AGEC E I CLIENTI DELLA GESTIONE FUNERARIA: TRASPORTI E ONORANZE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AGEC E I CLIENTI DELLA GESTIONE FUNERARIA: TRASPORTI E ONORANZE"

Transcript

1 Agec e i clienti della gestione funeraria AGEC E I CLIENTI DELLA GESTIONE FUNERARIA: TRASPORTI E ONORANZE 218 la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria

2 LINEE POLITICHE E OBIETTIVI DI MIGLIORAMENTO CONSEGUITI Linee politiche verso le persone (stakeholder cliente) Il principale obiettivo che l Azienda si propone di perseguire è la qualità del servizio ai clienti a prezzi contenuti. Il particolare tipo di attività svolta richiede una gestione molto accurata e professionale, a partire dalla fase di accoglienza del cliente fino alla fase finale di trasporto e accompagnamento della salma alla sepoltura. Gli operatori di contatto devono avere la capacità di instaurare un clima di disponibilità e di accoglienza, per poter comprendere le più complesse situazioni e le diverse realtà personali dei clienti, al fine di studiare e proporre soluzioni di servizio commisurate alle capacità e volontà di spesa e la tipologia di trattamento che il cliente si aspetta. In altre parole, per gli operatori di contatto, la qualità del servizio aziendale si basa essenzialmente sui metodi di comunicazione con il cliente, sul saper ascoltare per dare informazioni efficaci ed esaurienti. Anche il comportamento del personale durante le cerimonie è un altro particolare metodo di comunicazione; infatti la comunicazione non verbale è importante tanto quanto quella finalizzata all informazione. Di conseguenza, i metodi di rapporto interpersonale con il cliente costituiscono il principale bagaglio professionale del personale operativo, in tutte le fasi di resa dei servizi. Sempre è data attenzione anche alle comunicazioni formali, al fine di rendere chiari e comprensibili le condizioni contrattuali (pubblicazione di listini e tariffari in uso), anche per quando riguarda richieste e reclami dei clienti. la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria 219

3 MIGLIORAMENTO DEL SERVIZIO Agec e i clienti della gestione funeraria UNI EN ISO 9001:2000 AGEC ha adeguato il proprio sistema di gestione a quanto previsto dalla norma UNI EN ISO 9001:2000, Sistemi di gestione per la qualità, conseguendo nel mese di febbraio 2005 la certificazione di conformità relativamente all erogazione di servizi cimiteriali e funerari. La politica della qualità, definita dalla Direzione aziendale, considera fondamentale per la realizzazione di tutti gli obiettivi strategici il principio del miglioramento continuo, a tutti i livelli della struttura ed ambito di responsabilità, per il cui conseguimento è stato implementato un sistema di indicatori che consentono la misurazione continua ed oggettiva delle performance dei processi aziendali. Agec intende proseguire il proprio impegno per la qualità estendendo la certificazione anche agli altri settori aziendali. Rinnovo parco auto Un attenzione particolare, sostenuta da investimenti rilevanti, è stata dedicata al miglioramento della qualità del servizio anche attraverso il rinnovo del parco auto acquistato dalla precedente gestione (AGSM). Il rinnovamento del parco auto, iniziato con 6 nuove Fiat Panda, è poi proseguito con l acquisto dei tre nuovi carri funebri limousine Mercedes e di tre Mercedes modello Vito. Sono inoltre stati acquistati un autocarro Iveco Daily e un autovettura Fiat Ulisse. Uno dei nuovi carri funebri. 220 la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria

4 Nel corso del 2006 sarà acquistato un nuovo furgone Mercedes Vito e un ulteriore nuovo carro funebre limousine potrà essere acquistato nel corso del prossimo anno Il parco auto con parte del personale addetto. Professionalità del personale Particolare attenzione è stata dedicata alla crescita professionale del personale attraverso corsi di formazione mirati alle specifiche attività aziendali: es. corsi di tanatocosmesi, sull utilizzo del muletto, sulla postura e la gestione dei carichi pesanti, sul ruolo di capo (leadership per capisquadra). la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria 221

5 Agec e i clienti della gestione funeraria TIPOLOGIA E CARATTERISTICHE DEI SERVIZI OFFERTI L Azienda gestisce il servizio di onoranze funebri pubblico per conto del Comune di Verona. L impegno dell Azienda è dare alla clientela un servizio di prezzo contenuto e il più completo possibile e personalizzabile, anche per quello con prezzi più contenuti, sempre comunque decoroso e professionale. ONORANZE Il servizio di onoranza funebre si articola in una serie di attività: Vestizione e preparazione salma Addobbi floreali funebri Disbrigo pratiche su tutto il territorio nazionale Stampa manifesti, e predisposizione necrologie Organizzazione del rito cristiano in Chiesa o in alternativa organizzazione di qualsiasi rito di commiato laico o religioso in luoghi opportunamente concordati Servizio di accompagnamento familiari del defunto Trasporti nazionali ed esteri con uffici di collaborazione in tutto il mondo Parte dei servizi sono a tariffa controllata direttamente dal Comune di Verona (approvazione da parte del Consiglio Comunale dei prezzi); i rimanenti servizi sono venduti in base alla tariffa determinata dall Azienda e approvata dal proprio Consiglio di Amministrazione. Ci si riferisce in particolare ai funerali standard ovvero una formula di vendita che comprende l intero servizio di onoranza (dal cofano ai fiori e al trasporto) e che prevede varie fasce di prezzo in funzione della tipologia del servizio. I primi funerali standard venduti dall Azienda sono stati introdotti e tariffati con delibera del Consiglio Comunale. Successivamente l Azienda ha ampliato la tipologia di funerali standard liberi, aggiungendo ai tre tipi iniziali tariffati dal Comune, altre tipologie per 222 la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria

6 meglio soddisfare le richieste della clientela. Quest ultimi sono stati introdotti e tariffati con delibera del Consiglio di Amministrazione; lo stesso vale per le singole componendi dei funerali liberi, cioè non standardizzati. Oltre ai servizi a pagamento, si ricorda che l Azienda deve istituzionalmente eseguire i funerali di povertà; si tratta dei funerali che vengono prestati gratuitamente quando mancano gli eredi o affini. Si rimanda al paragrafo che tratta i costi sociali. MARMI Ad integrazione e completamento del servizio funebre, Agec offre anche un servizio completo di vendita e posa in opera di materiale lapideo (loculi, cellette, lapidi, tombe di famiglia) che include la lavorazione del marmo (incisioni), la vendita e l applicazione di accessori (fotoceramiche, cornici, portalampade, portafiori ecc.), e l assistenza amministrativa per le incombenze burocratiche connesse all autorizzazione alla lavorazione dei manufatti marmorei. RISTRUTTURAZIONI TOMBE DI FAMIGLIA Agec ha recentemente diversificato i servizi comprendendovi anche l attività di ristrutturazione di tombe di famiglia finalizzata all adeguamento ai requisiti previsti dalla normativa vigente in materia di sicurezza e di polizia mortuaria (DPR 285/1990). TRASPORTI Il servizio di trasporto funebre si articola in numerose attività che non si esauriscono nel tradizionale servizio di trasporto durante la cerimonia funebre. Accanto al trasporto in costanza di funerale, Agec copre infatti anche tutte le possibili necessità di trasporto al di fuori del servizio funebre (per esempio traslazioni di salma conseguenti ad operazioni cimiteriali di estumulazione). la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria 223

7 Agec e i clienti della gestione funeraria Agec gestisce inoltre i trasporti funebri istituzionali, e cioè i trasporti di: - salme di persone morte in solitudine o per le quali vi sia disinteresse da parte dei familiari - salme di cui non sia possibile accertare l identità - cadaveri destinati allo studio e alla ricerca - parti anatomiche riconoscibili. Infine Agec si occupa gratuitamente anche del trasporto delle salme accidentate o rinvenute sul territorio comunale, dal luogo del decesso al deposito di osservazione o all obitorio sito presso il Cimitero Monumentale o all Istituto di Medicina Legale dell Ospedale Policlinico di Borgo Roma per eventuali accertamenti. Al momento, pur essendo venuto meno il regime di privativa sui trasporti, è solo Agec ad effettuare i trasporti istituzionali perché nessuna azienda di onoranze funebri privata ha aderito alla richiesta di disponibilità a partecipare allo svolgimento di questo particolare servizio pubblico. ANALISI VENDITE Numero e valore vendite dell ultimo triennio per tipologia di servizio Attività * Anno 2003 Anno 2004 Anno 2005 Interni al Comune di Verona Partenze Arrivi Fuori per fuori / Esterni con rientro Totali anno * LEGENDA Interni Partenze Arrivi Esterni con rientro Fuori per fuori Servizi con partenza, cerimonia e sepoltura nel Comune di Verona Servizi con partenza dal Comune di Verona e sepoltura in altro comune Servizi provenienti da altro comune e sepoltura nel Comune di Verona Servizi con partenza dal Comune di Verona, cerimonia in altro comune e rientro nel Comune di Verona per la sepoltura Servizi con partenza e sepoltura in altro Comune 224 la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria

8 SERVIZI INTERNI Anno 2005 Anno 2004 Anno 2003 Interni al Comune di Verona Anno Anno Anno SERVIZI PARTENZE Anno 2005 Anno 2004 Anno 2003 Partenze Anno Anno Anno SERVIZI ARRIVI Anno 2005 Anno 2004 Anno 2003 Arrivi Anno Anno Anno SERVIZI FUORI per FUORI ed ESTERNI con RIENTRO Anno 2005 Anno 2004 Anno 2003 Fuori per fuori / Esterni con rientro 24 24, , ,5 27 Anno Anno Anno la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria 225

9 PREZZI MEDI DEI SERVIZI DI ONORANZA FUNEBRE Agec e i clienti della gestione funeraria «Il Codacons ha svolto una indagine in varie città italiane, per verificare quanto possa costare un funerale medio nel nostro paese. La realizzazione pratica di tale ricerca è stata tutt alto che semplice, perché esiste una diversificazione enorme di servizi, accessori e tariffe, e prezzi molto diversi da città a città: una vera e proprio giungla! Dallo studio emerge che il prezzo medio di un funerale di medio livello è di euro, così distinti: Servizi vari (trasporto in carro funebre, documenti per la sepoltura, Composizione salma, chiusura e sigillatura del feretro, ecc.) 1.000; Bara compreso accessori 900; Corone di fiori 250; Cuscino 200; Fiori per il feretro 160; Partecipazioni 90; Necrologi sui giornali 500; Avvisi mortuari 350; Sacerdote officiante 100. A tale somma occorre aggiungere le voci relative alla tomba, lapide e ai servizi cimiteriali, che sono diversi da comune a comune. La spesa per il funerale si abbatte di circa il 50% se le onoranze vengono organizzate dai servizi funebri del comune di residenza del defunto (se esiste). Mentre le tariffe cimiteriali dei comuni sono rimaste sostanzialmente invariate dal 2001 ad oggi, non si può dire lo stesso per i prezzi applicati dalle agenzie funebri, che hanno subito aumenti medi dal 15 al 20% negli ultimi 4 anni (quasi il doppio della inflazione). Il costo di un funerale si impenna, e può arrivare fino a oltre euro, se si scelgono bare extra lusso con finiture in oro, carro funebre con carro a cavalli, pranzo o cena per i parenti, figuranti con il compito di piangere durante le celebrazioni e il corteo funebre, ecc. Le tariffe, infine, risultano mediamente più elevate al sud Italia, dove la cerimonia del funerale ha un valore più forte rispetto al centro-nord.» (Newsletter del sito (fun.news.1036) Codacons rileva prezzo dei funerali in Italia) Ricavi medi del servizio d onoranza funebre: Ricavo medio di un servizio d onoranza funebre AGEC (totale ricavi / numero totale servizi) Anno 2003 Anno 2004 Anno 2005 Importo medio 2.008, , , la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria

10 Nella tabella che segue sono riportati i ricavi medi per servizi interni e fuori Comune. INTERNI FUORI COMUNE ANNI Q.tà IMPORTO MEDIA Q.tà IMPORTO MEDIA , , , , , , , , , , , ,395 LO SVILUPPO DEL MERCATO Posizionamento sui decessi all interno del COMUNE DI VERONA Viene confermato un sostanziale mantenimento della quota di mercato nell arco dell ultimo triennio. INDICATORE N servizi funebri AGEC / N totale decessi (interni + partenze + esterni con rientro) nel Comune di Verona N servizi funebri interni AGEC / N totale decessi (interni) nel Comune di Verona 42,40 % 42,41 % 42,06% 65,00 % 61,40 % 61,24% CUSTOMER SATISFACTION Durante l esercizio 2005 l Azienda ha iniziato a rilevare anche il grado di soddisfazione dei propri clienti del servizio onoranze (oltre a quelli dei servizi cimiteriali), in maniera più estesa rispetto al 2004: dal gennaio 2005 si inviano a domicilio i questionari di soddisfazione a tutti coloro che si sono rivolti ad Agec per un servizio funerario (o cimiteriale). I questionari permettono di esprimere, in forma anonima, un giudizio su una scala di cinque livelli in relazione a vari aspetti del servizio. la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria 227

11 Agec e i clienti della gestione funeraria I questionari inviati, da gennaio a novembre (periodo rispetto al quale sono pervenute le risposte), sono in totale Ai questionari hanno risposto complessivamente 783 clienti, pari al 23% del totale. Tale campione può quindi ritenersi statisticamente rilevante. Gli elementi su cui l Azienda ha richiesto un giudizio possono essere riassunti in tre categorie: il personale con cui il cliente-utente ha preso contatto (professionalità, cortesia, capacità di soluzione di problemi) semplicità nell accesso agli uffici (facilità raggiungimento, orari apertura) il costo del servizio richiesto I questionari del 2005 sono stati inviati entro i 3 mesi successivi alla data di fatturazione, in modo da lasciare un certo lasso di tempo tra la fruizione del servizio e la richiesta di un giudizio, che permetta al cliente di esprimere il proprio parere in maniera il più possibile serena e non in condizioni di stress. Gli invii e le risposte ai questionari hanno avuto, nell arco dell anno, la stessa distribuzione già vista nel capitolo dedicato alla soddisfazione degli utenti cimiteriali in quanto si tratta dello stesso modulo che viene compilato in diverse parti a seconda del tipo di servizio effettuato. Si consideri che spesso il cliente onoranze è anche utente cimiteriale o viceversa. Di seguito si riportano i giudizi relativi alle sole onoranze. Per ciascun mese rispetto al totale del mese stesso, si calcola la distribuzione percentuale delle risposte dividendo il giudizio tra positivo (ottimo e buono), sufficiente, negativo e non risposto. 228 la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria

12 Distribuzione percentuale delle risposte relative a PROFESSIONALITA 100% 80% 60% 40% 82% 78% 76% 81% 78% 80% 76% 89% 84% 86% 82% 20% 0% gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre Positivo Sufficiente Negativo Non risposte Distribuzione percentuale delle risposte relative a CORTESIA 100% 80% 60% 40% 83% 74% 79% 81% 72% 82% 76% 89% 84% 81% 82% 20% 0% gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre Positivo Sufficiente Negativo Non risposte la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria 229

13 Distribuzione percentuale delle risposte relative a CAPACITA DI SOLUZIONE DEI PROBLEMI Agec e i clienti della gestione funeraria 100% 80% 60% 40% 20% 0% gennaio 69% 70% 73% 75% 67% 72% 71% 75% 76% 78% 76% febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre Positivo Sufficiente Negativo Non risposte Distribuzione percentuale delle risposte relative a FACILITA RAGGIUNGIMENTO DEGLI UFFICI 100% 80% 60% 40% 20% 0% gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre 55% 44% 41% 47% 49% 51% 47% 53% 50% 54% 42% ottobre novembre Positivo Sufficiente Negativo Non risposte 230 la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria

14 Distribuzione percentuale delle risposte relative a ORARI DI APERTURA DEGLI UFFICI 100% 80% 60% 40% 20% 64% 64% 68% 59% 69% 66% 68% 66% 67% 75% 70% 0% gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre Positivo Sufficiente Negativo Non risposte Distribuzione percentuale delle risposte relative a COSTO DEL SERVIZIO 100% 80% 60% 40% 20% 45% 46% 46% 46% 40% 59% 50% 44% 47% 55% 47% 0% gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre Positivo Sufficiente Negativo Non risposte In generale si può affermare che la percezione del servizio reso risulta alta, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti legati al contatto con il personale aziendale. Infatti su questo aspetto le risposte sono positive per valori percentuali superiori, nella maggior parte dei casi, all 80%. Valori minori si riscontrano nella sezione dedicata alla facilità di raggiungere gli uffici aziendali, e nel quesito relativo al costo del servizio richiesto, dove comunque, la risposta è la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria 231

15 positiva nel 45-50% dei casi. Agec e i clienti della gestione funeraria Non esiste invece costanza nella risposta relativa all orario di apertura degli uffici al pubblico, che varia nell arco dell anno e differisce tra servizi cimiteriali e onoranze funebri. La gestione dei RECLAMI Dalle risposte ai questionari di soddisfazione e dalle segnalazioni effettuate direttamente al personale, sono stati raccolti 16 reclami da cliente. La ripartizione dei reclami per settore a cui sono riferiti è la seguente: Settore Nr reclami Onoranze funebri 15 Trasporti funebri 1 Con riferimento a ciascun settore, le tipologie segnalate risultano le seguenti: Settore di riferimento Onoranza funebre Onoranza funebre Problematica e analisi delle cause n. reclami Fiori 2 Manifesti 1 Vendita marmi 4 Servizio funebre 2 Preparazione feretro 1 Vendita servizio 3 Magazzino 1 Necrologia giornale 1 Trasporti funebri Servizio funebre la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria

16 INSOLUTI E CONTENZIOSO Analogamente a quanto già visto per gli utenti dei servizi cimiteriali, le fatture emesse e non pagate determinano l avvio del procedimento atto al recupero del credito insoluto. La procedura è identica a quella già esposta e prevede una prima lettera di sollecito e, se l utente non regolarizza la propria posizione, avviene la messa in mora tramite lettera di sollecito al pagamento inviata con raccomandata con avviso di ricevimento. Se l utente non provvede al saldo nei termini intimati, la pratica viene trasmessa all ufficio legale interno. Molte pratiche vengono chiuse dinanzi al Giudice di pace. In alcuni casi innanzi al tribunale per importi di maggior entità. la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria 233

17 Agec e i clienti della gestione funeraria ATTIVITA SOCIALE ISTITUZIONALE : ORGANIZZAZIONE DI FUNERALI SOCIALI E RECUPERI I Costi sociali. Di seguito vengono riassunti i costi sociali che l Azienda ha sostenuto nel corrente anno con il raffronto degli anni precedenti. anno RECUPERI SALMA da PUBBLICA VIA e trasferimento a MEDICINA LEGALE di BORGO ROMA TRASFERIMENTI SALMA alle CELLE del CIMITERO MONUMENTALE di VERONA FUNERALI DI POVERTA INUMAZIONI con SUCCESSIVE ESUMAZIONI per FUNERALI di POVERTA costo unit. 175,60 costo unit. 175,60 costo unit ,34 costo unit. 366,52 Anno 2000 non disponibile il numero non disponibile il numero Numero 24 Numero ,64 Costo 0,00 Costo 0,00 Costo ,16 Costo 8.796,48 Anno 2001 non disponibile il numero non disponibile il numero Numero 15 Numero ,90 Costo 0,00 Costo 0,00 Costo ,10 Costo 5.497,80 Anno 2002 Numero 43 Numero 472 Numero 21 Numero ,06 Costo 7.550,80 Costo ,20 Costo ,14 Costo 7.696,92 Anno 2003 Numero 51 Numero 481 Numero 21 Numero ,26 Costo 8.955,60 Costo ,60 Costo ,14 Costo 7.696,92 Anno 2004 Numero 68 Numero 456 Numero 22 Numero ,32 Costo ,80 Costo ,60 Costo ,48 Costo 8.063,44 Anno 2005 Numero 57 Numero 387 Numero 11 Numero ,86 Costo ,20 Costo ,20 Costo ,74 Costo 4.031, la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria

18 I costi Sociali dell Attività Funeraria: Attività Anno 2003 Anno 2004 Anno 2005 Costi Sociali , , , , , , , , , ,00 0,00 anno 2003 anno 2004 anno 2005 Costi Sociali Funerali Sociali: Attività Anno 2003 Anno 2004 Anno 2005 Funerali Sociali Anno 2003 Anno 2004 Anno 2005 Funerali Sociali la relazione sociale > agec e i clienti della gestione funeraria 235

I SERVIZI FUNERARI. Uffi ci di Onoranze Funebri di Verona dalle alle Da lunedì a venerdì 8.30 17.00 Sabato 8.30 13.00 Domenica 9.00 12.

I SERVIZI FUNERARI. Uffi ci di Onoranze Funebri di Verona dalle alle Da lunedì a venerdì 8.30 17.00 Sabato 8.30 13.00 Domenica 9.00 12. I SERVIZI FUNERARI Tutti i servizi funerari Agec sono certifi cati ISO 9001. I servizi funerari sono costantemente monitorati attraverso indicatori di effi cacia e rilevazioni del grado di soddisfazione

Dettagli

i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA

i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA AGEC gestisce i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza. Tutti i servizi

Dettagli

i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni

i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni AGEC gestisce i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza.

Dettagli

IL PRIMO PORTALE SUI FUNERALI IN ITALIA

IL PRIMO PORTALE SUI FUNERALI IN ITALIA IL PRIMO PORTALE SUI FUNERALI IN ITALIA Degna Sepoltura Il primo portale in Italia sui funerali www.degnasepoltura.com/blog 1 Indice 1) Introduzione...3 2) Lista dei servizi e utili consigli...3 2-a) Mezzo

Dettagli

Carta. Servizi. dei. L Azienda. Principi fondamentali. Standard qualitativi

Carta. Servizi. dei. L Azienda. Principi fondamentali. Standard qualitativi Carta dei Servizi L Azienda Principi fondamentali Standard qualitativi PERCHÉ UNA CARTA DEI SERVIZI AMSEF s.r.l. onoranze funebri è Azienda multiservizi leader a livello nazionale nel settore con una

Dettagli

I SERVIZI CIMITERIALI

I SERVIZI CIMITERIALI I SERVIZI CIMITERIALI Agec cura i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza. Tutti i servizi cimiteriali Agec sono certifi

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. La Qualità dei nostri servizi una storia lunga un secolo

CARTA DEI SERVIZI. La Qualità dei nostri servizi una storia lunga un secolo CARTA DEI SERVIZI La Qualità dei nostri servizi una storia lunga un secolo Anno 2012 Perché una Carta dei Servizi Da oltre un secolo A.Se.F. è presente come azienda pubblica nel settore dei trasporti e

Dettagli

CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DI SERVIZI FUNEBRI ED ACCESSORI A PREZZI CALMIERATI.

CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DI SERVIZI FUNEBRI ED ACCESSORI A PREZZI CALMIERATI. CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DI SERVIZI FUNEBRI ED ACCESSORI A PREZZI CALMIERATI. La presente convenzione è composta da 17 articoli: 1. Oggetto e durata della convenzione 2. Servizi funebri a prezzi

Dettagli

Aldo Palumbo Direzione Generale Sanità Regione Lombardia. Firenze 20 maggio 2011

Aldo Palumbo Direzione Generale Sanità Regione Lombardia. Firenze 20 maggio 2011 PIANIFICAZIONE CIMITERIALE: FRA NUOVE REGOLE E ANTICHI DOVERI Normativa della Regione Lombardia in materia di attività e servizi necroscopici funebri e cimiteriali Firenze 20 maggio 2011 Aldo Palumbo Direzione

Dettagli

CITTÀ DI GARDONE VAL TROMPIA PROVINCIA DI BRESCIA

CITTÀ DI GARDONE VAL TROMPIA PROVINCIA DI BRESCIA CITTÀ DI GARDONE VAL TROMPIA PROVINCIA DI BRESCIA Area servizi alla persona e amministrativi Servizi demografici CONVENZIONE CONVENZIONE TRA IL COMUNE E LE IMPRESE ESERCENTI ATTIVITÀ FUNEBRI PER I SERVIZI

Dettagli

COMUNE DI PALERMO SETTORE RISORSE IMMOBILIARI SERVIZIO GESTIONE IMPIANTI CIMITERIALI

COMUNE DI PALERMO SETTORE RISORSE IMMOBILIARI SERVIZIO GESTIONE IMPIANTI CIMITERIALI COMUNE DI PALERMO SETTORE RISORSE IMMOBILIARI SERVIZIO GESTIONE IMPIANTI CIMITERIALI via Lincoln 144 0917403469 - FAX 0917403425 e-mail: impianticimiteriali@comune.palermo.it MANUALE DELLE PROCEDURE U.O.

Dettagli

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia SCHEMA TIPO DI CONVENZIONE PER FUNERALI A PREZZI CALMIERATI Approvato con Deliberazione Consiliare n. 30 del 28/04/2011 INDICE Art. 1 Oggetto della fornitura 2 Art.

Dettagli

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico OGGETTO: ISTRUTTORIA PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI. IL RESPONSABILE DEL SETTORE PREMESSO che: Le tariffe di

Dettagli

Circolare Sefit n. 4548 del 15.10.2001 INDAGINE STATISTICA DELL ANCI SUL SISTEMA TARIFFARIO FUNEBRE E CIMITERIALE

Circolare Sefit n. 4548 del 15.10.2001 INDAGINE STATISTICA DELL ANCI SUL SISTEMA TARIFFARIO FUNEBRE E CIMITERIALE Circolare Sefit n. 4548 del 15.10.2001 INDAGINE STATISTICA DELL ANCI SUL SISTEMA TARIFFARIO FUNEBRE E CIMITERIALE In All. 1 si riporta la nota dell ANCI, con la quale si è avviata una indagine statistica

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI CAPO I CLASSIFICAZIONE DEL TRASPORTO FUNEBRE ART. 1 (Definizione di trasporto funebre) Per trasporto funebre si intende il

Dettagli

CONVENZIONE ART. 1 OGGETTO DELLA FORNITURA

CONVENZIONE ART. 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Allegato A alla delibera di G.C. n. 127 del 30.11.2009 IL SEGRETARIO COMUNALE Dott. Salvatore Velardi CONVENZIONE CONVENZIONE TRA IL COMUNE E LE IMPRESE ESERCENTI ATTIVITA FUNEBRI PER I SERVIZI DI CUI

Dettagli

CONCESSIONI AREA CIMITERIALE

CONCESSIONI AREA CIMITERIALE TARIFFARIO SERVIZI CIMITERIALI ISTITUZIONALI delibera del C.d.A. di AGEC n 44 del 22/12/2007 delibera del C.d.A. di AGEC n 140 del 21/10/2008 delibera del C.d.A. di AGEC n 157 del 25/11/2008 delibera del

Dettagli

C O M U N E D I A R C E N E Provincia di Bergamo CONVENZIONE

C O M U N E D I A R C E N E Provincia di Bergamo CONVENZIONE C O M U N E D I A R C E N E Provincia di Bergamo CONVENZIONE TRA IL COMUNE E L IMPRESA DI ONORANZE FUNEBRI PER PRESTAZIONI DI SERVIZI FUNEBRI ANNO 2012 Approvato con determinazione n. 427 del 20/12/2011

Dettagli

SETTORE A10: ONORANZE FUNEBRI

SETTORE A10: ONORANZE FUNEBRI SETTORE A10: ONORANZE FUNEBRI COFANI: Esercizio 2010 a) Cofano in larice liscio 1.320,00 b) Cofano in larice stampato 1.320,00 c) Cofano in larice con immagini sacre 1.801,00 d) Cofano in abete economico

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI

REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI COMUNE DI SAN PIETRO IN GUARANO (Prov. di COSENZA) IV SETTORE - SERVIZI CIMITERIALI Largo Municipio n 1 87047 San Pietro in Guarano (CS) Tel./Fax 0984.4725.24/44 E-mail: servizicimiteriali@comune.sanpietroinguarano.cs.it

Dettagli

ART. 3 (PREZZI A BASE DI GARA) I prezzi a base di gara, con riferimento ai quale i concorrenti dovranno presentare l offerta sono i seguenti:

ART. 3 (PREZZI A BASE DI GARA) I prezzi a base di gara, con riferimento ai quale i concorrenti dovranno presentare l offerta sono i seguenti: FOGLIO CONDIZIONI PER I SERVIZI DI RECUPERO E TRASPORTO SALME ED I SERVIZI FUNEBRI PER PERSONE INDIGENTI E BISOGNOSE PERIODO 01.11.2010 30.09.2013 CON POSSIBILITA DI RINNOVO PER ANALOGO PERIODO. ART. 1

Dettagli

Cosa è meglio sapere e cosa si deve fare in caso di evento luttuoso. Meglio sapere che... A cura di Padovan Srl Vicenza

Cosa è meglio sapere e cosa si deve fare in caso di evento luttuoso. Meglio sapere che... A cura di Padovan Srl Vicenza Cosa è meglio sapere e cosa si deve fare in caso di evento luttuoso Meglio sapere che... A cura di Padovan Srl Vicenza 1 Un informazione utile e doverosa significa conoscenza, trasparenza, affidabilità.

Dettagli

- all art. 14 definisce gli elementi fondamentali per la formazione del cerimoniere delle strutture per il commiato;

- all art. 14 definisce gli elementi fondamentali per la formazione del cerimoniere delle strutture per il commiato; REGIONE PIEMONTE BU39S3 25/09/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 22 settembre 2014, n. 22-343 Disciplina regionale dei corsi di formazione professionale relativi ai servizi funebri e cimiteriali

Dettagli

COMUNE DI DIMARO PROVINCIA DI TRENTO

COMUNE DI DIMARO PROVINCIA DI TRENTO COMUNE DI DIMARO PROVINCIA DI TRENTO MODIFICAZIONE ED AGGIORNAMENTO DEL REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA IN RELAZIONE ALLE ATTIVITA CIMITERIALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto)

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) Comune di Soave Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) ALLEGATO A) OPERE CIMITERIALI OPERAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE Adottato con deliberazione del Consiglio comunale n. 53 del 13 ottobre 2003 ART. 1 ESERCIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI NEL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO INDICE 1. Premessa 2. Principi fondamentali 3. Gli standard di qualità dei servizi 4. Impegni e programmi 5. I servizi erogati 6. Lampade Votive 7. Reclami

Dettagli

Carta dei Servizi. la generale pompe funebri spa

Carta dei Servizi. la generale pompe funebri spa Carta dei Servizi la generale pompe funebri spa Periodo di validità: 01 ottobre 2010 30 settembre 2012 1a revisione: settembre 2011 Perché tutto sia semplice in un momento difficile L Azienda I Valori

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA approvato con deliberazione del Commissario Straordinario n.24 del 15.05.2002 - OMISSIS - Il capo IV viene sostituito interamente dal seguente: Capo IV Trasporti funebri

Dettagli

Carta dei Servizi. L Azienda. Principi fondamentali. Standard qualitativi

Carta dei Servizi. L Azienda. Principi fondamentali. Standard qualitativi Carta dei Servizi L Azienda Principi fondamentali Standard qualitativi Perchè una Carta dei Servizi La presenza pubblica nel settore delle onoranze funebri è una tradizione consolidata nel territorio

Dettagli

Principi fondamentali Standard Qualitativi

Principi fondamentali Standard Qualitativi Principi fondamentali Standard Qualitativi UNICA AZIENDA DI ONORANZE FUNEBRI A PARTECIPAZIONE PUBBLICA DEI COMUNI DI RAVENNA E FAENZA II Perché una Carta dei Servizi La presenza pubblica nel settore delle

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE IMPRESE ESERCENTI L ATTIVITA FUNEBRE PER L ESECUZIONE DI SERVIZI FUNEBRI A PREZZI CONCORDATI

PROTOCOLLO D INTESA TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE IMPRESE ESERCENTI L ATTIVITA FUNEBRE PER L ESECUZIONE DI SERVIZI FUNEBRI A PREZZI CONCORDATI PROTOCOLLO D INTESA TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE IMPRESE ESERCENTI L ATTIVITA FUNEBRE PER L ESECUZIONE DI SERVIZI FUNEBRI A PREZZI CONCORDATI Premesso che: la Legge Regionale n. 33 del 30 dicembre

Dettagli

Comune di Castelnovo ne Monti

Comune di Castelnovo ne Monti ALLEGATO A AL CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI NEL CAPOLUOGO E NELLE FRAZIONI DESCRIZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITÀ A SERVIZIO SEPOLTURE ED ATTIVITA CONNESSE A1 -

Dettagli

Guida per l esame professionale di impresario/a di onoranze funebri

Guida per l esame professionale di impresario/a di onoranze funebri ASSOCIAZIONE SVIZZERA DI SERVIZI FUNEBRI Guida per l esame professionale di impresario/a di onoranze funebri Del 15.03.2005 / rev. Febbraio 2012 Visto l art. 2 cpv 21 del regolamento dell esame professionale

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA (Provincia di Trapani) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE (Approvato con deliberazione C.C. n 99 del 29/12/2008) CAPO I CLASSIFICAZIONE DEL TRASPORTO FUNEBRE

Dettagli

9^ - 10^ - 11^ - 12^ fila 88,00 8 Concessione ventennale ossari/cinerari doppi

9^ - 10^ - 11^ - 12^ fila 88,00 8 Concessione ventennale ossari/cinerari doppi ALLEGATO A TARIFFE CONCESSIONI CIMITERIALI 2012 1 Concessione quarantennale di loculo di 1.610,00 punta. Dal corrispettivo della concessione sono escluse le operazioni di apertura loculo, l inserimento

Dettagli

Delibera CC 68 del 30-09-1996 Modifica ed Integrazione di alcuni articoli del Regolamento di Polizia Mortuaria

Delibera CC 68 del 30-09-1996 Modifica ed Integrazione di alcuni articoli del Regolamento di Polizia Mortuaria Delibera CC 68 del 30-09-1996 Modifica ed Integrazione di alcuni articoli del Regolamento di Polizia Mortuaria CAPO IV TRASPORTO DEI CADAVERI ART. 24 1. Il trasporto di un cadavere, di resti mortali o

Dettagli

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO DELLE STRUTTURE CIMITERIALI

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO DELLE STRUTTURE CIMITERIALI CIMITERI Gli uffici amministrativi si trovano presso il Cimitero S. Michele, in Piazza dei Castellani. Orari di apertura al pubblico uffici amministrativi: Mattino: dal lunedì al venerdì: 08:00-11:30 Pomeriggio:

Dettagli

DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO

DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO ALLEGATO O PROGETTO Piano Regolatore Cimiteriale Settembre 2012 COMMITTENTE: Comune di Castano Primo presso Villa Rusconi Corso Roma 20022

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA E SERVIZI CIMITERIALI

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA E SERVIZI CIMITERIALI REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA E SERVIZI CIMITERIALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N. 64 DEL 30/11/2002 PUBBLICATO ALL ALBO PRETORIO DEL COMUNE DAL 10/12/2002 AL 24/12/2002 ESECUTIVO IL 20/12/2002

Dettagli

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n, 19 del 27 aprile 2001 Modificato con Deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

SO.CREM - VARESE Società Varesina per la Cremazione c/o Palazzo Comunale Via Sacco 5 - Varese via Marcobi 10 Varese tel 0332 234216

SO.CREM - VARESE Società Varesina per la Cremazione c/o Palazzo Comunale Via Sacco 5 - Varese via Marcobi 10 Varese tel 0332 234216 SO.CREM - VARESE Società Varesina per la Cremazione c/o Palazzo Comunale Via Sacco 5 - Varese via Marcobi 10 Varese tel 0332 234216 VADEMECUM PER IL SOCIO SOMMARIO SO. CREM Associazione senza scopo di

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 674 Data : 20/07/2010 SETTORE: SETTORE SERVIZI ISTITUZIONALI Servizio : Stato Civile Leva Servizi Cimiteriali I.D. n. 4826767 del 20/07/2010 OGGETTO : Convenzione per

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI FUNERARI IN LOMBARDIA

GUIDA AI SERVIZI FUNERARI IN LOMBARDIA Libretto Servizi Funebri 21-03-2007 11:26 Pagina 1 1955 UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE LOMBARDO E PROVINCIALE DI MILANO GUIDA AI SERVIZI FUNERARI IN LOMBARDIA Programma generale di intervento

Dettagli

Approvato con deliberazione n. 08 adottata dalla Giunta Comunale nella seduta del 14.02.2001

Approvato con deliberazione n. 08 adottata dalla Giunta Comunale nella seduta del 14.02.2001 Approvato con deliberazione n. 08 adottata dalla Giunta Comunale nella seduta del 14.02.2001 1 CAPO l CLASSIFICAZIONE DEL TRASPORTO FUNEBRE Art. I Definizione di trasporto funebre 1. Costituisce trasporto

Dettagli

Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino)

Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino) Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino) DOCUMENTO SPECIFICAZIONE DEL SERVIZIO E DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO CREMATORIO Contratto di concessione per la progettazione, realizzazione e gestione

Dettagli

CONVENZIONE FUNET SERVIZI FUNEBRI

CONVENZIONE FUNET SERVIZI FUNEBRI FUNET Servizi Funebri Web: www.funet.it Email: info@funet.it Tel. 06.79.171.79 Fax 06.62.298.694 Via Monte Grappa 20/22 00043 Ciampino (Roma) CONVENZIONE FUNET SERVIZI FUNEBRI L'Intento di FuNet è quello

Dettagli

CONVENZIONI STIPULATE CON AGENZIE DI ONORANZE FUNEBRI PER L ANNO 2013. ----ooo----- CONVENZIONE A

CONVENZIONI STIPULATE CON AGENZIE DI ONORANZE FUNEBRI PER L ANNO 2013. ----ooo----- CONVENZIONE A SOCREM Società Mantovana per la cremazione 46100 MANTOVA - VIA ALTOBELLI, 19-0376/220886 - Pag. 1 CONVENZIONI STIPULATE CON AGENZIE DI ONORANZE FUNEBRI PER L ANNO 2013 La tariffa di cremazione, per l anno

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE WG55U ATTIVITÀ 96.03.00 SERVIZI DI POMPE FUNEBRI E ATTIVITÀ CONNESSE Febbraio 2014 Documento non definitivo PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore VG55U Servizi di pompe funebri

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO IN RI O Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI SAN MARTINO IN RI O Provincia di Reggio Emilia COMUNE DI SAN MARTINO IN RI O Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con delibera consiliare n.19 del 10.3.92 - Modificato con delibere consiliari nn.44 del 28.6.93, 77 del

Dettagli

funerali ZAZIONE ORGANIZZAZIONE FUNEBRE funerali Cosa fare in caso di decesso Municipi appartenenza cimiteri Destinazione salma

funerali ZAZIONE ORGANIZZAZIONE FUNEBRE funerali Cosa fare in caso di decesso Municipi appartenenza cimiteri Destinazione salma ZAZIONE ORGANIZZAZIONE FUNEBRE Cosa fare in caso di decesso Destinazione salma Municipi appartenenza cimiteri Prospetto servizio riservato al personale militare e civile del Ministero della Difesa CATTOLICA

Dettagli

COMUNE DI MONTE DI MALO

COMUNE DI MONTE DI MALO COMUNE DI MONTE DI MALO REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA INDICE Titolo I Norme generali... pag. 5 Art. 1 (Oggetto del Regolamento)... pag. 5 Art. 2 (Competenze)... pag. 5 Art. 3 (Servizi gratuiti

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO. Approvata con deliberazione di G.C. n. del

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO. Approvata con deliberazione di G.C. n. del CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO Approvata con deliberazione di G.C. n. del 1 INDICE 1. PREMESSA... 3 2. PRINCIPI FONDAMENTALI... 3 3. GLI STANDARD DI QUALITÀ DEI SERVIZI... 4 4. IMPEGNI

Dettagli

Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale.

Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale. Comune di Bracciano Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale. Tariffe relative ai diritti sui servizi a domanda individuale e sulle operazioni da effettuare nei cimiteri comunali;

Dettagli

CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Servizi Demografici e Cimiteriali

CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Servizi Demografici e Cimiteriali CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Servizi Demografici e Cimiteriali SERVIZI CIMITERIALI - CONCESSIONE CIMITERIALE DI SEPOLTURA INDIVIDUALE I servizi cimiteriali si occupano di tutti gli

Dettagli

RICHIEDENTE Cognome e Nome Sesso Codice fiscale Rapporto di parentela

RICHIEDENTE Cognome e Nome Sesso Codice fiscale Rapporto di parentela N. PRAT. CREMAZIONE Comune di morte Prov. Stato iniziale Luogo dove si trova la salma CHIUSURA ANTICIPATA Comune destinazione finale Prov. Stato finale DEFUNTO Cognome e Nome Sesso Cognome coniuge Codice

Dettagli

TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009

TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009 TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009 TARIFFARIO DELLE OPERAZIONI CIMITERIALI TARIFFA IN EURO Inumazioni meccaniche di salme non residenti 104,00 Inumazioni manuali di salme

Dettagli

REGOLAMENTO TRASPORTI FUNEBRI

REGOLAMENTO TRASPORTI FUNEBRI Pagina 1 di 10 REGOLAMENTO TRASPORTI FUNEBRI APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 130 DEL 20 DICEMBRE 2011 ART. 1 DEFINIZIONI Ai fini della Legge Regionale 3 agosto 2011 n. 15 costituisce trasporto

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari Comune di Pieve di Cento P.zza Andrea Costa, n 17 Pieve di Cento - Provincia di Bologna - C.A.P. 40066 P.I. 00510801202 - C.F. 00470350372 - Tel. 051/6862681 - Fax 051/6862692 III Settore - Ufficio Tecnico

Dettagli

Comune di Cinisello Balsamo Settore Servizi ai Cittadini U.O.C. Servizi Demografici e Cimiteriali Servizi Cimiteriali

Comune di Cinisello Balsamo Settore Servizi ai Cittadini U.O.C. Servizi Demografici e Cimiteriali Servizi Cimiteriali Comune di Cinisello Balsamo Settore Servizi ai Cittadini U.O.C. Servizi Demografici e Cimiteriali Servizi Cimiteriali SCHEMA DI CONVENZIONE TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE IMPRESE ESERCENTI L ATTIVITA

Dettagli

Comune di Serravalle Scrivia

Comune di Serravalle Scrivia Comune di Serravalle Scrivia Provincia di Alessandria Via Berthoud 49 - tel. 0143/609431 - fax 61522 - cap 15069 www.comune.serravalle-scrivia.al.it REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA E DEL SERVIZIO

Dettagli

REALIZZAZIONE COMPLESSO COSTITUITO DA IMPIANTO DI CREMAZIONE E SALA DEL COMMIATO

REALIZZAZIONE COMPLESSO COSTITUITO DA IMPIANTO DI CREMAZIONE E SALA DEL COMMIATO Regione Lazio Provincia di Rieti COMUNE di BORGOROSE REALIZZAZIONE COMPLESSO COSTITUITO DA IMPIANTO DI CREMAZIONE E SALA DEL COMMIATO Realizzazione con il sistema del promotore art. 153 e seguenti del

Dettagli

Le operazioni di esumazione

Le operazioni di esumazione Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI 1 PERCHÉ

Dettagli

In caso di lutto in famiglia

In caso di lutto in famiglia Ingresso Cimitero Monumentale di Lecco In caso di lutto in famiglia Norme e indicazioni utili Servizi di Stato civile - Servizi cimiteriali Quando accade un evento luttuoso, ci troviamo spesso impreparati.

Dettagli

COMUNE DI LADISPOLI Provincia di Roma

COMUNE DI LADISPOLI Provincia di Roma COMUNE DI LADISPOLI Provincia di Roma Regolamento di Polizia Mortuaria. (Approvato con delibera di C.C. n. 69 del 20.09.1999) (Modificato con delibera di C.C. n. 79 del 12.12.2001) INDICE GENERALE TITOLO

Dettagli

IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti

IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti I CIMITERI Il Comune di Cremona gestisce i seguenti cimiteri: il Civico Cimitero di Cremona (foto 1) via Cimitero 1 - Cremona 1 il Cimitero

Dettagli

TARIFFARIO CIMITERIALE

TARIFFARIO CIMITERIALE TARIFFARIO CIMITERIALE SERVIZI CIMITERIALI a decorrere dall 1.10.2011 SERVIZI CIMITERIALI Tumulazione di feretro in loculo di testa (80 x 80) cm, ubicato in qualsiasi fila dalla 1^ alla 6^ TARIFFA (IVA

Dettagli

COMUNE DI MOTTA VISCONTI PROVINCIA DI MILANO PIANO REGOLATORE CIMITERIALE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

COMUNE DI MOTTA VISCONTI PROVINCIA DI MILANO PIANO REGOLATORE CIMITERIALE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE COMUNE DI MOTTA VISCONTI PROVINCIA DI MILANO _ PIANO REGOLATORE CIMITERIALE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE (Approvato con deliberazione di C.C. n. -- del --.--.----) Sommario ART.1 - APPLICAZIONE DEL PIANO...

Dettagli

A voi tutti, cittadine e cittadini carissimi, i nostri saluti più cordiali e rispettosi

A voi tutti, cittadine e cittadini carissimi, i nostri saluti più cordiali e rispettosi Sono lieto di presentare ai cittadini di Udine la Carta della Qualità dei Servizi offerti dal Comune di Udine. Per ogni servizio specifico, la Carta della Qualità dei Servizi fissa le caratteristiche e

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO DEL CIMITERO COMUNALE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Scopo Proprietà, ubicazione Amministrazione Registro delle sepolture Art. 1 Il presente regolamento disciplina l utilizzazione degli spazi

Dettagli

COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011

COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011 COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011 Seppellimento in terra di una salma e di un'urna cineraria Esumazione ordinaria e straordinaria Tumulazione in loculo Tumulazione di resti o ceneri

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA E CIMITERIALE

REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA E CIMITERIALE C O M U N E D I M A R T E L L A G O c. a. p. 30030 Provincia di Venezia Cod. Fisc. 82003170279 REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA E CIMITERIALE (approvato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VG55U ATTIVITÀ 96.03.00 SERVIZI DI POMPE FUNEBRI E ATTIVITÀ CONNESSE Gennaio 2011 Documento non definitivo PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore UG55U Servizi di pompe funebri

Dettagli

Comune di Cimego. Regolamento di polizia mortuaria e cimiteriale

Comune di Cimego. Regolamento di polizia mortuaria e cimiteriale Comune di Cimego Regolamento di polizia mortuaria e cimiteriale Sommario Capo I Disposizioni generali 3 Art. 1 Oggetto del regolamento 3 Art. 2 Proprietà e gestione del cimitero 3 Art. 3 Manutenzione del

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7 LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7 Disciplina della cremazione e altre disposizioni in materia cimiteriale (b.u. 1 luglio 2008, n. 27, suppl. n. 1) Art. 1 Oggetto e finalità 1. Questa legge, nel rispetto

Dettagli

Regolamento del cimitero del Comune di Lumino

Regolamento del cimitero del Comune di Lumino Regolamento del cimitero del Comune di Lumino Comune di Lumino Regolamento del cimitero del Comune di Lumino 2 CAPITOLO I: Organizzazione del cimitero Art. 1 Autorità competente Art. 2 Registrazione Art.

Dettagli

c) decesso in Struttura Ospedaliera o RSA In tale caso, il decesso è constatato ovviamente dal personale medico della struttura.

c) decesso in Struttura Ospedaliera o RSA In tale caso, il decesso è constatato ovviamente dal personale medico della struttura. DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO COMPARTO IGIENE PUBBLICA VIA A. CANTORE N. 20 25128 BRESCIA Tel. 030/3838613 Fax 030/3838710 E-mail:igiene pubblica.comparto@aslbrescia.it Brescia, 06.10.2008 1. LA DIAGNOSI

Dettagli

Comune di RIPARBELLA Provincia di PISA

Comune di RIPARBELLA Provincia di PISA Comune di RIPARBELLA Provincia di PISA U.O. SERVIZI CIMITERIALI E POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO PER LA CREMAZIONE, LA CONSERVAZIONE, L AFFIDAMENTO E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE

Dettagli

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto APPENDICE AL REGOLAMENTO PER L USO, L ACCESSO E LA VISITABILITÀ DEI CIMITERI COMUNALI ------------------------------- NORME RELATIVE ALL AFFIDAMENTO, ALLA CONSERVAZIONE ED ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI. Articolo 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI. Articolo 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI Articolo 1 Oggetto dell appalto - L appalto ha per oggetto il Servizio di trasporto funebre e gli obblighi per la ditta

Dettagli

Prot. n. 575 Ns. Rif. /UT/LLPP/BS/Brogin Patrizia Noventa Vic., 12.1.2015

Prot. n. 575 Ns. Rif. /UT/LLPP/BS/Brogin Patrizia Noventa Vic., 12.1.2015 - CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA tra i COMUNI DI NOVENTA VICENTINA, ALBETTONE e CAMPIGLIA DEI BERICI Provincia di Vicenza Sede in Piazza IV Novembre 1 36025 Noventa Vicentina Tel. 0444 788518 fax 0444 788540

Dettagli

OGGETTO: RIDETERMINAZIONE TARIFFE PER I SERVIZI CIMITERIALI CON DECORRENZA GENNAIO 2011.

OGGETTO: RIDETERMINAZIONE TARIFFE PER I SERVIZI CIMITERIALI CON DECORRENZA GENNAIO 2011. COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 220 OGGETTO: RIDETERMINAZIONE TARIFFE PER I SERVIZI CIMITERIALI CON DECORRENZA GENNAIO 2011. L anno duemiladieci addì due del mese di Dicembre alle

Dettagli

3.1 APERTURA E CHIUSURA DEGLI ACCESSI DEL CIMITERO MONUMENTALE

3.1 APERTURA E CHIUSURA DEGLI ACCESSI DEL CIMITERO MONUMENTALE 3.1 APERTURA E CHIUSURA DEGLI ACCESSI DEL CIMITERO MONUMENTALE Il servizio di apertura e chiusura degli accessi del cimitero monumentale non verrà effettuato durante tutta la durata contrattuale, ma comincerà

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 7 del 02.04.2004 1 INDICE TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI...4 Art. 1 - OGGETTO... 4 Art. 2 - VIGILANZA E MANUTENZIONE...

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA COMUNE DI SOSTEGNO PROVINCIA DI BIELLA REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA.................. 94181 R1 I N D I C E TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Capo I - Disposizioni generali Art. 1 - Oggetto Art. 2 -

Dettagli

Pianificazione Cimiteriale: fra nuove regole e antichi doveri

Pianificazione Cimiteriale: fra nuove regole e antichi doveri Pianificazione Cimiteriale: fra nuove regole e antichi doveri Lo stato dell arte in Regione Toscana Emanuela Balocchini Servizi di Prevenzione in sanità Pubblica e veterinaria Regione Toscana 1 Quali ambiti

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 11 del 06.03.2008 Pag. 1 INTRODUZIONE AL REGOLAMENTO 5 GLOSSARIO 5 CAPITOLO I 9 DISPOSIZIONI PRELIMINARI 9

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE (Cimiteri di Legnago e Vigo-Vangadizza) ALLEGATO A) OPERAZIONI CIMITERIALI Cap.

Dettagli

Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005

Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005 Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005 Art.61 Oggetto e finalità 1. Il presente Capo disciplina la cremazione, l affidamento, la conservazione

Dettagli

proposta di legge n. 256

proposta di legge n. 256 REGIONE MARCHE 1 CONSIGLIO REGIONALE proposta di legge n. 256 a iniziativa dei Consiglieri Procaccini, Martoni presentata in data 16 settembre 2004 NORME IN MATERIA DI ATTIVITA E SERVIZI NECROSCOPICI FUNEBRI

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG55U ATTIVITÀ 96.03.00 SERVIZI DI POMPE FUNEBRI E ATTIVITÀ CONNESSE

STUDIO DI SETTORE UG55U ATTIVITÀ 96.03.00 SERVIZI DI POMPE FUNEBRI E ATTIVITÀ CONNESSE STUDIO DI SETTORE UG55U ATTIVITÀ 96.03.00 SERVIZI DI POMPE FUNEBRI E ATTIVITÀ CONNESSE Marzo 2008 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore TG55U Servizi di pompe funebri e attività connesse è stata

Dettagli

REGOLAMENTO SUL CIMITERO

REGOLAMENTO SUL CIMITERO Comune di Braggio Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO SUL CIMITERO Regolamento sul cimitero Pagina 1 di 12 Indice CAPITOLO 1... 4 GENERALITÀ... 4 SORVEGLIANZA E AMMINISTRAZIONE... 4 Art. 1 Base legale...

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA Comune di Morciano di Romagna Provincia di Rimini DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA NON PUBBLICA N. 164 IN DATA 23/12/2008 O G G E T T O APPROVAZIONE NUOVE TARIFFE DEI SERVIZI

Dettagli

Oggetto: Istanza di interpello - Trattamento IVA da riservare alle concessioni in uso a privati di loculi, cappelle ed altri manufatti cimiteriali.

Oggetto: Istanza di interpello - Trattamento IVA da riservare alle concessioni in uso a privati di loculi, cappelle ed altri manufatti cimiteriali. RISOLUZIONE N. 376/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 novembre 2002 Oggetto: Istanza di interpello - Trattamento IVA da riservare alle concessioni in uso a privati di loculi, cappelle

Dettagli

COMUNE DI BAREGGIO Provincia di Milano

COMUNE DI BAREGGIO Provincia di Milano COMUNE DI BAREGGIO Provincia di Milano Determinazione Numero Data Data esecutività Servizi Demografici 5 22/02/2013 27/02/2013 Oggetto: AFFIDO SERVIZI ISTITUZIONALI DI CUI ALL'ART. 34 DEL REGOLAMENTO REGIONALE

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI. APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 49 DEL 30.10.2008 Art: 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento

Dettagli

Carta dei servizi 2015 Revisione 27.07.2015 Perché tutto sia semplice, nel momento più difficile

Carta dei servizi 2015 Revisione 27.07.2015 Perché tutto sia semplice, nel momento più difficile Carta dei servizi 2015 Revisione 27.07.2015 Perché tutto sia semplice, nel momento più difficile Esposizione e ufficio: Via Tirino, 344 65129 Pescara (PE) http://oflarinascente.com Sommario L'Azienda...3

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI

REGOLAMENTO COMUNALE DI Allegato 1 COMUNE DI CAMPOGALLIANO REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con Delibera C.C. n. 85 del 29/11/2001 Modificato con Delibera C.C. n. del A2003073100040.doc 1 INDICE CAPO I DISPOSIZIONI

Dettagli

COMUNE DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI.

COMUNE DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. COMUNE DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. CAPO I NORME GENERALI Art. 1 Oggetto e finalità. 1. Il presente

Dettagli

T A R I F F E CIMITERIALI. approvate con delibera della Giunta Comunale n. 314 del 11.12.2013. Leverington cemetery, William Trost Richards, 1861

T A R I F F E CIMITERIALI. approvate con delibera della Giunta Comunale n. 314 del 11.12.2013. Leverington cemetery, William Trost Richards, 1861 T A R I F F E Leverington cemetery, William Trost Richards, 1861 CIMITERIALI approvate con delibera della Giunta Comunale n. 314 del 11.12.2013 IN VIGORE DAL 01.01.2014 Tariffe Cimiteriali in vigore dal

Dettagli