SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA"

Transcript

1 SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA Controversie sullo screening mammografico: pro e contro Edda Simoncini Breast Unit A.O.Spedali Civili Brescia Spedali Civili di Brescia Azienda Ospedaliera

2 Spunti di riflessione Il carcinoma mammario è la neoplasia a maggior incidenza nella popolazione femminile La mortalità per carcinoma mammario si è ridotta di circa il 30% negli ultimi 20 anni La terapia per il carcinoma mammario è significativamente migliorata negli ultimi 20 anni Lo screening mammografico contribuisce meno alla riduzione di mortalità considerato il miglioramento delle terapie? Evidenza di riduzione di mortalità nella maggior parte degli studi Effetti negativi dello screening: falsi positivi e overdiagnosis

3 Estimates of cancer burden in Lombardy Tumori, 99: , 2013

4 Brescia Registro tumori

5 Spunti di riflessione Il carcinoma mammario è la neoplasia a maggior incidenza nella popolazione femminile La mortalità per carcinoma mammario si è ridotta di circa il 30% negli ultimi 20 anni La terapia per il carcinoma mammario è significativamente migliorata negli ultimi 20 anni Lo screening mammografico contribuisce meno alla riduzione di mortalità considerato il miglioramento delle terapie? Evidenza di riduzione di mortalità nella maggior parte degli studi Effetti negativi dello screening: falsi positivi e overdiagnosis

6 Main subtypes of breast cancer 75% 15% HER2/neu positive ER e/o PgR positive Triple negative 15-25%

7 Cumulative incidence curves of first distant metastasis by breast cancer subtype. Kennecke H et al. JCO 2010;28: by American Society of Clinical Oncology

8 Comparison of breast cancer recurrence and outcome patterns between patients treated in and Hazard rate of relapse according to tumor subtype in (A) cohort 1 and (B) cohort 2. FIG 3 - Cossetti R J et al. JCO 2015;33: by American Society of Clinical Oncology

9 Spunti di riflessione Il carcinoma mammario è la neoplasia a maggior incidenza nella popolazione femminile La mortalità per carcinoma mammario si è ridotta di circa il 30% negli ultimi 20 anni La terapia per il carcinoma mammario è significativamente migliorata negli ultimi 20 anni Lo screening mammografico contribuisce meno alla riduzione di mortalità considerato il miglioramento delle terapie? Evidenza di riduzione di mortalità nella maggior parte degli studi Effetti negativi dello screening: falsi positivi e overdiagnosis

10 Ma..se la terapia è via via più efficace...lo screening diventa meno significativo?

11 Comparison of breast cancer recurrence and outcome patterns between patients treated in and HRR according to disease stage Data Supplement - Cossetti R J et al. JCO 2015;33:65-73

12 Spunti di riflessione Il carcinoma mammario è la neoplasia a maggior incidenza nella popolazione femminile La mortalità per carcinoma mammario si è ridotta di circa il 30% negli ultimi 20 anni La terapia per il carcinoma mammario è significativamente migliorata negli ultimi 20 anni Lo screening mammografico contribuisce meno alla riduzione di mortalità considerato il miglioramento delle terapie? Evidenza di riduzione di mortalità nella maggior parte degli studi Effetti negativi dello screening: falsi positivi e overdiagnosis

13 HG Welch SABCS 2013

14 New Engl J Med Berry

15 New Engl J Med Berry

16 What is known about the benefit of screening mammography? Trial Number Change in breast cancer mortality HIP % lower Edinburgh 45,000 17% lower Swedish 2-County 130,000 Malmo 40,000 24% lower Stockholm 60,000 Gothenburg 50,000 Canada 1 50,000 14% higher Canada 2 40,000 2% higher Age 160,000 17% lower 635,000 Observed benefit somewhere between 0-25% HG Welch SABCS 2013

17 Spunti di riflessione Il carcinoma mammario è la neoplasia a maggior incidenza nella popolazione femminile La mortalità per carcinoma mammario si è ridotta di circa il 30% negli ultimi 20 anni La terapia per il carcinoma mammario è significativamente migliorata negli ultimi 20 anni Lo screening mammografico contribuisce meno alla riduzione di mortalità considerato il miglioramento delle terapie? Evidenza di riduzione di mortalità nella maggior parte degli studi Effetti negativi dello screening: falsi positivi e overdiagnosis

18 Spunti di riflessione Il carcinoma mammario è la neoplasia a maggior incidenza nella popolazione femminile La mortalità per carcinoma mammario si è ridotta di circa il 30% negli ultimi 20 anni La terapia per il carcinoma mammario è significativamente migliorata negli ultimi 20 anni Lo screening mammografico contribuisce meno alla riduzione di mortalità considerato il miglioramento delle terapie? Evidenza di riduzione di mortalità nella maggior parte degli studi Effetti negativi dello screening: falsi positivi e overdiagnosis

19 3 anni di follow-up dalla mammografia iniziale 3 gruppi di pazienti carcinoma della mammella (174 pts) falso positivo (272 pts) normale (864 pts) Valutazione di 12 aspetti psicosociali, 5 volte nei 3 anni

20

21 Le donne con referto falso positivo riportano un impatto psicosociale negativo, intermedio tra donne con referto di carcinoma e di normalità. Effetto negativo su ansia, comportamento, sessualità. Presenza di insonnia Senso di sconforto Perdita calma interiore Sentirsi meno attraente

22 Spunti di riflessione Il carcinoma mammario è la neoplasia a maggior incidenza nella popolazione femminile La mortalità per carcinoma mammario si è ridotta di circa il 30% negli ultimi 20 anni La terapia per il carcinoma mammario è significativamente migliorata negli ultimi 20 anni Lo screening mammografico contribuisce meno alla riduzione di mortalità considerato il miglioramento delle terapie? Evidenza di riduzione di mortalità nella maggior parte degli studi Effetti negativi dello screening: falsi positivi e overdiagnosis

23 HG Welch SABCS 2013

24 New Engl J Med 2012

25

26 This review will address the following key clinical questions: (1) What is the benefit of mammography screening, and how does that vary by age and patient risk? (2) What are the harms of mammography screening? (3) What is known about how to incorporate individual characteristics into breast cancer screening recommendations? (4) How can patients be supported in making informed decisions about mammography screening? E stata effettuta una ricerca MEDLINE e manuale per studi clinici randomizzati rilevanti (RCTs), metaanalisi, revisioni sistematiche e studi osservazionali dal 1960 al 19 gennaio 2014

27 From: A Systematic Assessment of Benefits and Risks to Guide Breast Cancer Screening Decisions JAMA. 2014;311(13): doi: /jama Table Title: Pooled Results from Randomized Clinical Trials on Mortality Reductions With Mammography Screening by Age Group Copyright 2015 American Medical Association. All rights reserved.

28 From: A Systematic Assessment of Benefits and Risks to Guide Breast Cancer Screening Decisions JAMA. 2014;311(13): doi: /jama Table Title: Estimated Benefits and Harms of Mammography Screening for Women Who Undergo Annual Screening Mammography Over a 10-Year Period Copyright 2015 American Medical Association. All rights reserved.

29 Lo screening mammografico non è un programma perfetto. Benefici e danni non sono completamente conosciuti Alcuni tumori possono non essere individuati Alcuni tumori possono essere curati anche se non identificati con lo screening ma alla presentazione clinica Alcuni dei tumori individuati con lo screening e curati, avrebbero potuto restare silenti (overdiagnosis) Vi è un numero non trascurabile di falsi positivi Pace JAMA 2014

30 Benefici della Mammografia Lo screening mammografico riduce il numero di donne che muoiono per carcinoma mammario. Se una donna ha un rischio maggiore della media di sviluppare carcinoma mammario, avrà vantaggio maggiore Il numero di donne salvate cambia in relazione all età. Ogni donne che effettuano regolari mammografie per 10 anni, sono salvate, grazie alla mammografia circa: 5 di donne di età dai 40 ai 49 anni 10 di donne di età dai 50 ai 59 anni 42 di donne di età dai 60 ai 69 anni Danni da Mammografia Circa la metà delle donne che si sottopone regolarmente a mammografia potrebbe avere un referto falso positivo. Più del 20% di queste effettuerà una biopsia Per alcune donne che effettuano regolare screening, la mammografia individuerà un carcinoma (invasivo o in situ) che non avrebbe determinato problemi di salute ( overdiagnosis ). Non si conosce l esatta incidenza di questi, ma sono stimati intorno al 19%. Pace JAMA 2014

31

32

33 conclusioni Lo screening è in grado di ridurre la mortalità per carcinoma mammario, l entità di riduzione riportata in letteratura è variabile Per ottenere il massimo il beneficio dallo screening mammografico la decisione di partecipare o meno dovrebbe essere individualizzata basandosi su profilo di rischio Lo screening della singola donna diventa (familiarità, mutazione genetica BRCA1 e 2) preferenze una della scelta donna (per alcune consapevole donne i potenziali effetti negativi potrebbero superare i vantaggi) Ulteriori studi potranno aiutare a quantificare meglio la possibilità di overdiagnosis E auspicabile lo sviluppo di modelli e algoritmi che possano aiutare nel definire il rischio per la singola persona

34 SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA Controversie sullo screening mammografico: pro e contro Grazie dell attenzione Spedali Civili di Brescia Azienda Ospedaliera

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica?

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? Lucia Del Mastro SS Sviluppo Terapie Innovative Bergamo 6 luglio 2014 IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST

Dettagli

IL NODULO ALLA MAMMELLA

IL NODULO ALLA MAMMELLA IL NODULO ALLA MAMMELLA SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE 18.04.2012 Giancarlo Bisagni Dipartimento di Oncologia SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

Dai dati disponibili

Dai dati disponibili Gruppi a rischio aumentato: familiarità, genetica, densità, abitudini di vita Dai dati disponibili Daniela Turchetti UO e Cattedra di Genetica Medica Università di Bologna-Policlinico S.Orsola-Malpighi

Dettagli

Reggio Emilia, 6 maggio 2015. Perché lo screening? Chiara Fedato Coordinamento Regionale Screening Oncologici Regione Veneto

Reggio Emilia, 6 maggio 2015. Perché lo screening? Chiara Fedato Coordinamento Regionale Screening Oncologici Regione Veneto Reggio Emilia, 6 maggio 2015 Perché lo screening? Chiara Fedato Coordinamento Regionale Screening Oncologici Regione Veneto Mortalità Studio Sintesi dei principali studi di efficacia sullo screening

Dettagli

Introduzione Obiettivi dello screening Evidenze scientifiche

Introduzione Obiettivi dello screening Evidenze scientifiche 1. Introduzione Il carcinoma della mammella rappresenta ancora oggi il tumore più frequente nella popolazione femminile, sia per incidenza sia per mortalità. La probabilità di ammalarsi aumenta progressivamente

Dettagli

GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano

GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano Timing e outcome della gravidanza dopo carcinoma Inquadramento ed Entità

Dettagli

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Bruno Meduri Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Follow up condiviso Il follow-up attivo della donna trattata è parte integrante del

Dettagli

Cosa fare quando è presente una predisposizione genetica? Olivia Pagani

Cosa fare quando è presente una predisposizione genetica? Olivia Pagani Cosa fare quando è presente una predisposizione genetica? Olivia Pagani Probabilità nella Popolazione Generale Carcinoma mammario 11% Carcinoma dell ovaio 0.7% PERCHE UNA CONSULENZA GENETICA ONCOLOGICA?

Dettagli

Association Rare Tumor

Association Rare Tumor Association Rare Tumor PARP-INHIBITORS E TUMORI RARI Il laboratorio nel percorso di cura L interpretazione del clinico Dr Stefania Marsili UOC Oncologia Medica Azienda Ospedaliera Universitaria Senese

Dettagli

CANCRO DELLA PROSTATA Corso di formazione specifica in Medicina Generale

CANCRO DELLA PROSTATA Corso di formazione specifica in Medicina Generale CANCRO DELLA PROSTATA Corso di formazione specifica in Medicina Generale Dr. Giuseppe Ruoppo Urologia ASMN RE Reggio Emilia 15/10/2014 ARGOMENTI PARTE I Epidemiologia e Screening Diagnosi e stadiazione

Dettagli

Screening per il tumore della mammella Ruolo dei medici di medicina generale. Riportare al singolo paziente le evidenze dei grandi numeri

Screening per il tumore della mammella Ruolo dei medici di medicina generale. Riportare al singolo paziente le evidenze dei grandi numeri Screening per il tumore della mammella Ruolo dei medici di medicina generale Riportare al singolo paziente le evidenze dei grandi numeri Prevenzione:due direttrici parallele Gli studi di popolazione Health

Dettagli

Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare

Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare Isabella Castellano Dipartimento di Scienze Mediche Università di Torino Breast Unit Città della Salute e della Scienza-Torino

Dettagli

IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO

IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO IL TUMORE DELLA MAMMELLA NEL MONDO In tutto il mondo il carcinoma della mammella è il tumore più frequente nella popolazione femminile, sia per incidenza sia per mortalità. L Organizzazione Mondiale della

Dettagli

Epidemiologia dei tumori A. Spitale

Epidemiologia dei tumori A. Spitale Epidemiologia dei tumori A. Spitale 03 aprile 2007 Che cos è l Epidemiologia? Kleinbaum et al. (1982): L Epidemiologia è la scienza che studia lo stato di salute o di malattia nelle popolazioni umane I

Dettagli

I tumori correlati all HPV e nuove tecniche di screening. Guglielmo Ronco CPO Piemonte

I tumori correlati all HPV e nuove tecniche di screening. Guglielmo Ronco CPO Piemonte I tumori correlati all HPV e nuove tecniche di screening Guglielmo Ronco CPO Piemonte Estimated number of new cancer cases occurring in 2008 attributable to HPV by anatomic site and gender, (de Martel

Dettagli

Corrado Tinterri BREAST UNIT BOLOGNA 2014

Corrado Tinterri BREAST UNIT BOLOGNA 2014 Corrado Tinterri BREAST UNIT BOLOGNA 2014 Le BREAST UNITS : Quale integrazione con lo screening? We found that the introduction of teams providing multidisciplinary care for the treatment of breast cancer

Dettagli

ANALISI DEI TEMPI DI ATTESA PER GLI INTERVENTO CHIRURGICI ALLA MAMMELLA : CHE FARE?

ANALISI DEI TEMPI DI ATTESA PER GLI INTERVENTO CHIRURGICI ALLA MAMMELLA : CHE FARE? La sorveglianza epidemiologica dello screening dei tumori della mammella nella Regione Emilia-Romagna Seminario di studio Bologna, 23 marzo 2015 ANALISI DEI TEMPI DI ATTESA PER GLI INTERVENTO CHIRURGICI

Dettagli

dello screening mammografico in Piemonte

dello screening mammografico in Piemonte I progetti per l innovazione dello screening mammografico in Piemonte Workshop regionale Torino, 7 novembre 2013 Antonio Ponti, Elisabetta Petracci CPO-Piemonte, Torino Loredana Correale im3d, Torino Progetto

Dettagli

Cetuximab e mutazione K-Ras nel tumore del colon-retto

Cetuximab e mutazione K-Ras nel tumore del colon-retto Università di Pisa Dipartimento di Farmacia Corso di laurea in CTF Corso: Basi biochimiche dell azione dei farmaci Cetuximab e mutazione K-Ras nel tumore del colon-retto Pisa, 27/03/2014 Samuela Fabiani

Dettagli

Dr.ssa Enola Maria Vezzani

Dr.ssa Enola Maria Vezzani III ZOOM Journal Club 2013 NH Hotel Bologna 21 Febbraio 2014 Radioterapia loco-regionale nelle pazienti sottoposte a chemioterapia neoadiuvante Dr.ssa Enola Maria Vezzani U.O Radioterapia Oncologica di

Dettagli

Ecografia, risonanza magnetica nello screening mammografico: luoghi dove è meglio non avventurarsi? Stefano Ciatto

Ecografia, risonanza magnetica nello screening mammografico: luoghi dove è meglio non avventurarsi? Stefano Ciatto Ecografia, risonanza magnetica nello screening mammografico: luoghi dove è meglio non avventurarsi? Stefano Ciatto anni 35 - sintomatica EO: nodulo in regione infero-centrale Mammografia: quadro negativo

Dettagli

Milano, 28-30 Ottobre 2015. Carlotta Buzzoni 1, Donella Puliti 1, Alessandro Barchielli 1, Marco Zappa 1 e Jonas Hugosson 2 per ERSPC Working2 Group

Milano, 28-30 Ottobre 2015. Carlotta Buzzoni 1, Donella Puliti 1, Alessandro Barchielli 1, Marco Zappa 1 e Jonas Hugosson 2 per ERSPC Working2 Group Approccio Incidence based mortality per la valutazione della riduzione di mortalità per carcinoma prostatico nello studio randomizzato europeo sullo screening per tumore della prostata (ERSPC) Milano,

Dettagli

I danni, sovra diagnosi e sovra trattamento. Claudia Galassi AO Città della Salute e della Scienza di Torino, CPO Piemonte

I danni, sovra diagnosi e sovra trattamento. Claudia Galassi AO Città della Salute e della Scienza di Torino, CPO Piemonte I danni, sovra diagnosi e sovra trattamento Claudia Galassi AO Città della Salute e della Scienza di Torino, CPO Piemonte 1 Caratteristiche dei tumori della prostata Il tumore della prostata NON è una

Dettagli

Quali indicazioni nelle donne con BRCA sane, mutate

Quali indicazioni nelle donne con BRCA sane, mutate Negrar, 13 0ttobre Quali indicazioni nelle donne con BRCA sane, mutate Annamaria Molino, oncologa Di cosa stiamo parlando Mastectomia bilaterale e ovariectomia profilattiche Nonna ca mammella Rischio cumulativo

Dettagli

Lo screening del tumore del seno: aggiornamenti dell US Preventive Service Task Force

Lo screening del tumore del seno: aggiornamenti dell US Preventive Service Task Force Lo screening del tumore del seno: aggiornamenti dell US Preventive Service Task Force Dott. Daniele Ortolani - 3 luglio 2010 US Preventive Service Task Force È un organismo autonomo composto da esperti

Dettagli

DOVREMMO USARE IL PSA PER LO SCREENING DEI TUMORI DELLA

DOVREMMO USARE IL PSA PER LO SCREENING DEI TUMORI DELLA DOVREMMO USARE IL PSA PER LO SCREENING DEI TUMORI DELLA PROSTATA? P. Vineis, G. Casetta* Servizio di Epidemiologia dei Tumori *Clinica Urologica 1, Università di Torino IL PROBLEMA Attività sistematiche

Dettagli

creening in Oicoloe e il rischio cr "overdiagnosis

creening in Oicoloe e il rischio cr overdiagnosis PUNTI DI VISTA creening in Oicoloe e il rischio cr "overdiagnosis uovt Ttreatment Alfredo Berruti Oncologia Medica, Dipartimento di Specialità Medico-Chirurgiche, Scienze Radiotogiche e Sanità Pubblica,

Dettagli

Università del Piemonte Orientale. Master per data manager. Epidemiologia dei tumori. Screening in oncologia

Università del Piemonte Orientale. Master per data manager. Epidemiologia dei tumori. Screening in oncologia Università del Piemonte Orientale Master per data manager Epidemiologia dei tumori Screening in oncologia Epidemiologia Che cos è l epidemiologia Metodi e strumenti La descrizione epidemiologica di una

Dettagli

Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto Nazionale Tumori, Milano!

Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto Nazionale Tumori, Milano! GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO! WORLD NO -TOBACCO DAY 2015! ISS - Roma, 29 maggio 2015! Nuove prospettive per la diagnosi precoce del tumore al polmone!!!! Ugo Pastorino! Chirurgia Toracica, Istituto

Dettagli

Gruppo C METASTASI CEREBRALI Rischio in base al sottotipo tumorale. Simona Duranti durantisimona@virgilio.it. Progetto Canoa Carcinoma Mammario

Gruppo C METASTASI CEREBRALI Rischio in base al sottotipo tumorale. Simona Duranti durantisimona@virgilio.it. Progetto Canoa Carcinoma Mammario Progetto Canoa Carcinoma Mammario Gruppo C METASTASI CEREBRALI Rischio in base al sottotipo tumorale Simona Duranti durantisimona@virgilio.it Ospedale Sacro Cuore Don Calabria Negrar Verona 22-23 marzo

Dettagli

Lo screening mammografico una revisione sui dati di letteratura

Lo screening mammografico una revisione sui dati di letteratura Lo screening mammografico una revisione sui dati di letteratura Cos è uno screening Strategia di indagini diagnostiche generalizzate, utilizzate per identificare una malattia in una popolazione standard

Dettagli

CONFERENZA DI CONSENSO

CONFERENZA DI CONSENSO CONFERENZA DI CONSENSO È opportuno differenziare le procedure di screening per carcinoma della mammella sulla base di specifici fattori di rischio? 30 Maggio 2012 Teatro della Gioventù Aula Barabino Via

Dettagli

La concentrazione delle immagini nella diagnostica radiologica: opportunità per lo screening oncologico

La concentrazione delle immagini nella diagnostica radiologica: opportunità per lo screening oncologico La concentrazione delle immagini nella diagnostica radiologica: opportunità per lo screening oncologico Daniele Regge Fondazione del Piemonte per l Oncologia IRCCS Candiolo-Torino Agenda Il programma Proteus

Dettagli

Cancro della mammella nelle teen-agers

Cancro della mammella nelle teen-agers Cancro della mammella nelle teen-agers Società Triveneta di Chirurgia Padova 12 dicembre 2014 Dott.ssa E. Goldin Dott. A. Marchet Dott. A. Varotto Prof. D. Nitti U.O. Clinica Chirurgica I Padova CASO CLINICO

Dettagli

Il progetto Proteus Donna e altre iniziative di ricerca nell ambito dello screening mammografico regionale

Il progetto Proteus Donna e altre iniziative di ricerca nell ambito dello screening mammografico regionale Alfonso Frigerio Livia Giordano Antonio Ponti Nereo Segnan Il progetto Proteus Donna e altre iniziative di ricerca nell ambito dello screening mammografico regionale Centro di Riferimento Regionale per

Dettagli

Il punto di vista del prescrittore

Il punto di vista del prescrittore Workshop Screening spontaneo e organizzato: l integrazione è possibile? 3.a Sessione: Doppio binario o integrazione? Moderatori Stefano Ciatto e Antonio Federici Il punto di vista del prescrittore (medico

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO DONNE PORTATRICI DI MUTAZIONI NEI GENI BRCA1 E BRCA2: LA PRESA IN CARICO CLINICA E PSICOLOGICA.

TITOLO DEL PROGETTO DONNE PORTATRICI DI MUTAZIONI NEI GENI BRCA1 E BRCA2: LA PRESA IN CARICO CLINICA E PSICOLOGICA. PROGETTO ESECUTIVO PROGRAMMA CCM 2010 TITOLO DEL PROGETTO DONNE PORTATRICI DI MUTAZIONI NEI GENI BRCA1 E BRCA2: LA PRESA IN CARICO CLINICA E PSICOLOGICA. Capo progetto: Monica Zuradelli Dipartimento di

Dettagli

Rischio genetico delle neoplasie mammarie e correttezza del counselling Laura Cortesi

Rischio genetico delle neoplasie mammarie e correttezza del counselling Laura Cortesi Rischio genetico delle neoplasie mammarie e correttezza del counselling Laura Cortesi Programma di Epidemiologia e Prevenzione Oncologica (Responsabile Prof. M.Federico) Università di Modena e Reggio Emilia

Dettagli

Screening, sensibilità e specificità di un test diagnostico, curve R.O.C., teorema di Bayes

Screening, sensibilità e specificità di un test diagnostico, curve R.O.C., teorema di Bayes Screening, sensibilità e specificità di un test diagnostico, curve R.O.C., teorema di Bayes Prof. Giuseppe Verlato Sezione di Epidemiologia e Statistica Medica, Università di Verona Storia naturale di

Dettagli

Il Counselling. Padova, 21 marzo 2016. Dr.ssa Stefania ZOVATO Istituto Oncologico Veneto (IOV) IRCCS Padova SSD Unità per i Tumori Ereditari

Il Counselling. Padova, 21 marzo 2016. Dr.ssa Stefania ZOVATO Istituto Oncologico Veneto (IOV) IRCCS Padova SSD Unità per i Tumori Ereditari Il Counselling Padova, 21 marzo 2016 Dr.ssa Stefania ZOVATO Istituto Oncologico Veneto (IOV) IRCCS Padova SSD Unità per i Tumori Ereditari Punti chiave del counselling Significato Scopo e limiti A chi

Dettagli

TERAPIA ORMONALE DEL CARCINOMA MAMMARIO: STATO DELL ARTE 28 APRILE 2009 SEDE

TERAPIA ORMONALE DEL CARCINOMA MAMMARIO: STATO DELL ARTE 28 APRILE 2009 SEDE 28 APRILE 2009 SEDE Hotel Palazzo Carpegna Via Aurelia 481 - Roma Direzione e Segreteria Scientifica Prof. Giuseppe Naso Professore Associato in Oncologia Medica, Università La Sapienza, Policlinico Umberto

Dettagli

Neoplasie della mammella - 1

Neoplasie della mammella - 1 Neoplasie della mammella - 1 Patologia mammaria FIBROADENOMA CISTI ASCESSO ALTERAZIONI FIBROCISTICHE NEOPLASIA NEOPLASIA RETRAZIONE CUTANEA Carcinoma mammario Incidenza per 100.000 donne Western Europe

Dettagli

R e g i o n e L a z i o

R e g i o n e L a z i o R e g i o n e L a z i o Titolo del programma: Innovazione tecnologica PS su mammella, cervice uterina e colon-retto Identificativo della Linea di intervento generale: 3.1 Prevenzione della popolazione

Dettagli

Profilo complesso di assistenza

Profilo complesso di assistenza Profilo complesso di assistenza Fasi principali del percorso di screening/clinico Test di screening (I livello): Mammografia Approfondimento (II livello): Ecografia - Citologia/istologia (RNM) Lesioni

Dettagli

To screen or not to screen: la tac spirale per il tumore del polmone pubblicata sulla stampa

To screen or not to screen: la tac spirale per il tumore del polmone pubblicata sulla stampa To screen or not to screen: la tac spirale per il tumore del polmone pubblicata sulla stampa Cinzia Colombo Laboratorio di ricerca sul coinvolgimento dei cittadini in sanità Istituto di Ricerche Farmacologiche

Dettagli

Corrado Tinterri Breast Unit IL PROGETTO ITALIANO BREAST UNIT

Corrado Tinterri Breast Unit IL PROGETTO ITALIANO BREAST UNIT Corrado Tinterri Breast Unit IL PROGETTO ITALIANO BREAST UNIT ITALIA Percentuale sul totale dei tumori e proporzione sul totale dei decessi per tumore. POOL AIRTUM 2006-2008. Età INCIDENZA MORTALITA 0-49

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA. Corso di Laurea in Infermieristica. Tesi di Laurea

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA. Corso di Laurea in Infermieristica. Tesi di Laurea UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA Corso di Laurea in Infermieristica Tesi di Laurea RUOLO DEL PERSONALE INFERMIERISTICO NEL PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO DELLA PAZIENTE

Dettagli

Pisa, 29 gennaio 2005. Umberto Veronesi. Un modello di sperimentazione clinica di successo: l evoluzione terapeutica dei tumori del seno

Pisa, 29 gennaio 2005. Umberto Veronesi. Un modello di sperimentazione clinica di successo: l evoluzione terapeutica dei tumori del seno Pisa, 29 gennaio 2005 Umberto Veronesi Un modello di sperimentazione clinica di successo: l evoluzione terapeutica dei tumori del seno Aspetti critici della ricerca biomedica Difficoltà a rinnovare la

Dettagli

La Prevenzione Secondaria dei tumori

La Prevenzione Secondaria dei tumori Chiavari, 29 Maggio 2007 La Prevenzione Secondaria dei tumori Paolo Bruzzi S.C. Epidemiologia Clinica Dpt. Epidemiologia e Prevenzione IST - Genova Prevenzione Secondaria = Prevenzione delle conseguenze

Dettagli

Carcinoma basaloide della mammella: definizioni ed implicazioni cliniche. Luca Mazzucchelli SenoForum 2009, Lugano

Carcinoma basaloide della mammella: definizioni ed implicazioni cliniche. Luca Mazzucchelli SenoForum 2009, Lugano Carcinoma basaloide della mammella: definizioni ed implicazioni cliniche Luca Mazzucchelli SenoForum 2009, Lugano L inizio della storia... Perou CM et al. Molecular portraits of human breast tumors. Nature

Dettagli

PSA SCREENING NEL TUMORE DELLA PROSTATA

PSA SCREENING NEL TUMORE DELLA PROSTATA PSA SCREENING NEL TUMORE DELLA PROSTATA Prof. Giuseppe Martorana Clinica Urologica Alma Mater Studiorum Università di Bologna Convegno medico UniSalute Appropriatezza ed efficacia degli screening Bologna,

Dettagli

Il punto di vista del clinico

Il punto di vista del clinico Il punto di vista del clinico Giulio Metro S.C. Oncologia Medica Ospedale Santa Maria della Misericordia, Azienda Ospedaliera di Perugia Registri di monitoraggio AIFA: stato dell arte ed esperienze a confronto

Dettagli

Appropriatezza nella prescrizione di esami di diagnostica per immagini. 19 settembre 2013 IL PUNTO DI VISTA DELLO SPECIALISTA OSPEDALIERO

Appropriatezza nella prescrizione di esami di diagnostica per immagini. 19 settembre 2013 IL PUNTO DI VISTA DELLO SPECIALISTA OSPEDALIERO Appropriatezza nella prescrizione di esami di diagnostica per immagini 19 settembre 2013 IL PUNTO DI VISTA DELLO SPECIALISTA OSPEDALIERO S.C Oncologia Medica DIPO XVI - Lecco Appropriatezza Appropriato:

Dettagli

Verso la terapia personalizzata

Verso la terapia personalizzata Verso la terapia personalizzata M.G.Tibiletti Genetista Ospedale di Circolo-Università dell Insubria Varese Soroptimist Club Varese Varese 20 aprile 2013 Test genetici DIAGNOSTICI PRESINTOMATICI PREDITTIVI,

Dettagli

PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING. Relatore: Brunella Spadafora

PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING. Relatore: Brunella Spadafora PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING Relatore: Brunella Spadafora Epidemiologia e prevenzione dei tumori maligni I tumori nel loro insieme, costituiscono la seconda causa di morte,

Dettagli

TERAPIA. Sostegno alla Donna, alla Famiglia, Collaborazione con Organizzazioni ed altri Servizi

TERAPIA. Sostegno alla Donna, alla Famiglia, Collaborazione con Organizzazioni ed altri Servizi TERAPIA. Sostegno alla Donna, alla Famiglia, Collaborazione con Organizzazioni ed altri Servizi Francesca Rovera Università degli Studi dell Insubria Azienda Ospedale di Circolo Varese CARCINOMA MAMMARIO:

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

Il Tumore della mammella a Ferrara:stato dell'arte e innovazione

Il Tumore della mammella a Ferrara:stato dell'arte e innovazione Il Tumore della mammella a Ferrara:stato dell'arte e innovazione La radioterapia intra-operatoria nel carcinoma mammario: presente e futuro Dr. Antonio Stefanelli U.O. Radioterapia Oncologica Az. Osp.

Dettagli

Linfonodo sentinella. AJCC (6th edition 2002) Micrometastasi e ITC. Assenza di metastasi linfonodali

Linfonodo sentinella. AJCC (6th edition 2002) Micrometastasi e ITC. Assenza di metastasi linfonodali Dieci anni di linfonodo sentinella: un primo bilancio L. Mazzucchelli Istituto cantonale di patologia, Locarno Seno Forum 2010, Lugano Linfonodo sentinella Le metastasi linfonodali sono il fattore prognostico

Dettagli

Daniela Poli. La gestione del paziente anziano con i farmaci anti Vitamina K

Daniela Poli. La gestione del paziente anziano con i farmaci anti Vitamina K Daniela Poli La gestione del paziente anziano con i farmaci anti Vitamina K Atrial fibrillation occurred in 1 2% of the general population. Over 6 million Europeans suffer from this arrhythmia, and its

Dettagli

Programma di screening

Programma di screening Programma di screening Un programma di screening consiste nel selezionare, in una popolazione, particolari sottogruppi tramite un qualche test (test di screening) Sono selezionate in un gruppo di sani

Dettagli

IL POSITION PAPER DELL'OMS SULLO SCREENING MAMMOGRAFICO: TRADUZIONE DELL EXCUTIVE SUMMARY E DELLE RACCOMANDAZIONI

IL POSITION PAPER DELL'OMS SULLO SCREENING MAMMOGRAFICO: TRADUZIONE DELL EXCUTIVE SUMMARY E DELLE RACCOMANDAZIONI IL POSITION PAPER DELL'OMS SULLO SCREENING MAMMOGRAFICO: TRADUZIONE DELL EXCUTIVE SUMMARY E DELLE RACCOMANDAZIONI Executive summary Il position paper dell'oms sullo screening mammografico e le Linee Guida

Dettagli

Anna Sapino Appropriatezza diagnostica e ruolo dell anatomia patologica del cancro mammario

Anna Sapino Appropriatezza diagnostica e ruolo dell anatomia patologica del cancro mammario Anna Sapino Appropriatezza diagnostica e ruolo dell anatomia patologica del cancro mammario Dipartimento di Scienze Mediche Università di Torino Dipartimento di Medicina di Laboratorio AOU Citta della

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Direzione Sanitaria PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Il carcinoma della mammella rappresenta la neoplasia più frequente nel sesso femminile, in tutte le fasce

Dettagli

Anna Crispo Istitituto Nazionale dei Tumori Fondazione «G. Pascale», Napoli

Anna Crispo Istitituto Nazionale dei Tumori Fondazione «G. Pascale», Napoli Anna Crispo Istitituto Nazionale dei Tumori Fondazione «G. Pascale», Napoli VALUTAZIONE DEL PESO E CONTROLLO DELLA GLICEMIA NEI DIVERSI SOTTOTIPI MOLECOLARI DEL CANCRO DELLA MAMMELLA. Background Negli

Dettagli

Dott. Nicola Balestrieri

Dott. Nicola Balestrieri CENTRO DI SENOLOGIA ULSS 9 TREVISO LILT SEZ. TREVISO Dott. Nicola Balestrieri le chance di guarigione di una paziente dipendono sempre di più dal livello di competenza del centro presso il quale viene

Dettagli

PRESIDIO OSPEDALIERO DI CONEGLIANO PIASTRA AMBULATORIALE DIREZIONE MEDICA AMBULATORIO SENOLOGICO EPIDEMIOLOGIA, PREVENZIONE E SCREENING

PRESIDIO OSPEDALIERO DI CONEGLIANO PIASTRA AMBULATORIALE DIREZIONE MEDICA AMBULATORIO SENOLOGICO EPIDEMIOLOGIA, PREVENZIONE E SCREENING PRESIDIO OSPEDALIERO DI CONEGLIANO PIASTRA AMBULATORIALE DIREZIONE MEDICA AMBULATORIO SENOLOGICO EPIDEMIOLOGIA, PREVENZIONE E SCREENING INCIDENZA DI TUMORI NELLA DONNA 35000 30000 25000 20000 15000 10000

Dettagli

Un test di espressione genica per predire l aggressività del carcinoma prostatico. Il test Prolaris può orientare le decisioni mediche e chirurgiche

Un test di espressione genica per predire l aggressività del carcinoma prostatico. Il test Prolaris può orientare le decisioni mediche e chirurgiche Un test di espressione genica per predire l aggressività del carcinoma prostatico Il test Prolaris può orientare le decisioni mediche e chirurgiche Che cos è Prolaris? Una misura molecolare diretta della

Dettagli

consenso informato (informed consent) processo decisionale condiviso (shared-decision making)

consenso informato (informed consent) processo decisionale condiviso (shared-decision making) consenso informato (informed consent) scelta informata (informed choice) processo decisionale condiviso (shared-decision making) Schloendorff. v. Society of NY Hospital 105 NE 92 (NY 1914) Every human

Dettagli

Aggiornamento sul carcinoma mammario Brebbia (VA), 5 ottobre 2013

Aggiornamento sul carcinoma mammario Brebbia (VA), 5 ottobre 2013 Aggiornamento sul carcinoma mammario Brebbia (VA), 5 ottobre 2013 Screening mammografico in provincia di Varese: a che punto siamo? Franca Sambo Centro Screening - U.O.C. Prevenzione e Promozione della

Dettagli

Dr.ssa M. Donadio Oncologia Medica I Breast Unit Ospedale San Giovanni Battista Torino

Dr.ssa M. Donadio Oncologia Medica I Breast Unit Ospedale San Giovanni Battista Torino Dr.ssa M. Donadio Oncologia Medica I Breast Unit Ospedale San Giovanni Battista Torino 1. Introduzione 2. Modalità di follow-up 3. Linee guida nel follow-up 4. Scopo del follow-up 5. Follow-up e sopravvivenza

Dettagli

Paolo Giorgi Rossi Servizio Interaziendale di Epidemiologia, AUSL Reggio Emilia

Paolo Giorgi Rossi Servizio Interaziendale di Epidemiologia, AUSL Reggio Emilia Le incertezze scientifiche e le controversie: con quale metodo scientifico si definiscono? Come si affrontano? Ovvero: Epistemologia della metaletteratura Paolo Giorgi Rossi Servizio Interaziendale di

Dettagli

PROGRAMMA REGIONALE DI SCREENING MAMMOGRAFICO PREVENZIONE SERENA Workshop 2012

PROGRAMMA REGIONALE DI SCREENING MAMMOGRAFICO PREVENZIONE SERENA Workshop 2012 PROGRAMMA REGIONALE DI SCREENING MAMMOGRAFICO PREVENZIONE SERENA Workshop 2012 III SESSIONE NOVITA E AGGIORNAMENTI DAL CONVEGNO GI SMa E DALLA LETTERATURA: Anatomia Patologica Isabella Castellano Anatomia

Dettagli

LA MAMMOGRAFIA un aiuto per capire e per decidere

LA MAMMOGRAFIA un aiuto per capire e per decidere LA MAMMOGRAFIA un aiuto per capire e per decidere LA DIAGNOSI PRECOCE DEL TUMORE AL SENO CON LA MAMMOGRAFIA Cara lettrice Il testo che sta per leggere offre delle informazioni utili sulla mammografia (esame

Dettagli

L identificazione MODELLI PREDITTIVI. Ileana Carnevali. UO Anatomia Patologica Ospedale di Circolo-Università dell Insubria Varese

L identificazione MODELLI PREDITTIVI. Ileana Carnevali. UO Anatomia Patologica Ospedale di Circolo-Università dell Insubria Varese L identificazione MODELLI PREDITTIVI Ileana Carnevali UO Anatomia Patologica Ospedale di Circolo-Università dell Insubria Varese TEST GENETICO COMPLICATO = USO LIMITATO COME SI SELEZIONANO DURANTE LA CGO

Dettagli

Scritto da Giovanni Creton Domenica 27 Febbraio 2011 17:32 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Marzo 2011 19:43

Scritto da Giovanni Creton Domenica 27 Febbraio 2011 17:32 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Marzo 2011 19:43 E evidente che lo screening per un tumore può diagnosticare la malattia molto precocemente, ma nel caso del tumore alla prostata il ricorso al test del PSA può creare dati incerti e rischi sanitari in

Dettagli

Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE?

Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE? Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE? Rita Iori Arcispedale Santa Maria Nuova Biblioteca Medica Reggio Emilia Chiara Bassi Ce.V.E.A.S Centro per la Valutazione della Efficacia dell Assistenza

Dettagli

Sistemi sanitari, salute e benessere

Sistemi sanitari, salute e benessere Sistemi sanitari, salute e benessere Armando Olivieri Società Medico-Chirurgica Vicentina 22 ottobre 2011 la comunicazione Caro amico, continui a fare l esame che è il più sicuro mezzo per individuare

Dettagli

TERAPIA FOCALE IN URO-ONCOLOGIAONCOLOGIA TUMORI DEL RENE Alessandro Volpe Ospedale Maggiore della Carità, Università del Piemonte Orientale, Novara < 50 anni > 75 anni RCC MIGRAZIONE DI STADIO STAGE I

Dettagli

Dirigente - S.C. ONCOLOGIA MEDICA OSPEDALE BUSINCO

Dirigente - S.C. ONCOLOGIA MEDICA OSPEDALE BUSINCO INFORMAZIONI PERSONALI Nome Farci Daniele Data di nascita 04/06/1961 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia ASL DI CAGLIARI Dirigente - S.C. ONCOLOGIA MEDICA

Dettagli

PSA screening: un enorme disastro per la salute pubblica (R. Ablin) o un opportunità ancora incompiuta?

PSA screening: un enorme disastro per la salute pubblica (R. Ablin) o un opportunità ancora incompiuta? PSA screening: un enorme disastro per la salute pubblica (R. Ablin) o un opportunità ancora incompiuta? Salvatore Pisani Convegno Dipartimento Oncologico Provinciale Varese: PROSTATE UNIT: una opportunità?

Dettagli

Epidemiologia e attuali strategie terapeutiche nel tumore del polmone

Epidemiologia e attuali strategie terapeutiche nel tumore del polmone 3 Master Universitario di Pneumologia Interventistica 2011-2012 Epidemiologia e attuali strategie terapeutiche nel tumore del polmone Francesca Mazzoni SC di Oncologia Medica 1 Azienda Ospedaliero Universitaria

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome / Cognome E-mail Lucia Stocchi Cittadinanza Italiana Data di nascita 05-03-1978 Il/La sottoscritta, consapevole delle sanzioni penali e leggi speciali

Dettagli

1) Lise M. Chirurgia per le professione sanitarie. Tomo 1.Padova: Ed. PICCIN, 2006; 331:343.

1) Lise M. Chirurgia per le professione sanitarie. Tomo 1.Padova: Ed. PICCIN, 2006; 331:343. BIBLIOGRAFIA 1) Lise M. Chirurgia per le professione sanitarie. Tomo 1.Padova: Ed. PICCIN, 2006; 331:343. 2) Ministero della Salute. LO STATO DI SALUTE DELLE DONNE IN ITALIA. Primo rapporto sui Lavori

Dettagli

Strumenti di valutazione del rischio familiare Daniela Turchetti

Strumenti di valutazione del rischio familiare Daniela Turchetti Strumenti di valutazione del rischio familiare Daniela Turchetti Misura ciò che è misurabile e rendi misurabile ciò che non lo è Galileo Galilei (1564-1642) Casi multipli di cancro nella famiglia Cancro

Dettagli

IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS

IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS I tumori in Italia Rapporto AIRTUM 1 TUMORI INFANTILI -1 ANNI IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI

Dettagli

Una nuova organizzazione: linee di indirizzo sulle modalità organizzative ed assistenziali del percorso di senologia (la breast unit) Carlo Naldoni

Una nuova organizzazione: linee di indirizzo sulle modalità organizzative ed assistenziali del percorso di senologia (la breast unit) Carlo Naldoni Una nuova organizzazione: linee di indirizzo sulle modalità organizzative ed assistenziali del percorso di senologia (la breast unit) Carlo Naldoni Profilo complesso di assistenza Intervento di sanità

Dettagli

D O T T. S S A I R E N E C U T U L I

D O T T. S S A I R E N E C U T U L I D O T T. S S A I R E N E C U T U L I INFORMAZIONI PERSONALI Data di nascita: 20.01.1958 Luogo di nascita: Laureana di Borrello Residenza: Via Orto Carmine, 7 Laureana di Borrello Domicilio: Via Trento,

Dettagli

ATTUALITA NELL IMAGING

ATTUALITA NELL IMAGING IL CARCINOMA DELLA MAMMELLA A.I.O.M. Sierra Silvana, 24 Maggio 2003 ATTUALITA NELL IMAGING Stefania Di Carlo Studio Radiologico Viterbo - Di Carlo,Castellana Grotte 1 Il tumore della mammella è diventato

Dettagli

Carcinoma della prostata: INCIDENZA

Carcinoma della prostata: INCIDENZA Outcomes in Localized Prostate Cancer: National Prostate Cancer Registry of Sweden Follow-up Study JNCI - J Natl Cancer Inst. 2010 Jul 7;102(13):919-20 Trento, 13/11/2010 Di cosa si tratta? E' uno studio

Dettagli

Epidemiologia del cancro del seno in Ticino

Epidemiologia del cancro del seno in Ticino Epidemiologia del cancro del seno in Ticino Andrea Bordoni Alessandra Spitale Luca Mazzucchelli Registro Tumori Canton Ticino Istituto Cantonale di Patologia Pomeriggio di studio organizzato da: Lega ticinese

Dettagli

DIFFERENZA DI GENERE E MEDICINA

DIFFERENZA DI GENERE E MEDICINA DIFFERENZA DI GENERE E MEDICINA L ONU, l Europa e l OMS raccomandano che il determinante genere sia tenuto presente nella programmazione delle politiche sanitarie. L ONU ha inserito la medicina di genere

Dettagli

Il test genetico BRCA1/BRCA2

Il test genetico BRCA1/BRCA2 L identificazione Il test genetico BRCA1/BRCA2 M.G.Tibiletti UO Anatomia Patologica Ospedale di Circolo-Università dell Insubria Varese IL CARCINOMA MAMMARIO FORME SPORADICHE FORME EREDITARIE FORME FAMIGLIARI

Dettagli

XIII RIUNIONE ANNUALE ASSOCIAZIONE ITALIANA REGISTRI TUMORI - AIRTUM Siracusa, 6/8 Maggio 2009. R. Sunseri 2,N. Romano 2.

XIII RIUNIONE ANNUALE ASSOCIAZIONE ITALIANA REGISTRI TUMORI - AIRTUM Siracusa, 6/8 Maggio 2009. R. Sunseri 2,N. Romano 2. XIII RIUNIONE ANNUALE ASSOCIAZIONE ITALIANA REGISTRI TUMORI - AIRTUM Siracusa, 6/8 Maggio 2009 Sottotipi di carcinoma della mammella identificati con markers immunoistochimici: dati del Registro Tumori

Dettagli

Incidenza e patogenesi delle complicanze tromboemboliche

Incidenza e patogenesi delle complicanze tromboemboliche Incidenza e patogenesi delle complicanze tromboemboliche Alessandro Inno Ospedale Sacro Cuore don Calabria Negrar - Verona Trombosi e cancro Armand Trousseau (1801-1867) Patogenesi Donnellan et al, Curr

Dettagli

Analisi dei dati sull impatto dello screening dal registro di patologia regionale

Analisi dei dati sull impatto dello screening dal registro di patologia regionale La sorveglianza epidemiologica dello screening mammografico nella Regione Emilia-Romagna Seminario di studio Bologna, 1 marzo 2012 Analisi dei dati sull impatto dello screening dal registro di patologia

Dettagli

Il Medico di Medicina Generale e la scelta terapeutica. Come ci districhiamo in questa babele di informazioni?

Il Medico di Medicina Generale e la scelta terapeutica. Come ci districhiamo in questa babele di informazioni? Il Medico di Medicina Generale e la scelta terapeutica Come ci districhiamo in questa babele di informazioni? Evidenze e raccomandazioni Ci sono diverse opzioni per il trattamento dei disturbi menopausali,

Dettagli

Palliative Care in Older Patients

Palliative Care in Older Patients Palliative Care in Older Patients Perchèla cura palliativa degli anziani sta diventando una prioritàsanitaria mondiale? 1) Population Ageing Chi cura chi Proiezioni in % 2) Polipatologie croniche Cause

Dettagli

GLI SCRENING. Modalità di attuazione degli screening del carcinoma della mammella, del colon-retto e della cervice uterina

GLI SCRENING. Modalità di attuazione degli screening del carcinoma della mammella, del colon-retto e della cervice uterina GLI SCRENING Modalità di attuazione degli screening del carcinoma della mammella, del colon-retto e della cervice uterina Tirocinio in Medicina Generale Siena 2009 Solamente gli screening colonretto, mammella

Dettagli

GRADE applicato alle Linee Guida ARIA

GRADE applicato alle Linee Guida ARIA GRADE applicato alle Linee Guida ARIA Sergio Bonini Professor di Medicina Interna Seconda Università di Napoli INMM-CNR, ARTOV, Roma se.bonini@gmail.com The ARIA initiative was developed As a state-of-the-art

Dettagli