In chat è più facile Come sono cambiate e continuano a cambiare le regole comunicative tra esseri umani

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "In chat è più facile Come sono cambiate e continuano a cambiare le regole comunicative tra esseri umani"

Transcript

1 Giovanni Gentile In chat è più facile Come sono cambiate e continuano a cambiare le regole comunicative tra esseri umani Manuali per vivere meglio

2 INDICE Premessa pag. 3 I nuovi sistemi di comunicazione Cosa è MSN pag. 5 Cosa è la comunicazione pag.10 Perché su Messenger è tutto più facile pag.13 Appendice Ringraziamenti Bibliografia pag.22 pag.25 pag.26 2

3 Premessa Da utility all interno di un sistema operativo a fenomeno di massa, MSN Messenger ha sancito il passaggio ad una nuova forma di comunicazione che partendo dal telefono passando per il cellulare adesso è diventata scritta, senza limiti temporo spaziali e soprattutto GRATUITA. Questa innovativa forma di comunicazione, semplificando le regole comunicative del discorso e della lingua parlata, diventa linguaggio. La metacomunicazione sparisce ed al suo posto entrano in campo le emoticons. Simboli emotivi, con i quali colmare il vuoto lasciato dalla mancanza di gesti, intonazioni vocali ed immagini. Tutto questo è la realtà, è il futuro, è ciò che stà accadendo, non possiamo tirarci indietro o accusare le nuove generazioni di degenerazione dei contatti umani, di impoverimento delle emozioni. Credo che questa invece sia un passaggio obbligato, verso un qualcosa che stà nascendo, berso un nuovo linguaggio che si modifica, verso una nuova forma di contatto umano, un ulteriore forma di comunicazione e condivisione non fa altro che accrescere le potenzialità di ognuno di noi. L altro lato della medaglia, quello cattivo, è rappresentato da un abitudine ormai sempre più comune di sostituire i classici rapporti umani (dialoghi, incontri, ecc.) con scambi multimediali, telematici, che restano nell ambito del virtuale e che a volte sono totalmente sganciati da quello che è reale. E questo il vero problema, la faccia cattiva di internet, della rete, quella di trasformare uno strumento di condivisione e crescita, in una macchina per l alienazione emozionale e personale. Le potenzialità o la distruttività di qualsiasi strumento sono figlie di colui che lo usa. Oggi in Italia, sebbene penultima nella classifica degli Stati europei nell utilizzo del web, la Rete costituisce un fenomeno diffuso presente nelle case dell italiani che ne sfruttano l enorme capacità tecnologica per scaricare suonerie, film e canzoni, per immettere filmati più o meno comici o deliranti. Nulla di male in tutto ciò, in quanto è un modo per ognuno di esprimere la propria libertà ma mi domando: è proprio questo il miglior uso che si può fare della Rete? Fallito l e-commerce di massa, monopolizzati da motori di ricerca, assopite le lotte di pensiero su software alternativi ai sistemi proprietari, è subentrato un binario di pigrizia intellettuale che ha limitato la Rete a semplici operazioni di posta elettronica e consultazione di siti di servizio o di informazioneaccostando sempre di più lo strumento informatico-telematico all antenata televisione. Il ciber-navigatore (termine ormai in disuso, sostituito da utente) appare depresso e schiacciato dalla consuetudine e dalla ricerca di quell economia digitale figlia non tanto del fallimentare capitalismo ma di quel neoliberismo economico poco etico e troppo veloce per essere ricordato. 3

4 La Rete, oggi, questa bambina che ancora non ha raggiunto la maggiore età, è stata violata da fatti che l hanno resa famosa più per gli aspetti negativi che ha veicolato piuttosto che dai silenziosi progressi che ha permesso di raggiungere, coinvolgendo in un lavoro reticolare, sinapsi collegate da ogni parte del pianeta. Ai giovani è affidato il futuro della Rete, a quanti non anestetizzati dalla produzione di atti e video di bullismo, preferiscono una crescita sociale basata sull essere e sul saper fare, anziché l apparire su un palcoscenico per poche ore. E una responsabilità enorme, da portare avanti attraverso un azione mirata, in parte, a sconfiggere l apatia di tanti che hanno smarrito quella innovazione, quella creatività, quel coraggio che permise ad un ragazzo di avviare non la compilazione di un software ma un evoluzione sociale, quale Linux. La Rete è un bene prezioso, essa deve essere diffusa e utilizzata con quella libertà edotta che permette di scegliere l etico-sociale dal mero inquinamento digitale, tutto questo comporta una rivoluzione culturale non solo per il bene del singolo quanto per un progresso comune.agli innovatori - siano essi informatici, sociologi, giuristi, economisti, filosofi, tutti nessuno escluso spetta il compito di guidarci nel difficile cammino di questo Paese, affinchè si realizzi un governo digitale lontano da logiche politiche e concreto verso le esigenze del cittadino.apatia, egoismo, indifferenza sono i principali avversari che tali innovatori dovranno sconfiggere ovvero aspetti tipici del modo più diffuso di vivere la società contemporanea. Tuttavia se rimarranno fedeli alla genesi della Rete, allo spirito della condivisione, alla capacità di veder lontano, sono certo credetemi, riusciranno ad invertire quel processo involutivo che oggi l uomo ha avviato in danno non solo alle capacità offerte dalle moderne tecnologie della comunicazione, quanto a se stesso. In questo volume cercherò di analizzare le componenti di questa follia di massa e spiegarne le dinamiche, paragonandole alla più classica forma di comunicazione il discorso faccia a faccia. 4

5 Cosa è MSN Partiamo dalle basi. Per quelli che masticano poco di internet e nuove tecnologie, il termine MSN Mesenger può non significare nulla. Innanzitutto cosa è MSN Messenger MSN è una chat Il termine chat (in inglese, letteralmente, "chiacchierata"), viene usato per riferirsi a un'ampia gamma di servizi sia telefonici che via Internet; ovvero, complessivamente, quelli che i paesi di lingua inglese distinguono di solito con l'espressione "online chat", "chat in linea". Questi servizi, anche piuttosto diversi fra loro, hanno tutti in comune due elementi fondamentali: il fatto che il dialogo avvenga in tempo reale, e il fatto che il servizio possa mettere facilmente in contatto perfetti sconosciuti, generalmente in forma essenzialmente anonima. Il "luogo" (lo spazio virtuale) in cui la chat si svolge è chiamato solitamente chatroom (letteralmente "stanza delle chiacchierate"), detto anche channel (in italianocanale), spesso abbreviato chan. Fra gli informatici, il servizio di chat con la storia e la tradizione più importanti è certamente la Internet Relay Chat (IRC), fondamentalmente basata sullo scambio di messaggi testuali. A questa tecnologia, che ancora oggi mette in comunicazione milioni di utenti ogni giorno, è associata una intera sottocultura (diversificata in decine di "sotto-sottoculture" per i principali server). Da questo contesto deriva gran parte della terminologia che anche altri sistemi di chat su rete hanno ereditato. IRC, un tempo unico servizio di chat su Internet, è oggi affiancata dalle webchat (spesso in java) ospitate da server autonomi e da numerose altre tecnologie; sono molto utilizzate, in particolare, le applicazioni dinstant messaging come ICQ o MSN Messenger, che in genere integrano anche posta elettronica (e quindi comunicazione asincrona) e interazione multimediale. Sono anche molto diffusi (forse non altrettanto utilizzati) i servizi basati sul Web, come gli applet di chat offerti da 5

6 molti portali, tipicamente a supporto di comunità virtuali formatesi attorno a strumenti come forum o message board. I diversi servizi di chat possono essere catalogate sotto due tipologie principali: 1-on-1, come gli instant messaging group chat Alla prima categoria appartengono i servizi di chat che principalmente permettono di chattare con una persona alla volta. I contatti di questo tipo di chat sono personali e contenuti in una rubrica, spesso archiviata on-line in modo che sia raggiungibile da ogni terminale collegato alla rete internet. Le finestre di conversazione sono una per ogni contatto con cui si sta chattando. Rispetto alla chat di gruppo la chat 1-on-1 ha delle funzionalità multimediali avanzate come l'invio di audio e video, clip audio ed animazioni personali e condivisione di cartelle. Fra i tanti, i servizi più usati di questo tipo sono MSN Live Messenger, Yahoo! Messenger, Google Talk e Skype. Solitamente i nick in questi servizi sono legati ad un indirizzo mail o ad un account identificativo. Le group chat hanno le potenzialità di mettere in comunicazione centinaia di persone allo stesso momento, in quanto i messaggi vengono inviati a tutte le persone che in quel momento sono collegate al gruppo (solitamente chiamato canale o stanza). I canali si possono differenziare per i loro contenuti tematici e per la lingua usata dai loro utenti. La finestra di conversazione è una per ogni canale. Vi è comunque la possibilità d'inviare, in modo analogo agli instant messaging, messaggi in una conversazione "privato" tra due singoli utenti (anche nota come query). Le chat di gruppo come IRC sono principalmente testuali e con elementi multimediali ridotti o assenti. I nick degli users non sempre sono legati ad un account permettendo così un maggior anonimato. Con il passare del tempo ed il potenziamento del web le differenze fra la chat 1-on-1 e le chat di gruppo diminuiscono: se con le chat di gruppo come IRC è sempre stato possibile inviare anche messaggi ad una singola persona, i servizi di chat 1-on-1 si stanno orientando verso la possibilità di utilizzare anche chat di gruppo (sebbene tale fuzione sia a volte disattivata dai gestori del server in seguito a polemiche e controverse derivanti da tale utilizzo) MSN Classic Il progetto di MSN venne sviluppato dall'advanced Technology Group della Microsoft, guidato da Nathan Myhrvold. MSN fu inizialmente concepito come un fornitore di contenuti online basato su 6

7 una connessione dial-up, come America Online. Forniva inoltre dei contenuti proprietari attraverso un'interfaccia a cartelle integrata in Windows Explorer, il file manager di Windows 95. Conosciuto quindi ufficialmente con il nome di "The Microsoft Network", il servizio venne lanciato insieme a Windows 95 il 24 agosto Il servizio era incluso nell'installazione di Windows 95 e pubblicizzato attraverso Windows ed altro software della Microsoft rilasciato in quel periodo. Il supporto al prodotto veniva offerto attraverso l'msn service, così come delle funzionalità di posta elettronica di base, un servizio di notiziari da MSNBC, funzionalità di chat e newsgroup. L'accesso al web non era incluso in origine nel servizio di MSN classic, ma veniva offerto attraverso il browser Internet Explorer, il quale era disponibile per il download da MSN service o dal pacchetto "Windows 95 Plus!". MSN 2.0 Nel 1996, in risposta alla grande crescita della diffusione di Internet, il servizio MSN venne rinominato "MSN Classic", e fu creata una nuova versione conosciuta col nome di "MSN 2.0". La nuova versione combinava l'accesso ad Internet con contenuti web proprietari in un nuovo programma, "MSN Program Viewer". Una volta installato, il Program Viewer di MSN era essenzialmente un'interfaccia animata, stilizzata e integrata nel web browser Internet Explorer 3. Quando i membri effettuavano l'accesso, venivano presentati loro alcuni diversi "canali", i quali erano essenzialmente delle categorie per i vari tipi di contenuti disponibili su MSN. Oltre all'msn Program Viewer era presente l'msn Quick Launch, un'incona all'interno dell'area di notifica di Windows. Entrambi i programmi avevano un menu che si aggiornava dinamicamente per guidare i membri attraverso i conenuti ed i servizi di MSN. Ma veniamo al nostro Windows Live Messenger Windows Live Messenger è il client di messaggistica istantanea della Microsoft attualmente in sviluppo. È disponibile per i sistemi operativi Windows XP, Windows Vista, Windows Server 2003, Windows Server 2008 e Windows Mobile ed è completamente gratuito. Denominato inizialmente MSN Messenger Service, la prima versione rilasciata è stata la 1.0, disponibile dal 22 luglio1999. Con la versione 4.6, rilasciata il 23 ottobre 2001, è stato rinominato MSN Messenger ed ha assunto l'attuale denominazione con la versione 8.0 rilasciata per la prima 7

8 volta in versione beta il 13 dicembre [1] La versione attuale è la 2008 (8.5) rilasciata il 6 novembre Windows Live Messenger è stato lanciato nel 2005 assieme a Windows Live di cui è parte e si connette a.net Messenger Service di Microsoft. Aziende ed imprese possono inoltre integrare le loro Live Communication Server e Active Directory con la rete per conto dei loro client. La maggior parte dei grandi client multi-protocollo possono anche collegarsi al servizio. La versione finale di Windows Live Messenger 8.5 è stata rilasciata il 6 novembre Windows Live Messenger 9 è attualmente in fase di sviluppo. In una presentazione al Georgia Institute of Technology's IEEE Student Branch, il dipendente della Microsoft e Georgia Tech, Andrew Jenks ha annunciato che sarà disponibile "alla fine del 08 o all'inizio del 09". Le ultime funzionalità di MSN Messenger sono: Condivisione cartelle La condivisione di una cartella con un amico è un'alternativa all'invio di un singolo file. Quando un utente vuole fornire un file in un'altra persona, nella sua lista dei contatti, la finestra "condivisione cartella" viene visualizzata, con delle immagini in miniatura che sintetizzano il contenuto della cartella. Quando i file vengono aggiunti alla "condivisione cartella" per quella persona in particolare, il file verrà automaticamente trasferito al corrispondente del computer quando è online. Ciò significa che la cartella è letteralmente "condivisa" tra due computer. Se un utente elimina un file, per esempio, il file verrà eliminato dal corrispondente del computer cartella condivisa. La condivisione della cartella viene automaticamente ricreata alla prima connessione di Windows Live Messenger di un nuovo pc. Telefonate da PC a PC In aggiunta alle chiamate da PC a PC che sono anche supportate nelle versioni precedenti, Windows Live Messenger supporta ora le chiamate da PC a telefono con Windows Live Call. Negli Stati Uniti, questa funzione è supportata da Verizon, contrassegnato come "Verizon Web Calling". Orange France ha anche un servizio simile. Questa funzione è disponibile solo in alcuni paesi, compresi gli Stati Uniti, il Regno Unito (Verizon prevede la fine del servizio per l agosto del 2008), Francia, Germania, Paesi Bassi, Austria, Finlandia, Irlanda, Belgio, Spagna e Italia. 8

9 Compatibilità con altri client Il 13 ottobre 2005, Yahoo! e Microsoft hanno annunciato piani per introdurre la compatibilità tra i due client, [16], la seconda più grande creazione di messaggistica istantanea base degli utenti di tutto il mondo: il 40 per cento di tutti gli utenti. L'annuncio viene dopo anni di interoperabilità con altri client (in particolare Trillian e Pidgin), e critiche da Google che la maggior parte dei client di messaggistica istantanea hanno bloccato la rete ad esso. Microsoft ha anche avuto colloqui con AOL, in un tentativo di introdurre ulteriori interoperabilità, ma finora AOL non sembra disposta a partecipare. L'interoperabilità tra Yahoo! E Windows Live Messenger è stata lanciata il 12 luglio [17] [18] Questo permette agli utenti di Yahoo! e Windows Live Messenger (utilizzando testo o voce) gli uni con gli altri senza la necessità di creare un account su altri servizi, a condizione che i contatti utilizzino le ultime versioni del software. Tuttavia, se un utente utilizza un vecchio o un client di terze parti, essi verranno visualizzati in modalità non in linea per gli utenti sulla rete. Messaggistica offline A differenza delle versioni precedenti, si possono inviare messaggi a contatti che sono offline, che riceveranno i messaggi una volta che si sono connessi. Inoltre, si possono iniziare conversazioni anche quando il suo stato è impostato su invisibile, in modo simile al comportamento di Yahoo! Messenger e ICQ. Se parlate con qualcuno che ha un vecchio client di MSN Messenger, perderete la possibilità di parlare con voi stessi dopo un breve periodo di assenza di attività, visto che altri utenti potrebbero pensare che siate offline. Windows Live Messenger è stato reso disponibile su alcuni dispositivi mobili; una nuova tendenza che è dovuta al fatto che la gente preferisce inviare messaggi su Windows Live Messenger gli uni con gli altri attraverso una connessione Internet, al posto dei messaggi SMS. 9

10 Cosa è la comunicazione? Credo sia importante dare una definizione univoca di Comunicazione. La comunicazione ha avuto diverse e più precise definizioni nel corso del tempo. Lo studio della comunicazione e delle sue dinamiche è divenuto sempre più rilevante in psicologia sociale e in sociologia; l evoluzione degli studi delle cosiddette scienze umane percorre una direttrice interdisciplinare coinvolgendo disciplini quali l informatica, la semiotica, la scienza politica, la letteratura, le scienze mediche, e altre ancora. L. Gallino affronta il concetto di comunicazione, graduando e ordinando dal generale allo specifico, verso progressive restrizioni di campo, ottenendo il seguente quadro: Trasferimento di risorse: si ha comunicazione tutte le volte che una proprietà, una risorsa, uno stato viene trasmesso da un soggetto ad un altro. In questa generica definizione si includono una moltitudine di eventi sia fisici che sociali, dove è possibile scambiare sia risorse materiali e non. Soprattutto possiamo intendere (come è stato inteso fino alla società industriale) il trasferimento di merci e persone attraverso le vie e i mezzi di comunicazione, vedi strade, ferrovie, automobili e autostrade. Il concetto stesso stesso di spostamento e viaggio è comunicazione. Vedi Mattelart, Influenza: rappresenta l approccio comportamentalista che associa la comunicazione alla reazione stimolo/risposta di qualsiasi essere vivente, senza distinzioni tra società animali o umane. Ogni comportamento che ne condiziona un altro, prescindendo dalla sua intenzionalità, compresi quelli puramente reattivi e inconsapevoli, è una forma di comunicazione; Scambio di valori sociali: questo fa rientrare la comunicazione nell ambito esclusivo della società umana secondo le regole determinate all interno della specifica società. I segni, gli scambi, il linguaggio stesso fanno riferimento a strutture mentali che li controllano. Il significato si pone su un piano antropologico. 10

11 Trasferimento di informazioni: la comunicazione è passaggio da un emittente ad un ricevente di un messaggio strutturato attraverso vari canali di comunicazione. In questo caso si trasferisce qualcosa di immateriale e non oggetto fisico (chi trasferisce non se ne priva). Il trasferimento di informazione implica l esistenza di un codice (linguaggio comune) che consente di codificare e decodificare il messaggio o testo che viene trasmesso. Nella società post-moderna l informazione è un bene altrettanto importante della merce (società dell informazione). Condivisione dei medesimi significati: si delimita la comunicazione alle condizioni necessarie per fare in modo che due o più individui si riconoscano nello scambio di segnali, otteniamo un ulteriore passaggio oltremodo selettivo, anche se in realtà risulta possibile comunicare anche in presenza di una minima condivisione del significato, come l appartenenza ad un gruppo dove le motivazioni sono solo occasionali o pretestuose. Unità sociale: la maggiore restrizione semantica si ottiene considerando la comunicazione come condizione dell avere in comune elementi di comportamento o modi di vita, grazie all esistenza di insiemi di regole, unità sociale a partire da individui singoli mediante l uso di un linguaggio e di segni. In questo caso si escluderebbe ogni situazione in cui due o più persone si scambiano idee, allacciano conversazioni, esprimendo opinioni del tutto opposte. Il discorso consiste di più frasi tra loro coerentemente correlate in uno schema di comunicazione. L analisi del discorso consiste nel riconoscimento di eventi descritti in più segmenti di frase. Monologo (la comunicazione fluisce in una sola direzione) Dialogo (comunicazione bidirezionale con frasi con direzione di comunicazione alternata: domande, risposte...) Human Computer Interaction (HCI dialogo limitato dalle capacità del sistema di sostenere una conversazione; strategia per limitare la conversazione e permettere di capire le espressioni dell utente in un contesto limitato di interpretazioni Monologo e dialogo richiedono la risoluzione di alcuni fenomeni: Stato dell informazione (precedentemente fornita o meno) Problemi di coerenza Risoluzione dei riferimenti Implicazioni sottintese, intenzioni Dialogo richiede la gestione del riconoscimento di Alternanza del parlante 11

12 Conoscenze di base (eventualmente condivisa) Riconoscimento e correzione di interpretazioni erronee Strategie nell interazione Modello mentale di ciascun parlante (modello del discorso) Il contributo di Grice La conversazione è per Grice un attività linguistica razionale e cooperativa, governata dal principio di cooperazione : in base a questa regola tacita, i partecipanti si sentono, per così dire, obbligati a dare un loro contributo affinché la conversazione in cui sono immersi funzioni bene. Il principio di cooperazione è così formulato da Grice in Logica e conversazione: Conforma il tuo contributo conversazionale a quanto è richiesto, nel momento in cui avviene, dall intento comune accettato o dalla direzione dello scambio verbale in cui sei impegnato. Ben si capisce, da tale formulazione, come quella di Grice sia una concezione eminentemente pragmatica del linguaggio, inteso come una forma di azione. Il principio di cooperazione si declina in quattro gruppi di massime, che si richiamano direttamente alle categorie kantiane: a) della quantità; b) della qualità; c) della relazione; d) della modalità. Secondo la massima della quantità, occorre dare un contributo conversazionale in modo opportuno, ossia né maggiore né minore di quanto richiesto: l evasività e la laconicità fanno smarrire l obiettivo della conversazione, e la ridondanza è fonte di confusioni e talvolta può indurre a pensare che l intento della comunicazione sia un altro rispetto a quello esplicito. Secondo la massima della qualità, occorre fornire un contributo appropriato, ossia quello che ci si crede essere in diritto e in dovere di fornire. In altri termini, il soggetto parlante è tenuto a dire la verità e ad effettuare affermazioni della cui fondatezza è certo. Secondo la massima della relazione, occorre essere pertinenti, senza uscire fuori tema: nel caso in cui si vada fuori tema, si vanifica il raggiungimento della comunicazione o si dà di nuovo l impressione di voler comunicare qualcosa di diverso da quel che esplicitamente si è espresso. Infine, secondo la massima della modalità, occorre essere perspicui, ossia occorre evitare ambiguità di ogni sorta, oscurità, prolissità e caos nel modo in cui si articola il proprio discorso. La trasgressione di queste quattro massime può far uscire l interlocutore dalla strada della comunicazione: ma esse possono naturalmente anche essere trasgredite spontaneamente, caso in cui il soggetto parlante tenterà di riportare tale trasgressione all interno del principio di cooperazione e la concepirà come il tentativo di suggerire qualcosa che va al di là del significato esplicito delle parole impiegate. 12

13 Perché su Messenger è tutto più facile? Un dialogo tra due persone fatto su MSN Messenger avviene attraverso regole condivise completamente diverse da quelle che sottostanno ad un dialogo tra due persone che parlano a vista. Gli utenti delle comunità virtuali si scambiano sullo schermo parole gentili, discutono e danno vita a dibattiti intellettuali, effettuano transazioni, si scambiano conoscenze, si danno reciprocamente un sostegno emotivo, fanno progetti, cercano soluzioni brillanti, fanno pettegolezzi, si vendicano, si innamorano, trovano e perdono amici, giocano, flirtano,discutono di arte e fanno moltissime chiacchiere: tutto quello che succede nella vita reale, ma lasciano fuori il corpo. Non si può baciare nessuno, né ricevere un cazzotto sul naso ma, entro questi limiti, ne possono succedere di tutti i colori. (Reingold, 1994). Stiamo assistendo ad una nuova idea di socialità, alla formazioni di tribù, microgruppi. Stiamo assistendo ad un processo di disindividualizzazione della comunicazione. Il sentimento di appartenenza che permea l anima di queste nuove tribù si avvale dello sviluppo tecnologico. Gruppi di persone che condividono una stessa matrice comunicativa: il ciberspazio. Si consolidano così gruppi dotati di configurazioni e obbiettivi diversi (sportivi, amicali, religiosi, sessuali). 13

14 Le sostanziali differenza tra queste nuove forme di comunicazione e i vecchi metodi comunicativi appare evidente. Un nuovo contesto comunicativo L aspetto cruciale della comunicazione via chat è il cambiamento del contesto in cui gli utenti interagiscono, parlano. Un contesto in cui le persone sono in grado di cambiare la stessa natura della comunicazione. In questo contesto si individuano nuove possibilità relazionali e nuovi paradigmi conoscitivi, si assite ad un capovolgimento del classico paradigma della comunicazione lineare di Shannon e Weaver. Stiamo parlando del network paradigm un modello di comunicazione del tutto nuovo, un processo di negoziazione del significato. Gli attori della comunicazione dunque non sono in una relazione biunivoca isolata, ma fanno parte di una interazione complessa tra tutti i partecipanti alla rete. Assenza di Metacomunicazione (comunicazione non- verbale) Le forme tradizionali di comunicazione, così come le sfumature di una conversazione create da cenni del capo, sorrisi, contatto visivo, distanza, tono della voce e altri comportamenti non verbali, diventano variabili enigmatiche, capaci di creare incomprensioni, nel momento in cui si cerca di percepirne il senso derivandolo dal contesto del messaggio o dal tono che automaticamente gli viene attribuito dall immaginazione umana. Gli utenti sono stati così costretti a compensare (e di fatto compensano) la mancanza di queste espressioni contestuali sviluppando un sistema rotazionale costituito da icone emotive (emoticons) che simulano sorrisi, facce tristi, ecc. La discussione in chat su Messenger manca del tutto di metacomunicazione. Ma cosa è la metacomunicazione? Metacomunicare cosa significa? Significa inquadrare e fornire un punto di riferimento alla comunicazione, porre attenzione alle azioni comunicative e non più al linguaggio, che diviene pertanto solo il mezzo della comunicazione. Comunicare sulla comunicazione è questo il significato etimologico del termine metacomunicazione, dare e ricevere quelle informazioni in più per rendere maggiormente 14

15 comprensibile il tipo di relazione che abbiamo creato spesso in modo inconsapevole e incontrollato. E proprio dal nostro messaggio inconscio e dalla libera interpretazione di esso che deriva la risposta dell interlocutore, a cui noi a nostra volta rispondiamo in un altra maniera e così via, creando a volte dei malintesi e quel circolo vizioso in cui l uno ritiene responsabile l altro della cattiva comunicazione e viceversa. ti racconto una barzelletta sto scherzando come sei invecchiato, come me del resto questo è un ordine Gli esempi possono aiutarci a capire come Metacomunicare in modo adeguato ci permette di comunicare in maniera efficace e comporta l acquisire la piena consapevolezza di noi stessi e degli altri, in quanto orienta l ascoltatore a predisporsi nella maniera dettata da chi parla. La comunicazione è il nostro biglietto di viaggio, grazie ad essa ci mostriamo e ci presentiamo agli altri, incontriamo le persone entrando nel loro mondo. Avere consapevolezza del contenuto e della relazione che le parole che pronunciamo portano con sé ci aiuta a creare discorsi trasparenti, concreti, lineari e soprattutto ci permette di andare oltre le apparenze, di spostarci dal proprio punto di vista per andare a capire quello del nostro interlocutore. Quante volte ci sarà capitato di essere protagonisti di conversazioni come quelle che seguono e non sapere di aver rotto gli schemi comunicativi semplicemente facendo una domanda. Aver metacomunicato sul livello verbale: A: tu non mi rispetti B: che cosa intendi per rispetto? oppure sul livello para - verbale: A: Andiamo a casa B: come mai hai usato quel tono così arrabbiato? O ancora sul livello non verbale: B: perché hai quello sguardo cupo? 15

16 Assenza di Prossemica, Gestica, Apparenza fisica e Localizazione Un altra differenza sostanziale tra un dialogo classico ed uno intrapreso su MSN Messenger è la totale assenza in quest ultimo di Prossemica, Gestica, Apparenza fisica e Localizzazione. Tutti elementi visivi che arricchiscono il dialogo. Mi spiego meglio, è certamente diverso parlare con una persona standole a mezzo metro di distanza oppure vicino tanto da toccarla, una stessa frase assume diversi significati se detta sbracciando muovendo le mani oppure restando immobili. Ultimo ma forse il più importante dei quattro elementi è l appartenza fisica, in una società come la nostra l immagine rappresenta una grande fetta della comunicazione, in MSN Messenger viene a mancare l apparenza fisica hic et nunc sostituita da un ricordo, un idea, un avatar mentale che la persona con la quale parliamo, qualora la conoscessimo, ha riposto dentro di sè. Quando invece chattiamo con una persona che è a noi sconosciuta di cui non conosciamo l aspetto fisico, il modo di vestire, il suono della voce, allora partono in automatico delle dinamiche immaginative che riempiono quel vuoto comunicativo, e nella nostra testa creiamo un avatar della persona con la quale stiamo interagendo, le attribuiamo un modo di vestire, un modo di muoversi, il colore della pelle, degli occhi,il suono della voce. È quindi chiaro che quando scambiamo pensieri, parole con uno sconosciuto siamo tesi ad inviare al nostro interlocutore anche una positiva immagine di noi, bello/a, interessante, socialmente accettabile. Ecco che la dinamica del presentarsi al meglio è scattata e con essa tutta una serie di comportamenti più o meno consci, atti a delineare e definire nell altro un idea di noi quanto più vicina a quella del nostro ideale. Riflettendoci meglio appare chiaro a tutti che questo è un processo complicatissimo e artificiale, che ha come prodotto una discussione tra due persone che non esistono, due personaggi ideali. Questo stesso processo diviene addirittura centrale in giochi come Second Life, dove lo scopo è quello di crearsi proprio una seconda vita del tutto artificiale, e conforme a quell idea di perfetto che abbiamo in noi stessi. L importanza del nickname Per poter partecipare alla comunicazione digitale in un cyberspazio con l anonimato apparente che la fa da padrone, tutti gli internauti hanno dovuto darsi un nickname, talora per commentare un post, per aprire un topic in un forum, oppure per iscriversi semplicemente ad un sito. Ma tra i luoghi virtuali della Rete, quello ove il Nickname riveste il ruolo più importante sono sicuramente le chat, in particolare quelle testuali, ma anche videochat e chat 3d (sebbene però in MSN Messenger la 16

Glossario 117. Glossario

Glossario 117. Glossario Glossario 117 Glossario Account È lo spazio concesso su un sito a un utente, per accedere ad alcune funzioni. Al momento della registrazione occorre fornire un username e una password, che diventeranno

Dettagli

Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO

Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO INTRODUZIONE Con l invenzione della stampa e il suo progressivo miglioramento la cultura e il sapere hanno potuto circolare più facilmente. Ma la storia,

Dettagli

Comunicare la scuola sul web

Comunicare la scuola sul web AIART UCIIM 18 marzo 2009 comunicare rendere partecipi, entrare in relazione con gli altri scuola come istituzione, luogo di lavoro, attività di insegnamento, educazione e trasmissione dell insegnamento

Dettagli

La rete siamo noi. Uso della rete internet e dei social network. Bologna, 19 maggio 2011

La rete siamo noi. Uso della rete internet e dei social network. Bologna, 19 maggio 2011 La rete siamo noi Uso della rete internet e dei social network Bologna, 19 maggio 2011 Il progetto La Rete Siamo Noi è un progetto nato dalla collaborazione tra il Difensore Civico e il CORECOM Emilia-Romagna.

Dettagli

Navigare in Internet (Settima lezione) Marco Torciani. Forum - Web CAM chat - Voip

Navigare in Internet (Settima lezione) Marco Torciani. Forum - Web CAM chat - Voip Navigare in Internet (Settima lezione) Forum - Web CAM chat - Voip Unitre Pavia a.a. 2014-2015 2015 Il computer non è una macchina intelligente che aiuta le persone stupide, anzi è una macchina stupida

Dettagli

Il termine comunicare è storicamente collegato alla parola comune, che deriva dal verbo latino communicare

Il termine comunicare è storicamente collegato alla parola comune, che deriva dal verbo latino communicare CMC comunicare Il termine comunicare è storicamente collegato alla parola comune, che deriva dal verbo latino communicare Quando comunichiamo, incrementiamo la nostra conoscenza condivisa, cioè il senso

Dettagli

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 1 CHE COS È INTERNET? INTERNET (connessione di rete) E' la "rete delle reti" perché collega fra

Dettagli

Tutto il meglio di BecomeGeek - Giugno 2009. Ecco come eliminare la pubblicità da Msn Messenger

Tutto il meglio di BecomeGeek - Giugno 2009. Ecco come eliminare la pubblicità da Msn Messenger Tutto il meglio di BecomeGeek - Giugno 2009 Ecco come eliminare la pubblicità da Msn Messenger Oggi quasi tutti i servizi di messaggistica istantanea, come ad esempio Msn Messenger o Yahoo Messenger, fanno

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Ottavia Ferrannini Supervisione di Chiara

Dettagli

POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ!

POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ! POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ! Introduzione pag. 2 Strumenti utili per aiutare Pollicino a non perdersi nella Rete pag. 3 A cura di Symantec Consigli utili per aiutare Pollicino

Dettagli

La tutela della privacy nei social network. I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di

La tutela della privacy nei social network. I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di La tutela della privacy nei social network di Stefano Santini I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di diffusione e di accesso pressoché illimitato, permettendo

Dettagli

PAROLE DI VETRO. Conversazioni sui modi di intendere la vita COS E

PAROLE DI VETRO. Conversazioni sui modi di intendere la vita COS E PAROLE DI VETRO Conversazioni sui modi di intendere la vita COS E Cos è Ognuno sceglie quello che è per sé. Sono solo parole, dette da persone che non si conoscono e che parlano tra loro. Decidono di mettersi

Dettagli

VIDEO CONFERENZE NETMEETING

VIDEO CONFERENZE NETMEETING VIDEO CONFERENZE Come prima cosa dobbiamo distinguere che esistono due grande categorie di "canali comunicativi: Non Real Time: che operano in modalità asincrona come la posta elettronica, il web, i newsgroup

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Corso MODULO C. Il sistema delle relazioni e la comunicazione. Maria Bonadies

Corso MODULO C. Il sistema delle relazioni e la comunicazione. Maria Bonadies Corso MODULO C Il sistema delle relazioni e la comunicazione 2013 Programma Ruolo dell RSPP Competenze relazionali Competenze comunicative Chi sono? Perché mi occupo di sicurezza? Perché sono qui oggi?

Dettagli

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati).

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). HEY! SONO QUI! (Ovvero come cerco l attenzione). Farsi notare su internet può essere il tuo modo di esprimerti. Essere apprezzati dagli altri è così

Dettagli

ESSERE PRUDENTI ON-LINE

ESSERE PRUDENTI ON-LINE ESSERE PRUDENTI ON-LINE LINEE GUIDA PER UN CORRETTO USO DI INTERNET Per non rischiare una brutta avventura, prendi nota delle seguenti regole relative all'utilizzo di internet. Avvicinarsi al computer

Dettagli

SOMMARIO. I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7. I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49

SOMMARIO. I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7. I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49 SOMMARIO CAPITOLO 1 I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7 CAPITOLO 2 Il volto è la maschera rivelatrice 21 CAPITOLO 3 I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49 CAPITOLO 4 Le parole

Dettagli

Book 9. Conoscere la netiquette. Conoscere e applicare la netiquette

Book 9. Conoscere la netiquette. Conoscere e applicare la netiquette Book 9 Conoscere la netiquette Conoscere e applicare la netiquette Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi, Sara Latte Luglio 2015 Realizzato da RTI

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

La comunicazione informatica come fattore di conoscenza e partecipazione. di ALBERTO DE SENA

La comunicazione informatica come fattore di conoscenza e partecipazione. di ALBERTO DE SENA La comunicazione informatica come fattore di conoscenza e partecipazione di ALBERTO DE SENA Internet ha cambiato il modo di comunicare ; Il web ha abbattuto le distanze tra i continenti ; La rete è il

Dettagli

Giorno 2: il mondo Internet. Potenzialità, sviluppo e impatto sociale di internet

Giorno 2: il mondo Internet. Potenzialità, sviluppo e impatto sociale di internet Giorno 2: il mondo Internet Potenzialità, sviluppo e impatto sociale di internet Contenuti del modulo: La comunicazione attraverso il WEB Mailing list Forum Chat Telefonia VOIP / Videoconferenze Social

Dettagli

LE ORIGINI DI INTERNET

LE ORIGINI DI INTERNET LE ORIGINI DI INTERNET Il 4 ottobre del 1957, si verificò un evento che avrebbe cambiato il mondo; l'unione Sovietica lanciò con successo nell'orbita terrestre il primo satellite chiamato Sputinik 1, che

Dettagli

COMUNICAZIONE E VIDEO-COMUNICAZIONE

COMUNICAZIONE E VIDEO-COMUNICAZIONE 74 COMUNICAZIONE E VIDEO-COMUNICAZIONE Presentazione Una grande associazione come l Aics non può rimanere insensibile alla grande rivoluzione che si sta verificando nel campo delle comunicazioni interpersonali

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Syllabus versione 1.0 NUOVA ECDL MODULO 1-1. Computer Essentials (concetti di base del computer)sez.5 CONCETTO DI RETE. Perchè utilizzare una rete???

Syllabus versione 1.0 NUOVA ECDL MODULO 1-1. Computer Essentials (concetti di base del computer)sez.5 CONCETTO DI RETE. Perchè utilizzare una rete??? Syllabus versione 1.0 NUOVA ECDL MODULO 1-1 Computer Essentials (concetti di base del computer)sez.5 Proff. Luca Basteris-Cristina Daperno Sezioni del Syllabus: 1.Computer e dispositivi 2.Desktop, icone

Dettagli

Il cyberspace: nuovi luoghi per formare, condividere e conoscere - INTRODUZIONE

Il cyberspace: nuovi luoghi per formare, condividere e conoscere - INTRODUZIONE INTRODUZIONE Internet è inevitabilmente parte delle nostre vite. Facebook, MySpace, Filckr, Wikipedia, Google tutti strumenti che la maggior parte di noi utilizza, padroneggia, critica o apprezza. Sono

Dettagli

Educazione e genitorialità: parliamone insieme Incontri formativo-informativi gratuiti per genitori

Educazione e genitorialità: parliamone insieme Incontri formativo-informativi gratuiti per genitori Educazione e genitorialità: parliamone insieme Incontri formativo-informativi gratuiti per genitori «Un PC per amico» uso consapevole del computer nei social network e per i compiti http://www.powtoon.com/show/f7jleflspt9/un-pc-per-amico/#/

Dettagli

Crescere con i nostri figli

Crescere con i nostri figli Crescere con i nostri figli Sala Baganza, 30 Marzo 2007 Le nuove tecnologie della comunicazione: internet e telefono cellulare. Conoscerli per non subirli. Andrea Scrimieri a.scrimieri@xnet-solutions.it

Dettagli

Scopri il nuovo Windows. Bello, fluido, veloce

Scopri il nuovo Windows. Bello, fluido, veloce Scopri il nuovo Windows Bello, fluido, veloce Schermata Start La schermata Start e i riquadri animati offrono una nuova esperienza utente, ottimizzata per gli schermi touch e l'utilizzo di mouse e tastiera.

Dettagli

rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it

rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it 1 COSA SONO? piazze virtuali, luoghi in cui, via Internet, ci si ritrova portando con sé e condividendo

Dettagli

I Social media sono solo una moda. o l evento più importante dopo la Rivoluzione industriale?

I Social media sono solo una moda. o l evento più importante dopo la Rivoluzione industriale? I Social media sono solo una moda Anni per raggiungere 50 milioni di utenti 38 anni 13 anni 3 anni o l evento più importante dopo la Rivoluzione industriale? Le reti sociali Una delle ultime possibilità

Dettagli

Questionario finale Scuola secondaria AMBITO TECNOLOGICO AMBITO PERSONALE AMBITO COLLETTIVO AMBITO ETICO

Questionario finale Scuola secondaria AMBITO TECNOLOGICO AMBITO PERSONALE AMBITO COLLETTIVO AMBITO ETICO Questionario finale Scuola secondaria AMBITO TECNOLOGICO AMBITO PERSONALE AMBITO COLLETTIVO AMBITO ETICO AMBITO TECNOLOGICO Hai notato che ultimamente il tuo computer funziona sempre più lentamente. Alcune

Dettagli

1.6 Una panoramica sui servizi di Internet. 1.6.1 Uno sguardo ai servizi. 1.6.2 Telnet. 1.6.3 Trasferimento file (FTP)

1.6 Una panoramica sui servizi di Internet. 1.6.1 Uno sguardo ai servizi. 1.6.2 Telnet. 1.6.3 Trasferimento file (FTP) 1.6 Una panoramica sui servizi di Internet 1.6.1 Uno sguardo ai servizi Attualmente, le attività più diffuse che si svolgono in rete sono l accesso remoto ad informazioni e la comunicazione interpersonale.

Dettagli

Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile.

Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile. di Pier Francesco Piccolomini 1 Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile. Oggi attraverso questa gigantesca

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 2 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web LE BASI INDEX 3 7 13 16 Come creare e gestire con semplicità un sito web Le fasi da seguire per costruire

Dettagli

Profili, messenger, you tube, emule, chat 3D. ABC per internauti alle prime armi

Profili, messenger, you tube, emule, chat 3D. ABC per internauti alle prime armi Profili, messenger, you tube, emule, chat 3D ABC per internauti alle prime armi Internet 1969 ARPAnet 1991 world wide web, con la tecnica dell ipertesto 1995 dalla National Science Foundation alla reti

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI PER COMINCIARE

DOMANDE FREQUENTI PER COMINCIARE DOMANDE FREQUENTI In queste pagine potete trovare un elenco di domande e dubbi che riguardano www.i-d-e-e.it. Per qualsiasi altra informazione, non esitate a contattarci via mail all indirizzo info@i-d-e-e.it.

Dettagli

La comunicazione, elementi teorici ed aspetti pratici. Anselmo Cro

La comunicazione, elementi teorici ed aspetti pratici. Anselmo Cro La comunicazione, elementi teorici ed aspetti pratici Anselmo Cro LA COMUNICAZIONE I Principi NON SI PUO NON COMUNICARE OGNI COMUNICAZIONE E COMPORTAMENTO OGNI COMPORTAMENTO E COMUNICAZIONE IL SIGNIFICATO

Dettagli

Online a 10 anni: rischi web correlati e possibili soluzioni

Online a 10 anni: rischi web correlati e possibili soluzioni Online a 10 anni: rischi web correlati e possibili soluzioni Un incontro per i genitori delle classi V delle scuole primarie Dr. Stefano Bonato, Psicologo esperto in Nuove Dipendenze Pg. 1 INDICE 1. Premessa

Dettagli

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche Fondazione Minoprio - corso ITS Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche I social media Facebook La maggior parte dei proprietari di piccole aziende hanno dichiarato

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 62

G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 62 G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 62 La Posta Elettronica In questi capitoli vedremo come utilizzare uno dei più importanti servizi offerti in Internet, il servizio che, insieme alla navigazione nel

Dettagli

Primi Passi Guadagno

Primi Passi Guadagno Primi Passi Guadagno Online Questo è un report gratuito. E possibile la sua distribuzione, senza alterare i contenuti, gratuitamente. E vietata la vendita INTRODUZIONE Mai come in questo periodo è scoppiato

Dettagli

Utilizzo di MioNet. 2008 Western Digital Technologies Inc. Manuale utente MioNet Versione 1.08

Utilizzo di MioNet. 2008 Western Digital Technologies Inc. Manuale utente MioNet Versione 1.08 Utilizzo di MioNet 1 Avviso di Copyright Non è consentito riprodurre, trasmettere, trascrivere, archiviare in un sistema di recupero, o tradurre in qualunque linguaggio, umano o informatico, in qualunque

Dettagli

La PNL nel settore assicurativo

La PNL nel settore assicurativo La PNL nel settore assicurativo I Principi della Programmazione Neuro Linguistica pagina 1 Cosa è la Programmazione Neuro Linguistica (PNL) La programmazione neuro linguistica è una metodologia formativa

Dettagli

UN CURRICOLO CENTRATO SUL SIGNIFICATO di Lucio Guasti *

UN CURRICOLO CENTRATO SUL SIGNIFICATO di Lucio Guasti * UN CURRICOLO CENTRATO SUL SIGNIFICATO di Lucio Guasti * PREMESSA La breve riflessione che segue si colloca nell ambito degli attuali orientamenti di riforma, di conseguenza considera suo principale punto

Dettagli

Come utilizzare contenuti multimediali per l e-learning

Come utilizzare contenuti multimediali per l e-learning White Paper Come utilizzare contenuti multimediali per l e-learning Utilizzare metodi didattici in grado di allinearsi ai processi di apprendimento naturale Se la vostra organizzazione è simile a molte

Dettagli

LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA ALTERNATIVA. In età evolutiva, più dello 0,5% della popolazione presenta disabilità

LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA ALTERNATIVA. In età evolutiva, più dello 0,5% della popolazione presenta disabilità LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA ALTERNATIVA In età evolutiva, più dello 0,5% della popolazione presenta disabilità complesse della comunicazione che, in assenza di adeguati interventi, interferiscono in modo

Dettagli

DOTT.SSA LAURA PEDRINELLI CARRARA

DOTT.SSA LAURA PEDRINELLI CARRARA DOTT.SSA LAURA PEDRINELLI CARRARA Capire i meccanismi comunicativi per relazionarsi meglio Sistemi sensoriali e comunicazione Che cosa è la comunicazione verbale è uno scambio di informazioni tra più persone

Dettagli

Uso del browser, posta elettronica e motori di ricerca Gmail e Google

Uso del browser, posta elettronica e motori di ricerca Gmail e Google Facoltà di Lettere e Filosofia Cdl in Scienze dell Educazione A.A. 2010/2011 Informatica (Laboratorio) Uso del browser, posta elettronica e motori di ricerca Gmail e Google Author Kristian Reale Rev. 2011

Dettagli

Comunicazione associativa & Social Media I social network e i social media come supporto alle organizzazioni e alle associazioni

Comunicazione associativa & Social Media I social network e i social media come supporto alle organizzazioni e alle associazioni Comunicazione associativa & Social Media I social network e i social media come supporto alle organizzazioni e alle associazioni Angelo Marra www.ammega.it Ogni organizzazione ha il cruciale problema del

Dettagli

5. Fondamenti di navigazione e ricerca di informazioni sul Web

5. Fondamenti di navigazione e ricerca di informazioni sul Web 5. Fondamenti di navigazione e ricerca di informazioni sul Web EIPASS Junior SCUOLA PRIMARIA Pagina 43 di 47 In questo modulo sono trattati gli argomenti principali dell universo di Internet, con particolare

Dettagli

POLI L ZI Z A A DI D STAT A O

POLI L ZI Z A A DI D STAT A O POLIZIA DI STATO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Social Network e diffamazione online LA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Nascita nel 1981 con la riforma della Polizia di Stato Diffusione sul

Dettagli

I rischi e i pericoli della rete.

I rischi e i pericoli della rete. INDICE I rischi e i pericoli della rete (1) I rischi e i pericoli della rete (2) I rischi e i pericoli della rete (3) I rischi e i pericoli della rete (4) I rischi e i pericoli della rete (conclusione)

Dettagli

LEGGI QUESTE PAGINE, POTRANNO ESSERTI UTILI A CAPIRE E RICONOSCERE IL BULLISMO... Cosa fa un bullo? Sai cos è il BULLISMO?

LEGGI QUESTE PAGINE, POTRANNO ESSERTI UTILI A CAPIRE E RICONOSCERE IL BULLISMO... Cosa fa un bullo? Sai cos è il BULLISMO? LEGGI QUESTE PAGINE, POTRANNO ESSERTI UTILI A CAPIRE E RICONOSCERE IL BULLISMO... Ehi, ti è mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza? Cosa fa un bullo? Prende a calci e

Dettagli

XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998. Guido Maura 1

XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998. Guido Maura 1 XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998 Telefono amico e le contraddizioni della società della comunicazione Guido Maura 1 Telefono Amico, come altri servizi dedicati a favorire contatti

Dettagli

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II.

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II. Lezione 10 Intervista con la professoressa Elisabetta Pavan, docente di lingua inglese, traduzione e comunicazione interculturale dell Università Ca Foscari Venezia e dell Università di Padova. Tema: La

Dettagli

Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori

Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori Marco Grollo Responsabile Nazionale Progetti, Associazione Media Educazione Comunità www.edumediacom.it

Dettagli

La web mail. Che cos è una web mail e come vi si accede Le web mail sono interfacce su

La web mail. Che cos è una web mail e come vi si accede Le web mail sono interfacce su La web mail Chi ha aperto un indirizzo e-mail personale qualche anno fa, quasi sicuramente l avrà gestito tramite programmi come Outlook Express, Microsoft Outlook o Mozilla Thunderbird. Questi software

Dettagli

FAQ DOMANDE FREQUENTI

FAQ DOMANDE FREQUENTI FUNZIONAMENTO DELLA PIATTAFORMA FAQ DOMANDE FREQUENTI In cosa consiste la VideoFad? La VideoFad è la nuova formazione a distanza video. Si tratta di corsi Audio e Video con slide sincronizzate, nei quali

Dettagli

Stage formativo annuale La Comunicazione nelle Scienze Umane

Stage formativo annuale La Comunicazione nelle Scienze Umane Istituto Magistrale Statale di Rieti Elena Principessa di Napoli Liceo delle Scienze Sociali Liceo Sociopsicopedagogico Stage formativo annuale La Comunicazione nelle Scienze Umane Modulo: Aspetti generali

Dettagli

Che cos è il Web 2.0. Agriturismo e Web 2.0. Una definizione del Web 2.0. Il Web come piattaforma. Il Web come piattaforma

Che cos è il Web 2.0. Agriturismo e Web 2.0. Una definizione del Web 2.0. Il Web come piattaforma. Il Web come piattaforma Agriturismo e Web 2.0 Che cos è il Web 2.0 Giovanna Cosenza www.giovannacosenza.it giovanna.cosenza@unibo.it 1 L espressione Web 2.0 apparve per la prima volta nel giugno 2004 come titolo di una conferenza

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Questionario DAPHNE: Qualcosa di te

Questionario DAPHNE: Qualcosa di te Questionario DAPHNE: Qualcosa di te Questo questionario ci dirà qualcosa di te, della tua famiglia, e di come ti senti riguardo a te stesso. È strutturato in quattro sezioni. Il questionario è segreto

Dettagli

Lo studio digitale. Riambientare la didattica in una pratica e una logica di rete

Lo studio digitale. Riambientare la didattica in una pratica e una logica di rete Lo studio digitale Riambientare la didattica in una pratica e una logica di rete Roberto Maragliano Università degli Studi Roma Tre r.maragliano@gmail.com Le tecnologie possono essere viste come veicoli.

Dettagli

WEB: IL MONDO COME POSSIBILE CLIENTE DIECI STEP PER SVILUPPARE LA PROPRIA PRESENZA ONLINE

WEB: IL MONDO COME POSSIBILE CLIENTE DIECI STEP PER SVILUPPARE LA PROPRIA PRESENZA ONLINE WEB: IL MONDO COME POSSIBILE CLIENTE 3 DIECI STEP PER SVILUPPARE LA COLLANA I QUADERNI DI ORIENTAMENTO I Quaderni di Orientamento nascono per aiutare chi, per la prima volta, intende avviare un attività

Dettagli

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE Dalla competenza chiave alla competenza base Competenza chiave: comunicazione nelle lingue straniere. Competenza base:

Dettagli

Profili, messenger, you tube, emule, chat 3D. 21 gennaio Orciano

Profili, messenger, you tube, emule, chat 3D. 21 gennaio Orciano Profili, messenger, you tube, emule, chat 3D 21 gennaio Orciano 17.02.2010 La grande ragnatela mondiale Rete mondiale di computer ad accesso pubblico, corrisponde all etimologia inglese della parola: formata

Dettagli

Comunicare Dott. Generoso Di Zenzo 1 PARLARE IN PUBBLICO Il giorno della presentazione è ormai arrivato: la sala si sta riempiendo, tante paia di occhi che un momento fa si guardavano attorno, osservando

Dettagli

A tutte le domande che non prevedono alternative per ogni riga (sì, no; molto, abbastanza ecc.) va data un unica risposta

A tutte le domande che non prevedono alternative per ogni riga (sì, no; molto, abbastanza ecc.) va data un unica risposta Progetto: Ragazzi digitali. Per un uso consapevole dei nuovi media. Agli studenti vi invitiamo a rispondere al seguente questionario, anonimo, al fine di comprendere il rapporto che i giovani hanno con

Dettagli

www.avg.it Come navigare senza rischi

www.avg.it Come navigare senza rischi Come navigare senza rischi 01 02 03 04 05 06.Introduzione 01.Naviga in Sicurezza 02.Social Network 08.Cosa fare in caso di...? 22.Supporto AVG 25.Link e riferimenti 26 [02] 1.introduzione l obiettivo di

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

Materiale didattico del corso di Marketing e Comunicazione d Impresa

Materiale didattico del corso di Marketing e Comunicazione d Impresa Il processo di comunicazione Generalmente si ritiene che nel processo di comunicazione avvenga il semplice trasferimento di un messaggio già dotato di determinati significati. Comunicare Informare Il termine

Dettagli

Downlovers.it: registriamoci e scarichiamo il nostro primo brano.

Downlovers.it: registriamoci e scarichiamo il nostro primo brano. Downlovers.it: registriamoci e scarichiamo il nostro primo brano. Tutorial realizzato da Domenico A. Di Renzo il 12 dicembre 2008 (versione 1.0) Il documento originale si trova su: www.musicapuntoamici.com

Dettagli

Cos è l e-collaboration e perché ancora non l abbiamo capito?

Cos è l e-collaboration e perché ancora non l abbiamo capito? Capitolo 1 Cos è l e-collaboration e perché ancora non l abbiamo capito? 1.1 L e-collaboration tra stile e mestiere e-collaboration è in primo luogo uno stile e-collaboration è lo stile di chi sfrutta

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

1. Il nome utente: NON può essere modificato 2. Il tuo nome (ne trovate prescritto uno generico): metti il tuo vero nome SENZA il cognome

1. Il nome utente: NON può essere modificato 2. Il tuo nome (ne trovate prescritto uno generico): metti il tuo vero nome SENZA il cognome Guida NetPupils Un social network è un sito che dà la possibilità alle persone di entrare in contatto e condividere informazioni. I social network si basano su quella che viene definita amicizia : concedendo

Dettagli

Polizia di Stato. L uso sicuro della Rete e dei social network

Polizia di Stato. L uso sicuro della Rete e dei social network L uso sicuro della Rete e dei social network LA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Servizio Centrale 20 Compartimenti regionali 80 Sezioni provinciali Compartimenti Polizia Postale Sezioni della Polizia

Dettagli

MANUALE DROPBOX. Sintesi dei passi da seguire per attivare ed utilizzare le cartelle online di Dropbox:

MANUALE DROPBOX. Sintesi dei passi da seguire per attivare ed utilizzare le cartelle online di Dropbox: MANUALE DROPBOX Sintesi dei passi da seguire per attivare ed utilizzare le cartelle online di Dropbox: 1. Attivazione account Dropbox sul sito www.dropbox.com. 2. Utilizzo base di Dropbox via Web con la

Dettagli

Social media marketing. Spunti per un discorso con i Giornalisti nell Erba #nonsolochat

Social media marketing. Spunti per un discorso con i Giornalisti nell Erba #nonsolochat Social media marketing Spunti per un discorso con i Giornalisti nell Erba #nonsolochat Il marketing [Wikipedia] Il marketing viene definito come quel processo sociale e manageriale diretto a soddisfare

Dettagli

Re-impararea comunicare grazie alle nuove opportunità offerte dal Web 2.0. Nicola Mandich - Excogita s.r.l. www.excogita.net

Re-impararea comunicare grazie alle nuove opportunità offerte dal Web 2.0. Nicola Mandich - Excogita s.r.l. www.excogita.net Re-impararea comunicare grazie alle nuove opportunità offerte dal Web 2.0 Nicola Mandich - Excogita s.r.l. www.excogita.net Il Computer più nuovo al mondo non può che peggiorare, grazie alla sua velocità,

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it

Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it Ciascuno di noi ha oggi a disposizione uno spazio potenzialmente illimitato

Dettagli

TABBY PLAYS ISTRUZIONI

TABBY PLAYS ISTRUZIONI TABBY PLAYS ISTRUZIONI INDEX REQUISITI TECNICI... 2 REGISTRAZIONE... 2 LA TUA STANZA... 3 STATUS... 3 LA CITTA... 4 SOCIAL NETWORK... 4 INTERAZIONI... 6 SFIDE... 6 NEGOZI... 7 ATTI DI BULLISMO... 7 LA

Dettagli

COME USARE LA PIATTAFORMA WEB PER CAREGIVER: UNA GUIDA PER GLI UTENTI

COME USARE LA PIATTAFORMA WEB PER CAREGIVER: UNA GUIDA PER GLI UTENTI 1/3/2014 VERSIONE 1.0 COME USARE LA PIATTAFORMA WEB PER CAREGIVER: UNA GUIDA PER GLI UTENTI Questo progetto è finanziato dalla Commissione Europea attraverso il Settimo Programma Quadro (contratto FP7-HEALTH-2012-

Dettagli

Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari)

Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari) Più donne per i C.d.A. e le posizioni apicali Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari) Regione Piemonte Torino, 2 aprile 2014 I veri Leader non nascono tali, lo diventano grazie all impegno e

Dettagli

2.0: Facebook per dialogare con i clienti e promuovere un territorio. A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.

2.0: Facebook per dialogare con i clienti e promuovere un territorio. A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara. 2.0: Facebook per dialogare con i clienti e promuovere un territorio A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Novembre 2015 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB

Dettagli

Campagna contro la pedocriminalità 1 «Stop pornografia infantile su Internet!»

Campagna contro la pedocriminalità 1 «Stop pornografia infantile su Internet!» Campagna contro la pedocriminalità 1 Contenuto Video-Clip Indice Clip 1: «Tipi di chat» Clip 2: «Utilizzo delle chat» Clip 3: «Protezione attiva in chat» da pagina 2 del presente documento da pagina 7

Dettagli

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder 1. Dati anagrafici Gli studenti che hanno compilato il questionario sono in totale 121 I maschi sono il 43% e

Dettagli

Microsoft Windows XP Professional

Microsoft Windows XP Professional Microsoft Windows XP Professional Windows... Se usi il computer, sicuramente conosci il nome e il logo Windows. Utilizzato da più del 90% degli utenti di PC in tutto il mondo, Windows è il sistema operativo

Dettagli

Per promuoversi nel mondo del lavoro è necessario proporsi attivamente.

Per promuoversi nel mondo del lavoro è necessario proporsi attivamente. L'obiettivo immediato di chi svolge una ricerca di lavoro consiste, naturalmente, nell'ottenere un colloquio col potenziale datore di lavoro, o nell'ammissione a un concorso laddove se ne abbiano i titoli

Dettagli

La politica sul web: linguaggi, strumenti e nuove frontiere del dibattito politico in Rete

La politica sul web: linguaggi, strumenti e nuove frontiere del dibattito politico in Rete Terzo Osservatorio Internet sul fenomeno dell Instant Messaging in Italia La politica sul web: linguaggi, strumenti e nuove frontiere del dibattito politico in Rete Focus I giovani e la politica: un indagine

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

YOUTUBE. www.youtube.com

YOUTUBE. www.youtube.com COMUNICARE E SOCIALIZZARE Navigando s impara 78 www.youtube.com YOUTUBE 117 Youtube è uno dei più famosi social network presenti nella rete. Youtube consente di vedere milioni di filmati caricati da utenti

Dettagli

Progetto Cittadini della rete,

Progetto Cittadini della rete, Progetto Cittadini della rete, IIS G. Galilei di Crema Scuole Medie Galmozzi di Crema Scuole Medie di Sergnano. Coinvolti: 471 ragazze /i Età: tra i 12 ed i 16 anni, Silvio Bettinelli, 14 novembre 2012

Dettagli

MODULE 4 BASIC IT SKILLS

MODULE 4 BASIC IT SKILLS MODULE 4 BASIC IT SKILLS Nel modulo 4 abbiamo preparato una guida per le competenze informatiche di base che condurrà passo dopo passo i principianti che vogliono imparare a usare Word e Internet o da

Dettagli

Book 8. Conoscere cosa sono i social media e social network. Conoscere cosa sono gli strumenti, i social media e social network

Book 8. Conoscere cosa sono i social media e social network. Conoscere cosa sono gli strumenti, i social media e social network Book 8 Conoscere cosa sono i social media e social network Conoscere cosa sono gli strumenti, i social media e social network Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani,

Dettagli

Italiano Lingua Seconda. A s c o l t o. Verifica (Indicatori) Abilità Capacità Conoscenze Competenze parziali e indicazioni didatticometodologiche

Italiano Lingua Seconda. A s c o l t o. Verifica (Indicatori) Abilità Capacità Conoscenze Competenze parziali e indicazioni didatticometodologiche Italiano Lingua Seconda Competenze al termine del 1 biennio L alunna, l alunno è in grado di comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in lingua standard, anche trasmesso attraverso canali

Dettagli

Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor Unità 2.7 Come un e-mentor può comunicare efficacemente?

Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor Unità 2.7 Come un e-mentor può comunicare efficacemente? Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor Unità 2.7 Come un e-mentor può comunicare efficacemente? Tempistica 30 40 minuti Competenze Competenza 9 capacità di usare le nuove tecnologie (e-mentoring) livello

Dettagli

NAVIGARE IN SICUREZZA. Come guidare i bambini e i ragazzi ad un uso sicuro e consapevole dei nuovi mezzi di comunicazione

NAVIGARE IN SICUREZZA. Come guidare i bambini e i ragazzi ad un uso sicuro e consapevole dei nuovi mezzi di comunicazione NAVIGARE IN SICUREZZA Come guidare i bambini e i ragazzi ad un uso sicuro e consapevole dei nuovi mezzi di comunicazione Una grande rete di reti chiamata Internet Non esitono limiti anagrafici:bambini,

Dettagli