AZIENDA USL ROMA H DISCIPLINARE DI GARA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AZIENDA USL ROMA H DISCIPLINARE DI GARA"

Transcript

1 AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi, Albano Laziale (Roma) Tel Fax DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: PROCEDURA RISTRETTA ACCELERATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO FINALE DEI RIFIUTI SPECIALI PERICOLOSI E NON PERICOLOSI PRODOTTI NEI PRESIDI SANITARI OSPEDALIERI E TERRITORIALI DELL AZIENDA USL ROMA H. CODICE IDENTIFICAZIONE GARA CIG FC. Art. 1. OGGETTO E VALORE DELL APPALTO Il presente Disciplinare regola le procedure per l espletamento della gara a procedura ristretta accelerata inerenti l affidamento del servizio, per la durata di mesi quattro e comunque fino al , come da autorizzazione della Regione Lazio, di raccolta, trasporto e smaltimento finale dei rifiuti derivanti dalle attività sanitarie, compreso il ritiro dei materiali quotati e residui provenienti dalle attività di supporto amministrative e tecniche dell Azienda USL Roma H secondo la normativa vigente. L importo presunto del servizio appaltato è pari ad ,00 + iva L Azienda Sanitaria USL Roma H si riserva di estendere il presente contratto per servizi analoghi o complementari ai sensi dell art. 57 D.Lgs. 163/2006, nonché di estendere il servizio ad altri presidi non compresi nell elenco, come si riserva di sospendere o interrompere il servizio presso uno o più presidi indicati. I quantitativi hanno un valore puramente indicativo e vengono forniti al fine di consentire alle ditte partecipanti la formulazione dell offerta. Nessun onere economico può essere richiesto all Azienda se, per qualsiasi motivo, le predette quantità dovessero ridursi anche in maniera consistente. Per contro, la ditta aggiudicataria è obbligata a far fronte ad aumenti secondo la normativa vigente. Art. 2. CAPACITA ECONOMICO-FINANZIARIA Ai sensi dell articolo 41 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. saranno ammesse a partecipare solo le imprese che allegheranno: - dichiarazione di almeno due istituti bancari o intermediari autorizzati ai sensi del D.Lgs. 385/1993; - dichiarazione concernente il fatturato globale dell impresa realizzato negli ultimi tre esercizi ( ), che non potrà essere complessivamente inferiore a ,00 ( Euro Unmilionecinquecentomila/00),(iva esclusa) per l intero periodo in esame; - l importo relativo a servizi analoghi a quelli oggetto della presente gara, prestati ad enti pubblici o privati, realizzati negli ultimi tre esercizi ( ), che sia almeno pari a ,00 (iva esclusa ) in ciascuno dei tre anni. 1

2 In caso di R.T.I. per la determinazione del volume complessivo di affari si farà riferimento al totale dei fatturati delle Imprese associate. Art. 3. CAPACITA TECNICA Saranno ammesse a partecipare, ai sensi dell articolo 42 del D.lgs.163/2006 e s.m.i. solo le imprese che produrranno: - elenco dei servizi analoghi all oggetto di gara svolti in strutture pubbliche o private, con l indicazione dei rispettivi importi, date, destinatari, periodi e tipologia del servizio erogato. Tale elenco, nel caso di amministrazioni pubbliche, deve essere corredato da certificati rilasciati dalle amministrazioni appaltanti attestanti, oltre l oggetto, il periodo di fornitura, l importo IVA esclusa ed il servizio prestato senza demerito. La Ditta concorrente dovrà, inoltre, indicare: _ il numero medio annuo di dipendenti e il numero di dirigenti impiegati negli ultimi tre anni; _ le attrezzature, il materiale e l equipaggiamento tecnico di cui si avvarrà per l esecuzione del servizio. Art. 4. MODALITA DI PARTECIPAZIONE Per partecipare alla gara la Ditta concorrente dovrà presentare entro il termine perentorio delle ore 12,00 del quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione nella GURI del presente bando, la domanda redatta secondo il fac simile - pubblicato nel Sito internet dell Azienda, con allegato il modello di AUTOCERTIFICAZIONE, contenente le dichiarazioni sostitutive della documentazione attestante il possesso dei requisiti richiesti. Le Imprese invitate a partecipare alla gara dovranno far pervenire, perentoriamente, entro le ore 12,00 (ora italiana) del giorno 16/3/2012, un plico chiuso, sigillato con ceralacca, controfirmato sui lembi di chiusura, il quale dovrà riportare esternamente il nominativo della Ditta e la dicitura: PROCEDURA RISTRETTA ACCELERATA PER L AFFIDAMENTO ANNUALE DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO FINALE DEI RIFIUTI SPECIALI da indirizzarsi a: Azienda USL Roma H Ufficio Protocollo Borgo Garibaldi n Albano Laziale (Rm) L invio del plico è ad esclusivo rischio del mittente. Per la ricezione del plico farà fede unicamente la data del timbro dell Ufficio Protocollo dell Azienda USL Roma H. Qualora lo stesso dovesse per qualsiasi motivo, giungere all Ufficio Protocollo oltre il termine perentorio sopra indicato, il plico stesso non verrà preso in considerazione anche se regolarmente spedito, esonerando l Azienda USL Roma H da qualsiasi responsabilità per gli eventuali ritardi postali o di vettori in genere o per consegna ad indirizzo diverso da quello indicato nel presente disciplinare e la ditta resterà esclusa dalla gara. Saranno considerati come non presentati i plichi che non rechino la sopra citata dicitura relativa alla gara a cui si partecipa. 2

3 Oltre il termine fissato per la presentazione, non sarà ritenuta valida alcun altra offerta, anche se sostitutiva o aggiuntiva ad offerta precedente. La presentazione dell offerta ha carattere vincolante per la Ditta o R.T.I. fino al perfezionamento del contratto che la stessa si impegna a sottoscrivere, mentre la scrivente Azienda Sanitaria non assumerà alcun obbligo se non a seguito di conseguimento di efficacia giuridica dei relativi atti. L espletamento della gara avrà luogo: - nel giorno e nell ora stabiliti nel bando di gara, presso la sede legale dell Azienda USL Roma H Borgo Garibaldi, 12 Albano Laziale: apposita Commissione provvederà all apertura in seduta pubblica, (alla quale potrà partecipare il Rappresentante Legale dell Impresa o suo delegato, esibendo regolare procura/delega ed un idoneo documento di riconoscimento), dei plichi, al fine dell ammissione delle Ditte partecipanti, procedendo altresì al sorteggio di cui all art. 48 comma 1 del D. Lgs. 163/2006; - con successiva seduta pubblica (alla quale potrà partecipare il Rappresentante Legale dell Impresa o suo delegato, esibendo regolare procura/delega ed un idoneo documento di riconoscimento) verrà comunicato l esito della verifica effettuata a seguito del sorteggio di cui all art. 48 comma 1 del D.Lgs. 163/2006 e verranno aperti i plichi contenenti l offerta tecnica per la verifica della regolarità e completezza delle componenti in essa contenute. Successivamente, in separata assise, la Commissione procederà all esame della documentazione tecnica relativa al servizio proposto dalle imprese concorrenti. - in seduta pubblica (alla quale potrà partecipare il Rappresentante Legale dell Impresa o un suo delegato, esibendo regolare procura/delega ed un idoneo documento di riconoscimento) si procederà con l apertura delle buste contenenti le offerte economiche. + Art. 5. PRESENTAZIONE DELL OFFERTA Il plico di cui all articolo precedente dovrà contenere: Busta n. 1 recante l intestazione Documentazione Amministrativa. La busta, chiusa e firmata sui lembi dal Legale Rappresentante della Ditta concorrente o dal Legale Rappresentante della Ditta capofila del R.T.I. concorrente, dovrà contenere quanto segue: 1. dichiarazione di aver effettuato, come indicato all articolo 6 del Capitolato Speciale, un accurata visita di tutti gli ospedali e distretti territoriali che dovranno essere serviti e, pertanto, di aver preso conoscenza delle condizioni ambientali e strutturali di ubicazione dei presidi e distretti dell Azienda USL Roma H, nonché di tutte le circostanze generali e particolari che possono influire sulla determinazione dei relativi prezzi su cui è basata l offerta. 2. di aver valutato, nella determinazione dei prezzi offerti,tutti gli oneri di qualunque natura e specie che dovrà sostenere per assicurare il perfetto espletamento del servizio alle condizioni e con le modalità fissate. Si rammenta che la falsa dichiarazione comporta sanzioni penali (art. 76 D.P.R. 445/00) e costituisce causa di esclusione dalla partecipazione a successive gare per ogni tipo di appalto. 3. Documentazione in originale comprovante il versamento cauzionale provvisorio costituito nella misura e nei modi come dettagliatamente specificato nell articolo 8 del presente Disciplinare di gara e dichiarazione relativa all impegno di un fideiussore a rilasciare ai sensi 6 dell art. 75 comma 8 D.Lgs. 163/06 e s.m.i. la garanzia 3

4 fideiussoria per l esecuzione del contratto, di cui all articolo 113 del D.Lgs.163/06, qualora l offerente risultasse affidatario; 4. Prova dell avvenuto versamento del contributo dovuto ai sensi dell articolo1 comma 65 e 67 L n. 266, come da deliberazione del dell Autorità per la vigilanza sui contratti Pubblici di lavori, servizi e forniture, modificata con deliberazione del Si precisa che l impresa partecipante dovrà procedere al versamento dell importo di seguito indicato : CIG n FC - Importo da versare:. 20,00 secondo una delle modalità riportate in modo completo sul sito: - on line collegandosi al portale web Servizio riscossione contributi all indirizzo seguendo le istruzioni disponibili sul portale. A riprova dell avvenuto pagamento, il partecipante dovrà allegare alla documentazione amministrativa, copia stampata dell di conferma, trasmessa dal sistema di riscossione; - versamento sul c/c postale n , IBAN IT 75 Y intestato ad AUT.CONTR.PUBB Via di Ripetta, Roma (CF ), presso qualsiasi ufficio postale. La causale del versamento deve riportare esclusivamente il codice fiscale e/o P. Iva del partecipante ed il CIG che identifica la procedura di gara. A comprova dell avvenuto pagamento, il partecipante dovrà allegare alla documentazione amministrativa, la ricevuta in originale rilasciata dall ufficio postale ovvero fotocopia della stessa corredata da dichiarazione di autenticità e copia di un documento di identità del Legale Rappresentante; 5. il presente Disciplinare di gara ed il Capitolato + Speciale di gara sottoscritto per esteso dal Legale Rappresentante su ogni foglio per accettazione del loro contenuto In caso di R.T.I. il Disciplinare di gara ed il Capitolato Speciale di gara dovranno essere sottoscritti per esteso dal Legale Rappresentante di ognuna delle imprese associate. Nel caso di associazione di imprese, la documentazione richiesta deve essere prodotta da ogni singola imprese facente parte del raggruppamento. In caso di R.T.I. già costituito, deve essere presentato l atto di costituzione, redatto ai sensi dell articolo 37 D.Lgs. 163/06, è altresì consentita la partecipazione, anche in caso di non avvenuta costituzione ai sensi dell articolo 37 comma 8 D.Lgs 163/06. Si precisa che se una Ditta aderente ad un R.T.I. partecipasse alla stessa gara a titolo individuale e quale associata in uno o più raggruppamenti, si procederà all esclusione di tutte le offerte presentate dalla ditta medesima, sia da sola che in associazione con altre, nonché, di conseguenza, delle offerte presentate dalle altre ditte facenti parte dei raggruppamenti interessati. Non è ammessa la partecipazione di imprese, anche in R.T.I., o consorzio, che abbiano rapporti di controllo e/o collegamento ai sensi dell articolo 2359 codice civile, con altre imprese che partecipano alla gara singolarmente o quali componenti di RTI o consorzi, pena l esclusione dalla gara sia delle imprese collegate, sia delle imprese controllanti che delle imprese controllate, nonché dei R.T.I. o consorzi ai quali le imprese eventualmente partecipano. I concorrenti, con la presentazione delle offerte, consentono il trattamento dei propri dati, anche personali, ai sensi del D.Lgs. 196/2003, per le esigenze e finalità concorsuali e per la stipula dei contratti. 4

5 Busta n. 2 recante l intestazione Offerta tecnica La busta chiusa e firmata sui lembi dal Legale Rappresentante dell Impresa concorrente o dal Legale Rappresentante della Ditta capofila del R.T.I. concorrente, dovrà contenere quanto segue: 1) Organigramma e funzionigramma del personale da impiegare nell appalto del servizio in oggetto, con indicazione del numero dei dipendenti che presteranno servizio per ogni presidio, livelli di responsabilità operativa ed ogni utile indicazione sull organizzazione del lavoro. Tabella riepilogativa dei dipendenti complessivamente impiegati; 2) Criteri di effettuazione di eventuali avvicendamenti del personale (programma di sostituzione del personale assente per ferie o malattia); 3) Sistemi di qualificazione e formazione degli operatori impiegati nel servizio; 4) Descrizione analitica delle modalità operative di raccolta, di trasporto dall interno all esterno dell Azienda, sino al momento del conferimento nel luogo di smaltimento, con riferimenti specifici alle diverse fasi di espletamento compresa la fornitura e consegna di materiali, attrezzature e contenitori a perdere (per questi ultimi, a pena di esclusione, dovranno essere inserite le relative schede tecniche ed un depliant illustrativo. La Commissione potrà richiedere la visione del campione riferito al campione. 5) Sistema di controllo dell intero processo produttivo che il concorrente intende proporre nell appalto, la cui efficacia deve essere comprovata da idonee dichiarazioni e conforme alle norme UNI con copia autentica del certificato attestante il possesso del sistema di qualità UNI EN + ISO rilasciato da organismo certificatore abilitato operante nella Comunità Europea; 6) Piano di sicurezza e delle specifiche operative adottate per tutte le fasi del servizio volte ad assicurare il rigoroso rispetto della normativa in materia di sicurezza dei lavoratori e degli automezzi (specificare caratteristiche degli automezzi e dei macchinari eventualmente impiegati e quantità impiegate in relazione al fabbisogno produttivo); 7) Proposte migliorative rispetto a quanto richiesto nel presente capitolato che riguardino l organizzazione generale del servizio oggetto dell appalto. Si precisa che le informazioni contenute nella documentazione sopra richiesta fanno riferimento all organizzazione del servizio nella sua completezza. Busta n. 3 recante l intestazione Offerta economica L offerta economica chiusa e sigillata, controfirmata sui lembi di chiusura, dovrà rimanere valida fino all aggiudicazione del servizio o comunque per almeno 180 gg dalla data di scadenza per la presentazione delle offerte. Dovrà essere,inoltre, compilata in competente bollo, in lingua italiana con i prezzi indicati in cifre ed in lettere e dovranno essere riportati i seguenti dati: - esatta denominazione o ragione sociale dell Impresa; - sede legale comprensiva di numero di telefono e numero di fax; - partita IVA. Essa dovrà essere sottoscritta con firma leggibile e per esteso dal Legale Rappresentante il cui nome e la cui qualifica devono comunque essere riportati con dicitura a timbro o dattiloscritta. In caso di R.T.I. dovrà essere sottoscritta anche per la o le Imprese Associate 5

6 facenti parte del R.T.I. con firma leggibile e per esteso dai legali rappresentanti del R.T.I. i cui nomi e le cui qualifiche devono comunque essere riportati con dicitura a timbro o dattiloscritta. Nessun altro documento dovrà essere contenuto nella busta contenente l offerta. Nulla spetterà alla ditte concorrenti a titolo di compenso per qualsiasi spesa ed onere incontrati nella redazione dell offerta, compresi quelli per indagini tecniche in sito, qualunque ne sia l ammontare. Tutti i prezzi indicati in offerta, dovranno essere accompagnati da un analisi dettagliata dei vari costi che la Ditta ha calcolato, per elaborare il prezzo finale espresso in offerta. La Ditta, inoltre, dovrà dare indicazione dei criteri utilizzati per la definizione dell offerta economica. L ubicazione ed il numero dei punti di raccolta attuali, ed il tipo di rifiuto, possono subire modificazioni in dipendenza di procedura organizzative diverse. L offerta economica si intenderà comprensiva dei costi di carico, trasporto, smaltimento, contenitori e quant altro occorrente per il regolare svolgimento del servizio. Il prezzo offerto si intende remunerativo fisso ed invariabile per tutta la durata del servizio. Nel caso di discordanza fra prezzo espresso in cifre e quello espresso in lettere l Azienda prenderà in considerazione quello più conveniente. Art. 6. MODALITA DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA L offerta economica dovrà essere formulata indicando in cifre ed in lettere (IVA ESCLUSA): - il prezzo al Kg. di rifiuto da smaltire con riferimento + ai codici CER individuati. Tale prezzo dovrà essere omnicomprensivo della manodopera, della consegna e fornitura dei contenitori vuoti, della raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti presso gli impianti idonei, nonché di tutte le prestazioni ed oneri annessi e connessi a quanto sopra oltre a quelle indicate nel capitolato. Il prezzo per lo smaltimento dei rifiuti espressi in / Kg deve intendersi al netto del peso del contenitore. Art. 7. PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE Il presente appalto verrà aggiudicato, in lotto unico, con il criterio di cui all articolo 83 del D.Lgs. 163/2006. La Commissione si riserva fin d ora la facoltà di richiedere, in merito a tutta la documentazione di gara, chiarimenti e/o integrazioni a proprio insindacabile giudizio. L affidamento avverrà quindi a favore della ditta che avrà formulato l offerta più vantaggiosa in base ai seguenti elementi: A. Prezzo punti 40 B. Valutazione qualitativa punti 60 QUALITA DEL SERVIZIO punteggio massimo: 60 punti Parametri di valutazione della qualità da assegnare in base ai contenuti dell offerta progetto per i criteri di seguito elencati e con i punti evidenziati da ripartire per ciascuna sub voce fino ad un massimo di punti previsti per ognuna e precisamente: 6

7 1. Sistema organizzativo di fornitura del servizio: max punti 15. La valutazione verrà effettuata tenendo conto: -dell organigramma e funzionigramma del personale da impiegare nell appalto del servizio in oggetto, del numero dei dipendenti che presteranno servizio per ogni presidio,dei livelli di responsabilità e dell organizzazione del lavoro; - dei criteri da utilizzare in caso di effettuazione di eventuali avvicendamenti del personale e delle sostituzioni dello stesso in caso di assenza a vario titolo per ferie o malattia; - dei sistemi che l Impresa utilizza per la qualificazione e formazione degli operatori impiegati nel servizio. 2. Metodologie tecnico-operative: Punti max 20. La valutazione verrà effettuata tenendo conto: - delle modalità operative di raccolta, di trasporto dall interno all esterno dell Azienda, sino al momento del conferimento nel luogo di smaltimento, con riferimenti specifici alle diverse fasi di espletamento compresa la fornitura e consegna di materiali e attrezzature e contenitori a perdere (vedi articolo 3 Capitolato Speciale) - 3. Metodologie per il controllo di qualità dell impresa e del servizio: max punti 10. La valutazione verrà effettuata tenendo conto: - del sistema di controllo dell intero processo produttivo che il concorrente intende proporre nell appalto, la cui efficacia deve essere comprovata da idonee dichiarazioni e conforme alle norme UNI con copia autentica del certificato attestante il possesso del sistema di qualità UNI EN ISO rilasciato da organismo certificatore abilitato operante nella Comunità Europea; 4. Sicurezza e tipo dei mezzi di trasporto utilizzati: max punti 10. La valutazione verrà effettuata tenendo conto: + - del Piano di sicurezza e delle specifiche operative adottate per tutte le fasi del servizio volte ad assicurare il rigoroso rispetto della normativa in materia di sicurezza dei lavoratori e degli automezzi,; - delle caratteristiche degli automezzi e dei macchinari impiegati e quantità impiegate in relazione al fabbisogno produttivo; 5. Proposte migliorative rispetto a quanto previsto nel presente capitolato che riguardino l organizzazione generale del servizio oggetto dell appalto: max punti 5. La valutazione verrà effettuata tenendo conto: - delle proposte migliorative che riguardino aspetti migliorativi sostanziali nell organizzazione del servizio e nel supporto al personale sanitario che gestisce i rifiuti all interno delle strutture La documentazione tecnica presentata da ciascuna Impresa concorrente sarà esaminata da una apposita Commissione che esprimerà le proprie valutazioni (art. 84 del D.Lgs. 163/2006). Alla Ditta che avrà ottenuto il punteggio qualitativo più alto (derivante dalla sommatoria dei punteggi dei parametri valutativi sopra indicati) saranno attribuiti 60 punti, mentre alle Ditte punteggi proporzionalmente più bassi. PREZZO DEL SERVIZIO punteggio massimo: 40 punti Al prezzo più basso sarà attribuito il punteggio massimo previsto; agli altri prezzi punteggi proporzionali secondo la seguente formula: x = Pi x 40 Po 7

8 Dove: x = coefficiente totale attribuito al concorrente preso in esame; Pi= Prezzo più basso; Po= prezzo offerto. Nel giorno e ora che saranno successivamente comunicati, si provvederà, previa verifica delle identità, ad eseguire le seguenti operazioni: _ lettura dei punteggi relativi alla valutazione tecnico-qualitativa della Commissione; _ apertura della busta n. 3 e lettura delle quotazioni economiche. L aggiudicazione del servizio verrà effettuata a favore della Ditta che, sommati i punteggi attribuiti in sede di valutazione qualitativa e quelli relativi all offerta economica, avrà ottenuto il punteggio complessivo più alto. La Commissione valuterà la congruità delle offerte secondo le modalità previste dal comma dell articolo 86 del D.Lgs. 163/2006. Qualora talune offerte dovessero risultare anormalmente basse e dove l esame delle giustificazioni già prodotte non risultasse sufficiente, alle imprese per le quali sia stata riscontrata la predetta anomalia dell offerta potrà essere richiesta, ai sensi dell articolo 87 comma 1 del D.Lgs. 163/2006, una dettagliata analisi dei costi dalla quale dovrà risultare ogni voce di spesa che concorra alla determinazione del prezzo offerto. Il complesso di questi fattori, variabile a seconda dell organizzazione di ciascuna impresa, dovrà essere evidenziato e quantificato per la perfetta esecuzione del servizio stesso. Nel caso che le offerte di più Ditte concorrenti comportino l ottenimento di un identico punteggio totale, si procederà tra questi alla richiesta di miglioramento. Ove nessuno sia presente o voglia migliorare + la propria offerta economica, si procederà all aggiudicazione mediante sorteggio. L Azienda USL Roma H si riserva di aggiudicare anche in presenza di una sola offerta valida, purché ritenuta conveniente alle esigenze aziendali e congrua nel prezzo. L Azienda si riserva la facoltà di aggiudicare parzialmente, revocare, sospendere od annullare totalmente o parzialmente, in qualsiasi momento, la presente gara e, conseguentemente, di non pervenire all aggiudicazione della stessa. Si riserva, altresì, di non aggiudicare il servizio se dalle offerte pervenute, lo stesso non dovesse risultare idoneo e/o congruo nel prezzo o di aggiudicare per quantitativi inferiori ai fabbisogni espressi. Art. 8. DEPOSITO CAUZIONALE Le imprese concorrenti alla gara debbono costituire una cauzione provvisoria pari al 2% dell importo a base d asta. In caso di R.T.I. la cauzione dovrà essere prodotta da tutte le imprese facenti parti del R.T.I. Qualora l impresa si trovi nelle condizioni previste dal D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., articolo 75 comma 7, l importo della suddetta cauzione da costituire potrà essere ridotto del 50%. La cauzione provvisoria può essere costituita come fideiussione bancaria o polizza assicurativa rilasciata secondo le norme vigenti e con validità non inferiore a 180 gg dalla data di scadenza fissata per la presentazione delle offerte. La mancata presentazione della cauzione provvisoria o la costituzione in modo difforme da quanto sopra indicato comportano l esclusione dalla gara. 8

9 La cauzione provvisoria sarà restituita alle Imprese non aggiudicatarie su richiesta delle stesse successivamente all adozione dell atto deliberativo di aggiudicazione del Direttore Generale dell Azienda USL Roma H, mentre all Impresa aggiudicataria sarà restituita al momento della costituzione del deposito cauzionale definitivo. Il deposito per la cauzione definitiva verrà determinato nella misura del 10% dell ammontare annuo dell aggiudicazione e potrà essere costituito nelle stesse forme previste per la costituzione del deposito cauzionale provvisorio. L impresa aggiudicataria dovrà costituire, entro 10 giorni dalla data di comunicazione dell aggiudicazione, la cauzione definitiva dandone tempestiva comunicazione alla stazione appaltante. Il deposito cauzionale definitivo dovrà avere validità non inferiore alla durata del contratto, essere incondizionata ed irrevocabile, prevedere la clausola di pagamento a semplice richiesta, obbligandosi il fideiussore ad effettuare il versamento della somma garantita a semplice richiesta dell Azienda USL Roma H, anche in caso di opposizione dell aggiudicatario o di terzi aventi causa, prevedere esplicitamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale. Il deposito cauzionale definitivo verrà restituito all impresa aggiudicataria, su domanda della stessa, dopo 30 (trenta) giorni dalla scadenza del contratto, sempre che non vi siano contestazioni in atto. La cauzione definitiva si intende costituita a garanzia dell adempimento di tutti gli obblighi derivanti dallo svolgimento del servizio, nonché del rimborso delle somme pagate in più dall Azienda USL Roma H per conto dell appaltatore, salvo l esperimento di ogni altra azione per i maggiori danni, nel caso che l Azienda USL + Roma H lo ritenga necessario a tutela dei propri interessi. Il fornitore è tenuto in ogni momento, su richiesta della ASL, ad integrare la cauzione qualora questa, durante la fornitura sia in parte o tutta utilizzata a titolo di rimborso o di risarcimento danni per qualsiasi inosservanza degli obblighi contrattuali. Le eventuali spese per lo svincolo del deposito cauzionale saranno a carico dell impresa aggiudicataria. Nessun interesse è dovuto sulle somme e sui valori costituenti i depositi cauzionali, sia provvisori che definitivi. Art. 9. RIFERIMENTI UTILI Responsabile del Procedimento è la Dr.ssa Danila Fiorillo. Ogni ulteriore informazione e chiarimento circa la documentazione di gara, l espletamento della procedura potrà essere richiesta al tel Acquisizione Beni e Servizi Il Dirigente U.O.C. Dr.ssa Danila Fiorillo. Ai sensi e per gli effetti dell articolo 1341 c.c. l impresa concorrente dichiara espressamente di approvare tutti gli articoli del presente capitolato. Per accettazione La Ditta 9

10 AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi, Albano Laziale (Roma) Tel Fax CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO/RECUPERO DEI RIFIUTI SANITARI PRODOTTI DALLE STRUTTURE DELL AZIENDA USL RM H INDICE Art. 1. CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI Art. 2. FREQUENZA DEGLI INTERVENTI Art. 3. CONTENITORI E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE Art 4. QUANTITATIVI DEI RIFIUTI Art. 5. SOPRALLUOGHI Art. 6. RITIRO, TRASPORTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI Art. 7. PERSONALE Art 8. ASSICURAZIONI E RESPONSABILITA DELL AGGIUDICATARIA Art. 9. AUTORIZZAZIONI Art. 10. DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE A CURA DELL AGGIUDICATARIA Art. 11. OBBLIGHI ED ONERI A CARICO DELL AGGIUDICATARIO Art. 12. SERVIZI STRAORDINARI E/O VARIAZIONI Art. 13. DURATA DELL APPALTO Art. 14. REVISIONE DEI PREZZI Art. 15. MODALITA DI FATTURAZIONE Art. 16. PROCEDURA DI LIQUIDAZIONE DELLE FATTURE Art. 17. TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI Art. 18. CONTROLLO SULL ESECUZIONE DEL SERVIZIO Art. 19. PENALITA Art. 20. CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA Art. 21. RISOLUZIONE DEL CONTRATTO Art. 22. SUB-APPALTO E CESSIONE DEL CONTRATTO Art. 23. FORO DI COMPETENZA Art. 24. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI E TUTELA DELLA RISERVATEZZA

11 Art. 1. CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI Il presente Capitolato Speciale disciplina il servizio di raccolta, trasporto e smaltimento, secondo la normativa vigente, dei rifiuti derivanti da attività sanitarie, prodotti dai presidi di competenza dell Azienda USL Roma H, qui di seguito elencati: 1. Rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo; 2. Rifiuti sanitari pericolosi non a rischio infettivo; 3. Rifiuti sanitari non pericolosi; 4. Rifiuti sanitari che richiedono particolari modalità di smaltimento. Nella seguente tabella vengono riportati le quantità annue di rifiuti stimate per ciascun Presidio dell Azienda. Pertanto, nella formulazione dell offerta le imprese dovranno tenere presenti le quantità proporzionalmente inferiori prodotte nel periodo oggetto dell affidamento. Luogo di Produzione del Rifiuto Indirizzo Produttore Codice Cer Quantità Annua Kg OSPEDALE S. SEBASTIANO FRASCATI - 1 VIA TUSCOLANA, 2 FRASCATI RM LAB. ANALISI OSPEDALE FRASCATI - 2 VIA E. FERMI, 2 FRASCATI RM POLIAMBULATORIO FRASCATI - 2 BIS VIA E. FERMI, 2 FRASCATI RM OSPEDALE S. GIUSEPPE MARINO P.T.P. CARTONI ROCCAPRIORA UFF. SANITARIO GROTTAFERRATA - 5 VEDI 72 + VIALE XXIV MAGGIO, S.N. MARINO RM VIA MALPASSO D'ACQUA, 2 ROCCA PRIORA RM VIALE SAN NILO, 4 GROTTAFERRATA RM , , CONSULTORIO FAMILIARE FRASCATI - 6 VIA MATTEOTTI, 55 FRASCATI RM S.E.R.T. FRASCATI - 7 VIA GREGORIANA, 27 FRASCATI RM

12 CONSULTORIO FAMILIARE GROTTAFERRA - VEDI UFFICIO VACCINAZIONI - 9 VIALE SAN NILO, 4 GROTTAFERRATA RM VIA E. FERRI, 65 ROCCA DI PAPA RM Luogo di Produzione del Rifiuto Indirizzo Produttore Codice Cer Quantità Annua Kg CONSULTORIO FAMILIARE COLONNA CONSULTORIO FAMILIARE + UFF. SANITARIO SERVIZIO VETERINARIO CONSULTORIO FAMILIARE + UFF. SANITARIO CONSULTORIO FAMILIARE + UFF. VACCINAZIONI 15 VIA VITTORIO EMANUELE, S.N. COLONNA RM VIA C. FELICI, 14 MONTE COMPATRI RM VIA A. ROSMINI, 1 MONTE COMPATRI RM VIA IV NOVEMBRE, 2 MONTE PORZIO CATONE RM VIA MAL PASSO D'ACQUA, 5 ROCCA PRIORA RM UFF. SANITARIO FRASCATI - 16 VIA MATTEOTTI, 55 FRASCATI RM VIA DEL LAVORO-C/O COMUNE S.E.R.T. CIAMPINO DI CIAMPI, S.N. CIAMPINO RM DIPARTIMENTO SANITA' MENTALE CENTRO SANITARIO DI BASE OSPEDALE S. GIUSEPPE ALBANO OSPEDALE DE SANTIS GENZANO - 25 VIA FRANCESCO BARACCA, S.N. CIAMPINO RM VIA NETTUNENSE VECCHIA, 1 CIAMPINO RM VIA DEL MARE, KM 1 ALBANO LAZIALE RM VIA A. GRANDI, S.N. GENZANO DI ROMA RM OSPEDALE SPOLVERINI ARICCIA - 26 VIALE A. GHIGI, 64 ARICCIA RM CONSULTORIO FAMILIARE PAVONA - 27 VIALE BOLOGNA, 4/6 ALBANO LAZIALE RM , ,

13 Luogo di Produzione del Rifiuto Indirizzo Produttore Codice Cer Quantità Annua Kg E MENTALE + CAD 29 VIA GALLERIE DI SOTTO, 6 ALBANO LAZIALE RM VIA SAN + BIAGIO, 19/21 VELLETRI RM UFF. VACCINAZIONI + CONSULTORIO - 31 VIA A. GHIGI, 52 ARICCIA RM N.P.I. VACCINAZIONI + SERT - 32 VIA F. GUIDOBALDI, 4 GENZANO DI ROMA RM C.S.B. CONSULTORIO LANUVIO - 33 VIA ALDO MORO, 15 LANUVIO RM CONSULTORIO GIOVANI GENZANO SERVIZIO VETERINARIO ARICCIA - 36 VIA UNIONE SOVIETICA, S.N. GENZANO DI ROMA RM VIA CERQUETTE, 56/A ARICCIA RM OSPEDALE VELLETRI - 37 VIA ORTI GINETTI, 7 VELLETRI RM POLIAMBULATORIO VELLETRI UFF. AMMINISTR. VELLETRI - 38 BIS VIA SAN BIAGIO, 19/21 VELLETRI RM , DIP. SALUTE MENTALE VELLETRI - 39 VIA ARIANA, 14 VELLETRI RM CONSULTORIO FAMILIARE VELLETRI SERV. VETERINARIO VELLETRI AMBULATORIO LARIANO S.E.R.T. VELLETRI IGIENE PUBBLICA + VACCINA - 44 VIA SAN BIAGIO, 19/21 VELLETRI RM VIA SAN BIAGIO, 19/21 VELLETRI RM P.ZZA ANFITEATRO, 5 LARIANO RM VIA ORTI GINNETTI, 55 VELLETRI RM VIA SAN BIAGIO, 19/21 VELLETRI RM

14 Luogo di Produzione del Rifiuto Indirizzo Produttore Codice Cer Quantità Annua Kg OSPEDALE ANZIO - 45 VIA CUPA DEI MARMI, 2 ANZIO RM OSPEDALE VILLA ALBANI ANZIO - 46 VIA ALDOBRANDINI, 32 ANZIO RM POLIAMBULATORIO NETTUNO EX OSPEDALE 47 + P.ZZA CAVALIERI DI VITTORIO VENETO, S.N. NETTUNO RM , , CONSULTORIO FAMILIARE NETTUNO - 48 P.ZZA VALERI, S.N. NETTUNO RM VIA CUPA DEI MARMI, S.N. ANZIO S.E.R.T. ANZIO C/O OSPEDALE RM DISTRETTO H4 VIA DEI CASTELLI ROMANI DISTRETTO H4 VIA LEGNANO - 52BIS DISTRETTO SANITARIO MENTALE VEDI 73 VIA CASTELLI ROMANI, 2/P POMEZIA RM VIA LEGNANO - NUOVA FLORIDA, 10 ARDEA RM VIA DANTE ALIGHIERI, 46 POMEZIA RM

15 Luogo di Produzione del Rifiuto Indirizzo Produttore Codice Cer Quantità Annua Kg DISTRETTO H4 VIA DEI TASSI DISTRETTO H4 VIA DEL MARE - 56 VIA DEI TASSI - TOR SAN LORENZO, S.N. ARDEA RM VIA DEL MARE, KM 19 POMEZIA RM CENTRO ELABORAZIONE DATI VIA E. FERMI, 2 FRASCATI RM DIREZIONE GENERALE AMB. PSICHIATRICO E CENTRO DI SALUTE MENTALE AMB. VACCINAZIONI BORGO GARIBALDI, 12 ALBANO LAZIALE RM VIA E. FERMI, 2 FRASCATI RM VIA CHATILLON, 10 GENZANO DI ROMA RM ASL RM H DISTRETTO H1 VIA E. FERMI, 2 FRASCATI RM CASA CIRCONDARIALE DI VELLETRI POLIAMBULATORIO DI CIAMPINO POLIAMBULATORIO DI MARINO U.O.N.P.I. - POMEZIA CENTRO PRELIEVI NETTUNO VIA CAMPOLEONE, 97 VELLETRI RM VIA M. CALO - 1 PIANO, 5 CIAMPINO RM VIA COSTA BATOCCHI-UFF. POSTALE, S.N. MARINO RM PIAZZA ALDO MORO, 4 POMEZIA RM P.ZZA CAVALIERI DI VITTORIO VENETO, S.N. NETTUNO RM DISTRETTO SANITARIO MENTALE - 54 VIA S.DOMINGO, 3 POMEZIA RM , Codice Cer Nome rifiuto Totale indicativo in Kg * Rifiuti contenenti mercurio * Soluzioni acquose di lavaggio ed acqua madri Toner per stampa esauriti, diversi da quelli di cui alla voce

16 Codice Cer Totale indicativo in Kg * Soluzioni di sviluppo e attivanti a base acquosa * Soluzioni fissative 710 Imballaggi contenenti residui * di sostanze pericolose o 236 contaminati da tali sostanze Assorbenti, materiali filtranti (inclusi filtri dell'olio non * specificati altrimenti), stracci e indumenti protettivi, 130 contaminati da sostanze pericolose Apparecchiature fuori uso, * contenenti clorofluorocarburi, HCFC, HFC Apparecchiature fuori uso, * contenenti componenti pericolosi diversi da quelli di cui alle voci e Apparecchiature fuori uso, diverse da quelle di cui alle voci da a Sostanze chimiche di laboratorio contenenti o costituite da sostanze * pericolose, comprese le miscele di sostanze chimiche + di laboratorio * Batterie al piombo Batterie alcaline (tranne ) 155 Rifiuti che devono essere * raccolti e smaltiti applicando precauzioni particolari per evitare infezioni (Umani) Sostanze chimiche pericolose * o contenenti sostanze pericolose * Medicinali citotossici e citostatici 3.104, Medicinali diversi da quelli di cui alla voce Rifiuti che devono essere * raccolti e smaltiti applicando precauzioni particolari per 96 evitare infezioni (Animali) Resine a scambio ionico saturate o esaurite * Tubi fluorescenti ed altri rifiuti contenenti mercurio Rifiuti ingombranti * rifiuto sanitario pericoloso. 16

17 L Azienda Sanitaria si riserva di estendere il presente contratto per servizi analoghi o complementari ai sensi dell art. 57 D.Lgs. 163/2006, nonché di estendere il servizio ad altri presidi non compresi nell elenco, come si riserva di sospendere o interrompere il servizio presso uno o più presidi indicati. I quantitativi hanno un valore puramente indicativo e vengono forniti al fine di consentire alle ditte partecipanti la formulazione dell offerta. Nessun onere economico può essere richiesto all azienda se, per qualsiasi motivo, le predette quantità dovessero ridursi anche in maniera consistente. Per contro, la ditta aggiudicataria è obbligata a far fronte ad aumenti secondo la normativa vigente, della fornitura. Art. 2. FREQUENZA DEGLI INTERVENTI La frequenza degli interventi per la raccolta, il prelievo e lo smaltimento dei rifiuti speciali dovrà avvenire,inderogabilmente, pena la decadenza dell aggiudicazione, per ogni singolo CER, nel rispetto della normativa vigente. L impresa aggiudicataria, entro 15 giorni dalla comunicazione dell avvenuta aggiudicazione, dovrà su indicazione dei Direttori sanitari dei Presidi Ospedalieri di Frascati, Marino, Albano, Genzano, Ariccia, Velletri, Anzio, Villa Albani Anzio, e dei Distretti Sanitari di Frascati, Albano, Ciampino, Pomezia, Velletri, Nettuno - redigere un elenco in cui saranno individuati, per ogni singola struttura e per ogni codice CER aggiudicato, i rifiuti il cui ritiro, trasporto e smaltimento, dovrà avvenire con cadenza giornaliera e i rifiuti che dovranno essere ritirati con cadenza diversa da quella giornaliera dei quali sarà stilato opportuno calendario d interventi. Nello stesso calendario + dovrà essere prevista la periodicità con la quale l Impresa aggiudicataria dovrà fornire a proprio carico tutti i contenitori, i materiali e le attrezzature necessarie per lo svolgimento del servizio, che dovrà consentire la raccolta di rifiuti senza soluzione di continuità ad esclusione della domenica e dei giorni festivi. Tale calendario dovrà essere sottoscritto ognuno per quanto di competenza dall Impresa e dal Direttore Sanitario della struttura. In caso di mancato rispetto del calendario di ritiro, trasporto e smaltimento dei rifiuti speciali, all Impresa aggiudicataria sarà comminata una penale pari a 500,00 dal Direttore dell Esecuzione del Contratto, su segnalazione del Direzione Amministrativa di Presidio o Distretto in cui si è verificata l inadempienza, secondo le modalità previste nel successivo articolo 19. Art. 3. CONTENITORI E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE L impresa aggiudicataria dovrà fornire tutti i contenitori, i materiali e le attrezzature necessarie per lo svolgimento del servizio, che dovrà consentire la raccolta di rifiuti senza soluzione di continuità ad esclusione della domenica e dei giorni festivi. In relazione alle necessità di alcune strutture, su richiesta e ad insindacabile giudizio della Direzione Sanitaria della struttura interessata, potrà essere determinata una frequenza diversa di consegna dei contenitori. Tale servizio non comporterà alcune onere aggiuntivo per l Azienda USL Roma H. 17

18 L impresa aggiudicataria è tenuta altresì a fornire appositi contenitori con le caratteristiche evidenziate nel presente capitolato, conformi alla normativa in vigore, nonché a quella eventualmente emanata durante l esecuzione del contratto. Il tipo e le dimensioni dei contenitori dovranno essere adeguati alle strutture servite e concordati con le rispettive Direzioni Sanitarie. Qualsiasi variazione del tipo di contenitori che potrebbe rendersi necessaria nel corso del contratto o per motivi di adeguamento alla normativa di legge o per ragioni inerenti alla funzionalità del servizio dovrà essere preventivamente concordata con i competenti organi della ASL. I contenitori e i sacchi dovranno essere conformi alla normativa vigente e alle indicazioni del presente Capitolato, pena l esclusione dalla gara. Per quanto attiene la consegna dei contenitori per rifiuti, l Impresa dovrà provvedere direttamente alla consegna ed alla distribuzione capillare di tutti i contenitori presso i Presidi Ospedalieri e Distretti ovvero tutte le strutture sanitarie interessate al servizio, con cadenza programmata. Su ogni contenitore, a norma di legge, dovrà essere apposto il segnale di pericolo che compete al prodotto contenuto, la lettera R nera su fondo giallo nel caso di rifiuti speciali pericolosi, la classe di pericolosità, il codice CER, la data di confezionamento e l Unità operativa di provenienza del contenitore. I sacchi dovranno essere corredati della relativa fascetta per la chiusura e dovranno essere del colore indicato nelle schede per le varie tipologie di rifiuti. I sacchi di colore giallo dovranno avere ben visibile la scritta impressa che riporti l uso corretto degli stessi Rifiuti Sanitari Pericolosi a Rischio Infettivo e del simbolo di pericolo biologico. + Inoltre i contenitori dovranno essere accompagnati da: 1. idonea etichettatura ai sensi del D.P.R. 15 luglio 2003 n. 254 e delibera del Comitato Interministeriale del 27/7/1984 e successive eventuali modificazioni; 2. etichette che dovranno riportare la provenienza e la tipologia del rifiuto ed essere apposte su ogni contenitore e/o bidone; 3. tutta la modulistica che dovesse essere eventualmente individuata dalla normativa in materia durante il periodo di vigenza contrattuale. Tipologia di rifiuti Solidi pericolosi a rischio infettivo Liquidi Rifiuti speciali pericolosi non a rischio infettivo Rifiuti speciali non pericolosi Contenitore esterno Materiale e colore Contenitori monouso flessibili (cartone rigido o polipropilene) Colore: non verde Taniche in plastica da litri Colore: neutro Polietilene, polipropilene, cartone rigido Colore: non verde Polietilene, polipropilene, cartone rigido Colore: non verde Sacco interno Materiale e colore Plastica di spessore adeguato al peso Colore: giallo Non richiesto Plastica di spessore adeguato al peso Colore: nero Plastica di spessore adeguato al peso Colore: nero 18

19 E consentito l utilizzo di contenitori monouso flessibili a perdere, siano essi di cartone rigido o materiale plastico senza possibilità di recupero degli stessi e inviati, in ogni caso, a termodistruzione. Questi ultimi possono essere in polietilene o polipropilene. Eventuali variazioni ai colori possono essere concordate con le Direzioni Sanitarie di Presidio e di Distretto dell Azienda USL Roma H. Art 4. QUANTITATIVI DEI RIFIUTI I quantitativi indicati nelle schede predisposte hanno un valore puramente orientativo; pertanto l Impresa aggiudicataria avrà l obbligo di eseguire il servizio oggetto del presente capitolato anche per quantitativi maggiori o minori rispetto a quelli indicati. La Ditta aggiudicataria ha l obbligo di: a) dotarsi di apparecchiatura elettronica per pesare i rifiuti. Tale attrezzatura dovrà essere presente o su ogni automezzo o nell ambito di ciascuna struttura sanitaria richiedente il servizio in oggetto. Ciascuna pesata dovrà effettuarsi alla presenza di Personale incaricato dalla struttura sanitaria in cui ha luogo il ritiro e da Personale della Ditta aggiudicataria. Al Personale della struttura sanitaria dovrà essere rilasciato lo scontrino o copia dello scontrino relativo a ciascuna pesata e dovrà firmare per attestazione del quantitativo di rifiuti ritirati. Questa Azienda si riserva la facoltà di effettuare verifiche a campione pesando i colli antecedentemente al ritiro, la Ditta pertanto dovrà conservare gli scontrini per eventuali controlli. + b) fornire i registri di carico e scarico dei rifiuti previsti per Legge; c) fornire i formulari di accompagnamento dei rifiuti individuati dal D.M. n. 145/98 e dal D.M. n. 148/98; d) espletare le procedure di numerazione, di vidimazione di registri e formulari, e di ogni altra documentazione prevista per Legge o necessaria all Azienda. La Ditta dovrà consegnare i nuovi registri vidimati almeno 10 (dieci) giorni prima della completa compilazione del registro precedente. Gli oneri per la fornitura di registri e formulari e per l espletamento di tutte le attività burocratiche relative al loro adeguamento alle norme di Legge resteranno a carico di questa ASL ; e) fornire assistenza agli uffici amministrativi per l esecuzione degli adempimenti burocratici previsti dalla normativa vigente. Fornire consulenza su tutti gli adempimenti di carattere amministrativo che la Legge demanda ai Dirigenti Sanitari e ai Responsabili dei Presidi al fine di assicurare un adeguata assistenza tecnica e legislativa sia nei rapporti con gli organismi esterni, preposti al controllo dalla vigente normativa, che nei rapporti con i Presidi e servizi dell Azienda, per avviare un servizio funzionale e rispondente alle norme in vigore; f) informare e preparare il Personale dell ASL: la Ditta aggiudicataria, per garantire un corretto espletamento del servizio in tutte le sue fasi, potrà proporre un programma di informazione e preparazione del Personale dipendente, che dovrà essere approvato dalla Direzione Sanitaria Aziendale. 19

20 La Direzione Sanitaria del Presidio e del Distretto interessato al servizio oggetto del presente appalto controllerà i quantitativi dei rifiuti prelevati nei rispettivi siti, in contraddittorio con l Impresa. Si precisa inoltre che, qualora nel corso del contratto l Azienda USL Roma H riscontrasse l esigenza di ridurre o ampliare il numero dei punti di raccolta presso i quali deve essere effettuato il prelievo dei rifiuti o modificarne l ubicazione, l Impresa aggiudicataria è tenuta ad accettare tali variazioni senza pretendere alcuna modifica delle condizioni contrattuali e di prezzo. Per la determinazione dei quantitativi dei rifiuti smaltiti dopo ogni singolo trasporto, l aggiudicataria dovrà allegare i relativi scontrini delle pesate effettuate presso gli impianti utilizzati, alla 4 (quarta) copia del formulario di smaltimento. Art. 5. SOPRALLUOGHI Le imprese interessate a partecipare alla gara, al fine di valutare tutti gli aspetti organizzativi e logistici del servizio, oltre che con tutti i dati messi a disposizione, dovranno recarsi presso le strutture dell Azienda USL Roma H per una ricognizione delle zone, dei locali interessati e delle modalità di svolgimento dell attività, oltre che delle frequenze indicative dei prelievi, e di ogni rischio specifico o generico e di ogni altro elemento che possa influire sul lavoro stesso, esonerando l Azienda da ogni responsabilità al riguardo sia di tipo contrattuale che extra contrattuale. I sopralluoghi saranno organizzati previo contatto + con i Direttori Sanitari delle strutture interessate, elencate nell Allegato A al presente CSA. Per quanto concerne il disposto dell art. 26 del D.Lgs 81/2008, con riguardo particolare al 3 comma che prevede l elaborazione da parte del datore di lavoro committente di un unico documento di valutazione dei rischi che indichi le misure adottate per eliminare o, ove ciò non è possibile, ridurre al minimo i rischi da interferenze, si rimanda a quanto previsto dall articolo 11 del presente capitolato. Le ditte dichiareranno in ogni caso sotto la propria responsabilità, di conoscere ogni rischio specifico o generico e di aver tenuto conto di ogni altro elemento che possa influire sul lavoro stesso, esonerando l Azienda USL Roma H da ogni responsabilità sia di tipo contrattuale che extra contrattuale, all interno della dichiarazione sostitutiva secondo lo schema dell Allegato B, alla domanda di partecipazione. L Allegato B, contenente, tra le altre, la dichiarazione di avvenuto sopralluogo, dovrà essere inserito nella busta contenente la documentazione amministrativa; il mancato inserimento comporterà l automatica esclusione del concorrente. Art. 6. RITIRO, TRASPORTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI Il servizio oggetto del presente appalto dovrà essere espletato nella piena osservanza delle norme previste in materia di rifiuti sanitari pericolosi e non pericolosi. 20

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC ACCORDO QUADRO BIENNALE PER I SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILI, MACCHINE ED ARREDI PER UFFICIO, APPARECCHIATURE INFORMATICHE ED ELETTRONICHE, DOCUMENTAZIONE CARTACEA DA TRASFERIRE NELLA NUOVA

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

CAPITOLATO/DISCIPLINARE

CAPITOLATO/DISCIPLINARE CAPITOLATO/DISCIPLINARE Il presente bando è finalizzato all acquisto di nr. 1 trattore stradale usato per traino semirimorchi da utilizzare per il servizio di trasporto RSU prodotti nel territorio del

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI FACCHINAGGIO CON GESTIONE DEL CICLO LOGISTICO COMPRENSIVA DEL MONITORAGGIO INFORMATIZZATO E TRASPORTO COSE ALL INTERNO E TRA LE VARIE SEDI ISTAT DI ROMA CAPITOLATO TECNICO 1 INDICE 1. OGGETTO

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare COMUNE DI BARLETTA CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA N. 1/2009 Il Comune di Barletta, in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA Procedura aperta per l affidamento del servizio di pulizia ordinaria e di attività ausiliarie accessorie per la sede nazionale di Fondimpresa sita in Roma in via della Ferratella in Laterano n. 33 CAPITOLATO

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto,

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA Art. 1 - Oggetto Il presente disciplinare di gara ha per oggetto le norme di partecipazione alla successiva gara,

Dettagli

Disciplinare di gara PREMESSO:

Disciplinare di gara PREMESSO: DISCIPLINARE DI GARA TELEMATICA PER L AFFIDAMENTO IN VIA NON ESCLUSIVA DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER L ANALISI, LA COPERTURA E LA GESTIONE DEI RISCHI RIGUARDANTI POLIZZE DI INTERESSE DELLA

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno)

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno) COMUNE DI FORCE PROT. N. 5794 del 15 dicembre 2014 (Provincia Ascoli Piceno) BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE - AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 163/2006 - DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI AUTOMEZZI, MACCHINARI ED ATTREZZATURE, ALLESTITE PER USO PROTEZIONE CIVILE, ATTE A COSTITUIRE PARTE DELLA COLONNA MOBILE PER IL SERVIZIO PROTEZIONE

Dettagli

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI.

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Prot. n. 41227/app del 21/06/2007 PUBBLICO INCANTO (PROCEDURA APERTA) PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO DELLE OPERE

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture BANDI-TIPO per l affidamento di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro nei settori ordinari Documento di Consultazione

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a Il Presidente Pavia, 15 aprile 2015 EB/dc Prot. Spett.le Alla cortese attenzione Sig. via fax anticipata via mail a OGGETTO: Procedura negoziata per l affidamento del servizio di copertura assicurativa

Dettagli

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n.

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. CIG 60528780F1 Pag.1 di 34 INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. 43 GE 08-14 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DEL D.LGS.

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli