REGIONE TOSCANA Giunta Regionale. Regione Toscana - Collocamento Mirato di Firenze

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE TOSCANA Giunta Regionale. Regione Toscana - Collocamento Mirato di Firenze"

Transcript

1 REGIONE TOSCANA Giunta Regionale Incentivi e Agevolazioni per l'inserimento lavorativo dei soggetti disabili Regione Toscana - Collocamento Mirato di Firenze

2 - Agevolazioni & Incentivi - Per accedervi le aziende devono aver stipulato, con i servizi competenti, convenzioni programmatiche (art. 11) finalizzate all assolvimento degli obblighi di assunzione dei disabili. Regione Toscana - Collocamento Mirato di Firenze

3 - Fondo Nazionale - (art. 13 legge 68/99 modificato dal DLgs 151/2015) DAL 1 GENNAIO 2016 o o o L incentivo all assunzione di persone disabili è concesso: Nella misura del 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per l assunzione a tempo indeterminato di disabili con riduzione della capacità lavorativa > 79% (1 /3 categoria), fino a 36 mesi; Nella misura del 35% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per l assunzione a tempo indeterminato di disabili con riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% ed il 79% (4 /6 categoria) fino a 36 mesi. Nella misura del 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per l assunzione a tempo determinato non inferiore a 12 mesi di disabili con invalidità psichica o intellettiva, con percentuale non inferiore al 46%, fino a 60 mesi.

4 Modalità di fruizione dell incentivo Conguaglio nelle denunce contributive mensili 1. Trasmissione telematica della domanda all INPS; 2. L INPS risponde, entro cinque giorni, circa la disponibilità di risorse e 3. riserva le somme pari all ammontare dell incentivo previsto;

5 Modalità di fruizione dell incentivo 4. Assegnazione al richiedente di un termine perentorio di sette giorni per la stipula del contratto di lavoro che dà titolo all incentivo; 5. Entro i successivi sette giorni (termine perentorio), il richiedente deve comunicare all INPS, l avvenuta stipula del contratto;

6 Modalità di fruizione dell incentivo Il mancato rispetto dei termini perentori comporta la decadenza dalla riserva di somme operate in suo favore che vengono rimesse a disposizione; L incentivo è riconosciuto alle aziende richiedenti in base all ordine cronologico di presentazione delle domande cui abbia fatto seguito la stipula del contratto;

7 Modalità di fruizione dell incentivo In caso di esaurimento delle risorse l INPS non prende in considerazione ulteriori domande fornendone comunicazione anche attraverso il proprio sito istituzionale; Ne possono fruire anche aziende non soggette agli obblighi della legge 68/99

8 Fondo Regionale (art. 14) Le Regioni istituiscono il Fondo regionale, da destinare al finanziamento di programmi regionali di inserimento lavorativo e dei relativi servizi

9 Fondo Regionale (art. 14) Al fondo sono destinati gli importi derivanti da: Irrogazione delle sanzioni amministrative Contributi versati per l esonero parziale autorizzato Contributi da Fondazioni, enti di natura privata e soggetti interessati.

10 - Il Fondo Regionale - Eroga contributi per il rimborso forfettario parziale delle spese necessarie volte alla trasformazione del posto di lavoro; all apprestamento di tecnologie di telelavoro; alla rimozione delle barriere architettoniche. all adozione di accomodamenti ragionevoli; All istituzione del responsabile dell inserimento lavorativo nei luoghi di lavoro Nonché: Progetti ritenuti ammissibili dai Servizi Competenti rivolti al sostegno e all integrazione lavorativa dei disabili; ogni altra provvidenza in attuazione della legge 68/99.

11 FONDO REGIONALE LEGGE 68/99 ANNO 2015 AVVISI PUBBLICI

12 Finanziamento stanziato Incentivi all occupazione Concessione dei seguenti incentivi per l assunzione di disabili: l assunzione a tempo indeterminato o apprendistato; la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato; l assunzione a tempo determinato non inferiore a 6 mesi, per disabili di età superiore a 55 anni; l assunzione a tempo determinato non inferiore a 6 mesi, per disabili di età inferiore a 25 anni; la trasformazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato, da part-time a full-time.

13 Finanziamento stanziato TIROCINI L. 68/99 Rimborso totale o parziale del premio presenza erogato al disabile che effettua il Tirocinio finalizzato all assunzione, ai sensi degli artt. 11 e 13, comma 3, della legge 68/99.

14 Finanziamento stanziato PROGETTI FINALIZZATI LEGGE 68/99 Progetti di inserimento presentati da imprese che prevedono un programma comprensivo di un corso di formazione professionale individuale e/o azioni di tutoraggio per l inserimento lavorativo del disabile; Interventi per la trasformazione del posto di lavoro, al fine di renderlo adeguato alle possibilità operative del disabile e/o per la rimozione di barriere architettoniche che limitano, in qualsiasi modo, l integrazione lavorativa del disabile; Programmi presentati dalle Cooperative Sociali di tipo B, di cui alla legge n. 381/91, anche in collaborazione con imprese industriali, artigiane, commerciali e del settore dell agricoltura, per la creazione di nuovi posti di lavoro; Interventi per l apprestamento di tecnologie di telelavoro nelle imprese. Erogabili esclusivamente in caso di assunzione a tempo indeterminato

15 I Progetti speciali Una opportunità per le aziende e per i disabili

16 Dalla scuola al lavoro Stage scuola-lavoro lavoro per studenti disabili Inserimento di studenti disabili (iscritti negli elenchi della legge 68/99) valutati idonei per intraprendere un percorso finalizzato all inserimento lavorativo, in contesti lavorativi (aziende soggette agli obblighi della legge 68/99), attraverso convenzioni promosse dalla scuola che prevedono il tutoraggio (tutor qualificati in inserimenti lavorativi e insegnanti di sostegno) Monitoraggio del percorso di inserimento da parte del Collocamento Mirato della Provincia di Firenze; Obiettivo: attivazione del tirocinio formativo Legge 68/99 finalizzato all assunzione, a conclusione del percorso scolastico, in caso di valutazione positiva del percorso.

17 Dalla scuola al lavoro Stage scuola-lavoro lavoro per studenti disabili Consentono di valorizzare e stimolare le potenzialità lavorative degli studenti disabili; Consentono una valutazione del livello di educazione al lavoro dello studente disabile; Possono prevenire il rischio di abbandono scolastico; Possono essere valido strumento di prevenzione di prolungati periodi di disoccupazione.

18 Dalla scuola al lavoro Stage scuola-lavoro lavoro per studenti disabili Consente all azienda di effettuare un inserimento graduale del disabile, concordando con la scuola un percorso formativo mirato È considerato dal Collocamento Mirato un assolvimento virtuale dell obbligo di assunzione in riferimento al posto occupato dallo studente Non costituisce un vincolo per l azienda ospitante E esperienza di alto valore sociale, formativo e valutativo

19 Dalla scuola al lavoro Stage scuola-lavoro lavoro per studenti disabili Alunni coinvolti nei progetti conclusi: 30 Aziende ospitanti: 24 Assunzioni: 16 (52 %) Ancora in carico al C.M.: 4 in carico ad altri servizi: 10

Legge 68/99 Collocamento Obbligatorio. Incentivi alle assunzioni lavoratori disabili

Legge 68/99 Collocamento Obbligatorio. Incentivi alle assunzioni lavoratori disabili Legge 68/99 Collocamento Obbligatorio Incentivi alle assunzioni lavoratori disabili La legge 68/99 prevede delle forme di agevolazioni rivolte ai datori di lavoro che procedono all'assunzione di persone

Dettagli

Assunzione disabili: al via gli incentivi per il 2016

Assunzione disabili: al via gli incentivi per il 2016 CIRCOLARE A.F. N. 59 del 21 Aprile 2016 Ai gentili clienti Loro sedi Assunzione disabili: al via gli incentivi per il 2016 Gentile cliente, la informiamo che è stato recentemente pubblicato il decreto

Dettagli

Diritto del Lavoro Novità e aggiornamenti

Diritto del Lavoro Novità e aggiornamenti C o n v e g n o 11 Luglio 2016 Diritto del Lavoro Novità e aggiornamenti Gli incentivi alle assunzioni Dott. Simone Sbrillo Studio Associato Barillari Lapolla Cavalleri Incentivi alle assunzioni Esonero

Dettagli

Circolare N. 59 del 21 Aprile 2016

Circolare N. 59 del 21 Aprile 2016 Circolare N. 59 del 21 Aprile 2016 Assunzione disabili: al via gli incentivi per il 2016 Gentile cliente, la informiamo che è stato recentemente pubblicato il decreto del Ministero del Lavoro con cui vengono

Dettagli

Mercato del Lavoro: incentivi, agevolazioni, formazione per la ricollocazione

Mercato del Lavoro: incentivi, agevolazioni, formazione per la ricollocazione Mercato del Lavoro: incentivi, agevolazioni, formazione per la ricollocazione Ordine dei Consulenti del Lavoro Click to edit Master subtitle style Consiglio Provinciale di Venezia Mestre, 22 marzo 2010

Dettagli

Incontro informativo

Incontro informativo Incontro informativo I SEMINARI DEL LAVORO Le novità in tema di collocamento obbligatorio e i servizi di supporto all inserimento Milano, 24 gennaio 2012 1 Incontro informativo I SEMINARI DEL LAVORO Le

Dettagli

Misure per la tutela giudiziaria delle persone con disabilità vittime di discriminazione

Misure per la tutela giudiziaria delle persone con disabilità vittime di discriminazione LEGGE 5 FEBBRAIO 1992 N.104 Legge - Quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate ( art.8 Inserimento ed integrazione sociale - art.17 Formazione profesionale -

Dettagli

L attenzione alla qualità dei tirocini

L attenzione alla qualità dei tirocini L attenzione alla qualità dei tirocini L'esperienza della Regione Toscana Roma 4 dicembre 2013 Gabriele Grondoni Dirigente Settore Formazione e Orientamento Regione Toscana Giunta Reg.le la legge regionale

Dettagli

Il lavoro per gli under 30: Garanzia Giovani e altre opportunità

Il lavoro per gli under 30: Garanzia Giovani e altre opportunità Incontro informativo Il lavoro per gli under 30: Garanzia Giovani e altre opportunità Relatore - Francesco Banzatti - Area Lavoro e Previdenza Assolombarda Questo materiale è predisposto da Assolombarda

Dettagli

Circolare Lavoro ASSUNZIONI AGEVOLATE

Circolare Lavoro ASSUNZIONI AGEVOLATE Circolare Lavoro ASSUNZIONI AGEVOLATE 03 Marzo 2016 Sempre più consapevoli della forte incidenza che oggi il costo del lavoro ha sul bilancio aziendale, riteniamo utile trasmettervi un breve riepilogo

Dettagli

PROVINCIA DI PIACENZA

PROVINCIA DI PIACENZA PROVINCIA DI PIACENZA AREA SERVIZI ALLE IMPRESE POLITICHE DEL LAVORO E SISTEMA FORMATIVO UNITA ORGANIZZATIVA POLITICHE DEL LAVORO E SERVIZI PER L IMPIEGO L. 12 marzo 1999, n, 68, art. 14 L.R. 01 Agosto

Dettagli

I SERVIZI OFFERTI AI CITTADINI

I SERVIZI OFFERTI AI CITTADINI PROGETTI DI CONTINUITA SCUOLA-LAVORO - Studenti in obbligo formativo con disabilità accertata dalla Commissione medica integrata ai sensi della Legge n. 104/1992 o con certificazione scolastica rilasciata

Dettagli

ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2016

ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2016 ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2016 Datori di lavoro beneficiari dell esonero contributivo: L incentivo è riconosciuto a tutti i datori di lavoro privati, a prescindere

Dettagli

INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI Art. 13 della Legge 68/99 (per assunzioni a tempo indeterminato a partire dall'anno 2008)

INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI Art. 13 della Legge 68/99 (per assunzioni a tempo indeterminato a partire dall'anno 2008) INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI Art. 13 della Legge 68/99 (per assunzioni a tempo indeterminato a partire dall'anno 2008) NORMATIVA DI RIFERIMENTO - Legge 68/99 art 13 sostituito dall art. 1, comma 37, lett

Dettagli

NOTIZIARIO 2015 / 1 LEGGE DI STABILITA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 NOTIZIARIO 2015/1 G E N N A I O 2 0 1 5 1 LEGGE DI STABILITA PRINCIPALI NOVITA

NOTIZIARIO 2015 / 1 LEGGE DI STABILITA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 NOTIZIARIO 2015/1 G E N N A I O 2 0 1 5 1 LEGGE DI STABILITA PRINCIPALI NOVITA NOTIZIARIO 2015 / 1 CERTIFICAZIONE UNICA 2015 1 2 CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Le informazioni contenute in questa nota informativa hanno carattere generale e meramente divulgativo e non costituiscono né

Dettagli

COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO

COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO La Nuova Normativa introdotta dal D.Lgs. 151 Firenze, 28 aprile 2016 Dott.ssa Veronica Rovai LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO Legge 12 marzo 1999 n. 68 Legge delega n.183/2014 art.

Dettagli

PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO COLLOCAMENTO PROVINCIALE DISABILI

PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO COLLOCAMENTO PROVINCIALE DISABILI PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO COLLOCAMENTO PROVINCIALE DISABILI Data di Pubblicazione: 15/03/2011 Data Scadenza : 13/04/2011 AVVISO PUBBLICO ATTUAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO

Dettagli

Incontro informativo. Disabili e azienda: la programmazione degli inserimenti e le convenzioni con le cooperative sociali come strumenti di gestione

Incontro informativo. Disabili e azienda: la programmazione degli inserimenti e le convenzioni con le cooperative sociali come strumenti di gestione Incontro informativo I SEMINARI DEL LAVORO Disabili e azienda: la programmazione degli inserimenti e le convenzioni con le cooperative sociali come strumenti di gestione Milano, 27 gennaio 2011 1 Incontro

Dettagli

ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI CON CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO

ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI CON CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO 21 aprile 2015 L e g g e 2 3 d i cembre 2014, n. 190 ( c. d. l e g g e d i S ta b i l i tà 2015 ) ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI CON CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO A cura di Simona Butera

Dettagli

Legge 12 marzo 1999,n. 68, art. 13 Agevolazioni per le assunzioni

Legge 12 marzo 1999,n. 68, art. 13 Agevolazioni per le assunzioni data 18 dicembre 2003 protocollo 874 nota informativa Oggetto: Legge 12 marzo 1999,n. 68, art. 13 Agevolazioni per le assunzioni regolamentazione: D.M. 13 gennaio 2000, n. 91 Deliberazione della Giunta

Dettagli

Modello di convenzione programmatica convenzione ai sensi dell art.11 (commi 1, 2 e 4) Legge 68/99. Il giorno presso. Tra LA PROVINCIA DI

Modello di convenzione programmatica convenzione ai sensi dell art.11 (commi 1, 2 e 4) Legge 68/99. Il giorno presso. Tra LA PROVINCIA DI PROVINCIA DI LIVORNO DIPARTIMENTO DELLE CULTURE, DELLA FORMAZIONE E DEL LAVORO Unità di Servizio LAVORO Via G. Galilei, 40 57100 LIVORNO Tel. 0586/257527-554 Fax 0586/257601 Email: amministrazionelegge68@provincia.livorno.it

Dettagli

ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2015: SGRAVIO CONTRIBUTIVO TRIENNALE

ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2015: SGRAVIO CONTRIBUTIVO TRIENNALE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2015: SGRAVIO CONTRIBUTIVO TRIENNALE DATORI DI LAVORO BENEFICIARI ESONERO CONTRIBUTIVO REQUISITI DIPENDENTE Tutti i datori di lavoro privati (per i datori di lavoro

Dettagli

Si riporta di seguito l elenco di tutti i soggetti destinatari, distinguendo tra disabili e categorie protette :

Si riporta di seguito l elenco di tutti i soggetti destinatari, distinguendo tra disabili e categorie protette : Per collocamento mirato si intende il complesso degli strumenti che permettono di valutare adeguatamente le persone con disabilità sulla base delle loro capacità lavorative al fine di inserirle nella professione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Fondo Regionale per l occupazione dei disabili di cui all art. 14 della Legge 12 marzo 1999, n. 68 - ANNO 2015-2016

AVVISO PUBBLICO Fondo Regionale per l occupazione dei disabili di cui all art. 14 della Legge 12 marzo 1999, n. 68 - ANNO 2015-2016 ALL. 1 DIREZIONE LAVORO COLLOCAMENTO MIRATO LEGGE 68/99 AVVISO PUBBLICO Fondo Regionale per l occupazione dei disabili di cui all art. 14 della Legge 12 marzo 1999, n. 68 - ANNO 2015-2016 PROGETTI FINALIZZATI

Dettagli

Le assunzioni agevolate

Le assunzioni agevolate Le assunzioni agevolate La legislazione italiana prevede agevolazioni normative, contributive ed incentivi economici per la creazione di nuove opportunità di lavoro e, in particolare, per il reinserimento

Dettagli

UFFICIO COMUNE REGIONE TOSCANA PROVINCIA DI PISA

UFFICIO COMUNE REGIONE TOSCANA PROVINCIA DI PISA UFFICIO COMUNE REGIONE TOSCANA PROVINCIA DI PISA Direzione Lavoro - Settore Servizi per il Lavoro di Pisa e Siena Servizio Collocamento Mirato Area Pisana Avviso per la concessione di contributi per l

Dettagli

Il nuovo apprendistato

Il nuovo apprendistato a cura di Alessandro Millo Il nuovo apprendistato (T.U. n. 167/2011) 1 La normativa abrogata Abrogate espressamente: Implicitamente: Legge n. 25/1955 D.P.R. n. 1668/56 Legge n. 56/1987 (art. 21-22 ) D.M.

Dettagli

LA RIFORMA FORNERO OBBLIGHI ED OPPORTUNITA PER LE AZIENDE

LA RIFORMA FORNERO OBBLIGHI ED OPPORTUNITA PER LE AZIENDE LA RIFORMA FORNERO OBBLIGHI ED OPPORTUNITA PER LE AZIENDE MAGLIE GIOVEDI 22 NOVEMBRE 2012 LINEE GENERALI E FINALITÀ: più FLESSIBILITÀ in USCITA meno FLESSIBILITÀ in ENTRATA creazione di occupazione (quantità

Dettagli

L ufficio paghe informa: a cura della responsabile Consulente del lavoro Cristiana Viduli

L ufficio paghe informa: a cura della responsabile Consulente del lavoro Cristiana Viduli L ufficio paghe informa: a cura della responsabile Consulente del lavoro Cristiana Viduli Entro il 31 gennaio 2017 possibile la sottoscrizione di accordi di Cassa Integrazione Guadagni in Deroga di durata

Dettagli

Collocamento Mirato di Pisa

Collocamento Mirato di Pisa Incontro SDS Pisa 25/01/16 Collocamento Mirato di Pisa Legge 68/99 Normativa di riferimento L inserimento delle persone con disabilità nel mondo del lavoro è una realtà regolamentata dalla legge 12 marzo

Dettagli

PROVINCIA DI PIACENZA SETTORE WELFARE, LAVORO E FORMAZIONE PROFESSIONALE UNITA' ORGANIZZATIVA POLITICHE DEL LAVORO

PROVINCIA DI PIACENZA SETTORE WELFARE, LAVORO E FORMAZIONE PROFESSIONALE UNITA' ORGANIZZATIVA POLITICHE DEL LAVORO PROVINCIA DI PIACENZA SETTORE WELFARE, LAVORO E FORMAZIONE PROFESSIONALE UNITA' ORGANIZZATIVA POLITICHE DEL LAVORO L. 12 marzo 1999, n, 68, art. 14 L.R. 01 agosto 2005 n. 17, art. 19. FONDO REGIONALE PER

Dettagli

Le agevolazioni per assunzioni: altre categorie di lavoratori

Le agevolazioni per assunzioni: altre categorie di lavoratori Le agevolazioni per assunzioni: altre categorie di lavoratori AGEVOLAZIONI E RIFERIMENTO NORMATIVO REQUISITI LAVORATORI AZIENDE DESTINATARIE DETTAGLI BENEFICI PREVISTI PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI RACCOMANDAZIONE

Dettagli

D.Lgs. 185/ correttivo Jobs Act

D.Lgs. 185/ correttivo Jobs Act Lavoro accessorio Obbligo di attivazione dei voucher, tramite comunicazione su sito INPS, con riferimento ad un arco temporale pari a massimo 30 giorni (D. Lgs. n. 81/2015, art. 49, comma 3) Introdotto

Dettagli

Piano straordinario per l occupazione. MISURA I.1 Incentivi all occupazione di giovani e adulti DOMANDE FREQUENTI PREREGISTRAZIONE

Piano straordinario per l occupazione. MISURA I.1 Incentivi all occupazione di giovani e adulti DOMANDE FREQUENTI PREREGISTRAZIONE Piano straordinario per l occupazione MISURA I.1 Incentivi all occupazione di giovani e adulti DOMANDE FREQUENTI PREREGISTRAZIONE Domanda n. 1 Perché è utile preregistrarsi? La pre-registrazione è opportuna

Dettagli

SOMMARIO. Parte I CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI E DISCIPLINA DEI LICENZIAMENTI

SOMMARIO. Parte I CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI E DISCIPLINA DEI LICENZIAMENTI SOMMARIO Presentazione... V Nota Autori... VII Parte I CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI E DISCIPLINA DEI LICENZIAMENTI Capitolo I CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI E RIORDINO DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI di Pierluigi

Dettagli

Principi comuni in materia di tirocini, definizioni e tipologie

Principi comuni in materia di tirocini, definizioni e tipologie Calabria di Francesca Fazio Introduzione Con deliberazione di Giunta regionale n. 268 del 29 luglio 2013, pubblicata nel BUR n. 18 del 16 settembre 2013, la Regione Calabria ha approvato la propria Proposta

Dettagli

C i r c o l a r i. E d i z i o n e I d i F e b b r a i o

C i r c o l a r i. E d i z i o n e I d i F e b b r a i o C i r c o l a r i E d i z i o n e I d i F e b b r a i o 2 0 1 5 S G R A V I C O N T R I B U T I V I T R I E N N A L I 2 0 1 5 - P r i m e i s t r u z i o n i I N P S Siri Consulenza e Organizzazione Srl

Dettagli

Regolamento per l erogazione di contributi per l avvio e l esercizio dell attività libero professionale

Regolamento per l erogazione di contributi per l avvio e l esercizio dell attività libero professionale Regolamento per l erogazione di contributi per l avvio e l esercizio dell attività libero professionale Articolo 1 - Contributi concessi 1. Il Consiglio di Amministrazione, con le modalità ed i limiti

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA LA PROVINCIA DI GORIZIA E I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LO SVILUPPO DI AZIONI SINERGICHE DI

PROTOCOLLO DI INTESA TRA LA PROVINCIA DI GORIZIA E I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LO SVILUPPO DI AZIONI SINERGICHE DI PROTOCOLLO DI INTESA TRA LA PROVINCIA DI GORIZIA E I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LO SVILUPPO DI AZIONI SINERGICHE DI POLITICA ATTIVA DEL LAVORO PREMESSA Il presente protocollo d intesa si prefigge

Dettagli

ASSUNZIONI 2017: GUIDA AGLI INCENTIVI

ASSUNZIONI 2017: GUIDA AGLI INCENTIVI ASSUNZIONI 2017: GUIDA AGLI INCENTIVI La Legge di Stabilità 2017 e l Anpal Agenzia Nazionale Politiche Attive per il Lavoro hanno aggiornato le agevolazioni sulle assunzioni, volte a contrastare la disoccupazione.

Dettagli

PIANO GARANZIA GIOVANI

PIANO GARANZIA GIOVANI PIANO GARANZIA GIOVANI Le imprese possono accedere a INCENTIVI e BONUS OCCUPAZIONALI se attivano un tirocinio o assumono un giovane che ha aderito al programma Garanzia Giovani CHI PUÒ PARTECIPARE AL PROGRAMMA?

Dettagli

Circolare N. 74 del 19 Maggio 2015

Circolare N. 74 del 19 Maggio 2015 Circolare N. 74 del 19 Maggio 2015 Tirocini extracurriculari stipulati con i parenti senza agevolazioni Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il Ministero del Lavoro e delle Politiche

Dettagli

Roma, 20-04-2016. Messaggio n. 1760 OGGETTO:

Roma, 20-04-2016. Messaggio n. 1760 OGGETTO: Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Roma, 20-04-2016 Messaggio

Dettagli

L.R. 20/2015, art. 3, c. 30 B.U.R. 2/9/2015, S.O. n. 34. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 28 agosto 2015, n. 0178/Pres.

L.R. 20/2015, art. 3, c. 30 B.U.R. 2/9/2015, S.O. n. 34. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 28 agosto 2015, n. 0178/Pres. L.R. 20/2015, art. 3, c. 30 B.U.R. 2/9/2015, S.O. n. 34 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 28 agosto 2015, n. 0178/Pres. Regolamento per la concessione dei contributi di cui all articolo 3, commi da

Dettagli

Le news dell Associazione Giovani Newsletter n. 0

Le news dell Associazione Giovani Newsletter n. 0 AGEVOLAZIONE ASSUNZIONE PERCETTORE ASPI Tabella di paragone con decreto Fornero (Decreto Direttoriale del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali n.264 del 19 aprile 2013) e mobilità (Art.8, commi

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore

Istituto di Istruzione Superiore Istituto di Istruzione Superiore Cavour Marconi Pascal Sede centrale: loc. Piscille, Via Assisana 40/d 06154 - PERUGIA Tel. 0755838322 Fax 07532371 Sede coordinata loc. Olmo, Via Trasimeno Ovest PG Tel.

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. CENTRO PER L'IMPIEGO

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. CENTRO PER L'IMPIEGO AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. CENTRO PER L'IMPIEGO Determinazione nr. 2246 Trieste 05/09/2013 Proposta nr. 671 Del 02/09/2013 Oggetto: Avviso pubblico per la presentazione di domande di contributo destinate

Dettagli

Tipologia contrattuale: sia contratto a tempo indeterminato (anche part-time) che contratto a termine.

Tipologia contrattuale: sia contratto a tempo indeterminato (anche part-time) che contratto a termine. Lavoratori in mobilità da ameno 12 mesi ( 1 ) Incentivo normativo Chi può utilizzarlo: solo i datori di lavoro che non abbiano in corso sospensioni dal lavoro o abbiano proceduto a riduzioni di personale

Dettagli

Comitato di sorveglianza POR FSE

Comitato di sorveglianza POR FSE Comitato di sorveglianza POR FSE Iniziativa Occupazione Giovani Garanzia Giovani Paolo Baldi Direttore Istruzione e Formazione Firenze, 27 Maggio 2016 Quadro di riferimento e dotazione finanziaria Garanzia

Dettagli

Il sistema degli incentivi alle imprese e relative opportunità nelle assunzioni

Il sistema degli incentivi alle imprese e relative opportunità nelle assunzioni Il sistema degli incentivi alle imprese e relative opportunità nelle assunzioni GLI INCENTIVI ALL ASSUNZIONE PREVISTI A LIVELLO NAZIONALE Esonero contributivo previsto dalla Legge di stabilità anno 2016

Dettagli

Agli operai, impiegati, quadri, soci e non soci di cooperative di produzione e lavoro, lavoratori poligrafici e giornalisti, dipendenti da:

Agli operai, impiegati, quadri, soci e non soci di cooperative di produzione e lavoro, lavoratori poligrafici e giornalisti, dipendenti da: ATTENZIONE A seguito delle recenti novità legislative introdotte dalle leggi Riforma del mercato del lavoro (L. 92/2012), Misure urgenti per la crescita del paese (L. 134/2012) e dalla legge di stabilità

Dettagli

Legge Regionale 18/2005, art. 33 STABILIZZAZIONI contratti precari

Legge Regionale 18/2005, art. 33 STABILIZZAZIONI contratti precari Legge Regionale 18/2005, art. 33 STABILIZZAZIONI contratti precari D.P.REG. 0237/PRES del 13 dicembre 2013 entrato in vigore il 01.01.2014 REGIMI DI AIUTO (ALTERNATIVI): AIUTI DE MINIMIS : ai sensi del

Dettagli

Naspi 2016: requisiti, calcolo, durata. Le novità per il nuovo anno

Naspi 2016: requisiti, calcolo, durata. Le novità per il nuovo anno Naspi 2016: requisiti, calcolo, durata. Le novità per il nuovo anno Nuovo anno, nuove regole. In materia di ammortizzatori sociali sono molti i cambiamenti entrati in vigore riguardanti Naspi, Asdi e Dis-coll,

Dettagli

ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2015

ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2015 ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2015 Datori di lavoro beneficiari dell esonero contributivo: L incentivo è riconosciuto a tutti i datori di lavoro privati, a prescindere

Dettagli

INCENTIVI PER LE ASSUNZIONI

INCENTIVI PER LE ASSUNZIONI INCENTIVI PER LE ASSUNZIONI Principali incentivi Principali incentivi Legge di stabilità 2016 Incentivo per occupazione Principali incentivi Legge di stabilità 2016 Incentivo per occupazione Tirocinio

Dettagli

1. INCENTIVI PER ASSUNZIONI CON CONTRATTO DI APPRENDISTATO. Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale Giovani tra i 15 e i 25 anni

1. INCENTIVI PER ASSUNZIONI CON CONTRATTO DI APPRENDISTATO. Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale Giovani tra i 15 e i 25 anni PRINCIPALI INCENTIVI ALL ASSUNZIONE PREVISTI SIA DALLA NORMATIVA NAZIONALE CHE REGIONALE RIVOLTI ALLE IMPRESE CHE ASSUMONO NEET (GIOVANI TRA I 16 ED I 29 ANNI NON OCCUPATI NE INSERITI IN UN PERCORSO DI

Dettagli

Le agevolazioni contributive per le Organizzazioni di Volontariato che decidono di assumere personale non volontario alla luce della Legge di

Le agevolazioni contributive per le Organizzazioni di Volontariato che decidono di assumere personale non volontario alla luce della Legge di Le agevolazioni contributive per le Organizzazioni di Volontariato che decidono di assumere personale non volontario alla luce della Legge di Stabilità 2016 e della normativa vigente. Le possibilità che

Dettagli

Prorogati gli incentivi contributivi sull assunzione di disoccupati. (Decreto Ministero del Lavoro )

Prorogati gli incentivi contributivi sull assunzione di disoccupati. (Decreto Ministero del Lavoro ) CIRCOLARE A.F. N. 21 del 11 Febbraio 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Prorogati gli incentivi contributivi sull assunzione di disoccupati (Decreto Ministero del Lavoro 02.09.2013) Premessa Ai fini di

Dettagli

INPS, circolare 17 luglio 2007, n. 105

INPS, circolare 17 luglio 2007, n. 105 INPS, circolare 17 luglio 2007, n. 105 OGGETTO: Aziende agricole assuntrici di manodopera a tempo indeterminato e contribuzione al Fondo per l erogazione ai lavoratori dipendenti del settore esonero dal

Dettagli

INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L ASSUNZIONE DI PERSONALE

INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L ASSUNZIONE DI PERSONALE INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L ASSUNZIONE DI PERSONALE Provincia di Biella PIANO OPERATIVO REGIONALE FSE 2007-2013 OB. 2 COMPETITIVITA REGIONALE 1 1. DATORI DI LAVORO INTERESSATI Gli incentivi sono rivolti

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2016/2017 DISPOSIZIONI PER IL RINNOVO DELL ISCRIZIONE SCADENZA PRIMA RATA: 17 OTTOBRE 2016

ANNO ACCADEMICO 2016/2017 DISPOSIZIONI PER IL RINNOVO DELL ISCRIZIONE SCADENZA PRIMA RATA: 17 OTTOBRE 2016 ANNO ACCADEMICO 2016/2017 DISPOSIZIONI PER IL RINNOVO DELL ISCRIZIONE SCADENZA PRIMA RATA: 17 OTTOBRE 2016 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA 1) ISCRIZIONE Il

Dettagli

Circolare n. 31 del 21/10/2016

Circolare n. 31 del 21/10/2016 Direzione Generale degli Ammortizzatori sociali e I.O. Circolare n. 31 del 21/10/2016 Oggetto: Decreto legislativo n. 185 del 24 settembre 2016 recante Disposizioni integrative e correttive dei decreti

Dettagli

SCHEDA BANDO AVVISO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI SERVIZI ALLE IMPRESE CON PIANO DI SVILUPPO OCCUPAZIONALE CRE.S.C.O.

SCHEDA BANDO AVVISO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI SERVIZI ALLE IMPRESE CON PIANO DI SVILUPPO OCCUPAZIONALE CRE.S.C.O. AVVISO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI SERVIZI ALLE IMPRESE CON PIANO DI SVILUPPO OCCUPAZIONALE 2016-2017 CRE.S.C.O. ID Bando BA16-0252 Tempistica Le domande possono essere presentate fino al 30 dicembre

Dettagli

1. D. I SOGGETTI NON ACCREDITATI AI SENSI DELLA DGR 198/2014, POSSONO PRESENTARE DOMANDA PRIMA DELLA CONCLUSIONE DELLA PROCEDURA DI ACCREDITAMENTO?

1. D. I SOGGETTI NON ACCREDITATI AI SENSI DELLA DGR 198/2014, POSSONO PRESENTARE DOMANDA PRIMA DELLA CONCLUSIONE DELLA PROCEDURA DI ACCREDITAMENTO? AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PER L ATTIVAZIONE DI TIROCINI AI SENSI DELLA DGR 199/2013 PER PERSONE CON DISABILITA GRAVE E HANDICAP INTELLETTIVO E PSICHICO. 1. D. I SOGGETTI NON ACCREDITATI

Dettagli

COMUNE DI SAN MINIATO PROVINCIA DI PISA

COMUNE DI SAN MINIATO PROVINCIA DI PISA PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AI DATORI DI LAVORO PRIVATI AI FINI DELL ASSUNZIONE DI GIOVANI E DONNE DISOCCUPATI E INOCCUPATI Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale

Dettagli

Notiziario. Corriere della Sera Stop alla fuga dei ricercatori anche Bergamo è disarmata

Notiziario. Corriere della Sera Stop alla fuga dei ricercatori anche Bergamo è disarmata Notiziario Settembre 2013 Università La Repubblica Istruzione, l Italia torna a investire Corriere della Sera Stop alla fuga dei ricercatori anche Bergamo è disarmata La Repubblica Lingue straniere, ma

Dettagli

COMUNE DI CAPANNORI CRITERI E MODALITA PER L ISTITUZIONE DI UNA DOTE PER UN LAVORO

COMUNE DI CAPANNORI CRITERI E MODALITA PER L ISTITUZIONE DI UNA DOTE PER UN LAVORO COMUNE DI CAPANNORI CRITERI E MODALITA PER L ISTITUZIONE DI UNA DOTE PER UN LAVORO Articolo 1 Articolo 2 Finalità del progetto Istituzione dell albo delle persone in cerca di occupazione Modalità per l

Dettagli

AL VIA IL BONUS PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI (1 A PARTE)

AL VIA IL BONUS PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI (1 A PARTE) INFORMATIVA N. 336 07 OTTOBRE 2014 Varie AL VIA IL BONUS PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI (1 A PARTE) Ministero del Lavoro, Decreto direttoriale 8 agosto 2014, n. 1709 INPS, Circolare 3 ottobre 2014, n. 118

Dettagli

Macroarea. Avv. Gianfranco de Robertis Consulente legale S.A.I.? Anffas Onlus Nazionale

Macroarea. Avv. Gianfranco de Robertis Consulente legale S.A.I.? Anffas Onlus Nazionale Macroarea Avv. Gianfranco de Robertis Consulente legale S.A.I.? Anffas Onlus Nazionale Microarea INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE CON DISABILITÀ A SEGUITO DELLA L. 68/99 Con la L. 68/99 è venuto meno

Dettagli

INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i)

INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i) INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE 2013 (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i) Entità del finanziamento A livello nazionale: 307 milioni di euro circa Per

Dettagli

PIANO STRAORDINARIO PER L OCCUPAZIONE. MISURA I.1 PIÙ LAVORO Incentivi all occupazione di giovani e adulti DOMANDA DI AGEVOLAZIONE

PIANO STRAORDINARIO PER L OCCUPAZIONE. MISURA I.1 PIÙ LAVORO Incentivi all occupazione di giovani e adulti DOMANDA DI AGEVOLAZIONE PIANO STRAORDINARIO PER L OCCUPAZIONE MISURA I.1 PIÙ LAVORO Incentivi all occupazione di giovani e adulti DOMANDA DI AGEVOLAZIONE LINEA B - TRASFORMAZIONI/ASSUNZIONI PER DATORI DI LAVORO PRIVATI ALLA FINPIEMONTE

Dettagli

SOMMARIO. Capitolo 1 SEMPLIFICAZIONI IN ENTRATA

SOMMARIO. Capitolo 1 SEMPLIFICAZIONI IN ENTRATA SOMMARIO Capitolo 1 SEMPLIFICAZIONI IN ENTRATA 1. Politiche attive e servizi per l impiego... 2 2. Stato di disoccupazione secondo il Jobs Act... 5 2.1. Dichiarazione di immediata disponibilità (DID)...

Dettagli

LA RIFORMA DEL COLLOCAMENTO

LA RIFORMA DEL COLLOCAMENTO LA RIFORMA DEL COLLOCAMENTO Aggiornamento al 15 ottobre 2004 NUOVE FONTI NORMATIVE: Decreto legislativo 19/12/2002 n. 297 che ha modificato il Decreto Legislativo 21/4/2000 n. 181 Legge 14 /2/2003 n. 30

Dettagli

APPRENDISTATO I LIVELLO

APPRENDISTATO I LIVELLO APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E IL DIPLOMA PROFESSIONALE, IL DIPLOMA DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE E IL CERTIFICATO DI SPECIALIZZAZIONE TECNICA SUPERIORE I LIVELLO D.lgs. 15 giugno 2015, n. 81 24

Dettagli

PROVINCIA DI GROSSETO DIPARTIMENTO SERVIZI ALLA PERSONA AREA FORMAZIONE E POLITICHE DEL LAVORO SERVIZIO LAVORO

PROVINCIA DI GROSSETO DIPARTIMENTO SERVIZI ALLA PERSONA AREA FORMAZIONE E POLITICHE DEL LAVORO SERVIZIO LAVORO PROVINCIA DI GROSSETO DIPARTIMENTO SERVIZI ALLA PERSONA AREA FORMAZIONE E POLITICHE DEL LAVORO SERVIZIO LAVORO AVVISO PUBBLICO FONDO REGIONALE PER L OCCUPAZIONE DEI DISABILI (art. 14, legge 12/03/1999,

Dettagli

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 09/086/CU/C9

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 09/086/CU/C9 CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 09/086/CU/C9 PARERE SULLO SCHEMA DI DECRETO INTERMINISTERIALE CONCERNENTE I CRITERI E LE MODALITÀ PER LA RIPARTIZIONE DELLE DISPONIBILITÀ DEL FONDO PER

Dettagli

SOMMARIO. Presentazione... XIII Nota sull Autore... XV. Parte Prima INTEGRAZIONI SALARIALI PRE RIFORMA

SOMMARIO. Presentazione... XIII Nota sull Autore... XV. Parte Prima INTEGRAZIONI SALARIALI PRE RIFORMA SOMMARIO Presentazione... XIII Nota sull Autore... XV Parte Prima INTEGRAZIONI SALARIALI PRE RIFORMA Capitolo 1 - Cassa integrazione guadagni ordinaria 1. Nozione... 3 2 Fonti... 3 3. Presupposti e cause

Dettagli

Jobs Act: le novità del decreto semplificazione (d.lgs. n. 151/2015)

Jobs Act: le novità del decreto semplificazione (d.lgs. n. 151/2015) Jobs Act: le novità del decreto semplificazione (d.lgs. n. 151/2015) Argomento Descrizione Operatività Contratti collettivi di II livello Libro Unico del Lavoro Comunicazioni telematiche Lavoro accessorio

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Sostegno all' Occupazione - SIL IL RESPONSABILE INCARICATO DI P.O.

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Sostegno all' Occupazione - SIL IL RESPONSABILE INCARICATO DI P.O. REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Sostegno all' Occupazione - SIL Proposta nr. 178 del 07/08/2013 - Determinazione nr. 1971 del 08/08/2013 OGGETTO: L. 68/99, art.

Dettagli

AVVISO Dote Lavoro Tirocini Giovani. BURL 28 novembre 2012

AVVISO Dote Lavoro Tirocini Giovani. BURL 28 novembre 2012 AVVISO Dote Lavoro Tirocini Giovani BURL 28 novembre 2012 Il presente Avviso intende favorire i giovani e le aziende attraverso interventi atti a : - sostenere i giovani nell attivazione e realizzazione

Dettagli

INCENTIVI ALL OCCUPAZIONE

INCENTIVI ALL OCCUPAZIONE Prato, 29 ottobre 2012 ALLA SPETTABILE CLIENTELA CIRCOLARE INCENTIVI ALL OCCUPAZIONE Con la presente circolare si portano a conoscenza della Spett.le clientela le ultime novità per quanto riguarda gli

Dettagli

Interventi Atto Negoziale Regione Lombardia e Provincia di Brescia Anno 2016 AVVISO PUBBLICO DONNE OVER 40 UOMINI OVER 45

Interventi Atto Negoziale Regione Lombardia e Provincia di Brescia Anno 2016 AVVISO PUBBLICO DONNE OVER 40 UOMINI OVER 45 Interventi Atto Negoziale Regione Lombardia e Provincia di Brescia 2011-2013 Anno 2016 AVVISO PUBBLICO DONNE OVER 40 UOMINI OVER 45 Incentivi alle imprese per inserimento lavorativo di disoccupati residenti

Dettagli

Interventi Atto Negoziale Regione Lombardia e Provincia di Brescia Anno 2016 AVVISO PUBBLICO DONNE OVER 40 UOMINI OVER 45

Interventi Atto Negoziale Regione Lombardia e Provincia di Brescia Anno 2016 AVVISO PUBBLICO DONNE OVER 40 UOMINI OVER 45 Interventi Atto Negoziale Regione Lombardia e Provincia di Brescia 2011-2013 Anno 2016 AVVISO PUBBLICO DONNE OVER 40 UOMINI OVER 45 Incentivi alle imprese per inserimento lavorativo di disoccupati residenti

Dettagli

Descrizione incentivo

Descrizione incentivo Lavoratori privi di contratto di lavoro a tempo indeterminato nei 6 mesi precedenti ( 1 ) Lavoratori in CIGS di aziende in CIGS ( 2 ) INCENTIVO FINANZIARIA Chi può utilizzarlo: tutti i datori di lavoro

Dettagli

art. 1 oggetto e finalità

art. 1 oggetto e finalità Regolamento per la concessione di finanziamenti in conto capitale di cui all articolo 10, commi da 44 a 50 della legge regionale 30 dicembre 2008, n. 17 (Legge finanziaria 2009), per la realizzazione di

Dettagli

Legge di stabilità, il restyling delle agevolazioni. per le nuove assunzioni.

Legge di stabilità, il restyling delle agevolazioni. per le nuove assunzioni. Legge di stabilità, il restyling delle agevolazioni per le nuove assunzioni. Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del 29 dicembre 2014 la Legge di Stabilità 2015 mira a promuovere forme di occupazione

Dettagli

C O M U N E D I T R E M E Z Z I N A Provincia di Como

C O M U N E D I T R E M E Z Z I N A Provincia di Como Attivazione graduatoria permanente per l assunzione di personale a tempo determinato ed indeterminato per profili per i quali è previsto quale requisito il solo assolvimento dell obbligo scolastico. A

Dettagli

Descrizione incentivo

Descrizione incentivo Lavoratori privi di contratto di lavoro a tempo indeterminato nei 6 mesi precedenti ( 1 ) Lavoratori in CIGS di aziende in CIGS ( 2 ) INCENTIVO LEGGE DI STABILITA 2016 Chi può utilizzarlo: tutti i datori

Dettagli

CIRCOLARE N (Lavoro) Protocollo sul welfare (legge 247/2007)

CIRCOLARE N (Lavoro) Protocollo sul welfare (legge 247/2007) CIRCOLARE N. 2 2008 (Lavoro) Protocollo sul welfare (legge 247/2007) Con la legge 247/2007 (Protocollo Welfare) vengono introdotte numerose novità in materia di previdenza, lavoro e competitività, con

Dettagli

Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili e ricerca

Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili e ricerca Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili e ricerca Regolamento per la concessione e l erogazione di contributi per il sostegno alle imprese che stipulano

Dettagli

DESCRIZIONE BENEFICIO

DESCRIZIONE BENEFICIO DESCRIZIONE BENEFICIO Lavoratori assunti ai sensi dell art.8, comma 9, della Legge 29/12/90, n.407, aventi titolo alla riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro -disoccupati o cassintegrati

Dettagli

IVA - DICHIARAZIONE ANNUALE CONTRIBUENTI NON TENUTI ALLA PRESENTAZIONE DI UNICO

IVA - DICHIARAZIONE ANNUALE CONTRIBUENTI NON TENUTI ALLA PRESENTAZIONE DI UNICO 05/02/2016 ADEMPIMENTI AZIENDALI - FEBBRAIO 2016. N.B.: il Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 148, entrato in vigore il 24 settembre 2015, ha modificato i termini di presentazione delle domande

Dettagli

TIPOLOGIE DI INCENTIVI LAVORATORI INTERESSATI

TIPOLOGIE DI INCENTIVI LAVORATORI INTERESSATI TIPOLOGIE DI INCENTIVI 4. ASSUNZIONI TIPOLOGIE DI INCENTIVI AGEVOLATE TIPOLOGIE DI INCENTIVI LAVORATORI INTERESSATI Previdenziali: il datore di lavoro ha diritto, per un certo periodo, a fruire di riduzioni

Dettagli

Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito R E G O L A M E N TO

Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito R E G O L A M E N TO Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito Art. 1 Finalità R E G O L A M E N TO La Camera di Commercio di Como, nell ambito delle iniziative promozionali

Dettagli

FINANZIAMENTI PER LA REGISTRAZIONE DEI MARCHI

FINANZIAMENTI PER LA REGISTRAZIONE DEI MARCHI FINANZIAMENTI PER LA REGISTRAZIONE DEI MARCHI Fino all 80% di contributi a fondo perduto per i marchi comunitari e internazionali agevolazioni alle imprese stanziati 4,5 milioni di euro dal Ministero dello

Dettagli

1) Destinatari del trattamento. 2) Misura, durata del trattamento di integrazione salariale in deroga. 3) Termini per la presentazione della domanda

1) Destinatari del trattamento. 2) Misura, durata del trattamento di integrazione salariale in deroga. 3) Termini per la presentazione della domanda Allegato 1) INTEGRAZIONE LINEE GUIDA DOMANDE DI CIG IN DEROGA 1) Destinatari del trattamento Lavoratori apprendisti licenziati che non rientrano nella normativa di cui all art. 19, commi 1, lettera c),

Dettagli

TOP SERVICES HEALTH OGGETTO: ASSUNZIONI AGEVOLATE: GUIDA AI NUOVI INCENTIVI

TOP SERVICES HEALTH OGGETTO: ASSUNZIONI AGEVOLATE: GUIDA AI NUOVI INCENTIVI Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: ASSUNZIONI AGEVOLATE: GUIDA AI NUOVI INCENTIVI Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza delle possibilità

Dettagli

nota informativa aggiornata al 6 dicembre 2005

nota informativa aggiornata al 6 dicembre 2005 nota informativa aggiornata al 6 dicembre 2005 Oggetto: Legge n. 68 del 12 marzo 1999, art. 13 Agevolazioni per le assunzioni regolamentazione: D.ecreto 13 gennaio 2000, n. 91 Deliberazione della Giunta

Dettagli

PIANO PROVINCIALE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI 2007/2009

PIANO PROVINCIALE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI 2007/2009 PIANO PROVINCIALE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI 2007/2009 Dispositivo ID 436318 FORME DI SOSTEGNO AGLI INTERVENTI DI CUI ALL ART.6 C.2 DELLA LR13/03 VOLTI A FAVORIRE L INSERIMENTO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Sostegno all' Occupazione - SIL I L D I R I G E N T E

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Sostegno all' Occupazione - SIL I L D I R I G E N T E REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Sostegno all' Occupazione - SIL Proposta nr. 71 del 19/03/2013 - Determinazione nr. 722 del 19/03/2013 OGGETTO: Fondo provinciale

Dettagli