3. Le civiltà italiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "3. Le civiltà italiche"

Transcript

1 1) La civiltà etrusca Civiltà nuragica: è la civiltà che si sviluppa in Sardegna durante l età del bronzo e che sopravvive fino alla conquista romana. Il nome deriva da nuraghe, ossia dalla caratteristica costruzione militare a torre, di cui la Sardegna conserva ancora 7 mila esemplari. Indoeuropeo: il termine indica una famiglia di lingue, che presenta affinità fonetiche, morfologiche e lessicali. Vi appartengono il celtico, il germanico, il baltico, lo slavo, il latino, l albanese, il greco e l armeno. Con un ritardo di circa 2 mila anni sull Egitto, nel primo millennio a.c. comparvero popoli anche in Italia. Ad abitare la penisola, prima degli indoeuropei, furono i celti, i liguri, i siculi e i sardi, dando origine alla civiltà dei nuraghi; successivamente gli indoeuropei, come i veneti, gli umbri, i sanniti e i latini si distribuirono sulla nostra terra, dedicandosi alla pastorizia e all agricoltura, mentre nell Italia meridionale le colonie greche avevano già introdotto l alfabeto. Gli etruschi si posero, per l alto grado di civiltà, come momento cruciale nella storia della formazione della futura civiltà romana. Abitarono l Etruria (Toscana) e si diffusero successivamente nella valle padana. Le città-stato più importanti del loro impero furono Veio, Cerveteri, Tarquinia, Perugia, Arezzo, Volterra e Fiesole; esse costituirono una lega politica. Un altro polo nevralgico di città-stato sorse intorno a Bologna, l antica Felsina. L alto grado di civiltà raggiunto in epoca così antica, in concorrenza con quella ellenica, fece già nascere nell età classica il mito della loro origine. Erodoto, infatti, li fece provenire dall Asia Minore (probabilmente dalla Lidia per una grave carestia, poco dopo la guerra di Troia); Dionigi di Alicarnasso li considerò autoctoni; Livio, invece, accreditò la teoria della provenienza settentrionale. A queste ipotesi si è cercato il supporto di altre fonti, archeologiche e linguistiche, da cui risulta una generica verosimiglianza storica della teoria di Erodoto, ammettendo una parentela linguistica tra l etrusco e l ambito asiatico. 29

2 Parte I. Dalla preistoria al crollo dell Impero d Occidente Gli stanziamenti dei vari popoli nell Italia preromana Nel 700 a.c., fondarono importanti città meridionali della penisola e, con lo sfruttamento delle risorse naturali (ferro nell isola d Elba, rame e piombo di Volterra), conquistarono il predominio sul mare, fondando Capua, Nola, Ercolano, Pompei, Sorrento, con le quali istituirono commerci e scambi culturali. Ciò li rese antagonisti della Grecia e di Cartagine per il predomino sul Mediterraneo. Fu l inizio del loro declino. Persero le colonie campane, preda dei sanniti e altri territori per l affermarsi di Roma e dei celti, i quali dilagarono nella Pianura Padana. Gli etruschi formarono città-stato, spesso antagoniste, sul modello della polis greca, governate da un re elettivo (lucomone) e 30

3 assistito da un Consiglio degli anziani, esponente della classe aristocratica; ebbe potere consultivo l assemblea popolare; gli schiavi, privi di ogni diritto, completavano l assetto sociale. Diventarono ricchi agricoltori, sfruttando la mitezza del clima e la fertilità dei suoli vulcanici, avvalendosi, inoltre, di tecniche di prosciugamento e di irrigazione. Furono anche esperti marinai, commerciando con la Francia, la Spagna, la Grecia, l Africa e l Asia Minore in specchi, scatole cesellate, decorazioni per mobili, monili filigranati. Nel secolo VII il fasto e la potenza delle aristocrazie raggiunsero il culmine, come è testimoniato dall importazione massiccia di prodotti preziosi in oro, argento, bronzo, avorio, provenienti dall Oriente. Il secolo successivo fu caratterizzato da scontri egemonici tra città e città, ed emersero figure di tiranni, come Porsenna di Chiusi o Servio Tullio di Roma, che fecero nascere Stati aristocratici, entrando in aperto conflitto con la Grecia, con le genti latine e con Roma. Ma il corso degli eventi mise in ginocchio la potenza etrusca, per cui il declino fu lento, ma irreversibile, in relazione anche al diffondersi della grande proprietà latifondista e con la progressiva integrazione delle grandi famiglie nell ambito della società romana. Furono politeisti e gli dei molto temuti, per cui fecero nascere l arte della divinazione, affidata a sacerdoti: gli aruspici (leggevano la volontà divina nelle viscere di animali sacrificati) e gli àuguri (che interpretavano il volo degli uccelli e fenomeni naturali). Credettero fermamente nella vita ultraterrena e la tomba espresse non solo un complesso di valori religiosi, ma anche e soprattutto la realtà concreta della vita quotidiana, l architettura e l arredamento della casa, come risulta tuttora nelle tombe di Cerveteri o negli affreschi di Tarquinia. In essi è manifesta quell ansia di perpetuare in eterno le realtà fissate nelle immagini, nei rilievi, nelle strutture architettoniche delle tombe. La civiltà etrusca doveva la sua importanza al perfezionamento dell alfabeto greco, considerato prezioso strumento di comunicazione per le funzioni pubbliche (stesura di leggi scritte), religiose (testi sacri che illustrano le pratiche e le prescrizioni sacre, che fungono da tramite tra il devoto e la divinità) e private (messaggi augurali su coppe o altri oggetti, o formule di accordi). Da fonti antiche risulta che gli etruschi esercitarono una forte influenza sulle istituzioni e sulle cari- 31

4 che politiche romane, come anche nelle cerimonie della Roma repubblicana, negli abiti e nei fasci. 2) Roma: monarchia, Repubblica, Impero Parte I. Dalla preistoria al crollo dell Impero d Occidente Roma fu la capitale dell Impero più vasto dell antichità. Nacque da un piccolo villaggio di agricoltori e il suo sviluppo fu tanto rilevante e illustre da diventare modello di organizzazione e civiltà. Gli abitanti dei villaggi erano costituiti da: Pater familias; uomini ricchi di possedimenti terrieri e di bestiame; gens, famiglie imparentate fra loro, che si raccoglievano intorno al pater familias; curia, più famiglie, aggregate fra loro, che formavano il villaggio; vicus, era considerato il villaggio, come Albalonga, Ariccia, Lanuvio e Roma. C è chi fa derivare il nome Roma dal mitico fondatore Romolo e chi lo rintraccia nelle parole etrusche ruma (collina) e rumon (fiume), ma in assenza di documenti scritti, si ricorre alla leggenda, che vuole sia sorta sul colle Palatino (il 21 aprile del 753 a.c.), posizione strategica per scambi commerciali con l Etruria e la Campania. Secondo la leggenda, il primo re di Roma sembra sia stato Romolo, seguito da altri sei, di origini sabine ed etrusche: Numa Pompilio, Tullo Ostilio, Anco Marzio, Tarquinio Prisco, Servio Tullio e Tarquinio il Superbo. I patrizi avevano tre nomi: Nei primi due secoli di vita, Roma ebbe praenomen nome personale, es. Publio; decisa dai senatori. L organizzazione socia- un governo monarchico con carica elettiva nomen designa l appartenenza alla gens, es. Cornelio; c erano i patrizi, che detenevano il potere le era rigidamente divisa in classi; al vertice cognomen indica l appartenenza alla famiglia, es. politico ed economico. Essi godevano di diritti politici, occupavano alte cariche di Scipione. governo, i collegi sacerdotali e l esercito. Si raggruppavano in tre tribù, (Ramni, Tiziensi e Luceri) ognuna formata da 10 curie, a base gentilizia. Tutti gli appar- 32

5 tenenti alle tribù, partecipavano ai Comizi Curiati (assemblee per varare leggi proposte dal re). La plebe, invece, viveva tra stenti e rinunce. Per migliorare il proprio status si affidava ad un patrono, da cui riceveva protezione e aiuto, diventandone clientes, ossia combattendo al suo fianco, contribuendo alla dote della figlia, e pagando il riscatto se il patrono fosse caduto prigioniero di guerra. Con Servio Tullio, i plebei conquistarono maggiore considerazione, infatti il re favorì l inserimento di plebei ricchi nell organizzazione sociale e militare. Tale riforma mutò la struttura socio-politica della città, provocando la sostituzione dei Comizi Centuriati (Assemblea di tutti i cittadini, che approvava le proposte di legge, le dichiarazioni di guerra e le elezioni dei magistrati) ai Comizi Curiati. Gli schiavi, ultimi della scala sociale, non godevano di alcun diritto, ma, se venivano liberati dal loro padrone, diventavano liberti, ottenendo in seguito la cittadinanza. La tradizione antica. La tradizione racconta che la città fosse sorta sul Palatino ad opera di Romolo (figlio di Rea Silvia e fratello di Remo), che era stato allontanato da Alba Longa dallo zio Amulio, usurpatore del trono del fratello Numitore. La dominazione etrusca fu un momento decisivo per la storia di Roma, in quanto entrò a far parte di un orizzonte politico e culturale più ampio e anche per le importanti innovazioni politiche e sociali. Fu allora che Roma acquisì il suo primo ordinato assetto urbanistico, mentre il commercio portò ricchezza e nuova popolazione, contribuendo a diminuire l influenza delle gentes originarie. La tradizione fa risalire la dominazione etrusca a Tarquinio Prisco ed è senza dubbio un elemento attendibile, anche in base al ricordo che i documenti etruschi conservano relativi al dominio di Roma, in quanto questi ultimi erano interessati a al controllo di Roma, per assicurarsi i collegamenti con la Campania. Le ripercussioni determinate dalla cacciata degli etruschi furono considerevoli: Roma entrò in una fase di acute difficoltà, perdendo la posizione di preminenza, offerta dalla dinastia etrusca. Inoltre le popolazioni confinanti dei volsci, equi, ernici, avevano ora maggiore libertà di movimento nel Lazio. 33

6 Spazio di approfondimento I sette re di Roma Romolo: fonda Roma e col ratto delle Sabine popola la città, raggiungendo un accordo col popolo sabino. Organizza l esercito; Numa Pompilio: di origine sabina, non è bellicoso, organizza il culto religioso, innalzando templi, e riforma il calendario; Tullo Ostilio: guerriero latino, conquista Alba Longa ed estende i confini del Lazio; Anco Marzio: è un re sabino, che continua le opere di conquista e fa costruire il porto di Ostia, la via Salaria (collegamento tra le saline e Roma), il ponte sul Tevere e il primo acquedotto; Tarquinio Prisco: è un monarca etrusco, che incoraggia il commercio e l artigianato, costruisce il Foro, il Circo Massimo e la cloaca Massima; Servio Tullio: re etrusco, determina lo sviluppo del commercio e l artigianato; cinge la città di mura, estende i confini e riforma la Costituzione; Tarquinio il Superbo: è un re etrusco altero, ha brama di potere e combatte con i volsci e i Sabini. Completa il tempio di Giove e la cloaca, ma il suo dispotismo lo rende inviso ai sudditi, che guidati da Collatino e da Bruto, lo detronizzano, proclamando la Repubblica. 3) Dalla monarchia alla Repubblica Parte I. Dalla preistoria al crollo dell Impero d Occidente La leggenda giustifica il passaggio dalla monarchia alla repubblica in seguito all oltraggio di Tarquinio il Superbo nei confronti della moglie di un patrizio. Il gesto innesca una rivolta e, con essa, l inevitabile caduta della monarchia. La verità storica è ben diversa. Probabilmente nacque un conflitto tra l aristocrazia terriera, gelosa dei propri privilegi e il monarca, il quale, pur di mantenere il potere, cercò il consenso di alcune classi che stavano in quel periodo emergendo: commercianti e imprenditori, appoggiandole nel controllo della produzione delle merci e dei traffici mercantili. Ciò favorì l arricchimento delle famiglie plebee e l acquisizione di alcune sfere del potere politico-sociale. Da qui la rivolta dell aristocrazia. 34

7 Spazio di approfondimento Organizzazione politica della Roma repubblicana 2 consoli, che esercitano il potere esecutivo e giudiziario per un anno; 2 pretori, che esercitano il potere giudiziario per un anno; 2 questori, responsabili delle finanze, in carica per un anno; 4 edili, responsabili dei lavori pubblici, in carica per un anno; 2 censori, censiscono la popolazione in base alla ricchezza, vigilano sulla morale pubblica. Nei casi di grande pericolo è prevista la figura del dittatore, che esercita tutti i poteri per sei mesi. Tutte le magistrature sono cariche elettive e non retribuite. Esistono infine le figure dei senatori, che esercitano il potere legislativo (carica a vita) e 2 tribuni della plebe, difensori dei plebei contro i soprusi. Intorno al V secolo a.c. iniziarono le prime conquiste della plebe, generando tumulti e rivendicazioni sociali, per cui il senatore Menenio Agrippa cercò di ricomporre la vertenza col riconoscimento del diritto di riunirsi in assemblee (plebisciti), per approvare deliberazioni e leggi. Nel 451 a.c. si costituì la magistratura dei decemviri, che elaborò un codice di leggi scritte: le leggi delle XII tavole, che riconobbero l uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge. 4) Il conflitto tra patrizi e plebei È assai arduo ricostruire l origine del conflitto, che nasce dalla nozione di un aristocrazia di sangue, cui erano riservate alcune funzioni religiose e politiche e, quindi, il monopolio del potere. I plebei formavano un vasto gruppo, che sin dai primi anni della Repubblica trovò la coesione necessaria per contrapporsi al patriziato, in quanto non tutti i plebei erano diseredati, molti di loro, infatti, erano molto ricchi, in grado di guidare la plebe stessa. Nel riunirsi sull Aventino (Monte Sacro) nel 471, dettero al loro movimento un organizzazione omogenea, creando un assemblea, nominando magistrati e tribuni della plebe, 35

8 per difendersi dalle vessazioni gentilizie. La minaccia di rifiutarsi di prestare servizio militare fu un arma considerevole, che costrinse Menenio Agrippa ad intervenire con il suo celebre apologo. Furono, quindi, varate le famose XII Tavole. In seguito i plebei ebbero libero accesso alla direzione dello Stato, diventando tribuni militari, entrarono nella pretura urbana, esercitarono il comando dell esercito, con la possibilità di convocare i comizi, e far parte del Senato. Divennero consoli e incominciarono a godere della terra pubblica per coltivarla. All aristocrazia di sangue si sostituì un oligarchia di governo patrizio-plebea. Le motivazioni sociali ed economiche della lotta erano state assunte da plebei ricchi, per forzare il loro ingresso nel governo, e anche se l oligarchia successivamente si chiuse in un gruppo molto stretto, fu sempre attenta alle esigenze della collettività e ai suoi equilibri. Fu questo gruppo dirigente a compiere le scelte fondamentali per secoli e, finché esso restò relativamente compatto, ebbe notevole successo e capacità di ottenere e gestire il consenso popolare. 5) Le guerre contro Cartagine Parte I. Dalla preistoria al crollo dell Impero d Occidente Roma esercitava ormai il potere su quasi tutta la penisola e aveva il controllo del mare, ma la forza militare e mercantile di Cartagine venne ritenuta pericolosa soprattutto per il controllo dello stretto di Messina determinando, nel 264 a.c., la prima delle tre guerre puniche, che si concluse vittoriosamente per Roma: la Sicilia, la Sardegna e la Corsica entrarono nei domini romani. Vent anni dopo Annibale, con un folto esercito e con molti elefanti, riuscì a varcare le Alpi, costituendo una minaccia incombente per Roma, ma Scipione riuscì strategicamente a spostare la battaglia in Africa e a Zama sconfisse duramente i cartaginesi, che furono costretti a rinunciare ai possedimenti in Africa e alla flotta. Qualche decennio dopo, Cartagine, per nulla prostrata dalla rotta subita, riorganizzò l esercito allo scopo di riconquistare il proprio prestigio, ma Roma, decisa a distruggerla, la espugnò e la rase al suolo. Le conquiste romane si estesero, quindi, fino alla Macedonia, alla Grecia e alla Siria. Fu il trionfo del concetto imperiale della politica espansionistica. 36

9 TAVOLA CRONOLOGICA I millennio a. C. In Italia si insediano i celti, i liguri, i siculi, i sardi, i veneti, gli umbri, i sanniti e i latini. Nasce la civiltà etrusca. 21 aprile 753 a.c. Viene fondata Roma e si instaura il regime monarchico. VII secolo a.c. La potenza etrusca raggiunge il culmine. VI secolo a.c. Scontro egemonico tra le varie città etrusche, inizia la decadenza di tale civiltà. 400 a.c. Prime conquiste della plebe. Menenio Agrippa riconosce legittime le assemblee (plebisciti) popolari per deliberare le leggi. Vengono eletti 2 tribuni della plebe. metà del 400 Viene elaborato un codice di leggi scritte. Le leggi delle XII tavole riconoscono l uguaglianza di tutti i cittadini. 264 a.c. È la prima delle tre guerre puniche. Vittoria di Roma che annette la Sicilia, la Sardegna e la Corsica. 244 a.c. Seconda guerra punica. Scipione l Africano sconfigge i cartaginesi di Annibale a Zama. 232 a.c. Terza guerra punica. Cartagine è rasa al suolo. I Romani conquistano la Macedonia, la Siria e la Grecia. 37

PROGETTO SCUOLEINSIEME

PROGETTO SCUOLEINSIEME Bando Fondazione Cariplo PROMUOVERE PERCORSI DI INTEGRAZIONE INTERCULTURALE TRA SCUOLA E TERRITORIO PROGETTO SCUOLEINSIEME UNITÀ DIDATTICA SEMPLIFICATA Elaborata da: Dott.ssa Bellante Ilaria A cura di:

Dettagli

Esame di Alfabetizzazione Informatica. L'Impero Romano 1

Esame di Alfabetizzazione Informatica. L'Impero Romano 1 Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea in Lingue e Letterature Moderne Esame di Alfabetizzazione Informatica L'Impero Romano 1 A.A 2010/2011 Prof. Francesco FONTANELLA 1 Questo documento è stato

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. EINSTEIN. Storia: (Libro in adozione: M. Meschini-R. Persico, Popoli, tempi e storie, I, Archimede).

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. EINSTEIN. Storia: (Libro in adozione: M. Meschini-R. Persico, Popoli, tempi e storie, I, Archimede). LICEO SCIENTIFICO STATALE A. EINSTEIN. PROGRAMMA A.S. 2014-2015. CLASSE I A. MATERIA: Storia-Geografia Prof. Crescenzo Palumbo Storia: (Libro in adozione: M. Meschini-R. Persico, Popoli, tempi e storie,

Dettagli

PROGETTO SCUOLEINSIEME

PROGETTO SCUOLEINSIEME Bando Fondazione Cariplo PROMUOVERE PERCORSI DI INTEGRAZIONE INTERCULTURALE TRA SCUOLA E TERRITORIO PROGETTO SCUOLEINSIEME UNITÀ DIDATTICA SEMPLIFICATA Elaborata da: Dott.ssa Bellante Ilaria A cura di:

Dettagli

l metodo della ricerca storica 2 a classificazione delle fonti e la Storiografia 5 ORIGINI ED EVOLUZIONE: IL PIANETA TERRA E LA SPECIE UMANA

l metodo della ricerca storica 2 a classificazione delle fonti e la Storiografia 5 ORIGINI ED EVOLUZIONE: IL PIANETA TERRA E LA SPECIE UMANA ßIndice del volume AVVIO ALLO STUDIO DELLA STORIA I L l metodo della ricerca storica 2 1 Differenza tra Storia e Preistoria 2 2 Cronologia e periodizzazione 4 a classificazione delle fonti e la Storiografia

Dettagli

-Due materie a confronto: metodi e strumenti della Storia e della Geografia.

-Due materie a confronto: metodi e strumenti della Storia e della Geografia. A.S. 2014/2015 Liceo Scientifico G. d Alessandro -Bagheria. Programma di Geostoria-Classe I I Prof.ssa A. Maciocio -Percorso storico/politico: -Due materie a confronto: metodi e strumenti della Storia

Dettagli

UNITÀ DIDATTICA 1 LE ORIGINI DI ROMA

UNITÀ DIDATTICA 1 LE ORIGINI DI ROMA UNITÀ DIDATTICA 1 LE ORIGINI DI ROMA 1.1 - Le origini di Roma Alla fine del II millennio a. C. immediatamente a sud del Tevere, tra il mare e i primi rilievi montuosi dell'interno, si era sviluppata la

Dettagli

Prima guerra punica (264-241)

Prima guerra punica (264-241) Le guerre puniche Prima guerra punica (264-241) Cartagine: colonia fenicia fondata nell 814 da Tiro, dal V secolo economia fiorente Espansione coloniale in Sardegna, Corsica e isole: diventa la principale

Dettagli

LE ISTITUZIONI A ROMA. Magistrature e assemblee. I Le istituzioni dell età monarchica (753-509 a.c)

LE ISTITUZIONI A ROMA. Magistrature e assemblee. I Le istituzioni dell età monarchica (753-509 a.c) LE ISTITUZIONI A ROMA Magistrature e assemblee I Le istituzioni dell età monarchica (753-509 a.c) Re: nominato a vita dal senato con ratifica dei comizi curiati (lex curiata de imperio), accentrava in

Dettagli

Il programma svolto ha seguito la scansione del testo in adozione: B. Corradi -A. Giardina- B. Gregari, Il mosaico e gli specchi, Editori Laterza

Il programma svolto ha seguito la scansione del testo in adozione: B. Corradi -A. Giardina- B. Gregari, Il mosaico e gli specchi, Editori Laterza Istituto di Istruzione Cittadella T.L.Caro a.s. 2007/2008 PROGRAMMA di STORIA classe I A Docente: prof. Maurizio Tessaro Il programma svolto ha seguito la scansione del testo in adozione: B. Corradi -A.

Dettagli

I trattati romano-cartaginesi

I trattati romano-cartaginesi I trattati romano-cartaginesi L esame dei trattati romano-cartaginesi è non solo di basilare importanza per comprendere le mutevoli relazioni intercorse fra due dei massimi protagonisti della storia mediterranea

Dettagli

Romolo. Nascita: 24 marzo del 771 a.c Morte: il 5 o il 7 luglio del 716 a.c. Consorte: Ersilia Regno: 753-715 a.c Sucessore:Numa Pompilio

Romolo. Nascita: 24 marzo del 771 a.c Morte: il 5 o il 7 luglio del 716 a.c. Consorte: Ersilia Regno: 753-715 a.c Sucessore:Numa Pompilio Romolo Primo re di Roma Nascita: 24 marzo del 771 a.c Morte: il 5 o il 7 luglio del 716 a.c. Consorte: Ersilia Regno: 753-715 a.c Sucessore:Numa Pompilio Cosa fece? Figlio del dio Marte e di Rea Silvia

Dettagli

LE CIVILTÀ ITALICHE. Scopro le parole. 1 Voyager 5, pagina 33

LE CIVILTÀ ITALICHE. Scopro le parole. 1 Voyager 5, pagina 33 LE CIVILTÀ ITALICHE La civiltà greca si è sviluppata sulle coste del Mar Mediterraneo; nello stesso periodo nella penisola italica (cioè dell Italia) vivevano altre popolazioni, popoli, che avevano usi

Dettagli

Indice_del volume. capitolo 1_La preistoria. capitolo 2_Imperi e culture del Vicino Oriente

Indice_del volume. capitolo 1_La preistoria. capitolo 2_Imperi e culture del Vicino Oriente Indice_del volume capitolo 1_La preistoria 1_Prima della storia 2 2_Problemi di sopravvivenza e capacità di adattamento 2 Le Parole della Storia_Uomo 3 3_«Uomini» 5 4_La diffusione della specie umana 6

Dettagli

SCRIVIAMO UN IPERTESTO IN HTML

SCRIVIAMO UN IPERTESTO IN HTML SCRIVIAMO UN IPERTESTO IN HTML COMPONENTI DI UN IPERTESTO: home-page (prima pagina) pagine successive STRUTTURA DI UN IPERTESTO: ad albero Home-page Pagina1 Pagina 2 Pagina 1.1 Pagina 1.2 lineare Indice

Dettagli

La prima civiltà: Minoica (o cretese)

La prima civiltà: Minoica (o cretese) La Grecia Antica La prima civiltà: Minoica (o cretese) VII millennio a.c. IV millennio a. C. Creta è abitata da popolazione autoctona che vive di caccia, pesca, agricoltura. Popoli provenienti dalle coste

Dettagli

Roma: La Leggenda delle Origini

Roma: La Leggenda delle Origini Roma: La Leggenda delle Origini Dopo la distruzione di Troia un principe troiano, Enea, fu costretto dalla madre, Venere, a fuggire dalla città in fiamme con il padre Anchise e il figlio Ascanio, essendo

Dettagli

STORIA. Gli Etruschi. Le origini e la lingua. La massima potenza etrusca. il testo:

STORIA. Gli Etruschi. Le origini e la lingua. La massima potenza etrusca. il testo: 01 Le origini e la lingua chiamano se stessi Rasenna: sviluppano la loro civiltà nell attuale Toscana, chiamata anche Etruria. L origine di questo popolo è ancora oggi sconosciuta. Sul problema delle origini

Dettagli

Premessa INDICE XIII. 3 Parte prima Dalle origini a Cesare

Premessa INDICE XIII. 3 Parte prima Dalle origini a Cesare INDICE XIII Premessa 3 Parte prima Dalle origini a Cesare 5 Capitolo primo L Italia preistorica e le sue più antiche genti 5 1.1 Le fasi più antiche della storia d Italia 7 1.2 Le più antiche popolazioni

Dettagli

Le carte Ti aiutano a collocare meglio nello spazio e nel tempo gli eventi trattati.

Le carte Ti aiutano a collocare meglio nello spazio e nel tempo gli eventi trattati. per studiare L approccio narrativo ai fatti del passato e la riflessione guidata sui temi e problemi della storia che caratterizzano Correva l anno ti offrono un avvicinamento critico alla storia politico-istituzionale

Dettagli

1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra

1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra 1 Dalle prime forme di vita alle prime civiltà 1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra º 1. Dalle origini della Terra alle origini della vita 4 º 2. L origine delle specie 6 º 3. La nascita

Dettagli

STORIA CONTENUTI E TEMPI

STORIA CONTENUTI E TEMPI ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI STORIA CLASSE 1ª Z TUR DOCENTE SERRACCHIOLI IRENE STORIA COMPETENZE DISCIPLINARI Conoscenza

Dettagli

greci.notebook September 29, 2015 civiltà greca

greci.notebook September 29, 2015 civiltà greca greci.notebook September 29, 2015 civiltà greca 1 Le origini Mentre nel Mar Mediterraneo si sviluppava la civiltà cretese in Grecia vi erano molti villaggi e alcune città più importanti. Una di queste

Dettagli

Programma di Geostoria

Programma di Geostoria ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE I.T.C.G L. EINAUDI con sezione associata: Liceo Scientifico di Stato "GIORDANO BRUNO" Via Baccu Arrodas, Muravera Anno Scolastico 2013/2014 Programma di Geostoria Classe

Dettagli

Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi

Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi battaglia di Azio 31 a.c. Ottaviano padrone di Roma Con la sconfitta di Marco Antonio ad Azio nel 31 a.c., Ottaviano rimane il solo padrone di Roma. OTTAVIANO

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA E GEOGRAFIA

PROGRAMMA DI STORIA E GEOGRAFIA Liceo scientifico Federico II di Melfi PROGRAMMA DI STORIA E GEOGRAFIA Classe I sez. B Scienze applicate Anno scolastico 2013-2014 Prof. ssa Brienza Annamaria STORIA ALLE ORIGINI DELL UOMO La Preistoria:

Dettagli

STORIA COMPETENZE CHIAVE:

STORIA COMPETENZE CHIAVE: STORIA COMPETENZE CHIAVE: consapevolezza ed espressione culturale, le competenze sociali e civiche, imparare ad imparare Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno: Riconosce e usa le tracce storiche

Dettagli

Dopo Zancle fu la volta di Naxos (735 a. C.), per lungo tempo considerata la prima colonia greca

Dopo Zancle fu la volta di Naxos (735 a. C.), per lungo tempo considerata la prima colonia greca Itinerario della Sicilia Greca La Sicilia è culla di un antica storia che affonda le sue radici nei lontanissimi secoli Ante Christum, quando a dominare erano i greci, diffusori di una cultura fatta di

Dettagli

LE ORIGINI DI ROMA 1. La leggenda narra che Romolo fondò Roma le città etrusche del Lazio Roma LE CAPANNE DI ROMOLO leggende Romolo e Remo

LE ORIGINI DI ROMA 1. La leggenda narra che Romolo fondò Roma le città etrusche del Lazio Roma LE CAPANNE DI ROMOLO leggende Romolo e Remo LE ORIGINI DI ROMA 1. La leggenda narra che Romolo fondò Roma Verso la fine dell VIII secolo a.c. le città etrusche del Lazio, come Tarquinia e Veio, cominciarono a provare interesse per una piccola città

Dettagli

Anno scolastico 2015 / 2016

Anno scolastico 2015 / 2016 Anno scolastico 2015 / 2016 Docente : Rosaria Borzì Materia : Storia e geografia Classe : II A Indirizzo : Liceo scientifico 1 Argomenti (indicare anche eventuali percorsi di ripasso) Capitoli e/o pagine

Dettagli

5 anno LA LUPA E L AQUILA AL TEMPO DI ROMA MONARCHICA. AUTORE: N. Vittori. APPROFONDIMENTI: N. Vittori. ILLUSTRAZIONI: Caba e Chesi PAGINE: 160

5 anno LA LUPA E L AQUILA AL TEMPO DI ROMA MONARCHICA. AUTORE: N. Vittori. APPROFONDIMENTI: N. Vittori. ILLUSTRAZIONI: Caba e Chesi PAGINE: 160 5 anno UN TUFFO NELLA STORIA scuola primaria LA LUPA E L AQUILA AL TEMPO DI ROMA MONARCHICA AUTORE: N. Vittori APPROFONDIMENTI: N. Vittori ILLUSTRAZIONI: Caba e Chesi PAGINE: 160 PREZZO: 7,00 ISBN: 978-88-472-0788-2

Dettagli

º 1. Perché sono necessari il sistema di riferimento

º 1. Perché sono necessari il sistema di riferimento Gli uomini e la storia º 1. Che cos è la storia 1 º 2. Le coordinate della storia: il tempo e lo spazio 2 º 3. Le molte domande della storia 4 º 4. Il documento 5 º 5. Il mestiere dello storico 6 º 6.

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte.

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte. RELIGIONE I Fenici erano un popolo molto religioso: erano politeisti, cioè credevano in molti dei. Questi dei erano i fenomeni naturali: la pioggia, i tuoni, i fulmini, i fiumi, i mari, le stagioni, la

Dettagli

Programma di GeoStoria 2014/2015 V G

Programma di GeoStoria 2014/2015 V G Programma di GeoStoria 2014/2015 V G Programma di Storia L'Europa e l'italia entrano nella storia Capitolo 18 = Dominazione Etrusca -Le origini e l'espansione degli Etruschi; -La civiltà Etrusca: economia,

Dettagli

Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno

Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno Il periodo storico che viene trattato in questa unità didattica va dagli inizi del V secolo a.c. alla fine del I secolo a.c. e riguarda la Grecia, la Macedonia

Dettagli

La civiltà greca. scaricato da www.risorsedidattiche.net

La civiltà greca. scaricato da www.risorsedidattiche.net La civiltà greca I CRETESI Tra il 2.500 a.c. e il 1.500 a.c. nell'isola di Creta fiorì la civiltà cretese. Essa si basava sull'artigianato, e sul commercio. I Cretesi vivevano in città costituite da un

Dettagli

LICEO STATALE LEONARDO DA VINCI LICEO DELLE SCIENZE SOCIALI, LICEO DELLE SCIENZE UMANE, LICEO LINGUISTICO

LICEO STATALE LEONARDO DA VINCI LICEO DELLE SCIENZE SOCIALI, LICEO DELLE SCIENZE UMANE, LICEO LINGUISTICO LICEO STATALE LEONARDO DA VINCI LICEO DELLE SCIENZE SOCIALI, LICEO DELLE SCIENZE UMANE, LICEO LINGUISTICO Anno Scolastico 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO CLASSE I CS Disciplina: STORIA - GEOGRAFIA Professore:

Dettagli

Fotografie: Contrasto: Erich Lessing pp. 97, 114; Everett Collection p. 66 Corbis: Atlantide Phototravel p. 94 basso

Fotografie: Contrasto: Erich Lessing pp. 97, 114; Everett Collection p. 66 Corbis: Atlantide Phototravel p. 94 basso STORIA Testi: Andrea Bachini Impaginazione e redazione: Pier Paolo Puxeddu+Francesca Vitale studio associato Progetto grafico copertina: Isabel Rocìo Gonzalez Fotografie: Contrasto: Erich Lessing pp. 97,

Dettagli

SCUOLA BOTTEGA S. POLO A. s. 2014 /2015 CLASSE 1CD. STORIA E GEOGRAFIA (Prof.ssa Manuela Magurno) RECUPERO /POTENZIAMENTO ESTIVO

SCUOLA BOTTEGA S. POLO A. s. 2014 /2015 CLASSE 1CD. STORIA E GEOGRAFIA (Prof.ssa Manuela Magurno) RECUPERO /POTENZIAMENTO ESTIVO SCUOLA BOTTEGA S. POLO A. s. 2014 /2015 CLASSE 1CD STORIA E GEOGRAFIA (Prof.ssa Manuela Magurno) RECUPERO /POTENZIAMENTO ESTIVO Civiltà minoica e micenea Quale civiltà si sviluppò nell isola di Creta?

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

1 La leggenda narra che Romolo fondò Roma 753 a.c. il suo primo re le città etrusche del Lazio Roma 2 Gli Etruschi scelgono Roma LE CAPANNE

1 La leggenda narra che Romolo fondò Roma 753 a.c. il suo primo re le città etrusche del Lazio Roma 2 Gli Etruschi scelgono Roma LE CAPANNE 153 3 Le origini di Roma 1 La leggenda narra che Romolo guerriero, aveva fondato Roma nell anno fondò Roma Verso la fine dell VIII secolo a.c. le città etrusche del Lazio, come Tarquinia e Veio, cominciarono

Dettagli

I popoli italici. Mondadori Education

I popoli italici. Mondadori Education I popoli italici Fin dalla Preistoria l Italia è stata abitata da popolazioni provenienti dall Europa centrale. Questi popoli avevano origini, lingue e culture differenti e si stabilirono in diverse zone

Dettagli

La nascita della democrazia ad Atene

La nascita della democrazia ad Atene Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La nascita della democrazia ad Atene 1 Osserva

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO STORIA e GEOGRAFIA Biennio Scienze Umane a.s. 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO STORIA e GEOGRAFIA Biennio Scienze Umane a.s. 2013-2014 1 PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO e Biennio Scienze Umane a.s. 2013-2014 OBIETTIVI GENERALI Le discipline di Storia e Geografia sono finalizzate a Approfondire il legame tra la Geografia e la Storia, portando

Dettagli

PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI

PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI MOLTO TEMPO FA IN GRECIA C'ERA LA CIVILTÀ MICENEA. NEL 1200 A. C. I DORI (UN POPOLO CHE VENIVA DALL'EUROPA) INVASERO LA GRECIA. I DORI

Dettagli

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali.

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali. il testo: 01 L Impero romano d Oriente ha la sua capitale a Costantinopoli. Costantinopoli è una città che si trova in Turchia, l antico (vecchio) nome di Costantinopoli è Bisanzio, per questo l Impero

Dettagli

territorio in tribù ma gli etruschi stessi durante la loro monarchia con il fine di suddividere l esercito. Gli etruschi furono i primi a formare la

territorio in tribù ma gli etruschi stessi durante la loro monarchia con il fine di suddividere l esercito. Gli etruschi furono i primi a formare la LA MONARCHIA Le fonti per la ricostruzione della storia istituzionale arcaica. Fino al quarto secolo A.c. il popolo romano era caratterizzato dalla trasmissione orale degli avvenimenti. Solo in casi del

Dettagli

I SETTE RE DI ROMA. Uno dei sensi possibili della storia è ricostruire un rapporto umano con il passato

I SETTE RE DI ROMA. Uno dei sensi possibili della storia è ricostruire un rapporto umano con il passato I SETTE RE DI ROMA Uno dei sensi possibili della storia è ricostruire un rapporto umano con il passato La storia è una disciplina, anzi un corpo di discipline, perché è ricerca, è narrazione, è studio

Dettagli

LA CIVILTÁ CRETESE QUANDO? Nell isola di Creta che si trova al centro del mar Mediterraneo, tra la Grecia e l Africa DOVE? posizione molto importante

LA CIVILTÁ CRETESE QUANDO? Nell isola di Creta che si trova al centro del mar Mediterraneo, tra la Grecia e l Africa DOVE? posizione molto importante LA CIVILTÁ CRETESE QUANDO? 2000 a.c. 1450 a.c. fine civiltà cretese le cause potrebbero essere: - un terremoto - rivolte interne - invasione di genti straniere DOVE? tr. Nell isola di Creta che si trova

Dettagli

Celtic Ogham Reiki CHI ERANO I CELTI?

Celtic Ogham Reiki CHI ERANO I CELTI? CHI ERANO I CELTI? Dare una risposta precisa su una popolazione che ha coperto un area geografica tanto ampia da estendersi dall Irlanda alla Turchia e, che ha avuto una presenza storica estremamente forte

Dettagli

Unità dal volto antico. Le radici archeologiche dell immagine dell Italia. Dialogo con il mondo della scuola

Unità dal volto antico. Le radici archeologiche dell immagine dell Italia. Dialogo con il mondo della scuola Unità dal volto antico Le radici archeologiche dell immagine dell Italia Dialogo con il mondo della scuola Un nome, una terra Italia: casa comune fin dall antichità di Luca Mercuri Archeologo della Soprintendenza

Dettagli

LE CIVILTÀ CRETESE E MICENEA

LE CIVILTÀ CRETESE E MICENEA LE CIVILTÀ CRETESE E MICENEA Creta è l isola più grande dell arcipelago greco. Si trova al centro del Mar Mediterraneo. L isola aveva un territorio fertile. Queste caratteristiche dell isola hanno permesso

Dettagli

Moti rivoluzionari e rivoluzioni dopo il Congresso di Vienna

Moti rivoluzionari e rivoluzioni dopo il Congresso di Vienna Moti rivoluzionari e rivoluzioni dopo il Congresso di Vienna Negli anni successivi al Congresso di Vienna le libertà di pensiero, parola e libera associazione erano state particolarmente limitate per mantenere

Dettagli

STORIA DELL'ITALIA ANTICA

STORIA DELL'ITALIA ANTICA STORIA DELL'ITALIA ANTICA GLI ETRUSCHI Gli Etruschi sono un popolo dell'italia antica stabilitosi in un'area corrispondente alla Toscana e all'umbria fino al fiume Tevere e al Lazio settentrionale, con

Dettagli

ARTE NELL ANTICA ROMA LA CELEBRAZIONE DEL POTERE

ARTE NELL ANTICA ROMA LA CELEBRAZIONE DEL POTERE ARTE NELL ANTICA ROMA LA CELEBRAZIONE DEL POTERE Dall età repubblicana all et età imperiale ARTE e IMMAGINE - Prof. Antonio Fosca LE ORIGINI La storia dell'arte romana si può dividere in 3 periodi fondamentali:

Dettagli

La colonizzazione greca e le sue conseguenze

La colonizzazione greca e le sue conseguenze Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La colonizzazione greca e le sue conseguenze

Dettagli

L impero persiano dalle origini al regno di Dario

L impero persiano dalle origini al regno di Dario Indice: L impero persiano dalle origini al regno di Dario L impero persiano alla conquista della Grecia La Prima Guerra Persiana La Seconda Guerra Persiana L Atene di Pericle L impero persiano dalle origini

Dettagli

La crisi del XVII secolo

La crisi del XVII secolo La crisi del XVII secolo L Europa visse nel XVII una grave emergenza economica e sociale. Nel XV e nel XVI secolo la popolazione era aumentata era necessario accrescere anche la produzione agricola. Le

Dettagli

Sparta sive Lacedemone

Sparta sive Lacedemone Sparta sive Lacedemone 1 Situata nel Peloponneso, in una valle alluvionale creata dal fiume Eurota, è circondata da monti, tra cui il massiccio del Taigeto a ovest e il Parnone a est Fiume Eurota Monte

Dettagli

LEGGI IL TESTO FORNITO E PAGINA 9 DEL LIBRO, POI COMPLETA LA TABELLA.

LEGGI IL TESTO FORNITO E PAGINA 9 DEL LIBRO, POI COMPLETA LA TABELLA. LEGGI IL TESTO FORNITO E PAGINA 9 DEL LIBRO, POI COMPLETA LA TABELLA. ATENE POSIZIONE GEOGRAFICA Si trova in Grecia,nella penisola del Peloponneso e vicino al mare. DUE CITTÀ A CONFRONTO SPARTA POSIZIONE

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA. ANNO SCOLASTICO: 2011/12 CLASSE: 1 B INSEGNANTE: Loredana Renzi

PROGRAMMA DI STORIA. ANNO SCOLASTICO: 2011/12 CLASSE: 1 B INSEGNANTE: Loredana Renzi ANNO SCOLASTICO: 2011/12 CLASSE: 1 B INSEGNANTE: Loredana Renzi PREISTORIA E STORIA Come tutto è cominciato La storia degli esseri umani La geologia La biologia L evoluzione degli organismi Il tempo profondo

Dettagli

Le guerre del V secolo

Le guerre del V secolo Le guerre del V secolo I Guerra Persiana (490) II Guerra Persiana (480-479) Guerra del Peloponneso (431-404) La prima guerra persiana Fonti importanti: Erodoto Studialo nelle note Eschilo (tragediografo),

Dettagli

Dove non altrimenti indicato, le immagini appartengono all Archivio Giunti.

Dove non altrimenti indicato, le immagini appartengono all Archivio Giunti. STORIA Testi: Andrea Bachini Impaginazione e redazione: Pier Paolo Puxeddu+Francesca Vitale studio associato Progetto grafico copertina: Isabel Rocìo Gonzalez Le illustrazioni sono tratte dai seguenti

Dettagli

Prova cantonale di storia

Prova cantonale di storia Ufficio dell insegnamento medio 26 maggio 2014 Prova cantonale di storia Nome Cognome Classe Punti Nota Scuola media di. 1 Cara allieva, caro allievo, oggi svolgerai la prova cantonale di storia che prevede

Dettagli

Storia. Sa strutturare un quadro di civiltà.

Storia. Sa strutturare un quadro di civiltà. DI Organizzazione delle informazioni. 1. Confrontare i quadri storici delle civiltà studiate. 2. Usare cronologie e carte storicogeografiche per rappresentare le conoscenze studiate. 1.1 Individuare la

Dettagli

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA 1848-1849 La Prima Guerra d Indipendenza Nel 1848 un ondata rivoluzionaria investì quasi tutta l Europa. La ribellione scoppiò anche nel Veneto e nella Lombardia,

Dettagli

Napoleone, la Francia, l l Europa

Napoleone, la Francia, l l Europa L Età napoleonica Napoleone, la Francia, l l Europa Nel 1796 Napoleone intraprese la campagna d d Italia. Tra il 1796 e il 1799 l l Italia passò sotto il dominio francese. Nacquero alcune repubbliche(cisalpina,

Dettagli

La società francese. Nobiltà

La società francese. Nobiltà 1. Nuovi ideali e crisi economica demoliscono l antico regime La Rivoluzione francese, insieme a quella americana, è giustamente considerata uno dei momenti essenziali della nostra storia e della nostra

Dettagli

Programmi a.s. 2014-15

Programmi a.s. 2014-15 Docente BERNARDI KATIA Classi 2 sezione/i D 1. Roma: Origini di Roma tra leggenda e realtà Roma monarchica - Roma repubblicana Conquista dell'italia Conquista del Mediterraneo - Le guerre puniche L'identità

Dettagli

Indice del volume. L impero greco-romano PARTE V III. Cesare e Augusto: la nascita del principato. Il consolidamento e l apogeo dell impero

Indice del volume. L impero greco-romano PARTE V III. Cesare e Augusto: la nascita del principato. Il consolidamento e l apogeo dell impero PARTE V L impero greco-romano Cap. 12 Cesare e Augusto: la nascita del principato 1. Il primo triumvirato 4 La disfatta dimenticata: Carre 6 2. La seconda guerra civile e la dittatura di Cesare 7 3. La

Dettagli

La civiltà greca. Mondadori Education

La civiltà greca. Mondadori Education La civiltà greca I Greci, discendenti dei Micenei e dei Dori, vivevano in un territorio montuoso con pochi spazi coltivabili; fondarono città-stato indipendenti, le poleis, spesso in lotta tra loro. Le

Dettagli

PROGETTO SCUOLEINSIEME

PROGETTO SCUOLEINSIEME Bando Fondazione Cariplo PROMUOVERE PERCORSI DI INTEGRAZIONE INTERCULTURALE TRA SCUOLA E TERRITORIO PROGETTO SCUOLEINSIEME UNITÀ DIDATTICA SEMPLIFICATA Elaborata da: Dott.ssa Bellante Ilaria A cura di:

Dettagli

I RAPPORTI FRA TARQUINIA E ROMA NELL ANTICHITA

I RAPPORTI FRA TARQUINIA E ROMA NELL ANTICHITA I RAPPORTI FRA TARQUINIA E ROMA NELL ANTICHITA Una serie di testimonianze storico-letterarie, benchè in parte soffuse di leggenda o, quanto meno, non sempre del tutto attendibili e talvolta confuse, e

Dettagli

COME PRENDERE APPUNTI Studiare per concetti. Prendere appunti

COME PRENDERE APPUNTI Studiare per concetti. Prendere appunti COME PRENDERE APPUNTI Studiare per concetti Prendere appunti Facilita la concentrazione, migliora la resa dello studio e abitua all autocontrollo e all organizzazione dei propri testi scritti. Si mettono

Dettagli

COORDINAMENTO PER MATERIE 10 SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA

COORDINAMENTO PER MATERIE 10 SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA Pagina 1 di 6 COORDINAMENTO PER MATERIE 10 SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA AREA DISCIPLINARE Biennio, Attività e Insegnamenti di area generale (Settore Tecnologico)

Dettagli

GIOVANNI SCHIOPPO FINIS ETRURIAE

GIOVANNI SCHIOPPO FINIS ETRURIAE GIOVANNI SCHIOPPO FINIS ETRURIAE LA SCOMPARSA DI UN POPOLO Prefazione. Molti studiosi, antichi e moderni, hanno indagato sotto molteplici aspetti il mondo degli etruschi e la loro cultura e hanno tracciato

Dettagli

Le Guerre Puniche. Le Guerre Puniche (264-146 a.c.)

Le Guerre Puniche. Le Guerre Puniche (264-146 a.c.) 01 (264-146 a.c.) Tra il III e il II secolo a.c. Roma combatte contro Cartagine tre guerre per controllare i commerci nel Mar Mediterraneo. Queste guerre si chiamano puniche perché i Romani chiamavano

Dettagli

Rivoluzione Francese

Rivoluzione Francese Rivoluzione Francese Alla fine degli anni 80 del XVIII secolo la Francia attraversata una grave crisi economica: la produzione agricola era calata, le spese militari viste le numerose guerre erano aumentate,

Dettagli

IL CASTELLO DI NEBULANO IL PARCO ECO-ARCHEOLOGICO DELL ANTICA CITTA DI PICENTIA

IL CASTELLO DI NEBULANO IL PARCO ECO-ARCHEOLOGICO DELL ANTICA CITTA DI PICENTIA IL CASTELLO DI NEBULANO Sorge a 563 metri sul colle omonimo che domina Montecorvino ad occidente ed il nome deriva probabilmente dalla frazione Nuvola posta ai suoi piedi. I ruderi che si vedono oggi sono

Dettagli

LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA

LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA Per accompagnare e approfondire l insegnamento scolastico delle antiche civiltà, si propone una serie incontri che si potranno adottare o per

Dettagli

Programma di italiano svolto nella classe II AE Anno scolastico 2014/2015

Programma di italiano svolto nella classe II AE Anno scolastico 2014/2015 Programma di italiano svolto nella classe II AE Anno scolastico 2014/2015 Revisione generale del sistema verbale. Individuazione e descrizione di strutture sintattiche ( analisi logica della proposizione).

Dettagli

Successori (14 68 d.c): Tiberio Caligola Claudio Nerone Flavio Tito - Domiziano

Successori (14 68 d.c): Tiberio Caligola Claudio Nerone Flavio Tito - Domiziano PREMESSA: durante governo augusteo si manifestò a) un problema legato ad un fattore di instabilità permanente per lo stato: forte ambiguità riforme istituzionali 1, lo stato nei fatti era una monarchia;

Dettagli

Palazzo Stanga Trecco

Palazzo Stanga Trecco Palazzo Stanga Trecco Venerdì 21 novembre 2014, in occasione della Festa del Torrone, il piano nobile di palazzo Stanga, in via Palestro, è stato eccezionalmente aperto al pubblico. Le nostre classi, la

Dettagli

Breve storia della Palestina e Israele

Breve storia della Palestina e Israele Breve storia della Palestina e Israele Nel III millennio a.c. territorio tra Siria e Palestina coincideva con la regione di Canaan commercia con Egitto Anatolia Terra dei Mesopotamia Si insediano popoli

Dettagli

PROGETTO STRANIERI STORIA

PROGETTO STRANIERI STORIA Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 9 1600-1700 A cura di Maurizio Cesca PROGETTO STRANIERI SMS Maffucci-Pavoni Milano pag. 1 L Europa dal

Dettagli

PROGRAMMA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CONTENUTI

PROGRAMMA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CONTENUTI ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. VERONESE CHIOGGIA (VE) DISCIPLINA: GEOSTORIA DOCENTE: FRANCESCA FUIANO CLASSE: II D Scienze Applicate PROGRAMMA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CONTENUTI STORIA Introduzione:

Dettagli

52 lezioni digitali unità di apprendimento l italia antica e la nascita di roma

52 lezioni digitali unità di apprendimento l italia antica e la nascita di roma 52 lezioni digitali unità di apprendimento l italia antica e la nascita di roma tempi In aula: 6 ore A casa: 7 ore luoghi Aula con lavagna LIM o PC con videoproiettore. Per alcune attività è necessaria

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale Il 1 settembre 1939 Hitler attacca la Polonia con il pretesto di occupare il corridoio di Danzica video A questo punto Francia e Inghilterra, decise a non permettere ulteriori

Dettagli

OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE. Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità.

OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE. Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità. OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità. Prof.sse Cinque Caterina, Martani Rita, Rossi Francesca V., Sabatini Francesca, Tarsi Stefania Ficana e il re

Dettagli

Prof.ssa Cristina Galizia www.arringo.wordpress.com

Prof.ssa Cristina Galizia www.arringo.wordpress.com LA SECONDA GUERRA DI INDIPENDENZA (1859-1860) Prof.ssa Cristina Galizia Per scacciare gli Austriaci dal suolo italiano, Cavour decise di chiedere aiuto alla Francia, nemica storica dell Austria. Ma come

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

Unità di apprendimento semplificata

Unità di apprendimento semplificata Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero Testo di Amalia Guzzelloni, IP Bertarelli, Milano La prof.ssa Guzzelloni

Dettagli

INDICE DEL VOLUME. unità 0. unità 2. unità 1. unità 3 LA NASCITA DELLA CITTÀ GLI UOMINI E LA STORIA LE CULTURE PREISTORICHE LA CULTURA DEL NILO

INDICE DEL VOLUME. unità 0. unità 2. unità 1. unità 3 LA NASCITA DELLA CITTÀ GLI UOMINI E LA STORIA LE CULTURE PREISTORICHE LA CULTURA DEL NILO INDICE DEL VOLUME unità 0 GLI UOMINI E LA STORIA unità 2 LA NASCITA DELLA CITTÀ 0 Avvio allo studio della storia 1 Che cos è la storia 4 2 Le coordinate della storia: il tempo e lo spazio 4 3 Le molte

Dettagli

Lo scontro fra la Grecia e la Persia

Lo scontro fra la Grecia e la Persia Lo scontro fra la Grecia e la Persia Un conflitto di civiltà Ø nel corso del VI secolo a. C. le città greche della costa occidentale dell Asia Minore (odierna Turchia) crescono in ricchezza e potenza,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI AVIO TERZO BIENNIO-CLASSE QUINTA PRIMARIA DISCIPLINA:STORIA. Anno scolastico 2013/2014 INSEGNANTE:FEDERICA REDOLFI

ISTITUTO COMPRENSIVO DI AVIO TERZO BIENNIO-CLASSE QUINTA PRIMARIA DISCIPLINA:STORIA. Anno scolastico 2013/2014 INSEGNANTE:FEDERICA REDOLFI ISTITUTO COMPRENSIVO DI AVIO TERZO BIENNIO-CLASSE QUINTA PRIMARIA DISCIPLINA:STORIA Anno scolastico 2013/2014 INSEGNANTE:FEDERICA REDOLFI STORIA Competenze 1 e 2 al termine del 3 biennio (classe quinta

Dettagli

Tácticas. Guerra. Torneo Imperivm e Sfida Civitas. Torneo Imperivm. 1. Registrazione. 2. Schermata principale. 3. Livelli

Tácticas. Guerra. Torneo Imperivm e Sfida Civitas. Torneo Imperivm. 1. Registrazione. 2. Schermata principale. 3. Livelli Tácticas de Guerra Torneo Imperivm e Sfida Civitas Torneo Imperivm 1. Registrazione 2. Schermata principale 3. Livelli 4. Se lo vuoi, ti guidiamo passo passo Sfida Civitas Torneo Imperivm Questa modalità

Dettagli

Carlo Magno e il Sacro Romano Impero

Carlo Magno e il Sacro Romano Impero Leggo il testo e faccio gli esercizi. Non importa se non capisco tutto subito, posso ritornare tante volte sul testo. unità Carlo Magno e il Sacro Romano Impero 5.1 II popolo dei Franchi crea uri grande

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO LINGUISTICO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO LINGUISTICO http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 9 09/12/2013 10.06 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO LINGUISTICO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PRIMO BIENNIO

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE MORGAGNI di Roma. PIANO di LAVORO di STORIA e CITTADINANZA E COSTITUZIONE CLASSI PRIME (Nuovo Ordinamento)

LICEO SCIENTIFICO STATALE MORGAGNI di Roma. PIANO di LAVORO di STORIA e CITTADINANZA E COSTITUZIONE CLASSI PRIME (Nuovo Ordinamento) LICEO SCIENTIFICO STATALE MORGAGNI di Roma PIANO di LAVORO di STORIA e CITTADINANZA E COSTITUZIONE CLASSI PRIME (Nuovo Ordinamento) Al termine dell'obbligo scolastico gli studenti dovranno essere in possesso

Dettagli