CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO"

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PRELIEVO, TRASPORTO E SMALTIMENTO FINALE DEI FANGHI COMPOSTABILI PROVENIENTI DAGLI IMPIANTI DI ETRA SPA Periodo: 12 mesi (rinnovabile di altri 12 mesi)

2 SOMMARIO NORME AMMINISTRATIVE 1) DEFINIZIONI 2) OGGETTO DELL APPALTO 3) QUANTITA DA SMALTIRE 4) DURATA DELL APPALTO 5) NORME DI RIFERIMENTO 6) CAUZIONE DEFINITIVA 7) PAGAMENTO CORRISPETTIVI 8) INVARIABILITA DEI PREZZI 9) RESPONSABILITA DELL APPALTATORE 10) OSSERVANZA DELLE LEGGI E DELLE DISPOSIZIONI NORMATIVE E RETRIBUTIVE RISULTANTI DAI CONTRATTI COLLETTIVI DI LAVORO 11) DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA E SALUTE DEI LAVORATORI 12) GARANZIE ASSICURATIVE 13) SUBAPPALTO 14) SPESE CONTRATTUALI, IMPOSTE E TASSE 15) PENALI 16) ESECUZIONE D UFFICIO 17) RISOLUZIONE DEL CONTRATTO 18) DEFINIZIONE DELLE CONTROVERSIE 19) TUTELA DELLA PRIVACY NORME TECNICHE 1) GENERALITA 2) TIPI DI SMALTIMENTI CONSENTITI 3) QUANTITA DA SMALTIRE 4) ISCRIZIONI ED AUTORIZZAZIONI 5) MODALITA DI SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO 6) FORNITURE E PRESTAZIONI ESSENZIALI ALLO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO 7) ACCESSO AGLI IMPIANTI 8) ORDINI DI LAVORO ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO 9) PROCEDURE DI SMALTIMENTO 10) GESTIONE DELLE EMERGENZE 11) VARIAZIONI NELL EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO 12) CONDIZIONI OPERATIVE ALLEGATI A) RAPPORTI DI PROVA FANGHI 1

3 NORME AMMINISTRATIVE 1) DEFINIZIONI Nel testo del presente Capitolato Speciale di Appalto, il termine Appaltante designa ETRA S.p.A. ed il termine Appaltatore designa l Impresa Aggiudicataria dell Appalto. 2) OGGETTO DELL'APPALTO Il presente Capitolato Speciale d Appalto ha per oggetto i seguenti servizi. Il servizio di prelievo, trasporto e smaltimento finale di fanghi biologici di depurazione palabili codice CER provenienti dai depuratori di ETRA S.p.A. di Cittadella, Carmignano di Brenta, Onara di Tombolo, Vigonza, Cadoneghe, Camposampiero, Rubano, Limena, Selvazzano Dentro, Montegrotto Terme, Battaglia Terme, Cervarese S. Croce (in Provincia di Padova). Costituisce parte integrante dell appalto la messa a disposizione presso gli impianti dei cassoni necessari per il caricamento dei rifiuti in numero e della volumetria necessaria a garantire il servizio secondo le specifiche di cui al presente Capitolato Speciale d Appalto. 3) QUANTITA DA SMALTIRE Le quantità da smaltire sono puramente indicative e non garantite e potranno subire variazioni in aumento o in diminuzione senza che questo possa dare diritto all Appaltatore ad indennizzi o compensi aggiuntivi a qualunque titolo. Il quantitativo presunto di cui al precedente paragrafo è suddiviso in quattro lotti: un primo lotto di t proveniente dai depuratori di Cittadella, Carmignano di Brenta ed Onara di Tombolo; un secondo lotto di t proveniente dai depuratori di Vigonza, Cadoneghe e Camposampiero; un terzo lotto di t proveniente dai depuratori di Rubano, Limena, Montegrotto Terme, Battaglia Terme, Selvazzano Dentro e Cervarese S. Croce. I tre lotti potranno essere aggiudicati anche ad imprese distinte. 4) DURATA DELL APPALTO Il presente appalto avrà durata di 12 mesi. L appaltante si riserva comunque la facoltà di prorogare la durata dell appalto fino all espletamento di una nuova gara d appalto. Al termine dei primi 12 mesi di contratto, l Appaltante si riserva la facoltà di rinnovare il contratto per ulteriori 12 mesi alle stesse condizioni. 5) NORME DI RIFERIMENTO Il servizio dovrà essere effettuato con le modalità previste nel Bando e nel presente Capitolato Speciale d Appalto ; per quanto non espressamente indicato negli atti sopra citati, si fa riferimento alle vigenti norme di legge. L Appaltatore è soggetto inoltre all osservanza delle disposizioni legislative o regolamentari emanate dall Ispettorato del Lavoro, dall ISPSEL, dall ASL, dagli Enti 2

4 Previdenziali, dalle Polizie municipali, dagli Enti Territoriali nonché alle norme interne di ETRA SPA in vigore presso gli impianti di proprietà di quest ultima. La sottoscrizione del contratto equivale anche ad espressa ed incondizionata accettazione, da parte dell Appaltatore, di quanto esposto nel presente capitolato. 6) CAUZIONE DEFINITIVA La cauzione definitiva sarà pari al 10% dell ammontare del contratto e dovrà essere depositata o prestata a mezzo fideiussione bancaria o polizza assicurativa all atto della stipula del contratto. La fideiussione prodotta dovrà contenere l esplicito impegno del garante a pagare immediatamente, su semplice richiesta dell Appaltante, il valore dell intero deposito cauzionale, senza facoltà di avanzare riserve ed eccezioni. 7) PAGAMENTO CORRISPETTIVI In deroga a quanto previsto dal D. Lgs. 231/02 il pagamento dei servizi avverrà entro 60 giorni fine mese dal ricevimento di regolare fattura. In caso di ritardo nei pagamenti, ai sensi dell art C.C., gli interessi di mora decorreranno dal giorno di formale messa in mora dell Appaltante, nella misura dell interesse legale, fissata ai sensi dell art C.C.. 8) INVARIABILITA DEI PREZZI I prezzi esposti in contratto si intendono fissi ed invariabili per tutta la durata dello stesso e si intendono tacitamente prorogati per tutta la durata del contratto in caso di proroga. 9) RESPONSABILITÀ DELL'APPALTATORE L'Appaltatore é l esclusivo responsabile di ogni e qualsiasi danno derivante: da negligenza, imprudenza o imperizia; dall inosservanza delle vigenti normative o delle prescrizioni del presente Capitolato Speciale d Appalto; dall inosservanza delle direttive impartite dall Appaltante per l esecuzione del servizio. La responsabilità dell'appaltatore si estende sia ai danni derivanti a persone o cose da errore o negligenza nell'esecuzione del servizio sia a quelli che possono verificarsi per la mancata predisposizione di mezzi di prevenzione o per il mancato tempestivo intervento in casi di emergenza. Fatte salve eventuali conseguenze penali e l eventuale risoluzione del contratto, l'appaltatore é tenuto al risarcimento di tutti i danni di cui sopra. Qualora per la riparazione dei danni in questione si rendessero necessari specifici interventi, questi ultimi ed i materiali occorrenti saranno a carico dell'appaltatore e così pure il risarcimento degli eventuali danni provocati dall'esecuzione degli interventi di cui sopra. L importo di eventuali danni potrà essere detratto dall importo dovuto. 10) OSSERVANZA DELLE LEGGI E DELLE DISPOSIZIONI NORMATIVE E RETRIBUTIVE RISULTANTI DAI CONTRATTI COLLETTIVI DI LAVORO 3

5 Nell'esecuzione dei servizi che formano oggetto del presente appalto, l Appaltatore è obbligato ad applicare integralmente tutte le disposizioni normative e retributive contenute nel Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i dipendenti da Aziende del Terziario, della distribuzione e dei servizi e negli accordi locali integrativi dello stesso, in vigore per il tempo e nella località in cui si svolge il servizio. L Appaltatore si obbliga altresì ad applicare il contratto e gli accordi medesimi anche dopo la scadenza e fino alla loro sostituzione e, se cooperative, anche nei rapporti con i soci. I suddetti obblighi vincolano l Appaltatore anche se non sia aderente alle associazioni stipulanti o receda da esse, indipendentemente dalla natura industriale o artigiana, dalla struttura e dimensioni dell Appaltatore stesso e da ogni altra sua qualificazione giuridica, economica e sindacale. Per l'espletamento del servizio del presente Capitolato Speciale d Appalto, l Appaltatore dovrà impiegare esclusivamente personale per il quale siano stati regolarmente adempiuti gli obblighi generali e speciali previsti dalle vigenti leggi in materia di assicurazioni sociali, assistenziali, previdenziali ed antinfortunistici. L Appaltatore é inoltre tenuto all'osservanza delle disposizioni di cui all'art. 1 della Legge n del , che vieta di affidare in appalto o subappalto o in qualsiasi altra forma, anche a Società Cooperative, l'esecuzione di mere prestazioni di lavoro mediante l'impiego di mano d'opera assunta e retribuita dall'appaltatore o dall'intermediario, qualunque sia la natura del servizio cui le prestazioni si riferiscono, nonché di affidare ad intermediari, siano questi dipendenti, terzi o società, anche se Cooperative, servizi da eseguirsi a cottimo da prestatori d'opera assunti o retribuiti da tali intermediari. In caso di inadempienza agli obblighi di cui sopra, accertata dall Appaltante o segnalata dall Ispettorato del Lavoro, l Appaltante stesso ne farà comunicazione all Appaltatore e, se dovuto allo stesso Ispettorato del Lavoro. 11) DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA E SALUTE DEI LAVORATORI L Appaltatore, durante lo svolgimento del servizio, ha l obbligo di mettere a disposizione risorse, mezzi e personale adeguatamente organizzati al fine di garantire, secondo le normative vigenti, la tutela della salute e della sicurezza del personale dell Appaltante e di coloro che a vario titolo sono presenti negli impianti, nonché del proprio personale. Inoltre, in caso di aggiudicazione, prima dell inizio del servizio, deve trasmettere all Appaltante, una breve relazione sui rischi connessi alla movimentazione ed al trasporto dei rifiuti del presente capitolato. 12) GARANZIE ASSICURATIVE Qualora l Appaltatore non ne sia già in possesso, dovrà provvedere alla stipula di adeguata polizza assicurativa a copertura di eventuali danni a persone e/o a beni dell Appaltante, causati da dipendenti e/o automezzi durante l esecuzione del servizio oggetto dell appalto per un massimale minimo per sinistro di: ,00.= per ciascun automezzo utilizzato per il servizio di cui al presente capitolato ,00.= in relazione all attività dei dipendenti. 4

6 13) SUBAPPALTO Trova applicazione l art. 118 del D. Lgs 163/06. L Appaltatore potrà affidare in subappalto, previa autorizzazione dell Appaltante, esclusivamente quelle attività per le quali abbia indicato in sede di presentazione di offerta la volontà di avvalersi del subappalto. In ogni caso il limite massimo subappaltabile è pari al 30% dell importo contrattuale. L Appaltatore resterà comunque responsabile dell osservanza di tutti gli obblighi derivanti dal contratto di appalto, nonché delle prestazioni per le quali dovesse essere concessa l autorizzazione al subappalto. 14) SPESE CONTRATTUALI, IMPOSTE E TASSE Sono a totale carico dell Appaltatore le spese di bollo, di registrazione del contratto, nonché ogni altro onere fiscale presente e futuro che per legge non sia inderogabilmente posto a carico dell Amministrazione Appaltante. L Appaltatore è tenuto inoltre al pagamento di tutte le altre spese contrattuali, ivi comprese tasse, imposte e tributi connessi con il contratto ed imposti da qualsiasi autorità avente giurisdizione sul contratto stesso. L Appaltante non si assume alcuna responsabilità in caso di eventuali inadempienze fiscali da parte dell Appaltatore, che si impegna ad attenersi scrupolosamente alle norme vigenti in materia. 15) PENALI In caso di inadempienze contrattuali, che non costituiscano causa di risoluzione contrattuale o impedimento al regolare svolgimento del servizio, saranno applicate le seguenti penali: 1.000,00 per ogni giorno solare di ritardo nel ritiro completo dei rifiuti rispetto al programma comunicato 500,00 per ogni giorno solare di ritardo nel ritiro parziale dei rifiuti rispetto al programma comunicato. Le penali non verranno applicate se entro il giorno lavorativo successivo ci sarà il recupero dei carichi non effettuati. L importo delle penali sarà trattenuto in occasione della liquidazione delle singole fatture. 16) ESECUZIONE D UFFICIO L Appaltante si riserva la facoltà di provvedere all espletamento delle prestazioni oggetto del presente appalto tramite altra impresa, qualora le inadempienze contrattuali costituiscano impedimento al regolare svolgimento del servizio ovvero trascorsi dieci giorni naturali e consecutivi dal giorno in cui dovevano essere effettuate le attività in programma, con conseguente addebito all Appaltatore degli eventuali maggiori oneri. E comunque fatta salva la facoltà dell Appaltante di risolvere il contratto e di incamerare la cauzione, salvo il risarcimento dei maggiori danni. 17) RISOLUZIONE DEL CONTRATTO L Appaltante si riserva la facoltà di risolvere in qualsiasi momento il contratto, qualora particolari situazione lo imponessero, quali (a titolo esemplificativo e non esaustivo): 5

7 inosservanza di norme di legge; il reiterarsi di inadempienze e/o inosservanze contrattuali nello svolgimento del servizio; trascorsi i giorni di ritardo nel ritiro del rifiuto, come sopra indicato. Ad insindacabile giudizio dell Appaltante potranno essere inibiti all ingresso all impianto gli autisti che non si attengono ai regolamenti dell impianto stesso, al contegno consono con la funzione esercitata ed alle disposizione impartite dal settore tecnico dell Appaltante. Ad insindacabile giudizio dell Appaltante potranno essere inibiti all ingresso all impianto gli automezzi che non siano puliti ed in perfetto stato; in particolare gli stessi non dovranno essere fonte di spandimenti, causa di odori e/o rumori molesti e costituire pericolo per persone e/o cose a causa del loro stato d uso e/o di manutenzione. La reiterazione dei comportamenti sopra evidenziati costituisce causa di risoluzione contrattuale. 18) DEFINIZIONE DELLE CONTROVERSIE Le eventuali controversie che dovessero insorgere in ordine al presente appalto verranno definite dall Autorità Giudiziaria Ordinaria. Per la definizione di tali controversie è competente il Foro di Bassano del Grappa. 19) TUTELA DELLA PRIVACY Come previsto dal Testo Unico sulla privacy emanato con D.Lgs. 30 Giugno 2003 n. 196, si precisa che il trattamento dei dati personali sarà improntato a liceità e correttezza nella piena tutela dei diritti dei concorrenti e della loro riservatezza; il trattamento dei dati ha la finalità di consentire l accertamento all idoneità delle imprese concorrenti a partecipare alla procedura di gara di cui trattasi. L eventuale rifiuto di fornire i dati richiesti costituirà motivo di esclusione dalla procedura. 6

8 NORME TECNICHE 1) GENERALITA I depuratori di ETRA S.p.A. di Cittadella, Carmignano di Brenta, Onara di Tombolo, Vigonza, Cadoneghe, Camposmpiero, Rubano, Limena, Montegrotto Terme, Battaglia Terme, Selvazzano Dentro e Cervarese S. Croce trattano, mediante ciclo biologico, liquami civili e rifiuti allo stato liquido compatibili con il processo biologico. Le caratteristiche finali del fango disidratato prodotto sono quelle indicate dalla Legge n. 766/2000. A titolo indicativo si allegano i seguenti rapporti di prova: n. 06/61390 del 28/02/06 (fango depuratore di Cittadella); n. 909/2006 del 24/08/06 (fango depuratore di Carmignano di Brenta); n del 13/02/06 (fango depuratore di Onara di Tombolo); n. 677/2006 del 30/06/06 (fango depuratore di Vigonza); n. 73/2006 del 19/01/06 (fango depuratore di Cadoneghe); n. 1476B/2006 del 24/05/06 (fango depuratore di Camposampiero); n. 1525/2006 del 09/06/06 (fango depuratore di Rubano); n del 02/08/05 (fango depuratore di Limena); n. 06/GS/ del 09/06/06 (fango depuratore di Montegrotto Terme); n. 0423/2006 del 21/02/06 (fango depuratore di Battaglia Terme); n. 0373/2006 del 14/02/06 (fango depuratore di Selvazzano Dentro); n /06 del 03/11/06 (fango depuratore di Cervarese S. Croce). Codice CER: Fanghi da trattamento delle acque reflue urbane. Si precisa che il valore dell umidità del fango non è impegnativo per ETRA S.p.A. e può variare in funzione delle condizioni metereologiche. L Appaltatore dovrà smaltire, eccezionalmente, senza nulla eccepire, anche fanghi con tenore di secco inferiore ai valori medi (nei limiti della palpabilità). 2) TIPI DI SMALTIMENTI CONSENTITI Lo smaltimento proposto ed attuato dall Appaltatore dovrà essere conforme a quanto previsto dalla normativa vigente, Comunitaria, Nazionale e Regionale. In sede di offerta dovranno essere indicate le normative di riferimento della Regione nella quale saranno smaltiti i rifiuti e la relativa rispondenza degli smaltimenti proposti. Si precisa che gli unici documenti che saranno forniti da ETRA S.p.A. saranno i rapporti di prova sopra specificati, aggiornati con frequenza semestrale. Pertanto l Appaltatore dovrà procurarsi a propria cura e spese ogni altro documento o accertamento analitico eventualmente necessario per lo smaltimento presso gli impianti. E consentito lo smaltimento in impianti di compostaggio autorizzati ai sensi della vigente normativa e/o in impianto di messa in riserva, condizionamento con 7

9 igienizzazione e stabilizzazione, miscelazione di rifiuti non pericolosi prima dello smaltimento in agricoltura, sempre autorizzati ai sensi della normativa vigente. L impresa in sede di gara dovrà specificare la destinazione del rifiuto, nonché fornire le autorizzazioni all esercizio degli impianti secondo la normativa vigente. ETRA S.p.A. è disponibile a fornire tutti i chiarimenti e le informazioni del caso, nonché i campioni rappresentativi utili per una corretta classificazione del rifiuto, in sede di gara prima dell aggiudicazione. 3) QUANTITA DA SMALTIRE L Appaltatore dovrà garantire lo smaltimento di tutto il rifiuto previsto per ogni singolo lotto, ritirandolo nei tempi e nei modi richiesti da ETRA S.p.A.. A titolo indicativo si comunicano le quantità da smaltire: ton/anno per il depuratore di Cittadella (lotto n. 1); ton/anno per il depuratore di Carmignano di Brenta (lotto n. 1); 700 ton/anno per il depuratore di Onara di Tombolo (lotto n. 1); ton/anno per il depuratore di Vigonza (lotto n. 2); ton/anno per il depuratore di Cadoneghe (lotto n. 2); ton/anno per il depuratore di Camposampiero (lotto n. 2); ton/anno per il depuratore di Rubano (lotto n. 3); ton/anno per il depuratore di Limena (lotto n. 3); ton/anno per il depuratore di Selvazzano Dentro (lotto n. 3); 900 ton/anno per il depuratore di Battaglia Terme (lotto n. 3); 400 ton/anno per il depuratore di Montegrotto Terme (lotto n. 3); 400 ton/anno per il depuratore di Cervarese S. Croce (lotto n. 3). 4) ISCRIZIONI ED AUTORIZZAZIONI Le Imprese, per partecipare alla gara, dovranno essere in possesso delle iscrizioni e delle autorizzazioni necessarie per svolgere l attività di trasporto e smaltimento dei rifiuti speciali non pericolosi, oggetto del presente appalto. Per possesso si intende la titolarità diretta delle autorizzazioni o contratto di accesso in impianto autorizzato, per le tipologie di rifiuto oggetto dell appalto, comprovante la disponibilità al conferimento delle quantità previste per ciascun lotto. In caso di ATI le suddette iscrizioni o autorizzazioni sono richieste alla riunione nel suo complesso e non a ciascuna impresa riunita. Si precisa nuovamente che le suddette autorizzazioni non dovranno prevedere nessun adempimento da parte dell Appaltante, fatta eccezione per la certificazione analitica. Non saranno presi in considerazione recapiti finali del fango che prevedano, per qualunque motivo, la mancata accettazione nel luogo di destinazione e conseguentemente il ritorno del fango stesso al luogo di produzione. 8

10 Nel caso di mancata accettazione del rifiuto presso l impianto di smaltimento, l appaltatore dovrà provvedere, in accordo con ETRA S.p.A. e a proprie spese, allo smaltimento presso altro sito autorizzato. 5) MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO L Appaltatore si impegna a svolgere il servizio, oggetto del presente appalto, nell osservanza delle norme legislative e dei regolamenti vigenti in materia. Il servizio dovrà comprendere il prelievo dei rifiuti presso i depositi temporanei degli insediamenti, il trasporto, l eventuale deposito preliminare, lo smaltimento finale di tutti i rifiuti come sopra individuati, altresì la fornitura, in base alle richieste dei singoli insediamenti, dei materiali necessari al deposito temporaneo dei rifiuti presso gli insediamenti medesimi, in attesa del prelievo, comprensivo della documentazione di trasporto e smaltimento o riutilizzo di legge. L'Appaltatore sarà l'unico responsabile per tutte le incombenze relative all esecuzione del servizio di prelievo, di trasporto, di smaltimento finale, con assoluto sollievo dell Appaltante da qualsiasi responsabilità al riguardo. L Appaltatore deve garantire: l'impiego di tecnologia conforme alle vigenti disposizioni legislative e regolamentari per un corretto e sicuro svolgimento del servizio; la fornitura di contenitori a norma di legge, di capacità e nel numero richiesto dagli insediamenti, per il deposito temporaneo dei rifiuti oggetto del presente appalto; in particolare dovranno essere a tenuta stagna e dotati di adeguata copertura; il trasporto dei rifiuti medesimi, mediante automezzi forniti delle autorizzazioni previste dalla vigente normativa e idonei rispetto alle caratteristiche dei rifiuti trasportati, dalla sede di prelievo alla sede dell impianto di smaltimento finale; il conferimento dei rifiuti prelevati solo ad impianti in possesso delle previste autorizzazioni e indicati in sede di gara. Qualora l Appaltatore volesse, per necessità sopravvenute, variare il luogo o le modalità di smaltimento, potrà farlo solo se ETRA S.p.A. avrà rilasciato il benestare scritto; la compilazione dei documenti di trasporto (formulario); la restituzione della 4 copia originale del formulario di identificazione vidimato dall impianto di destinazione, quale attestazione dell avvenuto conferimento dei rifiuti prelevati, entro 30 gg dalla data di prelievo; l invio, a mezzo fax, entro 24 ore da ciascun conferimento, della copia del formulario; le necessarie informazioni di carattere legislativo e/o burocratico-amministrativo; l indicazione del nominativo del responsabile del servizio oggetto del presente appalto, nonché i recapiti telefonici e fax ai quali l Appaltante potrà richiedere l espletamento del servizio; l invio della pre-fattura, per i servizi eseguiti nel mese, entro i primi 10 giorni del mese successivo. L Appaltatore solleva fin d ora ETRA S.p.A. da qualunque responsabilità civile e penale derivante dal trasporto e dallo smaltimento non autorizzato di fanghi. Etra S.p.A. non autorizzerà trasporti di quantità eccedenti la portata massima degli automezzi, come da codice della strada, art. 62 comma 4 e art. 167 comma 1. 9

11 Per quanto riguarda la quantità di fango accertata, si fa riferimento alla pesatura effettuata all impianto di destinazione. ETRA S.p.A., a propria discrezione, si riserva la facoltà di effettuare e/o richiedere verifiche del peso. 6) FORNITURE E PRESTAZIONI ESSENZIALI ALLO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO Prima dell effettuazione del prelievo, l Appaltatore deve provvedere alla fornitura di contenitori a norma di legge, idonei al deposito temporaneo presso gli insediamenti produttivi e di capacità ed in quantità tali da soddisfare le richieste degli insediamenti medesimi. In particolare, dovrà fornire: n. 2 cassoni scarrabili da 25 mc utili per ciascuno dei seguenti insediamenti produttivi: Cittadella, Onara di Tombolo, Cadoneghe, Camposampiero, Limena, Montegrotto Terme, Battaglia Terme, Selvazzano Dentro e Cervarese S. Croce; il carico ed il trasporto dai depuratori di Rubano, Carmignano di Brenta e Vigonza vengono effettuati a mezzo bilici da 30 mc; per il depuratore di Cittadella, oltre ai cassoni scarrabili, il carico ed il trasporto viene eseguito anche a mezzo bilici da 30 mc. L Appaltatore è tenuto a reintegrare, contestualmente al prelievo, i contenitori ritirati con altrettanti di vuoti. Su richiesta degli impianti, è inoltre tenuto a fornire eventuali altri contenitori per la gestione delle emergenze, fino ad un massimo di n. 4 cassoni per ogni impianto. 7) ACCESSO AGLI IMPIANTI I ritiri dovranno essere effettuati, di norma, nei seguenti orari: depuratore di Cittadella: tra le ore 7,00 e le ore 8,00; depuratore di Cadoneghe: alle ore 8,00; depuratore di Camposampiero: entro le ore 9,00; per gli altri depuratori: entro alle ore Gli automezzi potranno accedere agli impianti negli orari sopra specificati, fatte salve diverse disposizioni degli uffici tecnici dell Appaltante, che ha facoltà, in qualsiasi momento, di variare gli orari di accesso agli impianti stessi. In caso di spandimenti di materiale all interno delle aree degli impianti ascrivibili a responsabilità dell Appaltatore, provvederà alla pulizia l Appaltante in danno all Appaltatore. 8) ORDINI DI LAVORO ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO L Appaltatore, nell esecuzione del contratto, deve uniformarsi agli ordini, alle istruzioni e alle prescrizioni che gli saranno comunicati dal personale di ETRA SPA. Le prestazioni incluse nel servizio saranno, in generale, pianificate. 10

12 La direzione tecnica di ETRA SPA stilerà i programmi del servizio fissandone termini di inizio e durata; la pianificazione verrà trasmessa via telefax al recapito che sarà evidenziato al momento della consegna del servizio. Detta comunicazione, mentre non vincola ETRA SPA che, con semplice avviso telefonico, potrà in qualsiasi momento sospendere, variare o ordinare modifiche al programma in relazione a sopraggiunte necessità od urgenze, é invece impegnativa per l Appaltatore che ha l obbligo di rispettare i termini fissati ed ogni altra modalità. Qualora cause di forza maggiore non consentissero il rispetto dei programmi, la direzione tecnica di ETRA SPA potrà aggiornare la pianificazione o ordinare all Appaltatore il potenziamento dei mezzi e della manodopera e quanto altro indispensabile per consentire l ultimazione del programma nei termini inizialmente previsti. In nessun caso l Appaltatore potrà avanzare pretese o richieste di nuovi o maggiori compensi; di contro l inosservanza ingiustificata delle disposizioni del presente articolo saranno considerate inadempienze e pertanto soggette a penalità. 9) PROCEDURE DI SMALTIMENTO ETRA S.p.A. di norma settimanalmente comunicherà tramite telefax o telefonicamente il programma dei ritiri specificando i tempi e le quantità di fango che l Appaltatore è tenuto obbligatoriamente a ritirare dai luoghi di carico sopra specificati, dando conferma a mezzo telefax. Qualora, per motivi di rottura, fermata non programmata degli impianti o per altri eventi imprevisti la quantità dei fanghi da smaltire risultasse inferiore alla quantità programmata settimanalmente, l Appaltante ne darà immediata comunicazione all Appaltatore, che provvederà a modificare la programmazione senza addebitare alcun costo aggiuntivo all Appaltante stesso. Il programma di ritiro, giorno e ora di prelievo, va rispettato fatta eccezione per causa di forza maggiore. Non è considerata causa di forza maggiore la non disponibilità di automezzi, personale e ricezione negli impianti di smaltimento. L Appaltatore dovrà essere in grado di iniziare il servizio entro sette giorni dalla data di comunicazione dell avvenuta aggiudicazione. 10) GESTIONE DELLE EMERGENZE L Appaltatore dovrà, altresì, garantire l eventuale immediato svuotamento dei depositi temporanei degli insediamenti produttivi, qualora i medesimi e/o gli edifici limitrofi vengano interessati da una delle sotto elencate emergenze: incendio; ricevimento di messaggi minatori; ritrovamento di oggetto sospetto; scoppio improvviso di ordigno o attentato; terremoto, smottamento, tromba d aria, ecc; allagamenti e danni da acqua in genere; perdite e sversamento di sostante inquinanti; fughe di biogas; inconvenienti legati a problemi di odori molesti o proliferazioni di insetti. 11

13 11) VARIAZIONI NELL EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO L Appaltante si riserva la facoltà di introdurre, durante il periodo di vigenza contrattuale, quelle varianti procedurali che riterrà necessarie alla buona riuscita e all economia del servizio stesso, o perché imposte da nuove disposizioni normative, senza che l Appaltatore possa trarne motivi per avanzare pretese di compensi ed indennizzi. 12) CONDIZIONI OPERATIVE Con la presentazione dell'offerta l Appaltatore assicura di essere pienamente edotto e di avere tenuto debito conto di tutte le condizioni ambientali e delle circostanze ad esse connesse per acquisire una perfetta conoscenza delle condizioni operative in cui dovrà svolgere il servizio e di accettarle in pieno. Riconosce altresì di essere a conoscenza dei luoghi dove sarà svolto il servizio, della localizzazione degli impianti di ETRA SPA in cui sarà chiamato ad operare ed infine della possibilità di dover intervenire in presenza di altre ditte che potranno condizionare e vincolare il normale decorso del servizio. Qualora insorgano maggiori ed impreviste difficoltà di esecuzione, l Appaltatore non potrà rivalersi in alcun modo sull Appaltante. 12

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i Arezzo, 06 maggio 2011 Dott. DAVIDDI Paolo STOLZUOLI Stefania Tecnici di Prevenzione Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 8 - Arezzo

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA BAGNANTI E PULIZIA VASCHE DEGLI EDIFICI E DELLE PISCINE, NONCHE DI ACCOGLIENZA

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario 1) Dati identificativi del denunciante: ACER Associazione dei Costruttori Edili di Roma e Provincia in persona del legale

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI Allegato A2 (composto da n. 17 pagine) PARTE I CONDIZIONI GENERALI

CAPITOLATO D ONERI Allegato A2 (composto da n. 17 pagine) PARTE I CONDIZIONI GENERALI PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. 8/2014 C.F. 80000810863 TEL. +390935521111 Fax +390935500429 Piazza Garibaldi, 2 SETTORE VI Territorio Pianificazione

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli