PROCEDURA DI ASSUNZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCEDURA DI ASSUNZIONE"

Transcript

1 Pag. 1/21 S O M M A R I O 1. OGGETTO E SCOPO PAG OGGETTO PAG SCOPO: PAG CAMPO DI APPLICAZIONE PAG RESPONSABILITA PAG INDICATORI APPLICABILI PAG DOCUMENTI DI RIFERIMENTO PAG DEFINIZIONI PAG CONTENUTO PAG LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO NELL AZIENDA PAG LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO TRAMITE CONCORSO PAG IL CONCORSO PER IL PERSONALE DEL COMPARTO E DELLA DIRIGENZA PAG LE SELEZIONI DEI DIRIGENTI DI STRUTTURA COMPLESSA PAG LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO SENZA CONCORSO PAG LE ASSUNZIONI OBBLIGATORIE DEI LAVORATORI DISABILI E DELLE PAG. 9 CATEGORIE PROTETTE LE ASSUNZIONI TRAMITE I CENTRI PER L IMPIEGO PAG LE ASSUNZIONI TRAMITE MOBILITÀ PAG LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO PAG LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO EX DLGS.368/2001 PAG LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DEI DIRIGENTI EX ART. 15 PAG. 11 SEPTIES DLGS.502/ L ASSUNZIONE IN SERVIZIO DEL PERSONALE CON RAPPORTO DI LAVORO PAG. 12 SUBORDINATO L ASSUNZIONE IN SERVIZIO DEL PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO PAG L ASSUNZIONE IN SERVIZIO DEL PERSONALE A TEMPO DETERMINATO PAG ALLEGATI PAG ALLEGATI DISPONIBILI ON LINE PAG CONCORSO DIRIGENZA: PROVE E VALUTAZIONE DEI TITOLI PAG CONCORSO COMPARTO: PROVE E VALUTAZIONE DEI TITOLI PAG. 18 Gruppo di lavoro: Dott.ssa Marina Rebori; Dott.ssa Emanuela Vallerio Responsabile di Procedura: Dott.ssa Marina Rebori Redazione Verifica/Approvazione Emissione Data Funzione Visto Data Funzione Visto Data Funzione Visto 11/11/2014 RQ Vallerio 11/11/2014 Direttore Rebori 11/11/2014 RQ Vallerio N Standard CHKS N criterio ACCR. A.3 Rev. entro 2017

2 Pag. 2/21 MODIFICHE Rev. Data Emissione Pagine modificate Tipo-natura della modifica 1 30/9/2013 Par. 7.1 Si specifica che la mobilità è propedeutica al concorso 1 30/9/2013 Par Si rinvia all apposita procedura 1 30/9/2013 Par. 8 Si inserisce interamente il paragrafo, prima inesistente 2 11/11/2014 Par. 7.1 Introduzione utilizzo condiviso di graduatorie come altra modalità di assunzione. 2 11/11/2014 Par Introduzione utilizzo condiviso di graduatorie come altra modalità di assunzione. N.B. Quando la pagina è completa passare ad una successiva conservando le precedenti nelle copie obsolete. 1. OGGETTO E SCOPO

3 Pag. 3/ Oggetto La procedura ha per oggetto l acquisizione di risorse umane da parte dell azienda Scopo La procedura ha lo scopo: 1. di identificare e descrivere le modalità relative all acquisizione di personale presso quest azienda, nel rispetto di quanto previsto dalla vigente normativa. 2. diffondere a tutto il personale le modalità suddette 3. uniformare i comportamenti 2. CAMPO DI APPLICAZIONE Struttura S.C. Gestione 3. RESPONSABILITA Responsabile S.C. Gestione Commissione esaminatrice (nel caso in cui sia espletata procedura selettiva o avviamento a selezione) Segretario Commissione Centro per l impiego ( nel caso di avviamento a selezione) 4. INDICATORI APPLICABILI Predispone i principali provvedimenti relativi alla procedura di reclutamento del personale per sottoporli alla firma del Direttore Generale Seleziona le migliori professionalità mediante prove selettive.vigila sul corretto espletamento della procedura e redige i relativi verbali. E responsabile dell intera procedura concorsuale Redige le graduatorie degli iscritti alle liste di collocamento e provvede all avviamento a selezione Indicatori Frequenza di elaborazione % di assunzioni effettuate rispetto al piano annuale delle assunzioni nel rispetto delle deroghe concesse dalla Regione Liguria % numero ricorsi rispetto a procedure espletate Standard di riferimento Standard atteso La tabella permette di elencare gli indicatori (quando individuati) al fine di misurare e monitorare i punti critici dei processi che si intendono procedurale. 5. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO Art. 35 Dlgs. 165/2001 ( disciplina generale delle assunzioni nel pubblico impiego) D.P.R. 220/2001 Concorsi per il personale del comparto

4 Pag. 4/21 D.P.R. 483/1997 Concorsi dirigenza D.P.R. 484/1997 Selezione dirigente struttura complessa personale sanitario Art. 16 legge 56/1987 Avvio dalle liste di collocamento Legge 68/99 Assunzioni categorie protette- legge 113/85 per centralinisti telefonici ciechi Art.15 septies Dlgs. 502/1992 Contratti per incarichi dirigenziali a tempo determinato Artt C.C. ed art 7 comma 6- Dlgs. 165/2001 Incarichi libero professionali Esperti Art. 30 Dlgs. 165/2001 Mobilità dipendenti pubbliche amministrazioni Art. 19 CCNL 1998/2001 Mobilità personale del comparto Art. 20 CCNL 1998/2001 Mobilità dirigenza Dlgs. 368/2001 disciplina del contratto di lavoro a tempo determinato Legge regionale n. 41/2006 Direttiva vincolante inerente le procedure per l affidamento degli incarichi di direzione di struttura complessa del ruolo sanitario di cui alle deliberazioni della Giunta regionale n. 654 del 14/6/2007 e n. 716 del 27/6/2007 L. 23/11/2012, n. 215 Disposizioni in materia di pari opportunità nella composizione delle commissioni di concorso nelle pubbliche amministrazioni D.L. 13 settembre 2012, n. 158, convertito con modificazioni in L. 8/11/2012, n. 189, Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della salute D.G.R. n. 437 del 19/4/2013 Direttiva vincolante, ex art 8 L.R. 7 dicembre 2006, n. 41, e s.m.i. in materia di conferimento di incarichi di direzione di struttura complessa da parte di Aziende ed Enti equiparati del S.S.R. L.R. 14/5/2013, n. 12, Ulteriori disposizioni di adeguamento della legge regionale 7 dicembre 2006, n. 41 (Riordino del servizio sanitario regionale) e modifica di altre norme regionali. Nota regione Liguria PG /2014/59476 del 20/3/ DEFINIZIONI Deliberazioni: provvedimenti emanati dal direttore generale consistenti in manifestazioni di volontà dell azienda destinate ad influire unilateralmente sulla sfera giuridica dei soggetti cui sono destinate, mediante la costituzione, modificazione o estinzione di situazioni giuridiche. Atti dirigenziali: provvedimenti emanati dal dirigente di struttura complessa. Trattasi di provvedimenti aventi natura esecutiva e/o meramente applicativa di disposizioni di legge, di regolamento o di contratto e, come tali, privi di carattere discrezionale Procedura selettiva o concorsuale: procedimento amministrativo finalizzato al reclutamento delle risorse umane. Per procedimento amministrativo si intende un complesso di atti ed operazioni destinati all emanazione di un atto amministrativo perfetto ed efficace. Comparto: la contrattazione collettiva nazionale si fonda principalmente sui contratti collettivi di comparto. Essa prevede una strutturazione per comparti dell amministrazione pubblica che comprende settori omogenei o affini (es. comparto sanità, ministeri, regioni ed autonomie locali). Un area contrattuale autonoma, relativamente ad uno o più comparti, è prevista per la dirigenza.

5 Pag. 5/21 Mobilità: passaggio diretto di personale tra amministrazioni diverse (ex art. 30 Dlgs. 165/2001). Le amministrazioni interessate possono appartenere allo stesso comparto (mobilità compartimentale) o a comparti diversi ( mobilità intercompartimentale). Personale delle aziende sanitarie: Tutto il personale delle aziende sanitarie è inquadrato nei seguenti quattro ruoli: sanitario, tecnico, professionale ed amministrativo.il personale è stato suddiviso in tre settori, in relazione ai quali sono stati sottoscritti tre diversi contratti collettivi: 1. dipendenti del comparto sanità, esclusi i dirigenti 2. area della dirigenza professionale, sanitaria, tecnica ed amministrativa 3. area della dirigenza medica e veterinaria. Contratto di lavoro a tempo determinato: Tipo di contratto di lavoro nel quale la data di scadenza viene stabilita all'atto della stipula del contratto stesso. Centro per l impiego: ufficio che espleta funzioni e compiti in materia di collocamento. Struttura complessa: articolazione organizzativa alla quale è attribuito, dall atto aziendale, responsabilità di gestione di risorse umane, tecniche e finanziarie. CCNL: Abbreviazione di Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro: accordi stipulati tra le organizzazioni sindacali e associazioni dei datori di lavoro ( nel caso della pubblica amministrazione dall ARAN ), aggiornati periodicamente, i quali fissano le condizioni, economiche ed organizzative, in cui si svolge l'attività lavorativa in un determinato settore. Rapporto di lavoro subordinato vs. rapporto di lavoro autonomo: il personale in servizio presso l azienda può essere titolare di un rapporto di lavoro subordinato o autonomo. Il rapporto di lavoro subordinato, a differenza del lavoro autonomo, è caratterizzato dall assoggettamento gerarchico del lavoratore al potere di controllo e direzione del datore di lavoro. Assunzioni obbligatorie/collocamento obbligatorio: obbligo di assunzione da parte dei datori di lavoro (imprese o enti pubblici al di sopra dei 15 dipendenti) di una certa percentuale di addetti appartenenti alle cosiddette categorie protette ex lege 68/ CONTENUTO 7.1. Le assunzioni a tempo indeterminato nell azienda In ottemperanza alla vigente normativa, l assunzione di personale a indeterminato presso quest azienda avviene con contratto individuale di lavoro: 1. tramite le procedure previste dagli artt. 33, 34 e 34 bis del D.legislativo 165/01 e s.m.i. in materia di mobilità collettiva e gestione del personale in disponibilità 2. tramite la procedura di mobilità volontaria ex art. 30 Dlgs 165/ tramite utilizzo di graduatorie di concorso pubblico, in corso di validità,approvate dagli altri enti del servizio sanitario regionale, come da nota regione Liguria PG /2014/59476 del 20/3/ tramite procedure selettive volte all accertamento della professionalità richiesta

6 Pag. 6/21 5. mediante avviamento degli iscritti nelle liste di collocamento, ai sensi della legislazione vigente, per le qualifiche ed i profili per i quali è richiesto il requisito della scuola dell obbligo, facendo salvi gli ulteriori requisiti per specifiche professionalità 6. tramite chiamata numerica degli iscritti nelle liste di collocamento, previa verifica delle mansioni di svolgere,a favore dei soggetti di cui alla legge 68/99 e dei centralinisti telefonici ciechi ex lege 113/85 Le procedure previste dagli artt. 33, 34 e 34 bis del D.legislativo 165/01 e s.m.i. in materia di mobilità collettiva e gestione del personale in disponibilità devono essere esperite prima delle procedure di mobilità volontaria e concorsuali In base all art. 30 del Dlgs 165/200, inoltre, la procedura di mobilità è propedeutica alla procedura concorsuale, con priorità, prevista dall art. 22 della L.R. 22/2001, al trasferimento del personale in servizio presso gli enti del settore regionale allargato. Secondo le direttive emanate dalla Regione Liguria con nota PG /2014/59476 del 20/3/2014, se la procedura di mobilità è andata deserta o non ha individuato alcun soggetto idoneo al trasferimento con rioferimento ai requisiti specifici di professionalità richiesti dall Azienda in relazione al posto da ricoprire, occorre, prima di bandire un concorso pubblico, verificare se esistono graduatorie utilizzabili, per la figura professionale di interesse, presso gli altri enti del servizio sanitario regionale. La procedura concorsuale, pertanto, potrà essere attivata solo se la procedura di mobilità è andata deserta o non ha individuato alcun soggetto idoneo al trasferimento con riferimento ai requisiti specifici di professionalità richiesti dall Azienda in relazione al posto da ricoprire ovvero, per il reclutamento della figura professionale di interesse, non risultano disponibili graduatorie concorsuali approvate dagli enti del servizio sanitario regionale. 7.2 Le assunzioni a tempo indeterminato tramite concorso Il concorso per il personale del comparto e della dirigenza Le assunzioni, tramite procedura selettiva pubblica, sono svolte nel rispetto di quanto stabilito dal D.P.R. 483/1997, per il reclutamento del personale dirigenziale di livello unico e dal D.P.R. 220/2001, per il reclutamento del personale del comparto. Si tratta di una normativa dettagliata, che non lascia alcun margine di discrezionalità in capo all azienda, per quanto concerne le procedure ed è volta a garantire la massima trasparenza delle operazioni concorsuali e la par condicio dei concorrenti. La suddetta procedura viene espletata secondo l iter sotto riportato: A) Comunicazione preventiva all Ufficio Provinciale del Lavoro Qualora le procedure di mobilità si siano concluse con esito negativo, prima di poter procedere all indizione di un concorso pubblico occorre effettuare apposita comunicazione alla Provincia di Genova Area 9 Politiche del Lavoro, ai sensi di quanto disposto dall art. 34 bis del D.Lgs. 165/2001, al fine di verificare la disponibilità, in appositi elenchi, di personale in mobilità da altre amministrazioni, in possesso dei requisiti previsti per la copertura del posto messo a concorso. Tale struttura dovrà trasmettere alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della funzione pubblica le informazioni inviate dalla ASL. Decorsi due mesi dalla data di invio della

7 Pag. 7/21 comunicazione senza che sia intervenuta l assegnazione di personale in mobilità è possibile procedere all indizione del bando di concorso. B) Emissione bando di concorso Con provvedimento del Direttore Generale viene indetto il bando di concorso nel rispetto di quanto previsto dai regolamenti concorsuali per il personale del Comparto e della Dirigenza (DPR 483/97 e DPR 220/2001). Nel bando sono descritti: il numero dei posti che sono messi a concorso, la qualifica professionale ricercata (categoria e posizione economica), l'area di collocazione i requisiti generali di ammissione ovvero titoli, caratteristiche e status per essere ammessi al concorso; la domanda ed il termine di presentazione, ovvero come deve essere redatta la domanda, a chi deve venire indirizzata, con quali modalità ed entro quale termine deve essere inoltrata; al bando di concorso è sempre allegato uno schema di domanda di partecipazione per facilitare i candidati nella compilazione della stessa. documentazione da allegare alla domanda Commissione esaminatrice; Indicazione delle.prove d esame (tipologia delle prove d esame: prova scritta+prova pratica+prova orale) con riserva di effettuazione di una prova preselettiva, consistente in quiz a risposta multipla su materie attinenti il posto da conferire, nel caso di elevato numero di partecipanti modalità di convocazione dei candidati alle prove suddette. punteggio da attribuire ai candidati per ciascuna prova e per i titoli criteri di formazione della graduatoria e modalità di pubblicazione della stessa adempimenti del vincitore per l assunzione Al bando di concorso pubblico verrà allegato uno schema esemplificativo della domanda di ammissione e del curriculum formativo con le specifiche dichiarazioni che i candidati dovranno riportare (vedi allegati punto 8) L Azienda si riserva la facoltà di prorogare i termini nonché di sospendere o revocare il concorso pubblico per eventuali motivate ragioni. C) Pubblicazione del bando di concorso Il bando di concorso viene pubblicato per estratto sulla Gazzetta Ufficiale e per esteso sul B.U.R. della Regione Liguria. Viene, altresì, affisso all albo dell azienda, degli enti del comparto operanti nel territorio regionale e dei principali comuni limitrofi alla sede legale dell azienda.copia del bando è, infine, disponibile sul sito internet dell azienda. Il bando non costituisce solo un mezzo di pubblicità ma anche una precisa dichiarazione di volontà circa le modalità che l amministrazione intende seguire per la copertura dei posti messi a concorso. D) Ricevimento delle domande di partecipazione Le richieste di partecipazione al concorso vengono presentate/trasmesse all Ufficio Protocollo entro il termine previsto dal bando (30 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale). Scaduti i termini, l Ufficio Protocollo trasmette le istanze alla S.C.. E) Ammissione candidati L ammissione candidati alla procedura selettiva è disposta con deliberazione del Direttore Generale a seguito di verifica, da parte della S.C. Gestione, in merito al possesso dei requisiti di partecipazione previsti dal DPR 483/1987, relativamente alle aree contrattuali della

8 Pag. 8/21 Dirigenza, e dal DPR 220/2001 relativamente all area contrattuale del Comparto. I requisiti di partecipazione al concorso sono i seguenti cittadinanza italiana (agli italiani sono parificati gli italiani non appartenenti alla repubblica e gli appartenenti ad uno stato dell Unione Europea ) età (minima: 18 anni; la partecipazione non è più soggetta, invece a limiti massimi di età, salvo deroghe dettate da regolamenti delle singole amministrazioni dovute alla natura del servizio o ad oggettive necessità dell amministrazione) godimento dei diritti politici titolo di studio richiesto per il posto messo a concorso (accompagnato dall iscrizione all albo professionale qualora l esercizio della professione richieda l iscrizione a detto albo) idoneità fisica da intendersi in senso relativo,ossia in relazione alla posizione funzionale per cui si concorre mancata precedente destituzione o dispensa da un pubblico impiego mancata condanna per uno dei reati previsti dall art. 85 T.U. 3/1957 ovvero per uno dei reati di cui all art. 1 della legge 16/1992; l intervento di una sentenza di condanna non è automaticamente ostativo all accesso, essendo all uopo necessario una apposita valutazione da parte dell amministrazione interessata. Tali requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di concorso per la presentazione delle domande di ammissione. L esclusione dalla procedura concorsuale deve essere comunicata agli interessati, in ottemperanza alla legge 241/90. F) Nomina della Commissione Esaminatrice La nomina della Commissione Esaminatrice è effettuata con deliberazione del Direttore Generale La composizione delle commissioni è stabilità dai vigenti regolamenti in materia di disciplina concorsuale (DD.PP.RR. 483/1997 e 220/2001).. Nel caso di elevato numero di candidati è altresì disposta la nomina di un comitato di vigilanza. G) Convocazione dei Componenti della Commissione Esaminatrice Il segretario della Commissione Esaminatrice contatta informalmente il presidente e i componenti al fine di definire il calendario delle prove e successivamente provvede alla convocazione formale mediante o raccomandata a/r H) Convocazione dei candidati Comunicazione ai candidati, con lettera raccomandata a/r., dell ammissione al concorso e della data e luogo di svolgimento delle prove. Tale comunicazione può essere effettuata direttamente sulla Gazzetta Ufficiale Parte IV Serie Speciale in ottemperanza a quanto previsto dal bando di concorso. La convocazione dei candidati può avvenire con un'unica comunicazione contenente tutte le date previste per completare le procedure concorsuali (prova scritta, prova pratica e prova orale) nel rispetto, comunque, dei termini di preavviso contemplati dalla vigente normativa concorsuale, fermo restando che la partecipazione ad ogni prova è subordinata al superamento della precedente. I) Svolgimento del concorso Espletamento delle prove,valutazione dei candidati e formazione della graduatoria.la graduatoria contiene l elenco degli idonei ovvero dei candidati che hanno superato ciascuna delle prove

9 Pag. 9/21 concorsuali e può essere utilizzata per coprire, oltre ai posti messi a concorso,anche quelli che si renderanno vacanti nel periodo di validità della stessa. Al termine delle procedura la Commissione trasmette i verbali al Direttore Generale per i provvedimenti di competenza. J) Approvazione della graduatoria Recepimento dei verbali della Commissione esaminatrice ed approvazione della graduatoria con deliberazione del Direttore Generale.I verbali fanno fede fino a querela di falso e acquistano validità giuridica verso terzi solo dopo la loro approvazione da parte dell amministrazione che ha bandito il concorso. K) Pubblicazione della graduatoria La graduatoria viene trasmessa alla Regione Liguria per la pubblicazione sul BUR. e rimane efficace per un biennio dalla data di pubblicazione per eventuali coperture di altri posti che dovessero rendersi vacanti Le selezioni dei dirigenti di struttura complessa Si rinvia integralmente ad altro documento contenente la procedura per il conferimento di incarichi di struttura complessa. 7.3 Le assunzioni a tempo indeterminato senza concorso Rientrano nella suddetta categoria: 1.1. le assunzioni obbligatorie dei lavoratori disabili (=persone affette da menomazione fisiche, psichiche e sensoriali e portatori di handicap intellettivo, con riduzione della capacità lavorativa superiore al 45% e invalidi del lavoro con invalidità superiore al 33%. Persone non vedenti, sordomute, invalide di guerra, invalidi civili di guerra e invalidi per servizio) ex lege 68/99, per posti per i quali è prevista la scuola dell obbligo le assunzioni obbligatorie dei centralinisti telefonici ciechi tramite chiamata diretta ex lege 113/ le assunzioni obbligatorie degli appartenenti alle categorie protette ex art. 18 L. 68/99 (orfani di guerra, orfani di caduti per causa di lavoro, vedove di guerra, vedove dei caduti per servizio, vittime del dovere, profughi, familiari di vittime del terrorismo e della criminalità organizzata) a seguito di domanda diretta 2 le assunzioni di personale del comparto per profili per i quali è richiesto il solo requisito della scuola dell obbligo ex art. 16 legge 56/ le assunzioni di personale del comparto e dell area dirigenziale tramite procedura di mobilità Le assunzioni obbligatorie dei lavoratori disabili e delle categorie protette Per quanto attiene al punto 1.1, si precisa che l azienda, in ottemperanza a quanto disposto dalla legge 68/99, è obbligata ad assumere soggetti appartenenti alla categoria dei disabili, con aliquote percentuali determinate in base al numero dei lavoratori occupati nell azienda (nella nostra azienda attualmente è il 7%). L azienda ha stipulato apposita convenzione con la Provincia di Genova (ex art. 11 L. 68/99) con la quale è stato programmato il numero di assunzioni annuali di personale disabile per il

10 Pag. 10/21 raggiungimento del tetto previsto dalla normativa vigente. Tali assunzioni avvengono tramite chiamata numerica o nominativa degli iscritti alle liste di collocamento. Per quanto riguarda la chiamata numerica, il centro per l impiego, competente in base alla vigente normativa,a seguito di richiesta scritta da parte dell azienda, provvede ad avviare a selezione i lavoratori, utilizzando appositi elenchi e graduatorie. La selezione deve tendere ad accertare esclusivamente l idoneità del lavoratore a svolgere le mansioni proprie della qualifica, categoria o profilo professionale, non comporta valutazione emulativa ed è svolta da apposita commissione nominata dal Direttore Generale. La chiamata nominativa viene gestita dall ufficio Inclusione socio lavorativa e collocamento disabili che fornisce i profili dei candidati aventi i requisiti richiesti dall azienda nonché una percentuale di invalidità => al 74% o minorazioni ascritte dalla categoria 4^ alla 8^ - tab. A per invalidi di servizio o percentuale inferiore al 74% per invalidi di lavoro. L assunzione a tempo indeterminato viene preceduta da un periodo di tirocinio di formazione e orientamento di 3 mesi, essenziale per la valutazione del candidato. La procedura sopra descritta è comunque riferita ai profili appartenenti alle categorie di lavoratori per le quali occorre la scuola dell obbligo. Per quanto riguarda le categorie superiori, si rimanda alla parte dell assunzione tramite pubblico concorso. In tal caso, il concorso può essere interamente o parzialmente riservato alle categorie sopra indicate. In relazione al punto 1.2, si sottolinea che l attuale normativa impone alle aziende di assumere per ogni ufficio, sede o stabilimento, a condizione che siano dotate di centralino telefonico, un privo della vista abilitato alle funzioni di centralinista telefonico.tale assunzione si svolge senza selezione ed il lavoratore assunto è computato a copertura dell aliquota d obbligo, di cui alla legge 68/99. Per quanto riguarda il punto 1.3, l art 18 della L. 68/99 prevede il collocamento presso le aziende di un numero di personale appartenente alle c.d. categorie protette (orfani di guerra, orfani di caduti per causa di lavoro, vedove di guerra, vedove dei caduti per servizio, vittime del dovere, profughi, vittime del terrorismo) nella misura dell 1% del personale in servizio. Tali assunzioni avvengono tramite istanza diretta dell interessato avente i requisiti previsti dalla L. 68/99 nonchè dalla convenzione suddetta e dal profilo da ricoprire Le assunzioni tramite i Centri per l Impiego Le assunzioni di personale per il quale è richiesto il solo requisito della scuola dell obbligo sono effettuate mediante ricorso agli iscritti nelle liste di collocamento formulate ai sensi della Legge 56/87 e s.m.i. L azienda inoltra richiesta scritta di avviamento a selezione al Centro per l impiego territorialmente competente di un numero di lavoratori pari al doppio dei posti da ricoprire (1 titolare e 1 riserva) con l indicazione: del profilo professionale e della categoria della tipologia e della durata del rapporto di lavoro dei requisiti per l accesso alla selezione della sede di lavoro del contenuto delle prove di idoneità

11 Pag. 11/21 Gli iscritti alle liste di collocamento sono avviati numericamente secondo l ordine di graduatoria risultante dalle liste tenute dal Centro suddetto. Con deliberazione del Direttore Generale viene nominata la Commissione incaricata dell espletamento della selezione che è composta dal responsabile della struttura di assegnazione del lavoratore o suo delegato e da due componenti in qualità di esperti, nonché da un segretario appartenente al ruolo amministrativo. I lavoratori avviati a selezione sono convocati con telegramma in cui viene specificato giorno, ora e luogo di espletamento delle prove di idoneità.. Di ciò viene altresì data pubblicità mediante affissione di apposito avviso all Albo aziendale. La selezione consiste nello svolgimento di prove pratiche attitudinali ovvero in sperimentazioni lavorative i cui contenuti sono determinati con riferimento a quelli previsti nelle declaratorie e nei mansionari relativi alla qualifica oggetto di assunzione. Tale selezione deve tendere ad accertare esclusivamente l idoneità del lavoratore a svolgere le mansioni proprie della qualifica, categoria o profilo professionale, e non comporta valutazione emulativa Al termine delle prove, la Commissione redige apposito verbale che viene recepito con provvedimento del Direttore Generale con il quale è altresì disposta l assunzione del candidato idoneo. L Amministrazione procede quindi a comunicare al Centro per l Impiego competente l esito della selezione nonché la data di assunzione in servizio del candidato. Per quanto riguarda la procedura di assunzione in servizio si demanda al punto Le assunzioni tramite mobilità L azienda può assumere a tempo indeterminato, accogliendo istanze di trasferimento di personale, del comparto e dell area dirigenziale, in servizio presso altre amministrazioni. L art. 30 del Dlgs. 165/2001 consente, infatti, il passaggio diretto di personale tra amministrazioni diverse. Con il passaggio diretto sono garantite la continuità del rapporto e la conservazione del trattamento giuridico ed economico in godimento presso l amministrazione di provenienza. Le procedure di mobilità sono dettagliatamente disciplinate dalla seguente normativa pattizia : art. 19 CCNL comparto 1998/2001 art. 20 CCNL dirigenza medica e veterinaria 1998/2001 art. 20 CCNL dirigenza amministrativa, sanitaria, tecnica e professionale 1998/2001 procedura aziendale relativa alla mobilità dall esterno contenuta in specifico documento a cui si rimanda integralmente art. 30 Dlgs 165/2001 e s.m.i. Si sottolinea, in particolare, che, in base alla normativa sopra richiamata, per la mobilità compartimentale ed intercompartimentale occorre acquisire il nullaosta dell amministrazione di provenienza. Per la procedura di mobilità si rimanda ad altro documento (VEDI APPOSITA PROCEDURA).

12 Pag. 12/ Le assunzioni tempo determinato Le assunzioni a tempo determinato ex Dlgs. 368/2001 L azienda può stipulare contratti di lavoro a termine con il personale dell area dirigenziale e del comparto (non solo, quindi, per ricoprire posti vacanti, ma anche per sostituire personale assente) per ragioni di carattere tecnico, organizzativo, produttivo o sostitutivo, anche riferibili all ordinaria attività di lavoro, così esemplificate: a) tecniche: temporanea copertura di posti vacanti nella dotazione organica in presenza di oggettiva e temporanea impossibilità di procedere ad assunzioni a tempo indeterminato (es. procedura concorsuale in itinere) b) organizzative: per la realizzazione di specifici obiettivi individuati dalla programmazione nazionale, regionale ed aziendale c) produttive: particolari punte di attività o esigenze straordinarie non fronteggiabili con personale a tempo indeterminato o con altre tipologie di contrattato a tempo determinato d) sostitutive: sostituzione di lavoratori assenti con diritto alla conservazione del posto fino all effettivo rientro del lavoratore sostituito (es. sostituzioni aspettative, maternità, lunghe malattie etc ) Il reclutamento del personale da assumere con contratto di lavoro a tempo determinato è effettuato: mediante avviamento degli iscritti nelle liste di collocamento (solo per le qualifiche ed i profili per i quali è richiesto il requisito della scuola dell obbligo) mediante utilizzo di graduatorie concorsuali valide per l assunzione di personale a tempo indeterminato mediante utilizzo di graduatorie ancora valide di selezioni pubbliche per assunzione a tempo determinato mediante indizione di nuova selezione pubblica nel caso in cui non esistano graduatorie utilizzabili In quest ultimo caso, l azienda, come avviene per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato, deve espletare una procedura selettiva pubblica, per la quale non esiste una specifica normativa. Pertanto, pur seguendo l iter descritto al paragrafo 8.3, l azienda ha, un maggiore potere discrezionale, per l espletamento della selezione de qua. La maggiore discrezionalità dell azienda si esercita, ad esempio, nella scelta delle prove cui devono essere sottoposti i candidati (ad es.per soli titoli, per solo colloquio), nella designazione della commissione esaminatrice, nelle modalità di pubblicazione del bando, nella convocazione dei candidati Si evidenzia, in particolare, che: -il bando è pubblicato per estratto solo sul Bur della Regione Liguria, il termine per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso è di 15 giorni dalla pubblicazione predetta, i candidati sono convocati alla prova selettiva con telegramma o mediante notifica sul sito aziendale sezione concorsi.

13 Pag. 13/21 Il contratto di lavoro a tempo determinato è disciplinato dal Dlgs. 368/2001. Tale decreto stabilisce, in particolare, che: non sussiste, in generale, un limite di durata del contratto (il contratto dura sino quando permangono le ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo e sostitutivo che ne hanno determinato la stipula),. i contratti a termine dei dirigenti, tuttavia, non possono superare i cinque anni nel caso di proroga, infine, la durata complessiva del rapporto a termine, proroga compresa, non può eccedere i tre anni. In nessun caso il rapporto di lavoro a tempo determinato può essere trasformato in rapporto di lavoro a tempo indeterminato Le assunzioni a tempo determinato dei dirigenti ex art. 15 septies Dlgs. 502/92 Una specifica ipotesi di rapporto di lavoro a tempo determinato è prevista, per l area dirigenziale, dall art. 15 septies del Dlgs. 502/1992. In base a tale articolo l azienda può: conferire incarico a tempo determinato di natura dirigenziale e con rapporto di lavoro esclusivo a figure professionali in grado di svolgere funzioni di particolare rilevanza e di interesse strategico, purchè in possesso della laurea e di una comprovata qualificazione professionale, che abbiano svolto attività in organismi ed enti pubblici o privati o aziende pubbliche o private con esperienza acquisita per almeno un quinquennio in funzioni dirigenziali apicali o che abbiano conseguito una particolare specializzazione professionale, culturale e scientifica desumibile dalla formazione universitaria e postuniversitaria, da pubblicazioni scientifiche o da concrete esperienze di lavoro e che non godano del trattamento di quiescenza..l incarico dura dai 2 ai 5 anni, è rinnovabile e va contenuto nel limite del 2% della dotazione organica della dirigenza. conferire incarico a tempo determinato di natura dirigenziale a personale non medico ad esperti di provata competenza che non godano del trattamento di quiescenza e che siano in possesso del diploma di laurea e di specifici requisiti coerenti con le esigenze che determinano il conferimento dell'incarico. Tale incarico deve essere contenuto nel limite del 5% della dotazione organica della dirigenza sanitaria (esclusa la dirigenza medica) nonché della dirigenza professionale, tecnica e d amministrativa. I suddetti incarichi comportano l obbligo per l azienda di rendere contestualmente indisponibili posti di organico della dirigenza per i corrispondenti oneri finanziari. 7.5 L assunzione in servizio del personale con rapporto di lavoro subordinato L assunzione in servizio del personale a tempo indeterminato Mediante concorso, avviamento tramite il centro per l impiego o chiamata diretta Espletato il concorso o, nel caso di chiamata diretta, la selezione, l Azienda procede all assunzione vera e propria dell avente diritto. All interessato è inviata lettera raccomandata con l invito a stipulare contratto individuale di lavoro nel termine di 15 giorni e ad assumere servizio nel termine

14 Pag. 14/21 di 30 giorni dal ricevimento della predetta comunicazione, previa presentazione della documentazione prescritta dalle disposizioni regolanti l accesso al rapporto di lavoro, o dichiarazione sostitutiva della stessa (vedi allegato). L azienda controlla l assenza di carichi penali e di condanne penali, acquisendo il certificato dei carichi pendenti ed il certificato generale del casellario giudiziario dell interessato. Per quanto concerne l iscrizione all albo professionale, la stessa è dimostrata, in base alla vigente normativa, al momento dell assunzione. Dopo l assunzione in servizio, l eventuale cancellazione dall albo è comunicata all Azienda dal relativo Ordine o Collegio professionale. Prima dell immissione in servizio viene accertata, tramite la S.S. Medico Competente, l idoneità fisica all impiego dell interessato. Quest ultimo, inoltre, viene informato, tramite la S.S. Prevenzione e Protezione, dei rischi connessi all attività lavorativa. In ogni caso l assunzione in servizio del dipendente avviene in prova superata la quale si avrà la definitiva conferma. La durata del periodo di prova è stabilito dai contratti collettivi e varia in base alla qualifica del dipendente. L assunzione avviene mediante stipula del contratto individuale di lavoro a tempo indeterminato per il quale è richiesta la forma scritta e che deve comunque indicare : 1. tipologia del rapporto di lavoro 2. data di inizio del rapporto di lavoro 3. qualifica di inquadramento professionale e livello retributivo iniziale 4. attribuzioni corrispondenti alla posizione funzionale di assunzione previste dalle disposizioni legislative e regolamentari vigenti 5. durata del periodo di prova 6. sede di prima destinazione dell attività lavorativa 7. articolazione dell orario di lavoro se il rapporto di lavoro è a tempo parziale Il contratto individuale specifica che il rapporto è regolato dai contratti collettivi nel tempo vigenti anche per le cause di risoluzione del contratto di lavoro e dei termini di preavviso. Per quanto concerne la Dirigenza (sanitaria e non), il contratto deve specificare l incarico conferito e la relativa tipologia nonché gli obiettivi generali da conseguire, la durata dell incarico ed infine la modalità di effettuazione delle verifiche, delle valutazioni e dei soggetti deputati alle stesse. Copia del contratto è consegnata al dipendente. Al suddetto sono, altresì, consegnati: codice di comportamento dei pubblici dipendenti, regolamento sulle visite fiscali di controllo ed informativa sul cumulo degli impieghi. Mediante procedura di mobilità La procedura è identica a quella prevista per l assunzione in servizio a tempo indeterminato, con le sotto riportate differenze : notifica al dipendente e all ente di provenienza di copia della deliberazione con la quale quest azienda concede il nullaosta al trasferimento la data dell assunzione in servizio è determinata dall azienda di provenienza che dovrà rilasciare il nullaosta al trasferimento non deve essere espletato periodo di prova

15 Pag. 15/21 Anche in questo caso il dipendente deve sottoscrivere contratto individuale di lavoro L assunzione in servizio del personale a tempo determinato La procedura è identica a quella prevista per l assunzione in servizio a tempo indeterminato, con le sotto riportate differenze : 8.0 ALLEGATI 1. l interessato è invitato con telegramma a prendere servizio, a pena di decadenza, nel termine di sette o, se già in servizio presso altra pubblica amministrazione, di quindici giorni 2. non è previsto l espletamento del cosiddetto periodo di prova 3. nel contratto individuale di lavoro viene indicato il termine finale del rapporto 4. nel contratto individuale di lavoro è specificato che qualora i dipendenti o l'amministrazione intendano recedere anticipatamente dallo stesso dovranno dare un termine di preavviso di almeno 15 giorni; la parte che risolve il rapporto senza l'osservanza di tale termine è tenuta a corrispondere alla controparte un'indennità pari all'importo della retribuzione spettante per il periodo di mancato preavviso 8.1 Allegati disponibili on line Cartella: Personale/Comparto/moduli/selezioni documenti: 1) domanda per partecipazione a bando borsa di studio 2) domanda per partecipazione avviso pubblico comparto 3) domanda per partecipazione avviso pubblico dirigenza 4) domanda per partecipazione concorso pubblico comparto 5) domanda per partecipazione concorso pubblico dirigenza 6) istanza di accesso agli atti della procedura 7) fac simile curriculum Cartella: Personale/Comparto/moduli/selezioni bandi: 1) bando avviso pubblico 2) bando concorso pubblico 3) bando borsa di studio

16 Pag. 16/ Concorso Dirigenza Prove e valutazione dei titoli PROVA SCRITTA: Punteggio MIN 21/MAX 30 Relazione su argomenti inerenti alla materia messa a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa 1) PREDISPORRE N.3 TEMI O N.3 SERIE DI QUESITI A RISPOSTA SINTETICA 2) SCRIVERE I TRE TITOLI DEI TEMI SU ALTRETTANTI FOGLI NEL SEGUENTE MODO: TEMA N.1 TITOLO ETCC.. 3) I TRE FOGLI VERRANNO INSERITI IN BUSTE CHIUSE ED UN CANDIDATO PROCEDERA ALL ESTRAZIONE DEL TEMA COSTITUENTE L OGGETTO DELLA PROVA SCRITTA. 4) LA PROVA SCRITTA E ANONIMA; BISOGNA PERTANTO CORREGGERE E VALUTARE GLI ELABORATI REDATTI DAI SINGOLI CANDIDATI E SOLO SUCCESSIVAMENTE IDENTIFICARE L AUTORE DI OGNI ELABORATO PROVA PRATICA: Punteggio MIN 21/MAX 30 Su tecniche e manualità peculiari della materia messa a concorso. La prova pratica deve comunque essere anche illustrata schematicamente per iscritto 1) PREDISPORRE N.3 CASI /PROCEDURE 2) SCRIVERE I TRE TITOLI SU ALTRETTANTI FOGLI NEL SEGUENTE MODO: PROVA PRATICA N.1 TITOLO ETC.// 3) I TRE FOGLI VERRANNO INSERITI IN BUSTE CHIUSE ED UN CANDIDATO PROCEDERA ALL ESTRAZIONE DEL CASO COSTIUENTE L OGGETTO DELLA PROVA PRATICA. Ipotesi 1) La prova pratica non è anonima e verrà svolta separatamente dai candidati. Ciascun candidato entrerà nell aula di esame, discuterà la prova dinnanzi alla Commissione e predisporrà una breve traccia della prova su un foglio datato e firmato Ipotesi 2) I candidati svolgeranno contestualmente per iscritto la prova pratica con le stesse modalità della prova scritta (regola anonimato) PROVA ORALE: Punteggio MIN 14/MAX 20 1) PREDISPORRE TANTE DOMANDE QUANTI SONO I CANDIDATI AMMESSI ALLA PROVA ORALE +1. 2) A CIASCUN CANDIDATO VERRA SOTTOSTA UNA SOLA DOMANDA VALUTAZIONE TITOLI : Punteggio max 20 così suddiviso: titoli di carriera = max punti 10 titoli accademici e di studio= max punti 3 pubblicazioni = max punti 3 curriculum = max punti 4

17 Pag. 17/21 CARRIERA a) Servizi di ruolo prestati presso le AA.SS.LL. o le aziende sanitarie e servizi equipollenti ai sensi degli art. 22 e 23 D.P.R. 483/97: 1) servizio nel livello dirigenziale a concorso o livello superiore, nella disciplina punti 1.00 per anno 2) servizio in altra posizione funzionale nella disciplina a concorso punti 0.50 per anno 3) servizio in disciplina affine ovvero in altra disciplina da valutare con i punteggi di cui sopra ridotti rispettivamente del 25 e del 50 per cento 4) servizio prestato a tempo pieno da valutare con i punteggi di cui sopra aumentati del 20% b) Servizio di ruolo presso pubbliche amministrazioni nelle varie qualifiche secondo i rispettivi ordinamenti: punti 0.50 per anno c) servizio presso case di cura convenzionate valutato al 25% della durata come servizio c/o SSN d) attività ambulatoriale prestata a rapporto orario presso le strutture a diretta gestione delle aziende sanitarie e del Ministero della Sanità in base ad accordi nazionali, è valutata con riferimento all'orario settimanale svolto rapportato a quello dei medici dipendenti dalle aziende sanitarie con orario a tempo definito. TITOLI ACCADEMICI a) specializzazione nella disciplina oggetto del concorso punti 1.00 b) specializzazione in una disciplina affine punti 0.50 c) specializzazione in altra disciplina punti 0.25 d) altre specializzazioni di ciascun gruppo da valutare con i punteggi di cui sopra ridotti del 50%. e) altre lauree, oltre quella richiesta per l'ammissione al concorso, comprese tra quelle previste per l'appartenenza al ruolo sanitario, punti 0.50 per ognuna, fino ad un massimo di punti 1.00 Non è valutabile la specializzazione fatta valere quale requisito di ammissione. f) master universitario di I livello attinente al posto a selezione punti 0.50 g) master universitario di II livello attinente al posto a selezione punti 0.75 h) dottorato di ricerca punti 1.00 i) corso di perfezionamento universitario da un minimo di 0.10 ad un massimo di 0.20 punti Il punteggio verrà attribuito solo se dalla certificazione prodotta risulti il completamento del corso con il superamento del previsto esame finale ed il conseguimento del relativo titolo. PUBBLICAZIONI E TITOLI SCIENTIFICI La valutazione delle pubblicazioni deve essere adeguatamente motivata, in relazione alla originalità della produzione scientifica, all'importanza della rivista, alla continuità ed ai contenuti dei singoli lavori, al grado di attinenza dei lavori stessi con la posizione funzionale da conferire, all'eventuale collaborazione di più autori. Non possono essere valutate le pubblicazioni delle quali non risulti l'apporto del candidato. La Commissione deve, peraltro, tenere conto, ai fini di una corretta valutazione: a. della data di pubblicazione dei lavori in relazione all'eventuale conseguimento di titoli accademici già valutati in altre categorie di punteggi;

18 Pag. 18/21 b. del fatto che le pubblicazioni contengano mere esposizioni di dati e casistiche, non adeguatamente avvalorate ed interpretate, ovvero abbiano contenuto solamente compilativo o divulgativo, ovvero ancora costituiscano monografie di alta originalità. Le pubblicazioni, per essere oggetto di valutazione, devono essere edite a stampa ed essere attinenti alla disciplina oggetto del concorso. Non verranno valutati i lavori attinenti a discipline diverse rispetto a quella oggetto di selezione o i lavori per i quali non sia presentata copia integrale. In considerazione dei criteri suindicati si attribuirà: da un minimo di 0.01 ad un massimo di 0.25 cadauno ai lavori congressuali (abstracts/comunicazioni/posters/ atti congressuali etc ) da un minimo di 0.05 ad un massimo di punti 0.50 cadauno agli altri lavori (monografie, capitoli di libro, articoli, lettere ad editore, case reports etc ) CRITERI CURRICULUM Attività di studio e di addestramento professionale: massimo punti 1,00 Verrà valutata la partecipazione in qualità di discente a corsi, convegni, seminari etc solo se attinenti alla disciplina oggetto di concorso e la frequenza volontaria di strutture pubbliche o private nella qualifica e nella disciplina oggetto di concorso. 1. Partecipazione, come discente, ad attività formative non ECM: punti al giorno per ciascun evento formativo; se il candidato indica le ore tale punteggio vale per ora di frequenza fino ad un massimo di 0.20 punti- 100 gg/ ore per ogni evento formativo. In caso di attività formative non ecm - con esame finale, il punteggio ottenuto verrà aumentato di Frequenza, come discente, di attività formative ECM: per credito sino ad massimo di 0.20 (50 crediti ) per ogni evento formativo 2. La Commissione potrà attribuire sino ad un massimo di punti 0.20 agli eventi formativi ritenuti di particolare rilevanza (es. per l impegno richiesto al candidato durante la frequenza, per l argomento trattato in relazione al posto da conferire, per l ente organizzatore del convegno ) 3. Frequenza volontaria presso strutture pubbliche o private punteggio pari a 0.10 all anno fino ad un massimo di Non viene considerata la frequenza obbligatoria all interno del corso di specializzazione b) Attività didattica /relatore: massimo punti 0.50 Si valuta l attività di docente e di relatore attinente alla disciplina oggetto di selezione con le seguenti precisazioni: 1) docente per i corsi finalizzati al conseguimento del diploma di laurea o parificati, per le scuole di specializzazione, per i master,per i corsi di perfezionamento universitario o similari per ora di docenza 2) docente per i corsi diversi da quelli di cui al punto 1 ) ma rivolti a medici o personale delle professioni sanitarie per ora di docenza 3) Relatore, a corsi, convegni etc per evento

19 Pag. 19/21 c) rapporto libero professionale nella specifica disciplina presso strutture pubbliche e private accreditate max punti 1.50 per anno. Si attribuisce punteggio di 0.30 per anno e punteggio di 0.15 per anno, rispettivamente, per attività svolta presso enti pubblici ovvero presso enti privati accreditati. d) Attività di borsista nella disciplina - max di punti 0.50 Attività di borsista presso strutture pubbliche nella specifica disciplina punti 0.20 l anno Non saranno valutate: 1. le cariche elettive presso ordini, associazioni e altro 2. le idoneità ad altri concorsi ovvero gli attestati laudativi 3. le mere iscrizione ad albi di vario genere 4. gli incarichi o le attività espletate in ambito istituzionale (es. partecipazione a progetti aziendali ) fatta eccezione per la casistica operatoria 5. la partecipazione a commissioni di concorso pubblico 6. l attività di medico convenzionato (medico di medicina dei servizi, di continuità assistenziale etc.) in quanto non attinenti al servizio ospedaliero 8.3 Concorso Comparto Prove e valutazione dei titoli PROVA SCRITTA: Punteggio MIN 21/MAX 30 Svolgimento di un tema o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica su argomenti attinenti le attività relative al profilo a concorso 1) PREDISPORRE N.3 TEMI O N.3 SERIE DI QUESITI A RISPOSTA SINTETICA 2) SCRIVERE I TRE TITOLI DEI TEMI SU ALTRETTANTI FOGLI NEL SEGUENTE MODO: TEMA N.1 TITOLO ETCC.. 3) I TRE FOGLI VERRANNO INSERITI IN BUSTE CHIUSE ED UN CANDIDATO PROCEDERA ALL ESTRAZIONE DEL TEMA COSTITUENTE L OGGETTO DELLA PROVA SCRITTA. 4) LA PROVA SCRITTA E ANONIMA; BISOGNA PERTANTO CORREGGERE E VALUTARE GLI ELABORATI REDATTI DAI SINGOLI CANDIDATI E SOLO SUCCESSIVAMENTE IDENTIFICARE L AUTORE DI OGNI ELABORATO PROVA PRATICA: Punteggio MIN 14/MAX 20 Esecuzione di tecniche specifiche o predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta 1) PREDISPORRE N.3 QUESITI TECNICI 2) SCRIVERE I TRE TITOLI SU ALTRETTANTI FOGLI NEL SEGUENTE MODO: PROVA PRATICA N.1 TITOLO ETCC..// 3) I TRE FOGLI VERRANNO INSERITI IN BUSTE CHIUSE ED UN CANDIDATO PROCEDERA ALL ESTRAZIONE DEL CASO COSTITUENTE L OGGETTO DELLA PROVA PRATICA.

20 Pag. 20/21 4) I CANDIDATI SVOLGERANNO CONTESTUALMENTE PER ISCRITTO LA PROVA PRATICA CON LE STESSE MODALITÀ DELLA PROVA SCRITTA (REGOLA ANONIMATO) PROVA ORALE: Punteggio MIN 14/MAX 20 Colloquio sulle materie della prova scritta. La prova orale comprende, oltre ad elementi di informatica, anche la conoscenza, almeno a livello iniziale, di una lingua straniera scelta tra quelle indicate nel bando di concorso. 1) PREDISPORRE TANTE PROVE QUANTI SONO I CANDIDATI AMMESSI ALLA PROVA ORALE +1 CONTENTI CIASCUNA UNO O DUE QUESITI 2) SCRIVERE L OGGETTO DELLE PROVE SU ALTRETTANTI FOGLI NEL SEGUENTE MODO: PROVA ORALE N.1 TITOLO DOMANDE ETCC..// 3) I FOGLI VERRANNO INSERITI IN BUSTE CHIUSE E CIASCUN CANDIDATO PROCEDERA ALL ESTRAZIONE DELLE DOMANDE CHE SARANNO OGGETTO DI DISCUSSIONE CON LA COMMISSIONE ESAMINATRICE. 4) AL TERMINE, AL CANDIDATO VERRANNO SOTTOPOSTI UN QUESITO DI INFORMATICA ED UNO DI LINGUA STRANIERA VALUTAZIONE TITOLI : Punteggio max 30 così suddiviso: Titoli di carriera max punti 15 Titoli accademici e di studio max punti 5 Pubblicazioni e titoli scientifici max punti 5 Curriculum formativo e professionale max punti 5 CARRIERA a) Servizi resi presso le unità sanitarie locali, le aziende ospedaliere, gli enti di cui agli artt. 21 e 22 del DPR 220/01 e presso altre pubbliche amministrazioni, nel profilo professionale a concorso o in qualifiche corrispondenti: punti 1,20 per anno b) Il servizio prestato presso strutture private convenzionate, con rapporto continuativo, sarà valutato al 25% della durata ai sensi dell art. 21 comma 3 del DPR 220/01. c) I servizi resi in altre posizioni funzionali o profili NON saranno oggetto di valutazione TITOLI ACCADEMICI Altri titoli di studio, oltre quella richiesta per l'ammissione al concorso: 1. laurea magistrale attinente punti 1,50 2. altro laurea triennale punti master universitario attinente punti 1,00 4. laurea specialistica in materie attinenti punti 2,00 PUBBLICAZIONI E TITOLI SCIENTIFICI La valutazione delle pubblicazioni deve essere adeguatamente motivata, in relazione alla originalità della produzione scientifica, all'importanza della rivista, alla continuità ed ai contenuti

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO MILANO - Via A. Di Rudinì, 8 U.O. Amministrazione risorse umane/pd BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Prot. 26329/2015 Selezione pubblica per l assunzione a tempo indeterminato di 892 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16 Modello B2 GRADUATORIE PERMANENTI DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO E AUSILIARIO AI SENSI DELL ART. 554 DEL D.L.VO 297/94 (indizione concorsi nell a.s. 2014/15) DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i.

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i. 28501 di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa né a carico del bilancio regionale né a carico degli enti per i cui debiti

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, di mobilità regionale ed interregionale tra Aziende ed Enti del Servizio Sanitario, per la copertura

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

LAZIODISU. BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER LA COPERTURA DI N. 4 POSTI DI OPERATORE INFORMATICO, cat. B3.

LAZIODISU. BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER LA COPERTURA DI N. 4 POSTI DI OPERATORE INFORMATICO, cat. B3. LAZIODISU BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER LA COPERTURA DI N. 4 POSTI DI OPERATORE INFORMATICO, cat. B3. Visti: il D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165; il D.P.R. 9 maggio 1994 n. 487; il D.P.R

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLEGATO A PARTE RISERVATA ALL UFFICIO AL DIRIGENTE DATA Direzione Risorse Umane e Organizzazione UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRENTO PROT. N Via Verdi, 6-38100 TRENTO SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E PROVE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

PREMESSA. L opuscolo tratta la disciplina dei rapporti di lavoro alle dipendenze pubbliche.

PREMESSA. L opuscolo tratta la disciplina dei rapporti di lavoro alle dipendenze pubbliche. PREMESSA L opuscolo tratta la disciplina dei rapporti di lavoro alle dipendenze pubbliche. delle amministrazioni Una cospicua parte è dedicata al concorso, che costituisce la principale procedura con la

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale 1 - Individuazione qualifiche e numero di rapporti di lavoro a tempo parziale Il rapporto di lavoro a tempo parziale, anche se a tempo

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo:

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo: Avviso pubblico per l istituzione di un Albo di esperti da impegnare nelle attività di realizzazione di programmi e progetti di studio, ricerca e consulenza. Art. 1 Premessa E indetto Avviso Pubblico per

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO E DI DIDATTICA INTEGRATIVA, IL RILASCIO DI AUTORIZZAZIONI PER ATTIVITA ESTERNE DEI PROFESSORI

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

ALLEGATO A) SCHEMA DELLA DOMANDA PER I CANDIDATI CITTADINI ITALIANI (in carta semplice)

ALLEGATO A) SCHEMA DELLA DOMANDA PER I CANDIDATI CITTADINI ITALIANI (in carta semplice) ALLEGATO A) SCHEMA DELLA DOMANDA PER I CANDIDATI CITTADINI ITALIANI (in carta semplice) All Università degli Studi di Udine Ripartizione del personale Ufficio Concorsi Via Palladio 8 33100 UDINE Il sottoscritto...

Dettagli

Prot. 604 SCADENZA 10 giugno 2011

Prot. 604 SCADENZA 10 giugno 2011 Prot. 604 SCADENZA 10 giugno 2011 Unione dei Comuni dell Anglona e della Bassa Valle del Coghinas Bulzi - Chiaramonti Erula Laerru Martis Nulvi - Perfugas S.M. Coghinas Sedini - Tergu - Valledoria - Viddalba

Dettagli

Stato giuridico del personale delle Unità sanitarie locali

Stato giuridico del personale delle Unità sanitarie locali Testo aggiornato al 15 dicembre 2005 Decreto del Presidente della Repubblica 20 dicembre 1979, n. 761 Gazzetta Ufficiale 15 febbraio 1980, n. 45, S. O. Stato giuridico del personale delle Unità sanitarie

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 244 IN DATA 28 OTTOBRE 1997. MODIFICATO CON DELIBERAZIONI

Dettagli

Avviso pubblico per la selezione per titoli e colloqui per l assunzione di personale con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato

Avviso pubblico per la selezione per titoli e colloqui per l assunzione di personale con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato Avviso pubblico per la selezione per titoli e colloqui per l assunzione di personale con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato IL DIRETTORE GENERALE Premesso che: Puglia Sviluppo S.p.A. è

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEI CRITERI E DELLE MODALITA DI TRASFORMAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO DA TEMPO PIENO A TEMPO PARZIALE.

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEI CRITERI E DELLE MODALITA DI TRASFORMAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO DA TEMPO PIENO A TEMPO PARZIALE. COMUNE DI USMATE VELATE Provincia di Monza e della Brianza. Corso Italia n. 22 20040 USMATE VELATE Cod.Fisc.01482570155 REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEI CRITERI E DELLE MODALITA DI TRASFORMAZIONE DEL

Dettagli

Regolamento per la disciplina dei Concorsi

Regolamento per la disciplina dei Concorsi REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CONCORSI PER LE ASSUNZIONI DI PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO pag. 1 INDICE Art. 1 - Oggetto CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 2 - Ambito di applicazione Art. 3 - Riserva

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, con il quale è stato approvato il testo unico delle disposizioni concernenti lo Statuto degli impiegati civili

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

ADDETTO ALLE AZIENDE AGRARIE

ADDETTO ALLE AZIENDE AGRARIE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA TOSCANA BANDO DI CONCORSO DEL DIRETTORE GENERALE DELLA TOSCANA DECRETO N. 36 FIRENZE, 30 MARZO 2015 INDIZIONE

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI Approvato con D.G. N.40 DEL 10.04.2000 Modificato con D.G. N.79 DEL 04.11.2002 Modificato con D.G. N.70 DEL 13.11.2006

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer Il presente documento non ha la pretesa di essere

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

DD I/3 2804 del 06/02/10

DD I/3 2804 del 06/02/10 AREA RECLUTAMENTO E AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE Dirigente Ascenzo FARENTI Coordinatore Dott. Luca BUSICO Unità Amministrazione personale tecnico amministrativo Responsabile Dott. Massimiliano GALLI DD

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

E INDETTA. Art. 1. Articolo 2

E INDETTA. Art. 1. Articolo 2 Direttore: Prof. Filippo Rossi Fanelli SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA (CO.CO.CO.) PER LE ESIGENZE DEL CENTRO

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

COMUNE DI VILLACHIARA. Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART TIME, DELLE INCOMPATIBILITA E DEI SERVIZI ISPETTIVI

COMUNE DI VILLACHIARA. Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART TIME, DELLE INCOMPATIBILITA E DEI SERVIZI ISPETTIVI COMUNE DI VILLACHIARA Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART TIME, DELLE INCOMPATIBILITA E DEI SERVIZI ISPETTIVI (Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 174 del 22/10/1997,

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo Direzione Generale

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo Direzione Generale Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo Direzione Generale DECRETO n 2228 IL DIRETTORE GENERALE Visto il D.P.R.10.1.1957, n.3 e successive

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39 06.42.00.84.44/5 www.cnpi.it cnpi@cnpi.it C.F. 80191430588 Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate dalla legge 3 maggio 1985, n. 204, in attuazione degli

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli