Bilancio sociale 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bilancio sociale 2014"

Transcript

1 Bilancio sociale 2014 PREMESSE 3 Lettera del presidente 4 Dati significativi 5 Metodologia e riferimenti normativi 8 IDENTITÀ 9 Dai valori agli obiettivi 10 Organi di governo e di controllo 12 STAKEHOLDER 13 Soci 14 Collaboratori 16 Clienti 19 Sistema bancario e istituzioni economico-finanziarie 27 Reti territoriali 30 Fornitori 32

2 Francesca con euro ha aperto una merceria a L Aquila

3 Premesse

4 Lettera del Presidente Microcredito per l Italia è nato nel segno di una duplice sfida. Da un lato la volontà di allargare anche nel nostro paese l ambito d intervento del microcredito, sia come strumento di sviluppo economico a sostegno della microimpresa che come opportunità per sperimentare forme di welfare innovativo. Dall altro l ambizione di agire come impresa sociale, adottando uno status inconsueto per un intermediario finanziario e, in generale, poco diffuso in Italia. Essere impresa sociale, per noi, significa collocarsi nel solco di una tradizione di impegno che parte dall individuazione di nuove emergenze sociali per definire a sua volta risposte innovative. Dove la novità è soprattutto una novità di approccio e di gestione dei processi; tanto più in un ambito, come quello del microcredito, dove a contare non sono tanto i tecnicismi, quanto la capacità di costruire (spesso di ri-costruire) relazioni e legami sociali che la diffusione di un modello economico orientato alla massimizzazione del profitto ha contribuito a spezzare e ora la crisi ci aiuta a riscoprire. Per definizione l impresa sociale si colloca in uno spazio intermedio: dove lo Stato non può arrivare, per mancanza di risorse e di competenze specifiche, e il mercato non vuole o non può spingersi, a causa di rischi eccessivi o margini di profitto ritenuti poco appetibili. Microcredito per l Italia si riconosce nella concretezza di questa definizione, non solo come spazio ibrido, intermedio, ma come luogo dove mondi e attori diversi si incontrano, dialogano e agiscono in sinergia. Ne risulta una catena di valore che tiene assieme il mondo non profit delle fondazioni (cui appartiene interamente la base sociale), l universo del volontariato e dell associazionismo, il sistema bancario (nella sua dimensione cooperativa e popolare), la realtà della micro e piccola impresa (come target prevalente di clientela), le famiglie. Ed è proprio la specificità di questa catena di valore, economico e sociale insieme, che abbiamo cercato di rappresentare attraverso i dati e le riflessioni di questo bilancio sociale. Buona lettura! Paolo Nicoletti Presidente Microcredito per l Italia 4

5 Dati significativi I grafici e le tabelle che seguono riportano l andamento dei dati operativi più significativi nel corso degli anni. Va sottolineato che le attività e le erogazioni riferite al 2011 e al 2012 sono state realizzate nell ambito del progetto MxA-Microcredito per l Abruzzo da Etimos Foundation e soltanto successivamente trasferite all interno del portafoglio di Microcredito per l Italia. Numero richieste di credito/ascolti Numero erogazioni Cumulativo 2011/ Andamento richieste di credito ed erogazioni Numero di richieste credito/ascolti Numero erogazioni Il 57% delle richieste di credito ricevute nel corso dei primi quattro anni di attività si sono concretizzate in un finanziamento. Nota: nelle pagine che seguono tutti i valori dei grafici e delle tabelle sono espressi in euro. 5

6 Andamento volume garanzie e finanziamenti erogati Volume garanzie erogate da MxIT Volume finanziamenti erogati dal sistema bancario Cumulativo 2011/ Volume finanziamenti erogati dal sistema bancario a fronte della garanzia di MxIT Volume garanzie erogate da MxIT Fino al 2014 Microcredito per l Italia ha operato esclusivamente attraverso la concessione di garanzie che permettono l accesso ai finanziamenti erogati attraverso le banche nostre partner. A fronte di oltre 21 milioni di euro di garanzie concesse, sono stati erogati quasi 28 milioni di euro di finanziamenti. Andamento portafoglio garanzie in essere Portafoglio in essere Portafoglio garanzie in essere L andamento del portafoglio delle garanzie ha conosciuto una rapida crescita nei primi anni di attività e una successiva stabilizzazione nel corso del 2014, legata anche al progressivo rimborso dei primi finanziamenti erogati. 6

7 Numero crediti Numero microimprese crediti Numero a crediti microimprese a microimprese % Confronto numero crediti per target Numero crediti a microimprese % Numero crediti Numero Numero crediti crediti privati a privati a privati % Numero crediti a privati La prevalenza del target impresa rispetto ai privati è una delle specificità che contraddistinguono Microcredito per l Italia nel contesto italiano della microfinanza. % Numero crediti Numero Volume a garanzie microimprese crediti erogate a a microimprese microimprese Numero crediti Numero Numero garanzie a crediti privati erogate a privati a privati % 88% Confronto volume garanzie per target Volume garanzie erogate a microimprese Volume garanzie erogate a privati In termini di volumi di garanzie erogate la prevalenza del target impresa è ancora più marcata, in virtù del valore medio più consistente dei finanziamenti alla microimpresa (vedi grafico seguente). Importo medio erogato a microimprese Importo medio erogato a privati Importo medio garanzie concesse Importo medio erogato a privati Importo medio erogato a microimprese 7

8 Metodologia e riferimenti normativi Il bilancio sociale 2014 di Microcredito per l Italia è stato realizzato da un gruppo di lavoro composto dal Presidente e dai dipendenti e collaboratori, con il supporto di alcune professionalità esterne appartenenti a Etimos Foundation, la fondazione promotrice e socia di Microcredito per l Italia che ha accompagnato la crescita della società in questi suoi primi anni di attività. Per la stesura del documento ci si è ispirati sia ai Principi di Redazione elaborati dal Gruppo di Studio per il Bilancio Sociale (GBS) del 2001 sia agli Standard Internazionali del GRI (Global Reporting Initiative). Dal punto di vista normativo i riferimenti sono rappresentati dal Decreto attuativo del Ministero della Solidarietà Sociale del , che contiene le Linee Guida per la redazione del bilancio sociale da parte delle organizzazioni che esercitano l impresa sociale. Il presente bilancio sociale è stato presentato e condiviso nell assemblea dei soci del 30 maggio 2015, che ne ha deliberato l approvazione. Il presente bilancio sociale viene diffuso attraverso la pubblicazione sul sito 8

9 Identità Maurizio con euro ha aperto un negozio di ottica a L Aquila 9

10 Dai valori agli obiettivi Microcredito per l Italia è un impresa sociale, specializzata in microcredito e riconosciuta come intermediario finanziario da Banca d Italia. Microcredito per l Italia cerca di offrire risposta al bisogno di accesso al credito da parte di micro e piccole imprese, famiglie e organizzazioni del Terzo settore; e lo fa attraverso la sua specificità di impresa sociale. La sua azione si colloca in uno spazio intermedio: dove lo Stato non può arrivare, per mancanza di risorse e di competenze specifiche, e il mercato bancario non vuole più spingersi, a causa di un eccessivo rischio e di vincoli troppo stringenti. Per questo opera secondo una logica che disegna modelli di gestione, d intervento e di collaborazione innovativi. Microcredito per l Italia crede nel microcredito come strumento non assistenziale di sviluppo economico e welfare, per offrire risposta al bisogno di sostegno finanziario di imprese sociali, micro e piccole imprese da un lato, per combattere fenomeni di esclusione sociale e povertà dall altro. Storia La società è nata a dicembre 2011, come spin-off del progetto post terremoto MxA-Microcredito per l Abruzzo, coordinato e gestito da Etimos Foundation su incarico della Protezione Civile nel territorio colpito dal sisma del Nel 2012 ha ottenuto l iscrizione al Registro intermediari finanziari di cui all art. 106 D.Lgs. 385/1993. Nella seconda metà dell anno ha avviato un progetto di microcredito post terremoto nei comuni di Emilia e Lombardia colpiti dal sisma pochi mesi prima, grazie alle risorse messe a disposizione da Renzo Rosso, fondatore del marchio Diesel e presidente della holding OTB. Nel 2013 ha progressivamente ereditato la gestione delle attività di microcredito in Abruzzo, affidate in precedenza a Etimos Foundation, e sviluppato le attività in Emilia e Lombardia. Nel 2014 ha lavorato su più fronti: consolidamento istituzionale, con l ingresso di un nuovo socio: Fondazione Un Raggio di Luce; allargamento dell operatività, in termini sia di presenza geografica (avvio delle attività in Lazio, Veneto e Toscana), che di prodotti (messa a punto di un prodotto di erogazione diretta del credito, a fianco del meccanismo di erogazione di garanzie, già ampiamente collaudato) e servizi (accompagnamento alla microimpresa, supporto alle politiche di welfare aziendale, educazione finanziaria e prevenzione del sovraindebitamento); riorganizzazione e rafforzamento della rete territoriale di associazioni e volontari che completano con servizi di ascolto e accompagnamento la nostra attività di microcredito. 10

11 Denominazione e forma giuridica Indirizzo sede legale Microcredito per l Italia Impresa Sociale - Società per Azioni Via San Giovanni Laterano 83, Roma Informazioni riassuntive Data di costituzione 29 dicembre 2011 Iscrizione Registro intermediari finanziari (Registro intermediari finanziari di cui all art. 106 D.Lgs. 385/1993) Telefono Sito web Qualifica impresa sociale Sì 11

12 Organi di governo e controllo Consiglio di amministrazione Il Consiglio di amministrazione è composto da quattro membri che devono possedere i requisiti di onorabilità, professionalità e indipendenza stabiliti dal Ministero dell Economia e delle Finanze a norma dell art. 26 del D.Lgs. 385/1993. I consiglieri in carica sono stati nominati il 30 maggio 2013 (con l eccezione di Paolo Carrara, subentrato a Paolo Floretta il 12 maggio 2014) e la scadenza del loro mandato è prevista in sede di approvazione del bilancio 2015 da parte dell assemblea dei soci. Nel 2014 il Consiglio di amministrazione si è riunito 11 volte. Di seguito la tabella riassuntiva che comprende nomi, incarichi e compensi lordi ricevuti nel corso dell anno. Nome Incarico Compenso 2014 Paolo Nicoletti Presidente Marco Santori Amministratore delegato Giovanni Gagliardi Consigliere Paolo Carrara Consigliere Nessun compenso Collegio dei Sindaci Il Collegio dei Sindaci è composto da tre sindaci effettivi e due supplenti. I sindaci devono possedere i requisiti di onorabilità, professionalità e indipendenza stabiliti dal Ministro dell Economia e delle Finanze a norma dell art. 26 del D.lgs. 385/1993. La scadenza del loro mandato è prevista in sede di approvazione del bilancio 2015 da parte dell assemblea dei soci. Nel 2014 il Collegio dei Sindaci ha esercitato anche compiti di monitoraggio dell osservanza delle finalità sociali da parte dell impresa. Di seguito la tabella riassuntiva che comprende nomi, incarichi e compensi lordi ricevuti nel corso dell anno. Nome Incarico Compenso 2014 Costantino Magro Sindaco effettivo e presidente Collegio dei Sindaci Renzo Boldrini Sindaco effettivo Pietro Paolo Rampino Sindaco effettivo Alberto Berengo Sindaco supplente Nessun compenso Paolo Parolin Sindaco supplente Nessun compenso Dal 2012 Microcredito per l Italia si affida alla società di revisione contabile PricewaterhouseCoopers. 12

13 Stakeholder Benedetta con euro ha aperto un laboratorio di alimenti senza glutine a Finale Emilia 13

14 Soci Nel 2014 la compagine sociale di Microcredito per l Italia ha visto l ingresso di un nuovo socio, Fondazione Un Raggio di Luce onlus, che si è affiancato a Etimos Foundation. Il nuovo socio ha effettuato un versamento di capitale per euro, che è stato così suddiviso: euro a valore nominale e euro a riserva sovrapprezzo azioni. Ripartizione capitale sociale 5% Etimos Foundation Fondazione Un Raggio di Luce onlus 95% Andamento capitale sociale Il capitale sociale a fine esercizio ammonta a euro con un incremento di euro rispetto al Capitale sociale Profilo dei soci Etimos Foundation: è una fondazione di partecipazione che da oltre dieci anni si occupa di finanza ed economia sociale in Italia e all estero. Ha indirizzato la sua attenzione soprattutto verso i temi dell inclusione finanziaria, della finanza per lo sviluppo, della microfinanza e dell impact investing. In questi ambiti si propone come incubatore di progetti, imprese e fondi d investimento capaci di coniugare impatto sociale e sostenibilità economica. A supporto di queste imprese e di que- 14

15 sti progetti mette a disposizione il proprio know-how tecnico e investe gran parte del proprio patrimonio. Fondazione Un Raggio di Luce: è una fondazione onlus a-politica e a-confessionale a scopo umanitario che opera nei Paesi in via di sviluppo e in Italia. La sua missione è migliorare la qualità della vita delle collettività più svantaggiate, con azioni e aiuti diretti che rispondano in modo mirato ai bisogni concreti dei singoli, delle famiglie e delle comunità, rivolgendo particolare attenzione alle donne e ai bambini. Un Raggio di Luce collabora con tutti coloro che operano per difendere i diritti umani e per sostenere lo sviluppo globale dell uomo fornendo strumenti che consentano a tutti di guadagnare autonomia e dignità. L ampliamento della compagine sociale, con l ingresso di Fondazione Un Raggio di Luce, è significativo per più motivi: per il profilo del nuovo socio, una fondazione che da anni sperimenta, in Italia e all estero, un idea innovativa di filantropia nella quale il microcredito e gli investimenti sociali occupano un ruolo di primo piano; perché offre l opportunità di allargare le attività di Microcredito per l Italia anche alla Toscana (nelle province di Prato, Pistoia, Lucca e Massa Carrara), confermando una vocazione operativa di respiro nazionale ma al tempo stesso legata a partnership locali forti e alla costruzione di reti territoriali capillari e diffuse; perché ha stimolato una diversificazione dei prodotti, con la sperimentazione dell erogazione diretta del credito (in alternativa all erogazione di garanzie), e un focus d attenzione particolare verso l impresa sociale come target privilegiato dei finanziamenti. Una compagine sociale allargata 15

16 Collaboratori L andamento delle risorse umane rispecchia fedelmente l evoluzione, la crescita e la fisionomia specifica di Microcredito per l Italia. Crescita risorse umane Contratto full time a tempo indeterminato Contratto a progetto 6 3 Contratto di apprendistato Contratto di collaborazione coordinata e continuativa Contratto a tempo determinato (sostituzione maternità) Contratto full time a tempo determinato Come evidenziano i grafici di questa pagina, il 2014 è stato accompagnato da un forte investimento in nuovi collaboratori, sia pure per ora sotto forma di contratti a tempo determinato o di collaborazione coordinata e continuativa. Scelta dettata da un lato dall esigenza di supportare l espansione delle attività, dall altro dall incertezza rispetto alla continuità e alla sostenibilità di alcuni potenziali sviluppi. Tipologia di contratti in essere nel 2014 Full time a tempo indeterminato 30% 30% Collaborazione coordinata e continuativa A tempo determinato (sostituzione di maternità) 10% Full time a tempo determinato 20% 10% Apprendistato 16

17 Rispetto a questo quadro d insieme, vanno fatte alcune precisazioni: le collaborazioni attive a fine 2014 sono 10, ma l organico effettivo impiegato è composto da 8 persone (2 infatti sono in congedo di maternità); nel corso dell anno le sostituzioni di maternità hanno riguardato due posizioni: quella di responsabile amministrativa e quella di project manager delle attività post terremoto in Emilia e Lombardia; tra i nuovi collaboratori (nella tipologia contratti di collaborazione coordinata e continuativa) si segnala l inserimento di una persona già coinvolta, nel corso del 2013, in uno stage presso Microcredito per l Italia. La prevalenza di donne è una costante nell evoluzione di Microcredito per l Italia, anche nei ruoli di responsabilità e coordinamento. Sono donne la direttrice operativa, la responsabile amministrativa e le responsabili dei progetti nei diversi territori. Nel 2014 le lavoratrici hanno fruito complessivamente di 7 mesi di congedo di maternità (tra obbligatoria e facoltativa). Suddivisione per genere Donne Uomini La maggioranza dei collaboratori rientra nella fascia d età tra i 35 e i 50 anni. L età media a fine 2014 è di 45 anni. Suddivisione per fasce d età < 35 anni 35/50 anni > 50 anni 17

18 Suddivisione per titolo di studio Il livello di scolarizzazione è alto e specializzato: l 80% dei collaboratori ha ottenuto la laurea magistrale (in scienze politiche, economia, economia e finanza, cooperazione allo sviluppo) o ulteriori titoli post laurea Laurea magistrale Diploma Formazione post laurea 18

19 Clienti È opportuno analizzare la clientela di Microcredito per l Italia distinguendo due macro aree di attività: l area del credito che opera attraverso l erogazione di garanzie o di finanziamenti diretti (prodotto, quest ultimo, messo a punto nel corso del 2014, che ha registrato le prime erogazioni nella primavera 2015) a soggetti esclusi dai canali tradizionali del credito. All interno di quest area si possono individuare due target distinti: da un lato i privati; dall altro le persone giuridiche (che comprendono piccole e microimprese, liberi professionisti e organizzazioni del Terzo settore); l area dei servizi che comprende consulenze in materia di microcredito, accompagnamento alla microimpresa, ascolto, educazione finanziaria e prevenzione del sovraindebitamento. All interno di quest area la clientela è composta da enti, organizzazioni e aziende che si affidano a Microcredito per l Italia per offrire a loro volta questi servizi ai propri clienti, ai propri dipendenti o ad altri target individuati. AREA del credito Microcredito per l Italia opera a sostegno di privati e famiglie in tre contesti: in Emilia e Lombardia (nei comuni colpiti dal terremoto del 2012) e in Abruzzo. Il prodotto di credito che offre consiste in una garanzia che permette l accesso ai finanziamenti erogati attraverso le banche nostre partner in risposta a bisogni primari (ad esempio: piccole spese di sistemazione degli edifici, dilazione nel pagamento di utenze, spese mediche, spese per l educazione e l istruzione). Target clienti privati: erogazione di garanzie La garanzia copre fino all 85% del finanziamento ed è legata a un prodotto di credito, erogato dalle banche partner, che ha le seguenti caratteristiche: Mutuo Chirografario a tasso variabile importo massimo: euro durata massima: 60 mesi tasso massimo d interesse: Euribor 3 mesi + 4,25 tasso di mora, spese di istruttoria e spese estinzione anticipata: 0 Nelle pagine che seguono sono riportate le principali caratteristiche riferite alla clientela di privati e famiglie finanziata da Microcredito per l Italia. 19

20 Numero clienti privati Numero clienti La diminuzione nel numero di clienti finanziati appartenenti al target privati è collegata a un più generale rallentamento delle attività di Microcredito per l Italia in Abruzzo ed Emilia. In entrambe le regioni l operatività è legata a specifici progetti post terremoto che hanno determinato un impennata delle erogazioni a ridosso dei due eventi sismici e un successivo assestamento, accompagnato da un azione di monitoraggio del portafoglio. Volume garanzie e finanziamenti erogati Volume garanzie erogate Volume finanziamenti erogati a fronte della garanzia di Mxit Volume finanziamenti erogati a fronte della garanzia di MxIT Volume garanzie erogate La diminuzione del numero di clienti finanziati si traduce anche in una riduzione dei volumi di garanzie (e di relativi finanziamenti) erogate. 20

21 Suddivisione clienti privati per genere nel Donne 28 Uomini Le donne si confermano categoria privilegiata all interno della clientela di Microcredito per l Italia, anche nel segmento dei privati Abruzzo Suddivisione clienti privati per regione nel 2014 Emilia 39 Lombardia L Abruzzo è la regione con il maggior numero di clienti finanziati nel segmento privati. CREDITI IN DEFAULT NEL 2014 Numero Volume Microcredito per l Italia opera a sostegno di piccole e micro imprese, liberi professionisti e organizzazioni del Terzo settore attraverso l erogazione di garanzie in Emilia e Lombardia (nei comuni colpiti dal terremoto del 2012), in Abruzzo e in Veneto (in quest ultima regione le erogazioni si sono concretizzate nel corso dei primi mesi del 2015, pertanto non risultano comprese nei dati che presentiamo di seguito). Target persone giuridiche: erogazione di garanzie Il prodotto di credito offerto consiste in una garanzia che permette l accesso ai finanziamenti erogati attraverso le banche nostre partner. La garanzia copre fino al 75% del finanziamento (percentuale che sale all 85% nel caso di organizzazioni del Terzo settore) ed è legata a un prodotto di credito che ha le seguenti caratteristiche: Mutuo Chirografario a tasso variabile importo massimo: euro ( in Veneto) durata massima: 60 mesi tasso massimo d interesse: Euribor 3 mesi + 4,25 tasso di mora, spese di istruttoria e spese estinzione anticipata: 0 21

22 Nelle pagine che seguono sono riportate le principali caratteristiche riferite alla clientela di persone giuridiche finanziata da Microcredito per l Italia. Volume garanzie e finanziamenti erogati Numero clienti Nel caso del target persone giuridiche la flessione del numero di finanziamenti erogati nel 2014 risulta meno marcata rispetto al target privati. A dimostrazione che l operatività di Microcredito per l Italia in Emilia e Abruzzo, pur nata come sostegno post terremoto, continua a dare il suo contributo ancora oggi in un quadro d intervento legato soprattutto alla crisi economica e occupazionale. Volume garanzie e finanziamenti erogati Volume garanzie erogate Volume finanziamenti erogati a fronte della garanzia di Mxit Volume finanziamenti erogati a fronte della garanzia di MxIT Volume garanzie erogate La diminuzione del volume di garanzie erogate è in linea con la flessione del numero di erogazioni. 22

23 9 Suddivisione microimprese finanziate per regione nel 2014 Abruzzo 96 Emilia 109 Lombardia Nel 2014 l Emilia è stata la regione che ha conosciuto l attività di erogazione più intensa sul fronte della piccola e micro impresa. Gestione attività sportive Agricoltura 5 5 Principali ambiti produttivi finanziati nel 2014 Attività di libera professione e consulenza Tessile manifatturiero Trasporti Commercio all ingrosso Saloni di bellezza/parrucchieri 18 Edilizia 27 Ristorazione 41 Commercio al dettaglio 48 Commercio al dettaglio, ristorazione ed edilizia si confermano i principali ambiti produttivi finanziati. Un dato che sottolinea il ruolo del microcredito a sostegno della micro e piccola impresa come forma di autoimpiego. 23

24 Finanziamenti a categorie significative: start up, donne e under Imprese di nuova costruzione Imprese femminili Imprese under 35 Imprese di nuova costituzione, donne e under 35 sono categorie che più di altre conoscono difficoltà nell accesso al credito. I dati dimostrano un attenzione particolare nei loro confronti da parte di Microcredito per l Italia, a conferma di un autentica vocazione di inclusione finanziaria. CREDITI IN DEFAULT NEL 2014 Numero Volume Studio d impatto: primi risultati A fine 2014 Microcredito per l Italia, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Statistiche dell Università di Padova, ha promosso uno studio per misurare l impatto dei suoi finanziamenti sul target impresa. Le rilevazioni sono ancora in corso e si concluderanno nel Una prima analisi, su un campione di 70 imprese, ci restituisce informazioni interessanti sulla dimensione delle imprese finanziate, sia in relazione al fatturato mensile, sia in relazione al numero di addetti. Fatturato mensile Per numero imprese Fino a 999 euro /1.499 euro /1.999 euro /2.499 euro /2.999 euro /3.999 euro /4.999 euro 6 Più di euro 31 Numero addetti Per numero imprese /

25 Microcredito per l Italia opera attraverso l erogazione diretta di finanziamenti soltanto in Toscana (nelle province di Prato, Pistoia, Lucca e Massa Carrara), dove ha individuato un target composto da: microimprese, cooperative e imprese sociali in fase di avvio o esistenti da non più di 48 mesi; imprese sociali ex lege già costituite, anche da più di 48 mesi, o in fase di costituzione. Persone giuridiche: erogazione diretta di finanziamenti Le imprese che possono accedere al credito sono state individuate attraverso la partecipazione a un Concorso di idee. Al 31 dicembre 2014, data ultima per l invio delle domande di partecipazione, sono pervenute 28 richieste. Di queste, 19 hanno superato la prima fase di valutazione della validità dell idea d impresa e del business plan presentato. Le prime erogazioni, al termine dell istruttoria di Microcredito per l Italia, sono previste a maggio Di seguito le caratteristiche del prodotto di erogazione diretta: Mutuo Chirografario a tasso variabile importo massimo: euro durata massima: 60 mesi tasso massimo d interesse: Euribor 3 mesi + 5,50 tasso di mora: 4% rispetto al tasso pattuito per il finanziamento Spese di istruttoria: 200 euro Spese estinzione anticipata: nessuna. AREA dei SERVizi In Lazio Etimos Foundation ha collaborato con l Ente Nazionale per il Microcredito nell ambito di un progetto di sensibilizzazione sui temi dell accesso al credito a sostegno dell impresa femminile, che si chiama Microcredito Donna. Ente Nazionale per il Microcredito Il progetto avviato ad aprile 2014 ha previsto, oltre all erogazione di finanziamenti grazie a un fondo di garanzia messo a disposizione dall Ente, servizi di ascolto, supporto e accompagnamento durante tutto il percorso di credito, prima dell erogazione e successivamente in fase di rimborso. Questi servizi sono stati affidati da Etimos Foundation a Microcredito per l Italia, che ha lavorato in sinergia con la propria rete territoriale di associazioni e volontari attivi in Lazio. Nel corso del 2014 le donne incontrate e supportate nel percorso di creazione d impresa sono state 96. Per 11 di queste Microcredito per l Italia ha dato parere favorevole all erogazione della garanzia, presentando le richieste di finanziamento alla banca partner (ancora in corso di valutazione ad aprile 2015). La tabella che segue riassume le attività realizzate all interno del progetto Microcredito Donna. Donne contattate 185 Numero di ascolti 96 Parere favorevole all erogazione della garanzia 11 25

26 Welfare aziendale Microcredito per l Italia ha avviato nel 2014 un iniziativa di microcredito all interno del sistema di welfare aziendale di una delle principali aziende manifatturiere italiane. In questo contesto il microcredito è stato individuato come strumento di aiuto e di sostegno finanziario rivolto a persone in situazioni di disagio economico che non hanno possibilità di accedere ai canali ordinari del credito e devono far fronte a spese indifferibili nei seguenti ambiti: - salute; - istruzione; - assistenza familiare: infanzia anziani e persone in situazioni di non autosufficienza; - abitazione: (prima casa). Il microcredito consiste in un prestito fino a euro, senza la richiesta di alcuna garanzia personale, erogato da una banca partner a fronte di un fondo di garanzia costituito dall azienda stessa. Microcredito per l Italia è stata incaricata di gestire l attività di ascolto, esame e valutazione della situazione personale, patrimoniale ed economica dei potenziali beneficiari. La gestione avviene sia attraverso un numero verde (che permette di fornire le prime informazioni e di fissare i successivi appuntamenti), sia attraverso il presidio di cinque sportelli d ascolto nei territori dove si trovano gli stabilimenti. Presso gli sportelli, Microcredito per l Italia svolge le seguenti attività: - ascolto attivo; - analisi delle motivazioni della richiesta e verifica del possesso dei requisiti di base per l accesso al credito; - valutazione sulla sostenibilità della richiesta; - decisione in merito all ammissibilità della richiesta. A seguito dell erogazione del credito, Microcredito per l Italia mantiene un legame con i lavoratori impegnati nella restituzione del prestito e li affianca costruendo dei percorsi di accompagnamento individuali utili a garantire una maggiore consapevolezza rispetto ai temi dell educazione finanziaria, della pianificazione del bilancio familiare e/o della razionalizzazione delle posizioni debitorie. L operatività è cominciata a dicembre Nel primi 3 mesi del 2015 sono già stati realizzati 139 contatti telefonici e 68 ascolti. Enaip Veneto Nell ambito del progetto IDEA la tua impresa, promosso da Enaip Veneto, Microcredito per l Italia ha offerto i seguenti servizi: - attività di docenza sul tema dei canali di accesso al credito per le imprese (finanziamenti ordinari, contributi europei, nazionali e regionali, finanziamenti agevolati, microcredito, crowdfunding ecc.); - assistenza tecnica; - possibilità di accesso allo strumento del microcredito. 26

Bilancio sociale 2014

Bilancio sociale 2014 Bilancio sociale 2014 PREMESSE 3 Lettera del presidente 4 Dati significativi 5 Metodologia e riferimenti normativi 8 IDENTITÀ 9 Dai valori agli obiettivi 10 Organi di governo e di controllo 12 STAKEHOLDER

Dettagli

BILANCIO SOCIALE 2012 1. PREMESSA

BILANCIO SOCIALE 2012 1. PREMESSA BILANCIO SOCIALE 2012 1. PREMESSA 1.1 Metodologia Il bilancio sociale 2012 di MxIT-Microcredito per l Italia è stato realizzato da un gruppo di lavoro composto dal CdA e dai dipendenti, con il supporto

Dettagli

La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009

La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009 La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009 Nei mesi successivi al terremoto il Dipartimento di Protezione Civile, per gestire al meglio le offerte ricevute vis sms per il terremoto

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI. Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito

PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI. Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito Onorevoli Colleghi! - Negli ultimi anni il settore della microfinanza

Dettagli

CAGLIARI 26 febbraio 2015

CAGLIARI 26 febbraio 2015 CAGLIARI 26 febbraio 2015 FondoSviluppo S.p.A Direttore Dr.ssa Silvia Rossi rossi.si@confcooperative.it ********************** FondoSviluppo rappresenta uno strumento formidabile in un momento come questo

Dettagli

Microcredito nel territorio: BCC Castenaso

Microcredito nel territorio: BCC Castenaso Convegno Microcredito in Emilia-Romagna: le esperienze a confronto 21 maggio 2010, Bologna Microcredito nel territorio: BCC Castenaso Nadia Bosi Responsabile Ufficio Sviluppo BCC Castenaso I poveri sono

Dettagli

Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia

Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia Che cos è Smart&Start Italia? Smart&Start Italia è l incentivo che supporta le start-up innovative che operano su tutto il territorio nazionale L obiettivo

Dettagli

Concorso promosso da Fondazione Un Raggio di Luce Onlus e Microcredito per l Italia Impresa sociale Spa

Concorso promosso da Fondazione Un Raggio di Luce Onlus e Microcredito per l Italia Impresa sociale Spa CONCORSO PER LA CREAZIONE, IL CONSOLIDAMENTO E IL FINANZIAMENTO DI IMPRESE SOCIALI E START-UP DI MICROIMPRESE IN TOSCANA 1. Oggetto del concorso Fondazione Un Raggio di Luce Onlus e Microcredito per l

Dettagli

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Documento basato sui risultati della Conferenza di Roma, 17 e 18 novembre 2014 In occasione della Presidenza

Dettagli

Carta delle Attività

Carta delle Attività Carta delle Attività L associazione VO.B.I.S. VO.B.I.S. è un associazione senza scopo di lucro nata il 1 luglio del 2009 per volontà di ex dipendenti del Gruppo Bancario Intesa Sanpaolo che hanno voluto

Dettagli

MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA

MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA Bari, 27 ottobre 2014 Lorenzo Minnielli Obiettivi Il Fondo Microcredito d Impresa della Puglia è lo strumento con cui la Regione Puglia offre alle micro imprese

Dettagli

consulenza e soluzioni applicative al servizio dei Confidi

consulenza e soluzioni applicative al servizio dei Confidi consulenza e soluzioni applicative al servizio dei Confidi Un partner unico e innovativo: esperienze, competenze e soluzioni a supporto di ogni processo Dedagroup partner dei Confidi Oggi il mondo dei

Dettagli

Il quinto e ultimo capitolo quinto è dedicato al caso italiano. Nel nostro paese, la domanda di

Il quinto e ultimo capitolo quinto è dedicato al caso italiano. Nel nostro paese, la domanda di I SINTESI Questo numero di Osservatorio monetario viene interamente dedicato all analisi delle implicazioni derivanti dallo sviluppo della microfinanza. Il primo capitolo descrive le ragioni del successo

Dettagli

Microcredito alle porte della Lombardia: BCC di Creta Cred. Coop. Piacentino

Microcredito alle porte della Lombardia: BCC di Creta Cred. Coop. Piacentino Microcredito alle porte della Lombardia: BCC di Creta Cred. Coop. Piacentino Bologna, 21 maggio 2010 premessa: la popolazione sotto il livello di povertà L'ISTAT conduce annualmente una analisi delle condizioni

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Lavoro autonomo. Soli, ma ben accompagnati

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Lavoro autonomo. Soli, ma ben accompagnati Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Soli, ma ben accompagnati Invitalia, l Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa, agisce

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Invitalia, l Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa, agisce su mandato del Governo

Dettagli

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo Ridurre i divari Il problema Fino alla fine degli anni sessanta, la cooperazione allo sviluppo si identificava esclusivamente con la cooperazione economica o con l aiuto umanitario di emergenza. Questa

Dettagli

LA SPERIMENTAZIONE DEI PIANI LOCALI GIOVANI Sintesi e informazioni

LA SPERIMENTAZIONE DEI PIANI LOCALI GIOVANI Sintesi e informazioni LA SPERIMENTAZIONE DEI PIANI LOCALI GIOVANI Sintesi e informazioni PREMESSA La sperimentazione dei Piani Locali Giovani ha la finalità di sostenere l azione degli enti locali nel campo delle politiche

Dettagli

Chi siamo. Curriculum

Chi siamo. Curriculum S t u d i o B o c c a s s i n i - C i o c c a Chi siamo EURO-FINANCE Studio Boccassini-Ciocca è una struttura operativa da oltre un decennio ed è composta da Dottori Commercialisti, Avvocati e Consulenti

Dettagli

STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO

STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO Avviso 26 del 4 marzo 2015 Piani formativi aziendali concordati Standard - Fondo di Rotazione SCHEDA DI PRE ADESIONE entro il 13 maggio 2015 STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO PREMESSA Venerdì 30 Gennaio

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI SETTEMBRE 2013 GENNAIO 2014 Fondazione CUOA Da oltre 50 anni Fondazione CUOA forma la nuova classe manageriale e imprenditoriale.è la prima business school

Dettagli

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA.

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA. CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA 18 Novembre, 2014 In occasione della Presidenza di turno del Consiglio dell Unione Europea,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE l Unione Europea incoraggia la partecipazione delle donne

Dettagli

Accesso al Micro Credito per Immigrati Modena 16/03/2011

Accesso al Micro Credito per Immigrati Modena 16/03/2011 Progetto co-finanziato dall Unione Europea Ministero dell Interno Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi Accesso al Micro Credito per Immigrati Modena 16/03/2011 Finalità sperimentare

Dettagli

Soluzioni per la tua crescita

Soluzioni per la tua crescita Soluzioni per la tua crescita Sviluppiamo il tuo business Una storia di successi Co.Mark nasce a Bergamo nel 1998 come studio di consulenza professionale nel campo dei servizi di temporary management per

Dettagli

SURVEY. Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto. 17 Luglio 2014

SURVEY. Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto. 17 Luglio 2014 SURVEY Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto 17 Luglio 2014 Il CLUB FINANCE La mission Il Club rappresenta a livello nazionale un centro di riferimento, di informazione

Dettagli

LAZIO. AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI "Investimenti nel settore dell'autotrasporto"

LAZIO. AGEA OCM Vino Investimenti 2015/2016 SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI Investimenti nel settore dell'autotrasporto AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" Sono previsti finanziamenti a fondo perduto a favore delle imprese attive nel settore vitivinicolo (ad esclusione di quelle di commercializzazione) che effettuano

Dettagli

i giovani non sono soggetti da integrare ma parte della comunità con propri ruoli, potenzialità e responsabilità

i giovani non sono soggetti da integrare ma parte della comunità con propri ruoli, potenzialità e responsabilità Chiara Criscuoli chiara.criscuoli@giovanisi.it Il Progetto Giovanisì: i motivi I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: -Il prolungamento della

Dettagli

Microcredito. La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale

Microcredito. La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale Microcredito La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale Gennaio 2016 Normativa relativa al Microcredito in Italia. Il Microcredito è stato oggetto negli anni di continue evoluzioni

Dettagli

Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia

Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene alcune informazioni sul

Dettagli

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

Scheda sintetica del progetto. "Start-up della fondazione Senegal Italia per il Co-Sviluppo"

Scheda sintetica del progetto. Start-up della fondazione Senegal Italia per il Co-Sviluppo Scheda sintetica del progetto "Start-up della fondazione Senegal Italia per il Co-Sviluppo" Informazioni generali Nome del proponente IPSIA Milano Progetto congiunto presentato da: Associazione partner

Dettagli

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag.

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1 Il Gruppo e le sue attività pag. 2 L organizzazione del network pag. 5 Le partnership commerciali pag.

Dettagli

Progetto di Credito Solidale

Progetto di Credito Solidale Progetto di Credito Solidale Fondo Fiducia e Solidarietà Prestiti a persone e famiglie in difficoltà economica temporanea e straordinaria Promosso da Caritas diocesana di Andria Ufficio diocesano per la

Dettagli

PARTNER PER IL FUTURO

PARTNER PER IL FUTURO CHI SIAMO Dal 1995 forniamo servizi di consulenza strategica, con l obiettivo di accompagnare le aziende nel proprio percorso di crescita, attraverso modelli di project financing. Offriamo competenza e

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali COMUNICATO STAMPA CREDITO, CATANIA: NUOVI STRUMENTI PER L AGRICOLTURA ITALIANA Il nostro Paese sta attraversando una congiuntura difficile ed uno

Dettagli

Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di soggetti deboli

Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di soggetti deboli Piano d azione: Favorire l accesso ad abitazioni dignitose (housing sociale) SERVIZI ALLA PERSONA Bando senza scadenza: Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di

Dettagli

Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità. Ferrara - Novembre 2015

Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità. Ferrara - Novembre 2015 Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità Ferrara - Novembre 2015 1 Invitalia per la crescita e la competitività del sistema produttivo Sosteniamo la nascita di nuove imprese la realizzazione

Dettagli

E possibile migliorare il controllo e la governance delle imprese pubbliche? L esperienza del Comune di Roma

E possibile migliorare il controllo e la governance delle imprese pubbliche? L esperienza del Comune di Roma E possibile migliorare il controllo e la governance delle imprese pubbliche? L esperienza del Comune di Roma Marco Causi Facoltà di Economia Federico Caffè Università degli Studi Roma Tre L argomento della

Dettagli

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE ANNUALITA 2011/2012 Master e Corsi di Specializzazione per Laureati finanziati dalla Regione Campania attraverso Voucher Formativi individuali www.altaformazioneinrete.it

Dettagli

COMPORTAMENTI VIRTUOSI ANTI-CRISI

COMPORTAMENTI VIRTUOSI ANTI-CRISI LAMEZIA TERME 2012-11-17 FQTS sud COMPORTAMENTI VIRTUOSI ANTI-CRISI Tommaso Marino Coordinatore dei Soci della Calabria di Banca Popolare Etica ALCUNE PRECISAZIONI legislative DECRETO LEGISLATIVO 13 agosto

Dettagli

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Sociale Europeo Strumenti finanziari

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Sociale Europeo Strumenti finanziari progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Sociale Europeo Gli strumenti finanziari co-finanziati dal Fondo Sociale Europeo permettono di investire, in modo sostenibile ed efficiente, per rafforzare

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e l Unione delle Province d Italia UPI VISTI il

Dettagli

Il fare impresa dei migranti in Italia

Il fare impresa dei migranti in Italia Il fare impresa dei migranti in Italia Natale Forlani direttore generale immigrazione ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali L Italia è stata per quasi un secolo e mezzo un Paese a forte emigrazione.

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli

Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Le agevolazioni previste per la microimpresa sono rivolte a società di persone di nuova costituzione che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola

Dettagli

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale programmati e realizzati con logiche di rete e di collaborazione tra più realtà per fronteggiare situazioni di disagio o esclusione sociale

Dettagli

Il microcredito: risorse ed opportunità per le microimprese

Il microcredito: risorse ed opportunità per le microimprese Il microcredito: risorse ed opportunità per le microimprese E 1. IL RUOLO DELLE PMI E DELLE MICROIMPRESE MARIO BACCINI PRESIDENTE DELL ENTE NAZIONALE PER IL MICROCREDITO E NOTO COME IL SISTEMA PRODUTTIVO

Dettagli

Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO

Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO Accesso al credito, opportunità di finanziamento e inserimento lavorativo Lo sportello informativo Impresa e Lavoro della Pro Loco di Itri offre

Dettagli

www.progettisociali.it

www.progettisociali.it CONSULENZA, PROGETTAZIONE, ASSISTENZA TECNICA ED INFORMAZIONE PER LA PROGRAMMAZIONE E L INNOVAZIONE SOCIALE, A FAVORE DI ENTI PUBBLICI, TERZO SETTORE, IMPRESE E CITTADINI www.progettisociali.it COSA È

Dettagli

Programma di Recupero Rilancio Riposizionamento commerciale delle Piccole Imprese del Commercio Turismo e Servizi della Provincia di Ravenna

Programma di Recupero Rilancio Riposizionamento commerciale delle Piccole Imprese del Commercio Turismo e Servizi della Provincia di Ravenna Programma di Recupero Rilancio Riposizionamento commerciale delle Piccole Imprese del Commercio Turismo e Servizi della Provincia di Ravenna Da un idea e progettazione del CAT (Centro di Assistenza Tecnica)

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Pari Opportunità

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Pari Opportunità Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Pari Opportunità Regione Calabria Le politiche conciliative nel Por Calabria FSE 2007/2013: la strategia del dual approach per garantire il gender mainstreaming

Dettagli

La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi. Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014

La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi. Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014 La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014 1 CHI SIAMO Coopservice nasce nel 1991 dalla fusione di due cooperative reggiane

Dettagli

BANCA POPOLARE CALABRE DELLE PROVINCE. REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL microcredito

BANCA POPOLARE CALABRE DELLE PROVINCE. REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL microcredito BANCA POPOLARE DELLE PROVINCE CALABRE REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL microcredito PREMESSA La Banca Popolare delle Province Calabre Società Cooperativa per Azioni, esaltando, quale ragion d essere della

Dettagli

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Microcredito d Impresa della Regione Puglia - Microimprese operative - Scheda informativa sul nuovo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene

Dettagli

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18 SOMMARIO LETTERA DEL PRESIDENTE 4 NOTA INTRODUTTIVA E METODOLOGICA 6 IL COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER 7 PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 1.1 CONTESTO DI RIFERIMENTO 9

Dettagli

Il welfare aziendale in Italia

Il welfare aziendale in Italia Il welfare aziendale in Italia Alcuni spunti dal primo rapporto sul Secondo welfare in Italia In quale quadro si inseriscono le misure regionali lombarde in ordine allo sviluppo del welfare aziendale e

Dettagli

PANORAMICA GENERALE SULLA GARANZIA GIOVANI Riunione Commissione Sindacale Roma 15 aprile 2014

PANORAMICA GENERALE SULLA GARANZIA GIOVANI Riunione Commissione Sindacale Roma 15 aprile 2014 Servizio Sindacale Giuslavoristico PANORAMICA GENERALE SULLA GARANZIA GIOVANI Riunione Commissione Sindacale Roma 15 aprile 2014 a cura del SERVIZIO SINDACALE GIUSLAVORISTICO Dipartimento Politico Sindacale

Dettagli

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: il prolungamento della gioventù, il ritardo nell accesso

Dettagli

Progetto. Seminario per la formazione congiunta degli operatori. Fonti di finanziamento comunitarie, nazionali e regionali.

Progetto. Seminario per la formazione congiunta degli operatori. Fonti di finanziamento comunitarie, nazionali e regionali. Progetto Seminario per la formazione congiunta degli operatori Fonti di finanziamento comunitarie, nazionali e regionali Ida Leone 30-31 Gennaio 2013 Uno sguardo sui Fondi UE Fondo Europeo Agricoltura

Dettagli

pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia

pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia MicroPrestito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene alcune informazioni sul

Dettagli

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI I FINANZIAMENTI AGEVOLATI FINANZIAMENTI AGEVOLATI Sia in avvio di attività che durante la sua vita è sempre bene prendere in considerazione la possibilità di accedere a finanziamenti agevolati. Non devono

Dettagli

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Roma, 13 ottobre 2015 Focus internazionalizzazione Nei primi mesi del 2015 si rafforzano i primi segnali positivi per l economia italiana,

Dettagli

COSTRUIRE L HUB CAMERALE DEL CREDITO E DELLA FINANZA PIANO DI RIPOSIZIONAMENTO STRATEGICO PER IL TRIENNIO 2015-2017

COSTRUIRE L HUB CAMERALE DEL CREDITO E DELLA FINANZA PIANO DI RIPOSIZIONAMENTO STRATEGICO PER IL TRIENNIO 2015-2017 COSTRUIRE L HUB CAMERALE DEL CREDITO E DELLA FINANZA 1 PIANO DI RIPOSIZIONAMENTO STRATEGICO PER IL TRIENNIO 2015-2017 Premessa Le recenti iniziative varate dal Governo per il riordino del sistema camerale

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO A SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI MICROCREDITO O MICROFINANZA

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO A SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI MICROCREDITO O MICROFINANZA INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO A SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI MICROCREDITO O MICROFINANZA Microcredito per l Italia Impresa Sociale Spa in Roma Via San Giovanni in

Dettagli

Prove Esame di Stato

Prove Esame di Stato Prove Esame di Stato 2012 SEZ. A 1 Prova L Assistente Sociale specialista responsabile di un servizio sociale riceve dal proprio riferimento politico (Assessore alle politiche sociali) l incarico di redigere

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA. Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa

I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA. Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa I finanziamenti per avviare l impresa il sistema bancario L avvio di un attività imprenditoriale richiede

Dettagli

LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE

LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE 1. Linee guida per il Progetto di legge per il rilancio della competitività lombarda 2. Aggiornamento dei criteri attuativi di Credito Adesso: 3.

Dettagli

PER EUROCONS UN ANNO DI FOCALIZZAZIONE VERSO I CLIENTI

PER EUROCONS UN ANNO DI FOCALIZZAZIONE VERSO I CLIENTI PER EUROCONS UN ANNO DI FOCALIZZAZIONE VERSO I CLIENTI Nel 2011, il fatturato consolidato è stato di 38 milioni di euro Eurocons S.c. a r.l. ha chiuso con un risultato netto di 838 mila euro Euroenergy

Dettagli

Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di

Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di Zona delle Politiche sociali dell Ambito territoriale

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA REALIZZAZIONE DI APPALTI PUBBLICI CHE FACILITINO INSERIMENTI LAVORATIVI DELLE PERSONE IN CONDIZIONE DI SVANTAGGIO

LINEE DI INDIRIZZO PER LA REALIZZAZIONE DI APPALTI PUBBLICI CHE FACILITINO INSERIMENTI LAVORATIVI DELLE PERSONE IN CONDIZIONE DI SVANTAGGIO Città di Minerbio Provincia di Bologna LINEE DI INDIRIZZO PER LA REALIZZAZIONE DI APPALTI PUBBLICI CHE FACILITINO INSERIMENTI LAVORATIVI DELLE PERSONE IN CONDIZIONE DI SVANTAGGIO Approvato con deliberazione

Dettagli

EaSI Employment and Social Innovation. Assi PROGRESS e EURES

EaSI Employment and Social Innovation. Assi PROGRESS e EURES Provincia di Pistoia EaSI Employment and Social Innovation Assi PROGRESS e EURES Potenzialità per il lavoro e l integrazione sociale su scala europea Carla Gassani Servizio Politiche attive del Lavoro,

Dettagli

La microfinanza in America Latina: il punto di vista degli operatori del settore

La microfinanza in America Latina: il punto di vista degli operatori del settore La microfinanza in America Latina: il punto di vista degli operatori del settore Un indagine esplorativa condotta dalla Fondazione Giordano Dell Amore e dalla Rete Italia America Latina sulle sfide attuali

Dettagli

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale Realizzato dall EURES Ricerche Economiche e Sociali in collaborazione con il Consiglio Regionale dell Economia

Dettagli

Punti di forza e debolezze dei partenariati nell ambito di iniziative di microcredito sociale

Punti di forza e debolezze dei partenariati nell ambito di iniziative di microcredito sociale Punti di forza e debolezze dei partenariati nell ambito di iniziative di microcredito sociale L esperienza sul campo di Etimos Foundation, a cura di Marco Santori Identità e modello d intervento Etimos

Dettagli

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete FONDO SOCIALE EUROPEO IN SINERGIA CON IL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE POR 2014 2020 Ob. Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

ReFIMED. Ricerca e finanza d impresa nel Mediterraneo

ReFIMED. Ricerca e finanza d impresa nel Mediterraneo ReFIMED Ricerca e finanza d impresa nel Mediterraneo Finanza agevolata Finanza ordinaria e servizi finanziari alle PMI Comunicazione e Sviluppo Commerciale Formazione Sistemi per la Qualità ReFIMED è vicina

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA

ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA Forum Lombardo delle Lombardia FeLCeAF Associazioni familiari ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA La crisi in atto ormai da alcuni anni porta al contenimento

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n 65 del 29 novembre 2004 pubblicata

Dettagli

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE Un progetto per l autonomia l dei giovani: PERCHE I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: Il prolungamento della gioventù Il ritardo nell accesso

Dettagli

Il Fondo Mutualistico di Legacoop

Il Fondo Mutualistico di Legacoop LA FINANZA E IL CREDITO IN COOPERAZIONE Il Fondo Mutualistico di Legacoop Aldo Soldi Direttore Generale Coopfond Parma, 6 marzo 2014 1 1 - Coopfond Coopfond è il Fondo mutualistico di Legacoop. E una S.p.A.

Dettagli

Tabella di sintesi. Incentivo In vigore dal Attuazione

Tabella di sintesi. Incentivo In vigore dal Attuazione SCHEDE SINTETICHE Tabella di sintesi Incentivo In vigore dal Attuazione Digitalizzazione R&S Voucher IT (Information Technology) 24 dicembre 2013 Credito d imposta 24 dicembre 2013 Artigianato digitale

Dettagli

Caro Lettore, Buona lettura!

Caro Lettore, Buona lettura! GUIDA PRATICA Caro Lettore, Semplificare e agevolare l accesso al credito. In questo momento di difficile congiuntura economica, sono queste le parole d ordine che hanno portato governo, banche e imprese

Dettagli

Fondazione Lions per il Lavoro. Presentazione e obiettivi

Fondazione Lions per il Lavoro. Presentazione e obiettivi Fondazione Lions per il Lavoro Presentazione e obiettivi Iniziativa a sostegno del service nazionale Help 2014 / 2015 LA FONDAZIONE : La Fondazione Lions per il lavoro Italia Onlus, con sede legale in

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Progetto Nazionale di Formazione per i Dirigenti Scolastici nominati

Dettagli

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 1. CONTESTO 1.1 Popolazione scolastica Status socio economico e culturale delle famiglie Livello medio dell'indice ESCS 1.1.a degli studenti Prove

Dettagli

SVILUPPO DELLA NUOVA IMPRESA FEMMINILE

SVILUPPO DELLA NUOVA IMPRESA FEMMINILE SVILUPPO DELLA NUOVA IMPRESA FEMMINILE Fra le nuove linee di prodotto proposte dal Cofim per il 2003, sono ancora disponibili i finanziamenti per lo sviluppo della nuova impresa femminile: un iniziativa

Dettagli

Lavoriamo insieme per il vostro business

Lavoriamo insieme per il vostro business AGENZIA PER IL LAVORO CONSULENZA AZIENDALE SISTEMI DI GESTIONE FORMAZIONE PROFESSIONALE Lavoriamo insieme per il vostro business Lavoriamo insieme per il vostro business Nata nel 2003 dalla collaborazione

Dettagli

INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010)

INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010) REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 7 DICEMBRE 2010 N. 19 INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010) Il Consiglio regionale

Dettagli

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Armando De Crinito Direttore Generale Vicario DG Attività produttive, Ricerca e Innovazione Regione

Dettagli

CREDITO AL FUTURO. Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona. Incontri formativi per operatori dei Centri di Ascolto

CREDITO AL FUTURO. Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona. Incontri formativi per operatori dei Centri di Ascolto CREDITO AL FUTURO Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona 1 Incontri formativi per operatori dei Centri di Ascolto Andria, 26 e 27 Aprile, 3 Maggio 2012 Clara Marrone clara.marrone@gmail.com

Dettagli

Favorire l inserimento lavorativo di persone svantaggiate

Favorire l inserimento lavorativo di persone svantaggiate 12. Favorire l inserimento lavorativo di persone svantaggiate Favorire l inserimento lavorativo di persone svantaggiate Il problema Uno degli aspetti più preoccupanti del fenomeno della disoccupazione

Dettagli

SINTEMA retail services RETAIL

SINTEMA retail services RETAIL SINTEMA retail services RETAIL Servizi in outsourcing per lo sviluppo e la gestione di una rete di punti vendita: contabilità, paghe, bilanci, adempimenti fiscali e societari, servizi di controlling, legali,

Dettagli

Microimpresa Pensare in grande, da piccoli

Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Invitalia, l Agenzia nazionale per

Dettagli

GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI

GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI Il Fondo di garanzia per le PMI, gestito dal Medio Credito Centrale-Unicredit e istituito con la L. 662/96 ha conosciuto

Dettagli