RINNOVAMENTO SCOLASTICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RINNOVAMENTO SCOLASTICO"

Transcript

1 ALARUPTA la parola di Marotta N. 31 Ottobre 2014 / Periodico di informazione e annunci per la tua città / Direttore responsabile Marco Spadola Registrazione presso il Tribunale di Pesaro del 29 luglio 2008 n 554 / Distribuzione gratuita RINNOVAMENTO SCOLASTICO CALENDARIO 2015 Come ogni anno la nostra associazione si riunisce per trovare un tema adatto al nuovo calendario. Per le edizioni precedenti ci siamo avvalsi delle preziose collaborazioni di fotografi e storici che hanno messo a disposizione documenti e materiali fotografici di metà del secolo scorso: lavoro importante per il quale ringraziamo tutte le persone che ci hanno aiutato. Quest anno, però, abbiamo deciso di invertire completamente la rotta e di pensare al presente. E siamo arrivati alla conclusione che dare visibilità alla vostra creatività sia un atto doveroso per ringraziarvi del sostegno costante che ci date. Siete quindi degli artisti di professione o amate dipingere durante il tempo libero? Avete raffigurato scene marinare o bucoliche, nature morte o anche opere astratte? Qualsiasi opera originale è ben accetta. Lo scopo è quello di far conoscere gli artisti di Marotta. Fotografate i vostri quadri (scatti orizzontali) e inviateli all indirizzo entro il 31 ottobre con nome e cognome ed una vostra breve presentazione. Sceglieremo quelli che, secondo noi, meglio rappresentano lo spirito del nostro paese attraverso passato e presente. ATTUALITÀ APPROFONDIMENTO TURISMO, SI GUARDA AL FUTURO CON OTTIMISMO OUTLET, SÌ DEL CONSIGLIO ALLA VARIANTE POLITICA PIETRO CAVALLO E VITTORIANO SOLAZZI SPIEGANO LE LORO PROPOSTE TRIBUTI E SERVIZI GLI ARGOMENTI DEL POST UNIFICAZIONE RUBRICA DIALETTALE LA VENDÉGNA: FATÌGA, MA ANCA TANT CHIACCHIÈR E ALLEGRIA COLORE PRESENTATO IL PROGETTO DEL NUOVO STADIO SPORT IL MAROTTA C È! CORR CHE T ARIVN, IL NUOVO GRUPPO PODISTICO PAGINA 2-3 PAGINA 4 PAGINA 5 PAGINA 6 PAGINA 8 IT ideltecno impianti fotovoltaici IDELTECNO sas - Marotta, via Valcesano

2 M Attualità Approfondimento PAGINA 2 Riorganizzazione del sistema scolastico di tutto il territorio RINNOVAMENTO SCOLASTICO Faà di Bruno ed Enrico Fermi i due istituti comprensivi La scuola rappresenta il settore portante per la crescita della nuova generazione e dei cittadini del futuro, nei prossimi anni si prospetta un cambiamento importante per la direzione didattica. L Ufficio Pubblica Istruzione provinciale, in ottemperanza alle linee guida indicate dalla Regione Marche, ha invitato il Comune di Mondolfo a rivedere l organizzazione della rete scolastica con la previsione del superamento delle Direzione Didattica. Pertanto è stato approvato dal Consiglio Comunale di Mondolfo il programma di rete scolastica per l anno scolastico 2015/2016. Il programma prevede due istituti comprensivi intercomunali, entrambi con sede nel Comune di Mondolfo. Uno nella sede della Scuola Media Enrico Fermi, l altro nella sede della Scuola Media Faà di Bruno di Marotta. Infatti la recente unificazione del territorio di Marotta ha determinato l ampliamento della competenza del Comune di Mondolfo anche sulla scuola secondaria 1 grado Faà di Bruno, sulla scuola primaria Fantini in via Betti e sulla scuola d infanzia in via Dalmazia. L Assessore all Istruzione, Corrado Paolinelli, soddisfatto per l approvazione del nuovo assetto, ci conferma che la proposta è scaturita da due protocolli d intesa, uno con il Comune di Fano e l altro con i Comuni di San Costanzo e Monte Porzio. Infatti il Comune di Mondolfo ed il Comune di Fano, rappresentato dall Assessore Samuele Mascarin, hanno sottoscritto il 25 agosto 2014, un accordo con il quale si stabiliva la costituzione di un Istituto Comprensivo a carattere intercomunale, con sede nella scuola secondaria Faà di Bruno di Marotta, avente un ambito di competenza territoriale comprendente l intera fascia Istituto comprensino E. Fermi costiera: dal centro di Marotta alle località di Ponte Sasso e Metaurilia, che conterà alunni nel rispetto dei parametri numerici stabiliti dalle linee guida regionali. Mentre il 2 settembre 2014 tra il Comune di Mondolfo ed i Comuni di San Costanzo e Monte Porzio è stato sottoscritto un protocollo d intesa con quale si concordava sulla costituzione di un Istituto Comprensivo avente sede nella scuola secondaria E.Fermi di Mondolfo, con una circoscrizione territoriale che comprende l intera fascia collinare di Mondolfo ed i territori di San Costanzo e Monte Porzio che raccoglierà alunni, anch essa tendente alla dimensione ottimale indicata dalla Regione Marche. Paolinelli: negli incontri che ho avuto con tutti i sindaci e assessori interessati ho riscontrato grande collaborazione e gli stessi collegi dei docenti e circoli d Istituto si sono espressi tutti favorevolmente. La consistenza della popolazione scolastica del Comune di Mondolfo nell ultimo quinquennio non ha evidenziato variazioni che possono prefigurare aumenti sostanziali nei prossimi anni da influire significativamente su quanto stabilito ora, anche in considerazione dell andamento della popolazione residente tendenzialmente in diminuzione. Un discorso a parte va fatto per la materna di Via Dalmazia, a seguito di un sopralluogo effettuato, risulta essere fatiscente, quindi andrebbe chiusa. Pertanto si è deciso che i 44 bambini iscritti, dall 8 gennaio 2015 si trasferiranno della nuova scuola di via Fantini nel complesso della Faà di Bruno, dove sono state individuate due aule non utilizzate con una mensa e bagni adatti ai più piccoli. Per quanto riguarda i servizi connessi alla scuola, come sempre garantiremo il trasporto a tutti gli studenti delle scuole dell obbligo dai punti di raccolta alle rispettive sedi scolastiche di riferimento, mediante mezzi e personale proprio; alle scuole dell infanzia verrà assicurato il trasporto, la refezione scolastica con la gestione diretta del servizio con la nostra cucina centralizzata e sarà assicurata assistenza agli studenti disabili. I servizi hanno assunto da tempo una dimensione stabile sia qualitativamente che nelle modalità di accesso per i cittadini. Raffaele Tinti Turismo, si guarda al futuro con ottimismo Silvestrini: Parola d ordine: dialogo Un presente grigio, un futuro che tutti vogliono luminoso. E andata in archivio da poco una stagione turistica negativa ed è già tempo di mettersi al lavoro per quella che verrà. Non abbiamo ancora tutti i dati ufficiali esordisce l assessore al turismo Mario Silvestrini ma immaginiamo che non saranno positivi, come del resto a livello regionale e nazionale. Senz altro il maltempo e la crisi hanno inciso molto. Noi ce l abbiamo messa tutta proponendo, anche grazie alla collaborazione di diverse associazioni, un programma di iniziative di qualità. Sono stati molti i turisti che mi hanno fermato complimentandosi per gli eventi. Siamo già al lavoro per la prossima stagione perché la volontà è quella di migliorare. La parola d ordine è dialogo. Ci stiamo confrontando con operatori e associazioni per programmare con anticipo l estate Diverse le questioni da affrontare, dalle strutture ricettive, che con l unificazione di Marotta sono triplicate, alla tassa di soggiorno, fino alla variante urbanistica per rilanciare il cuore della città: piazza Kennedy e viale Carducci. Passare da 5 a circa 20 strutture è un bel salto. La situazione cambierà, sul tavolo ci sono tante idee. Tutti insieme, amministratori e chi opera nel turismo, dobbiamo elaborare un piano strategico. Le potenzialità per un Assesore M. Silvestrini - Piazza Kennedy importante salto di qualità ci sono tutte. Anche per la tassa di soggiorno serve una riflessione con gli operatori. Certo è che se sarà applicata servirà esclusivamente per poter investire nel settore turistico. Per il rilancio di Marotta e per lo sviluppo turistico molto dipenderà anche dalla variante urbanistica per risolvere la situazione di alcune abitazioni di piazza Kennedy e trovare una soluzione per l ex hotel Holiday. Una variante per richiamare investimenti privati per la riqualificazione delle strutture abbandonate da tempo e in stato di degrado. Siamo alle fasi finali, aspettiamo che torni in giunta con le osservazioni. Nei giorni scorsi abbiamo visionato il progetto preliminare per la sistemazione di tre abitazioni tra piazza Kennedy e viale Carducci, con la realizzazione di un unica struttura con negozi e appartamenti. Risolvere queste situazioni significherebbe moltissimo per lo sviluppo della città. Siamo fiduciosi. Lavoriamo per una Marotta sempre migliore e più accogliente. Marco Spadola Tutti i giorni menù a degustazione (gradita la prenotazione) a pranzo giornate anticrisi s.p.q.r. Giornate anticrisi, il pescato dell adriatico, il menu del corsaro, il menu del pescatore, pizza connection Lungomare C. Colombo, Marotta di Mondolfo (PU) - Tel

3 MPAGINA 3 Attualità Approfondimento Soddisfatto Lucchetti. Lista civica: sì a precise condizioni OUTLET, SÌ DEL CONSIGLIO ALLA VARIANTE Divise le associazioni di categoria sulla realizzazione Con 15 voti favorevoli e 2 contrari, il consiglio comunale ha approvato definitivamente la variante urbanistica al Piano regolatore, propedeutica alla costruzione dell outlet. Si chiude un lungo percorso, nel quale non sono mancati ostacoli, come il no, in prima battuta, della giunta provinciale. Ora la giunta procederà alla ricognizione del Piano territoriale di coordinamento che prevede la grande distribuzione nei pressi di Centocroci. Molto soddisfatto l assessore all urbanistica Massimiliano Lucchetti. Era il primo punto del nostro programma e siamo molto felici dell approvazione. Avevo chiesto un ampio voto favorevole e così è stato. La politica ha svolto il suo dovere e ringrazio tutti i consiglieri comunali e il commissario Galuzzi che, con grande serietà, ha dato il via libera alla variante in sede provinciale. Questo progetto può incidere pesantemente sulla creazione di nuovi posti di lavoro e sullo sviluppo economico e turistico della Valcesano. Ora ci metteremo al tavolo con la ditta per discutere del progetto finale e ci muoveremo per la ricognizione del Ptc. Quello della lista civica Per cambiare è stato un sì a precise condizioni. Si tratta di impegni precisi per la giunta che abbiamo messo in un ordine del giorno del maggio 2012, approvato a larghissima maggioranza e che abbiamo riletto forte e chiaro nell ultima seduta. Il villaggio grandi firme può diventare un opportunità per il territorio, ma servono tutele precise. Abbiamo chiesto il coinvolgimento attivo dei commercianti locali dei settori interessati; una modifica sostanziale della viabilità per evitare ingorghi e congestioni del traffico; l incremento del numero dei parcheggi da 1700 ad almeno 2500; opere compensative da realizzare a vantaggio del territorio; l impegno che nelle assunzioni possano essere privilegiati i residenti del comune e, per i futuri lavori relativi alla struttura, siano il più possibile coinvolte imprese del territorio. Divise le associazioni di categoria. A favore la Cna di Marotta. L outlet spiega Fausto Baldarelli - rappresenta una grande occasione di sviluppo; vogliamo essere pronti a cogliere le opportunità. Mi riferisco alla costruzione dello stesso e alle opere compensative: la speranza che le nostre aziende possano partecipare. Deve essere un contenitore nel quale trovino spazi anche aziende locali. C è poi l aspetto occupazionale, molto importante in un periodo di crisi. Con l outlet, inoltre, ci giochiamo il sistema turistico. La sfida è riuscire a distribuire nel territorio le persone che affolleranno l outlet. Di altro avviso Confesercenti e Confcommercio di Fano. La possibilità di migliorare l economia locale con un outlet volano di turismo e presenze sostiene quest ultima - sarà un illusione per Marotta come è oggi per Mantova. Il temporaneo beneficio per le imprese artigianali che in parte lavorerebbero all eventuale realizzazione hanno un effetto dopante, gonfiare qualche portafoglio oggi per impoverire quello del territorio. Altra illusione è che vengano ospitate aziende locali perché contrario alla filosofia commerciale dell outlet. Per alcuni mesi qualche artigiano aumenterà i ricavi poi, per anni sottolinea Confesercenti - tanti piccoli commercianti resteranno a casa. Tanti disoccupati in più, meno soldi da spendere e consumi ancora in ribasso. Chi arriva per acquistare nel grande centro commerciale non soggiorna sul territorio, non mangia nei ristoranti, non visita i nostri monumenti. Marco Spadola La parola a Boris Rapa e Moreno Ragnetti Più lungimiranza nella gestione delle strutture e meno individualismo Finita l estate gli operatori tirano le somme della stagione turistica. Boris Rapa, presidente della Riviera delle Lanterne, parla ormai di sipario sulla stagione 2014 e che, nonostante si provi e riprovi ad allungarla, la coperta rimane sempre troppo corta pur tirandola da ogni parte. Contro ogni buon proposito, infatti, ci si mettono le avversità di un meteo davvero pazzo a sancire la fine di una difficile stagione, che, purtroppo, rimarrà alle cronache come una delle peggiori. Secondo Rapa, si deve aumentare la percentuale di occupazione delle strutture ricettive nei periodi tradizionalmente definiti di bassa stagione: Non si può lavorare con una occupazione del 20-30% a maggio, giugno e settembre. Il risultato minimo deve essere quello di una percentuale che arrivi almeno al 50%, quindi dovremmo almeno tentare di riempire quello che c è già e solo allora si potrà parlare di un allungamento della stagione. Quali sono le prospettive per i prossimi anni? La situazione è evidente risponde Rapa -. Il mercato nazionale, da cui il settore turistico territoriale attinge per un 90%, è in recessione, per cui è indispensabile investire verso un mercato estero, per poter recuperare un po di terreno, puntando decisamente sulla qualità dei servizi ricettivi ma, soprattutto, su quelli offerti localmente. Per fare ciò occorre mettere da Lungomare C. Colombo parte ogni individualismo e ogni personalismo, bisogna iniziare a fare sistema e mettersi in rete per creare un beneficio territoriale. Serve un cambio di cultura e di punti di vista, un po più lungimiranti, con progettazione e programmazione a lungo termine. Moreno Ragnetti fondatore e artefice del Gruppo Turistico Marottese ha incontrato in una riunione svoltasi poche settimane fa molti operatori turistici di Marotta e Mondolfo, parola d ordine fare sistema. Tanti gli argomenti trattati, dalle infrastrutture alle strutture ricettive, difesa della costa, alla necessità di servizi per i turisti sul lungomare tra i quali anche la guardia medica, eventi e manifestazioni che possano caratterizzare la località turistica, all importanza della promozione del territorio creando più pacchetti turistici da offrire ad una clientela sempre più esigente in un mercato molto competitivo. In un momento difficile come quello che stiamo vivendo occorre mettere insieme idee e sinergie per creare un progetto ambizioso per il futuro del nostro territorio, lavorare per dare risposte concrete alle aspettative dei turisti che devono tornare nella nostra località balneare Francesco Gambini di Fucili Hotel Biancaneve Via Damiano Chiesa 53, Marotta Tel Fax Via Ferrari, 2c - Marotta di Fano (Pu)

4 M Politica PAGINA 4 Post Marotta Unita, si discute sul nome da dare al Comune PIETRO CAVALLO E VITTORIANO SOLAZZI SPIEGANO LE LORO PROPOSTE Alla base la necessità di unire ancora di più il territorio Marotta-Mondolfo o Mondolfo-Marotta? Ora che il Comitato Pro Marotta Unita ha portato a termine la sua missione con l unificazione territoriale, si fanno largo due nuove proposte, riguardanti il cambio del nome del nostro Comune: una del Sindaco Pietro Cavallo e l altra del Presidente dell Assemblea Legislativa Marche, Vittoriano Solazzi. L intento primario, a sentire i promotori, è quello di consolidare l unione già esistente tra i due paesi, tra turismo e storia. Fare del nome un brand, un marchio, spiega Solazzi, con il quale si possa costruire una forte identità territoriale per la ripresa della Valle del Cesano. Unica differenza a livello grafico e puramente formale: la posizione dei nomi. Mondolfo-Marotta per Cavallo; Marotta-Mondolfo per Solazzi. Il Sindaco ci ha detto che durante il discorso di insediamento del suo secondo mandato, nel giugno del 2011 (dopo aver analizzato la provenienza dei voti che ne hanno decretato la vittoria), ha espresso la volontà di cambiare il nome per tenere unita questa comunità e per non mortificare nessuno, ma il motivo principale è quello di non cancellare i mille anni di storia e tradizione di Mondolfo perché non si possono unire 2800 abitanti dell ex frazione di Fano per poi dividere 4500 mondolfesi dal resto del Comune. Il Presidente Solazzi, invece, spiega che la proposta di legge da lui avanzata, ora al vaglio della I Commissione Regionale, non vuole in alcun modo contrapporsi a Mondolfo: E stata mia intenzione ripartire dal punto in cui il Comitato Pro Marotta Unita si è fermato poiché quest ultimo, per volontà dei suoi stessi costituenti, ha esaurito la propria funzione nel momento dell unificazione. Da qui ricominciamo alla volta di un nuovo referendum e io, certamente, non voglio entrare in polemica con nessuno. Amo il luogo in cui sono nato e sono il primo a tifare per la costruzione di un grande Comune costiero e collinare. L iniziativa di Solazzi, che egli stesso reputa fondamentale per accrescere il nome di Mondolfo a livello nazionale (sue le parole anche il casello autostradale si chiama Marotta- Mondolfo ), è una scorciatoia notevole dal punto di vista burocratico: per il referendum sul cambio del nome, infatti, servono cinquemila firme di residenti marchigiani (come accaduto per quello del 9 marzo scorso) oppure un Consigliere Regionale che presenti la proposta di legge. Ed è su questo punto che il Sindaco Cavallo ha qualcosa da ridire: Ho discusso della mia idea in molte assemblee pubbliche svolte dal 2011 ad oggi e ogni volta ho avuto adesioni da ogni parte. L iniziativa del Consigliere Solazzi giuridicamente non fa una piega: ha i titoli e la facoltà per presentarla. Solo che io, francamente, non l ho mai sentita in alcuna assemblea pubblica né in Consiglio Comunale. La mia è stata una decisione che ho voluto condividere con tutti, non l ho imposta dall alto. Ovviamente c è anche il parere di chi pensa che il cambio di nome sia superfluo e che esistano problemi più importanti, come la riqualificazione dell Europa e dell Holiday. Ripartire dal nome è un primo passo che può portare benefici, afferma Solazzi, ma esistono forti limiti della pubblica amministrazione di fronte alla proprietà privata: Se non si offrono adeguate contropartite ai rispettivi proprietari, saremo costretti a subire quella vista per altri anni. Francesco Gambini Tributi e servizi gli argomenti del post unificazione La fase delicata del passaggio di consegne Dopo l euforia per l unificazione di Marotta, sancita con il voto del Consiglio Regionale, i cittadini della ormai ex Marotta di Fano sono alle prese con il passaggio dei servizi e dei tributi comunali. Il 18 luglio è terminato il trasferimento dei dati anagrafici di circa abitanti, passati nel Comune di Mondolfo, la popolazione attuale di tutto il territorio comunale ammonta a circa persone. Il Sindaco di Mondolfo Pietro Cavallo ed il Sindaco di Fano Massimo Seri l 11 settembre hanno sottoscritto un accordo per definire l iter del passaggio. Fano continuerà ad erogare i servizi pubblici alla popolazione oggetto del distacco, visto i contratti di appalto già in essere, fino al 31 dicembre 2014, quindi i pagamenti di IMU, TASI, TARI, COSAP e rette per servizi a domanda individuale dovranno essere effettuati al Comune di Fano nei termini e secondo le modalità dallo stesso Ente. Per quanto riguarda le sedi delle imprese e le residenze dei titolari e soci, il trasferimento delle sedi legali ed operative di società o ditte individuali passate dal Comune di Fano a quello di Mondolfo sarà effettuato d ufficio e automaticamente da parte della Camera di Commercio di Pesaro- Urbino senza costi aggiuntivi, mentre dovranno essere fatte obbligatoriamente le variazioni relative all iva, inps ed inail. Il trasferimento d indirizzo di residenza dei titolari di impresa individuale diversa dalla sede legale della ditta individuale o dei soci va comunicata alla Camera di Panoramica aerea Commercio, senza corrispondere alcun diritto e/o bolli e all inps. Pietro Cavallo, in un recente incontro con il Comitato pro Marotta Unita ha dichiarato: il servizio di raccolta dei rifiuti continuerà ad essere svolto dalla Società Aset, è stato infatti trovato un accordo per estendere la prestazione fino al 2017, escludendo variazioni nell organizzazione del servizio nella ex Marotta di Fano, mentre le tariffe saranno parificate al resto del Comune di Mondolfo, con l impegno di raggiungere la stessa percentuale di differenziata. La gestione della farmacia non potrà essere comunale poiché la normativa non consente che una farmacia comunale operi fuori dal territorio del Comune stesso, al momento nella nostra pianta organica sono previste quattro farmacie: Mondolfo, Centocroci, Piano Marina e Marotta centro che non possono essere incrementate, troveremo in ogni caso una soluzione logica per mantenere aperta quella di Via Ferrari. Cavallo conclude: viviamo una fase di transizione, in ogni caso cercheremo di essere vicini ai cittadini. Ovviamente ci sarà qualche piccolo disservizio, ma faremo il possibile per comunicare eventuali modifiche o iniziative che intraprenderemo. Raffaele Tinti

5 M PAGINA 5 Rubrica Dialettale Rubrica dialettale: temp d na volta LA VENDÉGNA: FATÌGA, MA ANCA TANT CHIACCHIÈR E ALLEGRIA (LA VENDEMMIA: NON SOLO FATICA, MA ANCHE TANTE CHIACCHIERE E ALLEGRIA) Con l autunno arriva la vendemmia e nell aria si diffonde il profumo di mosto La ricorrenza del nostro patrono cade il 26 settembre e così Santa Giustina, benevolmente ribattezzata piscióna per le sue abituali incontinenze meteorologiche, terminati i festeggiamenti e un tempo anche la fiera di merci e bestiame, dà il via alla vendemmia. Il capoccia comincia a métt a stagn le botti e i tini bagnandoli e lavandoli in modo da assicurarne la perfetta tenuta e pulizia. La vendemmia è un lavoro che richiede molta manodopera e in campagna, si sa, era costume aiutarsi tra vicini, per cui la data doveva essere concordata tenuto conto delle varie esigenze. A volte si ricorreva anche all opera dei nolant (affittuari che abitavano in paese) il cui compenso consisteva normalmente nella corresponsione a fine giornata di un canestro d uva, oltre ovviamente al pranzo di mezzogiorno. Un pasto frugale e veloce che nulla aveva da spartire con quello più ricco della trebbiatura, di solito consisteva in un abbondante piatto di minestra col cece il cui odore stuzzicante, unito a quello dl osmarìn e dl innavr (rosmarino e alloro) di cottura, profumava tutta la cucina. Contrariamente alle altre faccende che si fanno in agricoltura, la vendemmia cominciava abbastanza tardi perché, si diceva, occorreva attendere che le pampn (i pampini) si fossero asciugate dall umidità della notte per non danneggiare le viti o, molto più verosimilmente, perché l uva bagnata avrebbe influito negativamente sulla qualità del mosto. Nell attesa di poter dar mano alle fróbc dl vit (normali forbici da potatura) si portavano le casse di legno lungo i filón (filari) e la vigna con le mucche attaccate al cariòl o al biròcc. Una volta accertato che le viti erano asciutte, il capoccia dava il via alla vendegna incaricando un paio di donne di passare avanti agli altri per scegliere i grappoli migliori che dovevano servire poi per dà la grana al mosto. Il lavoro della raccolta dell uva non richiedeva una particolare attenzione, si lavorava uno accanto all altro per cui non c era niente di male o di meglio che scambiare quattro chiacchiere. Si parlava di tutto, dalle tecniche di coltivazione e di allevamento alla disgrazia accaduta a Rico che per la morte del vitello aveva dovuto comprare un bali, un vitello cioè rimasto orfano da allevare a balia, limitando così la perdita. Non mancavano ovviamente le frecciate contro il padrone sempre troppo ingordo o le critiche al fattore che era brav sa la penna (a fare i conti) ma molto meno nel gestire gli affari della stalla. La giornata però era lunga ed è chiaro che non poteva essere spesa tutta in discorsi seri, così si passava alle barzellette perentoriamente a sfondo agreste come quella su Giròlm sposo novello che la sera stanco per il duro lavoro nei campi non riusciva a concupire. Confidò la cosa al fattore che gli suggerì di portare con se lo schioppo, così se durante il giorno gli fosse venuta qualche fantasia erotica poteva chiamare la moglie con uno sparo. Passa un po di tempo e il fattore gli chiede come fosse andata: «sul prìn è gitta a ben da fatt sòr fattór» - rispose lo sposino - «ma da quant s è aperta la caccia chi l ha vista più ma mi mói?». Le barzellette poi si intercalavano con perle di saggezza popolare e così si veniva a sapere che il giorno di San Francesco (4 ottobre) bócca l òi ntl uliva. Se una donna della famiglia non era scesa a vendemmiare era dato per scontato che avesse le mestruazioni, le viti ne avrebbero risentito. Tra un discorso e l altro era facile scendere in qualche pettegolezzo e così si veniva a sapere che la Peppa aveva partorito il primogenito di sette mesi, ma che non ci si doveva far caso perché a quei tempi i primogeniti nascevano quasi tutti prima del tempo canonico. E ancora che Mario dopo aver ripetuto sei anni la prima ed aver preso la licenza di terza elementare a 13 anni si era dovuto sposare a 16. Eppure le varie maestre lo avevano giudicato lento nell apprendere. Nel frattemppo si faceva sera e la fatica diventava più pesante, bisognava portare il raccolto sull aia per pesarlo e dividerlo col padrone, portare la parte alla sua cantina col biroccio e pigiare l uva nel tinàcc (tino) dove iniziava MAROTTAINCROCE a cura di Fabio Frattini la prima fermentazione, in pratica una vera e propria ebollizione dove l bucc e i rasp venuti a galla vanno separati dal mosto e posti a torchiatura per estrarre altro mosto. Chi non ricorda i biscotti fatti col mosto arricchiti con semi di anice? Erano una vera leccornia per quei tempi Le bucce e i raspi pressati diventano vinacce da utilizzare come mangime per il bestiame o per la distillazione alcolica.. Ora come allora, il mosto va méss in chiar, cioè si travasa nella botte per metterlo nel pulito dove continua ancora a fermentare, si aggiunge la grana (qualche grappolo di uva pigiata) per una quarantina di giorni e così gradualmente si trasforma in vino assumendone il classico profumo. Dopo vari travasi, per i bianchi bisognerà attendere la primavera, ma per i rossi è giusto il detto: a San Martìn (11 novembre) ogni móst diventa vin. Fabio Frattini Orizzontali 1- Il nome del vecchio cinema all aperto di Marotta 13- A Marotta è Il covaccio della lepre 18- La nostra tacchina 19- Soprannome di un ramo della famiglia Eusebi 20- Da non confondere a Marotta con la lana 21- La radice marottese 22- Osservatorio Sociale Regionale 23- Centro Medico Riabilitativo 24- Chicco marottese 25- Italian Ladies Golf Association 26- Soprannome dei Vitali da cui prende nome una nota salita 28- La trinciaforaggi della nostra campagna 30- Abbreviazione di atmosfera 31- Susanna... per gli amici 32- Ristora nel deserto 35- La federa in Marotta 37- Gabinetto a Londra 39- Il setaccio detto da noi 42- Due in sella 43- Spesso a Marotta 44- Ci fu anche quello sapiens 45- Istituto Europeo per la Scienza 47- Caldo umido 49- Affilava le falci dei mietitori marottesi 51- Travi per solai a Marotta 53- Dissoluta, impudica 54- La porzione anteriore del proiettile 55- Organizzazione di Liberazione Palestinese 56- Una tintura disinfettante 57- Una calla selvatica 58- Istituto Comprensivo 59- Il clitoride di una marottese 62- Era un istituto pensionistico degli statali 64- Dedito all autoerotismo 66- Il già latino 68- Farmaco che cura il colesterolo 70- Mezzo comò 71- Soffia forte da Trieste 72- Un vecchio contenitore di acqua 74- A Marotta sta per aia 75- Malattia della pelle giovanile 76- Spargere a Marotta 77- Congiunzione telegrafica Verticali 1- Il nome del primo cinema a Marotta 2- Celebre ponte veneziano 3- L arte di risolvere enigmi 4- National. Document Control Association 5- Quella destra porta il n 7 6- L inizio del canto 7- A Marotta è una susina piccola e verde 8- Deserti senza pari 9- Unione Europea 10- Codice di Procedura Civile 11- I bordi di un tessuto 12- Banca vaticana 14- Lo sportello basso della botte dei contadini marottesi 15- Spira a Marotta al tramonto (3 parole) 16- Le prime dell Iban 17- Un Alan dello schermo hollivoodyano 22- Organizzazione Armi Segrete 24- Associazione Recupero Fauna 26- E sinonimo di completa 27- Nome d arte della cantautrice Veronica Scopelliti 29- In mezzo al... mare 31- Soprannome di un ramo della famiglia Tonelli 33- Nonno, antenato 34- La scrisse Omero 36- Misura della velocità di una pellicola 38- Un articolo determinativo 40- Lo sono in italiano le ciambotte 41- Lago pugliese comunicante con il mare 46- Tagliare i rami alti degli alberi a Marotta 48- Seguivano a teatro dopo la commedia 50- Insieme a Knaus elaborò il calcolo della fertilità femminile 52- Il grugnire del maiale a Marotta 53- Lode a metà 56- La patria di Ulisse 60- Le riserve senza pari 61- Possono essere persino mancini 63- Associazione Italiana Residenti all Estero 64- Così chiamiamo il rizoma della canna 65- National Broadcasting Company 67- Museo Italiano della Musica 69- Venuto a Marotta 72- Oca senza coda 73- Si contrappone a off in molte apparecchiature

6 MColore PAGINA 6 Un sogno per la Marotta calcistica PRESENTATO IL PROGETTO DEL NUOVO STADIO Il reperimento dei fondi l ostacolo principale Il sogno della Marotta calcistica e sportiva è a portata di mano. Non è più un tabù parlare di nuovo stadio. Di questo e altro si è discusso in sala giunta presso la sede comunale a Mondolfo tra l assessore allo sport Mario Silvestrini e i delegati delle società S.Arcobaleno, Us Marotta Calcio e Mondolfo calcio. Un incontro proficuo e costruttivo che ha suscitato l interesse dei presenti in fase di progettazione comune. Infatti, l impianto di via Martini a Marotta, scaduta, l attuale convenzione con il comune di Fano passerà di competenza al comune di Mondolfo. Si tratta di un impianto ben curato ma ormai obsoleto e carente dal punto di vista strutturale, basti pensare che sia stato edificato nel 1968 senza poi aver mai, in seguito subito lavori di ampliamento, né di ristrutturazione. A oggi è un campo frequentato dal settore giovanile nelle prime ore del pomeriggio e dalle squadre Juonores e senior del Marotta Calcio, la sera. Si tratta di ben oltre cento atleti che ogni giorno calcano il manto erboso e usufruiscono degli spogliatoi e relative docce. Un carico eccessivo sia per quello che riguarda l usura del campo da gioco sia per il sovraffollamento degli spogliatoi insufficienti per capienza a ricevere così tanti calciatori in così poche ore. Per questo le società calcio locali hanno presentato un progetto redatto dal geom. L. Mainardi che prevede un rifacimento completo dell intero centro sportivo. Il disegno propone due campi paralleli in direzione monte-mare: uno regolamentare con manto erboso in ultima generazione sintetica mentre l altro in misure più ridotte ma omologato per la categoria allievi, in erba. Al centro tra i due campi da gioco è prevista una tribuna coperta in muratura di 1200 posti seduti, completa di: sala stampa, sei spogliatoi,magazzini,uffici per le sedi delle società e sala convegni. L ingresso per gli spettatori è situato di fianco la palestra mentre intorno al recinto che delimita l impianto sportivo, sorgeranno parcheggi per atleti e pubblico e spazi verdi. Sicuramente un progetto indispensabile allo sviluppo dello sport e del calcio nel nostro territorio. Una riqualificazione degli impianti consentirebbe anche una grande crescita del livello della scuola calcio. Il concetto è di non togliere spazio agli studi dei ragazzi che potrebbero allenarsi e svolgere questo sport vicino a casa grazie ad un settore giovanile qualificato e attrezzato al meglio per insegnare calcio. Il nuovo stadio consentirebbe di riavvicinare tanti cittadini alla squadra locale, e tornare a tifare i colori rosso blu dal vivo grazie ad un struttura ricettiva consona a tutte le esigenze. Un supporto che latita oggi durante gli eventi sportivi a causa della mancanza anche della cosa più banale: un posto a sedere all ombra o al riparo dalla pioggia. L interesse della politica alle richieste avanzate sul tema a oggi è piuttosto vivo ma come sempre ci sono notevoli ostacoli : mancanza di fondi, legge di stabilità. Per questo i finanziamenti per un opera di tal entità sono da trovare tra varie opportunità di finanziamenti a fondo perduto: fondi europei per lo sport,fondi del Coni,sponsorizzazioni d istituti di credito, opere compensative,contributi comunali alla gestione dell impianti verdi sportivi. Sono già al vaglio diversi preventivi per quantificare l ammontare della realizzazione dello stadio, mentre il credito sportivo si è reso già disponibile a finanziare l intero progetto a tassi d interesse agevolati. In Via Martini il sogno può diventare realtà ma è necessario l impegno comune per una grande opportunità sportiva e sociale. Paolo Pretelli Spettacoli, tradizione e solidarietà per l Associazione Malarupta Il programma invernale con la collaborazione dei soci e sponsor Si è da poco conclusa un estate molto impegnativa per noi membri l Associazione Malarupta che ci ha visti impegnati nell organizzazione della Festa della Tratta, arrivata ormai alla sesta edizione, un edizione che si è comunque contraddistinta per l impegno sociale sfociato nell adesione alla Staffetta della Solidarietà, una raccolta di fondi ed un nostro contributo per far fronte ai bisogni di coloro che hanno subito i danni causati dalle alluvioni a Ponte Rio e Marotta. Una novità importante per noi è stata l organizzazione del programma di eventi denominata E state in piazza insieme all Associazione Maf ed il Comune di Mondolfo, la fatica è stata ripagata dal folto pubblico che ci ha seguito nelle dieci serate in Piazza Kennedy. La nostra attività principale rimane la pubblicazione del periodico Malarupta, che anche quest anno siamo riusciti a garantire autofinanziandoci e con l aiuto di sponsor amici, oltre il portale d informazione che ha raggiunto ormai centinaia di visite giornaliere. Il nostro impegno continua nel 2014 con due importanti appuntamenti: il 18 Novembre il ricordo delle 11 eroine Marottesi della Faà di Bruno e il 30 Novembre la Festa di Sant Andrea, protettore dei pescatori. Quest anno la cerimonia si svolgerà nella Chiesa di San Giovanni e a seguire il pranzo nei locali della parrocchia. Nel periodo natalizio non saremo in vacanza, bensì parteciperemo, in collaborazione con la ludoteca Giocolandia, all organizzazione prevista per domenica 21 Dicembre della grande festa di Natale per tutti i bambini delle scuole materne ed elementari che si svolgerà nella sala Pierino Ciriachi e per il 6 gennaio la festa della Befana negli stessi locali. Una nuova esperienza per la prossima stagione sarà quella di sperimentare workshop, che prevedranno la partecipazione di esperti, tecnici ma anche amministratori. Incontri dove discutere e condividere idee per elaborare soluzioni a problemi legati al nostro territorio. Turismo, ambiente, dissesto geologico, commercio e sviluppo urbanistico, alcuni dei temi che abbiamo pensato di trattare. Un dinamismo costante da parte dell Associazione Malarupta per il territorio e per la sua comunità reso possibile da tanti giovani animati dalla voglia di impegnarsi per migliorare la propria città. Raffaele Tinti MAROTTA via S.N. Adriatica Sud, SAN LORENZO IN CAMPO via Regina Margherita, 71/A CASTELFERRETTI FOSSOMBRONE URBINO

7 M Marottesi nel mondo MPAGINA 7 Due esperienze, due punti di vista per provare a capire meglio la scelta di chi ha fatto le valigie e si è trasferito in un paese straniero VOGLIO ANDARE A VIVERE IN... In Costarica. Un paradiso in terra con vegetazione florida e zero burocrazia Maria Grazia del Bianco, marottese con marito Costaricense, ci parla della sua vita a San Jose, capitale del Costa Rica, in cui si è trasferita a febbraio. Di cosa ti occupi? I primi mesi ho fatto di tutto; poi è bastato mettere qualche cartello con scritto che facevo riparazioni o abiti su misura, che continuavano a bussarmi per portarmi lavoro. Da due mesi lavoro anche per un istituto di lingue come professoressa di Italiano. Come mai questa scelta? Dopo aver vissuto con mio marito costaricense in Italia, abbiamo deciso di trasferirci per una qualità di vita migliore. Innanzitutto per il clima e la natura: qui non esiste il freddo, quasi tutto l anno splende il sole e la natura è indescrivibile. In secondo luogo per la pura vida, il saluto tipico che esprime pienamente lo spirito di questo paese, allegro e positivo. Ultimo, ma non meno importante, per la libertà: rispetto all Italia la burocrazia è quasi inesistente e niente è impossibile; se hai una buona idea il sistema ti aiuta a svilupparla. Questo rende tutto più facile: lavorare, studiare, praticare sport e trascorrere il tempo con la famiglia; tutte attività che un Tico, una persona nata qui, quotidianamente svolge senza paure economiche e senza stress, visto che in Costa Rica l orologio batte il tempo delle tue necessità. Come descriveresti il paese in cui vivi? Un piccolo paradiso in terra. Del Costa Rica si sente parlare anche come un paese pericoloso. C è una grande crescita economica, ma ancora esistono differenze tra città ad alto indice di scolarizzazione, cultura, servizi e regioni periferiche a basso sviluppo. Ma tutti quotidianamente lottano per eliminare queste differenze: non è strano vedere un uomo in Bmw che al semaforo regala un panino a un mendicante o vedere offrire un lavoro a persone che vivono in situazioni disagiate. La micro delinquenza non è stata eliminata, bisogna fare attenzione, ma quando hai capito qualche regola fondamentale come non parlare con il telefono per la strada, non andare in giro la notte o evitare strade isolate se cammini solo, pericoli non ce ne sono. Molti italiani parlano spesso di voler andare a vivere all estero. Cosa ne pensi? Non ho dubbi nel dire che è economicamente vantaggioso: prima di tutto puoi fare il lavoro che ti piace senza paura che ti lincenzino il giorno dopo o di non ricevere lo stipendio. Le tasse da pagare sono davvero relative: un dipendente paga al massimo il 10%. A quanto ammonta il salario medio e com è il livello di disoccupazione? Lo stipendio varia moltissimo dal livello culturale che hai. Ci sono molte aziende nord americane come Intell, HP, Amazon, Pay Pal, Coca Cola, Poker Star e fra le più grandi banche. Per lavorarci è fondamentale la conoscenza ottima di almeno 2 lingue. Si entra con uno stipendio medio di per la conoscenza della lingua madre più inglese (un affitto in centro a San Jose costa sui 300) ma se le lingue conosciute sono di più o si hanno conoscenze di lingue meno note, lo stipendio aumenta decisamente e ogni anno il tuo livello sale. Esistono 13 e 14, Tfr e la sanità è gratuita se lavori e la puoi estendere ai familiari. Se invece lavori non dichiarando niente allo stato paghi un assicurazione pari a 15 mensili. Qui l 80 % dei ragazzi parla almeno 3 lingue e per questo trovare lavoro non è assolutamente difficile. Quali sono i consigli che daresti a chi vuole fare una scelta come la tua? Prima di farlo, è fondamentale visitare il paese e stare a contatto il più possibile con gli abitanti, per conoscere gli usi e costumi, in particolare se il paese è al di fuori dell Europa. Bisogna partire con l idea che la tua vita ricomincia da 0: affetti, abitudini, cibo, lingua; non sono cambiamenti semplici, ma se presi con lo spirito giusto possono diventare una grande ricchezza personale. Saluti a Marotta e pura vida a tutti (e pensando alle cose che mi mancano dell Italia fra cui famiglia e cibo: W il salame e il parmigiano!)! In Australia. Un paese affascinante e ospitale. Ma non è sempre tutto oro quello che luccica. Luca Sanchioni, partito per Perth nel settembre 2012 e rientrato l estate successiva, ci racconta la sua esperienza. Perché sei partito? Per il bisogno di mettermi in discussione. Ho fatto qualsiasi tipo di lavoro, dal cameriere, al pittore, dal giardiniere al baby sitter; dopo aver racimolato i soldi necessari, ho fatto un giro dell isola con un coinquilino. Non ero partito con l idea di fare una vacanza, ero seriamente intenzionato a raggiungere i miei obiettivi. Avevo un amico di Marotta (Luca De Prato) e alcune conoscenze fatte online tramite siti internet dedicati. Appena arrivato, ho frequentato per 15 giorni un corso di inglese, mi sono dovuto scontrare con la realtà lavorativa e calare nella parte dell emigrato. Non è stato facile, ho dovuto rivedere molte cose, compreso il mio obiettivo. Come mai la scelta dell Australia? Perché è un paese in controtendenza economica, che meglio rispondeva alle mie esigenze, secondo le notizie lette. Purtroppo, però, molte informazioni che arrivano sono sbagliate o inesatte. Dipingono realtà che difficilmente incontrerai (illudendo). Ad esempio, è vero che la retribuzione è molto alta, ma non ti dicono che lo è altrettanto il costo della vita. E vero che c è una forte richiesta di manodopera in ogni settore, ma dimenticano di ricordarti che sei e resterai sempre un emigrato (e non sei l unico) e che difficilmente ti chiameranno per incarichi in linea con il tuo titolo di studi (specie se il tuo visto ti consente di lavorare solo per alcuni mesi). Ricordo file fuori dai ristoranti per lasciare il curricula o quando mi hanno scartato per un posto da lava macchine per una concessionaria di automobili dicendomi non hai esperienza in questo tipo di incarico. Come descriveresti il paese che ti ha ospitato? Fantastico. Gli australiani sono un popolo abituato ad avere ospiti e questo li porta ad essere molto aperti. Poi ovviamente ci sono anche gli approfittatori, i furbetti, ma quelli li trovi in ogni angolo del mondo. La voglia di fare le valigie e partire in Italia è forte. Cosa ne pensi? Vivere all estero è diverso dal fare un esperienza. Un esperienza è molto istruttiva e la consiglio a tutti. Vivere fuori è differente: non è mai facile stare lontano da casa, sarai sempre circondato da persone, ma non avrai vicino a te i tuoi affetti più cari. Io ho vissuto un esperienza che mi ha insegnato molto, anche da un punto di vista economico: come saper distinguere tra ciò che è importante per me e ciò di cui posso fare a meno. Quali sono stati i motivi che ti hanno poi fatto restare a Marotta? Ho 30 anni e non ho voglia di continuare a fare la vita da viaggiatore. Vorrei iniziare a mettere radici e crearmi un percorso professionale. Dai qualche consiglio a chi vuole fare un percorso simile al tuo. Scegli, preparati e parti! Fai programmi, ma sii pronto a vivere alla giornata. Non ti scoraggiare mai, c è sempre una soluzione. In fondo se hai ben chiara la differenza tra vacanza e esperienza all estero, sei già a buon punto! Infine, vorrei congedarmi lanciando una nomina a qualche marottese che vive o ha vissuto fuori a cui lasciare il passaparola, per un prossimo racconto della sua esperienza. Nomina che accogliamo volentieri Luca! Gli interessati possono proporsi scrivendo a di Monia Donati R E S T A R S A R N O C C H I A L L A I M B O M B A T E E R O I N O R E L L V I A V E C C H I A O S T E R I A I Z E R N A N I A O N R N E T R I S A V A R O D I R A S S T N P R A E O T T A V S V I O R U A I E I R E O E N A R N O I I I L E N T A S S M N A S A A U G L N S U O A V O N T A O E O S S A S I A A P R I L N L I A B E L V M A C C L T A E L O N V L C A E L L E A F P E I O S T A R N E T O V A I A R L A R I N M A T R T E R N N I U S E C A R I C B A M A E S T R A L E E I N N G I N T E R RISPOSTE LUGLIO 2014

8 MSport 8 punti in 5 giornate: inizio alla grande per il nuovo Marotta! IL MAROTTA C È! L avvio di campionato dei rossoblu PAGINA 8 Finalmente è iniziato il campionato di promozione e anche quest anno, checché ne dicano i vari gufi che aleggiano nell ambito rossoblu, il Marotta sarà protagonista. Da noi c è una cosa che non si compra, che fa la differenza e che risolve problemi che a volte sembrano insuperabili: la passione. Quella passione che unisce tanti volontari che si impegnano per continuare a fare calcio (a tutti i livelli) nella nostra città. Questo amore per la squadra si manifesta in tanti modi e i calciatori che vestono la maglia rossoblu sanno che possono contare più su un gruppo di amici che di cosiddetti datori di lavoro. La conferma di tutto questo è avvenuta pochi giorni prima dell inizio del campionato, quando uno dei più forti giocatori mai visti con la maglia del Marotta, tale Francesco Maria Messina, dopo aver deciso a giugno di abbandonare la squadra ammaliato dalle sirene dei nostri avversari, è voluto tornare fortemente ad indossare la maglia numero 10 dimostrando un amore verso i colori rossoblu che tutti i tifosi non dimenticheranno mai. Ed è proprio lui, Messina, che in queste prime 5 partite di campionato ha già realizzato la bellezza di 5 gol: il top player in una squadra che ci darà parecchie soddisfazioni. Non è stato tutto rose e fiori l inizio del campionato Dopo l eliminazione in Coppa da parte della Pergolese, giocando tra l altro alla pari con la favoritissima per la vittoria finale, probabilmente l esordio in campionato è stato il peggiore possibile: sul campo della neo-promossa Camerano i ragazzi di Mister Ceccarani sbagliano approccio e subiscono un sonoro 3 a 0 maturato nella prima mezz ora di gioco, in un match dove la paura e l emozione l hanno fatta da padrone. Alla seconda giornata arriva al Comunale il temibile Fabriano: i rossoblu passano in vantaggio con Messina, ma vengono poi raggiunti e superati dai cartai. Alla fine si chiude 2 a 2 con l ennesima rete del bomber rossoblu. Il gioco c è ma la squadra sembra ancora disunita con una difesa che, non supportata dal centrocampo, subisce troppo. Mister Ceccarani però prende le misure e sia nella trasferta sempre insidiosa di Piandimeleto che nella successiva gara casalinga contro la Passatempese la difesa serra i ranghi e non subisce nessuna rete. Proprio nella gara contro gli osimani arriva la prima vittoria stagionale grazie ad una prodezza balistica del sempreverde Alain Pompei, che dopo aver chiuso tutte le porte agli attaccanti ospiti con un sinistro con il contagiri realizza la punizione al 94 che vale i primi tre punti stagionali. La ciliegina sulla torta però arriva sabato 4 ottobre quando i rossoblu fanno visita all ambizioso Marina, tra le cui fila milita Francesco Savelli, ex centrocampista rossoblu nella passata stagione. Lezione di calcio: quattro gnocchi e a casa. Un autogol e una tripletta di bomber Messi hanno steso i padroni di casa, regalando una delle più belle vittorie degli ultimi anni. Ci sarà da tribolare fino alla fine, la via della salvezza (sportiva) è lastricata di tante difficoltà. Seguiteci su www. malarupta.com dove troverete pochi minuti dopo la fine del match risultati, commenti e le temutissime pagelle. Sempre forza Marotta! Paolo Giambartolomei Corr che t arivn, il nuovo gruppo podistico Vivere lo sport all aria aperta a Marotta Se amate fare lunghe passeggiate, se siete degli appassionati di corsa, se siete degli amanti dello sport all aria aperta, sappiate che a Marotta è nato recentemente un nuovo gruppo podistico. Corr che t arivn (nome bellissimo a mio parere: complimenti a chi lo ha scelto!) è un gruppo che è stato fondato da alcuni amici che hanno in comune proprio la passione di camminate e corse all aria aperta. Fondato nel 2014, insieme alla società sportiva A.S.D. Libertas Marotta, il gruppo è nato quasi spontaneamente dalla passione di alcuni amici e oggi è il punto di riferimento organizzativo per l attività podistica a Marotta e Mondolfo. Facendo parte della società sportiva A.S.D. Libertas Marotta, infatti, l associazione avrà il riconoscimenti di enti di promozione sportiva come la Federazione Ginnastica d Italia, il CONI e il Centro Nazionale Libertas, avendo così la possibilità di partecipare a gare podistiche competitive e non. L iniziativa, sostenuta dalla sezione AVIS di Monfoldo e da Caraffa Sport, punto di riferimento tecnico e organizzativo per le camminate, può già contare su un calendario nutrito per i prossimi mesi. Il 19 ottobre, infatti, è in programma la partecipazione al 4 Giro dei 3 colli a Calcinelli (12 km di corsa competitiva e non, 5 km di camminata, iscrizioni entro il 16 ottobre 2014), mentre il 16 o il 23 novembre ci sarà la Mezza Città di Ancona o la Mezza Città di Jesi (con un sondaggio sul sito del gruppo si può votare a quale evento partecipare). E non dimentichiamo il 21 dicembre la Corsa dei Babbi Natale a Barchi, con 11,5 km di corsa lenta da Barchi a Piagge, tutti, ovviamente, vestiti da Babbi Natale, anche le donne. Correre e fare lunghe passeggiate fa bene alla salute: non serve per forza essere degli atleti, basta solo dedicare un po di tempo ad un po di sana attività fisica. Se poi la si fa tutti insieme in allegria, il divertimento è assicurato e la fatica nemmeno si sente. Per maggiori informazioni il sito internet è corrche. jimdo.com, mentre la mail è I contatti di riferimento per chi volesse maggiori informazioni sono i seguenti: Maria Stefania Dottori , Massimo Papolini , Lorenzo Isotti Patrizia Chimera EMERGENZE Pronto Soccorso 118 Socc. Pubblico Polizia 113 (Commissariato di Fano) Carabinieri 112 (Caserma Marotta) Vigili del Fuoco 115 Soccorso Stradale 116 Guardia di Finanza 117 Guardia Costiera 1530 Polizia Municipale Stazione Ferroviaria Croce Rossa Italiana Sede Marotta Posta Guardia Medica Notturna festivi Turistica Comune Mondolfo (Numero verde) FARMACIE Comunale Via Ferrari Fumarola Via Litoranea, Per questo numero in redazione Marco Spadola, Raffaele Tinti, Fabio Frattini, Francesco Gambini, Patrizia Chimera, Paolo Giambartolomei, Paolo Petrelli, Monia Donati, Gennarino Mazzanti, Grafica Alberto Acquati web Francesco Gambini Stampa Grapho 5 ci trovate anche su facebook/malarupta

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

CONVENZIONI CARTA GIOVANI

CONVENZIONI CARTA GIOVANI CONVENZIONI CARTA GIOVANI I POSSESSORI DELLA CARTA GIOVANI POSSONO USUFRUIRE DELLE CONVENZIONI ATTIVE A LIVELLO NAZIONALE (4.600) ED INTERNAZIONALE (100.000) CHE SI TROVANO SUI SITI WEB www.cartagiovani.it

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli