4) Farmacopea Ufficiale della Repubblica Italiana in vigore e relativi aggiornamenti e supplementi (ostensibile al pubblico)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "4) Farmacopea Ufficiale della Repubblica Italiana in vigore e relativi aggiornamenti e supplementi (ostensibile al pubblico)"

Transcript

1 DOCUMENTI / ADEMPIMENTI OBBLIGATORI IN FARMACIA (Breve e sommaria elencazione dei principali documenti che devono essere presenti e degli adempimenti da attuare. Ogni punto costituisce un semplice memorandum per chi ha comunque una approfondita conoscenza della normativa ed è necessariamente sommario e parziale. In nessun caso la presente lista può sostituire la consulenza di un professionista qualificato. Ogni punto è soggetto a continue variazioni normative e differisce in base alla localizzazione territoriale ed alla specifica situazione della singola farmacia che deve necessariamente essere valutata in modo specifico) Documenti relativi all espletamento del Servizio Farmaceutico 1) Atto costitutivo/statuto della società (per farmacie costituite in forma di società) 2) Decreto del Sindaco di autorizzazione/assegnazione della titolarità 3) Comunicazione dell atto costitutivo/statuto della società e successive variazioni a: - Ordine provinciale dei farmacisti - Federazione Ordine Farmacisti Italiani - Assessorato alla Sanità della Regione - Azienda USL 4) Farmacopea Ufficiale della Repubblica Italiana in vigore e relativi aggiornamenti e supplementi (ostensibile al pubblico) 5) Tariffa Nazionale dei medicinali (ostensibile al pubblico) 6) Liste di Trasparenza dell'aifa con i confronti tra i prezzi (per unità posologica) dei medicinali di classe C (ostensibile al pubblico) 7) Listino (o forme equivalenti di comunicazione) dei prezzi praticati dalla farmacia per i farmaci senza obbligo di ricetta medica (SOP/OTC) (ostensibile al pubblico) 8) Cartello indicante l'orario di apertura e chiusura della farmacia (visibile anche dall esterno a farmacia chiusa) 9) Cartello indicante i turni di servizio delle Farmacie viciniore (visibile anche dall esterno a farmacia chiusa) 10) Cartello indicante il periodo di chiusura per ferie della Farmacia (visibile anche dall esterno a farmacia chiusa) 11) Cartello (esposto al pubblico) indicante: - estremi di iscrizione della farmacia nel Registro delle Imprese - estremi di iscrizione della Farmacia alla Camera di Commercio nel Registro delle Ditte 12) Avviso affisso all interno della farmacia che informi il pubblico sulle procedure per la detraibilità fiscale delle spese per l acquisto dei medicinali (scontrino parlante con codice fiscale). 13) Ricette mediche non ripetibili (non SSN) : conservane l'originale per 6 mesi 14) Ricette mediche per preparazioni magistrali : conservane per 6 mesi l originale (per le ricette non ripetibili ) o la copia (per le ricette ripetibili ). Sulle ricette contenenti veleni va annotata l identità dell acquirente. 15) Ricette mediche per preparazioni magistrali contenenti sostanze dopanti soggette a trasmissione dati all AIFA: conservane fino al 31 luglio dell anno successivo alla spedizione l originale della ricetta. 16) Ricette mediche con prescrizioni di stupefacenti (Tab. II sez. A B C) : conservane l'originale per 2 anni dall'ultima registrazione sul registro di entrata ed uscita delle sostanze stupefacenti; le prescrizioni per 1/9

2 le quali è fatto obbligo di accertare le generalità di chi ritira il farmaco (Tab. II sez. A) vanno tenute separate dalle altre. 17) Ricette veterinarie non ripetibili per animali da compagnia : conservane l'originale per 6 mesi, separato da quelle ad uso umano 18) Ricette veterinarie non ripetibili per animali da reddito in copia semplice ed in triplice copia : numerare progressivamente l'originale e conservarlo per 5 anni, separato da quelle ad uso umano. Sulle ricette in triplice copia deve essere annotato il numero di lotto del medicinale dispensato e deve essere inviata la copia per USL al Servizio Veterinario dell USL competente entro una settimana dalla spedizione. 19) Buoni acquisto delle sostanze stupefacenti e psicotrope (Bollettario B.A. ex DM 20/04/76, da ritirare presso l Ordine, o buoni acquisto ex DM 18/12/2006 da redigere e numerare autonomamente). I Buoni Acquisto devono essere conservati (eventualmente accompagnati dalla documentazione relativa al ritiro del bollettario presso l'ordine dei Farmacisti e dalle eventuali denunce di smarrimento o di furto dei bollettari ), con allegate le relative fatture di vendita dei fornitori, insieme al registro di entrata o uscita degli stupefacenti per cinque anni dall'ultima registrazione. 20) Registro di entrata ed uscita delle sostanze stupefacenti e psicotrope, di modello ufficiale, deve essere vidimato e firmato in ogni sua pagina dall'azienda USL e conservato per cinque anni dalla data della sua ultima registrazione, insieme ai documenti giustificativi che lo corredano (bollettario buoni-acquisto, bolle di consegna, documenti di trasporto, fatture, verbali di distruzione, denuncie di furto o di smarrimento ecc. ). 21) Verifica triennale periodica (triennale) degli strumenti di misura (bilance) a cura dell Ufficio Metrico della CCIAA con apposizione sulle bilance di etichetta verde inamovibile recante la data della successiva scadenza. 22) Certificati di analisi delle materie prime farmaceutiche utilizzate: riportare tutte le indicazioni previste e conservare per sei mesi dalla data di fine utilizzo. 23) Fogli di lavorazione per preparazioni officinali : riportare tutte le indicazioni previste e conservare per sei mesi. 24) Fogli di lavorazione per preparazioni officinali contenenti sostanze dopanti soggette a trasmissione dati all AIFA: conservane fino al 31 luglio dell anno successivo alla spedizione. 25) Flaconi vuoti delle materie prime farmaceutiche utilizzate: da conservare per sei mesi dalla data di fine utilizzo, da riportare in etichetta. 26) Copia del file trasmesso all indirizzo (AIFA) entro il 31 gennaio di ogni anno (modulo SVD 1.0.xls - file di Excel) contenente i dati riferiti all'anno precedente relativi alle quantità utilizzate e vendute di ogni singolo principio attivo vietato per doping, a partire dall'anno 2006 (a dimostrazione dell avvenuta trasmissione). 27) Istruzioni scritte per la pulizia del laboratorio e delle attrezzature (meglio se esposte in laboratorio, firmate dal titolare e controfirmate dai dipendenti). 28) Comunicazione dell'inizio della produzione di cosmetici al Ministero della Salute (Dipartimento della Prevenzione e dei Farmaci) ed alla Regione (Assessorato alla Sanità) (se la farmacia produce cosmetici) 29) Registro copia-veleni per le sostanze velenose vendute alle imprese artigianali e industriali. 30) Registro di raccolta dei verbali di ispezione 31) Registro di carico e scarico delle sostanze zuccherine, vidimato dal Sindaco 2/9

3 32) Certificati di collaudo delle bombole di ossigeno od altri gas compressi (se le bombole sono di proprietà della farmacia) 33) Certificato Comunale di agibilità/abitabilità dei locali. 34) Copia della comunicazione di assunzione o cessazione dal servizio del personale laureato e abilitato che deve essere fatta alla Azienda USL di competenza (per conoscenza all Ordine). 35) Copia della comunicazione della sostituzione del titolare o del direttore alla Azienda USL di competenza (per assenze superiori ai tre giorni) 36) Documentazione dei crediti ECM dei farmacisti operanti in farmacia Documenti relativi alla normativa sull igiene e sicurezza degli alimenti 1) Documentazione relativa al sistema di autocontrollo aziendale per garantire la sicurezza ed igiene degli alimenti (il cosiddetto Manuale HACCP). Tale documentazione deve essere costituita, come minimo da: Procedure scritte che descrivano le seguenti fasi di attività: 1) Fase di approvvigionamento/fornitura a. modalità di approvvigionamento/fornitura b. documentazione (raccolta dei documenti commerciali di scorta, fatture) c. eventuali garanzie richieste ai fornitori, e, se presenti, con descrizione delle modalità di verifica o di riscontro. 2) Fase di accettazione materie prime/prodotti a. riscontro della conformità del prodotto b. riscontro dell integrità delle confezioni c. controllo della regolarità dell etichettatura d. verifica data scadenza/termine minimo di conservazione 3) Fasi di gestione operativa 3.1 stoccaggio/conservazione materie prime/prodotti deperibili e non a. gestione idonea conservazione b. gestione dei prodotti non idonei/non conformi 3.2 preparazione/manipolazione a. gestione igienica della preparazione degli alimenti b. gestione igienica delle fasi di trattamento termico (ove presenti) c. gestione igienica e conservazione del prodotto finito 3.3 vendita/somministrazione a. gestione delle attrezzature di esposizione/vendita b. gestione del termine di conservazione dei prodotti 4) Fase di gestione dei locali e delle attrezzature a. programma di pulizia e disinfezione b. programma di derattizzazione e disinfestazione c. programma di manutenzione delle attrezzature e della strumentazione Documenti di registrazione 1) registrazioni relative all attuazione di: a. programma di pulizia e disinfezione b. programma di derattizzazione e disinfestazione c. programma di manutenzione delle attrezzature e della strumentazione 2) registrazione delle non conformità e delle azioni correttive messe in atto (per es. non conformità prodotti in ingresso ed in magazzino (rotti, avariati, scaduti, revocati ecc.),temperature di conservazione, pulizie, disinfestazione e derattizzazione) 3/9

4 2) Procedura di rintracciabilità degli alimenti (per ogni alimento deve essere possibile stabilire il fornitore da cui proviene ed il cliente se diverso dal consumatore finale cui è destinato) Documenti relativi ad adempimenti Amministrativi e Fiscali 1) Licenza dell Agenzia delle Dogane (ex UTIF) per la vendita dei prodotti alcoolici e profumerie alcooliche 2) Certificato di attribuzione della Partita IVA 3) Documentazione della iscrizione al Registro Imprese presso la CCIAA (certificato o visura) 4) Documentazione del pagamento della Tassa annuale di iscrizione al Registro Imprese della CCIAA. 5) Autorizzazione comunale amministrativa al commercio (Tabella speciale per i farmacisti, o altri settori); (ora solo semplice comunicazione di apertura di esercizio di vicinato ) 6) Attestato del luogo di conservazione delle scritture contabili rilasciato dallo Studio del Commercialista. 7) Autorizzazione comunale alla installazione delle insegne esterne (anche provinciale, se l insegna si affaccia su una strada provinciale) 8) Ricevute relative al pagamento dell'imposta comunale annuale sulla pubblicità su tutti i mezzi pubblicitari esposti (insegne, cartelli, vetrine, indicazioni ecc.; sono esenti le insegne che contraddistinguono la sede ove si svolge l attività cui si riferiscono, di superficie complessiva fino a 5 metri quadrati) 9) Denuncia di occupazione di suolo pubblico e versamento annuale della TOSAP/COSAP (in caso di passo carraio, porta biciclette, ecc.) o di parti sovrastanti il suolo pubblico (tendoni fissi o retrattili) 10) Comunicazione/autorizzazione comunale alla vendita mediante distributori automatici (profilattici ecc.) 11) Prezzi di vendita su tutti i prodotti esposti (vetrine, scaffali a libero servizio, espositori, ecc.); direttamente sui prodotti, con targhette, listini ecc.. Nel caso di vendite promozionali, occorre indicare sul prodotto il prezzo di vendita normale e lo sconto in percentuale. Sui alcuni prodotti alimentari e cosmetici deve essere esposto anche il prezzo per unità dipeso o di misura. 12) Licenze di tutti i programmi informatici utilizzati (per es. programma gestionale, sistema operativo, antivirus, Office, programma prep.magistrali, contabilità ed ogni altro software; in forma di licenze cartacee, CD di installazione originali, adesivi irremovibili su PC) 13) Libretto fiscale del Misuratore Fiscale 13) Dichiarazioni all'ufficio IVA di installazioni/disinstallazioni di Misuratori Fiscali. 14) Verifica annuale del Misuratore Fiscale (a cura dei tecnici autorizzati) con apposizione sul M.F. di etichetta verde inamovibile recante la data della successiva scadenza. 15) Giornali di fondo del misuratore fiscale (cartacei od elettronici): da conservare per due anni dall'ultima registrazione 16) Scontrini di chiusura giornaliera del Misuratore Fiscale : da conservare per dieci anni (o fino alla definizione di eventuali accertamenti) 17) Registro dei corrispettivi da usare in caso di mancato o errato funzionamento del Misuratore Fiscale. 18) Documenti di trasporto, sia emessi che ricevuti, conservati ordinatamente e per numero progressivo: da conservare per dieci anni (o fino alla definizione di eventuali accertamenti) 19) Fatture, sia emesse che ricevute, conservate ordinatamente e per numero progressivo: da conservare per 4/9

5 dieci anni (o fino alla definizione di eventuali accertamenti) 20) Ricevute fiscali emesse ed in attesa di eventuale utilizzo: da conservare per dieci anni (o fino alla definizione di eventuali accertamenti) 21) Registro dei corrispettivi : da conservare per dieci anni (o fino alla definizione di eventuali accertamenti) 22) Altri documenti contabili di rilevanza fiscale (estratti-conto, distinte contabili riepilogative, ricevute di pagamenti, lettere commerciali, contratti, ecc. ) : da conservare per dieci anni (o fino alla definizione di eventuali accertamenti) 23) Copie delle varie dichiarazioni fiscali annuali (Dichiarazione IVA, Mod. 770, Mod Unico) 24) Registro dei Verbali di Assemblea (per le farmacie costituite in forma di società) 25) Registro delle fatture emesse (di norma è conservato presso lo Studio del Commercialista) 26) Registro degli acquisti (di norma è conservato presso lo Studio del Commercialista) 27) Libro Giornale (di norma è conservato presso lo Studio del Commercialista) 28) Libro inventario (di norma è conservato presso lo Studio del Commercialista) 29) Registro dei beni ammortizzabili (di norma è conservato presso lo Studio del Commercialista) 30) Registro della contabilità meccanizzata (di norma è conservato presso lo Studio del Commercialista) Documenti / adempimenti relativi alla normativa sui Rifiuti 1) Formulari di identificazione dei rifiuti (prima e quarta copia di ogni formulario) per tutti i rifiuti smaltiti (farmaci Asside, distruzione, autoanalisi ecc.) rilasciato dalla ditta autorizzata al trasporto/smaltimento rifiuti 2) Registro di carico e scarico dei rifiuti speciali pericolosi (per rifiuti sanitari da autoanalisi e per smaltimento di farmaci citostatici/citotossici e materie prime di laboratorio pericolose) 3) Copia delle denuncie annuali M.U.D. presentate alla CCIAA per i rifiuti speciali pericolosi. 4) Stoccaggio dei rifiuti da autoanalisi in appositi contenitori omologati per rifiuti a rischio infettivo. 5) Stoccaggio dei prodotti scaduti, revocati, avariati in appositi contenitori (contrassegnati con R nera in campo giallo) da conservare in area opportunamente separata rispetto ai prodotti regolarmente in vendita 6) Iscrizione al CONAI 7) Denuncia al Comune ai fini della raccolta rifiuti, sia in sede di prima applicazione che di variazione. 8) Pagamento del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani (per es. Azienda municipalizzata) Documenti relativi al personale dipendente 1) Apertura posizione aziendale presso l INPS 2) Apertura posizione aziendale presso l INAIL 3) Lettera di assunzione/contratto scritto per ogni dipendente. 5/9

6 4) Comunicazione dell assunzione del dipendente da effettuarsi all'ufficio PROVINCIALE PER L'IMPIEGO entro le ore 24,00 del giorno precedente l'inizio del lavoro. 5) Denuncia Nominativa Assicurati all INAIL 6) Libro paga del personale dipendente vidimato dall'inail: da conservare per dieci anni (o fino alla definizione di eventuali accertamenti). Può essere sostituito dalla raccolta delle copie dei "cedolini-paga", purché vidimati dall'inail. 7) Libro matricola vidimato dall'inail su cui devono essere iscritti i prestatori d'opera, nell'ordine cronologico di assunzione, prima che inizino il lavoro. Il libro va conservato nel luogo di lavoro (sede della impresa): da conservare per dieci anni (o fino alla definizione di eventuali accertamenti). 8) Libro presenze vidimato dall'inail e può essere sostituito dai cartellini marca tempo o da schede, da far firmare al personale, anch'esse vidimate dall'inail. 9) Cartello indicante l'orario di lavoro per singoli dipendenti (o per categorie) esposto presso il luogo di lavoro. Documenti relativi alla normativa sulla Sicurezza sul Lavoro 1) Registro degli Infortuni, vidimato dalla Azienda USL 2) Autocertificazione dell'avvenuta valutazione dei rischi e dell'adempimento degli obblighi ad esse collegati ai fini di garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro (per aziende fino a dieci lavoratori) 3) Documento analitico di Valutazione dei Rischi (obbligatorio per aziende con oltre dieci lavoratori) 4) Nomina del Medico Competente (obbligatorio per aziende che prevedono mansioni sottoposte all obbligo di sorveglianza sanitaria) 5) Cartella clinica dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria (obbligatorio per aziende che prevedono mansioni sottoposte all obbligo di sorveglianza sanitaria) 6) Nomina del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (se non svolto direttamente dal DDL) 7) Attestato di frequenza al corso di formazione per DDL che svolgono direttamente il compito di RSPP (16 ore, se il DDL svolge direttamente il compito di RSPP) 8) Copia della comunicazione all Azienda USL ed alla Direzione Provinciale del Lavoro del nominativo del RSPP (o dello svolgimento diretto da parte del DDL) 9) Designazione degli addetti al Pronto Soccorso e Antincendio 10) Designazione del Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza (se designato da parte dei lavoratori) 11) Attestato di frequenza al corso di formazione per gli addetti al Pronto Soccorso (primo corso 12 ore) 12) Attestato di frequenza al corso di aggiornamento triennale per gli addetti al Pronto Soccorso (4 ore) 6/9

7 13) Attestato di frequenza al corso di formazione per gli addetti all Antincendio (per aziende a rischio basso 4 ore) 14) Attestato di frequenza al corso di formazione per il Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza, se designato (32 ore) 15) Certificato di Protezione Incendi rilasciato dai Vigili del Fuoco (per farmacie con superficie complessiva superiore a 400 mq). 16) Presenza di mezzi antincendio (estintori) adeguati sulla base della superficie, dei piani, del rischio incendio individuato 17) Presenza della Cassetta Pronto Soccorso (oltre tre lavoratori) o Pacchetto di Medicazione (1 o 2 lavoratori) 18) Procedure di emergenza (con planimetria) esposte in maniera facilmente visibile 19) Presenza dei cartelli di segnalazione degli estintori 20) Presenza dei cartelli di segnalazione delle vie di fuga 21) Presenza dei cartelli di segnalazione delle uscite di emergenza 22) Presenza dei cartelli di segnalazione di eventuali pericoli per i lavoratori 23) Presenza dei cartelli di segnalazione di eventuali obblighi per i lavoratori 24) Presenza degli opportuni Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) per i lavoratori 25) Presenza di illuminazione di emergenza adeguata ai locali 26) Documentazione delle iniziative di formazione ed informazione dei lavoratori 27) Verifica semestrale degli estintori (targhetta allegata od apposta sugli estintori) ed ulteriori collaudi e controlli periodici a seconda del tipo di mezzo antincendio. 28) Verbale della riunione (almeno una volta l'anno) fra datore di lavoro, Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (se nominato), Medico Competente (se nominato) e Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (se nominato) per valutare i rischi e gli interventi che ne conseguono (per aziende con oltre 15 lavoratori o su richiesta del RLS, in caso di significative variazioni dei rischi) 29) Certificato di conformità dell impianto elettrico rilasciato dalla Ditta installatrice 30) Copia del modello di trasmissione del certificato di conformità dell impianto elettrico all USL/ARPA e ISPESL ai fini della verifica dell impianto di "messa a terra" 31) Verbale di verifica periodica rilasciato da Enti accreditati della "messa a terra" dell'impianto elettrico (ogni 2 anni se presente misuratore di pressione collegato a rete elettrica - 5 anni diversamente) 32) Libretto di impianto o di centrale degli impianti termici Ogni impianto termico deve essere dotato (a seconda delle dimensioni) di un libretto di impianto o di centrale, affidato al responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto. 7/9

8 33) Libretto di manutenzione degli impianti di sollevamento (ascensori e montacarichi) affidato al responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto. 34) Cartello recante la scritta "vietato fumare" e la relativa sanzione per i trasgressori 35) Schede di sicurezza di tutte le sostanze e preparati pericolosi 36) Documento di Valutazione dei Rischi presenti in farmacia congiunto con eventuali ditte appaltatrici esterne ex art.7 (per es. impresa di pulizie). Documenti ed adempimenti relativi alla normativa sulla Privacy 1) Nomina degli incaricati al trattamento di dati personali, complete di istruzioni per il trattamento e puntuale individuazione dell ambito del trattamento stesso. 2) Nomina dei responsabili del trattamento di dati personali, complete di istruzioni per il trattamento e puntuale individuazione dell ambito del trattamento stesso (possibile per trattamenti delegati all esterno quali tariffazione ricette, contabilità, gestione del personale, ecc.) 3) Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPS) (obbligatorio per chi effettua trattamenti di dati sensibili con strumenti elettronici ): da aggiornare annualmente entro il 31 marzo 4) Notificazione dei trattamenti al Garante (per trattamenti relativi a profilazione della clientela ed analisi delle scelte di acquisto o per prestazioni di servizi sanitari tramite rete informatica) 5) Cartelli con informativa per area videosorvegliata (ove presente impianto di videosorveglianza) 6) Documento in cui vengono enunciate le ragioni delle scelte che hanno indotto all installazione del sistema di videosorveglianza 7) Informative sul trattamento dei dati personali (per trattamenti di dati personali non sensibili ) 8) Informative sul trattamento dei dati personali con raccolta del consenso al trattamento (per trattamenti di dati sensibili ) 9) Sistema di accesso ai trattamenti con strumenti elettronici tramite account e password personale, o smartcard o riconoscimento biometrico, personale per ogni incaricato. 10) Modifica delle password ogni sei mesi, od ogni tre mesi per i trattamenti di dati sensibili (con registrazione in busta chiusa per accedere in caso di necessità ed indisponibilità dell incaricato). 11) Sistema di salvataggio dei dati personali (copie di backup) trattati con strumenti elettronici almeno settimanale 12) Sistema di protezione antivirus per gli strumenti elettronici con i quali si effettuano trattamenti di dati personali (con aggiornamento almeno semestrale) 13) Sistema di protezione da intrusioni esterne (firewall) per gli strumenti elettronici con i quali si effettuano trattamenti di dati personali sensibili (con aggiornamento almeno semestrale) 14) Aggiornamento dei programmi per gli strumenti elettronici con i quali si effettuano trattamenti di dati personali almeno semestrale 8/9

9 15) Documentazione di iniziative di formazione degli incaricati sulla sicurezza dei dati 16) Conservazione dei documenti contenenti dati sensibili in archivi ad accesso controllato. 17) Lettere di autorizzazione agli accessi agli archivi dopo l orario di chiusura 18) Registrazione degli accessi agli archivi dopo l orario di chiusura 9/9

SERVIZIO FARMACEUTICO

SERVIZIO FARMACEUTICO Elenco riassuntivo degli adempimenti da attuare in farmacia in materia di servizio farmaceutico, sicurezza sui luoghi di lavoro, privacy, gestione rifiuti, commercio di alimenti nonché fiscale. SERVIZIO

Dettagli

CE.DI.FAR. S.p.A. (Il Presidente) Dott.ssa Federica Cantagalli. Ai Soci e Clienti Cedifar S.p.A. -Loro Sedi- Circolare N. 8 / 2014

CE.DI.FAR. S.p.A. (Il Presidente) Dott.ssa Federica Cantagalli. Ai Soci e Clienti Cedifar S.p.A. -Loro Sedi- Circolare N. 8 / 2014 Ai Soci e Clienti Cedifar S.p.A. -Loro Sedi- Circolare N. 8 / 2014 Casalecchio di Reno (BO), 26 settembre 2014 Oggetto: Servizi Cedifar alle farmacie: aggiornamento in abbonamento check-list di autoverifica

Dettagli

FARMACIA : OBBLIGHI E ADEMPIMENTI

FARMACIA : OBBLIGHI E ADEMPIMENTI federfarma federazione nazionale unitaria dei titolari di farmacia italiani FARMACIA : OBBLIGHI E ADEMPIMENTI SERVIZIO FARMACEUTICO Verificare la presenza in farmacia di: 1) Medicinali obbligatori (tabella

Dettagli

Assegnazione della sede farmaceutica (Art. 9, DPR 1275/71)

Assegnazione della sede farmaceutica (Art. 9, DPR 1275/71) Assegnazione della sede farmaceutica (Art. 9, DPR 1275/71) 1. Comunicazione L organo regionale competente comunica ai vincitori la sede assegnata mediante lettera raccomandata con AR, insieme all invito

Dettagli

PRONTUARIO ADEMPIMENTI DI SICUREZZA

PRONTUARIO ADEMPIMENTI DI SICUREZZA PRONTUARIO ADEMPIMENTI DI SICUREZZA Documentazione aziendale DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA - Pratiche comunali: certificazione di agibilità - Denuncia di nuovo lavoro all INAIL (almeno 5 gg prima inizio

Dettagli

COME STA IL TUO CANTIERE?

COME STA IL TUO CANTIERE? Vademecum per l impresa e il cantiere 15x21 30-04-2010 10:56 Pagina 1 maggio 2010 COME STA IL TUO CANTIERE? UNA VISITA TECNICA DEL CTP PUÒ EVITARTI COMPLICAZIONI PRENOTALA ADESSO METTI IN REGOLA IL TUO

Dettagli

AUTORIZZAZIONE DEGLI STUDI PROFESSIONALI MEDICI ED ODONTOIATRICI INDIRIZZI PER LA DEFINIZIONE DELL ELENCO DEI DOCUMENTI

AUTORIZZAZIONE DEGLI STUDI PROFESSIONALI MEDICI ED ODONTOIATRICI INDIRIZZI PER LA DEFINIZIONE DELL ELENCO DEI DOCUMENTI ALLEGATO 2 AUTORIZZAZIONE DEGLI STUDI PROFESSIONALI MEDICI ED ODONTOIATRICI INDIRIZZI PER LA DEFINIZIONE DELL ELENCO DEI DOCUMENTI Contenuto: 1. indicazioni generali, 2. elenco dei requisiti che prevedono

Dettagli

ELENCO DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE IN AZIENDA A SUPPORTO DELL AUTOCERTIFICAZIONE

ELENCO DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE IN AZIENDA A SUPPORTO DELL AUTOCERTIFICAZIONE ELENCO DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE IN AZIENDA A SUPPORTO DELL AUTOCERTIFICAZIONE 1. autorizzazioni edilizie planimetrie aggiornate (sede dell impresa) certificato di Licenza d Uso o Agibilità (sede dell

Dettagli

VADEMECUM 626 e PRIVACY

VADEMECUM 626 e PRIVACY Nascita Unità Locale SGST srl www.bernieri.com - Tel. Fax 02341146 C.so Sempione 76, Milano VADEMECUM 626 e PRIVACY Chiamare SGST Srl : mail sgst@bernieri.com Fare effettuare le visite mediche ai lavoratori

Dettagli

VADEMECUM DEI PRINCIPALI OBBLIGHI per i PUBBLICI ESERCIZI. a cura della Direzione di Ascom Vittorio Veneto

VADEMECUM DEI PRINCIPALI OBBLIGHI per i PUBBLICI ESERCIZI. a cura della Direzione di Ascom Vittorio Veneto VADEMECUM DEI PRINCIPALI OBBLIGHI per i PUBBLICI ESERCIZI a cura della Direzione di Ascom Vittorio Veneto Il presente Vademecum, realizzato a cura della Direzione di Ascom Vittorio Veneto, rappresenta

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

Evidenza Documentale NP SÌ NO PROVVEDIMENTO. OGPAZ01/d. OGPRO07/d. OGPRO08/d. TIPO (grado più elevato) Esistenza Accessibilità Diffusione

Evidenza Documentale NP SÌ NO PROVVEDIMENTO. OGPAZ01/d. OGPRO07/d. OGPRO08/d. TIPO (grado più elevato) Esistenza Accessibilità Diffusione CODICE TIPO (grado più elevato) Esistenza Accessibilità Diffusione Evidenza Documentale P SÌ O PROVVEDIMETO OGPAZ01/d E' adottato un documento in cui siano esplicitati la missione, gli obiettivi e l'organizzazione

Dettagli

VADEMECUM DEI PRINCIPALI ADEMPIMENTI PER LA SICUREZZA NELLE SCUOLE A.S. 2014-2015

VADEMECUM DEI PRINCIPALI ADEMPIMENTI PER LA SICUREZZA NELLE SCUOLE A.S. 2014-2015 VADEMECUM DEI PRINCIPALI ADEMPIMENTI PER LA SICUREZZA NELLE SCUOLE A.S. 2014-2015 Di seguito vengono riportati i principali adempimenti da assolvere, in base alla tipologia di istituto scolastico, mansioni

Dettagli

FASCICOLO DI DOCUMENTI OBBLIGATORI IN CANTIERE D R. M A R R O C C O L U C I O M E D I C O D E L L A V O R O

FASCICOLO DI DOCUMENTI OBBLIGATORI IN CANTIERE D R. M A R R O C C O L U C I O M E D I C O D E L L A V O R O FASCICOLO DI DOCUMENTI OBBLIGATORI IN CANTIERE D R. M A R R O C C O L U C I O M E D I C O D E L L A V O R O Documenti concernenti gli obblighi a carico del Datore di Lavoro Nomine e attestati di formazione

Dettagli

2. SCOPO Gestione dei fornitori di beni e servizi; Gestione delle imprese esterne e degli appaltatori operanti per conto di Alac SpA.

2. SCOPO Gestione dei fornitori di beni e servizi; Gestione delle imprese esterne e degli appaltatori operanti per conto di Alac SpA. Acquedotto Langhe e Alpi Cuneesi SpA Sede legale in Cuneo, Corso Nizza 9 acquedotto.langhe@acquambiente.it www.acquambiente.it SGSL Procedura Acquisto beni - servizi P06 Rev 01 del 16/09/09 1. DISTRIBUZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE IN ECONOMIA COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE IN ECONOMIA DELLA FARMACIA COMUNALE Approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 273 del 17 dicembre 2008 1 INDICE Titolo I Oggetto

Dettagli

PREZZI CONVENZIONE IQS S.R.L. e FEDERFARMA SALERNO 2011

PREZZI CONVENZIONE IQS S.R.L. e FEDERFARMA SALERNO 2011 PREZZI CONVENZIONE IQS S.R.L. e FEDERFARMA SALERNO 2011 SICUREZZA SUL LAVORO DOCUMENTAZIONI OBBLIGATORIE DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO D.Lgs. 81/08 e s.m.i. COSTO DEL SERVIZIO 300,00 + I.V.A. H.A.C.C.P.

Dettagli

Consulenza e Servizi a supporto delle Piccole e Medie Imprese

Consulenza e Servizi a supporto delle Piccole e Medie Imprese SCHEDA MONITORAGGIO IMPRESE ASSOCIATE DENOMINAZIONE DELL IMPRESA FORMA GIURIDICA PARTITA IVA Comune Cap Tel e-mail Nome e Cognome Data e Luogo di nascita Residenza Codice Fiscale Tel. E-mail: DATI GENERALI

Dettagli

Infostar S.r.l. S.S.13 Pontebbana 54/e - 33017 - TARCENTO (UD) Tel: 0432783940 - Fax: 0432794695 p.iva 02125890307

Infostar S.r.l. S.S.13 Pontebbana 54/e - 33017 - TARCENTO (UD) Tel: 0432783940 - Fax: 0432794695 p.iva 02125890307 Data ultima modifica : 14/06/2006 10:49 DPSS Cod.Doc. 2140.20.0.168818 DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Valido fino al 31 Marzo 2007. Documento riassuntivo delle misure di sicurezza per la Privacy

Dettagli

Le guide degli alberghi. La prevenzione incendi Il registro dei controlli

Le guide degli alberghi. La prevenzione incendi Il registro dei controlli Le guide degli alberghi La prevenzione incendi Il registro dei controlli INTRODUZIONE L art. 5 del D.P.R. n. 37/98, disciplinando i principali adempimenti gestionali finalizzati a garantire il corretto

Dettagli

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA SCUOLA PASCOLI FSE - FESR. Prot. 0002378/C14 Bari, 09/11/2009 AVVISO PUBBLICO

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA SCUOLA PASCOLI FSE - FESR. Prot. 0002378/C14 Bari, 09/11/2009 AVVISO PUBBLICO UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA SCUOLA PASCOLI FSE - FESR SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO G. PASCOLI Via N. Pizzoli n. 58 70123 Bari Tel./Fax 0805214555 Fax 0805721764 e-mail: bamm02700r@istruzione.it

Dettagli

d.lgs. 626/94 Sicurezza e salute dei lavoratori Vademecum per il titolare di farmacia Riepilogo adempimenti - modulistica

d.lgs. 626/94 Sicurezza e salute dei lavoratori Vademecum per il titolare di farmacia Riepilogo adempimenti - modulistica d.lgs. 626/94 Sicurezza e salute dei lavoratori Vademecum per il titolare di farmacia Riepilogo adempimenti - modulistica A cura dell ufficio legale della Federfarma INDICE 1. Ambito di applicazione p.3

Dettagli

Adempimenti legislativi in merito alla sicurezza sui luoghi di lavoro, ambiente e igiene alimentare.

Adempimenti legislativi in merito alla sicurezza sui luoghi di lavoro, ambiente e igiene alimentare. 1 GUIDA ALLA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO Adempimenti legislativi in merito alla sicurezza sui luoghi di lavoro, ambiente e igiene alimentare. INDICE 1. Introduzione: la sicurezza sui luoghi di lavoro

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO PROCEDURE STANDARDIZZATE

SICUREZZA SUL LAVORO PROCEDURE STANDARDIZZATE SERVIZIO AZIENDA SICURA SICUREZZA SUL LAVORO PROCEDURE STANDARDIZZATE Informa il titolare sugli adempimenti previsti dalle disposizioni normative vigenti Effettua la verifica della conformità legislativa

Dettagli

L agenda in materia di sicurezza del Dirigente Scolastico Controlli, Adempimenti ed Aggiornamenti

L agenda in materia di sicurezza del Dirigente Scolastico Controlli, Adempimenti ed Aggiornamenti Q. & S. - Qualità & Sicurezza S.r.l. L agenda in materia di sicurezza del Dirigente Scolastico Controlli, Adempimenti ed Aggiornamenti All inizio di ogni anno il Dirigente di ciascun Istituto Scolastico

Dettagli

Le registrazioni documentali necessarie per l attuazione del decreto 626/94

Le registrazioni documentali necessarie per l attuazione del decreto 626/94 INFORMAZIONE 99 SICUREZZA. Le registrazioni documentali necessarie per l attuazione del decreto 626/94 UN DOCUMENTO PRODOTTO DAL GRUPPO 3 ALL INTERNO DELLA COMMISSIONE SICUREZZA Con l'emissione della documentazione

Dettagli

COME STA IL TUO CANTIERE?

COME STA IL TUO CANTIERE? Vademecum per l impresa e il cantiere 15x21 30-04-2010 10:56 maggio 2010 Pagina 1 COME STA IL TUO CANTIERE? UNA VISITA TECNICA DEL CTP PUÒ EVITARTI COMPLICAZIONI PRENOTALA ADESSO METTI IN REGOLA IL TUO

Dettagli

Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza

Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza Da tenere in cantiere ai sensi del D. Lgs. 81/08 1. Documentazione Generale 01 02 Cartello informativo di cantiere Notifica Preliminare

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

DESCRIZIONE DELL'UNITÀ PRODUTTIVA

DESCRIZIONE DELL'UNITÀ PRODUTTIVA Schede preliminari identificative dell Istituzione scolastica e degli eventuali plessi, che vanno compilate, per ogni singolo edificio, ed inviate al seguente indirizzo e-mail 81@euservice.it euservice

Dettagli

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO INTERVENTI INFRASTRUTTURALI DISTRETTO TRAPANI SOAT DI CASTELVETRANO 91022

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO INTERVENTI INFRASTRUTTURALI DISTRETTO TRAPANI SOAT DI CASTELVETRANO 91022 REGIONE SICILIANA ASSESSORATO RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO INTERVENTI INFRASTRUTTURALI DISTRETTO TRAPANI SOAT DI CASTELVETRANO 91022 Castelvetrano Via Bonsignore, 14 Tel. 0924 89322 Fax 0924

Dettagli

Disciplina di dispensazione al pubblico dei medicamenti

Disciplina di dispensazione al pubblico dei medicamenti Disciplina di dispensazione al pubblico dei medicamenti La dispensazione al pubblico dei medicamenti Tutte le attività che orbitano nel settore farmaceutico (produzione di farmaci, controllo, verifiche,

Dettagli

Dott.ssa Laura Costanzo Commercialista in Roma Revisore Legale lauracostanzo@alice.it Tel: 06 54 09 887

Dott.ssa Laura Costanzo Commercialista in Roma Revisore Legale lauracostanzo@alice.it Tel: 06 54 09 887 Commercialista in Roma Revisore Legale lauracostanzo@alice.it Tel: 06 54 09 887 1 Atto costitutivo e statuto Atto pubblico Scrittura privata autenticata Scrittura privata registrata Agenzia delle Entrate

Dettagli

81@euservice.it oppure al fax: 0623325743

81@euservice.it oppure al fax: 0623325743 Schede preliminari identificative dell Istituzione scolastica e degli eventuali plessi, che vanno compilate, per ogni singolo edificio, ed inviate al seguente indirizzo e-mail 81@euservice.it oppure al

Dettagli

ing. Domenico Mannelli ESPERIENZA METODOLOGICA PER GESTIRE LA SICUREZZA NELLA SCUOLA

ing. Domenico Mannelli ESPERIENZA METODOLOGICA PER GESTIRE LA SICUREZZA NELLA SCUOLA ing. Domenico Mannelli ESPERIENZA METODOLOGICA PER GESTIRE LA SICUREZZA NELLA SCUOLA PRINCIPALI ADEMPIMENTI del Dirigente scolastico 1.Organizzativi 2.Tecnici 3.Procedurali 2008 2/45 Adempimenti organizzativi

Dettagli

Sportello Unico per l'edilizia e le Attività Produttive. Rapporto Informativo D.Lgs. 81/2008

Sportello Unico per l'edilizia e le Attività Produttive. Rapporto Informativo D.Lgs. 81/2008 Comune di Prato Sportello Unico per l'edilizia e le Attività Produttive Rapporto Informativo D.Lgs. 81/2008 Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute

Dettagli

Datore di lavoro D.Lgs. 81/2008

Datore di lavoro D.Lgs. 81/2008 FORMAZIONE OBBLIGHI SANZIONI Datore di lavoro D.Lgs. 81/2008 Mancata informazione ai lavoratori 1.315,20 a 5.699,20 Mancata formazione ai lavoratori, ai dirigenti (RSPP) e preposti, ai lavoratori addetti

Dettagli

PREVENZIONE E SOGGETTI COINVOLTI: LA SORVEGLIANZA SANITARIA. Assistente Sanitaria dr.ssa R. Coden

PREVENZIONE E SOGGETTI COINVOLTI: LA SORVEGLIANZA SANITARIA. Assistente Sanitaria dr.ssa R. Coden PREVENZIONE E SOGGETTI COINVOLTI: LA SORVEGLIANZA SANITARIA Assistente Sanitaria dr.ssa R. Coden SOGGETTI COINVOLTI DATORE DI LAVORO DIRIGENTI PREPOSTI R.S.P.P. Medico Competente LAVORATORI R.L.S. Obblighi

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI SEGRETERIA NAZIONALE 00198 ROMA VIA TEVERE, 46 TEL. 06.84.15.751/2/3/4 FAX 06.85.59.220 06.85.52.275 SITO INTERNET: www.fabi.it E-MAIL: federazione@fabi.it FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Ai Sindacati

Dettagli

programma di informatica e sistemi informativi

programma di informatica e sistemi informativi programma di informatica e sistemi informativi Catania, 18 giugno 2008 1 Programma per gli esami di abilitazione nozioni di base di informatica: bit, Byte, Ram, Rom, linguaggi di programmazione, funzionamento

Dettagli

COME STA IL TUO CANTIERE?

COME STA IL TUO CANTIERE? Vademecum per l impresa e il cantiere 15x21 30-04-2010 10:56 MAGGIO 2010 Pagina 1 COME STA IL TUO CANTIERE? UNA VISITA TECNICA DEL CTP PUÒ EVITARTI COMPLICAZIONI PRENOTALA ADESSO METTI IN REGOLA IL TUO

Dettagli

MANUALE DELLE PROCEDURE PER LA SICUREZZA A SCUOLA

MANUALE DELLE PROCEDURE PER LA SICUREZZA A SCUOLA MAN - Pag. 1 di 12 MANUALE DELLE PROCEDURE PER LA SICUREZZA A SCUOLA AI SEN SI DELL AR T. 30 D.Lg Lgs. 81/20 08 MAN - Pag. 2 di 12 Attività di valutazione dei rischi e di predisposizione delle misure di

Dettagli

Alleanza Salute Italia

Alleanza Salute Italia Alleanza Salute Italia un mondo di servizi per la farmacia Info-Farmaci n 14/2006 del 13/03/2006 SOMMARIO: Boniscontro & Gazzone FIRMA MSD InnovaPharma Sigma-Tau Pliva Pharma Variazione AIC Axilium e Liotixil

Dettagli

DELL'ATTO DI NOTORIETA'

DELL'ATTO DI NOTORIETA' via iscritto in data incaricato dal Sig, in qualità di REDIGE LA SEGUENTE PERIZIA DI ASSEVERAMENTO SULL IMPIANTO ELETTRICO 1 via iscritto al della provincia di al N in data incaricato dal Sig, in qualità

Dettagli

Riepilogo adempimenti e scadenze di fine anno per i professionisti e gli Ordini

Riepilogo adempimenti e scadenze di fine anno per i professionisti e gli Ordini Roma, 27/12/2012 Ufficio: Protocollo: Oggetto: DIR 201200008401/A.G. Riepilogo adempimenti professionali e scadenze di fine anno Circolare n. 8202 SS ORD 19 IFO SI AI PRESIDENTI DEGLI ORDINI DEI FARMACISTI

Dettagli

Roma, 14 giugno 2012. Tra

Roma, 14 giugno 2012. Tra Roma, 14 giugno 2012 Tra La FEDERFARMA nelle persone del Dott. Carlo GHIANI, in qualità di coordinatore della Commissione Rapporti-lavoro composta dai dottori Alfonso MISASI, Roberto GRUBISSA, Giuseppe

Dettagli

1 Quali registri obbligatori prevede il regime di contabilità semplificata? 1. Registri IVA 2. Libro Giornale 3. Libro Cassa

1 Quali registri obbligatori prevede il regime di contabilità semplificata? 1. Registri IVA 2. Libro Giornale 3. Libro Cassa COGNIZIONE DEI PRINCIPI APPLICABILI IN MATERIA DI ASSICURAZIONE, CONTABILITA COMMERCIALE, REGIME DELLE TARIFFE PREZZI E CONDIZIONI DI TRASPORTO, GEOGRAFIA FISICA E STRADALE CON PARTICOLARE RIFERIMENTO

Dettagli

Azione Pegaso 2015. del D.Lgs. 81/08. Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

Azione Pegaso 2015. del D.Lgs. 81/08. Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Applicazione del D.Lgs. 81/08 nella scuola Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Cosa deve fare il Dirigente Scolastico (misure generali di tutela, art 15) Individuare

Dettagli

CHECK LIST PER LA VERIFICA DEL RISPETTO DEI PRINCIPALI OBBLIGHI DOCUMENTALI E DI ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA

CHECK LIST PER LA VERIFICA DEL RISPETTO DEI PRINCIPALI OBBLIGHI DOCUMENTALI E DI ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA CHECK LIST PER LA VERIFICA DEL RISPETTO DEI PRINCIPALI OBBLIGHI DOCUMENTALI E DI ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA Pagina 2 di 8 Sommario 1. FINALITA E USO DEL DOCUMENTO... 3 2. VERIFICA DELLA DOCUMENTAZIONE

Dettagli

ADEMPIMENTI NORMATIVI PER LO STUDIO ODONTOIATRICO

ADEMPIMENTI NORMATIVI PER LO STUDIO ODONTOIATRICO ADEMPIMENTI NORMATIVI PER LO STUDIO ODONTOIATRICO 1) Impianto elettrico nello studio odontoiatrico 2) Smaltimento dei rifiuti sanitari 3) Apparecchiature radiologiche 4)Direttiva europea 93/42 conformità

Dettagli

Ai Soci e Clienti Cedifar S.p.A. -Loro Sedi- Circolare N. 5 / 2015. Casalecchio di Reno (BO), 05/08/2015

Ai Soci e Clienti Cedifar S.p.A. -Loro Sedi- Circolare N. 5 / 2015. Casalecchio di Reno (BO), 05/08/2015 Ai Soci e Clienti Cedifar S.p.A. -Loro Sedi- Circolare N. 5 / 2015 Casalecchio di Reno (BO), 05/08/2015 Oggetto: Corsi ECM obbligatori di formazione sulla sicurezza sul lavoro Gent.le Dottoressa, Gent.le

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo DANILO BOE VIA L. DA VINCI, 12 07014 OZIERI (SS) Telefono 389.6873467 Fax 079.783091 E-mail daniloboe@finasser.it Nazionalità

Dettagli

INFORMATICO CONTABILE

INFORMATICO CONTABILE CORSO PER LA FORMAZIONE DI INFORMATICO CONTABILE PRESENTAZIONE Il corso di preparazione come INFORMATICO CONTABILE vuole formare giovani diplomati o laureati da avviare nel mondo del lavoro nel settore

Dettagli

Offerta di consulenza per

Offerta di consulenza per FEDERFARMA SALERNO Salerno Attttenziione Dr.. Leonardo Accariino Come da accordi telefonici Le inviamo la presente offerta. A disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento porgiamo cordiali saluti.

Dettagli

Documento Nota informativa / Riferimento Legislativo Datore di Lavoro / Quando. Conservazione

Documento Nota informativa / Riferimento Legislativo Datore di Lavoro / Quando. Conservazione Il decreto 81/08 si applica a tutti i lavoratori e lavoratrici, subordinati e autonomi, nonché ai soggetti ad essi equiparati. Per esempio sono equiparati ai dipendenti gli stagisti, i lavoratori a progetto,

Dettagli

FAC SIMILE procedura GESTIONE INFORTUNI, INCIDENTI, COMPORTAMENTI PERICOLOSI, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE

FAC SIMILE procedura GESTIONE INFORTUNI, INCIDENTI, COMPORTAMENTI PERICOLOSI, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE Pag. 1 di 7 01 Emissione in allegato a procedura verifica GS 4 Maggio 2014 00 Prima emissione Luglio 2013 Revisione Motivo Data FAC SIMILE procedura GESTIONE INFORTUNI, INCIDENTI, COMPORTAMENTI PERICOLOSI,

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO: CHE FARE?

SICUREZZA SUL LAVORO: CHE FARE? Via Cesare Battisti n. 19 TERRALBA (OR) C.F./P.IVA 01042940955 CORSI AREA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO SICUREZZA SUL LAVORO: CHE FARE? CORSO DI FORMAZIONE GENERALE DEI LAVORATORI OBBLIGHI E ADEMPIMENTI

Dettagli

Anno Compilato il: Compilato da: Recapito telefonico:

Anno Compilato il: Compilato da: Recapito telefonico: Anno Compilato il: Compilato da: Recapito telefonico: RACCOLTA DATI CON PC FOTOCOPIARE ANCHE PIU PAGINE, SE NECESSARIO, E USARE LE FOTOCOPIE PER LA COMPILAZIONE SCRIVERE IN MODO LEGGIBILE E IN STAMPATELLO

Dettagli

Cedifar spa è stato individuato da Federfarma Emilia-Romagna quale Provider partner ufficiale per il programma formativo.

Cedifar spa è stato individuato da Federfarma Emilia-Romagna quale Provider partner ufficiale per il programma formativo. Federfarma Bologna prot. 835 Da: Cedifar Servizi Inviato: lunedì 20 settembre h 12:08 A: Associazioni Titolari di Farmacia Oggetto: Cedifar: offerta organizzazione corsi ECM istituzionali sicurezza sul

Dettagli

Gerarchia dei soggetti

Gerarchia dei soggetti Gerarchia dei soggetti Dipartimento di Prevenzione Struttura Complessa P.S.A.L. Via Collodi 13-17100 Savona Direttore dott. Angelo SERGI COMMITTENTE RESPONSABILE DEI LAVORI COORDINATORE IN FASE DI PROGETTAZIONE

Dettagli

Modalità operative di vigilanza sui farmaci stupefacenti

Modalità operative di vigilanza sui farmaci stupefacenti Corso residenziale interattivo a cura della sezione regionale SIFO Emilia Romagna «La vigilanza ispettiva territoriale e la vigilanza ospedaliera in contesti tradizionale e di nuova istituzione» Modalità

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE 1

CORSI DI FORMAZIONE 1 CORSI DI FORMAZIONE 1 2 CORSI PER ADDETTI ANTINCENDIO Questa lezione costituisce il Corso obbligatorio per tutti i lavoratori che svolgono incarichi relativi alla prevenzione incendi, lotta antincendio

Dettagli

Il D.Lgs. 81/08: aspetti interpretativi alla luce del nuovo D.Lgs. 106/09. Il punto di vista dei Servizi di prevenzione

Il D.Lgs. 81/08: aspetti interpretativi alla luce del nuovo D.Lgs. 106/09. Il punto di vista dei Servizi di prevenzione Il D.Lgs. 81/08: aspetti interpretativi alla luce del nuovo D.Lgs. 106/09 Il punto di vista dei Servizi di prevenzione Davide Ferrari SPSAL AUSL Modena Parma, 16 settembre 2009 1 Collaborazione alla vdr

Dettagli

UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI. Servizio Infermieristico Aziendale

UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI. Servizio Infermieristico Aziendale UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI Azienda committente Ubaldo Campagnola di Avio A.P.S.P. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Appalto/Contratto d opera Servizio

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 28 dicembre 2006, n. 2022

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 28 dicembre 2006, n. 2022 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 28 dicembre 2006, n. 2022 Decreto legislativo n. 223 del 4 luglio 2006, convertito in legge n. 248 del 4 agosto 2006, art. 5. Nuova disciplina regionale in materia

Dettagli

PROTOCOLLO PER LA GESTIONE DEI FARMACI

PROTOCOLLO PER LA GESTIONE DEI FARMACI PROTOCOLLO PER LA GESTIONE DEI FARMACI Farmaci OBIETTIVI Principale obiettivo del presente protocollo è la corretta gestione di: prescrizione approvigionamento stoccaggio somministrazione dei farmaci RISORSE

Dettagli

La Semplificazione delle Procedure Amministrative LISTINO 2014. Serietà, competenza e professionalità caratterizzano i nostri servizi

La Semplificazione delle Procedure Amministrative LISTINO 2014. Serietà, competenza e professionalità caratterizzano i nostri servizi La Semplificazione delle Procedure Amministrative LISTINO 2014 Serietà, competenza e professionalità caratterizzano i nostri servizi APM SERVICES SRL 20144 Milano, Via Savona n. 2/A Tel. 02 86453881 r.a

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 (Contenuto del Regolamento)

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 (Contenuto del Regolamento) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ECONOMATO E DI CASSA E DELLE SPESE IN ECONOMIA (Deliberazione del Consiglio Comunale n. 326 del 05/05/2003, modificato con Delibera del Consiglio Comunale n. 32 del 02/07/2012

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA GESTIONE DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA

GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA GESTIONE DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA GESTIONE DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 GLI ADEMPIMENTI CONTABILI E FISCALI: I

Dettagli

INTRODUZIONE. Cosa rende speciali i nostri corsi

INTRODUZIONE. Cosa rende speciali i nostri corsi SICUREZZA INTRODUZIONE Cosa rende speciali i nostri corsi Formazione e informazione sono gli elementi chiave per prendere consapevolezza dei rischi presenti nel proprio ambiente di lavoro e per predisporre

Dettagli

Elenco documentazione presente in azienda per la Sicurezza e Igiene dei luoghi di lavoro (D.lgs 81/08 e s.m.i.)

Elenco documentazione presente in azienda per la Sicurezza e Igiene dei luoghi di lavoro (D.lgs 81/08 e s.m.i.) Elenco documentazione presente in azienda per la Sicurezza e Igiene dei luoghi di lavoro (D.lgs 81/08 e s.m.i.) Sezione o Faldone Argomento Documentazione Rif. Legislativo Documento: Emittente / Oggetto

Dettagli

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Ente di formazione accreditato dalla Regione Siciliana Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Page1 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA

Dettagli

Principali Controlli nel Settore Impiantistico delle Strutture Socio Sanitarie

Principali Controlli nel Settore Impiantistico delle Strutture Socio Sanitarie SISTEMI DI PREVENZIONE E DI CONTROLLO NEL SETTORE RSA: UN PROGETTO INNOVATIVO IN PROVINCIA DI VARESE Principali Controlli nel Settore Impiantistico delle Strutture Socio Sanitarie Barza d Ispra, 18 maggio

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

PAIS. L agenda in materia di sicurezza del Dirigente Scolastico: controlli, adempimenti, aggiornamenti. Andrea Bighi - Dirigente Scolastico

PAIS. L agenda in materia di sicurezza del Dirigente Scolastico: controlli, adempimenti, aggiornamenti. Andrea Bighi - Dirigente Scolastico L agenda in materia di sicurezza del Dirigente Scolastico: controlli, adempimenti, aggiornamenti Andrea Bighi - Dirigente Scolastico All inizio di ogni anno scolastico il Dirigente dell Istituto è chiamato

Dettagli

VERONA INNOVAZIONE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA ECONOMALE

VERONA INNOVAZIONE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA ECONOMALE VERONA INNOVAZIONE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA ECONOMALE PARTE I DISPOSIZIONI COMUNI ARTICOLO 1 (Oggetto del regolamento) 1. Il presente regolamento disciplina il funzionamento del servizio di Cassa

Dettagli

I termini di stampa dei registri e libri contabili

I termini di stampa dei registri e libri contabili ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 19 8 OTTOBRE 2014 I termini di stampa dei registri e libri contabili Copyright 2014 Acerbi

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA ASL 2 LIGURIA Savona, 23 Settembre 2008 CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA prof. avv. Benedetto Santacroce Santacroce-Procida-Fruscione 1 CM 45/E/2005 Delibera CNIPA 11/2004 MEMORIZZAZIONE ARCHIVIAZIONE ELETTRONICA

Dettagli

Manuale delle procedure per la sicurezza a scuola

Manuale delle procedure per la sicurezza a scuola Manuale delle procedure per la sicurezza a scuola MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO ai sensi dell art.30 del d.lgs. 81/08 come modificato dal d.lgs. 106/09 Nti Questo

Dettagli

o Ordine/Contratto di Fornitura Servizi o Preventivo di Fornitura Servizi

o Ordine/Contratto di Fornitura Servizi o Preventivo di Fornitura Servizi Cod. cliente Unità locale di Agente: Sub agente Segnalatore o Ordine/Contratto di Fornitura Servizi o Preventivo di Fornitura Servizi valido per aziende fino a 20 addetti e superficie fino a 300 mq La

Dettagli

Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro. Modena, 30 ottobre 2009

Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro. Modena, 30 ottobre 2009 Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro Modena, 30 ottobre 2009 Decreto Legislativo 3 agosto 2009, n. n. 106 "Disposizioni integrative e correttive

Dettagli

Corso di FORMAZIONE ED INFORMAZIONE DEI LAVORATORI SULLA SICUREZZA

Corso di FORMAZIONE ED INFORMAZIONE DEI LAVORATORI SULLA SICUREZZA Istituto Comprensivo MAHATMA GANDHI Via Corinaldo, 41 00156 Roma Corso di FORMAZIONE ED INFORMAZIONE DEI LAVORATORI SULLA SICUREZZA D.Lgs. n. 81/2008, art. 32, comma 2 >Figure sensibili addette all antincendio

Dettagli

Sistema di Gestione Ambientale P.G. N. 77753/07

Sistema di Gestione Ambientale P.G. N. 77753/07 Pag. 1/16 Indice 1 Scopo e campo di applicazione... 2 2 Riferimenti... 2 3 Definizioni... 2 4 Modalità operative... 3 4.1 Premessa... 3 4.2 Regole Generali per lo stoccaggio dei rifiuti... 6 4.3 Smaltimento

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI ELENCO MODULISTICA

INFORMAZIONI GENERALI ELENCO MODULISTICA INFORMAZIONI GENERALI ELENCO MODULISTICA 1) Comunicazione da apporre in bacheca aziendale per informare i lavoratori della possibile figura di RLS 2) Verbale di elezione del RLS 3) Anagrafica RLS 4) Lettera

Dettagli

COMUNE DI SALZANO AREA SOCIO CULTURALE FOGLIO CONDIZIONI

COMUNE DI SALZANO AREA SOCIO CULTURALE FOGLIO CONDIZIONI COMUNE DI SALZANO AREA SOCIO CULTURALE AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO COMUNALE COSTITUITO DAL NUOVO PALAZZETTO DELLO SPORT E DA DUE CAMPI DA CALCETTO/TENNIS FOGLIO CONDIZIONI ART. 1

Dettagli

Sezione Sede Formativa

Sezione Sede Formativa Scheda 1 Ambito di accreditamento DATI RIEPILOGATIVI DELL AGENZIA FORMATIVA RICHIEDENTE (ACRONIMO SE ESISTENTE E DENOMINAZIONE ESTESA) >(denominazione) Numero di iscrizione nell elenco regionale dei soggetti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PAVONE CANAVESE Via Vignale n. 2 Pavone Canavese (TO)

ISTITUTO COMPRENSIVO PAVONE CANAVESE Via Vignale n. 2 Pavone Canavese (TO) ISTITUTO COMPRENSIVO PAVONE CANAVESE Via Vignale n. 2 Pavone Canavese (TO) FORMAZIONE DEI LAVORATORI (Art. 37, D.Lgs. 81/2008 Accordo STATO-REGIONI del 21/12/2011) Procedure esodo e incendi, gestione delle

Dettagli

PROCEDURA: ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL POS

PROCEDURA: ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL POS PROCEDURA: ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL POS Scopo Definire una procedura che permetta di redigere, aggiornare e verificare il POS (piano operativo di sicurezza) da parte delle imprese esecutrici presenti

Dettagli

TER AMBIENTE AL SERVIZIO DELLA TUA AZIENDA

TER AMBIENTE AL SERVIZIO DELLA TUA AZIENDA TER AMBIENTE AL SERVIZIO DELLA TUA AZIENDA TER AMBIENTE CONFCOMMERCIO VENEZIA Chi siamo: società di servizi di Confcommercio Unione Venezia costituita nel 1995 con lo scopo di erogare Servizi di: - Consulenza

Dettagli

Protocollo di intesa a programmare, ferme restando le specifiche. competenze di ogni soggetto, interventi di prevenzione congiunti e

Protocollo di intesa a programmare, ferme restando le specifiche. competenze di ogni soggetto, interventi di prevenzione congiunti e PROTOCOLLO DI INTESA IN MATERIA DI SICUREZZA, IGIENE NEI LUOGHI DI LAVORO E LEGALITA NELLA REALIZZAZIONE DI UNA NUOVA RESIDENZA UNIVERSITARIA IN PISA Protocollo di intesa a programmare, ferme restando

Dettagli

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI GUIDA PRATICA PER IL FARMACISTA BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI La vendita o cessione, a qualsiasi titolo, anche gratuito, delle sostanze e dei medicinali compresi nelle tabelle I e II, sezioni A, B e C, è

Dettagli

DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI ( art. 26, comma3, D.Lgs. 81/2008 e ss.mm.e ii.)

DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI ( art. 26, comma3, D.Lgs. 81/2008 e ss.mm.e ii.) DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI ( art. 26, comma3, D.Lgs. 81/2008 e ss.mm.e ii.) APPALTO DEL SERVIZIO PER LA GESTIONE DEL CANILE COMUNALE DI MONTE DI EBOLI PER MESI 18 PREMESSE ll presente

Dettagli

Irecoop Lombardia Sede di Como Via Martino Anzi, 8 tel. 031 308175 fax 031268387 email irecooplombardia@confcooperative.it

Irecoop Lombardia Sede di Como Via Martino Anzi, 8 tel. 031 308175 fax 031268387 email irecooplombardia@confcooperative.it tel. 031 308175 fax 031268387 www.irecooplombardia.confcooperative.it PREMESSA Irecoop Lombardia è l Agenzia Formativa promossa dalla Confcooperative Lombardia (organismo regionale della Confederazione

Dettagli

Gli attori della sicurezza

Gli attori della sicurezza Gli attori della sicurezza Materiali didattici elaborati CHANGE srl Ente di Formazione Accreditato dalla Regione Emilia Romagna DG n 1182 e 255/08 Certificato UNI EN ISO 9001:2008 n 10270 20/12/05 Organizzare

Dettagli

CONSORZIO PER L AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DI BARI

CONSORZIO PER L AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DI BARI CONSORZIO PER L AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DI BARI Regolamento di Economato (Approvato con deliberazione dell assemblea dei soci del 25 giugno 2009 n. 2) Consorzio per l Area di Sviluppo Industriale

Dettagli

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO, CLIMATIZZAZIONE, CONDIZIONAMENTO E REFRIGERAZIONE (DM. 37/08 art. 1, comma 2, lettera c)

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO, CLIMATIZZAZIONE, CONDIZIONAMENTO E REFRIGERAZIONE (DM. 37/08 art. 1, comma 2, lettera c) TIPO DI LAVORO Installazione, rifacimento, trasformazione, ampliamento di impianto dotato o anche non dotato di canna fumaria collettiva ramificata (Per frigorifero ad adsorbimento alimentato a gas vedere

Dettagli

CARTA DELLA QUALITA. dei servizi postali. di: Gruppo La Nuova Posta Srl con Socio Unico. Rapidità Professionalità Assistenza alla clientela

CARTA DELLA QUALITA. dei servizi postali. di: Gruppo La Nuova Posta Srl con Socio Unico. Rapidità Professionalità Assistenza alla clientela Carta della qualità dei servizi postali Art. 12.1 D. Lgs 261/99 CARTA DELLA QUALITA dei servizi postali di: Gruppo La Nuova Posta Srl con Socio Unico Rapidità Professionalità Assistenza alla clientela

Dettagli

(carta intestata dell'impresa) OGGETTO: AUTOCERTIFICAZIONE PER IMPRESE O LAVORATORI AUTONOMI.

(carta intestata dell'impresa) OGGETTO: AUTOCERTIFICAZIONE PER IMPRESE O LAVORATORI AUTONOMI. Modello A (carta intestata dell'impresa) Spett.le ACEM Via Case Rosse, 1 12073 CEVA OGGETTO: AUTOCERTIFICAZIONE PER IMPRESE O LAVORATORI AUTONOMI. La scrivente, in ottemperanza agli obblighi previsti dal

Dettagli

VADEMECUM DEGLI ADEMPIMENTI PER GLI STUDI PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

VADEMECUM DEGLI ADEMPIMENTI PER GLI STUDI PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO VADEMECUM DEGLI ADEMPIMENTI PER GLI STUDI PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO Lo svolgimento dell attività all interno degli studi professionali costringe ormai ad un numero crescente

Dettagli

CARTA DELLA QUALITA. dei servizi postali. Rapidità Professionalità Assistenza alla clientela MILLONZI GIOVANNI. della ditta:

CARTA DELLA QUALITA. dei servizi postali. Rapidità Professionalità Assistenza alla clientela MILLONZI GIOVANNI. della ditta: Carta della qualità dei servizi postali Art. 12.1 D. Lgs 261/99 CARTA DELLA QUALITA dei servizi postali della ditta: MILLONZI GIOVANNI Rapidità Professionalità Assistenza alla clientela 1 SOMMARIO 1. Obiettivi

Dettagli