Provincia di Rieti Carta dei Servizi per l Impiego SERVIZI PER I LAVORATORI SERVIZI PER I DATORI DI LAVORO PROGETTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Provincia di Rieti Carta dei Servizi per l Impiego SERVIZI PER I LAVORATORI SERVIZI PER I DATORI DI LAVORO PROGETTI"

Transcript

1 Provincia di Rieti Carta dei Servizi per l Impiego SERVIZI PER I LAVORATORI SERVIZI PER I DATORI DI LAVORO PROGETTI

2 Centri per l Impiego della Provincia di Rieti Centro per l'impiego Rieti Via M. Rinaldi Rieti Tel Fax: Orari di apertura: Tutti i giorni dalle Martedi e Giovedi dalle / Centro per l'impiego Poggio Mirteto Via G. De Vito P. Mirteto (Ri) Tel Fax: Tutti i giorni dalle Martedi e Giovedi dalle /

3 Obiettivi della carta dei Servizi L elaborazione della Carta dei Servizi per l Impiego vuole rispondere alla necessità e all impegno di un continuo miglioramento della qualità dei servizi attraverso obiettivi di unificazione e trasparenza delle procedure interne e di maggior rispondenza ai bisogni e alle aspettative degli utenti. La Carta dei Servizi per l Impiego si applica a tutti i servizi per il lavoro della Provincia di Rieti, stabilisce i principi ed i presupposti per la loro erogazione, costituisce un documento di impegno ed un vero e proprio patto con i propri Utenti. La Carta si propone di creare un percorso di dialogo e di verifica con tutti gli utenti, finalizzata al costante miglioramento dei Servizi per l Impiego consentendo agli stessi di esprimere la propria soddisfazione rispetto alle prestazioni avute, di proporre suggerimenti per il miglioramento dei servizi o di presentare reclami

4 Principi per l erogazione La Carta costituisce il documento attraverso il quale i Servizi Pubblici per l Impiego della Provincia di Rieti rendono trasparente l impegno nei confronti degli utenti, attraverso il dialogo e nel rispetto dei seguenti principi generali: Eguaglianza I Servizi per l Impiego si impegnano ad assistere con cortesia e riservatezza tutte le diverse categorie e fasce d utenti, nel rispetto dei principi generali di eguaglianza, imparzialità, etica, legalità e pari opportunità senza alcuna discriminazione. Continuità I Servizi per l Impiego si impegnano affinché l erogazione dei servizi sia continua, regolare e senza interruzioni; impegnandosi, in caso di disservizio, ad adottare tutte le misure atte a ridurre disagi o danni agli utenti. Trasparenza e partecipazione Attraverso la Carta ed il sito web portalelavororieti.it si vuole fornire una informazione comprensibile e chiara al fine di agevolare una partecipazione attiva degli utenti per la gestione ed il miglioramento dei servizi offerti

5 Efficacia ed efficienza La priorità dei Servizi per l Impiego è l utilizzo delle risorse umane e finanziarie in maniera efficace ed efficiente definendo parametri di riferimento e tecniche di monitoraggio per individuare eventuali criticità. Accessibilità I Servizi per l Impiego sono aperti a tutti, l erogazione dei servizi è assicurata con continuità e regolarità; informazioni, orari di apertura e modalità di accesso sono orientati al principio della massima fruibilità. Gratuità Tutti i servizi erogati dai Centri per l impiego e dal Servizio Politiche del Lavoro sono gratuiti

6 Servizi erogati Per i lavoratori Accoglienza e primo colloquio Informazione ed orientamento Ammortizzatori sociali (cig/mobilità) Incontro domanda/offerta di lavoro Promozione stage Collocamento mirato delle categorie protette (L.68/99) Obbligo formativo Avviamenti nella Pubblica Amministrazione Eures - European Employment Services Orientamento alla creazione d impresa Per i datori di lavoro Accoglienza e consulenza su: agevolazioni-incentivi-progetti speciali Incontro domanda/offerta di lavoro Promozione stage Apprendistato Ammortizzatori sociali Collocamento mirato delle categorie protette (L.68/99)

7 Servizi per i lavoratori tirocini obbligo formativo accoglienza lavoratore informazione orientamento ammortizzatori sociali categorie protette incontro domanda/offerta

8 Accoglienza Cosa offre L accoglienza è un servizio fondamentale poiché costituisce il primo contatto con le prestazione del CPI. Il servizio raccoglie le richieste di informazione degli utenti e li indirizza all operatore più idoneo, interno od esterno A chi si rivolge L utenza potenziale dei Centri per l Impiego è costituita da: adolescenti / giovani disoccupati / inoccupati cittadini stranieri occupati L operatore fornirà notizie generali sui servizi e sulle modalità di accesso agli stessi, oltre a rispondere alle richieste di informazione Come si accede-in quanto tempo Il servizio è gratuito e viene erogato attraverso gli sportelli di ogni Centro per l Impiego. L accesso al servizio è immediato, salvo attesa del proprio turno. Dove-chi contattare Recarsi o telefonare alla sede del Centro per l Impiego competente per domicilio del lavoratore. Non è necessario fissare un appuntamento Modalità di erogazione Rappresenta il momento della presa in carico dell utente attraverso l analisi della richiesta formulata, il primo colloquio di orientamento, l inserimento o l aggiornamento dei dati anagrafici e professionali nella banca dati, la stipula del Patto di Servizio, l eventuale rinvio ad un servizio specialistico.

9 Informazione e orientamento Cosa offre Informa l utente sui servizi erogati indicando le modalità ed i tempi di accesso, ne raccoglie i bisogni e propone il rinvio ad altri servizi interni e/o esterni A chi si rivolge Alle persone che cercano informazioni su lavoro e formazione, a coloro che sono immediatamente disponibili al lavoro (disoccupati, inoccupati, donne nella fase del reinserimento lavorativo, occupati che intendono cambiare lavoro) Modalità di erogazione L operatore ascolta ed accoglie la domanda e verifica i bisogni dell utente. Fornisce un quadro chiaro dell offerta dei servizi del Centro, garantendo attenzione e cortesia, rinvia ad altri servizi interni e/o esterni Come si accede-in quanto tempo L accesso al servizio è immediato in orario di apertura al pubblico Dove-chi contattare L operatore di sportello presso il Centro Impiego competente per domicilio

10 Ammortizzatori sociali (cig/mobilità) Cosa offre Favorisce il reinserimento lavorativo delle persone coinvolte in processi di ristrutturazione, riorganizzazione aziendale, riduzione di personale o di cessazione di attività aziendale A chi si rivolge A coloro che sono coinvolti in processi di mobilità indennizzata(l.223/91) dipendenti da imprese che abbiano occupato nel semestre precedente più di 15 dipendenti, coloro che rientrino nell area di applicazione della CIGS ed i lavoratori che abbiano maturato un anzianità di almeno 12 mesi, di cui 6 di lavoro effettivo. Modalità di erogazione L accesso al servizio avviene attraverso la presentazione del lavoratore licenziato da un azienda con più di 15 dipendenti, per l iscrizione negli elenchi anagrafici Dopo l approvazione delle liste da parte della Commissione Regionale, i Centri per l Impiego provvedono a inviare ai lavoratori la comunicazione di iscrizione nelle liste di mobilità indicando i diritti e doveri del disoccupato che si trovi in tale condizione. Come si accede-in quanto tempo Recarsi personalmente alla sede del Centro per l Impiego competente per residenza del lavoratore. Dove-chi contattare Rivolgersi allo Sportello Mobilità. Non è necessario fissare un appuntamento.

11 Incontro domanda/offerta Cosa offre Favorisce il contatto tra le disponibilità del lavoratore e le esigenze delle aziende, cosi da facilitare l inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro A chi si rivolge Alle persone immediatamente disponibili al lavoro (disoccupati, inoccupati, donne nella fase del reinserimento lavorativo, occupati che intendono cambiare lavoro) Modalità di erogazione Come si accede-in quanto tempo Accesso al servizio immediato. Pubblicazione delle offerte di lavoro sul sito provinciale e presso i CPI. Dove-chi contattare Presso il Servizio Incontro Domanda/Offerta del Centro per l'impiego competente per il proprio domicilio. Compilazione di autocandidature che gli operatori valuteranno in relazione ai requisiti richiesti, raccolta di CV e invio alle aziende dei nominativi dei candidati in possesso dei profili concordati

12 Categorie protette Cosa offre L iscrizione nelle liste delle persone disabili (Legge 68/99) e appartenenti ad altre categorie protette ed è volto ad agevolare l accesso a percorsi di inserimento lavorativo. A chi si rivolge Il servizio si rivolge alle persone che rientrano nelle categorie protette di cui alla Legge 68/99. In particolare invalidi civili con percentuale di invalidità superiore al 46%, invalidi del lavoro con percentuale superiore al 33%, non vedenti, invalidi di guerra,sordomuti. Altre categorie protette (non disabili): profughi, orfani e vedove per cause di guerra, servizio e lavoro ed equiparati, vittime del terrorismo e della criminalità organizzata Modalità di erogazione Su richiesta degli aventi diritto, con apposita autocertificazione comprovante la disabilità o l appartenenza alle categorie protette, il servizio provvede all iscrizione del lavoratore nelle liste previste dalla normativa Come si accede-in quanto tempo Modalità di accesso immediato, salvo attesa del proprio turno Dove-chi contattare Recarsi o telefonare alla sede del Centro per l Impiego competente per domicilio del lavoratore. Non è necessario fissare un appuntamento

13 Tirocini Cosa offre Informa le persone sulla pratica del tirocinio, predispone la convenzione tra impresa e tirocinante, segue il tirocinante nel suo percorso. A chi si rivolge Alle persone immediatamente disponibili al lavoro (disoccupati, inoccupati, donne nella fase del reinserimento lavorativo, occupati che intendono cambiare lavoro) Modalità di erogazione Il servizio è erogato attraverso lo sportello stage operante all interno dei Centri per l Impiego della Provincia. E un servizio pubblico, gratuito, che comprende l informazione, la consulenza,la compilazione degli atti necessari all avvio della procedura di stage,nonché il monitoraggio e l assistenza. Il servizio si esplica attraverso la presa in carico dell utente da parte dell operatore che lo informa sulla pratica del tirocinio, sul tutoraggio nel percorso di azienda. Come si accede-in quanto tempo Informazioni di carattere generale sullo stage: contatto con gli operatori negli orari d'ufficio Dove-chi contattare Presso il Servizio Tirocini del Centro per l'impiego della Provincia che comprende il comune del proprio domicilio.

14 Obbligo formativo Cosa offre Informa la famiglia ed il giovane sul diritto/dovere di frequentare un attività formativa fino all età di 18 anni, attraverso uno dei tre percorsi consentiti dalla normativa vigente: la Scuola, la Formazione professionale e l Apprendistato A chi si rivolge Ai giovani in età 15/17 anni in difficoltà rispetto alla scelta scolastica/formativa da intraprendere dopo l obbligo scolastico, in difficoltà circa il percorso scolastico/formativo intrapreso o che abbiano abbandonato uno dei tre percorsi del Diritto/Dovere all Istruzione e alla Formazione (Scuola, Formazione ed Apprendistato). Modalità di erogazione Colloqui e presa in carico del giovane da parte dell operatore e registrazione nel sistema informativo. Sono previste anche visite di informazione nelle scuole. Come si accede-in quanto tempo Per coloro che hanno abbandonato il percorso scolastico e sono segnalati dalle scuole, su convocazione da parte dell operatore del Servizio Obbligo Formativo oppure per accesso spontaneo Dove-chi contattare Rivolgersi al servizio Obbligo Formativo presso il Centro Impiego competente per domicilio del giovane

15 Servizi per i datori di lavoro Accoglienza e consulenza Categorie protette azienda Incontro domanda/offerta Tirocini

16 Accoglienza e consulenza Cosa offre Mette a disposizione dell azienda un servizio gratuito, dando risposte concrete alle sue esigenze di personale, supportandola nella ricerca e nella selezione e provvede a fornire risposte puntuali su normativa, incentivi all occupazione, mobilità A chi si rivolge A tutti i datori di lavoro, pubblici e privati, consulenti, associazioni di categoria. Modalità di erogazione Durante un primo contatto l utente illustra le proprie esigenze e l operatore presenta i diversi servizi effettuando una consulenza in merito alle diverse tipologie contrattuali, alle agevolazioni e agli incentivi. Il servizio supporta l impresa nella ricerca del personale, fornisce informazioni sul collocamento mirato, illustra le funzionalità dell invio telematico degli atti amministrativi, attua la procedura relativa alle assunzioni nel settore Pubblico Come si accede-in quanto tempo Il servizio è gratuito e viene erogato attraverso lo sportello presente all interno di ogni Centro per l Impiego L accesso al servizio è immediato. Dove-chi contattare Recarsi o telefonare al Centro per l Impiego competente per comune ove l azienda ha la sede operativa.

17 Incontro domanda/offerta Cosa offre Il servizio si pone come obiettivo la soddisfazione della richiesta di personale delle aziende che cercano figure professionali offrendo un servizio di pubblicizzazione delle posizioni vacanti. A chi si rivolge Ai datori di lavoro pubblici e privati che ricercano personale. Modalità di erogazione Per usufruire del servizio ci si deve rivolgere al Centro per l Impiego dove è ubicata la sede operativa dell azienda ed inoltrare la richiesta di personale, compilando e presentando l apposito stampato. Dopo la pubblicizzazione segue l'invio dell elenco dei candidati che è sempre preceduto dalla preselezione degli stessi attraverso criteri che rispettano le indicazioni date dall'azienda. Nel caso di pubbliche amministrazioni vengono stilate graduatorie ed avviati a selezione i lavoratori aventi diritto. Il servizio offre anche consulenza per assunzioni agevolate, provvede alla segnalazione di persone che possono essere assunte con tale modalità (lista di mobilità, cassa integrazione guadagni straordinaria, apprendistato, iscritti di lunga durata) e informa su eventuali progetti che finanziano azioni di ricollocazione Come si accede-in quanto tempo Dal ricevimento della richiesta di personale l invio dell elenco dei candidati è settimanale fino alla scadenza dell offerta posta dall azienda, se trattasi di Enti pubblici si avvia a selezione alla scadenza della pubblicazione delle graduatorie Dove-chi contattare Rivolgersi al servizio Incontro domanda/offerta di lavoro della sede del Centro per l Impiego competente per sede operativa dell azienda.

18 Tirocini Cosa offre Permette alle aziende interessate di svolgere al proprio interno tirocini finalizzati all inserimento di lavoratori consentendo esperienze di formazione ed orientamento e fornisce assistenza amministrativa, consulenza nell elaborazione del progetto formativo e monitoraggio del percorso. A chi si rivolge Ai datori di lavoro e privati, consulenti, associazioni di categoria, Enti Pubblici stipula della convenzione tra Centro per l Impiego e Azienda attività di monitoraggio del tirocinio tramite contatti con l azienda il tutor aziendale e il tirocinante Come si accede-in quanto tempo L azienda invia, preventivamente, l apposita autocertificazione e contatta il Centro per l Impiego per ricevere un appuntamento Modalità di erogazione L azienda riceve: informazione sulle condizioni e le modalità di svolgimento di tirocinio consulenza per predisporre il progetto formativo dove sono indicati obiettivi, modalità, svolgimento e durata Dove-chi contattare Rivolgersi al Servizio Tirocini presso il Centro per l Impiego competente per sede operativa dell azienda

19 Categorie protette Cosa offre Il servizio provinciale Collocamento Mirato", promuove l'inserimento lavorativo e l'integrazione nell ambito aziendale della persona disabile. L'obiettivo principale è la realizzazione di un appropriato incontro tra domanda e offerta di lavoro, o meglio tra le specifiche esigenze e caratteristiche del lavoratore e dell'impresa. A chi si rivolge Il servizio si rivolge ai datori di lavoro, sia pubblici che privati, appartenenti a diverse categorie e determinate dal numero di dipendenti, individuate tramite l invio on-line del prospetto informativo dei dipendenti in forza. Modalità di erogazione L ufficio fornisce un servizio di assistenza e consulenza alle aziende per assolvere agli obblighi della Legge 68/99 attraverso strumenti e risorse previste dalla normativa: la convenzione di programma (ex art. 11 Legge 68/99) le dichiarazioni di Ottemperanza: le Compensazioni Territoriali l Esonero parziale: il rilascio di nulla-osta, l incontro domanda/offerta di lavoro Come si accede-in quanto tempo Per gli adempimenti amministrativi i tempi sono quelli previsti dalla norma in materia di procedimenti amministrativi Dove-chi contattare Il servizio e gli adempimenti amministrativi vengono svolti a livello provinciale da parte del Collocamento Mirato, posto presso il Centro per l Impiego di Rieti.

20 Questionario sulla soddisfazione degli utenti

21 PROVINCIA DI RIETI CENTRI PER L IMPIEGO 1)In passato si è mai rivolto ai nostri uffici ( vecchio collocamento )? SI NO Se sì, per quale motivo? informazioni iscrizione lavoro altro 2)Nell ultimo anno quante volte si è recato negli uffici del Centri per L impiego? spesso (due, tre volte al mese) raramente (una volta al mese) indicare il numero di volte mai 3) Come è venuto a conoscenza degli uffici dei Centri per l Impiego? pubblicazioni della provincia ( sito internet, affissioni, depliant informativi, ) associazioni sindacali stampa- radio-tv familiari/conoscenti non conosco altro (specificare) 4) Utilizza Internet per reperire informazioni dal sito della provincia dedicato al Lavoro? una volta alla giorno una volta ogni 15 giorni più di una volta alla settimana una volta al mese una volta alla settimana più di una volta al mese

22 5) E soddisfatto dei servizi erogati dai Centri per l Impiego? si poco abbastanza no 6)Come definirebbe la qualità dei servizi erogati dal Centro Impiego? Servizio scarso sufficiente ottimo Sito internet Accoglienza Categorie Protette Incontro domanda offerta Apprendistato Tirocinio Ammortizzatori sociali Altro (da specificare) Osservazioni, proposte, suggerimenti: Dati Anagrafici Sesso M F Età: Titolo di studio: meno di 18 anni elementare tra i 19 e i 25 anni media inferiore tra i 26 e i 35 anni media superiore tra i 36 e i 50 anni laurea oltre i 50 anni post laurea Data Grazie per la collaborazione

23 Questionario sulla soddisfazione delle aziende

24 PROVINCIA DI RIETI CENTRI PER L IMPIEGO 1)In passato si è mai rivolto ai nostri uffici ( vecchio collocamento )? Se sì, per quale motivo? NO SI informazioni iscrizione lavoro altro 2)Nell ultimo anno quante volte si è recato negli uffici del Centri per L impiego? spesso (due, tre volte al mese) raramente (una volta al mese) indicare il numero di volte mai 3) Come è venuto a conoscenza degli uffici dei Centri per l Impiego? pubblicazioni della provincia ( sito internet, affissioni, depliant informativi, ) associazioni sindacali stampa- radio-tv familiari/conoscenti non conosco altro (specificare) 4)Utilizza Internet per reperire informazioni dal sito della provincia dedicato al Lavoro? una volta alla giorno una volta ogni 15 giorni più di una volta alla settimana una volta al mese una volta alla settimana più di una volta al mese

25 5)E soddisfatto dei servizi erogati dai Centri per l Impiego? si poco abbastanza no 6)Come definirebbe la qualità dei servizi erogati dal Centro Impiego? Servizio scarso sufficiente ottimo Sito internet Accoglienza Categorie Protette Incontro domanda offerta Apprendistato Tirocinio Ammortizzatori sociali Altro (da specificare) Osservazioni, proposte, suggerimenti: Lei si presenta in qualità di: Datore di lavoro o suo rappresentante Incaricato di Associazione di Categoria Consulente del lavoro/commercialista Altro (specificare): Settore di appartenenza dell azienda Agricoltura Artigianato Industria Terziario Altro (specificare): Data Dimensione aziendale Meno di 5 dipendenti Da 6 a 10 dipendenti Da 11 a 15 dipendenti Oltre 15 dipendenti Grazie per la collaborazione

26 Modulo per suggerimenti/ reclami

27 Cognome Nome Indirizzo Telefono Indirizzo di posta elettronica SUGGERIMENTO /RECLAMO Oggetto e motivo del suggerimento / reclamo: Ufficio cui è proposto il suggerimento / reclamo Data Firma Ai sensi dell art. 13 della legge 196/03 e successive modificazioni e integrazioni, i dati personali forniti dovranno essere trattati dall ente al quale la presente dichiarazione viene prodotta, per le finalità connesse all erogazione del servizio o della prestazione per cui la dichiarazione stessa viene resa e per gli eventuali successivi adempimenti di competenza. NOTA: Il reclamo ha natura e funzioni diverse dai ricorsi amministrativi e giurisdizionali previsti dalle leggi vigenti; non influisce sui termini di scadenza dei ricorsi e non li sostituisce. Servizi per l Impiego della Provincia di Rieti P.zza Vittorio Emanuele II Rieti E possibile consegnare il presente modulo debitamente compilato al personale dei Centri per l Impiego oppure spedirlo via fax o posta.

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Guida pratica ai Servizi per l Impiego

Guida pratica ai Servizi per l Impiego Provincia di Padova Provincia di Padova Settore Lavoro e Formazione M INISTERO DEL E DELLE POLITICHE L AV O R O S OCIALI INVESTIAMO PER IL VOSTRO FUTURO ai Servizi per l Impiego Iniziativa cofinanziata

Dettagli

Vademecum sulla gestione degli stati nel Programma Garanzia Giovani

Vademecum sulla gestione degli stati nel Programma Garanzia Giovani Vademecum sulla gestione degli stati nel Programma Garanzia Giovani 1 Sommario Premessa... 3 Beneficiari: i giovani NEET... 4 Dall adesione alla fine del percorso... 6 Regole di gestione della tracciatura

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Provincia Autonoma di Trento Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Testo adottato dalla Giunta Provinciale con deliberazione n. xxxx del xx/xx/xxxx ART. 1. ELENCO ANAGRAFICO DEI LAVORATORI

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO Questo documento descrive le principali fasi del progetto congiuntamente promosso dalla Provincia di Torino e da Forma.Temp nei termini

Dettagli

NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014

NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014 NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014 COME ACQUISIRE LO STATO DI DISOCCUPAZIONE Lo stato di disoccupazione si compone di un elemento oggettivo (lo stato di privo di lavoro),

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

Al servizio del lavoro

Al servizio del lavoro www.lavoro.regione.lombardia.it Al servizio del lavoro Guida alle politiche di Regione Lombardia a sostegno dell occupazione. Opportunità e iniziative: per chi è disoccupato per i lavoratori colpiti dalla

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel. 0565 765244 FAX 0586 766091 PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa

Dettagli

(1) Livello Inquadramento

(1) Livello Inquadramento di Mutualità ed Assistenza MACERATA Via Gramsci, 38 Tel. 0733 230243 Fax. 0733 232145 E mail: info@cassaedilemacerata.it www. cassaedilemacerata.it DATI ANAGRAFICI DEL LAVORATORE ( per i nuovi assunti

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Affidati al monitoraggio di ADAPT e Repubblica degli Stagisti ben 3mila racconti: il problema principale sono i lunghi

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

PREMESSA. L opuscolo tratta la disciplina dei rapporti di lavoro alle dipendenze pubbliche.

PREMESSA. L opuscolo tratta la disciplina dei rapporti di lavoro alle dipendenze pubbliche. PREMESSA L opuscolo tratta la disciplina dei rapporti di lavoro alle dipendenze pubbliche. delle amministrazioni Una cospicua parte è dedicata al concorso, che costituisce la principale procedura con la

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998.

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998. Circolare 15 luglio 1998 n. 92 Ministero del lavoro Occupazione - misure straordinarie - tirocini formativi e di orientamento - stages - precisazioni del ministero. Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento.

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

Testo Unico dell apprendistato

Testo Unico dell apprendistato Testo Unico dell apprendistato Art. 1 Definizione 1. L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani. 2. Il contratto di apprendistato

Dettagli

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16 Modello B2 GRADUATORIE PERMANENTI DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO E AUSILIARIO AI SENSI DELL ART. 554 DEL D.L.VO 297/94 (indizione concorsi nell a.s. 2014/15) DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto l art. 5, comma 2, lettere b), e) ed f), della legge 23 agosto 1988, n. 400; Ritenuta

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

La carta dei servizi al cliente

La carta dei servizi al cliente La carta dei servizi al cliente novembre 2013 COS E LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi dell ICE Agenzia si ispira alle direttive nazionali ed europee in tema di qualità dei servizi e rappresenta

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili

Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili Assunzione Tipologie contrattuali Ai lavoratori avviati mediante il cd. collocamento obbligatorio vanno applicate le norme valide per la generalità

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

Programma Operativo Regionale della Lombardia. Ob. 2 (Competitività regionale e occupazione) FSE 2007-2013

Programma Operativo Regionale della Lombardia. Ob. 2 (Competitività regionale e occupazione) FSE 2007-2013 Allegato A al decreto n. 9254 del 14/10/2013 Programma Operativo Regionale della Lombardia Ob. 2 (Competitività regionale e occupazione) FSE 2007-2013 cofinanziato con il contributo del Fondo Sociale Europeo

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

CONTRIBUTI FIGURATIVI

CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI COSA SONO: I contributi determinano il diritto e l'importo della pensione. SI SUDDIVIDONO IN: - mensili - settimanali - giornalieri Un anno, composto di 12 mesi, comporterà 12 contributi mensili

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39 06.42.00.84.44/5 www.cnpi.it cnpi@cnpi.it C.F. 80191430588 Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Il mercato del lavoro danese

Il mercato del lavoro danese 1 AMBASCIATA D ITALIA COPENAGHEN Il mercato del lavoro danese Il modello della Flexicurity Composto dalle parole inglesi flexibility e security, il termine coniuga il concetto della facilità con cui le

Dettagli

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI 1 All. 2) GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 La Scuola Comunale dell Infanzia assume e valorizza le differenze individuali dei bambini nell ambito del processo

Dettagli

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all occupazione dei giovani. Possono essere assunti in

Dettagli

Garanzia Giovani: il coraggio che manca

Garanzia Giovani: il coraggio che manca @bollettinoadapt, 30 aprile 2014 Garanzia Giovani: il coraggio che manca di Giulia Rosolen, Lilli Casano, Lidia Petruzzo, Carmen Di Stani Tag: #lavoro #1maggio #riformedellavoro #garanziagiovani Poteva

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Per poter lavorare in Italia il cittadino straniero non comunitario deve essere in possesso del permesso di soggiorno rilasciato per

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione dei progetti di servizio civile nazionale da realizzare

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Il MERCATO. del LAVORO in LOMBARDIA

Il MERCATO. del LAVORO in LOMBARDIA Il MERCATO Dipartimento Mercato del Lavoro del LAVORO in LOMBARDIA Legge Regionale 22 approvata il 19 settembre 2006 dal Consiglio Regionale Lombardo ll nuovo testo è migliore rispetto al precedente su

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Monitoraggio dei processi formativi. Genova, 2 dicembre 2011

Monitoraggio dei processi formativi. Genova, 2 dicembre 2011 Monitoraggio dei processi formativi Genova, 2 dicembre 2011 Premessa: un patto!!! Nel Protocollo d Intesa le organizzazioni formative garantiscono un progressivo miglioramento e innalzamento della qualità

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO 1 ' UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE, ORGANIZZAZIONE E BILANCIO Ufficio X ex DGPOB Ufficio relazioni con il pubblico e Centro di documentazione REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO SOMMARIO CAPO

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

Norme finalizzate alla promozione di forme flessibili e semplificate di telelavoro

Norme finalizzate alla promozione di forme flessibili e semplificate di telelavoro Lo smart working è una modalità di lavoro innovativa basata su un forte elemento di flessibilità, in modo particolare di orari e di sede. Il futuro dell organizzazione del lavoro passa necessariamente

Dettagli

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Prot. 26329/2015 Selezione pubblica per l assunzione a tempo indeterminato di 892 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

Progetto Insieme si può

Progetto Insieme si può Progetto Insieme si può Network dei servizi sociali Lavoro di cura, badanti, politiche dei servizi Milano, 17 aprile 2007 e.mail insieme.roma@libero.it Sito del progetto www.insiemesipuo.net GLI OBIETTIVI

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali SESTA RELAZIONE AL PARLAMENTO SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE 12 MARZO 1999, N. 68 NORME PER IL DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI ANNI 2010 2011 Presentazione

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

La lettera di presentazione

La lettera di presentazione La lettera di presentazione Aggiornato a novembre 2008 La lettera di presentazione è necessaria nel caso di autocandidatura e facoltativa (quando non richiesta esplicitamente dall'azienda) negli altri

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Modulo VA : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro subordinato ai sensi degli artt. 14 comma 6 e 39 comma 9 del DPR. n. 394/99 e successive modifiche ed integrazioni Informazioni

Dettagli

Guida ai servizi online della Provincia di Milano

Guida ai servizi online della Provincia di Milano Guida ai servizi online della Provincia di Milano - 1 - Il servizio CPI On line consente a tutti gli iscritti ai Centri per l impiego della Provincia di Milano di visualizzare, modificare e stampare alcune

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE V MOD2 FR GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE INIZIATIVE DI FRANCHISI NG DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II Introduzione Questa guida è stata realizzata per

Dettagli