Anno A cura di: Mantova Viale Piave, 26/b Mantova tel. 0376/ fax 0376/318923

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno 2015. A cura di: Mantova Viale Piave, 26/b 46100 Mantova tel. 0376/288025 fax 0376/318923"

Transcript

1 PROPOSTE FORMATIVE TECNICO-PROFESSIONALI con al Quadro Regionale degli Standard Professionali di Regione Lombardia Anno 2015 A cura di: C. E. S V I. P. L O M B A R D I A Lodi (sede legale) Via Salvemini, 6/a Lodi tel. 0371/ fax 0371/ Bergamo Via Andrea Gritti, Bergamo tel. 035/ fax 035/ Cremona (Area CR e BS) Via Antiche Fornaci, Cremona tel. 0372/ fax 0372/ Mantova Viale Piave, 26/b Mantova tel. 0376/ fax 0376/ Pavia Via Rezia, Pavia tel. 0382/ fax 0382/ Sondrio Viale Milano, 24/d Sondrio tel. 0342/ fax 0342/ Varese (Area VA,CO, LC) Via Santa Croce, Varese tel: 0332/ fax: 0332/ Milano (Area MI e MB) Via dell Unione, Milano tel. 02/ fax 02/

2 INDICE 1. AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA... 9 LA MANUTENZIONE DEL VERDE... 9 LE POTATURE DI ARBUSTI ORNAMENTALI... 9 LE POTATURE D'ALTO FUSTO NEI CANTIERI STRADALI...10 IL COMPOSTAGGIO DEGLI SCARTI DI POTATURA E SFALCIO...10 TECNICHE PER LA REALIZZAZIONE DI PARCHI E GIARDINI...10 I FITOFARMACI E LA PREVENZIONE DELLE FITOPATOLOGIE...11 LA GESTIONE DELL AZIENDA AGRICOLA...11 BUSINESS PLAN E STRUMENTI PER LA CREAZIONE DI IMPRESE AGRICOLE...12 IL CONTROLLO QUALITÀ NELLE IMPRESE AGRICOLE PRODUZIONI ALIMENTARI...14 TECNICHE DI PANIFICAZIONE...14 TECNICHE DI PASTICCERIA...14 TECNICHE DI GELATERIA...15 TECNICHE DI CASEIFICAZIONE...16 IL CONTROLLO QUALITÀ NELLE IMPRESE ALIMENTARI...16 PROCEDURE E NORME A TUTELA DELLE PRODUZIONI ENOGASTRONOMICHE TIPICHE MECCANICA, PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE, IMPIANTISTICA...18 DISEGNO MECCANICO CAD CAM...18 PROGETTAZIONE MECCANICA E GESTIONE DEI PROCESSI DI PRODUZIONE A C.N LA PROGRAMMAZIONE DI MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO (CNC)...19 METODI E TECNICHE DI SALDATURA...19 IL CONTROLLO QUALITÀ NEL SETTORE MECCANICO

3 9. EDILIZIA, COSTRUZIONI, IMPIANTISTICA...21 IL COORDINATORE PER LA PROGETTAZIONE E L ESECUZIONE DEI LAVORI...21 IL DIRETTORE DEI LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE PUBBLICHE E PRIVATE...22 LA GESTIONE ECONOMICA DELLA COMMESSA NEL SETTORE EDILE...23 LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE NEI CANTIERI EDILI...23 TECNICHE PER L ELABORAZIONE DI PIANI PER LA SICUREZZA...24 LA NORMATIVA PER LA SICUREZZA NEI CANTIERI...24 NORME, CONTRATTUALISTICA E IL DECRETO CONTO ENERGIA...25 BIOEDILIZIA: L INSTALLAZIONE E IL MONITORAGGIO DI PANNELLI FOTOVOLTAICI...25 L INSTALLAZIONE E LA MANUTENZIONE DI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE...26 L INSTALLAZIONE E LA MANUTENZIONE DI IMPIANTI TERMOIDRAULICI...26 COSTRUZIONE E INSTALLAZIONE DEI QUADRI ELETTRICI...27 CABLAGGIO E MANUTENZIONE DEI QUADRI ELETTRICI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE...28 TECNICHE DI PREPARAZIONE DEI PRODOTTI DI GASTRONOMIA...28 TECNICHE DI PREPARAZIONE E LAVORAZIONE CARNI...28 IL MERCHANDISING NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE...29 CUSTOMER CARE E CUSTOMER SATISFACTION...29 TECNICHE DI VENDITA E DI RELAZIONE COL CLIENTE...30 TECNICHE DI FIDELIZZAZIONE DEL CLIENTE...30 LA GESTIONE DEL CLIENTE AL REPARTO CASSE...31 CONTO ECONOMICO E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO...31 L APPROVVIGIONAMENTO DELLE MERCI NEGLI ESERCIZI COMMERCIALI...32 LEADERSHIP E GESTIONE DEL PERSONALE SERVIZI TURISTICI...34 ENOLOGIA E TECNICHE DI DEGUSTAZIONE VINI...34 TECNICHE DI PROGETTAZIONE E PREDISPOSIZIONE DI MENÙ CHE VALORIZZINO I PRODOTTI TIPICI

4 TECNICHE DI APPROVVIGIONAMENTO, TRASFORMAZIONE E CONSERVAZIONE DI PRODOTTI ALIMENTARI...35 LA GESTIONE E LA PROMOZIONE DI AZIENDE AGRITURISTICHE...35 BUSINESS PLAN E STRUMENTI PER LA CREAZIONE D IMPRESA NEL SETTORE TURISTICO TRASPORTI...37 MODALITÀ DI UTILIZZO DEL CRONOTACHIGRAFO DIGITALE SERVIZI FINANZIARI E ASSICURATIVI...38 TECNICHE DI ANALISI DI BILANCI AZIENDALI...38 SISTEMA BANCARIO E IMPRESA INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI...40 WEBMASTER: L ELABORAZIONE DI PAGINE WEB CON ASP.NET...40 WEBMASTER: L ELABORAZIONE DI PAGINE WEB CON PHP...40 WEBMASTER: L ELABORAZIONE DI PAGINE WEB CON FLASH...41 LA PROGRAMMAZIONE ORIENTATA PER OGGETTI IN JAVA...42 LA PROGRAMMAZIONE CON IL LINGUAGGIO C#...42 LA PROGRAMMAZIONE CON IL LINGUAGGIO SQL...43 LA PROGRAMMAZIONE CON IL LINGUAGGIO XML...43 AMMINISTRATORE DI RETI WINDOWS...44 AMMINISTRATORE DI RETI LINUX...45 AMMINISTRATORE DI DATABASE CON MS SQL SERVER...45 SECURITY MANAGEMENT SERVIZI DI EDUCAZIONE E FORMAZIONE...47 IL GIOCO COME STRUMENTO PER LO SVILUPPO DI BAMBINI E MINORI...47 LA FIABA: DIDATTICA DELLA NARRAZIONE COME SUPPORTO ALLA CRESCITA...47 LA GESTIONE DI EPISODI DI RABBIA E AGGRESSIVITÀ NEI BAMBINI...48 IL METODO MONTESSORI

5 LABORATORIO DI PROGETTAZIONE EDUCATIVA PER INTERVENTI SULLA PRIMA INFANZIA...49 PROFESSIONE DOCENTE - METODOLOGIE PER LA FORMAZIONE DEGLI ADULTI E LA GESTIONE DI AULE...49 PROFESSIONE PROGETTISTA - STRUMENTI E TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE DI INTERVENTI FORMATIVI SERVIZI SOCIO-SANITARI...51 TEAMWORKING E LAVORO IN RETE IN AMBITO SOCIALE...51 L ETÀ EVOLUTIVA DEL MINORE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO GIOVANILE...51 IL BULLISMO E LE STRATEGIE DI INTERVENTO...52 LA RELAZIONE EDUCATIVA CON I MINORI VITTIME DI MALTRATTAMENTI O ABUSI...52 L ASSISTENZA AGLI ANZIANI NELLE CASE PROTETTE...53 LA RELAZIONE D AIUTO ATTRAVERSO LE ARTITERAPIE...53 TECNICHE DI SANIFICAZIONE E IGIENIZZAZIONE DEGLI AMBIENTI DOMESTICI...54 TECNICHE DI SANIFICAZIONE E IGIENIZZAZIONE DI AMBIENTI COMMERCIALI E INDUSTRIALI SERVIZI DI PUBLIC UTILITIES...55 LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI NEGLI IMPIANTI SERVIZI CULTURALI E DI SPETTACOLO...56 COMUNICAZIONE E MARKETING PER I BENI CULTURALI...56 PROFESSIONE BIBLIOTECARIO MAGAZZINI E LOGISTICA...58 LA COLLOCAZIONE E LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI IN MAGAZZINO...58 L OPERATORE ALLA LOGISTICA E LE PRATICHE DI TRASPORTO / SPEDIZIONE DELLE MERCI...58 LE FUNZIONI DEL RESPONSABILE DI MAGAZZINO...59 IL CONTROLLO DELLE GIACENZE E LA CONTABILITÀ DI MAGAZZINO...59 IL TRASPORTO E LA CONSEGNA DELLE MERCI...60 LOGISTICA E SUPPLY CHAIN MANAGEMENT...60 IMPORT / EXPORT E PRATICHE DOGANALI

6 21. COMUNICAZIONE, PUBBLICHE RELAZIONI, PUBBLICITÀ...62 LA COMUNICAZIONE D IMPRESA: LINGUAGGI, STRUMENTI E TECNOLOGIE...62 BUSINESS WRITING - LA COMUNICAZIONE SCRITTA EFFICACE IN AZIENDA...62 GLI STRUMENTI DEL WEB MARKETING...63 NON - CONVENTIONAL MARKETING E SOCIAL MEDIA...64 MOTORI DI RICERCA E SITO WEB...64 TECNICHE, STILI E MODELLI COMUNICATIVI IN AZIENDA...65 WEB MARKETING E E-COMMERCE...65 VISUAL MERCHANDISING...66 LA FOTOGRAFIA DIGITALE E IL FOTORITOCCO...66 WEB COPY WRITING E TECNICHE DI COMUNICAZIONE SUL WEB...67 EVENT MANAGEMENT - ORGANIZZARE E GESTIRE EVENTI...67 ORGANIZZARE UNA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PER IL LANCIO DI UN PRODOTTO...68 STRUMENTI PER LA GRAFICA: PHOTOSHOP E L ELABORAZIONE DELLE IMMAGINI DIGITALI...69 STRUMENTI PER LA GRAFICA: INDESIGN E L IMPAGINAZIONE DI TESTI...70 STRUMENTI PER LA PROMOZIONE AI CLIENTI SUI SISTEMI SOCIAL (SMM) O ONE-TO-ONE (DEM) MARKETING, COMMERCIALE, ACQUISTI...72 PIANO MARKETING E STRUMENTI DEL MARKETING MIX...72 STRUMENTI PER IL MARKETING INTERNAZIONALE...72 POSIZIONAMENTO DEL PRODOTTO / DEL BRAND SUL MERCATO...73 CONTROLLO, ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO DELLA RETE DI VENDITA...73 CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) - CREARE VALORE NELLA GESTIONE DEL CLIENTE...74 TRA CUSTOMER SATISFACTION E FIDELIZZAZIONE DEL CLIENTE...74 VENDERE IN TEMPO DI CRISI: MANTENERE E DIFENDERE LA PROPRIA NICCHIA DI MERCATO...75 TELEMARKETING - LA GESTIONE TELEFONICA DEL CLIENTE...75 COMUNICAZIONE TELEFONICA E GESTIONE DEI RECLAMI...76 IL MARKETING E WEB 2.0: FONDAMENTI DI BASE...77 E-COMMERCE E OPPORTUNITÀ PER L IMPRESA

7 DAL WEB MARKETING AL PERFORMANCE MARKETING...78 LA GESTIONE DELLE FASI DI VENDITA E POST -VENDITA AMMINISTRAZIONE, CONTABILITÀ, SEGRETERIA...80 TECNICHE DI SEGRETERIA...80 STRUMENTI E TECNICHE PER LA GESTIONE AMMINISTRATIVA E CONTABILE...80 CONTABILITÀ AZIENDALE...81 PAGHE E CONTRIBUTI STRUMENTI PER L AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE...82 LA REDAZIONE DEL BILANCIO AZIENDALE...82 DEFINIZIONE DEL BUDGET AZIENDALE E CONTROLLO DI GESTIONE...83 FINANZA AZIENDALE E GESTIONE DEI FLUSSI FINANZIARI...83 IL RECUPERO CREDITI IN TEMPO DI CRISI...84 LA GESTIONE AMMINISTRATIVA DEL PERSONALE LIVELLO BASE...85 LA GESTIONE AMMINISTRATIVA DEL PERSONALE LIVELLO AVANZATO...86 LA FIGURA DELL INTERNAL AUDITOR IN AZIENDA DIRIGENTI O RESPONSABILI DI ORGANIZZAZIONI...88 STRUMENTI E TECNICHE PER LA STESURA DEL BILANCIO D ESERCIZIO...88 LA GESTIONE DELLE RELAZIONI SINDACALI...89 LA GESTIONE DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI...90 IL MESTIERE DI CAPO: LEADERSHIP, MANAGEMENT E GESTIONE DELLE VARIABILI ORGANIZZATIVE...91 LA GESTIONE DEI COLLABORATORI...92 ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO DELLA RETE DI VENDITA...92 LA CONDUZIONE DELLE VERIFICHE ISPETTIVE INTERNE (AUDIT)...93 LA NUOVA NORMA ISO 9001:2008: LE PRINCIPALI REVISIONI E LE INTEGRAZIONI CON LE ALTRE NORME...93 LA NORMA ISO ED EMAS: INTRODUZIONE AL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE...94 LA NORMA OHSAS 18001: SISTEMI DI GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI...94 LA NORMA SA 8000: INTRODUZIONE ALLA RESPONSABILITÀ SOCIALE E CERTIFICAZIONE ETICA...95 APPLICAZIONE DI UN SISTEMA INTEGRATO QUALITÀ, SICUREZZA E AMBIENTE

8 28. ORGANIZZAZIONI NON PROFIT...97 STRUMENTI E TECNICHE DI FUND RAISING E MARKETING SOCIALE...97 STRUMENTI E TECNICHE DI PEOPLE RAISING...97 TECNICHE DI PROGETTAZIONE E GESTIONE DI PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERNAZIONALE STUDI TECNICI, INGEGNERIA, ARCHITETTURA...99 DOMOTICA E LA NUOVA CASA INTELLIGENTE...99 Si segnala che il monte ore e/o i contenuti di dettaglio dei corsi presenti nel catalogo verranno definiti e adattati sulla base delle specifiche esigenze aziendali. 8

9 1. AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA LA MANUTENZIONE DEL VERDE Figure professionali che si occupano di realizzazione e manutenzione di aree verdi. Nozioni di arboricoltura e coltivazioni arboree Nozioni di botanica generale e sistematica Nozioni di parassitologia delle piante Strumenti e tecniche di concimazione, diserbo e innesto di piante Strumenti e tecniche di potatura Modalità di prevenzione e cura delle fitopatologie Classificazione degli attrezzi necessari per la manutenzione del verde I sistemi di irrigazione Strumenti antiparassitari e modalità di distribuzione Le operazioni di manutenzione del verde in condizioni di massima sicurezza 1.1 Giardiniere Competenze QRSP Effettuare la manutenzione del verde LE POTATURE DI ARBUSTI ORNAMENTALI Figure professionali che si occupano di realizzazione/manutenzione di aree verdi che intendono acquisire competenze specialistiche sulla potatura di arbusti ornamentali. Nozioni di arboricoltura e coltivazioni arboree Nozioni di morfofisiologia vegetale Classificazione e tipologie di piante ornamentali Classificazione degli utensili da taglio La scelta degli utensili/strumenti di potatura più adeguati Elementi generali di cura e manutenzione Il lavoro di potatura in condizioni di massima sicurezza 1.14 Potatore Competenze QRSP Effettuare la potatura delle piante 9

10 LE POTATURE D'ALTO FUSTO NEI CANTIERI STRADALI Figure professionali che si occupano di realizzazione/manutenzione di aree verdi che intendono acquisire competenze specialistiche sulla potatura di piante ad alto fusto. Introduzione alla moderna arboricoltura Elementi di biologia - fisiologia - risposta alle ferite Nozioni di morfofisiologia vegetale Nozioni sulla potatura: perché - come - quando - quanto - la diagnosi Classificazione degli utensili da taglio La scelta degli utensili/strumenti di potatura più adeguati Strumenti e tecniche per la potatura di alberi giovani, maturi e danneggiati Il lavoro di potatura nei cantieri stradali in condizioni di massima sicurezza 1.14 Potatore Competenze QRSP Effettuare la potatura delle piante IL COMPOSTAGGIO DEGLI SCARTI DI POTATURA E SFALCIO Figure professionali che si occupano di realizzazione/manutenzione di aree verdi che intendono acquisire competenze specialistiche in materia di potatura e compostaggio Nozioni di base di arboricoltura e fitopatologie Obiettivi e finalità del compostaggio Come procedere con gli scarti della manutenzione del verde Cenni sulle caratteristiche qualitative del compost e suoi possibili utilizzi Esempi pratici di compostaggio: metodi di allestimento di cumuli ed utilizzo di composters 1.1 Giardiniere Competenze QRSP Effettuare la manutenzione del verde TECNICHE PER LA REALIZZAZIONE DI PARCHI E GIARDINI Figure professionali che si occupano di realizzazione e manutenzione di aree verdi. Nozioni di arboricoltura e coltivazioni arboree Nozioni di botanica generale e sistematica Nozioni di morfofisiologia vegetale Strumenti e tecniche di concimazione, diserbo e innesto di piante 10

11 La preparazione del terreno e la semina Tecniche di trapianto e messa a dimora Classificazione degli attrezzi di lavoro e loro funzionalità I sistemi di irrigazione e gli strumenti antiparassitari Modalità di lavoro in condizioni di massima sicurezza 1.1 Giardiniere Competenze QRSP Realizzare giardini e/o parchi I FITOFARMACI E LA PREVENZIONE DELLE FITOPATOLOGIE Tecnici e operatori agricoli che si occupano della realizzazione e manutenzione di aree verdi e che intendono approfondire la tematica delle fitopatologie. Normativa sulla buona pratica agricola e norme relative ai presidi sanitari Nozioni di base su anticrittogamici, insetticidi, fungicidi, diserbanti La soglia di danno per gli interventi fitosanitari Trattamenti tecniche e macchinari per l utilizzo dei prodotti fitosanitari Classificazione dei principali prodotti fitosanitari e mezzi di protezione Tecniche di difesa integrata delle piante Tecniche di monitoraggio delle fitopatologie Nozioni di base di primo soccorso e principi di sicurezza nell uso dei fitofarmaci 1.6 Fitopatologo Competenze QRSP Effettuare la diagnosi delle fitopatologie Effettuare la prevenzione delle fitopatologie LA GESTIONE DELL AZIENDA AGRICOLA Imprenditori agricoli e persone che intendono avviare un impresa agricola e intendono acquisire strumenti gestionali e tecniche manageriali. Principi di organizzazione ed economia aziendale Normativa legata al settore agricolo Contrattualista del lavoro nel settore agricolo Il mercato dei prodotti agricoli e tipologie di prodotti Processi della filiera agro-alimentare Strumenti e tecniche di marketing operativo La definizione degli obiettivi di vendita 11

12 La pianificazione della produzione Tecniche di budgeting e controllo di gestione Modalità di gestione delle relazioni commerciali con i fornitori Strumenti e tecniche di comunicazione efficace e gestione del personale 1.7 Imprenditore agricolo Competenze QRSP Effettuare la gestione commerciale di un'azienda agricola Effettuare la gestione economico-amministrativa di un'azienda agricola BUSINESS PLAN E STRUMENTI PER LA CREAZIONE DI IMPRESE AGRICOLE Imprenditori agricoli e persone che intendono avviare un impresa agricola e/o agrituristica e intendono acquisire strumenti per lo start up e la gestione dell azienda. IL MERCATO: i segmenti, i trend, i nuovi trend, come prevenirli; LA CONCORRENZA: ruolo posizione azienda, quote di mercato, qualità, scelta della concorrenza, come monetizzare la concorrenza PRODOTTO/SERVIZIO: come si colloca sul mercato, prodotti simili, differenziazione; STRATEGIE/POLITICHE DI MARKETING: aspetti critici, punti di forza/debolezza; RISORSE UMANE: l imprenditore, il management; IL PROCESSO PRODUTTIVO: descrizione del processo, punti chiave, differenziazione, punti di forza, impianti e tecnologie, cicli produttivi, qualità, acquisti, processi del lavoro PROIEZIONI FINANZIARIE: piano dei conti, conto economico, stato patrimoniale, flussi di cassa 1.7 Imprenditore agricolo Competenze QRSP Effettuare la gestione commerciale di un'azienda agricola IL CONTROLLO QUALITÀ NELLE IMPRESE AGRICOLE Tecnici e operatori agricoli incaricati ai controlli e le verifiche per l'ottenimento o il mantenimento delle certificazioni previste dalle norme comunitarie sulla qualità in materia agricola. Le certificazioni di qualità DOC, DOP, DOCG, IGP, IGT, STG Disciplinari di produzione nel settore agroalimentare Elementi di normative in materia di controllo qualità (normativa UNI EN ISO) Normative CE sulle certificazioni nell agroalimentare 12

13 Norme di produzione biologica e certificazioni biologiche Metodologie e tecniche di analisi dei processi di lavoro Modalità di ispezione del sistema di produzione agricola Metodologie e tecniche per il controllo della produzione L analisi organolettica dei prodotti agricoli Strumenti e tecniche per il prelievo di campioni La rintracciabilità 1.10 Tecnico certificazioni di qualità in agricoltura Competenze QRSP Effettuare il controllo della qualità nelle aziende/filiere agroalimentari da certificare o certificate 13

14 2. PRODUZIONI ALIMENTARI TECNICHE DI PANIFICAZIONE Operatori dell industria alimentare che operano - o intendono operare - presso forni, panetterie o relativi reparti della grande distribuzione e che intendono acquisire competenze specialistiche sui processi di panificazione. Nozioni di scienze e tecnologie alimentari Classificazione delle farine e loro trattamento e conservazione Classificazione delle attrezzature per la panificazione Standard di Qualità delle materie prime alimentari Normativa su analisi dei rischi e controllo dei punti critici (HACCP) Normativa sulla disciplina igienica e sulla lavorazione delle farine Processi e tecniche di impasto di prodotti da forno Strumenti e tecniche di controllo acidità dell'impasto prodotto da forno Tecniche e modalità di cottura dei prodotti da forno La fermentazione delle forme di impasto La formatura dell'impasto in base ai diversi tipi di prodotti da forno Tecniche di conservazione dei prodotti alimentari Modalità per la panificazione in condizioni di massima sicurezza 2.1 Panificatore Competenze QRSP Effettuare l'impasto degli ingredienti per prodotti da forno Effettuare la cottura in forno TECNICHE DI PASTICCERIA Operatori dell industria alimentare che operano - o intendono operare - presso forni, laboratori di pasticceria e reparti pasticceria della grande distribuzione e intendono acquisire competenze specialistiche sui processi produttivi. Nozioni di scienze e tecnologie alimentari Classificazione delle farine e loro trattamento e conservazione Classificazione e tipologie di produzioni di pasticceria Classificazione delle attrezzature per la produzione pasticciera 14

15 Standard di Qualità delle materie prime alimentari Normativa su analisi dei rischi e controllo dei punti critici (HACCP) Normativa sulla disciplina igienica e sulla lavorazione delle farine Processi e tecniche di impasto di prodotti da pasticceria Strumenti e tecniche di controllo acidità dell'impasto prodotto da pasticceria Tecniche e modalità di cottura dei prodotti da pasticceria La farcitura delle diverse forme di impasto La modellatura dell'impasto in base ai diversi tipi di prodotti Modalità per la produzione di pasticceria in condizioni di massima sicurezza 2.2 Pasticciere Competenze QRSP Effettuare l'impasto degli ingredienti per prodotti da forno Effettuare la cottura in forno TECNICHE DI GELATERIA Operatori dell industria alimentare che operano - o intendono operare - presso gelaterie, laboratori di gelateria e relativi reparti della grande distribuzione e che intendono acquisire competenze specialistiche per la produzione di gelati. Nozioni di scienze e tecnologie alimentari Merceologia alimentare e classificazione di produzioni gelatiere Classificazione delle attrezzature per la produzione gelatiera Standard di Qualità delle materie prime alimentari Normativa sulla disciplina igienica prodotti alimentari (HACCP) Norme su trattamento e commercializzazione del latte e prodotti a base di latte Qualità e sicurezza microbiologica degli alimenti Scienza e tecnologia del gelato artigianale Tecniche di pastorizzazione del gelato Modalità di controllo parametri di maturazione del gelato Modalità per la produzione di gelati in condizioni di massima sicurezza 2.9 Gelatiere Competenze QRSP Effettuare la gelatura Effettuare la miscelazione delle materie prime per gelati 15

16 TECNICHE DI CASEIFICAZIONE Operatori dell industria alimentare che intendono acquisire conoscenze e capacità inerenti i processi di realizzazione di prodotti caseari freschi e stagionati. Disciplinari di produzione di formaggi tipici (DOP, IGT, ecc.) Normativa su analisi dei rischi e controllo dei punti critici Norme su trattamento e commercializzazione del latte e prodotti a base di latte Normativa sulla disciplina igienica prodotti alimentari Processo produttivo lattiero-caseario Prodotti lattiero-caseari Reazioni fisico-chimiche e microbiologiche legate alla lavorazione, stagionatura conservazione dei prodotti caseari Tecnologie dei prodotti lattiero-caseari 2.11 Operatore alle lavorazioni casearie (Casaro) Competenze QRSP Effettuare il ricevimento del latte fresco Realizzare prodotti caseari freschi e stagionati IL CONTROLLO QUALITÀ NELLE IMPRESE ALIMENTARI Tecnici e operatori agricoli incaricati ai controlli e le verifiche per l'ottenimento o il mantenimento delle certificazioni previste dalle norme comunitarie sulla qualità in materia agricola. Le certificazioni di qualità DOC, DOP, DOCG, IGP, IGT, STG Disciplinari di produzione nel settore agroalimentare Elementi di normative in materia di controllo qualità (normativa UNI EN ISO) Normative CE sulle certificazioni nell agroalimentare Norme di produzione biologica e certificazioni biologiche Metodologie e tecniche di analisi dei processi di lavoro Modalità di ispezione del sistema di produzione agricola Metodologie e tecniche per il controllo della produzione L analisi organolettica dei prodotti agricoli Strumenti e tecniche per il prelievo di campioni La rintracciabilità 2.3 Tecnico controllo qualità settore alimentare Competenze QRSP Effettuare il controllo della qualità nelle aziende/filiere agroalimentari da certificare o certificate 16

17 PROCEDURE E NORME A TUTELA DELLE PRODUZIONI ENOGASTRONOMICHE TIPICHE Tecnici, responsabili e addetti all industria agroalimentare che intendono approfondire gli aspetti normativi legati alle produzioni eno-gastronomiche tipiche e in particolare quelle biologiche. Normativa comunitaria a tutela delle produzioni enogastronomiche tipiche Normativa nazionale e locale a tutela delle produzioni enogastronomiche tipiche Il quadro della normativa essenziale delle attività trasformative Interpretazione delle norme e delle condizioni per la preparazione ed il commercio di prodotti protetti o garantiti I disciplinari delle produzioni protette o garantite Le condizioni ed i limiti per la realizzazione di tecnologie trasformative Gli uffici ed enti per ottenere permessi e concessioni I limiti delle sostanze estranee ammesse e le modalità per il loro uso Le modalità per adeguare le strutture aziendali alle limitazioni poste da scarichi, emissioni, rifiuti, ecc. La normativa di base e le norme derivate relative alla salvaguardia 2.17 Tecnico controllo e certificazione agricoltura biologica Competenze QRSP Fornire consulenza tecnica sul processo produttivo biologico/integrato per la certificazione 17

18 7. MECCANICA, PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE, IMPIANTISTICA DISEGNO MECCANICO CAD CAM Disegnatori meccanici e operatori dell industria meccanica che elaborano i disegni tecnici di macchinari o parti di macchinari attraverso l utilizzo di software CAD. Principi di meccanica nella progettazione industriale Tecnologia e proprietà dei materiali Metodi di lavorazione su macchine utensili tradizionali ed a CNC Modalità di realizzazione, tramite il sistema CAD e CAD 3D, di disegni tecnici industriali Tecniche di disegno tecnico Tecniche per l esecuzione di calcoli e verifiche strutturali di parti o complessivi meccanici Modalità di analisi delle non conformità Modalità di utilizzo di software CAM per le lavorazioni meccaniche 7.4 Disegnatore meccanico CAD-CAM Competenze QRSP Realizzare il disegno d'insieme e dei componenti del prototipo meccanico PROGETTAZIONE MECCANICA E GESTIONE DEI PROCESSI DI PRODUZIONE A C.N. Progettisti meccanici e altre figure professionali che si occupano di progettazione all'interno di aziende meccaniche o di studi di progettazione. AutoCAD: configurazione e gestione dell'ambiente CAD - creazione e salvataggio dei disegni - creazione e modifica delle entità di base - completamento disegno - gestione delle viste del disegno Modellazione Solida Parametrica e disegno tecnico tridimensionale Studio del corretto utilizzo delle varie tipologie dei disegni nella progettazione e nella produzione Sistemi di classificazione e designazione dei materiali e criteri per la scelta Esame critico di tipici disegni d'assieme Ruolo del disegno tecnico e della modellazione, gestione del progetto Sistemi di analisi e produzione correlati (FEM, CAM, ecc.) Sistemi di prototipazione virtuale e di simulazione 18

19 Programmazione delle macchine utensili a CN utilizzando linguaggio di programmazione ISO Lettura e interpretazione corretta di un disegno meccanico Disamina della strategia progettuale migliore tenendo conto delle caratteristiche della lavorazione Elementi di Project Management 7.9 Progettista meccanico Competenze QRSP Realizzare il progetto tecnico di un nuovo prodotto/componente meccanico Realizzare lo studio di fattibilità di un nuovo prodotto/componente meccanico LA PROGRAMMAZIONE DI MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO (CNC) Operatori di aziende del settore meccanico che necessitano di competenze per essere in grado di attivare/programmare macchine utensili a Controllo Numerico Computerizzato. Nozioni di disegno tecnico ed elettrotecnica Generalità e caratteristiche macchine a CNC Principali linguaggi programmazione di sistemi a controllo numerico (CAD/CAM) Assi di una macchina utensile a CNC Messa in opera di una macchina utensile a CNC Presetting utensili Procedure previste dal controllo qualità Operazioni di editing a bordo macchina Programmazione ISO 7.17 Tecnico di programmazione macchine a controllo numerico Competenze QRSP Effettuare la programmazione di macchine utensili a controllo numerico METODI E TECNICHE DI SALDATURA Saldatori e operatori dell industria metalmeccanica che intendono acquisire competenze specialistiche per effettuare operazioni di saldatura di parti meccaniche. Nozioni di metallurgia: lo stato metallico e il concetto di saldabilità Tipologie di acciai: da costruzione, alto resistenziali, a medio alto contenuto di carbonio e inossidabili austenitici Normative di in ambito saldatura 19

20 Tecniche e tecnologia di saldatura tradizionali La saldatura ad arco elettrico MAG/MIG TIG elettrodo ed ossiacetilenica Cenni su tecnologie innovative (laser, fascio elettronico, a frizione) Difettologia di saldatura e livelli di accettabilità dei difetti Metodi di controllo distruttivo sulle saldature Metodi di controllo non distruttivo sulle saldature Progettazione della giunzione saldata Corretta rappresentazione a disegno Tolleranze dimensionali in saldatura: preparazione dei lembi Norme e codici di Le operazioni di saldatura in condizioni di massima sicurezza 7.16 Saldatore Competenze QRSP Eseguire la saldatura di superfici metalliche IL CONTROLLO QUALITÀ NEL SETTORE MECCANICO Operatori dell industria alimentare, aspiranti sommelier e figure professionali che intendono acquisire conoscenze e capacità inerenti le tecniche di degustazione e gli abbinamenti da proporre tra pietanze e vini. Caratteristiche tecniche dei materiali metallici Elementi di tecnologia e sistemi di lavorazione Metodi statistici per l'analisi dei dati Procedure di controllo qualità Scienza e tecnologia dei materiali Tecniche per l'analisi conformità prodotto meccanico Gli strumenti di misurazione dei parametri meccanici Gli strumenti di reporting 7.25 Tecnico controllo qualità settore meccanico Competenze QRSP Effettuare il monitoraggio della qualità del processo produttivo meccanico 20

21 9. EDILIZIA, COSTRUZIONI, IMPIANTISTICA IL COORDINATORE PER LA PROGETTAZIONE E L ESECUZIONE DEI LAVORI Operatori e tecnici del settore edile che vogliono rivestire il ruolo di coordinatore per la progettazione e l esecuzione dei lavori secondo l art. 98 del D.Lgs. 81/08. Modulo Giuridico (28 ore) La legislazione di base in materia di sicurezza e igiene sul lavoro; la normativa contrattuale inerente gli aspetti di sicurezza e salute sul lavoro; la normativa sull assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali Le normative europee e la loro valenza; le norme di buona tecnica; le direttive di prodotto Il Dlgs 81/08 in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro con particolare al Titolo I soggetti del sistema di prevenzione aziendale: i compiti, gli obblighi le responsabilità civili e penali. Metodologie per l analisi e la valutazione dei rischi La legislazione specifica in materia di salute e sicurezza nei cantieri temporanei o mobili e nei lavori in quota. Titolo IV del testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro Le figure interessate alla realizzazione dell opera: compiti, obblighi, responsabilità civili e penali La legge quadro in materia di lavori pubblici ed i principali decreti attuativi La disciplina sanzionatoria e le procedure ispettive Modulo tecnico (52 ore) Rischi di caduta dall alto. Ponteggi e opere provvisionali L organizzazione in sicurezza del cantiere. Il cronoprogramma dei lavori Gli obblighi documentali da parte dei committenti, imprese, coordinatori per la sicurezza Le malattie professionali e il primo soccorso Il rischio elettrico e la protezione contro le cariche atmosferiche Il rischio negli scavi nelle demolizioni, nelle opere in sotterraneo e in galleria I rischi connessi all uso di macchine e attrezzature di lavoro con particolare agli apparecchi di sollevamento e trasporto I rischi chimici in cantiere I rischi fisici: rumore, vibrazioni, microclima, illuminazione I rischi connessi alle bonifiche da amianto I rischi biologici I rischi da movimentazione manuale dei carichi I rischi di incendio e di esplosine I rischi nei lavoro di montaggio e smontaggio di elementi prefabbricati I dispositivi di protezione individuali e la segnaletica di sicurezza Modulo metodologico/organizzativo (16 ore) I contenuti minimi del piano di sicurezza e di coordinamento, del piano sostitutivo di sicurezza e del piano operativo di sicurezza I criteri metodologici per: a) elaborazione del piano di sicurezza coordinamento e l integrazione con i piani operativi di sicurezza ed il fascicolo; b) l elaborazione del piano operativo di sicurezza; c) l elaborazione del fascicolo; d) l elaborazione del P.I.M.U.S. (Piano di 21

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

GRUPPO. Sicurezza per scelta

GRUPPO. Sicurezza per scelta Ge.Ma. Sicurezza per scelta Ge. Ma. la Qualità e la Sicurezza sono valori che costruiamo insieme a te GE.MA. company profile UN OCCHIO APERTO SUL FUTURO UNA REALTÀ DINAMICA, UN MODELLO EVOLUTO DI CONSULENZA

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

elettrotecnico/elettrotecnica

elettrotecnico/elettrotecnica Delibera n. 748 del 24.06.2014 ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di elettrotecnico/elettrotecnica 1. Il profilo professionale 2. Durata e titolo conseguibile 3. Referenziazioni

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT 31 Professioni tecniche in campo scientifico, ingegneristico e della produzione 311 Tecnici delle scienze quantitative, fisiche e chimiche 3111. Tecnici fisici e geologici Rilevatore geologico Tecnico

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova D.Lgs 81/08 art. 96 c.1 Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Azienda Sanitaria

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI ALLEGATO XV Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1.1. - Definizioni e termini di efficacia 1. DISPOSIZIONI GENERALI 1.1.1. Ai fini del presente allegato si intendono

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

ELENCO INDICATIVO E NON ESAUSTIVO DEGLI OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO AI SENSI DEL D.L

ELENCO INDICATIVO E NON ESAUSTIVO DEGLI OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO AI SENSI DEL D.L ELENCO INDICATIVO E NON ESAUSTIVO DEGLI OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO AI SENSI DEL D.L. 81/2008 (PER L ELENCO ESAUSTIVO CONSULTARE SEMPRE LA NORMATIVA) - Nomina Rspp Responsabile servizio prevenzione e

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

delle qualifiche professionali in favore dei soggetti provenienti da fuori Regione Piemonte che se

delle qualifiche professionali in favore dei soggetti provenienti da fuori Regione Piemonte che se FAQ REQUISITI PER IL COMMERCIO D: La pratica svolta per 2 anni negli ultimi 5, in qualità di coadiuvante in un attività di commercio al dettaglio di alimentari, può essere riconosciuta valida, ai fini

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO 1. Direttiva 66/401/CEE: commercializzazione sementi di piante foraggere 2. Direttiva 66/402/CEE: commercializzazione di sementi di cereali 3. Direttiva

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO

STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO Settembre 2002 1 STUDIO DI SETTORE SM43U Numero % sugli invii Invii

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM43U

STUDIO DI SETTORE SM43U ALLEGATO 3 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE SM43U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER LA COSTRUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE Di seguito vengono esposti i criteri seguiti per la costruzione

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

Manuale informativo sull H.A.C.C.P.

Manuale informativo sull H.A.C.C.P. Manuale informativo sull H.A.C.C.P. per il controllo dell igiene degli alimenti (con particolare riferimento al controllo della temperatura) Manuale redatto dalla GIORGIO BORMAC S.r.l. Le informazioni

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO

STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO Ottobre 2006 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore SM43U

Dettagli

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Contratto d Appalto : Impresa Affidataria : Importo Lavori : di cui Oneri per la Sicurezza : VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Responsabile dei Lavori : Coordinatore Sicurezza in

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

DIVENTA ISPETTORE DELLE STRUTTURE RICETTIVE E DELLA RISTORAZIONE

DIVENTA ISPETTORE DELLE STRUTTURE RICETTIVE E DELLA RISTORAZIONE Aggiungi valore alle tue abilità professionali DIVENTA ISPETTORE DELLE STRUTTURE RICETTIVE E DELLA RISTORAZIONE L organizzazione, le tecniche e la pratica operativa per le attività ispettive, di controllo

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento. Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento. Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities 1-32 28 giugno 2013 IL QUADRO DI RIFERIMENTO Cambiano gli scenari europei Regolamento

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

La sicurezza sul lavoro

La sicurezza sul lavoro La sicurezza sul lavoro 1-La storia della sicurezza sul lavoro in Italia 2-I decreti legislativi 626, 81 e i successivi provvedimenti integrativi 3- Il T.U. 81 sostituisce completamente il D. Lgs. 626/94

Dettagli

GE.NE Srl - MERCATOPESCA Srl - GEM Srl

GE.NE Srl - MERCATOPESCA Srl - GEM Srl 1 Ge.Ne S.r.l è un'azienda che opera con successo da 20 anni nel commercio di prodotti ittici freschi e congelati, carne fresca confezionata di alta qualità, verdure e primi piatti surgelati. I moderni

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

PREMESSA. Il nuovo sistema classificatorio del personale è volto:

PREMESSA. Il nuovo sistema classificatorio del personale è volto: PREMESSA La riforma del sistema di classificazione del personale civile del Ministero della difesa è stata realizzata in applicazione del CCNL 2006/2009. Nel quadro di adeguamento delle competenze e delle

Dettagli

Pacchetto verticale vitivinicolo

Pacchetto verticale vitivinicolo Pacchetto verticale vitivinicolo Descrizione della soluzione Pag. 1 La Cooperativa Seled ha realizzato una completa copertura delle procedure informatiche per Cooperative Vitivinicole in ambiente Windows,

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

L azienda e le funzioni aziendali

L azienda e le funzioni aziendali UDA 5 TEMA 3 L operatore impresa L azienda e le funzioni aziendali a cura di Lidia Sorrentino Il concetto di azienda. Per soddisfare i propri bisogni, fin dall antichità l uomo si è associato con altre

Dettagli

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI DA CADUTA DALL ALTO PRESSO LE INDUSTRIE CERAMICHE Allegato B REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

http://www.tassisto.it/

http://www.tassisto.it/ F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TASSISTO FRANCESCO Indirizzo VIA MARTIRI DELLA LIBERAZIONE, 80/2A 16043 CHIAVARI Telefono 0185325331 Cellulare

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Cagliari, 22 luglio 2010

Cagliari, 22 luglio 2010 Cagliari, 22 luglio 2010 L azione dell Ance L Associazione Nazionale Costruttori Edili si è da sempre posta l obiettivo di supportare le imprese associate nella adozione di strumentazione organizzativa

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: una sfida avvincente Gestire una propria rete di punti vendita monomarca diretti o in franchising, per molte aziende sta diventando

Dettagli

Relatore: per.agr. Roberto Nataloni Dlgs 150/2012 Art. 1 Oggetto Il presente decreto definisce le misure per un uso sostenibile dei pesticidi, che sono prodotti fitosanitari come definiti all articolo

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO SICUREZZA SUL LAVORO In-Formare è già prevenire Questo Mini-Manuale è aggiornato alle più recenti disposizioni 2014 sulla salute, l igiene e la sicurezza sul lavoro: Testo Unico, D.Lgs. 81/2008 e, in particolare,

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli