1 - OGGETTO DELL APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 - OGGETTO DELL APPALTO"

Transcript

1 Pagina 1 di 5 ALLEGATO 4 CAPITOLATO TECNICO Art. 1 - OGGETTO DELL APPALTO L Appalto ha per oggetto il servizio di movimentazione e trasporto di rifiuti non pericolosi, raccolti differenziatamente nei centri di raccolta di AMA Spa presso gli impianti di recupero ubicati nel territorio della provincia di Roma, con nolo di cassoni scarrabili, per un periodo di 24 mesi. Le frazioni merceologiche dei rifiuti di cui si tratta, sono le seguenti: Rifiuti in legno classificati con codice CER oppure ; Rifiuti compostabili (potature) classificati con codice CER ; Rifiuti in metallo classificati con codice CER oppure Rifiuti inerti e scarti edilizi classificati con codice CER ; Imballi cellulosici classificati con codice CER I Centri di Raccolta di AMA S.p.A. presso i quali si svolgerà il servizio sono: 1) CdR Campo Boario via Campo Boario 58 (I municipio); 2) CdR Campi Sportivi via dei Campi Sportivi 100 (II municipio); 3) CdR Ateneo Salesiano via dell Ateneo Salesiano (IV municipio); 4) CdR Ponte Mammolo via delle Messi d Oro (V municipio); 5) CdR Teano via Teano 38 (VI municipio); 6) CdR. Togliatti viale P. Togliatti 69 (X municipio). 7) CdR Laurentina via Laurentina incrocio Boccabelli (XII municipio); 8) CdR Acilia via di Macchia Saponara incr. Morelli (XIII municipio); 9) CdR Ostia p.zza G.B. Bottero (XIII municipio); 10) CdR Corviale via Arturo Martini snc. (XV municipio). 11) CdR Olgiata via Cassia km 19,680 (XX municipio); 12) CdR Pineta Sacchetti via Mattia Battistini, 545 (XIX municipio). Ulteriori Centri di Raccolta, in vista di prossima apertura, sono: 13) CdR via della Bufalotta fronte civ. 663 (IV municipio); Il servizio si articola nelle seguenti attività: nolo di cassoni scarrabili di diversa cubatura e loro movimentazione; sostituzione dei cassoni pieni e trasporto di ciascun cassone contenente rifiuti differenziati allo specifico impianto di recupero; possibile movimentazione e trasporto di cassoni di proprietà di AMA S.p.A. destinati al trasporto di inerti. Art. 2 DESCRIZIONE DEI SERVIZI E MODALITÀ DI SVOLGIMENTO Il servizio oggetto del presente appalto dovrà comprendere tutte le attività di seguito elencate e dovrà essere svolto nel pieno rispetto delle modalità operative indicate da AMA SpA. L appaltatore dovrà inoltre adeguarsi tempestivamente al rispetto delle eventuali ulteriori disposizioni normative e/o ordinanze che dovessero essere emanate successivamente all aggiudicazione, in circostanze eccezionali e/o ordinarie. In caso di sciopero, l appaltatore dovrà comunque garantire le prestazioni minime indispensabili, concordando le modalità della loro erogazione con il Direttore dell esecuzione.

2 Pagina 2/5 Il servizio prevede la raccolta differenziata di alcune frazioni di rifiuti, da avviare al recupero attraverso l impiego di cassoni scarrabili di diversa volumetria, eseguendo le seguenti operazioni: posizionamento di cassoni scarrabili delle volumetrie richieste, presso le Aree Intermedie Attrezzate e i CdR AMA; rimozione dei cassoni pieni e contestuale sostituzione con analoghi cassoni vuoti; trasporto dei cassoni pieni agli impianti di recupero indicati da AMA S.p.A. per ciascun materiale, previa compilazione dell apposito formulario; effettuazione della doppia pesatura comprovata dal cartellino di pesa; consegna della documentazione così come richiesto nel successivo art. 3. Il servizio dovrà essere effettuato dal Lunedì al Sabato, entro le 24 ore dall invio dell Ordinativo di Servizio trasmesso via fax o posta elettronica certificata da AMA SpA, in orari che tengano conto degli orari di apertura e chiusura dei centri di raccolta, di seguito meglio specificati: C.diR. INDIRIZZO MUN. ORARI 1 CdR Campo Boario via Campo Boario 58 I 7.00/ / CdR Campi Sportivi Via dei campi sportivi 100 II 7.00/ / CdR Ateneo Salesiano via dell Ateneo Salesiano IV 7.00/ / CdR Ponte Mammolo via delle Messi d Oro V 7.00/ /19,00 5 CdR Teano via Teano 38 VI 7.00/ /19,00 6 CdR. Togliatti viale P. Togliatti 69 X 7.00/ /19,00 7 CdR Laurentina via Laurentina - Boccabelli XII 7.00/ /19,00 8 CdR Ostia p.zza G.B. Bottero XIII 7.00/ /19,00 9 CdR Acilia Via D. Morelli XIII 7.00/ /19,00 10 CdR Corviale Via Martini XV 7.00/ /19,00 11 CdR Pineta Sacchetti via M. Battistini, 545 XIX 7.00/ /19,00 12 CdR Olgiata Via Cassia km XX 7.00/ /19,00 13 CdR Bufalotta Via della Bufalotta IV In apertura Art. 3 - CONFERIMENTO DEL MATERIALE DOCUMENTAZIONE I rifiuti raccolti differenziatamente dovranno essere conferiti per intero presso gli impianti di recupero indicati da AMA SpA; attualmente tali impianti sono: FRAZIONE RIFIUTI Ferro IMPIANTO DI RECUPERO ITALFERRO Srl (Gruppo ECOFER) -Via Pian Savelli Santa Palomba (RM) ORARIO APERTURA 7.00/ /16.00 legno legno Porcarelli Gino & Co. S.r.l. via di Rocca Cencia, Roma Consorzio Marte Euroservice Via di Collatina legno Ecolegno Roma S.r.l. Via degli Agrostemmi snc S. Palomba Roma 8.00/ /17.00 sabato 8.00/13.00 Dal lunedì al venerdì 8,00/13,00 14,00/18,00 Sabato 9,00/13, / /17.00 sabato 9.00/13.00

3 Compostabili Inerti IMPIANTO COMPOSTAGGIO AMA spa Via dell Olmazzeto snc Maccarese Fiumicino RIME 1 srl Via della Magliana Ponte Galeria (RM) dal lunedì al sabato 7.30/ /17.00 sabato 7.00/12.00 Pagina 3/5 Per quanto riguarda gli imballi cellulosici (codice CER ), questi ultimi saranno conferiti presso la/e piattaforma/e indicata da AMA S.p.A. tra quelle riconosciute da COMIECO. I quantitativi degli imballi cellulosici trasportati e pesati, saranno conteggiati nell ambito della convenzione AMA- COMIECO all interno dell accordo quadro ANCI-CONAI. Nel caso in cui AMA SpA dovesse, anche occasionalmente, ravvisare la necessità di utilizzare altri impianti, diversi da quelli indicati, l appaltatore sarà tenuto ad uniformarsi a tali esigenze. Il mancato conferimento del materiale raccolto presso gli impianti indicati sarà sanzionato attraverso l applicazione di apposite penali. Il trasporto dei rifiuti raccolti differenziatamente nei cassoni deve avvenire secondo la normativa vigente, con l uso di formulari compilati a cura dell appaltatore. Il materiale deve essere pesato sul mezzo di trasporto all interno dell impianto di conferimento, attraverso la pesatura del mezzo carico all ingresso e del mezzo scarico all uscita. L appaltatore presenterà mensilmente, entro il giorno 5 del mese seguente, ad AMA SpA, un report in formato elettronico contenente il riepilogo dei viaggi effettuati, delle corrispondenti quantità, delle relative destinazioni, gli estremi dei formulari e/o scheda di trasporto impiegati, l indicazione del numero di mezzi effettivamente impiegati per ogni giorno lavorativo e le relative targhe. La struttura di tale report è indicata dal Direttore dell esecuzione di AMA SpA, di cui al Contratto. Contestualmente alla trasmissione del suddetto report, l appaltatore trasmetterà inoltre le copie dei formulari e/o scheda di trasporto ed il cartellino di pesa di ogni conferimento, ove risultino anche la targa dell automezzo, la data e l ora delle pesate. Tale documentazione sarà oggetto di verifica per l emissione del S.A.L. da parte del Direttore dell esecuzione d cui al Contratto. Le informazioni contenute nella suddetta documentazione consentiranno di attuare il necessario controllo sui servizi effettuati, facilitando anche il rilascio del benestare alla fatturazione. Il S.A.L. sarà emesso, di norma, entro il mese successivo all esecuzione del servizio, se la predetta documentazione sarà stata trasmessa entro i termini sopra previsti. Non appena ricevuto il S.A.L. da parte del Direttore dell esecuzione, l appaltatore potrà emettere fattura nei confronti di AMA SpA. AMA S.p.A. si riserva inoltre di poter chiedere altra documentazione inerente i trasporti oggetto dell appalto, in conseguenza di eventuali nuove disposizioni normative sui rifiuti che dovessero essere successivamente emanate. Art. 4 AUTOMEZZI ED ATTREZZATURE DA ADIBIRE AL SERVIZIO Il servizio dovrà essere svolto dall Appaltatore con automezzi ed attrezzature propri o di cui abbia la disponibilità. Tutti gli automezzi e le attrezzature destinati al servizio dovranno essere autorizzati ed abilitati secondo quanto previsto dalla normativa vigente ed in ogni caso accettati da AMA SpA. Tutte le attrezzature ed i mezzi impiegati dovranno essere perfettamente compatibili con la tipologia dei rifiuti da raccogliere e con l uso previsto, tecnicamente efficienti e mantenuti in perfetto stato di funzionalità e decoro.

4 Pagina 4/5 Per l esecuzione dei servizi oggetto del presente appalto, l Appaltatore dovrà garantire la disponibilità di mezzi ed attrezzature sia in termini numerici/quantitativi, sia in termini di caratteristiche tecniche come di seguito indicato. 4.1 Cassoni scarrabili a nolo: I cassoni scarrabili, il cui nolo è parte dell affidamento, dovranno avere le caratteristiche riassunte di seguito ed essere disponibili nel numero indicato: Destinazione Volume cassoni Altezza max delle sponde Num. cassoni CdR AMA circa 10/11 (mc) M 1,70 13 CdR AMA da 22 a max 30 (mc) M 2,20 30 CdR AMA da 22 a max 30 (mc) M 2, Automezzi per la movimentazione dei cassoni: Gli automezzi dovranno essere in numero minimo di 5 (cinque) e dovranno essere idonei: alla movimentazione dei cassoni delle diverse volumetrie di cui al precedente paragrafo 4.1; alla movimentazione dei cassoni di circa 10/11 mc, destinati alla raccolta differenziata di rifiuti inerti e scarti edilizi; in proposito, si segnala che tale idoneità si riflette sulla portata dell automezzo, stante il peso degli inerti trasportati che può raggiungere le t/viaggio. Gli automezzi e le attrezzature dovranno essere dotati di tutti i dispositivi di protezione prescritti dalle normative vigenti in materia di sicurezza; sarà inoltre onere dell appaltatore istruire adeguatamente i propri addetti in materia di sicurezza ed igiene del lavoro, così come sarà a carico dello stesso appaltatore ogni sanzione o provvedimento inerente il mancato rispetto delle norme vigenti in materia di sicurezza. Tutti gli automezzi dovranno riportare in evidenza, su ciascun lato, un pannello o un adesivo con il logo aziendale di AMA SpA.. Sono a carico dell appaltatore tutte le pratiche finalizzate all ottenimento dei permessi (ZTL ecc.), ovunque fossero necessari. Art. 5 - PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO E OBBLIGHIDELL APPALTATORE L appaltatore è responsabile del comportamento del proprio personale addetto all esecuzione dei servizi oggetto dell appalto. Il personale dell appaltatore dovrà tenere un contegno corretto e riguardoso verso tutti gli interlocutori, siano essi utenti, personale di AMA, autorità o altri operatori. In caso di comportamenti scorretti ed irriguardosi nei confronti di utenti, personale di AMA, autorità o altri operatori, verranno segnalati all appaltatore i casi verificatisi, ai fini dell adozione degli eventuali provvedimenti a carico dei lavoratori addetti che si sono resi responsabili di tale condotta; nei casi di maggiore gravità, AMA potrà richiedere, a suo insindacabile giudizio, l allontanamento temporaneo o definitivo del soggetto ritenuto colpevole. Il personale dell appaltatore dovrà avere abbigliamento e calzature decorosi ed idonei all attività, e dovrà inoltre essere munito del tesserino di riconoscimento con foto, come previsto dalla normativa vigente. Le spese di vestiario si intendono comprese negli oneri a carico dell appaltatore. Il personale dell appaltatore dovrà usare ogni accorgimento per evitare la dispersione dei rifiuti in tutte le operazioni, sia nelle operazioni a terra, sia dal mezzo in movimento e, comunque, è tenuto a pulire le aree eventualmente sporcate. Il personale dell appaltatore dovrà essere in numero sufficiente per poter utilizzare giornalmente gli automezzi minimi richiesti e, conseguentemente, per prestare giornalmente le attività oggetto dell appalto.

5 Pagina 5/5 Tutto il personale addetto alla prestazione dei servizi oggetto dell appalto, deve essere adeguatamente istruito ed addestrato al fine di eseguire correttamente i servizi medesimi. Art.6 - CONTROLLI E VERIFICHE IN CORSO DI ESECUZIONE Tutte le fasi del servizio (raccolta, trasporto, pesatura e conferimento) saranno sottoposte a controlli e verifiche da parte di AMA anche per il tramite del incaricata Direttore dell esecuzione di cui al Contratto. AMA si riserva la possibilità di eseguire controlli e verifiche sui servizi oggetto del presente appalto ogni volta che lo riterrà opportuno, senza preavviso. Durante i predetti controlli e verifiche, l appaltatore ha l obbligo di collaborare con il personale AMA all uopo addetto, fornendo materiali, dati ed informazioni, nonché consentendo l accesso ai propri depositi e/o agli uffici. Nel caso in cui il Direttore dell esecuzione ravvisi difetti, carenze o anomalie nell espletamento del servizio, l appaltatore sarà invitato da AMA ad apportare tutte le modifiche ed i correttivi che saranno ritenuti necessari, e l appaltatore sarà tenuto a provvedervi con massima celerità.

La Raccolta Differenziata

La Raccolta Differenziata La Raccolta Differenziata Le norme principali Le istruzioni per l uso Le norme principali Il Regolamento comunale è un insieme di norme utili a salvaguardare il decoro di Roma e a garantire una corretta

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO CESSIONE CARTA MISTA E CARTONE DA RACCOLTA DIFFERENZIATA (C.E.R. 20 01 01) RACCOLTA E CONFERITA DA AMA S.P.A.

DOCUMENTO TECNICO CESSIONE CARTA MISTA E CARTONE DA RACCOLTA DIFFERENZIATA (C.E.R. 20 01 01) RACCOLTA E CONFERITA DA AMA S.P.A. Pagina 1 di 7 DOCUMENTO TECNICO CESSIONE CARTA MISTA E CARTONE DA RACCOLTA DIFFERENZIATA (C.E.R. 20 01 01) RACCOLTA E CONFERITA DA AMA S.P.A. Pagina 2 di 7 1 - Premessa AMA S.p.A., società a socio unico

Dettagli

SERVIZIO DI RITIRO CARTA E CARTONE PROVENIENTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

SERVIZIO DI RITIRO CARTA E CARTONE PROVENIENTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI RITIRO CARTA E CARTONE PROVENIENTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SOMMARIO Titolo I DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 - Oggetto dell'appalto, stima quantitativi e importo

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

Allegato 4 CAPITOLATO SPECIALE

Allegato 4 CAPITOLATO SPECIALE 1 di 6 Allegato 4 CAPITOLATO SPECIALE Procedura Aperta per la fornitura di GPL per forno crematorio e per le sedi di zona di AMA S.p.A., per un periodo di 24 mesi. 1 2 di 6 CAPITOLATO SPECIALE Indice generale

Dettagli

La Carta dei Servizi è un documento

La Carta dei Servizi è un documento I PRINCIPI FONDAMENTALI Nell erogazione propri servizi AMA rispetta i seguenti principi conformi alla direttiva Ciampi del 27 gennaio 994: EGUAGLIANZA E IMPARZIALITÀ Garantire la parità di trattamento

Dettagli

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico SERVIZIO DI VIGILANZA E VERIFICA ACCESSI PER L ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO DI PADOVA * * * * * * CAPITOLATO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA CONTRATTO D APPALTO RELATIVO AL SERVIZIO BIENNALE DI RACCOLTA, TRASPORTO FERROSI PERICOLOSI E NON PERICOLOSI DERIVANTI DALLA

REPUBBLICA ITALIANA CONTRATTO D APPALTO RELATIVO AL SERVIZIO BIENNALE DI RACCOLTA, TRASPORTO FERROSI PERICOLOSI E NON PERICOLOSI DERIVANTI DALLA Contratto Rep. n. COMUNE DI BERCHIDDA PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO REPUBBLICA ITALIANA CONTRATTO D APPALTO RELATIVO AL SERVIZIO BIENNALE DI RACCOLTA, TRASPORTO E CONFERIMENTO A RECUPERO DEI RIFIUTI INGOMBRANTI

Dettagli

SEDI STABILIMENTI IMPIANTI. la raccolta differenziata e ospita l autorimessa, le officine, gli impianti

SEDI STABILIMENTI IMPIANTI. la raccolta differenziata e ospita l autorimessa, le officine, gli impianti SEDI AMA è presente in maniera uniforme in tutta la città, in modo da assicurare efficienza e tempestività nella gestione del servizio. Le sedi di zona sono l anello di congiunzione fra il cittadino e

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLA STAZIONE ECOLOGICA ALLEGATO 3 SCHEMA TIPO

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLA STAZIONE ECOLOGICA ALLEGATO 3 SCHEMA TIPO Regione dell'umbria Piano d Ambito per la gestione integrata dei Rifiuti Urbani dell A.T.O. N.2 ALLEGATO 3 SCHEMA TIPO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA STAZIONE ECOLOGICA Perugia, Dicembre 2007 AMBITO

Dettagli

GARA PNEUMATICI ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE I Obblighi in materi di sicurezza ed igiene del lavoro S O M M A R I O

GARA PNEUMATICI ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE I Obblighi in materi di sicurezza ed igiene del lavoro S O M M A R I O 1 di 5 S O M M A R I O 1 OBBLIGHI DITTA AGGIUDICATARIA... 2 1.1 GENERALITÀ... 2 1.2 OBBLIGHI IN FASE DI GARA... 2 1.3 OBBLIGHI DOPO L AGGIUDICAZIONE... 3 2 RISCHI INTERFERENTI... 4 3 FORMAZIONE OBBLIGATORIA...

Dettagli

Helios srl Processing and Recycling waste

Helios srl Processing and Recycling waste Helios srl Processing and Recycling waste Attività dell impianto Le attività di recupero e trattamento dei rifiuti previste presso l impianto possono essere essenzialmente ricondotte alle seguenti tipologie:

Dettagli

Funzione Commessa Tipo Rev. 00 Numero Progressivo

Funzione Commessa Tipo Rev. 00 Numero Progressivo Il sistema informatico prevede la firma elettronica pertanto l'indicazione delle strutture e dei nominativi delle persone associate certifica l'avvenuto controllo. Elaborato del 29/09/2015 Pag. 1 di 6

Dettagli

vt.it integrazioni, DM

vt.it integrazioni, DM Comune di Marta Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 01010 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www.comune.marta. vt.it Regolamento sulla gestione dell ecocentro comunale per la raccolta

Dettagli

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI Provincia di Palermo

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI Provincia di Palermo COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI Provincia di Palermo Regolamento sulla gestione del centro comunale per la raccolta dei rifiuti urbani (CCR) Art. 183, comma 1, lettera c), del D.lgs. 12 aprile 2006 e successive

Dettagli

Indice. Pagina 2 di 11

Indice. Pagina 2 di 11 Pagina 1 di 11 CAPITOLATO TECNICO Procedura Aperta per l affidamento del servizio di soccorso stradale, di traino e/o sollevamento di automezzi del parco aziendale AMA S.p.A., per un periodo di 24 mesi.

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

COMUNE DI SERMONETA. Provincia di Latina. Regolamento sulla gestione del Centro Comunale per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani

COMUNE DI SERMONETA. Provincia di Latina. Regolamento sulla gestione del Centro Comunale per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani COMUNE DI SERMONETA Provincia di Latina Regolamento sulla gestione del Centro Comunale per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani Approvato con deliberazione CC. n. 33 del 16/12/2013 Regolamento

Dettagli

C O M U N E D I P A L A I A

C O M U N E D I P A L A I A C O M U N E D I P A L A I A Provincia di Pisa Servizio LL.PP. Ambiente, Protezione Civile, Sicurezza sul Lavoro, Patrimonio REGOLAMENTO COMUNALE DI GESTIONE DELLA STAZIONE ECOLOGICA ATTREZZATA Approvato

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Pag.1 di 7

CAPITOLATO TECNICO. Pag.1 di 7 SERVIZIO DI CARICO, TRASPORTO E RECUPERO/VALORIZZAZIONE DI RIFIUTI DI LEGNO DA RACCOLTA DIFFERENZIATA (CODICE CER 20 01 38) E IMBALLAGGI IN LEGNO (CODICE CER 15 01 03) CAPITOLATO TECNICO Pag.1 di 7 Art.

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI DIFFERENZIATI

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI DIFFERENZIATI COMUNE DI CALCI PROVINCIA DI PISA SETTORE 5 REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI DIFFERENZIATI Approvato con Art. 1 DEFINIZIONE DI CENTRO DI RACCOLTA ATTREZZATO E SUA FINALITA Il centro

Dettagli

SPECIFICA TECNICA PER ATTIVITA DI DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE.

SPECIFICA TECNICA PER ATTIVITA DI DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE. Allegato n. 4 SPECIFICA TECNICA PER ATTIVITA DI DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE. Tali Specifiche Tecniche sono valevoli per ogni singolo lotto Indice Art.

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

APPROVATO con deliberazione del Consiglio Comunale n. 56 del 26.07.2001

APPROVATO con deliberazione del Consiglio Comunale n. 56 del 26.07.2001 REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI LIQUAMI E/O RIFIUTI LIQUIDI AL DEPURATORE COMUNALE MEDIANTE AUTOBOTTE ALL IMPIANTO DI DEPURAZIONE DI CAORLE VIA TRAGHETE. Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione

Dettagli

LA COMPOSIZIONE MERCEOLOGICA E CHIMICO FISICA DEI RIFIUTI RACCOLTI DA A.M.A. S.P.A.

LA COMPOSIZIONE MERCEOLOGICA E CHIMICO FISICA DEI RIFIUTI RACCOLTI DA A.M.A. S.P.A. LA COMPOSIZIONE MERCEOLOGICA E CHIMICO FISICA DEI RIFIUTI RACCOLTI DA A.M.A. S.P.A. ANNO 2012 Relazione tecnica (Giugno 2012) INDICE 1. PREMESSA 2 2. RIFIUTI 2 3. ZONE CAMPIONAMENTO 3 4. INDAGINI 4 5.

Dettagli

CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA DI OMEGNA

CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA DI OMEGNA Pagina 1 di 7 CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA DI OMEGNA impianto di stoccaggio provvisorio e messa in riserva di rifiuti urbani e assimilati operante ai sensi del D.M. 08/04/2008, D.M. 13/05/2009, DL 205/2010

Dettagli

COMUNE DI MASCALUCIA

COMUNE DI MASCALUCIA COMUNE DI MASCALUCIA DISCIPLINARE D ACCESSO AL CENTRO DI RACCOLTA, MODALITA DI CONFERIMENTO E CRITERI PER LA RACCOLTA E LA GESTIONE. ART. 1 OGGETTO Con la presente si disciplina l accesso al Centro Comunale

Dettagli

MODALITA OPERATIVE PER LA GESTIONE DELLA STAZIONE ECOLOGICA DI CONFERIMENTO - ECOCENTRO COMUNALE - DI VIA CECA ANGOLO VIA DEL LAVORO.

MODALITA OPERATIVE PER LA GESTIONE DELLA STAZIONE ECOLOGICA DI CONFERIMENTO - ECOCENTRO COMUNALE - DI VIA CECA ANGOLO VIA DEL LAVORO. MODALITA OPERATIVE PER LA GESTIONE DELLA STAZIONE ECOLOGICA DI CONFERIMENTO - ECOCENTRO COMUNALE - DI VIA CECA ANGOLO VIA DEL LAVORO. Art. 1 Oggetto La stazione ecologica di conferimento di via Ceca è

Dettagli

COMUNE DI ROCCA PRIORA (Provincia di Roma)

COMUNE DI ROCCA PRIORA (Provincia di Roma) COMUNE DI ROCCA PRIORA (Provincia di Roma) APPALTO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PER LE SCUOLE PUBBLICHE DELL INFANZIA, ELEMENTARI E MEDIE NEL TERRITORIO DEL COMUNE

Dettagli

ARTICOLO 1 - OGGETTO...2 ARTICOLO 2 - DURATA DEL SERVIZIO...2 ARTICOLO 3 - VALORE RICONOSCIUTO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO...2

ARTICOLO 1 - OGGETTO...2 ARTICOLO 2 - DURATA DEL SERVIZIO...2 ARTICOLO 3 - VALORE RICONOSCIUTO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO...2 ALLEGATO A: Cessione in comodato d uso di n. 2 autobus di proprietà comunale per l espletamento del servizio trasporto degli alunni della scuola dell Infanzia periodo 01/03 2014-31/12/ 2015. CAPITOLATO

Dettagli

Carta dei Servizi di Igiene Urbana

Carta dei Servizi di Igiene Urbana Carta dei Servizi di Igiene Urbana LATINA AMBIENTE S.p.A. Carta dei Servizi di Igiene Urbana INDICE Premessa...2 Articolo 1 Riferimenti normativi...3 Articolo 2 Profilo Aziendale...4 Articolo 3 Principi

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEL COMMISSARIATO E DEI SERVIZI GENERALI SECONDO REPARTO- SESTA DIVISIONE

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEL COMMISSARIATO E DEI SERVIZI GENERALI SECONDO REPARTO- SESTA DIVISIONE MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEL COMMISSARIATO E DEI SERVIZI GENERALI SECONDO REPARTO- SESTA DIVISIONE CONDIZIONI TECNICHE PER IL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI

Dettagli

risultati e prospettive

risultati e prospettive La gestione e la caratterizzazione del CSS e del CDR. La Raccolta L esperienza Differenziata AMA SpA a Roma: (Prima Parte) risultati e prospettive Roma, 27 Roma, novembre 9 marzo 20142012 Ing. Giovanni

Dettagli

Accordo ANCI-RICREA ALLEGATO TECNICO IMBALLAGGI IN ACCIAIO

Accordo ANCI-RICREA ALLEGATO TECNICO IMBALLAGGI IN ACCIAIO 1. OGGETTO: Accordo ANCI-RICREA ALLEGATO TECNICO IMBALLAGGI IN ACCIAIO Nell ambito dell Accordo Quadro ANCI-CONAI, siglato il 01/04/2014 il presente Allegato Tecnico definisce le modalità di gestione dei

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

LOGISTICA DEI RIFIUTI ED INCERTEZZE NORMATIVE

LOGISTICA DEI RIFIUTI ED INCERTEZZE NORMATIVE LOGISTICA DEI RIFIUTI ED INCERTEZZE NORMATIVE A cura del Dott. Giovanni Maione I veicoli per il trasporto dei rifiuti solidi constano, essenzialmente, di due parti: un autotelaio ed un cassone per il contenimento

Dettagli

I RIFIUTI A CATANIA COSTI PER LA COLLETTIVITA', PENALI NON RISCOSSE, TOTALE MANCANZA DI TRASPARENZA

I RIFIUTI A CATANIA COSTI PER LA COLLETTIVITA', PENALI NON RISCOSSE, TOTALE MANCANZA DI TRASPARENZA I RIFIUTI A CATANIA COSTI PER LA COLLETTIVITA', PENALI NON RISCOSSE, TOTALE MANCANZA DI TRASPARENZA Appalto affidato all'associazione temporanea d'impresa IPI-OIKOS per gli anni 2011-2016. Costo complessivo:

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

BANCA D ITALIA DISPOSIZIONI PER L ATTIVITA DI GESTIONE DEL CONTANTE

BANCA D ITALIA DISPOSIZIONI PER L ATTIVITA DI GESTIONE DEL CONTANTE BANCA D ITALIA DISPOSIZIONI PER L ATTIVITA DI GESTIONE DEL CONTANTE 1 INDICE FONTI NORMATIVE... 3 DEFINIZIONI... 4 CAPITOLO I ATTIVITA DI GESTIONE DEL CONTANTE... 6 CAPITOLO II REQUISITI DI ORGANIZZAZIONE...

Dettagli

Comune di Rosignano Marittimo Provincia di Livorno

Comune di Rosignano Marittimo Provincia di Livorno Comune di Rosignano Marittimo Provincia di Livorno Settore Servizi alla Persona Servizio Attività Educative CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO Art. 1 - OGGETTO 1 - L appalto

Dettagli

Provincia di Roma. Dipartimento 04 Servizio 00UD. Promozione della qualita' ambientale e sviluppo sostenibile - Gestione Rifiuti

Provincia di Roma. Dipartimento 04 Servizio 00UD. Promozione della qualita' ambientale e sviluppo sostenibile - Gestione Rifiuti Provincia di Roma Dipartimento 04 Servizio 00UD Promozione della qualita' ambientale e sviluppo sostenibile - Gestione Rifiuti e-mail: c.vesselli@provincia.roma.it Proposta n. 3185 del 06/06/2014 RIFERIMENTI

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE

PROGETTO PRELIMINARE PROGETTO PRELIMINARE Doc. numero: REL-B3246 01 Progetto Preliminare Progetto: Impianto Trattamento Halon - Verifica di Assoggettabilità Screening Cliente: Tema Sistemi S.p.A., Ravenna Note/Oggetto: 0 Marzo

Dettagli

COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento

COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento CAPITOLATO PER L APPALTO DEI SERVIZI DI SCAVO FOSSE, PULIZIA E MANUTENZIONE DEI CIMITERI COMUNALI PER IL PERIODO 01.01.2014-31.12.2016 Approvato con deliberazione

Dettagli

CONTRATTO PER IL RECUPERO DEGLI SCARTI DERIVANTI DALLE ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RIFIUTI DI IMBALLAGGI IN PLASTICA

CONTRATTO PER IL RECUPERO DEGLI SCARTI DERIVANTI DALLE ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RIFIUTI DI IMBALLAGGI IN PLASTICA CONTRATTO PER IL RECUPERO DEGLI SCARTI DERIVANTI DALLE ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RIFIUTI DI IMBALLAGGI IN PLASTICA Tra: COREPLA, Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio e il Recupero degli Imballaggi

Dettagli

GESTIONE DELLA SICUREZZA

GESTIONE DELLA SICUREZZA ASM S.p.A. AMBIENTE SERVIZI MOBILITA Via Galcianese 15, 59100 Prato SERVIZIO DI GESTIONE IMPIANTO DI SELEZIONE E TRATTAMENTO RIFIUTI URBANI, SPECIALI ASSIMILATI E SPECIALI NON PERICOLOSI AI FINI DELLA

Dettagli

Linee guida per l introduzione di un sistema di gestione per la qualità e l ambiente nelle piattaforme operanti nel circuito Comieco

Linee guida per l introduzione di un sistema di gestione per la qualità e l ambiente nelle piattaforme operanti nel circuito Comieco Linee guida per l introduzione di un sistema di gestione per la qualità e l ambiente nelle piattaforme operanti nel circuito Comieco (Luglio 2010) in collaborazione con Linee guida per l introduzione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ARTICOLO N.1 Oggetto Il presente Capitolato speciale concerne la prestazione del servizio di reception alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, da

Dettagli

Art. 1 - Oggetto dell appalto. Art. 2 - Durata dell appalto

Art. 1 - Oggetto dell appalto. Art. 2 - Durata dell appalto ALLEGATO SUB A) COMUNE DI TRIESTE Area Risorse Economiche e Finanziarie ed Economato-Provveditorato Gestione Appalti e Servizi prot. 15-38/4-06 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per l esecuzione del servizio

Dettagli

CAPITOLATO PER I LAVORI DI PULIZIA PRESSO GLI EDIFICI COMUNALI ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO PER I LAVORI DI PULIZIA PRESSO GLI EDIFICI COMUNALI ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO ALLEGATO B Comune di Verdellino (Provincia di Bergamo) Piazza don Martinelli, 1-24040 Verdellino cod.fisc./p.iva 00321950164 - tel. 0354182811 fax. 0354182899 E-Mail: info@comune.verdellino.bg.it PEC:

Dettagli

Art. 1 - Servizi in concessione

Art. 1 - Servizi in concessione AZIENDA SPECIALE FARMACIE COMUNALI Via Gramsci N. 38-20068 Peschiera Borromeo Telefono: 025471353 Fax: 025471353 e-mail amministrazione@farmaciecomunalipeschiera.it Codice fiscale N. 11674080152- Partita

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI CDR. Indirizzo CDR: Via Pascoli. Provincia/Regione CDR: VE/Veneto. Giorno di compilazione: 13/12/2008

SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI CDR. Indirizzo CDR: Via Pascoli. Provincia/Regione CDR: VE/Veneto. Giorno di compilazione: 13/12/2008 SCHED DI VLUTZIONE DEI CDR Nome CDR: Ecocentro di Spinea Indirizzo CDR: Via Pascoli Provincia/Regione CDR: VE/Veneto Giorno di compilazione: 13/12/2008 a) Definizione generale del CDR (cosa è, cosa fa,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA' DI ACCONCIATORE, ESTETISTA, E TATUAGGI E PIERCING.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA' DI ACCONCIATORE, ESTETISTA, E TATUAGGI E PIERCING. COMUNE DI SCHIO REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA' DI ACCONCIATORE, ESTETISTA, E TATUAGGI E PIERCING. Schio, novembre 2007 Approvato con deliberazione consiliare n. 164 del 19.12.2007

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI COMUNE DI VITTORIA (Provincia di RAGUSA) REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI APPENDICE N. 2 DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA GESTIONE, ALL UTILIZZO ED ALLA GUIDA DEGLI AUTOMEZZI DI PROPRIETA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI GARA per il Servizio di Vigilanza Armata. ART. 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO SPECIALE DI GARA per il Servizio di Vigilanza Armata. ART. 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO SPECIALE DI GARA per il Servizio di Vigilanza Armata ART. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto il servizio di vigilanza armata da espletare presso le sedi del Dipartimento della Protezione

Dettagli

ARTICOLO 1 ARTICOLO 2. 1 UFFICI DIREZIONE Pavimenti mq. 436,5 Servizi igienici mq. 48 Superfici vetrate mq. 164

ARTICOLO 1 ARTICOLO 2. 1 UFFICI DIREZIONE Pavimenti mq. 436,5 Servizi igienici mq. 48 Superfici vetrate mq. 164 DISCIPLINARE TECNICO PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI, STRADE E CORTILI DELLO STABILIMENTO MILITARE DEL MUNIZIONAMENTO TERRESTRE, BAIANO DI SPOLETO. ARTICOLO 1 Il servizio sarà atto

Dettagli

COMUNE DI PETRALIA SOTTANA PROVINCIA DI PALERMO CAPOFILA DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N.35 DELLA REGIONE SICILIANA

COMUNE DI PETRALIA SOTTANA PROVINCIA DI PALERMO CAPOFILA DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N.35 DELLA REGIONE SICILIANA COMUNE DI PETRALIA SOTTANA PROVINCIA DI PALERMO CAPOFILA DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N.35 DELLA REGIONE SICILIANA REGOLAMENTO DI ACCREDITAMENTO DISTRETTUALE PER SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

Dettagli

Comune di San Giovanni in Fiore

Comune di San Giovanni in Fiore Comune di San Giovanni in Fiore 87055 Provincia di Cosenza ****** 5 Servizio: Pubblica istruzione, cultura, servizi sociali, sport-turismo-spettacolo Via Livorno tel. 0984/977111 fax 0984/975698 E-Mail:

Dettagli

CAPITOLATO PRESTAZIONALE SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DEGLI ASCENSORI

CAPITOLATO PRESTAZIONALE SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DEGLI ASCENSORI CAPITOLATO PRESTAZIONALE SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DEGLI ASCENSORI ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO ART. 2 MODALITÀ E TEMPI DI SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO ART. 3 ONERI COMPRESI NEL CANONE DI MANUTENZIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PROVINCIA DI FOGGIA Settore Appalti, Contratti e Assicurazioni Piazza XX settembre 20 71100 Foggia Tel 0881791412 fax 0881791330 sdagostino@provincia.foggia.it www.provincia.foggia.it Gara n SERVIZI PER

Dettagli

Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 Norme in materia ambientale ;

Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 Norme in materia ambientale ; IL PRESIDENTE INQUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 2, DEL D.L. N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n.79 del 21 Novembre 2012 Individuazione

Dettagli

tra con sede legale in n. con sede legale in - impianto, l impianto ubicato nel Comune di, autorizzato

tra con sede legale in n. con sede legale in - impianto, l impianto ubicato nel Comune di, autorizzato SERVIZI COMUNALI S.p.A. CONTRATTO DI SMALTIMENTO Rifiuti solidi urbani e assimilati tra con sede legale in n., codice fiscale e partita I.V.A. n., in persona del Suo Legale Rappresentante sig. (di seguito

Dettagli

GUIDA PER LA REDAZIONE DEL PIANO DI GESTIONE DEI RIFIUTI DA COSTRUZIONE

GUIDA PER LA REDAZIONE DEL PIANO DI GESTIONE DEI RIFIUTI DA COSTRUZIONE Le informazioni riguardo all Associazione Green Building Council Italia, nel seguito indicata anche come GBC-ITALIA, sono reperibili sul sito internet www.gbcitalia.org. La Sede di GBC ITALIA si trova

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISANAMENTO AREE PUBBLICHE ATTRAVERSO OPERAZIONI DI RIMOZIONE, TRASPORTO E SMALTIMENTO, DEI RIFIUTI DI VARIA NATURA ABBANDONATI

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

La gestione dei rifiuti in edilizia

La gestione dei rifiuti in edilizia La gestione dei rifiuti in edilizia L Aquila, 26 febbraio 2008 ANCE ASSOCIAZIONE NAZIONALE COSTRUTTORI EDILI Direzione Legislazione Mercato Privato 1 EDILIZIA E CODICE AMBIENTE NUOVA EDIFICAZIONE INTERVENTI

Dettagli

COMUNE DI MERLINO Provincia di Lodi

COMUNE DI MERLINO Provincia di Lodi REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI PRESSO LA PIAZZOLA ECOLOGICA COMUNALE Il presente regolamento determina i criteri per un ordinato e corretto utilizzo della piazzola ecologica

Dettagli

(Approvato con delibera di Consiglio Comunale n 12 del 22.03.12) 1/9

(Approvato con delibera di Consiglio Comunale n 12 del 22.03.12) 1/9 (Approvato con delibera di Consiglio Comunale n 12 del 22.03.12) 1/9 INDICE ART. 1 FINALITÀ 3 ART. 2 DEFINIZIONI 3 ART. 3 ESCLUSIONI 4 ART. 4 RAPPORTI CON ALTRE NORME 5 ART. 5 NORME PER LA GESTIONE DEI

Dettagli

COMUNE DI LAINATE (Provincia di Milano) Assessorato Ambiente. In collaborazione con

COMUNE DI LAINATE (Provincia di Milano) Assessorato Ambiente. In collaborazione con COMUNE DI LAINATE (Provincia di Milano) Assessorato Ambiente In collaborazione con REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI 1 INDICE Premessa

Dettagli

Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo. Settore Logistica e fornitori Ufficio Analisi e liquidazioni

Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo. Settore Logistica e fornitori Ufficio Analisi e liquidazioni Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Settore Logistica e fornitori Ufficio Analisi e liquidazioni SERVIZIO DI FACCHINAGGIO, TRASPORTO E TRASLOCO PER LE SEDI DEGLI UFFICI DI ALCUNE

Dettagli

FORNITURA TUBO CORRUGATO A DOPPIA PARETE REGOLAMENTO ASTA ON LINE PRATICA N 95/2015 (ASTA ON-LINE)

FORNITURA TUBO CORRUGATO A DOPPIA PARETE REGOLAMENTO ASTA ON LINE PRATICA N 95/2015 (ASTA ON-LINE) FORNITURA TUBO CORRUGATO A DOPPIA PARETE REGOLAMENTO ASTA ON LINE PRATICA N 95/2015 (ASTA ON-LINE) Data Pubblicazione: 21/05/2015 Inizio asta: 25/05/2015 ore 11.00 Chiusura asta: 25/05/2015 ore 12.00 Oggetto

Dettagli

Il sistema di gestione dei rifiuti di Roma Capitale

Il sistema di gestione dei rifiuti di Roma Capitale l sistema di gestione dei rifiuti di Roma Capitale ng. Giovanni Fiscon, Direttore Generale AMA Spa Roma, 23 Ottobre 2014 Agenda Chi è AMA l personale L'organizzazione territoriale costi l ciclo dei rifiuti

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA COMUNALE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI SITA IN VIA MONTE GRAPPA

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA COMUNALE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI SITA IN VIA MONTE GRAPPA CITTA DI ARESE Provincia di Milano Assessorato all Ambiente REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA COMUNALE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI SITA IN VIA MONTE GRAPPA INDICE

Dettagli

Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015

Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015 Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015 Al Sito Web della scuola All Albo dell Istituto A tutti gli interessati Pubblicato sul sito il 04/11/2015 OGGETTO: Avviso pubblico per il reclutamento del Medico

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO Cap. 1. Definizioni - 1 - 1 DEFINIZIONI 4 2 OGGETTO DELL APPALTO 4 2.1 IMPORTI BIENNALI PRESUNTI 5 2.2 DURATA 5 3 ATTIVAZIONE DEI SERVIZI 5

Dettagli

c_g674.001.registro UFFICIALE.U.0026215.12-07-2012

c_g674.001.registro UFFICIALE.U.0026215.12-07-2012 c_g674.001.registro UFFICIALE.U.0026215.12-07-2012 SETTORE ISTRUZIONE INFORMATIVO Servizio Istruzione Cultura - 06.01 Tel. 0121 361273/361274 - Fax. 0121 361354 istruzione.cultura@comune.pinerolo.to.it

Dettagli

data Geofor S.p.A. -e- aggiudicatario SCRITTURA PRIVATA PER LA VENDITA DI CARTA DA MACERO PROVENIENTE DA RACCOLTA DIFFERENZIATA

data Geofor S.p.A. -e- aggiudicatario SCRITTURA PRIVATA PER LA VENDITA DI CARTA DA MACERO PROVENIENTE DA RACCOLTA DIFFERENZIATA data Geofor S.p.A. -e- aggiudicatario SCRITTURA PRIVATA PER LA VENDITA DI CARTA DA MACERO PROVENIENTE DA RACCOLTA DIFFERENZIATA INDICE: ART 1 Valore delle premesse ART 2 Oggetto del contratto ART 3 Quantitativi

Dettagli

Accordo di Programma per il Recupero dei Residui da Costruzione e Demolizione nella Provincia di Ferrara

Accordo di Programma per il Recupero dei Residui da Costruzione e Demolizione nella Provincia di Ferrara SERVIZIO RISORSE IDRICHE E TUTELA AMBIENTALE PROVINCIA DI FERRARA OSSERVATORIO PROVINCIALE DEI RIFIUTI Accordo di Programma per il Recupero dei Residui da Costruzione e Demolizione nella Provincia di Ferrara

Dettagli

COMUNE DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO. DELIBERA DI ADOZIONE n.12 C.C. del 24 aprile 2011

COMUNE DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO. DELIBERA DI ADOZIONE n.12 C.C. del 24 aprile 2011 COMUNE DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO DELIBERA DI ADOZIONE n.12 C.C. del 24 aprile 2011 AGGIORNAMENTO Delibera n.9 C.C. del 12 marzo 2012 RACCOLTA STATUTI E

Dettagli

ART.1 - OGGETTO ED IMPORTO DELLA GARA

ART.1 - OGGETTO ED IMPORTO DELLA GARA CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI PRELIEVO, TRASPORTO E SMALTIMENTO DEL PERCOLATO PRODOTTO DALL IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO E DALLE DISCARICHE GESTITE DA MARCHE MULTISERVIZI S.p.A. ART.1 - OGGETTO ED

Dettagli

ALLEGATO 2 AL DISCIPLINARE DI GARA CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO 2 AL DISCIPLINARE DI GARA CAPITOLATO TECNICO GARA D APPALTO, CON PROCEDURA APERTA, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO, TRASLOCO E SERVIZI VARI CONNESSI PER LE ESIGENZE DELLA REGIONE LAZIO ALLEGATO 2 AL DISCIPLINARE DI GARA CAPITOLATO

Dettagli

GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO

GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! Leggi il bando per sapere come fare Per informazioni: Comune di Castelfranco Veneto

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI. Articolo 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI. Articolo 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO TRASPORTI FUNEBRI E ATTIVITA FUNEBRI ISTITUZIONALI Articolo 1 Oggetto dell appalto - L appalto ha per oggetto il Servizio di trasporto funebre e gli obblighi per la ditta

Dettagli

CONSORZIO DI BACINO VERONA DUE DEL QUADRILATERO

CONSORZIO DI BACINO VERONA DUE DEL QUADRILATERO CONSORZIO DI BACINO VERONA DUE DEL QUADRILATERO Sant Ambrogio di Valpolicella (Verona) - Piazza Vittorio Emanuele, n. 3/a SERVIZIO DI RECUPERO MEDIANTE COMPOSTAGGIO DEL RIFIUTO ORGANICO (CER 20.01.08)

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO VAN SHARING. Van Shering Imola Servizio di Van Sharing Città di Imola in Convenzione col Comune di Imola e gestita da:

REGOLAMENTO SERVIZIO VAN SHARING. Van Shering Imola Servizio di Van Sharing Città di Imola in Convenzione col Comune di Imola e gestita da: Pagina 1 di 6 Van Shering Imola Servizio di Van Sharing Città di Imola in Convenzione col Comune di Imola e gestita da: AREA BLU S.P.A REGOLAMENTO Indice 1. Tariffe pag. 1 2. Modalità di prenotazione pagg.

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA

COMUNE DI CIVITAVECCHIA COMUNE DI CIVITAVECCHIA Avviso di selezione per il conferimento di incarico professionale a tempo determinato per la funzione di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione. Codice CIG18490246DE

Dettagli

FORNITURA DI GAS COMPRESSI E AZOTO LIQUIDO CON RELATIVI SERVIZI ACCESSORI CAPITOLATO TECNICO

FORNITURA DI GAS COMPRESSI E AZOTO LIQUIDO CON RELATIVI SERVIZI ACCESSORI CAPITOLATO TECNICO Viale Regina Elena, 299 00161 Roma Telegrammi ISTISAN ROMA Telex 06610071 Telefax 0649387130 FORNITURA DI GAS COMPRESSI E AZOTO LIQUIDO CON RELATIVI SERVIZI ACCESSORI CAPITOLATO TECNICO 1. Oggetto e durata

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI TELEMATICO DI APAM ESERCIZIO SPA (rev.0-01 Settembre 2014)

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI TELEMATICO DI APAM ESERCIZIO SPA (rev.0-01 Settembre 2014) REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI TELEMATICO DI APAM ESERCIZIO SPA (rev.0-01 Settembre 2014) 1 PREMESSE 1.1 La Società APAM ESERCIZIO SPA (di seguito APAM) con sede legale

Dettagli

MODALITA DI GESTIONE ISOLA ECOLOGICA DI COGOLETO (GE)

MODALITA DI GESTIONE ISOLA ECOLOGICA DI COGOLETO (GE) REVISIONE: 0 MODALITA DI GESTIONE ISOLA ECOLOGICA DI COGOLETO (GE) REDATTA DA: SATER DATA: NOV 2007 CONCORDATA CON: COMUNE DI COGOLETO DATA: NOV 2007 1/11 Premessa La fruibilità dell isola ecologica in

Dettagli

Per il servizio di prelievo, trasporto, conferimento e smaltimento di rifiuti liquidi (CER 19.07.03; 16.10.02; 20.03.04)

Per il servizio di prelievo, trasporto, conferimento e smaltimento di rifiuti liquidi (CER 19.07.03; 16.10.02; 20.03.04) Per il servizio di prelievo, trasporto, conferimento e smaltimento di rifiuti liquidi (CER 19.07.03; DA ESPLETARSI PER I SITI GESTITI DALLA S.A.P.NA. S.p.A. NELL AMBITO DELLA PROVINCIA DI NAPOLI Il Direttore

Dettagli

COMUNE DI PADOVA SETTORE PROVVEDITORATO UFFICIO INVENTARIO E TRASPORTI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASLOCO E

COMUNE DI PADOVA SETTORE PROVVEDITORATO UFFICIO INVENTARIO E TRASPORTI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASLOCO E COMUNE DI PADOVA SETTORE PROVVEDITORATO UFFICIO INVENTARIO E TRASPORTI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASLOCO E MOVIMENTAZIONE DI ARREDI ED ATTREZZATURE DEGLI UFFICI E SERVIZI COMUNALI

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA AREA SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZI CULTURALI

COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA AREA SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZI CULTURALI AVVISO PER LA SELEZIONE DI DOCENTI PER I CORSI DI LINGUE ESTERE ANNO ACCADEMICO 2015/2016 e 2016/2017 (con riserva di utilizzare le graduatorie anche per gli anni 2017/2018 e 2018/2019) organizzati dal

Dettagli

COMUNE DI CAULONIA Provincia di Reggio Calabria Tel. 0964-860825 fax 0964-860833

COMUNE DI CAULONIA Provincia di Reggio Calabria Tel. 0964-860825 fax 0964-860833 COMUNE DI CAULONIA Provincia di Reggio Calabria Tel. 0964-860825 fax 0964-860833 AREA TECNICA E TECNICO MANUTENTIVA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO NOLO A CALDO AUTOSPURGO. ART. 1) OGGETTO DELL

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI

REGOLAMENTO DEL CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI 1 COMUNE D'EUROPA CITTÀ DI SAN MAURO TORINESE PROVINCIA DI TORINO SETTORE PIANIFICAZIONE E GESTIONE DEL TERRITORIO Servizio Ecologia e Ambiente REGOLAMENTO DEL CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI

Dettagli

C O M U N E D I A B R I O L A

C O M U N E D I A B R I O L A C O M U N E D I A B R I O L A PROVINCIA DI POTENZA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO RACCOLTA RIFIUTI SOLIDI URBANI IN MANIERA DIFFERENZIATA VISTA la Delibera di Giunta municipale n.41 del 12/04/2013 con la

Dettagli

Condizioni Generali ANCI-CDCNPA

Condizioni Generali ANCI-CDCNPA Condizioni Generali ANCI-CDCNPA per il ritiro di pile accumulatori industriali e per veicoli dai Centri di Raccolta Comunali 1 Oggetto ed ambito applicativo Le presenti prescrizioni costituiscono condizioni

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (RICICLERIA)

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (RICICLERIA) Versione 1.0 18/10/2011 REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (RICICLERIA) (DOCUMENTO IN VIA DI APPROVAZIONE) Art. 1 OGGETTO Il presente regolamento, adottato ai sensi del D.lgs. 3 aprile

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI PARCHEGGI DEL COMUNE DI NEMBRO ALLA SERIO SERVIZI AMBIENTALI S.R.L.

CONTRATTO DI SERVIZIO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI PARCHEGGI DEL COMUNE DI NEMBRO ALLA SERIO SERVIZI AMBIENTALI S.R.L. COMUNE DI NEMBRO SERIO SERVIZI AMBIENTALI S.R.L. CONTRATTO DI SERVIZIO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI PARCHEGGI DEL COMUNE DI NEMBRO ALLA SERIO SERVIZI AMBIENTALI S.R.L. Pagina 1 di 10 PREMESSA Il

Dettagli

Disciplinare per la gestione dei centri comunali di raccolta dei rifiuti solidi urbani

Disciplinare per la gestione dei centri comunali di raccolta dei rifiuti solidi urbani Comune di Massa Lubrense Provincia di Napoli Disciplinare per la gestione dei centri comunali di raccolta dei rifiuti solidi urbani art. 183, lettera mm) del D. Lgs 152/06 e ss.mm.ii. - DM 08 aprile 2008

Dettagli