MRCRNT94T4m839W; Gravina Ilenia nata a S.Maria CV il 01/10/1994, e. GRVLNI94R411234N; Calcagno Assunta nata a Maddaloni (CE) il 05/11/1992,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MRCRNT94T4m839W; Gravina Ilenia nata a S.Maria CV il 01/10/1994, e. GRVLNI94R411234N; Calcagno Assunta nata a Maddaloni (CE) il 05/11/1992,"

Transcript

1 3vv.pasquaCe Marotta (Patrocinante in Cassazione edahre Corti Superìon Specializzatn In Diritta Amm.vo e Scienza deìl Amministrazione Perfezionato in Amministrazione e Finanza degli Enti Locali Via G. Galilei no O0 Caserta Tel. 0823/2i02 I6 - F a ECC. MO TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER IL LAZIO - ROMA Ricorrono i Sigg. Di Maro Pierfrancesco nato a Napoli il 27/10/1994, ed ivi residente alla via Caravaggio, 76, C.F. DMRPFR94RZ7F839Q; Marcacci Renata nata a Napoli il 07/12/1994, e residente in Capua alla via Mulo, 55, CF MRCRNT94T4m839W; Gravina Ilenia nata a S.Maria CV il 01/10/1994, e residente in Portico di Caserta alla via D Annunzio G. Vico I, 8, C.F. GRVLNI94R411234N; Calcagno Assunta nata a Maddaloni (CE) il 05/11/1992, residente in S.Maria a Vico alla via Rosciano, 16, C.F. CLCSNT92S45E791E; De Maffutiis Ugo nato a Napoli il 03/01/1995 ed ivi residente alla via Marecliiaro, 95, C.P. DMFGU095A03F839U; Nappa Dalila nata a Napoli il 19/10/1995 e residenle ad Aversa afla via Magenta, C.F. NPPDLL95R59P8391; Cicia Lidia nata a Maddaloni il 04/06/1993 e residente in Caserta alla via Marchesicllo, 132, C.F. CC1IdDI93FI44E791G; nasile Giuseppina Francesca nata a Napoli il 04/08/1992 e rcsidcnk in Giugliano (NA) alla via Arco SAntonio, 85, C.F. BSLGPP92M44F839C; Nuzzo Emilia nata a Caserta il 21/08/1994 e residente in S.Felicc a Cancello alla via Fiume, 137, C. NZZMLE94M61B963Q; Gagliardo Clemente nato a Caserta il 13/02/1992 e residente a MaddaIoni alla via Carmignano n. 276, C.F. GGLCMN92TKl3B963U; Salicrno Alessandra nata a San Giuseppe Aw. Pasquale Marotta, con la presente Vi conferisco mandato di rappresentarmi e difendermi nella presente procedura ed atti conseguentiali con ogni pilr ampia facoltà di legge, ivi compresa quella di transigere e desistere e ritengo il Vostro operato per rato e fermo senza bisogno di ulteriore ratifica. Eleggo domicilio con Voi inrnc.4 0 nw. scrivere per me il presente ed ogni altra atto del procedimento. Con il presente atto, itli sottoscrittolì dichiaraho, altresi, di aver ricevuto la prescritia informativa in materia di trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13, D.Lgs 30 giugno 2003, n.196. il 24/03/3992 c residente ad Ottaviano al Viale Elena, 102 SLRISN92C61i-I931 L; Del Prcte Chiara nata a Napoli i1 rcsidcntc in I;raltamaggiorc(NA) alla via Giacomo Leopardi, 15, C.F. DIaPCI-IR93B43F839K; Tartagliane Mariarosaxia nata a Villaricca (Nh) i 03/06/1993 c residente in Marcianise alia via Lucania, 1, C.F TRTMRS G309N; Pinclli Martina nata a Marcianise il lh/08/1.993 ed iv residente alla via 1-ucania, 1, C.P. I;NTdMTN93M56E932T; Affinito Saverio na ad Avcrsa il 27/01./1995 cd ivi residcnk alla via Umberto I, C.F. FPNSVR951227A512S; Dc Rosa Andrea nato a Napoli ii 09/04/1994 c residente in Cacoria alla via San Pietro n.42, C.P. DSNDR94D09F839C; D Iglio Imma nata a Napoli il 10/06/1994 e residente in Casoria alla via Duca f d Osta, 35 C.P. DGLMMI94M50F839V; Mazzocca Annalisa nata a Nola il 1 L3 TRLt 3n4d - ci

2 &"h' %ifia ed ivi residente alla via F. Petrarca n.29, C.F. LeLL H46F924Q Pennini Vincenzo nato a Napoli il 15/07/1994 e vw Carinaro(ce) alla Via Tasso n.29, C.F. PNNVCN94L15F839K; De FwRosa nata a Salati il, 16/06/1992 e residente in OLtaviano al Viale Elena db '%$!&CF. DW RSO 99H56 I483Y; Nocerino Roberta nata a Sant'Agata dei ' oti BN) il 21/05/1995 e residente in Anastasia(NA) Piazza Carlo Cattaneo, 'ydw&%d I RRRT95E611197T; Palumbo Romana nata a Capua il 06/11/1993 e te in Pignataro Maggiore (CE) alla via Madre Teresa di Calcutla, 10, arcn93c46b715f; Golino Ivana nata a Marcianise 1'11/08/1993 e -fali '!&fdenk in Macerata Campania alla via Madrc Teresa di Calcutta, C.P. v p GLNVN193M51E932T; Uonamico Antonio Fiorino nato a Napoli il 26/04/1992 c residente in OLlaviano alla via San Leonardo n.20 P. 30, C.F. UNMNNF92D26F8391; La Manna Martina nata a Cascrla il 04/06/1995 ed ivi residente alla via Laviano, 134, C.F. LMNMTN95MMB963K; Marsico Daniele nalo a Maddaloni e residente in Caivano alla via Maineli, 45, MRSDNL95A25E79lX; Cuozzo Andrea nalo a!%maria CV il 07/06/1995, e residente in Gricignano (CE)alla via Aversa n.123, C.F. CZZNDRWi-IO71234T; Abbntc Massimiliana nata ad Avcrsa il 22/08/1994 ed ivi residente al vialc Kcnncdy, 91, I3BTMCM94M62A512U; Di Itubba Simona nala a Cascrla il 14/10/1994 cd ivi residcnlc alla via Ragazzi del 99 n.2, C.F. DRBCMN91R54B963; Caxigiano Cccilia nala a Pompci(NA) il 21/ 04/ 1993 ed ivi rcsidcntc alla via Colle San Earlolomco, 3, C.P. CNGCCL93D61G8138; rapp.li c dilcsi, giusta mandato a margine del prcscntc atto, dall'sivv, Pasqualc MaroLta, (CJ. MRTPQWM R), con il cplc clclt.tc domiciliano in Roma alla via Villa Pcyoli, 4, presso lo studio deli'avv. Giancarlo Caracuzzo. 11 sottoscritto diknsorc dichiara di voler ricevere ic comunicazioni c/o Ic nolificazioni del prcscntc proccdimcnlo anclic mcdianlc lax a1 n. O823/ o ali'indirizzo pcc: pi\squalc.inarottaoavvocatismcv.it; Contro - Ministero dell'istruzione, dell'univcrsità e della Ricerca, in persona del Mhuslro pro tcmporc; - CINECA, in persona del legale rapprcsentantc p.1.; C.F. 2

3 - A tutte le Università italiane: Università degli Studi di Bari; Università degii Studi di Bari (Lingua inglese); Università degli Studi di Bologna; Università degli Studi di Brescia; Università degli Studi di Cagliari; Università degli Studi di Catania; Università degli Studi di Catanzara "Magna Graecia" ; Università degii Studi di Chieti - "G. D'Annunzio" ; Università degli Studi del Molise; Università degli Studi di Ferrara; Università degli Studi di Firenze; Università degli Studi di Foggia; Università degli Studi di Genova; Università degli Studi di L'Aquila; Universith degli Studi di Messina; università degli Studi di Milano; Università degli Studi di Milano (Lingua inglese); Università degli Studi di Milano nicocca; Università degli Studi di Milano Vita Salute San Raffaele; Università degli Studi di Milano Vita Salute San Raffaele (lingua inglese); Università degli Studi di Milano Cattolica "S. Cuore"; Università degli Studi di Milano Cattolica "S. Cuore" (lingua inglese); Università degli Studi di Modena e Reggo Emilia; Università degli Studi di Napoli "Federico 11"; Seconda Università di Napoli; Seconda Università di Napoli (Lingua inglese); Università degii Studi di Padova; Università degli Studi di Palermo; Università degli Studi di Parma; Università degli Studi di Pavia; Università degli Studi di Pavia (Lingua inglese); Università degli Studi di Perugia; Università degli Studi di Pisa; Politecnica delle Marche; Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Policlinico; Università degli Studi di Roma "La Sapienza" Policlinico (Lingua inglese); Università degli Studi di Roma "La Sapienza' Polo Pontino; Università degli Studi di Roma "La Sapienza" Sant' Andrea; Università degli Studi di Roma - "Tor Vergata"; Università degli Studi di Roma - "Tor Vergata" (Lingua inglese); Università degli Studi di Roma - Campus Dio-Medico; Università degli Studi di Salerno; Università degli Studi di Sassari; Università degli Studi di Siena; Università degli Studi di Torino; Università degli Studi di Torino 'IL. Gonzaga"; Università dcgii Studi di Trieste; Universita degli Studi di Udine; Varcse "insiibria"; università degli Siudi di Vercelli "Avogadro"; Università degii Studi di Verona; in persona dei rispettivi Rettori p.1.; nonché contro - Grimaldi hcia, rcsidcnle in Napoli alla via Pietro Piovani n ; - Delli Carpini Andrea, rcsidentc in Accrra (Na) alla via Venelo n. 74, Parco dei Pini, scala D ; - Cacciola Maria, rcsidcntc in NapoIi aila via A.C. De Mcis n '147; - Musli Malleo, residente in San Cebasliano alla via Della %dea n ; - Ruocco Angela Maria, rcsidcntc in Caslc4ammarc di Stabia alla via Petrerca n ; - Salerno Claudia, residente in Portici (NA) al Corso Umbcrto ; - Sapio Plavia, residente in Capua (CE) alla via Ottavi0 RinaIdi, n ; per I'annuIlamento, previa sospensione dell'efficacia, a) della graduatoria nazionale, pubblicata il 23/9/2013 sul sito gestito dal CINECA, avente ad oggetto i 3 i

4 risultati della prova di accesso ai Corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria, a.a. 2013/2014, nella parte in cui ai ricorrenti non sono stati attribuiti i punti del c.d. bonus maturità di cui al D.M. 1&&/2013 n. 449; b) della graduatoria nazionale definitiva pubblicata il 30/9/2013 sul sito avente ad oggetto i risultati della prova di accesso ai Corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria, per 1 a.a. 2013/2014. nella parte in cui ai ricorrenti non sono stati attribuiti i punti del c.d. bonus maturità di cui al D.M. 12/6/2013 n. 449; c) dei successivi scorrimenti di graduatoria, nella parte in cui ai ricorrenti non sono stali attribuiti i punti del. c.d. bonus maturità di cui al D.M. 12/6/2013 n. 449; d) della nota Miur del 9/9/2013, nella parte in cui il Miur rende nota l eliminazione del bonus maturità ai fini del punteggio per la graduatoria dei Corsi a numero programmalo per I a.a. 2013/2014, in virtù di quanto previsto dal D.L. n. 104/2013 approvato in pari data e, pubblicato il 12/9/2013; e) di ogni altro atto preordinato, connesso c/o consequenziale che possa esscrc, comunque, lesivo della posizione giuridica soggettiva dei ricorrenti. PA XTO I ricorrenti lianno partecipato alla prova di concorso unica per l acceso ai corsi di laurea magislrale in Medicina c Chirurgia, Odontoiatria e I rotcsi Dcnlaria, svoltasi a livello nazionale il 9 setlembre Lc modalità ed i contenuti delle prove di ammissione ai corsi di laurca ad accesso programmato a livcllo nazionale, aa. 2013/2024, sono disciplinati dal D.M. 12/6/2013 il Qucst ultiino, clic sosliluisce la precedente disciplina varata dal Minislro Prolumo con D.M. n. 334 de124/4/2013, stabilisce clic per l ingrcsso ai Corsi di Laurea a numcro chiuso, i candidati dcbbaiio csscre disposti in graduatoria ed accedere ai posti disponibili in ordine di merito. Ad ogni candidato vicnc assegnato un punteggio in cenksimi. Di questi, 90 punti dipendono dal test di ammissionc e 10 punti dipendono dalla carriera scolastica, ovvero dal voto di maturità. 4

5 Voto dell'esame di stato non inferiore all'r0esimo percentile e Punteggio pari a: - i00 e lode 10 punti punti R punti punti punti punti punti t~ 3 punti punii 'i punto - o Per i candidati chc Iianno conseguilo il diploma in anni scolastici antwcdcnli al1'a.s. 2012/2013 c' nei casi in cui, comunque, non sia possibile associare il candidato alla propria commissione di esame, si applicano, nell'ordine, i sepcnti criteri: - i pcrccntilì a livello provinciale de1l'a.s. 2022/13 relativi alla medesima lipoiogia di diploma; I l l 5

6 RiCORRENTE PUNTEGGIO BONUS DI MARO 4 PIEIIFRANCESCO MARCACCI 9 RBNATA GRAVINA ILBNIA 9 CALCAGNO 8 ASSUNTA DE MAFFUTIIS 7 6

7 UGO NAPPA DALILA CICIA LTDIA BASILE GIUSEPPINA NUZZO EMILIA GAGLIARDO CLEMENTE SALIERO ALESSANDRA I l DEL PRETI :I-IIARA i'artaglione MARIAROSARTA 'INELLI VIARTINA 2FFINlTO ;AVERIO 112 ROSA ANDREA DIGLI0 IMMA MAZZOCCA 4NNALTSA %NNINI JINCENZO 3E VIVO ROSA \IOCERINO ZOBERTA 'ALUMDO :OSSANA ;OLINO NANA IONAMICO 7

8 .I ANTONIO FIORINO LA M ARTIN A M ARSICO DANIELE cuozzo ANDREA ABBATE MANNA M ASSIMILI ANA DI SIMONA CANGIANO RUBBA Successivamente, a test ultimato, i ricorrenti apprendono la notizia della cancellazione dcl boiius maturità in virtù di un dccrcto legge approvato dal Consiglio dei Ministri il 9 settembre 2013, ovvero nello ctcsso giorno in cui si sono svolti i test di ammissione al Corso di Laurea in Medicina c Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria, a.a.2013/2014. A tal riguardo, il Miur, in data 9/9/2013, pubblica sul proprio sito la segucntc comuxucrizionc Si reride rroto clic (i seguiio di qiritiiio iq~~~ro~mlo ireilii scriirbi del 9 sclfetiibr-e &il Cuitsiglio dei Miiristri coii il iiecrciu legge di p~~~ssitiiiz i)~~~~~~~jc~zziotic, i slulo cliiiiiriiiiu, rirtclte p r l iz.~, 2013/i4, il pirlcgsiu itltribrrilo (iiiiissiitro 10 piili) rù voto oiictrufo iill esiu~ie di Sfdo di cui rill arlicolo 1 dcllu lcgp 2 qvsfu 1WI iccesso iii corsi di slirùio 2G4. liile clirrririwziorie ikriuii ~~1l nbri)~iiziorie tlcil iirliculo 4 del rlccraio legisliilitio 21/2008. Li1 gnirltriiloriii IJer I imcsso iii corsi (li slidio di Mediciiiir Vclcriiiiiriti, Medicitiir e Clririrrgiir irr liitguii iinìiiirta, Prufissiotii Sirriiùrrie, Odortioiiilrirr, iii corsi finiilizzdi allir li,ritiazìorie di arcltifdto e di Sciertu, delln J- urrrinziorte priniiiriri, srruh Iicrfanlo tleleriiiiiiiilla cscliisivirrtreiiie iri rckizbrie ai pmicggio coriseguilo rlii ogtii sfrcdeiife rici lcsl ~ RCCLSCO (Pu rf 1 cggiu Massi r t io 90 pii r t 1 i). I

9 RICORRENTE PUNTEGGIO PUNTEGGIO TOTALE PROVA BONUS PUNTI 9

10 D AMMISSIONE AI CDL IN MEDICINA E CHIRURGIA E/O IN ODONTOIATRI A DI MARO 37,40 PIERFR ANCESCO MARCACCI 38,70 RENATA GRAVINA ILENIA 35,70 CALCAGNO 37,20 ASSUNTA ,6 47,7 44,7 45,2 CICIA LIDIA BASILE GIUSEPPINA I 36, , ,8 NUZZO BMILJA I I CLEMENTE SALIERO I ALESSANDRA 32 DEL IJRE l E 31,90 CHIARA TAR r AGLIONE MARI AROSARI A WNPI.I 1 I l ---Iy MAIU IN A SAVERIO 33, I- 36,lU l8 I --I-- I 40 I 9 45,l

11 DE ROSA ANDREA D'IGLIO IMMA MAZZOCCA ANNALISA 33,8 '9 Q,8 37, ,30 37, ,6 PENNINI 39, ,7 VINCENZO DE VIVO ROSA NOCERINO ROBERTA PALUMBO ROSSANA JOLINO IVANA 30NAMICO 4NTONIO ;IORINO 31 33,40 37,30 37, I 39, ,4 46, ,A MANNA VIARTIN A 3K ,n darsico IANIBLE 33, ,H IUO%ZO INDREA ibba'i'ì3 dassimtliana >I RUUBA IMONA 33, LI 8 8 _I_--- 41,70 40 :ANCIANO 'ECILI A 37, ,h Ebbene, dalla graduatoria definitiva pubblicata il 30 settembre 2023, risulta che i ricorrenti con I'attribiizione dei punti bonus in aggiunta al punteggio conseguito con il test di ammissione, sarebbero risultati vincitori della

12 prova concorsuale e, dunque, avrebbero avuto diritto ad iscriversi al Corso di Laurea prescelto in una delle sede indicate nelle relative domande di partecipazione. Tutto ciu invece non è accaduto!!! Ai ricorrenti è stata negata la possibilità di immatricolarsi al corso di laurea preecelto per colpa dell'abolizione dei bonus e, quindi di un calcolo di punti diverso da quello che avevano immaginato e su cui contavano. Da qui, la necessità del presente ricorso. i provvedimenti impugnati sono illegittimi e vanno annullati per i seguenti MOTIVI 1) ECCESSO DI POTERE PER OMBSA VALUTAZIONE DI CIRCOSTANZE DI ASSOLUTO RILIEVO. VIOLAZIONE DEI DIRITTI GENERALI IN MATERIA DI DIRITTI ACQUISITI. VIOLAZIONE ARTT 3 E 97 DELLA COSTITUZIONE. IRRAGIONEVOLEZZA. ILLOGICITA' E MANIFESTA INGIUSTIZIA. I1 sistema del bonus maturità e stato introdotto dal Ministro Fioroni ali'arl. 4 del Decreto Legislativo n.2l del 14 gennaio 2008, al fine di garantire un sistema premiale per tutti gli studenti che conscguivano un buon rendimento negli ultimi anni dcgli studi superiori. Tale sistema stalo, poi, reso applicalivo dapprima dal Ministro Profumo con D.M. n. 334 del 24/4/2013 e, successivamente dal Ministro per la I'ubblica lslruzionc Carrozza con D.M. 12/6/2013 n Conic, già accennato in premessa, tutti gli htenci italiani hanno iiidetto i relativi bandi ycr i'acccsso ai corsi di laureo a nuincro programmato pcr l'sa 2O13/ 20'14, riportando Ic disposizioni cuntcnulc nel D.M. dcl 22 giugno 2013 n. 449, relative ai criteri di valutazione del tcst d'ingrcsso c del bonus ma turilà. I'ertanlo, il 9 settembre 2013, prima di darc inkio alla prova (ilumnissionc ai Corsi di Laurea in Medicina c Chirurgia, i cumponcnti dcllc Commissioni istiluitc presso ciascuna Università hanno dato lettura dcgli articoli del bando coiiccrncnti Ic rnoda1il.a di altribuzione dei punti per ogni ricposla csalla, errata e non data, nonche dei punti di partenza gii assegnali ai candidati in base al loro voto del diploma. 12

13 Ciascun candidato ha, quindi, adottato una propria strategia nel rispondere ai quiz di ammissione, in base alla propria situazione soggettiva. Difatti chi, come i ricorrenti, sapeva di aver diritto a dei punti in pia ha rischiato di meno, rispondendo di conseguenza a meno domande. Viceversa coloro che sapevano di non essere in possesso del bonus hanno intentato un numero maggiore di risposte, aumentando le possibilità di cadere in errore. Ad ogni modo, i ricorrenti, come tutti gli altri candidati, hanno affrontato il test di ammissione in base alle regole contenute nel relativo bando di concorso. Successivamente, il Mirir, a test ultimato, annuncia SUI proprio sito intemet la cancellazione del bonus mahrita a seguito deli'approvazionc da parte del Consiglio dei Ministri del decreto Iegge n 204, entrato, poi, in vigore in data in data 12/9/2013. Sulla base di tale decisione, 2i stata stilata la graduatoria nazionale per l'accesso ai Corsi di Laurea in oggetto, riconoscendo a ciascun candidato solo il punteggio conseguito ali'esito cici test d'ingresso. Tutto ciò 6 assolutamente illcgittimo!l! Far alfroniarc il test con delic rcgolc skabilitc e poi cambiark cubilo dopo I'cspletamento dclia prova concorsualc risulta una scelta assolutamente iilogica, irrazionale ed arbitraria. Il Miur avrebbe dovulo tener conto, nel calcolo del puntcggio finale da attribuire a ciascun candidato dcl bonus maturith e, ciunquc nvrabbe dovuto stilare la liraduatoria applicando Ic rqrolc stabilite nel momento di inizio della proccdu ra. A tal riguardo, la giurisprudenza prevalente ha chiarito che il principio tcnipus rcgit actum non Lrova applicazione per le procedure concorsuali in quanto le norme di riferimento sono quelle in vigore nel momento di inizio della procedura. In parlicolaret secondo il consolidato orientamento Riurisprudcnzialc, in materia di proccdurc concorsuali occorrc iar riferimento alle norme Ic~islative o sccondaric vigenti alla data di approvazionc del bando che devono esscrc *plicate, mentre Ic norme sopravvcnicnti non possono modificare i criteri di concorsi Riti - banditi. (Clx. CdS n.4791 del 21/7/2020) 13

14 In sintesi la Piurisprudenza ha alfexmato che: 1) 11 principio "tempus regit actud'non trova applicazione alla procedura concorsuale in corso al momento deli'enlrata in vigore delle nuove norme; 2) Un concorso è interamente disciplinato dalie norme in vigore ai momento di inizio del relativo procedimento 3) Le norme sopravvenute nel corso della procedura concorsuale possono trovare applicazione solo in caso di implicita od implicih previsione nella Iex cpecialis, cioè nel bando. I corollari che se ne debbano trarre sono i seguenti: poiché la procedura concorsuale inizia con la pubblicazione del bando che, si ripete, costituisce la lex specialis della procedura, è in questo momento che si determina il sistema normativo di riferimento di tutte le fasi del concorso. Dunque, sono irrilevanti le novità normative intervenute successivaiiiente alla pubblicazione del bando, sia se esse riguardino i requisiti di ammissione dei candidati, sia le modalità di svolgimento delle prove ecc. Paradossalmcntc, nel caso in esamc, i xicorrcnli lianno scoperto di ecser stati privati di quei punti bonus su cui laccvano aflidamento c su cui contavano nei calcolo del punkggio finale ai lini dell'ammissionc al Corso di Laurea preccclto dopo lo svolgimento della prova concorsualc. Ebbmc, tale dccisione ì? assolutamcnle illegittima oltre chc illogica irrazioriiilc cd assolutamente arbitraria. Difatti, la scelta di cambiare le regole nel corso della procedura concorsualc, ha determinato un alterazione dei prcsupposli giuridici dcl procedimento ponendosi, pertanlo, in palese contrasto con i principi costituzionali di cui agli artt. 3 e 97 dclla Costituzione iioncli6 con i principi generali posti alla base dell'azionc amministrativa di cui all'art. 1 dclla 243/90. A tal riguardo, il Consiglio di Stalo con sentenza del 21/7/2010 ha affcrniato quanto scguc: "iii tciiia dì plblici coiicorsi,iiz le disposizioni norinulive sopravvenirle (noi1 avcnli curuf icre inlcrprclulivo) iit riruferia di arrtrriissionc dei catziiidaf i, di vuliiiuzioiic rlci iifoli o di svulgiriietiiu di esumi di concorso e di volazioni non trovuriu applimzioiie pcr le procdiirc iit ifirzcrc allu datu ùclla loro ciitraia iri vigorc, iii qiiuizla il principio "ienryiis rcgil 14

15 ncttim" attiene azle seqrrenze proceditnentali composte di atti dotati di propria autonomia firnzionale e non anche ad attivitd (quale è quella di espletarnento di un concorso) interamente disciplinate dalle norme vigenti al momento in crii essa ha inizio" Tale principio, che ha trovato esprecsione in molte decisioni amministrative, può essere riassunto in estrema sìntesi, osservando che all'intero procedimento concorsuale si applicano le regole in vigore al momento del suo inizio, calvo che la lex specialis della procedura e, cioè, il bando non abbiano diversamente previsto. Ne consegue che, nel caso in esame, i ricorrenti hanno diritto aii'attribuzione del bonus maturità in ragione delle regole stabilite nel momento di inizio della procedura. Sì ricorda, inoltre, che i ricorrenti con il riconoscimento del bonus maturità risulterebbero vincitori del concorso e, quindi avrebbero diritto ad immatricolarsi presso il CDL prescclta 2) VTOLAZIONH E PAGA APPLICAZIONE DEL BANDO DI CONCORSO. VIOLAZIONE DEGLI ARTT. 3 E 97 DELLA COCTITUZIONE. VIOLAZIONE E FALSA APPLICAZIONE DELLA LEGGE N. 241/90. ECCESSO DI POTERE PER MANIFESTA IRRAGIONTWOLGZZA. I14LOClCiTA, E MANIFESTA INGIUSTIZIA. I provvedimenti impuppati sono ilicgittimi anche sotto a1 tro profilo. In parlicolarc la paduatoria nazionale conccrncntc i'accesso ai Corsi di Laurea in Mcdicina c Chirurgia, Odontoialyia e Protwi Dcntai-ìa, a.a. 2010/2014 c' polcscmcntc illcgittima pcr violazionc? del bando di iridixionc della procedura di cui d'oggetto. I bandi pubblicati dagli Akenci italiani, nel disciplinarc i requisiti e!c modaliih di svolgimento del Lesl di ammissione prcvcxiono il cisterna tic1 cd bonus maturitiì, in conkormilb alla normaliva dì rifcrimcnlo (DM 12 giugno 2010 n. 449) Orbene, i? principio pacifico giurispnidenziale che tutte le Pubbliche Amministrazioni sono obbligate ad applicare le regole fissate nel bando, atteso che questo costituisce la icx specialis dei concorso, la quale non pub essere disapplicata nel corso del procedimento neppure nel caso in cui

16 talune delle regole in essa contenute risultino non conformi allo ius sirperveniens. Ne consegue che, la decisione assunta dai Miur di non tener conto del c.d. bonus maturità nel calcolo del punteggio finale da attribuire a ciascun candidato non trova alcun fondamento nelle urevisioni del predetto bando e, pertanto, risulta assolutamente illepittima. Al riguardo, la costante giurisprudenza amministrativa in tema di ammissione alle procedure concorsuali ha affermato quanto segue: "il bando di concorso costiiuisce la lex specialis della selezìorre e le regole da esso risrrltanii vincolano rigidainente l'operato dell'antrtiitrisiuazionc, obbligaiu alla loro applicazione senza azcuii niargitzc di discrezionulità; ciò in forza del principio di iirtcla della pur condiciu dei coricorrcnii, clie sarebbe pregitidicatu ove concerrtisse la titodìjica delle regole cristallizzate nellu lex syecialis cr dell'aliro pid geiierule principio clie vicia la disapplicazionc del burido quale atto cori cui I'Aintrziitisirazione si t origiiiariarricnte aitiuvincolaia ncll%sercizio delle poiesiti connesse alla condrrzione ilcllu procedura selettiva. (Consiglio di Siuio, sez V, del 3/08/2012). Ed ancora..."l~airrtirirtistrazione è viticdata al rispello del lurrrlo che costiiirisce la lex speciulis di iinu yroccilitru seleiìiva le ciri prescrizioni, coiriprese quelle in inatcrìu di umtnissionc dei cundidaii, di valulazioni dei liioli o di svolgirnentu di esunii di cuticorso e di uoiuzioni, risirliuiro irr iangibili e non possono esscrc inodifìculc o Jisupylicuie "... Yimero aiiclic tre1 caso di ìlfegitiitniiù del bando, uve lo sicsso non siu slulo irtrpugnulo, 1'Amnziiiisiruziuiie iion può esiniersi dul danti upplicuzione" (Consiglio di Sialo, sez. li, 11. i085 del 2G/OliJtOli; Tur Luzio Rutriu, scz. ii ti. 948 del moli) B palese, dunque? da quanto appena atfcrmato I'iiicgittimith deila graciualoria impugnala. Li\ stessa, inla ttì, iu riieriincnto ad un pr~supposto iiormativo assolutamcntc incsistcritc nei bandi clic disciplinano la yroccdura di amnissionc ai Corsi di Laurea in Mcdiciria c Chirurgia, Odonloialria e Protesi Dentaria pcr l'a.a. 2013/ Pcrtanto, gli alti impugnati sono iiicgittimi c vanno annullati. 16

17 3) VIOLAZIONE DEGLI ARTT. 3 E 97 DELLA COSTITUZIONE. VIOLAZIONE DEL PRINCIPIO DELLA CERTEZZA DEL DiRITTO. VIOLAZIONE DEL PRINCIPIO DEL LEGITTIMO AFFIDAMENTO. VIOLAZIONE DEI PRINCIPI GENERALI DEZL'AZIONE AMMINISTRATIVA. VIOLAZIONE DELL'ART. 1 DELLA LEGGE 241/90. ECCESSO DI POTERE PER MAMFETA IRRAGIONEVOLEZZA. ILLOGICITA'. ARBITRARIETA' E MANIFESTA INGIUSI'IZIA. I provvedimenti impugnati sono illegittimi anche sotto altro profilo. L'abolizione del bonus maturità, annunciata dopo l'espletamento deila prova di ammissione, si pone in palese contrasto anche con i principi dì certezza dei diritto e del legittimo affidamento nello Stato. AI riguardo, si osserva che, il legittimo affidamento costituisce un principio fondamentale dell'azionc amministra tiva, da cui la funzione pubblica non può prescindere. Prutto dell'cìaborazione della giurisprudema e della sistemazione dottrinale, come molti dei principi del diritto amministrativo, il legittimo affidamento rappresenta uno strumento di tutela avverso il comportamento irragioncvolc c contraddittorio dely Amministrazione. 11 principio in questione, figurava espressamente nel progclto di riforma della I,n. 241 /90 tra i canoni fondamenlali ddl'azionc amministrativa. La versione approvala dalle Camere, tuttavia, non presenta più l'csplicilo richiamo dcl principio. La nuova formula cicll'art. 2 della 1.n. 212/2000 non i? peraltro valsa a privare ogni riiicvo al Icgiltimn afridamcnto, poiché la norma esplicitamente assoggetta l'axionc amministrativa ai principi ùell'ordinamento comunitario. Tra di essi, infatti, assume un rilievo di primo piano proprio la tutela dcli'afficlamcnlo legittimo. Con rifcrimetilo particolare all'ordinamcnto italiano, accanto alla buona kdc quale regola generale presente in ogni ambito del sistcma giuridico c al principio di ccrlenza del diritto si affiancano qucllc ricostruzioni che hanno ccrcaio di ricondurre i1 legittimo affidamento e la rilevanxa, in gcncrc, delle regole di correttezza e di buona fcdc alle prcvisioni della Carta Costituzionale. La Kiurisprudcnza costituzionalc ha riferito il lcvittimo affidamento all'art, 3 dcila Carta fondamentale. Secondo la Consulta, il principio dclla tutela del 17

18 legittimo affidamento del cittadino nella sicurezza aiuridica - quale elemento essenziale dello Stato di diritto, viene ricondotto al principio di emaglianza dinanzi aila legge, cub specie del rispetto del canone della ragionevolezza, di cui all'art. 3, coma primo, Cost. Tale principio sarebbe imanente in tutti i rapporti di diritto pubblico. Nel valutare il rispetto di tale principio, uno dei parametyi sovente utilizzati, è proprio la valutazione e quindi la tutela dell'affidamento nella stabilità dell'ordinamento Piuridico nutrito dai cittadini (ex art.3 Cost.). Ebbene, ritornando alla vicenda in esame, codesta difesa ritiene che la decisione del Governo di abolire "il bonus maturità" già da quest'anno appare, dunque, illegittima, poiché rappresenta un abuso nell'csercizio dei poteri propri dell'esecutivo e determina un danno ccrlo ed initnediato ai candidati, aspiranti inedici, che avevano calcolato di acquisire il vantaggio del bonus e, si sonu trovati improvvisamente privati di esso. Tale scelta, dunque, appare irragionevole (perché non sorretta da una adeguata ragione giustificatrice), comunque sproporzionata rispetto alla finalità perseguita, e lesiva sia del principio del buon andamento dell'azione amministrativa (art. 97 Cost.), sia del principio del legittimo affidaiiientu (art. 3 Cosl) nella misura in cui priva i partecipanti alla prova di ammissione ai Corsi di Laurea a numero programinato, a.a. 2013/2014, del riconoscimento di quei punti "boiius" sui quali gli stcssi avcvano Mio affidamento ai fini dcl calcolo del puntcggio finalc, vanificando, pertanto, le loro legittime c fondale aspcttative di aver dirilto a quei punii, fondaineniali ai fini della loro iintnatricolazionc ai Corso di laurea in oggetto. La norma, dunciue risulta lcsiva dclia situazioiic 1:iuridicn sol:):et!iva dei candidati alla prova di aininissione clic lianiio tnaturato un aspctlativa giuridicamente consolida la in urdinc alla uossibilità di acquisirc il vantajg& dcl bonus nel calcolo linale del yunicaaio. - Tale si tuaxione, ycrtanlo, risuìla assolutamente lcsiva clcl principio del 1ci:ittinio affidamcnio c dclla sicurczza giuridica, clic pure trova il suo fondamento, ~ccondo quanto pia volle affcrma lo dalla Corte costituzionale, ncll'art. 3 dclla Couii tuzione. Giova, al riguardo, sottolineare clic la Corte costituzionale Ira già avuto occasione di affermare clic nel nostro sistema costituzionalc non affatto

19 interdetto al legislatore di emanare disposizioni le quali vengano a modificare in senso sfavorevoie per i beneficiari la disciplina dei rapporti di durata, anche se l'oggetto di questi sia costituito da diritti soggettivi perfetti. Secondo la stessa giurisprudenza costituzionale, rappresenta, tuttavia, condizione essenziale che tali disposizioni non trasmodino in un regolamento irrazionale, frustrando, con riguardo a situazioni sostanziali fondate sulle leggi precedenti, l'affidamento del cittadino nella sicurezza giuridica, da intendersi quale elemento fondamentale dello Stato di diritto I1 principio del legittimo affidamento, in particolare, deve ritenersi violato (con consemente incostituzionalità della leege per violaziane del principio di up;uaelianza, sotto il profilo del difetto di radonevolezza). ne1 caso in cui la nuova norma incida, con una disciplina peggiorativa, su aspettative giuridicamente qualificate. che siano pervenute ad un Iivello di consolidamento così elevato da creare, appunto, quell'affidamento costituzionalmente protetta nella conservazione del premesso trattamento. (cfr. sentenze Corte Costituzionale n. 271 del 21/10/2011. n. 236 e n. 24 del 2009;, n. 822 del 1988 e n. 349 dei 1985). Ncl caso di spccic, non pirc ravvisarsi, infatti, una idonea ragione giustifica tricc che possa csscrc! addola a sostcpo della definitiva c totaic eliminazione dei hnus maturita, soprattutto dopo clic i test di ammissione si erano già svolti Difatti, l'irragioncvolczza e I'illogiciti?t di tale decisione deriva anche dal fatto che il D.L. 104/2013 è entrato in vigore rlopo i'cspletamcnto ùciia prova concorsuale. Di conscgwnm, gli intcrcssati non lianno avuto ncanchc la possibiliib di adeguarsi tempcstivarnmlc nllc novità normative c di prendcrc I(? opportune scclte organizxalivc più idonee per affrontare il test di ammissione. Al contrario, i ccindidsli I-ianno svolto il test con la consapevolczm di poter contare sul pim tcg~:io bonus loro assegnato, consci della sua validith. Sarebbe stato, dunquc, più ragioncvolc prevedere i'eliminazionc? dei bonus maturità a partire dal prossimo anno accademico anziclib cambiare le regole in corso d'opera.

20 i In effetti, è evidente come un cambiamento delle regole ad esami ultimati, determini un danno per i ricorrenti che, neli'affrontare i test di ammissione alle facoltà universitarie di Medicina e Chirurgia, Odontoialria e Protesi Dentaria, avevano ratto affidamento proprio sui punti "bonus". Nel caso di specie, la scelta legislativa appare sbilanciata e sproporzionata, perche, il legislatore non si la carico delle neyative ripercussioni che potrebbero derivarne sul principi del buon andamento della pubblica (art. 97 Cost.) amministrazione c della tutela del legittimo - affidamento. (art 3 della Cost.1 Ciò cmerae in maniera evidente se si considera che alcuni candidati, come i ricorrenti, non sono rientrati nel novcro dei vincitori del concorso proprio a causa dcll'eliminazione del bonus. Nel caso di specie, infatti, i ricorrenti sarebbero stati ammessi al Corso di Laurea prcscello in base alla disciplina viaente all'epoca dei bando. Ai ricorrenti, pertanto, 2 stato negato il diritto di proseguire i loro studi presso il Corso di Laurea prcscelto a seguilo di una scelta arbilraria ed irxazionalc adottata dal Governo Italiano. Per le ragioni suesposte, si chiede a Codesto Bcc.ino Tribunale adilo di sollevare la qucslione di lcgittimitil costituzionale deli'art 20 del D.L. n. 104 del 12 seltcmbrc 2U13 per violazione degli articoli 3 c 97 della Costituzione ed in particolare, per violazione dci principi di lcgitlimo affidamento, certczza del diritto e buon andamcnlo della Pubblica Ainminislrazionc. L'cvcntualc pronuncia di iiicostituzionalith dcll'art 20 del D.L. 104/2013 avrebbe così l'cfle ti0 di rimuovere i'oslacolo iiormativo all'applicai,i»nc dcll'arl. 10 del D.M. 449 del 12 giugno 2013, conscnlcndo, quindi, ai ricorrenti di ottcncrc il riconoscimento del punti acquisiti con il cd bonus inuturità, e, dunque di oltcncrc un punteggio finale che consciilircbbe loro di imme Lricolarsi ai Corsi di Laurea in oggciio presso una dcllc scdi universitarie prescelte. DOMANDA CAUi'ELAKB Si cliicdc i1 Codcsto Ecc.mo Collegio di rimettere alla Corte Costituzionale la qucstionc di legittimilà costituzionalc dcil'art. 20 del D.L. 104 del12 setlcmbrc 2013 per violazione degli articoli 3 c 97 della Costituzione 20

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 1957, n. 686, Norme di esecuzione del T.U. delle disposizioni sullo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

sul ricorso numero di registro generale 6522 del 2007, proposto da:

sul ricorso numero di registro generale 6522 del 2007, proposto da: N. 00513/2015 REG.PROV.COLL. N. 06522/2007 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente ORDINANZA sul ricorso

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Pagina 1 di 5 REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, Sezione Quinta ANNO 2004 ha pronunciato la seguente DECISIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE

LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE INSEGNAMENTO DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE I LEZIONE II LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE PROF. ROMANO CICCONE Indice 1 Rilevabilità dell'incompetenza giurisdizionale ------------------------------------------------------

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI LA LEGGE nr. 53/1994 La legge 53/1994 ha inserito nel nostro ordinamento la facoltà, per gli avvocati, di notificare gli atti giudiziari. Consentendo

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

0.414.994.541. Accordo

0.414.994.541. Accordo Testo originale 0.414.994.541 Accordo tra il Consiglio Federale Svizzero ed il Governo della Repubblica Italiana sul reciproco riconoscimento delle equivalenze nel settore universitario Concluso il 7 dicembre

Dettagli

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*)

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) «Rinvio pregiudiziale Articolo 99 del regolamento di procedura della Corte Politica sociale Direttiva 1999/70/CE Clausola 5 dell accordo quadro

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - N. RS Anno 2009 N.7088 RGR Anno 1996 ha pronunciato la seguente SENTENZA sul ricorso n.7088

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII)

DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII) DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII) CORTE DI CASSAZIONE; sezioni unite civili; sentenza, 22-02-2007, n. 4109

Dettagli

Grad. Codice Candidato Punt. Scelte Status

Grad. Codice Candidato Punt. Scelte Status Grad. Codice Candidato Punt. Scelte Status MP ASPERI LUCA. Medicina Pavia, Medicina Vercelli "Avogadro", Medicina Milano, Medicina Torino I Facoltà MP CASTI VALENTINA. Medicina Cagliari CMP LUPPI RICCARDO.

Dettagli

Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c.

Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c. Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c. La riforma del processo esecutivo ha modificato sensibilmente la fase eventuale delle opposizioni siano esse all esecuzione, agli atti esecutivi o di terzi

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C.

TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C. TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C. Il giorno 17/09/2012, innanzi al Giudice dott. Angelo Piraino, viene chiamata la causa R.G. n. 234 dell

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

Il requisito del pubblico concorso per enti anche formalmente o solo sostanzialmente pubblici. Pubblicizzazione giurisprudenziale e legislativa

Il requisito del pubblico concorso per enti anche formalmente o solo sostanzialmente pubblici. Pubblicizzazione giurisprudenziale e legislativa Il requisito del pubblico concorso per enti anche formalmente o solo sostanzialmente pubblici. Pubblicizzazione giurisprudenziale e legislativa di Sandro de Gotzen (in corso di pubblicazione in le Regioni,

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato n. 2 (Procedure per l iscrizione, l accesso ai risultati e lo scorrimento della graduatoria) 1. Ciascun candidato deve presentare la richiesta di partecipazione al test selettivo per l accesso

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

Conferenza Permanente delle Classi di Laurea delle Professioni Sanitarie (Presidente: Prof. Luigi Frati)

Conferenza Permanente delle Classi di Laurea delle Professioni Sanitarie (Presidente: Prof. Luigi Frati) Conferenza Permanente delle Classi di Laurea delle Professioni Sanitarie (Presidente: Prof. Luigi Frati) LAUREE DELLE PROFESSIONI SANITARIE Rapporto Mastrillo anno 21 Dati sull accesso ai corsi e programmazione

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a BANDO DI CONCORSO D.M. 5 FEBBRAIO 2014 N.85 FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN MEDICINA E CHIRURGIA (CLASSE LM-41) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

Consiglio di Stato n. 3580 del 05.07.2013

Consiglio di Stato n. 3580 del 05.07.2013 MASSIMA Ad avviso di questo Collegio, né l art. 23 della l. 18 aprile 2005, n. 62 (legge comunitaria 2004), né l art. 57 D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163, né i principi comunitari consolidati in materia

Dettagli

TAR LAZIO - ROMA, SEZ. II - sentenza 5 novembre 2009 n. 10877 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

TAR LAZIO - ROMA, SEZ. II - sentenza 5 novembre 2009 n. 10877 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TAR LAZIO - ROMA, SEZ. II - sentenza 5 novembre 2009 n. 10877 ha pronunciato la presente REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Seconda)

Dettagli

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE REPORT ANNUALE - 2011 - ITALIA (Aprile 2011) Prof. Alessandra PIOGGIA INDICE 1. LA PRIVATIZZAZIONE 2. LE COMPETENZE

Dettagli

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012,

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, RIFORMA DELLA LEGGE PINTO Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, riforma la legge Pinto (L. n. 89/2001) per l indennizzo per la durata del processo. Le nuove disposizioni

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE N. 01133/2010 01471/2009 REG.DEC. REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A ha pronunciato la presente IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Avvocato cancellato dall Albo per assunzione in azienda privata. Possibilità o meno di spendere il titolo nelle comunicazioni extragiudiziali

Avvocato cancellato dall Albo per assunzione in azienda privata. Possibilità o meno di spendere il titolo nelle comunicazioni extragiudiziali www.ilfogliodelconsiglio.it/wp-content/uploads/pa_f_495_1.doc Avvocato cancellato dall Albo per assunzione in azienda privata. Possibilità o meno di spendere il titolo nelle comunicazioni extragiudiziali

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Lauree triennali ed equipollenza dei titoli di studio pregressi: si sta per chiarire un grande equivoco?

Lauree triennali ed equipollenza dei titoli di studio pregressi: si sta per chiarire un grande equivoco? Lauree triennali ed equipollenza dei titoli di studio pregressi: si sta per chiarire un grande equivoco? Al fine dell iscrizione alle Lauree specialistiche delle professioni sanitarie non è necessario

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA Si rende noto che è indetta una procedura selettiva per individuare un soggetto idoneo a ricoprire la posizione di Informatore/trice

Dettagli

DECISIONE. contro. per la riforma

DECISIONE. contro. per la riforma 1 di 8 04/05/2009 8.00 REPUBBLICA ITALIANA N.2401 Reg.Sent. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Anno 2009 IL CONSIGLIO DI STATO IN SEDE GIURISDIZIONALE N.4481 Reg.Ric. Sezione Quinta Anno 2008 ha pronunciato la

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Bologna, 24 febbraio 2014 I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Il P.O.F. La DIAGNOSI Il PDP Il GIUDIZIO

Dettagli

di Roberto Fontana, magistrato

di Roberto Fontana, magistrato 10.1.2014 LE NUOVE NORME SULLA FISSAZIONE DELL UDIENZA E LA NOTIFICAZIONE DEL RICORSO E DEL DECRETO NEL PROCEDIMENTO PER DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO di Roberto Fontana, magistrato Sommario. 1. La nuova

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

7 L atto di appello. 7.1. In generale (notazioni processuali)

7 L atto di appello. 7.1. In generale (notazioni processuali) 7 L atto di appello 7.1. In generale (notazioni processuali) L appello è un mezzo di impugnazione ordinario, generalmente sostitutivo, proposto dinanzi a un giudice diverso rispetto a quello che ha emesso

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i.

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i. 28501 di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa né a carico del bilancio regionale né a carico degli enti per i cui debiti

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Art. 1. Art. 2. Art. 3.

Art. 1. Art. 2. Art. 3. L. 20-3-1865 n. 2248. Legge sul contenzioso amministrativo (All. E) (2) (3). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 27 aprile 1865. (2) Vedi, anche, la L. 6 dicembre 1971, n. 1034. (3) Con riferimento al presente

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it Avv. Giovanni Romano Avv. Paola Genito Avv. Natascia Delli Carri Avv. Maria Cristina Fratto Avv. Annalisa Iannella Avv. Egidio Lizza Avv. Giuseppina Mancino Avv. Roberta Mongillo Avv. Francesco Pascucci

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E

Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E VISTA la legge 9 maggio 1989. n. 168; VISTO il D.P.R. del 3 maggio 1957 n. 686, Norme di esecuzione del T.U. delle disposizioni sullo statuto degli impiegati

Dettagli

Prof. Avv. Giuseppe Cataldi Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della

Prof. Avv. Giuseppe Cataldi Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della 1 Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della sentenza della Corte europea dei diritti dell uomo con la quale la Francia è stata condannata per il divieto legislativo di costituire associazioni

Dettagli

LA CTU E LA CTP VISTE DALL AVVOCATO

LA CTU E LA CTP VISTE DALL AVVOCATO CORSO BASE SULLE PROCEDURE GIUDIZIARIE DELL AUTUNNO 2006 LA CTU E LA CTP VISTE DALL AVVOCATO AVV. ALESSANDRO CAINELLI INDICE PREMESSA p. 3 I. LA NULLITÀ DELLA RELAZIONE p. 4 1. Cause di nullità formale

Dettagli

hol~e; A--fç, ttgr (.. \ g.4 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA 1 7 FEB. 2015 È assente giustificato: sig. Domenico Di Simone. ... OMISSIS...

hol~e; A--fç, ttgr (.. \ g.4 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA 1 7 FEB. 2015 È assente giustificato: sig. Domenico Di Simone. ... OMISSIS... SAPIENZA 1 7 FEB. 2015 Nell'anno duemilaquindici, addì 17 febbraio alle ore 16.00, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il, convocato con nota rettorale prot. n. 0009903 del 12.02.2015, per

Dettagli

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a BANDO DI CONCORSO D.M. 5 FEBBRAIO 2014 N.85 MACROAREA DI INGEGNERIA AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO,DIRETTAMENTE FINALIZZATI ALLA FORMAZIONE DI ARCHITETTO INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA

Dettagli

Ordinanza Ministeriale 21 febbraio 2014 n. 144. Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2014. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001.

Ordinanza Ministeriale 21 febbraio 2014 n. 144. Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2014. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001. Ordinanza Ministeriale 21 febbraio 2014 n. 144 Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2014. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001. VISTA la legge 9 maggio 1989, n.168, con la quale è

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con delibera del Senato Accademico del 19 luglio 2011) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione

Dettagli

Deliberazione n. 10/SEZAUT/2010/QMIG

Deliberazione n. 10/SEZAUT/2010/QMIG Deliberazione n. 10/SEZAUT/2010/QMIG LA CORTE DEI CONTI In Sezione delle Autonomie nell adunanza del 31 marzo 2010 Visto il Testo Unico delle leggi sulla Corte dei conti, approvato con R.D. 12 luglio 1934,

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

STUDIO LEGALE Avv. Antonella Nigro

STUDIO LEGALE Avv. Antonella Nigro L irregolarità della notifica dell atto di precetto e l opposizione agli atti esecutivi ex art. 617 c.p.c. di Antonella Nigro L opposizione agli atti esecutivi è disciplinata dall'art. 617 del Codice di

Dettagli

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Guida all uso www.accessogiustizia.it Altri Servizi SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche,

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI..

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI.. Corso di laurea.... C.L. specialistica/magistrale... Curriculum/Indirizzo... Matricola.. Marca da bollo da 16,00 se non assolta in modo virtuale AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO

Dettagli

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Prot. 26329/2015 Selezione pubblica per l assunzione a tempo indeterminato di 892 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva

Dettagli

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011 Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011 Presidente: dott. Paolo Vittoria; Relatore Consigliere: dott.ssa Roberta Vivaldi IL TERMINE BREVE PER IMPUGNARE DECORRE SOLO

Dettagli

Elenco enti, istituti e aziende per il diritto allo studio universitario

Elenco enti, istituti e aziende per il diritto allo studio universitario Elenco enti, istituti e aziende per il diritto allo studio universitario Ancona Ente regionale per il diritto allo studio universitario (Ersu), Vicolo della Serpe 1, 60121 Ancona, tel. 071-227411 (centr.),

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante

L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante Abstract L energia elettrica derivante da fonti rinnovabili è esente da accisa

Dettagli

IL PRINCIPIO DEL NE BIS IN IDEM E LA SENTENZA GRANDE STEVENS : PRONUNCIA EUROPEA E RIFLESSI NAZIONALI

IL PRINCIPIO DEL NE BIS IN IDEM E LA SENTENZA GRANDE STEVENS : PRONUNCIA EUROPEA E RIFLESSI NAZIONALI IL PRINCIPIO DEL NE BIS IN IDEM E LA SENTENZA GRANDE STEVENS : PRONUNCIA EUROPEA E RIFLESSI NAZIONALI Nota a: Corte EDU, Grande Stevens e altri contro Italia - ric. 18640/10, 18647/10, 18663/10, 18668/10

Dettagli

IL RINNOVO DEI CONTRATTI PUBBLICI: facciamo il punto

IL RINNOVO DEI CONTRATTI PUBBLICI: facciamo il punto IL RINNOVO DEI CONTRATTI PUBBLICI: facciamo il punto La questione inerente il rinnovo dei contratti pubblici è una questione piuttosto complessa e, in parte, anche controversa, soprattutto all esito dell

Dettagli

Pagina 1 di 13 N. 01842/2015REG.PROV.COLL. N. 08855/2009 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Terza) ha pronunciato

Dettagli

I L R E T T O R E. VISTA la legge 19 novembre 1990, n. 341 recante riforma degli ordinamenti universitari;

I L R E T T O R E. VISTA la legge 19 novembre 1990, n. 341 recante riforma degli ordinamenti universitari; Ripartizione Relazioni Studenti VISTA la legge 9 maggio 1989, n. 168; I L R E T T O R E VISTO il D. P. R. del 3 maggio 1957 n. 686, Norme di esecuzione del T.U. delle disposizioni sullo statuto degli impiegati

Dettagli

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16 Modello B2 GRADUATORIE PERMANENTI DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO E AUSILIARIO AI SENSI DELL ART. 554 DEL D.L.VO 297/94 (indizione concorsi nell a.s. 2014/15) DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA

Dettagli