Data 2 maggio 2006 Numero Pagine 70. Pagina 1 di 71

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Data 2 maggio 2006 Numero Pagine 70. Pagina 1 di 71"

Transcript

1 Manuale d uso SUITE Strumenti di diagnostica Data 2 maggio 2006 Numero Pagine 70 Pagina 1 di 71

2 Indice: 1. GENERALITÀ PREREQUISITI HARDWARE E SOFTWARE Versione PC Windows INSTALLAZIONE SUITE MH TEAM TESTER SISTEMI SCS INTRODUZIONE RICERCA GUASTI IN IMPIANTI SCS AUTOMAZIONE RICERCA GUASTI IN IMPIANTI SCS ANTIFURTO RICERCA GUASTI IN IMPIANTI SCS TERMOREGOLAZIONE Analisi e soluzione di eventuali problemi RICERCA GUASTI IN IMPIANTI SCS DIFFUSIONE SONORA Analisi e soluzione di eventuali problemi RICERCA GUASTI IN IMPIANTI SCS INTEGRATI Integrazione con interfaccia F Integrazione con interfaccia F TILOG INTRODUZIONE UTILIZZO DEL SOFTWARE TILOG SU IMPIANTI SCS( AUTOMAZIONE, ANTIFURTO, TERMOREGOLAZIONE E DIFFUSIONE SONORA) UTILIZZO DEL SOFTWARE TILOG SU IMPIANTI DIGITALI 2 FILI CHIAMATA DA POSTO ESTERNO CHIAMATA DA POSTO ESTERNO + CONVERSAZIONE COMANDO SERRATURA E LUCI SCALE AUTOACCENSIONE - VIDEOCONTROLLO DOMESTICO RESET POSTO ESTERNO UTILIZZO DEL SOFTWARE TILOG SU IMPIANTI DIGITALI 6/8 FILI CHIAMATA DA POSTO ESTERNO CHIAMATA DA POSTO ESTERNO + CONVERSAZIONE COMANDO SERRATURA E LUCI SCALE AUTOACCENSIONE - VIDEOCONTROLLO DOMESTICO RESET POSTO ESTERNO CENTRALINO DI PORTINERIA WIZARD TIPBX INTRODUZIONE PROCEDURA PER IL COLLAUDO DEI CENTRALINI TELEFONICI PABX UTILIZZO DEL SOFTWARE WTIPBX CREAZIONE DELLA CONFIGURAZIONE BASE PERSONALIZZAZIONE CONFIGURAZIONE BASE INSERIMENTO DATI CLIENTE NELLA CONFIGURAZIONE PERSONALIZZATA COLLAUDO DEL CENTRALINO TELEFONICO PABX Pagina 2 di 71

3 1. Generalità Il presente documento ha come scopo il supporto all utente nell uso degli strumenti di diagnostica per i sistemi digitali BTicino. In dettaglio sono disponibili i seguenti strumenti. Piattaforma PC Windows: Tester Antifurto tester per impianti antifurto SCS Tester SCS tester per impianti SCS Automazione, Termoregolazione e Diffusione Sonora Tilog monitor per impianti videocitofonici SCS, SCS Automazione, Termoregolazione, Diffusione Sonora e Antifurto Wizard Tipbx messa in servizio e configurazione di centralini PABX 1.1 Prerequisiti Hardware e Software Versione PC Windows Personal Computer con processore Pentium >800 MHz 128 MB di memoria RAM Scheda grafica SVGA con risoluzione 800x600 Windows 95 rel. B o superiore.con Internet Explore 5.5 o superiore Pagina 3 di 71

4 2. Installazione Suite MH Team Per installare il programma Suite procedere come di seguito descritto: 1) Inserire il Cd-Rom oppure il primo floppy disk (nel caso si abbia il set in tale formato) nel relativo drive (ad esempio D: oppure A:) 2) Eseguire il file setup.exe contenuto nella directory d installazione dell applicativo A questo punto il programma d installazione mostrerà la seguente maschera Alla pressione dell apposito pulsante l installazione continuerà con la seguente finestra nella quale occorre definire il nome della directory dove installare il programma: Pagina 4 di 71

5 La procedura d installazione propone la directory C:\Programmi\Suite 3.0, l utente può però selezionare il direttorio che preferisce mediante l apposito pulsante Al termine della procedura di installazione verrà visualizzata la seguente maschera Nella barra degli strumenti saranno presenti i relativi collegamenti a tutti gli applicativi Pagina 5 di 71

6 3.1 Introduzione Lo scopo del presente documento è di facilitare la ricerca guasti nell ambito di impianti SCS introducendo l utilizzo degli appositi software di diagnostica. Vengono analizzati le singole tipologie di impianto per poi procedere all integrazione tra essi. Proprio per questa prestazione, nel campo della ricerca guasti è opportuno, se si è in presenza di più sistemi interconnessi, per prima cosa sezionare gli impianti e analizzarli singolarmente. Una volta verificata l efficienza dei singoli impianti si può procedere alla verifica delle funzioni di integrazione. In particolare di seguito si vedranno il metodo di ricerca guasti negli impianti Impianti SCS Luci Impianto SCS Antintrusione Impianto SCS Termoregolazione Impianto SCS Diffusione Sonora Integrazioni impianti 3.2 Ricerca Guasti in impianti SCS automazione Tramite software verrà effettuata una verifica automatica della configurazione e conseguente simulazione dell impianto tramite Tester SCS Comandi. Per ulteriori informazioni su questi strumenti fare riferimento alla relativa documentazione. Le tipologie di guasti che generalmente si possono riscontrare su tale impianto sono riassunti nella seguente tabella: Ricerca guasti tramite software (Tester SCS Comandi) Pagina 6 di 71

7 Sintomo Causa Soluzione Alla pressione di un opportuno comando l attuatore non commuta Alla pressione del comando l attuazione viene eseguita, ma lo stato del comando non viene aggiornato (led) Il led di segnalazione a bordo dei dispositivi continua a lampeggiare L attuatore non risponde al comando inviato. Non è un comando punto punto Configurazione errata a)se non si conoscono i valori di A e PL dei dispositivi utilizzare la funzione configurazione per apprendere l indirizzo dei dispositivi e provare ad azionarli. b)testare il comando e l attuatore mediante la modalità simulazione. c)utilizzare la funzione monitoraggio e verificare che ad ogni richiesta stato attuatore corrisponda la relativa risposta. a)verificare che il comando non sia di tipo Ambiente, Gruppo o Generale tramite la funzione configurazione a)controllare la configurazione in modalità manuale dei comandi e degli attuatori interessati (fare attenzione alla configurazione delle sedi A, PL, M) N.B. La procedura di ricerca guasti tramite software deve essere accompagnata da quella manuale con l ausilio di altri strumenti (p. es. multimetro). Per l utilizzo del Tester SCS è possibile collegare l impianto in test al pc attraverso l interfaccia SCS/USB art. L4686/USB o l interfaccia SCS/seriale art. L4686. Pagina 7 di 71

8 Dal menu File, selezionare la porta USB 1 per utilizzare l interfaccia art. L4686/USB o la porta seriale (Com..) per utilizzare l interfaccia art. L4686. Lingua Lingua Porta Seriale Porta Seriale Esci Esci Com 1 Com 1 Com 2 Com 2 Com 3 Com 3 Com 4 Com 4 Com 5 Com 5 Com 6 Com 6 Com 7 Com 7 Com 8 Com 8 Com 9 Com 9 Com 10 Com 10 Com 11 Com 11 Com 12 Com 12 Com 13 Com 13 Com 14 Com 14 Com 15 Com 15 Com 16 Com 16 vusb 1 vusb 1 Pagina 8 di 71

9 Monitoraggio : con questa funzione è possibile visualizzare o esportare su un file, tutti gli eventi che accadono sull impianto, in questo modo è possibile analizzare i singoli eventi per capire gli eventuali malfunzionamenti accaduti. Pagina 9 di 71

10 Configurazione: con questa funzione è possibile verificare la presenza della maggior parte degli oggetti connessi al bus SCS, in questo modo è possibile verificare la corretta configurazione degli oggetti. Simulazione: con questa funzione è possibile creare degli oggetti virtuali (che non necessariamente sono presenti fisicamente) per verificare l efficacia di una eventuale nuova funzione. Pagina 10 di 71

11 3.3 Ricerca Guasti in Impianti SCS antifurto Verrà effettuata una verifica automatica della configurazione e conseguente simulazione dell impianto tramite Tester SCS antifurto. Per ulteriori informazioni su questo strumento fare riferimento alla relativa documentazione. Le tipologie di guasti che generalmente si possono riscontrare su tale impianto sono riassunti nella seguente tabella: Sintomo Causa Soluzione Alla pressione del telecomando non è possibile inserire l impianto Dispositivi impianto in allarme 24h o intrusione a)attivare il monitoraggio impianto e verificare la registrazione degli eventi b)testare l oggetto singolo in modalità interrogazione facendo attenzione all efficienza del tamper Ad impianto inserito viene generato un allarme intrusione o 24h senza alcun motivo apparente Falsi allarmi a)inserire il software in monitoraggio per cercare di poter individuare il dispositivo che ha generato l allarme. Il led di segnalazione delle zone non si accendono Configurazione errata a)attivare la funzione configurazione per poter controllare gli indirizzi dei dispositivi. Per l utilizzo del Tester Antintrusione è possibile collegare l impianto in test al pc attraverso l interfaccia SCS/USB art. L4686/USB o l interfaccia SCS/seriale art. L4686. Dal menu File, selezionare la porta USB 1 per utilizzare l interfaccia art. L4686/USB o la porta seriale (Com..) per utilizzare l interfaccia art. L4686. Pagina 11 di 71

12 Lingua Lingua Porta Seriale Porta Seriale Esci Esci Com 1 Com 1 Com 2 Com 2 Com 3 Com 3 Com 4 Com 4 Com 5 Com 5 Com 6 Com 6 Com 7 Com 7 Com 8 Com 8 Com 9 Com 9 Com 10 Com 10 Com 11 Com 11 Com 12 Com 12 Com 13 Com 13 Com 14 Com 14 Com 15 Com 15 Com 16 Com 16 vusb 1 vusb 1 Monitoraggio: con questa funzione è possibile visualizzare o esportare su un file, tutti gli eventi che accadono sull impianto, in questo modo è possibile analizzare i singoli eventi per capire gli eventuali malfunzionamenti accaduti. Pagina 12 di 71

13 Configurazione: con questa funzione è possibile acquisire la costituzione dell impianto in modo di poter verificare la corretta configurazione degli oggetti Interrogazione: Con questa funzione è possibile interrogare il singolo oggetto per conoscerne i dati caratteristici Pagina 13 di 71

14 NB: con entrambi i software, durante la fase di monitoraggio, è possibile riscontrare i seguenti errori dovuti a disturbi presenti sul bus: Descrizione Diagnosi ERRORE Stop bit errato ERRORE checksum errata ERRORE ETX non identificato ERRORE byte non completo ERRORE interbyte troppo lungo ERRORE lunghezza frame non valida ERRORE buffer over run ERRORE non identificato ERRORE retry frame Errori/disturbi durante la trasmissione della frame visualizzata. RX Ko da disp. xy Pagina 14 di 71

15 3.4 Ricerca Guasti in impianti SCS Termoregolazione. Le tipologie di guasti che generalmente si possono riscontrare su tale impianto, sono elencati nei seguenti paragrafi e saranno analizzati con l utilizzo della centrale 3550 e con l apposito software. La centrale di termoregolazione è dotata di un software di gestione che è in grado di effettuare un test di sistema; se sull impianto si verificano dei problemi, sul display viene visualizzato il simbolo _!_ a tutto schermo o nell'angolo in basso a destra. NB Fare sempre riferimento al manuale installatore della centrale. Qualora compaiano delle segnalazioni di mal funzionamento, premendo un qualsiasi tasto si accede direttamente alla parte di Diagnostica oppure è possibile accedervi dal menu Impostazioni Diagnostica. Se la centrale non segnala problemi, verificare comunque che le sonde stiano comunicando correttamente: nel menu Impostazioni Diagnostica selezionare le zone da verificare ed eseguire un Aggiorna o Visualizza Analisi e soluzione di eventuali problemi Errore su sonda Se la centrale segnala un 'Errore su sonda' verificare che la sonda sia correttamente collegata e configurata (led verde acceso fisso o lampeggiante lentamente, numero di zona corrispondente a quanto previsto sulla centrale):se il collegamento o la configurazione non sono corretti, sistemare il problema ed effettuare un nuovo Aggiorna altrimenti provare a resettare la sonda (togliendo il bus) ed effettuare un Aggiorna sulla centrale; se il problema persiste, sostituire la sonda. Verificare che la centrale non abbia problemi di TX/RX su bus, ad esempio inviando una richiesta stato centrale o utilizzando il software effettuando l interrogazione oggetto termoregolazione Al termine dell interrogazione verificare che ci sia una risposta indicante i valori letti, impostati e la configurazione. In caso di malfunzionamento, provare con un RESET e se il problema persiste provare a sostituire la centrale. Sonda starata Se la sonda funziona, ma non regola correttamente la temperatura, verificare che la misurazione sia corretta: dal menu Stato zone controllare qual è la temperatura misurata; se questa temperatura è distante dal valore reale (misurabile con un termometro), effettuare la taratura (Manutenzione Taratura sonde). Attuatore KO Se la centrale segnala Attuatore KO è necessario procedere come per l anomalia Errore su sonda controllando collegamento, configurazione e interrogando il dispositivo tramite software. Il test sul funzionamento dell attuatore può essere effettuato come sotto indicato - impostare un livello di temperatura molto alto (se in funzione inverno) o molto basso (se in funzione estate) per verificare che gli attuatori della zona Pagina 15 di 71

16 interessata si accendano; il led giallo sulla sonda corrispondente deve essere acceso fisso; - impostare un livello di temperatura molto basso (se in funzione inverno) o molto alto (se in funzione estate) per verificare che gli attuatori della zona interessata si spengano; il led giallo sulla sonda corrispondente deve essere spento. Nota: tra il momento in cui si effettua l'impostazione in centrale e l'accensione o spegnimento degli attuatori possono passare alcuni secondi (in genere una decina). Tabella riassuntiva RISOLUZIONE PROBLEMI: PROBLEMA Segnalazione di batteria guasta Una zona non regola correttamente Una zona segnala 'Errore su sonda' Una zona segnala 'Attuatore KO' Una zona segnala 'Sonda slave KO' Una zona segnala 'T fuori limiti' Una zona segnala 'R/W EEPROM KO' Una zona segnala 'Pompa KO' RISOLUZIONE Verificare il corretto collegamento della batteria. Se il problema persiste, sostituire la batteria. Verificare se sono stati segnalati problemi (Impostazioni Diagnostica Aggiorna) La sonda non risponde; verificare che sia correttamente collegata (led verde acceso fisso o lampeggiante lentamente) e configurata (corretto numero di zona e modalità). Un attuatore non risponde: - verificare che gli attuatori siano correttamente collegati e configurati (provare gli attuatori con il tasto locale); - nel caso di configurazione standard (sonde con MOD=CEN), verificare di aver eseguito la corretta configurazione in centrale (Manutenzione Configura_zone Configura) Una sonda slave non risponde: - verificare che sia correttamente collegata (led verde acceso fisso o lampeggiante lentamente) e configurata (corretto numero di zona, modalità SLA); - verificare la corretta configurazione degli slave da gestire sulla sonda Master. La sonda sta misurando una temperatura troppo bassa o troppo alta: - verificare che sia installata correttamente (ad es. non troppo vicino a fonti di calore); - effettuare la taratura della sonda (Manutenzione Taratura sonde) misurando con un termometro la temperatura ambiente; - se il problema persiste, sostituire la sonda Si è verificato un problema interno sulla sonda; sostituire la sonda. L'attuatore configurato per il controllo della pompa di circolazione (Zona=00) non risponde: - verificare che l'attuatore sia correttamente collegato e configurato (provare l'attuatore con il tasto locale); - verificare la corretta configurazione della gestione pompa sulla sonda. Tutti questi controlli sono effettuabili con la sola centrale grazie all autodiagnosi. Pagina 16 di 71

17 Per agevolare ulteriori controlli dei singoli dispositivi e dell impianto è necessario avvalersi del software di diagnostica Tester SCS per poter effettuare un monitoraggio dell impianto, una interrogazione oggetto termoregolazione ed una lettura completa della configurazione di tutti i dipositivi. Monitoraggio In questa fase è possibile controllare e verificare ogni singola operazione che viene effettuata sull impianto( impostazioni di temperatura, stato attuatori ecc.) ed esportarla. Pagina 17 di 71

18 Esempio di monitoraggio Data e ora Evento Interpretazione 01/09/ /09/ /09/ /09/ /09/ /09/ /09/ /09/ /09/ /09/ Configurazione Impostazione temp modo estate zona 1 a 20 C Temp ambiente misurata zona 1 numero 0 a 26,2 C Impostazione temp modo estate zona 2 a 20 C Temp ambiente misurata zona 2 numero 0 a 26,4 C Impostazione temp modo estate zona 44 a 20 C Temp ambiente misurata zona 44 numero 0 a 25,5 C Attuatore zona 44 numero 1 stato ON VELOCITA' 3 Attuatore zona 1 numero 1 stato ON Attuatore zona 2 numero 1 stato ON VELOCITA' 3 Temp ambiente misurata zona 44 numero 1 a 24,8 C La centrale lavora in modalità estate e deve mantenere la temperatura di 20 C in zona 1 Nella zona 1 è stata riscontrata una temperatura di 26,2 C La centrale lavora in modalità estate e deve mantenere la temperatura di 20 C in zona 2 Nella zona 2 è stata riscontrata una temperatura di 26,4 C La centrale lavora in modalità estate e deve mantenere la temperatura di 20 C in zona 44 Nella zona 44 è stata riscontrata una temperatura di 26,2 C Il fan Coil della zona 44 sta funzionando a velocità 3 Attuatore zona 1 ON (valvola ON OFF) Il fan Coil della zona 2 sta funzionando a velocità 3 Nella zona 44 è stata riscontrata una temperatura di 24,8 C Pagina 18 di 71

19 Questa funzione consente di conoscere la configurazione dei dispositivi dell impianto. Esempio Codice Descrizione Configurazione 3550 Centrale L/N/NT4692 Sonda Z=1 N=0 P=4 MOD=CEN SLA=0 DEL=0 L/N/NT4692 Sonda Z=2 N=0 P=4 MOD=CEN SLA=0 DEL=0 L/N/NT4692 Sonda Z=44 N=0 P=4 MOD=CEN SLA=1 DEL=0 F430/4 Attuatore 2M DIN 4 Z=44 N=1 Pagina 19 di 71

20 F430/2 F430/2 F430/4 F430/2 canali Attuatore 2M DIN 2 canali Z=1 N=1 Attuatore 2M DIN 2 canali Z=0 N=1 Attuatore 2M DIN 4 canali Z=2 N=1 Attuatore 2M DIN 2 canali Z=0 N=2 Interrogazione oggetto termoregolazione Pagina 20 di 71

21 3.5 Ricerca Guasti in impianti SCS Diffusione Sonora Le tipologie di guasti che generalmente si possono riscontrare su tale impianto, sono elencati e verranno analizzati nei paragrafi sotto descritti. La diffusione sonora non ha un dispositivo (come per antifurto e Termoregolazione) che è in grado di effettuare un test di sistema, e quindi è necessario analizzare i singoli casi ed effettuare dei controlli con l ausilio del software di diagnostica tester SCS oltre all utilizzo dei soliti strumenti di misura (multimetro ecc.) e a controlli visivi. Nei paragrafi successivi analizzeremo alcuni casi che si possono verificare sugli impianti analizzando la soluzione di alcuni inconvenienti manualmente e con l aiuto del software Tester SCS Analisi e soluzione di eventuali problemi Tabella riassuntiva RISOLUZIONE PROBLEMI: Inconveniente Causa Soluzione Ad amplificatore acceso si sente un fruscio sul canale DX Ad amplificatore acceso si sente il segnale audio solo sul canale DX L amplificatore passa da ON a Stand-by L amplificatore passa da ON a Stand-by Non si sente alcun suono sulle casse Il sintonizzatore non si accende Il sintonizzatore si accende ma non si sente niente Durante la ripetizione del comando IR il led TX-IR non si accende Configurazione errata sorgenti o amplificatori Manca terminatore di linea art Assorbimento impianto fuori specifica Intervenuta protezione termica Sorgenti esterne (controllo stereo e ingresso RCA non regolate correttamente) Errata configurazione Nodo non collegato correttamente Nessun telecomando IR è stato memorizzato Verificare configurazione Terminare linea correttamente Verifica assorbimento Verifica impedenza diffusori (Z 8Ω) Controllare la regolazione del potenziometro di adattamento livello o alzare il livello del segnale fornito dalla sorgente esterna. Verificare la presenza del configurazione della sede S1 Verificare collegamento morsetti IN e OUT sul nodo Effettuare la memorizzazione Pagina 21 di 71

22 Per agevolare ulteriori controlli dei singoli dispositivi e dell impianto è necessario avvalersi del software di diagnostica Tester SCS per poter effettuare: - monitoraggio dell impianto - lettura completa della configurazione di tutti i dipositivi - interrogazione oggetto diffusione sonora Monitoraggio In questa fase è possibile controllare e verificare ogni singola operazione che viene effettuata sull impianto( regolazione volume, selezione fonti sonore e stazioni ecc.) ed esportarla. Pagina 22 di 71

23 Esempio di monitoraggio Data e ora Evento Interpretazione 07/09/ Inizio monitoraggio 07/09/ /09/ /09/ /09/ Aumenta Volume di 1 Amplificatore 1 Ambiente 1 Stato Volume 14 Amplificatore 1 Ambiente 1 Richiesta ciclamento da Ambiente 1 Richiesta Accensione a Sorgente 2 su Ambiente 1 Regolazione in aumento del volume volume dall'amplificatore 1 Aggiornamento stato del volume richiesta di cambio sorgente sonora dall'amplificatore dell'ambiente 1 Richiesta sulla sorgente n 2 07/09/ /09/ /09/ /09/ /09/ /09/ /09/ /09/ Richiesta Accensione a Sorgente 1 su Ambiente 1 Stato Acceso Sorgente 1 Ambiente 1 Richiesta cambio Stazione/Brano successivo da Ambiente 1 Comunicazione Frequenza sintonia da Sorgente 1 Stato Stazione/Brano 1 su Sorgente 1 Spegnimento Amplificatore 1 Ambiente 1 Stato Spento Amplificatore 1 Ambiente 1 Accensione Amplificatore 1 Ambiente 1 Richiesta sulla sorgente n 1 Aggiornamento stato sorgente sonora richiesta di cambio stazione del sintonizzatore dall'amplificatore dell'ambiente 1 Sintonizzatore comunica frequenza su cui è sintonizzata Aggiornamento stato stazione sintonizzata OFF amplificatore n 1 dell'ambiente 1 Aggiornamento stato amplificatore n 1 dell'ambiente 1 ON amplificatore n 1 dell'ambiente 1 Pagina 23 di 71

24 Configurazione Questa funzione consente di conoscere ed esportare la configurazione dei dispositivi dell impianto di diffusione sonora. Esempio Articolo Descrizione Configurazione L/N/NT4562 Amplificatore da incasso A=1 PF=02 M1=0 M2=0 M3=0 F500 Sintonizzatore Radio DIN A= PF=01 S2=0 M1=0 Ingresso sorgente da L/N/NT4560 incasso A= PF=02 M1=0 M2=0 L4561 Sorgente DIN con IR A= PF=03 M1=0 M2=0 Pagina 24 di 71

25 Interrogazione oggetto diffusione sonora Nell esempio sopra indicato è stato interrogato un amplificatore ed è stata visualizzata la configurazione in ambiente e punto fonico del dispositivo interrogato ed anche le modalità speciali (M1-M2-M3). E possibile verificare lo stato del dispositivo interessato e, visto che si tratta di un amplificatore viene visualizzato anche il livello del volume con le relative icone di regolazione. Pagina 25 di 71

26 3.6 Ricerca Guasti in impianti SCS integrati Integrazione con interfaccia F422 Con l interfaccia F422 (interfaccia SCS SCS) è possibile trovare più impianti SCS connessi tra loro: - SCS automazione, - SCS antifurto - SCS digitale Terraneo Qualunque sia la modalità di utilizzo dell interfaccia F422 occorre tenere presente che i sistemi ad essa collegati costituiscono a tutti gli effetti impianti separati e, come tali, devono sottostare a tutte le regole di dimensionamento ed installazione previste; anche la ricerca guasti deve essere quindi effettuata sul singolo impianto come indicato nei precedenti paragrafi. Se le procedure descritte per i singoli impianti non daranno esito positivo, il problema è da ricercarsi sull interfaccia SCS SCS (configurazione errata o limiti di funzionamento non rispettati). A tal proposito è necessario far riferimento al foglio istruzioni dell articolo F Integrazione Web Server Si parte dal presupposto che nel Web Server sia presente una configurazione adatta per l impianto in cui il Web Server viene inserito. Come configurazione minima si deve avere configurato (utilizzare Tiweb): Un comando che aziona un attuatore dell impianto SCS automazione nella pagina del sistema Illuminazione e automatismi Configurato l allarme intrusione nella pagina del sistema Allarmi Dal P.C. una volta entrati nel sito, occorre selezionare la pagina Illuminazione sulla quale si trovano i comandi sopra menzionati. Agendo sui comandi verificare l attivazione dei relativi attuatori e la scritta comando eseguito. Nel caso in cui l attuazione non avvenga il problema sarà sicuramente nel Web Server e in particolare nella connessione con l impianto SCS. Generare sull impianto antifurto un allarme intrusione, e verificare che nella pagina Allarmi del sito Web del Web Server deve essere presente la relativa segnalazione di allarme in corso. In caso contrario il problema sarà sicuramente nel Web Server e in particolare nella connessione con l impianto SCS antifurto. Pagina 26 di 71

27 4 TiLog Il presente software ha lo scopo di supportare i Centri Assistenza Tecnica per la ricerca guasti nell ambito di impianti SCS : - SCS automazione - SCS termoregolazione - SCS diffusione sonora - SCS antifurto - SCS videocitofonia 6-8 fili - SCS videocitofonia 2 fili Questo software consente di visualizzare le informazioni d'interscambio tra i vari dispositivi dei sistemi SCS. Per l utilizzo di TiLog è obbligatorio collegare l impianto in test al pc attraverso l interfaccia SCS/USB art. L4686/USB. Il monitoraggio del sistema permette la visualizzare di tutti gli eventi che accadono sull impianto, in questo modo è possibile analizzare i singoli eventi per capire gli eventuali malfunzionamenti accaduti. Il software consente inoltre l'esportazione di un file contenente lo storico di tutte le registrazioni effettuate sull'impianto durante l'operazione di monitoraggio. In fase di creazione del file d esportazione del monitoraggio è obbligatorio inserire i riferimenti del codice impianto e riferimento cliente. In un secondo tempo sarà possibile caricare con Tilog il file esportato precedentemente per effettuare un'analisi approfondita del comportamento dell'impianto In caso di richiesta di intervento al Help Desk My Home Team, sarà necessario inviare l esportazione del monitoraggio effettuato sull impianto in modo da fornire al personale BT le informazioni indispensabili per la completa analisi e risoluzione dei problemi riscontrati. Pagina 27 di 71

28 4.1 Introduzione Dopo aver lanciato l applicazione del programma TiLog compare la seguente schermata: Descrizione toolbar GENERALI Carica*: apre file (.log) di monitoraggio precedentemente esportato Esporta: crea un file.log con lo storico del monitoraggio salvandolo nella cartella specificata Configura: imposta la porta seriale su cui è collegata l interfaccia, il tipo d impianto SCS su cui si vuole effettuare il monitoraggio e la ragione sociale del CAT Italiano: imposta la lingua del software Pagina 28 di 71

29 Info: Esci: visualizza la versione del Tilog è possibile uscire dal programma MONITORAGGIO Connetti: inizia la fase di monitoraggio del sistema Canc. Mem.: cancella tutti gli eventi dal file di registrazione monitoraggio, contemporaneamente cancella dallo schermo tutti gli eventi in quel momento visualizzati Svuota: cancella dallo schermo tutti gli eventi in quel momento visualizzati; rimangono però memorizzati nel file di monitoraggio GESTIONE MEMORIA Start: Stop: inizia la memorizzazione degli eventi nel modulo memoria termina la memorizzazione degli eventi nel modulo memoria Download**: scarica tutti gli eventi contenuti nel modulo memoria, senza però cancellare la memoria Erase: cancella tutti gli eventi contenuti nel modulo memoria Durante la fase di monitoraggio non sono disponibili le icone generali. Terminato il monitoraggio, per effettuare l esportazione, è necessario sconnettere l interfaccia premendo sull apposita icona connetti. *gli eventi appartenenti ad un file caricato sono contraddistinti dalla scritta (file) antecedente la descrizione dell evento ** gli eventi appartenenti ad un download del modulo memoria sono contraddistinti dalla scritta MEM antecedente la descrizione dell evento Pagina 29 di 71

30 4.2 Utilizzo del software TiLog su impianti SCS( automazione, antifurto, termoregolazione e diffusione sonora) E' possibile collegare l'interfaccia USB in qualsiasi punto dell'impianto e il software monitorizza gli eventi che avvengono su tutto l'impianto. Il tilog con l interfaccia USB con memoria consente un monitoraggio continuo dell impianto ed è in grado di registrare circa 2000 eventi (oltre questo numero, gli eventi si sovrascrivono). Per effettuare un monitoraggio è necessario procedere come di seguito: -lanciare il programma TiLog -collegare sul bus l'interfaccia USB -selezionare l icona e compare la seguente videata: Impostare la porta USB a cui è connessa l interfaccia, selezionare quale sistema si vuole controllare in fase di registrazione (interfaccia lasciata in modalità registrazione) e selezionare quale sistema si vuole monitorare in diretta con PC collegato. Dopo aver confermato con OK le scelte effettuate, premere sull icona compare la seguente videata con le icone per la registrazione attive: e Pagina 30 di 71

31 Premere sull icona per avviare la registrazione e ripremere l icona per scollegare l interfaccia da PC e lasciarla in registrazione sull impianto. Dopo aver effettuato una registrazione a lungo periodo, ricollegare l interfaccia al PC e ripremere l icona memorizzate: ed eseguire il download delle frame Tutte le frame memorizzate saranno precedute dalla dicitura MEM. Interrompere la registrazione agendo sull icona e disconnettersi tramite l icona Pagina 31 di 71

32 Procedere con il salvataggio dei dati con l icona e inserire il codice impianto (utilizzando la sede Numero Intervento ) e il riferimento del cliente: NB Salvare il file con estensione.log ed inviarlo al Help Desk My Home per analisi. Queste operazioni sono valide per tutti i sistemi SCS Esempi: SCS Automazione Pagina 32 di 71

33 Termoregolazione Pagina 33 di 71

34 .Diffusione sonora In impianti SCS,ad esclusione dell antifurto, il software Tilog è in grado di registrare tutti gli eventi che avvengono sul bus (come per il tester SCS). Antifurto Pagina 34 di 71

35 Negli impianti antifurto, il numero di frame che transitano sul bus sono molti di più rispetto agli altri sistemi, perché la centrale, ogni 4 secondi effettua controlli su tutti i dispositivi presenti sul bus. Queste frame denominate Tamptest non vengono visualizzate, ma occupano spazio sull interfaccia con memoria. Per questo motivo è necessario, staccare l interfaccia il prima possibile dall impianto in seguito ad un allarme per evitare che l evento venga sovrascritto. Pagina 35 di 71

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili IT MANUALE TECNICO MT SBC 0 Videocitofonia a colori con cablaggio a fili Assistenza tecnica Italia 046/750090 Commerciale Italia 046/75009 Technical service abroad (+9) 04675009 Export department (+9)

Dettagli

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Indice Sistemi di citofonia e videocitofonia - Tecnologia e qualità... - Installazione più facile e rapida... 4 - I sistemi

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

Manuale d Uso. Ref: 04061

Manuale d Uso. Ref: 04061 Manuale d Uso Ref: 04061 1 Grazie per aver acquistato il lettore digitale ENERGY SISTEM INNGENIO 2000. Questo manuale fornisce istruzioni operative dettagliate e spiegazioni delle funzioni per godere al

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO GUIDA CFIGURAZIE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO Sommario: Download ed aggiornamento firmware GPS SAFE... 3 Track Manager, download ed installazione.... 4 Configurazione GPS SAFE ed utilizzo

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione E-VISION Tempo Timer luci a microprocessore Manuale d uso e installazione ELOS E-VISION - Tempo Controllo Luci Acquario a Microprocessore. 1. Semplice da programmare 2. Gestisce sia lampade a led sia lampade

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 www.pce-italia.it Istruzioni d uso Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 1 Istruzioni d uso www.pce-italia.it Indice dei contenuti Titolo 1. Visione generale... 3 2. Contenuto della spedizione... 3 3. Informazione

Dettagli

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless Gentile Cliente, Ti ringraziamo per aver scelto Aladino Vision. Aladino Vision è unico, essenziale, elegante e definisce un nuovo concetto per la telefonia cordless assegnando un ruolo attivo alla stazione

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700 74 319 0350 0 B3144x2 74 319 0350 0 Istruzioni operative Synco 700 Controllore universale RMU7... Sommario B3144x2...1 Elementi operativi...4 Display...4 Pulsante INFO...4 Manopola per selezione e conferma

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

DUE FILI PLUS. Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano.

DUE FILI PLUS. Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano. DUE FILI PLUS Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano. Abbiamo aumentato le performance, le distanze, le possibilità di dialogo. Da oggi con la nuova tecnologia Due Fili Plus si

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS Manuale istruzioni 01942 Comunicatore GSM-BUS Indice 1. Descrizione 2 2. Campo di applicazione 2 3. Contenuto della confezione 2 4. Vista frontale 3 5. Funzione dei tasti e led 4 6. Operazioni preliminari

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

[Operazioni Preliminari]

[Operazioni Preliminari] [Operazioni Preliminari] Si consiglia di leggere interamente questo manuale prima di procedere alle operazioni di aggiornamento del KeyB Organ. 1] Per aggiornare firmware, suoni e parametri del KeyB Organ

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 INDICE GENERALE 1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 4. COME DEVIARE LE CHIAMATE SU UN ALTRO APPARECCHIO...

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

Manuale istruzioni. 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE

Manuale istruzioni. 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE Manuale istruzioni 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE Spazio riservato per annotare le tre cifre del PIN dell'eventuale password di protezione. Indice Principali operazioni a cura dell'utente............................................

Dettagli

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de Centralina Compatta 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che info@psg-online.de www.psg-online.de Manuale d istruzioni Messa in funzione Il regolatore viene fornito con le impostazioni standard pronto

Dettagli

Alimentazione 1. INFORMAZIONI GENERALI

Alimentazione 1. INFORMAZIONI GENERALI Alimentazione 1. INFORMAZIONI GENERALI Il cavo di alimentazione è rigidamente fissato nella parte inferiore del terminale (fig.1), tale cavo deve essere connesso al trasformatore esterno (fig. ) e, questi,

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Sommario DECODER CUBOVISION 1 TELECOMANDO 3 COLLEGAMENTO ALLA TV 4 COLLEGAMENTO A INTERNET 6 COLLEGAMENTO ANTENNA 8 COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA 9 COLLEGAMENTO AUDIO

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning.

In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning. In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning. Per collegare un iphone con connettore Lightning ad SPH-DA100 AppRadio e

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000 SIATIC F 351 Getting Started Edizione 02/2000 Le presenti informazioni guidano l utente, sulla base di un esempio concreto articolato in cinque fasi, nell esecuzione della messa in servizio fino ad ottenere

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

GUIDA TECNICA 08. Linee guida funzionali MH08LF. BTicino SpA Via Messina, 38 20154 Milano - Italia www.bticino.it

GUIDA TECNICA 08. Linee guida funzionali MH08LF. BTicino SpA Via Messina, 38 20154 Milano - Italia www.bticino.it BTicino SpA Via Messina, 38 20154 Milano - Italia www.bticino.it Linee guida funzionali Piemonte Valle d Aosta Liguria UFFICIO REGIONALE 10098 RIVOLI (TO) c/o PRISMA 88 C.so Susa, 242 Tel. Q 011/9502611

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Phonak ComPilot. Manuale d uso

Phonak ComPilot. Manuale d uso Phonak ComPilot Manuale d uso Indice 1. Benvenuto 5 2. Per conoscere il dispositivo ComPilot in uso 6 2.1 Legenda 7 2.2 Accessori 8 3. Come cominciare 9 3.1 Impostazione dell alimentatore 9 3.2 Come caricare

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:... INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...14 Ultimo Aggiornamento del Documento: 23 / Marzo / 2012 1 INFORMAZIONI

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Bravo Gold. Manuale istruzioni - italiano

Bravo Gold. Manuale istruzioni - italiano Bravo Gold Manuale istruzioni - italiano 1. INSTALLAZIONE DEL TELEFONO 1.1 Connessione della base Connettore cavo telefonico Connettore alimentazione 1) Collegate l alimentazione e la linea telefonica

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

SID - GESTIONE FLUSSI SALDI

SID - GESTIONE FLUSSI SALDI Dalla Home page del sito dell Agenzia delle Entrate Cliccare sulla voce SID Selezionare ACCREDITAMENTO Impostare UTENTE e PASSWORD Gli stessi abilitati ad entrare nella AREA RISERVATA del sito (Fisconline

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente www.ondacommunication.com CHIAVETTA INTERNET MT503HSA 7.2 MEGA UMTS/EDGE - HSDPA Manuale Utente Rev 1.0 33080, Roveredo in Piano (PN) Pagina 1 di 31 INDICE

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo

Dettagli

Attivatore Telefonico GSM

Attivatore Telefonico GSM Part. U1991B - 10/09-01 PC Attivatore Telefonico GSM art. F462 Istruzioni d uso INFORMAZIONI PER LA SICUREZZA L'impiego dell'attivatore GSM art. F462 in componenti o sistemi per supporto vita non è consentito

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Serie Motorola D1110. Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica

Serie Motorola D1110. Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica Serie Motorola D1110 Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica Avvertenza Servirsi unicamente di batterie ricaricabili. Caricare il portatile per 24 ore prima dell uso. Benvenuti... al vostro

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

Manuale di utilizzo centrale ST-V

Manuale di utilizzo centrale ST-V Accessori 1 Capitolo I : Introduzione 2 1.1 Funzioni 2 1.2 Pannello_ 5 1.3 I CON 5 Capitolo II : Installazione e connessione 6 2.1 Apertura della confezione 6 2.2 Installazione del pannello_ 6 2.3 Cablaggio

Dettagli

GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it

GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI 21 aprile 2015 www.sistri.it DISCLAIMER Il presente documento intende fornire agli Utenti SISTRI informazioni di

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

FORNASIER TIZIANO & C. S.a.s. Manuale d uso HUMITESTER

FORNASIER TIZIANO & C. S.a.s. Manuale d uso HUMITESTER FORNASIER TIZIANO & C. S.a.s. Manuale d uso HUMITESTER Versione 1.0 del 18.08.2009 Sommario Schermata iniziale Pag. 3 Descrizione tasti del menu Pag. 3 Pagina principale Pag. 4 Pagina set allarmi Pag.

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z Progettata da Vodafone Benvenuti nel mondo della comunicazione in mobilità 1 Benvenuti 2 Impostazione della Vodafone Internet Key 4 Windows 7, Windows Vista,

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

5.5.2.2 Configurazione 111 controllo sensorless semplice con regolatore PI. 5.5.2.3 Configurazione 410 controllo sensorless a orientamento di campo

5.5.2.2 Configurazione 111 controllo sensorless semplice con regolatore PI. 5.5.2.3 Configurazione 410 controllo sensorless a orientamento di campo 5.5.2.2 Configurazione 111 controllo sensorless semplice con regolatore PI La configurazione 111 amplia la configurazione di controllo con un controllore PI per applicazioni specifiche tipiche di regolazione

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Altoparlante ad incasso 1258 00

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Altoparlante ad incasso 1258 00 Istruzioni di montaggio e per l'uso Altoparlante ad incasso 1258 00 Descrizione dell'apparecchio Con l'altoparlante ad incasso, il sistema di intercomunicazione Gira viene integrato in impianti di cassette

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli