parallelepipedo, prisma a base esagonale, piramide a base pentagonale, cono cilindro). Proiezione ortogonale di un gruppo di solidi. Solidi inclinati ai piani di proiezione(cono,cilindro). Proiezione ortogonale di una piramide a base pentagonale con asse parallelo al P.V.e inclinato rispetto agli altri piani. Piani in sezione. Solidi sezionati. PROGRAMMA DI STORIA DELL ARTE LA PREISTORIA: Paleolitico superiore- scultura: Venere di Willendorf. Pittura: graffiti(grotta di Lascaux). Mesolitico e neolitico: vaso decorato, caccia,figure umane stilizzate Architettura: Menhir,Dolmen e Cromlech. Nuraghi( cd rom su Stonenhenge).I trulli. ARTE EGIZIA :la Mastaba,Antico Regno- piramide a gradoni di Zoser. Piramide a facce lisce:cheope,chefren,micerino. Medio regno. Nuovo regno: i templi- tempio funerario della regina Hatshepsu tempio divino- AMON a KARNAK. Scultura: busto della regina Nefertiti, Micerino in compagnia della moglie Khamerer Nebbi.Pittura Egizia. ARTE EGEO- CRETESE: architettura il Palazzo di CNOSSO. Scultura. Pittura. Ceramica, stile di Karames, stile Nuovo, stile di Palazzo.Brocca in stile di karames, anfora, brocchetta di Gurnia. ARTE MICENEA: architettura ( cd rom sull arte micenea).palazzo di Tirinto.Porta dei leoni. Tesoro di Atreo. ARTE GRECA. Periodo di formazione. La Polis. Periodo arcaico, tipologie dei templi. Ordini greci: DORICO,IONICO, CORINZIO.. Periodo classico: il Partenone. Eretteo,Loggetta delle Cariatidi,Propilei, Pinacoteca,Tempietto di Atena Nike( dvd).scultura i fratelli Kleobi, Moschophoros, Kouros di Milo, Hera di Samo,Zeus, Auriga di Delfi. Mirone- Discobolo,Policleto -Doriforo. Fidia. Periodo ellenistico: Altare di Zeus, Gruppo del Laocoonte. Prassitele: Afridite Cnidia, Skopas:Menade danzante.

2 Lisippo:Apoxyomenos. I bronzi di Riace.Il teatro di Epidauro.Teatro greco-romano, anfiteatro di Catania. Terme Achilleane, della Rotonda, dell Indirizzo di Catania. ARTE ETRUSCA: architettura- i villaggi, le città, arco reale PORTA DELL ARCO DI VOLTERRA, il tempio( differenza e affinità tra il teatro greco e quello etrusco),colonna tuscanica, le tombe:ponte S.Giovanni,tomba dei Rilievi nella Necropoli di Cerveteri Scultura: Canopi, Sarcofago degli sposi, Apollo di Veio.La Lupa Capitolina. La Chimera d Arezzo. ARTE ROMANA: tecnica edilizia e caratteri dell architettura romana, opere di utilità pubblica, la città. Architettura:Ara Pacis( differenze e affinità con l Altare di Zeus).Terme di Caracalla. Pittura: gli stili della pittura- Decorazione pittorica del I stile ad incrostazione. Decorazione del II stile Fregio della Villa dei Misteri Fregio con Amorini. Decorazione III Stile. Decorazione pittorica del IV stile-casa dei Vettii (Pompei. Architettura:il Colosseo( dvd). Pantheon. Colonna Traiana- e Aureliana.Arte Paleocristiana. Basilica paleocristiana,basilica romana, basilica di Massenzio.Santa Maria Maggiore,Mausoleo di Santa Costanza, mosaico della vendemmia. Tecnica del mosaico. Arte a Ravenna.Mausoleo di Galla Placidia,mosaico della cupola,battistero degli ortodossi,mosaico della cupola, Battesimo di Cristo. Sant Apollinare Nuovo,mosaico Palazzo di Teodorico, Processione delle Sante Vergini. Basilica di San Vitale, mosaico del presbiterio di Teodora e la sua corte e di Giustiniano e il suo seguito. Basilica di Sant Apollinare in Classe, mosaico del abside con i mosaici del catino. Inoltre la classe è uscita per visionare e Terme della Rotonda, Achilleane,dell Indirizzo,Teatro greco-romano e Anfiteatro Romano di Catania. Professoressa Silvana Febbrarino Naselli

3 PROGRAMMA DI ED. FISICA Classe I Bsa Anno Scolastico 2014/2015 DOCENTE: MARIA RUMASUGLIA PROGRAMMA PRATICO - Test per misurare la resistenza: a) calcolo della frequenza basale b) calcolo del tempo di recupero c) misurazione della capacità di resistenza generale o aerobica (test di Cooper ) - Test di palleggi a muro per misurare la coordinazione - Test forza arti inferiori - Test forza arti superiori - Test forza muscoli addominali - Test mobilità colonna vertebrale - Test velocità metri 30 - STRETCHING dei principali muscoli del corpo umano bicipite femorale, tricipite della sura, quadricipite) - POTENZIAMENTO dei principali muscoli del corpo umano - ATLETICA LEGGERA: - Preatletici: corsa laterale con incrocio, galoppo, corsa calciata, corsa balzata, skip, allunghi, saltelli ad uno o due piedi, tip-tap, allunghi. - Salto in alto stile Fosbury. - Corsa ad ostacoli - Lancio del peso - PALLAVOLO: esercizi per il miglioramento del palleggio, bagher, Servizio di sicurezza, ricezione a doppia w, partita. Torneo di pallavolo

4 - Pallacanestro:, tiro da fermo palleggio, cambio di direzione Libro di testo: Più Movimento PROGRAMMA TEORICO Autori Fiorini, Coretti, Bocchi. Casa Editrice: Marietti Scuola - NOMENCLATURA E TERMINOLOGIA GINNASTICA. - SCHEMI DI PALLAVOLO - APPARATO SCHELETRICO

5 Classe 1BSA An.Sc.2014/2015 FISICA Unità 1: La misura delle grandezze fisiche Grandezze fisiche, unità di misura, equivalenze. Notazione scientifica, ordine di grandezza. Massa, peso e densità. Errori di misura: assoluti, relativi, percentuali. Caratteristiche degli strumenti di misura. Errori sulle misure indirette. Cifre significative. Laboratorio: misura del volume per immersione, della massa e calcolo della densità, propagazione dell errore nelle misure indirette. Unità 2: Rappresentazione di dati e fenomeni Tabelle, formule, grafici. Pendenza di una retta. Proporzionalità diretta e inversa, correlazione lineare, proporzionalità quadratica e quadratica inversa. Laboratorio: leva, relazione tra braccio e forza. Laboratorio: pendolo, relazione tra lunghezza corda e periodo di oscillazione. Unità 3: Grandezze vettoriali Grandezze scalari e vettoriali. Spostamenti e vettori. Operazioni sui vettori. Scomposizione di un vettore, componenti. Seno, coseno e tangente di un angolo acuto. Forze, forze fondamentali. Forze elastiche, forze di attrito. Laboratorio: scomposizione di un vettore. Laboratorio: dinamometro e relazione tra forza peso e massa. Laboratorio: calcolo della costante elastica di una molla, legge di Hooke. Unità 4: Equilibrio dei corpi solidi Equilibrio di un punto materiale. Reazioni vincolari. Equilibrio su un piano inclinato liscio e con attrito. Momento di una forza. Equilibrio rispetto alla rotazione. Coppie di forze, momento di una coppia. Guadagno di una macchina semplice. Leve, carrucole, verricelli. Baricentro. Stabilità di un corpo appoggiato. Laboratorio: equilibrio di una leva. Unità 5: Equilibrio dei fluidi Pressione. Legge di Stevin. Principio di Pascal. Sollevatore idraulico. Vasi comunicanti. Esperienza di Torricelli, pressione atmosferica. Spinta di Archimede. Laboratorio: spinta di Archimede. Laboratorio: vasi comunicanti e relazione tra densità e altezza di tre liquidi diversi. Unità 6: Il moto rettilineo Traiettoria, sistema di riferimento. Variazione di una grandezza fisica. Velocità media ed istantanea. Moto rettilineo uniforme: legge oraria, rappresentazione grafica del moto. Laboratorio: rotaia a cuscino d aria, moto di un corpo in assenza di forze e relazione tra spazio e tempo. Laboratorio di informatica: elaborazione dati sperimentali con excel, inserimento grafici.

6 Unità 7: accelerazione; moto uniformemente accelerato; legge oraria del moto; calcolo dello spazio dal grafico velocità-tempo. Laboratorio: rotaia a cuscino d aria, moto di un corpo soggetto ad una forza costante. Laboratorio di informatica: elaborazione dati sperimentali con excel. Raccolta Dati sperimentali, ricerca legge fisica e modello matematico che descrive il fenomeno in studio, rappresentazione grafica del modello matematico. Classe IBSA Anno Scolastico 2014/2015 Docente Perillo Barbara

7 LICEO STATALE E. BOGGIO LERA CATANIA Programma Anno scolastico 2014/2015 Classe I B Scientifico opz. SCIENZE APPLICATE GEOSTORIA Libro di testo: A. Giardina, La nuova storia con geografia. Dalla preistoria all anno Mille, vol 1, Ed. Laterza. Orientarsi nel tempo: la linea del tempo; la periodizzazione. L origine della specie. La nascita dell uomo. La diffusione dell uomo sulla terra; il Paleolitico; il Neolitico. Dall accampamento, al villaggio, alla città. La nascita della scrittura. L età dei metalli. I regni e gli imperi della Mesopotamia fino al II millennio: l impero accadico e l impero babilonese. Regni e imperi in Mesopotamia: gli Assiri, gli Ittiti e i Persiani. Le lingue indoeuropee e semitiche. La periodizzazione della storia degli Egizi. Il Nilo dono degli dei; la società egiziana; gli stati teocratici ieri e oggi. L urbanizzazione. I popoli del Mediterraneo orientale. La civiltà minoica. Micenei o Achei. I Fenici signori del mare. Approfondimento sulla porpora. Gli Ebrei e la Palestina. La polis e il potere dell aristocrazia in Grecia. Le due colonizzazioni. La riforma oplitica e la tirannide. La polis di Sparta. La polis di Atene. La nascita della moneta. Le guerre persiane e l apogeo di Atene. La guerra del Peloponneso. La nascita del pensiero razionale. Il tramonto delle poleis e l'ascesa della Macedonia. La crisi delle poleis. La breve supremazia di Tebe. Filippo II di Macedonia. Approfondimento su Filippo II di Macedonia. Isocrate e Demostene: il dispotismo e le "Filippiche". L'ascesa della Macedonia.

8 Alessandro Magno: la conquista dell'oriente; Signore dell'oriente e dell'occidente. Nuovi regni dopo Alessandro: la guerra per il regno - i regni ellenistici - l'organizzazione del potere. Capitale del regno e città. La diffusione della cultura greca. Invenzioni, inventori e centri del sapere. Lettura delle fonti: "Le macchine di Archimede". Visione di un documentario su Alessandro Magno. La prima Italia. Gli Etruschi: le origini. Gli Etruschi. Le origini di Roma. Nasce la repubblica: dalla monarchia alla repubblica. La voce della plebe. La lotta per la pacificazione politica. Il funzionamento del governo repubblicano. La repubblica romana: diritti e doveri crescono in rapporto alla ricchezza. Roma conquista l'italia: Dalla difesa alla conquista - L'incendio gallico. Il cursus honorum. Le guerre sannitiche. La guerra contro Pirro. La prima guerra punica. La signora del Mediterraneo: La seconda guerra punica - L'Oriente. Gestire i nuovi domini. L'efficienza bellica di Roma. L'organizzazione dell'esercito romano. La struttura dell'esercito. Essere "familia" ai tempi della repubblica. Tiberio Gracco e la crisi della società romana - Il progetto di Gaio Gracco - Schiavi ieri e oggi. Tradizione e "cose nuove". Ottimati e popolari. La riforma dell'esercito e la guerra sociale: una personalità eccezionale. Un nuovo tipo di soldato. La guerra degli italici per la cittadinanza. *** I flussi migratori. Il Presidente della Repubblica: elezione e compiti istituzionali. La lettera al Presidente della Repubblica. Il potere nelle mani del popolo. L'ISIS e lo scontro con l'occidente. Significato delle seguenti parole: Sunniti - Sciiti - califfo - imam - jihad sharia. L'ISIS. Le minacce al mondo occidentale. Abu Bakr al Baghdadi: il califfo del terrore. La Shoah. Il significato dei termini "shoah" ed "olocausto". "Se questo è un uomo" (poesia) di P. Levi. Visione del trailer: "Il dovere di ricordare. Riflessioni sulla Shoah". L'alfabeto della Shoah: A come Antisemitismo, come Auschwitz, come "Arbeit macht frei". Progettazione di un power point su Anne Frank e la Shoah. La storia di Anna Frank e della sua famiglia sullo sfondo dei principali avvenimenti storici. Visione del film "Mi ricordo Anna Frank". Riflessioni sulla Shoah. Il mito del Minotauro. Lettura del racconto "La casa di Asterione" di J.L. Borges.

9 Riflessioni in occasione dell'anniversario della strage di Capaci: i giovani e la cultura mafiosa. Catania, 9/6/2015 L insegnante Prof.ssa Tatiana Severi

10 LICEO SCIENTIFICO STATALE BOGGIO LERA (indirizzo scienze applicate)-ct PROGRAMMA DI INFORMATICA Classe IBsa Anno Scolastico 2014/2015 Insegnante: Prof.ssa Barone Mirella ELEMENTI GENERALI DI FUNZIONAMENTO DI UN PC Concetti di base: conoscenza dei concetti fondamentali delle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione ad un livello generale e conoscenza delle varie parti di un computer. Definizione di software e hardware. Motherboard., Case e principali periferiche di input e output. Tipologie di computer. La struttura di un personal computer: gli elementi fondamentali del funzionamento della CPU, dei vari tipi di memoria, del bus di sistema, delle porte di comunicazione. La struttura fisica delle porte seriali e parallele. Gli elementi essenziali che descrivono il funzionamento: di una tastiera; di un monitor; di un CD- ROM; di una stampante. LA CODIFICA DELL INFORMAZIONE La rappresentazione delle informazioni. Dato e informazione. Il codice. Codifica e decodifica dell informazione. I sistemi di numerazione: sistemi addizionali e posizionali. Sistemi di numerazione decimale, binario, ottale ed esadecimale. Conversioni tra basi diverse. Operazioni con i numeri binari. Complemento a 2. Concetto di BIT e di Byte. Multipli del Byte. SISTEMA OPERATIVO MICROSOFT WINDOWS Cosa è il sistema operativo. Struttura e funzioni del sistema operativo. Il sistema operativo windows. Interfaccia standard delle applicazione. Modificare l ambiente di lavoro. Utilizzare le finestre. Utilizzare i programmi. Accessori. File e cartelle. Navigare tra file e cartelle. Gestire file e cartelle. Cercare file e cartelle. Stampare. Chiedere aiuto al computer. TRASMISSIONE DEI DATI E RETI DI COMUNICAZIONE La comunicazione. Gli elementi della comunicazione. Reti di computer. Perché collegare un computer a una rete. I sistemi master-slave e client-server. Tipi di rete: i termini PAN, LAN, WLAN, CAN, MAN, WAN e GAN. Segnali analogici e digitali. Mezzi trasmissivi. Reti analogiche e reti digitali. Banda larga: l ADSL. Tipi di collegamento. Le topologie di rete: bus, anello, stella, anello cablato a stella, maglia completa e maglia parziale, albero. I dispositivi di interconnessione. L ipertesto: vantaggi e svantaggi. I media. Multimedia e ipermedia. Le origini di Internet. Il WWW e la navigazione ipermediale. I browser. Il cyberspazio. Gli indirizzi IP. ELABORATORE DI TESTI ( Microsoft Word)

11 Creare e impostare un documento. Formattazione del testo. Formattazione dei paragrafi. Elenchi, bordi e sfondi. Disposizione del testo. Tabelle e relativi stili. Documenti accattivanti con le immagini. Disegnare con Word. Inserire oggetti. Intestazione e piè di pagina. Anteprima e stampa di un documento. Attività di laboratorio sul modulo: Usare il programma di elaborazione testi per creare lettere e documenti. Lavorare con i documenti e salvarli in diversi formati. Scegliere le funzionalità disponibili per migliorare la produttività, quali la Guida in linea. Creare e modificare documenti di piccole dimensioni in modo che siano pronti per la condivisione e la distribuzione. Applicare formattazioni diverse ai documenti per migliorarne l aspetto prima della distribuzione e individuare buoni esempi nella scelta delle opzioni di formattazione più adeguate. Inserire tabelle, immagini e oggetti grafici nei documenti. Preparare i documenti per le operazioni di stampa unione. Modificare le impostazioni di pagina dei documenti e controllare e correggere errori di ortografia prima della stampa finale. STRUMENTI DI PRESENTAZIONE ( Microsoft Power Point) Organizzazione della presentazione. Salvare la presentazione.stampa. Inserimento di elementi grafici ed effetti di animazione. Oggetti multimediali. Collegamenti ipertestuali. Attività di laboratorio sul modulo: Realizzazione di presentazioni su approfondimenti informatici o di altre problematiche interessanti emersi nel corso dell anno scolastico anche relativamente ad altre discipline. FOGLIO ELETTRONICO E LABORATORIO( Microsoft Excel) Foglio di lavoro e celle. Formattazione dei dati. Formattazione automatica e condizionale. Sostituzione, ordinamento e filtri. Formule e riferimenti. Creare e gestire tabelle di dati. Utilizzare le funzioni di Excel, in particolare logiche, matematiche e statistiche. Realizzare grafici appropriati all esigenza del problema trattato. Testo utilizzato: Informatica APP 1 P. Gallo P. Sirsi Minerva Scuola

12 LICEO SCIENTIFICO E. BOGGIO LERA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE INSEGNANTE : LA SPINA FEBRONIA RITA CLASSE I BSA (INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE) LIBRO DI TESTO : 1) NEW MY ENGLISH, VOLUME 1 2) NEW INSIDE GRAMMAR -SUBJECTS PRONOUNS, TO BE, PLURAL(ALL FORMS,IRREGULAR PLURALS) -TO HAVE GOT,POSSESSIVE ADJECTIVES AND PRONOUNS, POSSESSIVE'S - THERE IS/THERE ARE, SOME/ANY, THIS/THAT/THESE/THOSE, IMPERATIVES - PRESENT SIMPLE (ALL FORMS), ADVERBS OF FREQUENCY, WH-QUESTIONS, VERBS OF PREFERENCE - COUNTABLE AND UNCOUNTABLE NOUNS, SOME/ANY, A FEW/A LITTLE/A LOT OF/ TOO MUCH/TOO MANY/NOT ENOUGH - PRESENT CONTINUOUS (ALL FORMS), EXPRESSIONS OF TIME, OBJECT PRONOUNS, MUCH/MANY/HOW MUCH/HOW MANY - CAN,ABILITY AND POSSIBILITY, STATIVE VERBS, PRESENT SIMPLE OR PRESENT CONTINUOUS?, COMPOUNDS OF SOME, ANY AND NO -PAST SIMPLE OF TO BE (ALL FORMS), EXPRESSIONS OF PAST TIME, WAS /WERE BORN, USED TO AFFERMATIVE FORM - PAST SIMPLE,REGULAR AND IRREGULAR VERBS, AFFERMATIVE EXPRESSIONS OF PAST TIME, COULD, CAN/COULD/MAY - PAST SIMPLE NEGATIVE AND INTERROGATIVE FORMS

13 PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE IB SA a.s PROF. LUISA EMANUELE Testi: FOGLIATO Strumenti per l italiano Loesher Perego, Ghislanzoni Parole in viaggio, Narrativa - Zanichelli Perego, Ghislanzoni Parole in viaggio, Epica Zanichelli NARRATIVA: Le tecniche narrative: La struttura del testo narrativo: fabula e intreccio, le sequenze, schema logico. Tempo, spazio, personaggi, narratore e punto di vista (la focalizzazione), il patto narrativo, pensieri e parole dei personaggi. Brani: Guy de Maupassant, Due amici Cechov, La morte dell impiegato M. de Cervantes, Perdere il senno a causa dei libri R. Bradbury, Dei libri bisogna fare un rogo E.T.A.Hoffmann, L orco Insabbia M. Shelley, Frankenstein e la nascita del mostro B. Stoker, Il conte Dracula E.A.Poe, Il pozzo e il pendolo V. Hugo, Un atto di fiducia che cambia la vita F. Dosostoevskij, Raskolnikov è preda del rimorso O. Wilde, Il segreto del ritratto L. Pirandello, Cambio d identità; Problemi di naso. V. Pratolini, Il fratellino adottato I. Svevo, L ultima sigaretta

14 Stendhal, Le ambizioni del giovane Julien Sorel G. Falubert, I sogni inconcludenti di Emma F. Uhlman, Nascita di un amicizia G. Ledda, Strappato dalla scuola G. Bassani, La mia classe C.Levi-Strauss, L etnocentrismo AA.VV, Opportunità e rischi dei processi di globalizzazione G. Naletto, La politica che esclude GRAMMATICA: Le forme: Il gruppo del nome; Il verbo; Le parti invariabili. La sintassi della frase semplice: La frase Il soggetto e il predicato Attributo, apposizione, complementi Complementi diretti: oggetto, predicativo del soggetto, predicativo dell oggetto Complementi indiretti: termine, specificazione, denominazione, partitivo, d agente e di causa efficiente, causa, fine, mezzo o strumento, modo, compagnia e unione, complementi di luogo, allontanamento o separazione, origine e provenienza, complementi di tempo, età, limitazione, paragone, qualità, argomento, materia, abbondanza e privazione, espansione, distanza, peso e misura, stima, prezzo, colpa e pena, relazione, vocazione, esclamazione, vantaggio e svantaggio, esclusione, eccettuativo, aggiuntivo, concessivo, sostituzione o scambio, distributivo. EPICA: Dal mito all epica. Il racconto delle origini: Gilgamesh ricerca il segreto dell immortalità; Prometeo dona il fuoco agli uomini Il mito degli dei e degli eroi: La sfida di Aracne; Le 12 fatiche di Ercole; Teseo vince il Minotauro; Iliade: Proemio. L oltraggio di Agamennone a Crise; Lo scontro tra Agamennone e Achille; La morte di Patroclo; Il duello tra Achille ed Ettore. Visione del film Troy. Odissea: Proemio; la tela di Penelope; Odisseo nell antro di Polifemo; Le Sirene. Ulisse tra Omero e Dante. Testi letti integralmente: M. Paver, Cronache dell era oscura Laboratorio di scrittura: il testo descrittivo; il testo espositivo; il testo valutativo; il testo regolativo; il testo argomentativo. Catania 4/6/2015 Gli alunni La docente

15 LICEO SCIENTIFICO STATALE E. BOGGIO LERA CATANIA PROGRAMMA DI RELIGIONE Anno Scolastico Testo in adozione: A. Famà-M. Giorda Alla Ricerca del Sacro ed. Marietti, Novara Classe I B Sa 1 Modulo: Il mistero dell esistenza Chi sono io? 2.La coscienza di sé 3.Dare un senso alla vita Che cos è la religione Le credenze religiose Studio delle religioni per la convivenza 1.5 Documenti, Mappe Concettuali, Riviste, Citazioni, altro. 1Doc."Geografia della Palestina"; 2. Musei Vaticani"L'uomo alla ricerca di Dio"; 1.6 Esperienza multimediale di laboratorio sulle nuove tecnologie del XXI secolo 2 Modulo: Le Grandi Religioni 2.1 Le Religioni Primitive Svolto 2.2 La Religione Egizia e la Religione Mesopotamica 2.3 La Religione Greca e la Religione Romana 2.4 Le tre Religioni monoteiste: Ebraismo, Cristianesimo, Islam 2.5 Le Religioni orientali: Induismo, Buddhismo, Confucianesimo, Taoismo, Shintoismo 3 Modulo: La Bibbia: Dio si rivela 3.1 La Bibbia: origine, canonicità, struttura, contenuti ermeneutici 3.2 Quali caratteristiche esegetico-ermeneutico per riconoscere un testo biblico 3.3 La Bibbia, il "grande Codice" della cultura occidentale 3.4 Dio si rivela:"antico Testamento" tra oralità e scrittura 3.5 Dio si rivela:"nuovo Testamento"dall'antica alla nuova Alleanza 3.6 Il concetto di Rivelazione 3.7 Uomini religiosi e "Tempo" 4 Modulo: Il popolo ebraico e l Ebraismo 4.1 Il racconto dell'antico Testamento: il popolo ebraico: i Patriarchi 4.2 La Terra Promessa; la Diaspora 4.3 Il racconto del Nuovo Testamento:Gesù di Nazareth 4.4 Gesù di Nazareth 4.5 La questione delle fonti: 1. Fonti cristiane 2. Testimonianze dal mondo romano 3. Testimonianze giudaiche 4.6 Gesù: la persona più famosa della storia: 1. L'immagine ebrea di Gesù 2. L'immagine laico-umanista di Gesù 3. L'immagine islamica di Gesù 4. L'immagine di Gesù nelle religioni orientali 5 La Chiesa 5.1 La struttura della Chiesa 5.2 La chiesa nelle varie epoche 5.3 I diversi tipi di chiesa: 1.Cattedrale; 2. Collegiata; 3. Parrocchiale; 4. Basilica 5.4 La chiesa ortodossa e il tempio protestante

16 Catania giugno 2015 Docente: Aletta Patrizia

17 LICEO SCIENTIFICO STATALE BOGGIO LERA CATANIA (CT) Materia: SCIENZE Classe: I BSA LEONARDO GRASSI Anno: 2014/2015 Docente: Prof.ssa ARENA VALENTINA PROGRAMMA CHIMICA Le proprietà e le trasformazioni della materia: che cos è la materia; le trasformazioni della materia; gli stati di aggregazione della materia; i cambiamenti di stato. Composizione macroscopica della materia: le miscele; il frazionamento di miscugli e soluzioni; Principali tecniche di separazione dei costituenti dei miscugli eterogenei; le sostanze; i metalli, i non metalli e i semimetalli; le emulsioni nella vita quotidiana. Dal modello particellare alla teoria atomico-molecolare: il modello particellare e gli stati fisici; trasformazioni fisiche submicroscopiche; le leggi fondamentali della chimica; la teoria atomica di Dalton; la teoria atomico-molecolare. La massa delle particelle e il sistema periodico: cenni sulla struttura dell atomo, il sistema periodico di Mendeleev, storia della struttura dell atomo, massa atomica e molecolare, numeri quantici e tavola periodica. Configurazione elettronica. SCIENZE DELLA TERRA Il sistema solare; il pianeta Terra e le sue principali caratteristiche; forma della Terra e reticolato geografico; l orientamento e le coordinate geografiche; la rappresentazione della Terra. La terra nello spazio: le stelle, il sole, la luna. I moti della Terra e loro conseguenze. L atmosfera e i fenomeni meteorologici; composizione e struttura dell atmosfera; il bilancio termico e la temperatura dell aria, la pressione atmosferica, l umidità dell aria, i venti, la circolazione generale dell aria (perturbazioni e precipitazioni atmosferiche).

18 Programma di matematica Classe: 1 a B s.a. LICEO SCIENTIFICO BOGGIO LERA Anno scolastico: 2014/2015 Professore: Fabio Rindone Libri di testo adottati 1. Nuova matematica a colori, Algebra volumi 1. L. Sasso. Petrini. 2. Nuova matematica a colori, L. Sasso. Petrini. MODULO 1 : GLI INSIEMI [pag del testo di algebra] 1. Operazioni, ordinamento e loro proprietà negli insiemi dei numeri naturali, interi, razionali. Introduzione intuitiva dei numeri reali. MODULO 2 : CALCOLO LETTERALE [pag del testo di algebra] 1. Monomi e le quattro operazioni con gli stessi. 2. Potenza di un monomio. 3. Polinomi: definizioni ed operazioni con gli stessi. 4. Divisione dei polinomi: algoritmo generale e caso particolare con la regola di Ruffiini. 5. Scomposizione di polinomi in fattori, teorema e regola di Ruffini. 6. Definizione di frazione algebrica. 7. Condizioni di esistenza nelle frazioni algebriche. 8. Le quattro operazioni con le frazioni algebriche ed espressioni contenenti tutte e quattro le operazioni. MODULO 3 : GEOMETRIA [pag del testo di geometria] 1. Fondamenti della geometria euclidea: assiomi, definizioni e teoremi. 2. Il concetto di congruenza. 3. Triangoli: classificazione e congruenza dei triangoli. 4. Parallelismo e perpendicolarità: definizioni e teoremi di esistenza ed unicità della perpendicolare e della parallela. 5. Criteri di parallelismo. 6. Teorema dell angolo esterno; somma degli angoli interni in un triangolo, teorema della mediana nel triangolo rettangolo; quarto criterio di congruenza per i triangoli rettangoli. Catania 10/06/15

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE O B I E T T I V I M I N I M I P E R L A S C U O L A P R I M A R I A E S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere semplici consegne operative Comprendere

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento RTICL rchimede 4 esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario PRBLEM Siano f e g le funzioni

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Classe: 2 A RELIGIONE CATTOLICA 9788810612521 BOCCHINI SERGIO NUOVO RELIGIONE E RELIGIONI + CD ROM BIBBIA GERUSALEMME / VOLUME UNICO U EDB EDIZ.DEHONIANE BO (CED) 20,30 No No No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

Informatica Applicata

Informatica Applicata Ing. Irina Trubitsyna Concetti Introduttivi Programma del corso Obiettivi: Il corso di illustra i principi fondamentali della programmazione con riferimento al linguaggio C. In particolare privilegia gli

Dettagli

Moto sul piano inclinato (senza attrito)

Moto sul piano inclinato (senza attrito) Moto sul piano inclinato (senza attrito) Per studiare il moto di un oggetto (assimilabile a punto materiale) lungo un piano inclinato bisogna innanzitutto analizzare le forze che agiscono sull oggetto

Dettagli

Programmazione Modulare

Programmazione Modulare Indirizzo: BIENNIO Programmazione Modulare Disciplina: FISICA Classe: 2 a D Ore settimanali previste: (2 ore Teoria 1 ora Laboratorio) Prerequisiti per l'accesso alla PARTE D: Effetti delle forze. Scomposizione

Dettagli

a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori a. 10-5 b. 10 +5 c. 10 +15 d.

a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori a. 10-5 b. 10 +5 c. 10 +15 d. 1) Il valore di 5 10 20 è: a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 2) Il valore del rapporto (2,8 10-4 ) / (6,4 10 2 ) è: a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori 3) La quantità

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA CLASSE: V A Corso Ordinario DOCENTE: STEFANO GARIAZZO ( Paola Frau dal 6/02/2015) La corrente

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Energia e Lavoro. In pratica, si determina la dipendenza dallo spazio invece che dal tempo

Energia e Lavoro. In pratica, si determina la dipendenza dallo spazio invece che dal tempo Energia e Lavoro Finora abbiamo descritto il moto dei corpi (puntiformi) usando le leggi di Newton, tramite le forze; abbiamo scritto l equazione del moto, determinato spostamento e velocità in funzione

Dettagli

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle scatole alle figure piane Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo Le conoscenze matematiche contribuiscono alla formazione

Dettagli

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARCHIMEDE 4/ 97 ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA In un

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA RELIGIONE 9788839302229 MARINONI GIANMARIO / CASSINOTTI DOMANDA DELL'UOMO (LA) - VOLUME UNICO - EDIZIONE AZZURRA / CORSO DI RELIGIONE

Dettagli

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado I quesiti sono distribuiti negli ambiti secondo la tabella seguente Ambito

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

Argomento interdisciplinare

Argomento interdisciplinare 1 Argomento interdisciplinare Tecnologia-Matematica Libro consigliato: Disegno Laboratorio - IL MANUALE DI TECNOLOGIA _G.ARDUINO_LATTES studiare da pag.19.da 154 a 162 Unità aggiornata: 7/2012 2 Sono corpi

Dettagli

TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica. dal volume: "TIMSS 2007 Assessment Frameworks"

TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica. dal volume: TIMSS 2007 Assessment Frameworks Capitolo Uno TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica dal volume: "TIMSS 2007 Assessment Frameworks" a cura di Anna Maria Caputo, Cristiano Zicchi Copyright 2005 IEA International Association for

Dettagli

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese Introduzione Nell articolo vengono mostrate vari possibili legami tra la costante di Archimede (pi greco) e la sezione aurea (phi).

Dettagli

a) Si descriva, internamente al triangolo, con centro in B e raggio x, l arco di circonferenza di π π

a) Si descriva, internamente al triangolo, con centro in B e raggio x, l arco di circonferenza di π π PROBLEMA Il triangolo rettangolo ABC ha l ipotenusa AB = a e l angolo CAB =. a) Si descriva, internamente al triangolo, con centro in B e raggio, l arco di circonferenza di estremi P e Q rispettivamente

Dettagli

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia DERIVATE DELLE FUNZIONI esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia Incremento della variabile indipendente e della funzione. Se, sono due valori della variabile indipendente, y f ) e y f ) le corrispondenti

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Classe: 1 A RELIGIONE 9788810614082 CIONI LUIGI / MASINI PAOLO / PANDOLFI BARBARA PAOLINI LUCA I-RELIGIONE+LIBRO DIGITALE+DVD / VOLUME UNICO U EDB EDIZ.DEHONIANE BO (CED) 16,00 Si Si No ITALIANO ANTOLOGIE

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento ARTICOLO Archimede 4 4 esame di stato 4 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA Nella figura

Dettagli

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009 Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati nell A.S. 2008 2009 Presentazione a cura di Roberta Michelini Casalpusterlengo, 8 gennaio 2010 http://www.invalsi.it/esamidistato0809/

Dettagli

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Archimede esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento ARTICOLO Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA La funzione f

Dettagli

r.berardi NOTE E SCHEDE OPERATIVE PER APPRENDERE LE PROIEZIONI ORTOGONALI

r.berardi NOTE E SCHEDE OPERATIVE PER APPRENDERE LE PROIEZIONI ORTOGONALI r.berardi NOTE E SCHEDE OPERATIVE PER APPRENDERE LE PROIEZIONI ORTOGONALI 1. Proiezioni Assonometriche e ortogonali 2. Teoria delle proiezioni ortogonali Pag. 1 Pag. 2. 3. SCHEDE OPERATIVE SULLE PROIEZIONI

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

F S V F? Soluzione. Durante la spinta, F S =ma (I legge di Newton) con m=40 Kg.

F S V F? Soluzione. Durante la spinta, F S =ma (I legge di Newton) con m=40 Kg. Spingete per 4 secondi una slitta dove si trova seduta la vostra sorellina. Il peso di slitta+sorella è di 40 kg. La spinta che applicate F S è in modulo pari a 60 Newton. La slitta inizialmente è ferma,

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10)

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) RELIGIONE 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO GIORDA, DIRITTI DI CARTA U SEI 16,35

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1 Le funzioni continue A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. -3 A. Pisani, appunti di Matematica 1 Nota bene Questi appunti sono da intendere come guida allo studio e come riassunto di quanto illustrato

Dettagli

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Corso di Calcolatori Elettronici I A.A. 2010-2011 Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Lezione 2 Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Rappresentazione dei numeri

Dettagli

L=F x s lavoro motore massimo

L=F x s lavoro motore massimo 1 IL LAVORO Nel linguaggio scientifico la parola lavoro indica una grandezza fisica ben determinata. Un uomo che sposta un libro da uno scaffale basso ad uno più alto è un fenomeno in cui c è una forza

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

Anno Scolastico 2014-2015

Anno Scolastico 2014-2015 Corso: MECCANICA, MECCATRONICA E ENERGIA - BIENNIO COMUNE RELIGIONE CATTOLICA 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO U SEI 16,35 No No No GIORDA, DIRITTI

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

PROGETTO EM.MA PRESIDIO

PROGETTO EM.MA PRESIDIO PROGETTO EM.MA PRESIDIO di PIACENZA Bentornati Il quadro di riferimento di matematica : INVALSI e TIMSS A CONFRONTO LE PROVE INVALSI Quadro di riferimento per la valutazione Quadro di riferimento per i

Dettagli

A CHE COSA SERVE LA PROVA DI AMMISSIONE

A CHE COSA SERVE LA PROVA DI AMMISSIONE INDICE A che cosa serve la prova di ammissione pag. I Come è strutturata la prova III Come rispondere al questionario V Indicazioni sulle principali conoscenze richieste XII Testo della prova del 4 settembre

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

Rettangoli isoperimetrici

Rettangoli isoperimetrici Bruno Jannamorelli Rettangoli isoperimetrici Questo rettangolo ha lo stesso perimetro di quello precedente. E l area? È la stessa? Il problema di Didone Venere ad Enea: Poi giunsero nei luoghi dove adesso

Dettagli

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione in virgola mobile

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione in virgola mobile Problemi connessi all utilizzo di un numero di bit limitato Abbiamo visto quali sono i vantaggi dell utilizzo della rappresentazione in complemento alla base: corrispondenza biunivoca fra rappresentazione

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Lezione del 28-11-2006. Teoria dei vettori ordinari

Lezione del 28-11-2006. Teoria dei vettori ordinari Lezione del 8--006 Teoria dei vettori ordinari. Esercizio Sia B = {i, j, k} una base ortonormale fissata. ) Determinare le coordinate dei vettori v V 3 complanari a v =,, 0) e v =, 0, ), aventi lunghezza

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno 1. Angela è nata nel 1997,

Dettagli

Le Geometrie non euclidee

Le Geometrie non euclidee Le Geometrie non euclidee Un introduzione elementare Riccardo Dossena Liceo Scientifico G. Novello Codogno (LO) 12 marzo 2015 Euclide di Alessandria Euclide (circa 300 a.c.) Euclide di Alessandria 1 Epoca:

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

ED. Equazioni cardinali della dinamica

ED. Equazioni cardinali della dinamica ED. Equazioni cardinali della dinamica Dinamica dei sistemi La dinamica dei sistemi di punti materiali si può trattare, rispetto ad un osservatore inerziale, scrivendo l equazione fondamentale della dinamica

Dettagli

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj 61- Quand è che volumi uguali di gas perfetti diversi possono contenere lo stesso numero di molecole? A) Quando hanno uguale pressione e temperatura diversa B) Quando hanno uguale temperatura e pressione

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004 ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 004 Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei 10 quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA 1 Sia f la funzione definita da: f

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME

GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME 1 PREMESSA Questa unità didattica è stata realizzata per bambini stranieri di livello linguistico A2 che frequentano la classe IV della Scuola Primaria.

Dettagli

6. Moto in due dimensioni

6. Moto in due dimensioni 6. Moto in due dimensioni 1 Vettori er descriere il moto in un piano, in analogia con quanto abbiamo fatto per il caso del moto in una dimensione, è utile usare una coppia di assi cartesiani, come illustrato

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

Laboratorio di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Corso di Estimo a.a. 2007-08 Docente Renato Da Re Collaboratore: Barbara Bolognesi

Laboratorio di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Corso di Estimo a.a. 2007-08 Docente Renato Da Re Collaboratore: Barbara Bolognesi Laboratorio di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Corso di Estimo a.a. 2007-08 Docente Renato Da Re Collaboratore: Barbara Bolognesi Microeconomia venerdì 29 febbraio 2008 La struttura della lezione

Dettagli

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 1.1 Che cos è un algoritmo CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 Gli algoritmi sono metodi per la soluzione di problemi. Possiamo caratterizzare un problema mediante i dati di cui si dispone all inizio

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

Svolgimento della prova

Svolgimento della prova Svolgimento della prova D1. Il seguente grafico rappresenta la distribuzione dei lavoratori precari in Italia suddivisi per età nell anno 2012. a. Quanti sono in totale i precari? A. Circa due milioni

Dettagli

Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 2011/2012 - Docente: Prof. Carlo Isetti

Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 2011/2012 - Docente: Prof. Carlo Isetti Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 0/0 - Docente: Prof. Carlo Isetti LAVORO D NRGIA 5. GNRALITÀ In questo capitolo si farà riferimento a concetto quali lavoro ed energia termini che hanno nella

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Se si insiste non si vince

Se si insiste non si vince Se si insiste non si vince Livello scolare: 2 biennio Abilità interessate Valutare la probabilità in diversi contesti problematici. Distinguere tra eventi indipendenti e non. Valutare criticamente le informazioni

Dettagli

SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER

SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER Cenni Storici (Wikipedia) Jean Baptiste Joseph Fourier ( nato a Auxerre il 21 marzo 1768 e morto a Parigi il 16 maggio 1830 ) è stato un matematico e fisico, ma è conosciuto

Dettagli

Problema n. 1: CURVA NORD

Problema n. 1: CURVA NORD Problema n. 1: CURVA NORD Sei il responsabile della gestione del settore Curva Nord dell impianto sportivo della tua città e devi organizzare tutti i servizi relativi all ingresso e all uscita degli spettatori,

Dettagli

LA MATEMATICA PER LE ALTRE DISCIPLINE. Prerequisiti e sviluppi universitari G. ACCASCINA, G. ANICHINI, G. ANZELLOTTI, F. ROSSO, V. VILLANI, R.

LA MATEMATICA PER LE ALTRE DISCIPLINE. Prerequisiti e sviluppi universitari G. ACCASCINA, G. ANICHINI, G. ANZELLOTTI, F. ROSSO, V. VILLANI, R. LA MATEMATICA PER LE ALTRE DISCIPLINE Prerequisiti e sviluppi universitari a cura di G. ACCASCINA, G. ANICHINI, G. ANZELLOTTI, F. ROSSO, V. VILLANI, R. ZAN Unione Matematica Italiana 2006 Ho continuato

Dettagli

Seconda Legge DINAMICA: F = ma

Seconda Legge DINAMICA: F = ma Seconda Legge DINAMICA: F = ma (Le grandezze vettoriali sono indicate in grassetto e anche in arancione) Fisica con Elementi di Matematica 1 Unità di misura: Massa m si misura in kg, Accelerazione a si

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

APPUNTI DI SCIENZA DELLE COSTRUZIONI. Giulio Alfano

APPUNTI DI SCIENZA DELLE COSTRUZIONI. Giulio Alfano PPUNTI DI SCIENZ DEE COSTRUZIONI Giulio lfano nno ccademico 004-005 ii Indice 1 TRVTURE PINE 1 1.1 Geometria, equilibrio e vincoli...................... 1 1.1.1 Piani di simmetria........................

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

Appunti ed esercizi. di Meccanica Razionale

Appunti ed esercizi. di Meccanica Razionale Appunti ed esercizi di Meccanica Razionale Università degli Studi di Trieste - Sede di Pordenone Facoltà di Ingegneria Appunti ed esercizi di Meccanica Razionale Luciano Battaia Versione del 29 dicembre

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI statistica, Università Cattaneo-Liuc, AA 006-007, lezione del 08.05.07 IDICE (lezione 08.05.07 PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIAZA DELLE QUATITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIOE CO I DATI OSSERVATI 3.1 Valore

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788842674061 CONTADINI M ITINERARI DI IRC 2.0 VOLUME UNICO + DVD LIBRO DIGITALE

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

I NUMERI DECIMALI. che cosa sono, come si rappresentano

I NUMERI DECIMALI. che cosa sono, come si rappresentano I NUMERI DECIMALI che cosa sono, come si rappresentano NUMERI NATURALI per contare bastano i numeri naturali N i numeri naturali cominciano con il numero uno e vanno avanti con la regola del +1 fino all

Dettagli