Casa di Cura privata M.D. Barbantini Congregazione Suore Ministre degli Infermi. Carta dei Servizi LUCCA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Casa di Cura privata M.D. Barbantini Congregazione Suore Ministre degli Infermi. Carta dei Servizi LUCCA"

Transcript

1 Casa di Cura privata M.D. Barbantini Congregazione Suore Ministre degli Infermi Carta dei Servizi LUCCA

2

3 LA VITA È UN DONO D AMORE CHE SOLO L AMORE FA RIFIORIRE Queste semplici parole, sintetizzano la vita della Beata M. Domenica Barbantini, fondatrice della Congregazione Suore Ministre degli Infermi di San Camillo. Consapevole che l amore, di Dio e del prossimo, cura e risana, ne ha fatto pietra miliare della sua instancabile operosità a sollievo del malato. Da allora il proporsi al paziente come riferimento per l assistenza sanitaria e come guida nell assistenza religiosa e spirituale il miglioramento della condizione di salute del paziente il rispetto della umana dignità e riservatezza l attenzione ai bisogni della collettività la cortesia e discrezione nei rapporti la continuità assistenziale sono tra i valori cardine che rappresentano l eredità - impegno con i quali la Congregazione cerca di erogare i propri servizi, ispirando l operato quotidiano della clinica e di tutte le persone che in essa operano. Sr. Stefania Bortoli Ester Direttrice C.d.C. Casa di Cura privata M.D. Barbantini Congregazione Suore Ministre degli Infermi

4 INDICE PRESENTAZIONE GLI IMPEGNI DELLA CASA DI CURA MD BARBANTINI LA STRUTTURA TIPOLOGIA DELLE PRESTAZIONI EROGATE Gestione dei ricoveri Accettazione amministrativa del paziente Accettazione sanitaria del paziente Dimissione sanitaria del paziente Dimissione amministrativa del paziente Rilascio copia Cartella Clinica Convenzioni dirette e/o indirette DISCIPLINE DI RICOVERO E CURA Area Funzionale Chirurgica: CHIRURGIA GENERALE Area Funzionale Chirurgica: OCULISTICA Area Funzionale Chirurgica: ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA Area Funzionale Medica: MEDICINA GENERALE Area Funzionale Medica: ANGIOLOGIA ATTIVITÀ AMBULATORIALI Attività ambulatoriale in sola forma privata Tempi di attesa Documenti necessari Tariffe Ritiro referti

5 ACCERTAMENTI DIAGNOSTICI AMBULATORIALI Oculistica Cardiogia & Angiologia Reumatologia Endocrinologia Ecografia Laboratorio Analisi Risonanza Magnetica Radiologia Tomografia Computerizzata LA DIMINUZIONE DEL RISCHIO CLINICO E IL CONTROLLO DEL DOLORE Il gruppo di gestione del rischio clinico INNOVAZIONI TECNOLOGICHE ED INFORMATICHE RIS/PACS INDICATORI DI QUALITÀ CARTA EUROPEA DEI DIRITTI DEL MALATO TUTELA DEI DIRITTI IN AMBITO DI PRIVACY SERVIZI COME RAGGIUNGERCI CONTATTI BL_CARTA_SERVIZI Rev. 1 del 31/05/2013

6

7 Presentazione PRESENTAZIONE Questa Carta dei Servizi è stata realizzata per dare agli interessati le informazioni per accedere alle prestazioni di diagnosi e cura erogati dalla Casa di Cura M.D. Barbantini di Lucca, rendere meno gravoso il soggiorno, più garantiti i diritti, più comprensibili i doveri ed i comportamenti. La Casa di Cura è una struttura sanitaria privata accreditata con il Sistema Sanitario Nazionale della Regione Toscana ed opera nella rete regionale e di Area Vasta Nord-Ovest. Ha quindi definito, attraverso l innovazione tecnologica, informatica ed organizzativa, i percorsi sanitari per i cittadini, che soddisfano i nuovi standard previsti dalla Regione Toscana. Il contenuto della presente Carta dei Servizi trasforma le informazioni in veri e propri impegni che la Casa di Cura Barbantini di Lucca, con i suoi operatori tutti, si assume nei confronti Gli della Regione impegni Toscana, delle istituzioni della in genere, Casa ma soprattutto nei di confronti Cura dei cittadini. GLI IMPEGNI DELLA CASA DI CURA M.D. BARBANTINI La tradizione, le regole ed i principi di assistenza e di cura perseguiti dalla Casa di Cura M.D. Barbantini sono ispirati alle norme etiche proprie di una struttura sanitaria, con l impegno quotidiano di tutti gli operatori verso un miglioramento continuo della qualità delle cure. La Casa di Cura ha definito, attraverso l innovazione tecnologica, informatica ed organizzativa, percorsi sanitari per i cittadini, che soddisfano i nuovi standard previsti dalla Regione Toscana. Gli impegni sono i fattori di qualità che la Casa di Cura intende garantire a tutti i suoi utenti. Tali fattori possono essere aspetti oggettivi (qualitativi o quantitativi), oppure soggettivi (rilevabili cioè solo attraverso la raccolta della percezione dell Utenza). I fattori di qualità vengono classificati rispetto ai seguenti temi: ASPETTI RELAZIONALI Tutti gli Operatori Sanitari garantiscono un comportamento improntato alla gentilezza, rispetto, disponibilità e comprensione nei confronti del Cittadino. 1

8 Formazione professionale: la Casa di Cura favorisce l aggiornamento periodico del personale come strumento di costante crescita professionale e dei livelli di qualità delle prestazioni. PERSONALIZZAZIONE E UMANIZZAZIONE Rispetto della riservatezza (D.lgs 196\2003 e s.m.), omogeneità di comportamenti ed equità, rispetto delle idee religiose e delle convinzioni personali, accesso ai servizi da parte dei cittadini fragili; per questi temi la Casa di Cura ha sviluppato un sistema per la riduzione delle differenze all accesso ai servizi dei cittadini fragili. In particolare sono previsti accordi con interpreti contattabili al bisogno per problemi linguistici, adeguati approcci alle diverse abitudini alimentari ed al rispetto del credo religioso. Sono previsti programmi ed azioni per garantire la tutela di pazienti sordomuti ed ipovedenti. Iniziative formative e informative per la Cura del dolore La Casa di Cura ha prestato particolare attenzione alla rilevazione e alla cura del dolore, attivando iniziative formative per gli operatori e adeguando i percorsi sanitari in funzione delle linee-guida proposte dalla Regione Toscana. COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE (Front Office) Per fornire adeguate informazioni all utente è garantito il contatto telefonico quotidiano dal lunedì al sabato ore 06:30-21:00, la domenica 08:00-21:00. Per i pazienti che sono stati sottoposti ad una pratica terapeutica, è garantita la possibilità di un contatto telefonico per urgenze 24 ore su 24. Informazione sulle condizioni di salute: La Casa di Cura ha predisposto all ammissione del paziente una modalità informativa finalizzata a condividere con lo stesso l intero processo di cura compresa la fase di dimissione. Il paziente riceve informazioni adeguate sulle proprie condizioni di salute, sulla propria terapia e sui professionisti sanitari che lo seguiranno nel percorso diagnostico-terapeutico. Al fine di rendere partecipe attivamente il paziente al proprio percorso di cura la Casa di Cura assegna un tutor durante tutto il ricovero. 2

9 TEMPI E ACCESSIBILITÀ Personale addetto garantisce le informazioni sui tempi di attesa per l erogazione delle prestazioni sanitarie. Per il ritiro dei referti e documentazione clinica, la Casa di Cura si impegna a rispettare i tempi standard previsti per la consegna della documentazione sanitaria. Disservizio: in Caso di disservizio la Casa di Cura s impegna a garantire l esecuzione delle prestazioni entro le 72 ore previste. Punto CUP. La Casa di Cura è indicata dall Azienda USL N.2 come punto CUP Centro Unico Prenotazione e risulta quindi parte integrante della rete aziendale pubblica. COMFORT ALBERGHIERO, STRUTTURA E LOGISTICA Particolare attenzione è stata prestata all adeguatezza degli ambienti in funzione dell esercizio svolto (stanze di degenza a due letti con servizi, sale d attesa, ambulatori medici, ecc.) e alla loro gestione e mantenimento (gradevolezza e pulizia). Si è cercato il comfort alberghiero anche nei pasti, offrendo menù a scelta con prodotti di qualità e distribuiti in orari stabiliti, venendo incontro alle diverse abitudini alimentari. ASPETTI BUROCRATICI E AMMINISTRATIVI Facilità negli adempimenti burocratici ed amministrativi. TUTELA, ASCOLTO E VERIFICA Diritto al reclamo. L utente ha la possibilità di esprimere commenti, lamentele o reclami utilizzando il questionario di soddisfazione a disposizione presso i reparti di degenza e le aree di attesa. A questo proposito è stato istituito un ufficio dedicato, Rapporti con gli Utenti, che può fornire un supporto nella compilazione del questionario e un filo diretto con la struttura. (risposta entro 30 giorni) Monitoraggio sistematico della soddisfazione degli utenti; mediante l elaborazione dei dati dei questionari viene monitorata la qualità delle prestazioni fornite, da cui vengono determinati gli interventi organizzativi più utili per soddisfare le attese degli utenti. 3

10 La struttura della Casa di Cura LA STRUTTURA Le attività svolte in Casa di Cura sono distribuite per piano, con la seguente disposizione: PIANO TERRA: Attività amministrative: y Ufficio Amministrativo y Accettazione Ricoveri y Accettazione Ambulatoriale Attività ambulatoriali: y Reumatologia y Dermatologia y Cardiologia y Ecocolordoppler y Oculistica y Oculistica Strumentale y Ambulatorio per visite specialistiche Diagnostica per Immagini: y Ecografia y Radiologia y Tomografia Computerizzata (TC) y Risonanza Magnetica (RM) y Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC) 1 PIANO: y Area Funzionale Medica: Angiologia y Area Funzionale Chirurgica: Chirurgia Generale Ortopedia e Traumatologia y Fisioterapia y Laboratorio di Analisi Chimico Cliniche e Microbiologiche 2 PIANO: y Area Funzionale Medica: Medicina Generale y Area Funzionale Chirurgica: Chirurgia Generale Ortopedia e Traumatologia 3 PIANO: 4 y Area Funzionale Chirurgica: Oculistica y Blocco Operatorio

11 4 PIANO: y Uffici amministrativi PIANO SEMINTERRATO: y Cucina Guardaroba - Locali Tecnici e di Servizio y Per le attività di ricovero la Casa di Cura dispone di 70 posti letto. y Le camere di degenza sono ordinariamente a due posti, tutte sono dotate di aria climatizzata, di servizi igienici con doccia, televisore e telefono dedicato. y La Casa di Cura offre a pagamento la possibilità di usufruire del secondo letto per l accompagnatore. y La Casa di Cura è dotata di una cucina interna dove sono preparati tutti i pasti necessari ai pazienti in base alle diverse esigenze degli stessi. 5

12 Attività di Ricovero e Cura ATTIVITÀ DI RICOVERO E CURA Il ricovero avviene con modalità programmata e la prenotazione è gestita dall Ufficio Accettazione Ricoveri. E importante che l utente si attenga alle indicazioni fornite per avere una gestione più semplice e più rapida delle pratiche amministrative. In Casa di Cura vengono praticate le seguenti modalità di ricovero: Ricovero Ordinario Il Paziente viene ospitato per il periodo necessario al percorso terapeutico previsto per il trattamento della patologia in cura. Pre-ospedalizzazione E la fase che precede il ricovero per un intervento chirurgico programmato e serve ad effettuare indagini, visite ed esami necessari all intervento. Nello stesso giorno il paziente concorda con gli uffici amministrativi, il giorno di ricovero/intervento, le condizioni alberghiere da lui desiderate e fornisce i dati e la documentazione necessaria. Ricovero Day Hospital / Day Surgery E il cosiddetto ospedale di giorno, cioè un ricovero programmato a ciclo diurno. Consiste in uno o più ricoveri di una giornata ciascuno, in relazione al piano diagnostico terapeutico più adatto ai problemi di salute del paziente. Prestazione Ambulatoriale Le prestazioni erogate in regime ambulatoriale sono: visite o consulenze, indagini di diagnostica strumentale o di laboratorio, prestazioni di chirurgia e interventistica strumentale e terapeutica ambulatoriale. Si ricorda che il cittadino assistito dal Sistema Sanitario Nazionale è tenuto a pagare la quota di compartecipazione alla spesa sanitaria per le prestazioni ambulatoriali (ticket), salvo i soggetti esenti ai sensi della normativa vigente. 6

13 GESTIONE DEI RICOVERI Paziente area medica: il medico di famiglia del paziente concorda la necessità di ricovero con un medico specialista della Casa di Cura, il quale provvede a comunicare all ufficio Accettazione il nominativo del paziente. Successivamente l ufficio accettazione concorda con il paziente la data di ricovero, le condizioni alberghiere ricordando allo stesso la documentazione necessaria. Paziente area chirurgica: oltre a quanto riportato al punto precedente, si aggiunge la fase di preospedalizzazione che consente al paziente, prima di ricoverarsi, di effettuare gli esami e la visita anestesiologica necessari prima dell intervento. 7

14 ACCETTAZIONE AMMINISTRATIVA DEL PAZIENTE L accettazione amministrativa è il momento in cui vengono effettuati tutti gli adempimenti di carattere burocratico che costituiscono il presupposto della formalizzazione del ricovero. Il paziente deve presentarsi presso l Ufficio Accettazione nel giorno ed all orario concordato, munito dei seguenti documenti: y impegnativa del medico curante o specialista; y documento di identità; y tessera sanitaria/codice fiscale. Al momento dell accettazione amministrativa, il paziente: y riceve l informativa ai sensi della legge n. 196/2003 e smi ( Legge privacy) e consente al trattamento dei dati personali; y concorda le condizioni di ricovero alberghiero così come previste dal tariffario della Casa di Cura per i servizi integrativi; y riceve la brochure informativa contenente lettera di accoglienza, informativa sul rischio clinico, il questionario di soddisfazione, la carta dei servizi, copia in bianco del consenso informato. y riceve il braccialetto identificativo così come previsto dalla buona pratica del Centro Regionale Gestione del Rischio Clinico. ACCETTAZIONE SANITARIA DEL PAZIENTE Il paziente viene accompagnato al reparto di destinazione dal personale infermieristico. Una volta completate le procedure amministrative, il personale infermieristico del reparto raccoglie tutte le informazioni di carattere clinico e assistenziale, che sono necessarie anche per le successive fasi della procedura di ricovero. In questa fase verrà anche indicato il medico e l infermiere di riferimento (tutor) a cui il paziente potrà rivolgersi per qualsiasi necessità durante il ricovero. 8

15 DIMISSIONE SANITARIA DEL PAZIENTE Al paziente in dimissione verrà consegnata la Lettera di Dimissione indirizzata al medico curante. Nella lettera, illustrata al paziente dal medico tutor durante un colloquio personale, è descritto il percorso diagnostico/terapeutico a cui è stato sottoposto, la terapia da fare a domicilio, il percorso riabilitativo, la data del prossimo controllo e/o i controlli da effettuare. DIMISSIONE AMMINISTRATIVA DEL PAZIENTE Al momento della dimissione il paziente, dopo aver espletato le adempienze amministrative, può richiedere le certificazioni relative al suo ricovero e la copia della cartella clinica. RILASCIO COPIA CARTELLA CLINICA Copia conforme all originale della cartella clinica può essere richiesta per scritto dal paziente o da persona da lui delegata. Il ritiro di tale documento avviene generalmente trenta giorni dopo la richiesta e può essere effettuato dal paziente stesso o da persona con delega scritta, previo pagamento delle spese di segreteria. La Casa di Cura offre il servizio di recapito a domicilio, il cui costo viene comunicato al paziente al momento della richiesta. CONVENZIONI DIRETTE E/O INDIRETTE La Casa di Cura fornisce su richiesta preventivi di spesa sulle prestazioni sanitarie svolte in regime di convenzione con enti/ aziende private, fondi o Assicurazioni. 9

16 Discipline di Ricovero e Cura DISCIPLINE DI RICOVERO E CURA Area Funzionale Chirurgica: CHIRURGIA GENERALE Prof. Francesco Medi Attività di ricovero: la struttura organizzativa è in grado di effettuare interventi, anche con tecnica laparoscopica, di chirurgia generale, urologici e plastico ricostruttivi. Particolare attenzione viene rivolta alle metodiche più moderne per gli interventi di varici. Chirurgia della Tiroide Attività di ricovero: Interventi di chirurgia tiroidea e paratiroidea per patologia benigna e maligna. Interventi di linfoadenectomia laterocervicale per patologia metastatica tiroidea. Area Funzionale Chirurgica: OCULISTICA Dott. Marco Fantozzi Attività di ricovero: la struttura organizzativa di oculistica è in grado di effettuare diversi tipi di interventi chirurgici con le tecniche più moderne e nella maggior parte dei casi in regime ambulatoriale, cioè con ricovero di poche ore. In particolare vengono eseguiti interventi di cataratta, interventi per glaucoma, trapianti di cornea, cheratocono, miopie elevate e interventi vitreoretinici. 10

17 Area Funzionale Chirurgica: ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA Dott. Antonio Pera Attività di ricovero: la struttura organizzativa è composta da un servizio di Ortopedia specializzato in Chirurgia Artroscopica e Chirurgia Ricostruttiva Articolare. Con la Chirurgia in tecnica Artroscopica si effettuano diagnosi e cura della patologie post-traumatiche e degenerative di GINOCCHIO, SPALLA e TIBIO-TARSICA. Questa tecnica rappresenta la più moderna metodica chirurgica per la cura patologie meniscali, legamentose, tendinee e cartilaginee (difetti e danni condrali). La Chirurgia Ricostruttiva Articolare è rappresentata dalla sostituzione protesica di GINOCCHIO e di ANCA. Si effettuano inoltre interventi di chirurgia minore riguardanti la mano e il piede. Oltre al lavoro clinico e chirurgico gli obiettivi del servizio prevedono il costante aggiornamento delle conoscenze in campo ortopedico e la verifica qualitativa dei risultati ottenuti. 11

18 12

19 Ortopedia e Traumatologia dello Sport Prof. Enrico Castellacci Attività di ricovero: vengono eseguiti tutti gli interventi inerenti l ORTOPEDIA e la TRAUMATOLOGIA dello SPORT, con particolare riferimento alle patologie del GINOCCHIO, CAVIGLIA, SPALLA ed ANCA. Si eseguono inoltre interventi di nuova generazione come i Trapianti Cartilaginei ed altri innovativi interventi sulle Lesioni Tendinee. Infine si eseguono anche tutti i vari interventi che riguardano le varie patologie della mano e del piede. Area Funzionale Medica: MEDICINA GENERALE Dott. Gabriele Gemignani Attività di ricovero: l attività internistica del reparto è costituita, prevalentemente, dal trattamento delle patologie del sistema osteo-articolare, e del connettivo. Vengono trattate le artropatie degenerative ed infiammatorie (artrite reumatoide, artrite psoriasica, spondiloartriti, gotta), i reumatismi extra-articolari (fibromialgie primitive e secondarie), le malattie metaboliche dell osso (osteoporosi con fratture vertebrali) e le connettiviti maggiori (sclerosi sistemica, LES, crioglogulinemia mista, vasculiti). La presenza di fisioterapisti consente inoltre di eseguire fisiochinesiterapia e massoterapia all interno di una palestra attrezzata. Nelle artropatie infiammatorie, resistenti alle terapie convenzionali, sono disponibili, inoltre, farmaci di nuova generazione (biologici). Le competenze specialistiche dei medici di reparto permettono, inoltre, la valutazione clinica e il trattamento di pazienti affetti da grave obesità associata alle patologie reumatiche. Esami strumentali: Ecografie articolari Capillaroscopia DEXA Ecografie polidistrettuali 13

20 Area Funzionale Medica: ANGIOLOGIA Dott. Giovanni Battista Mosti Attività di ricovero: il reparto è rivolto prevalentemente alla diagnosi ed al trattamento delle patologie vascolari. L attività diagnostica è resa possibile dalla disponibilità di doppler a onda continua, ecocolordoppler ad alta risoluzione, pletismografia ad aria, a luce riflessa, strain gauge e studio del microcircolo cutaneo mediante Laserdoppler, tensiometria transcutanea di po2 e pco2 e biomicroscopia cutanea. L attività terapeutica si rivolge prevalentemente alle malattie della circolazione degli arti inferiori: la malattia arteriosclerotica viene trattata in tutti i suoi stadi clinici (claudicatio intermittens, dolore a riposo, lesioni trofiche cutanee) mediante trattamento farmacologico associato a riabilitazione vascolare programmata; nelle fasi più avanzate è possibile la somministrazione dei prostanoidi (iloprost); particolare attenzione viene dedicata alla correzione delle malattie concomitanti (displipidemie, ipertensione arteriosa, diabete mellito) e alla modificazione dello stile di vita (attività fisica, astensione dal fumo, dieta adeguata). La malattia varicosa viene affrontata con trattamento farmacologico, scleroterapico, chirurgico tradizionale (crossectomia e stripping) ed endovascolare (Laser endovascolare, sclerosi trans catetere); è possibile l associazione di un trattamento chirurgico mini invasivo (crossectomia) con trattamento scleroterapico. Le particolari competenze dei medici del reparto consentono anche la correzione emodinamica della malattia varicosa mediante trattamento CHIVA. Infine è stato dato particolare impulso al trattamento delle ulcere cutanee che dopo adeguata detersione con medicazioni tecnologicamente avanzate o metodo chirurgico o idrochirurgico vengono sottoposte a chirurgia riparativa e ricostruttiva mediante innesti cutanei (sia autologo che omologo), sostituti cutanei, tecniche di ingegneria tissutale con possibilità di completa guarigione in percentuali elevatissime. I medici del reparto sono impegnati in diversi settori di ricerca: nuove tecniche per la detersione delle lesioni cutanee, lo studio del microcircolo, lo studio della funzionalità venosa e degli effetti della terapia compressiva, il controllo dell efficacia delle terapie applicate. 14

21 Questa attività viene continuamente illustrata in relazioni ai principali congressi nazionali ed internazionali in tema di riparazione cutanea e flebologia e in numerose pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali ed internazionali (Dermatological Surgery, Phlebology, International Angiology, European Journal of Vascular Endovascular Surgery, International Attività Journal of low estremity Ambulatoriali wounds, Acta Vulnologica, Acta Phlebologica). ATTIVITÀ AMBULATORIALI In Casa di Cura vengono svolte le seguenti attività ambulatoriali sia in regime di convenzione con il SSN, sia privatamente: 1. Oculistica: attività diagnostica e terapeutica 2. Reumatologia: attività diagnostica 3. Angiologia: attività diagnostica e terapeutica 4. Cardiologia: attività diagnostica 5. Diagnostica per immagini, per Radiodiagnostica (RX), Ecografia, Tomografia Computerizzata (TC), Risonanza Magnetica (RM), Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC). 6. Laboratorio analisi: esami di chimica clinica e microbiologici. Per informazioni e appuntamenti contattare l Ufficio Accettazione Ambulatoriale (per i riferimenti telefonici e per gli orari di apertura si rimanda a paragrafo Contatti). Per alcune prestazioni, per le quali è necessaria una preparazione, vengono fornite le specifiche indicazioni al momento della prenotazione e, laddove previsto, richiesto il consenso. 15

22 ATTIVITÀ AMBULATORIALE IN SOLA FORMA PRIVATA Nelle strutture ambulatoriali della Clinica, viene svolta attività specialistica privata da parte di numerosi medici. Gli appuntamenti vengono fissati telefonando al numero oppure possono essere presi di persona. Le attività specialistiche sono: y Angiologia y Cardiologia y Chirurgia Generale y Ortopedia y Dermatologia y Dietologia y Endocrinologia y Fisioterapia y Oculistica y Ortottica y Reumatologia y Esami di laboratorio TEMPI DI ATTESA Per le attività convenzionate con il SSN, i tempi di attesa per l esame derivano dalla programmazione della lista di attesa del CUP integrato con la Asl 2 di Lucca. Per le attività non convenzionate, i tempi di attesa sono comunicati al momento della prenotazione. DOCUMENTI NECESSARI Per le prestazioni accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale occorre presentare: 1. La richiesta del Medico di Medicina Generale; 2. La tessera sanitaria regionale / codice fiscale; 3. Un documento di identità valido; 4. L eventuale documentazione attestante il diritto all esenzione dal pagamento del ticket. 5. Referti di esami precedenti se richiesti al momento della prenotazione. 16

23 TARIFFE Per le visite e gli esami erogati in regime di convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale, se previsto, il paziente pagherà il solo ticket. Per le prestazioni non convenzionate le tariffe vengono comunicate al momento della prenotazione. RITIRO REFERTI y Esami ecografici: il giorno stesso dell esame y Esame Rx: 3 giorni lavorativi y Esame TC: 6 giorni lavorativi y Esame RM: 6 giorni lavorativi y Esami di Laboratorio: dalle ore del giorno stesso. Per gli esami di microbiologia, la data del ritiro verrà comunicato al momento dell accettazione. Accertamenti Diagnostici ambulator ACCERTAMENTI DIAGNOSTICI AMBULATORIALI OCULISTICA Dott. Marco Fantozzi Esame complessivo dell occhio Topografia corneale Campo visivo Fluorangiografia Ecografia oculare Pachimetria corneale Iridectomia Capsulotomia Yag laser OCT Argon laser 17

24 CARDIOGIA & ANGIOLOGIA Dott. Giovanni Battista Mosti Ecocolordopplergrafia degli arti inferiori Ecocardiografia Ecocolordoppler dei tronchi sovra aortici Holter pressorio Visita cardiologica Prova da sforzo Diagnostica strumentale micro- vascolare cutanea: biomicroscopia, laserdopplerperfusion, tensiometria transcutanea di po2 e pco2 REUMATOLOGIA Dott. Gabriele Gemignani Visita generale Capillaroscopia Iniezione sostanza terapeutica nell articolazione temporomandibolare Artocentesi Iniezione di sostanze terapeutiche nell articolazione o nel legamento ENDOCRINOLOGIA Dott. Baldassare Alberti Endocrinologia-Patologie tiroidee Ecografia del collo Agobiopsia di noduli tiroidei ecoguidata 18

25 Ecografie del torace: ecografia polmonare ECOGRAFIA Dott. Daniele Carafoli Ecografie Addominali: ecografia dell addome superiore (sempre comprensiva dei reni e del retroperitoneo) ecografia dell addome inferiore (sempre comprensiva dei reni e del retroperitoneo) ecografia dell addome completo (superiore e inferiore) ecografia della prostata transrettale (sempre comprensiva dei reni e del retroperitoneo) Ecografia testicolare Ecografia dello scavo pelvico femminile (utero e annessi) Ecografia transrettale con preparazione Ecografia delle parti molli superficiali: ecografia del collo ecografia delle ghiandole salivari (sempre comprensiva dei linfonodi loco- regionali) ecografia di altre strutture superficiali ecografia delle mammelle (comprensiva cavi ascellari) ecografia cute e sottocute Osteoarticolari e muscoloscheletriche: ecografia della spalla ecografia del ginocchio ecografia della caviglia ecografia di altre articolazioni ecografia muscolare ecografia tendinea (tendine d Achille, rotuleo ecc.) 19

26 LABORATORIO ANALISI Dott. Mario Tambellini Esami di chimica clinica Esami microbiologici Controllo INR RISONANZA MAGNETICA Dott. Daniele Carafoli Presso la casa di cura sono presenti due differenti apparecchiature: Risonanza Magnetica a Magnete Aperto - Studiata per persone con problemi di claustrofobia permette di eseguire studi nel campo osteoarticolare e neurologico; questi ultimi eseguiti sia in maniera diretta che con somministrazione di mezzo di contrasto. Risonanza Magnetica Settoriale - Consente una diagnostica specifica delle articolazioni garantendo al Paziente elevato comfort ed eliminando completamente la sensazione di claustrofobia essendo posizionato il Paziente al di fuori del magnete. Esami Neurologici: cranio/encefalo senza e con mdc colonna vertebrale senza e con mdc Articolari Tutte le articolazioni e le strutture ossee senza mdc 20

27 RADIOLOGIA Dott. Daniele Carafoli Esame dell apparto digerente (diretta addome; esofago, stomaco e duodeno con metodica a doppio contrasto; colon con clisma opaco a doppio contrasto) Esame dell apparato respiratorio Esame dell apparato osteoarticolare 21

28 22

29 TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA Dott. Luca Melai Esami Neurologici: cranio/encefalo senza e con mdc colonna vertebrale senza e con mdc orbite senza e con mdc rocche petrose massiccio facciale senza e con mdc Esami Articolari: Tutte le articolazioni e le strutture ossee con e senza mdc Colonscopia Virtuale: Utilizzo della TC e di software di ricostruzione dedicati per valutare il colon con sola insufflazione di aria senza e con mdc. Esami Odontoiatrici : dental scan Esami Body : collo (ghiandole salivari, tiroide, laringe, faringe, trachea senza e con mdc) torace senza e con mdc addome superiore ed inferiore senza e con mdc angio TC addominale e toracica con mdc 23

30 Le iniziative per la diminuzione del risc LE INIZIATIVE PER LA DIMINUZIONE DEL RISCHIO CLINICO E PER IL CONTROLLO DEL DOLORE In tutte le attività umane, da quelle più semplici a quelle più complesse c è sempre un rischio più o meno grande di incidenti o di errori. Anche nel settore sanitario, i pazienti che si sottopongono a terapie o interventi chirurgici possono correre alcuni rischi. La possibilità che un paziente subisca un danno da una terapia si chiama Rischio Clinico. La Casa di Cura Barbantini, già da diversi anni, ha aderito alle leggi emanate della Regione Toscana ed ha messo in atto molte procedure per rendere questo rischio sempre più contenuto. Tra queste ricordiamo: 24 Il lavaggio frequente delle mani e la disinfezione con il gel alcolico da parte di medici, infermieri e ausiliari, e i distributori di gel che si trovano nei corridoi a disposizione di tutti, perché l igiene delle mani è un importante misura per prevenire le infezioni. Il braccialetto identificativo che viene applicato al braccio all accettazione e che è di fondamentale importanza per evitare gli errori di identificazione. I frequenti controlli della pressione, della temperatura e della frequenza cardiaca che servono al medico per capire tempestivamente se è in atto un peggioramento o un miglioramento delle condizioni del paziente. La valutazione del rischio di caduta e di conseguenza l attuazione di misure per prevenire questa possibilità. Oltre a queste, che sono le più visibili, molte altre procedure sono in atto per tutelare la sicurezza dei pazienti: Le Check List per la sala operatoria per prevenire errori durante gli interventi chirurgici.

31 hio La Scheda Terapeutica Unica per evitare errori nella terapia. La valutazione del rischio di formazione di Ulcere da decubito e le procedure atte ad evitarle. La prevenzione del rischio di Embolia negli interventi chirurgici per mezzo della adozione dei protocolli terapeutici emanati dalla Regione Toscana. La valutazione del rischio nutrizionale, effettuata al momento del ricovero, che consente di contrastare l instaurarsi di stati di malnutrizione e/o di correggere situazioni di malnutrizione precedenti. Il controllo e la cura del dolore. ll dolore è un segnale di allarme che ci avverte che qualcosa non va nel nostro corpo, ed è utile per la comprensione della malattia. Una volta identificata la causa del dolore il paziente ha diritto ad una terapia volta alla eliminazione/ riduzione dello stesso. La Casa di Cura Barbantini ha adottato il protocollo regionale per la misurazione e la cura del dolore. 25

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015.

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015. Sani.Med. S.r.l. Via Palombarese km. 19,0 Marcosimone di Guidonia 00010 Roma Carta Servizi Prestazioni di: Fisioterapia Cardiologia Dermatologia Ginecologia Endocrinologia Oculistica Neurologia Reumatologia

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C.

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C. Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI T.A.C o meglio T.C. Gentili Pazienti in modo molto semplice vogliamo fornirvi alcune informazioni utili per

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it Progetto grafico Avenida Stampa Artestampa srl Diffusione 50.000 copie Dicembre 2003 www.policlinico.mo.it

Dettagli

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA Per prenotare ed eseguire un esame è necessario: 1. Il paziente deve avere una richiesta medica completa che comprenda cognome e nome, data di nascita, numero

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o Gli Indicatori di Processo Come orientare un azienda al miglioramento continuo Formazione 18 Novembre 2008 UN CIRCOLO VIRTUOSO Miglioramento continuo del sistema di gestione per la qualità Clienti Gestione

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE Numero pagine: 1 di 8 PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN Rev. Data Redatto Verificato Approvato 1 2013 GIT DP Gruppo Infermieristico Numero pagine: 2 di 8 1.COMPOSIZIONE DEL GRUPPO E METODOLOGIA DI LAVORO Le sottoscritte

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO Generalità (per informazioni specifiche sui singoli corsi (date, sedi,) consultare il sito del provider

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 U.O. : BLOCCO OPERATORIO I.N.R.C.A. Studente Guida di Tirocinio:

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

Come utilizzare le prestazioni della polizza UNISALUTE

Come utilizzare le prestazioni della polizza UNISALUTE Come utilizzare le prestazioni della polizza UNISALUTE 1 Richiesta informazioni Contattare la Centrale Operativa di Unisalute dalle ore 8,30 alle 19,30 dal lunedì al venerdì 800.822.472 051.63.89.046 dall

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE

TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE Unità operativa BARBIERI PROF. ALBERTO LP6781 CONSULTO A DOMICILIO 0,00 LP6155 ELETTROCARDIOGRAMMA (E.C.G.) 50,00 LP6998 VISITA DI CONTROLLO 70,00 LP9050 VISITA

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE N.B. Qualora ritenga importante integrare il questionario con commenti particolari o chiarimenti che ritiene importanti può farlo scrivendo quanto ritiene opportuno nello

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI SALUTE E BENESSERE MASEC COS E È la mutua assistenza volontaria dei piccoli imprenditori e delle loro famiglie,

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE La presente guida descrive le procedure operative che gli Assistiti dovranno seguire per accedere alle prestazioni garantite

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli