(D.R. n del 26 novembre 2010 il cui avviso è stato pubblicato nella G.U. - 4 serie speciale - n. 99 del 14 dicembre 2010)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "(D.R. n. 1241 del 26 novembre 2010 il cui avviso è stato pubblicato nella G.U. - 4 serie speciale - n. 99 del 14 dicembre 2010)"

Transcript

1 VALUTAZIONE COMPARATIVA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTI DI RICERCATORE UNIVERSITARIO DI RUOLO PER IL SETTORE SCIENTIFICO- DISCIPLINARE L-ANT/06 DELLA FACOLTA' DI LETTERE DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE (D.R. n del 26 novembre 2010 il cui avviso è stato pubblicato nella G.U. - 4 serie speciale - n. 99 del 14 dicembre 2010) VALUTAZIONE DEI TITOLI E DELLE PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE GIUDIZI INDIVIDUALI CANDIDATO: Arbeid Barbara COMMISSARIO: Prof. Luigi Donati. Laureata a Ferrara nel 2003, la candidata ha conseguito la Specializzazione presso l università di Firenze. L attività di docenza universitaria consiste in esercitazioni tenute presso l università di Ferrara negli A.A. 2007/8 e 2008/9. Le prestazioni di servizi di formazione comprendono lezioni di disegno archeologico, di metodologia dello scavo e di argomento archeologico tenute presso il museo di Peccioli, e l Università dell Età Libera di Casciana Terme. Ha partecipato a scavi universitari sia in Magna Grecia (Palecastro) che in Etruria (Volterra, Ortaglia e Parlascio c/o PI), in questi ultimi due siti con funzioni di assistenza. Ha tenuto una relazione ad un convegno a Ferrara. Ha inoltre collaborato all allestimento di alcune mostre e sale di musei. La sua produzione scientifica, congruente, salvo quattro lavori, con il settore scientificodisciplinare per il quale è bandita la procedura, comprende una decina di contributi consistenti in due articoli su temi iconografici e teatrali, presentazioni di materiali e schede in opere di carattere catalogico. Emerge da quanto esposto il profilo di una personalità attrezzata culturalmente, metodica e coscienziosa, ma rispondente solo in parte ai criteri generali stabiliti per la presente prova. La sua levatura scientifica, pertanto, attende ancora di essere messa alla prova con impegni di maggior spessore e respiro nell ambito della disciplina. Pur con queste riserve, è comunque meritevole di essere verificata nella presente procedura. COMMISSARIO: Prof. Adriano Maggiani. Laureata nel 2003 a Ferrara. Ha conseguito la Specializzazione nel Ha svolto attività di sostegno didattico, con esercitazioni di didattica dello scavo a Ferrara. E stata assegnista di ricerca negli anni Ha partecipato con funzioni di assistenza agli scavi di Casciana (PI). La produzione scientifica è limitata a contributi in volumi miscellanei, con interventi su una vasta gamma di materiali archeologici (dalle ceramiche alla statuaria) e con un intervento in Atti di un convegno. Dal curriculum e dalle pubblicazioni emerge il profilo di una studiosa di notevoli potenzialità, ancora in fase di maturazione. COMMISSARIO: Prof. Simonetta Stopponi. La candidata ha conseguito la laurea presso l Università di Ferrara nel 2003 e il Diploma di Specializzazione presso l Università di Firenze nel Iscritta per l a.a al III anno del Dottorato in Scienze e tecnologie per l archeologia e i beni culturali, curriculum in Archeologia e Scienze dell Antichità, presso l Università di Ferrara, nello stesso a.a. è stata titolare di assegno di

2 ricerca ed è cultore di Etruscologia e antichità italiche presso la medesima Università. E risultata sesta al concorso per archeologo bandito dal MIBAC e presta servizio a tempo indeterminato presso la SBAT come Assistente alla vigilanza, sicurezza, accoglienza, comunicazione e servizi al pubblico. Ha svolto esercitazioni di supporto per l insegnamento di Etruscologia e Antichità italiche presso l Università di Ferrara e lezioni su incarico di Enti diversi, ma non dichiara titolarità di insegnamento universitario. Ha partecipato a campagne di scavo universitarie con funzioni di assistenza. Ha partecipato come relatore ad un convegno sul teatro classico. Ha collaborato a redazioni di volumi e all allestimento di Mostre. Presenta alcune pubblicazioni edite in volumi miscellanei e in cataloghi di mostre, in gran parte relative a schede di materiali bronzei da Collezione e materiali di cronologia diversa comprensivi anche di reperti non etruschi. Sulla plastica etrusca in bronzo verte un lavoro edito nella collana Italia Antiqua. Quattro contributi sono in collaborazione e relativi a ceramiche d impasto e a vernice nera, a ritrovamenti del Porto urbano di Pisa e ad una campagna di scavo a Capraia e Limite nel Notiziario della SBAT. Un contributo riguarda aspetti epigrafici. Due articoli non sono congruenti con il SSD oggetto della presente valutazione comparativa ed uno, sul teatro classico, è in corso di stampa. Dal curriculum e dalle pubblicazioni, non sempre congruenti con il SSD L-ANT/06, emerge un profilo scientifico ancora piuttosto debole in relazione alla presente procedura comparativa, anche in considerazione della mancanza di alcuni titoli preferenziali indicati nel Bando. CANDIDATO: Bernardini Chiara COMMISSARIO: Prof. Luigi Donati. Laureatasi presso l università della Tuscia il , la candidata Chiara Bernardini ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Archeologia a Pisa e la Specializzazione presso la Scuola Archeologica Italiana di Atene. Ha ottenuto un contratto di insegnamento di Etruscologia presso l University Studies Abroad Consortium (2006) ed altri presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Bari ( ). Ha partecipato a scavi per lo più universitari in Grecia ed in Etruria (Roselle, Musarna, Ferento, Cerveteri), senza specificarne il ruolo, ed è risultata vincitrice di alcune borse di studio. La produzione scientifica comprende una monografia del 2001 sul Gruppo Spurinas (n. 1) nella quale fa il punto aggiornato su questa importante produzione ceramica di età tardo-arcaica. Annovera inoltre alcuni lavori editoriali fra i quali uno solo, sui resti etruschi dello scavo medievale di Castel di Pietra (n. 5), congruente con il settore scientifico-disciplinare per il quale è bandita la procedura, oltre ad una scheda nella rivista di epigrafia di Studi Etruschi (n. 4) concernente un fr. del Gruppo Spurinas. Dal curriculum si delinea una figura preparata per lo studio e la ricerca, seppure al momento marcatamente limitata come settori d interesse nel campo etruscologico. Per contro, non va sottaciuta la tensione verso l allargamento dei propri orizzonti culturali, come attestano le campagne di scavo a Gortina ed Efestia, nonché le pubblicazioni sul mondo ellenico, frutto dei suoi soggiorni in Grecia. COMMISSARIO: prof. Adriano Maggiani Laureata nel Specializzata (ad Atene) nel Dottore di ricerca nel Ha insegnato Etruscologia per contratto presso il Politecnico di Bari negli anni Ha ottenuto anche diversi e più brevi incarichi di insegnamento. Ha partecipato a diversi scavi. Le pubblicazioni comprendono due monografie, una delle quali non strettamente attinente all ambito disciplinare, e alcuni articoli.

3 Dal curriculum e dalle pubblicazioni emerge il profilo di una studiosa di notevole caratura, che rivolge i suoi interessi a tutto l areale mediterraneo. COMMISSARIO: prof. Simonetta Stopponi. Laureatasi nel 1999 in Conservazione dei Beni Culturali (indirizzo archeologico) presso l Università di Viterbo, nel 2003 ha conseguito (con borsa) la specializzazione in Archeologia Classica presso la Scuola Archeologica Italiana di Atene e nel 2006 il Dottorato di ricerca presso l Università di Pisa. Dall a.a è docente a contratto per l insegnamento di Etruscologia e Antichità Italiche presso l Università di Bari; ha ottenuto contratti di insegnamento per tre anni per corsi in lingua inglese di Etruscologia e Storia Romana presso l University Studies Abroad Consortium. Collabora con l Università di Siena per lo studio delle fasi premedievali del sito di Castel di Pietra. E risultata idonea al concorso per un posto di terzo livello presso il CNR. Ha seguito corsi di specializzazione su sistemi informatici applicati all archeologia. Ha partecipato a scavi in Etruria, Roma e Grecia, ma non dichiara di aver svolto mansioni di responsabilità né direzione e coordinamento di gruppi di ricerca. Ha vinto borse di studio del Ministero degli Affari Esteri in Grecia, della Regione Toscana e dell Università di Siena (di due mesi). Presenta un modesto numero di pubblicazioni, fra le quali due monografie. Il volume Il Gruppo Spurinas, edito nella collana Daidalos dell Università di Viterbo, si distingue per rigore scientifico, originalità e risultati conseguiti nell analisi del gruppo ceramico. Un articolo e la seconda monografia su I bronzi della stipe di Kamiros, pur se editi in sedi prestigiose, non sono strettamente congruenti al ssd L-ANT/06, a differenza del contributo su Il sito etrusco di Castel di Pietra e di una scheda nella REE che confermano la qualità della candidata, al pari della tesi di Dottorato sul complesso del Colle di S. Agata a Roma. Curriculum e produzione scientifica, sebbene limitata in relazione al settore L-ANT/06, rivelano una studiosa dotata, ma che ancora deve definire un suo percorso di ricerca ed approfondire i propri interessi nell ambito del SSD oggetto della presente valutazione comparativa. CANDIDATO: Bettini Maria Chiara COMMISSARIO: prof. Luigi Donati La candidata Maria Chiara Bettini, laureata a Firenze nel 1985, ha conseguito il Dottorato di ricerca in Archeologia a Roma. Circa l attività didattica universitaria, si contano una lezione seminariale presso l Università di Roma 3 e servizi di formazione in alcuni corsi organizzati da vari enti (province, Soprintendenza). Ha partecipato a diverse campagne di scavo universitario al lago dell Accesa con funzioni di responsabile di saggio e dal 1999 dirige lo scavo di Pietramarina (Prato), cui partecipano studenti di università italiane e straniere. Ha inoltre collaborato all organizzazione ed all allestimento di diverse mostre; è stata Conservatore ed è attualmente Direttore del Museo Archeologico di Artimino. Ha partecipato come relatore a numerosi convegni. La sua produzione scientifica comprende oltre cinquanta lavori fra articoli in riviste scientifiche nazionali, saggi e schede critiche in opere di taglio catalogico, nonché pubblicazioni a carattere divulgativo. Tutta la produzione, salvo i nn. 10 e 11 della lista, è congruente con il settore scientifico per il quale è indetta la presente procedura di valutazione comparativa. I temi affrontati, oggetto anche di relazioni in convegni, riguardano principalmente vari aspetti del periodo villanoviano, con particolare riferimento all area chiusina, oggetto anche della sua tesi di dottorato: da apprezzare in esse la competenza, la piena padronanza della bibliografia sull argomento, il rigore metodologico. Degna di menzione è anche l edizione dei rilievi eburnei del tumulo di Montefortini a Comeana, in collaborazione con F. Nicosia (n. 38), apprezzabile sul piano dell esegesi mitologica; inoltre sono da ricordare le pubblicazioni concernenti l area archeologica di Pietramarina (Prato), dove da tempo conduce scavi in un sito fortificato d altura. E Membro Corrispondente dell Istituto

4 Nazionale di Studi Etruschi. Partendo da quanto esposto, viene pertanto a delinearsi il profilo di una studiosa che presenta un ricco bagaglio di attività derivante dal suo lungo e stretto legame istituzionale con la Soprintendenza Archeologica per la Toscana (scavi, mostre, conferenze, lezioni di formazione professionale, pubblicazioni di guide e cataloghi), mentre risulta incompleta la rispondenza ai requisiti compresi nei criteri di massima previsti per la presente procedura, circa la quale è comunque meritevole di essere presa in considerazione. COMMISSARIO: prof. Adriano Maggiani Laureata nel 1985, Dottore di ricerca nel Dirige dal 1999 gli scavi di Pietramarina (Po) e dal 1994 il Muso civico archeologico di Artimino, prima come conservatore, poi come direttore scientifico. Ha partecipato a numerosi convegni. Presenta 59 pubblicazioni, di cui 5 in corso di stampa. Si tratta spesso di schede o di brevi contributi; ma sono compresi anche diversi articoli di maggiore impegno, dai quali emerge la figura di una studiosa di qualità, particolarmente versata allo studio delle problematiche dell età del ferro e dei periodi orientalizzante e arcaico soprattutto dell Etruria settentrionale, ma anche con una particolare sensibilità per le questioni delle politiche museali e della valorizzazione dei beni archeologici. COMMISSARIO: prof. Simonetta Stopponi. Laureatasi in Lettere nel 1985 presso l Università di Firenze, dove nel 1986 ha frequentato un corso annuale di Perfezionamento, ha conseguito (con borsa) nel 1995 il Dottorato presso La Sapienza di Roma. Ha frequentato seminari e corsi di formazione per operatore museale e gestione dei beni culturali organizzati da Istituzioni pubbliche. L esperienza in campo didattico è relativa a lezioni tenute su incarico di Enti pubblici, consorzi e società, in genere per corsi di formazione e per Istituti liceali; non vengono attestati insegnamenti universitari se non un seminario presso l Università di Roma Tre. Con delibera della Giunta Regionale Toscana ha svolto un indagine archivistica e su incarico del Comune di Carmignano, con successivi contratti co.co.co., ha assunto con continuità il compito di Conservatore del Museo Archeologico Comunale di Artimino e Direttore scientifico ed ha ricoperto mansioni connesse alla direzione scientifica. Con contratti stipulati con il medesimo Comune ha svolto attività promozionali del Museo e del Parco e dal 2008 è stata assunta a tempo determinato come Specialista in attività museali part-time. Nell ambito degli incarichi presso il Museo di Artimino ha tenuto lezioni per adulti e ragazzi; organizzato cicli di conferenze e visite guidate e curato pubblicazioni didattiche. Ha partecipato a numerosi scavi universitari e a campagne di restauro con mansioni di responsabilità e di coordinamento di gruppi di lavoro; ha collaborato, anche con funzioni direttive, ad indagini archeologiche promosse dalla SBAT, per il quale Ente ha anche redatto schede inventariali. Dal 1999 è Direttore dello scavo dell insediamento etrusco fortificato di Pietramarina. Ha partecipato a Convegni tenutisi in Italia presentando relazioni, in particolare su argomenti di ambito protostorico. Ha ottenuto dall Istituto di Studi Etruschi un contributo per lo studio della necropoli delle Bucacce di Bisenzio. E Membro Aggregato dell Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria e Membro Corrispondente dell Istituto di Studi Etruschi e Italici, del quale dal 2004 è Segretaria. Ha collaborato, anche redigendo testi esplicativi, all allestimento di Mostre e di sale di Musei; ha organizzato tre esposizioni e partecipato a progetti scientifici finalizzati ad allestimenti museali a seguito di iniziative promosse dall Università di Firenze e dalla SBAT. E Membro Corrispondente dell Istituto Nazionale di Studi Etruschi. Presenta numerose pubblicazioni, alcune edite in sedi di alto livello e congruenti con il ssd L- ANT/06 ad eccezione di due di ambito medievistico. Cinque lavori, fra i quali la biografia di G.

5 Maetzke, sono in corso di stampa. Di carattere monografico è la tesi di dottorato su Chiusi nell età del ferro. IX-VIII sec. a.c. presentata, in forma ampliata per la pubblicazione, all esame del Consiglio direttivo di Studi Etruschi ed argomento della relazione ad un Convegno. Ancora al distretto chiusino sono relativi testi (alcuni in collaborazione) editi in opere miscellanee, Atti di Convegni e riviste scientifiche. Molte edizioni in Cataloghi, Riviste e lavori collettanei sono relative a schede di reperti, classi di materiali, ricognizioni, relazioni di scavo e restauri. Alcune ricerche, anche su documenti d archivio, riguardano le evidenze dell abitato dell Accesa. Carattere di buona divulgazione hanno i contributi confluiti nel volumetto su Il Parco Archeologico di Carmignano, alla curatela del quale la candidata ha collaborato, e nella Guida al Parco Archeologico di Roselle. Alle indagini nell insediamento di Pietramarina sono dedicate notizie preliminari edite in un volume di Atti, del quale ha condiviso la curatela, nel Notiziario della SBAT, nel volume Etruschi della Valle dell Arno (a cura della candidata), negli Atti del XXV Convegno di Studi Etruschi e in due lavori in corso di stampa. Di impegno appaiono i lavori su askoi, su affibbiagli da Roselle e ricerche e materiali di età protostorica. La candidata, a fronte di una cospicua attività di promozione culturale e di valorizzazione di beni archeologici e di una ricca esperienza in tema museale, presenta una produzione scientifica che, seppur cospicua, lodevole e continuativa, appare limitata alla cultura materiale di alcuni specifici ambiti dell Etruscologia, in particolare cronologicamente di età protostorica e geograficamente- dei distretti chiusini e di Artimino. CANDIDATO: Biella Maria Cristina COMMISSARIO: prof. Luigi Donati La candidata Maria Cristina Biella, laureata presso l università La Sapienza l , vi ha successivamente conseguito il Dottorato. Ha ottenuto diverse borse di studio, l ultima delle quali emessa dall Istituto Nazionale di Studi Etruschi e Italici. Circa l attività didattica a livello universitario, ha tenuto una lezione seminariale presso la University of York ed un altra presso il Deutsches Archäologisches Institut di Roma; infine un seminario, senza ulteriori precisazioni, presso l University College di Londra, nell ambito di un viaggio di studio a Roma. E responsabile della progettazione del database informatizzato per Veio ed è incaricata della realizzazione della Carta del rischio archeologico per il territorio comunale di Sant Elia (VT). E stata impegnata con responsabilità di settore negli scavi universitari di Veio e Pyrgi, oltre che in quelli della Soprintendenza a Nepi, Fondi, Civitavecchia, Castel Sant Elia. I suoi lavori scientifici, in numero di una trentina, di cui circa 10 in corso di stampa, tutti congruenti con il settore scientifico-disciplinare per il quale è bandita la procedura, comprendono una monografia (n. 1) su una particolare classe di impasti orientalizzanti, nella quale esamina i repertori figurativi ed individua le varie aree produttive. Comprendono inoltre altre due monografie in corso di stampa nella collana Biblioteca di Studi Etruschi (nn. 2 e 3), oltre ad una serie di articoli ospitati in buona parte su riviste scientifiche italiane e straniere, concernenti prevalentemente gli aspetti culturali dell Italia centrale tirrenica, con particolare attenzione all agro falisco; infine un paio di recensioni. Ha partecipato a diversi convegni in Italia ed all estero. Ha ottenuto il premio Ing. C. Cecchini. Da tali lavori scaturisce l immagine di una personalità informata, preparata ed aperta a cimentarsi in campi propri delle scienze ausiliarie, quali le indagini biomolecolari, ma con una certa limitazione per quanto concerne l aspetto areale e temporale della cultura etrusca. Sulla base di quanto esposto sul piano dell attività scientifica, e pur tenendo conto della limitata esperienza didattica universitaria, la candidata merita comunque di essere presa in considerazione ai fini del presente concorso.

6 Commissario: prof. Adriano Maggiani Laureata nel Dottore di ricerca nel Specializzata nel Ha partecipato a scavi come responsabile di settore o di cantiere. Presenta 26 lavori di cui 9 in corso di stampa. Tra questi si segnalano una monografia uscita nel 2007 e due in stampa e alcuni articoli, che descrivono una studiosa di qualità, particolarmente competente sulla cultura dell area falisca, soprattutto di età arcaica. COMMISSARIO: prof. Simonetta Stopponi. Laureatasi nel 1999 in Lettere Classiche (indirizzo archeologico), ha conseguito nel 2005 il Dottorato (con borsa e con tesi premiata nel 2006) e nel 2006 il Diploma di Specializzazione (con borsa) presso La Sapienza di Roma Non dichiara attività didattica universitaria né funzioni di direzione o coordinamento di gruppi di ricerca. E risultata idonea a due concorsi per un posto di terzo livello presso il CNR. Ha assolto incarichi nell ambito dell informatizzazione dei dati per conto de La Sapienza e di enti pubblici. Ha partecipato a scavi universitari e rivestito compiti di responsabilità in cantieri di Soprintendenze. Ha presentato relazioni e poster in Convegni in Italia e in Inghilterra. Ha ottenuto borse post dottorato bandite dall Università di Heidelberg, dal DAI, dalla Fondation Hardt di Vandoeuvres (Ginevra) e dall Istituto di Studi Etruschi. Presenta numerose pubblicazioni comprensive della dissertazione di dottorato edita nel 2007 nella monografia su Impasti orientalizzanti con decorazione ad incavo nell Italia centrale tirrenica. Delle altre due monografie (sulla Collezione Feroldi, esito dello studio affrontato nelle tesi di laurea e di specializzazione, e su I bronzi votivi dal santuario di Corfinio) l una è in c.d.s. nella Biblioteca di Studi Etruschi, l altra è stata presentata per la stessa sede. Sette lavori sono ugualmente in c.d.s.; come due delle cinque recensioni. Alcune pubblicazioni su studi biomolecolari sono in collaborazione. Il nucleo più numeroso e cospicuo dei lavori verte sulle testimonianze dell agro falisco, anche con indagini su documenti d archivio e con note di carattere epigrafico. Emerge per sistematicità di impianto e per completezza di indagine la monografia sugli impasti ceramici con decorazione ad incavo, indagine estesa anche all area picena con originali considerazioni di tipo tecnico. Un altro filone di ricerca riguarda la plastica fittile sia votiva che architettonica. La produzione scientifica, edita in sedi qualificate e congruente con il SSD L-ANT /06, pur privilegiando specifici ambiti di ricerca, rivela precisione filologica nella catalogazione dei materiali, sebbene con qualche carenza in una prospettiva storica e storico-sociale. CANDIDATO: Cagianelli Cristina COMMISSARIO: prof. Luigi Donati La candidata Cristina Cagianelli si è laureata a Pisa nel Non dispone del titolo di Dottore di Ricerca. Ha conseguito il diploma di Specializzazione in Archeologia presso la Sapienza di Roma. Circa l attività didattica universitaria, esibisce un seminario presso la Scuola di Specializzazione della Sapienza di Roma ed un altro nell ambito del Dottorato di Padova, senza ulteriori specificazioni. Ha svolto un ciclo di lezioni in un corso professionale organizzato dalla provincia di Arezzo. E stata impegnata in gruppi di ricerca interuniversitaria (Pisa, Pavia, Perugia) senza specificare l ambito disciplinare, ed in vari scavi universitari condotti a Pisa e nel suo territorio, in alcuni dei quali con funzioni di assistente alla direzione. Ha partecipato a diversi convegni e giornate di studio svoltisi in Italia, in qualità di relatore. E Corrispondente dell Accademia dei Sepolti di Volterra e dell Accademia Etrusca di Cortona. I prodotti scientifici comprendono una monografia sui bronzi a figura umana nel Museo Gregoriano Etrusco (n. 1) ed una trentina di lavori fra articoli in riviste, atti di convegni, volumi miscellanei, cataloghi di mostre, tutti su argomenti congruenti con il settore scientifico-disciplinare compreso nella presente procedura. Non sono allegate le monografie su Pisa. La fabbrica dei

7 Miracoli (n. 2), e ettari di storia (n. 3), che quindi non possono essere prese in considerazione. Un altra monografia, Pisa etrusca. Il tumulo del Principe (n. 4), è un quaderno a carattere prettamente divulgativo destinato ad un pubblico infantile (uscito nella collana Junior dell Editore). Campo privilegiato degli interessi della candidata risulta quello dell antiquaria, oggetto di diverse pubblicazioni ed interventi nei convegni. In tale settore ha svolto attente ricerche d archivio che hanno consentito il recupero di importanti informazioni sulla provenienza di singoli reperti e sulla formazione di intere collezioni. Altro settore di interesse è rappresentato dai temi religiosi e sacrali, partendo dallo studio di singoli pezzi o di strutture templari o santuariali. L immagine che scaturisce da quanto esposto è quella di una personalità dotata di una buona preparazione di base e di rigore metodologico. Benché il suo curriculum non risponda pienamente ai requisiti richiesti nei criteri di massima, è degna di essere presa in considerazione in ordine alla presente procedura. COMMISSARIO: prof. Adriano Maggiani Laureata nel Specializzata nel Ha partecipato a numerosi scavi, anche con responsabilità di assistenza. Presenta 33 lavori, di cui quattro in stampa. Tra questi si segnalano quattro monografie, una delle quali appare meritevole di particolare attenzione. La notevole produzione a stampa presentata restituisce il profilo di una personalità scientifica matura, particolarmente versata agli studi sulla bronzistica etrusca e romana, e con una particolare propensione per le ricerche d archivio e la storia degli studi sul collezionismo di antichità, in particolare sull Antiquaria settecentesca, ambito nel quale la dr.ssa Cagianelli dimostra sicura competenza e capacità di orientamento e di approfondimento. COMMISSARIO: prof. Simonetta Stopponi. Laureatasi nel 1988 presso l Università di Pisa, la candidata ha conseguito nel 1992 la Specializzazione presso La Sapienza di Roma; non dichiara di aver conseguito il Dottorato. Svolge attività di operatrice didattica presso Istituzioni museali, per conto della Soprintendenza ai Beni AA.AA.AA.SS di Pisa, Lucca, Livorno e Massa Carrara e per la Fondazione Peccioliper; ha tenuto lezioni su Cortona su incarico della Provincia di Arezzo e seminari sul collezionismo presso La Sapienza di Roma e presso l Università di Padova, non attesta corsi ufficiali di insegnamento a livello universitario. Ha collaborato alla redazione di schede su incarico di Università, della SBAT e del Museo Gregoriano Etrusco. Ha fatto parte di gruppi di lavoro di un programma ex 40% e partecipa a ricerche per l edizione del carteggio di M. Guarnacci e, in collaborazione con l Archivio storico di Cortona, sui rapporti tra A.F. Gori e G.B. Passeri. Alla cultura materiale sono indirizzate indagini in corso sulla ceramica a vernice nera di Pisa, sui materiali metallici dallo scavo di Ortaglia e sui bronzi votivi del Museo Nazionale Romano. Ha preso parte a scavi universitari e di Soprintendenza anche con funzioni di assistenza alla direzione. Ha partecipato a numerosi Convegni in Italia con relazioni essenzialmente riguardanti l antiquaria. Ha collaborato alla Mostra su Gli Etruschi di Venezia redigendo gli apparati didattici. Dal 2002 è segretaria del comitato di redazione della rivista Science and Technology for Cultural Heritage e dal 2008 fa parte del Comitato scientifico e della redazione della rivista Symbolae Antiquariae. E Corrispondente dell Accademia dei Sepolti di Volterra e dell Accademia Etrusca di Cortona. Fra le numerose pubblicazioni, due sono monografie: quella sui Bronzi a figura umana del Museo Gregoriano Etrusco, condotta con accurata precisione filologica e ricca documentazione d archivio, riveste particolare interesse scientifico; la seconda (Pisa etrusca. Il tumulo del principe), edita nella collana iunior dell Editore, ha carattere di buona divulgazione. Ha pubblicato in sedi qualificate o in Atti di Convegni altri contributi sulla produzione toreutica etrusca. Il maggior

8 numero di lavori interessa indagini d archivio e ricostruzioni di rinvenimenti, di collezioni e di figure di antiquari. Alcuni contributi sono schede di Cataloghi o in volumi miscellanei. Curriculum e pubblicazioni denotano una studiosa dalla solida formazione e dal sicuro rigore scientifico che essenzialmente predilige temi inerenti l antiquaria e la produzione bronzistica. CANDIDATO: Cappuccini Luca COMMISSARIO: Prof. Luigi Donati Laureatosi presso l università di Firenze nel luglio 2003, il candidato vi ha poi conseguito il Dottorato di ricerca. Qui si è impegnato nell attività didattica come Docente a contratto di Etruscologia e Archeologia Italica (2006/2007) e, nel medesimo ambito disciplinare, nella Scuola di Specializzazione in Archeologia (dal 2006 al 2009), oltre che nel Laboratorio di Metodologie della Ricerca Archeologica (dal 2006 al 2011); infine, come Cultore della Materia (L-ANT/06), ha ricoperto il ruolo di membro delle commissioni di diverse tesi e numerosi esami. E stato anche docente delle tecniche di scavo presso l università di Zurigo (2010) ed ha condotto corsi di formazione per la Sopr. Arch. e la Regione Toscana. Intensa è l attività di ricerca, svolta presso Enti pubblici e privati nella veste di coordinatore o responsabile; in quest ambito si segnalano i progetti universitari di Monte Giovi, Poggio Civitella (SI) e Gavorrano (GR), supportati da assegni, nonché quello dell università di Zurigo riguardo a Spina e Monte Iato. Numerosi anche gli scavi cui ha partecipato soprattutto in Toscana, ma anche nell Etruria Padana ed in Sicilia (Monte Iato), spesso come responsabile e, nel caso di scavi universitari, con impegno didattico. In tali attività ha potuto applicare ed insegnare agli studenti le sue conoscenze sull Archeometria, sulle tecniche del disegno archeologico, nonché del rilievo digitale con Stazione Totale GPS e sulla gestione di vari programmi informatici. Diverse anche le partecipazioni come relatore a convegni nazionali ed internazionali. La sua produzione scientifica, tutta congruente con il settore scientifico-disciplinare per il quale è bandita la procedura, annovera 35 lavori, di cui 5 in corso di stampa, con articoli di norma ospitati in riviste scientifiche italiane e straniere, ma comprendenti anche una monografia uscita nella Biblioteca di Studi Etruschi (n. 28), oltre a due curatele (nn ); il resto della produzione conta alcuni lavori compilativi e pubblicazioni di scavo. Ampio è l orizzonte culturale che spazia dall età protostorica all ellenistica; ampi e vari sono anche gli interessi areali, i quali riguardano tutta l Etruria con particolare riferimento a quella centro-settentrionale, dove il candidato affronta temi che concernono la topografia, l urbanistica, l architettura, la ceramica, la scultura, gli aspetti cultuali, l assetto della società, con incursioni anche nel settore epigrafico. Fra questi lavori, da segnalare la già citata monografia (n. 28), che pone in nuova luce la dinamica di formazione e sviluppo della realtà urbana di Chiusi. In queste pubblicazioni il candidato mostra buone capacità di sintesi, chiarezza espositiva, rigore metodologico. Considerando complessivamente il curriculum, rispondente in toto ai criteri di massima, ne emerge la figura di uno studioso che, nel breve lasso di tempo intercorso dalla laurea, ha già avuto modo di esprimere una personalità matura, aggiornata, pienamente padrona delle più moderne metodologie di ricerca, e pertanto degna di essere presa nella massima considerazione. COMMISSARIO: Prof. Adriano Maggiani. Laureato 2003 a Firenze, ha conseguito il Dottorato nel Ha svolto attività didattica come Docente a contratto di Etruscologia e Archeologia Italica (2006/2007). Dal 2006 al 2011 ha svolto incarichi di docenza all interno del modulo di Etruscologia nella Scuola di Specializzazione in Archeologia e nel Laboratorio di Metodologie della Ricerca Archeologica. Nominato Cultore della Materia (L-ANT/06), è stato membro delle commissioni di diverse tesi e numerosi esami. Docente di tecnica di scavo presso l università di Zurigo nel 2010, ha anche tenuto corsi di formazione per la

9 Soprintendenza archeologica della Toscana e per la Regione Toscana. Con funzioni di coordinamento e responsabilità ha realizzato scavi e ricerche in varie località, in Italia. Ha partecipato come relatore a convegni nazionali ed internazionali. Presenta 35 lavori, di cui 5 in corso di stampa: si tratta di alcune relazioni di scavo, di numerosi articoli in riviste scientifiche italiane e straniere, e di una monografia che attiene alla poleogenesi di Chiusi, nei quali affronta una pluralità di tematiche, trattate in genere con competenza e adeguato approfondimento. Dal curriculum e dalle pubblicazioni emerge la figura di un giovane studioso che dimostra una vasta gamma di interessi e una già chiara consapevolezza storica. COMMISSARIO: Prof. Simonetta Stopponi. Laureatosi in Lettere nel 2003 presso l Università di Firenze, ha conseguito nel 2007 il Dottorato presso la stessa Università, dove, dal 2003, per quattro a.a., ha ottenuto l assegno di ricerca. Nell a.a è stato docente a contratto di Etruscologia e archeologia italica ed è docente a contratto per il Laboratorio di Etruscologia e Archeologia Italica presso l Università di Firenze; come cultore della materia è membro delle commissioni di esame. E stato relatore e correlatore di tesi di laurea. Nel corso degli scavi condotti dall Università di Zurigo è stato docente delle tecniche di scavo. Ha tenuto lezioni presso corsi di formazione promossi da Enti pubblici. Ha collaborato e collabora a progetti di ricerca promossi dalle Università di Firenze e di Zurigo e per conto di Enti pubblici e privati. E responsabile scientifico e coordinatore del progetto di studio dei materiali da Poggio Civitella e collaboratore archeologo della SBAT. Ha svolto attività di catalogazione e informatizzazione di materiali archeologici e dati di scavo, esecuzione di rilievi ed elaborazioni grafiche per conto di Enti locali, Università di Firenze e SBAT. Ha partecipato a numerosi scavi rivestendo incarichi di responsabilità e compiti direttivi. Ha partecipato con relazioni a Convegni in Italia e all estero. Ha preso parte a progetti ed allestimenti di Mostre e Musei. Presenta numerose pubblicazioni confluite in sedi qualificate e congruenti con il ssd oggetto della valutazione comparativa. Alcune sono relazioni di scavo e note edite in collaborazione nel Notiziario della SBAT su Poggio Civitella, Gavorrano, Dicomano; ancora in collaborazione sono i contributi sul marmo al Congresso di Archeometria e sul paleoambiente nella rivista Progettando e di maggior rilievo quelli sull abitato di Poggio Civitella in SE e in una guida, inoltre su postazioni luminose nella Festschrift Uggeri, sull edilizia domestica nel volume sulle case etruscoitaliche e romano-repubblicane, e sugli scavi di Spina e di Monte Iato in Sicilia, lavori questi due ultimi per la rivista AK. Ha redatto schede, in particolare di vasi di bucchero, per cataloghi di mostre e volumi miscellanei. Sul bucchero il candidato ha condotto specifiche indagini, confluite in un articolo in SE, giungendo all identificazione di una bottega chiusina e ad interessanti considerazioni, edite in RM, sui kyathoi da Gavorrano e sul bucchero dell area mugellana e fiorentina. Ad opere della plastica sono rivolti i contributi sul frammento di marmo greco da Chiusi attribuito a kore del MET, sulle pietre fiesolane e sul cippo marmoreo a clava da Montalcino; gli interessi per strutture architettoniche e complessi funerari, come nello studio sul Tumulo V di Gavorrano, si ampliano alle dinamiche insediative nei lavori su Chiusi, nella Rivista di Topografia antica, in Atti di un colloquio internazionale, in opere di buona divulgazione, su Vetulonia in SE e sui siti di Poggio Civitella e di Monti Giovi in Aristonothos. A testimonianze cultuali è riservato il contributo sulle evidenze di Poggio Civitella e a documenti epigrafici da Gavorrano quello nella REE. La monografia su Lo scarico archeologico di Monte San Paolo a Chiusi, tema della tesi di dottorato, costituisce un lavoro di considerevole impegno. Il candidato ha anche collaborato a curatele di cataloghi di mostre. Dal curriculum e dalle pubblicazioni emergono gli interessi del candidato verso numerosi aspetti della disciplina. Intense l attività didattica a livello universitario e quella di scavo. Le

10 ricerche vertono su temi diversificati dall architettura alla scultura, da aspetti cultuali a testimonianze epigrafiche, dalle forme d insediamento a complessi funerari dell Etruria settentrionale. CANDIDATO: Chellini Riccardo COMMISSARIO: Prof. Luigi Donati Laureatosi a Firenze il 4 dicembre 1992, il candidato Riccardo Chellini ha conseguito il Dottorato di Ricerca presso l Università di Bologna. Menziona inoltre un diploma di Archivistica, un corso di perfezionamento annuale in Problemi e metodi della ricerca storica, oltre ad un corso di Perfezionamento annuale in filosofia. Circa l attività didattica, ha tenuto una lezione presso l università di Siena nel 2006 nell ambito del Master europeo in Conservazione e Gestione dei Beni Culturali. Le varie ricerche topografiche condotte in Toscana non risultano formalizzate da rapporti istituzionali presso soggetti pubblici o privati. Ha partecipato a scavi a Volterra ed a Dogaia (Sesto Fiorentino), senza specificarne il ruolo svoltovi. La produzione scientifica annovera la monografia Acque sorgive salutari e sacre in Etruria, un corposo volume denso di informazioni, oltre ad un altro libro di argomento non pertinente, e 19 articoli, di cui solo 9 allegati alla domanda. Quelli presentati, tutti di ordine topografico, concernono peraltro i periodi compresi fra l età romana e il medioevo. Ne scaturisce il profilo di una personalità preparata nel settore topografico nel quale ha anche conseguito il diploma di laurea, ma non giudicabile in ordine al settore scientifico-disciplinare per il quale è bandita la presente procedura. COMMISSARIO: Prof. Adriano Maggiani Laureato nel 1992 a Firenze. Dottore di Ricerca, titolo conseguito presso l Università di Bologna nel Ha inoltre ottenuto un diploma di Archivistica, ed ha seguito un corso annuale di perfezionamento in Problemi e metodi della ricerca storica, e un corso annuale di Perfezionamento in filosofia. E stato incaricato di tenere una lezione presso l università di Siena nel 2006 (Master europeo in Conservazione e Gestione dei Beni Culturali). Ha realizzato ricerche topografiche in Toscana ed ha partecipato a scavi. Presenta 21 lavori (solo in parte allegati) tra i quali due monografie, una sola delle quali attinente all ambito disciplinare del concorso. Dal curriculum e dalle pubblicazioni emerge la figura di uno studioso particolarmente portato per lo studio della topografia antica e medievale, che ha saputo altresì dare, con la monografia menzionata, un notevole contributo alla conoscenza dei culti delle acque in Etruria. COMMISSARIO: Prof. Simonetta Stopponi. Laureatosi nel 1992 in Lettere Antiche presso l Università di Firenze, ha conseguito il Dottorato in Archeologia (Topografia) nel Ha frequentato corsi di perfezionamento in discipline non comprese nel ssd della presente valutazione comparativa. Non ha al suo attivo insegnamento a livello universitario; il contratto di 160 ore per trascrizione e collazione di testi medievali non è congruente con il ssd L-ANT/06. Nel 2009 è risultato idoneo al secondo posto in un concorso per ricercatore del CNR. Ha preso parte a scavi dell Età del Bronzo e del Ferro e a diverse ricognizioni topografiche, ma non dichiara compiti di responsabilità. Presenta alcune pubblicazioni, fra le quali due monografie di cui la prima verte su ricerche archeologicotopografiche sulle Acque sorgive salutari e sacre in Etruria (Italiae regio VII), mentre la seconda, Chronica de origine civitatis Florentiae, di ambito medievistico, esula dalle tematiche inerenti il presente concorso. Dei restanti articoli, alcuni, editi in sedi qualificate come la Rivista di Topografia Antica, riguardano essenzialmente aspetti topografici di età romana e/o medievale e la

11 toponomastica. Un lavoro, pubblicato negli Atti del XIX Convegno di Studi Etruschi e Italici, è relativo alla romanizzazione del territorio volterrano. Curriculum e produzione scientifica del candidato, essenzialmente rivolti a problematiche - in particolare topografiche - di età romana e medievale, appaiono essere soltanto in parte modesta relativi al ssd L-ANT/06. CANDIDATO: Cherici Armando COMMISSARIO: Prof. Luigi Donati Laureatosi a Firenze l , il candidato Armando Cherici ha conseguito il Dottorato presso l università La Sapienza di Roma. La sua attività didattica universitaria annovera lezioni di etruscologia presso la Scuola di Specializzazione in Archeologia di Firenze (1992), nel master Conosci l Etruria di Arezzo (2003), un seminario su Arezzo etrusca, romana e altomedievale presso la facoltà di Magistero di Arezzo (1986). In qualità di cultore della materia, è stato inoltre membro di commissioni di tesi presso le università di Firenze (1992), Siena (1987), Pisa (2008). Ha collaborato col comune di Arezzo all allestimento di due mostre. E stato presente in alcuni scavi universitari o sotto l egida della Soprintendenza, svoltisi nell Etruria propria ma anche in quella laziale, senza specificare il ruolo. Ha partecipato a numerosi convegni, con particolare frequenza a quelli della Fondazione Faina e di Studi Etruschi. Da sottolineare anche le varie conferenze tenute in sedi universitarie italiane e francesi, tra cui la Sorbona di Parigi. E Membro dell Accademia Petrarca di Arezzo, del Deutsches Archäologisches Institut, dell Accademia Etrusca di Cortona, Membro Corrispondente dell Istituto di Studi Etruschi. La produzione scientifica maturata nel lungo arco di tempo intercorso dalla laurea, in gran parte congruente con il settore scientifico-disciplinare per il quale è bandita la procedura, comprende due volumi, uno di carattere antiquario ed uno su una collezione etrusca di vasi. Gli articoli ed i saggi, una quarantina, concernono vari argomenti, ma con una marcata attenzione per quelli archeologici riguardanti l Etruria settentrionale ed Arezzo in particolare, oggetto anche dei suoi interventi nei congressi di topografia, mentre nei convegni di etruscologia ha concentrato i suoi interessi su temi riguardanti l attività bellica con le sue implicazioni sociali nelle società del Mediterraneo, in quelle italiche ed in Etruria. Dal curriculum viene a delinearsi la figura di uno studioso dotato di una solida preparazione di base animata da spirito critico, molteplici interessi scientifici e vasta cultura, sebbene non sempre disciplinata da un attento rigore metodologico, meritevole comunque di essere presa in considerazione in ordine al presente procedimento. COMMISSARIO: Prof. Adriano Maggiani Laureato a Firenze nel 1984, Dottore di ricerca ( Roma La Sapienza) nel Ha svolto lezioni di etruscologia presso la Scuola di Specializzazione in Archeologia di Firenze (1992), nel master Conosci l Etruria di Arezzo (2003), nonché un seminario su Arezzo etrusca, romana e altomedievale presso la facoltà di Magistero di Arezzo (1986). Ha tenuto varie conferenze in sedi universitarie italiane e francesi, tra cui la Sorbona di Parigi. Come cultore della materia ha fatto parte di commissioni di tesi a Firenze (1992), Siena (1987), Pisa (2008). Ha partecipato a scavi in Toscana e nel Lazio ed ha collaborato all allestimento di mostre. Ha partecipato come relatore a numerosi convegni. E membro di numerose accademie italiane e straniere. Presenta oltre quaranta lavori a stampa, tra cui due monografie; gli articoli affrontano una vasta tematica, tutta coerente con l ambito disciplinare del presente concorso. Pur nella varietà dei temi trattati, il candidato si segnala per una particolare competenza nel campo delle armi e delle tecniche di combattimento nell antichità, ambito di studi nel quale è un esperto ampiamente

12 riconosciuto. COMMISSARIO: Prof. Simonetta Stopponi. Laureatosi nel 1984 in Lettere presso l Università di Firenze, ha conseguito nel 1991 il Dottorato in Archeologia (Etruscologia) presso La Sapienza di Roma. Nell a.a è stato titolare di borsa post-dottorato presso l Università di Firenze. Ha svolto didattica universitaria integrativa con lezioni di Etruscologia e di Topografia Antica presso la Scuola di Specializzazione in Archeologia dell Università di Firenze; docente nel Master Conosci l Etruria presso il Centro interdipartimentale di Studi sull Antichità dell Università di Siena, è cultore di Etruscologia ed ha discusso tesi presso le Università di Firenze, Siena, Bologna (Ravenna) e Pisa. Ha collaborato con l Amministrazione comunale di Arezzo e con Enti cittadini in varie attività culturali. Ha preso parte a scavi archeologici condotti da Università e Soprintendenze, ma non dichiara mansioni di responsabilità. Per lo scavo della Castellina del Marangone collabora con l École Normale Superieure del CNRS allo studio dei materiali etruschi e con l Università di Tuebingen per lo studio della ceramica medievale e moderna. Dal 1993 ha partecipato con continuità a numerosi Convegni in Italia ed all estero presentando relazioni su svariati argomenti, in particolare sulle testimonianze del territorio aretino, su l armamento e tecniche oplologiche preromane. Ha tenuto conferenze e seminari in sedi parigine di prestigio e presso il Centro di Cultura per Stranieri dell Università di Firenze. Ha collaborato all allestimento di Mostre, alla redazione del catalogo L Etruria mineraria e con la SBAT per schedature, studio e pubblicazioni di materiali. E Membro dell Accademia Petrarca di Arezzo, Corrispondente dell Istituto Archeologico Germanico, Corrispondente dell Istituto Nazionale di Studi Etruschi e Italici, Corrispondente dell Accademia Etrusca di Cortona. E stato Rettore e Primo Rettore della Fraternita dei Laici. E stato coordinatore del Comitato di redazione della rivista Annali Aretini. Presenta numerose pubblicazioni edite con continuità in sedi qualificate italiane e straniere. Delle due monografie la seconda, relativa a tematiche dell antiquaria cinquecentesca di Arezzo, non è pertinente al ssd oggetto della presente valutazione comparativa; parimenti non congruenti con il ssd L-ANT/06 sono i contributi ai Congressi di Topografia Antica, che trattano problemi di metodo e aspetti della viabilità romana, ed il lavoro in Lares su motivi novellistici e leggendari toscani. Un cospicuo numero di testi, originali ed interessanti, sono rivolti ai temi prediletti dal candidato sull armamento di ambito etrusco-italico, sulle tecniche di combattimento, sulle opere difensive, sulla talassocrazia; altri esaminano evidenze di Arezzo e del territorio contermine; altri ancora sono rivolti agli amuleti antichi e ad aspetti della scienza etrusca. In complesso curriculum e pubblicazioni delineano uno studioso dalla personalità scientifica ben definita ed attento ad ambiti diversi dell Etruscologia e dell Italicistica nei quali raggiunge originali risultati. CANDIDATO: Giroldini Pierluigi COMMISSARIO: Prof. Luigi Donati Dopo la laurea ottenuta a Firenze l , il candidato Pierluigi Giroldini vi ha conseguito la Specializzazione. Ha svolto collaborazioni con la Soprintendenza della Toscana per l implementazione del Sistema Informativo Territoriale e per ricerche in alcuni siti (Sesto Fiorentino, Castello, Artimino, agro vetuloniese). Ha partecipato a vari scavi, alcuni dei quali universitari, a Colle del Forno, Vada, l Accesa, Sesto Fiorentino, Poggio Civitella, Pugiano (San Gimignano, Siena), senza indicare le mansioni. In esito ad alcuni di questi scavi, ha partecipato alle attività di laboratorio con compiti di riordinamento dei materiali. Il suo contributo scientifico, consistente in una pubblicazione, non può essere preso in considerazione, non essendo stato inviato. Ha ottenuto una borsa di studio emessa dall Istituto di Studi Etruschi.

13 Dall esame del curriculum emerge l immagine di una personalità dotata di attitudine alla ricerca, come conferma anche la borsa di studio, ma con potenzialità che dovranno esprimersi su più ampi fronti. Pertanto, tenuto conto anche del mancato arrivo della pubblicazione menzionata, non è giudicabile in merito alla presente procedura. COMMISSARIO: Prof. Adriano Maggiani Laureato a Firenze nel 2002, ha ottenuto la Specializzazione nel 2006 Ha collaborato con la Soprintendenza della Toscana lavorando alla messa a punto del Sistema Informativo. Ha partecipato a vari scavi in Toscana e nel Lazio, dando talvolta la sua collaborazione alle attività di laboratorio. Ha ottenuto una borsa di studio bandita dall Istituto di Studi Etruschi. Menziona un solo lavoro a stampa, non inviato. COMMISSARIO: Prof. Simonetta Stopponi. Laureatosi nel 2002 il candidato ha conseguito la Specializzazione nel 2006 presso l Università di Firenze ed è iscritto al Dottorato di ricerca presso la stessa Università. Non dichiara incarichi di insegnamenti universitari. Ha collaborato con la SBAT per l implementazione del Sistema Informativo Territoriale e per ricerche in alcuni siti. Ha partecipato a scavi archeologici universitari e svolto mansioni di responsabilità in scavi condotti da società archeologiche. Ha vinto una borsa di studio dell Istituto di Studi Etruschi e Italici. L unica pubblicazione che menziona non è pervenuta alla sede del concorso. Il candidato non è quindi valutabile in ordine alla presente valutazione. CANDIDATO: Giuntoli Stefano COMMISSARIO: Prof. Luigi Donati Il candidato Stefano Giuntoli, laureato a Firenze nell A.A. 1989/90, ha conseguito presso l università La Sapienza di Roma il Dottorato di Ricerca. Sempre a Firenze ha svolto attività di supporto didattico nell ambito del coordinamento dei corsi di restauro archeologico afferenti alla cattedra di Etruscologia negli anni ed ha tenuto lezioni propedeutiche per l attività di laboratorio e di scavo concernenti l abitato dell Accesa a partire dal Ha tenuto un paio di lezioni su argomento etruscologico per il corso di Paletnologia dell università di Sassari ed una serie di lezioni, sempre di etruscologia, per il corso Master di Arezzo negli anni dal 2003 al 2009/10. Ha inoltre svolto attività didattica sulla civiltà etrusca per il corso IFTS coordinato dall università di Firenze. Ha partecipato a diversi scavi di orizzonti cronologici vari, dall eneolitico all età medievale, tra i quali quelli etruschi universitari dell Accesa e di Masseto (Pratovecchio, AR), e quello pure etrusco di Tuscania, dove da cinque anni ha la direzione scientifica. Dal 1994 al 2008 ha inoltre avuto la condirezione scientifica dello scavo dell Accesa, e dal 2009 al 2010 la direzione. Ha partecipato all allestimento di alcune mostre e musei. Ha vinto una borsa di studio della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto. Nell ambito della produzione scientifica allegata alla domanda, maturata in oltre due decenni di attività, la parte congruente con il settore scientifico-disciplinare ricompreso nella presente procedura annovera una decina di lavori, di cui tre sono articoli ed il resto sono saggi e contributi vari in lavori a carattere catalogico concernenti l abitato e la necropoli dell Accesa. La rimanente produzione allegata consiste in opere divulgative di archeologia varia. Ha svolto attività redazionale per gli Atti del Convegno di Studi Etruschi su I Piceni e la guida del Museo di Massa Marittima. Ne risulta una personalità attenta e preparata, molto impegnata sul piano delle ricerche sul campo, ma con una produzione scientifica limitata sul piano spazio-temporale ed un curriculum non pienamente rispondente ai criteri generali stabiliti dalla commissione. Pur con questi limiti, è degna comunque di essere presa in considerazione in ordine alla presente valutazione.

14 COMMISSARIO: Prof. Adriano Maggiani Laureato a Firenze 1990, Dottore di Ricerca nel 2000 (Roma-La Sapienza). Ha svolto attività di supporto didattico nell ambito del coordinamento dei corsi di restauro archeologico afferenti alla cattedra di Etruscologia dell università di Firenze negli anni ed ha tenuto lezioni propedeutiche per l attività di laboratorio e di scavo concernenti l abitato dell Accesa a partire dal Ha tenuto alcune lezioni presso l università di Sassari ed nell ambito del master di Arezzo negli anni dal 2003 al 2009/10. Ha inoltre svolto attività didattica sulla civiltà etrusca per il corso IFTS coordinato dall università di Firenze. E stato presente in diversi scavi archeologici in località della Toscana, partecipando della direzione scientifica dal 1994 al 2008 dello scavo dell Accesa. Da cinque anni dirige le campagne nel sito etrusco di Tuscania. Ha partecipato all allestimento di alcune mostre e musei. Presenta un notevole numero di lavori a stampa, alcuni dei quali di carattere divulgativo: si segnalano gli articoli di carattere catalogico sull abitato e la necropoli dell Accesa Dal curriculum e dalle pubblicazioni emerge la figura di uno studioso dalle indubbie capacità di organizzare le ricerche sul terreno, ma anche di indagare le problematiche dell età orientalizzante e arcaica dell Etruria. COMMISSARIO: Prof. Simonetta Stopponi. Il candidato si è laureato nel 1990 ed ha frequentato (con borsa) il primo anno della specializzazione presso l Università di Firenze, ha conseguito (con borsa) nel 1997 il Dottorato presso La Sapienza di Roma. Ha ottenuto il post-dottorato (con borsa) presso l Università di Firenze completato nel Dichiara una lunga attività di docenza a contratto presso l Università di Firenze per il coordinamento di corsi di restauro e lezioni a supporto della cattedra di Etruscologia e Archeologia Italica, incarichi di docenza e numerose lezioni nell ambito di corsi dell IFTS, ma non sembra attestare titolarità di insegnamento. Ha redatto schede inventariali di materiali (in particolare provenienti dal sito etrusco di Masseto e dall Accesa) per incarico della SBAT e di Enti locali. Ha partecipato ad un progetto italo-tedesco sugli insediamenti minerari nella protostoria europea. Ha condotto numerosi scavi in siti di epoche diverse anche con mansioni di responsabilità; per l indagine archeologica nell insediamento dell Accesa ha condiviso la direzione dal 2004 al 2008, quindi, nel , ha avuto la direzione. Dirige uno scavo a Tuscanica. Ha tenuto conferenze per Enti pubblici e attesta una comunicazione ad una Giornata Naz. di Studio sul vetro nell antichità. Ha vinto nel 1999 una borsa di studio della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto per premio di laurea in Etruscologia e Antichità italiche. Ha collaborato a progetti e redatto pannelli esplicativi di Mostre, Musei e vetrine espositive, anche su incarico della SBAT. Presenta alcune pubblicazioni: alle sei giudicate dal candidato di carattere divulgativo (tre non pertinenti al ssd), sono da sommare due sintesi su Arte Etrusca edite a cura del Gruppo editoriale L Espresso. Per il resto si tratta in gran parte di schede di materiali, classi ceramiche, complessi e scavi in particolare relativi al sito dell Accesa, al pari di due note nel Notiziario della SBAT. La comunicazione edita negli Atti della Giornata di studio riguarda una nota su I balsamari etruschi in vetro di età orientalizzante e arcaica desunta dalla tesi di laurea. Di maggior spessore gli studi dedicati ad Una nuova necropoli villanoviana all Accesa edito negli Atti de La Colombaria e a Le tombe a circolo dell Accesa edito nella Festschrift Camporeale. Ha curato gli Atti del Convegno di Studi Etruschi su I Piceni e la guida del Museo di Massa Marittima. L attività scientifica del candidato e le sue pubblicazioni, se rapportate all attività svolta dopo la laurea, si limitano a temi inerenti l attività di scavo, in particolare quella condotta nel sito dell Accesa; il candidato è comunque dotato di solide esperienze ed attitudine alla ricerca.

15 CANDIDATO: Maras Federico Daniele COMMISSARIO: Prof. Luigi Donati Il candidato Federico Daniele Maras ha conseguito la laurea a Roma, università della Sapienza, il ; qui ha conseguito anche il diploma di Specializzazione e il Dottorato di Ricerca. E professore a contratto di Epigrafia Italica presso l università La Sapienza dall A.A. 2006/7, ha tenuto una lezione presso l Ėcole Normale di Parigi, ed una lezione seminariale presso la Scuola Normale di Pisa. Ha inoltre tenuto lezioni di informatica sugli scavi di Pyrgi. Dal 1999 al 2006 ha svolto attività di collaborazione in ambito universitario col CNR per la realizzazione di un fascicolo del CIE ed è stato impegnato in una intensa attività redazionale concernente opere di carattere scientifico. Ha partecipato a scavi universitari (Pyrgi, Ostia, Veio, Via Aurelia), in alcuni con responsabilità di settore. Ha preso parte a numerosi convegni e giornate di studio tenuti in ambito nazionale, ma anche all estero (Londra), con temi concernenti in netta prevalenza l ambito dell epigrafia etrusca. Ha conseguito due premi rispettivamente banditi da Proceno e dall Erma di Bretschneider. La produzione scientifica, tutta congruente con il settore scientifico-disciplinare per il quale è bandita la procedura, annovera oltre 50 contributi, tra cui 17 in corso di stampa, comprendenti due monografie: Il dono votivo, gli dei e il sacro nelle iscrizioni etrusche di culto (n. 2), uscita nella Biblioteca di Studi Etruschi ed un volume del CIE (coautore G. Colonna), oltre a tre curatele. La rimanente produzione si compone di articoli su riviste di prestigio, nazionali ed internazionali, oltre che di contributi in volumi e su atti di convegni. Le sue ricerche si sono indirizzate quasi esclusivamente all epigrafia etrusca, con particolare attenzione agli aspetti del culto: un settore, questo, nel quale si muove con competenza e sicurezza. Degno di menzione al riguardo è il corposo volume della Biblioteca di Studi Etruschi, che offre agli studiosi un prezioso strumento di informazione in questo settore. In esso e negli altri lavori il candidato mostra una solida impostazione filologica e grande rigore metodologico, ma nel giudizio generale non può essere taciuto un certo limite nei riguardi di altri importanti settori della ricerca etruscologica e dell archeologia italica, verso i quali va però mostrando negli ultimi tempi un crescente interesse che peraltro non può ancora essere giudicato compiutamente per lo stato di edizione dei contributi. Merita comunque di essere preso in considerazione in ordine alla presente procedura di valutazione. COMMISSARIO: Prof. Adriano Maggiani Laureato a Roma-LA Sapienza nel 1991, dove ha ottenuto la Specializzazione nel 2004 e il Dottorato di Ricerca nel E professore a contratto di Epigrafia Italica presso l università La Sapienza dall A.A. 2006/7. Ha tenuto una lezione presso l Ėcole Normale di Parigi, ed una lezione seminariale presso la Scuola Normale di Pisa. Ha partecipato a scavi universitari in alcuni casi con responsabilità di settore. Dal 1999 al 2006 ha svolto attività di collaborazione in ambito universitario col CNR per la realizzazione di un fascicolo del CIE Ha preso parte come relatore a convegni in ambito nazionale e all estero (Londra), con argomenti inerenti soprattutto all ambito dell epigrafia etrusca. Ha conseguito due premi rispettivamente banditi da Proceno e dall Erma di Bretschneider. Presenta oltre 50 lavori, di cui 17 in corso di stampa. Oltre agli articoli su riviste italiane e straniere, si segnalano per la loro importanza due corpose monografie. Dal curriculum e dalle pubblicazioni emerge la figura di uno studioso giovane ma già scientificamente maturo, cui si debbono alcuni contributi fondamentali soprattutto nell ambito dell epigrafia etrusca. COMMISSARIO: Prof. Simonetta Stopponi.

16 Il candidato si è laureato nel 1997 in Lettere presso La Sapienza di Roma, ha conseguito nel 2002 il Dottorato in Archeologia (Etruscologia; la tesi ha ricevuto il Premio di Etruscologia Carlo Cecchini ) e nel 2004 il Diploma di Specializzazione (indirizzo Archeologia Classica) presso la stessa Università. Come cultore della materia ha collaborato nell attività didattica con la cattedra di Etruscologia de La Sapienza di Roma e dall a.a è professore a contratto di Epigrafia Italica presso la stessa Università. Dal 2010 è membro del Collegio docenti del Dottorato in Storia linguistica del Mediterraneo Antico presso la IULM di Milano. Nel 2008 ha tenuto una lezione sulle iscrizioni etrusche presso l École Normale Superieure di Parigi e nel 2010 un seminario sulla scrittura presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. Il candidato ha svolto e svolge, in collaborazione con Università, CNR, Soprintendenze, Enti locali e Musei, anche in regime di lavoro autonomo, un intensa attività di ricerca, schedatura, catalogazione, informatizzazione di materiali archeologici, in particolare di documenti epigrafici ai fini della loro pubblicazione, inoltre annovera ricerche bibliografiche ed archeometriche, consulenze e studi di fattibilità (quello del parco archeologico di Cerveteri si è classificato primo in graduatoria), partecipazioni a progetti sulle fonti latine e greche per la storia degli Etruschi e dei Sabini. Ha al suo attivo, con contratti co.co.co. e in regime di lavoro autonomo, una ricca esperienza di attività editoriali ed informatiche ed ha tenuto anche lezioni di informatica applicata all archeologia. Ha collaborato con l ISCIMA-CNR per la realizzazione di un fascicolo del CIE. Per conto della Casa Editrice L Erma di Bretschneider ha assunto la cura redazionale di volumi di archeologia ed ha curato un volume per conto dell Editore F. Serra. Ha partecipato a numerosi scavi archeologici, in insediamenti etruschi e romani, anche in regime di collaborazione a progetto. Ha presentato con continuità, ad iniziare dal 2004, relazioni su temi epigrafico-linguistici, storici e religiosi, a numerosi Convegni in Italia e all estero. Ha conseguito due idoneità per un posto di ricercatore- terzo livello presso il CNR. Il progetto di pubblicazione delle fonti letterarie latine e greche, per il quale ha diretto un gruppo di lavoro, ha ottenuto il premio L Erma Presenta un considerevole numero di pubblicazioni congruenti con il ssd oggetto della presente valutazione comparativa ed edite in sedi di alto livello; molte in c.d.s. e due di carattere divulgativo. All importante monografia edita nella collana Biblioteca di Studi Etruschi su Il dono votivo, gli dei e il sacro nelle iscrizioni etrusche di culto, ove è raccolta con accuratezza e rigore la documentazione epigrafica di carattere votivo dalla quale vengono desunte originali osservazioni sulla religiosità etrusca, si somma il cospicuo contributo nel fascicolo del CIE II, 1,5 et additamentum II,2,1. Numerose le schede per la REE e le note inerenti testimonianze epigrafiche, anche di ambito non etrusco. Altre ricerche riguardano fonti letterarie, anche relative a popolazioni non etrusche, ed aspetti storici, figure divine, anche in rapporto con l iconografia greca, alcune evidenze archeologiche e la storia della ricerca archeologica. Il curriculum, dal quale emerge esperienza di attività didattica anche in campo informatico, e le numerose pubblicazioni disegnano il profilo di uno studioso attento che rivela nei suoi lavori originalità e metodo. La sua produzione è essenzialmente rivolta, sin dalle tesi di laurea, di specializzazione e di dottorato, a problematiche epigrafico-linguistiche, seppur con incursioni in ambito storico e sociale. Più di recente gli interessi del candidato si sono ampliati ad altri temi dell Etruscologia e antichità italiche. CANDIDATO: Minetti Alessandra COMMISSARIO: Prof. Luigi Donati Laureata presso l università di Pisa il , la candidata Alessandra Minetti vi ha conseguito la Specializzazione ed ha poi ottenuto il Dottorato di Ricerca presso La Sapienza di Roma. La sua attività didattica universitaria annovera un seminario presso la Scuola di Specializzazione di Archeologia di Bologna e servizi di docenza di Etruscologia e Gestione dei

17 Beni Culturali presso la Scuola Superiore di Mediazione Linguistica di Pisa ( ). Ha inoltre svolto docenza in un corso di formazione professionale per guide turistiche organizzato dalla Provincia di Siena. Ha condotto attività di ricerca a Trequanda sotto l egida della Soprintendenza ed ha partecipato al progetto per la Carta Archeologica della Val d Era per conto della Regione Toscana; inoltre ha coordinato i lavori per quella del territorio di Sarteano. Menziona la partecipazione a diverse campagne di scavo in alcune località della Toscana, tra le quali quelle di Pisa, Chiusi, Sarteano come responsabile per conto della Soprintendenza. In qualità di direttore ha condotto alcune campagne a Sarteano. Al suo attivo vi sono inoltre l organizzazione di un convegno sulla pittura etrusca e la partecipazione come relatore ad alcuni convegni in Italia. Ha organizzato mostre in Italia e Francia (Saint Rafaėl) ed ha ottenuto un premio ex-aequo dalla Regione Toscana per la valorizzazione dei beni culturali. La produzione scientifica, frutto di un impegno ventennale nel settore, comprende oltre 40 lavori, tutti congruenti con il settore scientifico-disciplinare ricompreso nella procedura, dei quali un paio in corso di stampa. Vi figurano tre monografie, tra le quali si segnala quella sull Orientalizzante a Chiusi e nel suo territorio (n. 3), edizione della tesi di dottorato, un lavoro fondamentale per chi affronti questa facies della cultura chiusina, derivato dalla sua tesi di Dottorato, ed il volume La tomba della Quadriga Infernale (n. 5), edizione della straordinaria scoperta di una tomba dipinta di Sarteano, eccezionale nel soggetto e per lo stato di conservazione, con acute osservazioni di ordine iconografico e storico. Carattere prettamente divulgativo hanno invece i volumetti Les trèsors de la civilisation ètrusque e Religione e culto dei morti (nn. 4 e 6). Ha al suo attivo la curatela di quattro monografie (Guida del Museo di Sarteano, Etruschi e Romani ad Acquaviva di Montepulciano, Pittura Etrusca, Grandi archeologi del Novecento), tre articoli in riviste italiane di prestigio, una serie di saggi in cataloghi, notiziari, studi in onore etc., nei quali affronta soprattutto argomenti riguardanti il territorio chiusino, oltre ad alcune pubblicazioni a carattere catalogico su reperti della medesima provenienza. Da quanto esposto, si delinea la figura di una studiosa operosa e preparata, dotata di solide basi critiche e metodologiche, molto impegnata sul piano dell organizzazione, della trasmissione e della promozione della cultura, nella quale è pronta a cimentarsi con tecnologie fortemente innovative. Benché non possa essere taciuta una certa limitazione degli interessi che, per quanto riguarda l aspetto areale, sono fortemente squilibrati in favore del territorio chiusino che costituisce quasi l unico campo di indagine, la candidata è meritevole di essere presa in considerazione ai fini della procedura in corso. COMMISSARIO: Prof. Adriano Maggiani Laureata a Pisa nel1991, vi ha conseguito la Specializzazione nel 1994, ottenendo poi il Dottorato di Ricerca presso La Sapienza di Roma nel Ha svolto un seminario presso la Scuola di Specializzazione di Archeologia di Bologna e servizi di docenza di Etruscologia e Gestione dei Beni Culturali presso la Scuola Superiore di Mediazione Linguistica di Pisa ( ). Ha inoltre svolto docenza in un corso di formazione professionale per guide turistiche organizzato dalla Provincia di Siena. Ha partecipato a diverse campagne di scavo in alcune località della Toscana, con funzioni di coorrdinamento e direzione scientifica nell area di Sarteano, dove ha individuato, scavato e prontamente edito importanti complessi monumentali. Ha organizzato un convegno sulla pittura etrusca e ha partecipato come relatore ad alcuni convegni in Italia. Ha organizzato mostre in Italia e Francia (Saint Rafaėl) ed ha ottenuto un premio ex-aequo dalla Regione Toscana per la valorizzuna oltre 40 lavori, tra i quali si contano alcuni notevoli articoli su riviste e 3 monografie. Tra queste ultime, si segnalano lo studio sull Orientalizzante a Chiusi e nel suo territorio, lavoro fondamentale per la conoscenza della cultura chiusina, e il volume La tomba della Quadriga Infernale. Ha curato quattro monografie (Guida del Museo di Sarteano, Etruschi e Romani ad Acquaviva di Montepulciano, Pittura Etrusca, Grandi archeologi del Novecento).

18 Dal curriculum e dalle pubblicazioni emerge la figura di una studiosa particolarmente competente nei problemi dell archeologia chiusina e con un spiccata sensibilità per la tematica della conservazione e valorizzazione del patrimonio archeologico. COMMISSARIO: Prof. Simonetta Stopponi. La candidata nel 1991 ha conseguito la laurea e nel 1994 la Specializzazione presso l Università di Pisa, nel 2001 il Dottorato presso La Sapienza di Roma. E stata docente a corsi di formazione professionale organizzati dalla Provincia di Siena e da società di formazione; ha tenuto un seminario presso l Università di Bologna; è stata correlatrice di una tesi presso l Università di Firenze e docente di Etruscologia per tre a.a. e di Gestione dei Beni Culturali per un a.a. presso la Scuola di Mediazione Linguistica di Pisa (università parificata). Idonea al concorso per Funzionario Direttore di Museo (q. D3), dal 1997 è Direttore del Museo Civico Archeologico di Sarteano, avendone curato l istituzione su incarico del Comune; è ispettore onorario del MiBAC. A seguito di incarichi da parte di Soprintendenze, dei Comuni di Sarteano, Chiusi, Montepulciano e della Cooperativa Archeologia ha redatto schede e condotto ricognizioni di materiali e curato progetti di allestimento museali. Ha realizzato progetti per il finanziamento di allestimenti museali, produzioni di dvd, attività didattiche, la ricostruzione della tomba della Quadriga Infernale conseguendo posizioni elevate nella graduatoria della Regione Toscana. Ha partecipato a numerosi scavi assolvendo compiti di responsabilità in indagini archeologiche promosse dalla SBAT; ha diretto scavi del Comune di Sarteano. Ha partecipato e coordinato la ricerca per la redazione delle Carte Archeologiche della Val d Era (per conto della Regione Toscana) e del Comune di Sarteano (per conto della Comunità Montana del Monte Cetona). Ha tenuto conferenze e partecipato con relazioni a Convegni in Italia; ha organizzato il Convegno di Sarteano sulla pittura etrusca. Ha ottenuto un premio ex-aequo per la cultura della Regione Toscana e la menzione del Museo da lei diretto al premio ICOM. Ha collaborato all allestimento di Mostre ed organizzato esposizioni nel Museo di Sarteano. Presenta numerose pubblicazioni, comprensive di sei curatele (due in collaborazione) di volumi dei quali uno in c.d.s. Di rilievo e spessore scientifico le monografie su L orientalizzante a Chiusi e nel suo territorio, che ha ottenuto il secondo posto al concorso de L Erma di Bretschneider e che edita la tesi di dottorato, e su La tomba della Quadriga Infernale nella Collana dei Musei Senesi. In collaborazione sono i volumi su La necropoli della Palazzina nel Museo Civico Archeologico di Sarteano ed il catalogo della Mostra sui Musei di Chianciano Terme e di Sarteano tenutasi a Saint Raphaël che rappresenta un esempio di buona divulgazione come il testo confluito nella collana didattica dell Associazione dei Musei Archeologici della Toscana. Negli articoli e nelle schede, editi in volumi miscellanei, in riviste scientifiche, in Atti di Convegni, Cataloghi e in guide di Musei, alcuni temi sono ricorrenti: la scoperta e l analisi della tomba dipinta e le indagini nella necropoli delle Pianacce, i documenti chiusini e dei territori contermini, i Musei Senesi. Non congruente con il ssd L-ANT/06 il contributo su due statue romane. Il profilo che emerge dal curriculum e dalle pubblicazioni è quello di una studiosa attenta alle problematiche della valorizzazione e tutela dei beni archeologici e caratterizzata da sicuro rigore scientifico e completezza documentaria nell ambito dei temi da lei privilegiati. CANDIDATO: Montanaro Andrea Celestino COMMISSARIO: Prof. Luigi Donati Dopo la laurea conseguita presso l università di Bari ( ), il candidato Andrea Celestino Montanaro vi ha ottenuto anche il diploma di Specializzazione e il Dottorato di Ricerca. Qui ha svolto anche attività didattica presso il Laboratorio di Archeologia (A.A ) ed ha collaborato con la cattedra di Etruscologia in qualità di cultore della materia (A.A ). Ha

19 collaborato col CNR nell ambito di una ricerca sulla ceramica a figure nere prodotta in Italia ed ha partecipato come esperto archeologo alla redazione del progetto T.He.T.A., in collaborazione col CNR ed altri enti. Ha partecipato a tre scavi in Puglia senza specificarne il ruolo, e ad alcuni incontri in qualità di relatore in sedi varie della Puglia soffermandosi su temi concernenti l archeologia locale. Ha ottenuto due premi per altrettante pubblicazioni. Fra le 22 pubblicazioni scientifiche, comprese 7 in corso di stampa, figurano due monografie (nn. 5 e 8) ed articoli vari, alcuni dei quali su riviste nazionali. I nn.. 8,. 2, 20, 23, non possono essere presi in considerazione perché non inviati. Dalla lista vanno inoltre espunti i nn. 4), La tomba del principe di Ruvo, 11) Italia preromana. Principi e guerrieri a Ruvo, 12) La tomba 231 di Salapia, a carattere divulgativo. Tutti i lavori concernono vari aspetti dell archeologia della Puglia, con particolare riferimento ai corredi delle aristocrazie di Ruvo. Il profilo che emerge dal curriculum è quello di una personalità competente, ma ancorata su aspetti archeologici spiccatamente localistici che prevedono sporadiche aperture verso il mondo etrusco. Nel giudizio complessivo non si può inoltre sottacere una palese inadeguatezza rispetto ai criteri di massima. Pur tenendo conto di ciò, è comunque meritevole di essere preso in considerazione in ordine alla presente procedura. COMMISSARIO: Prof. Adriano Maggiani Laureato nel 1996 a Bari, ha ottenuto nella stessa università il diploma di Specializzazione nel 2000 e il Dottorato di Ricerca Presso la medesima università ha svolto attività didattica nel Laboratorio di Archeologia (A.A ), collaborando con la cattedra di Etruscologia in qualità di cultore della materia (A.A ). Ha svolto ricerche in collaborazione con il CNR. Ha partecipato a scavi in Puglia. Ha ottenuto due premi per altrettante pubblicazioni. Elenca 22 pubblicazioni scientifiche, tra cui 7 in corso di stampa, alcune delle quali non inviate e alcune non valutabili perché di carattere divulgativo Dal curriculum e dalle pubblicazioni emerge la figura di uno studioso particolarmente competente sulle questioni dell archeologia della Puglia, ma con rare incursioni al di fuori dell ambito regionale. COMMISSARIO: Prof. Simonetta Stopponi. Laureatosi nel 1996 in Lettere Classiche (indirizzo archeologico) presso l Università di Bari, ha conseguito nel 2000 la Specializzazione in Archeologia Classica presso la stessa Università e nel 2007, usufruendo di borsa triennale, il Dottorato (in Archeologia della Magna Grecia) presso l Università Federico II di Napoli. Cultore della materia per gli appelli d esame di Archeologia della Magna Grecia e di Etruscologia, ha svolto docenza di supporto per gli insegnamenti di Etruscologia e Archeologia della Magna Grecia presso l Università di Bari, presso la quale ha avuto per tre mesi un contratto co.co.co. per il sistema bibliotecario di Ateneo. Ha svolto incarichi di ricerca e docenza nell ambito del progetto Olla promosso da un Istituto scolastico di Canosa ed è stato consulente nel 2006 per la valutazione di rischio archeologico del tracciato di una strada provinciale e, per conto di Istituzioni locali, per lavori di restauro e ammodernamento. Ha partecipato alla redazione del progetto T.He.T.A. in collaborazione, tra gli altri, con il CNR-IAC di Bari e l VIII Eforato per le Antichità Preistoriche e classiche di Corfù. Ha collaborato con l ISCIMA-CNR per un progetto sulla ceramica a figure nere prodotta in Italia.Ha partecipato ad alcuni scavi promossi dall Università di Bari senza aver svolto funzioni di responsabilità. Ha preso parte come relatore a due Convegni di carattere scientifico. Dal 2009 è componente del Comitato scientifico della rivista Taras. Ha vinto nel 2006 il premio de L Erma di Bretschneider per il lavoro Ruvo di Puglia e il suo territorio. Le necropoli e una targa d argento come opera segnalata per il volume Gli ori di Ruvo di Puglia tra Greci ed Etruschi.

20 Presenta alcune pubblicazioni, fra le quali un articolo ed una monografia su ambre figurate in corso di stampa, oltre a segnalazioni di carattere divulgativo, collaborazioni ad un Catalogo di Mostra su ceramiche a figure nere e a vernice nera. La monografia già ricordata e desunta dalla tesi di dottorato su Ruvo di Puglia e il suo territorio. Le necropoli, costituisce il lavoro di maggior impegno e si inserisce nell ambito di un filone di ricerca privilegiato dal candidato che alle testimonianze, anche d archivio, del centro indigeno di Ruvo ha dedicato altri lavori ed una seconda monografia, anch essa premiata. Particolare attenzione è rivolta alle oreficerie di Ruvo e della Daunia: a tale distretto sono dedicati una terza monografia, che edita una tomba di VII sec. a.c., e un contributo sull Orientalizzante. L attività scientifica del candidato appare orientata quasi esclusivamente ai documenti preromani della Puglia anellenica, anche se con riferimenti al mondo etrusco. CANDIDATO: Paltineri Silvia COMMISSARIO: Prof. Luigi Donati La candidata Silvia Paltineri si è laureata nell A.A. 1997/98 a Pavia. Ha conseguito la Specializzazione a Padova e il Dottorato di Ricerca a Pavia. Negli anni ha tenuto lezioni all interno dei corsi di Etruscologia e Protostoria italiana dell Università di Pavia; dal 2006 è docente a contratto per gli insegnamenti di Etruscologia e Protostoria Italiana nelle università di Pavia e Padova. Ha al suo attivo la partecipazione a diverse campagne di scavo universitario in siti di età diverse, dall etrusca alla romana alla medievale, tra le quali si segnalano quelle a Crespino, rivestendo ruoli vari (supervisione, stesura della relazione preliminare). Ha partecipato a diversi convegni in Italia e all estero (Bonn, Marsiglia-Lattes, Groningen). Ha collaborato con schedature e pannelli all allestimento di alcune mostre e musei. La produzione scientifica, congruente con il settore scientifico-disciplinare per il quale è bandita la procedura, annovera una monografia sulla necropoli di Chiavari, scavate da Nino Lamboglia: un sito del quale sottolinea il modello storico di un evidenza pre-urbana, non ancora propriamente protourbana; inoltre la co-curatela di due volumi. e 25 fra articoli e saggi, oltre a 4 in corso di stampa, alcuni dei quali di carattere antichistico, altri divulgativi, e 6 recensioni per Atheneum. Fra i lavori più propriamente archeologici sono in netta prevalenza quelli su argomenti concernenti la civiltà ligure e alcune culture dell Italia settentrionale, ma non mancano le incursioni anche nel mondo etrusco: San Cassiano di Crespino (n. 11), Verucchio (n. 23), le olpai figurate ceretane, indagate nei loro complessi messaggi iconografici (nn. 10 e 24). Ne risulta una personalità matura, dotata di spiccate capacità, ben impegnata sul piano dell attività didattica universitaria per il settore etruscologico nonché nella ricerca sul campo. Nel contempo, va però sottolineato che i suoi interessi scientifici appaiano fortemente squilibrati verso le aree culturali del settentrione dell Italia antica a scapito dell Etruria propria. E comunque meritevole di essere presa in considerazione in ordine alla presente procedura. COMMISSARIO: Prof. Adriano Maggiani Laureata nel 1998 Pavia. Ha conseguito la Specializzazione a Padova nel 2002 e il Dottorato di Ricerca a Pavia nel Ha svolto lezioni nell ambito dei corsi di Etruscologia e Protostoria italiana dell Università di Pavia negli anni Dal 2006 è docente a contratto di Etruscologia e Protostoria Italiana nelle università di Pavia e Padova. Ha partecipato a diversi scavi universitari in siti di età diverse, dall etrusca alla romana alla medievale, anche con ruoli di supervisione. Ha partecipato a convegni in Italia e all estero Presenta 29 fra articoli e saggi, 4 dei quali in coso di stampa e una monografia sulla necropoli di Chiavarinonché 6 recensioni per Athenaeum. Fra i lavori più propriamente archeologici sono in netta prevalenza quelli su argomenti

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

si riunisce telematicamente il giorno 13 maggio 2015 alle ore 17.30 per la stesura della relazione finale.

si riunisce telematicamente il giorno 13 maggio 2015 alle ore 17.30 per la stesura della relazione finale. PROCEDUM VALUTATIVA DI CHIAMATA RISERVATA PER I.A COPERTUM DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE ORDINARIO AI SENSI DELL',ART. 24 CO. 6 DEL -A LEGGE N.240l2010 - PER IL SETTORE CONCORSUALE 10/G1, SETTORE SCIENTIFICO

Dettagli

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013 Consultazione Pubblica per l istituzione dell Anagrafe Nazionale Nominativa dei Professori e dei Ricercatori e delle Pubblicazioni Scientifiche (ANPRePS) Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

IlMinistro per i Beni e le Attività Culturali

IlMinistro per i Beni e le Attività Culturali VISTO l articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400; VISTO il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368 e successive modificazioni; VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 26 novembre

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze.

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. CURRICULUM VITAE Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. Titolo di Studio: Laurea Economia e Commercio conseguita il 17.04.1973 presso l Università

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici 1. Introduzione Vengono oggi pubblicate sul sito dell ANVUR e 3 tabelle relative alle procedure dell abilitazione scientifica nazionale

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015

L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015 L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015 Regolamento per l'istituzione di borse di studio Art. 1 - Scopi e destinatari

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

l sottoscritt nat a prov. il e residente in Via cap

l sottoscritt nat a prov. il e residente in Via cap ZIONI SOSTITUTIVE DI CERTIFICAZIONI AI SENSI DELL ART. 46 DEL D.P.R. 28 DICEMBRE 2000 N. 445 Requisito 1: Titolo di studio voto finale di laurea l sottoscritt nat a prov. il e residente in Via cap di essere

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Versione 1.1 2 dicembre 2014 Sommario 1 Introduzione... 3 2 Cosa devono fare docenti, ricercatori,

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Breve Introduzione Questo è un documento di lavoro per la composizione delle schede SUA-RD 2011, 2012 e 2013. In questa prima sezione vengono rapidamente ricapitolate

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Sergio dal Maso Viale C.Colombo, 165 Foggia Telefono 328/2775122 Fax 0881/720007 E-mail Nazionalità

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE Prot. n. 21096/II/1 dell 11 giugno 2009 UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE VISTA la Legge 8 luglio 1998, n. 230, recante "Nuove norme in materia di obiezione

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO E DI DIDATTICA INTEGRATIVA, IL RILASCIO DI AUTORIZZAZIONI PER ATTIVITA ESTERNE DEI PROFESSORI

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana Deliberazione n.119/2015/par REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana nella camera di consiglio del 12 febbraio 2015 visto il T.U. delle leggi sulla Corte dei conti,

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

LAUREA TRIENNALE STUDENTI LAUREA MAGISTRALE POST LAUREA

LAUREA TRIENNALE STUDENTI LAUREA MAGISTRALE POST LAUREA Allegato 6 - MOTIVI PRINCIPALI PER CUI GLI UTENTI SI RECANO NELLE BIBLIOTECHE, DOCUMENTI MAGGIORMENTE UTILIZZATI, FATTORI RITENUTI DETERMINANTI PER LA QUALITA DELLE BIBLIOTECHE RISPOSTE PER GRUPPI DI UTENTI

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

La valutazione dei corsi di dottorato

La valutazione dei corsi di dottorato La valutazione dei corsi di dottorato Approvato dal Consiglio Direttivo nella seduta del 15 Dicembre 2014 1 Premessa Questo documento illustra i criteri e gli indicatori che l ANVUR intende utilizzare

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO Pag. 1 / 6 comune di trieste piazza Unità d Italia 4 34121 Trieste www.comune.trieste.it partita iva 00210240321 AREA CULTURA E SPORT SERVIZIO MUSEO ARTE MODERNA REVOLTELLA REG. DET. DIR. N. 5164 / 2011

Dettagli

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Liceo statale James Joyce (Linguistico e delle Scienze umane) Ariccia (Roma) Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015 Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Questionari

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli