A cura del Dott. Giovanni Rubino

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A cura del Dott. Giovanni Rubino"

Transcript

1 A cura del Dott. Giovanni Rubino

2 CURE TERMALI NELLA STORIA Nelle civiltà del passato, sia occidentali che orientali, accanto all immagine generatrice dell acqua si associano con frequenza i concetti di purezza, fertilità e soprattutto di sacralità dell acqua.

3 Gerusalemme: Piscina Probativa e Chiesa di S. Anna

4 CURE TERMALI NELLA STORIA Ai primordi della storia la sacralità delle acque andava spesso di pari passo con l attività terapeutica. L immersione in alcuni fiumi sacri ( il Giordano, il Gange, il Nilo ), oltre a purificare lo spirito, serviva a curare i mali del corpo.

5 CURE TERMALI NELLA STORIA Il culto dell acqua purificatrice e sanatrice è stato tramandato fino ai nostri giorni sopravvivendo non solo in Africa ed in Asia, ma anche in alcuni paesi europei dove si conserva l usanza dei bagni miracolosi in determinati corsi d acqua.

6 purificazione nel Gange

7 il bagno nell acqua sacra del Gange purifica uomini e cose

8 Lourdes: l immersione è vissuta dai pellegrini come una tappa di conversione

9 CURE TERMALI NELLA STORIA La medicina nella Grecia antica identificava la purezza dell acqua con le sue proprietà benefiche. Per tale ragione i templi in cui si celebrava il culto della medicina ( in particolare quelli dedicati al dio Asclepio ) erano costruiti in prossimità di sorgenti minerali, dove i malati potevano fare le loro purificazioni rituali. Il più famoso di questi templi si trovava nell isola di Coo ed era la sede della scuola di Ippocrate: il padre della medicina occidentale.

10

11 CURE TERMALI NELLA STORIA La scuola di Coo produsse il Corpus Hippocraticum che può considerarsi il primo trattato di medicina della storia. Molti capitoli sono dedicati al problema delle acque considerate sotto vari aspetti: caratteri organolettici, igiene, uso dei bagni in varie malattie, azione dell acqua calda e di quella fredda sul corpo umano.

12 CURE TERMALI NELLA STORIA Il significato dei bagni termali cambia profondamente in epoca romana allorchè assumono un ruolo specifico sotto l aspetto sociale e culturale. Le terme vengono costruite in ogni centro abitato ed in epoca imperiale raggiunsero la massima importanza per la vita della città.

13 CURE TERMALI NELLA STORIA Terme Romane in epoca imperiale: Edifici lussuosi Accesso consentito a tutte le classi sociali Prezzi controllati e contenuti Dal 31 a. C. accesso permesso anche alle donne, in reparti riservati o in orari differenti da quelli degli uomini Sistema di riscaldamento centralizzato ( ipocaustum ) Dotazione di biblioteche,sale conferenze, palestre, stadi, solari ecc.

14 Roma Le Terme di Caracalla, costruite intorno al 215 d.c., potevano ospitare fino a 1600 persone.

15 CURE TERMALI NELLA STORIA L idroterapia prevedeva diverse fasi: Ginnastica in palestra o bagno di sole o massaggio energico Calidarum: bagno ad alta temperatura in ambiente saturo di vapori Tepidarium: bagno a temperatura più bassa per abituarsi alla fase successiva Frigidarium: immersione in acqua fredda Il ciclo poteva essere ripetuto più volte durante la giornata. Alcune strutture erano dotate del laconicum, sala surriscaldata con nicchie alle pareti per effettuare i bagni di sudore

16 Terme romane: planimetria

17 CURE TERMALI NELLA STORIA La scuola atomista considerava le malattie come effetto della sproporzione tra atomi e pori del corpo. L alternarsi del caldo e del freddo aveva il compito di allenare la sostanza corporea a non ricevere danno in conseguenza dell attacco di fattori morbosi.

18 CURE TERMALI NELLA STORIA I medici romani fecero le prime classificazioni delle acque, cercando di trovare un nesso tra azione curativa e caratteristiche chimico-fisiche Plinio classifica le acque in sulfuree, saline, ferruginose, bituminose ed albuminose a seconda della tinta assunta dal residuo per effetto del calore o a seconda delle macchie lasciate sul rame.

19 CURE TERMALI NELLA STORIA Il declino dell Impero Romano portò alla rovina le terme, gli acquedotti, le fontane e le vie di scolo; i consistenti flussi d acqua che attraversavano le città non furono più disponibili, determinando l abbassamento del livello igienico generale e favorendo il proliferare delle malattie.

20 CURE TERMALI NELLA STORIA Con l ascesa del Cristianesimo il bagno di piacere divenne il simbolo del peccato, e per l intero corso del Medioevo l acqua fu vista come una fonte di pericolo per la salute. Veniva sostituita con pezze, unguenti e borotalco ed era credenza diffusa che fosse meglio non lavarsi mai.

21 CURE TERMALI NELLA STORIA L idrologia riceve nuovo e forte slancio a partire dall 800 per effetto dei progressi della chimica e della biologia. Si abbandona l empirismo prevalso nei secoli precedenti e si ricercano gli elementi chimici, presenti nelle acque minerali, che spiegano gli effetti biologici. Inizia una stagione che vede svilupparsi in Europa molti centri termali. Passare le acque o andare ai bagni diventa una moda diffusa. E la nascita del termalismo moderno.

22 Terme di Levico Grand Hotel Imperial

23 Origine e formazione delle acque minerali e termali L acqua nelle rocce L acqua è contenuta nelle rocce in forma diversa: come acqua di cristallizzazione (in alcuni minerali), come acqua di ritenzione e come acqua di gravità. L acqua di cristallizzazione è saldamente legata nelle molecole dei minerali; l acqua di ritenzione è trattenuta nei micropori dei granuli. Questa acqua è ferma, in quanto le forze di attrazione del dipolo H2O sono superiori alla gravità. L acqua di gravità occupa tutti gli spazi lasciati liberi dall acqua di ritenzione (spazi vuoti entro le rocce) ed è quella che si muove per gravità. E questa l acqua comunemente indicata come acqua presente in una falda, ed è quindi mobile: può esser estratta attraverso pozzi oppure fuoriuscire da sorgenti. L acqua di interesse estrattivo è quindi contenuta nel sottosuolo in depositi più o meno estesi definiti falde. Le falde possono avere estensioni di decine o di centinaia di chilometri con spessori di decine di metri.

24 Origine e formazione delle acque minerali e termali Si hanno acquiferi liberi quando il livello dell acqua sotterranea contenuta nell acquifero (livello freatico) è libero di scendere e salire in funzione di flussi idrici in uscita o in ingresso. Si distingue una zona di saturazione (interamente occupata dall acqua) e il volume sovrastante il deposito d acqua (zona non satura). In particolare, in aree dove gli acquiferi sono presenti in rocce sedimentarie (ghiaie, sabbie, ecc.), si possono avere più falde idriche sovrapposte: si definisce acquifero freatico il primo acquifero libero che si incontra procedendo dalla superficie verso il basso

25 Origine e formazione delle acque minerali e termali Acquifero libero o freatico. Si osserva una zona di saturazione (interamente occupata dall acqua) e la superficie superiore del deposito d acqua. Il relativo livello (livello freatico) è libero di scendere e salire nell acquifero in funzione di flussi idrici in uscita o in ingresso (Disegno di G. Domini).

26 Origine e formazione delle acque minerali e termali Si hanno acquiferi confinati o artesiani quando presentano un tetto di rocce impermeabili; tutto lo spessore dell acquifero è saturo d acqua in pressione. L eventuale presenza di un pozzo perforato in un acquifero confinato determina una risalita di acqua fino a che la colonna idrostatica equilibra la pressione dell acqua presente nell acquifero. Si può introdurre così il concetto di superficie piezometrica come l insieme dei punti che corrispondono alla pressione esistente nell acquifero. Quando la superficie piezometrica è superiore al piano di campagna si ha fuoruscita di acqua spontaneamente dal pozzo. Sono questi gli acquiferi confinati o artesiani e le falde contenute sono definite falde artesiane

27 Origine e formazione delle acque minerali e termali Acquifero artesiano. L acqua contenuta è in pressione perché il tetto superiore è impermeabile e la struttura è tale che la superficie piezometrica è posta a livello superiore al piano di campagna. La perforazione di un pozzo determina la fuoriuscita spontanea di acqua. (Disegno di G. Domini).

28 Origine e formazione delle acque minerali e termali Proprietà delle rocce La permeabilità delle rocce indica la differente disponibilità delle roccia a lasciarsi attraversare dall acqua. Generalmente si distingue una permeabilità per porosità quando questa è dovuta ad una struttura formata da granuli poco coerenti che lasciano passare l acqua (sabbie, ghiaie, ecc.) e una permeabilità per fratture, quando una roccia, sottoposta a fratturazione, dà origine a spazi vuoti che permettono il passaggio dell acqua. Sono permeabili i terreni alluvionali formati da ghiaie e sabbie, i depositi morenici, i depositi di origine eolica (dune), molte rocce vulcaniche perché spesso formate da depositi incoerenti, infine rocce apparentemente compatte come calcari e marmi, dolomie, sono spesso molto permeabili per fratturazione. Si definiscono impermeabili i terreni entro cui non si hanno movimenti significativi di acque: fra queste si ricordano le argille e gli strati rocciosi formati da marne (quando non fratturate) e altre rocce come graniti, alcune lave, purché non fessurate..

29 Origine e formazione delle acque minerali e termali La porosità (Pr) di una roccia è il rapporto fra il volume degli spazi vuoti (Vv) e il volume totale (Vt); quanto più è elevata la porosità, tanto maggiore è il volume di acqua che può essere immagazzinata in una roccia. La porosità varia con la tipologia delle rocce: si ha una porosità interstiziale quando vi sono spazi lasciati dai granuli depositati (rocce sciolte come ghiaie e sabbie), oppure fessure

30 Origine e formazione delle acque minerali e termali In relazione alla porosità, le rocce hanno un diverso comportamento nei confronti dell acqua. Si definiscono rocce acquifughe quelle praticamente prive di porosità: queste non contengono quantità significative di acqua e non hanno capacità di trasmissione (graniti e calcari non fratturati). Sono acquiclude le rocce con bassa porosità che contengono acqua quasi tutta di ritenzione (acqua trattenuta dalle forze di adesione e legata per effetto della polarità della molecola dell acqua), sono rocce quasi impermeabili che differiscono poco dalle acquifughe. Le rocce acquifere sono quelle di interesse ai fini del contenuto e della possibilità di estrazione di acqua. Sono rocce porose e con possibilità di essere attraversate dall acqua; principalmente ghiaie, sabbie e le rocce fratturate come calcari, dolomie e altre. In senso più esteso, con il termine acquifero si intende l insieme di rocce con capacità di trasportare e contenere acqua.

31 Origine e formazione delle acque minerali e termali La composizione chimica di un'acqua sotterranea dipende dalla natura mineralogica e dalla solubilità delle rocce con cui è venuta in contatto, dal tempo di residenza e dal potere solvente dell'acqua, legato soprattutto alla temperatura e al ph. I principali componenti delle acque (sodio, potassio, calcio, magnesio, idrogenocarbonato, solfato, cloruro) costituiscono circa il 99% di tutte le sostanze presenti nelle acque naturali e sono perciò definiti componenti principali.

32 Origine e formazione delle acque minerali e termali Si definiscono elementi in traccia quegli elementi presenti in un'acqua in concentrazioni molto basse, di solito dell'ordine dei microgrammi per litro (µg/l) e dei nanogrammi per litro (ng/l). Tra questi, quelli di maggior interesse farmacologico sono elementi come arsenico, cromo, manganese, ferro, selenio. Alcuni di questi sono elementi che possono determinare le peculiari caratteristiche medicamentose di alcune acque termali, ma con uso fuori dal controllo medico possono avere effetti tossici.

33 Origine e formazione delle acque minerali e termali Le rocce da cui provengono solitamente le principali specie chimiche sono: a) Rocce carbonatiche La circolazione delle acque nelle rocce calcaree e dolomitiche avviene soprattutto attraverso condotti di origine carsica ben localizzati. Ciò limita la superficie di contatto tra acqua e roccia e quindi il passaggio di ioni in soluzione. Le acque provenienti da acquiferi carbonatici sono in genere ricche in bicarbonati e povere di cloruri e solfati, con tenori percentualmente elevati di Ca e Mg e bassi di Na e K.

34 Origine e formazione delle acque minerali e termali b) Rocce evaporitiche Rocce di questa natura, possono trovarsi disperse in depositi terrigeni o come strati a se stanti; esse sono formate frequentemente da solfati e cloruri misti di sodio, potassio, calcio e magnesio. In particolare, le acque che vengono a contatto con rocce contenti gesso si arricchiscono rapidamente in solfati grazie alla loro elevata solubilità. Anche il salgemma (cloruro di sodio), per la sua solubilità molto elevata, fa sì che acque che attraversano queste rocce ne sciolgano grandi quantità arricchendosi in misura considerevole di ioni Cl- e Na+.

35 Origine e formazione delle acque minerali e termali c) Argille e marne I terreni ricchi di argilla sono caratterizzati da una permeabilità bassissima, pertanto le acque che si trovano in acquiferi contenenti argille hanno moti lentissimi e quindi hanno tutto il tempo di arricchirsi di ioni. Nel caso delle marne (roccia formata da calcare e argilla in percentuale variabile) assume rilevanza il contenuto di calcio e magnesio. Le acque provenienti da argille, quando queste si sono formate in ambienti riducenti, contengono talvolta ammonio.

36 Origine e formazione delle acque d) Sabbie e ghiaie minerali e termali Le acque circolanti in questo tipo di rocce presentano medie velocità di flusso e un elevato sviluppo della superficie di contatto acquaroccia. Se la componente calcarea dei clasti è rilevante si avranno alti tenori di calcio disciolto (ad es. acque ad elevata durezza). Ghiaie, sabbie e ciottoli costituiscono oltre l 80% di tutti gli acquiferi del mondo sfruttati per la produzione di acqua.

37 Origine e formazione delle acque e) Rocce cristalline minerali e termali Le rocce cristalline (graniti, gneiss, filladi, ecc.) sono costituite per lo più da minerali a bassa solubilità e pertanto le acque che vengono a contatto con questi tipi di rocce si arricchiscono assai poco di minerali. I pochi ioni in soluzione sono costituiti prevalentemente da sodio e potassio.

38 Origine e formazione delle acque minerali e termali La mineralizzazione delle acque è prodotta da vari meccanismi, tra cui sembra avere effetto prevalente l azione dell anidride carbonica disciolta nelle acque di pioggia (ma anche quella prodotta nel suolo attraverso reazioni metaboliche da parte della flora microbica) che attacca le rocce (carbonati e silicati) determinando la formazione di un acqua ricca principalmente in bicarbonato, calcio e magnesio. Si verifica anche un attacco, di minore entità, da parte di soluzioni acide prodotte dalla solubilizzazione di gas acidi come ossidi zolfo e ossidi di azoto prodotti da fonti naturali e di natura antropica.

39 Origine e formazione delle acque minerali e termali Le acque termali ad elevata mineralizzazione e a temperatura elevata sono originate da differenti processi, fra questi i più importanti sono: Penetrazione delle acque superficiali di alimentazione a grandi profondità, dove si trovano rocce calde che riscaldando l acqua ne determinano la risalita. Il prolungato contatto con le rocce e la temperatura elevata determinano l arricchimento in vari composti e elementi, alcuni dei quali poco solubili in differenti condizioni ambientali. In zone profonde della crosta dove si riscontrano elevati flussi di calore, le acque possono essere coinvolte in fasi di vaporizzazione e condensazione interessando differenti strati geologici. Immissione in acque sotterranee di fluidi caldi contenenti sostanze volatili: per questo motivo alcune acque calde sono ricche di sostanze gassose o volatili, come CO2, B, As, Sb, Hg, CH4, H2S, He, Rn.

40 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Una classificazione che può sufficientemente comprendere l insieme di tutte le acque in uso, può essere la seguente: acque potabili acque di sorgente acque minerali naturali acque termali

41 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque potabili

42 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque potabili Sono le acque comunemente definite potabili e distribuite tramite pubblici acquedotti, ma anche in cisterne, in bottiglie e altri contenitori. Fra queste acque sono comprese anche quelle impiegate per la preparazione dei cibi, bevande o per usi domestici; e quelle utilizzate nelle industrie alimentari. I requisiti di qualità delle acque destinate al consumo umano vengono valutati sulla base dei valori e delle indicazioni relative a 56 parametri chimici e 6 microbiologici riportati nell'allegato 1 del DPR 236/88. I valori di riferimento sono le concentrazioni massime ammissibili (C.M.A.): un solo parametro con valore superiore alla C.M.A. determina la non potabilità di un acqua, quindi la C.M.A. di ciascun parametro non può essere superata.

43 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque potabili depurate Le acque di acquedotto vengono talvolta sottoposte a trattamenti, definiti genericamente (e impropriamente) di depurazione, sia presso l utilizzo domestico, sia presso ristoranti, comunità e mense. Con questi trattamenti si rimuove principalmente l odore di cloro, spesso di riduce la durezza, inoltre si possono effettuare aggiunte di anidride carbonica (gassatura), rendendo in molti casi (ma non sempre) l acqua migliore sotto il profilo organolettico. Gli apparecchi di trattamento devono soddisfare specifiche normative: generalmente le tecniche attuali consentono senza problemi di raggiungere quanto previsto dalle leggi. Tuttavia le acque prodotte sono frequentemente di qualità insoddisfacente

44 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque potabili ricostruite Alcune nuove tipologie di acque stanno acquistando progressivamente quote di mercato con prodotti di non facile identificazione: ad esempio, di fronte ad un acqua depurata tramite osmosi e successivamente ricostruita con aggiunta di sali (si legge in etichetta Acqua sottoposta a mineralizzazione controllata e microfiltrazione [ ] con i componenti equilibrati ), il consumatore non dispone di alcun elemento per comprendere a quale categoria di acque appartenga questo prodotto

45 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque di sorgente

46 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque di sorgente sono rigorosamente di origine sotterranea: possono provenire da un emergenza naturale o da pozzi; non sono sottoposte a disinfezione. Sono consentiti solo alcuni trattamenti (gli stessi che sono permessi per le acque minerali), fra questi: rimozione dell arsenico, separazione dei composti instabili del ferro, manganese e zolfo; è possibile inoltre l eliminazione totale o parziale dell anidride carbonica e la possibiltà di reintrodurla successivamente. Sono acque che non possono essere trasportate (se non attraverso le tubature di adduzione allo stabilimento) e quindi confezionate all origine; la composizione chimica e la temperatura non devono subire variazioni significative nel tempo; i valori dei parametri organolettici (odore, sapore, ecc), di composizione e le sostanze contaminanti devono rispettare i valori limite indicati per le acque destinate al consumo umano (DPR 236/88); i parametri microbiologici, invece, devono rispettare quanto previsto dal Decreto 12 novembre 1992 n. 542 per le acque minerali;

47 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE in particolare, il contenuto dei sali disciolti non può superare il valore di 1500 milligrammi per litro; grazie all assenza del trattamento di disinfezione, manifestano caratteristiche molto simili alle acque minerali naturali per quanto riguarda i parametri organolettici; non si possono comunque attribuire a queste acque proprietà favorevoli alla salute; per quanto riguarda le etichette sui contenitori, a differenza delle acque minerali naturali, non è obbligatorio riportare la composizione chimica; è previsto il riconoscimento del Ministero della sanità. L attuale produzione di queste acque si aggira intorno a 30 milioni di litri/anno: rispetto a quelle minerali naturali è una produzione molto bassa.

48 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque minerali naturali L acqua minerale naturale (di seguita definita, per semplicità, acqua minerale) è stata usata, principalmente in passato, come acqua con caratteristiche curative. In anni recenti l uso è divenuto principalmente quello di acque da tavola, in sostituzione delle acque di acquedotto. Le caratteristiche principali sono pertanto le seguenti: si differenzia dall acqua potabile per l assenza di qualsiasi trattamento di disinfezione. presenta una grande varietà di composizione (non c è un limite per il contenuto dei sali disciolti) presenta dei limiti di accettabilità per alcune sostanze definite contaminanti o indesiderabili (articolo 6 Decreto 542/92) diversi dai corrispondenti limiti per le acque potabili. Queste differenze sono originate dal fatto che le acque minerali erano in passato prevalentemente utilizzate a scopo curativo e ne era previsto un uso limitato nel tempo.

49 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE per la valutazione delle caratteristiche delle acque minerali sono, fra l altro, previsti esami farmacologici e clinici e valutazioni degli effetti sull organismo umano (Articolo 2, punto d, Decreto lgs. 105/92 e successive modifiche); per l assenza di trattamenti di disinfezione, le acque minerali (ma anche quelle di sorgente) richiedono tutta una serie di precauzioni e di impianti avanzati per l estrazione e l imbottigliamento

50 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque minerali: differenze con le acque di sorgente sono diversi i valori limite per le sostanze contaminanti; non è prevista per le acque di sorgente la valutazione sul piano farmacologico, clinico e fisiologico; non si possono quindi attribuire alle acque di sorgente proprietà favorevoli alla salute. le acque minerali sono imbottigliate in contenitori della capacità massima di 2 litri; per le acque di sorgente non sono previste limitazioni di capacità.

51 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque minerali: i sali disciolti I componenti principali (talvolta chiamati macrocostituenti o sali disciolti) delle acque minerali sono: sodio, potassio, calcio, magnesio, cloruri, solfati e bicarbonati. E il residuo fisso il parametro che esprime il quantitativo dei sali disciolti in un acqua (mineralizzazione). Sulle etichette è sempre riportato il Residuo fisso a 180 C : questo valore corrisponde alla parte solida che rimane, dopo aver evaporato alla temperatura di 180 C, un litro di acqua. Nelle acq ue minerali il residuo fisso costituisce un parametro di notevole importanza perché permette di classificare le acque minerali e di scegliere le acque in base alle varie esigenze.

52 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Classificazione residuo fisso minimamente mineralizzata: fino a 50 mg/l oligominerale o leggermente mineralizzata: da 50 a 500 mg/l mediominerale: da 500 a 1500 mg/l ricca di sali minerali: oltre 1500 mg/l

53 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque minerali: elementi in traccia Per elementi in traccia si intendono sia gli elementi presenti in minime quantità come litio, bario, stronzio (sempre presenti nelle acque naturali), ma anche i metalli pesanti come piombo, cadmio, nichel, mercurio ed altri. Fra gli elementi in traccia vi sono sia quelli essenziali all organismo umano (ad esempio, come componenti di enzimi), sia quelli tossici: pertanto è di interesse la loro determinazione analitica. Alcuni elementi (rame, selenio, cromo, ecc.) sono essenziali quando sono assunti in bassi quantitativi, ma diventano tossici quando sono introdotti in quantità elevate in quanto la dose efficace a livello fisiologico è molto vicina alla dose tossica; inoltre, altri elementi (piombo, mercurio, cadmio e altri) non sembrano avere alcuna funzione biologica.

54 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE

55 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Ci sono numerose acque minerali in commercio e per sceglierne una adatta alle proprie esigenze è importante saper leggere l'etichetta e conoscere il significato di alcuni termini: minimamente mineralizzata (residuo fisso, non superiore a 50 mg/l): è un acqua leggera, stimola la diuresi ed è particolarmente indicata per la ricostituzione di latte ed alimenti per l infanzia. oligominerale o leggermente mineralizzata (residuo fisso non superiore a 500 mg/l): favorisce la diuresi e contiene poco sodio e quindi può essere indicata nei casi di ipertensione.

56 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE mediominerale : (residuo fisso compreso tra 500 e mg/l): è utile in estate o durante la pratica di attività sportive, perché consente di reintegrare i liquidi ed i minerali persi con la sudorazione. ricca di sali minerali : (residuo fisso superiore a mg/l): è un acqua terapeutica, ricca di sali, da bere sotto controllo medico.

57 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE

58 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque termali Le acque termali possiedono una particolare composizione salina a cui si associano le seguenti caratteristiche: sono batteriologicamente pure hanno origine da una falda o giacimento sotteraneo presentano proprietà terapeutiche o igieniche speciali

59 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque termali

60 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque termali: differenze rispetto alle acque minerali Nelle acque termali sono ammesse quantità superiori di alcuni elementi (boro, arsenico, bario e altri) rispetto a quelli consentiti nelle acque minerali imbottigliate: ciò non deve destare meraviglia perché il loro uso è limitato nel tempo e l ambito di impiego è sotto controllo medico; inoltre alcuni elementi possono determinare l attività farmacologica delle acque termali.

61 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque termali: temperatura La temperatura è un importante parametro fisico che caratterizza un acqua termale. La temperatura di un acqua sotterranea è in genere uguale a quella della roccia con cui è in contatto. Questa a sua volta risente di due diverse fonti di calore: la prima è l'irraggiamento solare, il cui effetto si risente solo ad una profondità limitata, l altra è il calore proveniente dal basso per effetto del gradiente geotermico. Oltre una certa profondità gli scambi termici con la superficie sono trascurabili e inizia a farsi sentire solo l'effetto del gradiente geotermico che porta ad un progressivo aumento della temperatura con la profondità, con valori medi di circa 1 C ogni 33 m. In ambienti geologici dove sono presenti fenomeni di termalismo, il gradiente geotermico più elevato determina un maggior aumento di temperatura delle acque che vi circolano

62 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque termali: temperatura fredde < 20 C alla scaturigine ipotermali tra 20 e 30 C termali tra 30 e 40 C ipertermali > 40 C

63 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque termali: conducibilità elettrica In una soluzione, le sostanze ioniche presenti consentono il passaggio della corrente elettrica. Poiché aumenta la conducibilità elettrica in modo proporzionale alla concentrazione delle sostanze disciolte, la conducibilità elettrica è un parametro utile per ottenere una misura, seppur approssimativa, del contenuto salino di un acqua. L acqua molto pura presenta una conducibilità elettrica molto bassa. Quando la misura della conducibilità elettrica viene effettuata con elettrodi con superficie di 1cm2 posti alla distanza di 1 cm si ricava la conducibilità elettrica specifica. L unità di misura della C. E. è il Siemens per centimetro (S.cm-1). Per le acque sotterranee con mineralizzazione comunemente compresa fra 50 e 2000 mg/l viene utilizzato un sottomultiplo: il microsiemens per centimetro (µs.cm-1). La conducibilità elettrica specifica è direttamente proporzionale alla quantità di cariche, cioè di ioni, presenti

64 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque termali: residuo fisso Il contenuto in sali di un'acqua può essere misurato attraverso il residuo fisso. Il residuo fisso o residuo totale a 180 C, corrisponde alla parte solida che rimane dopo aver evaporato ed essiccato alla temperatura di 180 C, una quanti tà nota di acqua, in genere 1 litro. Esso esprime la quantità totale di sali contenuti. Il valore determinato in questo modo non coincide con esattezza con il valore teorico calcolato in base al contributo dei vari ioni e delle sostanze disciolte: varie interferenze sono dovute alla presenze dei solfati che possono trattenere acqua di cristallizzazione, le sostanze organiche che possono non essere rimosse completamente durante l essiccamento e infine i bicarbonati, che dopo la trasformazione in carbonati, possono trasformarsi parzialmente in ossidi e ossidi basici.

65 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Acque termali: residuo fisso Per le acque termali si fa riferimento alla classificazione di Marotta e Sica: Classificazione residuo fisso Acque oligominerali fino a 200 mg/l Acque medio-minerali tra 200 e 1000 mg/l Acque minerali propriamente dette oltre i 1000 mg/l

66 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE Le acque si possono suddividere a seconda del tipo di sali minerali contenuti in: acque bicarbonate (il tenore di bicarbonato è superiore a 600 mg/l): sono indicate nell ipersecrezione gastrica e nelle patologie renali. acque solfate (il tenore dei solfati è superiore a 200 mg/l): sono lievemente lassative e quindi indicate in caso d insufficienze digestive. acque clorulate (il tenore di cloruro è superiore a 200 mg/l): hanno azione equilibratrice dell intestino, delle vie biliari e del fegato. Hanno inoltre azione lassativa e purgativa tipica delle acque salse o salso solfate. acque calciche (il tenore di calcio è superiore a 150 mg/l): agiscono a livello dello stomaco e del fegato. Sono indicate nella crescita e prevenzione dell osteoporosi e dell ipertensione. acque acidule (il tenore di anidride carbonica libera è superiore a 250 mg/l): facilitano la digestione.

67 CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE acque magnesiache (se il tenore di magnesio è superiore a 50 mg/l): svolgono prevalentemente un azione purgativa, ma trovano anche indicazioni nella prevenzione dell arteriosclerosi. acque fluorate o contenente fluoro (il tenore di fluoro è superiore a 1 mg/l): utili per rinforzare la struttura dei denti e per la prevenzione della carie dentale. acque ferruginose o contenente ferro (il tenore di ferro bivalente è superiore a 1 mg/l): indicate nelle anemie da carenza di ferro. acque sodiche (il tenore di sodio è superiore a 200 mg/l): influenzano positivamente l eccitabillità neuro-muscolare. Indicate in stati di carenze specifiche e nell attività sportiva. acque a basso contenuto di sodio (il tenore di sodio è inferiore a 20 mg/l): indicate per le diete povere di sodio

L Etichetta dell Acqua Minerale Naturale MINISTERO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

L Etichetta dell Acqua Minerale Naturale MINISTERO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MINISTERO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DIREZIONE GENERALE PER L ARMONIZZAZIONE DEL MERCATO E LA TUTELA DEI CONSUMATORI L Etichetta dell Acqua Minerale Naturale 1 uno Come orientarsi nella scelta delle acque

Dettagli

L Acqua. Sommario: Che cosa è l acqua ed il suo percorso Acqua da bere: l etichetta della bottiglia Il Problema inquinamento Risparmiare acqua

L Acqua. Sommario: Che cosa è l acqua ed il suo percorso Acqua da bere: l etichetta della bottiglia Il Problema inquinamento Risparmiare acqua L Acqua Sommario: Che cosa è l acqua ed il suo percorso Acqua da bere: l etichetta della bottiglia Il Problema inquinamento Risparmiare acqua Risorse idriche Approvvigionamento Fonti Il Ciclo dell acqua

Dettagli

I SALI MINERALI. UN AIUTO IMPORTANTE PER LA SALUTE.

I SALI MINERALI. UN AIUTO IMPORTANTE PER LA SALUTE. Consumare acqua ogni giorno è indispensabile per stare bene, a tutte le età. È utile che l acquisto o la scelta di un acqua rispetto a un altra avvenga con la giusta consapevolezza. 3Prendersi cura del

Dettagli

A cura di Elena Conti

A cura di Elena Conti A cura di Elena Conti L acqua è l elemento principale delle cellule dell organismo, si trova fuori e dentro di esse. L ormone antidiuretico (Adh) regola i livelli di acqua nell organismo, aumentando il

Dettagli

ACQUA DI RUBINETTO. USO CRITICO DELL ACQUA Ambito Domestico

ACQUA DI RUBINETTO. USO CRITICO DELL ACQUA Ambito Domestico ACQUA DI RUBINETTO ACQUA MINERALE Ing. Marianna Garfì USO CRITICO DELL ACQUA Ambito Domestico Acqua Minerale CONFRONTO Acqua Potabile QUALITATIVO AMBIENTALE ECONOMICO ACQUE MINERALI Acque sotterranee di

Dettagli

Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento:

Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento: Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento: CONCENTRAZIONE DEGLI IONI IDROGENO (PH) E' la misura della quantità di ioni idrogeno presenti nell'acqua, e ne fornisce di conseguenza

Dettagli

Caratteristiche dell'acqua nei comuni di Storo e Bondone.

Caratteristiche dell'acqua nei comuni di Storo e Bondone. Caratteristiche dell'acqua nei comuni di Storo e Bondone. Nei Comuni di Storo e Bondone viene analizzata regolarmente l acqua degli acquedotti per assicurarsi che rispetti i limiti stabiliti dal Decreto

Dettagli

Qualità dell'acqua nel tuo comune

Qualità dell'acqua nel tuo comune Qualità dell'acqua nel tuo comune Qui di seguito trovate il glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento: CONCENTRAZIONE DEGLI IONI IDROGENO (ph) E' la misura della quantità di

Dettagli

A single water for a single person A ognuno la sua acqua Prof. Salvatore Sciacca Registro Tumori Integrato (CT-ME-SR-EN)

A single water for a single person A ognuno la sua acqua Prof. Salvatore Sciacca Registro Tumori Integrato (CT-ME-SR-EN) UNIVERSITÀ degli STUDI di CATANIA Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Tecnologie Avanzate "F. G. Ingrassia" www.aqua-syn.eu con il patrocinio di Regione Siciliana Assessorato Regionale dell

Dettagli

Trattamenti delle acque primarie

Trattamenti delle acque primarie Trattamenti Impianti Meccanici 1 ELIMINAZIONE DELL ANIDRIDE CARBONICA ELIMINAZIONE DELL OSSIGENO AEREAZIONE DELL ACQUA DEFERRITIZZAZIONE DEMANGANIZZAZIONE ADDOLCIMENTO Impianti Meccanici 2 1 Trattamenti

Dettagli

BERGAGNA SIMONE INDICE Generalità L acqua nel pianeta L acqua nell organismo Stati fisici dell acqua Il ciclo dell acqua Acqua potabile La carta europea dell acqua Come leggere l etichetta dell acqua Classificazione

Dettagli

LE ACQUE MINERALI NATURALI

LE ACQUE MINERALI NATURALI LE ACQUE MINERALI NATURALI INTRODUZIONE DEFINIZIONI E CARATTERISTICHE DOMANDA DI RICONOSCIMENTO AUTORIZZAZIONE ALLA UTILIZZAZIONE OPERAZIONI DI TRATTAMENTO CONSENTITE O VIETATE ETICHETTE RECIPIENTI DA

Dettagli

Geotermia: le acque termali una risorsa energetica

Geotermia: le acque termali una risorsa energetica C.T.G. - anno accademico 2014-2015 Lezione 2 Geotermia: le acque termali una risorsa energetica 1 Colà di Lazise - anno 1995 Piovezzano - anno 2002 DOMEGLIARA - anno 1793 SIRMIONE - anno1546 TERME DI GIUNONE

Dettagli

Le sostanze che non dobbiamo temere nella nostra acqua

Le sostanze che non dobbiamo temere nella nostra acqua Le sostanze che non dobbiamo temere nella nostra acqua Silvana Galassi silvana.galassi@unimi.it Dipartimento di Biologia Università degli Studi di Milano 17 giugno 2011 Siamo fatti d acqua Le perdite giornaliere

Dettagli

ACQUE MINERALI: COSA C ERA, COSA C È E COSA MANCA IN ETICHETTA

ACQUE MINERALI: COSA C ERA, COSA C È E COSA MANCA IN ETICHETTA ACQUE MINERALI: COSA C ERA, COSA C È E COSA MANCA IN ETICHETTA Introduzione L etichetta è la carta d identità dell acqua minerale. Dalla sua lettura il consumatore può conoscere le caratteristiche salienti

Dettagli

Trattamenti delle acque primarie. Impianti Meccanici 1

Trattamenti delle acque primarie. Impianti Meccanici 1 Trattamenti delle acque primarie Impianti Meccanici 1 IMPUREZZE DELL ACQUA PRIMARIA Classificazione Per corpo idrico si intende una massa d acqua che presenti proprie caratteristiche idrologiche, fisiche,chimiche,

Dettagli

LE ANALISI SULL ACQUA

LE ANALISI SULL ACQUA LE ANALISI SULL ACQUA L'acqua e i suoi composti naturali Chimicamente l acqua è una molecola composta da due atomi di idrogeno e uno di ossigeno. Durante il suo percorso attraverso il terreno e le rocce,

Dettagli

ACQUE MINERALI: SONO TUTTE UGUALI?

ACQUE MINERALI: SONO TUTTE UGUALI? ACQUE MINERALI: SONO TUTTE UGUALI? L'acqua è la bevanda "principe", la più sana e migliore per la salute dell'organismo, capace di soddisfare la sete senza attentare alla linea. Si deve bere spesso e non

Dettagli

Innanzitutto la domanda base: è meglio bere acqua del rubinetto (o potabile) o acqua minerale? Non è facile rispondere. Tutti sono convinti, anche a

Innanzitutto la domanda base: è meglio bere acqua del rubinetto (o potabile) o acqua minerale? Non è facile rispondere. Tutti sono convinti, anche a Innanzitutto la domanda base: è meglio bere acqua del rubinetto (o potabile) o acqua minerale? Non è facile rispondere. Tutti sono convinti, anche a causa del bombardamento pubblicitario, che le acque

Dettagli

PARAMETRI ORGANOLETTICI L ACQUA DEVE ESSERE: LIMPIDA, INCOLORE, INODORE, INSAPORE FRESCA

PARAMETRI ORGANOLETTICI L ACQUA DEVE ESSERE: LIMPIDA, INCOLORE, INODORE, INSAPORE FRESCA PARAMETRI ORGANOLETTICI L ACQUA DEVE ESSERE: LIMPIDA, INCOLORE, INODORE, INSAPORE FRESCA ph E CONDUCIBILITA Conducibilità elettrica La conducibilità di un acqua è in stretta relazione al suo contenuto

Dettagli

Acqua Minerale Naturale oligominerale fonte SAN BENEDETTO -naturale-

Acqua Minerale Naturale oligominerale fonte SAN BENEDETTO -naturale- Descrizione o modifica NOME COMMERCIALE ACQUA MINERALE NATURALE MARCHIO SAN BENEDETTO FORMATO TMC TERMINE MINIMO DI CONSERVAZIONE Naturale 2 Litri PET 18 Mesi 1.5 Litri PET 18 Mesi 1 Litri PET 18 Mesi

Dettagli

Acque minerali. Acque potabili

Acque minerali. Acque potabili Acque minerali La classe di appartenenza di un'acqua minerale, dipende dalla quantità residuale di sali in essa contenuti, definita residuo fisso, determinata facendo bollire a 180 un litro d'acqua sino

Dettagli

Le acque minerali dell Alto Adige

Le acque minerali dell Alto Adige Le acque minerali dell Alto Adige Perché le acque minerali sono diverse per sapore e quali minerali incidono sul gusto? Sebbene l acqua sia normalmente considerata una bevanda dal sapore neutro, esistono

Dettagli

ACQUA ANALISI CHIMICA E MICROBIOLOGICA

ACQUA ANALISI CHIMICA E MICROBIOLOGICA ACQUA ANALISI CHIMICA E MICROBIOLOGICA Lunedì 1 dicembre 2014 due tecnici (Silvana Moretti e Paola Migliorati )del Laboratorio Sanità pubblica ASL di Bergamo specializzati nell analisi dell acqua, (in

Dettagli

ACQUE MINERALI: SONO TUTTE UGUALI?

ACQUE MINERALI: SONO TUTTE UGUALI? ACQUE MINERALI: SONO TUTTE UGUALI? L'acqua è la bevanda "principe", la più sana e migliore per la salute dell'organismo, capace di soddisfare la sete senza attentare alla linea. Si deve bere spesso e non

Dettagli

Bassorilievo centrale del Trono Ludovisi - Roma Afrodite che viene sollevata dalle acque

Bassorilievo centrale del Trono Ludovisi - Roma Afrodite che viene sollevata dalle acque Significato dell acqua come alimento funzionale do#.sa Daniela Livadio/ do#. Antonio Verginelli Bassorilievo centrale del Trono Ludovisi - Roma Afrodite che viene sollevata dalle acque 60% 50% Il corpo

Dettagli

Le acque per la salute

Le acque per la salute Mai come in questo momento il mercato offre una scelta così vasta. Ma quali sono le loro caratteristiche terapeutiche che meglio si adattano alle nostre esigenze, e come fare a riconoscerle? di Davide

Dettagli

L'ACQUA COME ALIMENTO. Maurizio Mosca

L'ACQUA COME ALIMENTO. Maurizio Mosca L'ACQUA COME ALIMENTO Maurizio Mosca L'acqua spesso non viene considerata come alimento forse perché si presenta come un liquido incolore, inodore e insapore. Se solo si pensa che il 60-70 % del peso corporeo

Dettagli

Localizzazione geografica e morfologia del corpo idrico

Localizzazione geografica e morfologia del corpo idrico corpo idrico sotterraneo: del Siracusano meridionale b) Caratteristiche geografiche, geologiche, idrogeologiche Localizzazione geografica e morfologia del corpo idrico Localizzazione geografica L acquifero

Dettagli

Chi beve l acqua che sgorga dal rubinetto di casa compie una cosa buona per l economia della propria famiglia e una per l ambiente.

Chi beve l acqua che sgorga dal rubinetto di casa compie una cosa buona per l economia della propria famiglia e una per l ambiente. GUIDA ALLA QUALITA DELL ACQUA POTABILE DEL COMUNE DI BAGNOLI IRPINO Chi beve l acqua che sgorga dal rubinetto di casa compie una cosa buona per l economia della propria famiglia e una per l ambiente. Bere

Dettagli

RISULTATI DI OLTRE 13.500 CONTROLLI EFFETTUATI DAL SERVIZIO IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE

RISULTATI DI OLTRE 13.500 CONTROLLI EFFETTUATI DAL SERVIZIO IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE Dipartimento di Sanità Pubblica Unità Operativa Igiene degli Alimenti e Nutrizione RISULTATI DI OLTRE 13.500 CONTROLLI EFFETTUATI DAL SERVIZIO IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE dell AZIENDA USL di BOLOGNA SULL

Dettagli

Università degli Studi di Padova

Università degli Studi di Padova Università degli Studi di Padova Facoltà di Medicina e Chirurgia CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO Presidente : Ch.mo Prof. Bruno Saia TESI DI

Dettagli

Acqua: nutriente essenziale

Acqua: nutriente essenziale Acqua: nutriente essenziale Funzioni dell acqua 1. Solvente delle reazioni metaboliche; 2. Regola il volume cellulare; 3. Regola la temperatura corporea; 4. Permette il trasporto dei nutrienti; 5. Permette

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

FONDAMENTALE ALLA VITA

FONDAMENTALE ALLA VITA SOMMARIO 6 INTRODUZIONE 10 FONDAMENTALE ALLA VITA 28 POTABILE E MINERALE 54 COME TERAPIA 90 LE CURE TERMALI 106 PER CURARSI DA SOLI L ACQUA INTRODUZIONE L acqua è la sostanza più comune sulla terra e costituisce

Dettagli

Estate emergenza caldo: impara a riconoscere i sintomi della disidratazione

Estate emergenza caldo: impara a riconoscere i sintomi della disidratazione Con l'arrivo del grande caldo, il rischio maggiore che corrono gli italiani, soprattutto le categorie più a rischio come anziani, donne e bambini, è quello della disidratazione e di riflesso: spossatezza,

Dettagli

Le acque minerali 1 ESPANSIONE 10.4. L acqua che utilizziamo come bevanda nella nostra alimentazione può avere diverse

Le acque minerali 1 ESPANSIONE 10.4. L acqua che utilizziamo come bevanda nella nostra alimentazione può avere diverse 1 ESPANSIONE 10.4 Le acque minerali L acqua che utilizziamo come bevanda nella nostra alimentazione può avere diverse origini: da acque superficiali: quelle dei fiumi, laghi, mari (queste ultime vanno

Dettagli

L Impiego delle Acque Minerali nella Dietoterapia degli Stati Fisiologici e Patologici

L Impiego delle Acque Minerali nella Dietoterapia degli Stati Fisiologici e Patologici Giornate Reggiane di Dietetica e Nutrizione Clinica 1 a Edizione L Impiego delle Acque Minerali nella Dietoterapia degli Stati Fisiologici e Patologici Reggio Emilia, 28 Settembre 2007 A cura di William

Dettagli

Nel campo domestico sono applicabili principalmente due sistemi di trattamento.

Nel campo domestico sono applicabili principalmente due sistemi di trattamento. Acqua potabile come eliminare il rischio Arsenico Le acque destinate al consumo umano sono tutte quelle acque, trattate e non, destinate ad uso potabile, per la preparazione di cibi e bevande o per altri

Dettagli

con la dissoluzione di rocce (magnesio, calcio, solfato, idrogeno) e altri elementi (CO2). Donat Written by l, d F Y H:i - Last Updated l, d F Y H:i

con la dissoluzione di rocce (magnesio, calcio, solfato, idrogeno) e altri elementi (CO2). Donat Written by l, d F Y H:i - Last Updated l, d F Y H:i Rogaška Slatina vanta una delle sorgenti più preziose in tutta Europa. Già da molti secoli viene scelta come meta da numerosi ospiti, che vogliono ripristinare nel proprio corpo l'equilibrio dei sali minerali

Dettagli

E Book. Il fantastico mondo dell Acqua. di Idee con Gusto Conoscere per scegliere. Parte II Gennaio

E Book. Il fantastico mondo dell Acqua. di Idee con Gusto Conoscere per scegliere. Parte II Gennaio E Book di Idee con Gusto Conoscere per scegliere Il fantastico mondo dell Acqua Parte II Gennaio E-Book di Idee con Gusto Gennaio 2015 Tema: Acqua La filosofia degli E-Book Idee con Gusto nasce con l obiettivo

Dettagli

Scopri la Sostenibile Leggerezza dell acqua pura del Trentino.

Scopri la Sostenibile Leggerezza dell acqua pura del Trentino. Scopri la Sostenibile Leggerezza dell acqua pura del Trentino. D A L L E S O R G E N T I T R E N T I N E D A LTA Q U OTA F R O M T H E H I G H S P R I N G S O F T H E D O LO M I T E S Sostenibile leggerezza

Dettagli

ACQUA POTABILE Questa figura illustra come venga resa potabile l acqua fornita alle case nelle città.

ACQUA POTABILE Questa figura illustra come venga resa potabile l acqua fornita alle case nelle città. (3) Filtro (4) Aggiunta di cloro (5) Analisi della qualità dell'acqua Laboratorio di Ricerca Educativa e Didattica COGNOME NOME CLASSE DATA VERIFICA DI ASSE SULL'ACQUA 1 Riserva d'acqua (Bacino idrico

Dettagli

CO 2 aq l anidride carbonica disciolta, reagendo con l'acqua, forma acido carbonico secondo la reazione:

CO 2 aq l anidride carbonica disciolta, reagendo con l'acqua, forma acido carbonico secondo la reazione: DUREZZA DELLE ACQUE. Quando si parla di durezza di un acqua ci si riferisce fondamentalmente alla quantità di ioni calcio e di ioni magnesio disciolti in un certo volume di tale acqua. Ad eccezione delle

Dettagli

Giochi delle Scienze Sperimentali 2014

Giochi delle Scienze Sperimentali 2014 Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali Giochi delle Scienze Sperimentali 2014 A - GLI ENZIMI Gli enzimi sono macromolecole che agiscono da catalizzatori dei sistemi biologici, accelerano

Dettagli

Si definisce potabile un'acqua limpida, inodore, insapore, incolore e innocua, priva di microrganismi patogeni e sostanze chimiche nocive per l'uomo".

Si definisce potabile un'acqua limpida, inodore, insapore, incolore e innocua, priva di microrganismi patogeni e sostanze chimiche nocive per l'uomo. LE ACQUE POTABILI Si definisce potabile un'acqua limpida, inodore, insapore, incolore e innocua, priva di microrganismi patogeni e sostanze chimiche nocive per l'uomo". I dati più significanti per la valutazione

Dettagli

Caratteristiche delle acque naturali

Caratteristiche delle acque naturali Caratteristiche delle acque naturali Acque meteoriche: contengono in soluzione i gas costituenti l atmosfera; non contengono generalmente sostanze solide ed organiche; risorsa quantitativamente marginale

Dettagli

15/02/2008 TECNOLOGIE PER L ACQUACOLTURA PROF. MASSIMO LAZZARI. L approvvigionamento idrico

15/02/2008 TECNOLOGIE PER L ACQUACOLTURA PROF. MASSIMO LAZZARI. L approvvigionamento idrico Scuola di specializzazione in: Allevamento, igiene, patologia delle specie acquatiche e controllo dei prodotti derivati TECNOLOGIE PER L ACQUACOLTURA L approvvigionamento idrico Le sorgenti Emungimento

Dettagli

IL PLIMMER NEL TRATTAMENTO DELLE ACQUE CALDE E FREDDE SANITARIE

IL PLIMMER NEL TRATTAMENTO DELLE ACQUE CALDE E FREDDE SANITARIE IL PLIMMER NEL TRATTAMENTO DELLE ACQUE CALDE E FREDDE SANITARIE Negli ospedali, come pure nelle comunità, nelle case di riposo e nei grandi alberghi, gli impianti di riscaldamento e produzione di acqua

Dettagli

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DELLE MARCHE ARA LE ACQUE MINERALI. Dr. Ferdinando De Rosa. Macerata Feltria, 22 febbraio 2003

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DELLE MARCHE ARA LE ACQUE MINERALI. Dr. Ferdinando De Rosa. Macerata Feltria, 22 febbraio 2003 ARA LE ACQUE MINERALI Dr. Ferdinando De Rosa Macerata Feltria, 22 febbraio 2003 L acqua ricopre i 7/10 dell intera superficie terrestre. Il suo volume totale si aggira intorno a 1450 milioni di Km3 dei

Dettagli

Correttivi. 1.1. Classificazione granulometrica: per i correttivi calcio-solfo-magnesiaci è adottata la seguente classificazione granulometrica.

Correttivi. 1.1. Classificazione granulometrica: per i correttivi calcio-solfo-magnesiaci è adottata la seguente classificazione granulometrica. ALLEGATO 3 (previsto dall articolo 1, comma 1, lettera b) Correttivi 1. PREMESSA 1.1. : per i correttivi calcio-solfo-magnesiaci è adottata la seguente classificazione. 1.1.1. Prodotto polverulento: almeno

Dettagli

PARAMETRI MICROBIOLOGICI

PARAMETRI MICROBIOLOGICI PARAMETRI MICROBIOLOGICI METODICA Tipo di analisi Coliformi totali I batteri Coliformi sono un gruppo molto ampio di microrganismi, di cui fa parte anche Escherichia coli, derivanti sia da matrici fecali

Dettagli

ACQUA MINERALE DAL RUBINETTO

ACQUA MINERALE DAL RUBINETTO Pagina 1 di 5 ACQUA MINERALE DAL RUBINETTO A Roma l'acqua del rubinetto di casa non solo è potabile ma risulta minerale, salutare, economica e pronta per essere bevuta. Dopo il convegno di Venezia dedicato

Dettagli

Trattamento delle patologie venose degli arti inferiori.

Trattamento delle patologie venose degli arti inferiori. La pratica sportiva e gli aspetti preventivi e terapeutici delle acque termali Viterbo 29-30 giugno 2012 Trattamento delle patologie venose degli arti inferiori. Enrico Giuliani RISORSE TERMALI TERAPEUTICHE

Dettagli

Inquinanti atmosferici. Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc)

Inquinanti atmosferici. Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc) Inquinanti atmosferici Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc) ZOLFO I composti dello zolfo di interesse ai fini dell inquinamento atmosferico

Dettagli

BREVE DESCRIZIONE DEL SIGNIFICATO DEI DIVERSI PARAMETRI PER L ANALISI DELL ACQUA POTABILE

BREVE DESCRIZIONE DEL SIGNIFICATO DEI DIVERSI PARAMETRI PER L ANALISI DELL ACQUA POTABILE BREVE DESCRIZIONE DEL SIGNIFICATO DEI DIVERSI PARAMETRI PER L ANALISI DELL ACQUA POTABILE In questa tabella troverai la descrizione dei singoli parametri di qualità dell acqua disponibili nel servizio

Dettagli

La classificazione delle acque

La classificazione delle acque La classificazione delle acque Dal punto di vista della provenienza le acque si distinguono in: Acque meteoriche. Ovvero la pioggia, la neve e la grandine. E' l'acqua con il più basso contenuto salino

Dettagli

LimpiOS Informa L OSMOSI INVERSA. LimpiOS informa. Cos'è l'osmosi inversa? Funzionamento del filtraggio ad osmosi inversa

LimpiOS Informa L OSMOSI INVERSA. LimpiOS informa. Cos'è l'osmosi inversa? Funzionamento del filtraggio ad osmosi inversa LimpiOS Informa Cos'è l'osmosi inversa? L OSMOSI INVERSA L osmosi inversa è una tecnica di filtraggio che consente di purificare l acqua e di renderla più sana per l uso alimentare. E il più sicuro sistema

Dettagli

INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI PARAMETRI CHIMICI E FISICI DI BASE

INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI PARAMETRI CHIMICI E FISICI DI BASE INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI Di seguito vengono riportati i parametri chimico-fisici e microbiologici utilizzati da FEM2 Ambiente per valutare la qualità delle acque destinate al consumo umano. I valori

Dettagli

1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI.

1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI. PAGINA 1 di 6 1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI. QUANTITA 1 Flacone acido solforico H 2 SO 4 (25%) (P.A.) 1 Flacone acido nitrico HNO 3 concentrato (65%) (SUPRAPUR x ANALISI

Dettagli

Acque potabili e minerali

Acque potabili e minerali Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea in Scienze della Nutrizione Umana Corso di: Chimica degli Alimenti Acque potabili e minerali Prof. Gian Carlo Tenore a.a. 2015-16 1 2 IDROGEOLOGIA

Dettagli

Apparecchi domestici ed esiti analitici, alcune esperienze

Apparecchi domestici ed esiti analitici, alcune esperienze Francesco Mantelli - Dipartimento ARPAT di Firenze f.mantelli@arpat.toscana.it Apparecchi domestici ed esiti analitici, alcune esperienze Corso Apparecchi domestici di trattamento dell acqua - Utilizzo

Dettagli

A-1 ATTIVATORE MINERALE DELL ACQUA

A-1 ATTIVATORE MINERALE DELL ACQUA A-1 ATTIVATORE MINERALE DELL ACQUA Attivatore minerale dell acqua contiene 13 vari componenti, composti di calcio e minerali (magnesio, potassio, sodio, ecc.) che emettono ioni negativi e radiazioni infrarosse.

Dettagli

MODULO 3 - LA MATERIA: COMPOSIZIONE E TRASFORMAZIONI

MODULO 3 - LA MATERIA: COMPOSIZIONE E TRASFORMAZIONI MODULO 3 - LA MATERIA: COMPOSIZIONE E TRASFORMAZIONI La materia è tutto ciò che ha una massa, energia e occupa spazio, cioè ha un volume; essa si classifica in base alla sua composizione chimica ed in

Dettagli

Tubaggio e filtraggio del pozzo

Tubaggio e filtraggio del pozzo Corso di Idrogeologia Applicata Dr Alessio Fileccia Tubaggio e filtraggio del pozzo Le immagini ed i testi rappresentano una sintesi, non esaustiva, dell intero corso di Idrogeologia tenuto presso il Dipartimento

Dettagli

Etichettatura Acque Minerali Naturali

Etichettatura Acque Minerali Naturali MINISTERO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DIREZIONE GENERALE PER L ARMONIZZAZIONE DEL MERCATO E LA TUTELA DEI CONSUMATORI Etichettatura Acque Minerali Naturali Collana Etichettatura... e non solo Aprile 2004

Dettagli

LA NOSTRA ACQUA TERMALE

LA NOSTRA ACQUA TERMALE LA NOSTRA ACQUA TERMALE 1. PREMESSA L'acqua termale di Aquardens è la principale ricchezza del Parco Termale che è stato concepito per consentirne sia un utilizzo terapeutico che ludico con numerose offerte

Dettagli

ACQUA componente più abbondante dell organismo fabbisogno più abbondante riserve più limitate

ACQUA componente più abbondante dell organismo fabbisogno più abbondante riserve più limitate ACQUA componente più abbondante dell organismo fabbisogno più abbondante riserve più limitate L ORGANISMO ANIMALE NON SOPRAVVIVE ALLA PERDITA DEL 10% DI ACQUA Permette la vita, che può essere considerata

Dettagli

L importanza dell acqua dolce. Bene sempre più raro e prezioso, l acqua è una risorsa non rinnovabile e per questo non va sprecata.

L importanza dell acqua dolce. Bene sempre più raro e prezioso, l acqua è una risorsa non rinnovabile e per questo non va sprecata. L importanza dell acqua dolce Bene sempre più raro e prezioso, l acqua è una risorsa non rinnovabile e per questo non va sprecata. Il deficit mondiale di acqua L acqua è un bene indispensabile per la sopravvivenza

Dettagli

analisi del degrado I - fenomeni di degrado

analisi del degrado I - fenomeni di degrado analisi del degrado I - fenomeni di degrado alterazioni - strutturali deformazioni cinematismi controlli strumentali diagnosi dei dissesti - della materia analisi interdisciplinari fisiche chimiche biologiche

Dettagli

A scuola di ecologia domestica Tresigallo,, 4 giugno 2004. Università degli Studi di Ferrara, Dip.. di Scienze della Terra Evelina Dezza

A scuola di ecologia domestica Tresigallo,, 4 giugno 2004. Università degli Studi di Ferrara, Dip.. di Scienze della Terra Evelina Dezza A scuola di ecologia domestica Tresigallo,, 4 giugno 2004 Università degli Studi di Ferrara, Dip.. di Scienze della Terra Evelina Dezza Le acque minerali naturali sono definite come: Acque che, avendo

Dettagli

Capitolo 12. Gestione delle analisi chimiche di acqua irrigua. Copyright 1991-2007 A.D.M. srl Tutti i diritti riservati

Capitolo 12. Gestione delle analisi chimiche di acqua irrigua. Copyright 1991-2007 A.D.M. srl Tutti i diritti riservati Capitolo 12 Gestione delle analisi chimiche di acqua irrigua Copyright 1991-2007 A.D.M. srl Tutti i diritti riservati INSERIMENTO/MODIFICA ANALISI DELLE ACQUE Questa opzione consente di ottenere un giudizio

Dettagli

Qualcuno vuol darcela a bere. di Giuseppe Altamore

Qualcuno vuol darcela a bere. di Giuseppe Altamore Qualcuno vuol darcela a bere di Giuseppe Altamore CHE COS E L ACQUA MINERALE? Un acqua batteriologicamente pura, la quale abbia per origine una falda o un giacimento sotterranei e provenga da una sorgente

Dettagli

Le acque destinate al consumo umano dalla sorgente al rubinetto Estratto dell Analisi condotta da: Gran Sasso Acqua S.p.A. L AQUILA.

Le acque destinate al consumo umano dalla sorgente al rubinetto Estratto dell Analisi condotta da: Gran Sasso Acqua S.p.A. L AQUILA. Le acque destinate al consumo umano dalla sorgente al rubinetto Estratto dell Analisi condotta da: Gran Sasso Acqua S.p.A. L AQUILA. L'acqua è un bene indispensabile alla vita, abbondante, ma non inesauribile

Dettagli

Risorse idriche di ATO 5 Toscana Costa. Antonio Muti Claudio Benucci Settore Geologia Idrogeologia Asa SpA

Risorse idriche di ATO 5 Toscana Costa. Antonio Muti Claudio Benucci Settore Geologia Idrogeologia Asa SpA Risorse idriche di ATO 5 Toscana Costa Antonio Muti Claudio Benucci Settore Geologia Idrogeologia Asa SpA TOSCANA NORD MEDIO VALDARNO BASSO VALDARNO TOSCANA COSTA ALTO VALDARNO TOSCANA OMBRONE ATO 5 Toscana

Dettagli

Fino a qualche decennio fa, le acque minerali erano

Fino a qualche decennio fa, le acque minerali erano Acque minerali Fino a qualche decennio fa, le acque minerali erano poche e quasi sempre associate al beneficio, quasi esclusivo, delle persone con problemi di salute. Poi qualcuno ha scoperto che anche

Dettagli

Percorso Termale Sensoriale GUIDA PER UN COMPLETO BENESSERE

Percorso Termale Sensoriale GUIDA PER UN COMPLETO BENESSERE Percorso Termale Sensoriale GUIDA PER UN COMPLETO BENESSERE La salute è una risorsa per la vita quotidiana e non l obiettivo del vivere. La salute è un concetto positivo che enfatizza le risorse sociali

Dettagli

Un nutriente essenziale: l'acqua

Un nutriente essenziale: l'acqua Con il patrocinio di Un nutriente essenziale: l'acqua Maria Pia Rigobello, Dipartimento di Scienze Biomediche, Master in Nutrizione di Popolazione, Educazione e Sicurezza Alimentare, Università di Padova.

Dettagli

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione «Ispezione tecnica: l analisi degli impianti aeraulici» Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione Cillichemie Italiana Dott. Marco D Ambrosio

Dettagli

Benvenuti alle Terme di Lurisia

Benvenuti alle Terme di Lurisia Benvenuti alle Terme di Lurisia Terme di Lurisia, le TUE TERME Sani e in forma: dentro e fuori. il segreto della serenità. Sono le fonti storiche a ricordarci le virtù delle Acque di Lurisia. 1900: un

Dettagli

Bevi la buona acqua di Candelo

Bevi la buona acqua di Candelo REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI BIELLA Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron Ricetto - Uno dei borghi più belli d Italia Bevi la buona acqua di Candelo ACQUA DI CANDELO BUONA PER DAVVERO Informazioni

Dettagli

L esperienza geotermica. di Ferrara

L esperienza geotermica. di Ferrara L esperienza geotermica di Ferrara Fausto Ferraresi Direzione Teleriscaldamento HERA s.p.a. Acquasanta Terme, 25 gennaio 2014 0 Cos è il Teleriscaldamento Il Teleriscaldamento è un sistema di riscaldamento

Dettagli

CONCETTI BASE SULLA SALINITA DEI SUOLI. Quando parliamo di salinità dei suoli o mezzi di coltura ci incamminiamo in un concetto molto vasto

CONCETTI BASE SULLA SALINITA DEI SUOLI. Quando parliamo di salinità dei suoli o mezzi di coltura ci incamminiamo in un concetto molto vasto CONCETTI BASE SULLA SALINITA DEI SUOLI Quando parliamo di salinità dei suoli o mezzi di coltura ci incamminiamo in un concetto molto vasto con diverse sfumature, per incominciare definiamo che cosa si

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE. Energia Geotermica

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE. Energia Geotermica UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE Energia Geotermica La struttura della Terra Il calore geotermico si genera per decadimento di sostanze radioattive e si propaga verso la superficie

Dettagli

Fenomeni chimico-fisici Laboratori di scienze nella scuola

Fenomeni chimico-fisici Laboratori di scienze nella scuola Fenomeni chimico-fisici Laboratori di scienze nella scuola La classe come laboratorio Risorse : insegnante, alunni, adulti presenti nella scuola,figure parentali e territorio. Insegnante: gestisce l esperienza,

Dettagli

ACQUA. RUOLO: - assimilazione - disassimilazione. FUNZIONI: - solvente - veicolante - termoregolatrice - apporto di sali minerali

ACQUA. RUOLO: - assimilazione - disassimilazione. FUNZIONI: - solvente - veicolante - termoregolatrice - apporto di sali minerali ACQUA RUOLO: - assimilazione - disassimilazione FUNZIONI: - solvente - veicolante - termoregolatrice - apporto di sali minerali DISPONIBILITA ¾ del pianeta ricoperti da acqua < 3% dolce 0,6 % falde freatiche

Dettagli

Cenni sulla medicina termale

Cenni sulla medicina termale Cenni sulla medicina termale L acqua è l'elemento principale del nostro pianeta; noi siamo costituiti da acqua e viviamo grazie ad essa; l'80% degli esseri viventi è costituito d acqua. L acqua in natura

Dettagli

L acqua è un organismo vivente Con leggi proprie. Viktor Schauberger

L acqua è un organismo vivente Con leggi proprie. Viktor Schauberger L acqua è un organismo vivente Con leggi proprie. Viktor Schauberger 1.INTRODUZIONE -E noto come l intuizione di poeti e mistici, molto spesso precorra la scienza. Humile et utile et preziosa e casta:

Dettagli

IL CALCARE NON SI FORMA PIÙ ED ELIMINA QUELLO ESISTENTE!

IL CALCARE NON SI FORMA PIÙ ED ELIMINA QUELLO ESISTENTE! MANUALE TECNICO IL CALCARE NON SI FORMA PIÙ ED ELIMINA QUELLO ESISTENTE! Indice : - Introduzione - Come si forma il calcare? - Processo di nucleazione - Azione dell inibitore sulla formazione del calcare

Dettagli

Si tratta di un potente peeling chimico formulato con 3 importanti principi attivi:

Si tratta di un potente peeling chimico formulato con 3 importanti principi attivi: Trattamento viso che fornisce energia, vitalità e ripristina il colore naturale della pelle, grazie all alto contenuto di minerali ed oligoelementi. Rassoda e rimodella il viso con un effetto lifting.

Dettagli

LE CURE TERMALI. Le cure inalatorie

LE CURE TERMALI. Le cure inalatorie LE CURE TERMALI Le cure inalatorie LE ACQUE TERMALI DI COMANO Curano la pelle, migliorano la vita L acqua di Comano è un acqua oligominerale caratterizzata dalla presenza di sali di bicarbonato, calcio,

Dettagli

Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della

Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della 1. ACQUA E PESO CORPOREO 36 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente in maggior

Dettagli

Acqua affinata per una vita sana

Acqua affinata per una vita sana Acqua affinata per una vita sana PA 002 PRT 001 10/09 IT Printed In Italy Dall acqua del rubinetto all acqua da bere Una limpida certezza C é qualcosa di più dissetante di un sorso d acqua pura? La risposta

Dettagli

www.acqueweb.com www.acqueweb.com Filtri In Linea Contenitori a Riempimento Per conoscere i prezzi e i relativi sconti contattateci

www.acqueweb.com www.acqueweb.com Filtri In Linea Contenitori a Riempimento Per conoscere i prezzi e i relativi sconti contattateci INDICE Filtri In Linea Contenitori a Riempimento... 1 Filtri in Linea Integratori di sali minerali post osmosi... 2 Filtri in linea sedimento... 4 Filtri in linea carbone attivo... 7 Filtri In Linea Contenitori

Dettagli

ALLEGATO A BANDO DI GARA

ALLEGATO A BANDO DI GARA ALLEGATO A BANDO DI GARA SERVIZIO DI CAMPIONAMENTO E CONTROLLO ANALITICO DA EFFETTUARSI PRESSO GLI IMPIANTI DI POTABILIZZAZIONE, DEPURAZIONE, NONCHÉ TRATTAMENTO E SMALTIMENTO RSU/RSA DI PROPRIETÀ DEL CONSORZIO

Dettagli

IMPARIAMO A CONOSCERE L'ACQUA

IMPARIAMO A CONOSCERE L'ACQUA IMPARIAMO A CONOSCERE L'ACQUA ACQUA: COSA C'È DI VERO? (Testo tratto da "Linee Guida per una Sana Alimentazione" Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione Ministero delle Politiche

Dettagli

acqua di qualità dal tuo rubinetto

acqua di qualità dal tuo rubinetto microfiltrazione, osmosi, frigo gasatori acqua di qualità dal tuo rubinetto soluzioni ideali per casa, bar, ristoranti, uffici, laboratori microfiltrazione al punto d uso osmosi inversa frigo gasatori

Dettagli

Il Cromo VI nelle acque potabili: aspetti di Sanità Pubblica

Il Cromo VI nelle acque potabili: aspetti di Sanità Pubblica Il Cromo VI nelle acque potabili: aspetti di Sanità Pubblica 20 ottobre 2014 Dr. Francesco Vassallo Vi sono due principali forme chimiche del cromo: trivalente (Cromo III) ed esavalente (Cromo VI). Il

Dettagli

POTABILIZZAZIONE. http://www.idroconsult.com/industria/osmosiinversa_funzionamento.php

POTABILIZZAZIONE. http://www.idroconsult.com/industria/osmosiinversa_funzionamento.php POTABILIZZAZIONE Rifornimenti inadeguati d acqua o degrado precoce della qualità della stessa rappresentano nei giorni nostri un serio problema attuale per molti Comuni, Industrie, e per l Agricoltura.

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli