SOFIPA EQUITY FUND Fondo di Investimento Alternativo di Tipo Chiuso. Gestito da Synergo SGR S.p.A. RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOFIPA EQUITY FUND Fondo di Investimento Alternativo di Tipo Chiuso. Gestito da Synergo SGR S.p.A. RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015"

Transcript

1 SOFIPA EQUITY FUND Fondo di Investimento Alternativo di Tipo Chiuso Gestito da Synergo SGR S.p.A. RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 Synergo SGR S.p.A. Sede in Milano, Via Campo Lodigiano, 3 Tel Capitale sociale Euro i.v. R.E.A. Milano C.F. e P.IVA Iscritta al n. 67 dell Albo delle SGR - Sezione Gestori di FIA

2 Indice RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI AL 30 GIUGNO SITUAZIONE PATRIMONIALE... 6 SEZIONE REDDITUALE... 8 NOTA INFORMATIVA Strumenti finanziari non quotati Crediti Posizione netta di liquidità Altre attività Le passività Il valore complessivo netto Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 2 di 17

3 SOFIPA EQUITY FUND RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI AL 30 GIUGNO 2015 Il Fondo di Investimento Alternativo Sofipa Equity Fund (nel seguito anche Fondo o anche solo SEF") è stato autorizzato dalla Banca d Italia in data 17 agosto 2001 ed ha iniziato la sua operatività in data 26 febbraio Si informa che, a seguito della quotazione del Fondo sul Mercato Telematico Azionario, segmento MIV, avvenuta il 19 aprile 2005 con provvedimento n di Borsa Italiana S.p.A., si è proceduto a frazionare le quote al fine di consentirne una migliore negoziazione. Il Fondo è gestito dalla società di gestione del risparmio Synergo SGR S.p.A. (di seguito anche solo Società di Gestione o SGR ), a seguito dell operazione di fusione per incorporazione di Sofipa SGR S.p.A. e Synergo 2 S.p.A. (società controllante di Sofipa SGR S.p.A.) in Synergo SGR S.p.A., avvenuta in data 30 luglio Il Depositario del Fondo è Société Générale Securities Services S.p.A.. La Relazione semestrale del Fondo è redatta ai sensi del Regolamento sulla gestione collettiva del risparmio emanato dalla Banca d Italia in data 19 gennaio 2015 ed è composto dalla situazione patrimoniale, dalla sezione reddituale e dalla nota integrativa. La Relazione degli Amministratori costituisce parte integrante della presente Relazione semestrale. Politiche di investimento Le politiche di investimento sono in linea con le disposizioni previste dal Regolamento del Fondo, che stabilisce che il Fondo avrà come finalità principale l investimento in strumenti finanziari non quotati, con particolare riguardo a strumenti rappresentativi di capitale di rischio, obbligazioni convertibili e diritti che consentano la sottoscrizione di azioni e di altri strumenti finanziari rappresentativi di capitale di rischio. L investimento in strumenti finanziari non quotati potrà, anche, costituire il 100% del patrimonio del Fondo. Nel febbraio 2008, il Fondo ha raggiunto il suo 5 anno di attività e, considerato quanto indicato dall art del Regolamento di gestione ( [...] il Fondo intende, con un ottica temporale media di 5/6 anni, investire in e, successivamente, dismettere partecipazioni ), il Consiglio di Amministrazione di Sofipa SGR S.p.A. ha deliberato, in data 28 febbraio 2008, la conclusione del periodo di investimento considerando così ultimata tale fase ad eccezione degli impegni in essere ed eventuali futuri investimenti da effettuarsi nelle società partecipate dal Fondo (operazioni di add-on). Al 30 giugno 2015 la liquidità di conto corrente del Fondo è pari ad Euro e sarà utilizzata per il sostenimento delle spese di gestione del Fondo stesso ed eventuali passività potenziali. Si informa che la scadenza del Fondo è fissata in data 31 dicembre Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 3 di 17

4 Attività di collocamento delle quote La totalità delle quote del Fondo è stata collocata - prima dell inizio dell operatività del Fondo stesso - attraverso le Banche della Rete ex Capitalia, Banca di Roma S.p.A., Banco di Sicilia S.p.A. e Bipop - Carire S.p.A., con le quali Sofipa SGR S.p.A. aveva sottoscritto convenzioni per il loro collocamento. Andamento della gestione fino al 30 giugno 2015 e dettaglio delle partecipazioni detenute Alla data del 30 giugno 2015, il valore complessivo netto del Fondo ammonta ad Euro (contro Euro al 31 dicembre 2014) con un valore della quota pari ad Euro 217,122 (contro Euro 233,171 al 31 dicembre 2014). Al 30 giugno 2015, il Fondo ha registrato un decremento del valore della quota del 6,88% rispetto al 31 dicembre 2014, imputabile essenzialmente alla contenuta perdita realizzata dalla vendita della società Fintyre S.p.A. ed agli oneri di gestione. Alla data del 30 giugno 2015, il Fondo detiene una sola partecipazione: - Coils Investimenti S.r.l.: la società è il veicolo attraverso il quale il Fondo, unitamente ad altri coinvestitori, ha acquisito il Gruppo Roen, uno dei principali produttori europei di scambiatori di calore per impianti di refrigerazione e condizionamento per applicazioni industriali e commerciali. Alla data della presente Relazione, il valore della partecipazione è pari ad Euro 0. Al 30 giugno 2015, il Fondo chiude con una perdita di Euro Le voci che portano al suddetto risultato sono sinteticamente indicate di seguito: - risultato della gestione caratteristica negativo per Euro derivante dalla perdita realizzata dalla cessione della partecipata Fintyre S.p.A.; - oneri di gestione per Euro , costituiti per Euro dalle commissioni di gestione e banca depositaria, per Euro dai costi di pubblicazione e per Euro da oneri di gestione; e - altri ricavi ed oneri per Euro negativi, costituiti per Euro da altri ricavi e per Euro da altri oneri. Fatti di rilievo avvenuti dal 1 gennaio 2015 al 30 giugno 2015 Di seguito si riportano i fatti di rilievo verificatisi fino al 30 giugno 2015: - 5 marzo: i fondi Sofipa Equity Fund e Sofipa Equity Fund II hanno stipulato un accordo con BlueGem Cooperatief U.A. per la cessione delle partecipazioni detenute nella società Fintyre S.p.A., pari all 1,7% ed al 36,9% del capitale sociale. Il corrispettivo è stato fissato in Euro 0,934 milioni per la quota di partecipazione del fondo Sofipa Equity Fund. L esecuzione della cessione - avvenuta in data 18 marzo - era sospensivamente condizionata all ottenimento del consenso da parte della banche finanziatrici al trasferimento della partecipazione; - 18 marzo: il Fondo ha incassato Euro dalla cessione della partecipazione detenuta in Fintyre S.p.A.; - 28 aprile: Synergo SGR S.p.A. ha deliberato di sottoscrivere, in nome e per conto del fondo SEF, un accordo volto a definire in via transattiva la controversia derivante dal contratto relativo all acquisto di azioni e obbligazioni convertibili emesse da IP Cleaning Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 4 di 17

5 S.p.A. sottoscritto con Sofipa Equity Fund II in data 27 giugno Ai sensi dell accordo transattivo, SEF, senza che ciò comporti riconoscimento alcuno di responsabilità, riconosce e versa a favore del fondo Sofipa Equity Fund II l importo omnicomprensivo di Euro a fronte di un prezzo di trasferimento previsto dall accordo IP Cleaning di Euro Linee strategiche del Fondo Nel corso del secondo semestre 2015, il Fondo proseguirà l attività di dismissione dell unica società ancora presente nel portafoglio del Fondo stesso. Fatti di rilievo dopo il 30 giugno 2015 Non vi sono fatti di rilievo da segnalare dopo il 30 giugno Rapporti con società del Gruppo La Società di Gestione non appartiene ad alcun Gruppo. Operatività in strumenti finanziari derivati Il Fondo non ha avuto operatività in strumenti finanziari derivati. Contenuto della Relazione semestrale La Relazione semestrale è redatta in unità di Euro. Milano, 29 luglio 2015 p. il Consiglio di Amministrazione Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 5 di 17

6 SITUAZIONE PATRIMONIALE ATTIVITA' Situazione a fine esercizio Situazione al 30/06/2015 precedente Valore In percentuale Valore In percentuale Complessivo dell'attivo Complessivo dell'attivo A. STRUMENTI FINANZIARI ,268 Strumenti finanziari non quotati ,268 A1. Partecipazioni di controllo ,268 A2. Partecipazioni non di controllo A3. Altri titoli di capitale A4. Titoli di debito A5. Parti di O.I.C.R. Strumenti finanziari non quotati A6. Titoli di capitale A7. Titoli di debito A8. Parti di O.I.C.R. Strumenti finanziari derivati A9. Margini presso organismi di compensazione e garanzia A10. Opzioni, premi o altri strumenti finanziari derivati quotati A11. Opzioni, premi o altri strumenti finanziari derivati non quotati B. IMMOBILI E DIRITTI REALI IMMOBILIARI B1. Immobili dati in locazione B2. Immobili dati in locazione finanziaria B3. Altri immobili B4. Diritti reali immobiliari C. CREDITI ,083 C1. Crediti acquistati per operazioni di cartolarizzazione C2. Altri ,083 D. DEPOSITI BANCARI D1. A vista D2. Altri E. ALTRI BENI F. POSIZIONE NETTA DI LIQUIDITA' , ,564 F1. Liquidità disponibile , ,586 F2. Liquidità da ricevere per operazioni da regolare F3. Liquidità impegnata per operazioni da regolare , ,978 G. ALTRE ATTIVITA' , ,084 G1. Crediti per p.c.t. attivi e operazioni assimilate G2. Ratei e risconti attivi G3. Risparmio di imposta , ,084 G4. Altre TOTALE ATTIVITA' , ,000 Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 6 di 17

7 PASSIVITA' E NETTO Situazione al 30/06/2015 Situazione a fine esercizio precedente H. FINANZIAMENTI RICEVUTI H1. Finanziamenti Ipotecari H2. Pronti contro termine passivi e operazioni assimilate H3. Altri I. STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI I1. Opzioni, premi o altri strumenti finanziari derivati quotati I2. Opzioni, premi o altri strumenti finanziari derivati non quotati L. DEBITI VERSO I PARTECIPANTI L1. Proventi da distribuire L2. Altri debiti verso i partecipanti M. ALTRE PASSIVITA' M1. Provvigioni ed oneri maturati e non liquidati M2. Debiti di imposta M3. Ratei e Risconti passivi M4. Altre TOTALE PASSIVITA' VALORE COMPLESSIVO NETTO DEL FONDO Numero Quote in circolazione Valore unitario delle Quote Rimborsi o Proventi distribuiti per Quota , , , , , ,239 Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 7 di 17

8 SEZIONE REDDITUALE Relazione al 30/06/2015 Relazione esercizio precedente A. STRUMENTI FINANZIARI ( ) Strumenti Finanziari Non Quotati A1. PARTECIPAZIONI ( ) A1.1 dividendi ed altri proventi A1.2 utili/perdite da realizzi A1.3 plus/minusvalenze ( ) (93.533) A2. ALTRI STRUMENTI FINANZIARI NON QUOTATI A2.1 interessi, dividendi e altri proventi A2.2 utili/perdite da realizzi A2.3 plus/minusvalenze Strumenti Finanziari Quotati A3. STRUMENTI FINANZIARI QUOTATI A3.1 interessi, dividendi e altri proventi A3.2 utili/perdite da realizzi A3.3 plus/minusvalenze Strumenti Finanziari derivati A4. STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI A4.1 di copertura B. B1. B2. B3. B4. B5. A4.2 non di copertura Risultato gestione strumenti finanziari IMMOBILI E DIRITTI REALI IMMOBILIARI CANONI DI LOCAZIONE E ALTRI PROVENTI UTILI/PERDITE DA REALIZZI PLUS/MINUSVALENZE ONERI PER LA GESTIONE DI BENI IMMOBILI ( ) AMMORTAMENTI Risultato gestione beni immobili C. CREDITI C1. Interessi attivi e proventi assimilati C2. Incrementi/decrementi di valore Risultato gestione crediti D. DEPOSITI BANCARI D1. Interessi attivi e proventi assimilati E. ALTRI BENI E1. Proventi E2. Utile/perdita da realizzi E3. Plusvalenze/minusvalenze Risultato gestione investimenti ( ) Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 8 di 17

9 F. F1. F2. F3. G. G1. G2. H. RISULTATO DELLA GESTIONE CAMBI OPERAZIONI DI COPERTURA F1.1 Risultati realizzati F1.2 Risultati non realizzati OPERAZIONI NON DI COPERTURA F2.1 Risultati realizzati F2.2 Risultati non realizzati LIQUIDITA' F3.1 Risultati realizzati F3.2 Risultati non realizzati ALTRE OPERAZIONI DI GESTIONE PROVENTI DELLE OPERAZIONI DI PRONTI CONTRO TERMINE E ASSIMILATE PROVENTI DELLE OPERAZIONI DI PRESTITO TITOLI Risultato lordo della gestione caratteristica ONERI FINANZIARI Relazione al 30/06/2015 Relazione esercizio precedente ( ) H1. INTERESSI PASSIVI SU FINANZIAMENTI RICEVUTI H1.1 su finanziamenti ipotecari H1.2 su altri finanziamenti H2. ALTRI ONERI FINANZIARI Risultato netto della gestione caratteristica ( ) I. ONERI DI GESTIONE ( ) ( ) I1. Provvigioni di gestione SGR ( ) ( ) I2. Commissioni depositario (2.601) (9.483) I3. I4. Oneri per esperti indipendenti Spese pubblicazione prospetti e informativa al pubblico (5.417) (27.761) I5. Altri oneri di gestione ( ) ( ) L. ALTRI RICAVI ED ONERI (62.749) (18.200) L1. Interessi attivi su disponibilità liquide 522 L2. Altri ricavi L3. Altri oneri ( ) (44.621) Risultato della gestione prima delle imposte ( ) M. M1. M2. M3. IMPOSTE Imposta sostitutiva a carico dell'esercizio Imposta sostitutiva a credito dell'esercizio Altre imposte Utile/perdita dell'esercizio ( ) Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 9 di 17

10 NOTA INTEGRATIVA Strumenti finanziari non quotati Gli strumenti finanziari non quotati detenuti dal Fondo sono rappresentati dalle partecipazioni dello stesso in società non quotate. Le partecipazioni di controllo sono: 30/06/ /12/2014 A1. Partecipazioni di controllo Si ricorda che le società di portafoglio del Fondo sono possedute anche dal fondo Sofipa Equity Fund II (di seguito anche solo SEF II) e, pertanto, si rende applicabile la nozione di controllo prevista dall art. 23 del D.Lgs. n. 385 del 1 settembre 1993 (TUB). Di seguito si riporta il valore delle partecipazioni di controllo detenute dal Fondo alla data del 30 giugno 2015, il cui valore è confrontato con l anno precedente: 30/06/ /12/2014 Delta Fintyre S.p.A.* ( ) Coils Investimenti S.r.l. 0 0 (0) * società dismessa nel corso del primo trimestre 2015 Totale ( ) Nelle schede che seguono, i dati di bilancio delle società partecipate dal Fondo - tabella B) Dati di bilancio dell emittente - sono estratti dai bilanci (individuali o consolidati) redatti secondo i principi contabili di riferimento del Paese di residenza della società partecipata ed approvati dalle Assemblee dei Soci e/o Azionisti delle stesse. Inoltre, le voci indebitamento a breve termine, indebitamento a medio/lungo termine, fatturato, margine operativo lordo e margine operativo netto sono calcolate secondo quanto indicato dal Regolamento sulla gestione del risparmio; pertanto, potrebbero differire da quanto indicato nei bilanci approvati delle società partecipate. Tavola A Scheda informativa relativa a ciascuna partecipazione in società non quotate Coils Investimenti S.r.l. Denominazione e sede della società: Coils Investimenti S.r.l., Via Campo Lodigiano, 3, Milano Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 10 di 17

11 Attività esercitata dalla società: la società è la holding di un gruppo operante nella progettazione, produzione e distribuzione di scambiatori di calore per applicazioni commerciali ed industriali destinati ai settori della refrigerazione e del condizionamento. A) Titoli nel portafoglio del Fondo Quantità % del totale titoli emessi Costo di acquisto Valore alla data del 30 giugno 2015 Valore alla data del rend. prec. 1. Titoli di capitale con diritto di voto , Titoli di capitale senza diritto di voto Obbligazioni convertibili in azioni stesso emittente Obbligazioni cum warrant su azioni dello stesso emittente 5. Altri strumenti finanziari Si fa presente che la società è anche posseduta per il 98,32% dal fondo SEF II. Si rende pertanto applicabile la nozione di controllo prevista dall art. 23 del D.Lgs. 1 settembre 1993 n. 385 (TUB). B) Dati di bilancio dell emittente Si riportano di seguito i principali dati degli ultimi tre bilanci civilistici approvati di Coils Investimenti S.r.l., società costituita nel mese di luglio 2007, che ha perfezionato in data 2 agosto 2007 l acquisto del 60% del gruppo Roen (si veda sotto per una descrizione più dettagliata dell operazione): Dati patrimoniali Ultimo esercizio 31/12/2013 Esercizio precedente 31/12/2012 Esercizio al 31/12/2011 1) totale attività ) partecipazioni ) immobili ) indebitamento a breve termine ) indebitamento a medio/lungo termine ) patrimonio netto Inoltre, per le imprese diverse dalle società immobiliari: - capitale circolante lordo capitale circolante netto ( ) (35.548) - capitale fisso netto posizione finanziaria netta ( ) (35.548) Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 11 di 17

12 Dati reddituali Ultimo esercizio 31/12/2013 Ultimo esercizio 31/12/2012 Esercizio al 31/12/2011 1) fatturato ) margine operativo lordo (39.165) (10.236) (18.762) 3) risultato operativo (47.455) (10.236) (18.762) 4) saldo proventi/oneri finanziari (53.239) (13.594) (63.594) 5) saldo proventi/oneri straordinari 0 1 6) risultato prima delle imposte ( ) (79.454) ( ) 7) utile (perdita) netto ( ) (79.454) ( ) 8) ammortamenti dell'esercizio C) Criteri e parametri utilizzati per la valutazione Ai sensi del Provvedimento di Banca d Italia 19 gennaio 2015, le partecipazioni in società non quotate devono essere oggetto di svalutazione in caso di deterioramento della situazione economica, patrimoniale o finanziaria dell impresa ovvero di eventi che possano stabilmente influire sulle prospettive della società partecipata e sul presumibile valore di realizzo. Tenuto conto di tutte le informazioni ad oggi disponibili, con particolare riferimento al deterioramento della situazione economica, patrimoniale o finanziaria dell impresa, si è ritenuto opportuno confermare la svalutazione integrale della partecipata precedentemente effettuata. D) Elenco dei beni immobili e dei diritti reali immobiliari detenuti dalle società immobiliari controllate Non applicabile. E) Descrizione delle operazioni L'acquisizione della partecipazione nel gruppo Roen, attraverso la newco Nuova Roen S.r.l. è stata perfezionata il 2 agosto 2007; il controvalore complessivo dell operazione è stato pari a Euro 67,0 milioni. I fondi SEF e SEF II hanno investito rispettivamente Euro 0,2 milioni ed Euro 13,3 milioni a fronte di una partecipazione nel veicolo del 60%. Il 40% del capitale di Nuova Roen S.r.l. è stato sottoscritto dai soci/manager venditori che hanno reinvestito nell'operazione di management buy out complessivamente Euro 9,0 milioni. I fondi SEF e SEF II detengono la partecipazione in Nuova Roen S.r.l. attraverso il veicolo Coils Investimenti S.r.l. (1,7% SEF e 98,3% SEF II). L acquisition financing, fornito da Interbanca (MLA), IKB e Fortis, è stato complessivamente di Euro 44,5 milioni, di cui Euro 29,5 milioni amortizing a 7 anni ed Euro 15,0 milioni bullet a 8 anni. In data 4 settembre 2007, è stata deliberata dalle rispettive assemblee la fusione per incorporazione delle due società operative Roen Est S.r.l. ed Eta Est S.r.l nel veicolo Nuova Roen S.r.l.. Successivamente, in data 25 ottobre 2007, è stato siglato l atto di fusione delle tre società; in pari data è stata deliberata dall assemblea straordinaria di Nuova Roen S.r.l. la trasformazione in società per azioni e la modifica della ragione sociale in Roen Est S.p.A.. I precedenti atti sono divenuti efficaci in data 1 novembre Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 12 di 17

13 In data 29 luglio 2009 è stato perfezionato, da parte di Coils Investimenti, l acquisto di un ulteriore 37,0% del capitale sociale di Roen Est S.p.A. per un controvalore massimo complessivo pari ad Euro 8,3 milioni, di cui circa la metà è già stata liquidata a pronti mentre la parte rimanente sarà riconosciuta ai soci venditori sotto forma di prezzo differito e di earn-out subordinato a rendimenti minimi per i fondi SEF e SEF II nell operazione di investimento nel gruppo Roen. In occasione della suddetta operazione, i fondi SEF e SEF II hanno sottoscritto un aumento di capitale in Coils Investimenti pari rispettivamente a Euro 0,1 milioni ed Euro 4,2 milioni. In data 21 dicembre 2009 e 18 giugno 2010 i fondi SEF e SEF II hanno sottoscritto un ulteriore aumento di capitale in Coils Investimenti per complessivi Euro 4,0 milioni, di cui Euro 0,1 milioni da parte di SEF ed Euro 3,9 milioni da parte di SEF II. Tali risorse finanziarie sono state utilizzate da Coils Investimenti per sottoscrivere e versare un aumento di capitale, di pari importo, in Roen Est S.p.A. al fine di consentire il riequilibrio di predeterminati parametri finanziari collegati al contratto di acquisition financing di cui sopra. Si evidenzia che, a causa dei risultati economico-finanziari realizzati negli esercizi 2011 e 2012, il Gruppo Roen non è stato in grado di rispettare i covenant finanziari previsti nel contratto di finanziamento a medio-lungo termine né di far fronte al pagamento delle rate del finanziamento senior in scadenza ad agosto 2012 e febbraio Di conseguenza, sulla base di un nuovo piano industriale elaborato nel corso del 2012, è stato negoziato con le banche finanziatrici un accordo di riscadenziamento che prevede i seguenti termini principali: i) rilascio dei waiver in merito al mancato rispetto dei precedenti covenant, ii) rimodulazione delle rate capitale del finanziamento senior coerentemente ai flussi di cassa previsti nel piano, iii) allungamento della scadenza del finanziamento senior dal 2015 al 2017, iv) revisione dei medesimi covenant per tutto l arco di piano, v) conferma delle linee di credito extra-pool per 24 mesi, e vi) versamento di un finanziamento soci per Euro 1,0 milioni. L accordo è stato formalizzato in data 3 luglio 2013 ed è divenuto efficace in data 12 luglio 2013 a seguito dell avveramento di tutte le condizioni sospensive previste. Sempre in data 3 luglio, il dott. Marco Reboa e il dott. Silvano Corbella hanno rilasciato l attestazione in merito alla ragionevolezza del suddetto piano ex art. 67 LF. Sulla base di quanto sopra, in data 3 luglio 2013 il Fondo 1 ha proceduto a versare in Coils Investimenti Euro destinati come segue: Euro al versamento del finanziamento soci Coils Investimenti in Roen Est S.p.A., ii) Euro al rimborso parziale del prezzo differito collegato all operazione di acquisto azioni Roen Est del 2009 (la parte residua di prezzo differito è stata riscadenziata al 2015), e iii) Euro al finanziamento dei costi di gestione di Coils Investimenti. A seguito delle operazioni sopra descritte, Coils Investimenti S.r.l. detiene una partecipazione complessiva del 97,45% in Roen Est S.p.A. unitamente ad un finanziamento soci pari ad Euro 1,0 milioni. Tutte le azioni di Roen Est S.p.A. sono state costituite in pegno a garanzia del finanziamento concesso dalle banche finanziatrici al momento dell acquisizione. F) Altre informazioni Il Gruppo Roen (di seguito il Gruppo e/o Roen ) rappresenta uno dei principali produttori europei di scambiatori di calore per impianti di refrigerazione e condizionamento per applicazioni industriali e commerciali. Il Gruppo ha sede a Ronchi dei Legionari (GO) e si avvale di circa 300 dipendenti dislocati su cinque stabilimenti produttivi (tre in provincia di Gorizia e due in Slovacchia). 1 In pari data il fondo Sofipa Equity Fund II ha versato la quota di sua competenza pari a complessivi Euro Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 13 di 17

14 Il Gruppo produce scambiatori di calore a pacco alettato (circa il 90% del fatturato consolidato) negli stabilimenti italiani e slovacchi, e scambiatori di calore a fascio tubiero (circa il 4% del fatturato) ed unità ventilate (circa il 6% del fatturato) negli stabilimenti italiani. I prodotti realizzati dal Gruppo Roen rappresentano dei componenti destinati ad impianti di condizionamento e refrigerazione per usi commerciali (es. supermercati) ed industriali (es. celle frigorifere, tunnel, processi di lavorazione di materiali, processi petrolchimici). Si riportano di seguito i principali dati degli ultimi tre bilanci consolidati approvati del Gruppo Roen: Dati patrimoniali Ultimo esercizio 31/12/2013 Esercizio precedente 31/12/2012 Esercizio 31/12/2011 1) totale attività ) partecipazioni ) immobili ) indebitamento a breve termine ) indebitamento a medio/lungo termine ) patrimonio netto Inoltre, per le imprese diverse dalle società immobiliari: - capitale circolante lordo capitale circolante netto ( ) ( ) - capitale fisso netto posizione finanziaria netta ( ) ( ) ( ) Dati reddituali Ultimo esercizio 31/12/2013 Esercizio precedente 31/12/2012 Esercizio 31/12/2011 1) fatturato ) margine operativo lordo ) risultato operativo ) saldo proventi/oneri finanziari ( ) ( ) ( ) 5) saldo proventi/oneri straordinari ( ) ( ) ( ) 6) risultato prima delle imposte ( ) ( ) ( ) 7) utile (perdita) netto ( ) ( ) ( ) 8) ammortamenti dell'esercizio Tavola B Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 14 di 17

15 Prospetto dei cespiti disinvestiti dal Fondo (dall avvio operativo alla data della presente Relazione semestrlae) Come previsto dal Provvedimento di Banca d Italia del 19 gennaio 2015 e successive modifiche, si riporta la tavola B indicante i dati relativi ai disinvestimenti effettuati dal Fondo: Cespiti Disinvestiti Angelo Randazzo S.p.A /03/ /06/ Angelo Randazzo S.p.A /05/ /06/ Infoto S.p.A /10/ /06/ ( ) CPEC's Colony Sardegna S.à.r.l. 17/08/ /05/ Teckal S.p.A /01/ /10/ Fintyre S.p.A. Vending System Italia S.p.A. Byte Software House S.p.A /03/ /03/ /01/ /02/ /03/ /02/ ( ) /12/ /05/ ( ) /01/ /05/ ( ) 31/01/ /02/ /11/ /10/ Colony Sardegna S.à.r.l /05/ /05/ Kiian S.p.A. Quantità Vestar Selenia LLP /11/ /10/ /12/ /04/ /12/ Lediberg S.p.A /06/ /02/ IP Cleaning S.p.A /05/ /07/ ( ) RIRI SA* /06/ /11/ Fintyre S.p.A /12/ /03/ ( ) *Non comprende il costo annuo dell'escrow agent Acquisto Realizzo Ultima valutazione Ricavo di Data Costo Acquisto Data Vendita /05/ Proventi Generati Oneri Sostenuti Risultato dell'investimento Si riportano di seguito le movimentazioni nell esercizio degli strumenti finanziari non quotati: CONTROVALORE ACQUISTI CONTROVALORE VENDITE/RIMBORSI Partecipazioni di controllo Partecipazioni di non controllo Altri titoli di capitale Titoli di debito Parti di O.I.C.R. TOTALE Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 15 di 17

16 Crediti Al 30 giugno 2015, la voce C2. Altri è così valorizzata: 30/06/ /12/2014 C2. Altri Crediti verso Fiscar S.r.l. e Finap S.r.l. per cessione azioni Fintyre S.p.A Alla data del 31 dicembre 2014, la voce era costituita dal credito vantato nei confronti delle società Fiscar S.r.l. e Finap S.r.l., coinvestitori nell acquisto di circa l 1% delle azioni con diritto di voto della partecipata Fintyre S.p.A.. Il credito, originariamente sorto dalla cessione di tali azioni a favore di un manager a scopo di incentivazione, è stato riacquistato, con il sottostante debito verso il Fondo, dai coinvestitori Fiscar S.r.l. e Finap S.r.l.. L operazione, che è stata in parte regolata incassando - contestualmente all esecuzione del contratto di cessione - il 25% del valore, sarà soddisfatta per la residua parte al verificarsi (i) della perdita di qualità di socio anche di uno solo dei debitori oppure (ii) della riduzione al di sotto del 25% del capitale sociale della partecipazione detenuta congiuntamente dai fondi SEF e SEF II. In data 18 marzo 2015, il credito è stato incassato per l intero ammontare a seguito della cessione della società Fintyre S.p.A.. Posizione netta di liquidità La voce è composta come segue: 30/06/ /12/2014 F1. Liquidità disponibile F3. Liquidità impegnata per operazioni da regolare La voce F1. Liquidità disponibile si riferisce al saldo del conto corrente bancario intrattenuto con la Banca Depositaria SGSS S.p.A.. La voce F3. Liquidità impegnata per operazioni da regolare è costituita dalla seguente voce: 30/06/ /12/2014 Conto escrow vendita Riri SA Totale L importo di Euro si riferisce al pro-quota del conto escrow di competenza del Fondo, comprensivo delle competenze maturate sino al 30 giugno Il Fondo, unitamente agli altri venditori, ha sottoscritto un contro escrow, il cui ammontare complessivo è pari ad Euro , intrattenuto presso Credit Suisse a garanzia di eventuali obblighi di indennizzo assunti dai venditori nei confronti del soggetto acquirente in riferimento alle garanzie e rappresentazioni contrattuali rilasciate. Il soggetto individuato delle parti in qualità di escrow agent è BDO AG. La differenza con il 31 dicembre 2014 è imputabile, principalmente, al rilascio di un conto escrow. Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 16 di 17

17 Altre attività La voce è composta come segue: 30/06/ /12/2014 G3. Risparmio di imposta Il risparmio di imposta si riferisce all imposta calcolata fino al 30 giugno 2011 sulla base del 12,5% dei redditi periodicamente maturati. A partire dal 1 luglio 2011 i fondi chiusi di diritto italiano sono soggetti ad un nuovo regime fiscale ai sensi dell art. 2, commi da 62 a 79, del Decreto Legge del 29 dicembre 2010, n. 225 ("decreto milleproroghe"), convertito, con modificazioni, dalla Legge 26 febbraio 2011, n. 10. Le passività Altre passività Di seguito, si riporta il dettaglio della voce Altre passività al 30 giugno 2015: 30/06/ /12/2014 M1. Provvigioni ed oneri maturati e non liquidati M4. Altre Di seguito, la composizione della voce M4. Altre : 30/06/ /12/2014 Compenso società di revisione Accantonamento rischi Spese di consulenza Commissioni Banca Depositaria Debiti verso consulenti Accantonamenti vari e fatture ricevute Al 30 giugno 2015, la voce Accantonamento rischi si riferisce agli accantonamenti effettuati a fronte di garanzie rilasciate a seguito della vendita di alcune società di portafoglio e a fronte delle spese legali per la controversia legata all Accordo IPC. La voce Accantonamenti vari e fatture da ricevere è costituita dai debiti per comunicati pubblicati su organi di stampa e dalle fatture da ricevere dai consulenti legali per la vendita della società Fintyre S.p.A.. Il valore complessivo netto Al 30 giugno 2015, il valore complessivo netto del Fondo è pari ad Euro suddiviso in quote del valore unitario di Euro 217,122 (contro Euro 233,171 del 31 dicembre 2014). Al 30 giugno 2015, il Fondo ha registrato un decremento del valore della quota del 6,88% rispetto al 31 dicembre 2014, imputabile essenzialmente alla contenuta perdita realizzata dalla vendita della società Fintyre S.p.A. ed agli oneri di gestione. Fondo Sofipa Equity Fund - Relazione semestrale al 30 giugno 2015 Pagina 17 di 17

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO Regolamento del fondo comune di investimento immobiliare chiuso riservato ad investitori qualificati PATRIMONIO UNO promosso da Patrimonio

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Il presente Documento Informativo (di seguito anche Documento ) rivolto ai Clienti o potenziali Clienti della Investire Immobiliare SGR S.p.A è redatto in conformità a quanto prescritto

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO 18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO L utilizzo durevole è il criterio per classificare le partecipazioni come immobilizzazioni finanziarie. Le tipologie

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A.

COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A. COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A. Le offerte sono parte del più ampio progetto d integrazione tra il Gruppo

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 13 del 02.10.2014 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU 1 B. TASSI

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy CREDIT SUISSE LIFE & PENSIONS AG (ITALIAN BRANCH) Via Santa Margherita 3 Telefono +39 02 88 55 01 20121-Milano Fax +39 02 88 550 450 REA Registro Imprese di Milano n. 1753146 C.F. Part. IVA 04502630967

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

Perché esistono gli intermediari finanziari

Perché esistono gli intermediari finanziari Perché esistono gli intermediari finanziari Nella teoria economica, l esistenza degli intermediari finanziari è ricondotta alle seguenti principali ragioni: esigenza di conciliare le preferenze di portafoglio

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

Stefano M. Ceccacci Responsabile Group Tax Affairs Unicredit Group

Stefano M. Ceccacci Responsabile Group Tax Affairs Unicredit Group L'analisi dei profili fiscali, anche reputazionali, nell'ambito dei processi decisionali dell'impresa bancaria: dalla negoziazione e strutturazione alla delibera di comitato o di consiglio di amministrazione

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE Allegato 18 Modulo prenotazione garanzia PON - Pagina 1 di 25 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE PROCEDURA DI

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

VALORE 2.0. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato

VALORE 2.0. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato VALORE 2.0 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni di

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro.

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro. Torino, 10 maggio 2013 COMUNICATO STAMPA RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO SIASS AL 31 MARZO 2013 PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA D SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA HOLDING PIEMONTE

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L.

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L. INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N. 11971 RELATIVE AL PATTO PARASOCIALE FRA EQUILYBRA CAPITAL PARTNERS S.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli