Attuazione della Direttiva INSPIRE Il quadro degli adempimenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Attuazione della Direttiva INSPIRE Il quadro degli adempimenti"

Transcript

1 DATI E INFORMAZIONI DI INTERESSE AMBIENTALE E TERRITORIALE Terza sessione: IL CONTESTO NORMATIVO, L ORGANIZZAZIONE, GLI STRUMENTI Attuazione della Direttiva INSPIRE Il quadro degli adempimenti CSI Piemonte Simona Costamagna

2 Direttiva INSPIRE 2007/2/EC del 14 marzo 2007 E una Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio. INSPIRE è acronimo di: INfrastructure for SPatial InfoRmation in the European Community Obiettivo istituire un infrastruttura di dati territoriali nella Comunità Europea in cui mettere a disposizione informazioni geografiche pertinenti, armonizzate e di qualità per sostenere la formulazione, l'attuazione, il monitoraggio e la valutazione delle politiche e delle attività, che hanno un impatto diretto o indiretto sull'ambiente.

3 I principi di INSPIRE I dati devono essere raccolti una sola volta e gestiti a livello al quale ciò può essere fatto nel modo più efficace Deve essere possibile combinare in modo continuo a livello europeo le informazioni spaziali provenienti da fonti diverse e condividerle tra diversi utenti e applicazioni Deve essere possibile che informazioni raccolte ad un livello siano condivise fra diversi livelli, con informazioni dettagliate per le analisi di dettaglio, generali per scopi strategici L informazione geografica necessaria per il buon governo a tutti i livelli deve esistere ed essere accessibile a condizioni che non frenino un esteso uso Deve essere facile individuare quale informazione geografica è disponibile, adatta ai propri scopi e le condizioni alle quali può essere acquisita e usata I dati geografici devono diventare facile da capire e interpretare cioè devono potere essere visualizzati in appropriati contesti, in modo userfriendly

4 Di quali informazioni si occupa? Articolo 4 INSPIRE 1. La presente direttiva si applica ai set di dati territoriali che rispondono alle seguenti condizioni: a) riguardano una zona su cui uno Stato membro ha e/o esercita diritti giurisdizionali; b) sono disponibili in formato elettronico; c) sono detenuti da o per conto di: i) un autorità pubblica, e sono stati prodotti o ricevuti da un autorità pubblica o sono gestiti o aggiornati dall autorità in questione e rientrano nell'ambito dei compiti di servizio pubblico. ii) terzi che possono accedere alla rete ai sensi dell articolo 12; d) riguardano una o più delle categorie tematiche elencate negli allegati I, II o III. 2. Se molteplici copie identiche dei medesimi set di dati territoriali sono detenute da varie autorità pubbliche, o per conto delle stesse, la presente direttiva si applica solo alla versione di riferimento da cui derivano le varie copie. [ ]

5 Annex o Allegati INSPIRE Categorie tematiche Allegato I: sistemi di coordinate, sistemi di griglie geografiche, nomi geografici, unità amministrative, indirizzi, parcelle catastali, reti di trasporto, idrografia, siti protetti Allegato II: Elevazione; Copertura del suolo; Orto immagini; Geologia Allegato III: Edifici; Suolo; Utilizzo del territorio; Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi; Impianti di monitoraggio ambientale; Produzione e impianti industriali; Impianti agricoli e di acquacoltura; Distribuzione della popolazione demografia; Zone sottoposte a gestione/limitazioni/regolamentazione e unità con obbligo di comunicare dati; Zone a rischio naturale; Condizioni atmosferiche; Elementi geografici meteorologici; Elementi geografici oceanografici; Regioni marine; Regioni biogeografiche; Habitat e biotopi; Distribuzione delle specie; Risorse energetiche; Risorse minerarie

6 INSPIRE si basa sulle infrastrutture per l'informazione territoriale create e gestite dagli Stati membri dell'unione Europea. INSPIRE è un esempio unico di legislazione con approccio "regionale". Ogni Stato deve implementare una sua Infrastruttura di Dati Territoriali nazionale coordinando quelle di livello sub-nazionale.

7 Interoperabilità INSPIRE prevede la creazione di servizi integrati di informazione spaziale basati su un network distribuito di dati, connessi da standard e protocolli comuni che assicurino: compatibilità, armonizzazione e interoperabilità. L interoperabilità, è definita come la capacità di due o più sistemi o applicazioni di scambiarsi informazioni e di usare mutuamente l informazione scambiata, rappresenta uno dei pilastri per la realizzazione e gestione di una Infrastruttura di Dati Territoriali.

8 Cosa sono e cosa fanno le SDI Ogni SDI nazionale Spatial Data Infrastructure o Infrastruttura di Dati Territoriali costituisce un "nodo" dell'infrastruttura europea. Ogni SDI deve mettere a disposizione: dati geografici metadati servizi

9 Implementing Rules Norme di attuazione Per garantire che le infrastrutture di dati territoriali degli Stati membri siano compatibili e utilizzabili in contesto Comunitario e transfrontaliero INSPIRE impone che siano adottate norme di attuazione comuni (Implementing Rules) per: metadati; interoperabilità e armonizzazione di dati territoriali e di servizi per i temi selezionati; servizi di rete; condivisione di dati territoriali e servizi; Monitoring e Reporting su attuazione Direttiva.

10 Implementing Rules per i Network Service Nell ambito dei Network Service le norme di attuazione cioè le IR sono vincolanti nella loro interezza e sono obbligatorie per i seguenti servizi di rete: a) servizi di discovery service che permettano di ricercare dataset territoriali e servizi di dati territoriali sulla base del contenuto dei corrispondenti metadati, e visualizzare il contenuto dei metadati; b) servizi di view che abbiano come minimo: visualizzazione, navigazione, zoom in/out, pan, sovrapposizione dei set di dati territoriali e visualizzazione della legenda informazioni e ogni significativo contenuto di metadati; c) servizi di download che consentano di scaricare intere copie di dataset territoriali, o scaricare parte di essi; d) servizi di conversione che permettano ai dataset territoriali di essere trasformati al fine di conseguire l'interoperabilità; e) servizi invoke di dati territoriali che permettano ai servizi di dati di essere richiamati.

11 INSPIRE: relazione tra Implementing Rules and Technical Guidance Le Norme di attuazione -IR - hanno valore cogente mentre le Tecnichal Guidance non hanno valore cogente

12 Technical Guidances Guide Tecniche Le Technical Guidances sono documenti tecnici non vincolanti che descrivono i dettagli di implementazione e le relazioni con gli standard esistenti, tecnologie e prassi. Le Technical Guidance definiscono come gli Stati membri dovrebbero applicare le norme di attuazione contenute in un Regolamento della Commissione. L implementazione secondo queste linee guida tecniche permetterà di ottimizzare l'interoperabilità dei servizi INSPIRE.

13 Monitoring e Report Direttiva INSPIRE Per misurare la concreta attuazione della Direttiva è previsto che gli Stati trasmettano alla Commissione una relazione sui dataset e servizi già disponibili nella loro infrastruttura di dati territoriali e conformi ad INSPIRE. Decisione n. 2009/442/CE della Commissione del 5/06/2009 approva le IR per la realizzazione del Monitoring e Reporting Monitoring: è annuale ed ha un approccio quantitativo Reporting: è triennale ed ha un approccio qualitativo Sono fondamentali ai fini della definizione dei successivi passi di attuazione della direttiva e per la sua evoluzione futura. La Regione Piemonte attraverso il PFR - ha inviato il Monitoring per l anno 2011 e si accinge ad inviare la relazione per il 2012.

14 Milestone date Complete Roadmap INSPIRE Cosa è stato fatto Article Description 15-May Entry into force of INSPIRE Directive 15-Aug % 22 2 Establishment of the INSPIRE Committee 14-May % 5 4 Submission for opinion of the INSPIRE committee of IR for the creation and updating of metadata 03-Dec % 5 4 Adoption of INSPIRE Metadata Regulation 19-Dec % 21(4) Submission for opinion of the INSPIRE committee of IR for monitoring and reporting 19-Dec % 16 Submission for opinion of the INSPIRE committee of IR for discovery and view services 15-May % 24 1 Provisions of Directive are brought into force in MS 05-Jun % 17(8) Submission for opinion of the INSPIRE committee of IR governing the access rights of use to spatial data sets and services for Community institutions and bodies 05-Jun % 21(4) Adoption of COMMISSION DECISION regarding INSPIRE monitoring and reporting 19-Oct % 16 Adoption of INSPIRE Regulation on Network Services (Discovery and View) 14-Dec % 9(a) Submission for opinion of the INSPIRE committee of IRs for the interoperability of spatial data sets and services for Annex I spatial data themes 14-Dec % 16 Submission for opinion of the INSPIRE committee of IR for download services 14-Dec % 16 Submission for opinion of the INSPIRE committee of IR for transformation services 29-mar % 17(8) Vediamo le principali in dettaglio. Adoption of Regulation as regards the access to spatial data sets and services of the Member States by Community institutions and bodies under harmonised conditions 17-Jun % 9(a) Submission for opinion of the INSPIRE committee of amendment to Regulation for the interoperability of spatial data sets and services for Annex I spatial data themes on code lists 23-nov % nov % 9(a) 04-feb % 9(a) Adoption of amendment of Regulation (EC) No 976/2009 as regards download services and transformation services Adoption INSPIRE regulation for the interoperability of spatial data sets and services for Annex I spatial data themes Adoption INSPIRE amendment to Regulation for the interoperability of spatial data sets and services for Annex I spatial data themes on code lists

15 Data di Adozione Milestone Articolo Descrizione 15-May Entrata in vigore della Direttiva INSPIRE 03-Dec Adozione IR sui Metadati INSPIRE 15-May La Direttiva deve entrare in vigore negli stati membri. 19-Oct Adozione IR sui Network Services (Discovery and View) 29-mar-10 17(8) Adozione IR concernenti l'accesso ai dati geografici e ai servizi degli Stati Membri da parte delle istituzioni e degli organismi Comunitari in modo armonizzato 23-nov Adozione dell'emendamento al Regolamento (EC) No 976/2009 sui download services e transformation services 23-nov-10 9(a) Adozione IR per l'interoperabilità di spatial data sets e servizi dell'annex I October (b) Presentazione per ottenere il parere da parte del Comitato INSPIRE sulle IR per l'interoperabilità di spatial data sets e servizi dell'annex II and III

16 Roadmap INSPIRE Cosa rimane da fare Milestone date Article Description October (b) Submission for opinion of the INSPIRE committee of IRs for the interoperability of spatial data sets and services for Annex II and III spatial data themes June Submission for opinion of the INSPIRE committee of IR for the services allowing spatial data services to be invoked June 2013 Submission for opinion of the INSPIRE committee of IR for the 9(a), 9(b) spatial data services October (b) Adoption of IRs for the interoperability of spatial data sets and services for Annex II and III spatial data themes

17 Grazie per l attenzione! Simona Costamagna Tel

Direttiva INSPIRE Le ricadute operative

Direttiva INSPIRE Le ricadute operative DATI E INFORMAZIONI DI INTERESSE AMBIENTALE E TERRITORIALE Seconda edizione Direttiva INSPIRE Le ricadute operative CSI Piemonte Simona Costamagna Come si realizza INSPIRE? INSPIRE si basa sulle infrastrutture

Dettagli

I Decreti Ministeriali 10 novembre 2011 in materia di regole tecniche per i dati territoriali

I Decreti Ministeriali 10 novembre 2011 in materia di regole tecniche per i dati territoriali DATI E INFORMAZIONI DI INTERESSE AMBIENTALE E TERRITORIALE Seconda edizione I Decreti Ministeriali 10 novembre 2011 in materia di regole tecniche per i dati territoriali Relatore: Gian Bartolomeo Siletto

Dettagli

IV lezione INSPIRE. GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture

IV lezione INSPIRE. GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture IV lezione INSPIRE GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture Be INSPIRED! GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture - Cristoforo Abbattista Page 2 Cos è INSPIRE Direttiva Europea 2007/02/EC Stabilisce

Dettagli

1. Set di metadati di dati e servizi territoriali presenti nel RNDT, per Amministrazione responsabile 1. Enti centrali

1. Set di metadati di dati e servizi territoriali presenti nel RNDT, per Amministrazione responsabile 1. Enti centrali REPORT n. 8-07/01/2014 1. Set di metadati di dati e servizi territoriali presenti nel RNDT, per Amministrazione responsabile 1 Amministrazione Enti centrali Agenzia per l'italia Digitale Dati (serie e/o

Dettagli

Un sistema informativo ambientale per la gestione del mare: uso del free software Ocean Data View

Un sistema informativo ambientale per la gestione del mare: uso del free software Ocean Data View ANNO ACCADEMICO 2010-11 Un sistema informativo ambientale per la gestione del mare: uso del free software Ocean Data View Relatore: Chiar. mo Prof. Giuseppe M. R. Manzella Candidata: Dott.ssa Chiara Romano

Dettagli

2. La presente direttiva non si applica alle attività il cui unico fine è la difesa o la sicurezza nazionale.

2. La presente direttiva non si applica alle attività il cui unico fine è la difesa o la sicurezza nazionale. Direttiva 23 luglio 2014, n. 2014/89/Ue (Guue 28 agosto 2014 n. L 257) Capo I Disposizioni generali Articolo 1 - Oggetto 1. La presente direttiva istituisce un quadro per la pianificazione dello spazio

Dettagli

DIRETTIVE DIRETTIVA 2007/2/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO. del 14 marzo 2007

DIRETTIVE DIRETTIVA 2007/2/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO. del 14 marzo 2007 25.4.2007 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 108/1 I (Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) DIRETTIVE DIRETTIVA 2007/2/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E

Dettagli

AEuazione della DireHva INSPIRE da parte delle Regioni italiane in. tema di metadal e monitoring: lo stato dell arte.

AEuazione della DireHva INSPIRE da parte delle Regioni italiane in. tema di metadal e monitoring: lo stato dell arte. Workshop Le ahvità delle Regioni verso INSPIRE AEuazione della DireHva INSPIRE da parte delle Regioni italiane in tema di metadal e monitoring: lo stato dell arte Antonio Rotundo Accadde nei prossimi giorni

Dettagli

Direzione generale per la tutela del territorio e delle risorse idriche

Direzione generale per la tutela del territorio e delle risorse idriche Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione generale per la tutela del territorio e delle risorse idriche Specifiche tecniche per la condivisione e pubblicazione sul Geoportale

Dettagli

SIRIO: le opportunità per il livello Comunale e il ruolo delle amministrazioni

SIRIO: le opportunità per il livello Comunale e il ruolo delle amministrazioni SIRIO: le opportunità per il livello Comunale e il ruolo delle amministrazioni Sergio Farruggia ANCI Sergio.farruggia@fastwebnet.it Convegno SIRIO: un sistema di monitoraggio del territorio e dei servizi

Dettagli

Newsletter SITAD. Aprile 2005 num. 3. Sommario. No Risk. SITAD su SistemaPiemonte pag. 4. La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag.

Newsletter SITAD. Aprile 2005 num. 3. Sommario. No Risk. SITAD su SistemaPiemonte pag. 4. La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag. Newsletter SITAD Aprile 2005 num. 3 Sommario No Risk Il progetto pag. 2 I servizi sviluppati pag. 2 SITAD su SistemaPiemonte pag. 4 La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag. 5 SITAD si candida

Dettagli

Domenico Longhi. Dalla Informazione Geografica alla Infrastruttura Geografica. Le attività delle Regioni

Domenico Longhi. Dalla Informazione Geografica alla Infrastruttura Geografica. Le attività delle Regioni Dalla Informazione Geografica alla Infrastruttura Geografica Le attività delle Regioni Il nuovo contesto EUROPA INSPIRE INfrastructure for SPatial InfoRmation in Europe Lo sviluppo dei sistemi informativi

Dettagli

DATI E SERVIZI INTEROPERABILI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO

DATI E SERVIZI INTEROPERABILI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO DATI E SERVIZI INTEROPERABILI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO Alessandra Marchese (GISIG) La ricerca che crea innovazione per un futuro sostenibile Genova, 20 febbraio 2015 Con il patrocinio di Con il contributo

Dettagli

I modelli cooperativi per la fruizione del dato geografico : la Cooperazione Applicativa quale strumento di integrazione e cooperazione istituzionale

I modelli cooperativi per la fruizione del dato geografico : la Cooperazione Applicativa quale strumento di integrazione e cooperazione istituzionale I modelli cooperativi per la fruizione del dato geografico : la Cooperazione Applicativa quale strumento di integrazione e cooperazione istituzionale ASITA Bari 2 dicembre 2009 Lucia Pasetti www.cartografia.regione.liguria.it

Dettagli

LINEE GUIDA RELATIVE AL RIUTILIZZO E ALL'INTERSCAMBIO DEL PATRIMONIO INFORMATIVO REGIONALE

LINEE GUIDA RELATIVE AL RIUTILIZZO E ALL'INTERSCAMBIO DEL PATRIMONIO INFORMATIVO REGIONALE Allegato 1 LINEE GUIDA RELATIVE AL RIUTILIZZO E ALL'INTERSCAMBIO DEL PATRIMONIO INFORMATIVO REGIONALE 1. Premessa L Unione Europea attribuisce al riutilizzo delle informazioni del settore pubblico un ruolo

Dettagli

La digitalizzazione della Pubblica Amministrazione ed il dato territorlale

La digitalizzazione della Pubblica Amministrazione ed il dato territorlale Scuola di Dottorato Il Codice dell Amministrazione Digitale: le origini Alberto Leoni Università IUAV di Venezia a.leoni1@stud.iuav.it 1. I Fondamenti Normativi: Scaletta di Intervento La Direttiva Europea

Dettagli

Workshop PTA azione 5 WebGis Soluzione WebGis Regione Lombardia

Workshop PTA azione 5 WebGis Soluzione WebGis Regione Lombardia Workshop PTA azione 5 WebGis Soluzione WebGis Regione Lombardia Paolo Milani, Lombardia Informatica S.p.A. Stefano Gelmi, Lombardia Informatica S.p.A. La Salle (AO), 8 maggio 2012 Sommario Dati (rif. Gelmi)

Dettagli

SPATIAL DATA INFRASTRUCTURE CONVERGENCE: BUILDING BRIDGES TO ADDRESS GLOBAL CHALLENGES

SPATIAL DATA INFRASTRUCTURE CONVERGENCE: BUILDING BRIDGES TO ADDRESS GLOBAL CHALLENGES REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO ENTI LOCALI, FINANZE E URBANISTICA SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE SPATIAL DATA INFRASTRUCTURE CONVERGENCE: BUILDING BRIDGES TO ADDRESS GLOBAL CHALLENGES

Dettagli

OneGeology-Europe: architettura, geoportale e servizi web per rendere accessibile la Carta Geologica d Europa

OneGeology-Europe: architettura, geoportale e servizi web per rendere accessibile la Carta Geologica d Europa OneGeology-Europe: architettura, geoportale e servizi web per rendere accessibile la Carta Geologica d Europa Carlo Cipolloni (*), Agnes Tellez-Arenas (**), Jean-Jeacques Serrano (**), Robert Tomas (***)

Dettagli

Una direttiva che abbraccia tre aspetti del mondo geografico. DATI, METADATI e SERVIZI

Una direttiva che abbraccia tre aspetti del mondo geografico. DATI, METADATI e SERVIZI INSPIRE Infrastructure for Spatial Information in the European Community Approvata dal Parlamento Europeo il 14/03/2007 Una direttiva che abbraccia tre aspetti del mondo geografico DATI, METADATI e SERVIZI

Dettagli

Relazione semestrale sullo Stato di attuazione del Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016

Relazione semestrale sullo Stato di attuazione del Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 Relazione semestrale sullo Stato di attuazione del Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 L emanazione del Decreto legislativo n. 33 del 14 marzo 2013 Riordino della disciplina

Dettagli

BANCHE DATI NATURALISTICHE REGIONE PIEMONTE (BDNRP) Deontologia e norme per l utilizzo e l accesso ai dati

BANCHE DATI NATURALISTICHE REGIONE PIEMONTE (BDNRP) Deontologia e norme per l utilizzo e l accesso ai dati BANCHE DATI NATURALISTICHE REGIONE PIEMONTE (BDNRP) Deontologia e norme per l utilizzo e l accesso ai dati Sommario 1 Finalità...1 2 Origine dei dati...1 3 Proprietà dei dati...2 4 Proprietà dei software...2

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DECRETO 10 novembre 2011 Regole tecniche per la definizione delle specifiche di contenuto dei database geotopografici. (Gazzetta Ufficiale n. 48 del 27/02/2012 - Supplemento

Dettagli

Governo del Territorio:

Governo del Territorio: Governo del Territorio: PRS e DPEFR le risoluzione linee delle di azione criticità della nuova legge regionale per il Lo governo sviluppo del della territorio nuova attraverso legge il regionale coinvolgimento

Dettagli

INSPIRE 2011 in Regione Piemonte: le attività del Punto Focale Regionale/SINAnet

INSPIRE 2011 in Regione Piemonte: le attività del Punto Focale Regionale/SINAnet INSPIRE 2011 in Regione Piemonte: le attività del Punto Focale Regionale/SINAnet Giuseppina Turco (*), Simona Costamagna (**), Antonello Navarretta (**), Enrico Bonansea(***), Marcella Alibrando (***)

Dettagli

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc.

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Risultati attesi 1 / Deliverables 2 Fase 1 - Infrastrutture di base La fase 1 prevede lo svolgimento delle seguenti

Dettagli

Verso la creazione di un prototipo di sportello unico marittimo (direttiva 65/2010/UE)

Verso la creazione di un prototipo di sportello unico marittimo (direttiva 65/2010/UE) Verso la creazione di un prototipo di sportello unico marittimo (direttiva 65/2010/UE) Mario Mega Dirigente Autorità Portuale di Bari ROMA, 9 Aprile 2014 project partners CONTESTO Con la DIRETTIVA 2010/65/UE

Dettagli

visto il trattato sul funzionamento dell Unione europea,

visto il trattato sul funzionamento dell Unione europea, 17.11.2012 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 320/3 REGOLAMENTO (UE) N. 1077/2012 DELLA COMMISSIONE del 16 novembre 2012 relativo a un metodo di sicurezza comune per la supervisione da parte delle

Dettagli

PRESENTAZIONE SINTETICA PROGETTO JOOMLA! UN SITO WEB OPEN SOURCE PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

PRESENTAZIONE SINTETICA PROGETTO JOOMLA! UN SITO WEB OPEN SOURCE PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PRESENTAZIONE SINTETICA PROGETTO JOOMLA! UN SITO WEB OPEN SOURCE PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Premessa: Considerato che: 1. le attuali funzionalità e requisiti connessi alle piattaforme web della Pubblica

Dettagli

GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE. MEDIANTE Autocad Map 3D

GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE. MEDIANTE Autocad Map 3D GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE Autocad Map 3D Data 28/02/2012 I Servizi WebGIS 1. Introduzione I Servizi WebGIS Il software cartografico AutoCAD Map 3D è un applicazione per la pianificazione

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti non legislativi) REGOLAMENTI

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti non legislativi) REGOLAMENTI 9.9.2015 L 235/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/1501 DELLA COMMISSIONE dell'8 settembre 2015 relativo al quadro di interoperabilità di cui all'articolo 12, paragrafo

Dettagli

Regione Umbria. Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni. www.umbriageo.regione.umbria.

Regione Umbria. Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni. www.umbriageo.regione.umbria. DIREZIONE AMBIENTE TERRITORIO E INFRASTRUTTURE Servizio Informatico/Informativo: geografico ambientale e territoriale Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni

Dettagli

Gli aeroporti come originatori del dato aeronautico nel contesto del Reg. (UE) 73/2010

Gli aeroporti come originatori del dato aeronautico nel contesto del Reg. (UE) 73/2010 Gli aeroporti come originatori del dato aeronautico nel contesto del Reg. (UE) 73/2010 enav.it Hotel Hilton Aeroporto Fiumicino SOMMARIO: Quadro normativo; Contenuto del Reg. 73/2010 e date di applicabilità;

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 52/16 DEL 23.12.2014

DELIBERAZIONE N. 52/16 DEL 23.12.2014 Oggetto: D.Lgs. 14.8.2012, n. 150 e decreto interministeriale 22 gennaio 2014. Piano d'azione nazionale per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari. Direttive per l'attuazione nella Regione Sardegna

Dettagli

PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PORTALE CARTOGRAFICO

PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PORTALE CARTOGRAFICO PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PORTALE CARTOGRAFICO WebGis Rir Il prodotto, costituito da un modulo GISWEB accessibile da rete internet e realizzato con il software ESRI/ArcGIS server, consente di localizzare

Dettagli

GIS4EU: quasi al termine lo Stato dell arte pag. 4. esdi-net+: al via a breve i lavori del WP3 pag. 4. EURADIN: Kick-off Meeting a Pamplona pag.

GIS4EU: quasi al termine lo Stato dell arte pag. 4. esdi-net+: al via a breve i lavori del WP3 pag. 4. EURADIN: Kick-off Meeting a Pamplona pag. Newsletter SITAD Agosto 2008 numero 13 Sommario INSPIRE: Call for comments e Metadata Editor DT Data Specifications: on-line il draft per la codifica dei dati spaziali INSPIRE Metadata Editor: disponibile

Dettagli

Rapporto Innovazione nell Italia delle Regioni 2012 LUCAI. Lucia Pasetti - Milano, 21 gennaio 2013

Rapporto Innovazione nell Italia delle Regioni 2012 LUCAI. Lucia Pasetti - Milano, 21 gennaio 2013 LUCAI 2012 Il CISIS CPSI Comitato Permanente Sistemi Informatici CPSS Comitato Permanente Sistemi Statistici CPSG Comitato Permanente Sistemi Geografici La cooperazione interregionale Il CISIS opera come

Dettagli

SESEC Energia su misura UNA NUOVA STAGIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA NELL INDUSTRIA EUROPEA DELL ABBIGLIAMENTO

SESEC Energia su misura UNA NUOVA STAGIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA NELL INDUSTRIA EUROPEA DELL ABBIGLIAMENTO SESEC Energia su misura UNA NUOVA STAGIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA NELL INDUSTRIA EUROPEA DELL ABBIGLIAMENTO La consapevolezza dei consumi aiuta a ridurli ARTISAN e SESEC sono due progetti europei

Dettagli

Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT. Incontro del 22 luglio 2014

Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT. Incontro del 22 luglio 2014 Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT Incontro del 1 Piano di lavoro 1. Condivisione nuova versione guide operative RNDT 2. Revisione regole tecniche RNDT (allegati 1 e 2 del Decreto 10 novembre 2011) a)

Dettagli

PRIVACY E SICUREZZA http://www.moviwork.com http://www.moviwork.com de.co dsign&communication di Celestina Sgroi

PRIVACY E SICUREZZA http://www.moviwork.com http://www.moviwork.com de.co dsign&communication di Celestina Sgroi PRIVACY E SICUREZZA LA PRIVACY DI QUESTO SITO In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Tale politica

Dettagli

Relazione introduttiva Febbraio 2006

Relazione introduttiva Febbraio 2006 Amministrazione Provincia di Rieti Febbraio 2006 1 Progetto Sistema Informativo Territoriale Amministrazione Provincia di Rieti Premessa L aumento della qualità e quantità dei servizi che ha caratterizzato

Dettagli

OGGETTO: Procedimento di Valutazione Ambientale Strategica del Piano Provinciale per la gestione rifiuti urbani e speciali. Provvedimenti.

OGGETTO: Procedimento di Valutazione Ambientale Strategica del Piano Provinciale per la gestione rifiuti urbani e speciali. Provvedimenti. OGGETTO: Procedimento di Valutazione Ambientale Strategica del Piano Provinciale per la gestione rifiuti urbani e speciali. Provvedimenti. Premesso che: tra le funzioni del Settore Ambiente rientrano quelle

Dettagli

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource I servizi OGC Forestello Luca - Niccoli Tommaso - Sistema Informativo Ambientale AT01 http://webgis.arpa.piemonte.it

Dettagli

Osservatorio Turistico di Destinazione Comune di CHIANCIANO TERME(SI) REGOLAMENTO

Osservatorio Turistico di Destinazione Comune di CHIANCIANO TERME(SI) REGOLAMENTO Osservatorio Turistico di Destinazione Comune di CHIANCIANO TERME(SI) REGOLAMENTO PRINCIPI E FINALITA GENERALI 1. L Osservatorio Turistico di Destinazione del Comune di Chianciano Terme (SI) (di seguito

Dettagli

1. Concetti chiave della formazione

1. Concetti chiave della formazione 1. Concetti chiave della formazione Obiettivi di apprendimento I partecipanti acquisiranno una conoscenza di base su: - l ONU e le istituzioni internazionali competenti sulla disabilità ed i diritti -

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 GARANTIRE LA VISIBILITÀ DELLA POLITICA DI COESIONE: NORME IN MATERIA DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE PER IL PERIODO 2014-2020 POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea

Dettagli

Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati

Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati (Il sistema Gestione Piani Urbanistici GPU della Provincia Autonoma di Trento) Mauro Zambotto - Provincia Autonoma di Trento Alberto

Dettagli

La tecnologia GIS Roberto Cavallin

La tecnologia GIS Roberto Cavallin La tecnologia GIS Roberto Cavallin Dati territoriali L art. 59 del Codice dell Amministrazione Digitale (CAD) definisce i dati territoriali come: qualunque informazione geograficamente localizzata Secondo

Dettagli

INSPIRE Infrastructure for Spatial Information in Europe. Member State Report: Italy, 2010

INSPIRE Infrastructure for Spatial Information in Europe. Member State Report: Italy, 2010 INSPIRE Infrastructure for Spatial Information in Europe Member State Report: Italy, 2010 Title Member State Report: Italy, 2010 Creator Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Dettagli

Dott. Angelo Lino Del Favero. Istituto Superiore di Sanità

Dott. Angelo Lino Del Favero. Istituto Superiore di Sanità Dott. Angelo Lino Del Favero Istituto Superiore di Sanità Slide 2 La sanità che cambia (i) DIFFERENTI TIPOLOGIE DI OFFERTA DIFFERENTI RETI Slide 3 La sanità che cambia (ii) altri aspetti Costi standard

Dettagli

IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE PER UN COMUNE

IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE PER UN COMUNE IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE PER UN COMUNE Relatore: LIFE 04 ENV/IT/494 AGEMAS Obiettivi del sistema di gestione ambientale Prevenzione, riduzione dell inquinamento Eco-efficienza nella gestione delle

Dettagli

Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna

Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna 1 Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna L informazione territoriale regionale, i servizi, le attività e i progetti in corso o conclusi nel 2008. 2 Introduzione La Regione Autonoma

Dettagli

Il Forum italiano sulla fatturazione elettronica e l esperienza italiana allo European Multi-Stakeholder Forum on E-Invoicing

Il Forum italiano sulla fatturazione elettronica e l esperienza italiana allo European Multi-Stakeholder Forum on E-Invoicing Il Forum italiano sulla fatturazione elettronica e l esperienza italiana allo European Multi-Stakeholder Forum on E-Invoicing Salvatore Stanziale Dipartimento delle Finanze Torino, 22 novembre 2013 Associazione

Dettagli

Il supporto formativo alla Direttiva INSPIRE nell ambito del progetto BRISEIDE

Il supporto formativo alla Direttiva INSPIRE nell ambito del progetto BRISEIDE Il supporto formativo alla Direttiva INSPIRE nell ambito del progetto BRISEIDE Giorgio Saio, Emanuele Roccatagliata, Roderic Molina G.I.S.I.G., Genova Sommario Il lavoro proposto presenta un caso concreto

Dettagli

Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT

Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT Brescia, Webinar11 Formez Novembre PA - 27 2010 Novembre 2013 1 Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT Massimo Foccardi (*), Delio Brentan (*), Monica Cestaro (**) (*) Regione del Veneto

Dettagli

Gestione di Banche Dati Georeferenziati attraverso Web Mapping Conclusioni del Seminario --

Gestione di Banche Dati Georeferenziati attraverso Web Mapping Conclusioni del Seminario -- Provincia di Venezia -- Settore Protezione Civile e Difesa del Suolo Gestione di Banche Dati Georeferenziati attraverso Web Mapping Conclusioni del Seminario -- Lucia Lovison-Golob Associate, Harvard University

Dettagli

4 Il WebGIS del Progetto IFFI

4 Il WebGIS del Progetto IFFI 4 Il WebGIS del Progetto IFFI A. Trigila, C. Iadanza Conoscere le frane, la loro ubicazione e pericolosità, rappresenta un attività indispensabile per la realizzazione di nuove reti infrastrutturali (autostrade,

Dettagli

Aree protette e Rete Natura 2000 Sistema Informativo Naturalistico (SIN)

Aree protette e Rete Natura 2000 Sistema Informativo Naturalistico (SIN) DATI E INFORMAZIONI DI INTERESSE AMBIENTALE E TERRITORIALE Prima sessione: DATI E INFORMAZIONI INERENTI LO STATO DELL AMBIENTE Aree protette e Rete Natura 2000 Sistema Informativo Naturalistico (SIN) Regione

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 462 del 24/10/2013

Delibera della Giunta Regionale n. 462 del 24/10/2013 Delibera della Giunta Regionale n. 462 del 24/10/2013 A.G.C. 14 Trasporti e viabilità Settore 1 Autolinee e Vie di comunicazione Oggetto dell'atto: APPROVAZIONE DEL DOCUMENTO DENOMINATO "PIANO DI RIPROGRAMMAZIONE

Dettagli

Workshop Progetto IFFI Inventario dei Fenomeni Franosi in Italia, APAT, Roma, 13-14 Novembre 2007 1

Workshop Progetto IFFI Inventario dei Fenomeni Franosi in Italia, APAT, Roma, 13-14 Novembre 2007 1 Workshop Progetto IFFI Inventario dei Fenomeni Franosi in Italia, APAT, Roma, 13-14 Novembre 2007 1 Ruolo del JRC nell individuazione delle aree a rischio di frana nella Strategia Tematica dell UE e la

Dettagli

Quadro normativo delle Regioni e Province Autonome sulla VAS LIGURIA. Disciplina della valutazione di impatto ambientale.

Quadro normativo delle Regioni e Province Autonome sulla VAS LIGURIA. Disciplina della valutazione di impatto ambientale. L.R. 4/09/1997, n. 36. Pubblicata nel B.U. Liguria 17 settembre 1997, n. 16, L.R. 30/12/1998, n. 38. Pubblicata nel B.U. Liguria 20 gennaio 1999, n. 1. L.R. 4/08/2006, n. 20. Pubblicata nel B.U. Liguria

Dettagli

Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA)

Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO

Dettagli

Argomenti della presentazione:

Argomenti della presentazione: Argomenti della presentazione: VTMIS Nazionale, Sistema SafeSeaNet, Sistema AIS (Automatic Identification System), Sistema VTS (Vessel Traffic Service). 1 Cos è il VTMIS Nazionale 2 VTMIS Nazionale (Vessel

Dettagli

Traduzione non ufficiale

Traduzione non ufficiale Traduzione non ufficiale Proposta di RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO sulla costituzione del Quadro europeo delle Qualifiche per l apprendimento permanente (testo con attinenza all

Dettagli

Deliberazione 15 giugno 2000

Deliberazione 15 giugno 2000 Deliberazione 15 giugno 2000 Adozione del regolamento di cui all articolo 3 della deliberazione dell Autorità per l'energia elettrica e il gas 18 febbraio 1999, n. 13/99, e integrazione della medesima

Dettagli

DOCUMENTO SULLA POLITICA DI PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI E DI TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI E DELL AMBIENTE

DOCUMENTO SULLA POLITICA DI PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI E DI TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI E DELL AMBIENTE 0 PREMESSA La scienza dei trattamenti galvanici e di verniciatura e le attinenti applicazioni industriali sono relativamente antiche. Il progresso delle conoscenze in campo medico e scientifico ha evidenziato

Dettagli

Accesso alla banca dati dell inventario delle emissioni in atmosfera

Accesso alla banca dati dell inventario delle emissioni in atmosfera Accesso alla banca dati dell inventario delle emissioni in atmosfera Regione Liguria Dipartimento Ambiente Patrizia Costi Settore aria clima e ciclo integrato dei rifiuti INDICE Accesso alle informazioni

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 22 MARZO 2012 102/2012/R/EEL DISPOSIZIONI PER LA CONSULTAZIONE DELLO SCHEMA DI PIANO DECENNALE DI SVILUPPO DELLA RETE DI TRASMISSIONE NAZIONALE, PREDISPOSTO DAL GESTORE DEL SISTEMA ENERGETICO

Dettagli

Introduzione: scopo del documento, organizzazione e funzioni dell amministrazione

Introduzione: scopo del documento, organizzazione e funzioni dell amministrazione PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' art. 10 d. lgs. 33/2013 Sommario Introduzione: scopo del documento, organizzazione e funzioni dell amministrazione... 1 1. Procedimento di elaborazione

Dettagli

Infrastrutture di dati spaziali e soluzioni con sdi.suite

Infrastrutture di dati spaziali e soluzioni con sdi.suite 1 Infrastrutture di dati spaziali e soluzioni con sdi.suite Ralf Hackmann Con terra GmbH Münster, germany SDI implementati a livello mondiale Cosa è necessario fornire come Prodotto ai vostri utenti? Utilizzazioni

Dettagli

La nuova Infrastruttura Dati Territoriali Regionale

La nuova Infrastruttura Dati Territoriali Regionale La nuova Infrastruttura Dati Territoriali Regionale 28/01/2015 a cura di Ing. Simone Patella (Funzionario Area Sistema Informativo Territoriale Regionale) Argomenti Trattati Introduzione Riferimenti Normativi

Dettagli

Natura 2000 e Banche dati naturalistiche

Natura 2000 e Banche dati naturalistiche DATI E INFORMAZIONI DI INTERESSE AMBIENTALE E TERRITORIALE Prima sessione: DATI E INFORMAZIONI INERENTI LO STATO DELL AMBIENTE Natura 2000 e Banche dati naturalistiche Regione Piemonte Direzione Ambiente

Dettagli

Il Geoportale dei Progetti Sismologici DPC-INGV 2012-2013

Il Geoportale dei Progetti Sismologici DPC-INGV 2012-2013 Il Geoportale dei Progetti Sismologici DPC-INGV 2012-2013 AUTORI Maurizio Pignone - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia - maurizio.pignone@ingv.it Pierluigi Cara - Dipartimento della Protezione

Dettagli

PROVINCIA DI FORLI'-CESENA RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA)

PROVINCIA DI FORLI'-CESENA RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) PROVINCIA DI FORLI'-CESENA REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) Approvato con Delibera di G.P. n. 141775/456 del 06/12/2013

Dettagli

CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DELLE UNITA' IMMOBILIARI - I EDIZIONE

CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DELLE UNITA' IMMOBILIARI - I EDIZIONE CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DELLE UNITA' IMMOBILIARI - I EDIZIONE Corso di aggiornamento professionale La norma UNI 11367 si congiunge alla normativa sulle prestazioni energetiche degli edifici (UNI-TS 11300),

Dettagli

8.2.1.2 Descrizione della Misura, inclusa la logica di intervento ed il contributo alle FA ed agli obiettivi trasversali

8.2.1.2 Descrizione della Misura, inclusa la logica di intervento ed il contributo alle FA ed agli obiettivi trasversali 8.2 Descrizione della Misura 8.2.1 Codice e titolo della Misura Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari. Cod. Misura 3. 8.2.1.1 Basi giuridiche Base giuridica della Misura 3 è l Art. 16 del

Dettagli

Land Cover Piemonte progettazione di un database geografico sulla copertura delle terre della Regione Piemonte

Land Cover Piemonte progettazione di un database geografico sulla copertura delle terre della Regione Piemonte Land Cover Piemonte progettazione di un database geografico sulla copertura e l uso l delle terre della Regione Piemonte Relatore: : Stefania Crotta - Regione Piemonte Sommario obiettivi progetto prototipo

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI

PROTOCOLLO DI INTESA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI per la realizzazione di un programma di innovazione per il patrimonio

Dettagli

Contributo Referee SUOLO. Renzo Barberis Arpa Piemonte

Contributo Referee SUOLO. Renzo Barberis Arpa Piemonte Contributo Referee SUOLO Renzo Barberis Arpa Piemonte LA DIRETTIVA CHE NON C È EEA (European Environmental Agency) Proposal for a European Soil Monitoring and Assessment Framework (1998-2001) 2001 CE 6

Dettagli

Gli OpenData e i Comuni

Gli OpenData e i Comuni Gli OpenData e i Comuni Osservatorio egovernment 2014-15 Milano, 13 marzo 2015 Agenda Significatività statistica del campione di Comuni analizzato Cosa sono gli OpenData - Dimensione del fenomeno Le Linee

Dettagli

La direttiva sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari

La direttiva sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari La direttiva sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Il nuovo contesto IL PIANO D AZIONE NAZIONALE PER L USO SOSTENIBILE Le indicazioni per i trattamenti nelle aree sportive e frequentate dalla

Dettagli

GUIDA OPERATIVA AI SERVIZI WEBGIS MEDIANTE ARCGIS

GUIDA OPERATIVA AI SERVIZI WEBGIS MEDIANTE ARCGIS GUIDA OPERATIVA AI SERVIZI WEBGIS MEDIANTE ARCGIS Data 28/02/2012 A- I Servizi WebGIS 1 Introduzione I Servizi WebGIS I servizi di webmapping o WebGIS sono sistemi informativi geografici (GIS) pubblicati

Dettagli

PO FESR Sicilia 2007/2013 Piano di Comunicazione

PO FESR Sicilia 2007/2013 Piano di Comunicazione REPUBBLICA ITALIANA Unione Europea Regione Siciliana PRESIDENZA DIPARTIMENTO REGIONALE DELLA PROGRAMMAZIONE Area Coordinamento, Comunicazione, Assistenza tecnica UOB I - Servizi della Comunicazione PO

Dettagli

Il sistema cartografico regionale Moka - Gis

Il sistema cartografico regionale Moka - Gis Il sistema cartografico regionale Moka - Gis Scaletta Collaborazione tra il nostro servizio ed il Simc nell ambito del progetto Eraclito per l Atlante Idroclimatico Il progetto europeo INSPIRE Un applicazione

Dettagli

Monitoraggio Pianificazione Territoriale e Programmazione Provinciale nella Gestione dei Rifiuti

Monitoraggio Pianificazione Territoriale e Programmazione Provinciale nella Gestione dei Rifiuti Monitoraggio Pianificazione Territoriale e Programmazione Provinciale nella Gestione dei Cosa è OPR? L OSSERVATORIO PROVINCIALE DEI RIFIUTI L Osservatorio Provinciale (OPR) è una struttura operativa con

Dettagli

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF):

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF): CONVENZIONE PER L ADESIONE AL SISTEMA DI E-LEARNING FEDERATO DELL EMILIA-ROMAGNA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L UTILIZZO DEI SERVIZI PER LA FORMAZIONE Premesso che il Sistema di e-learning federato

Dettagli

Get Inspired! Un toolkit di armonizzazione per i servizi di conversione

Get Inspired! Un toolkit di armonizzazione per i servizi di conversione Get Inspired! Un toolkit di armonizzazione per i servizi di conversione Pasquale Di Donato, Mauro Salvemini, Laura Berardi, Valeria Mercadante LABSITA Sapienza Università di Roma, Piazza Borghese 9, 00186

Dettagli

Il GIS per il monitoraggio del territorio... (Mattia Michelacci)

Il GIS per il monitoraggio del territorio... (Mattia Michelacci) Il GIS per il monitoraggio del territorio................. (Mattia Michelacci) PROGETTAZIONE DEL GIS L obiettivo di questo progetto è quello di realizzare un archivio digitale condivisibile e incrementabile

Dettagli

POLITICA PER LA QUALITÀ, L AMBIENTE, LA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO E LA RESPONSABILITA SOCIALE

POLITICA PER LA QUALITÀ, L AMBIENTE, LA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO E LA RESPONSABILITA SOCIALE POLITICA DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO La Cooperativa sociale ITALCAPPA è consapevole dell importanza e della necessità di avvalersi di un Sistema di Gestione integrato per la qualità, l ambiente,

Dettagli

GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico

GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico Guida all'accesso ai Map Service WMS e WMTS con Q-GIS (v. 2.0) Versione 01 novembre 2013 Redazione Arpa Piemonte - Sistema Informativo

Dettagli

Il SIT della Provincia di Bologna

Il SIT della Provincia di Bologna Il profilo giuridico del dato ambientale Il SIT della Provincia di Bologna Marco Mondini Progetti e Applicazioni di Area Vasta e SIT Sommario Il SIT provinciale Organizzazione Tecnologie I servizi trasversali

Dettagli

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) INDICE Pagina TITOLO I Disposizioni Generali

Dettagli

VERSO LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO PROGRAMMATICO DI SICUREZZA

VERSO LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO PROGRAMMATICO DI SICUREZZA LE MISURE MINIME DI SICUREZZA INFORMATICA VERSO LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO PROGRAMMATICO DI SICUREZZA di Marco Maglio Marketing e vendite >> Privacy Le nuove misure sono molto più stringenti di quelle

Dettagli

Evoluzione dei SIT nel tempo

Evoluzione dei SIT nel tempo Evoluzione dei SIT nel tempo aa 2014-2015 GIS Ha ancora senso nel 2014 parlare solo di GIS? Oggi si privilegia il termine SDI, Spatial Data Infrastructure (infrastruttura di dati territoriali Spatial data

Dettagli

UNI ISO 21500 Guida alla gestione dei progetti (project management)

UNI ISO 21500 Guida alla gestione dei progetti (project management) UNI ISO 21500 Guida alla gestione dei progetti (project management) adozione nazionale in lingua italiana della norma internazionale ISO 21500 A cura di Relatore: Eugenio Rambaldi Presidente Assirep presidente@assirep.it

Dettagli

Il Geoportale europeo INSPIRE parla 23 lingue

Il Geoportale europeo INSPIRE parla 23 lingue Il Geoportale europeo INSPIRE parla 23 lingue Jens Stutte (*), Jens Fitzke (**), Massimo Zotti (*) (*) Planetek Italia S.r.l., Via Massaua 12, 70132 Bari (BA), Tel. +39 0809644200, stutte@planetek.it (**)

Dettagli

Comune di Lograto. Provincia di Brescia

Comune di Lograto. Provincia di Brescia Comune di Lograto Provincia di Brescia REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) (approvato con la deliberazione del Consiglio

Dettagli

CONVENZIONE DI COOPERAZIONE TRA PREMESSO

CONVENZIONE DI COOPERAZIONE TRA PREMESSO CONVENZIONE DI COOPERAZIONE TRA LA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA (di seguito denominata Regione) nella persona dell Assessore regionale al lavoro, università e ricerca Alessia Rosolen, domiciliata

Dettagli

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 TTS Italia, l Associazione ITS Nazionale fondata nel 1999, rappresenta circa 80 Enti,

Dettagli

ENERGIA E GEOMATICA: PUNTI CHIAVE

ENERGIA E GEOMATICA: PUNTI CHIAVE SUNSHINE Workshop formativo Ferrara 25 settembre 2015 Sessione II ENERGIA E GEOMATICA: PUNTI CHIAVE coordina Franco Vico AMFM GIS Italia franco.vico@polito.it Partecipano Stefania Crotta, Regione Piemonte,

Dettagli