Attività formative

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Attività formative 2008-2009"

Transcript

1 Attività formative L attività formativa di UPI Emilia-Romagna, in essere da un paio di anni, si svolge in collaborazione con Unioncamere e Confservizi Emilia-Romagna. E stata siglata una convenzione tra UPI e ARPA, con il patrocinio della Regione Emilia- Romagna, che ha dato il via ad un percorso formativo che affronta le normative ambientali nel diritto comunitario, nazionale e regionale. I temi trattati in ambito formativo sono: - - e Contratti - Affari istituzionali - Espropri - Organizzazione del personale - Programmazione - Semplificazione amministrativa - Servizi pubblici locali.. Sono in programma corsi sul tema della Progettazione e finanziamenti europei ed altri argomenti che potrete trovare sul nostro sito: In seguito il dettaglio delle giornate formative dal 2008 al 2009.

2 TITOLO SETTORE DOCENTE 1. La gestione dei rifiuti dopo la riforma del Dlgs 152 del 2006 (Dlgs n. 4/2008) 2. La tutela delle acque dall inquinamento dopo la riforma del Dlgs 152 del 2006 (Dlgs n. 4/2008) 3. La V.I.A. e la V.A.S. dopo la riforma del Dlgs 152 del 2006 (Dlgs n. 4/2008) 4. La normativa in materia di bonifica di siti contaminati dopo la riforma del Dlgs 152 del 2006 (Dlgs. N. 4/2008) 5. La disciplina delle autorizzazioni integrate ambientali dopo la riforma del Dlgs 152/ La disciplina delle acque meteoriche nella legislazione nazionale e regionale dell Emilia- Romagna 7. I registri di carico e scarico dei rifiuti, il formulario d identificazione per il trasporto e l iscrizione all Albo Gestori 8. Le nozioni di deposito temporaneo, rifiuto, sottoprodotto, materia prima secondaria, CDR e terre da scavo ed il recupero dei rifiuti nel Dlgs dopo la riforma

3 9. La disciplina delle discariche e degli impianti di incenerimento dei rifiuti e delle ecopiazzole 10. Le emissioni in atmosfera nel Dlgs 152 del La disciplina dell utilizzazione dei fanghi di depurazione e l utilizzazione agronomica nel Dlgs 152/2006 e nella legislazione regionale dell Emilia- Romagna 12. La gestione dei rifiuti sanitari 13. Il procedimento di espropriazione per pubblica utilità fra pianificazione urbanistica e disciplina dei lavori pubblici (prima giornata) Espropri Avv. Maria Vittoria Rietti Guglielmi 14. Il procedimento di espropriazione per pubblica utilità fra pianificazione urbanistica e disciplina dei lavori pubblici (seconda giornata) Espropri Avv. Maria Vittoria Rietti Guglielmi 15. La nuova direttiva quadro sui rifiuti: direttiva 19/11/2008 n. 2008/98/CE (Guce 22/11/2008 n. L312) e la sua influenza sul Dlgs 152/2006 Dott.Bernardino Albertazzi 16. Il MUD nel Dlgs 152/2006 e nel DPCM 2/12/2008 Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2009

4 19. La nuova disciplina della pile e degli accumulatori Dlgs 20/11/2008 n. 188 e la disciplina dei RAEE 20. Il danno ambientale nel Dlgs 152/2006 dopo la riforma del Il nuovo Dlgs 30/2009 sulle acque sotterranee e la tutea delle acque nel Dlgs 152/2006 e nelle norme regionali 22. La nuova direttiva quadro rifiuti 2008/98/CE e la sua influenza sulle nozioni di rifiuto, sottoprodotto, terre da scavo, MPS, rifiuti pericolosi del Dlgs 152/2006 e s.m. La nuova direttiva comunitaria del 19 novembre 2008 sulla tutela penale dell ambiente e la sua influenza sul sistema sanzionatorio italiano 23. Le novità sulla gestione dei rifiuti (Leggi n. 205/2008, 210/2009, 13/2009): Discariche, M.U.D., R.A.E.E., Piano Nazionale Incenerimento, Danno Ambientale, Rifiuti Triturati In Fognatura, Rifiuti Agricoli, Terre Da Scavo. I documenti obbligatori: MUD, registri e formulari nella normativa e nella giurisprudenza 24. La V.A.S. e la V.I.A. nella normativa nazionale (Dlgs 152 del 2006 modificato dal Dlgs n. 4/2008) e nella normativa regionale

5 25. L inquinamento acustico 26. I vincoli urbanistici e l indennità di espropriazione Espropri Avv. Maria Vittoria Rietti Guglielmi 27. LPM/PGS Le Linee Programmatiche di Mandato e il Piano Generale di Sviluppo della Provincia Programmazione Dott. Pietro Bevilacqua 28. VAL Valutare la Dirigenza provinciale Programmazione Dott. Pietro Bevilacqua 29. Gli scarti alimentari e i rifiuti nel regolamento CE 1774/2002, nella nuova direttiva rifiuti comunitaria, nel Dlgs 152/2006 e nelle linee guida del Ministero dell 30. La nuova disciplina dei centri di raccolta e la gestione dei RAEE e delle pile 31. La gestione delle terre da scavo nei Dlgs n. 152/2006 e n. 4/2008 e la bonifica dei siti contaminati 32. L inquinamento acustico (seconda edizione) 33. I fanghi di depurazione, l utilizzazione agronomica, gli effluenti di allevamento e i rifiuti agricoli nei Dllgs n. 152/2006 e n. 99/92 e nella legislazione della Regione Emilia- Romagna

6 34. La V.A.S. e la V.I.A. nella normativa nazionale (Dlgs 152/2006 modificato dal Dlgs n. 4/2008) e nella normativa regionale 35. La gestione dei rifiuti sanitari 36. La disciplina delle acque meteoriche nella legislazione nazionale e regionale dell Emilia- Romagna (seconda edizione) 37. Le emissioni in atmosfera nel Dlgs 152/ La gestione degli appalti pubblici di lavori: quadro di riferimento e profili operativi (alla luce delle novità normative e giurisprudenziali) 39. La gestione degli appalti di forniture e di servizi: quadro di riferimento e profili operativi (alla luce delle novità normative e giurisprudenziali) 40. L affidamento di incarichi professionali: problematiche di inquadramento e profili operativi 41. Concessioni di servizi e di beni dell ente locale 42. Le Province e le Camere di Commercio come possibili Centrali di committenza per l acquisto di beni e servizi in area vasta

7 43. Le novità in materia di attività e di procedimento amministrativo prodotte dalla legge n. 69/ L affidamento dei servizi pubblici locali a rilevanza economica: le implicazioni dell art. 23-bis della legge n. 133/ La gestione delle partecipazioni della Provincia e della Camera di Commercio 46. La gestione delle terre da scavo nei Dlgs n. 152/2006 e n. 4/2008 e la gestione dei rifiuti delle industrie estrattive nel Dlgs n. 117/ La normativa in materia di bonifica di siti contaminati dopo la riforma del Dlgs n. 152/2006 (Dlgs n. 4/2008) 48. La disciplina delle autorizzazioni integrate ambientali dopo la riforma del Dlg. N. 152/2006

8 49. Le nozioni di deposito temporaneo, rifiuto, sottoprodotto, materia prima secondaria, CDR e terre da scavo e il recupero dei rifiuti nel Dlgs. N. 152/2006 dopo la riforma e nella nuova direttiva quadro rifiuti 2008/98/CE 50. I registri di carico e scarico dei rifiuti, il formulario di identificazione per il trasporto e l iscrizione all Albo Gestori nel Dlgs n. 152/2006 dopo la riforma e nella nuova direttiva quadro rifiuti 2008/98/CE 51. La tutela delle acque dall inquinamento nel Dlgs n. 152/2006 e nelle norme regionali 52. L inquinamento elettromagnetico Bologna, Ottobre 2009

Giornate seminariali in materia AMBIENTALE Il DLGS 152/2006 e le altre norme ambientali Approfondimenti

Giornate seminariali in materia AMBIENTALE Il DLGS 152/2006 e le altre norme ambientali Approfondimenti Giornate seminariali in materia AMBIENTALE Il DLGS 152/2006 e le altre norme ambientali Approfondimenti A cure dal Dott. Bernardino Albertazzi Giurista Ambientale ORGANIZZAZIONE E COORDINAMENTO A cura

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI LATINA

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI LATINA Lezione 1 - giovedì 3 aprile 2014 - h. 15.00 19.00 Gestione dei Rifiuti - Quadro generale della normativa; - Definizioni, la nozione di rifiuto; l esclusione dei sottoprodotti e delle materie prima secondarie;

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE

CORSO DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE Per Periti Industriali a REGGIO EMILIA CORSO DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE In collaborazione con NOTE INTRODUTTIVE AL CORSO Il PERITO INDUSTRIALE grazie a questo corso di specializzazione

Dettagli

Servizio Tutela del Suolo e Rifiuti

Servizio Tutela del Suolo e Rifiuti Servizio Tutela del Suolo e Rifiuti FUNZIONI DEL SERVIZIO 1. Attività su bonifica dei siti contaminati Il Servizio ha il compito di emettere la certificazione di avvenuta bonifica dei siti contaminati.

Dettagli

Corso di Perfezionamento in Diritto Ambientale

Corso di Perfezionamento in Diritto Ambientale Facoltà di Giurisprudenza di Alessandria UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE Corso di Perfezionamento in Diritto Ambientale Anno Accademico 2010-2011 SECONDA EDIZIONE CORSO DI PERFEZIONAMENTO

Dettagli

TERRE E ROCCE DA SCAVO Gestione e smaltimento inerti di cantiere

TERRE E ROCCE DA SCAVO Gestione e smaltimento inerti di cantiere Con il patrocinio dell Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bergamo CORSO 1 (8 ore) SOCI SOSTENITORI Per ingegneri di BERGAMO città e provincia ALLA LUCE DELLE ULTIMISSIME NOVITÀ LEGISLATIVE Organizzatore

Dettagli

Breve curriculum vitae Vincenzo Pellegrini

Breve curriculum vitae Vincenzo Pellegrini Breve curriculum vitae Vincenzo Pellegrini nato a San Donà di Piave (VE) il 5 aprile 1967 (C.F. PLLVCN67D05H823E) residente in Refrontolo, via Faè n. 3; laureato in giurisprudenza presso l Università di

Dettagli

«LA GESTIONE DEI RIFIUTI DA CANTIERE: ASPETTI OPERATIVI»

«LA GESTIONE DEI RIFIUTI DA CANTIERE: ASPETTI OPERATIVI» CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI: GESTIONE RIFIUTI E SOTTOPRODOTTI Fare i Conti con l ambiente rifiuti-acqua-energia workshop H RAVENNA 27/09/2012 «LA GESTIONE DEI RIFIUTI DA CANTIERE: ASPETTI OPERATIVI» DOTT.

Dettagli

SEMINARI DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE

SEMINARI DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE SEMINARI DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE Patrocinato dal COLLEGIO DEI GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DI MODENA NOTE INTRODUTTIVE AL CICLO SEMINARI Il GEOMETRA grazie a questo ciclo

Dettagli

Eni Corporate University

Eni Corporate University I fondamenti delle professionalità Health, Safety, Environment & Quality Eni Corporate University E n i ' s k n owledge company AMBIENTE Il nostro sguardo sul territorio Internet www.enicorporateuniversity.it

Dettagli

Flavio Balestri. Le imprese e la gestione dei rifiuti. Servizio Ambiente Cna Bologna. Cosa cambia con la nuova direttiva europea

Flavio Balestri. Le imprese e la gestione dei rifiuti. Servizio Ambiente Cna Bologna. Cosa cambia con la nuova direttiva europea Le imprese e la gestione dei rifiuti Cosa cambia con la nuova direttiva europea giovedì 9 luglio 2009 Sala Conferenze CNA Bologna Flavio Balestri Servizio Ambiente Cna Bologna Con il contributo 1 Lo stato

Dettagli

D.lgs. 152/06 art. 197

D.lgs. 152/06 art. 197 FUNZIONI DELLA PROVINCIA D.lgs. 152/06 art. 197 1. In attuazione dell'articolo 19 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, alle province competono: a) il controllo e la verifica degli interventi

Dettagli

TESTO UNICO AMBIENTALE D.Lgs. 152/2006

TESTO UNICO AMBIENTALE D.Lgs. 152/2006 TESTO UNICO AMBIENTALE D.Lgs. 152/2006 Il 3 aprile 2006 è stato firmato dal Presidente della Repubblica il nuovo Decreto Legislativo in materia ambientale approvato dal Consiglio dei Ministri in via definitiva

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo studio professionale Stato Civile LUPO, Giammarco Piazza G.Verdi, 7 74023 Grottaglie (TA) Coniugato

Dettagli

Unione Industriali Pordenone

Unione Industriali Pordenone Unione Industriali Pordenone Decreto Legislativo n 152 del 3 aprile 2006 D.Lgs 152/2006 noto come Testo unico ambientale : è stato pubblicato nel Supplemento Ordinario alla Gazzetta Ufficiale 14 aprile

Dettagli

Comunicazione Rifiuti. Gabriella Aragona Servizio Rifiuti - ISPRA

Comunicazione Rifiuti. Gabriella Aragona Servizio Rifiuti - ISPRA Comunicazione Rifiuti Gabriella Aragona Servizio Rifiuti - ISPRA Soggetti obbligati / 1 I soggetti tenuti alla presentazione del MUD Sezione Rifiuti sono individuati dalla normativa seguente: dall articolo

Dettagli

Curriculum vitae essenziale

Curriculum vitae essenziale Nazionalità: ITALIANA Data di nascita: 09/06/1977 C.F. GVO GNN 77H09G467E P.iva 02620511200 Curriculum vitae essenziale Avv. Giovanni Govi Esperto in diritto civile, amministrativo, tributi locali, e contrattualistica

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/Nome Indirizzo Telefono Codice Fiscale e-mail Nazionalità AVINO MURGIA Antonio Residenza: Via E. Costa 19, Cagliari - Studio: Via L. Ariosto 11,

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Deliberazione del Direttore Generale n. DEL-2013-39 del 14/03/2013 Oggetto Servizio Affari istituzionali,

Dettagli

DIRITTO DELL'AMBIENTE - seconda edizione

DIRITTO DELL'AMBIENTE - seconda edizione DIRITTO DELL'AMBIENTE - seconda edizione Regione Lazio Istituto Studi giuridici A. C. Jemolo ARPA Lazio 88 ORE IN AULA E TRE VISITE: MALAGROTTA, DEPURATORE ACEA, LABORATORI ARPA LAZIO Le lezioni si svolgeranno

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE

CORSO DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE Per Ingegneri di MODENA CORSO DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE Patrocinato da Associazione tra Ingegneri Piazzale Boschetti n.8-41121 MODENA Tel.059/223831 - Fax 059/237166 Codice

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI CHEMERI FRANCESCA. Nome Luogo di nascita Ravenna Data di nascita 18/12/1975

INFORMAZIONI PERSONALI CHEMERI FRANCESCA. Nome Luogo di nascita Ravenna Data di nascita 18/12/1975 CURRI CULUM VI TAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Luogo di nascita Data di nascita 18/12/1975 CHEMERI FRANCESCA Amministrazione Incarico attuale Posizione Organizzativa Valutazioni e Autorizzazioni ambientali

Dettagli

1 PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ PROPONENTE...3 2 PRESENTAZIONE INTRODUTTIVA DEL PROGETTO...5 3 DESCRIZIONE SINTETICA SULL IMPOSTAZIONE DEL SIA...

1 PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ PROPONENTE...3 2 PRESENTAZIONE INTRODUTTIVA DEL PROGETTO...5 3 DESCRIZIONE SINTETICA SULL IMPOSTAZIONE DEL SIA... SOMMARIO 1 PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ PROPONENTE...3 2 PRESENTAZIONE INTRODUTTIVA DEL PROGETTO...5 3 DESCRIZIONE SINTETICA SULL IMPOSTAZIONE DEL SIA...8 4 AUTORIZZAZIONI, CONCESSIONI E NULLA OSTA RICHIESTI...10

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 152/2006 Norme in materia ambientale

DECRETO LEGISLATIVO 152/2006 Norme in materia ambientale DECRETO LEGISLATIVO 152/2006 Norme in materia ambientale Il nuovo decreto legislativo 152, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 88 del 14 aprile 2006, S.O. n. 96, è entrato in vigore il 29 aprile 2006.

Dettagli

Il Catasto dei rifiuti con riferimento alle attività di C&D

Il Catasto dei rifiuti con riferimento alle attività di C&D Il Catasto dei rifiuti con riferimento alle attività di C&D ing. Mariella Bazzucco CATASTO RIFIUTI - MUD art. 189 - d.lgs. 152/2006 è articolato in una Sezione nazionale (ISPRA a Roma) e in Sezioni regionali/provinciali

Dettagli

Allegato Tecnico. Normativa ambientale di riferimento e adempimenti per i porticcioli turistici e i campi da golf. Autore. Direzione Scientifica ARPAL

Allegato Tecnico. Normativa ambientale di riferimento e adempimenti per i porticcioli turistici e i campi da golf. Autore. Direzione Scientifica ARPAL LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS LINEE GUIDA per La predisposizione di sistemi di gestione ambientale secondo i requisiti del Regolamento EMAS II di strutture turistiche importanti (Porticcioli Turistici e

Dettagli

DISPENSE IN MATERIA DI: GESTIONE RIFIUTI DAL DECRETO RONCHI DEL 1997 AL CODICE AMBIENTALE DEL 2006. Claudio Boldori

DISPENSE IN MATERIA DI: GESTIONE RIFIUTI DAL DECRETO RONCHI DEL 1997 AL CODICE AMBIENTALE DEL 2006. Claudio Boldori DISPENSE IN MATERIA DI: GESTIONE RIFIUTI DAL DECRETO RONCHI DEL 1997 AL CODICE AMBIENTALE DEL 2006 Claudio Boldori CON LA PUBBLICAZIONE DEL RONCHI TER, SEMBRA CONCLUSA LA PRIMA E DOVEROSA FASE DI COMPLETAMENTO

Dettagli

MUD 2015. RIFERIMENTI NORMATIVI e NOVITA MO007

MUD 2015. RIFERIMENTI NORMATIVI e NOVITA MO007 MUD 2015 RIFERIMENTI NORMATIVI e NOVITA MUD 2015 Normativa di riferimento Il D. Lgs. n.152/2006 all art. 189 dispone l obbligo di comunicare le quantità e le caratteristiche qualitative dei rifiuti per

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE

CORSO DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE Per Periti Industriali a PISA CORSO DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE Patrocinato dal Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Pisa NOTE

Dettagli

Esperto ambientale. Roma. Formula part-time. Master di specializzazione

Esperto ambientale. Roma. Formula part-time. Master di specializzazione 2011 Esperto ambientale Roma Formula part-time I T In collaborazione con Esperto ambientale Roma Le borse di studio sono offerte da w La figura dell Esperto ambientale (Responsabile e Consulente), sempre

Dettagli

PREMESSA 3.04.2006, 152 L.R.

PREMESSA 3.04.2006, 152 L.R. ALLEGATO 1 DIRETTIVE PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE IN VIA DEFINITIVA E DI SVOLGIMENTO DELLE SINGOLE CAMPAGNE DI ATTIVITA DEGLI IMPIANTI MOBILI DI SMALTIMENTO O DI RECUPERO DI RIFIUTI DI CUI ALLA

Dettagli

ADEMPIMENTI IN MATERIA DÌ RIFIUTI POSTI A CARICO DELLE IMPRESE AGRICOLE

ADEMPIMENTI IN MATERIA DÌ RIFIUTI POSTI A CARICO DELLE IMPRESE AGRICOLE ADEMPIMENTI IN MATERIA DÌ RIFIUTI POSTI A CARICO DELLE IMPRESE AGRICOLE A) ISCRIZIONE ALL ALBO DEI GESTORI - articolo 212 d.lgs.n.152/06 Ai sensi dell articolo 212, comma 5, del d.lgs. n.152/06 sono obbligati

Dettagli

PARTE I - COMMENTI DOCUMENTAZIONE PARTE II - DISCIPLINA GENERALE

PARTE I - COMMENTI DOCUMENTAZIONE PARTE II - DISCIPLINA GENERALE Indice sistematico PARTE I - COMMENTI La corretta gestione dei rifiuti... 3 MPS e sottoprodotti: nel segno della continuita`... 6 Il nuovo concetto di scarico e il rapporto tra acque e rifiuti... 11 Gli

Dettagli

PARLIAMO DI. ATTIVITA PRODUTTIVE E RIFIUTI SPECIALI

PARLIAMO DI. ATTIVITA PRODUTTIVE E RIFIUTI SPECIALI CITTÀ DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE PARLIAMO DI. ATTIVITA PRODUTTIVE E RIFIUTI SPECIALI Tutte le attività produttive, che nell esercizio del ciclo lavorativo producono rifiuti speciali, devono

Dettagli

PROGETTO PER L ATTIVAZIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA ALLA FRAZIONE STARZA

PROGETTO PER L ATTIVAZIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA ALLA FRAZIONE STARZA UFFICIO TECNICO PROGETTO PER L ATTIVAZIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA ALLA FRAZIONE STARZA PROGETTO A CURA DELL UFFICIO TECNICO Istruttore Amministrativo Geometra Ingegnere PORCARO OLINDO SALVATORE BARBATO

Dettagli

PROCEDURE PER LE AUTORIZZAZIONI ALLA GESTIONE E ALLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SPECIALI

PROCEDURE PER LE AUTORIZZAZIONI ALLA GESTIONE E ALLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SPECIALI PROCEDURE PER LE AUTORIZZAZIONI ALLA GESTIONE E ALLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SPECIALI Principale normativa di riferimento - decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22 (legge quadro, attuativa di tre direttive

Dettagli

LA GESTIONE DEI RIFIUTI SPECIALI DA PARTE DEL PRODUTTORE

LA GESTIONE DEI RIFIUTI SPECIALI DA PARTE DEL PRODUTTORE LINEE GUIDA LA GESTIONE DEI RIFIUTI SPECIALI DA PARTE DEL PRODUTTORE Le linee guida di seguito proposte rappresentano un Vademecum per la gestione dei rifiuti speciali originatisi dall attività produttiva

Dettagli

COMUNE DI PIANO DI SORRENTO Provincia di Napoli

COMUNE DI PIANO DI SORRENTO Provincia di Napoli AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE CON QUALIFICA DI ISTRUTTORE DIRETTIVO TECNICO MEDIANTE CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO E PIENO EX ART. 110 - C. 2 - D. LGS.

Dettagli

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 [Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

LIDIA FLOCCO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI. FLOCCO LIDIA Via del Mandrione 363/A Roma

LIDIA FLOCCO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI. FLOCCO LIDIA Via del Mandrione 363/A Roma LIDIA FLOCCO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Residenza E-mail FLOCCO LIDIA Via del Mandrione 363/A Roma Mob. 3204060076 Nazionalità ITALIANA

Dettagli

Norme in materia ambientale

Norme in materia ambientale Prontuario illeciti ambientali Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 G.U. n. 88 del 14.04.2006, Suppl. Ord. N. 96/L Norme in materia ambientale Confronti tra le vecchie e le nuove normative A cura

Dettagli

INDICE SOMMARIO. 1. DISPOSIZIONI COMUNI E PRINCIPI GENERALI (Artt. 1-3 sexies) di MARIO BUCELLO e LORENZO CARUCCIO... 21..

INDICE SOMMARIO. 1. DISPOSIZIONI COMUNI E PRINCIPI GENERALI (Artt. 1-3 sexies) di MARIO BUCELLO e LORENZO CARUCCIO... 21.. Gli Autori.......................................... XIX I. MODIFICHE INTRODOTTE DAL D.LGS. 128/2010 ALLE PARTI I, II E V DEL D.LGS. N. 152/2006 Introduzione di MARIO BUCELLO e SIMONA LOMBARDO..................

Dettagli

MANUTENZIONE E VERIFICHE PERIODICHE DI COMBUSTIONE COPIA ABILITAZIONE TERZO RESPONSABILE DEL SINGOLO MANUTENTORE DOMESTICI E INDUSTRIALI PROVENIENTI

MANUTENZIONE E VERIFICHE PERIODICHE DI COMBUSTIONE COPIA ABILITAZIONE TERZO RESPONSABILE DEL SINGOLO MANUTENTORE DOMESTICI E INDUSTRIALI PROVENIENTI EMISSIONI IN ATIMOSFERA - Gestione degli Impianti termici di edifici di proprietà del comune DPR 412/93 e succ.mod. DPR 73 del 16/4/2013 Decreto Ministeriale del 10 febbraio 2014 MANUTENZIONE E VERIFICHE

Dettagli

Pianta con la disposizione delle macchine e degli impianti (layout) e l indicazione delle aree di lavorazione e di deposito

Pianta con la disposizione delle macchine e degli impianti (layout) e l indicazione delle aree di lavorazione e di deposito MODELLO CHECK LIST Il presente modello, da allegare agli elaborati progettuali, richiede al progettista di barrare sia le caselle corrispondenti alle sotto elencate tematiche, sia quelle della documentazione

Dettagli

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2015.

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2015. Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 27 dicembre 2014 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

trasporto di rifiuti urbani e speciali pericolosi e non pericolosi recupero/smaltimento di rifiuti urbani e speciali pericolosi e non pericolosi

trasporto di rifiuti urbani e speciali pericolosi e non pericolosi recupero/smaltimento di rifiuti urbani e speciali pericolosi e non pericolosi PRESENTAZIONE SI.ECO. è la Società che fornisce servizi di consulenza specialistica qualitativamente elevati ad Enti Pubblici ed Aziende private nel settore della gestione del territorio, dell ambiente

Dettagli

Ambiente Sicurezza Qualità Prevenzione incendi Progettazione impianti. Consulenza tecnica. per vincoli normativi. TECHNOAMBIENTE GGE group

Ambiente Sicurezza Qualità Prevenzione incendi Progettazione impianti. Consulenza tecnica. per vincoli normativi. TECHNOAMBIENTE GGE group Consulenza tecnica per vincoli normativi SISTEMI DI GESTIONE AMBIENTALE Consulenza per l implementazione di Sistemi di Gestione Ambientale (S.G.A.) secondo le norme UNI EN ISO 14000 ed EMAS PRATICHE AMBIENTALI

Dettagli

paragrafo successivo, in cui sono indicate le modalità di riutilizzo, omettendo la parte anagrafica già compilata nel presente paragrafo.

paragrafo successivo, in cui sono indicate le modalità di riutilizzo, omettendo la parte anagrafica già compilata nel presente paragrafo. Riutilizzo Terre e Rocce da Scavo DECRETO LEGISLATIVO 3 aprile 2006, n 152 - Art. 186, come modificato dal D.lgs. N. 4/08 Il sottoscritto (cognome) (nome) nato a il in qualità di Titolare, Legale Rappresentante,

Dettagli

La gestione dei rifiuti in edilizia

La gestione dei rifiuti in edilizia La gestione dei rifiuti in edilizia L Aquila, 26 febbraio 2008 ANCE ASSOCIAZIONE NAZIONALE COSTRUTTORI EDILI Direzione Legislazione Mercato Privato 1 EDILIZIA E CODICE AMBIENTE NUOVA EDIFICAZIONE INTERVENTI

Dettagli

Corso La Gestione dei Rifiuti: normativa vigente, codici CER, autorizzazioni e gestione documentale, responsabilità e sanzioni

Corso La Gestione dei Rifiuti: normativa vigente, codici CER, autorizzazioni e gestione documentale, responsabilità e sanzioni in collaborazione con: Corso La Gestione dei Rifiuti: normativa vigente, codici CER, autorizzazioni e gestione documentale, responsabilità e sanzioni Hotel Sheraton CATANIA 27 e 28 giugno 2013 Obiettivo

Dettagli

Il Ruolo di Arpalazio nell ambito dell Autorizzazione integrata Ambientale

Il Ruolo di Arpalazio nell ambito dell Autorizzazione integrata Ambientale Il Ruolo di Arpalazio nell ambito dell Autorizzazione integrata Ambientale Sergio Ceradini Arpalazio Sezione provinciale di Roma Convegno Tutela del territorio, gestione dei rifiuti e controlli ambientali

Dettagli

Azioni per un controllo diretto del rischio sul territorio

Azioni per un controllo diretto del rischio sul territorio Azioni per un controllo diretto del rischio sul territorio Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Comitato Nazionale Albo Gestori Ambientali ing. Giorgio Schellino Regione Piemonte,

Dettagli

ANGELO MERLIN. Attività accademica:

ANGELO MERLIN. Attività accademica: ANGELO MERLIN nato a Vicenza il 24 gennaio 1962 laureato in giurisprudenza nel 1990 presso l Università degli Studi di Bologna iscritto all albo dei procuratori legali dal 1994 iscritto all albo degli

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE MUD 2015

ISTRUZIONI OPERATIVE MUD 2015 Comunicazione Rifiuti speciali ISTRUZIONI OPERATIVE MUD 2015 I soggetti obbligati a presentare il MUD 2014 sono: chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti; commercianti

Dettagli

Non ereditiamo la terra dai nostri padri; la prendiamo in prestito dai nostri figli

Non ereditiamo la terra dai nostri padri; la prendiamo in prestito dai nostri figli Non ereditiamo la terra dai nostri padri; la prendiamo in prestito dai nostri figli (antico proverbio americano) Pensare globalmente, agire localmente (dalla Dichiarazione di Urbino in sostegno della Carta

Dettagli

17 - INDICE DELLA MATERIA AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO

17 - INDICE DELLA MATERIA AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO 17 - INDICE DELLA MATERIA AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO D169 Il trasporto di rifiuti. I nuovi codici CER... pag. 2 D166 La gestione documentale dei rifiuti ed il SISTRI... pag. 3 D165 Novità della gestione

Dettagli

vguelpa@comune.monza.it

vguelpa@comune.monza.it C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome VALENTINA GUELPA Indirizzo VIA PROCACCINI 15 - MONZA Telefono 039.2043423 Fax 039.2043441 E-mail vguelpa@comune.monza.it Nazionalità ITALIANA Anno

Dettagli

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2015.

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2015. Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 27 dicembre 2014 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Dichiarazione Ambientale 2014

Dichiarazione Ambientale 2014 Dichiarazione Ambientale 2014 PRESENTAZIONE: DICHIARAZIONE MUD PER LE ATTIVITA' SVOLTE NELL'ANNO 2013 1 Normativa e soggetti obbligati 2 Normativa di riferimento Il Decreto Legislativo 3 aprile 2006 n.152

Dettagli

LA GESTIONE DEI RIFIUTI AGRICOLI LA NORMATIVA ATTUALE. REGGIO EMILIA Venerdì 4 aprile 2014

LA GESTIONE DEI RIFIUTI AGRICOLI LA NORMATIVA ATTUALE. REGGIO EMILIA Venerdì 4 aprile 2014 LA GESTIONE DEI RIFIUTI AGRICOLI LA NORMATIVA ATTUALE REGGIO EMILIA Venerdì 4 aprile 2014 Il D.lgs 22/97 (c.d. Decreto Ronchi) introduce novità significative nella gestione dei rifiuti, rispetto a un passato

Dettagli

Il SISTRI ed i rifiuti nel settore minerario ed energetico

Il SISTRI ed i rifiuti nel settore minerario ed energetico DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CHIMICA MATERIALI AMBIENTE Associazione Italiana Di Ingegneria Chimica Sezione Centro Il SISTRI ed i rifiuti nel settore minerario ed energetico CONOSCERE IL SISTRI SISTEMA DI

Dettagli

PROBLEMATICHE E PROCEDURE IN CAMPO AMBIENTALE

PROBLEMATICHE E PROCEDURE IN CAMPO AMBIENTALE ORGANIZZATO DA PATROCINATO DA CON LA COLLABORAZIONE DEL SOCI SOSTENITORI Ciclo di Seminari specialistici di approfondimento ed aggiornamento NUOVE PROSPETTIVE ED OPPORTUNITÀ DI CONSULENZA NOTE INTRODUTTIVE

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

Le competenze ambientali sul territorio Percorso Laboratoriale ARPA - Enti Locali

Le competenze ambientali sul territorio Percorso Laboratoriale ARPA - Enti Locali SCUOLA PER L AMBIENTE Proposta di formazione rivolta agli Enti Locali Le competenze ambientali sul territorio Percorso Laboratoriale ARPA - Enti Locali (Codice: AMB4002/FE) Arpa Lombardia, Dipartimento

Dettagli

DATI PER LA FATTURAZIONE RAGIONE SOCIALE/COGNOME E NOME VIA N CAP LOCALITÀ PROV. TEL. FAX E-MAIL CODICE FISCALE

DATI PER LA FATTURAZIONE RAGIONE SOCIALE/COGNOME E NOME VIA N CAP LOCALITÀ PROV. TEL. FAX E-MAIL CODICE FISCALE MODULO DI ISCRIZIONE da spedire a Euro.Act s.r.l. via fax al numero 0532-1911222 entro il GIOVEDì della settimana precedente alla data di effettuazione del corso COMPILARE TUTTI I CAMPI ED INVIARE UN MODULO

Dettagli

Materiale didattico - videoregistrazioni di seminari, corsi e giornate di formazione

Materiale didattico - videoregistrazioni di seminari, corsi e giornate di formazione CATALOGO MATERIALE DIDATTICO Pagina 1 di 23 Materiale didattico - videoregistrazioni di seminari, corsi e giornate di formazione Corsi, seminari e giornate di formazione rappresentano un momento di approfondimento

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Piera Tonelli Indirizzo Firenze, via dei Servi 38 Telefono 055 21 95 80 055 219597 Fax 055 2396452 E-mail

Dettagli

SETTORE MANUTENZIONI E AMBIENTE SERVIZIO AMBIENTE

SETTORE MANUTENZIONI E AMBIENTE SERVIZIO AMBIENTE Comune di Nuoro SETTORE MANUTENZIONI E AMBIENTE SERVIZIO AMBIENTE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI INERTI E DELLE TERRE E ROCCE DA SCAVO PROVENIENTI DA ATTIVITA DI COSTRUZIONE E DEMOLIZIONE ART.

Dettagli

ESPERIENZA E PROFESSIONALITÀ IN CAMPO AMBIENTALE

ESPERIENZA E PROFESSIONALITÀ IN CAMPO AMBIENTALE ESPERIENZA E PROFESSIONALITÀ IN CAMPO AMBIENTALE ESPERIENZA E PROFESSIONALITÀ Leonardo Ambiente nasce dall unione di professionisti di comprovata e pluriennale esperienza che hanno messo in comune le proprie

Dettagli

Emission trading Profili Iva

Emission trading Profili Iva Emission trading Profili Iva Avv. Sara Armella Armella & Associati www.studioarmella.com 1 Distinzione tra cessioni di beni e prestazioni di servizi nella disciplina Iva comunitaria Cessione di beni (art.

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ (resa ai sensi degli artt. 47 e 38 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ (resa ai sensi degli artt. 47 e 38 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445) Spett.le ARPA Lombardia DIPARTIMENTO DI.. Via...... (indirizzare all ARPA territorialmente competente con riferimento al sito di produzione dei materiali da scavo) Dichiarazione relativa al rispetto delle

Dettagli

Determinazione del Dirigente del Servizio Valutazione Impatto Ambientale

Determinazione del Dirigente del Servizio Valutazione Impatto Ambientale Determinazione del Dirigente del Servizio Valutazione Impatto Ambientale N. 66 29422/2011 OGGETTO: Progetto: Trasferimento di attività di recupero di recupero rifiuti non pericolosi Comune: Poirino (TO)

Dettagli

Digestato da rifiuti e da matrici agricole

Digestato da rifiuti e da matrici agricole Ravenna 2012 Workshop I CIC Consorzio Italiano Compostatori Ravenna, 27 settembre 2012 Digestato da rifiuti e da matrici agricole Lorella ROSSI C.R.P.A. - Reggio Emilia, Comitato Tecnico CIC DIGESTIONE

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SEGRETERIA TECNICA ATO

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SEGRETERIA TECNICA ATO PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SEGRETERIA TECNICA ATO Prot. Generale N. 0057913 / 2014 Atto N. 2416 OGGETTO: Autorizzazione Unica Ambientale

Dettagli

rispetta il presente per avere un

rispetta il presente per avere un rispetta il presente per avere un domani STUDIO MASTER ECOLOGY CONSULTING crede che una qualsiasi organizzazione, pubblica e privata, possa trarre proficui vantaggi dalla impostazione interna di risorse,

Dettagli

PRIME LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA FILIERA DI RICICLAGGIO, RECUPERO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI INERTI NELLA REGIONE LAZIO :

PRIME LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA FILIERA DI RICICLAGGIO, RECUPERO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI INERTI NELLA REGIONE LAZIO : Workshop TERRE, ROCCE DA SCAVO E MATERIALI RICICLATI. QUANDO END OF WASTE? 14 GIUGNO 2012 SALA CONGRESSI DELLA PROVINCIA DI MILANO VIA CORRIDONI, 16 MILANO PRIME LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA FILIERA

Dettagli

GALLERATI SILVANO. curriculum vitae

GALLERATI SILVANO. curriculum vitae Via Dante Alighieri, 8 29015 Castel San Giovanni (PC) 3420712530 silvano.gallerati@gmail.com GALLERATI SILVANO curriculum vitae INFORMAZIONI PERSONALI: Stato civile: coniugato Nazionalità: italiana Data

Dettagli

Camera di Commercio di Pavia

Camera di Commercio di Pavia PIANO DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE ANNO 2013 Si richiama preliminarmente quanto evidenziato nella Relazione Previsionale e Programmatica 2013 approvata dal Consiglio camerale con deliberazione n. 10

Dettagli

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

Approccio Normativo e problematiche Gestionali Discariche

Approccio Normativo e problematiche Gestionali Discariche . Approccio Normativo e problematiche Gestionali Discariche Dott. Geol. Raffaele Rizzo Dott.Geol.. RAFFAELE RIZZO - ROMA 4 maggio 2011 1 Normativa Europea di riferimento: - Direttiva 1999/31 31/CE relativa

Dettagli

Romagna preposto all esercizio delle funzioni tecniche per la prevenzione collettiva e per i controlli ambientali, nonché all erogazione di

Romagna preposto all esercizio delle funzioni tecniche per la prevenzione collettiva e per i controlli ambientali, nonché all erogazione di Prot. N. (PRC/07/58324) LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Visti: - la Legge Regionale 12 luglio 1994 n. 27 "Disciplina dello smaltimento dei rifiuti", così come successivamente modificata ed integrata;

Dettagli

PROF. GIUSEPPE MANFREDI

PROF. GIUSEPPE MANFREDI PROF. GIUSEPPE MANFREDI Ha conseguito la maturità classica presso il Liceo classico M. Gioia di Piacenza e la laurea in giurisprudenza presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università Cattolica del

Dettagli

paolo.zarpellon@provincia.padova.it

paolo.zarpellon@provincia.padova.it C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome ZARPELLON PAOLO Indirizzo PROVINCIA DI PADOVA-SERVIZIO ECOLOGIA Telefono 049 8201832 Fax 049 8201820 E-mail paolo.zarpellon@provincia.padova.it

Dettagli

Visto su determinazioni di impegno e parere su delibere. Costa Guido

Visto su determinazioni di impegno e parere su delibere. Costa Guido Articolo 32 comma 2 lettera b Le pubbliche amministrazioni, individuati i servizi erogati agli utenti, sia finali che intermedi, ai sensi dell'articolo 10, comma 5, pubblicano: b) i tempi medi di erogazione

Dettagli

I fanghi di depurazione nell'autolavaggio: aspetti normativi e gestionali

I fanghi di depurazione nell'autolavaggio: aspetti normativi e gestionali ModenaFiere, 9-10-11 Maggio 2010 I fanghi di depurazione nell'autolavaggio: aspetti normativi e gestionali Edoardo Martignoni UNA DEFINIZIONE... I FANGHI ORIGINATI DAL LAVAGGIO SUPERFICIALE DEI VEICOLI

Dettagli

Un corso con finalità pratiche procedurali

Un corso con finalità pratiche procedurali Un corso con finalità pratiche procedurali LE AREE DI RISCHIO DI RESPONSABILITÀ PENALE NELLA GESTIONE DEI RIFIUTI E SCARICHI IDRICI: ANALISI DELLA NORMATIVA DI SETTORE ANCHE ALLA LUCE DELLA NUOVA RESPONSABILITÀ

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Maurizio Vitali Indirizzo Via Alghero, 2 41125 Modena Telefono 347/3232295 Fax 059/3680001 E-mail m.vitali@virgilio.it

Dettagli

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI MASTER 2014 livello avanzato IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NECESSARIA PER L ISCRIZIONE ED IL MANTENIMENTO DELLA STESSA NEGLI ELENCHI DELLA PREFETTURA (CREDITI FORMATIVI

Dettagli

nato/a a il / / residente a Prov. Via n. per conto: Proprio Proprio e dei soggetti elencati in apposita tabella allegata sede legale a Prov.

nato/a a il / / residente a Prov. Via n. per conto: Proprio Proprio e dei soggetti elencati in apposita tabella allegata sede legale a Prov. Allo SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE DEL COMUNE DI Marca da bollo da. 16.00 DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE DPR 59/2013 Insediamento in Comune di Il/La sottoscritto/a: Cognome Nome nato/a

Dettagli

La Gestione dei Rifiuti Dott.ssa Alessia Sozio

La Gestione dei Rifiuti Dott.ssa Alessia Sozio La Gestione dei Rifiuti Dott.ssa Alessia Sozio Il Legale Rappresentante di una società di capitali che abbia delegato ad altri soggetti di sua fiducia attività in tema di gestione dei rifiuti diviene responsabile

Dettagli

Compilazione del modulo di dichiarazione per l utilizzo terre e rocce da scavo come sottoprodotto, ai sensi della legge 9 agosto 2013 n.

Compilazione del modulo di dichiarazione per l utilizzo terre e rocce da scavo come sottoprodotto, ai sensi della legge 9 agosto 2013 n. Compilazione del modulo di dichiarazione per l utilizzo terre e rocce da scavo come sottoprodotto, ai sensi della legge 9 agosto 2013 n. 98 A seguito dell entrata in vigore della Legge 09.08.2013 n. 98,

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE/AGGIORNAMENTO. in materia di Gestione del Rischio derivante da. Materiali Contenenti Amianto

CORSO DI FORMAZIONE/AGGIORNAMENTO. in materia di Gestione del Rischio derivante da. Materiali Contenenti Amianto ASSESSORATO POLITICHE PER LA SALUTE DIREZIONE GENERALE SANITÀ E POLITICHE SOCIALI SERVIZIO SANITÀ PUBBLICA CORSO DI FORMAZIONE/AGGIORNAMENTO in materia di Gestione del Rischio derivante da Materiali Contenenti

Dettagli

MORETTO GIUSEPPE VIA SAVONAROLA 16/N (LOCALITÀ BORSEA) 45100 ROVIGO. gmoretto@alice.it moretto@consvipo.it

MORETTO GIUSEPPE VIA SAVONAROLA 16/N (LOCALITÀ BORSEA) 45100 ROVIGO. gmoretto@alice.it moretto@consvipo.it F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome Indirizzo MORETTO GIUSEPPE VIA SAVONAROLA 16/N (LOCALITÀ BORSEA) 45100 ROVIGO Telefono 0425 475045

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI DI RACCOLTA E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI DI RACCOLTA E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SETTORE AMBIENTE TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI DI RACCOLTA E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI DI RACCOLTA E SMALTIMENTO DEI

Dettagli

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A.

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. Al S.U.A.P. territorialmente competente OGGETTO: Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59

Dettagli

Esemplificazione determinazione del compenso CP. Esemplificazione calcolo compenso CP per prestazione di progettazione preliminare A B C C

Esemplificazione determinazione del compenso CP. Esemplificazione calcolo compenso CP per prestazione di progettazione preliminare A B C C Prestazioni affidate Incidenza Q Esemplificazione determinazione del compenso CP Esemplificazione calcolo compenso CP per prestazione di progettazione preliminare A B C C 1 categoria d opera meccanici

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI (Art.20-21 D.Lgs 196/2003 Codice in materia di protezione di dati personali) Scheda n 3 DENOMINAZIONE DEL TRATTAMENTO: ATTIVITÀ

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome BONACCORSI Indirizzo ARPA della LOMBARDIA Via Pola, 12 MILANO Telefono +39 02 69666-460 Fax E-mail e.bonaccorsi@arpalombardia.it

Dettagli

Città Metropolitana di Genova

Città Metropolitana di Genova Città Metropolitana di Genova PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SEGRETERIA TECNICA ATO Protocollo Generale N. 0038696 / 2015 Atto N. 1765 OGGETTO: Autorizzazione

Dettagli

CIRCOLARI DI AGGIORNAMENTO. Serie 2015 n. 15. Principali scadenze adempimenti settore ambientale Fonte notizie sito CCIAA MN

CIRCOLARI DI AGGIORNAMENTO. Serie 2015 n. 15. Principali scadenze adempimenti settore ambientale Fonte notizie sito CCIAA MN Studio Mantovani & Associati s.s. Pag. 1 di 6 Studio Mantovani & Associati s.s. Consulenza Aziendale Commerciale e tributaria Partners: Mantovani Dott. Rag. Sergio Scaini Rag. Andrea Mantovani Dott. Rag.

Dettagli